Google registra i testi degli SMS

Suscita perplessità in alcuni blog di settore il fatto che BigG avverta gli utenti americani dei suoi servizi SMS circa una particolarissima funzionalità di archiviazione. La privacy? Un optional


Roma – “Quando mandi un messaggio sfruttando la funzionalità Google Send to Phone , Google riceve e registra l’indirizzo IP e uno o più cookie sul computer che stai utilizzando, come anche informazioni sul telefonino al quale mandi il messaggio, inclusi il suo numero e il suo operatore. In più, ci riserviamo di registrare il testo del messaggio che spedisci per poter investigare e correggere eventuali problemi tecnici del servizio”.

Non si tratta della policy di una Grande Fratello informatico che ha deciso di dire la verità ma di una delle FAQ predisposte da Google a proposito della sua Toolbar .

Quel software, utilizzato in tutto il mondo e facilmente “agganciato” ai principali browser, offre numerose funzionalità e agli utenti americani, e per ora soltanto a loro, anche la possibilità di mandare SMS. Una comodità evidente che secondo alcuni blogger si scontra però con le esigenze di privacy, come spesso accaduto ai nuovi servizi introdotti da BigG.

“Posso capire – scrive un celebre blogger americano – che vengano archiviati il numero e il carrier e alcuni dettagli dei messaggi di testo per il debugging ma non posso immaginare cosa si ottenga registrando l’intero contenuto del messaggio. A quanto pare, Google sta mettendo le mani avanti nel caso in cui gli dovesse servire raccogliere più informazioni”.

Domande forse inquietanti che si stanno diffondendo tra i blogger statunitensi. Google ancora non ha reagito ufficialmente a queste osservazioni ma le sue FAQ specificano con chiarezza come liberarsi del servizio , ossia come rimuoverlo dalla toolbar. Come a dire, cioè, che il servizio funziona così ma ovviamente nessuno è obbligato ad utilizzarlo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Fork?
    Anche se la possibilità di cambiare la licenza rimane nelle mani di Torvalds e dei suoi collaboratori, niente vieta a chi è contrario all'inserimento del DRM nel kernel di creare un fork, sempre in GPL2, senza supporto al DRM e vedere gli utenti che preferiscono.
    • Paul Atreides scrive:
      Re: Fork?
      - Scritto da: Anonimo
      Anche se la possibilità di cambiare la licenza
      rimane nelle mani di Torvalds e dei suoi
      collaboratori, niente vieta a chi è contrario
      all'inserimento del DRM nel kernel di creare un
      fork, sempre in GPL2, senza supporto al DRM e
      vedere gli utenti che preferiscono.Non è vietato, infatti.Ma prima di chiedersi cosa sceglieranno gli utentidovremmo chiederci quali distribuzioni inseriranno DRM e quali no. Dopo il cibo OGM-FREE avremo il software DRM-FREE?
  • Anonimo scrive:
    Chiarimento importante
    Intervengo solo per una chiarimento apparentemente superfluo ma evidentemente necessario. Così come per i precedenti interventi di Torvalds sulla questione, anche questo viene equivocato, addirittura dallo stesso articolista di PI.Torvalds non ha mai "abbracciato" il drm ma ha solo detto che non considera accettabile che una licenza impedisca - pregiudizialmente - l'utilizzo di nessun tipo di drm.Il sottoscritto è sempre stato fortemente contrario al drm e chi segue costantemente il forum di PI riconoscerà il mio nick, visto che ho scritto decine di messaggi violentemente contrari al drm ed al TCPA. Nonostante questo mi appare chiaro che bisogna distinguere tra un drm funzionante senza il controllo dell'utente, *contro* di esso e che in sostanza gli toglie il controllo della macchina, da un drm *sotto* il controllo dell'utente (anche nel senso di amministratore del pc) cosa che in certe realtà aziendali potrebbe essere anche sensata.Sia chiaro che a me - personalmente - il drm proprio non piace in generale e IMHO questa tecnologia puzza di vaselina da un km, solo che credo che la posizione di Torvalds sia condivisibile e sensata, anche da un punto di vista strategico.Infatti mi sembra chiaro come il sole che un sistema geneticamente anti-drm rischierebbe seriamente l'emarginazione da parte delle grandi società hardware software. Un sistema compatibile con il drm ma *sotto* il pieno controllo dell'utente può essere un'opzione accettabile.SalutiProspero
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiarimento importante
      "l sottoscritto è sempre stato fortemente contrario al drm e chi segue costantemente il forum di PI riconoscerà il mio nick,"Certo! conosco il tuo nick! tutti lo conoscono no?A proposito, qual'e' il tuo nick? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Chiarimento importante
        - Scritto da: Anonimo
        "l sottoscritto è sempre stato fortemente
        contrario al drm e chi segue costantemente il
        forum di PI riconoscerà il mio nick,"

        Certo! conosco il tuo nick! tutti lo conoscono no?
        A proposito, qual'e' il tuo nick? :DDai l'ha scritto in fondo... ma allora è vero che non leggete mai i messaggi con la dovuta attenzione.
  • Ekleptical scrive:
    Avete una gran confusione in testa...
    ...a differenza di Linus, che ha ben chiara la questione.Palladium, TPCA o come volete chiamarlo, NON nasce per impedirvi di leggere i vostri mp3 o DivX pirata, lo volete capire?Non è nemmeno rivolta al consumatore finale.E' una tecnologia con scopo _aziendale_!In un contesto aziendale avere un sistema blindato, in cui solo soggetti autorizzati possono fare modifiche è già ora la prassi (almeno nelle aziende medio-grandi)! Col DRM diventa tutto più rigorosamente e rigidamente controllato, per la gioia dei SysAdmin e delle funzioni ICT!Vuole dire anche prevenzione virus certa e sicura una volta per tutte.L'utilizzo poi di DRM legati al singolo computer, per cifrare documenti riservati e altri usi simili, sono altrettanto importanti ed interessanti in un contesto aziendale.E se a Stallman ciò non sta bene, sono ca**i suoi, perchè alle aziende interessa!Linux ha molta più visione di Stallman, perchè conosce la concrettezza della reatlà informatica e vuole andare incontro alle esigenze dell'utenza aziendale. Stallman un'azienda e un lavoro non li ha mai visti in vita sua, visto che è sempre campato a scrocco fra parassitismo universitario, donazioni e cachet per le boiate declamate in giro per il mondo!Ma poi, che ca**o, ma avete tutti 'sta paura per gli mp3 e i DivX. Cos'è diventato PI, un covo di pirati informatici?
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete una gran confusione in testa..
      - Scritto da: Ekleptical
      L'utilizzo poi di DRM legati al singolo computer,
      per cifrare documenti riservati e altri usi
      simili, sono altrettanto importanti ed
      interessanti in un contesto aziendale.

      E se a Stallman ciò non sta bene, sono ca**i
      suoi, perchè alle aziende interessa!La licenza gpl serve a proteggere gli utenti.Forse questo non ti è chiaro.
      Linux ha molta più visione di Stallman, perchè
      conosce la concrettezza della reatlà informatica
      e vuole andare incontro alle esigenze dell'utenza
      aziendale. Concretezza o esigenze delle aziende?Stallman un'azienda e un lavoro non li
      ha mai visti in vita sua, visto che è sempre
      campato a scrocco fra parassitismo universitario,
      donazioni e cachet per le boiate declamate in
      giro per il mondo!Ho capito sei un troll
      • Anonimo scrive:
        Re: Avete una gran confusione in testa..
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: EklepticalQuesto era un indizio ^^^^^^^^^^^^
        Ho capito sei un trollCi arriva anche chi non lo conosceComunque ha ragione Ekleptical
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete una gran confusione in testa..
      - Scritto da: Ekleptical
      Palladium, TPCA o come volete chiamarlo, NON
      nasce per impedirvi di leggere i vostri mp3 o
      DivX pirata, lo volete capire?Vero. Pero' la diffusione FORZATA in ambito home serve proprio a contrastare la pirateria... per cominciare.
      Vuole dire anche prevenzione virus certa e sicura
      una volta per tutte.Stronzate.
      L'utilizzo poi di DRM legati al singolo computer,
      per cifrare documenti riservati e altri usi
      simili, sono altrettanto importanti ed
      interessanti in un contesto aziendale.Infatti. In particolare fa brillare gli occhietti ai manager l'idea di poter ordinare qualcosa (di compromettente) via e-mail e essere sicuro che non verra' mai fuori...
      Stallman un'azienda e un lavoro non li
      ha mai visti in vita sua, visto che è sempre
      campato a scrocco fra parassitismo universitario,
      donazioni e cachet per le boiate declamate in
      giro per il mondo!Peccato.Per un attimo sei riuscito a non sembrare un troll... purtroppo sei inciampato proprio alla fine.
      Ma poi, che ca**o, ma avete tutti 'sta paura per
      gli mp3 e i DivX. Cos'è diventato PI, un covo di
      pirati informatici?La pirateria e' l'inizio.Magari c'e' gente che vede un po' piu' lontano del proprio naso, che dici?
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete una gran confusione in testa..
      - Scritto da: Ekleptical
      ...a differenza di Linus, che ha ben chiara la
      questione.Linus ha chiare le cose dal punto di vista tecnico, mentre Stallman, come ha scritto qualcuno, vede un po' più lontano.Una volta che il TCP prende piede, il controllo finale sarà escusiva dei soliti noti, che avranno gioco facile nel vivere di rendita (o meglio parassitismo) imponendo balzelli per ogni pisciatina che uno vorrà dare col PC.

      Palladium, TPCA o come volete chiamarlo, NON
      nasce per impedirvi di leggere i vostri mp3 o
      DivX pirata, lo volete capire?Sei tu che ti ostini a credere alle favole.Di buone intenzioni finite in vacca ce ne sono perfino troppe per immaginare che questa volta invece non sia così.Si parte sempre con intenzioni sacrosante e poi, guarda caso, si arriva sempre là.

      Non è nemmeno rivolta al consumatore finale.
      E' una tecnologia con scopo _aziendale_!

