Programma condannato per consulenza illegale

Era in grado di prendere troppe decisioni, ma non aveva una licenza per poter.. operare. Quando anche i software finiscono in tribunale

Roma – Ziinet.com era solo un sistema esperto , progettato per offrire consulenza legale per procedure di bancarotta, previo il dovuto pagamento. Purtuttavia è stato chiamato in causa in tribunale, e giudicato “non autorizzato” a praticare la professione senza regolare licenza .

È accaduto a Henry Ihejirika, imprenditore che gestiva i siti web Ziinet.com e 700law.com , che implementavano appunto le routine di intelligenza artificiale del consulente automatizzato . Il software, descritto come “un sistema esperto che conosce la legge”, prevedeva l’inserimento di informazioni personali, debiti, entrate, beni patrimoniali e altri dati in una serie di box di dialogo.

Al termine, gli algoritmi computazionali del sistema generavano una serie modelli per la dichiarazione di bancarotta, con tanto di affidavit che dichiarava l’avvenuta documentazione delle dovute procedure legali svolta in autonomia dal cliente.

Un trattamento apparso soddisfacente a Jayson Reynoso, che ha di buon grado pagato 219 dollari per 60 giorni di accesso allo Ziinet Bankruptcy Engine . Ma qualcosa non è poi andato come lui si aspettava: un amministratore della pratica di bancarotta ha notato diversi errori nei documenti presentati da Reynoso, e quest’ultimo, per tutta risposta, ha chiamato in causa Ihejirika e il servizio di Ziinet.com, che si è unito al dibattimento nella corte federale interessata.

Dopo aver valutato le tante informazioni che il sistema era in grado di fornire all’utente pagante, il giudice ha dichiarato Henry Ihejirika colpevole di condotta fraudolenta, coinvolto nella pratica non autorizzata di consulenza legale. In realtà, la consulenza veniva fornita dal sistema esperto, definito dalla corte un consulente legale non autorizzato, quantunque automatizzato .

La peculiare natura del “legale software” non ha insomma impedito la condanna del suo gestore, multato, obbligato ad astenersi dall’offrire servizi simili in futuro e costretto a restituire le “parcelle” rastrellate da nove diversi clienti nella California del Nord. A poco è servito il ricorso in appello di Ihejirika: il giudice ha confermato la condanna, stabilendo che anche alle intelligenze artificiali occorre la licenza per praticare l’attività di consulenza.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • otxzLXuaySY YDGPTw scrive:
    PRqBgRraTyx
    One moment, please http://www.bewerbung-schreiben.de/einleitung.html generic xenical available He returns triumphant, with our exact location scribbled on a scrap of paper. Two phone calls later and we are sitting in the cab of a lorry, our bike strapped to its trailer. The driver drops us at a shabby garage in Granada’s outskirts: a quiet locale full of sleepy-looking bars, and shops closed for lunch.
  • WLtnUesHKSs scrive:
    wtlbCzwHrwEU
    Could you send me an application form? http://fanggle.com/partner/partner-program/ cheap soma hotels Both Miranda and her mother, Lady Victoria Leatham (of Antiques Roadshow fame), know what it is like to be brought up in the 100-plus rooms and 1,300 acres of Burghley – even if that experience has changed over the years. Lady Victoria remembers arriving at the age of nine in 1956, when her father inherited the estate. The house had no electricity: each night she climbed 67 dark steps to her bedroom with gas lamps hissing at the bottom and top. “There were tattered textiles and broken porcelain as far as the eye could see,” she says, and a distinctive smell of gas, dust, leather, polish and old dogs. “It was magical!”
  • JAHbvYTMrdB C scrive:
    liwmVSuTcEn
    thQHO4 http://www.QS3PE5ZGdxC9IoVKTAPT2DBYpPkMKqfz.com
  • Anonimo scrive:
    Controllo qualitativo e anonimato
    Sogno o son desto? La prassi del "controllo qualitativo" nelle scienze va sempre più verso una completa anonimizzazione di tutte le parti coinvolte (autore, controllore, contesto di pubblicazione, vedi triple blind review), e qui torniamo a parlare di titoli accademici!Il problema di fondo sta nell' assunzione che un titolo accademico sia un motivo necessario o sufficiente per vagliare la serietà/completezza di una affermazione. E mi pare che, alla pari delle suddette pratiche scientifiche, questo fosse esattamente il tipo di assunzione da cui wikipedia si era allontanata, differenziandosi dalle altre enciclopedie (che funzionano secondo l'equazione esperti = riconoscimenti accademici). L'alternativa è concettualmente semplice: una affermazione è da vagliare indipendentemente da chi la asserisce e il contesto nel quale viene asserita e questa situazione viene facilitata dall' anonimato. Il problema non può essere il ragazzino che si spaccia per super-accademico (anzi, tanto di cappello se ci è riuscito così bene). È di chi correla la correttezza di una affermazione al titolo di chi la asserisce! Rimango allibito, se dovesse essere vera la notizia che "l'intero bagaglio degli interventi di Essjay (si parla di migliaia di correzioni) è ora al vaglio del managment Wikipedia" e che "saranno richieste opportune verifiche delle credenziali accademiche in presenza di dispute". Ma che è? Rendiamo epistemologicamente accettabili "argomenti ad auctoritatem"?! Vorrebbe dire che Wikipedia ha reintrodotto una concetto epistomologicamente sbagliato ed una prassi, che si è rivelata controproducente, a dir poco! Ma sono solo io che vedo questa deriva?!
    • GrOg scrive:
      Re: Controllo qualitativo e anonimato

