E Ink svela un display ultrasottile

Utilizzando la tecnologia e-paper E Ink è riuscita a costruire quello che definisce il display più sottile al mondo, capace di essere piegato, arrotolato e infilato dentro un tubetto portasigari. La carta ha trovato un degno avversario


Boston (USA) – La tecnologia “electronic paper” (e-paper), la stessa che permette di costruire display sottilissimi e pieghevoli, sta facendo passi da gigante. E Ink , una delle pioniere del settore, ha annunciato la creazione di un display a matrice attiva di spessore all’incirca pari a quello di tre capelli e in grado, grazie alla sua estrema flessibilità, di essere arrotolato all’interno di un cilindro largo appena due centimetri e mezzo.

E Ink, che nel 2001 costruì per prima un display e-paper a colori, afferma che il proprio schermo ha la risoluzione tipica un tradizionale monitor TFT per notebook ed è in grado di mantenere la stessa qualità dell’immagine anche quando viene piegato o arrotolato.

“Credo sia un grande passo avanti”, ha dichiarato Yu Chen, ricercatore presso E Ink. “Abbiamo abbattuto uno dei più grossi ostacoli nello sviluppo della carta elettronica”.

Chen sostiene anche che l’e-paper è ormai vicina alle prime applicazioni pratiche: in futuro potrebbe essere impiegata per sostituire i display LCD di notebook e Tablet PC rendendo così questi dispositivi ancor più leggeri, flessibili e portatili.

E-Ink ritiene infatti che la tecnologia LCD sia poco adatta per i dispositivi mobili, soprattutto per i suoi alti costi, l’alto consumo di energia e l’ancor non ottimale qualità di visualizzazione. Il mercato dunque più ambito da E-Ink è proprio quello mobile: oltre ai computer portatili, e-book, PDA, telefoni cellulari, pager, orologi e handheld computer.

L'”inchiostro elettronico” utilizzato da E Ink per i suoi display è formato da milioni di minuscole sfere chiamate microcapsule. Ognuna di esse ha un involucro trasparente ed è riempita da un liquido blu e di microscopiche particelle di pigmento bianco caricate positivamente. Il movimento di queste particelle viene controllato attraverso due strati conduttivi (elettrodi), con l’elettrodo superiore trasparente.

La tecnica si basa sul fatto che due cariche di segno opposto si attraggono, dunque basta far scorrere una carica negativa su uno dei due elettrodi per attirare le particelle cariche positivamente verso quello strato: quando queste ultime vengono attratte sullo strato superiore, la superficie del display si colorerà di bianco, nel caso contrario, si depositeranno sul fondo sprofondando nell’inchiostro blu in cui sono immerse.

Ognuna di queste microcapsule rappresenta un pixel (bianco o blu) dell’immagine o del testo visualizzato sul display: ogni pixel può essere attivato o disattivato individualmente. Pare che il tempo di latenza sia sufficientemente basso per permettere scritte scorrevoli o anche filmati.

Un display e-ink è costituito da due sottilissime pellicole di materiale plastico rivestite da un sottile strato di circuiti elettrici: questi ultimi costituiscono una trama di pixel che posso essere controllati da un driver video standard.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • giorgia catria scrive:
    sciochi
    oiu nu sciocu cu sciocu cu lu piccunnu.ca se nno sciocu u fiu me chiede sempre nu sciocu.perciò famme sciocu cu llu fiu...u sciocu aie ddessere sciucocu ca senò nu sciocu.saluti e baci vau sciocu
  • Anonimo scrive:
    Scelte commerciali
    Questo forum è pieno di gente che non ha capito una cosa: la scelta di mantenere Windows XP monoutente non è una scelta tecnica, ma di strategia commerciale.Se Microsoft avesse rilasciato un SO con il Terminal Services su Workstation avrebbe perso il business perché tanti avrebbero comprato una sola workstation Windows XP o 2000 per lavorare da molte stazioni Windows 98 in emulazione terminale.E' lo stesso motivo per cui il numero di utenti concorrenti in File e Printer Service è limitato a 10 sulle stazioni Windows XP o Windows 2000 Professional.
  • pheudo scrive:
    La vera innovazione...
    Secondo me siamo fuori dalla tematica principale...Sappiamo tutti che microsoft non ha inventato nulla di nuovo.Sappiamo bene che ha lavorato alla multiutenza partendo da NT. Sappiamo che ha reso user friendly questa interfaccia tramite XP. Sappiamo che si è lasciata ispirare da altri modelli per creare il suo Terminal Service che però sino ad ora ha sempre venduto a caro prezzo perchè convinta che fosse una funzionalità da offrire ad una utenza differente...Si, forse si è accorta solo adesso della potenzialità e dell'importanza della multiutenza...Ma sta di fatto che la vera innovazione che vuole impolpare Microsoft è un'altra evidentemente.Come nel 1995 era la multimedialità e come dal 1997 in poi è stata orientare alle reti e a internet i sistemi operativi, oggi la più rosea delle visioni e quella del wireless.E lo sta facendo appositamente supportando questo tipo di device (assolutamente poco diffusi e reputo utili a pochi perchè ancora incredibilmente costosi).Microsoft oggi sta puntando su questo. E mi sa che non sbaglierà. Come non ha sbagliato nelle scorse battaglie.Evidenetemente sta facendo il gioco che ha sempre fatto orientare il mercato dove più vede pane per i suoi denti.Nel passato ci ha azzeccato e ci è riuscita.Oggi (non per forza per merito, colpa di Microsoft) internet e il video e le schede audio sono realtà ben diffuse e hanno raggionto prezzi più che ragionavoli.
    • Anonimo scrive:
      Re: La vera innovazione...
      Bravo. Ben detto: mi dispiace solo che ti scontrerai con i quattro taleban-linuzzari frustrati che troverai da queste parti...Utonto- Scritto da: pheudo
      Secondo me siamo fuori dalla tematica
      principale...

      Sappiamo tutti che microsoft non ha
      inventato nulla di nuovo.
      Sappiamo bene che ha lavorato alla
      multiutenza partendo da NT. Sappiamo che ha
      reso user friendly questa interfaccia
      tramite XP. Sappiamo che si è lasciata
      ispirare da altri modelli per creare il suo
      Terminal Service che però sino ad ora ha
      sempre venduto a caro prezzo perchè convinta
      che fosse una funzionalità da offrire ad una
      utenza differente...
      Si, forse si è accorta solo adesso della
      potenzialità e dell'importanza della
      multiutenza...

      Ma sta di fatto che la vera innovazione che
      vuole impolpare Microsoft è un'altra
      evidentemente.

      Come nel 1995 era la multimedialità e come
      dal 1997 in poi è stata orientare alle reti
      e a internet i sistemi operativi, oggi la
      più rosea delle visioni e quella del
      wireless.
      E lo sta facendo appositamente supportando
      questo tipo di device (assolutamente poco
      diffusi e reputo utili a pochi perchè ancora
      incredibilmente costosi).
      Microsoft oggi sta puntando su questo. E mi
      sa che non sbaglierà. Come non ha sbagliato
      nelle scorse battaglie.
      Evidenetemente sta facendo il gioco che ha
      sempre fatto orientare il mercato dove più
      vede pane per i suoi denti.
      Nel passato ci ha azzeccato e ci è riuscita.
      Oggi (non per forza per merito, colpa di
      Microsoft) internet e il video e le schede
      audio sono realtà ben diffuse e hanno
      raggionto prezzi più che ragionavoli.
    • Anonimo scrive:
      Re: La vera innovazione...
      - Scritto da: pheudo
      Secondo me siamo fuori dalla tematica
      principale...

      Sappiamo tutti che microsoft non ha
      inventato nulla di nuovo.ben detto: notando l'annuncio un po' troppo pomposo relativo a quel che SOLO ORA si può fare con l'ultima costosa versione di windows, viene proprio spontaneo mandar a c*agare la simpatica multinazionale che si beffa di tutto il mondo volendosi spacciare per "innovatrice"
      • Anonimo scrive:
        Re: La vera innovazione...
        - Scritto da: Anonimo
        ben detto: notando l'annuncio un po' troppo
        pomposo relativo a quel che SOLO ORA si può
        fare con l'ultima costosa versione di
        windows, viene proprio spontaneo mandar a
        c*agare la simpatica multinazionale che si
        beffa di tutto il mondo volendosi spacciare
        per "innovatrice"Non pensi che "l'annuncio pomposo" sia responsabilità di Punto Informatico e non di Microsoft?
        • Anonimo scrive:
          Re: La vera innovazione...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          ben detto: notando l'annuncio un po'
          troppo

          pomposo relativo a quel che SOLO ORA si
          può

          fare con l'ultima costosa versione di

          windows, viene proprio spontaneo mandar a

          c*agare la simpatica multinazionale che si

          beffa di tutto il mondo volendosi
          spacciare

          per "innovatrice"


          Non pensi che "l'annuncio pomposo" sia
          responsabilità di Punto Informatico e non di
          Microsoft? e tu non pensi che microsoft menta spudoratamente quando afferma di essere un'azienda che "Innova" ?"Innova" un'azienda che arriva a dare ai suoi clienti qualcosa che esiste da TRENTA anni su altre piattaforme ?non credi che chi si astiene dal ridere meriti quantomeno una medaglia?
  • Anonimo scrive:
    XFree86: facciamo una precisazione!
    anche se mi sento piuttosto taleban-linuzzaro, occorre precisare che la feature multi-utente/multi-display e' propria di XFree86 e degli X-server in generale...dunque in modo NATIVO questa feature esiste in linux, BSD, solaris ecc.ma la cosa funzionerebbe anche sui windows multi-utente...basta installare i binari per winnt di XFree86, oppure le versioni proprietarie come Xwin32 ed altre del genere.ammesse queste potenzialita' anche per WIN,ammettiamo pero' che tutto il resto e' marketing microsoft e quindi minestra riscaldata...z.
    • Anonimo scrive:
      Re: XFree86: facciamo una precisazione!

      ma la cosa funzionerebbe anche sui windows
      multi-utente...
      basta installare i binari per winnt di
      XFree86, oppure le versioni proprietarie
      come Xwin32 ed altre del genere.No, perchè non è assolutamente detto che XFree86 su win riesca a far funzionare 2 schede video. Per esempio, con una s3 e una matrox g450 win98 non parte nemmeno (si pianta durante il boot), quindi non ci potrebbe mai girare xfree86.
      • Anonimo scrive:
        Re: XFree86: facciamo una precisazione!
        Che razzata: stai parlando di un sistema operativo di 5 anni fa. Sei pregato, quando parli di Windows, di parlare dell'ultima versione, altrimenti dovresti parlare del kernel che aveva linzozz nel '98 (e qui sarebbero dolori per te...).UtontoPS il mio fido XPsp1 ha installate 3 schede video e gestisce senza problemi 5 monitor, anche da remoto con multi-VNC, versione in grado di gestire desktop multi-head.- Scritto da: Anonimo


        ma la cosa funzionerebbe anche sui windows

        multi-utente...

        basta installare i binari per winnt di

        XFree86, oppure le versioni proprietarie

        come Xwin32 ed altre del genere.

        No, perchè non è assolutamente detto che
        XFree86 su win riesca a far funzionare 2
        schede video. Per esempio, con una s3 e una
        matrox g450 win98 non parte nemmeno (si
        pianta durante il boot), quindi non ci
        potrebbe mai girare xfree86.
  • Anonimo scrive:
    Linux ***E'*** gratis
    Su questo forum si continua a sostenere che linux non sia gratis, suppongo per i costi di manutenzione; ma scusatemi, perchè un sistema windows lo amministrano gratis? No? E allora scusatemi ancora, i costi di licenza con linux si risparmiano! E la manutenzione la dovrei pagare comunque. O sbaglio qualcosa nel mio ragionamento?
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux ***E'*** gratis
      - Scritto da: Anonimo
      Su questo forum si continua a sostenere che
      linux non sia gratis, suppongo per i costi
      di manutenzione; ma scusatemi, perchè un
      sistema windows lo amministrano gratis? No?
      E allora scusatemi ancora, i costi di
      licenza con linux si risparmiano! E la
      manutenzione la dovrei pagare comunque. O
      sbaglio qualcosa nel mio ragionamento?Forse perche' il 99% delle installazioni Linux sono lato server ....e piu' della meta' di queste son "dedicate" (customizzate) chi ne beneficia "gratis" ..sono studenti ...hobbisti lo sviluppo si basa pero' ....(quasi sempre) sul pagare un tizio o una fondazione per implementare funzioni e caratteristiche nuove sono molto pochi gli sviluppatori linux che non traggono alcun profitto dal loro lavoro ....diciamo che non sono "ingordi" come la microsoft e ...non devono sostenere spese di marketing !!
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux ***E'*** gratis
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Su questo forum si continua a sostenere
        che

        linux non sia gratis, suppongo per i costi

        di manutenzione; ma scusatemi, perchè un

        sistema windows lo amministrano gratis?
        No?

        E allora scusatemi ancora, i costi di

        licenza con linux si risparmiano! E la

        manutenzione la dovrei pagare comunque. O

        sbaglio qualcosa nel mio ragionamento?

        Forse perche' il 99% delle installazioni
        Linux sono
        lato server ....Non è proprio vero, le workstation per il calcolo scientifico spesso e volentieri sono linux. E inoltre: anche sul server, che sia win o linux, devi pagare le spese di manutenzione no? E allora, se hai un paio di server, puoi scegliere se spendere 4-5 milioni di licenze in più all'acquisto oppure no. Poi la manutenzione la paghi comunque. Linux continua a restare un vantaggio economico per le piccole aziende. Ovvio che se pago un hosting da 20 milioni l'anno le licenze non pesano una cippa, ma l'hosting lo pago sia se uso win che se uso linux
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux ***E'*** gratis
          Il TCO di linux puo' anche essere molto piu' alto di quello di windows. Fatti un giro sulla Rete e leggi un po' cosa dicono gli analisti...Utonto- Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Su questo forum si continua a sostenere

          che


          linux non sia gratis, suppongo per i
          costi


          di manutenzione; ma scusatemi, perchè
          un


          sistema windows lo amministrano gratis?

          No?


          E allora scusatemi ancora, i costi di


          licenza con linux si risparmiano! E la


          manutenzione la dovrei pagare
          comunque. O


          sbaglio qualcosa nel mio ragionamento?



          Forse perche' il 99% delle installazioni

          Linux sono

          lato server ....

          Non è proprio vero, le workstation per il
          calcolo scientifico spesso e volentieri sono
          linux. E inoltre: anche sul server, che sia
          win o linux, devi pagare le spese di
          manutenzione no? E allora, se hai un paio di
          server, puoi scegliere se spendere 4-5
          milioni di licenze in più all'acquisto
          oppure no. Poi la manutenzione la paghi
          comunque. Linux continua a restare un
          vantaggio economico per le piccole aziende.
          Ovvio che se pago un hosting da 20 milioni
          l'anno le licenze non pesano una cippa, ma
          l'hosting lo pago sia se uso win che se uso
          linux
          • Anonimo scrive:
            LOL... dall'analista ci andate voialtri!
            - Scritto da: Anonimo
            Il TCO di linux puo' anche essere molto piu'
            alto di quello di windows. Fatti un giro
            sulla Rete e leggi un po' cosa dicono gli
            analisti...

            UtontoFatti un giro presso le società informatiche della tua città, invece di stare a leggere il FUD in rete... ti posso portare centinaia di siti in cui si afferma il contrario di quello che dici tu, e centinaia di siti in cui si afferma quello che dici tu. Quello che io so è che se mi faccio fare un server debian, i costi di manutenzione saranno ridotti a quelli del... contenuto del server, o quasi. Mentre con win non è sempre così banale.
          • Anonimo scrive:
            Re: LOL... dall'analista ci andate voialtri!
            - Scritto da: Anonimo
            Fatti un giro presso le società informatiche
            della tua città, invece di stare a leggere
            il FUD in rete... ti posso portare centinaia
            di siti in cui si afferma il contrario di
            quello che dici tu, e centinaia di siti in
            cui si afferma quello che dici tu. Quello
            che io so è che se mi faccio fare un server
            debian, i costi di manutenzione saranno
            ridotti a quelli del... contenuto del
            server, o quasi. Mentre con win non è sempre
            così banale.Purtroppo i report degli analisti seri sono a pagamento (cosa che probabilmente a voi linuxari fa accapponare la pelle.... brrrrr soldi = sterco del demonio).Se vi andate per esempio a leggere il report di Gartner o di IDC, vedete subito che cosa dicono sul TCO e in particolare su quello del vostro amato Linux.
          • Anonimo scrive:
            Re: LOL... dall'analista ci andate voial

            Se vi andate per esempio a leggere il report
            di Gartner o di IDC, vedete subito che cosa
            dicono sul TCO e in particolare su quello
            del vostro amato Linux.Ed è normale per te pagare il responso di UN analista ? Esamina le altre analisi e dimmi se ti sembrano fraudolente :)
          • Anonimo scrive:
            Confermo, devi andare TU dall'analista
            - Scritto da: Anonimo
            Il TCO di linux puo' anche essere molto piu'
            alto di quello di windows. Fatti un giro
            sulla Rete e leggi un po' cosa dicono gli
            analisti...
            LOLL!!! Per curiosità mi sono voluto fare il fatidico giro in rete. Prova un po' a cercare su google "TCO linux" (senza le virgolette)... dimmi un po' qual'è il rapporto fra analisi favorevoli a linux e analisi favorevoli a windows... LOL!Ora mi verrai a dire che google è pilotato da Torvalds e Stallman?
          • Anonimo scrive:
            Re: Confermo, devi andare TU dall'analis

            LOLL!!! Per curiosità mi sono voluto fare il
            fatidico giro in rete. Prova un po' a
            cercare su google "TCO linux" (senza le
            virgolette)... dimmi un po' qual'è il
            rapporto fra analisi favorevoli a linux e
            analisi favorevoli a windows... LOL!

            Ora mi verrai a dire che google è pilotato
            da Torvalds e Stallman?Google ti riporta un elenco di pagine SCRITTE DA ALTRI.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux ***E'*** gratis
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Su questo forum si continua a sostenere
        che

        linux non sia gratis, suppongo per i costi

        di manutenzione; ma scusatemi, perchè un

        sistema windows lo amministrano gratis?
        No?

