IBM va forte nel mercato server

Raggiunto quasi un terzo del mercato. Big Blue punta su Unix ma è Linux a crescere del 51,8 per cento


Armonk (USA) – Ottimi risultati per IBM nel mercato server durante il secondo trimestre del 2003. Big Blue ha raggiunto infatti il 30,4 per cento delle quote del mercato globale.

La crescita di IBM ha toccato i 5 punti percentuali tra il primo e il secondo trimestre di quest’anno, assestando la crescita al 2,7 per cento su base annua. A pagare la conquista delle nuove quote di mercato di Big Blue sarebbero state perlopiù HP e Dell.

A rilevare i dati è stata IDC (Internationa Data Corporation), che ha anche mostrato come la crescita più imponente sia avvenuta con i server Unix che hanno fatto registrare un incremento delle vendite del 5,2 per cento nel secondo trimestre, portando i ricavi su base annuale ad un più 20,4 per cento.

Big Blue ha guadagnato anche sui mercati x86 e Linux, rispettivamente del 2,1 e 1,6 per cento nel secondo trimestre del 2003.

E’ interessante rilevare come lo sviluppo dei ricavi di IBM nel mercato server Linux abbia raggiunto il 51,8 per cento su base annua.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: che bello un OS asiatico
    - Scritto da: Anonimo
    Perchè non ci diamo una mossa (con gli
    opportuni finanziamenti della UE) per fare
    un ns OS, con cui dare lavoro alle nostre
    figure professionali, dare commissioni alle
    ns software house e mettere finalmente i ns
    dati ragionevolmente al sicuro?Uh... non so se sei al corrente, ma SuSE Gmbh e' un'azienda tedesca con sede a monaco, e MandrakeSoft e' francese.Basterebbe una percentuale minima di quello che i governi europei sperperano in licenze (spesso superflue, senza contare QUANTO costano) di windows e office per finanziare una vera rivoluzione nel training di amministratori di sistema e integratori. Senza nemmeno cominciare a pensare ai programmatori.Tutti si lamentano che l'applicazione X manca su linux. Prendi Una milionata di euro, di quelle che sputtanano con i fondi europei alle peggio vaccate, e finanzi un'azienda "a progetto" che poi rilasci il tutto con una licenza OSI approved. L'azienda ha convenienza sia perche' prende il finanziamento, sia perche' puo' sempre rilasciare versioni commerciali (se vuole) e/o fare customizzazioni e supporto.La comunita' ci guadagna perche' sono soldi che restano sul territorio e vengono reinvestiti, e perche' riceve un programma che prima non c'era.Incidentalmente a costo zero ci guadagnano anche tutti quei paesi in via di sviluppo che non hanno i fondi di fare la stessa manovra...(e mi pare di capire che tu saresti d'accordo, no?)Ciao, Renato
  • Anonimo scrive:
    Re: che bello un OS asiatico
    - Scritto da: Anonimo
    Così in Europa potremmo scegliere se
    dipendere tecnologicamente e molto
    probabilmente anche farci spiare dagli
    states oppure dall'estremo oriente
    Perchè non ci diamo una mossa (con gli
    opportuni finanziamenti della UE) per fare
    un ns OS, Perche' Linux dove lo hanno realizzato? Sulla luna?
    • dotnet scrive:
      Re: che bello un OS asiatico
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Così in Europa potremmo scegliere se

      dipendere tecnologicamente e molto

      probabilmente anche farci spiare dagli

      states oppure dall'estremo oriente

      Perchè non ci diamo una mossa (con gli

      opportuni finanziamenti della UE) per fare

      un ns OS,

      Perche' Linux dove lo hanno realizzato?
      Sulla luna?linux è di tutti e di nessuno... e col tempo qualcuno potrà avere qualche rimpianto...
    • Anonimo scrive:
      Re: che bello un OS asiatico

      Perche' Linux dove lo hanno realizzato?
      Sulla luna?Linux è nato dal progetto di un finlandese, ma linux non è finlandese, nel senso che ci hanno messo su le mani programmatori di tutto il mondo, lo stesso vale per i programi che hanno il porting su linux. L'UE non potrebbe mai e poi mai usarlo strategicamente come gli states usano windows.Al massimo la UE può investire su una versione sviluppata da aziende europee, che diano lavoro a sviluppatori europei e che reinvestano nel ciclo dell'economia europea e controllare sistematicamente i sorgenti per evitare che ci sia inquinamento del sw che consenta di fare girare programmi spia o sollevare contenziosi commerciali.CMQ nè l'UE nè alcun altro possono avere l'esclusiva su linux, bsd (statunitense) e simili prodotti open source, quindi se ne configura un uso strategico ben diverso di quello che gli states possono fare di win e dei tanti altri prodotti closed, unix commerciali in testa, prima tra tutti l'impossibilità di vampirizzare l'economie che ci si mettano contro con licenze d'uso e oculato noleggio del know-how come avviene oggi.
  • Anonimo scrive:
    Quel monopolio condannato che è MS
    C'è sempre chi nega lo status di monopolio attribuito a Microsoft.Negare una sentenza è però impossibile:http://www.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudgex.htmmicrosoft è stato riconosciuto quale detentore di potere di monopoliochi non ci crede cercate la frase:"MICROSOFT'S POWER IN THE RELEVANT MARKET33. Microsoft enjoys so much power in the market for Intel-compatible PC operating systems that if it wished to exercise this power solely in terms of price, it could charge a price for Windows substantially above that which could be charged in a competitive market. Moreover, it could do so for a significant period of time without losing an unacceptable amount of business to competitors. In other words, Microsoft enjoys monopoly power in the relevant market. "questo mette la pietra tombale su tutte le possibili menzogne di microsoft tese a negare il suo peso sul mercato dei PC compatibiliE dovrebbe convincere almeno alcuni a rianalizzare il proprio personale concetto di "monopolio", per verificare se si è ben capito cosa s'intende per esso
    • Anonimo scrive:
      Re: Quel monopolio condannato che è MS
      Dal che si deduce che TUTTE le sentenze devono essere accettate oppure solo quelle che fa comodo accettare?- Scritto da: Anonimo
      C'è sempre chi nega lo status di monopolio
      attribuito a Microsoft.

      Negare una sentenza è però impossibile:

      http://www.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudgex

      microsoft è stato riconosciuto quale
      detentore di potere di monopolio

      chi non ci crede cercate la frase:

      "MICROSOFT'S POWER IN THE RELEVANT MARKET

      33. Microsoft enjoys so much power in the
      market for Intel-compatible PC operating
      systems that if it wished to exercise this
      power solely in terms of price, it could
      charge a price for Windows substantially
      above that which could be charged in a
      competitive market. Moreover, it could do so
      for a significant period of time without
      losing an unacceptable amount of business to
      competitors. In other words, Microsoft
      enjoys monopoly power in the relevant
      market. "

      questo mette la pietra tombale su tutte le
      possibili menzogne di microsoft tese a
      negare il suo peso sul mercato dei PC
      compatibili

      E dovrebbe convincere almeno alcuni a
      rianalizzare il proprio personale concetto
      di "monopolio", per verificare se si è ben
      capito cosa s'intende per esso




      • Anonimo scrive:
        Re: Quel monopolio condannato che è MS

        Dal che si deduce che TUTTE le sentenze
        devono essere accettate oppure solo quelle
        che fa comodo accettare?No, si deduce che quoti come un animale.
  • Anonimo scrive:
    Re: che bello un OS asiatico
    - Scritto da: Anonimo
    Perchè non ci diamo una mossa (con gli
    opportuni finanziamenti della UE) per fare
    un ns OS, con cui dare lavoro alle nostre
    figure professionali, dare commissioni alle
    ns software house e mettere finalmente i ns
    dati ragionevolmente al sicuro?Perché noi dipendiamo dagli Stati Uniti.Militarmente, ma non solo.Siamo anche loro sudditi dal punto di vista psicologico.Le nostre borse seguono l'andamento di Wall Street, i nostri politici importano in Europa le idee peggiori degli americani (vedi brevetti sul software...) e mentre gli americani sono bravissimi a proteggere il loro lavoro e il loro predominio economico noi europei siamo bravissimi a usare i loro prodotti e accordargli vantaggi.Si farà mai questo benedetto sistema di satelliti GPS europeo?La smetteremo di usare domini .com in favore di .eu?Daremo agli Stati Uniti la possibilità di brevettare il loro software anche in Europa, così possiamo dargli un altro po' di soldi?La UE non investe una lira in ricerca e sviluppo... anche l'Italia, d'altra parte. Evidentemente trovano più conveniente nell'immediato acquistare all'estero, e questa dipendenza tecnologica farà sì che l'Europa non sarà mai una grande potenza.
  • radel scrive:
    Re: che bello un OS asiatico
    - Scritto da: Anonimo
    Così in Europa potremmo scegliere se
    dipendere tecnologicamente e molto
    probabilmente anche farci spiare dagli
    states oppure dall'estremo oriente
    Perchè non ci diamo una mossa (con gli
    opportuni finanziamenti della UE) per fare
    un ns OS, con cui dare lavoro alle nostre
    figure professionali, dare commissioni alle
    ns software house e mettere finalmente i ns
    dati ragionevolmente al sicuro?
    [CUT]Perchè no un o.s. per ogni nazione? O per regione?Quello del secondo piano è un rompi co.... Voglio un o.s. diverso dal suo!!!P.S. Il resto del post, sinceramente, non sono riuscito a leggerlo: un mattone... Non c'era un posto per respirare, un rigo bianco... Uff Finalmente respiro!
    • Anonimo scrive:
      Re: che bello un OS asiatico

      Perchè no un o.s. per ogni nazione? O per
      regione?
      Quello del secondo piano è un rompi co....
      Voglio un o.s. diverso dal suo!!!

      P.S. Il resto del post, sinceramente, non
      sono riuscito a leggerlo: un mattone... Non
      c'era un posto per respirare, un rigo
      bianco... Uff Finalmente respiro!forse ti sei perso proprio la parte in cui dicevo che trovo obsoleto continuare a ragionare per blocchi commerciali e che sarebbe ora che, per primi i clienti a premere, i produttori adottino una politica di standardizzazione, aumento dell'efficienza e riduzione dei costi.e comunque se quello del secondo piano è un rompicocomeri e ti impedisce di lavorare con standard in modo meno costoso e più efficiente, ripagalo della stessa moneta impedendogli di accedere alla tua piattaforma!
  • nop scrive:
    Breaking news di Reuter...
    se leggete la notizia da reuter viene indicato che J C e K vogliono creare un nuovo sistema operativo open source non basandolo su Linux ... infatti riporto testualmente:"the three nations are likely to build upon an open-source operating system, such as Linux, and develop an inexpensive and trustworthy system."Quindi l'idea è di ricreare la ruota ex-novo.Non capisco perchè non prendere in considerazione FreeBSD molto più free di Linux...CiaoNopps riporto il link alla news di Reuter:http://www.reuters.com/locales/newsArticle.jsp;jsessionid=2d0%3A3f51a1c4%3A6ac473d23077bb30?type=technologyNews&locale=en_IN&storyID=3363256
    • kensan scrive:
      Re: Breaking news di Reuter...
      - Scritto da: nop
      "the three nations are likely to build upon
      an open-source operating system, such as
      Linux, and develop an inexpensive and
      trustworthy system."So che la Cina ha già deciso per la sua distribuzione Linux dal nome "Midori" che se non sbaglio è fatta dalla Transmeta, sono partiti in quarta e per il 2010 le macchine dello stato monteranno tutte Midori e chi vorrà un SO diverso dovrà fare una speciale richiesta. Da qui penso che i giochi siano fatti o quasi. La China ha già il suo uP in cantiere dal nome Dragon e molte aziende hi-tek:Il Giappone e la Korea hanno soprattutto il loro peso che è soprattutto tecnologico mentre quello economico si sta ridimensionando di fronte al 10% di aumento del PIL cinese, rimane il peso tecnologico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Breaking news di Reuter...
      - Scritto da: nop

      "the three nations are likely to build upon
      an open-source operating system, such as
      Linux, and develop an inexpensive and
      trustworthy system."

