Il crack HD DVD diventa il tormentone anti-major

La protesta nata in seno a Digg si diffonde. Nascono stringhe colorate generate dal codice esadecimale della processing key sotto accusa, t-shirt e dibattiti sulla legalità dell'azione di censura decisa dall'industria

Roma – Per misurare la portata di un evento si prendono di solito in considerazione le conseguenze e gli strascichi nei giorni successivi agli accadimenti: che la rivolta dei digger seguita alla soppressione della diffusione della chiave per la decodifica dei videodischi di nuova generazione abbia una portata dirompente lo dimostra il pot pourri di reazioni, commenti e considerazioni che si moltiplicano sul web.

Non bastasse la messa sotto assedio della homepage di Digg di due giorni fa, il bailamme scatenato dalla diffida del consorzio AACS – che promuove gli interessi dell’industria anche mediante iniziative legali a favore delle protezioni anticopia – continua a generare elettricità tra blogger e netizen. t3knomanser ha convertito il numero esadecimale in codici colore , trasformandolo in una immagine GIF e mettendo ironicamente in guardia dal loro utilizzo perché in questo caso si infrange la legge.

La tshirt in vendita Sulla stessa scia l’iniziativa dello sviluppatore web Myles Eftos, che ha notato come la processing key somigli ad una palette grafica, che gli ha infine fatto venire l’idea di una T-shirt a tema di cui è già possibile fare il pre-ordine a questo indirizzo . C’è poi chi parla di similitudini tra questo e il caso oramai storico del DeCSS co-sviluppato dal celebre hacker norvegese DVD Jon.

Un simile putiferio non poteva ovviamente rimanere vincolato alla platea discreta e frammentaria dei netizen che bloggano: la copertura da parte delle testate di informazione ufficiali e dal vasto pubblico si va rinforzando di ora in ora anche in Italia . Mentre ars technica descrive come futili i tentativi dell’industria di richiudere il vaso di Pandora.

Le major, osservano in tanti, nello zittire chi ha diffuso le informazioni riservate, non hanno fatto altro che ottenere l’effetto contrario , facendo per di più aumentare la consapevolezza circa le nuove tecnologie DRM e la disponibilità dei crack relativi ( qui una bella galleria di Wired con le immagini che girano in rete).

Le immagini della protesta Tratta l’argomento anche EFF , la nota organizzazione pro-diritti digitali che alla cifra esadecimale più famosa del momento dedica un interessante approfondimento legale . Secondo gli esperti dell’organizzazione, AACS LA ha il DMCA totalmente dalla sua parte , potendo nei fatti pretendere che le cifre contese spariscano da siti, link e quant’altro presente sul web. Almeno negli States.

