Nook Color, e-reader o tablet?

Barnes&Noble ci riprova con nuovo e-reader da 7 pollici che va oltre la monotonia del bianco e nero. Basterà una spruzzata di colore per battere il Kindle di Amazon? Con un LCD poi?

Roma – Per infilare colori e animazioni nelle pagine dei libri digitali, non serve un nuovo tipo di inchiostro elettronico. L’americana Barnes & Noble propone semplicemente un ibrido tra e-reader e tablet PC. Un dispositivo da 7 pollici (1024 X 600) dotato di touchscreen retroilluminato e definito antiriflesso, che può anche andare su Facebook, riprodurre video e musica in formato MP3.

Il Nook Color è dotato di 8 gigabyte di spazio su disco, espandibili di 32 con la complicità della scheda SD. Include un modulo WiFi (802.11b/g/n) e una batteria che assicura almeno 8 ore di “lettura” ebook, senza la connessione attiva. Le misure del nuovo device, che pesa 448 grammi, sono 205,7x127x12,2 mm.

Il sistema operativo che gestisce il tutto è sempre Google Android, come nel primo Nook monocromatico. Anche se si parla di un tablet “light” dalle funzioni limitate, la versione Color permetterà di navigare e “giocare” con diverse applicazioni. A tale proposito, Barnes & Noble invita gli sviluppatori a creare ebook multimediali e “colorati” e contenuti speciali con il nuovo SDK Nook Developer

Per il momento il dispositivo viene venduto soltanto sul mercato americano, al prezzo di 249 dollari. Esattamente cento dollari in più del modello precedente. Tra i primi servizi disponibili spicca Nook Kids , canale esclusivo che raccoglierà ebook illustrati con storie interattive, destinate ai più piccoli.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pippo baudo scrive:
    Basta avete rotto
    Che palle con sta notizia, ogni 3 per 2 google street view, sta diventando più noiosa del delitto di sara a livello mediatico....bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaun pò di iniziativa con il giornalismo tech!!!!ci sono così tante novità al mondo!!! Basta copia incolla delle stesse tematiche!!!
    • kaiserxol scrive:
      Re: Basta avete rotto
      ma poi chi se ne frega se mi han sniffato mac address e 4 pacchetti in croce....Cos'è sanno che mi chiamo ***r** ******* dov'è il problema?? Un auto in movimento che passa...non è che si ferma sotto casa di ciascuno per ore.Un caso montato per nulla...se vogliono gleilo dò io il mac address, basta che la smettono con sta storia...processi...pure il tribunale di Roma a perder tempo e buttar soldi. Ridicolo!
      • Grappolo scrive:
        Re: Basta avete rotto
        - Scritto da: kaiserxol
        ma poi chi se ne frega se mi han sniffato mac
        address e 4 pacchetti in
        croce....
        Cos'è sanno che mi chiamo ***r** ******* dov'è il
        problema?? Un auto in movimento che passa...non è
        che si ferma sotto casa di ciascuno per
        ore.
        Un caso montato per nulla...se vogliono gleilo dò
        io il mac address, basta che la smettono con sta
        storia...processi...pure il tribunale di Roma a
        perder tempo e buttar soldi.
        Ridicolo!Cito dall'articolo: BigG ha ammesso l'involontaria acquisizione di email e password. Se tu sei contento di farti sniffare, io non lo sono affatto, se per te e perder tempo per me non lo è, siccome esiste una denuncia del garante della privacy il tribunale di Roma è obbligato ad aprire un inchiesta.
        • Aleph72 scrive:
          Re: Basta avete rotto
          Ma che glielo spieghi pure?Io quando vedo una notizia non troppo interessante, leggo solo l'excerpt, certo non perdo tempo a commentarla se non ho nulla da aggiungere.Questa è gente che non ha un beneamato c..o da fare tutto il giorno.
        • krane scrive:
          Re: Basta avete rotto
          - Scritto da: Grappolo
          - Scritto da: kaiserxol

          ma poi chi se ne frega se mi han sniffato

          mac address e 4 pacchetti in croce....

          Cos'è sanno che mi chiamo ***r** *******

          dov'è il problema?? Un auto in movimento

          che passa...non è che si ferma sotto casa

          di ciascuno per ore.

          Un caso montato per nulla...se vogliono

          gleilo dò io il mac address, basta che la

          smettono con sta storia...processi...pure

          il tribunale di Roma a perder tempo e

          buttar soldi.

          Ridicolo!
          Cito dall'articolo:
          BigG ha ammesso l'involontaria acquisizione
          di email e password.
          Se tu sei contento di farti sniffare, io non lo
          sono affatto, se per te e perder tempo per me
          non lo è, siccome esiste una denuncia del
          garante della privacy il tribunale di Roma è
          obbligato ad aprire un inchiesta.A me sembrava si lamentasse di piu' della percentuale di articoli dedicati alla notizia, un po' come il caso della ragazzina ammazzata che mi ha fatto smettere di guardare tg e leggere giornali da giorni, tanto non si parla d'altro: basta, tra na settimana fatemi un riassuntino e basta, ci stiamo abbattendo l'amazzonia con sta storia.
Chiudi i commenti