      Quindi l'idea è di ricreare la ruota ex-novo.A me non sembra: ricorda che per tutti quelli fuori da questo mondo distro==sistema operativo.Al 99.99% faranno una loro distribuzione, esattamente come la thailandia con TLE Linux, e visto che ci butteranno dentro dei bei soldini finalmente qualcuno avra' il tempo di completare la localizzazione ed i sistemi di input cinesi e giapponesi...
      Non capisco perchè non prendere in
      considerazione FreeBSD molto più free di
      Linux...Per quanto personalmente voglia bene a tutti gli OS alternativi, *BSD semplicemente hanno un supporto hardware minuscolo rispetto a linux, oltre ad una userbase minore e un minor supporto di sviluppatori/kernel hackers eccetera. E sostanzialmente tutte le soluzioni desktop per *nix nascono prima per linux e poi vengono portate sugli altri, quindi perche' andarsi a impelagare?Ciao, Renato
  • Anonimo scrive:
    L'Asia vuole l'alternativa a Windows
    Come al solito dietro a una notizia di questo tipo le persone iniziano a fare la solita guerra tecnologica comparando prodotti che hanno storie diverse, obiettivi diversi, e che hanno ambiti di applicazioni sostanzialmente diversi.Basta con queste guerre ideologiche, da estremisti tecnologici che si soffermano al comendino all'interfaccia, e al programmino.Il cui vero nemico non è il prodotto, ma bensì la software House, oppure il personaggio, o il marchio, qualcuno di questi signori che mette a confronto questo S.O con quest'altro, si è mai spinto a studiarne i meccanismi e gli algoritmi che li regolano??Vorrei per una volta fare una considerazione sul contenuto dell'articolo che potrebbe sembrare una grossa notizia, ma che in realtà nasconde alcuni rischi e insidie, e per questo Vi propongo le seguenti considerazioni, a cui spero facciano seguito dei confronti:1) Il fatto che l'Asia vuole contrapporsi al resto del mondo informatico con un loro S.O. mi pare molto strano, avrei fatto meno fatica a capire se tale annuncio lo avesse fatto una società emergente, o l'avesse fatto ancora una volta l'IBM di turno.2) Le società coinvolte: NTT Data, Matsushita Electric Industrial, NEC, Hitachi e Fujitsu non sono cosa da poco, cosa pensate che questi signori il software lo regalino ?Immaginate quale giro di affari potrebbe nascere dal connubio hardware software di queste società.3) Come mai la necessità di un nuovo S.O. da parte di paesi in cui l'evoluzione tecnologica ha raggiunto livelli notevoli, non è che per caso c'è la voglia di imporre oltre alla tecnologia, anche il sapere e le conoscenze.4) Tutti coloro che oggi puntano il dito contro Microsoft, sono comunque tutelati da un governo Americano che da certi punti di vista cerca di limitare l'egemonia di Microsoft garantendo i diritti delle piccole società, ma un domani di fronte a un S.O. di tre paesi Sovrani chi ci tutelerà?5) Parlando invece di tempi: supponiamo che la decisione della cosituzione di un nuovo S.O. venga presa quest'anno, e l'implementazione parta nel 2004 e la prima beta versione compaia nel 2005, nel 2006 vorrei sapere quante sono le socità asiatiche e soprattutto occiendali disposte a passare a tale S.O.6) E in questi anni quali valore tecnologico possono le concorrenti aggiungere ai propri prodotti a partire da W3K per finire ad Aix passando ovviamente alle attuali distribuzioni Linux.7) Con quali promesse economiche e innovazioni tecnologiche ci proporranno un nuova suite di Office quando ormai Microsoft Office è uno standard di fatto, Vi ricordo la poca glora di altre Suite che hanno fallito miseramente.Etc, Etc per cui alla luce di queste e altre considerazioni di tipo socio economico mi piacerebbe pensare se l'entusiasmo di tutti quelli che hanno letto l'articolo sia ancora tale e se qualche manager rampante sia disposto a rinvestire soldi e risorse per migrare a un S.O. nuovo.Tralascio tutta una serie di considerazioni tecnologiche di sul prodotto che stanno pensando questi Governi, visto che prendono in considerazione un kernel che di nuovo non ha nulla, forse aggiungeranno l'ennesima interfaccia colorata con tanti comandi e utility. Meditate gente, meditate
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Asia vuole l'alternativa a Windows
      - Scritto da: Anonimo
      1) Il fatto che l'Asia vuole contrapporsi al
      resto del mondo informatico con un loro S.O.
      mi pare molto strano, strano?con tutto il denaro che si riversa dall'asia a Redmond e che le asiende potrebbero invece trattenere se usassero qualcosa di diverso da windows?a me sembra strano che a te sembri strano
      2) Le società coinvolte: NTT Data,
      Matsushita Electric Industrial, NEC, Hitachi
      e Fujitsu non sono cosa da poco, infatti: ecco che la posizione di microsoft vacilla
      cosa
      pensate che questi signori il software lo
      regalino ?e quindi ?
      Immaginate quale giro di affari potrebbe
      nascere dal connubio hardware software di
      queste società.queste società potrebbero rendersi indipendenti dal software di un unico soggetto monopolistico (soggetto che è noto usare metodi scorretti pur di mantenere il controllo), a tutto beneficio delle economie locali, non più costrette all'emorragia (ora non più giustificabile) di denaro verso un paese stranierocontinuo a pensare che l'unica stranezza sia la tua sensazione di stranezza
      3) Come mai la necessità di un nuovo S.O. danecessità economiche
      4) Tutti coloro che oggi puntano il dito
      contro Microsoft, che è stata condannata sia da USA che dall'antitrust UE
      sono comunque tutelati da
      un governo Americano affatto: il governo Bush ha alleggerito la posizione antitrust di Microsoft, come è noto, ritirando le accuse contro microsoft dopo l'imposizione di pochi limitiecco un altro motivo per cui Altri Paesi vogliono affrancarsi da un'imprenditoria straniera: in patria non viene sottoposta ai controlli antitrust che servirebbero al mondo intero, quindi ci dobbiamo arrangiare noi.Di nuovo, mi pare chiaro che non c'è nulla di strano, ma i tuoi "dubbi" somigliano a FUD della specie classicaIl resto delle domande necessita una bella sfera di cristallo
      Meditate gente, meditateAbbiamo meditato per troppo tempo davanti alloscempio dell'IT procurato da un monopolio criminale: la meditazione è finita e ora si tratta di agire sull'onda del cambiamento ormai in atto.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'Asia vuole l'alternativa a Windows

        Abbiamo meditato per troppo tempo davanti
        alloscempio dell'IT procurato da un
        monopolio criminale: la meditazione è finita
        e ora si tratta di agire sull'onda del
        cambiamento ormai in atto.Eccole qua le famose risposte che nonsarebbero FUD date al post originale...Questa non sarebbe unicamente propaganda ?Come il resto del post ....
        • Anonimo scrive:
          Re: L'Asia vuole l'alternativa a Windows
          - Scritto da: Anonimo

          Abbiamo meditato per troppo tempo davanti

          alloscempio dell'IT procurato da un

          monopolio criminale: la meditazione è
          finita

          e ora si tratta di agire sull'onda del

          cambiamento ormai in atto.

          Eccole qua le famose risposte no. le risposte le hai eliminate dal post precedente:
          1) Il fatto che l'Asia vuole contrapporsi al
          resto del mondo informatico con un loro S.O.
          mi pare molto strano, strano? con tutto il denaro che si riversa dall'asia a Redmond e che le asiende potrebbero invece trattenere se usassero qualcosa di diverso da windows? a me sembra strano che a te sembri strano
          2) Le società coinvolte: NTT Data,
          Matsushita Electric Industrial, NEC, Hitachi
          e Fujitsu non sono cosa da poco, infatti: ecco che la posizione di microsoft vacilla
          cosa
          pensate che questi signori il software lo
          regalino ? e quindi ?
          Immaginate quale giro di affari potrebbe
          nascere dal connubio hardware software di
          queste società. queste società potrebbero rendersi indipendenti dal software di un unico soggetto monopolistico (soggetto che è noto usare metodi scorretti pur di mantenere il controllo), a tutto beneficio delle economie locali, non più costrette all'emorragia (ora non più giustificabile) di denaro verso un paese straniero continuo a pensare che l'unica stranezza sia la tua sensazione di stranezza
          3) Come mai la necessità di un nuovo S.O. da necessità economiche
          4) Tutti coloro che oggi puntano il dito
          contro Microsoft, che è stata condannata sia da USA che dall'antitrust UE
          sono comunque tutelati da
          un governo Americano affatto: il governo Bush ha alleggerito la posizione antitrust di Microsoft, come è noto, ritirando le accuse contro microsoft dopo l'imposizione di pochi limiti ecco un altro motivo per cui Altri Paesi vogliono affrancarsi da un'imprenditoria straniera: in patria non viene sottoposta ai controlli antitrust che servirebbero al mondo intero, quindi ci dobbiamo arrangiare noi. Di nuovo, mi pare chiaro che non c'è nulla di strano, ma i tuoi "dubbi" somigliano a FUD della specie classica Il resto delle domande necessita una bella sfera di cristallo
          Meditate gente, meditate Abbiamo meditato per troppo tempo davanti alloscempio dell'IT procurato da un monopolio criminale: la meditazione è finita e ora si tratta di agire sull'onda del cambiamento ormai in atto.
    • kensan scrive:
      Re: L'Asia vuole l'alternativa a Windows
      - Scritto da: Anonimo
      Come al solito ...
      ...
      Meditate gente, meditateCome ha fatto osservare l'amico che ti ha risposto il Tuo è FUD della specie classica, hai impiegato una quantità di ragionamenti e di parole che mi viene in mente che hai sprecato un sacco di energie e di tempo.Mi chiedo quanto dovrai mangiare per recuperare le forze e quanto ti costerà farlo, come in molti casi non ho dubbi che hai chi ti paga per comprarti il cibo per riprenderti da questo tuo "lavoro" è sicuramente una persona molto ricca e che non bada a spese.Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Asia vuole l'alternativa a Windows
      - Scritto da: Anonimo[cut]Visto che ti hanno risposto esaurientemente in altri post, mi limito a sottolineare una cosa:
      personaggio, o il marchio, qualcuno di
      questi signori che mette a confronto questo
      S.O con quest'altro, si è mai spinto a
      studiarne i meccanismi e gli algoritmi che
      li regolano??a) da quando un SO è migliore di un altro in base "agli algoritmi che lo regolano"? Forse per capire quale SO preferisco devo fare l'audit del codice sorgente?Non basta provarli entrambi pe un po' di tempo)b) da quando è possibile studiare i meccanismi e gli algoritmi che regolano un "certo" SO?
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Asia vuole l'alternativa a Windows
      Ti rispondo solo per bilanciare le invettivedei soliti linari che oggi sembrano essereparticolarmenre agguer,riti.Di risposte non ce ne sono, mi sembranocomunque una serie di interrogativi chetutti dovrebbero farsi.Altro che FUD, per il momento ho letto solole solite 4 squallide sparate, non penso cheuna decisione simile presa da un paeseemergente sulla scena internazionale, edaggressivo come Cina, sia per supportoetico o meramente per risparmiare i soldidelle licenze, sarebbe interessante qualcheriflessioni in più che vada oltre le solite"vaccate" da ultras dei sistemi operativi.
      • paulatz scrive:
        Re: L'Asia vuole l'alternativa a Windows
        - Scritto da: Anonimo
        Di risposte non ce ne sono, mi sembrano
        comunque una serie di interrogativi che
        tutti dovrebbero farsi.mmagino tu intenda dire che no conosci le risposte
        Altro che FUD, per il momento ho letto solo
        le solite 4 squallide sparate, non penso che
        una decisione simile presa da un paese
        emergente sulla scena internazionale, ed
        aggressivo come Cina, sia per supporto
        etico o meramente per risparmiare i soldi
        delle licenze, sarebbe interessante qualche
        riflessioni in più che vada oltre le solite
        "vaccate" da ultras dei sistemi operativi.Evidentemente non sei in grado di farle, poiché il tuo post contiene solo insulti ed autocelebrazioneNon aggiungo altro, al post originario e già stata data esauriente e documentata risposta.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'Asia vuole l'alternativa a Windows