      In un contesto aziendale avere un sistema
      blindato, in cui solo soggetti autorizzati
      possono fare modifiche è già ora la prassi
      (almeno nelle aziende medio-grandi)! Col DRM
      diventa tutto più rigorosamente e rigidamente
      controllato, per la gioia dei SysAdmin e delle
      funzioni ICT!
      Vuole dire anche prevenzione virus certa e sicura
      una volta per tutte.Sì, ed anche di tutto ciò che non farà comodo al padrone del vapore, che lo tratterà alla stregua di un virus.Una volta che hai il meccanismo a disposizione, chi ti ferma più.
      L'utilizzo poi di DRM legati al singolo computer,
      per cifrare documenti riservati e altri usi
      simili, sono altrettanto importanti ed
      interessanti in un contesto aziendale.Questo è vero, peccato che sarà una minimo beneficio rispetto ai danni che invece subiremo.
      E se a Stallman ciò non sta bene, sono ca**i
      suoi, perchè alle aziende interessa!
      In ballo non ci sono solo interessi aziendali, ma anche quelli di tutti, quindi calmino.
      Linux ha molta più visione di Stallman, perchè
      conosce la concrettezza della reatlà informatica
      e vuole andare incontro alle esigenze dell'utenza
      aziendale. Stallman un'azienda e un lavoro non li
      ha mai visti in vita sua, visto che è sempre
      campato a scrocco fra parassitismo universitario,
      donazioni e cachet per le boiate declamate in
      giro per il mondo!
      Come dicevo prima, è Stallman ad avere una vista più lunga.E, trattandosi di software libero, non si può estrapolare la componente filosofica o sociale che vi sottende.Altrimenti non ci sarebbe alcuna differenza con il software di MS.
      Ma poi, che ca**o, ma avete tutti 'sta paura per
      gli mp3 e i DivX. Cos'è diventato PI, un covo di
      pirati informatici?No, è gente che magari ha a cuore alcune peculiarità da niente, tipo diritto alla conoscenza, circolazione dell'informazione. equità nella cultura che forse ti sono ignote.
    • Anonimo scrive:
      Certo, invece tu hai resettato la ram

      In un contesto aziendale avere un sistema
      blindato, in cui solo soggetti autorizzati
      possono fare modifiche è già ora la prassi
      (almeno nelle aziende medio-grandi)! Col DRM
      diventa tutto più rigorosamente e rigidamente
      controllato, per la gioia dei SysAdmin e delle
      funzioni ICT!I sysadmin saranno infatti felicissimi di PERDERE il controllo delle proprie macchine grazie al drm. Secondo te gli squali come gates si lasceranno scappare un'occasione cosi' ghiotta?
      E se a Stallman ciò non sta bene, sono ca**i
      suoi, perchè alle aziende interessa!

      Linux ha molta più visione di Stallman, perchè
      conosce la concrettezza della reatlà informatica
      e vuole andare incontro alle esigenze dell'utenza
      aziendale.Tant'e' vero che con l'affare bitkeeper, finito esattamente come prediceva Stallman, Torvalds si e' ritrovato nella cacca fino al collo e si e' dovuto scrivere "git". Chi aveva ragione, eh? Tornatene nel tuo universo parallelo o fai qualcosa per quell'alzheimer.
  • Anonimo scrive:
    Errore della redazione
    "Ma se il padre del più diffuso SO open-source abbraccia il DRM ..."Linus Torvalds non è il padre di nessun Sistema Operativo (OS), ma solo di uno dei più diffusi kernel utilizzati in sistemi operativi liberi ed è esso stesso Software Libero.Dopo anni di articoli del genere questi errori mi sembrano banali ... oppure la vena giornalistica porta sempre ad enfatizzare un pò i fatti per fare più presa e spostare le opinioni?P.S.il padre del più diffuso Sistema Operativo è Richard M. Stallman che ha dato il via a GNU che oggi, in accoppiata con il kernel linux (ma anche con altri), pacchettizzato dalle varie distribuzioni, risulta il primo e più diffuso OS libero del pianeta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Errore della redazione
      - Scritto da: Anonimo
      P.S.
      il padre del più diffuso Sistema Operativo è
      Richard M. Stallman che ha dato il via a GNU che
      oggi, in accoppiata con il kernel linux (ma anche
      con altri), pacchettizzato dalle varie
      distribuzioni, risulta il primo e più diffuso OS
      libero del pianeta.Semmai la "paternità" è in comproprietà, visto che Hurd è ancora in fasce e Linux senza software GNU non fa molto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Errore della redazione
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        P.S.

        il padre del più diffuso Sistema Operativo è

        Richard M. Stallman che ha dato il via a GNU che

        oggi, in accoppiata con il kernel linux (ma
        anche

        con altri), pacchettizzato dalle varie

        distribuzioni, risulta il primo e più diffuso OS

        libero del pianeta.

        Semmai la "paternità" è in comproprietà, visto
        che Hurd è ancora in fasce e Linux senza software
        GNU non fa molto....E se per semplicita' lo chiamassimo zio ???
  • Anonimo scrive:
    9 --
    Solo un drogato da centro sociale può utilizzare un tale SO. Tutti voi che usate Linux siete patetici: volete solo scroccare! Vi manderei tutti in galera!
  • Anonimo scrive:
    Ti voglio bene
    Caro Torvalds,Ti voglio un mare di bene.Grazie a te abbiamo un kernell funzionale e adatto alle nostre esigenze......MA LA FINISCI DI STRASCIARE I MARONI CON SO DRM E CON I FLAME KDE VS GNOME?????
    • Alessandrox scrive:
      Re: Ti voglio bene
      - Scritto da: Anonimo
      Caro Torvalds,
      Ti voglio un mare di bene.
      Grazie a te abbiamo un kernell funzionale e
      adatto alle nostre esigenze...
      ...MA LA FINISCI DI STRASCIARE I MARONI CON SO
      DRM E CON I FLAME KDE VS GNOME?????che vuol dire "S.O. DRM" ?"Crittografia e firme digitali", specifica Torvalds, "sono anche dei buoni strumenti di sicurezza". Il creatore di Linux ha quindi elencato una serie di situazioni dove l'uso di certi DRM potrebbe diventare una marcia in più, specialmente per certe distribuzioni orientate al business. Ad esempio, nell'ipotesi di un sistema che usa "moduli kernel con certificato digitale, rilasciati sotto licenza GPL".C'e' qualcosa che non ti e' chiaro?Non sono un fan del DRM e dei sistemi TC ma la possibilita' di spingere verso sistemi DRM open sotto GPL potrebbe essere da non scartare a priori.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ti voglio bene
        Veramente, il problema non è se il DRM open può essere una buona cosa, il problema è l'uso che si farà del DRM (open o clsoed che sia).Il problema è solo questo.Inoltre, credo che SO DRM sia da leggere come STO DRM: a mio avviso manca una T ;)
  • Santos-Dumont scrive:
    Frase poco chiara di Torvalds
    "La GPLv3 richiede più di quanto riesce ad offrire, in quanto non pretende la condivisione del codice, ma chiede il controllo su qualsiasi sistema che utilizza quel codice". Capisco male io, oppure la GPLv3 rinuncia al caposaldo della distribuzione dei sorgenti?! :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Frase poco chiara di Torvalds
      - Scritto da: Santos-Dumont
      "La GPLv3 richiede più di quanto riesce ad
      offrire, in quanto non pretende la condivisione
      del codice, ma chiede il controllo su qualsiasi
      sistema che utilizza quel codice".

      Capisco male io, oppure la GPLv3 rinuncia al
      caposaldo della distribuzione dei sorgenti?! :|La frase di Torvalds è chiarissima, la traduzione un po' meno:"The GPLv3 fundamentally changes that balance, in my opinion. It asks for more than it gives. It no longer asks for just source back, it asks for control over whatever system you used the source in."Hanno saltato il Just
      • Santos-Dumont scrive:
        Re: Frase poco chiara di Torvalds
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Santos-Dumont

        "La GPLv3 richiede più di quanto riesce ad

        offrire, in quanto non pretende la condivisione

        del codice, ma chiede il controllo su qualsiasi

        sistema che utilizza quel codice".



        Capisco male io, oppure la GPLv3 rinuncia al

        caposaldo della distribuzione dei sorgenti?!
        :|

        La frase di Torvalds è chiarissima, la traduzione
        un po' meno:
        "The GPLv3 fundamentally changes that balance, in
        my opinion. It asks for more than it gives. It no
        longer asks for just source back, it asks for
        control over whatever system you used the source
        in."

        Hanno saltato il JustGrazie, l'originale é decisamente più chiaro. :)
  • Anonimo scrive:
    Spero venga avanti qualcosa di diverso.
    A questo punto mi pare chiaro che i computer del futuro saranno blindatissimi (per noi). O viene avanti un sistema operativo libero da queste menate (non mi va di farmi scrutare il deretano dal signor Gates) e che riesce a girare su TC, oppure spero che qualche produttore di hardware in qualche parte del mondo sfrutti l'occasione per guadagnare sull'utenza che vuole sistemi NO TCPA, rinunciando alla "benevola protezione" delle multinazionali. Certo, si tratterebbe di comprare sistemi su cui non gira Vista, ma è un sacrificio che mi sentirei di fare.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1300786&tid=1300786&r=PI&p=1
  • Anonimo scrive:
    Torvalds cambia sponda...
    E' stato bello finchè è durato ! Anche lui non ha resistito alle pressioni dei soldi e alle indicazioni del governo americano.Con il DRM è davvero la fine della liberta', forse converrà tenersi stretti i vecchi pc con tutti i componenti di ricambio ? Nel 2050 sistemi informatici costosissimi completamente chiusi contro pc del 2000 con linux a bordo...bella guerra !Ma quando ci sveglieremo ?Max
    • sNicker scrive:
      Re: Torvalds cambia sponda...
      E l'apocalisse no? La posizione di Torvalds (cosi come la capisco io) e' favorevole al DRM comandato dall'amministratore, non al trusted-storie-corporative-major-DRM. Come admin sarei ben felice di firmare e blindare i miei sistemi :PCome ogni tecnologia, non e' cattiva o buona, ma l'uso che se ne fa ne decreta l'orientamento...My 2 cents
      • Anonimo scrive:
        Re: Torvalds cambia sponda...
        - Scritto da: sNicker
        E l'apocalisse no? La posizione di Torvalds (cosi
        come la capisco io) e' favorevole al DRM
        comandato dall'amministratore, non al
        trusted-storie-corporative-major-DRM. Come admin
        sarei ben felice di firmare e blindare i miei
        sistemi :P

        Come ogni tecnologia, non e' cattiva o buona, ma
        l'uso che se ne fa ne decreta l'orientamento...

        My 2 centsSe prende piede il concetto di DRM, il controllo alla fine non sarà sicuramente in mano all'utente.Guardati attorno per capire come funziona la cosa. Dove ci sono i soldi, lì si decidono le cose.Quindi, se possibile, meglio evitare questo rischio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Torvalds cambia sponda...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: sNicker

          E l'apocalisse no? La posizione di Torvalds
          (cosi

          come la capisco io) e' favorevole al DRM

          comandato dall'amministratore, non al

          trusted-storie-corporative-major-DRM. Come admin

          sarei ben felice di firmare e blindare i miei

          sistemi :P



          Come ogni tecnologia, non e' cattiva o buona, ma

          l'uso che se ne fa ne decreta l'orientamento...



          My 2 cents

          Se prende piede il concetto di DRM, il controllo
          alla fine non sarà sicuramente in mano
          all'utente.
          Guardati attorno per capire come funziona la
          cosa. Dove ci sono i soldi, lì si decidono le
          cose.
          Quindi, se possibile, meglio evitare questo
          rischio.Complimenti per l'ampiezza di vedute.Non capisci che un Linux (perché qui si parla essenzialmente di questo) geneticamente anti-drm è un Linux ostracizzato e con il rischio di restare fuori legge? Mentre un Linux tecnicamente compatibile drm ma sotto GPL2 ti garantisce ancora la libertà (visto che MAI potrebbe *obbligarti* ad usare il drm) ma nel contempo è accettabile dalla grande filiera delle aziende hardware software?Rifletti un attimino e poi magari rispondi.SalutiProspero
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvalds cambia sponda...