      Ma sono solo io che vedo questa deriva?!No, anch'io, sono perfettamente d'accordo con te! ;)
  • Anonimo scrive:
    Non accade solo su wikipedia
    http://en.wikipedia.org/wiki/Sokal_Affair
  • PinguinoMannaro scrive:
    Nessuna enciclopedia ....
    Neanche l'enciclopedia britannica porta trattare a fondo gli argomenti, ma saranno sempre trattati in modo introduttivo.quindi un qualsiasi studente secchione e che sappia scrivere bene e' sicuramente in grado di realizzare un articolo.Questo e' quello che e' avvenuto in questo caso.[forse era meglio che Essjay si presentasse per quello che e' davvero .... ci avrebbe fatto una figura molto migliore]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 marzo 2007 09.07-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuna enciclopedia ....
      Giusto il post di PinguinoMannaro. Se le cose che ha scritto sto tizio,dimenticandoci per un momento i millantati titoli accademici, sono corrette, o almeno riflettono un dibattito culturale in corso, non vedo il problema. Del resto che senso ha che wikipedia chieda titoli accademici? Se si tratta di un enciclopedia aperta è normale che possa contribuirvi anche il dilettante competente, o semplice appassionato; se invece si vuole il contributore accademico tanto vale diventare un enciclopedia "closed" come quella Britannica e assumere dei famosi esperti.
  • Anonimo scrive:
    Foto hard di Stacy Schiff
    Qualcuno le ha trovate ?Ho cercato ma... :( :DPer quanto riguarda invece il povero trollone smascherato, mi chiedo tre cose :1-Perche' nessuna "autorita'" ha indagato al momento dell'assunzione e soprattutto durante tutto il periodo in cui il tizio si e' vantato dei 4 titoli accademici ?Troppo comodo ORA dargli addosso, la colpa e' di chi ha lasciato che prendesse il sopravvento senza controllare.2-Nella wiki ci sono dozzine di persone che collaborano.Io credo che molti degli articoli scritti siano di parte, politicizzati o comunque scientificamente non completi (come invece si vuol far sembrare).La wiki e' ben lungi dall'essere un'enciclopedia libera, completa e attendibile, spesso questo la gente se lo scorda, prendendola per una Bibbia online...3-Il pagamento di chi contribuisce e l'eventuale "assunzione" mi paiono incentivi a scrivere articoli solo per ottenere vantaggi personali, non certo per contribuire alla creazione di uno spazio di cultura universale libera.Possibile davvero che nessuno se ne renda conto, chiedendo che vengano assunte solo persone che "non hanno nulla da guadagnarci" ?...
    • Anonimo scrive:
      Wikipedia e tutti gli altri
      - Scritto da:
      2-Nella wiki ci sono dozzine di persone che
      collaborano.
      Io credo che molti degli articoli scritti siano
      di parte, politicizzati o comunque
      scientificamente non completi (come invece si
      vuol far
      sembrare).
      La wiki e' ben lungi dall'essere un'enciclopedia
      libera, completa e attendibile, spesso questo la
      gente se lo scorda, prendendola per una Bibbia