          Evidentemente non sei in grado di farle,
          poiché il tuo post contiene solo insulti ed
          autocelebrazione
          Non aggiungo altro, al post originario e già
          stata data esauriente e documentata
          risposta.infatti, il mio era solo un invito a riflettere suquanto detto senza bollarlo come FUD, ma aquanto vedo hai solo tempo per polemizzarequindi entri di diritto nel mio killfile virtualetesta vuota, dove sarebbe poi l'autocelebrazione ?
      • Anonimo scrive:
        Re: L'Asia vuole l'alternativa a Windows
        - Scritto da: Anonimo
        Ti rispondo solo per bilanciare le invettivee sentiamo quali argomenti porti a favore di questa richiesta di "riflessione"
        Altro che FUD, per il momento ho letto solo
        le solite 4 squallide sparate, non penso che
        una decisione simile presa da un paese
        emergente sulla scena internazionale, ed
        aggressivo come Cina, sia per supporto
        etico o meramente per risparmiare i soldi
        delle licenze, ma non fornisci nessuna argomentazione o elemento utile a controbilanciare le argomentazioni altrui (bollate come "linare" senza che tu ne discuta)queste argomentazioni citavano motivi di sicurezzaeconomialibertàsarebbero sufficienti a far riflettere
        sarebbe interessante qualche
        riflessioni in più che vada oltre le solite
        "vaccate" da ultras dei sistemi operativi.il tuo contributo riflessivo è praticamente nullo, però.il tuo punto più alto è rappresentato dalla parola "vaccate"
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Asia vuole l'alternativa a Windows
      - Scritto da: Anonimo
      1) Il fatto che l'Asia vuole contrapporsi al
      resto del mondo informatico con un loro S.O.
      mi pare molto strano, avrei fatto meno
      fatica a capire se tale annuncio lo avesse
      fatto una società emergente, o l'avesse
      fatto ancora una volta l'IBM di turno.Non conosci la realtà asiatica, ma immagina questo: supponi che Bill Gates e la MS fossero nate in Cina e che le versioni di Windows nostrane non fossero state concepite in un paese con i caratteri latini ma in uno con ideogrammi e con esso tutto lo sviluppo software degli ultimi 50 anni. Quindi niente C++ e nessun HTM che ricordano molto da vicino l'inglese ma ideogrammi per il C++, ideogrammi per l'HTML e ideogrammi in genere.Ora immaginiamo la versione cinese di Windows localizzata in Italiano. Per l'uso quotidiano andrebbe anche bene, ma poi appena spuntasse fuori una finestra DOS o non appena si dovesse addentrarsi maggiormente nella programmazione, ci troveremmo spaesati e con gravi ostacoli tecnici da superare.Se per noi e' relativamente facile ricordare un comando "list" o un "dir" o , possiamo dire lo stesso per un cinese?Quanto negativamente ha pesato l'onnipresenza dei caratteri latini nello sviluppo informatico dei paesi asiatici? Quanto li ha rallentati?Senza contare poi la dipendenza dagli USA economica e tecnologica per ogni aggiornamento ed ogni software.C'e' quindi molto poco di strano in questo annuncio, anzi, arrivano quasi tardi.
      2) Le società coinvolte: NTT Data,
      Matsushita Electric Industrial, NEC, Hitachi
      e Fujitsu non sono cosa da poco, cosa
      pensate che questi signori il software lo
      regalino ?
      Immaginate quale giro di affari potrebbe
      nascere dal connubio hardware software di
      queste società.Beh, e' accaduto per anni negli USA e in Europa e le conseguenze le conosciamo, meno scelta per il consumatore, maggiori cartelli tecnologici. E allora adesso ci inviti a tenere gli occhi aperti per il fatto che coalizzandosi troppo possano avere introiti? E la Cisco? la 3Com? La MS? Ti va bene se a prosperare sono loro, ma non la NEC?
      3) Come mai la necessità di un nuovo S.O. da
      parte di paesi in cui l'evoluzione
      tecnologica ha raggiunto livelli notevoli,
      non è che per caso c'è la voglia di imporre
      oltre alla tecnologia, anche il sapere e le
      conoscenze.Se intendi dire che vorrebbero il monopolio del sapere, è assolutamente OVVIO che lo considerino auspicabile, come OGNI nazione. Tecnologia sapere e conoscenza viaggiano a braccetto e chi le ha è superiore e comanda. Immagino che non ti stia bene che la Cina controlli il sapere, ma altrettanto non dovrebbe garbarci che lo controllino gli USA o i russi. Per fortuna il sapere non si puo' ingabbiare.
      4) Tutti coloro che oggi puntano il dito
      contro Microsoft, sono comunque tutelati da
      un governo Americano che da certi punti di
      vista cerca di limitare l'egemonia di
      Microsoft garantendo i diritti delle
      piccole società, ma un domani di fronte a un
      S.O. di tre paesi Sovrani chi ci tutelerà?1) nessuno ti obbliga ad usarlo2) le leggi le hanno anche in Cina, Korea e Giappone.3) Se tu ti senti tutelato perche MS deve rispettare le leggi USA, e gli USA tutto sono fuorche' una egemonia totalitaria, i consumatori di Cina Giappone e Koera chi li tutela? Questi paesi non si sentono garantiti dalle norme e dai tribunali di un paese che e' cosiderato per lo più come ostile. Non è per loro questo grande amico come per molti europei.Diciamo questo: ti senti piu' tutelato da un formaggio USA o da un formaggio italiano fatto secondo le severe norme alimentari nostrane? Io preferisco il prodotto nostrano e analogamente vorrebbe un cinese. Attualmente pero' sia l'italiano che il cinese mangiano formaggio americano. L'italia non puo' farci un tubo, Cina Giappone e Korea hanno tutti i numeri per mettere alla porta lo scomodo vicino USA e prourre e magiare un formaggio di cui sanno fabbricazione e provenienza.
      5) Parlando invece di tempi: supponiamo che
      la decisione della cosituzione di un nuovo
      S.O. venga presa quest'anno, e
      l'implementazione parta nel 2004 e la prima
      beta versione compaia nel 2005, nel 2006
      vorrei sapere quante sono le socità
      asiatiche e soprattutto occiendali disposte
      a passare a tale S.O.Posso dire senza paura di essere sconfessato, che se ben introdotto nel mercato asiaticom, un OS asiatico valido puo' prendere facilmente piede e scalzare Windows. Di prodotti asiatici alternativi a quello nostri ne e' piena la Cina, Korea e il Giappone, come qualita' noi ce li sognamo, sono spesso anche migliori dei nostri e hanno molta piu' presa sulle persone perche' rispondono a esigenze molto sentite.
      6) E in questi anni quali valore tecnologico
      possono le concorrenti aggiungere ai propri
      prodotti a partire da W3K per finire ad Aix
      passando ovviamente alle attuali
      distribuzioni Linux.Questo si vedra'
      7) Con quali promesse economiche e
      innovazioni tecnologiche ci proporranno un
      nuova suite di Office quando ormai Microsoft
      Office è uno standard di fatto, Vi ricordo
      la poca glora di altre Suite che hanno
      fallito miseramente.Guarda che il successo nel mercato cinese e giapponese da solo costituisce il successo di una fetta enorme della popolazione modiale e del mercato.Non pensare in modo provinciale: la Cina e' una schiacciasassi, se ne puo' infischiare degli standard di fatto e crearne di propri. Inoltre le altre suite hanno fallito perche' giocavano sullo stesso terreno di Office. Una suite cinese, che permettesse un uso veramente veloce e pratico della lingua cinese, non avrebbe concorrenti in Cina. Word per scrivere in cinese coreano e giapponese e solo un ripiego.
      Tralascio tutta una serie di considerazioni
      tecnologiche di sul prodotto che stanno
      pensando questi Governi, visto che prendono
      in considerazione un kernel che di nuovo non
      ha nulla, forse aggiungeranno l'ennesima
      interfaccia colorata con tanti comandi e
      utility. Questo accade in Europa ed USA dove non c'e' molto da innovare, ma in nazioni dove Windows e' solo un limite soprattutto perche' non e' nato per supportare cinese e giapponese - e si vede quando vai in Asia - da cambiare c'e' tutto: meglio rifarlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Schiacciasassi... bella roba!

