Twitter chiude le API per garantire l'oblio

Dopo lo stop all'accesso di Politwoops, altri servizi simili vengono bloccati dal tecnofringuello. La privacy batte la trasparenza, anche in politica

Roma – Politwoops e Diplotwoops, due veri e propri archivi di tweet cancellati da parte degli utenti con profili istituzionali, sono stati bloccati da Twitter per violazione delle sue linee guida assieme ad altri servizi simili per un totale di 31 diversi account sulla sua piattaforma. Il tecnofringuello aveva già bloccato le API sfruttate da Politwoops che avevano sollevato un vespaio di polemiche tenendo traccia dei Tweet cancellati da politici e personaggi pubblici negli Stati Uniti : la decisione, di primo acchito, era stata presa in base a considerazioni legate alla privacy.

Fino dal 2012, in particolare, Politwoops aveva avuto accesso alle developer API di Twitter per scandagliare i suoi contenuti ed identificare i tweet rimossi dai propri autori, conservandoli nei propri archivi: il tutto era utilizzato con l’idea di non far sparire i messaggi inviati e poi cancellati dai politici a stelle e strisce e dunque per garantire la trasparenza. Oltre a questo, in ben 30 paesi i politici erano sottoposti all’archiviazione da parte di account dedicati alla memoria dei loro commenti e delle loro gaffe attraverso le loro uscite su Twitter.

Tuttavia senza apparente preavviso e motivazione plausibile, Twitter – a partire dallo scorso giugno – ha deciso d interrompere tali tipi di servizi, spiegando che a prevalere è la volontà di garantire la privacy dei propri utenti.

Tale decisione si è concretizzata nella volontà di bloccare definitivamente l’accesso a quei servizi ritenuti in violazione dei suoi termini di utilizzo che proibiscono agli sviluppatori di pubblicare contenuti di terzi nel frattempo rimossi, e rappresenta il frutto di un “profondo confronto interno e dell’analisi di diversi fattori” da cui è emersa la volontà di non rendere “in maniera terrificante” immutabili ed irrevocabili i tweet da parte dei propri utenti.

A subire le conseguenze della decisione apparentemente pro-privacy di Twitter è il dibattito pubblico e la trasparenza. Come sottolinea l’attivista di Electronic Frontier Foundation Parker Higgins “la cosa eccitante di piattaforme come Twitter è che i politici ed i rappresentanti pubblici che li utilizzano hanno maggiore responsabilità e devono garantire maggiore trasparenza”. Ma tale situazione ideale, continua, è mortificata dalla situazione attuale.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Voltaire scrive:
    Liberté
    La risposta è "Sì, sono libero di dire che la Luna è quadrata".
  • user01 scrive:
    wikipedia italia
    wikipedia italia italia wikipedia.Vediamo se censuri anche questo ;-))
  • user01 scrive:
    confermo!
    qui chi parla male di wikipedia italia viene censurato dal moderatore. Allora è peggio di quel che credessi!
  • Marvho scrive:
    bisognerebbe tranciare i cavi
    lasciarli senza internet del tutto... russi del cazzo
  • user01 scrive:
    strano
    che qui vengano bannati i post che parlano male di wikipedia italia. Siamo forse in russia?
  • user01 scrive:
    e la Wikipedia italiana?
    Aggiungo che l'edizione italiana di wikipedia è in mano a personaggi che controllano i contenuti allo scopo di presidiare voci scomode e "pericolose". I famosi admin di wikipedia con i loro altrettanto famosi fiancheggiatori.
  • Pianeta Informazio ne scrive:
    ...
    Wikipedia non serve a niente... è inutile! È piena solo di propaganda! È roba a cui solo gli sfiga*i possono credere! @^
  • DROP scrive:
    Ip da bloccare
    Internet va divisa: da una parte europa usa canada, e dall'altra, filtratissimi, gli ip dell'est, cina, india, sudamerica e india. (tanto nulla di buono si può trovare in quelle classi di ip se non veicoli per attacchi e spammers vari)
    • Un altro scrive:
      Re: Ip da bloccare
      - Scritto da: DROP
      Internet va divisa: da una parte europa usa
      canada, e dall'altra, filtratissimi, gli ip
      dell'est, cina, india, sudamerica e india. (tanto
      nulla di buono si può trovare in quelle classi di
      ip se non veicoli per attacchi e spammers
      vari)Peccato che se facciamo così noi finiamo con i paesi del 3' mondo (rotfl)
    • tritacarne scrive:
      Re: Ip da bloccare
      - Scritto da: DROP
      Internet va divisa: da una parte europa usa
      canada, e dall'altra, filtratissimi, gli ip
      dell'est, cina, india, sudamerica e india. (tanto
      nulla di buono si può trovare in quelle classi di
      ip se non veicoli per attacchi e spammers
      vari)Perche' invece non vai a vivere in qualche eremo li gli IP non arrivano del tutto (rotfl)(rotfl)
    • collione scrive:
      Re: Ip da bloccare
      oddio, a parte il qualunquismo finale, hai completamente dimenticato che l'Italia sta messa molto peggio in quanto a censura del webin Russia lo si fa secondo la legge, e lo fa uno qualificato a farlo ( un magistrato ), mentre in Italia lo fa un'authority che non dovrebbe avere tale potere ( almeno così la pensavano i padri costituenti )detto questo, wikipedia è stata bloccato per due ragioni:1. si è rifiutata di modificare la pagina richiesta2. usa https e quindi non si può bloccare un singolo urle la stessa wikipedia ha avuto la possibilità ( come previsto dalle leggi di quel Paese ) di appellarsi alla decisione
      • Il Punto scrive:
        Re: Ip da bloccare
        -
        Scritto da: collione
        oddio,
        a parte il qualunquismo finale,
        hai completamente dimenticato
        che l'Italia sta messa molto peggio in quanto a censura del web