Viene vieppiù confutato anche l’argomento che tanto ha tenuto banco tra i digger e nella blogosfera, vale a dire la presunta assurdità del copyright di semplici cifre alfanumeriche: la cosa non ha importanza, dice la EFF, perché la chiave è di per sé una tecnologia – o una sua parte – di aggiramento della protezione, ricadendo quindi in pieno sotto gli effetti del sempre più discusso DMCA americano. Che poi davvero possa sparire, naturalmente, ai più appare come una pia illusione.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E bravo Frattini
    Non me lo sarei mai aspettato da lui, Complimenti!
  • Anonimo scrive:
    Ma dov'era Frattini...
    ...quando il ministro Pisanu sfornava il suo famigerato pacchetto "anti terrorismo"?
  • ilmusico scrive:
    Sarà che...
    Sarà che son stanco, depresso e incavolato ma , a leggere quanto vien fatto (probabilmente ) a nostro danno, non dico che mi lascia indifferente anzi! Ma questo tipo di discorso, l'impostazione che gli vien data, mi sa di cosa trita e ri-trita. Basta avere un briciolo di buon senso e di spirito di osservazione per concludere che, quanto sta avvenendo da tempo, (non chiedetemi il periodo esatto...)era prevedibile seppur non auspicabile. Il Potere (Politico-Economico) non aspettava altro :ovvero, che la tecnologia informatica , gli consentisse di controllare tutto e tutti ma, non viceversa.Perché anche noi, dovremmo avere il diritto di controllare chi ci...controlla :p.Basti pensare che, al di fuori dell' Italia e dell' Europa in genere, il Congresso degli Stati Uniti d'America e i parlamenti di altre nazioni extraeuropee , non molto tempo fa, hanno autorizzato le intercettazioni private e non , di tutte le comunicazioni telefoniche e internettiane, delle popolazioni da loro "amministrate". Ora, se istituzioni di questo calibro, ratificano e votano all'unanimità, delle simili proposte, perché dovremmo meravigliarci di quanto accade da noi, in modo peraltro così subdolo?Ormai, secondo me, le cose sono andate troppo avanti e fuori del controllo dei popoli di questi Paesi, per poter rimediare. Anch'io cerchero' di utilizzare Tor anche se, devo dire, non mi sono cimentato ancora nell'usarlo e neanche so come debba essere configurato.Da sempre, ho sentito dire (e concordo, su questo punto) che: ' L' unione fa la forza'.E' pero' molto probabile che , nel pratico, questa realtà social-informatica, non possa essere messa in atto , a causa dei troppi ostacoli , messi su da coloro che ci 'rappresentano'- Secondo Voi, è o non è possibile che tutti noi internauti italiani, ci riuniamo in una forte organizzazione che ci rappresenti , attraverso la quale, far sentire e valere le nostre ragioni ed esigenze e, perché no, proteste? Puo' essere considerata una proposta valida, la mia?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarà che...
      Ciao :)Bella idea sarebbe quella di avere una propria rappresentanza, ma sono pessimista in questo senso.Manchiamo di numeri, il 50% degli italiani non ha accesso ad internet ed è facilmente influenzabile dai media convenzionali, che hanno già iniziato a sparger fango sulla rete per bocca ti certuni ministri.Manchiamo di educazione al computer, nelle scuole le attrezzature ci sono, ma vengono utilizzate malissimo, senza nessuna preparazioneManchiamo di potere politico, non ho ancora visto nessuno occuparsi seriamente di internet, pare che i politici siano li, fermi a guardare mentre il mondo va avanti, e non capiscono che succede. Questo punto diverrà chiarissimo quando il bando per il wi-max avrà termine.Insomma... speriamo che il nostro governo faccia richiesta a Negroponte per essere accettati nel programma "One Laptop per Child"...per il resto fra 30 anni se ne riparlaCiao
  • Anonimo scrive:
    Dubbi
    Se ne è accorto, il nostro ministro, le discriminazioni, dice lui, forse ha capito che l'Italia è realmente un paese da quarto mondo, si è accorto (possibile?) che, riguardo l'it, i paesi che fino a ieri ci invidiavano ora ci ridono in faccia, l'ignoranza, l'arretratezza, la disorganizzazione, l'incapacità amministrativa...hanno raggiunto livelli inaccettabili, vergognosi...Questo grazie proprio ai monopoli e alla corruzione amministrativa che ci ha portato a vegetare dietro gli ultimiSporadici e ignorati i guizzi di genio di quei pochi connazionali che ci provanoMeglio usare tor, meglio che non ci facciamo riconoscere
  • Anonimo scrive:
    Quindi?
    Tirate giù una bella spiegazione di come fare ad usare TOR anche se non si ha proxy ma solo un pc collegato ad internet!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi?
      prova con privoxy...sul sito di tor e' tutto ben spiegato: tor.eff.org
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi?
      - Scritto da:
      Tirate giù una bella spiegazione di come fare ad
      usare TOR anche se non si ha proxy ma solo un pc
      collegato ad
      internet!!Datti da fare, leggi la documentazione disponibile in rete e non pretendere la pappa pronta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quindi?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Tirate giù una bella spiegazione di come fare ad

        usare TOR anche se non si ha proxy ma solo un pc

        collegato ad

        internet!!