        Non pensare in modo provinciale: la Cina e'
        una schiacciasassi, se ne puo' infischiare
        degli standard di fatto e crearne di propri.Già è proprio uno schiacciasassi dove interipaesi rurali sono sommersi da carcasse diPC occidentali che vengono smontate inbarba alle più elementari norme di sicurezzasul lavoro e producendo inquinamento.Attenzione alla Cina perché per conquistarsiil suo posto al solo sul pianeta è disposta atutto, Linux o non Linux.
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] Schiacciasassi... bella roba!
          - Scritto da: Anonimo
          Già è proprio uno schiacciasassi dove interi
          paesi rurali sono sommersi da carcasse di
          PC occidentali che vengono smontate in
          barba alle più elementari norme di sicurezza
          sul lavoro e producendo inquinamento.Intendevo sotto il profilo commerciale... e non necessariamente con nota di lode.
          Attenzione alla Cina perché per conquistarsi
          il suo posto al solo sul pianeta è disposta a
          tutto, Linux o non Linux.Altroche'!!
  • Anonimo scrive:
    Vera notizia...
    la vera notizia è che Cina e Corea del SUD rilasceranno un sistema operativo senza nessuna backdoor.......
    • radel scrive:
      Re: Vera vera notizia...
      - Scritto da: Anonimo

      la vera notizia è che Cina e Corea del SUD
      rilasceranno un sistema operativo senza
      nessuna backdoor.......
      Sarà open source?Allora che ne sai?Vera notizia: Degli stati dove tutto è centralizzato e statale stanno creando un o.s. che tutti gli uffici sono, per forza, obbligati ad usare. E così obbliigheranno i dipendenti. E creeranno un VERO monopolio in quegli stati.E noi, invece che dargli addosso, applaudiamo.Che bravi!Perchè non sento dire che in Francia (paese a caso) non creano un nuovo s.o. e milioni di gente lo userà?Perchè lì mica li possono obbligare ad usarli.In Cina sì...
      • Nonninz scrive:
        Re: Installatevi Gaim: e non se ne parla

        Sarà open source?
        Allora che ne sai? Vera notizia: Degli stati dove tutto è
        centralizzato e statale stanno creando un
        o.s. che tutti gli uffici sono, per forza,
        obbligati ad usare. E così obbliigheranno i
        dipendenti. E creeranno un VERO monopolio in
        quegli stati.
        E noi, invece che dargli addosso,
        applaudiamo.

        Che bravi!Mi sembrava strano che fossi stato l'unico a notare quel"tutti gli uffici statali DOVRANNO montare Midori a meno che non ne facciano specifica richiesta"
        • Anonimo scrive:
          Re: Installatevi Gaim: e non se ne parla
          - Scritto da: Nonninz
          Vera notizia: Degli stati dove tutto è

          centralizzato e statale stanno creando un

          o.s. che tutti gli uffici sono, per forza,

          obbligati ad usare. E così obbliigheranno

          i dipendenti. E creeranno un VERO monopolio

          in quegli stati.

          E noi, invece che dargli addosso,

          applaudiamo.



          Che bravi!

          Mi sembrava strano che fossi stato l'unico a
          notare quel
          "tutti gli uffici statali DOVRANNO
          montare Midori a meno che non ne facciano
          specifica richiesta"Guardacaso simili ordini arrivano dai Ministeri agli uffici pubblici italiani e riguardano l'obbligo a fornirsi di Windows, Word ed Excel.E non siamo in Cina.Per cui prima di sparlare degli altri...
          • Nonninz scrive:
            Re: Installatevi Gaim: e non se ne parla


            Mi sembrava strano che fossi stato
            l'unico a

            notare quel

            "tutti gli uffici statali DOVRANNO

            montare Midori a meno che non ne facciano

            specifica richiesta"

            Guardacaso simili ordini arrivano dai
            Ministeri agli uffici pubblici italiani e
            riguardano l'obbligo a fornirsi di Windows,
            Word ed Excel.
            E non siamo in Cina.
            Per cui prima di sparlare degli altri...Che l'ITalia dal punto di vist della Pubblica amministrazione faccia schifo lo sappiamo tutti...D'altronde siamo sempre stati governati da gente che pensava prima a mangiare, poi a come farsi rieleggere...che sia DC, DS, forza italia, non e' cambiato mai niente...cmq cosa c'entra, secondo te quelli che danno quest'ordine sanno che su openoffice.org si possono risparmiare milioni di euro? o forse lo sanno, ma se per ogni licenza venduta gi arrivano 10 euro...Cmq sul regime cinese non si puo' parlare che male,mi dispiace se ti stanno simpatici (cmq anche a me)o sei un neocomunista convinto...Quanti anni fa una ragazza era stata uccisa dai compagni di classe con pezzi di vetro dopo avere scritto su un temache esistevano altri sistemi oltre a quello comunista?
          • Anonimo scrive:
            Re: Installatevi Gaim: e non se ne parla
            - Scritto da: Nonninz
            Cmq sul regime cinese non si puo' parlare
            che male,
            mi dispiace se ti stanno simpatici (cmq
            anche a me)
            o sei un neocomunista convinto...Il regime cinese e' uno schifo e non mi sta simpatico, anzi va condannato sempre e sono il primo a detestarlo. Ha tante di quelle colpe, gravissime da non poterne nemmeno fare una lista qui. Casomai possono starmi simpatici i cinesi, ma al pari di quanto possano piacermi i francesi o gli austriaci, cioe' parlando in senso generico riferendomi a certi modi o costumi pittoreschi, amichevoli od esperienze personali.Meno, molto meno invece mi piace quando si critica cio' che si fa all'estero quando da noi si fa uguale o peggio.Nei ministeri conoscono l'esistenza di software diversi da quelli MS, ma gli ordini arrivano lo stesso a favore di word ed excel.Quindi ho non per difendere la Cina, me ne guardo bene, visto che e' INDIFENDIBILE, bensi' per sottolineare che per quanto ci disgusti e non ci piaccia, da noi non siamo messi bene.Cio' non vieta di criticare gli altri, ma almeno con una mano sulla coscienza, o e' troppo?
          • Nonninz scrive:
            Re: Installatevi Gaim: e non se ne parla

            Il regime cinese e' uno schifo e non mi sta
            simpatico, anzi va condannato sempre e sono
            il primo a detestarlo. Ha tante di quelle
            colpe, gravissime da non poterne nemmeno
            fare una lista qui. Casomai possono starmi
            simpatici i cinesi, ma al pari di quanto
            possano piacermi i francesi o gli austriaci,
            cioe' parlando in senso generico riferendomi
            a certi modi o costumi pittoreschi,
            amichevoli od esperienze personali.Quoto in pieno
            Meno, molto meno invece mi piace quando si
            critica cio' che si fa all'estero quando da
            noi si fa uguale o peggio.
            Nei ministeri conoscono l'esistenza di
            software diversi da quelli MS, ma gli ordini
            arrivano lo stesso a favore di word ed
            excel.
            Quindi ho non per difendere la Cina, me ne
            guardo bene, visto che e' INDIFENDIBILE,
            bensi' per sottolineare che per quanto ci
            disgusti e non ci piaccia, da noi non siamo
            messi bene.
            Cio' non vieta di criticare gli altri, ma
            almeno con una mano sulla coscienza, o e'
            troppo?ok, ma mica devo sentirmi in colpa se il ministerodel mio stato fa schifo? Mica sono un ministro,e neanche un suo complice...SI parlava della cina e mi sono limitato alla cina...
          • Anonimo scrive:
            Re: Installatevi Gaim: e non se ne parla
            - Scritto da: Nonninz

            Il regime cinese e' uno schifo e non mi
            sta

            simpatico, anzi va condannato sempre e
            sono

            il primo a detestarlo. Ha tante di quelle

            colpe, gravissime da non poterne nemmeno

            fare una lista qui. Casomai possono starmi

            simpatici i cinesi, ma al pari di quanto

            possano piacermi i francesi o gli
            austriaci,

            cioe' parlando in senso generico
            riferendomi

            a certi modi o costumi pittoreschi,

            amichevoli od esperienze personali.
            Quoto in pieno


            Meno, molto meno invece mi piace quando si

            critica cio' che si fa all'estero quando
            da

            noi si fa uguale o peggio.

            Nei ministeri conoscono l'esistenza di

            software diversi da quelli MS, ma gli
            ordini

            arrivano lo stesso a favore di word ed

            excel.

            Quindi ho non per difendere la Cina, me ne

            guardo bene, visto che e' INDIFENDIBILE,

            bensi' per sottolineare che per quanto ci

            disgusti e non ci piaccia, da noi non
            siamo

            messi bene.

            Cio' non vieta di criticare gli altri, ma

            almeno con una mano sulla coscienza, o e'

            troppo?

            ok, ma mica devo sentirmi in colpa se il
            ministero
            del mio stato fa schifo? Mica sono un
            ministro,
            e neanche un suo complice...Questo e' vero pero', sei italiano (a meno che tu non sia svizzero), e se muovi una critica generica ad un altro paese, altrettanto genericamente puoi essere giudicato tu.Questo vale per le critiche e anche per gli elogi: i cinesi sono industriosi e lavoratori ma sono tutti invischiati nelle triadi, gli italiani sono romantici e rubacuori ma tutti mafiosi.Ovvero, le critiche, le osservazioni e gli elogi generici, semplificano i concetti ma fanno tanti torti o eccedono in lodi.Molti italiani non sono ne' mafiosi ne' romantici, cosi' come ci sono cinesi pigri e che non fanno parte delle triadi.Detto questo, se muovo critiche al sistema di un altro paese, personalmente mi vergono se nel mio accade di peggio, anche se non e' colpa mia nemmeno indirettamente.Se dico che i russi sono alcolizzati, non voglio dimenticare quanti in Italia hanno la cirrosi o si ammazzano in strada ubriachi.Per cui per dovere di cronaca - e si badi, non per esterofilia - mi sono sentito di sottolineare che da noi le cose - purtroppo - non sono migliori.Detto questo, sono ben lieto di accodarmi a criticare un analogo comportamento cinese o a dire che gli scozzesi sono tirchi e i russi ubriaconi. Purche' non si sottointenda con cio' che da parte nostra come nazione si possa camminare sempre a testa alta.
          • Nonninz scrive:
            Re: Installatevi Gaim: e non se ne parla

            Questo e' vero pero', sei italiano (a meno
            che tu non sia svizzero),Italiano
            e se muovi una
            critica generica ad un altro paese,
            altrettanto genericamente puoi essere
            giudicato tu.sicuramente
            Questo vale per le critiche e anche per gli
            elogi: i cinesi sono industriosi e
            lavoratori ma sono tutti invischiati nelle
            triadi, gli italiani sono romantici e
            rubacuori ma tutti mafiosi.
            Ovvero, le critiche, le osservazioni e gli
            elogi generici, semplificano i concetti ma
            fanno tanti torti o eccedono in lodi.
            Molti italiani non sono ne' mafiosi ne'
            romantici, cosi' come ci sono cinesi pigri e
            che non fanno parte delle triadi.

            Detto questo, se muovo critiche al sistema
            di un altro paese, personalmente mi vergono
            se nel mio accade di peggio, anche se non e'
            colpa mia nemmeno indirettamente.
            Se dico che i russi sono alcolizzati, non
            voglio dimenticare quanti in Italia hanno la
            cirrosi o si ammazzano in strada ubriachi.
            Per cui per dovere di cronaca - e si badi,
            non per esterofilia - mi sono sentito di
            sottolineare che da noi le cose - purtroppo
            - non sono migliori.
            Detto questo, sono ben lieto di accodarmi a
            criticare un analogo comportamento cinese o
            a dire che gli scozzesi sono tirchi e i
            russi ubriaconi. Purche' non si sottointenda
            con cio' che da parte nostra come nazione si
            possa camminare sempre a testa alta.Si, ma non si parlava di luoghi comuni (se noprima di parlare degli scozzesi penso ai genovesi ;-))o di una critica generica a un paese ma a una specificacosa successa in cina che mi sembra un bel po' peggioche il ministro italiano che prende le mazzette per fareusare word invece che openoffice... cosa che peraltro nonsapevo prima che me lo dicessi tu :-)Non e' mia abitudine muovere critiche x pregiudizi, eneanche sottointendere di essere meglio quando critico...
      • paulatz scrive:
        Re: Vera vera notizia...
        - Scritto da: radelnotizia: Degli stati dove tutto è
        centralizzato e statale stanno creando un
        o.s. che tutti gli uffici sono, per forza,
        obbligati ad usare. E così obbliigheranno i
        dipendenti. E creeranno un VERO monopolio in
        quegli stati.[..cut..]
        Perchè lì mica li possono obbligare ad
        usarli.
        In Cina sì...E' evidente che sei in malafede, prima usi il plurale (obbligheranno, creeranno..) dando ad intendere che tutti e tre i paesi citati siano delle dittature, poi invece, quasi in ounta di piedi ammetti di essere a conoscenza del fatto che solo la Cina lo è.Secondo me sei solo un povero razzista e devi delle scuse a tutti i giapponesi ed i koreani. Queste cose mi fanno vergognare di parlare la tua stessa lingua.
        • radel scrive:
          Re: Vera vera notizia...
          - Scritto da: paulatz

          - Scritto da: radel
          notizia: Degli stati dove tutto è

          centralizzato e statale stanno creando un

          o.s. che tutti gli uffici sono, per forza,

          obbligati ad usare. E così obbliigheranno
          i

          dipendenti. E creeranno un VERO monopolio
          in

          quegli stati.
          [..cut..]