            Complimenti per l'ampiezza di vedute.
            Non capisci che un Linux (perché qui si parla
            essenzialmente di questo) geneticamente anti-drm
            è un Linux ostracizzato e con il rischio di
            restare fuori legge? Mentre un Linux tecnicamente
            compatibile drm ma sotto GPL2 ti garantisce
            ancora la libertà (visto che MAI potrebbe
            *obbligarti* ad usare il drm) ma nel contempo è
            accettabile dalla grande filiera delle aziende
            hardware software?
            Rifletti un attimino e poi magari rispondi.
            Saluti
            ProsperoNon è un discorso facile.Tieni presente che parliamo di software libero, non di software commerciale.Non si può correre il rischio di snaturarne la natura solo per volerlo rendere appetibile alle aziende, altrimenti sarebbe la sua fine.Alle spalle c'è una comunità che ha cultura e finalità diverse da quelle di Microzozz.Se rendiamo il software libero uguale a quello proprietario, allora il software libero non esiste più.Il DRM è uno strumento creato per limitare le libertà come vengono intese dalla comunità del software libero e quindi incompatibile con essa.Poi il fatto che potrebbe essere o meno fuori legge dipende anche da noi, da che razza di leggi saremo disposti ad accettare.Saluti anche a te.
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvalds cambia sponda...

      E' stato bello finchè è durato ! Anche lui non ha
      resistito alle pressioni dei soldi e alle
      indicazioni del governo
      americano.Non dimenticarti di inserire gli alieni.Ogni buon complotto non puo' reggersi senza quei simpatici omini verdi...
      Ma quando ci sveglieremo ?
      Me lo chiedo anch'io.Un'arma puo' essre usata sia da chi attacca che da chi si difende.Amesso che noi si sia i difensori, possiamo usare i DRM anche sotto il nostro controllo.Avremo DRM usati dagli attacanti e DRM usati da noi.Pero' un Linux incapace di gestire i DRM e' un arma inutile per questo scontro.Abbandonando la logica di contrapposizione noi contro tutti che trovo fanatica, esistono realta', principalmente aziendale, in cui il DRM sarebbe uno strumento UTILE in piu' e non un ingombro.Sarebbe buon senso poter usare, o continuare ad usare, Linux anche in questi contesti.E se a qualcuno fa schifo Linux usato da aziende con scopo di lucro (mha !), questa utilita' dei DRM ci sarebbe anche in contesti piu' aderenti a filosofie open come scuole, universita', taluni centri di ricerca, comunita' di utenti open (!), pubblica amministrazione (per quanto oggi faccia poco uso di sw open), etc...Io mi fideri di piu' di un'anagrafica della regione realizzata con strumenti open che utilizzino DRM rispetto al solo uso di sw open.(dove poi impiegati, sys admin, politici, programmatori del sistema, intrusi esterni... si fanno i porci comodi loro)Non che basti il DRM per ottenere sicurezza (anzi, per usi non critical la si potrebbe ottenere anche senza DRM), ma puo' essere uno strumento utile in piu' (e piu' sicuro) per implementare crittografia, autenticazione, digital sign...
  • Paul Atreides scrive:
    Forse può aiutare
    "Some countries have adopted laws prohibiting software that enables users to escape from Digital Restrictions Management. DRM is fundamentally incompatible with the purpose of the GPL, which is to protect users' freedom. Regardless of this, free software licenses allow users to build DRM systems, and to interoperate with them, and to try to escape them. This last freedom is threatened by anti-circumvention laws, so the GPL attempts to give users a shield against those laws."http://gplv3.fsf.org/comments/rt/readsay.html?id=818
    • Santos-Dumont scrive:
      Re: Forse può aiutare
      - Scritto da: Paul Atreides
      "Some countries have adopted laws prohibiting
      software that enables users to escape from
      Digital Restrictions Management. DRM is
      fundamentally incompatible with the purpose of
      the GPL, which is to protect users' freedom.
      Regardless of this, free software licenses allow
      users to build DRM systems, and to interoperate
      with them, and to try to escape them. This last
      freedom is threatened by anti-circumvention laws,
      so the GPL attempts to give users a shield
      against those laws."

      http://gplv3.fsf.org/comments/rt/readsay.html?id=8A quanto pare la disputa é dunque: permettere oppure no che sistemi DRM software o hardware limitino l'aggiramento delle protezioni da parte dei programmatori e quindi degli utenti. Posso capire la posizione "spinosa" di Torvalds che lavorando in Transmeta non puó trasgredire le politiche aziendali, ma io come utente mi sento più tutelato dalla nuova GPLv3 piuttosto che da una GPLv2 che all'epoca non poteva prevedere l'avvento di certi sistemi pervasivi di controllo... Libertà in fin dei conti significa stabilire da sè ciò che si può o non può fare, i DRM e chi li sostiene anche solo a livello ipotetico remano in direzione opposta!
      • Anonimo scrive:
        Re: Forse può aiutare
        - Scritto da: Santos-Dumont

        - Scritto da: Paul Atreides

        "Some countries have adopted laws prohibiting

        software that enables users to escape from

        Digital Restrictions Management. DRM is

        fundamentally incompatible with the purpose of

        the GPL, which is to protect users' freedom.

        Regardless of this, free software licenses allow

        users to build DRM systems, and to interoperate

        with them, and to try to escape them. This last

        freedom is threatened by anti-circumvention
        laws,

        so the GPL attempts to give users a shield

        against those laws."




        http://gplv3.fsf.org/comments/rt/readsay.html?id=8

        A quanto pare la disputa é dunque: permettere
        oppure no che sistemi DRM software o hardware
        limitino l'aggiramento delle protezioni da parte
        dei programmatori e quindi degli utenti. Posso
        capire la posizione "spinosa" di Torvalds che
        lavorando in Transmeta non puó trasgredire le
        politiche aziendali, ma io come utente mi sento
        più tutelato dalla nuova GPLv3 piuttosto che da
        una GPLv2 che all'epoca non poteva prevedere
        l'avvento di certi sistemi pervasivi di
        controllo... Libertà in fin dei conti significa
        stabilire da sè ciò che si può o non può fare, i
        DRM e chi li sostiene anche solo a livello
        ipotetico remano in direzione opposta!Non credo lavori più in Transmeta da un pezzo.
        • Santos-Dumont scrive:
          Re: Forse può aiutare
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Santos-Dumont



          - Scritto da: Paul Atreides


          "Some countries have adopted laws prohibiting


          software that enables users to escape from


          Digital Restrictions Management. DRM is


          fundamentally incompatible with the purpose of


          the GPL, which is to protect users' freedom.


          Regardless of this, free software licenses
          allow


          users to build DRM systems, and to
          interoperate


          with them, and to try to escape them. This
          last


          freedom is threatened by anti-circumvention

          laws,


          so the GPL attempts to give users a shield


          against those laws."








          http://gplv3.fsf.org/comments/rt/readsay.html?id=8



          A quanto pare la disputa é dunque: permettere

          oppure no che sistemi DRM software o hardware

          limitino l'aggiramento delle protezioni da parte

          dei programmatori e quindi degli utenti. Posso

          capire la posizione "spinosa" di Torvalds che

          lavorando in Transmeta non puó trasgredire le

          politiche aziendali, ma io come utente mi sento

          più tutelato dalla nuova GPLv3 piuttosto che da

          una GPLv2 che all'epoca non poteva prevedere

          l'avvento di certi sistemi pervasivi di

          controllo... Libertà in fin dei conti significa

          stabilire da sè ciò che si può o non può fare, i

          DRM e chi li sostiene anche solo a livello

          ipotetico remano in direzione opposta!

          Non credo lavori più in Transmeta da un pezzo.Si, faccio ammenda: dal 2003.http://en.wikipedia.org/wiki/OSDLPerò ora vado a verificare l'appartenenza degli sponsor dell'ODSL al TCPA.
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: Forse può aiutare
            - Scritto da: Santos-Dumont

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Santos-Dumont





            - Scritto da: Paul Atreides



            "Some countries have adopted laws
            prohibiting



            software that enables users to escape from



            Digital Restrictions Management. DRM is



            fundamentally incompatible with the purpose
            of



            the GPL, which is to protect users' freedom.



            Regardless of this, free software licenses

            allow



            users to build DRM systems, and to

            interoperate



            with them, and to try to escape them. This

            last



            freedom is threatened by anti-circumvention


            laws,



            so the GPL attempts to give users a shield



            against those laws."













            http://gplv3.fsf.org/comments/rt/readsay.html?id=8





            A quanto pare la disputa é dunque: permettere


            oppure no che sistemi DRM software o hardware


            limitino l'aggiramento delle protezioni da
            parte


            dei programmatori e quindi degli utenti. Posso


            capire la posizione "spinosa" di Torvalds che


            lavorando in Transmeta non puó trasgredire le


            politiche aziendali, ma io come utente mi
            sento


            più tutelato dalla nuova GPLv3 piuttosto che
            da


            una GPLv2 che all'epoca non poteva prevedere


            l'avvento di certi sistemi pervasivi di


            controllo... Libertà in fin dei conti
            significa


            stabilire da sè ciò che si può o non può
            fare, i


            DRM e chi li sostiene anche solo a livello


            ipotetico remano in direzione opposta!



            Non credo lavori più in Transmeta da un pezzo.

            Si, faccio ammenda: dal 2003.
            http://en.wikipedia.org/wiki/OSDL
            Però ora vado a verificare l'appartenenza degli
            sponsor dell'OSDL al TCPA.HP, IBM e Intel... Tra i fondatori di Trusted Computing Group e al contempo finanziatori del progetto "senza fini di lucro" OSDL... Gatta ci cova.
          • Anonimo scrive:
            Re: Forse può aiutare


            HP, IBM e Intel... Tra i fondatori di Trusted
            Computing Group e al contempo finanziatori del
            progetto "senza fini di lucro" OSDL... Gatta ci
            cova.E' per questo che è fondamentale avere una licenza che ti protegga, in futuro, da eventuali ripensamenti di questi 'amici', oltre che, naturalmente, dalle manovre più o meno occulte dei vari nemici...
          • Alessandrox scrive:
            Re: Forse può aiutare
            - Scritto da: Santos-Dumont

            Si, faccio ammenda: dal 2003.

            http://en.wikipedia.org/wiki/OSDL

            Però ora vado a verificare l'appartenenza degli

            sponsor dell'OSDL al TCPA.
            HP, IBM e Intel... Tra i fondatori di Trusted
            Computing Group e al contempo finanziatori del
            progetto "senza fini di lucro" OSDL... Gatta ci
            cova.Secondo me non cova niente: OSDL si pone obbiettivi diversi da FSF e lavora in stretto contatto con le aziende., anzi e' proprio uno dei suoi scopi la diffusione dell' OpenS. come modello i sviluppo in ambito commerciale.Tra l' altro i sistemi TC proposti da IBM sono rigorosamente OPEN e ospitati su sourceforge, questo non e' certamente un caso....
          • Paul Atreides scrive:
            Re: Forse può aiutare
            - Scritto da: Alessandrox

            Secondo me non cova niente: OSDL si pone
            obbiettivi diversi da FSF e lavora in stretto
            contatto con le aziende., anzi e' proprio uno dei
            suoi scopi la diffusione dell' OpenS. come
            modello i sviluppo in ambito commerciale.Quindi secondo te la diatriba sulla nuova versione della gpl è una manifestazione delle differenze che ci sono tra FreeSoftware e OpenSource.Dico bene?
          • Alessandrox scrive:
            Re: Forse può aiutare
            - Scritto da: Paul Atreides
            - Scritto da: Alessandrox