        E allora scusatemi ancora, i costi di

        licenza con linux si risparmiano! E la

        manutenzione la dovrei pagare comunque. O

        sbaglio qualcosa nel mio ragionamento?

        Forse perche' il 99% delle installazioni
        Linux sono
        lato server ....questi dati te li ha forniti la maga circe ?
        e piu' della meta' di queste son "dedicate"
        (customizzate) q quest'affermazione la fai dopo aver parlato con l'anima di Nostradamus?
        chi ne beneficia "gratis" ..
        sono studenti ...hobbisti al contrario: ne beneficiano tutti (tranne Gates e i suoi "omini")e che Linux sia gratis basta vederlo al sitowww.linuxiso.orgda dove ci si può scaricare la distro preferita
  • Anonimo scrive:
    Esiste VNC anche per Windows
    Vi ricordo che esiste anche per Windows, e che consente di fare questa cosa senza problemi gia' da moltissimo tempo.L'articolo si riferisce al supporto integrato a WinXP, proprietario di Microsoft e pensato principalmente per gli smart screen (ne ho visto in funzione alcuni da 15": e' un peccato che non abbiano ancora preso piede...).Ah, dimenticavo: il remote desktop di WinXP va molto meglio di VNC...ZioBill***no linux and no open source software were used to write this post***
    • Anonimo scrive:
      Re: Esiste VNC anche per Windows
      ma perchè sei così sfigato?
      • Anonimo scrive:
        Re: Esiste VNC anche per Windows
        Percepisco la tua frustrazione lontano un miglio...ZioBill- Scritto da: Anonimo
        ma perchè sei così sfigato?
    • Anonimo scrive:
      Ma non c'è solo VNC sotto linux
      - Scritto da: Anonimo
      Vi ricordo che esiste anche per Windows, e
      che consente di fare questa cosa senza
      problemi gia' da moltissimo tempo.Con VNC, per avere il secondo display, devi avere IL SECONDO COMPUTER. Con linux invece puoi avere due schede video, due tastiere e due mouse in un solo computer (con XFree). E non serve avere lo "smartdevice" da 15 pollici: con gli stessi soldi ci attacchi un bel 19'' tradizionale!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non c'è solo VNC sotto linux

        Con VNC, per avere il secondo display, devi
        avere IL SECONDO COMPUTER.Permettimi di precisare che quello che tu dici è valido solo con windows. Nella versione linux su X-Server, con vnc puoi usare 2 monitor e tastiere contemporaneamente. (giusto per chiarire che ciò che fai con lo "smartdevice" su windows, può essere fatto sotto linux in diversi modi)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non c'è solo VNC sotto linux
          - Scritto da: Anonimo

          Con VNC, per avere il secondo display,
          devi

          avere IL SECONDO COMPUTER.

          Permettimi di precisare che quello che tu
          dici è valido solo con windows. Nella
          versione linux su X-Server, con vnc puoi
          usare 2 monitor e tastiere
          contemporaneamente. (giusto per chiarire che
          ciò che fai con lo "smartdevice" su windows,
          può essere fatto sotto linux in diversi
          modi)

          Ok, non lo sapevo... altro che innovazione m$ :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Esiste VNC anche per Windows
      - Scritto da: Anonimo
      Vi ricordo che esiste anche per Windows, e
      che consente di fare questa cosa senza
      problemi gia' da moltissimo tempo.
      [snip]
      ZioBill
      ***no linux and no open source software were
      used to write this post***
      Ma ZioBill, perdi sempre più colpi. VNC è open source! Allora tu non puoi usarlo LOL!!! Esiste una cosa come VNC ma proprietaria, che ti permette di vedere il remote desktop di windows su un mac, per esempio? NOOO?LOL! Ma allora è meglio open source!
    • Anonimo scrive:
      Re: Esiste VNC anche per Windows
      - Scritto da: Anonimo
      Vi ricordo che esiste anche per Windows, e
      che consente di fare questa cosa senza
      problemi gia' da moltissimo tempo.
      L'articolo si riferisce al supporto
      integrato a WinXP, proprietario di Microsoft
      e pensato principalmente per gli smart
      screen (ne ho visto in funzione alcuni da
      15": e' un peccato che non abbiano ancora
      preso piede...).Anche qua, invece di consentirti (come da anni con linux) di usare tecnologie standard, per avere una seconda postazione attaccata al primo computer non puoi comprarti scheda video, mouse e tastiera, ma devi scucire il prezzo di un intero computer per comprare lo smart screen. Allora a che serve? Tanto vale comprarsi un intero computer nuovo.Quando la microsoft dice di "innovare" in realtà intende "innovare il mercato" introducendo nuove e costose soluzioni proprietarie (dimmi se uno smart device lo può riparare un qualunque tecnico) per favorire un mercato di oggetti "closed" che va tutto a suo vantaggio. E' successo decine di volte e continuerà a succedere in eterno, proprio come con la MAFIA.*** No maffia on my pc ***
      • Zeross scrive:
        Re: Esiste VNC anche per Windows
        - Scritto da: Anonimo

        proprietarie (dimmi se uno smart device lo
        può riparare un qualunque tecnico) perUn hard disk lo può riparare un qualunque tecnico?Un monitor lcd lo può riparare un qualunque tecnico?Un gruppo ottico di un masterizzatore lo può riparare un qualunque tecnico?E la lista è lunga...Zeross
        • Anonimo scrive:
          Non c'è peggior sordo...
          - Scritto da: Zeross
          - Scritto da: Anonimo



          proprietarie (dimmi se uno smart device lo

          può riparare un qualunque tecnico) per


          Un hard disk lo può riparare un qualunque
          tecnico?
          Un monitor lcd lo può riparare un qualunque
          tecnico?
          Un gruppo ottico di un masterizzatore lo può
          riparare un qualunque tecnico?
          E la lista è lunga...


          ZerossUno smart device ha tutte le periferiche integrate sulla mainboard. Se si guasta un componente, lo butti o cambi la mainboard, proprietaria e costosa, come del resto in un portatile o in un imac di quelli semisferici. Se si rompe la seconda scheda video, o la tastiera usb, prendi e cambi solo quel pezzo, a pochi soldi. Andiamo, su, puoi arrivarci anche da solo a queste cose...
          • Zeross scrive:
            Re: Non c'è peggior sordo...
            - Scritto da: Anonimo

            Uno smart device ha tutte le periferiche
            integrate sulla mainboard. Se si guasta un
            componente, lo butti o cambi la mainboard,
            proprietaria e costosa, come del resto in
            un portatile o in un imac di quelli
            semisferici. Se si rompe la seconda scheda
            video, o la tastiera usb, prendi e cambi
            solo quel pezzo, a pochi soldi.

            Andiamo, su, puoi arrivarci anche da solo a
            queste cose...Si vabè... ma come per un portatile o un mac sferico mica c'hai uno fuori dalla porta che ti punta una pistola alla tempia e ti obbliga a comprare lo smart device...Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Non c'è peggior sordo...


            Si vabè... ma come per un portatile o un mac
            sferico mica c'hai uno fuori dalla porta che
            ti punta una pistola alla tempia e ti
            obbliga a comprare lo smart device...Ma è importante non dis-informare: se tutti credono che sta cosa qua di usare un solo pc per due postazioni grafiche la si può fare solo con m$ il lavoro fatto con xfree non è servito a nulla! E poi ti vengono pure a dire che alla microsoft sono innovatori perchè non ci sono i keygen per winxp :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Esiste VNC anche per Windows
      ZioBill
      ***no linux and no open source software were
      used to write this post******No english grammar was used to write this post***
  • Anonimo scrive:
    Con linux lo si fa con hardware standard
    Altro che smartdisplay e menate varie (e con buona probabilità costosissime). Con linux basta una seconda scheda video (anche scarsissima, per esempio io tengo una seconda... s3 virge gx da 4mb), un comunissimo monitor, una tastiera e un mouse usb, per avere un secondo server X indipendente dal primo!Ed è anche MOLTO semplice configurarlo. Con l'utility grafica xf86cfg! Ci si può addirittura far girare due copie dello stesso gioco 3d e giocare come se si avessero due pc in rete, ma al costo di un solo pc (ovvio servono due schede 3d :-) ). Peccato che di giochi 3d ce ne siano una ventina... però ci sono quake3 e ut2003 yup:)Questo è uno dei potenziali vantaggi di una utenza linux domestica: in pratica un secondo computer al prezzo di un monitor (visto che normalmente il processore del pc è ampiamente sottosfruttato).
  • Tony Sarnano scrive:
    Esiste da più di 30 anni
    Si chiama multiutenza ed è una caratteristica di tutti gli UNIX commerciali e free.E' sempre divertente come la Microsoft continui a spacciare l' acqua calda per innovazione .
    • Zeross scrive:
      Re: Esiste da più di 30 anni
      - Scritto da: Tony Sarnano
      Si chiama multiutenza ed è una
      caratteristica di tutti gli UNIX commerciali
      e free.
      E' sempre divertente come la Microsoft
      continui a spacciare l' acqua calda
      per innovazione .Guarda che la multiutenza Windows NT l'ha sempre avuta..Qui ora si parla di permettere a 2 utenti di utilizzare il pc contemporaneamente sia dallo smart device che dalla tastiera/mouse tradizionale.Questo è più simile al concetto di terminal service.Zeross
      • Anonimo scrive:
        Re: Esiste da più di 30 anni
        è innovazione per windows non certo per il mondo generale dell'informatica ma siccome microsoft e sul 80% dei pc ... e basta criticare sempre e solo ciò che fa microsoft
      • Anonimo scrive:
        Re: Esiste da più di 30 anni
        mah... per me è più vicino a VNC
      • Anonimo scrive:
        Con linux si può fare meglio!
        - Scritto da: Zeross
        - Scritto da: Tony Sarnano

        Si chiama multiutenza ed è una

        caratteristica di tutti gli UNIX
        commerciali

        e free.

        E' sempre divertente come la Microsoft

        continui a spacciare l'acqua calda

        per innovazione.


        Guarda che la multiutenza Windows NT l'ha
        sempre avuta..

        Qui ora si parla di permettere a 2 utenti di
        utilizzare il pc contemporaneamente sia
        dallo smart device che dalla tastiera/mouse
        tradizionale.
        Questo è più simile al concetto di terminal
        service.


        ZerossCon linux si può fare molto meglio: comprarsi la seconda scheda video, mouse e tastiera usb, e far girare un secondo server X.
      • Tony Sarnano scrive:
        Re: Esiste da più di 30 anni

        Guarda che la multiutenza Windows NT l'ha
        sempre avuta..

        Qui ora si parla di permettere a 2 utenti di
        utilizzare il pc contemporaneamente

        ZerossGuarda che forse non capisci: la multiutenza di UNIX ha sempre permesso ai diversi utenti di lavorare contemporaneamente sulla stessa macchina. Dopo avere abbandonato Xenix, la Microsoft c'è arrivata solo con il Terminal Server. Altrimenti la multiutenza di NT è una multiutenza un po' "zoppa" (tanti utenti, ma uno alla volta, per favore!).Ah, e a scanso di equivoci vorrei anche ricordare che tutti gli UNIX (incluso il vecchio Xenix della Microsoft)permettono l'uso contemporaneo a n utenti diversi, e non solo a 2 .Forse i geniali uomini del marketing Microsoft credono di avere scoperto l'acqua calda, e invece è solo tiepida.:-)
        • Zeross scrive:
          Re: Esiste da più di 30 anni
          - Scritto da: Tony Sarnano
          Guarda che forse non capisci: la multiutenza
          di UNIX ha sempre permesso ai diversi utenti
          di lavorare contemporaneamente sulla
          stessa macchina. Dopo avere abbandonato
          Xenix, la Microsoft c'è arrivata solo con il
          Terminal Server.Correva l'anno 1997... non è proprio ieri...Anche la Terra secondo il mito non è stata creata in un giorno...
          Altrimenti la multiutenza
          di NT è una multiutenza un po' "zoppa"
          (tanti utenti, ma uno alla volta, per
          favore!).Solo perchè non ha il Terminal Server nelle versioni workstation? Mah...
          Ah, e a scanso di equivoci vorrei anche
          ricordare che tutti gli UNIX (incluso il
          vecchio Xenix della Microsoft)
          permettono l'uso contemporaneo a n
          utenti diversi, e non solo a 2 .
          Forse i geniali uomini del marketing
          Microsoft credono di avere scoperto l'acqua
          calda, e invece è solo tiepida.
          :-)Dato che questa feature, nuova cmq per Windows XP, ti viene offerta gratis con il SP2 non mi sembra il caso di sputarci sopra, o no?Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Esiste da più di 30 anni
            - Scritto da: Zeross
            - Scritto da: Tony Sarnano

            Guarda che forse non capisci: la
            multiutenza

            di UNIX ha sempre permesso ai diversi
            utenti

            di lavorare contemporaneamente
            sulla

            stessa macchina. Dopo avere abbandonato

            Xenix, la Microsoft c'è arrivata solo con
            il

            Terminal Server.

            Correva l'anno 1997... non è proprio ieri...comunque innegabilmente più tardi di trenta e passa anni dei sistemi Unix
            Anche la Terra secondo il mito non è stata
            creata in un giorno...se per difendere le balle di microsoft devi rifarti ai miti sei ridotto male

            Altrimenti la multiutenza

            di NT è una multiutenza un po' "zoppa"

            (tanti utenti, ma uno alla volta, per

            favore!).

            Solo perchè non ha il Terminal Server nelle
            versioni workstation? Mah...come è noto le versioni ws costano molto meno di quelle server.Per quel che riguarda un free-Unix come linux, invece, questa funzionalità l'hai allo stesso prezzo (che è zero, come è noto)

            Ah, e a scanso di equivoci vorrei anche

            ricordare che tutti gli UNIX (incluso il

            vecchio Xenix della Microsoft)

            permettono l'uso contemporaneo a n

            utenti diversi, e non solo a 2.

            Forse i geniali uomini del marketing

            Microsoft credono di avere scoperto
            l'acqua

            calda, e invece è solo tiepida.

            :-)

            Dato che questa feature, nuova cmq per
            Windows XP, ti viene offerta gratis con il
            SP2 non mi sembra il caso di sputarci sopra,
            o no?non scantonare: è ridicolo che questa feature venga fatta passare per innovazione: trenta anni di multiuser Unix non possono essere annullati dalle balle di MicroSoftIn definitiva: perché l'utenza di MicroSoft potesse raggiungere queste "vette" ci è voluta una trentina d'anni.Capisci perché quando Ballmer parla di "innovazione della Microsoft" c'è gente che se la fa sotto dal ridere ?
          • Zeross scrive:
            Re: Esiste da più di 30 anni
            - Scritto da: Anonimo

            comunque innegabilmente più tardi di trenta
            e passa anni dei sistemi UnixE con ciò? Hai fretta? Mettiti a correre...
            se per difendere le balle di microsoft devi
            rifarti ai miti sei ridotto maleBalle di microsoft?Mi spieghi qual'è la balla che ha detto in questo caso?Per il "sei ridotto male" ti consiglio prima di guardarti in casa...
            Per quel che riguarda un free-Unix come
            linux, invece, questa funzionalità l'hai
            allo stesso prezzo (che è zero, come è noto)Mettetevi d'accordo una buona volta te e i tuoi amici... tra uno che dice "free != gratis" e uno che dire "prezzo = zero" mi sa che non ci campanate una mazza più nemmeno voi...
            non scantonare: è ridicolo che questa
            feature venga fatta passare per innovazione:Per Windows XP è una innovazione.Prima non c'era. Punto.Ognuno guarda in casa sua.L'altro giorno ho iniziato a mettere la cannella nel sugo per la pasta. Probabilmente qualcuno lo ha fatto già 2000 anni fa, ma chi se ne frega... per me è un'innovazione, non l'avevo mai usata.
            In definitiva: perché l'utenza di MicroSoft
            potesse raggiungere queste "vette" ci è
            voluta una trentina d'anni.

            Capisci perché quando Ballmer parla di
            "innovazione della Microsoft" c'è gente che
            se la fa sotto dal ridere ?Dato che sembra, da come parli, che non usi prodotti Microsoft, non capisco questa invettiva... coltivati il tuo "orticello", vivi felice e amen.Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Esiste da più di 30 anni
            - Scritto da: Zeross
            - Scritto da: Anonimo



            comunque innegabilmente più tardi di
            trenta

            e passa anni dei sistemi Unix

            E con ciò?con ciò è ridicolo far passare per innovazione quello che esiste già da trenta anni e passa.Microsoft c'è arrivata solo ora.

            se per difendere le balle di microsoft
            devi

            rifarti ai miti sei ridotto male

            Balle di microsoft?....l' innovatrice :-DDDDD
            Per il "sei ridotto male" ti consiglio prima
            di guardarti in casa...per intanto chi si rifà ai miti sei tu e tu non hai alcuna cognizione di chi abita a casa mia, per cui sei privo di argomenti

            Per quel che riguarda un free-Unix come

            linux, invece, questa funzionalità l'hai

            allo stesso prezzo (che è zero, come è
            noto)

            Mettetevi d'accordo una buona volta te e i
            tuoi amici... non mi conosci e non sei in grado di affermare quali siano i miei amici.parla di ciò che conosci o sembrerai presuntoso
            tra uno che dice "free !=
            gratis" e uno che dire "prezzo = zero" mi sa
            che non ci campanate una mazza più nemmeno
            voi...la confusione è tutta tua:io so dove trovare linux gratis:www.linuxiso.org

            non scantonare: è ridicolo che questa

            feature venga fatta passare per
            innovazione:

            Per Windows XP è una innovazione.ma non è un'innovazione in assoluto, ergo: windows XP "arriva" a questo beneficio trenta anni dopo la sua creazione.niente male per un'azienda che pretende di rappresentare l'innovazione nel mondo dell 'ICT
            Prima non c'era. Punto.e quindi microsoft non si può vantare di alcun primato in merito.Su questo punto arrivano dopo TRENTA ANNI
            Ognuno guarda in casa sua.vallo a dire a ballmer che spara balle sull'innovatività di microsoftComunque puoi scordarti quell' "ognuno guarda a casa sua": Io guardo dove mi pare e se vedo presunte innovazioni lo faccio 'presente senza cedere alle intimidazioni di nessunoche a te non stia bene è evidente, ma che questo leda i miei diritti te lo puoi scordare
            L'altro giorno ho iniziato a mettere la
            cannella nel sugo per la pasta.
            Probabilmente qualcuno lo ha fatto già 2000
            anni fa, ma chi se ne frega... per me è
            un'innovazione, non l'avevo mai usata.Questo è un fatto privato tuo che non ha rilevanza sulla cucina mondiale.Diverso è il discorso di chi si erge a campione di innovazione e usa notizie coime quella che stiamo commentando per farsi passare come grande innovatore.