          Perchè lì mica li possono obbligare ad

          usarli.

          In Cina sì...
          E' evidente che sei in malafede, prima usi
          il plurale (obbligheranno, creeranno..)
          dando ad intendere che tutti e tre i paesi
          citati siano delle dittature, poi invece,
          quasi in ounta di piedi ammetti di essere a
          conoscenza del fatto che solo la Cina lo è.
          Secondo me sei solo un povero razzista e
          devi delle scuse a tutti i giapponesi ed i
          koreani. Queste cose mi fanno vergognare di
          parlare la tua stessa lingua.Forse sì, forse no.Forse non applaudo ad una cosa che, in occidente, sarebbe stata una burla.Forse mi chiedo come mai, ancora allo stato di progetto, si possa già contare il numero di milioni di utenti che lo useranno.Sarà forse che imporranno balzelli sulle importazioni? Forse faranno qualche leggina? Forse qualche astuto modo che non conosco?Non lo so, ma se sono così sicuri che una volta tirato fuori il loro o.s. scosciuto e senza applicazioni magicamente milioni di persone lo utilizzeranno avranno i loro modi per convincerli, no?Forse non parliamo la stessa lingua, perchè questo è quello che ho detto.Understand?
          • Anonimo scrive:
            Re: Vera vera notizia...
            - Scritto da: radel

            - Scritto da: paulatz



            - Scritto da: radel

            notizia: Degli stati dove tutto è


            centralizzato e statale stanno creando
            un


            o.s. che tutti gli uffici sono, per
            forza,


            obbligati ad usare. E così
            obbliigheranno

            i


            dipendenti. E creeranno un VERO
            monopolio

            in


            quegli stati.

            [..cut..]


            Perchè lì mica li possono obbligare ad


            usarli.


            In Cina sì...

            E' evidente che sei in malafede, prima usi

            il plurale (obbligheranno, creeranno..)

            dando ad intendere che tutti e tre i paesi

            citati siano delle dittature, poi invece,

            quasi in ounta di piedi ammetti di essere
            a

            conoscenza del fatto che solo la Cina lo
            è.

            Secondo me sei solo un povero razzista e

            devi delle scuse a tutti i giapponesi ed i

            koreani. Queste cose mi fanno vergognare
            di

            parlare la tua stessa lingua.

            Forse sì, forse no.
            Forse non applaudo ad una cosa che, in
            occidente, sarebbe stata una burla.
            Forse mi chiedo come mai, ancora allo stato
            di progetto, si possa già contare il numero
            di milioni di utenti che lo useranno.
            Sarà forse che imporranno balzelli sulle
            importazioni? Forse faranno qualche leggina?
            Forse qualche astuto modo che non conosco?ESATTO: non conosci il fatto che windows adattato per cinese giapponese e coreano FA SCHIFO perché non risponde a tutte le esigenze di queste tre complicatissime e sofisticate lingue.Ecco perché ci sono già milioni di potenziali utilizzatori che fremono di gioia al pensiero di un OS che lavori di base con ideogrammi e non complicate parole inglesi e mediocri adattamenti e compromessi linguistici.Che poi un governo asiatico lo imponga negli uffici pubblici, non sarebbe molto diverso che da noi, democratica Italia, dove le circolari dei ministeri ordinano ai nostri uffici publici di comprare ed usare windows e word.Understand?
          • Anonimo scrive:
            Re: Vera vera notizia...
            Grande!!! Invece di 0 e 1 useremo 10000 caratteri cinesi. Sai che bella algebra di Bull... Al confronto il computer quantico è un derelitto alcolizzato! (prima studiare, poi scrivere...)
          • Anonimo scrive:
            Re: Vera vera notizia...
            - Scritto da: Anonimo
            Grande!!! Invece di 0 e 1 useremo 10000
            caratteri cinesi. Sai che bella algebra di
            Bull... Al confronto il computer quantico è
            un derelitto alcolizzato! (prima studiare,
            poi scrivere...)Ecco, ti sei risposto da solo...=) Step
          • Anonimo scrive:
            Re: Vera vera notizia...
            lamer, lamer, lamer+...(k=1,inf)...+lamer.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vera vera notizia...
            - Scritto da: Anonimo
            Grande!!! Invece di 0 e 1 useremo 10000
            caratteri cinesi. Sai che bella algebra di
            Bull... Al confronto il computer quantico è
            un derelitto alcolizzato! (prima studiare,
            poi scrivere...)Volevi un motivo perche' un OS asiatico piacesse ed avesse milioni di potenziali utenti, anche senza ipotizzare imposizione statale, e io te l'ho dato: un OS con vero supporto per gli ideogrammi farebbe furore. Forse non lo sai ma sono alquanto utili da quelle parti. Tu hai studiato? Ci sei stato?Naturalmente se non hai argomenti sei lecito di gettare tutto in burla e mostrare quanto fiappe e molli sono le tue palle.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vera vera notizia...
            e chi sei il papa ...... ma vaffanculo va....
          • Anonimo scrive:
            Re: Vera vera notizia...
            E dopo avertici mandato (e rimandato), ti voglio anche dire che di IT non sai nulla: LAMER. Nel post che hai citato ci sono notevoli spunti tecnologici che non hai colto perchè non ne sei in grado! iscriviti a un partito (uno qualunque) e vai a tenere le tue concioni lì, ma lascia perdere l'IT, che non fa per te!
          • Anonimo scrive:
            Re: Vera vera notizia...
            - Scritto da: Anonimo
            E dopo avertici mandato (e rimandato), ti
            voglio anche dire che di IT non sai nulla:
            LAMER. Nel post che hai citato ci sono
            notevoli spunti tecnologici che non hai
            colto perchè non ne sei in grado! iscriviti
            a un partito (uno qualunque) e vai a tenere
            le tue concioni lì, ma lascia perdere l'IT,
            che non fa per te!Continui a insultare senza aggiungere alcuna argomentazione. Molto molto moscio. Perche' continui a farti del male dimostrando a tutti che non sai cosa dire? Io ti ho dato una spiegazione plausibile sul perche' un OS fatto in Asia da asiatici sarebbe ben accolto.E tu che fai? Sei cosi' povero di argomenti che non hai da replicare nulla di meglio di un vaffanculo. Ammirevole! Ne devi leggere di libri, prima di crescere ed essere in grado di discutere con i grandi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vera vera notizia...
            ufffff basta frustare gli asini di questo forum!
          • Anonimo scrive:
            Re: Vera vera notizia...
            Sono Ombra (senza nick è un problema). Io ho una certa esperienza di lingua giapponese, poco di cinese, e molta di più di informatica. A mio parere la struttura fondamentale di un SO non ha nessun bisogno di essere modificata su basi nazionali o linguistiche. Ovvero il kernel di Linux è opportuno che rimanga lo stesso per tutti (poi ovviamente sarà migliorato...). Se vogliamo fare fantascenza, sarebbe anche possibile immaginare un nuovo linguaggio di programmazione, tipo il C ad esempio, costruito nativamente in ideogrammi, ma sarebbe una sciagura cosmica, perchè contribuirebbe a dividere drammaticamente il mondo, e non ad unirlo. Tipo la rete telefonica in cinese della San Francisco degli anni 30, che ovviamente veniva usata solo dagli abitanti di Chinatown. Quello di cui ti lamenti non è tanto l'SO profondo, il kernel e quello che gli sta intorno, quanto la GUI, l'interfaccia grafica, e soprattutto gli applicativi. Qui veramente c'è un problema, che però precede l'uso dei computer. Le vecchie macchine da scrivere meccaniche in ideogrammi usate dai giapponesi fanno drizzare i capelli in testa per quanto sono macchinose! E così la composizione di testi nelle tipografie. Questo problema, dovuto alla numerosità dei simboli, non è stato ancora risolto in maniera efficiente ma prima o poi qualcuno troverà una soluzione accettabile. Non è però tanto un problema di informatica vera e propria, di nocciolo duro per capirci, quanto una questione di interfaccia. Non so se ho esposto il problema esaurientemente. Ci sarebbero molte altre cose da dire... CiaoOmbra
          • Anonimo scrive:
            Re: Vera vera notizia...
            - Scritto da: Anonimo
            Sono Ombra (senza nick è un problema). Io ho
            una certa esperienza di lingua giapponese,
            poco di cinese, e molta di più di
            informatica. A mio parere la struttura
            fondamentale di un SO non ha nessun bisogno
            di essere modificata su basi nazionali o
            linguistiche. Ovvero il kernel di Linux è
            opportuno che rimanga lo stesso per tutti
            (poi ovviamente sarà migliorato...). Se
            vogliamo fare fantascenza, sarebbe anche
            possibile immaginare un nuovo linguaggio di
            programmazione, tipo il C ad esempio,
            costruito nativamente in ideogrammi, ma
            sarebbe una sciagura cosmica, perchè
            contribuirebbe a dividere drammaticamente il
            mondo, e non ad unirlo. Tipo la rete
            telefonica in cinese della San Francisco
            degli anni 30, che ovviamente veniva usata
            solo dagli abitanti di Chinatown. Quello di
            cui ti lamenti non è tanto l'SO profondo, il
            kernel e quello che gli sta intorno, quanto
            la GUI, l'interfaccia grafica, e soprattutto
            gli applicativi. Qui veramente c'è un
            problema, che però precede l'uso dei
            computer. Le vecchie macchine da scrivere
            meccaniche in ideogrammi usate dai
            giapponesi fanno drizzare i capelli in testa
            per quanto sono macchinose! E così la
            composizione di testi nelle tipografie.
            Questo problema, dovuto alla numerosità dei
            simboli, non è stato ancora risolto in
            maniera efficiente ma prima o poi qualcuno
            troverà una soluzione accettabile. Non è
            però tanto un problema di informatica vera e
            propria, di nocciolo duro per capirci,
            quanto una questione di interfaccia. Non so
            se ho esposto il problema esaurientemente.
            Ci sarebbero molte altre cose da dire...
            Ciao
            OmbraSono quello che ha esordito prima con Ciao Ombra, chiamami Lumen. Sei stato chiarissimo ed ho capito cosa intendi.L'interfaccia e' un vero problema, a causa del numero e della varieta' degli ideogrammi. Se pero' il problema stava gia' a monte con le macchine da stampa e da scrivere (le ho viste anch'io, brividi di orrore), non si e' risolto con l'informatica. E' vero che HA FATTO dei passi avanti, ed e' indubbio che ora sia possibile una produzione scritta stampata a chiunque possieda un computer, ma non si e' risolta. E' una situazione di compromesso in cui giocoforza non tutti gli ideogrammi sono rappresentabili o lo sono in maniera tortuosa.E' risolvibile? Difficile a dirsi. Un kernel cinese risolverebbe? Anche a questo non so rispondere. Non ritengo sensato neanche io avere una versione di C in ideogrammi (che forse pero' per un cinese sarebbe il massimo), ma non e' da escludere che un sistema operativo nuovo, pensato in maniera piu' vicina alla realta' asiatica, potrebbe incontrare un certo favore, fosse solo per l'interfaccia.L'Asia vuole sdoganarsi sia economicamente che culturalmente dagli USA soprattutto, ma con gli stumenti attiali e' difficile. A parte il fatto che non posso certo ignorare la funzionalita' sia dell'alfabeto latino che delle terminologie inglesi, ormai internazionali, e non possono escluderli dalla loro stessa cultura, forse potrebbero effettivamente trarre enorme vantaggio da standard ed OS creati da loro stessi.Se l'informatica fosse nata in Cina, e' possibile che un kernel cinese (non chiedermi come potrebbe essere fatto), un C cinese e cosi' via, avrebbero forse permesso un diverso sviluppo in Asia rispetto ad un informatica basata su caratteri latini e viceversa avrebbe penalizzato noi.Intendo dire, noi siamo stati avvantaggiati ne trovarci un informatica che parlava anglosassone, che a sua volta incorporava il latino, ma viceversa questo e' stato un ostacolo per l'Asia.Ora, per tornare ai temi sollevati in molte discussioni sorte qui, ovvero "ma che ci fanno, che gli serve, come convinceranno le persone ad usarlo", io credo che a queste domande si possa rispondere che il progetto non solo e' culturalmente interessante, ma se condotto bene, e' destinato a un'ottima diffusione e a dare uno scossone rilevante ai sistemi operativi occidentali. Anche se fosse solo uno scossone circoscritto all'Asia orientale, sarebbe un colpo immenso per l'economia ed i giochi di potere occidentali, che vedono la Cina e il Giappone piu' come mercati che come nazioni in grado di trainare la scienza.Ma sto divagando. Per tornare all'interfaccia,senza andare a giocare con i kernel, una vera innovazione in questo settore - e per i profani, intendendo l'interfaccia non stiamo parlando di skin ed utilities piu' colorate, ma di supporto di cinese coreano e giapponese in maniera decente ed efficace - potrebbe determinare il rapido successo di una nuova piattaforma.(1) Un tale progetto e' spalleggiato da mostruose multinazionali asiatiche che per altro fanno capo a governi, (2) nasce in sinergia tra tre nazioni con capacita' tecniche e risorse, (3) permetterebbe il riscatto morale ed economico dagli USA, per moltissimi visto come il nemico storico principale e vero concorrente sul piano mondiale ed economico, (4) permetterebbe di creare standard e dettar legge, come possono permettersi le software house statunitensi, (5) permetterebbe uno sviluppo probabilmente piu' veloce o piu' vario ed efficiente dell'informatica in Asia. Visti questi punti, personalmente sulla validita' del progetto, non ho dubbi. C'e' solo da chiedersi come mai non si siano mossi prima.
        • Anonimo scrive:
          Re: Vera vera notizia...

