Laptop da 140 dollari? L'India dice no

La popolosa democrazia asiatica si tira fuori dal progetto One Laptop Per Child di Nicholas Negroponte. Il Ministero dell'Istruzione: prima insegnanti e scuole, poi strumenti tecnologici alla moda

New Delhi – L’India esce dalla lista dei futuri acquirenti del laptop a 140 dollari nato da un’ idea di Nicholas Negroponte. Sudeep Banerjee, sottosegretario del Ministero dell’Istruzione di New Delhi, sospetta che il progetto One Laptop Per Child non abbia una valenza pedagogica abbastanza promettente.

“Prima di tutto abbiamo bisogno di insegnanti in carne ed ossa, così come di scuole”, ha dichiarato Banerjee alla stampa locale. “L’idea del Prof. Negroponte non si è ancora realizzata”, ha aggiunto, “ed attualmente non può essere presa in considerazione da un paese di primo piano, in quanto si tratta di un progetto allo stato embrionale”.

I benefici dovuti all’uso scolastico di un computer, stando alle esternazioni degli esperti del governo di New Delhi, “sono ancora da indagare”. Questo perché, come ha sottolineato Banerjee, “dare un computer a ciascun alunno potrebbe indebolirne il pensiero critico, analitico e creativo”: Negroponte, che offre un PC dotato di software open-source , è convinto esattamente del contrario.

L’ entusiasmo della Nigeria, che ha ordinato un milione di laptop a basso costo, sarebbe un caso del tutto isolato: “Questi laptop a basso costo”, ha concluso Banerjee, “sono stati accolti con freddezza un po’ ovunque, persino in America”. L’offerta di computer a basso costo ha comunque interessato anche il colosso statunitense del software, Microsoft , che ha immediatamente risposto al laptop di Negroponte con un PC a scheda ricaricabile .

La differenza sostanziale tra il prodotto Microsoft e quello sviluppato dal team di ricercatori guidati da Negroponte, al di là delle specifiche hardware, è che la vendita dei laptop da 140 dollari si rivolge unicamente ai governi dei paesi in via di sviluppo. Negli ultimi tempi, il progetto One Laptop Per Child ha ottenuto il supporto delle Nazioni Unite ed ha suscitato grande interesse in moltissimi stati.

La produzione dei computer è già stata avviata: Quanta , l’azienda incaricata, prevede di sfornare i primi modelli di laptop a basso costo già agli inizi del 2007.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Dai, arrendiamoci.
    Si, in effetti, sì.Tutto ciò che partorisce il Divino Bush,e la Divina America è GIUSTISSIMO.Adoriamoli.Intercettateci tutto e tutti, come Voi volete,infinitamente Buoni e Giusti.E perdonateci dei nostri peccati tutti.Sì da meritare il Vostro Americano Amore Onnipresente.Amen
  • Anonimo scrive:
    Ne va...
    ...della ricchezza di qualcuno, e basta.Ma ci credono veramente alle stronzate che dicono? E veramente pensano che qualcuno ci crede?bhe...che qualcuno ci crede, veramente, lo penso anch'io. La madre dei coglioni è sempre incinta, quindi...Ps: basterà vedere le risposte a quest'intervento...scommessa?
  • Anonimo scrive:
    C'è chi dice no
    http://torpark.nfshost.com/
  • Anonimo scrive:
    Legge canadese
    C'è una legge in Canada che dice questo: qualsiasi comunicazione proveniente dal Canada e diretta in Canada deve NECESSARIAMENTE transitare SOLO all'interno del territorio canadese.La voglio anch'io per l'EU.
    • Anonimo scrive:
      Re: Legge canadese
      come fai a sapere con certezza se una informazione diretta in canada proviene dal canada?
      • Anonimo scrive:
        Re: Legge canadese
        - Scritto da:
        come fai a sapere con certezza se una
        informazione diretta in canada proviene dal
        canada?Se la puoi intercettare sai (necessariamente) da dove transita altrimenti l'assunto numero uno (la puoi intercettare) è verosimilmente falso o quanto meno non sei affatto sicuro di cosa stai intercettando ... magari sai intercettanto una copia VOLUTAMENTE falsa di un messaggio ... mentre quello vero sta andando da tutt'altra parte! 8) 8) 8) 8) 8)
    • Ataru73 scrive:
      Re: Legge canadese
      - Scritto da:
      C'è una legge in Canada che dice questo:
      qualsiasi comunicazione proveniente dal Canada e
      diretta in Canada deve NECESSARIAMENTE transitare
      SOLO all'interno del territorio
      canadese.