        in Russia lo si fa secondo la legge,
        e lo fa uno qualificato a farlo
        ( un magistrato ),
        mentre in Italia lo fa un'authority
        che non dovrebbe avere tale potere
        ( almeno così la pensavano i padri costituenti )

        detto questo,
        wikipedia è stata bloccato per due ragioni:

        1. si è rifiutata di modificare la pagina richiesta
        2. usa https e quindi non si può bloccare un singolo url

        e la stessa wikipedia ha avuto la possibilità
        ( come previsto dalle leggi di quel Paese )
        di appellarsi alla decisioneGià, ma il diritto di espressione/informazione(esempio il suddetto caso di Wikipedia) dovrebbe essere tutelato e non braccato dalla legge: http://www.lastampa.it/2015/08/25/esteri/la-russia-blocca-wikipedia-colpevole-di-avere-pubblicato-un-articolo-sullhashish-YFtFpDKl9pmKHF2MDtxlVO/pagina.html-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 agosto 2015 19.18-----------------------------------------------------------
        • xcaso scrive:
          Re: Ip da bloccare
          Il diritto di espressione ha gli anni contati, fattene una ragione fratello.Inizia a pensare come le formiche e scegli il tuo colore fratello.
          • Il Punto scrive:
            Re: Ip da bloccare
            -
            Scritto da: xcaso
            Il diritto di espressione ha gli anni contati,
            fattene una ragione fratello.
            Inizia a pensare come le formiche e scegli il tuo colore fratello.Che è terminata in Russia(se è mai cominciata...) non vuol dire che terminerà in tutto il mondo, fratello.Inizia a essere razionale come dovrebbero esserlo molti altri, fratello.
          • xcaso scrive:
            Re: Ip da bloccare
            Certamente fratello, ci proverò tantissimo ad essere razionale.Fino a ieri ero perso tra i dibattiti televisivi a sfondo politico.Quelli dove tutti parlano sopra tutti come martelli pneumatici.Pensa te, ci avevo visto un chiaro sistema di anti libertà d' espressione.Che stupidino che sono stato.
          • xcaso scrive:
            Re: Ip da bloccare
            Scusa fratello, dimenticavo la prima di copertina:http://www.ufunk.net/en/vrac/selection-du-weekend-155/attachment/selection-du-weekend-155-43/
          • Il Punto scrive:
            Re: Ip da bloccare
            -
            Scritto da: xcaso
            Certamente fratello,
            ci proverò tantissimo ad essere razionale.
            Fino a ieri ero perso tra i dibattiti televisivi a sfondo politico.
            Quelli dove tutti parlano sopra tutti come martelli pneumatici.
            Pensa te,
            ci avevo visto un chiaro sistema di anti libertà d' espressione.
            Che stupidino che sono stato.E ritieni di esserti fatto un' opinione corretta sulla situazione del diritto di espressione(ma nemmeno se lo fosse lontanamente...) limitandoti ad informarti solo attraverso dibattiti televisivi fratello?Sei fuoristrada, fratello!
          • xcaso scrive:
            Re: Ip da bloccare
            Certo che no fratello, non mi sono mica limitato al telecomandino per capire.Anzi, sono andato anche oltre. Proprio fuoristrada direi e si chiama crossing.Il guaio della libertà d' espressione non è la libertà in sé, ma il suo feedback.Esempio: Sono libero di dire che la luna è quadrata si o no?
        • megafono scrive:
          Re: Ip da bloccare
          - Scritto da: Il Punto
          Già, ma il diritto di
          espressione/informazione(esempio il suddetto caso
          di Wikipedia) dovrebbe essere tutelato e non
          braccato dalla legge:
          http://www.lastampa.it/2015/08/25/esteri/la-russiavabbè dati, la prima regola è non credere alle fandonie della stampa occidentalefaccio notare che la decisione è stata revocata a poche ore dalla sua applicazione ( wikipedia però ha dovuto modificare la pagina )la legge è legge, che piaccia o no, altrimenti si sfocia nell'anarchiae comunque non è certo un problema solo dei russi, mi sembra che l'Italia faccia di peggio, addirittura la democraticissima Olanda ha fatto questohttp://www.rt.com/news/313784-ukrainian-lisitsa-dutch-airline
          • Il Punto scrive:
            Re: Ip da bloccare
            -
            Scritto da: Il Punto-

            Scritto da: megafono
            Già, ma il diritto di
            espressione/informazione(esempio il suddetto caso
            di Wikipedia) dovrebbe essere tutelato e non
            braccato dalla legge:
            http://www.lastampa.it/2015/08/25/esteri/la-russia

            vabbè dati,

            la prima regola è non credere alle fandonie della stampa occidentaleSbagliato, la prima regola è non generalizzare, come hai fatto tu questo in caso, pretendi di screditare la credibilità di una fonte senza un minimo straccio di prove, almeno ufficiali/verificabili, mi sono limitato a riportare una fonte, se vuoi ne riporto altre ancora.



            faccio notare che la decisione è stata revocata a poche ore

            dalla sua applicazione

            ( wikipedia però ha dovuto modificare la pagina )E ritieni che sia normale tutto ciò?



            la legge è legge,

            che piaccia o no,

            altrimenti si sfocia nell'anarchiaLa legge ci deve essere, per evitare la dittatura, ma deve prima di tutto garantire(almeno sulla carta) i principi di libertà fondamentali(esempio espressione/informazione), altrimenti si rischia di sfociare in una situazione anche peggiore, la dittatura.



            e comunque non è certo un problema solo dei russi,

            mi sembra che l'Italia faccia di peggio,In Italia almeno i principi di libertà fondamentali sono garantiti(perlomeno, sulla carta), poi fatti di cronaca, per esempio, AGCOM sarebbe da definirsi un argomento a parte.