      online...Con tutto il rispetto, la Bibbia E' di parte, scientificamente non completa e politicizzata (in senso ampio, visto che ovviamente è un documento religioso scritto da un popolo coinvolto storicamente e per fede scelta negli scritti riportati).Non sto insultando la Bibbia (avrei scritto lo stesso per qualsiasi testo sacro di qualsiasi religione) ma solo far capire che è inevitabile che testi che toccano argomenti soggetti a interpretazioni siano dibattuti, contestati e frutto di compromessi nella stesura.Non capisco come si pretenda un'ideale perfezione: anche testi molto ben valutati nella letteratura odierna (penso alle enciclopedie classiche) vivono PER FORZA il coinvolgimento della cultura dell'epoca e del luogo in cui vivono i collaboratori che la producono.Una enciclopedia scritta in una nazione fortemente monarchica non può esprimersi sui temi legati alla monarchia allo stesso modo di una nazione che vive un modello dittatoriale o una repubblica. Abbiamo scoperto l'acqua calda?
    • Anonimo scrive:
      Re: Foto hard di Stacy Schiff
      - Scritto da:
      Qualcuno le ha trovate ?
      Ho cercato ma... :( :Dhttp://www.pulitzer.org/year/2000/biography-or-autobiography/bio/
  • Anonimo scrive:
    ecco perchè
    preferisco mettere qualche immagine come registrato e quasi mai faccio modifiche al testo e le preferisco fare da anonimo (le poche volte che mi va). c'è sempre qualche deficiente che non capendo l'argomento preferisce censurare.. una sera mi sono divertito con questo:http://en.wikipedia.org/wiki/User_talk:Irishguye questo è il mio ultimo inserimento (poi sono stato bannato ;) ;) ;) ;)http://en.wikipedia.org/w/index.php?title=X_window_manager&oldid=88827105
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco perchè
      Perdonami, sono troppo stupido per capire il senso di quello che hai scritto/fatto.Me lo spieghi ?
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco perchè
      - Scritto da:
      preferisco mettere qualche immagine come
      registrato e quasi mai faccio modifiche al testo
      e le preferisco fare da anonimo (le poche volte
      che mi va). c'è sempre qualche deficiente che non
      capendo l'argomento preferisce censurare.. una
      sera mi sono divertito con
      questo:
      http://en.wikipedia.org/wiki/User_talk:Irishguy

      e questo è il mio ultimo inserimento (poi sono
      stato bannato ;) ;) ;)
      ;)

      http://en.wikipedia.org/w/index.php?title=X_window
      io invece ho inserito una bufala megagalattica che dura ormai da mesi su en.wiki :Dhttp://en.wikipedia.org/wiki/Tunguska_event#Location_of_event_site_disputed
  • Anonimo scrive:
    TROLL AL TAPPETO
    come da titolo
    • Anonimo scrive:
      Re: TROLL AL TAPPETO
      - Scritto da:
      come da titoloOHHHHHH HAI ROTTO CON STI POST "AL TAPPETO"......almeno trovane un'altra!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: TROLL AL TAPPETO
      - Scritto da:
      come da titolohai sbagliato! sarebbe stato:"wikipedia al tappeto"come da titolo (rotfl)va beh ti perdoniamo per questa sera
    • Anonimo scrive:
      Re: TROLL AL TAPPETO
      - Scritto da:
      come da titoloQuindi tu sei al tappeto?
Chiudi i commenti