            Secondo me non cova niente: OSDL si pone

            obbiettivi diversi da FSF e lavora in stretto

            contatto con le aziende., anzi e' proprio uno
            dei

            suoi scopi la diffusione dell' OpenS. come

            modello i sviluppo in ambito commerciale.
            Quindi secondo te la diatriba sulla nuova
            versione della gpl è una manifestazione delle
            differenze che ci sono tra FreeSoftware e
            OpenSource.
            Dico bene?In buona sostanza si. Ma limitiamoci a Sallman e Linus, saranno anche gli esponenti piu' illustri dei suddetti movimenti ma almeno Linus parlava a titolo personale, credo, non in nome dell' OSDL.
      • Paul Atreides scrive:
        Re: Forse può aiutare
        - Scritto da: Santos-Dumont
        A quanto pare la disputa é dunque: permettere
        oppure no che sistemi DRM software o hardware
        limitino l'aggiramento delle protezioni da parte
        dei programmatori e quindi degli utenti. Posso
        capire la posizione "spinosa" di Torvalds che
        lavorando in Transmeta non puó trasgredire le
        politiche aziendali, ma io come utente mi sento
        più tutelato dalla nuova GPLv3 piuttosto che da
        una GPLv2 che all'epoca non poteva prevedere
        l'avvento di certi sistemi pervasivi di
        controllo... Libertà in fin dei conti significa
        stabilire da sè ciò che si può o non può fare, i
        DRM e chi li sostiene anche solo a livello
        ipotetico remano in direzione opposta!Già.Le cose sembrano stare diversamente dallo schema che vede Torvalds pragmatico contro Stallman & FSF duri, puri e "ideologici".
  • Anonimo scrive:
    IL RITORNO
    http://punto-informatico.it/forum/pols.asp?mid=1303690&tid=1303690&p=1&r=PI
  • Anonimo scrive:
    5 --
  • Anonimo scrive:
    Finalmente una spiegazione!
    e ci voleva tanto? finalmente Linus e' riuscito a parlare, sempre troppo poco, ma almeno in maniera comprensibile. Grazie Linus
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente una spiegazione!
      - Scritto da: Anonimo
      e ci voleva tanto? finalmente Linus e' riuscito a
      parlare, sempre troppo poco, ma almeno in maniera
      comprensibile.
      Grazie Linuse comunque su questo argomento aveva già parlato. Ad ogni modo, per capire un argomento bisogna conoscerlo, quindi ciò che per un ignorante è incomprensibile per altri può essere chiaro e semplice.
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente una spiegazione!

        e comunque su questo argomento aveva già parlato.
        Ad ogni modo, per capire un argomento bisogna
        conoscerlo, quindi ciò che per un ignorante è
        incomprensibile per altri può essere chiaro e
        semplice.ei saccentino, un tipo di nome Platone ha raccontato di un altro tipo chiamato Socrate, se sai cosa diceva Socrate diccelo e spiega anche perche' mai dovrebbe entrarci con i tuoi discorsi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente una spiegazione!
      - Scritto da: Anonimo
      e ci voleva tanto? finalmente Linus e' riuscito a
      parlare, sempre troppo poco, ma almeno in maniera
      comprensibile.
      Grazie LinusPer dir la verità sono anni che parla dell'argomento in termini estremamente chiari. :)
  • Crazy scrive:
    Almeno lo puoi togliere...
    CIAO A TUTTIalmeno in Linux si puo` eliminare tale protezione, a breve verranno distribuiti tanti bei tool che eliminano i DRM da Linux, in Windows Vista DRM e Trusted Computing sono intoccabili.I DRM non sarebbero sbagliatissimi, perche` la pirateria e` una cosa negativa che va combattuta, ma non e` giusto che ci rimettano gli utenti onesti: se io mi compro una canzone, voglio potermela masterizzare 100 volte, anche 1000 se voglio, altrimenti non lo compero e basta.Anche perche`, non sarebbe comperare, ma avere in affitto... come la faccenda che si puo` masterizzare su CD solo 5 volte il brano acquistato e poi si ripaga... ma che cacchio, ip pago, e` mio, e me lo metto su tutti i CD che voglio, se poi, faccio il porco e lo distribuisco a terzi... sta agli organi di competenza farmi la multone.In ogni caso, Linux non mi e` mai stato molto simpatico come Sistema, pensavo di essere costretto a passare ad esso per stare lontano dal Trusted COmputing, ma ora, ho una speranza, e spero che venga sviluppata in breve tempo che si chiama React OS... spero bene.DISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: Almeno lo puoi togliere...
      [CUT]
      onesti: se io mi compro una canzone, voglio
      potermela masterizzare 100 volte, anche 1000 se
      voglio, altrimenti non lo compero e basta.Con iTunes lo puoi fare.il sistema di DRM Fairplay non pone limiti al numero di masterizzazioni di un brano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Almeno lo puoi togliere...
      - Scritto da: Crazy
      CIAO A TUTTI
      almeno in Linux si puo` eliminare tale
      protezione, a breve verranno distribuiti tanti
      bei tool che eliminano i DRM da Linux, in Windows
      Vista DRM e Trusted Computing sono intoccabili.
      I DRM non sarebbero sbagliatissimi, perche` la
      pirateria e` una cosa negativa che va combattuta,
      ma non e` giusto che ci rimettano gli utenti
      onesti: se io mi compro una canzone, voglio
      potermela masterizzare 100 volte, anche 1000 se
      voglio, altrimenti non lo compero e basta.
      Anche perche`, non sarebbe comperare, ma avere in
      affitto... come la faccenda che si puo`
      masterizzare su CD solo 5 volte il brano
      acquistato e poi si ripaga... ma che cacchio, ip
      pago, e` mio, e me lo metto su tutti i CD che
      voglio, se poi, faccio il porco e lo distribuisco
      a terzi... sta agli organi di competenza farmi la
      multone.
      In ogni caso, Linux non mi e` mai stato molto
      simpatico come Sistema, pensavo di essere
      costretto a passare ad esso per stare lontano dal
      Trusted COmputing, ma ora, ho una speranza, e
      spero che venga sviluppata in breve tempo che si
      chiama React OS... spero bene.
      DISTINTI SALUTIMa chi te l'ha detto ? I drm non c'entrano nulla con il TCG che non implementa drm. Vista non bloccherà i file senza drm e Reactos ha sospeso lo sviluppo a tempo indeterminato, si stanno riguardando tutto il codice, causa probabili copiature dal codice MS... peraltro anche in quel modo era assolutamente inutilizzabile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Almeno lo puoi togliere...
        - Scritto da: Anonimo
        il codice, causa probabili copiature dal codice
        MS... peraltro anche in quel modo era
        assolutamente inutilizzabile.Alt riguardano tutto il codice non per delle copiature, ma perché in america e in altri paesi la legge che regolamenta il reverse engeneering è diversa. In america l'attività deve essere suddivisa tra almeno 2 persone che devono svolgere dei compiti diversi, in altri paesi ne basta una sola. Siccome il progetto è portato avanti da persone di vari paesi si era creato questo problema legale.
        • Anonimo scrive:
          Re: Almeno lo puoi togliere...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          il codice, causa probabili copiature dal codice

          MS... peraltro anche in quel modo era

          assolutamente inutilizzabile.

          Alt riguardano tutto il codice non per delle
          copiature, ma perché in america e in altri paesi
          la legge che regolamenta il reverse engeneering è
          diversa. In america l'attività deve essere
          suddivisa tra almeno 2 persone che devono
          svolgere dei compiti diversi, in altri paesi ne
          basta una sola. Siccome il progetto è portato
          avanti da persone di vari paesi si era creato
          questo problema legale.No c'è un doppio problema :1. Il codice trafugato da Ms a cui 4 sviluppatori hanno ammesso di aver avuto accesso. Il tutto è partito dall'ammissione di un copia incolla di una 50-ntina di righe che poi son diventate .... non si sa.2. Il reverse engeenering inteso come copiatura di codice reversato. Questo non lo puoi fare neanche da noi. L'unico reverse engeenering che si può fare è quello out of the box, guardi come funziona e implementi codice originale. Altrimenti minimo è violazione della proprietà intellettuale.In seguito a questi due problemi stanno rivedendo tutto il codice e per loro stessa ammissione ci vorranno anni. Sempre che non di trovino a dover riscrivere praticamente tutto. Come al solito la fretta è stata pessima consigliera.Ps.L'affermazione sulle 2 persone non ha proprio senso, che volevi dire ? :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Almeno lo puoi togliere...
            - Scritto da: Anonimo
            1. Il codice trafugato da Ms a cui 4 sviluppatori
            hanno ammesso di aver avuto accesso. Il tutto è
            partito dall'ammissione di un copia incolla di
            una 50-ntina di righe che poi son diventate ....
            non si sa.Il che, tra l'altro, dimostra che alcuni sviluppatori non sono propriamente delle volpi... o peggio (vedi oltre).
            2. Il reverse engeenering inteso come copiatura
            di codice reversato. Questo non lo puoi fare
            neanche da noi. L'unico reverse engeenering che
            si può fare è quello out of the box, guardi come
            funziona e implementi codice originale.
            Altrimenti minimo è violazione della proprietà
            intellettuale.Non cadere nella trappola! Proprieta' intellettuale e' un termine privo di significato. Nel caso, violazione di copyrigth.
            In seguito a questi due problemi stanno rivedendo
            tutto il codice e per loro stessa ammissione ci
            vorranno anni. Sempre che non di trovino a dover
            riscrivere praticamente tutto. Come al solito la
            fretta è stata pessima consigliera.In alternativa, diciamo che una certa azienda con le tasche straripanti moneta potrebbe aver avuto un certo interesse ad affossare il tutto...
          • Anonimo scrive:
            Re: Almeno lo puoi togliere...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            1. Il codice trafugato da Ms a cui 4
            sviluppatori

            hanno ammesso di aver avuto accesso. Il tutto è

            partito dall'ammissione di un copia incolla di

            una 50-ntina di righe che poi son diventate ....

            non si sa.

            Il che, tra l'altro, dimostra che alcuni
            sviluppatori non sono propriamente delle volpi...
            o peggio (vedi oltre).Poco ma sicuro


            2. Il reverse engeenering inteso come copiatura

            di codice reversato. Questo non lo puoi fare

            neanche da noi. L'unico reverse engeenering che

            si può fare è quello out of the box, guardi come

            funziona e implementi codice originale.

            Altrimenti minimo è violazione della proprietà

            intellettuale.

            Non cadere nella trappola! Proprieta'
            intellettuale e' un termine privo di significato.
            Nel caso, violazione di copyrigth.Ho parlato genericamente di proprietà intellettuale perchè la normativa cambia da Paese a Paese, comunque per gli States Copyright è il temine corretto :-),da noi la situazione è un po' diversa. Comunque senza stare a far le pulci ci siam capiti.


            In seguito a questi due problemi stanno
            rivedendo

            tutto il codice e per loro stessa ammissione ci

            vorranno anni. Sempre che non di trovino a dover

            riscrivere praticamente tutto. Come al solito la

            fretta è stata pessima consigliera.