            addirittura la democraticissima Olanda ha fatto questo



            http://www.rt.com/news/313784-ukrainian-lisitsa-du...Ma qui stiamo parlando di un altro articolo ed anche di un altro argomento, quindi sei anche OT, poi la tua fonte(Russia Today), bisogna stare attenti nel ritenerla una fonte attendibile dato che c' è l' alta probabilità di essere interessata nel parlare male del nuovo governo dato che è filo-occidentale, prova di tutto ciò: Russia Today è un canale russo e penso che tu sappia la situazione diplomatica tra Russia e Ucraina.
          • megafono scrive:
            Re: Ip da bloccare
            vale lo stesso per i media italiani, servi della NATOe poi la censura ai danni di quella cantante è un fatto verificabile ovunque, mica ne sta parlando solo RTed inoltre non stanno accusando l'Ucraina ma l'Olandaquello che ho potuto notare in un anno di conflitto tra Kiev e i separatisti del Donbass, è che almeno i media russi offrono prove audio/video/documenti alle loro affermazioni, mentre l'Ucraina offre le veline che arrivano da Washington, tutte rigorosamente prive di alcuna prova a sostegnoperchè i media occidentali non hanno mai parlato della strage di Odessa, dove i neonazi di Pravy Sektor ( tutti valorosi che hanno combattuto nella Maidan per "la liberazione del popolo oppresso" ) hanno ucciso 200 persone tra cui oltre 120 venti civili innocenti?e perchè la democraticissima Ucraina ha 3 ministeri chiave in mano a stranieri ( uno americano ), ha un ministero "della verità", censura le opinioni positive sulla Russia, impone il bando della lingua russa ( parlata da 3/4 degli ucraini ), Poroshenko ha appena revocato lo status speciale per il Donbass ( violando Minsk 2 ), non dichiara ufficialmente guerra alla Russia ( nonostante continuino a sostenere che la Russia li abbia invasi ) e continua a comprare gas dalla Russia ( come se la Germania avesse comprato carbone dall'Inghilterra durante la 2° guerra mondiale )e ce ne sono altre di cose strane nel bestiario ucraino, tra cui il fatto che il popolo sta peggio di prima, la corruzione è aumentata, gli oligarchi rubano ancora di più ( anche i soldi che il FMI gli manda )
          • Jacknife scrive:
            Re: Ip da bloccare
            Megafono: non confondiamo la propaganda generale in ambito media, comune peraltro a tutte le potenze (specialmente se ci sono conflitti o scontri politici su zone d'influenza), con la possibilita' da parte della categoria dei giornalisti di attaccare in maniera critica e sistematica il proprio governo d'appartenza senza finire a fare compagnia ai pesci. In un paese "normale" i giornalisti, reporter ecc non vengono trovati morti ammazzati a decine come se niente fosse. Un paese normale non ha bisogno di ricorrere alla censura e attuare un decreto per non divulgare il numero di caduti e feriti delle forze armate. Il 