        Datti da fare, leggi la documentazione
        disponibile in rete e non pretendere la pappa
        pronta.tu sei quello con le braccine corte? :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi?
      http://tor.eff.org/index.html.itne8ularis
  • aghost scrive:
    Hanno scoperto l'acqua calda
    Capisco che in qualche modo sia necessario giustificare il sontuoso stipendio del garante di turno. Quello italiano ad esempio piglia oltre 15.000 eurini al mese. Ma che coi nostri dati si faccia carne di porco non è certo una novità . E la responsabilità è guarda caso proprio del garante. A suo tempo infatti Rodotà concedette una graziosa esenzione al monopolista Telecom Italia - Pagine Gialle dal richiedere il consenso al trattamento dei dati agli abbonati del telefono.Quando cioè uscì la demenziale legge sulla privacy (1996), che ha complicato inutilmente la vita a tutti in cambio di nessun beneficio (anzi ci hanno addirittura mascherato le bollette!), telecom e pagine gialle avrebbero dovuto, come è accaduto in Spagna con Telefonica, chiedere agli utenti telefonici ante '96 se potevano trattare i loro dati (che già trattavano). Il garante decise che siccome i dati li conoscevano tutti (tramite gli elenchi telefonici) era inutile chiedere il consenso e così inserì nella legge una bella esenzione tagliata su misura per telecom-pagine gialle.Che è come dire a un ladro che se rubavi anche prima della legge allora puoi continuare a farlo.Così Telecom / Pagine Gialle poterono trattare e lucrare sui dati degli utenti, vendendoli alle società di marketing, senza chiedere niente a nessuno. Addirittura ora li vendono anche on line sul sito giallodata.it: chiunque può comprare milioni di nominativi, anche di tutta italia, incrociati coi dati dell'Istat (e lo scrivono pure!)Ma questo è niente perché Telecom e società controllate (gruppo sogei) maneggiavano, per conto dello Stato quando il monopolista era pubblico, tutti i piu importanti database dei cittadini italiani , dalle pensioni all'anagrafe, fisco, sanità, eccetera oltre a banche e assicurazioni. Nessuno sa come siano usati questi dati, nessuno controlla eventuali abusi (spiopoli telecom docet).Però i cittadini possono stare tranquilli: il Garante è sempre solerte a intervenire su cose vitali e importantissime, come vietare le telecamere negli spogliatoi :@Ma va' a cheghèr! :Dhttp://www.aghost.wordpress.com/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 maggio 2007 06.50-----------------------------------------------------------
    • ilgorgo scrive:
      Re: Hanno scoperto l'acqua calda
      - Scritto da: aghost
      Però i cittadini possono stare tranquilli: il
      Garante è sempre solerte a intervenire su cose
      vitali e importantissime, come vietare le
      telecamere negli spogliatoi
      :@
      Avrà letto l'articolo di Calamari (http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1973842&r=PI) (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Hanno scoperto l'acqua calda
      - Scritto da: aghost
      vietare le
      telecamere negli spogliatoi Non è che una telecamera nello spogliatoio sia proprio robetta da nulla: se qualcuno fa girare foto di me nudo mi taglia qualunque speranza di abbordare qualunque ragazza... :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Hanno scoperto l'acqua calda
        - Scritto da:
        Non è che una telecamera nello spogliatoio sia
        proprio robetta da nullanon dovrebbe nemmneo essere necessario un intervento del garante.E' come se avesse detto "è vietato uccidere".Inutile e ovvio allo stesso tempo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Hanno scoperto l'acqua calda

          E' come se avesse detto "è vietato uccidere".
          Inutile e ovvio allo stesso tempo.

          Azz... Perchè, è vietato?No, sul serio, davvero è vietato?Porc... Ora mi sa che sono nei guai.
      • Anonimo scrive:
        Re: Hanno scoperto l'acqua calda
        - Scritto da:
        Non è che una telecamera nello spogliatoio sia
        proprio robetta da nulla: se qualcuno fa girare
        foto di me nudo mi taglia qualunque speranza di
        abbordare qualunque ragazza...
        :-)Eh, a chi lo dici. Il problema è che alla mia età nemmeno i vestiti mascherano più la pancia...Son peggio del personaggio di fumetti Rat-man, che nemmeno le non vedenti se lo filano di striscio... :)
  • Anonimo scrive:
    Sto impazzendo
    Non credo a quello che ho letto... che stia impazzendo?Frattini, sei posseduto?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sto impazzendo
      - Scritto da:
      Non credo a quello che ho letto... che stia
      impazzendo?

      Frattini, sei posseduto?magari si è documentato meglio del solito, non è che ci voglia poi molto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sto impazzendo
      - Scritto da:
      Non credo a quello che ho letto... che stia
      impazzendo?

      Frattini, sei posseduto?veramentefrattini era solito a sproloqui senza senso come augurarsi una censura alla cinese su internet e sostenere che i videogiochi sono opera del demonio e vanno vietati, poi mi esce con questa cosa che va totalmente contro tutto ciò che ha detto.questo dimostra di quanto ci si possa fidare dei politici
Chiudi i commenti