      La voglio anch'io per l'EU.Difficile da attuare su Internet... e se volessi comunicare con il mio vicino di casa usando un proxy guatemalteco?
      • Anonimo scrive:
        Re: Legge canadese
        Lo potresti fare, in teoria violando quella legge. Ma almeno sei sicuro che il traffico internet di massa di cittadini e imprese canadesi non sarà controllato dagli USA.
  • uguccione500 scrive:
    ...e certo...
    ...ma si, segreto di stato...e magari pure per la sicurezza del mondo...ma se a dirlo è gente che riceve messaggi VIA INTERNET da Bin Laden che a distanza di 5 anni continua ad inviare audio da chissà dove (perchè NON LO HANNO ANCORA TROVATO!!!) e che non è riuscita a trovare le famose ARMI DI DISTRUZIONI DI MASSA e ATOMICHE VARIE sparse nel pianeta una volta fatti i sopralluoghi in loco: non è roba che fai "sparire" in una giornata, ve ne rendete conto, vero???... Segreti di stato e sicurezza (dagli stati uniti): ma fatemi il piacere!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ...e certo...

      Scusa la domanda, ma c'è qualche ente americano
      che sta cercando Bin Laden? Sei proprio sicuro
      che sia ricercato, o che lo facciano cercare nei
      posti
      giusti?una cosa sicura c'è http://en.wikipedia.org/wiki/Clearstreamè un caso che Al Qaeda e i suoi nemici posseggano conti segreti presso la ClearStream?è un caso che alla fine degli anni '80 Bush padre inviò tramite la BNL 5 miliardi di $ a Saddam Hussein?è un caso che parte dei missili Hezbollah portano scritto "Made in USA"?
      • no berluska scrive:
        Re: ...e certo...
        - Scritto da:

        Scusa la domanda, ma c'è qualche ente americano

        che sta cercando Bin Laden? Sei proprio sicuro

        che sia ricercato, o che lo facciano cercare nei

        posti

        giusti?

        una cosa sicura c'è
        http://en.wikipedia.org/wiki/Clearstream

        è un caso che Al Qaeda e i suoi nemici posseggano
        conti segreti presso la
        ClearStream?

        è un caso che alla fine degli anni '80 Bush padre
        inviò tramite la BNL 5 miliardi di $ a Saddam
        Hussein?

        è un caso che parte dei missili Hezbollah portano
        scritto "Made in
        USA"?Questo, e... molto, molto altro.No. Non è un caso.
    • soulista scrive:
      Re: ...e certo...
      - Scritto da:

      Scusa la domanda, ma c'è qualche ente americano
      che sta cercando Bin Laden? Sei proprio sicuro
      che sia ricercato, o che lo facciano cercare nei
      posti
      giusti?Hai visto "sesso e potere"? siamo sicuri addirittura che Bin Laden esista? magari é un attore o una creazione in CGI... perchè altrimenti Hollywood sarebbe così avanzata negli effetti speciali?;-)firmato:un paranoide
      • uguccione500 scrive:
        Re: ...e certo...
        - Scritto da: soulista

        - Scritto da:




        Scusa la domanda, ma c'è qualche ente americano

        che sta cercando Bin Laden? Sei proprio sicuro

        che sia ricercato, o che lo facciano cercare nei

        posti

        giusti?

        Hai visto "sesso e potere"? siamo sicuri
        addirittura che Bin Laden esista? magari é un
        attore o una creazione in CGI... perchè
        altrimenti Hollywood sarebbe così avanzata negli
        effetti
        speciali?

        ;-)

        firmato:
        un paranoideNon penso sia paranoia solamente, sai???Solo pazzie di un dittatore democratico folle come quello che hanno messo su e riconfermato negli usa...
        • Anonimo scrive:
          Re: ...e certo...