28 maggio il guardian riportava:"Vladimir Putin has declared that all military deaths will be classified as state secrets not just in times of war but also in peace a move that activists worry might further discourage the reporting of Russian soldiers deaths in Ukraine."Beh, grazie ad una "svista" e al webcaching ora sappiamo quanti sono morti e invalidi:"http://www.forbes.com/sites/paulroderickgregory/2015/08/25/kremlin-censors-rush-to-erase-inadvertent-release-of-russian-casualties-in-east-ukraine/"
          • Jacknife scrive:
            Re: Ip da bloccare
            Russia Today e' circa l'equivalente di Voice of America, ma non quella attuale, quella della Guerra Fredda. Servizi news asserviti al governo, fatti per mettere in buona luce il proprio, e in cattiva quello degli avversarsi. In Russia chiunque fa controinformazione mettendo in dubbio il governo puo' rischiare grosso, anche la vita stessa. Altro che Indy Media, Counterpunch e compagnia. La lista di giornalisti uccisi in circostanze misteriose e' qualcosa di davvero disturbante e ricorda i metodi della Polizia Segreta pre-1991. Ottenere documenti desecretati, poi, e' un'impresa epica. Un FOIA Russo, per esempio, sarebbe pure utopia ai giorni nostri. Poi, certo, la situazione occidentale non e' tutta rosa e fiori, ma fra l'essere con la m...a al collo, oppure fin sopra la testa, preferisco la prima.
      • rico scrive:
        Re: Ip da bloccare
        "Wikipedia si è rifiutata, Wikipedia usa..."In un enciclopedia fatta dagli utenti, un magistrato ha valore come qualsiasi altro utente: se cancella un contenuto verificato e veritiero, gli altri utenti ce lo rimettono, fino a prova contraria.Non bastano Chiacchere & Distintivo per cancellare qualcosa.Quello che il giudice può fare è bloccare l'intero sito. Poi deve spigare i motivi della sentenza ai suoi cittadini, se non viene sommerso prima dalle proteste.
  • Uto Uti scrive:
    Russi del cazzo
    Russi del cazzo ci sarà un motivo per cui avete perso la guerra fredda no? Siete delle MERDE
  • Uto Uti scrive:
    Russi del cazzo
    Russi del cazzo ci sarà un motivo per cui avete perso la guerra fredda no? Siete delle MERDE
  • ... scrive:
    Re: GAY AL ROGO
    - Scritto da: claudia tamburrina
    Claudio Tamburrino lei e' merda! La SANTA MADRE
    RUSSIA ha tutto il diritto di difendere la MADRE
    PATRIA. Hai capito ? wikigay ha rotto i coglioni.
    Se io provo scrivere che il levitico parla di
    quei merdosi spargi aids come bestie da mettere a
    morte cosa fa ? naturalmente mi censura. GAY AL
    ROGO ! W LA SANTA MADRE RUSSIA
    !uhmm.... non male. si, c'e' qualche limatina da dare qua e la' allo stile, ma la stoffa c'e'! Ragazzo, hai un grande futuro nel parco-troll di PI, benvenuto a bordo!
    • ... scrive:
      Re: GAY AL ROGO
      - Scritto da: ...
      - Scritto da: claudia tamburrina

