Wikileaks riconquista parte del suo credito

Sembra che Visa e Mastercard abbiano sbloccato per qualche tempo i conti del sito di Assange, che ha ricevuto migliaia di dollari probabilmente arretrati. Visa, tuttavia, riavvia il blocco

Roma – Evidentemente le minacce hanno funzionato. Dopo l’ ultimatum lanciato da Julian Assange a Visa e Mastercard circa lo sblocco delle transazioni rivolte a Wikileaks, le due aziende bancarie sembravano aver ceduto.

Le procedure di donazioni via Visa e Mastercard sono state riaperte , seppur temporaneamente . DataCell dichiara di non aver ricevuto alcuna comunicazione ufficiale da parte delle due società finanziarie, ma di aver riscontrato l’esistenza di una procedura di pagamento alternativa che permette il flusso delle transazioni con Visa, Mastercard e anche con American Express, opzione prima non presente.

Quale sia l’evoluzione della vicenda non è dato saperlo con esattezza dal momento che Visa ha dichiarato di non aver riattivato l’account di DataCell e di stare osservando le modalità con le quali avverranno i pagamenti. Le ultime informazioni indicano che un nuovo blocco totale sarebbe stato attuato. ( C.S. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luca Masseri scrive:
    Internet a Cuba non e' libero
    Da quando le notizie rilasciate dal governo cubano sono attendibili? Non dimenticate che e' una dittatura.La connessione ad internet a Cuba e' ancora ben lontana dall'essere libera.
  • il solito bene informato scrive:
    perfino peggio...
    ... dell'Italia!EVVAI! siamo meglio di Cuba!
    • Nilvia scrive:
      Re: perfino peggio...
      Cara Eva ti dirò che a Cuba il dentista,hospedali,scuola,libri etutto gratis,e meglio vìvere sensa pensieri,la criminalita e organizzata,cua si vivi x morire al passo che andiamo,pronto,x non dire oggì tutti igmigraremo fuori da italia.
  • Roberto P scrive:
    da lontano si vede meglio?
    Un Articolo di questo genere intitolato inoltre cuba "più Internet per tutti" e quasi una presa in giro.Fatemelo dire da cubano e anche ofensivo in tutto il suo complesso.Prima di tutto i dati pubblicati sono solo fonti governative,senza che nessuno possa verificarne l'autenticità,secondo i cubani pochi che possono navigare lo fanno da "intarnet" una plataforma nazionale,con filtri e controlli sofisticati.Comunque chiunque giri per l'avana e parla con i ragazzi può scoprire da solo tutte le limitazzioni.Solo la nomenclatura del regime può accedere al mondo di internet senza filtri ne censura,pensate che le paraboliche dei canali satellitari vengono confiscate e vanno in carcere chi le possiede.Ah! dimenticavo telesur no sa che a Cuba i cubani non possono vederlo
  • ovvero scrive:
    ma questi rapporti dove li prendete
    No, perche' ho controllato questa settimana manco a farlo apposta il sito di etecsa e ancora vendono una 2kb/s (kylobyte al secondo) a 80 dollari al mese, e nessuna ha ancora modificato la legge che non consente a un cubano di mettersi una linea telefonica a casa. Sempre dal sito di etecsa, un 512kbit/s costa 2000 dollari al mese con una ratio 1:4Capisco dover dare le notizie, ma vederci del positivo in questa significa averla scritta dalla spiaggia
    • Nilvia scrive:
      Re: ma questi rapporti dove li prendete
      Devi essere piu informata x che a Cuba si che posiamo avere la linea telefonica e cuesto che ai detto che costa 2000 al mese no per certo vero ,informati un po meglio prima di scribere cualcosa su Cuba,ti do la raggione x internet ,per e piu impostanti la salute che no il internet,che in italia mueren tanti persona ,por la mala sanita,x aspettare il turno al n umero verde,a Cuba basta che arrive sei servito.grasie
      • Nilvia scrive:
        Re: ma questi rapporti dove li prendete
        Ti dirò altro sono stata a Cuba a genaio e prima di partire mi hanno chiesto3000 euro x l'parechio dei denti di mia figlia,a cuba o pagato nulla,mi hanno sistemato a me e hanno mezzo gli apaechio a mi a figlia e no dovuto pagare nula,scusa ma la mia scritura non e tanta perfetta
  • Uno bianca scrive:
    Internet a Cuba?
    Immagino quale possa essere la parte di popolazione che può accedere a Internet... Medici (loro possono ogni tanto), dirigenti di partito, figli dei dirigenti di partito, amici dei dirigenti di partito, figli degli amici di partito... Tutti gli altri invece manco possono accedere a telesurtv.net
    • ovvero scrive:
      Re: Internet a Cuba?
      Non e' un caso che il responsabile della sicurezza digitale, leggi censura, fosse il figlio di Carlos Lage, uno dei ministri di fidel e io stesso ho visto una sua conferenza dove diceva, testualmente: "vedete questo sito che parla di cuba, non dice niente di male ma noi lo blocchiamo perche' prima o poi parlera' male della rivoluzione e questa e' una tecnica che i nemici della rivoluzione usano, prima aggregare parlando bene di cuba e poi quando la platea e' folta iniziano ad attaccare la rivoluzione, un sistema subdolo che noi della sicurezza conosciamo bene"Cioe' un XXXXXXXX e per di piu' in malafede.
Chiudi i commenti