            In alternativa, diciamo che una certa azienda con
            le tasche straripanti moneta potrebbe aver avuto
            un certo interesse ad affossare il tutto...E con queste basi hanno pure ragione.... Clonare un kernel così mal documentato non è certo una passeggiata ma l'idea di copiazzare non mi sembra un'idea geniale. Peccato perchè alcune parti di codice sotto linux aveva portato a delle soluzioni interessanti e non escluderei a priori che alla fine non facciano diventare il tutto un modulo del kernel lasciando perdere l'idea di clonarsi tutto.
      • mda scrive:
        Re: Almeno lo puoi togliere...
        - Scritto da: Anonimo
        che non implementa drm. Vista non bloccherà i
        file senza drm e Reactos ha sospeso lo sviluppo a
        tempo indeterminato, si stanno riguardando tutto
        il codice, causa probabili copiature dal codice
        MS... peraltro anche in quel modo era
        assolutamente inutilizzabile.Reactors non ha sospeso niente, questo è leggenda metropolitana !Reactors NON copia niente dato che funziona in modo completamente diverso da Win, in futuro userà anche programmi OS/2 e Beos e Linux(Posix) e Wms grazie al fatto che non copia niente !Ma tutti i programmi Win funzionano in modo WINE ! @^ .
        • Anonimo scrive:
          Re: Almeno lo puoi togliere...
          - Scritto da: mda
          Reactors NON copia niente dato che funziona in
          modo completamente diverso da Win, in futuro
          userà anche programmi OS/2 e Beos e Linux(Posix)
          e Wms grazie al fatto che non copia niente !In futuro farà anche il caffè e la pizza margherita?
        • Anonimo scrive:
          Re: Almeno lo puoi togliere...
          - Scritto da: mda

          - Scritto da: Anonimo


          che non implementa drm. Vista non bloccherà i

          file senza drm e Reactos ha sospeso lo sviluppo
          a

          tempo indeterminato, si stanno riguardando tutto

          il codice, causa probabili copiature dal codice

          MS... peraltro anche in quel modo era

          assolutamente inutilizzabile.

          Reactors non ha sospeso niente, questo è leggenda
          metropolitana !

          Reactors NON copia niente dato che funziona in
          modo completamente diverso da Win, in futuro
          userà anche programmi OS/2 e Beos e Linux(Posix)
          e Wms grazie al fatto che non copia niente !

          Ma tutti i programmi Win funzionano in modo WINE
          !

          @^
          .Wine non c'entra nulla, il problema era con il lavoro svolto dalla community reactos: kernel e personalizzazioni. Le copiature son dichiarate ed ammesse dagli sviluppatori. Non a caso sorgenti e binari son spariti dal sito....
    • Anonimo scrive:
      Re: Almeno lo puoi togliere...
      - Scritto da: Crazy
      CIAO A TUTTI
      almeno in Linux si puo` eliminare tale
      protezione, a breve verranno distribuiti tanti
      bei tool che eliminano i DRM da Linux, in Windows
      Vista DRM e Trusted Computing sono intoccabili.
      I DRM non sarebbero sbagliatissimi, perche` la
      pirateria e` una cosa negativa che va combattuta,
      ma non e` giusto che ci rimettano gli utenti
      onesti: se io mi compro una canzone, voglio
      potermela masterizzare 100 volte, anche 1000 se
      voglio, altrimenti non lo compero e basta.
      Anche perche`, non sarebbe comperare, ma avere in
      affitto... come la faccenda che si puo`
      masterizzare su CD solo 5 volte il brano
      acquistato e poi si ripaga... ma che cacchio, ip
      pago, e` mio, e me lo metto su tutti i CD che
      voglio, se poi, faccio il porco e lo distribuisco
      a terzi... sta agli organi di competenza farmi la
      multone.
      In ogni caso, Linux non mi e` mai stato molto
      simpatico come Sistema, pensavo di essere
      costretto a passare ad esso per stare lontano dal
      Trusted COmputing, ma ora, ho una speranza, e
      spero che venga sviluppata in breve tempo che si
      chiama React OS... spero bene.
      DISTINTI SALUTImi spiace ma non hai capito na mazza...e te lo dice uno che sui suoi pc usa solo Gnu/Linux.Se vuoi un sistema senza supporto palladium e utilizzabile servono 2 cose:-hardware senza palladium-sistema operativoMa il primo è il più importante senza quello non basta Gnu/Linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: Almeno lo puoi togliere...
      - Scritto da: Crazy
      CIAO A TUTTI
      almeno in Linux si puo` eliminare tale
      protezione, a breve verranno distribuiti tanti
      bei tool che eliminano i DRM da Linux,non servono tool, il drm e' una funzionalita' come tante abilitabile o disabilitabile nel menu di configurazione del kernel, non e' nulla di trascendentale
    • Anonimo scrive:
      Roba da delirio.
      Ma l'avete letto il suo profilo?!http://punto-informatico.it/community/profilo.asp?nick=Crazy&r=PIE se l'avete letto gli rispondete pure?! (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Almeno lo puoi togliere...
      - Scritto da: Crazy

      I DRM non sarebbero sbagliatissimi, perche` la
      pirateria e` una cosa negativa che va combattuta,Se intendi il sharing, non vedo cosa ci sia di negativo, sarebbe ora che la legge del copyright fosse rivista, invece di segare la liberta degli acquirenti. In piu', se vogliono vendere DRM e basta lo mettano in chiaro: non vendono il prodotto in se stesso, ma un DRM, cosa ben diversa (lasciando perdere il bypass delle protezioni).
      In ogni caso, Linux non mi e` mai stato molto
      simpatico come Sistema, pensavo di essere
      costretto a passare ad esso per stare lontano dal
      Trusted COmputing, ma ora, ho una speranza, e
      spero che venga sviluppata in breve tempo che si
      chiama React OS... spero bene.ReactOS difficilmente soppianta OS M$, anche in futuro, un po' come wine.
    • Anonimo scrive:
      Re: Almeno lo puoi togliere...
      - Scritto da: Crazy
      CIAO A TUTTI
      almeno in Linux si puo` eliminare tale
      protezione, a breve verranno distribuiti tanti
      bei tool che eliminano i DRM da Linux, in WindowsIl DRM serve per proteggere i file che sono coperti da copyright, se non hai il supporto al DRM o lo togli da linux, puoi scordarti di poter usufruire di quei file. Se hai il DRM e non usi file coperti da copyright è come se non lo avessi e tutti i file non protetti con il DRM funzionano come prima.
      • Anonimo scrive:
        Re: Almeno lo puoi togliere...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Crazy

        CIAO A TUTTI

        almeno in Linux si puo` eliminare tale

        protezione, a breve verranno distribuiti tanti

        bei tool che eliminano i DRM da Linux, in
        Windows

        Il DRM serve per proteggere i file che sono
        coperti da copyright, se non hai il supporto al
        DRM o lo togli da linux, puoi scordarti di poter
        usufruire di quei file. Se hai il DRM e non usi
        file coperti da copyright è come se non lo avessi
        e tutti i file non protetti con il DRM funzionano
        come prima.Amen!
      • Anonimo scrive:
        Re: Almeno lo puoi togliere...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Crazy

        CIAO A TUTTI

        almeno in Linux si puo` eliminare tale

        protezione, a breve verranno distribuiti tanti

        bei tool che eliminano i DRM da Linux, in
        Windows

        Il DRM serve per proteggere i file che sono
        coperti da copyright, se non hai il supporto al
        DRM o lo togli da linux, puoi scordarti di poter
        usufruire di quei file. Se hai il DRM e non usi
        file coperti da copyright è come se non lo avessi
        e tutti i file non protetti con il DRM funzionano
        come prima.basta usare hardware non tcpa
        • Anonimo scrive:
          Re: Almeno lo puoi togliere...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Crazy


          CIAO A TUTTI


          almeno in Linux si puo` eliminare tale


          protezione, a breve verranno distribuiti tanti


          bei tool che eliminano i DRM da Linux, in

          Windows



          Il DRM serve per proteggere i file che sono

          coperti da copyright, se non hai il supporto al

          DRM o lo togli da linux, puoi scordarti di poter

          usufruire di quei file. Se hai il DRM e non usi

          file coperti da copyright è come se non lo
          avessi

          e tutti i file non protetti con il DRM
          funzionano

          come prima.

          basta usare hardware non tcpaChe sarà miracolosamente in grado di ottenere le chiavi per sbloccare quei file senza accedere al chip Fritz?
          • Anonimo scrive:
            Re: Almeno lo puoi togliere...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Crazy



            CIAO A TUTTI



            almeno in Linux si puo` eliminare tale



            protezione, a breve verranno distribuiti
            tanti



            bei tool che eliminano i DRM da Linux, in


            Windows





            Il DRM serve per proteggere i file che sono


            coperti da copyright, se non hai il supporto
            al


            DRM o lo togli da linux, puoi scordarti di
            poter


            usufruire di quei file. Se hai il DRM e non
            usi


            file coperti da copyright è come se non lo

            avessi


            e tutti i file non protetti con il DRM

            funzionano


            come prima.



            basta usare hardware non tcpa

            Che sarà miracolosamente in grado di ottenere le
            chiavi per sbloccare quei file senza accedere al
            chip Fritz?rotfl! evidentemente non sai come funziona tcpa; i contenuti di per se sono assolutamente accessibili su piattaforma non-tcpa, sono normali file non crittati ma marcati o firmati digitalmente, ci pensa poi l'hardware e il sistema tcpa a renderli non accessibili; se invece tu hai hardware e sistema non-tcpa il problema non si pone
          • Anonimo scrive:
            Re: Almeno lo puoi togliere...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Crazy




            CIAO A TUTTI




            almeno in Linux si puo` eliminare tale




            protezione, a breve verranno distribuiti

            tanti




            bei tool che eliminano i DRM da Linux, in



            Windows







            Il DRM serve per proteggere i file che sono



            coperti da copyright, se non hai il supporto

            al



            DRM o lo togli da linux, puoi scordarti di

            poter



            usufruire di quei file. Se hai il DRM e non

            usi



            file coperti da copyright è come se non lo


            avessi



            e tutti i file non protetti con il DRM


            funzionano



            come prima.





            basta usare hardware non tcpa



            Che sarà miracolosamente in grado di ottenere le

            chiavi per sbloccare quei file senza accedere al

            chip Fritz?

            rotfl! evidentemente non sai come funziona tcpa;
            i contenuti di per se sono assolutamente
            accessibili su piattaforma non-tcpa, sono normali
            file non crittati ma marcati o firmati
            digitalmente, ci pensa poi l'hardware e il
            sistema tcpa a renderli non accessibili; se
            invece tu hai hardware e sistema non-tcpa il
            problema non si poneSe non sono neanche criptati allora il TCPA non serve a nulla, ABBIAMO VINTO!!1!
          • Anonimo scrive:
            Re: Almeno lo puoi togliere...
            - Scritto da: Anonimo
            Se non sono neanche criptati allora il TCPA non
            serve a nulla, ABBIAMO VINTO!!1!ha vinto l'ignoranza
          • Anonimo scrive:
            Re: Almeno lo puoi togliere...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Se non sono neanche criptati allora il TCPA non

            serve a nulla, ABBIAMO VINTO!!1!

