Se i vicini rubano telefonate

L'armadio condominiale può portare a molte sorprese: lo ricorda l'Unione Nazionale Consumatori sulla scorta della delibera dell'Autorità TLC che pone certe responsabilità sulle spalle di Telecom Italia


Roma – Attenti, un vicino potrebbe sfruttare la vostra linea telefonica domestica per fare le chiamate che desidera addebitandole a voi. Questo, in sintesi, il messaggio che in queste ore sta lanciando l’ Unione Nazionale Consumatori .

In una nota diffusa dall’Unione, infatti, si legge che qualora si ricevesse una bolletta telefonica molto al di sopra delle aspettative si deve sapere che le cause per cui ciò può accadere sono molteplici. Al di là della sempre viva questione dei dialer che riconfigurano la connessione ad internet spesso ad insaputa dell’utente, talvolta può accadere che qualche vicino approfitti dell’ armadio telefonico condominiale . Non sempre, infatti, si tratta di strutture sicure e spesso possono essere aperte con un cacciavite. Metterci le mani sopra per deviare il proprio traffico sulla linea altrui, a quel punto, è solo questione di esperienza… Stessa cosa dicasi per gli armadi telefonici sparsi nelle vie delle città italiane, i celebri “armadioni grigi”.

L’Unione cita anche una delibera dell’Autorità TLC che risale allo scorso luglio nella quale l’Authority aveva preso in esame il clamoroso caso della signora Maria Capuano, contrapposta a Telecom Italia in un caso del genere.

In quel caso l’Autorità aveva rilevato che l’utente aveva richiesto la disabilitazione delle chiamate non ordinarie e che, poiché gli abusi non cessavano, ulteriori accertamenti avevano stabilito che bloccare le chiamate in uscita funziona solo per quelle effettuate dal proprio telefono “mentre può essere inefficace al fine di escludere la presenza di furti di traffico posti in essere fuori dall’abitazione”. L’Autorità aveva dunque deciso che l’utente non doveva pagare gli importi maggiorati in quanto sta a Telecom Italia tutelare l’integrità della linea telefonica.

L’Unione dunque consiglia di stare sempre all’erta nel controllare le bollette, far caso a speciali particolari disturbi della linea e, magari, dare una controllatina all’armadio condominiale.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • DoubleGJ scrive:
    che palle
    che palle
  • Anonimo scrive:
    e' normale
    Mi pare lecito avere paura di essere sovvertiti se si varano leggi di questo tipo. Roba da pazzi. Comunque la tendenza e' il regime quindi...
    • ryoga scrive:
      Re: e' normale
      - Scritto da: Anonimo
      Mi pare lecito avere paura di essere
      sovvertiti se si varano leggi di questo
      tipo. Roba da pazzi. Comunque la tendenza e'
      il regime quindi...Ho vissuto in Ucraina e posso dirti che a differenza dell'Italia, e' un paese molto giovane, con un tasso di corruzione molto alto, "MA" li le persone vivono in maniera molto piu' legale di qui.Un esempio : Per quanto i poliziotti locali possano prender "mazzette", gli autisti guidano rispettando tutti i segnali, le leggi e le normative anti-smog.Se qualcuno viola una di queste leggi, ogni poliziotto lo ferma....magari si fara' corrompere il 1°..il 2°...ma il 3° no ( e comunque il cittadino viene punito ).Non so se riesci a capirmi....forse per capire realmente, dovresti viverci un po'.....
  • zipponap scrive:
    E la turchia allora???
    E la Turchia allora, che il nostro buonsilvio vuole ardentemente assieme ad israele???
    • Anonimo scrive:
      Re: E la turchia allora???
      - Scritto da: zipponap
      E la Turchia allora, che il nostro
      buonsilvio vuole ardentemente assieme ad
      israele???
      Giusto,prima rispettino i diritti dei Kurdi e poi l'Europa!:p
  • Anonimo scrive:
    dubbi su rsf
    sulla scarsa democrazia di kiev penso ci siano pochi dubbi, comunque articoli disponibili in rete su rsf e il loro capoccia renard ne mettono in luce legami con la cia, anche l'onu non se la fila, come riportato qualche mese fa su questo sito, soprattutto mi secca che per assonanza il loro nome venga associato a medicin sans frontieres, associazione che rispetto
    • ryoga scrive:
      Re: dubbi su rsf
      - Scritto da: Anonimo
      sulla scarsa democrazia di kiev penso ci
      siano pochi dubbi, Davvero? Ci sono stato per 6 mesi e non ho mai subito interrogatori da parte della polizia o di un organo statale.Tutto molto tranquillo, i documenti venivano evasi senza problemi etc.etc.MAGARI ci fosse la stessa burocrazia che hanno li......
  • Anonimo scrive:
    In Europa chissà perché
    Chi fa molta pressione per l'entrata in Europa sono gli USA, perché l'Ucraina è oberata dai debiti appunto con gli USA, e quindi particolarmente accondiscendente al loro volere. Più sono economicamente instabili le nazioni che si uniscono alla UE e più vantaggio essi ne traggono.
    • ryoga scrive:
      Re: In Europa chissà perché
      Hai ragione....meglio far entrare la Polonia che e' sotto la protezione del Papa no? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: In Europa chissà perché
        Inutile prendersi per il c.....E' evidente che molte azioni internazionali tendono proprio a provocare il caos nella "futura" Europa allargata, al fine di mantenerla debole, divisa e facilmente condizionabile.Vedi i casi Turchia, Balcani, Iraq, ecc.Il grave e' che anche i governanti europei stanno al gioco.
        • ryoga scrive:
          Re: In Europa chissà perché
          - Scritto da: Anonimo
          Il grave e' che anche i governanti europei
          stanno al gioco.Ogni uomo, ha un prezzo.Un governante, finche' sara' un uomo, avra' un suo prezzo.
  • Anonimo scrive:
    Altro che censura, così fan tutti
    Ma tanto tutti fanno la stessa cosa, ed hanno tutti ottime ragioni per registrare, censurare, ecc. Perfino Punto informatico registra l'IP di chi esprime opinioni. Tutto il mondo è paese. Vorrei ricordare ai fans del software libero che sui server russi ed ucraini è custodita la quasi totalità dei crack che loro stessi si affannano a ricercare, e che sui NOSTRI server non durerebbero più di qualche ora. Allora, siamo proprio così liberi da censura, noi che ci sentiamo paladini della libertà?
    • Anonimo scrive:
      Re: Altro che censura, così fan tutti
      Mi sa che stai confondendo il concetto di illegalità con quello di libertà. Sono molto diversi sai?Alessandro
    • Anonimo scrive:
      Re: CRACK?!?!?!?!