          Solo pazzie di un dittatore democratico folle
          come quello che hanno messo su e riconfermato
          negli
          usa...Certo... la privacy non esiste, esistono solo i segreti di stato... La tua è una FEDE!
          • tartagli scrive:
            Terrorismo e intercettazioni
            A proposito del discorso terrorismo e diritti dei cittadini: gli stati uniti sono un paese democratico, questo significa che l'esecutivo per avere carta bianca su tutto e convincere i cittadini a rinunciare pian piano ai loro diritti fino a diventare sudditi, deve terrorizzare la popolazione facendo credere che ci sia una emergenza cosi` grande da dover mettere da parte i diritti umani.Ora se non ci fossero le prove, direi semplicemente che Bush ha guadagnato molto da un attacco terroristico (11 settembre 2001) che non aveva pensato.In realta` chi ha organizzato gli attacchi dell'11 settembre aveva molto piu` potere di quanto sembra dalle versioni ufficiali, sicuramente c'e` il coinvolgimento delle autorita` statunitensi. E` difficile credere che un povero pirla come Bin Laden possa davvero aver manovrato i governanti statunitensi come se fossero dei burattini.Per farvi capire la portata di queste cose vi suggerisco alcuni link.Informazioni sull'11 settembre:http://www.megachip.info/modules.php?name=Sections&op=viewarticle&artid=1927Il video originale in inglese "Loose Change 2nd Edition": http://www.loosechange911.com/La traduzione in italiano di Arcoiris.tv: http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=4661(qualita` delle immagini un po' inferiore)Riporto solo un piccolo esempio, tanto per darvi una idea delle informazioni contenute nel filmato: Una delle torri gemelle e` caduta in 10 secondi circa. Il tempo di caduta libera nel vuoto dalla cima della torre e` di circa 9 secondi. Quindi l'edificio e` caduto improvvisamente senza che le struttture opponessero alcuna resistenza. Proprio come gli edifici che vengono minati per la demolizione. Ma chi puo` aver minato le torri gemelle? In fondo il responsabile per la sicurezza era uno membro della famiglia Bush!La versione ufficiale spiega che l'incendio ha fuso i pilastri di metallo. La temperatura di fusione dell'acciaio e` circa 500 gradi superiore a quella di combustione del carburante dell'aereo. Si sono sentite molte esplosioni, ci sono anche le testimonianze registrate delle interviste ai pompieri. La spiegazione ufficiale e` che le cucine si potrebbero essere incendiate. Senza saperne molto di ingenieria e` difficile dire qualcosa di preciso. Meglio confrontate quello che e` successo in casi analoghi: le torri gemelle e il terzo grattacielo caduti l'11 settembre sono i primi tre casi di grattacieli completamente crollati a causa di incendi. E che bel crollo simmetrico! Cosi` verticale ed elegante.Insomma, guardate il video, e` molto interessante e si puo` scaricare gratuitamente e legalmente.
          • Cobra Reale scrive:
            Brogli elettorali
            A proposito di Arcoiris:http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Search&testo=clinton+curtis&tipo=testoTempo fa, un altro lettore postò questo simpatico link:http://www.nexusitalia.com/nexus_new/index.php?option=com_content&task=view&id=724&Itemid=100Chiedo conferma, ma tempo fa in TV dissero che parecchi giorni prima dell'11 Settembre 2001 le Autorità Americane erano state avvisate anche dalle nostre che dei terroristi intendevano penetrare in USA. Purtroppo, le nostre comunicazioni furono ignorate da Bush & C.Al di là di questo, la facilità con cui siano riusciti nei loro folli piani mi insospettisce, dato che anche allora gli USA temevano attentati da parte della potente organizzazione di Bin Laden.Forse, le tesi dei "complottisti" tradizionali sono piuttosto colorite ma anche a me viene difficile credere che Osama e la sua "rete" abbiano fatto tutto da soli.
          • Anonimo scrive:
            Re: Brogli elettorali
            - Scritto da: Cobra Reale
            A proposito di Arcoiris:
            http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Search&tes