            ha vinto l'ignoranzaL'ironia è un'arte perduta...
        • Anonimo scrive:
          Re: Almeno lo puoi togliere...
          - Scritto da: Anonimo
          basta usare hardware non tcpasbagliato. Io ho un computer di 5 anni fa e quindi non ha hardware tcpa eppure i filmati porno che trovo in rete protetti con il DRM non li posso vedere. Quindi scordati di vederli sotto linux se linux non lo implementa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Almeno lo puoi togliere...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            basta usare hardware non tcpa

            sbagliato. Io ho un computer di 5 anni fa e
            quindi non ha hardware tcpa eppure i filmati
            porno che trovo in rete protetti con il DRM non
            li posso vedere. Quindi scordati di vederli sotto
            linux se linux non lo implementa.Guarda che non sono porno, sono dei trojan che sfruttano un bug di Windows Media Player 9. Fatti un giro sui motori di ricerca e vedi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Almeno lo puoi togliere...
            - Scritto da: Anonimo
            Guarda che non sono porno, sono dei trojan che
            sfruttano un bug di Windows Media Player 9. Fatti
            un giro sui motori di ricerca e vedi.va beh vedo che non hai capito nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Almeno lo puoi togliere...
            - Scritto da: Anonimo
            Guarda che non sono porno, sono dei trojan che
            sfruttano un bug di Windows Media Player 9. Fatti
            un giro sui motori di ricerca e vedi.NO.
    • Anonimo scrive:
      Re: Almeno lo puoi togliere...
      - Scritto da: Crazy
      CIAO A TUTTI
      almeno in Linux si puo` eliminare tale
      protezione, a breve verranno distribuiti tanti
      bei tool che eliminano i DRM da Linux, in Windows
      Vista DRM e Trusted Computing sono intoccabili.secondo te le aziende investono milioni di dollare nel proteggere i loro contenuti con il DRM e sotto linux li puoi vedere? Scordati di vedere contenuto protetto con il drm se non hai un sistema operativo che lo supporta e se non hai licenze.
    • Anonimo scrive:
      Re: Almeno lo puoi togliere...
      Almeno lo puoi togliere...sìsì la stessa cosa che disse il boia al condannatoprima di mettergli ail cappio al collo."Non preoccuparti.Dopo l'impiccagione lo puoi togliere."
  • Anonimo scrive:
    I linari saranno DRMizzati
    Dopo tutto il veleno sputato sul DRM , per i lianri potrebbe aprirsi uno scenario fantastico, il DRM anche per loro. E dopo tutte le critiche fatte a Windows Vista, sulla libertà del loro potente e "moderno" OS, tra breve avranno il loro bel DRM compilato staticamente nel kernel :DAdesso ci sarà da divertirsi , DRM anche per le cantine :)
    • Anonimo scrive:
      Re: I linari saranno DRMizzati
      - Scritto da: Anonimo
      Dopo tutto il veleno sputato sul DRM , per i
      lianri potrebbe aprirsi uno scenario fantastico,
      il DRM anche per loro. E dopo tutte le critiche
      fatte a Windows Vista, sulla libertà del loro
      potente e "moderno" OS, tra breve avranno il loro
      bel DRM compilato staticamente nel kernel :D

      Adesso ci sarà da divertirsi , DRM anche per le
      cantine :)
      Pensate ai vostri di guai, a noi il DRM non ce lo impone nessuno (possiamo sceglire se installarlo o meno) voi invece ve lo installano a forza (e visto come ragionate posso dire che ve lo meritate)
      • Anonimo scrive:
        Re: I linari saranno DRMizzati
        - Scritto da: Anonimo
        Pensate ai vostri di guai, a noi il DRM non ce lo
        impone nessuno (possiamo sceglire se installarlo
        o meno) voi invece ve lo installano a forza (e
        visto come ragionate posso dire che ve lo
        meritate)Non hai capito a cosa serve il DRM.
    • Anonimo scrive:
      Re: I linari saranno DRMizzati
      - Scritto da: Anonimo
      Dopo tutto il veleno sputato sul DRM , per i
      lianri potrebbe aprirsi uno scenario fantastico,
      il DRM anche per loro. E dopo tutte le critiche
      fatte a Windows Vista, sulla libertà del loro
      potente e "moderno" OS, tra breve avranno il loro
      bel DRM compilato staticamente nel kernel :Dquale parte di "posso ricompilare il kernel senza drm a piacimento" non t'e' chiara?
      • Anonimo scrive:
        Re: I linari saranno DRMizzati
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Dopo tutto il veleno sputato sul DRM , per i

        lianri potrebbe aprirsi uno scenario fantastico,

        il DRM anche per loro. E dopo tutte le critiche

        fatte a Windows Vista, sulla libertà del loro

        potente e "moderno" OS, tra breve avranno il
        loro

        bel DRM compilato staticamente nel kernel :D

        quale parte di "posso ricompilare il kernel senza
        drm a piacimento" non t'e' chiara?Poveri illusi non sanno ancora cosa gli aspetta (rotfl)(apple)
        • Anonimo scrive:
          Re: I linari saranno DRMizzati
          - Scritto da: Anonimo
          Poveri illusi non sanno ancora cosa gli aspetta
          (rotfl)(apple)Detto da un macaco, sa proprio di bue che dice cornuto all'asino...
        • Anonimo scrive:
          Re: I linari saranno DRMizzati

          Poveri illusi non sanno ancora cosa gli aspetta
          (rotfl)(apple)Gia' anche secondo me i linari non hanno ben capito che non potranno fare a meno di caricare il driverino per il drm in avvio
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari saranno DRMizzati
            - Scritto da: Anonimo

            Poveri illusi non sanno ancora cosa gli aspetta

            (rotfl)(apple)

            Gia' anche secondo me i linari non hanno ben
            capito che non potranno fare a meno di caricare
            il driverino per il drm in avvioi loro puerili sogni di anarchia neo-hyppie e' finitia!i linari dovranno vivere con i grande vecchio!!!! ah ah ah ah perennemente collegati ai server tcpa !(troll2)ah ah ah finalmente sapremo quante volte al giorno u linaro ricompila il kernel!(troll2)ah ah ah ah ah tutto alla luce del sole! anche da sotto una cantina! (troll2)
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari saranno DRMizzati
            - Scritto da: Anonimo

            Poveri illusi non sanno ancora cosa gli aspetta

            (rotfl)(apple)

            Gia' anche secondo me i linari non hanno ben
            capito che non potranno fare a meno di caricare
            il driverino per il drm in avvioio temo che tu non sappia di cosa stai parlando e che tu non abbia mai dato un banale make menuconfig
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari saranno DRMizzati

            io temo che tu non sappia di cosa stai parlando e
            che tu non abbia mai dato un banale make
            menuconfigtu non sai cos'e' l'hardware tcpa
      • Anonimo scrive:
        Re: I linari saranno DRMizzati

        quale parte di "posso ricompilare il kernel senza
        drm a piacimento" non t'e' chiara?Quale parte di "la cpu non fara' girare il kernel senza drm" non ti e' chiara?
        • Anonimo scrive:
          Re: I linari saranno DRMizzati
          Quale parte di nessumo mi obbliga ad acquistare un PC o un processore che si comportano cosi'?
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari saranno DRMizzati
            - Scritto da: Anonimo
            Quale parte di nessumo mi obbliga ad acquistare
            un PC o un processore che si comportano cosi'?Quale parte di "tutti i produttori di CPU implementeranno TCPA" ?
      • Anonimo scrive:
        Re: I linari saranno DRMizzati
        - Scritto da: Anonimo
        quale parte di "posso ricompilare il kernel senza
        drm a piacimento" non t'e' chiara?poi puoi dire addio a tutto il materiale coperto da copyright che hai acquistato e che sfrutta tale tecnologia.
        • Anonimo scrive:
          Re: I linari saranno DRMizzati
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          quale parte di "posso ricompilare il kernel
          senza

          drm a piacimento" non t'e' chiara?

          poi puoi dire addio a tutto il materiale coperto
          da copyright che hai acquistato e che sfrutta
          tale tecnologia.solo se usi hardware che implementa tcpa
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari saranno DRMizzati
            - Scritto da: Anonimo
            solo se usi hardware che implementa tcpasbagliato. Il DRM esiste indipendentemente dall'hardware. Già con Windows XP alcuni filmati che trovi in rete e che sono protetti con il DRM non li vedi se non hai la licenza.
      • Anonimo scrive:
        Re: I linari saranno DRMizzati
        - Scritto da: Anonimo
        quale parte di "posso ricompilare il kernel senza
        drm a piacimento" non t'e' chiara?quale parte di "se non ho materiale coperto da copyright che sfrutta tale tecnologia è come se non avessi il DRM in Vista" non t'è chiara?
        • Anonimo scrive:
          Re: I linari saranno DRMizzati
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          quale parte di "posso ricompilare il kernel
          senza

          drm a piacimento" non t'e' chiara?

          quale parte di "se non ho materiale coperto da
          copyright che sfrutta tale tecnologia è come se
          non avessi il DRM in Vista" non t'è chiara?quale parte di "basta che tu non abbia hardware che implementa questi sistemi di dirm e poi puoi usare linux senza drm accedendo a tutti i contenuti protetti che vuoi" non ti e' chiara?
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari saranno DRMizzati
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            quale parte di "posso ricompilare il kernel

            senza


            drm a piacimento" non t'e' chiara?



            quale parte di "se non ho materiale coperto da

            copyright che sfrutta tale tecnologia è come se

            non avessi il DRM in Vista" non t'è chiara?

            quale parte di "basta che tu non abbia hardware
            che implementa questi sistemi di dirm e poi puoi
            usare linux senza drm accedendo a tutti i
            contenuti protetti che vuoi" non ti e' chiara?Accedere ai contenuti protetti...senza DRM? E come? Sei liberissimo di non caricare moduli che non ti servono/non vuoi, però poi i "contenuti protetti" che si _aspettano_ di poter accedere all'hardware trusted te li dai in faccia.
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari saranno DRMizzati
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            quale parte di "posso ricompilare il kernel


            senza



            drm a piacimento" non t'e' chiara?





            quale parte di "se non ho materiale coperto da


            copyright che sfrutta tale tecnologia è come
            se


            non avessi il DRM in Vista" non t'è chiara?



            quale parte di "basta che tu non abbia hardware

            che implementa questi sistemi di dirm e poi puoi

            usare linux senza drm accedendo a tutti i

            contenuti protetti che vuoi" non ti e' chiara?

            Accedere ai contenuti protetti...senza DRM? E
            come?
            Sei liberissimo di non caricare moduli che non ti
            servono/non vuoi, però poi i "contenuti protetti"
            che si _aspettano_ di poter accedere all'hardware
            trusted te li dai in faccia.ma sai leggere? ho scritto *basta*non*avere*hardware*che*implementa*questi*sistemi*di*drm*i contenuti protetti di per se sono solo mp3, divx, ecc.. marcati con dei tag o firmati digitalmente, non sono crittati
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari saranno DRMizzati
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo




            quale parte di "posso ricompilare il
            kernel



            senza




            drm a piacimento" non t'e' chiara?







            quale parte di "se non ho materiale coperto
            da



            copyright che sfrutta tale tecnologia è come

            se



            non avessi il DRM in Vista" non t'è chiara?





            quale parte di "basta che tu non abbia
            hardware


            che implementa questi sistemi di dirm e poi
            puoi


            usare linux senza drm accedendo a tutti i


            contenuti protetti che vuoi" non ti e' chiara?



            Accedere ai contenuti protetti...senza DRM? E

            come?