      Vorrei ricordare ai fans
      del software libero che sui server russi ed
      ucraini è custodita la quasi totalità dei
      crack che loro stessi si affannano a
      ricercare, e che sui NOSTRI server non
      durerebbero più di qualche ora. Allora,
      siamo proprio così liberi da censura, noi
      che ci sentiamo paladini della libertà?scusa, ma perche se uno usa software libero dovrebbe scaricarsi i crack da un server russo o ucraino?????Mai provato a dare uno sguardo a sourceforge???https://sourceforge.net
    • Anonimo scrive:
      Re: Altro che censura, così fan tutti
      - Scritto da: Anonimo
      Ma tanto tutti fanno la stessa cosa, ed
      hanno tutti ottime ragioni per registrare,
      censurare, ecc. Perfino Punto informatico
      registra l'IP di chi esprime opinioni. Tutto
      il mondo è paese. Vorrei ricordare ai fans
      del software libero che sui server russi ed
      ucraini è custodita la quasi totalità dei
      crack che loro stessi si affannano a
      ricercare, e che sui NOSTRI server non
      durerebbero più di qualche ora. Allora,
      siamo proprio così liberi da censura, noi
      che ci sentiamo paladini della libertà?Ci sei o ci fai??? Spiegami che cacchio ci "cracki" inun software libero, che in quanto libero è già fruibilegratuitamente? =)))))Ucci ucci, sento puzza di... (troll) (troll) (troll)
  • Anonimo scrive:
    Il soviet del bel tmepo che fu.....
    ...........il vizio non gli è passato vedo.Anzi, pare abbia fatto proseliti anche qui da noi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il soviet del bel tmepo che fu.....
      Non mi ci far pensare, il tentativo di banana di rimuovere la par condicio sembra portare a quello.Speriamo bene...
  • Anonimo scrive:
    appero'
    "No alla pubblicazione su internet di materiali che possano in qualche modo promuovere il terrorismo o la sovversione dello stato"quindi chiudono il sito di previti, di forza italia, dei ds e quello della casa bianca? :)
  • Anonimo scrive:
    BUFFONI!!!
    CI SI FA DOMANDE SULL'OPPORTUNITÀ DI ACCETTARE L'UCRAINA IN EUROPA PER CERTE LEGGI SU INTERNET, E NESSUNO HA ALZATO UN DITO QUANDO SI È DECISO DI PRENDERE DENTRO CIPRO, UN'ISOLA DIVISA DA UN MURO PRESIDIATO DA MILITARI!!!VERGOGNA!!!Tit.
  • Anonimo scrive:
    due diritti non possono cozzare
    quando due diritti cozzano fra loro, nessuno deve soccombere
Chiudi i commenti