            Tempo fa, un altro lettore postò questo simpatico
            link:
            http://www.nexusitalia.com/nexus_new/index.php?opt

            Chiedo conferma, ma tempo fa in TV dissero che
            parecchi giorni prima dell'11 Settembre 2001 le
            Autorità Americane erano state avvisate anche
            dalle nostre che dei terroristi intendevano
            penetrare in USA. Purtroppo, le nostre
            comunicazioni furono ignorate da Bush &
            C.
            Al di là di questo, la facilità con cui siano
            riusciti nei loro folli piani mi insospettisce,
            dato che anche allora gli USA temevano attentati
            da parte della potente organizzazione di Bin
            Laden.
            Forse, le tesi dei "complottisti" tradizionali
            sono piuttosto colorite ma anche a me viene
            difficile credere che Osama e la sua "rete"
            abbiano fatto tutto da
            soli.hai presente i napoletani nell'autogrill che cercano di venderti un portatile? ecco, loro hanno usato la stessa tecnica, però hanno fotto molti più danni.
          • uguccione500 scrive:
            Re: ...e certo...
            - Scritto da:


            Solo pazzie di un dittatore democratico folle

            come quello che hanno messo su e riconfermato

            negli

            usa...


            Certo... la privacy non esiste, esistono solo i
            segreti di stato...

            La tua è una FEDE!Io non ho fede in nessuno, stampatelo in mente: mi fido solo di me stesso e di ciò che vedo e sento e ribadisco: non esiste privacy (qui in Italia poi è una buffonata paurosa!) ne sicurezza se continuiamo di questo passo...
    • Anonimo scrive:
      Re: ...e certo...
      Ma dai...Bin L era il socio di Bush in una fabbrica d'armi, e non sa dove trovarlo?!?!Oltretutto chi, se non loro, ci ricavano di più da una guerra (petrolio, ecc..a parte).Provate ad pensare a tutto quello che è successo, considerando i presupposti, e tutte le *realtà* scoperte in seguito all'11 settembre che girano in internet (tipo: http://www.indicius.it/archivio_11_settembre.htm http://subito911.altervista.org/immagini_eloquenti.htm ) , e poi provate ad immaginare di raccontarlo a qualcuno che non ne sa niente (senza escludere tutti i fatti "nascosti" -per modo di dire-). C'è da farci la figura degli idioti a dire che "gli americani" (l'amministrazione, intendo) sono stati le vittime.Neanche un bambino deficente riuscirebbe a crederci.
      • tartagli scrive:
        Re: ...e certo...
        Grazie per i link.Sono molto interessanti e alcuni gettano luce su episodi passati (Pearl Arbour, ad esempio).Le storia italiana della strage di piazza Fontana (bomba in una banca da parte dei servizi segreti) a confronto con gli auto attentati dell'11 settembre al confronto non è nulla.Speriamo che negli USA la democrazia abbia la meglio sui terroristi.
        • no berluska scrive:
          Re: ...e certo...
          - Scritto da: tartagli
          Grazie per i link.
          Sono molto interessanti e alcuni gettano luce su
          episodi passati (Pearl Arbour, ad
          esempio).

          Le storia italiana della strage di piazza Fontana
          (bomba in una banca da parte dei servizi segreti)
          a confronto con gli auto attentati dell'11
          settembre al confronto non è
          nulla.

          Speriamo che negli USA la democrazia abbia la
          meglio sui
          terroristi.Tutto dipende da chi consideri terroristi.
      • no berluska scrive:
        Re: ...e certo...
        - Scritto da:
        Ma dai...Bin L era il socio di Bush in una
        fabbrica d'armi, e non sa dove
        trovarlo?!?!
        Oltretutto chi, se non loro, ci ricavano di più
        da una guerra (petrolio, ecc..a
        parte).

        Provate ad pensare a tutto quello che è successo,
        considerando i presupposti, e tutte le *realtà*
        scoperte in seguito all'11 settembre che girano
        in internet (tipo:
        http://www.indicius.it/archivio_11_settembre.htm
        http://subito911.altervista.org/immagini_eloquenti
        Neanche un bambino deficente riuscirebbe a
        crederci.A me lo dici? :D
Chiudi i commenti