            In definitiva: perché l'utenza di
            MicroSoft

            potesse raggiungere queste "vette" ci è

            voluta una trentina d'anni.



            Capisci perché quando Ballmer parla di

            "innovazione della Microsoft" c'è gente
            che

            se la fa sotto dal ridere ?

            Dato che sembra, da come parli, che non usi
            prodotti Microsoft, non capisco questa
            invettiva... coltivati il tuo "orticello",
            vivi felice e amen.grazie del consiglio, ma ora te ne do uno io:dato che sembra, da come parli, che sei insofferentealle critiche rivolte a Microsoft, non capisco perchè continui a frequentare i forum che ospitano proprio di queste critiche,a meno che tu non sia masochista e nel qual caso datti pure un'altra frustatina dove ti fa più male e soffri anche per meRimane il fatto che questa notizia segnala una caratteristica ignobilmente passata come "innovativa", essendo patrimonio dell'umanità da molto tempo.Che Microsoft non fosse innovativa già lo si sapeva.Ci si può meravigliare di quanto grandi possano essere le balle contate da questo monopolio e dalla manica dei suoi accoliti.
          • Zeross scrive:
            Re: Esiste da più di 30 anni
            - Scritto da: Anonimo

            per intanto chi si rifà ai miti sei tu e tu
            non hai alcuna cognizione di chi abita a
            casa mia, per cui sei privo di argomenti"guardarsi in casa" è un modo di dire... dove hai vissuto finora? In una grotta?
            vallo a dire a ballmer che spara balle
            sull'innovatività di microsoftPenso proprio che ballmer quando parla di MS stia guardando in casa sua...
            Comunque puoi scordarti quell' "ognuno
            guarda a casa sua":
            Io guardo dove mi pare e se vedo presunte
            innovazioni lo faccio 'presente senza
            cedere alle intimidazioni di nessunoEgocentrico, per caso?Quell' "ognuno guarda a casa sua" non era riferito a te, ma a MS come si evince dal contesto in cui era posta la frase.
            grazie del consiglio, ma ora te ne do uno io:[CUT]Tientelo pure.Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Esiste da più di 30 anni
            - Scritto da: Zeross
            - Scritto da: Anonimo



            per intanto chi si rifà ai miti sei tu e
            tu

            non hai alcuna cognizione di chi abita a

            casa mia, per cui sei privo di argomenti

            "guardarsi in casa" è un modo di dire...a casa tua, forse
            dove hai vissuto finora? In una grotta?non nella tua, comunque

            vallo a dire a ballmer che spara balle

            sull'innovatività di microsoft

            Penso proprio che ballmer quando parla di MS
            stia guardando in casa sua...come quando dice che microsoft innova più di Linux ?Non sembri in grado di distinguere un confronto da un'autocritica.certo che è difficile per te non sembrare prono alle affermazioni di Gates e "compari"
  • Anonimo scrive:
    Si chiamano termina tervices ...
    e con un paio di modifiche di registy sono possibili gia' da un pezzo .....
    • Anonimo scrive:
      Re: Si chiamano termina tervices ...
      - Scritto da: Anonimo
      e con un paio di modifiche di registy sono
      possibili gia' da un pezzo .....ehm .... e quali sarebbero .. le "fantomatiche" modifiche al registry !? :-D
  • Anonimo scrive:
    Cosa già possibile in Linux.
    Infatti il desktop in Linux è gestito da un Server Grafico che permette a molti (non solo 2) utenti di accedere contemporaneamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa già possibile in Linux.
      - Scritto da: Anonimo
      Infatti il desktop in Linux è gestito da un
      Server Grafico che permette a molti (non
      solo 2) utenti di accedere
      contemporaneamente.Feature che hanno anche le versioni server di w2000 ma che ti tocca pagare a caro prezzo!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Babbo Natale non esiste
        ...siamo alle solite.Il software ha un costo per i produttori... ma evidentemente voi linari non lo sapete.Il modello economico linux vive sul filo del rasoio... tanto che per ogni distribuzione che nasce ne muoiono 3... e alle aziende questo non piace e pagano con gioia 200 euro di licenza win2000/xp consapevoli che microsoft non chiude dall'oggi al domani.E poi i sistemi MS sono anni luce più evoluti delle distro linux.DotNet======
        • Anonimo scrive:
          Re: Babbo Natale non esiste
          - Scritto da: Anonimo
          ...siamo alle solite.

          Il software ha un costo per i produttori...
          ma evidentemente voi linari non lo sapete.Perche' a te risulta che linux sia gratis?Free != gratisE' cosi' difficile come concetto?
          Il modello economico linux vive sul filo del
          rasoio... tanto che per ogni distribuzione
          che nasce ne muoiono 3... dimmi le ultime 3 che sono morte, a me sfugge il nome......
          e alle aziende
          questo non piace e pagano con gioia 200 euro
          di licenza win2000/xp consapevoli che
          microsoft non chiude dall'oggi al domani.ahahaha..le aziende pagano windows perche' e' uno standard, quindi se vogliono essere compatibili con le altre aziende hanno bosogno di windows.E stai pur certo che non lo pagano con gioia.Per moltissime aziende poi microsft poi potrebbe tranquillamente chiudere domani, tanto il supporto glielo forniscono piccole software house, non certo MS!E quanti win98 ci sono ancora negli uffici?

          E poi i sistemi MS sono anni luce più
          evoluti delle distro linux.certo, come desktop. www.trollallerotrallalla'
          DotNet
          ====== ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Babbo Natale non esiste

          Il modello economico linux vive sul filo del
          rasoio... Infatti ci sono aziende che vivono con linux e sono quotate in borsa
          tanto che per ogni distribuzione
          che nasce ne muoiono 3... Muoiono anche tante aziende che distribuiscono windows e il software in genere.....comunque, visto che ti sei messo in ballo:fammi un elenco di distro commerciali linux morte.
          e alle aziende
          questo non piace e pagano con gioia 200 euro
          di licenza win2000/xp consapevoli che
          microsoft non chiude dall'oggi al domani.Anche se una distro muore, linux continua ad esistere. Non si può dire la stessa cosa per windows. Poi, a te chi ti ha detto che linux non piace? Sul web è molto diffuso, nelle grosse aziende idem (e per grosse aziende intendo quelle con centinaia o migliaia di utenti). Ho lavorato ad un ced dell'asl e la maggior parte dei server erano linux e unix, attualmente lavoro ad un ced di un grosso comune e tra i nostri server ci sono diversi server linux che operano ininterrottamente da centinaia di giorni. I dati e i programmi di tutti i client del comune (diverse centinaia) in cui lavoro sai dove sono? Su server linux con samba, il sito elettorale (largamente visitato nel periodo elettorale) su un altro server linux con 1Gb di ram e 60 Gb di disco, varie parti del sito dinamiche idem, tutti i dati su 2 server unix e oracle. Su 3 server Windows 2000 abbiamo assegnato il compito di: consultazione delle leggi e normative con collegamento a box ottico, programma di georeferenzazione (non c'era molta scelta) e alcune altre cosettine......non si può dire che siamo un piccolo ente eppure usiamo (tra gli altri) anche linux perchè è estremamente affidabile
          E poi i sistemi MS sono anni luce più
          evoluti delle distro linux.ma tu sei uno di quelli che giudica i SO dalle immaginine colorate del desktop e degli sfondi.Ma fammi il piacere.....windows ha i suoi pregi e i suoi difetti e per certe cose è un buon SO per altre fa schifo, esattamente come linux
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            Potrebbe essere una persona che conosce come è programmato il kerneli di linux e sapere, a differenza di te, che molte features avanzate dei processori di nuova generazione (che non sono solo l'Hyperthreading) non sono implementate neanche di striscio. E non sono neanche features tanto nuove (diciamo dal P3 in poi)!Una per tutte: la gestione dei descrittori di processo che in linux è fatta ancora quasi esclusivamente via software ma che nelle architetture intel si può avvalere oramai di un sistema totalmente automatizzato (dal P3 per l'appunto ci sono 4 o 5 diversi formati per un process descriptor per agevolare le prestazioni degli OS in base alle necessità), vogliamo parlare dei lock e dei semafori che ormai nella maggior parte dei casi possono essere HW only e li sono ancora fatti con dei campi sulle strutture dati (perché "linux supporta ancora i 386" oppure perché è un rischio implementare tutto questo ben di dio anche se ha dei vantaggi, per via del fatto che non essendo un progetto a fini di lucro ma a fini di sfruttamento per nessuno, neanche per IBM che mangia a sbafo con linux da anni o alle grandi distro, vale la pena spendere tempo e denaro e renderlo migliore?). Oppure la farraginosa gestione di molta ram (oltre i 4 GB, ricordando che i problemi iniziano però dopo i 3 visto che l'ultimo GB di indirizzamento è per il kernel - e tra le altre cose il kernel ha accesso lineare solo a 896 MB di questo giga e per gli altri giù a sprecare tempo macchina facendo mappature assurde dell'highmem).Le politiche di swapping ferme ormai alla preistoria (ovvero fare swap SOLO quando la RAM scarsegga e non prima in base all'uso dei programmi E poi anche quando la ram scarseggia) che insieme al kernel preempiton che non esiste (finalmente ci sarà nella 2.6, speriamo funzioni bene cosa molto dubbia a leggere i messaggi di luns - la da come una feature da provare ma che su differenti HW dà differenti risultati, nel male o nel bene -) crea dei minuti di pausa su macchine poco performanti solo per liberare un centinaio di MB di ram e spostare un po' di page frame su disco.Poi vogliamo parlare del tick di sistema fermo a 10ms (che è un'eternità, altri OS lo hanno intorno all'1 o 2 ms)? Che sempre insieme alla non preempitibilità del kernel rende linux inutilizzabile per vere applicazioni realtime tipo i controlli di dispositivi robotici che necessitano di un'elevata sincronia di controllo? (Per i meno pratici, con 10 ms di tick di sistema l'unico modo per controllare un robot ad alta precisione è scrivere un driver del kernel (ovviamente da linkare staticamente, per non perdere tempo nelle fasi di loading) e mettere il tutto in esecuzione su una macchina con SOLO il kernel installato e sperare che essa non abbia qualcosa di meglio da fare per molti tick - non possono essere ovviamente tutti utilizzati per un kernel thread solo - )Usarlo sto benedetto kernel non basta bisogna pur sapere com'è programmato, spendeteceli 4 o 5 annetti a lavorarci su solo per sapere come funziona, invece di leggere articoli faziosi e parlare leggende metropolitane.E' per quello che rido sempre quando sento qualcuno che mi dice: ma vuoi mettere? di linux hai il codice, te lo ottimizzi come ti pare. Si, è vero, il compilatore ottimizzerà pure il binario per il tuo processore nuovo di zecca, ma se poi le nuove features usate sono nell'ordine del 20%, l'incremento prestazionale diventa irrisorio, specie con la potenza di calcolo dei processori moderni dove a volte un codice x86 ed uno 686 fanno le stesse prestazioni tranne che per qualche manciata di ms (che su Linux non potranno mai essere meno di 10ms ma saranno sicuramente di + perché in quei 10 ms anche il kernel farà qualcosa ogni tanto, facendolo "saltare" agli altri processi).
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            - Scritto da: Anonimo
            Potrebbe essere una persona che conosce come
            è programmato il kerneli di linux e sapere,
            a differenza di te, che molte features
            avanzate dei processori di nuova generazione
            (che non sono solo l'Hyperthreading) non
            sono implementate neanche di striscio. E non
            sono neanche features tanto nuove (diciamo
            dal P3 in poi)!
            ti sfugge forse che linux non funziona solo su x86, ma anche su: ls /usr/src/linux/arch/alpha cris i386 m68k mips parisc ppc64 sh sparc64 v850arm h8300 ia64 m68knommu mips64 ppc s390 sparc um x86_64e scusa se e` poco: e` chiaro che devi giungere a dei compromessi sull'architettura del kernel.
            Poi vogliamo parlare del tick di sistema
            fermo a 10ms (che è un'eternità, altri OS lo
            hanno intorno all'1 o 2 ms)? Che sempre
            insieme alla non preempitibilità del kernel
            rende linux inutilizzabile per vere
            applicazioni realtime tipo i controlli di
            dispositivi robotici che necessitano di
            un'elevata sincronia di controllo? (Per i
            meno pratici, con 10 ms di tick di sistema
            l'unico modo per controllare un robot ad
            alta precisione è scrivere un driver del
            kernel (ovviamente da linkare staticamente,
            per non perdere tempo nelle fasi di loading)
            e mettere il tutto in esecuzione su una
            macchina con SOLO il kernel installato e
            sperare che essa non abbia qualcosa di
            meglio da fare per molti tick - non possono
            essere ovviamente tutti utilizzati per un
            kernel thread solo - )
            a parte che il tick di sistema si puo` cambiare, per fare il real time ci sono apposite patch del kernel (rtai e rtlinux per dirne due), che permettono prestazioni notevoli.p.s: mi sfugge una cosa: da quando win e` real-time?
            Usarlo sto benedetto kernel non basta
            bisogna pur sapere com'è programmato,
            spendeteceli 4 o 5 annetti a lavorarci su
            solo per sapere come funziona, invece di
            leggere articoli faziosi e parlare leggende
            metropolitane.
            ti diro`: anche tu mi sembri un filo faziosetto, sai?ciaoraist
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Potrebbe essere una persona che conosce
            come

            è programmato il kerneli di linux e
            sapere,

            a differenza di te, che molte features

            avanzate dei processori di nuova
            generazione

            (che non sono solo l'Hyperthreading) non

            sono implementate neanche di striscio. E
            non

            sono neanche features tanto nuove (diciamo

            dal P3 in poi)!


            ti sfugge forse che linux non funziona solo
            su x86, ma anche su: ls /usr/src/linux/arch/
            alpha cris i386 m68k mips
            parisc ppc64 sh sparc64 v850
            arm h8300 ia64 m68knommu mips64 ppc
            s390 sparc um x86_64ti sfugge che siamo nel 2003 ed esiste il conditional compiling, nonché il make menuconfig che quando mi fa scegliere l'architettura su cui lavorerà il kernel mi prende principalmente per il culo (quasi tutto il lavoro a basso livello è fatto sulla forza bruta dei processori piuttosto che sulle loro features). Ti sfugge inoltre che quella parte del kernel che tu hai citato è scritta quasi tutta in ASM ed è quindi PLATFORM DEPENDANT!!!! (per i + duri, li puoi mettere tutte le features proprietarie che vuoi). Quindi non mi venite a dire castronerie.Cmq bravo, almeno tu ogni tanto il kernel almeno lo decomprimi.Prima di dirmi che ci sono anche dei file .c aprili e vedrai che sono all'80% asm inline.
            e scusa se e` poco: e` chiaro che devi
            giungere a dei compromessi sull'architettura
            del kernel.


            Poi vogliamo parlare del tick di sistema

            fermo a 10ms (che è un'eternità, altri OS
            lo

            hanno intorno all'1 o 2 ms)? Che sempre

            insieme alla non preempitibilità del
            kernel

            rende linux inutilizzabile per vere

            applicazioni realtime tipo i controlli di

            dispositivi robotici che necessitano di

            un'elevata sincronia di controllo? (Per i

            meno pratici, con 10 ms di tick di sistema

            l'unico modo per controllare un robot ad

            alta precisione è scrivere un driver del

            kernel (ovviamente da linkare
            staticamente,

            per non perdere tempo nelle fasi di
            loading)

            e mettere il tutto in esecuzione su una

            macchina con SOLO il kernel installato e

            sperare che essa non abbia qualcosa di

            meglio da fare per molti tick - non
            possono

            essere ovviamente tutti utilizzati per un

            kernel thread solo - )


            a parte che il tick di sistema si puo`
            cambiare, per fare il real time ci sono
            apposite patch del kernel (rtai e rtlinux
            per dirne due), che permettono prestazioni
            notevoli.
            p.s: mi sfugge una cosa: da quando win e`
            real-time?Forse ti sfugge la definizione di un OS che possa lavorare in real time. Tick bassi (nell'ordine degli 1 o 2 ms) e kernel preemptibile (per evitare che sputtani macchine da milioni di euro perché in quel momento il tuo kernel ha deciso che era ora di fare swapping). Calcola che il real-time si fa in maniera ottimale anche con java o con .NET (non su piattaforma linux) o con java embedded (coi dovuti limiti dovuti alla scarsa potenza dei sistemi di calcolo embedded, se devi calcolare traiettorie precise al decimo di mm in realtime devi macinare un sacco di numeri, altra motivazione per cui il linux *sprecone* di risorse hw per compiti triviali è un po' in disuso).NET embedded non l'ho provato quindi non so dirti.