            Sei liberissimo di non caricare moduli che non
            ti

            servono/non vuoi, però poi i "contenuti
            protetti"

            che si _aspettano_ di poter accedere
            all'hardware

            trusted te li dai in faccia.

            ma sai leggere? ho scritto
            *basta*non*avere*hardware*che*implementa*questi*si
            i contenuti protetti di per se sono solo mp3,
            divx, ecc.. marcati con dei tag o firmati
            digitalmente, non sono crittatiCiccio, i divuics e gli emmepitre non contano come contenuti protetti. Contenuti protetti sono quelli che supportano all'interno del loro formato l'implementazione di tecnologie DRM; gli AAC che Apple vende su iTunes sono contenuti protetti, i file Windows Media che vende messaggeriedigitali.it sono contenuti protetti, i PDF possono esserlo. Gli mp3 sono mp3 e basta, dove li scrivi i flag per dire che quell'mp3 è protetto?, nell' ID3?
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari saranno DRMizzati
            - Scritto da: Anonimo
            basta*non*avere*hardware*che*implementa*questi*si
            i contenuti protetti di per se sono solo mp3,
            divx, ecc.. marcati con dei tag o firmati
            digitalmente, non sono crittatiSenti il DRM esiste già in Windows XP e sul mio PC che è vecchio di 5 anni fa e non ha hardware TCPA non posso vedere filmati scaricati dalla rete che sono protetti con il DRM. Quindi informati prima di dire che su linux puoi vederli! Scordatelo.
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari saranno DRMizzati
            - Scritto da: Anonimo
            quale parte di "basta che tu non abbia hardware
            che implementa questi sistemi di dirm e poi puoi
            usare linux senza drm accedendo a tutti i
            contenuti protetti che vuoi" non ti e' chiara?sbagliato. Il DRM esiste indipendentemente dall'hardware. Già con Windows XP alcuni filmati che trovi in rete e che sono protetti con il DRM non li vedi se non hai la licenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: I linari saranno DRMizzati
      - Scritto da: Anonimo
      Dopo tutto il veleno sputato sul DRM , per i
      lianri potrebbe aprirsi uno scenario fantastico,
      il DRM anche per loro. E dopo tutte le critiche
      fatte a Windows Vista, sulla libertà del loro
      potente e "moderno" OS, tra breve avranno il loro
      bel DRM compilato staticamente nel kernel :D

      Adesso ci sarà da divertirsi , DRM anche per le
      cantine :)
      Il DRM è per forza in tutti i sistemi operativi, perchè il DRM è la tecnologia con cui proteggere materiale (audio, video, file e programmi) e senza di quello non puoi utilizzare materiale che hai legittimamente acquistato che sfrutta tale tecnologia, quindi è normale che ci sia sia in Windows che in Mac che in Linux.
  • AlphaC scrive:
    LinuS
    E' sempre stato pro drm (sempre facendo riferimento alla sicurezza e autenticita') e tutto sommato il suo discorso in questo frangente non fa una grinza, ma mi chiedo che fara' GNU di fronte alla possibilita' di pubblicare su gpl3 gcc glibc etc etc, secondo me usera' una doppia licenza.
    • francescor82 scrive:
      Re: LinuS
      - Scritto da: AlphaC
      E' sempre stato pro drm (sempre facendo
      riferimento alla sicurezza e autenticita') e
      tutto sommato il suo discorso in questo frangente
      non fa una grinza, ma mi chiedo che fara' GNU di
      fronte alla possibilita' di pubblicare su gpl3
      gcc glibc etc etc, secondo me usera' una doppia
      licenza.Oppure nascerà un fork dall'ultima versione di quei software rilasciata sotto GPLv2.
      • Anonimo scrive:
        Re: LinuS
        - Scritto da: francescor82
        - Scritto da: AlphaC

        E' sempre stato pro drm (sempre facendo

        riferimento alla sicurezza e autenticita') e

        tutto sommato il suo discorso in questo
        frangente

        non fa una grinza, ma mi chiedo che fara' GNU di

        fronte alla possibilita' di pubblicare su gpl3

        gcc glibc etc etc, secondo me usera' una doppia

        licenza.

        Oppure nascerà un fork dall'ultima versione di
        quei software rilasciata sotto GPLv2.I casi sono due o Stallman fa marcia indietro o vedremo fork a non finire. Di certo nessuno userà mai un compilatore che impedisce al programma che compili diessere usato come ti pare. Stallman sta togliendo libertà agli sviluppatori per portare avanti una battaglia "politica" e questo il grosso degli sviluppatori non l'accetterà mai indipendentemente da come la pensa sulle finalità ultime.
    • Anonimo scrive:
      Re: LinuS
      - Scritto da: AlphaC
      E' sempre stato pro drm (sempre facendo
      riferimento alla sicurezza e autenticita') e
      tutto sommato il suo discorso in questo frangente
      non fa una grinza, ma mi chiedo che fara' GNU di
      fronte alla possibilita' di pubblicare su gpl3
      gcc glibc etc etc, secondo me usera' una doppia
      licenza.
      Sara' perche' transmeta che gli da di che vivere e' nel consorzio TCPA?
      • Santos-Dumont scrive:
        Re: LinuS
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: AlphaC

        E' sempre stato pro drm (sempre facendo

        riferimento alla sicurezza e autenticita') e

        tutto sommato il suo discorso in questo
        frangente

        non fa una grinza, ma mi chiedo che fara' GNU di

        fronte alla possibilita' di pubblicare su gpl3

        gcc glibc etc etc, secondo me usera' una doppia

        licenza.



        Sara' perche' transmeta che gli da di che vivere
        e' nel consorzio TCPA? malizioso! @^
        • berlin scrive:
          Re: LinuS


          Sara' perche' transmeta che gli da di che vivere

          e' nel consorzio TCPA?

          malizioso! @^maliziosi tutti e due... ma linus ha lasciato transmeta diversi anni fa (tre direi), ora è nell'osdl. O sbaglio?
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: LinuS
            - Scritto da: berlin


            Sara' perche' transmeta che gli da di che
            vivere


            e' nel consorzio TCPA?



            malizioso! @^

            maliziosi tutti e due... ma linus ha lasciato
            transmeta diversi anni fa (tre direi), ora è
            nell'osdl. O sbaglio?Hai ragione:http://en.wikipedia.org/wiki/OSDLPerò a questo punto suggerisco di verificare da che parte stiano gli sponsor dell'ODSL:http://www.cl.cam.ac.uk/~rja14/tcpa-faq.htmlhttps://www.trustedcomputinggroup.org/home==================================Modificato dall'autore il 07/02/2006 16.57.04
      • Anonimo scrive:
        Re: LinuS
        - Scritto da: Anonimo
        Sara' perche' transmeta che gli da di che vivere
        e' nel consorzio TCPA? ma ci vogliamo informare prima di scrivere corbellerie? Torvalds non lavora piu' in transmeta da un pezzo, ora viene stipendiato da ospl o come cavolo si chiama
  • Anonimo scrive:
    Ma cosa gliene deve fregare
    Questo tipo di DRM, stando a Torvalds, "fornisce maggiore sicurezza e contempla la possibilità di non far caricare i moduli non firmati, marcandoli come potenzialmente dannosi o perlomeno inaffidabili"Per chi apprezza, il bello di linux è poter fare i casini che si vuole, se si limita questa possibilità cosa rimane di bello in linux ? Le tre madonne vi, more, less ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma cosa gliene deve fregare
      - Scritto da: Anonimo
      Questo tipo di DRM, stando a Torvalds, "fornisce
      maggiore sicurezza e contempla la possibilità di
      non far caricare i moduli non firmati, marcandoli
      come potenzialmente dannosi o perlomeno
      inaffidabili"

      Per chi apprezza, il bello di linux è poter fare
      i casini che si vuole, se si limita questa
      possibilità cosa rimane di bello in linux ? Le
      tre madonne vi, more, less ?3 madonne e 1 pisquano come te.
    • Gusbertone scrive:
      Re: Ma cosa gliene deve fregare
      - Scritto da: Anonimo
      Questo tipo di DRM, stando a Torvalds, "fornisce
      maggiore sicurezza e contempla la possibilità di
      non far caricare i moduli non firmati, marcandoli
      come potenzialmente dannosi o perlomeno
      inaffidabili"

      Per chi apprezza, il bello di linux è poter fare
      i casini che si vuole, se si limita questa
      possibilità cosa rimane di bello in linux ? Le
      tre madonne vi, more, less ?
      • Gusbertone scrive:
        Re: Ma cosa gliene deve fregare
        - Scritto da: Gusbertone

        - Scritto da: Anonimo

        Questo tipo di DRM, stando a Torvalds, "fornisce

        maggiore sicurezza e contempla la possibilità di

        non far caricare i moduli non firmati,
        marcandoli

        come potenzialmente dannosi o perlomeno

        inaffidabili"



        Per chi apprezza, il bello di linux è poter fare

        i casini che si vuole, se si limita questa

        possibilità cosa rimane di bello in linux ? Le

        tre madonne vi, more, less ?tra i casini contemplabili, ci deve essere pure quello che permette di firmare i moduli del kernel, non mi sembra una cosa così terribile
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma cosa gliene deve fregare
      ti e' sfuggito il punto secondo me:con linux, hai la liberta' di fare QUELLO CHE VUOI : se vuoi il DRM, lo compili , e sei felice. Non lo vuoi? non lo compili.La GPLv3 ti impedisce una scelta, ti COSTRINGE a seguire la scelta fatta da Stallman. E cio' non va bene.Che poi tu sia d'accordo o meno con i DRM, la GPLv2 ti premtte di *scegliere* , la GPLv3 no.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma cosa gliene deve fregare
        sì hai ragione.E poi secondo me il DRM non è il male in assoluto. Ci sono degli usi del DRM che sono oggettivamente sensati e utili, perché bandirlo a priori?E' come voler vietare a priori il p2p perché è usato prevalentemente per commettere atti illeciti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma cosa gliene deve fregare

          E' come voler vietare a priori il p2p perché è
          usato prevalentemente per commettere atti
          illeciti.cioe'? secondo i drm che hai nel cervello il p2p e' usato in prevalenza per atti illeciti? vedo che il lavaggio del cervello funziona e procede bene.lo vedi che neanche sai quello che dici? vuoi un computer che sia come te e affibbiarlo anche al resto del mondo?a me il drm piace, se e' al mio servizio, e basta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma cosa gliene deve fregare
            - Scritto da: Anonimo
            cioe'? secondo i drm che hai nel cervello il p2p
            e' usato in prevalenza per atti illeciti? vedo
            che il lavaggio del cervello funziona e procede
            bene.Ah sentiamo secondo te per cosa è usato in PREVALENZA? Dai facciamoci due risate.
            lo vedi che neanche sai quello che dici? Tu non dici niente per il momento, ma aspetto con ansia la tua arrampicata sui vetri.
      • Alessandrox scrive:
        Re: Ma cosa gliene deve fregare
        - Scritto da: Anonimo
        ti e' sfuggito il punto secondo me:
        con linux, hai la liberta' di fare QUELLO CHE
        VUOI : se vuoi il DRM, lo compili , e sei felice.
        Non lo vuoi? non lo compili.
        La GPLv3 ti impedisce una scelta, ti COSTRINGE a
        seguire la scelta fatta da Stallman. E cio' non
        va bene.
        Che poi tu sia d'accordo o meno con i DRM, la
        GPLv2 ti premtte di *scegliere* , la GPLv3 no.Oltretutto un sistema DRM inserito in un codice GPL dovra' anch esso essere GPL. Quindi l' utente avra' il massimo controllo su questi sistemi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma cosa gliene deve fregare
      - Scritto da: Anonimo
      Questo tipo di DRM, stando a Torvalds, "fornisce
      maggiore sicurezza e contempla la possibilità di
      non far caricare i moduli non firmati, marcandoli
      come potenzialmente dannosi o perlomeno
      inaffidabili"