          koreani. Queste cose mi fanno vergognare di
          parlare la tua stessa lingua.e chi sei il papa ......ma vaffanculo va....
      • Anonimo scrive:
        Re: Vera vera notizia...
        - Scritto da: radel

        Vera notizia: Degli stati dove tutto è
        centralizzato e statale stanno creando un
        o.s. che tutti gli uffici sono, per forza,
        obbligati ad usare.Giappone e Corea non sono dittatture!
      • Anonimo scrive:
        Re: Vera vera notizia...
        - Scritto da: radel

        - Scritto da: Anonimo
        E così obbliigheranno i
        dipendenti. E creeranno un VERO monopolio in
        quegli stati.ti rendo noto che Microsoft è stata riconosciuta come monopolio nell'ambito del mercato desktop. Per ora l'unico monopolio riconosciuto è Microsoft.Questa è la sentenza, confermata in appello e dalla corte supremawww.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudgex.htmmicrosoft è stato riconosciuto quale detentore di potere di monopoliochi non ci crede legga il paragrafo:"MICROSOFT'S POWER IN THE RELEVANT MARKET33. Microsoft enjoys so much power in the market for Intel-compatible PC operating systems that if it wished to exercise this power solely in terms of price, it could charge a price for Windows substantially above that which could be charged in a competitive market. Moreover, it could do so for a significant period of time without losing an unacceptable amount of business to competitors. In other words, Microsoft enjoys monopoly power in the relevant market. "questo mette la pietra tombale su tutte le possibili menzogne di microsoft tese a negare il suo peso sul mercato dei PC compatibiliE dovrebbe convincere almeno alcuni a rianalizzare il proprio personale concetto di "monopolio", per verificare se si è ben capito cosa s'intende per esso
  • Anonimo scrive:
    C'è già tutto!
    Linux, OpenOffice.org...C'è già tutto quello che vogliono! Senza dover riscrivere da capo le cose, basta supportare quelle che già ci sono!Rendere Linux più facile e compatibile, OO più veloce e completo...
    • Anonimo scrive:
      Re: C'è già tutto!
      - Scritto da: Anonimo
      Linux, OpenOffice.org...
      C'è già tutto quello che vogliono! Senza
      dover riscrivere da capo le cose, basta
      supportare quelle che già ci sono!
      Rendere Linux più facile e compatibile, OO
      più veloce e completo...esatto, basta svegliarsi :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: C'è già tutto!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Linux, OpenOffice.org...

        C'è già tutto quello che vogliono! Senza

        dover riscrivere da capo le cose, basta

        supportare quelle che già ci sono!

        Rendere Linux più facile e compatibile, OO

        più veloce e completo...

        esatto, basta svegliarsi :-)Dipende, il supporto per cinese, giapponese e koreano com'è?Funziona alla grande, o è un compromesso, come sui PC occidentali, tra tastiere internazionali, idiomi locali, tasti funzione e linguaggi di programmazione più simili all'inglese che al cinese?Per fare le cose bene con tutti i crismi delle lingue est asiatiche, potrebbe valere davvero la pena riscrivere un OS tutto per bene da capo.
        • Anonimo scrive:
          Re: finalmente!
          ahhhhhhhhhh! vedo che finalmente stai parlando del Cin-C-Cin++, il vero futuro dell'informatica!
          • Anonimo scrive:
            Re: finalmente!
            - Scritto da: Anonimo
            ahhhhhhhhhh! vedo che finalmente stai
            parlando del Cin-C-Cin++, il vero futuro
            dell'informatica!Ridici su quanto ti pare, ma quel miliardo e due di cinesi mica sta con le mani in mano, ne vedremo delle belle.
          • Anonimo scrive:
            Re: finalmente!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            ahhhhhhhhhh! vedo che finalmente stai

            parlando del Cin-C-Cin++, il vero futuro

            dell'informatica!

            Ridici su quanto ti pare, ma quel miliardo e
            due di cinesi mica sta con le mani in mano,
            ne vedremo delle belle.Non rido certo del miliardo e due di cinesi, piuttosto scherzavo su una certa ingenuità tecnica dei post precedenti (nessuna offesa! non c'è bisogno di tirare fuori il pezzo!). Mi dispiace piuttosto che in Europa stiamo fermi, pur avendo notevoli risorse umane...
    • Anonimo scrive:
      Re: C'è già tutto!
      be quello che veramnete non capisco è come mai che l'europa ancora non si muove e continua a far ficcare il naso nei propri affari ebusiness ad alto livello da microsoft e quindi in realta' dagli usaspero proprio che succeda qualcosa al piu' presto in questo senso
      • Anonimo scrive:
        Re: C'è già tutto!
        - Scritto da: Anonimo
        be quello che veramnete non capisco è come
        mai che l'europa ancora non si muove Anche tu sembri non aver notato che SuSE Gmbh e' un'azienda tedesca e MandrakeSoft un'azienda francese.Ed entrambe fanno business.E Mandrake ha appena fatto un'accordo con HP per essere precaricata sulle workstation e sui server di supercalcolo.E SuSE sta avanzando a larghi passi verso l'adozione nell'amministrazione pubblica (gia' 14000 pc a monaco di baviera non sono proprio bruscolini).Dire che linux non e' europeo non ha senso. Linux e' nato in europa, ed e' apolide.Le aziende come suse e mandrake invece sono radicate sul territorio... e stai pur sicuro che un manuale per SuSE in tedesco scritto da un tedesco sara' certamente meglio del manuale (che di solito nemmeno esiste) per windows scritto (quando c'e') in tedesco da un traduttore oriundo americano.Linux e' di chi lo usa. "no strings attached", come dicono gli americani.Ciao, Renato
  • Anonimo scrive:
    Microsoft: THE END
    Sei alla frutta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft: THE END
      - Scritto da: Anonimo
      Sei alla frutta.Magari! sarebbe bello, ma ce ne vuole ancora di tempo...
      • kensan scrive:
        Re: Microsoft: THE END
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Sei alla frutta.
        Magari! sarebbe bello, ma ce ne vuole ancora
        di tempo...La data è 2010, la Cina completerà l'installazione di Midori Linux sul milione delle sue macchine satatali, altre decine di milioni seguiranno a ruota in tutta la Cina e in tutto Oriente.Visto che il 2003 sta terminando rimangono 6 anni.
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft: THE END
          e questo non sarà monopolio? :-)
          La data è 2010, la Cina completerà
          l'installazione di Midori Linux sul milione
          delle sue macchine satatali, altre decine di
          milioni seguiranno a ruota in tutta la Cina
          e in tutto Oriente.

          Visto che il 2003 sta terminando rimangono 6
          anni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft: THE END
      - Scritto da: Anonimo
      Sei alla frutta.era ora!
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft: THE END
      Mah, un giorno è supermonopolista un giorno alla frutta, c'è qualcosa che non va
      Scritto da: Anonimo
      Sei alla frutta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft: THE END
        - Scritto da: Anonimo
        Mah, un giorno è supermonopolista un giorno
        alla frutta, c'è qualcosa che non vaaffatto. E' coerente: Un monopolio ha tutto il mercatro per sé, Ma ha anche tutto da perdereappena tutti lo abbandonano ecco che è alla frutta.THE END
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft: THE END
          concordo, linux non sarà mai alla frutta
          affatto. E' coerente:

          Un monopolio ha tutto il mercatro per sé,

          Ma ha anche tutto da perdere

          appena tutti lo abbandonano ecco che è alla
          frutta.