            Usarlo sto benedetto kernel non basta

            bisogna pur sapere com'è programmato,

            spendeteceli 4 o 5 annetti a lavorarci su

            solo per sapere come funziona, invece di

            leggere articoli faziosi e parlare
            leggende

            metropolitane.




            ti diro`: anche tu mi sembri un filo
            faziosetto, sai?
            Allora facciamo così tu hai tirato in ballo windows (esistono altri OS nel mondo siete tutti dei monomaniaci?) per screditarlo a priori (parlando tra l'altro senza cognizione di causa, visto che nel real time è uno degli OS + diffusi, considerando anche il fatto che i suoi limiti nell'enterprise computing stanno lentamente sparendo), io ho postato DATI DI FATTO e tu mi dai del fazioso? Tra le altre cose ti faccio notare che gran parte del mio thread è rimasto irrisposto da parte tua :) oscurantismo?Per iniziare potresti leggerti il libro "linux kernel hacking" che ti spiega riga per riga linux e ti mette anche al corrente dei suoi limiti implementativi e non sostiene a priori che linux sia infallibile al 100%, una volta avere le cognizioni introduttive vai sul kernel e verifica, troverai moolte altre cose che sperperano tempo macchina inutilmente o quasi.
          • garak scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            Ciaoio sono un ignorante e sono rimasto affascinato dalle tue argomentazioni.Vorrei sapere se almeno tu, che sai tante cose, puoi rispondere alle mie semplici domande da ignorante:- come mai win crasha di continuo e linux no?- come mai non riesco a personalizzare win fin dove voglio?- perché devo deframmentare il disco? a che serve? e perché non posso scegliere altri filesystem oltre a ntfs e fat32?- perché win non ha una shell decente?- perché i server win hanno il monitor? che ci faccio con un sistema grafico su un server???e poi queste altre domande, più generali- come mai un software che costa diverse centinaia di euro dura solo un paio d'anni (MS office, per dirne una)?- come mai nel software di cui sopra la nuova versione non chiude i bug di quella vecchia, ma offre solo nuove features (detto da gates in persona)?al momento non me ne vengono altre.Sperando in un'illuminazione da parte tua, ti saluto
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste

            - come mai win crasha di continuo e linux no?argometazione vecchia e trita. forse perché l'utente non è in grado di gestire la macchina al meglio? potremmo stare delle ore a parlare che un utente linux manco lo accende e se lo accendde usa quei quattro programmi preinstallati perché non sa come muoversi per fare altre cose... ma non mi interessa, resta il fatto che la stabilità di windows è un problema solo con le vecchie release (tipo il 95).Come mai i driver per alcune delle mie periferiche non esistono su linux? Ovvimente colpa mia, non di torvald & co che scassano il cazzo da quasi un alle ditte dicendo di volergli imporre l'open source sui driver (ma ancora non hanno avuto le palle da farlo veramente, visto che i driver escono open). Io non ce la vedo la NVIDIA (o la ATI) a rilasciare i loro preziosissimi driver in maniera open. Perderebbero qualsiasi vantaggio commerciale slle rivali.Su questo frangente linux ha un futuro un po' incerto spero proprio che iniziative così scriteriate finiscano presto! Altrimenti finisce pure linux
            - come mai non riesco a personalizzare win
            fin dove voglio?usa linux se vuoi queste cose. E inizia a fare i conti coi layer su layer di emulatori, interpeti e sofwtare che si devono interfacciare per gestire anche cose alquanto semplici come una interfaccia grafica. Per me avere una GUI Linux based che funzioni su TCP/IP è una stronzata, specie su un singolo computer. Ma devo convenire che le alternative kernel based alla windows che voi screditate hanno un vasto seguito e vengono vendute a migliaia di dollari su linux (e pensa un po' rimangono gestibili anche in tcp/ip remoto!). Certo che figata! Metto linux perché è gratuito e poi sperpero 2500 dolla per un windowing system kernel based.
            - perché devo deframmentare il disco? a che
            serve? e perché non posso scegliere altri
            filesystem oltre a ntfs e fat32?:) ingenuo, ho risposto a questa cosa in un altro post su questo stesso articolo. anche i fs linux frammentano eccome!solo che per come sono strutturati un defragger è una cosa ardua da codificare e da eseguire (ci sono copie locali del superblock un po' su tutto il disco e quelle copie devono essere tutte uguali, altrimenti si perde la consistenza del disco). Installa VMWare demo, prendi le vmware esxtension dal sito, installa linux (ancora meglio se usi una partizione nativa che usi da un mesetto), installa le extstension, poi fai partire il deframmentatore (potrebbe funzionare anche nativamente da linux puro dipende dalle distro). Happy waiting!PS prima di parlare del kernel e del sistema, un libro sull'argomento ce lo leggiamo? sui vari LUG e siti di linux non è detto che tutto sia autorevole e testato.
            - perché win non ha una shell decente?per i win 9x (da casa) la shell non serve a molto. Sulla famiglia NT la shell c'è e ha le funzionalità di base di quella unix, compreso gli script. Eh eh eh non i batch! ma la windows scripting machine, che è un piccolo gioiellino, un po' come il python. (calcola che con la wsm ci funziona anche un notevole simulatore/editor di flipper, visual pinball, genialata davvero perché è integrabile nativamente nelle applicazioni!) Se poi vuoi il perl, il tcl/tk o il python basta scaricarseli =).Molti di questi sono interpreti, molti non sono integrabili a livello software senza piping o cose del genere. Ma ognuno si trova bene coi suoi tool.Cmq windows costerà pure, ma i siti dove ci sono specifiche e manuali sono aperti a tutti.
            - perché i server win hanno il monitor? che
            ci faccio con un sistema grafico su un
            server???Ci amministri il sistema. Ovviamente è questione di gusti ma la GUI e l'ergonomia del software sono cose che esulano dalla sterile questione "linux vs windows" che tu alimenti.Nessuno ti vieta di usare la console in linux (beh, forse redhat ci sta un po' provando, visto che la sta facendo sparire dalla gui e progressivamente ad ogni versione la mette + nascosta).
            e poi queste altre domande, più generali

            - come mai un software che costa diverse
            centinaia di euro dura solo un paio d'anni
            (MS office, per dirne una)?non dura solo un paio d'anni. dura tutto il tempo che vuoi. Office 97 è installabile anche su XP, il 95 no perché era troppo dipendente dalla prima architettura win32 di 95 ed era pensato per PC di vecchissima generazione (i 486).Le nuove release sono per i nuovi utenti e aggiungono alcune nuove funzionalità di cui un possessore può fare volentieri a meno. Pensa te che non ci sono neanche incompatibilità sui formati dei documenti (quando si usa la serializzazione degli ogetti per un formato è facile essere retrocompatibili e anche avancompatibili, che brutto termine!)potrei rigirarti la domanda perché dopo qualche mese la mia distro linux diventa vecchia?Perché ho pagato centinaia di euro (un nome per tutti, SuSe) per del software che posso avere gratuitamente se me lo sacarico pezzo a pezzo dalla rete (anche se sfido un utente medio a installarselo)? Perché in proporzione a quanto guadagna chi si fa pagare così tanto dona alla ricerca di linux meno di quanto ms spenda per i bambini denutriti del botswana? (lungi da me affermare doti umanitarie alla MS era per fare un'esempio).Perché posso avere una distro mutiliata, spesso incompatibile con LSB (come mdk) se la voglio gratuita e compatibile se pago? Perché spesso le varie distro cambiano i nomi di alcune funzioni del kernel o spostano delle righe per impedire i patching generici? Perché si fanno guerra tra di loro e cooperano poco? Perché non hanno uno standard comune di programmazione delle interfacce grafiche che renda i software gestibili con la gui a cui si è + affezionati piuttosto che avere sofwtare che funzionano parzialmente su A B C D E L Z e totalmente solo su Y?
            - come mai nel software di cui sopra la
            nuova versione non chiude i bug di quella
            vecchia, ma offre solo nuove features (detto
            da gates in persona)?perché succede lo stesso con linux? che ormai è talmente interdipendente dalle varie .so (che purtroppo non possono essere retrocompatibili e spesso obbliuano l'untente a dispendiose copie multiple di una stessa so solo perché non supportano il versioning) da essere un campo minato allo stesso modo di windows?
            al momento non me ne vengono altre.
            Sperando in un'illuminazione da parte tua,
            ti salutoeh eh eh come puoi vedere piove da entrambi i lati della barricata, solo c'è chi dice che c'è il sole anche se è fradicio e chi è fradicio e corre a ripararsi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            (about drivers)
            maniera open. Perderebbero qualsiasi
            vantaggio commerciale slle rivali.forse, ma conoscerebbero anche i vantaggi dei loro concorrenti e potrebbero rilasciare più rapidamente prodotti migliori che uniscano i punti di forza di più ditte; di sicuro dovrebbero darsi da fare (e faticare di più) per stare al passo con l'evoluzione ma di sicuro gli utenti ci guadagnerebbero e da qualche parte ho sentito dire che il cliente ha sempre ragione, almeno in un mercato aperto dove il consumatore ha un minimo di scelta e quindi di potere di selezione del migliore offerente, se poi il progresso vogliamo chiuderlo negli scrigni dei brevetti come gli scribi egiziani tenevano nascosti i segreti della scrittura, non vedo un bel futuro!

            - come mai non riesco a personalizzare win

            fin dove voglio?
            usa linux se vuoi queste cose. 100% daccordo ma...
            Certo che figata! Metto linux
            perché è gratuito e poi sperpero 2500 dolla
            per un windowing system kernel based.ogni sistema ha i suoi punti di forza (e mi sembrava che il tuo intervento fosse abbastanza equilibrato da darlo per scontato), allora potrei dire cosa devi spendere sotto Win per avere le funzioni che mediamente trovi allegate ad una qualunque distro media?
            i fs linux frammentano eccome!ma alla M$ potrebbero sbattersi di più per fare leggere a win dei fs diversi e dialogare un po col mondo unix! Mi sa che è solo un fatto di interesse impedire che questo accada, i tool da *x a win sono molto meglio del viceversa

            - come mai un software che costa diverse

            centinaia di euro dura solo un paio d'anni

            (MS office, per dirne una)?cutto la tua risposta con cui sono abb. daccordo, ma questo non cambia il fatto che non affronti ed è che:1) M$ non rilascia le specifiche dei formati e può fargli fare l'evoluzione che gli pare2) lo stesso discorso vale per l(e) api di win, a cui M$ può apportare i cambiamenti che vuole e rendere il vecchio sw assolutamente incompatibile come e quando desidera.
            eh eh eh come puoi vedere piove da entrambi
            i lati della barricata, solo c'è chi dice
            che c'è il sole anche se è fradicio e chi è
            fradicio e corre a ripararsi.daccordo con te ma questo non cambia che IMHO l'approcio di condivisione delle conoscenze tipico del mondo open source in contrapposizione con la politica dell'obscurity e/o del brevetto su tutto, mi sembri, seppure più impegnativo per i produttori, un modo di evolvere i prodotti più efficiente e più sicuro da possibili ricatti mono o oligopolisti nei confronti dei consumatori, come quelli che attuano costantemente M$, IBM e compagnia bella.A parte questo ribadisco che attualmente mi sembra di vedere lati positivi e spunti interessanti in quasi ogni sistema, e win è un sistema che, sempre a mio avviso, ne presenta, quindi interessante.
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste

            ma alla M$ potrebbero sbattersi di più per
            fare leggere a win dei fs diversi e
            dialogare un po col mondo unix! Mi sa che è
            solo un fatto di interesse impedire che
            questo accada, i tool da *x a win sono molto
            meglio del viceversavuoi il mio driver di sistema che legge le iso e le monta come drive?ho anche driver per montare i flat file come fossero dischi, le partizioni ext2 e se vai su beeweeb.it trovi un software che ti monta gli share su rete come fossero nativi ma in modo molto piu' snello e sicuro rispetto a samba o nfsvoglio dire, su linux se non si trova un driver di periferica tutti accorrono a programmarne uno; su windows volete la pappa prontala documentazione c'e' basta applicarsicome mai quando uno usa linux anche le cose piu' impossibilli sono spacciate come idiozie (tipo far funzionare una scheda audio non riconosciuta) mentre invece su windows diventa tutto estremamente difficile?chi sa programmare non dovrebbe spaventarsi dell'OS sottostante
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            inutile discuterne.io stesso hi win2k, a differenza di prestazioni tuttavia posso ribadire che linux è molto meglio.i prodotti microsoft (o anche disney) sono fatti per utenti domentisti. non si puo mettere un prodotto del genere a fare da server.ogni os deve essere adottato per cio che è concepito.-Dyn
          • garak scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste

            forse perché l'utente non è in grado di gestire la
            macchina al meglio?allora mettiamola così: come mai, A PARITA' DI UTENTE, win crasha di continuo e linux no?
            usa linux se vuoi queste cose.Vedo che sei pieno di argomentazioni, complimenti!
            anche
            i fs linux frammentano eccome!Ma non hai risposto alle mie domande: perché con linux non ho bisogno di deframmentare?E dove sono gli altri fs su win?
            per i win 9x (da casa) la shell non serve a
            molto. ah no?
            Sulla famiglia NT la shell c'è e ha
            le funzionalità di base di quella unix,
            compreso gli script.come no...

            - perché i server win hanno il monitor?
            che

            ci faccio con un sistema grafico su un

            server???
            Ci amministri il sistema.Ah sì? E se io sto a Roma e ho il server a Milano, che faccio?Faccio passare tutto il sistema grafico in ssh?Ganzo! Leggero!
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            - Scritto da: garak

            forse perché l'utente non è in grado di
            gestire la

            macchina al meglio?

            allora mettiamola così: come mai, A PARITA'
            DI UTENTE, win crasha di continuo e linux
            no?
            Ho visto personalmete macchine w2k server fare sessioni di 365gg, ed essere riavviate solo per aggiornameti. E non si trattava nemmeno di HW corazzato.- Scritto da: garak


            Ah sì? E se io sto a Roma e ho il server a
            Milano, che faccio?
            Faccio passare tutto il sistema grafico in
            ssh?
            Terminal Server, ci si lavora ottimamente con 64Kbit.E parlo per esperienza.Amministro N macchine w2k molte delle quali senza un monitor ne una tastiera. Alcune sono fisicamente irraggiungibili (a meno di fare una gita in macchina).Se non si sanno le cose e meglio tacere si fa piu' bella figura.Ciao,Me
          • Giambo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            - Scritto da: Anonimo
            Ho visto personalmete macchine w2k server
            fare sessioni di 365gg, ed essere riavviate
            solo per aggiornameti. E non si trattava
            nemmeno di HW corazzato."Crazy uptimes", come diceva quel tale della Microsoft (Ma lui parlava di 3 mesi e forse pure 6 - da non credere :-D).
            Terminal Server, ci si lavora ottimamente
            con 64Kbit.

            E parlo per esperienza.Ilk problema e' che tra 64Kbit che a 100Mbit cambia poco. XWindows, a 100Mbit, va' che e' una meraviglia (Un pochino di meno a 64Kbit).
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Anonimo

            "Crazy uptimes", come diceva quel tale della
            Microsoft
            Leggi bene quello che ho scritto.
            (Ma lui parlava di 3 mesi e forse
            pure 6 - da non credere :-D).
            Ehhhmm.. che pazienza che ci vuole. :)

            Ilk problema e' che tra 64Kbit che a 100Mbit
            cambia poco.
            A me non sembra proprio. Anche se l'efficenza effettivamente e' molto alta ;)
            XWindows, a 100Mbit, va' che e'
            una meraviglia (Un pochino di meno a
            64Kbit).
            Ma mi hai visto fare paragoni con XWindow?Ciao,Me
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Anonimo


            Ho visto personalmete macchine w2k server

            fare sessioni di 365gg, ed essere
            riavviate

            solo per aggiornameti. E non si trattava

            nemmeno di HW corazzato.

            "Crazy uptimes", come diceva quel tale della
            Microsoft (Ma lui parlava di 3 mesi e forse
            pure 6 - da non credere :-D).http://news.netcraft.com/archives/2003/01/22/windows_2000_site_goes_over_two_years_without_a_reboot.html
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste


            forse perché l'utente non è in grado di
            gestire la

            macchina al meglio?

            allora mettiamola così: come mai, A PARITA'
            DI UTENTE, win crasha di continuo e linux
            no?
            perche' su linux un utente non e' capace di installarsi kazaa da solo... capito la differenza???non sa neance aprire il client email, quindi non si becca manco i virus, che nel 100% dei casi sono fatti in vbscript che sotto linux non gira...

            usa linux se vuoi queste cose.

            Vedo che sei pieno di argomentazioni,
            complimenti!
            e' LA rispostase vuoi un macchinario per arare i campi compri un trattorese provi a farlo con la tua fiammante ferrari non otterrai gli stessi risultatidi chi e' la colpa?della ferrari vero?

            anche

            i fs linux frammentano eccome!

            Ma non hai risposto alle mie domande: perché
            con linux non ho bisogno di deframmentare?
            E dove sono gli altri fs su win?
            OMMIODDIO!!!ma quando si parla di windows diventate tutti scimmie?neanche piu' google sapete usare???http://e2fsprogs.sourceforge.net/ext2.htmle' il primo link che appare cercando ext2fsc'e' anche un driver per windows per montare partizioni ext2...e c'e' sempre samba se vuoin sharare via rete o ti prendi un server NFS

            per i win 9x (da casa) la shell non serve
            a

            molto.

            ah no?
            noa cosa serve?MAC non ha shell dagli anni 80

            Sulla famiglia NT la shell c'è e ha

            le funzionalità di base di quella unix,

            compreso gli script.

            come no...
            mai sentito parlare di windows scripting host?no??allora perche' parli??se sai di essere ignorante in materia, come hai ammesso, perche' fai lo spocchioso?
            Ah sì? E se io sto a Roma e ho il server a
            Milano, che faccio?
            Faccio passare tutto il sistema grafico in
            ssh?
            Ganzo! Leggero!ma perche' continui a parlare per leggende metropolitane??windows dalla versione 2000 ha un server telnet integrato, che supporta autenticazione in challenge response in modo che la pass non vada in chiaro....ma voi siete bravissimi a far funzionare le cose complicate tipo linux e davanti a windows vi fermate SOLO all'evidenza... perche' non vi documentate anche su quello?magari evitate figuracce...ciao
          • godzilla scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            - Scritto da: Anonimo


            forse perché l'utente non è in grado di

            gestire la


            macchina al meglio?



            allora mettiamola così: come mai, A
            PARITA'

            DI UTENTE, win crasha di continuo e linux

            no?



            perche' su linux un utente non e' capace di
            installarsi kazaa da solo... capito la
            differenza???vuoi vedere come gira il mio client di Direct Connect, sotto Linux?
            non sa neance aprire il client email, quindi
            non si becca manco i virus, che nel 100% dei
            casi sono fatti in vbscript che sotto linux
            non gira...ma non ho capito, adesso è colpa di linux se non ci sono virus per KMail, MozillaMail e Evolution?



            usa linux se vuoi queste cose.