      Per chi apprezza, il bello di linux è poter fare
      i casini che si vuole, se si limita questa
      possibilità cosa rimane di bello in linux ? Le
      tre madonne vi, more, less ?guarda che non e' mica obbligatorio, e' utile su server in produzione dove devi garantire una certa sicurezza mantenendo un kernel modulare, ma se vuoi basta compilarti il tuo kernel disabilitando il drm o usarne uno precompilato senza supporto drm; e' solo una possibilita' in piu' che se vuoi usare usi altrimenti non usi
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma cosa gliene deve fregare
      - Scritto da: Anonimo
      Per chi apprezza, il bello di linux è poter fare
      i casini che si vuole, se si limita questa
      possibilità cosa rimane di bello in linux ? Le
      tre madonne vi, more, less ?Sai com'e', prima o poi esci dal centro sociale e vai a lavorare. In tal caso, il fatto che il primo sfigato di turno non possa caricare il SUO modulo personalizzato nel kernel del TUO server cominci a vederlo come un fatto positivo...
      • bt scrive:
        Re: Ma cosa gliene deve fregare
        - Scritto da: Anonimo
        Sai com'e', prima o poi esci dal centro sociale e
        vai a lavorare. In tal caso, il fatto che il
        primo sfigato di turno non possa caricare il SUO
        modulo personalizzato nel kernel del TUO server
        cominci a vederlo come un fatto positivo...E com'è che questo fantomatico individuo ha accesso di root al tuo server? :|
    • berlin scrive:
      Re: Ma cosa gliene deve fregare

      Le
      tre madonne vi, more, less ?Io voto env, du, df e dd.
  • Anonimo scrive:
    JUST FOR FUN
    Continui con il Just For Funa Linus Torvalds e non si immischi in cose che non sono il suo forte.
    • Anonimo scrive:
      Re: JUST FOR FUN
      - Scritto da: Anonimo
      Continui con il Just For Funa Linus Torvalds e
      non si immischi in cose che non sono il suo
      forte.E tu chi sei e cosa hai fatto per dire ciò?
      • Anonimo scrive:
        9 --
      • Anonimo scrive:
        Re: JUST FOR FUN
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Continui con il Just For Funa Linus Torvalds e

        non si immischi in cose che non sono il suo

        forte.

        E tu chi sei e cosa hai fatto per dire ciò?Sono il tuo incubo.Presto ti farò vedere il mio pedegree.
      • Anonimo scrive:
        Re: JUST FOR FUN
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Continui con il Just For Funa Linus Torvalds e

        non si immischi in cose che non sono il suo

        forte.

        E tu chi sei e cosa hai fatto per dire ciò?Linus sarà bravo nel costruire i kernel (forse il migliore niente da obiettare) ma dal punto di vista delle strategie penso che il barbuto veda un pò più da lontano (non per niente è l'unico che sia riuscito ha mettere il difficoltà Microsoft)
        • Anonimo scrive:
          Re: JUST FOR FUN
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Continui con il Just For Funa Linus Torvalds e


          non si immischi in cose che non sono il suo


          forte.



          E tu chi sei e cosa hai fatto per dire ciò?

          Linus sarà bravo nel costruire i kernel (forse il
          migliore niente da obiettare) ma dal punto di
          vista delle strategie penso che il barbuto veda
          un pò più da lontano (non per niente è l'unico
          che sia riuscito [b]ha[/b] mettere il difficoltà
          Microsoft)No, la questione percui tutti patteggiano per lo StallMan è perchè, con lui, tutto dovrebbe essere gratis. Siccome c'è moltissima gente che non vuol pagare niente di niente (e sta cosa del P2P con materiale illegale c'è andato a nozze con loro), allora, tutti là a buttar cacca su Torwalds. Semplicemente, il tale, non ha detto sì al DRM selvaggio, bensì, a quello finalizzato alla sicurezza di sistema, cosa che i trolloni e gli humpty dumptysti fingono di non capire, portando avanti la loro guerra di disinformazione, attaccandosi, per l'appunto, ad ogni piccola caccola, presente oppure no.Bah...
          • Anonimo scrive:
            Re: JUST FOR FUN

            No, la questione percui tutti patteggiano per lo
            StallMan è perchè, con lui, tutto dovrebbe essere
            gratis. Siccome c'è moltissima gente che non vuol
            pagare niente di niente (e sta cosa del P2P con
            materiale illegale c'è andato a nozze con loro),cos'e', stai facendo la crociata a favore delle "magior"? te la smetti di postare cavolate?. La filosofia difesa dal Stallman e' un po' piu' complessa ed e' scritta in molte parti su internet, datti 8una mossettina e leggitela.Secondo me il p2p dovrebbe essere a pagamento su winz e gratuito su linux, ci guadegnerebbero tutti, anche quelli come te.
            allora, tutti là a buttar cacca su Torwalds.scusa tanto se te lo dico, ma tu vedi proprio nero ...
            Semplicemente, il tale, non ha detto sì al DRM
            selvaggio, bensì, a quello finalizzato alla
            sicurezza di sistema, cosa che i trolloni e gli
            humpty dumptysti fingono di non capire, portando
            avanti la loro guerra di disinformazione,
            attaccandosi, per l'appunto, ad ogni piccola
            caccola, presente oppure no.
            Bah...il drm va benissimo, se a firmarlo sono io, non intel o msz o gli altri, ok? in questo modo fa il mio interesse, nell'altro no.
          • Anonimo scrive:
            Re: JUST FOR FUN

            Secondo me il p2p dovrebbe essere a pagamento su
            winz e gratuito su linux, ci guadegnerebbero
            tutti, anche quelli come te.Cioè, questa è bellissima!!! Non ho mai letto una ca**ata più grande in vita mia!!!! :-)La userò come firma! GIURO!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: JUST FOR FUN

            No, la questione percui tutti patteggiano per lo
            StallMan è perchè, con lui, tutto dovrebbe essere
            gratis. Ma cosa stai dicendo? Stallman vuole codice free (come libero. Da usare, copiare, modificare...), non free come gratis. Anzi, ha sempre detto che non vede assolutamente niente di male nel vendere free software!Siccome c'è moltissima gente che non vuol
            pagare niente di niente (e sta cosa del P2P con
            materiale illegale c'è andato a nozze con loro),
            allora, tutti là a buttar cacca su Torwalds.
            Semplicemente, il tale, non ha detto sì al DRM
            selvaggio, bensì, a quello finalizzato alla
            sicurezza di sistema, cosa che i trolloni e gli
            humpty dumptysti fingono di non capire, portando
            avanti la loro guerra di disinformazione,
            attaccandosi, per l'appunto, ad ogni piccola
            caccola, presente oppure no.
            Bah...E' vero che spesso si da ragione ciecamente a Stallman perchè da noi è visto come un comunista da centro sociale. Peccato però che la realtà sia diversa. Lui odia i comunisti come odia le aziende bastarde. Tutto il resto è polemica nostrana.Stallman è un genio nel vero senso della parola, con i suoi pregi e con alcuni difetti dei geni (è quasi autistico!). Ha una visione molto teorica e guarda lontano (dimenticandosi troppo spesso delle persone e di come pensa la gente).Torvalds è una persona nella norma che ha dato vita pratica alla condivisione del codice per creare un grande progetto. E' nato tutto quasi per caso (prima, senza Internet sarebbe stato impossibile scambiarsi codice) ma è venuta fuori una filosofia nel modo di lavorare, pensare e... fare soldi. Lo scambio come mezzo per guadagnarci tutti. Sembra una banalità, eppure è qualcosa di nuovo. E' molto pratico e pensa soprattutto alle persone che programmano.Stallman rappresenta gli accademici, Torvalds la gente normale. E' difficile dire chi ha ragione perchè, probabilmente, hanno un pò di ragione entrambi.Non credo che ci sia un meglio ed un peggio. Sono due modi di pensare diversi che vanno sempre tenuti in considerazione, qualunque sia la decisione che si prende. Non è detto che uno dei due abbia ragione o che queste siano le uniche ipotesi da prendere in esame.Chi da ragione ad uno dei due perchè si sente comunista o anti, è solo decerebrato. Il pensiero di chi è senza cervello non va preso in considerazione. Esistono tante persone in Italia (ma non solo!) che danno ragione agli amici (o presunti tali) per partito preso, senza ragionare, senza nemmenno immaginare di poterla pensare diversamente. E' la gente che ripete sempre le stesse cose. E' la gente che ripete le stesse cose dei suoi amici. Lo si fa di solito per fare parte di un gruppo, ma si finisce solo per prostituirsi. Purtroppo in questi giorni ne hai molti esempi in tv.Il probelma DRM è molto serio ma non posso che dare ragione a Linus quando dice che non tutto il DRM è male. Non ho però le conoscenze per escludere che i produttori possano intervenire di nascosto per fare ciò che vogliono alle spalle dei clienti. E' questo il dubbio. Escludere a priori come (sembrerebbe, vediamo la bozza finale) vuole fare Stallman deve essere solo se non ci sono alternative, se alla fine anche il più piccolo utilizzo di DRM fosse dannoso. Onestamente non ho tutte queste conoscenze. Certo sembra logico pensare di lasciare libera la gente di programmare in santa pace (Torvalds) come sembra logico lasciare liberi gli utilizzatori del software di non legarsi mani e piedi ai voleri di grosse aziende (Stallman). Io una verità non la riesco ancora a vedere. Piuttosto che insultarsi e sparare cazzate come ho visto nei vari post su questo tema, meglio aspettare per poter parlare avendo qualche certezza in più. Di prostitute isteriche non ne vedo un gran bisogno... ce ne sono già tante in tv!
          • berlin scrive:
            Re: JUST FOR FUN

            Onestamente non ho tutte queste conoscenze. Certo
            sembra logico pensare di lasciare libera la gente
            di programmare in santa pace (Torvalds) come
            sembra logico lasciare liberi gli utilizzatori
            del software di non legarsi mani e piedi ai
            voleri di grosse aziende (Stallman). Io una
            verità non la riesco ancora a vedere. Piuttosto
            che insultarsi e sparare cazzate come ho visto
            nei vari post su questo tema, meglio aspettare
            per poter parlare avendo qualche certezza in più.
            Di prostitute isteriche non ne vedo un gran
            bisogno... ce ne sono già tante in tv!Bè, complimenti e quotissimo. E registratevi, cavolo!
        • Anonimo scrive:
          Re: JUST FOR FUN
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Continui con il Just For Funa Linus Torvalds e


          non si immischi in cose che non sono il suo


          forte.



          E tu chi sei e cosa hai fatto per dire ciò?

          Linus sarà bravo nel costruire i kernel (forse il
          migliore niente da obiettare) ma dal punto di
          vista delle strategie penso che il barbuto veda
          un pò più da lontano (non per niente è l'unico
          che sia riuscito ha mettere il difficoltà
          Microsoft)tu sei il migliore a scrivere c@zz@te
Chiudi i commenti