          THE END


          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft: THE END
            - Scritto da: Anonimo
            concordo, grazie del tuo sforzo di comprensione, che è stato premiato
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft: THE END
            - Scritto da: Anonimo
            concordo, linux non sarà mai alla fruttasi... infatti è già al caffè... con quel cacchio di kernel paleolitico che si ritrova
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft: THE END
            ..non è colpa di linus se non hai letto il man per installarlo.Io lo so usare e va alla grande!! eheheheh..cmq se vuoi ti do un indirizzo che spiega come installarlo:http://www.tldp.org/ciao e buona lettura e comprensione(linux)
        • radel scrive:
          Re: Microsoft: THE END
          - Scritto da: Anonimo
          Un monopolio ha tutto il mercatro per sé,

          Ma ha anche tutto da perdere

          appena tutti lo abbandonano ecco che è alla
          frutta. Se tutti POSSONO abbandonarlo dovè il monopolio?
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft: THE END
            - Scritto da: radel

            - Scritto da: Anonimo


            Un monopolio ha tutto il mercatro per sé,



            Ma ha anche tutto da perdere



            appena tutti lo abbandonano ecco che è
            alla

            frutta.

            Se tutti POSSONO abbandonarlo dovè il
            monopolio?Puoi fare quello che ti pare, ma se esistono specifiche barriere economiche all'abbandono (ad esempio la necessità di usare hardware e software win-specifico) la tua libertà va a farti friggereNon fermatevi all'apparenza delle cose per valutare un mercato. Andate alla ricerca delle barriere interposte tra le azioni potenziali del cliente e quelll che le aziende vorrebbero che facesse.non fermatevi alle possibilità teoriche, perchè le aziende non lo fanno e studiano apposite strategie di fidelizzazione del cliente.Esistono manovre di fidelizzazione che sono legittime e altre che causano un'involuzione del mercato. QUI agisce l'antitrustil monopolio esiste così tanto che ci sono leggi antitrust specifiche cui i monopoli sono sottoposti. microsoft è stata riconosciuta detentrice di un potere di monopolio nel settore desktop, e è stata colta sul fatto di violare le suddette leggi antitrust ( 2 articoli dello Sherman act)Microsoft è un monopolio,come attesta l'analisi finale del processo antitrust USAhttp://www.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudgex.htmTale analisi è stata confermata anche dall'azione antitrust UE, come ricorda chi ha letto la notizia riguardo alla multa contro microsoft comminata dal Commissario M.Monti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft: THE END
            non siamo a tribuna politica
            Puoi fare quello che ti pare, ma se esistono
            specifiche barriere economiche all'abbandono
            (ad esempio la necessità di usare hardware e
            software win-specifico) la tua libertà va a
            farti friggere

            Non fermatevi all'apparenza delle cose per
            valutare un mercato. Andate alla ricerca
            delle barriere interposte tra le azioni
            potenziali del cliente e quelll che le
            aziende vorrebbero che facesse.

            non fermatevi alle possibilità teoriche,
            perchè le aziende non lo fanno e studiano
            apposite strategie di fidelizzazione del
            cliente.

            Esistono manovre di fidelizzazione che sono
            legittime e altre che causano un'involuzione
            del mercato. QUI agisce l'antitrust

            il monopolio esiste così tanto che ci sono
            leggi antitrust specifiche cui i monopoli
            sono sottoposti. microsoft è stata
            riconosciuta detentrice di un potere di
            monopolio nel settore desktop, e è stata
            colta sul fatto di violare le suddette leggi
            antitrust ( 2 articoli dello Sherman act)

            Microsoft è un monopolio,come attesta
            l'analisi finale del processo antitrust USA

            http://www.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudgex

            Tale analisi è stata confermata anche
            dall'azione antitrust UE, come ricorda chi
            ha letto la notizia riguardo alla multa
            contro microsoft comminata dal Commissario
            M.Monti.





          • radel scrive:
            Re: Microsoft: THE END
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: radel



            - Scritto da: Anonimo




            Un monopolio ha tutto il mercatro per
            sé,





            Ma ha anche tutto da perdere





            appena tutti lo abbandonano ecco che è

            alla


            frutta.



            Se tutti POSSONO abbandonarlo dovè il

            monopolio?

            Puoi fare quello che ti pare, ma se esistono
            specifiche barriere economiche all'abbandono
            (ad esempio la necessità di usare hardware e
            software win-specifico) la tua libertà va a
            farti friggereQuale hw win-specifico? Sull'architettura dove gira windows non gira pure linux? E gli unix? E altra roba?Allora MacOs che è?Per il software non puoi certo accusare m$: chiedi alle software house di creare applicazioni per linux. Ma non rompere le pa**e alla m$ se loro non vogliono farlo.

            Non fermatevi all'apparenza delle cose per
            valutare un mercato. Andate alla ricerca
            delle barriere interposte tra le azioni
            potenziali del cliente e quelll che le
            aziende vorrebbero che facesse.

            non fermatevi alle possibilità teoriche,
            perchè le aziende non lo fanno e studiano
            apposite strategie di fidelizzazione del
            cliente.E mi sembra giusto: non so che lavoro tu faccia, ma io mi faccio il mazzo per fidelizzare i miei clienti.

            Esistono manovre di fidelizzazione che sono
            legittime e altre che causano un'involuzione
            del mercato. QUI agisce l'antitrustSono tutte legittime o quasi, tranne quando i clienti si fidelizzano per davvero. Quando sono al 95% fidelizzati lo si chiama monopolio. Come se li avessero obbligati.

            il monopolio esiste così tanto che ci sono
            leggi antitrust specifiche cui i monopoli
            sono sottoposti. microsoft è stata
            riconosciuta detentrice di un potere di
            monopolio nel settore desktop, e è stata
            colta sul fatto di violare le suddette leggi
            antitrust ( 2 articoli dello Sherman act)La storia del "è monopolio perchè lo dice la legge" assomiglia al "le partite dell'italia ai mondiali in Korea erano valide perchè lo ha scritto l'arbitro nel referto"

            Microsoft è un monopolio,come attesta
            l'analisi finale del processo antitrust USA

            http://www.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudgex

            Tale analisi è stata confermata anche
            dall'azione antitrust UE, come ricorda chi
            ha letto la notizia riguardo alla multa
            contro microsoft comminata dal Commissario
            M.Monti.ah ah ahLeggi la storia della Korea.
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft: THE END
            - Scritto da: radel
            Quale hw win-specifico? Sull'architettura
            dove gira windows non gira pure linux? Mai sentito parlare di winmodem ????
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft: THE END
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: radel


            Quale hw win-specifico? Sull'architettura

            dove gira windows non gira pure linux?

            Mai sentito parlare di winmodem ????I winmodem sono modem che non avendo una propria capacità di elaborazione del segnale stressano la cpu sottraendo parte delle sue risorse al sistema, sono venduti principalmente ai polli che vogliono risparmiare una manciata di euro, molti winmodem sono supportati anche su Linux
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft: THE END
            - Scritto da: radel

            La storia del "è monopolio perchè lo dice la
            legge" assomiglia al "le partite dell'italia
            ai mondiali in Korea erano valide perchè lo
            ha scritto l'arbitro nel referto"se vuoi farti la tua definizione di monopolio fai pure, ma non ti aspettare che valga per tutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft: THE END
            - Scritto da: radel

            Esistono manovre di fidelizzazione che
            sono

            legittime e altre che causano
            un'involuzione

            del mercato. QUI agisce l'antitrust

            Sono tutte legittime o quasi, no, per un monopolio.

            il monopolio esiste così tanto che ci sono

            leggi antitrust specifiche cui i monopoli

            sono sottoposti. microsoft è stata

            riconosciuta detentrice di un potere di

            monopolio nel settore desktop, e è stata

            colta sul fatto di violare le suddette
            leggi

            antitrust ( 2 articoli dello Sherman act)

            La storia del "è monopolio perchè lo dice la
            legge" assomiglia al "le partite dell'italia
            ai mondiali in Korea erano valide perchè lo
            ha scritto l'arbitro nel referto"non è monopolio perché lo dice la legge: non esiste alcuna legge che porti la dicitura "microsoft è un monopolio"Microsoft è un monopolio perché è stata riconosciuta tale in udienza da TRE gradi di giudizio (mica uno)Ora puoi anche provare a farmi credere che per te il sole è viola e che microsoft non è un monopolioMicrosoft è un monopolio,come attestal'analisi finale del processo antitrust USAhttp://www.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudgexTale analisi è stata confermata anchedall'azione antitrust UE, come ricorda chiha letto la notizia riguardo alla multacontro microsoft comminata dal CommissarioM.Monti.puoi continuare a negare lo statuis di monopolio di microsoft, così come lo fa microsoft stessa, ma davanti a un tribunale (il luogo che conta quando occorre dirimere una questione legale) non si potrà che partire da questo punto fisso: microsoft E' un monopolio.Tra l'altro ricordo che è stato condannato proprio per aver violato leggi specifiche anti-monopolio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft: THE END
            - Scritto da: radel

            Puoi fare quello che ti pare, ma se
            esistono

            specifiche barriere economiche
            all'abbandono

            (ad esempio la necessità di usare
            hardware e

            software win-specifico) la tua libertà
            va a

            farti friggere

            Quale hw win-specifico? sembri cadere giù dal cielo: non hai mai visto un win-modem
            Per il software non puoi certo accusare m$:ti ricordo che microsoft non è stata solo accusata, ma ha avuto la condanna nei tre gradi di giudizio a cui ha provato a far sottoporre la questione (ovvero fino alla corte suprema USA)
            La storia del "è monopolio perchè lo dice la
            legge" assomiglia al "le partite dell'italia
            ai mondiali in Korea erano valide perchè lo
            ha scritto l'arbitro nel referto"esempio barbinoNon so se sei al corrente, ma la partita di calcio è governata da un dittatore (l'arbitro)Nel mondo democratico esiste la magistratura, accedibile ai diversi livelli.Microsoft è stata condannata da tre (3) giurie ogni volta diverse.Microsoft è colpevole e pregiudicata.E' pericolosa tuttora, e va limitata nelle sue azioni anti-mercato
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft: THE END
          - Scritto da: Anonimo
          appena tutti lo abbandonano ecco che è alla
          frutta.è più facile che perda tutti i "clienti" una società che ne ha 10 piuttosto che una che ne ha 100 milioni...
    • Anlan scrive:
      Re: Microsoft: THE END ... mmmmmhh
      Siete sicuri che vi convenga ?Intendo : sperare che Microsoft chiuda baracca e burattini ? Se Linux esiste è anche (forse soprattutto) perchè è l'antagonista di Microsoft. Se cessa di esistere il principale "avversario" che ne sarà della nuova libertà acquisita ? Quali nuove iniziative saranno prese "per essere migliori di ..." visto che non ci sarà nessuno su cui primeggiare ? Siete davvero convinti che la futura Microsoft non possa essere che so..... Red-Hat$oft o Mandrake$oft che si (s)batteranno fino alla morte per avere la loro distro preinstallata sulle macchine hp ? Con tanto di registrazione "inclusa nel prezzo" ? (sebbene possano essere pochi dollari?). E che differenza ci sarà allora ? E poi che differenza c'è tra la Microsoft che impone le sue "soluzioni" e voi che sperate solo che crepi ? Pensate un po' di più ad ampliare il vostro mondo piuttosto che ad affossare quello degli altri: avete scelto no ? E allora portate avanti la vostra scelta.Altrimenti .... come qualcun'altro ha ben detto su queste pagine..... benvenuta libertà : accettala o sarai fucilato Meditate gente.... meditate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft: THE END
      tu insieme a tutti gli estremisti linuxiani trabocchi solo di invidia e sei al caffé...
  • Anonimo scrive:
    Perché?
    Perché qui chiunque parla male di windows, ma - da ciò che afferma - continua ad usarlo?Sono le PICCOLE scelte di tutti i giorni che creano cambiamento, non certo i dettami di qualche sedicente guru informatico d'oltre oceano...
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché?
      - Scritto da: Anonimo
      Perché qui chiunque parla male di windows,
      ma - da ciò che afferma - continua ad
      usarlo?non mi risulta. Io uso Linux e mi lamento dell'invadenza di un monopolio pregiudicato come microsoft.Quindi la tua domanda ha un presupposto sbagliato: che CHIUNQUE parli male di microsoft continui a usarlo
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché?
      - Scritto da: Anonimo
      Perché qui chiunque parla male di windows,
      ma - da ciò che afferma - continua ad
      usarlo?
      Sono le PICCOLE scelte di tutti i giorni che
      creano cambiamento, non certo i dettami di
      qualche sedicente guru informatico d'oltre
      oceano...E` vero. E` una cosa che non riesco proprio a capire, il fatto che (quasi) tutti lo usino pur essendo coscienti che c'è di meglio - o perlomeno parlandone male.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perché?
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Perché qui chiunque parla male di windows,

        ma - da ciò che afferma - continua ad

        usarlo?