            Vedo che sei pieno di argomentazioni,

            complimenti!



            e' LA risposta
            se vuoi un macchinario per arare i campi
            compri un trattore
            se provi a farlo con la tua fiammante
            ferrari non otterrai gli stessi risultati
            di chi e' la colpa?
            della ferrari vero?ho la STESSA macchina. cambia solo... lo sterzo, diciamo così. perché con lo sterzo A posso arare il campo e con lo sterzo B non posso farlo più?


            anche


            i fs linux frammentano eccome!



            Ma non hai risposto alle mie domande:
            perché

            con linux non ho bisogno di deframmentare?

            E dove sono gli altri fs su win?



            OMMIODDIO!!!
            ma quando si parla di windows diventate
            tutti scimmie?
            neanche piu' google sapete usare???

            http://e2fsprogs.sourceforge.net/ext2.html

            e' il primo link che appare cercando ext2fs
            c'e' anche un driver per windows per montare
            partizioni ext2...

            e c'e' sempre samba se vuoin sharare via
            rete o ti prendi un server NFSbravo, bravo... solo che effettivamente non hai risposto alle domande.


            per i win 9x (da casa) la shell non
            serve

            a


            molto.



            ah no?



            no
            a cosa serve?
            MAC non ha shell dagli anni 80infatti adesso ce l'ha. mai usato OS X?già solo questo denota un'ignoranza abissale.


            Sulla famiglia NT la shell c'è e ha


            le funzionalità di base di quella unix,


            compreso gli script.



            come no...



            mai sentito parlare di windows scripting
            host?
            no??
            allora perche' parli??
            se sai di essere ignorante in materia, come
            hai ammesso, perche' fai lo spocchioso?senti, WSH ci sarà pure, ma ammetterai che usarlo non è immediato come invece lo è per la programmazione della shell bash o tcsh in linux... diciamo che sotto windows certe cose sono un tantino "nascoste"?

            Ah sì? E se io sto a Roma e ho il server a

            Milano, che faccio?

            Faccio passare tutto il sistema grafico in

            ssh?

            Ganzo! Leggero!

            ma perche' continui a parlare per leggende
            metropolitane??
            windows dalla versione 2000 ha un server
            telnet integrato, che supporta
            autenticazione in challenge response in modo
            che la pass non vada in chiaro....
            ma voi siete bravissimi a far funzionare le
            cose complicate tipo linux e davanti a
            windows vi fermate SOLO all'evidenza...
            perche' non vi documentate anche su quello?
            magari evitate figuracce...sarà... ma non pensare di essere sempre tu il più furbo, sai?
          • Anonimo scrive:
            Re: risposta alla domanda dell'ignorante
            .
            il linuz in particolar modo se usi kde o
            gnome la situazione e peggiore che in win
            talvolta l'impianto di un'applicazione
            (evento molto più probabile che in win vista
            la perenne instabilita dei sw rilasciati per
            funzionare con kde o gnome) arriva a
            situzioni in cui non e più possibile
            ritornare alla console e quindi bisogna
            spegnere il tutto (siamo al livello del
            vecchio win 3.1 dove le bizze di un
            programma faceva crashare tutto)
            kde3.x non mi e` mai, e sottolineo ___mai___crashato, gli unici crash che vedo ogni tanto sono quellidovuti alla jvm quando vado in qualche sito scritto col c***.
            se parliamo di NT4 win 2000 e winxp i crash
            dell'so sono dovuti solo a guasti dell' hw
            (dischi,memoria periferiche) e installazione
            di driver non certificati.si`, si`, dicono tutti cosi`
            in linuz sono all'ordine del giorno e per
            cause legate al pessimo modo in cui il suo
            kernel e programmato, infatti chi deve
            usarlo per applicazioni server in genere
            adotta un kernel stable lo testa e poi se
            trova la combinazione giusta di patch da
            quel momento basta la macchina viene chiusa
            e resa inaggiornabile.
            il kernel non mi e` mai, e risottolineo ___mai___ crashato, ma che cacchio di linux hai visto?

            - come mai non riesco a personalizzare win

            fin dove voglio?
            win embedded e lo puoi far girare anche
            senza il GDI
            non mi sembra che sui desktop ci vada win embedded, quindi che parli a fare?
            e qui l'ignoranza impera sovrana, con la
            shell di win puoi fare di tutto,
            batch,vbscript, javascript, perl, ecc...
            per programmare.
            sdk, wmi, AD ecc.. per gestire ed
            amministrare da remoto ogni minimo elemento
            sw e hw delle macchine win in una rete,
            l'amministratore win con i contro cosi puo
            gestire tutto senza mai accedere alla mmc
            non dirmi che la shell di win e` potente tanto quanto quella di un qualsiasi unix, altrimenti l'ignorante diventi istantaneamente tu
            be se non ti va usa un sw open come open
            office che cambia ogni due secondi
            ahahahahhahhahahaahahhahahahahhahaha
            ma per favore, guarda le release dalla 1.0 in poi
            be se non ti va usa un sw open come linuz
            dove lo sviluppo del kernel e fermo
            all'architettura i386, gestioni tutte fatte
            via sw ecc.... ma che te devo di studia che
            e meglio
            che pero` gira anche su altre 10 architettureraist
          • Anonimo scrive:
            Re: linux SO praticamente inusabile

            kde3.x non mi e` mai, e sottolineo ___mai___
            crashato, gli unici crash che vedo ogni
            tanto sono quelli
            dovuti alla jvm quando vado in qualche sito
            scritto col c***.ma è possibile che solo a me quando uso in kde una finestra console il comando ftp e il server non mi risponde , si frizza tutto, e possibile che solo a me quando faccio da kde un find di un file si pianta tutto oltre ai guai dell'kedit ecc....ma voi linari lo usate linuz booo


            se parliamo di NT4 win 2000 e winxp i
            crash

            dell'so sono dovuti solo a guasti dell' hw

            (dischi,memoria periferiche) e
            installazione

            di driver non certificati.
            si`, si`, dicono tutti cosi`infatti vedi sopra.

            in linuz sono all'ordine del giorno e per

            cause legate al pessimo modo in cui il suo

            kernel e programmato, infatti chi deve

            usarlo per applicazioni server in genere

            adotta un kernel stable lo testa e poi se

            trova la combinazione giusta di patch da

            quel momento basta la macchina viene
            chiusa

            e resa inaggiornabile.


            il kernel non mi e` mai, e risottolineo
            ___mai___ crashato, ma che cacchio di linux
            hai visto?vediamo un kernel che girava su un ia64 e andava sempre in opsss.che dire di una macchina p4 con il supporto dell'higtmem abilitato e che di notte mentre facevamo girare batch molto pesanti andava in opsss (patch rilasciata svariati settimane dopo causata da un baco nel VM allocator.ecc...questa serie di problemi ha fatto si che il nostro manager e rinsavito e giu di licenze win e noi siamo usciti dal tunnel linuz.


            - come mai non riesco a personalizzare
            win


            fin dove voglio?

            win embedded e lo puoi far girare anche

            senza il GDI


            non mi sembra che sui desktop ci vada win
            embedded, quindi che parli a fare?e perche un desktop non dovrebbe avere monitor quindi statte zitto
            non dirmi che la shell di win e` potente
            tanto quanto quella di un qualsiasi unix,
            altrimenti l'ignorante diventi
            istantaneamente tu
            potentissima eseguiamo inserimento massivo di utenze partendo da foglio excel e script vbscript.Eseguiamo migrazioni di utenze con WSH gestiamo tutto quello che riguarda utenze gruppi permessi ecc...con WMI gestiamo di tutto e da remoto log, creazione gestione e cancellazione processi,disabilitiamo un servizio attivo su una macchina desktop remota, monitorare i server ecc....solo per i lizuztonti come voi win e un sistema puntA e clicca.

            be se non ti va usa un sw open come open

            office che cambia ogni due secondi

            ahahahahhahhahahaahahhahahahahhahaha


            ma per favore, guarda le release dalla 1.0
            in poi
            appunto guardale e guarda anche le patch che vengono rilasciate.
            che pero` gira anche su altre 10 architetture

            raistinfatti che me ne faccio di un so che gira su la mia ia64 e che va sempre in opsssss, e dopo che risolvo il problema mi accorgo che mi emula via sw tutte le caratteristiche che la mia architettura ha realizzato in hw, declassandola di fatto ad un o due architettura precedenti.linari gente triste assai fateme er piacere
          • Anonimo scrive:
            Re: linux SO praticamente inusabile
            ti rispondero` quando:-imparerai l'educazione;-imparerai l'italiano.e non venitemi a dire che non ho argomenti: con uno cosi` mi rifiuto di parlare.raist
          • Anonimo scrive:
            Re: linux SO praticamente inusabile
            senza linux (Un*x) oggi non avresti il tuo windows migliore.mi sembra assurdo come questo forum sia pieno di gente che ha tutta questa voglia di fare figure di m***a...POD
          • Anonimo scrive:
            Re: risposta alla domanda dell'ignorante

            lo sviluppo del kernel e fermo all'architettura i386Spiegati, meglio ... vuoi dire che il PentiumIV ha un'architettura differente dal 386 o vuoi dire che il kernel di linux gira solo su i386? O vuoi dire un'altra cazzata random?
          • Anonimo scrive:
            Re: risposta alla domanda dell'ignorante
            - Scritto da: Anonimo

            lo sviluppo del kernel e fermo
            all'architettura i386

            Spiegati, meglio ... vuoi dire che il
            PentiumIV ha un'architettura differente dal
            386 si ma supporta ancora i progr compilati per 386
            o vuoi dire che il kernel di linux gira
            solo su i386? no ma di fatto e come se fosse realizzato per un 386, cioè le parti ASM (che sono tante) e che gestiscono la parte del kernel cpu dipendente, non sono mai state aggiornate per cpu superiori al 386, quindi moltissime cose che potrebbero giovare delle nuove caratteristiche delle cpu sono emute in sw o neanche realizzate.
            O vuoi dire un'altra cazzata
            random?che dire studia e non offendere.
          • Anonimo scrive:
            Re: risposta alla domanda dell'ignorante
            Il PentiumIV ha un'architettura differente dal 386 !!!!!! E io devo studiare ... annàmo bene, si
          • Anonimo scrive:
            Re: risposta alla domanda dell'ignorante

            Il PentiumIV ha un'architettura differente
            dal 386 !!!!!! E io devo studiare ... annàmo
            bene, siassolutamente si!!!un codice per 386 e' completamente diverso da uno per P4la branch prediction allora buttiamola nel cesso!! perche' evitare i cache miss?? e perche' sfruttare l'accoppiamento delle istruzioni permesso dall cpu pentium in su???voi davvero l'ìinformatica la conoscete per sentito dire!!un motore a scoppio di 50 anni fa e' simile a uno di oggie' sempre lo stesso sistemama oggi c'e' l'iniezione, ci sono le centraline elettroniche, cioe' sono simili nel concetto base, nell'architettura, funzionano entrambi a benzina e per effetto dello stesso principio, ma sono molto molto diversi
          • Anonimo scrive:
            Re: risposta alla domanda dell'ignorante
            - Scritto da: Anonimo
            ....

            Spiegati, meglio ... vuoi dire che il

            PentiumIV ha un'architettura differente
            dal

            386
            si ma supporta ancora i progr compilati per
            386


            o vuoi dire che il kernel di linux gira

            solo su i386?

            no ma di fatto e come se fosse realizzato
            per un 386, cioè le parti ASM (che sonoLa domanda sorge spontanea... Se io prendo WIndows XP e lo installo su un ipotetico 386 a 300 MHz con 64 MB di RAM (requisiti minimi...), funziona o no ?Detto in parole povere, Windows è compilato con le ottimizzazioni per il Pentium ? Lasciamo perdere il P4, quello ovviamente no, visto che XP gira sicuramente su Pentium...
          • Anonimo scrive:
            Re: risposta alla domanda dell'ignorante
            - Scritto da: Anonimo...
            La domanda sorge spontanea... Se io prendoUn'altra domanda mi sorge spontanea... quanto possono migliorare le prestazioni le ottimizzazioni per la CPU ?
          • Anonimo scrive:
            Re: risposta alla domanda dell'ignorante
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            ...

            La domanda sorge spontanea... Se io prendo

            Un'altra domanda mi sorge spontanea...
            quanto possono migliorare le prestazioni le
            ottimizzazioni per la CPU ?Parlando sempre di linux-kernel, io direi: ((void *)0)Chiaro, no?
          • Anonimo scrive:
            Re: risposta alla domanda dell'ignorante

            il linuz in particolar modo se usi kde o gnome la situazione e
            peggiore che in win talvolta l'impianto di un'applicazione (evento
            molto più probabile che in win vista la perenne instabilita dei sw
            rilasciati per funzionare con kde o gnome) arriva a situzioni in cui
            non e più possibile ritornare alla console e quindi bisogna
            spegnere il tutto (siamo al livello del vecchio win 3.1 dove le
            bizze di un programma faceva crashare tutto) Si certo windows lascia che una apss errante scriva alla cavolo fuori dalla sua area di memoria e poi ti avverte..si ma dopo riavvii il sistema...XP per avitare dicerie non ti dice niente, si riavvia da solo e basta...e' 2 anni che uso Linux, ora ho la suse 8.2 e tutto quello che hai detto sono emerite cavole programmi di KDE che ogni tanto si suicidano ce ne sono ma mai mi mandato in palla tutto il sistema, il max che capita e' che apro la gestione dei processi e lo killo, ma non me mai crashato X ne il resto e anche dove lavoro con hardware differenti e su sistemi diversi i crash irreversibili sono sempre quelli di windows ...
          • Anonimo scrive:
            Re: linari gente triste

            Si certo windows lascia che una apss errante
            scriva alla cavolo fuori dalla sua area di
            memoria e poi ti avverte..
            si ma dopo riavvii il sistema...
            XP per avitare dicerie non ti dice niente,
            si riavvia da solo e basta...ma sei un pazzo furioso in winxp se un programma sbarella ti viene fuori solo un errore di memory fault, e il programma viene chiuso, mentre il sistema si fa gli affar suoi e gira che è un piacere.ma perchè qualunque persona che sappia fare click con il mouse deve sentirsi in diritto di affermare le cosa più assurde, utonto statte zitto e continua ad usare linuz, che (win) non e per te
            e' 2 anni che uso Linux, ora ho la suse 8.2
            e tutto quello che hai detto sono emerite
            cavole programmi di KDE che ogni tanto si
            suicidano ce ne sono ma mai mi mandato in
            palla tutto il sistema, il max che capita e'
            che apro la gestione dei processi e lo
            killo, ma non me mai crashato X ne il resto
            e anche dove lavoro con hardware differenti
            e su sistemi diversi i crash irreversibili
            sono sempre quelli di windows ... be semplicemente perchè non usi linuz ecco perchè non ti capita, far partire ogni tanto linuz dalla partizione in cui è stivato, far due click e ritornare a winxp non significa uso intensivo.ciao linazzo e studia mi raccomando
          • Anonimo scrive:
            Re: linari gente triste
            Si infatti al lavoro ho 2 PC (gli unici 2) piu' il mio portatile sono 3 poi i 2 che ho a casa che fanno 5 tutti con Linux e su nessuno c'e' traccia di Windows.
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste

            ti sfugge che siamo nel 2003 ed esiste il
            conditional compiling, nonché il make
            menuconfig che quando mi fa scegliere
            l'architettura su cui lavorerà il kernel mi
            prende principalmente per il culo (quasi
            tutto il lavoro a basso livello è fatto
            sulla forza bruta dei processori piuttosto
            che sulle loro features). Ti sfugge inoltre
            che quella parte del kernel che tu hai
            citato è scritta quasi tutta in ASM ed è
            quindi PLATFORM DEPENDANT!!!! (per i + duri,
            li puoi mettere tutte le features
            proprietarie che vuoi). Quindi non mi venite
            a dire castronerie.lo so che quello che e` assembler, era per avere una lista delle architetture in due secondi. semplicemente non e` detto che implementare tutte le feature dei processori sia compatibile con l'essere multiarchitettura, ma non sono cosi` dentro questi argomenti (soprattutto per quanto riguarda i processori) per darti certezze.
            Cmq bravo, almeno tu ogni tanto il kernel
            almeno lo decomprimi.
            Prima di dirmi che ci sono anche dei file .c
            aprili e vedrai che sono all'80% asm inline.
            arroganza gratuita, visto che scrivo driver e moduli
            Forse ti sfugge la definizione di un OS che
            possa lavorare in real time. Tick bassi
            (nell'ordine degli 1 o 2 ms) e kernel
            preemptibile (per evitare che sputtanima neanche per sogno: dimmi dov'e` il determinismo: ne` nel tick nella preemption, perche` nessuno mi assicura che non se ne vada per le sue. hai uno strano concetto di real-time
            macchine da milioni di euro perché in quel
            momento il tuo kernel ha deciso che era ora
            di fare swapping). Calcola che il real-time
            si fa in maniera ottimale anche con java o
            con .NET (non su piattaforma linux) o con
            java embedded (coi dovuti limiti dovuti alla
            scarsa potenza dei sistemi di calcolo
            embedded, se devi calcolare traiettorie
            precise al decimo di mm in realtime devi
            macinare un sacco di numeri, altra
            motivazione per cui il linux *sprecone* di
            risorse hw per compiti triviali è un po' in
            disuso).
            NET embedded non l'ho provato quindi non so
            dirti.
            ribadisco: hai uno strano concetto di real time
            Allora facciamo così tu hai tirato in ballo
            windows (esistono altri OS nel mondo siete
            tutti dei monomaniaci?) per screditarlo aleggiti il titolo della notizia
            priori (parlando tra l'altro senza
            cognizione di causa, visto che nel real time
            è uno degli OS + diffusi, considerando anchema tu sai cos'e` il real-time? sai cos'e`, per dirne uno, vxworks?
            il fatto che i suoi limiti nell'enterprise
            computing stanno lentamente sparendo), io ho
            postato DATI DI FATTO e tu mi dai del
            fazioso? Tra le altre cose ti faccio notare
            che gran parte del mio thread è rimasto
            irrisposto da parte tua :) oscurantismo?no, poca voglia di rispondere e thread troppo lungo :P