      Claudio Tamburrino lei e' merda! La SANTA MADRE

      RUSSIA ha tutto il diritto di difendere la MADRE

      PATRIA. Hai capito ? wikigay ha rotto i
      coglioni.

      Se io provo scrivere che il levitico parla di

      quei merdosi spargi aids come bestie da mettere
      a

      morte cosa fa ? naturalmente mi censura. GAY AL

      ROGO ! W LA SANTA MADRE RUSSIA

      !

      uhmm.... non male. si, c'e' qualche limatina da
      dare qua e la' allo stile, ma la stoffa c'e'!
      Ragazzo, hai un grande futuro nel parco-troll di
      PI, benvenuto a
      bordo!PS: si dice "froci": "gay" lo usano quei froci dei froci e quegli etero che hanno paura di dire "froci".
    • AMD speriamo me la cavi scrive:
      Re: GAY AL ROGO
      - Scritto da: ...
      - Scritto da: claudia tamburrina

      Claudio Tamburrino lei e' merda! La SANTA MADRE

      RUSSIA ha tutto il diritto di difendere la MADRE

      PATRIA. Hai capito ? wikigay ha rotto i
      coglioni.

      Se io provo scrivere che il levitico parla di

      quei merdosi spargi aids come bestie da mettere
      a

      morte cosa fa ? naturalmente mi censura. GAY AL

      ROGO ! W LA SANTA MADRE RUSSIA

      !

      uhmm.... non male. si, c'e' qualche limatina da
      dare qua e la' allo stile, ma la stoffa c'e'!
      Ragazzo, hai un grande futuro nel parco-troll di
      PI, benvenuto a
      bordo!Devi sapere che ci sono "personaggi" su internet che quando si nomina la Russia fanno solo propaganda e/o offendono tutto e tutti.Prova a leggere i commenti sulle notizie (tipo ANSA) rigurdanti la russiae capirai che questi "sedicenti" italiani sproloquiano ovunque...Davvero non perderci il tempo a rispondergli....perdi solo tempo!
  • claudia tamburrina scrive:
    GAY AL ROGO
    Claudio Tamburrino lei e' merda! La SANTA MADRE RUSSIA ha tutto il diritto di difendere la MADRE PATRIA. Hai capito ? wikigay ha rotto i coglioni. Se io provo scrivere che il levitico parla di quei merdosi spargi aids come bestie da mettere a morte cosa fa ? naturalmente mi censura. GAY AL ROGO ! W LA SANTA MADRE RUSSIA !
Chiudi i commenti