            Per iniziare potresti leggerti il libro
            "linux kernel hacking" che ti spiega riga
            per riga linux e ti mette anche al corrente
            dei suoi limiti implementativi e non
            sostiene a priori che linux sia infallibile
            al 100%, una volta avere le cognizioni
            introduttive vai sul kernel e verifica,
            troverai moolte altre cose che sperperano
            tempo macchina inutilmente o quasi.
            sono il primo a dire che il kernel sia pieno di errori, quello che non capisco e` questo tuo atteggiamento da indottrinatore superiore: cosa sai tu delle mie conoscenze del kernel? chi ti ha chiesto di consigliarmi un libro? cosa ti fa credere che dovrei dare qualche credito ai tuoi consilgli?se vuoi rispondermi prima scendi dal piedistallo, grazieraist
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste

            sono il primo a dire che il kernel sia pieno
            di errori, quello che non capisco e` questo
            tuo atteggiamento da indottrinatore
            superiore: cosa sai tu delle mie conoscenze
            del kernel? scrivere driver è un po' diverso da programmare il kernel, i driver li puoi scirvere pure con un'infarinatura da un how-to o copiando da qualcosa di preesistente, per il resto però... e sul funzionamento garantirei fino ad un certo punto.
            chi ti ha chiesto di
            consigliarmi un libro? cosa ti fa credere
            che dovrei dare qualche credito ai tuoi
            consilgli?me lo fa credere il fatto che quel libro è scritto da gente (D.P.Bovet e M. Cesati) che lavora a stretto contatto con il linux development team ed è un'ottimo reference per QUALSIASI struttura dati e QUALSIASI funzione presente nel kernel (beh, + o -). E siccome tu sei un driver writer dovrebbe importarti eccome!
            se vuoi rispondermi prima scendi dal
            piedistallo, grazie

            raistscusa se ti ho dato questa impressione.Per quanto riguarda java vai sul sito della sun e troverai parecchie info su come java sia un'ottima scelta per il real-time.
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste

            scrivere driver è un po' diverso da
            programmare il kernel, i driver li puoi
            scirvere pure con un'infarinatura da un
            how-to o copiando da qualcosa di
            preesistente, per il resto però... e sul
            funzionamento garantirei fino ad un certo
            punto.e` diverso ma sei sempre in kernel space: mica e` obbligatorio riscrivere lo scheduler per capirci qualcosa, no?quel libro lo conosco, insieme ad altri, non capisco perche` ti sia sentito in obbligo di consigliarmelo senza che io te lo chiedessi

            se vuoi rispondermi prima scendi dal

            piedistallo, grazie



            raist
            scusa se ti ho dato questa impressione.
            no problem
            Per quanto riguarda java vai sul sito della
            sun e troverai parecchie info su come java
            sia un'ottima scelta per il real-time.oste, com'e` il vino?forse per il soft real-time.raist
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            Ti ha messo sotto, raist, eh???Questi 'allucinanti' limiti del kernel di linux non li conoscevo ancora....ZioBill***no linux and no open source software (and bad kernels...) were used to write this post***
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            Raist scusa una precisazione che stamattina stavo rinco e non mi sono riletto bene. Il libro non è "linux kernel hacking" ma "understanding the linux kernel" ;)l'altro è il nome del corso libero che i due docenti dell'univ. di tor vergata (autori del libro) fanno ogni anno...
          • maks scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste

            me lo fa credere il fatto che quel libro è
            scritto da gente (D.P.Bovet e M. Cesati) che
            lavora a stretto contatto con il linuxma mica sara' Daniel Pierre Bovet???era il mio professore di architettura degli elaboratori all'universita'! :)))ho preso pure 26 al suo esame :Dciao
          • Anonimo scrive:
            Re: linari gente triste assai
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Potrebbe essere una persona che conosce
            come

            è programmato il kerneli di linux e
            sapere,

            a differenza di te, che molte features

            avanzate dei processori di nuova
            generazione

            (che non sono solo l'Hyperthreading) non

            sono implementate neanche di striscio. E
            non

            sono neanche features tanto nuove (diciamo

            dal P3 in poi)!





            ti sfugge forse che linux non funziona solo
            su x86, ma anche su: ls /usr/src/linux/arch/
            alpha cris i386 m68k mips
            parisc ppc64 sh sparc64 v850
            arm h8300 ia64 m68knommu mips64 ppc
            s390 sparc um x86_64
            hai ragione specialmente quando in un file .h invece di un unsigned long viene usato un unsigned int causando crash continui quando usi il kernel su architetture a 64 bit, questo fa capire la grande portatilita del kernel linuzzzio.ma andate a vendere le pere che è meglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            Ma se Linux non supporta tutte queste features e Win presumibilmente sì, perché nel confronto prestazionale Win fa così schifo?
          • BSD_like scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            Ma tu hai mai sentito parlare di patch al kernel?Non entro nel merito di ciascun quesito, ti basti sapere che il preemptive (che poi per un server ci'azecca poco ) la distro Linux che c'è sui miei PC ha il kernl 2.4.20, eppure toh ha il preemptive.Potrei anche avere altre feature che win* non ha: esempio il traffic sheaping (molto vicino alle prestazioni di quelli commerciali), oppure un vero firewalls a livello kernel (un velo pietoso su quelli commerciali in ambito win*).Per la gestione della memoria, se vai su www.kernel.org trovi una marea di patch nei vari alberi per la gestione della memoria e delle swap diversa da quella standard (Red Hat ad esempio non adotta quella di Andrea Arcangeli, quella standard).Se poi si è ignoranti e non si è in grado d'installare patch, bè meglio non toccare il computer.Inoltre se vuoi puoi ottimizzare il file /proc come si desidera o intervenendo sui sorgenti del kernel o sul file /proc direttamente e magari anche con degli scripts per renderli permanenti all'avvio.Puoi fare tutto, ed ottimizzare come vuoi l'arch.; l'unica cosa è sapere come farla.Daltronde come si dice in UNIX: "is simple, is stupid".E questa frase la si dice in UNIX dal '68
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste

            Daltronde come si dice in UNIX: "is simple,
            is stupid".
            E questa frase la si dice in UNIX dal '68guarda che forse era K.I.S.S.keep it simple stupid
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            Si parla parla.. intanto pero' la mitica microsoft ha annunciato poco tempo fi che supportera tra qualche mese i processori a 64 bit quando Linux lo supporta da quando sono stati creati i primi esemplari ... poi per applicazioni realtime si usa un kernel RTLinux visto che il kernel linux non lo e' e non lo vuole essere come non e' realtime nemmeno quello di windows, e se lo e' sulla carta non mi interessa, io voglio vedere i fatti e i fatti ceh vedo io che uso entrambe i sistemi e' che se anche MS implementa tante tecnologie belle e nuove lo fa talmente superficialmente o con codice mal ottimizzato alla fine funziona meglio un kernel Linux che fa tutte le belle cosette che hai elencato tu via software ... poi un' altra cosa ... il kernel linux lo ricompili e lo fai girare su qualsiasi CPU anche non x86 compatibile come powerPC arm alpha spark e qualsiasi altra cosa, se un kernel andasse a usare cosi nello specifico funzioni hardware del pentium 4 pensi che sia cosi; portabile come lo e' ora ?Windows gira solo su pc a poki processori e tutti categoricamente x86 compatibili, anni vidi NT su alpha ed era qualcosa di ridicolo ... un layer di emulazione per far girare un sistema che non nasceva per quella CPU, ridicolo ...Voi winari convinti continuare a sventola windows supporta di qua supporta anche mia nonna plug e play .. non me ne frega un emerito cavolo se poi alla fine la sostanza che va peggio di un sistema che fa certe cose via software ma le fa 100 volte meglio di windows.
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste

            Si parla parla.. intanto pero' la mitica
            microsoft ha annunciato poco tempo fi che
            supportera tra qualche mese i processori a
            64 bit quando Linux lo supporta da quando
            sono stati creati i primi esemplari ... poilinux non li supportasu linux puoi sperimentare tale supportoquando windows lo fara' sara' in versione stable (per MS ovviamente)comunque se sei abbonato MSDN universal puoi scaricare le beta degli windows a 64 bit io, non avendo hardware su cui fare test, non lo faccio
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            Linux gira' gia' sugli opteron da parecchio tempo quindi ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste

            Linux gira' gia' sugli opteron da parecchio
            tempo quindi ...quindi cosa?anche windows gira sulle piattaforme ia64 da parecchio tempoe anche il nuovo OS Applesemplicemente non lo danno in pasto alle massela differenza e' quisu linux tu fai il testingsui sistemi closed lo fanno i produttori e ti danno solo il prodotto finito...e soprattutto quando decidono che sia il momentonon crederai che MS abbia iniziato a sviluppare sulla piattaforma ia64 dopo che AMD e Intel hanno cominciato a commercializzare le loro cpu a 64 bit vero?????
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste

            non crederai che MS abbia iniziato a sviluppare sulla piattaforma
            ia64 dopo che AMD e Intel hanno cominciato a
            commercializzare le loro cpu a 64 bit vero?????No M$ ha iniziato a sviluppare il supporto per ia64 quando la stessa era gia' venduta da tempo con Linux sopra, vedi i server IBM ....
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste

            No M$ ha iniziato a sviluppare il supporto
            per ia64 quando la stessa era gia' venduta
            da tempo con Linux sopra, vedi i server IBM
            ....i server IBM a 64 bit non montano ne intel ne AMDpotrei dirti che NT4 girava su Alpha ancora prima che linux nascesse, ma a che serve fare sempre polemica a tutti i costi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale ERRATA CORRIGE

            potrei dirti che NT4 girava su Alpha ancora
            prima che linux nascesse, ma a che serve
            fare sempre polemica a tutti i costi?NT, non NT 4
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale ERRATA CORRIGE
            NT non girava su alpha ... era solo emulato ...
          • Zeross scrive:
            Re: Babbo Natale ERRATA CORRIGE
            - Scritto da: Anonimo
            NT non girava su alpha ... era solo emulatoNo, stai confondendo la funzione dell'Hardware Abstraction Layer, che è presente anche nella versione per x86.Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale ERRATA CORRIGE

            NT non girava su alpha ... era solo emulato
            ...cosa era emulato?su Alpha esisteva un emulatore x86 per caso???dai su...sulla settimana enigmistica queste cose possono anche far ridere qualcunopero' NT e' NATO ed ha girato per la PRIMA volta su macchine Alpha digitalin seguito e' stato portato su x86E provenendo da VMS la cosa non mi sorprende affatto
          • Zeross scrive:
            Re: Babbo Natale ERRATA CORRIGE
            - Scritto da: Anonimo


            potrei dirti che NT4 girava su Alpha
            ancora

            prima che linux nascesse, ma a che serve

            fare sempre polemica a tutti i costi?

            NT, non NT 4Mi spieghi allora quello che c'è scritto sotto "RISC-BASED SYSTEMS" alla pagina "http://www.microsoft.com/ntworkstation/ProductInformation/productoverview/systemrequirements/" ?Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Babbo Natale ERRATA CORRIGE


            Mi spieghi allora quello che c'è scritto
            sotto "RISC-BASED SYSTEMS" alla pagina
            "http://www.microsoft.com/ntworkstation/Produ


            Zerossueh calmo .. coso :) :) :)NT girava su Alpha prima che linux nascesse, non NT4 al cui tempo linux gia' esistevase l'italiano e' ancora una lingua certa la frase che ho scritto non implica che NT4 non giri su Alpha :Dok?
          • Zeross scrive:
            Re: Babbo Natale ERRATA CORRIGE
            - Scritto da: Anonimo
            NT girava su Alpha prima che linux nascesse,
            non NT4 al cui tempo linux gia' esisteva
            se l'italiano e' ancora una lingua certa la
            frase che ho scritto non implica che NT4 non
            giri su Alpha :DAhh, avevo capito un'altra cosa... sorry.Zeross
          • Zeross scrive:
            Re: Babbo Natale non esiste
            - Scritto da: Anonimo

            linux non li supporta
            su linux puoi sperimentare tale supporto
            quando windows lo fara' sara' in versione
            stable (per MS ovviamente)
            comunque se sei abbonato MSDN universal puoi
            scaricare le beta degli windows a 64 bit
            io, non avendo hardware su cui fare test,
            non lo faccioWindows XP a 64bit è in vendita da un po'.Windows Server 2003 Datacenter e Enterprise a 64bit si sono aggiunti questo mese.E tra un po' saranno rilasciati (solo in versione 64bit):- Windows XP 2003- Windows Server 2003 per AMD64Zeross
        • Akiro scrive:
          Re: Babbo Natale non esiste

          E poi i sistemi MS sono anni luce più
          evoluti delle distro linux.avevi iniziato bene e mi sei finito in polemica...guarda che i marchi IBM, MS, CIP E CIOP,... non vogliono sempre dire QUALITA'
        • Anonimo scrive:
          Re: Babbo Natale non esiste
          - Scritto da: Anonimo
          ...siamo alle solite.

          Il software ha un costo per i produttori...
          ma evidentemente voi linari non lo sapete.

          Il modello economico linux vive sul filo del
          rasoio...da undici anni, sopra l'esperienza ancora maggiore di GNU
          tanto che per ogni distribuzione
          che nasce ne muoiono 3...ecco la solita affermazione non documentata che riempie la bocca dei win maniac così tanto che molti non riescono a trattenersi dal dirla
          e alle aziende
          questo non piace alla mia e alle altre che utilizzano il Sw libero, invece sì
          e pagano con gioia 200 euro
          di licenza win2000/xp consapevoli che
          microsoft non chiude dall'oggi al domani.ripeto: Linux esiste da più di dieci anni.
          E poi i sistemi MS sono anni luce più
          evoluti delle distro linux.opinione rispettabile ma non provabile a chiacchiere
      • Anonimo scrive:
        Re: linux ahahahahahahahha
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Infatti il desktop in Linux è gestito da
        un

        Server Grafico che permette a molti (non

        solo 2) utenti di accedere

        contemporaneamente.

        Feature che hanno anche le versioni server
        di w2000 ma che ti tocca pagare a caro
        prezzo!!oltre al desktop remoto, l'invito all'aiuto remoto di win xp che non ti costa niente, e che sono una manna per l'amministratore che deve gestire 1000 utonti.l'utonto ti invia una mail di richiesta d'aiuto e tu clicci e gestiscilinuz che ha un tubo al massimo gli how to scritti in cirillico
        • Anonimo scrive:
          Re: linux ahahahahahahahha
          inoltre direi che gli smart display sono qualcosa che va oltre un semplice server X remoto. possono essere considerati dei controlli multiplayer remoti e funzionano in HW non tramite software (cosa che molto spesso i linux-users trascurano quando si considerano eletti da dio quando poi usano software di emulazione).però poi attaccano i winmodem... mah.
          • Giambo scrive:
            Re: linux ahahahahahahahha
            - Scritto da: Anonimo
            inoltre direi che gli smart display sono
            qualcosa che va oltre un semplice server X
            remoto.OK, fin qui ci siamo.
            possono essere considerati dei
            controlli multiplayer remoti e funzionano in
            HW non tramite softwareNo, aspetta, fammi capire ... Per usare uno "smart display" devo comperare ed installare dell'HW aggiuntivo ?!?!
            però poi attaccano i winmodem... mah.I Winmodem devono morire. Punto.
          • Anonimo scrive:
            Re: w i winmodem
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Anonimo


            inoltre direi che gli smart display sono

            qualcosa che va oltre un semplice server X

            remoto.

            OK, fin qui ci siamo.


            possono essere considerati dei

            controlli multiplayer remoti e funzionano
            in

            HW non tramite software

            No, aspetta, fammi capire ... Per usare uno
            "smart display" devo comperare ed installare
            dell'HW aggiuntivo ?!?!e incluso nel monitor l'hw, perchè secondo te si chiama smart

            però poi attaccano i winmodem... mah.

            I Winmodem devono morire. Punto.e perchè se io voglio un modem che costa poco (10 20 eur), se un winmodem mi permette di risparmiare chi sei tu per impedirmelo, non siete voi i promotori del risparmio a tutti i costi?
          • TeX scrive:
            Re: w i winmodem
            - Scritto da: Anonimo
            ....


            possono essere considerati dei


            controlli multiplayer remoti e
            funzionano

            in


            HW non tramite software



            No, aspetta, fammi capire ... Per usare
            uno

            "smart display" devo comperare ed
            installare

            dell'HW aggiuntivo ?!?!

            e incluso nel monitor l'hw, perchè secondo
            te si chiama smartInsomma, quello che negli anni '70 si chiamava 'terminale'....


            però poi attaccano i winmodem... mah.



            I Winmodem devono morire. Punto.

            e perchè se io voglio un modem che costa
            poco (10 20 eur), se un winmodem mi permette
            di risparmiare chi sei tu per impedirmelo,
            non siete voi i promotori del risparmio a
            tutti i costi?Io non sono così drastico sui winmodem, però trovo che i produttori siano un po' scorretti nel presentarli.... Dovrebbe essere infatti ben chiaro che tali modem funzionano esclusivamente sui sistemi supportati (Windows sempre, Linux spesso e a volte anche grazie agli stessi produttori, ma nessun altro s.o.) e che sfruttano la CPU per funzionare appesantendola (ok, magari non è un problema per un P4 da 3 GHz....)
          • Anonimo scrive:
            Re: w i winmodem tex studia
            - Scritto da: TeX

            - Scritto da: Anonimo


            ....



            possono essere considerati dei



            controlli multiplayer remoti e

            funzionano


            in



            HW non tramite software





            No, aspetta, fammi capire ... Per usare

            uno


            "smart display" devo comperare ed

            installare


            dell'HW aggiuntivo ?!?!



            e incluso nel monitor l'hw, perchè secondo

            te si chiama smart

            Insomma, quello che negli anni '70 si
            chiamava 'terminale'....si e i ciucci volano, infatti i terminali degli anni 70 ti permettevano di portarteli in giro per la ditta invertire la visualizzazione ecc...ma se non avete da dire niente astenetevi.e probabile che negli anni 70 qualche citruppo come te avra affermato " non è niente di nuovo giotto gia dipingeva i quadri centinaia di anni fa"va sono buono leggi qua e imparahttp://www.intel.com/italiano/home/trends/news/smart_display.htm



            però poi attaccano i winmodem...
            mah.





            I Winmodem devono morire. Punto.



            e perchè se io voglio un modem che costa

            poco (10 20 eur), se un winmodem mi
            permette

            di risparmiare chi sei tu per impedirmelo,

            non siete voi i promotori del risparmio a

            tutti i costi?

            Io non sono così drastico sui winmodem, però
            trovo che i produttori siano un po'
            scorretti nel presentarli.... Dovrebbe
            essere infatti ben chiaro che tali modem
            funzionano esclusivamente sui sistemi
            supportati (Windows sempre, Linux spesso e a
            volte anche grazie agli stessi produttori,
            ma nessun altro s.o.) e che sfruttano la CPU
            per funzionare appesantendola (ok, magari
            non è un problema per un P4 da 3 GHz....)se costano meno ci sara un motivo risparmiano sui chip e spendono milioni per creare un driver per ogniuna delle migliaia di distro linuz.mitico ma ba a .......
          • TeX scrive:
            Re: w i winmodem tex studia
            - Scritto da: Anonimo
            ....

            Insomma, quello che negli anni '70 si

            chiamava 'terminale'....

            si e i ciucci volano, infatti i terminali
            degli anni 70 ti permettevano di portarteli
            in giro per la ditta invertire la
            visualizzazione ecc...Visto che sei in volo, quando atterri ?Detto questo, i terminali degli anni 70 non si portavano in giro perchè il collegamento con il mainframe era via cavo ed inoltre dovevano essere alimentati con il 220. Se fai un dispositivo alimentato a batteria e che si collega con il PC via wireless ottieni esattamente il tuo smart display. Chiaro che 30 anni di sviluppo tecnologico affinano l'implementazione, ma il principio è esattamente lo stesso. Mi sembrava una cosa così ovvia per chiunque.... evidentemente mi sbagliavo.........



            Io non sono così drastico sui winmodem,
            però

            trovo che i produttori siano un po'

            scorretti nel presentarli.... Dovrebbe

            essere infatti ben chiaro che tali modem

            funzionano esclusivamente sui sistemi

            supportati (Windows sempre, Linux spesso
            e a

            volte anche grazie agli stessi produttori,

            ma nessun altro s.o.) e che sfruttano la
            CPU

            per funzionare appesantendola (ok, magari

            non è un problema per un P4 da 3 GHz....)


            se costano meno ci sara un motivo
            risparmiano sui chip e spendono milioni per
            creare un driver per ogniuna delle migliaia
            di distro linuz.Fai una cosa.... segui un corso accelerato di italiano... anzi, meglio se segui un corso passo-passo, altrimenti rimmarresti indietro... poi fra un paio di anni rileggi la mia frase che magari la capisci...
          • Anonimo scrive:
            Re: w i winmodem tex studia
            approfitto di una delle poche persone moderate di questo forum per fare un paio di domande ot:begin{itemize} %mi adeguo al tuo nick :)item ma quanti imbecilli ci sono su questo forum?;item perche` non collegano il cervello prima di parlare?;item perche` non conoscono l'italiano e l'educazione?;item perche` il 99% dev'essere convinto di usare il so migliore del mondo?;item perche` noi continuiamo a rispondergli?. end{itemize}vabbe`, ho tralasciato il preambolo, ma si capisce lo stesso, no? in trepidante attesa che muoiano i winmodem e che la ms la smetta di spacciare come rivoluzioni cose vecchie di decenni,raist
          • Anonimo scrive:
            Re: per rainst mitico ma baf.....
            mitico
          • TeX scrive:
            Re: tex perseverare ti rende diabolico
            - Scritto da: Anonimo[cazzate]Ma vai a zappare e lascia perdere l'informatica...
          • Anonimo scrive:
            Re: quando tex non ha niente da dire ins
            ulta

            [cazzate]
            Ma vai a zappare e lascia perdere l'informatica...che dire è il commento di uno che ha detto una cavolata ma deve per forza avere l'ultima parola
          • Anonimo scrive:
            Re: tex perseverare ti rende diabolico
            Non ci credo. Questo qui e' riuscito a scrivere:"vedo che anche tu l'italiano scritto e come quello parlato.":-(
          • TeX scrive:
            Re: tex perseverare ti rende diabolico
            - Scritto da: Anonimo
            Non ci credo. Questo qui e' riuscito a
            scrivere:

            "vedo che anche tu l'italiano scritto e come
            quello parlato."

            :-(Che vuoi che ti dica... io più che dirgli di lasciar perdere l'informatica e mettersi a studiare l'italiano non potevo....Certo che c'è sempre un'alternativa... dalla cultura alla coltura...
          • Giambo scrive:
            Re: w i winmodem
            - Scritto da: Anonimo

            No, aspetta, fammi capire ... Per usare
            uno

            "smart display" devo comperare ed
            installare

            dell'HW aggiuntivo ?!?!

            e incluso nel monitor l'hw, perchè secondo
            te si chiama smartAh, allora 'sto smart-coso e' un acrocchio HW, non un pezzo Software ... Bah ...


            però poi attaccano i winmodem... mah.



            I Winmodem devono morire. Punto.

            e perchè se io voglio un modem che costa
            poco (10 20 eur), se un winmodem mi permette
            di risparmiare chi sei tu per impedirmelo,
            non siete voi i promotori del risparmio a
            tutti i costi?Pure una cariola costa meno della Fiat Stilo ..
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa già possibile in Linux.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Infatti il desktop in Linux è gestito da
        un

        Server Grafico che permette a molti (non

        solo 2) utenti di accedere

        contemporaneamente.

        Feature che hanno anche le versioni server
        di w2000 ma che ti tocca pagare a caro
        prezzo!!allora non mi sono perso niente.Grazie della segnalazione
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
      ingraziano- Scritto da: Anonimo

      Infatti il desktop in Linux è gestito da un
      Server Grafico che permette a molti (non
      solo 2) utenti di accedere
      contemporaneamente.e si come no poi un bel hacker dall'altra parte del mondo con un bel sforazzo sulla porta su cui risponde l'xserver ti grema la macchinaciao pirlotta
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
        - Scritto da: Anonimo
        ingraziano

        - Scritto da: Anonimo



        Infatti il desktop in Linux è gestito da
        un

        Server Grafico che permette a molti (non

        solo 2) utenti di accedere

        contemporaneamente.


        e si come no poi un bel hacker dall'altra
        parte del mondo con un bel sforazzo sulla
        porta su cui risponde l'xserver ti grema la
        macchina


        ciao pirlottaC'è solo una cosa peggiore di non capire un cazzo.Non capire un cazzo e dimostrarlo pubblicamente....Adesso puoi tornare a giocare....
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
          che facciamo insabbiamo? Siamo la nuova unione sovietica del mondo?E' rinomato che XFree era (ed è) alquanto buggata, specie per la sicurezza (ma forse tu sei uscito dal corso di indottrinamento linux l'altra settimana, quindi certe cose non le saprai mai). Questo spiega perché ci siano da un annetto a questa parte release a ritmo mensile, se non settimanale.Ah, giusto! non è MS, quindi i loro non sono bug, sono sviste e una volta patchati vanno dimenticati. Invece se hai fatto un prodotto multitasking (col kernel prehemption! voi ci dovete ancora arrivare, ufficialmente) a finestre nel 95 (ai mac user che non sanno che il loro os è diventato *realmente* multitasking solo coll'OSX pregasi di astenersi dal dire noi ce l'avevamo prima) e, essendo una cosa pioneristica, funzionava ma non era eccezionale, DEVI essere continuamente bersagliato di critiche dai tuoi inseguitori.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
            - Scritto da: Anonimo
            che facciamo insabbiamo? Siamo la nuova
            unione sovietica del mondo?Beh, in effetti ad uno che finisce un post con un "ciao pirlotta"si potrebbe rispondere con un semplice "vaffanculo", ma comunque...
            E' rinomato che XFree era (ed è) alquanto
            buggata, specie per la sicurezza (ma forse
            tu sei uscito dal corso di indottrinamento
            linux l'altra settimana, quindi certe cose
            non le saprai mai). Questo spiega perché ciXfree potrà essere buggato quanto vuoi, ma se tu non amministri un sistema alla stracazzo lasciando aperte tutte le porte le intrusioni saranno ben difficili.Se, e sottolineo il se, ti interessa permettere l'accesso remoto alle risorse grafiche tramite una rete accessibile dall'esterno (e quindi non una rete locale) allora dovrai preoccuparti di eventuali vulnerabilità ne più e ne meno di qualsiasi altro sistema accessibile dall'esterno. Windows compreso, visto che non mi pare sia una botte di ferro...
            siano da un annetto a questa parte release a
            ritmo mensile, se non settimanale.
            Ah, giusto! non è MS, quindi i loro non sono
            bug, sono sviste e una volta patchati vanno
            dimenticati. Invece se hai fatto un prodotto
            multitasking (col kernel prehemption! voi ci
            dovete ancora arrivare, ufficialmente) a
            finestre nel 95 (ai mac user che non sanno
            che il loro os è diventato *realmente*
            multitasking solo coll'OSX pregasi di
            astenersi dal dire noi ce l'avevamo prima)
            e, essendo una cosa pioneristica, funzionava
            ma non era eccezionale, DEVI essere
            continuamente bersagliato di critiche dai
            tuoi inseguitori.Tutto un bel discorso che non centra un emerito cazzo con la questione di prima.... ma proseguendo con questo discorso allora ti posso rispondere ricordantoti di andare a fare il defrag al disco....
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r

            Tutto un bel discorso che non centra un
            emerito cazzo con la questione di prima....
            ma proseguendo con questo discorso allora ti
            posso rispondere ricordantoti di andare a
            fare il defrag al disco.... e io potrei anche dirti che sia ora che le specifiche dei file system di linux te le leggi e scoprirai che frammentano eccome! per dare l'impressione che non lo fanno riservano spazio su disco per i file che prevedano si ingrandiscano, copiano ogni tot blocchi di disco il superblock (sprecando un sacco di settori, tra le altre cose), piazzano dei buchi nei file per frammentarli meglio etc etc.non molto diversamente da quanto non facciano altri filesystem.Anche perché i defrag per linux esistono eccome! sono poco diffusi perché per come è fatto il file system di linux (ext2 e derivati, ovviamente) è molto poco performante deframmentare l'intero disco (devi aggiornare moltissimissime copie locali del superblock o sputtani il disco e se qualcosa va storto durante ciao ciao filesystem - è mandatorio che le copie dei superblock siano tutte uguali per non avere perdite di dati -)Se vuoi fare una prova lampo e sicura puoi prendere VMware demo, ti scarichi le estension dal loro sito e troverai un bellissimo defragger (che funziona bene anche su partizioni native, tra parentesi). Vai a vedere il disco virtuale prima e dopo la cura e poi dimmi se non era frammentato (il programma è nativo per linux e deframmenta il file system, non il file del disco virtuale!).Ricordo inoltre che proprio su questi forum all'uscita di mdk 9 c'era gente che giurava che reiserfs gli aveva fottuto parecchi dischi con dati per bug nell'implementazione del file system e allo stesso modo utenti di reiserfs sostenevano la stessa cosa di ext2-3. Quindi non frammenteranno (se ti fa comodo pensarla così) però in quanto a stabilità universale di utilizzo...A me è successo una volta sola con ext2 ma sono quasi sicuro che sia stato un piccolo fault hardware.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
            - Scritto da: Anonimo

            Tutto un bel discorso che non centra un

            emerito cazzo con la questione di
            prima....

            ma proseguendo con questo discorso allora
            ti

            posso rispondere ricordantoti di andare a

            fare il defrag al disco....

            e io potrei anche dirti che sia ora che le
            specifiche dei file system di linux te le
            leggi e scoprirai che frammentano eccome!Mai detto che non frammentano. Solo che la frammentazione rimane limitata invece di propagarsi all'inverosimile.La coseguenza è che non sei costretto a deframmentare.
            Ricordo inoltre che proprio su questi forum
            all'uscita di mdk 9 c'era gente che giurava
            che reiserfs gli aveva fottuto parecchi
            dischi con dati per bug nell'implementazione
            del file system e allo stesso modo utenti di
            reiserfs sostenevano la stessa cosa di
            ext2-3. Quindi non frammenteranno (se ti fa
            comodo pensarla così) però in quanto a
            stabilità universale di utilizzo...Mai avuto problemi con Ext2/3. ReiserFS ha avuto un boom perchè è più prestazionale di Ext3, ma fino a poco tempo fa non era stabile (non so ora....) e quindi chi lo utilizzava lo faceva a suo rischio....
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r

            Mai detto che non frammentano. Solo che la
            frammentazione rimane limitata invece di
            propagarsi all'inverosimile.
            La coseguenza è che non sei costretto a
            deframmentare.
            e chi ha mai deframmentato un disco NTFS???si rammentera' pure ma in maniera ridicola...forse stai parlando di far e fat32, ma quelli non sono filesystem nati per l'enterprise fat e' nato quando i dischi da 10 mega erano una manna dal cielo!!!ext2 e' nato almeno 10 anni dopo
            Mai avuto problemi con Ext2/3. ReiserFS ha
            avuto un boom perchè è più prestazionale di
            Ext3, ma fino a poco tempo fa non era
            stabile (non so ora....) e quindi chi lo
            utilizzava lo faceva a suo rischio....ovvioi problemi ce li hanno sempre gli altri...
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
            - Scritto da: Anonimo...
            e chi ha mai deframmentato un disco NTFS???
            si rammentera' pure ma in maniera ridicola......"ovvio i problemi ce li hanno sempre gli altri..."
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r


            e chi ha mai deframmentato un disco
            NTFS???

            si rammentera' pure ma in maniera
            ridicola...
            ...

            "ovvio i problemi ce li hanno sempre gli
            altri..."mica ho detto che ext2 si frammenti a bestia ...ho solo detto che e' un fattore trascurabilee per questo io non ho mai deframmentatone ext2 ne ntfs...da come la metti tu sembra non ci sia via di scampoanche perche' ntfs supporta i flat file superiori a 4 giga al contrario di ext2...
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            che facciamo insabbiamo? Siamo la nuova

            unione sovietica del mondo?

            Beh, in effetti ad uno che finisce un post
            con un "ciao pirlotta"
            si potrebbe rispondere con un semplice
            "vaffanculo", ma comunque...
            e vero pirlotta comunque rimani pirlotta.

            E' rinomato che XFree era (ed è) alquanto

            buggata, specie per la sicurezza (ma forse

            tu sei uscito dal corso di indottrinamento

            linux l'altra settimana, quindi certe cose

            non le saprai mai). Questo spiega perché
            ci

            Xfree potrà essere buggato quanto vuoi, ma
            se tu non amministri un sistema alla
            stracazzo lasciando aperte tutte le porte le
            intrusioni saranno ben difficili.
            appunto cosi non gestisci più niente da remoto
            Se, e sottolineo il se, ti interessa
            permettere l'accesso remoto alle risorse
            grafiche tramite una rete accessibile
            dall'esterno (e quindi non una rete locale)
            allora dovrai preoccuparti di eventuali
            vulnerabilità ne più e ne meno di qualsiasi
            altro sistema accessibile dall'esterno.si come open ssl ahahhahahahahahahahahahha
            Windows compreso, visto che non mi pare sia
            una botte di ferro...lavati la bocca prima di nominare win in vano

            siano da un annetto a questa parte
            release a

            ritmo mensile, se non settimanale.

            Ah, giusto! non è MS, quindi i loro non
            sono

            bug, sono sviste e una volta patchati
            vanno

            dimenticati. Invece se hai fatto un
            prodotto

            multitasking (col kernel prehemption! voi
            ci

            dovete ancora arrivare, ufficialmente) a

            finestre nel 95 (ai mac user che non sanno

            che il loro os è diventato *realmente*

            multitasking solo coll'OSX pregasi di

            astenersi dal dire noi ce l'avevamo prima)

            e, essendo una cosa pioneristica,
            funzionava

            ma non era eccezionale, DEVI essere

            continuamente bersagliato di critiche dai

            tuoi inseguitori.

            Tutto un bel discorso che non centra un
            emerito cazzo con la questione di prima....
            ma proseguendo con questo discorso allora ti
            posso rispondere ricordantoti di andare a
            fare il defrag al disco....be almeno a me già 8 anni fa quando mi andava via la corrente non dovevo reinstallare l'so da capo.ciao pirlotta e vai a fare un giro nella clinica win server 2003, li ti disintossicheranno dalla droga linuzzo, facendoti vedere i fantastici server win 2003 net che macinano dati a velocita della luce.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r

            ciao pirlotta e vai a fare un giro nella
            clinica win server 2003, li ti
            disintossicheranno dalla droga linuzzo,
            facendoti vedere i fantastici server win
            2003 net che macinano dati a velocita della
            luce.Ma i tuoi ti vogliono bene?
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            che facciamo insabbiamo? Siamo la nuova


            unione sovietica del mondo?



            Beh, in effetti ad uno che finisce un post

            con un "ciao pirlotta"

            si potrebbe rispondere con un semplice

            "vaffanculo", ma comunque...



            e vero pirlotta comunque rimani pirlotta.Beh... tu invece coglione sei e coglione rimani.. ma comunque....


            E' rinomato che XFree era (ed è)
            alquanto


            buggata, specie per la sicurezza (ma
            forse


            tu sei uscito dal corso di
            indottrinamento


            linux l'altra settimana, quindi certe
            cose


            non le saprai mai). Questo spiega
            perché

            ci



            Xfree potrà essere buggato quanto vuoi, ma

            se tu non amministri un sistema alla

            stracazzo lasciando aperte tutte le porte
            le

            intrusioni saranno ben difficili.



            appunto cosi non gestisci più niente da
            remotoSe non ti serve chiudi tutto. Coglione. Non fai come certi amministratori Windows che lasciano SQL Server aperto quando non serve e si fanno fottere da una vulnerabilità vecchia di 6 mesi probabilmente solo perchè NEPPURE SAPEVANO DI AVERE INSTALLATO SQL SERVER !!!!!Se ti serve amministrare un sistema remoto allora usi un terminale. Coglione.Se invece hai assoluto bisogno di utilizzare X remoto allora lo usi, ma se la tua rete è visibile dall'esterno allora dovrai stare attento alle vulnerabilità ne più e ne meno a come faresti con Windows.Con la piccola trascurabile differenza che X gira con i diritti utente, mentre Windows gira con i diritti (del craker) di sputtanarti tutto. Coglione. .....

            Windows compreso, visto che non mi pare
            sia

            una botte di ferro...

            lavati la bocca prima di nominare win in vanowin lo nomino come mi pare in vano, in auto, in aereo, in bici e in qualsiasi altro luogo._INVANO_ !!!!! COGLIONE !!!! IMPARA L'ITALIANO !!!! .....

            posso rispondere ricordantoti di andare a

            fare il defrag al disco....

            be almeno a me già 8 anni fa quando mi
            andava via la corrente non dovevo
            reinstallare l'so da capo.No. Infatti lo dovevi reinstallare anche se non andava via la corrente....
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r

            lavati la bocca prima di nominare win in vanoUfficiale: dopo aver letto parecchi post, concludo che i sostenitori di Windows sono tutti ignoranti. Questo qui e' riuscito a scrivere invano "in vano".Ma non le avete fatte le elementari?
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
            sorvolando sul fatto che ho dovuto aspettare qualche minuto per smettere di ridere...
            E' rinomato che XFree era (ed è) alquanto
            buggata, specie per la sicurezza (ma forse
            tu sei uscito dal corso di indottrinamento
            linux l'altra settimana, quindi certe cose
            non le saprai mai). Questo spiega perché ci
            siano da un annetto a questa parte release a
            ritmo mensile, se non settimanale.ma per favore
            Ah, giusto! non è MS, quindi i loro non sono
            bug, sono sviste e una volta patchati vanno
            dimenticati. Invece se hai fatto un prodotto
            multitasking (col kernel prehemption! voi ci
            dovete ancora arrivare, ufficialmente) a
            finestre nel 95 (ai mac user che non sannose stai parlando di win95 guarda che la kernel preemptionnon sapeva neanche dove stava di casa, se parli di winnt (che non so quando sia uscito) lascia pure stare, che e` meglio.
            che il loro os è diventato *realmente*
            multitasking solo coll'OSX pregasi di
            astenersi dal dire noi ce l'avevamo prima)ti dico una parola sola: amiga!!!!
            e, essendo una cosa pioneristica, funzionava
            ma non era eccezionale, DEVI essere
            continuamente bersagliato di critiche dai
            tuoi inseguitori.pionieristica???? la microsoft pionieristica??? ma ti hanno fatto il lavaggio del cervello???ma per favore.raist
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r


            che il loro os è diventato *realmente*

            multitasking solo coll'OSX pregasi di

            astenersi dal dire noi ce l'avevamo prima)
            ti dico una parola sola: amiga!!!!Si bella l'amiga, aggiornavi il fimware e diventava incompatibile con l'80% software precedenti... e tutto questo era necessario se volevi aggirare i bug delle varie versioni. Che belli tutti quei guru meditation! Non a caso sono falliti proprio quando gli utenti non ne potevano più di destreggiarti tra i vari requisiti di kickstart ogni volta che dovevi comperare un programma.E oggi se MS dopo 10 anni rilascia un software per patchare gli applicativi vecchi per farli girare sugli os di nuova generazione applicativi che ha giustamente dismesso per supportare nuove features e tecnologie senza dover essere schiavi del passato ovviamente è bastarda...a volte siete veramente idiosincratici.ma si sa è fondamentale avere quel programma che usava le feature di win3.1 funzionante su XP mentre invece quando avevi l'amiga era bello andare dal tecnico tornare a casa e buttare tutto il software che avevi perché ormai il kick era troppo nuovo e troppo bello (e questo succedeva a ritmo serrato, a cadenza annuale se non semestrale).Si ma poi scommetto che tu avevi l'amiga 500 e stai tutto il tempo a giocare a quei giochi pieni di grafica ma di cui quasi tutti si sono scordati (tranni alcuni memorabili titoli, ovviamente, l'1% circa della massa) e non sapevi manco che quei dischetti strani dove ti appariva quella cosa rettangolare blu quando li inserivi erano l'OS della macchina e che quell'OS era in larga parte dipendente da una rom a cui accedeva come se fosse una console (con indirizzi assoluti, ecco perché un'aggiornamento spesso causava incompatibilità a catena e perché spesso i nuovi kick erano + instabili di quelli vecchi e instabili (configurazioni laocontiche di jump per non perdere la consistenza nel 100% dei casi!)

            e, essendo una cosa pioneristica,
            funzionava

            ma non era eccezionale, DEVI essere

            continuamente bersagliato di critiche dai

            tuoi inseguitori.
            pionieristica???? la microsoft
            pionieristica??? ma ti hanno fatto il
            lavaggio del cervello???
            ma per favore.nel 95 sui desktop di casa c'era il DOS e all'epoca le cpu dovevano essere usate al 100% per fare quello che facevano e linux era troppo lento, l'unica alternativa era unix ma su un 486 o pentium di prima generazione non ce lo vedevo un unix... Le macchine mac erano nettamente superiori per quanto riguarda la forza bruta e la grafica (ma non per il multitasking). Quindi vendere un SO a finestre multitasking che girasse su quelle macchine è stata una cosa pioneristica. Dimostrami il contrario. Tanto è vero che sino al 97-98 windows 9x non era poi così diffuso...
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
            non volevo una supercazzola sull'amiga, volevo solo farti notare che il multitasking preemptive c'era un po' prima del 95
            nel 95 sui desktop di casa c'era il DOS e
            all'epoca le cpu dovevano essere usate al
            100% per fare quello che facevano e linux
            era troppo lento, l'unica alternativa era
            unix ma su un 486 o pentium di prima
            generazione non ce lo vedevo un unix... Le
            macchine mac erano nettamente superiori per
            quanto riguarda la forza bruta e la grafica
            (ma non per il multitasking). Quindi vendere
            un SO a finestre multitasking che girasse su
            quelle macchine è stata una cosa
            pioneristica. Dimostrami il contrario. Tanto
            è vero che sino al 97-98 windows 9x non era
            poi così diffuso...se windows 95 era multitasking io sono topo gigio
          • Giambo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
            - Scritto da: Anonimo
            Si bella l'amiga, aggiornavi il fimware e
            diventava incompatibile con l'80% software
            precedenti... Balle. O porti degli esempi o cacci solo balle. L'unico Soft incompatibile che ho trovato e' stato Bubble Bobble.
            Che belli tutti quei guru meditation!"Memoria Protetta" ti dice qualcosa ?
            Non a caso sono falliti proprio
            quando gli utenti non ne potevano più di
            destreggiarti tra i vari requisiti di
            kickstart ogni volta che dovevi comperare un
            programma.No, sono falliti per tutt'altra ragione, non raccontare balle.
            mentre invece quando avevi l'amiga era
            bello andare dal tecnico tornare a casa e
            buttare tutto il software che avevi perché
            ormai il kick era troppo nuovo e troppo
            bello (e questo succedeva a ritmo serrato, a
            cadenza annuale se non semestrale).Ma va' la' ! A ritmo semestrale !
            e che quell'OS era
            in larga parte dipendente da una rom a cui
            accedeva come se fosse una console (con
            indirizzi assoluti, Vedi sopra, niente MM ...
            nel 95 sui desktop di casa c'era il DOSCi sarebbe potuto essere Dr.DOS (Anni luce avanti), ma sappiamo tutti perche' cio' non e' accaduto.Oppure avrebbe potuto esserci OS/2, ma sappiamo tutti perche' cio' non e' accaduto.Oppure ...
            Quindi vendere
            un SO a finestre multitasking che girasse su
            quelle macchine è stata una cosa
            pioneristica.OS/2 ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
            OS/2???? Ma fammi un piacere: era un OS di m....Pensa che era cosi' multitasking che non aveva nemmeno la coda multipla dei messaggi (se sai cosa vuol dire...)Microsoft (inchino) ha fatto benissimo a sbarazzarsene a suo tempo, e poi il mercato, velocemente e senza troppo rumore, ha fatto il resto.A riprova del fatto che quando IBM (bleah!) decide di supportare qualcosa a livello desktop, e' come ne avesse firmato la condanna a morte. E spero che con linzozz vada proprio cosi'.ZioBill***no linux and no open source software were used to write this post. Linux is shit***- Scritto da: Giambo


            nel 95 sui desktop di casa c'era il DOS

            Ci sarebbe potuto essere Dr.DOS (Anni luce
            avanti), ma sappiamo tutti perche' cio' non
            e' accaduto.
            Oppure avrebbe potuto esserci OS/2, ma
            sappiamo tutti perche' cio' non e' accaduto.
            Oppure ...


            Quindi vendere

            un SO a finestre multitasking che girasse
            su

            quelle macchine è stata una cosa

            pioneristica.

            OS/2 ...
          • Giambo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
            - Scritto da: Anonimo
            OS/2???? Ma fammi un piacere: era un OS di
            m....Sappiamo quanto valgono le tue opinioni.
            Pensa che era cosi' multitasking che non
            aveva nemmeno la coda multipla dei messaggi
            (se sai cosa vuol dire...)Oh, mio Dio, che tragedia !
            Microsoft (inchino)C'e' un ometto che urla "Developers!", che batte le mani e che strilla come un primate che si sta' avvicinando dal dietro. Attento, dall'espressione del viso parrebbe non voler giocare alla "cavallina" :-)
            e poi il mercato,
            velocemente e senza troppo rumore, ha fatto
            il resto."Senza troppo rumore" non direi, se hai seguito almeno un pochino il processo di qualche anno fa'.
            A riprova del fatto che quando IBM (bleah!)
            decide di supportare qualcosa a livello
            desktop, e' come ne avesse firmato la
            condanna a morte.No, la condanna a morte l'ha firmata Bill Gates, se vogliamo credere agli atti del processo.
            E spero che con linzozz vada proprio cosi'.Questo l'abbiamo capito da tempo.
            Linux is shit***Detto da un omino piccolo-piccolo, perennemente incazzato e -pardon- stupido come te, non puo' che essere considerato un complimento.Ah, parlando di "shit", bella la trovata del tuo Padron Bill, il cesso wireless :-D ! L'OS giusto al posto giusto !
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
            Ah, parlando di "shit", bella la trovata del
            tuo Padron Bill, il cesso wireless :-D !
            L'OS giusto al posto giusto !e no giambot nel cesso ci finisce solo linuzzz ahahhaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
          • Giambo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
            - Scritto da: Anonimo

            Ah, parlando di "shit", bella la trovata
            del

            tuo Padron Bill, il cesso wireless :-D !

            L'OS giusto al posto giusto !

            e no giambot nel cesso ci finisce solo
            linuzzz
            ahahhaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaInfatti (http://punto-informatico.it/p.asp?i=44007) Windows c'e' gia'.Visti i rinomati problemi di buffer overflow di Windows, non oso pensare cosa succedera' al povero utente i "iloo" :-D !Seriamente: Credo che questa trovata della Microsoft sia veramente grande. Che abbiano capito finalmente il significato di "innovazione" ? Inoltre ............No, scusate, mi scappa troppo da ridere, non riesco a rimanere serio :-) ....
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r

            nel 95 sui desktop di casa c'era il DOS Ma quando hai disintallato win3.x, l'hai rimosso DEL TUTTO?
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r


            ti dico una parola sola: amiga!!!!
            Si bella l'amiga, aggiornavi il fimware e
            diventava incompatibile con l'80% software
            precedenti... e tutto questo era necessario
            se volevi aggirare i bug delle varie
            versioni. Quando mai??????
            Che belli tutti quei guru
            meditation! Non a caso sono falliti proprio
            quando gli utenti non ne potevano più di
            destreggiarti tra i vari requisiti di
            kickstart ogni volta che dovevi comperare un
            programma.Completamente falso...Sia il fallimento sia il problema delle Guru.I programmi andavano in guru per il semplice motivo che Amiga non ha mai potuto implementare una protezione della memoria essendo realizzata attorno al 680x0. Quando sono nate le prime MMU per la famiglia 680x0 con lo 030, l'architettura del Kernel utilizzava pesantemente shared memory e liste condivise. Realizzare la protezione della memoria era molto complicato anche se non impossibile .(se ne e' parlato per mesi su vari newsgroup alla nascita del progetto AROS).
            E oggi se MS dopo 10 anni rilascia un
            software per patchare gli applicativi vecchi
            per farli girare sugli os di nuova
            generazione
            applicativi che ha giustamente dismesso per
            supportare nuove features e tecnologie senza
            dover essere schiavi del passato ovviamente
            è bastarda...
            a volte siete veramente idiosincratici.
            ma si sa è fondamentale avere quel programma
            che usava le feature di win3.1 funzionante
            su XP mentre invece quando avevi l'amiga era
            bello andare dal tecnico tornare a casa e
            buttare tutto il software che avevi perché
            ormai il kick era troppo nuovo e troppoMai buttato nulla, se non i giochini e demo nel passaggio dal vecchio A500 ... giochini che se ne fottevano altamente delle direttive Commodore su come programmare l'amiga. Programmi scritti secondo le direttive funzionano senza nessun problema dal kick 1.1. al 2.0. Dal 68000 al 68060.
            bello (e questo succedeva a ritmo serrato, a
            cadenza annuale se non semestrale).
            Si ma poi scommetto che tu avevi l'amiga 500
            e stai tutto il tempo a giocare a quei
            giochi pieni di grafica ma di cui quasi
            tutti si sono scordati (tranni alcuni
            memorabili titoli, ovviamente, l'1% circa
            della massa) e non sapevi manco che quei
            dischetti strani dove ti appariva quella
            cosa rettangolare blu quando li inserivi
            erano l'OS della macchina e che quell'OS era
            in larga parte dipendente da una rom a cui
            accedeva come se fosse una console (con
            indirizzi assoluti, ecco perché
            un'aggiornamento spesso causava
            incompatibilità a catena e perché spesso i
            nuovi kick erano + instabili di quelli
            vecchi e instabili (configurazioni
            laocontiche di jump per non perdere la
            consistenza nel 100% dei casi!)Ma che minkia stai dicendo!!!!!!!L'unico indirizzo assoluto di Amiga, necessario, era la locazione 04.Le jump table non sono state assolutamente modificate da release a release. Piuttosto sono state aggiunte entry in fondo alle tabelle.Certo che se sei cosi' imbecille da utilizzare jump assoluti alle locazioni di memoria senza innoltrare la richiesta degli indirizzi al kernel allora e' ovvio e palese che il tuo programma non funzionera' mai se non sulla versione per cui lo hai sviluppato.



            e, essendo una cosa pioneristica,

            funzionava


            ma non era eccezionale, DEVI essere


            continuamente bersagliato di critiche
            dai


            tuoi inseguitori.

            pionieristica???? la microsoft

            pionieristica??? ma ti hanno fatto il

            lavaggio del cervello???

            ma per favore.
            nel 95 sui desktop di casa c'era il DOS e
            all'epoca le cpu dovevano essere usate al
            100% per fare quello che facevano e linux
            era troppo lento, l'unica alternativa era
            unix ma su un 486 o pentium di prima
            generazione non ce lo vedevo un unix... Che io sappia nel 95 usci win95 (appunto).. prima di lui, win 3.11, win3.1. Dicendo cosi' mi dici che anche win95 era dos (cosa peraltro risaputa). Unix ad ogni modo viene portato sugli x86 gia' a partire dai 386 (xenix ti dice nulla?) Di pioneristico win95 non aveva un emerito nulla.
            Le
            macchine mac erano nettamente superiori per
            quanto riguarda la forza bruta e la grafica
            (ma non per il multitasking). Le macchine Mac montavano gli stessi identi processori di Amiga e di forza bruta non e' che ne avessero poi da vendere (a meno di lanciarsi sui Quadra 040).
            Quindi vendere
            un SO a finestre multitasking che girasse su
            quelle macchine è stata una cosa
            pioneristica. Amiga nasce ben prima del 95.. molto prima.. Eppure ha sempre fatto preemptive multitasking. Alla faccia di win e Mac. Spesso e volentieri con una frazione della potenza di Cpu.
            Dimostrami il contrario. Tanto
            è vero che sino al 97-98 windows 9x non era
            poi così diffuso...WarfoX
          • godzilla scrive:
            Re: Cosa già pos. in Linuz gli hackers r
            applausi.godzilla
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa già possibile in Linux.
      - Scritto da: Anonimo

      Infatti il desktop in Linux è gestito da un
      Server Grafico che permette a molti (non
      solo 2) utenti di accedere
      contemporaneamente.Si, ma i protocolli come ICA o RDPhanno dimostrato di essere estremamentepiù efficienti e versatili di X-Windows.Oltre al fatto che permettono grazie ai virtual channels di virtualizzaresul terminale devices presenti sull'hostcome porte USB,Fireware, Seriali, Parallele, SchedeAudio etc etc.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa già possibile in Linux.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo



        Infatti il desktop in Linux è gestito da
        un

        Server Grafico che permette a molti (non

        solo 2) utenti di accedere

        contemporaneamente.

        Si, ma i protocolli come ICA o RDP
        hanno dimostrato di essere estremamente
        più efficienti e versatili di X-Windows.
        Oltre al fatto che permettono grazie
        ai virtual channels di virtualizzare
        sul terminale devices presenti sull'host
        come porte USB,
        Fireware, Seriali, Parallele, Schede
        Audio etc etc.
        Ma perchè parlate a caso? E' banale fare sta cosa da linux, si chiama "network virtual device"... e non serve ricompilare il kernel, basta inserire il modulo :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa già possibile in Linux.
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo





          Infatti il desktop in Linux è gestito
          da

          un


          Server Grafico che permette a molti
          (non


          solo 2) utenti di accedere


          contemporaneamente.



          Si, ma i protocolli come ICA o RDP

          hanno dimostrato di essere estremamente

          più efficienti e versatili di X-Windows.

          Oltre al fatto che permettono grazie

          ai virtual channels di virtualizzare

          sul terminale devices presenti sull'host

          come porte USB,

          Fireware, Seriali, Parallele, Schede

          Audio etc etc.



          Ma perchè parlate a caso? E' banale fare sta
          cosa da linux, si chiama "network virtual
          device"... e non serve ricompilare il
          kernel, basta inserire il modulo :-)e vero il problema e che non funziona :( , si esiste c'è il modulo, c'è tutto quello che ti pare, ma non basta scrivere quattro righe di codice per dire; noi abbiamo ecc..... le cose bisogna farle funzionare.
Chiudi i commenti