        Sono le PICCOLE scelte di tutti i giorni
        che

        creano cambiamento, non certo i dettami di

        qualche sedicente guru informatico d'oltre

        oceano...

        E` vero. E` una cosa che non riesco proprio
        a capire, il fatto che (quasi) tutti lo
        usino pur essendo coscienti che c'è di
        meglio - o perlomeno parlandone male.e' una conseguenza del monopolio. il pc con il SO windows preistallato, pur malamente funzionante, crea una barriera competitiva all'utente medio che, non conoscendo molto di reistallazioni, ècostretto ad accettare lo status quo.Questo finchè perdurerà lo stato di monopolio in cui ci si trovaE' il monopolio che distrugge la dinamicità di un mercato, costringendo gli utenti ad accettare quello che passa il convento anche se non piace
        • radel scrive:
          Re: Perché?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Perché qui chiunque parla male di
          windows,


          ma - da ciò che afferma - continua ad


          usarlo?


          Sono le PICCOLE scelte di tutti i
          giorni

          che


          creano cambiamento, non certo i
          dettami di


          qualche sedicente guru informatico
          d'oltre


          oceano...



          E` vero. E` una cosa che non riesco
          proprio

          a capire, il fatto che (quasi) tutti lo

          usino pur essendo coscienti che c'è di

          meglio - o perlomeno parlandone male.

          e' una conseguenza del monopolio. il pc con
          il SO windows preistallato, pur malamente
          funzionante, crea una barriera competitiva
          all'utente medio che, non conoscendo molto
          di reistallazioni, ècostretto ad accettare
          lo status quo.Quando lavoravo in un negozio ho sentito richieste di ogni tipo dalla gente: ho sentito che esiste questo, ho sentito che esiste quello: mettimelo.Quindi non serve. Perchè quando devono formattarsi il pc lo fanno da soli o vanno a farselo fare?Lo stesso varrebbe per il s.o. Se volessero cambiare potrebbero chiederlo.Tu vorrsetti linux preinstallato? Per avere più utenti linux forzati? Non preferiresti la loro libera scelta? Dagli tempo e una valida ragione (pratica percò, non idealistica: quando lavori tutti i giorni con il pc vuoi farci quello che ti serve, non è un ideale) e loro sceglieranno. Se gli dai solo ideali e spot contro bill gates la gente se ne frega e continua a lavorare come ha sempre fatto...

          Questo finchè perdurerà lo stato di
          monopolio in cui ci si trova

          E' il monopolio che distrugge la dinamicità
          di un mercato, costringendo gli utenti ad
          accettare quello che passa il convento anche
          se non piace
          Veramente finchè avrai un s.o. come alternativa potrai scegliere liberamente: tu usi linux o windows?Se usi windows: c'è qualcuno con il manganello che ti impedisce di usare linux?Se usi linux: hai paura di usscire ancora ti arrestano e ti bastonano?Allora non c'è nessun monopolio. Sono soo chiacchiere della gente che, com'è normale, è sempre scontenta del proprio stato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Perché?
            - Scritto da: radel

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            Perché qui chiunque parla male di

            windows,



            ma - da ciò che afferma - continua
            ad



            usarlo?



            Sono le PICCOLE scelte di tutti i

            giorni


            che



            creano cambiamento, non certo i

            dettami di



            qualche sedicente guru informatico

            d'oltre



            oceano...





            E` vero. E` una cosa che non riesco

            proprio


            a capire, il fatto che (quasi) tutti lo


            usino pur essendo coscienti che c'è di


            meglio - o perlomeno parlandone male.



            e' una conseguenza del monopolio. il pc
            con

            il SO windows preistallato, pur malamente

            funzionante, crea una barriera competitiva

            all'utente medio che, non conoscendo molto

            di reistallazioni, ècostretto ad accettare

            lo status quo.

            Quando lavoravo in un negozio ho sentito
            richieste di ogni tipo dalla gente: ho
            sentito che esiste questo, ho sentito che
            esiste quello: mettimelo.
            Quindi non serve. Perchè quando devono
            formattarsi il pc lo fanno da soli o vanno a
            farselo fare?
            Lo stesso varrebbe per il s.o. Se volessero
            cambiare potrebbero chiederlo.la situazione di monopolio li lega a mantenere il vecchio SO per via delle applicazioni presistenti. E' stato un argomento ampiamente discusso durante il processo contro Microsoft, che però non l'ha salvata dalla condanna
            Tu vorrsetti linux preinstallato?non l'ho mai detto. io ritengo che la preistallazione del SO è un mezzo di imposizione di un prodotto monopolistico allo stato attuale. Opinione del tutto confermata dalle risultanze processuali



            Questo finchè perdurerà lo stato di

            monopolio in cui ci si trova



            E' il monopolio che distrugge la
            dinamicità

            di un mercato, costringendo gli utenti ad

            accettare quello che passa il convento
            anche

            se non piace


            Veramente finchè avrai un s.o. come
            alternativa potrai scegliere liberamente: non parlare per casi personali e privati: un mercato non si fonda sull'esame delle sole nicchie, ma del mainstreamAttualmente la situazione di monopolio legalmente valida è appurata dall'analisi di mercato effettuata durante il processo USA contro Microsoft, che attesta l'esistenza di un potere di monopolio in mano a Microsoft stessa, oltre che della violazione di leggi anti-trust specifiche per i detentori riconosciuti di monopolio (ad esempio la legge Sherman, violata da Microsoft in due articoli)Quello che puoi teoricamente fare non è sufficiente a definire il potere di mercato di un soggetto economico.Il potere viene definito anche da altri indicatori, come i prezzi del software, che microsoft è in grado di alzare e abbassare come vuole.Dall'analisi completa dei gradi di libertà dei clienti e di quelli del fornitore in odore di monopolio si ottiene una visione globale che non tiene conto solo delle possibilità teoriche,Dare un'occhiata alle risultanze processuali potrebbe esserti d'aiuto ne comprendere cosa è un mercato del software e dei sistemi operativi:http://www.usdoj.gov/atr/cases/f3800/msjudgex.htm
          • Anonimo scrive:
            Re: Perché?
            - Scritto da: radel
            Veramente finchè avrai un s.o. come
            alternativa potrai scegliere liberamente: tu
            usi linux o windows?
            Se usi windows: c'è qualcuno con il
            manganello che ti impedisce di usare linux?
            Se usi linux: hai paura di usscire ancora ti
            arrestano e ti bastonano?

            Allora non c'è nessun monopolio. Sono soo
            chiacchiere della gente che, com'è normale,
            è sempre scontenta del proprio stato.Ah, ecco il solito genio che la sa più lunga degli uffici antitrust di tutto il mondo.Quando ci sono barriere all'ingresso (tecnologiche e, indirettamente, economiche) per l'utilizzo di linux e all'uscita per abbandonare windows, allora c'è monopolio.Senza contare il monopolio della distribuzione...
          • Anonimo scrive:
            Re: Perché?

            Veramente finchè avrai un s.o. come
            alternativa potrai scegliere liberamente: tu
            usi linux o windows?
            Se usi windows: c'è qualcuno con il
            manganello che ti impedisce di usare linux?
            Se usi linux: hai paura di usscire ancora ti
            arrestano e ti bastonano?

            Allora non c'è nessun monopolio. Sono soo
            chiacchiere della gente che, com'è normale,
            è sempre scontenta del proprio stato.Il problema sta nelle pratiche commerciali. Molti utenti e aziende non comprano degli assemblati, ma comprano pc di marca. Specialmente nel settore dei portatili.In quel settore, le aziende che vendono pc sono ricattate da Microsoft. Lo sai che se cercano di vendere pc con altri OS preinstallati Microsoft fa pagare molto di piu' le loro licenze o rifiuta certi tipi di supporto? Secondo te come mai aziende come la Dell non vendono pc con linux preinstallato, anzi, non ti vendono manco il pc senza OS Microsoft? Credi sia una loro libera scelta? E non e' solo la Dell....Per non parlare poi del fatto di utilizzare un vantaggio competitivo (la conoscenza interna del OS e la preinstallazione sullo stesso) per guadagnare fette di altri mercati (non OS). Secondo te e' una pratica legale? Credi che aziende come Real Networks siano contente che ci sia Windows Media Player preinstallato? O la Netscape....secondo te sarebbe finita cosi' se la competizione fosse stata ad armi pari, senza preinstallazione del OS? E i client di posta elettronica outlook express?
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché?
      Beh ogni tanto anche loro devono sospendere gli smanettamenti e usare il PC- Scritto da: Anonimo
      Perché qui chiunque parla male di windows,
      ma - da ciò che afferma - continua ad
      usarlo?
      Sono le PICCOLE scelte di tutti i giorni che
      creano cambiamento, non certo i dettami di
      qualche sedicente guru informatico d'oltre
      oceano...
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché?
      Perchè, come tanti altri utenti, ha probabilmente subìto della colossale pubblicità ingannevole in qualsiasi forma....Ciao....
  • Anonimo scrive:
    Microsoft tocca a te
    Parlo da utente di winxp, cara microsoft adesso vedi di regolarti. Da più parti ti stanno cucinando a dovere, con tanto di limone in bocca e basilico al cul#.Svegliati, la gente s'è rotta le palle: basta palladium, basta panzadium, basta mortacci vostrium, basta sicurezza ridicola, basta prezzi da rapina a mano armata, basta con le vostre CAZZATE sulla sicurezza in windows, che non esiste. Rivedete quello che avete fatto finora, oppure fallite: potete scegliere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft tocca a te
      - Scritto da: Anonimo
      Parlo da utente di winxp, cara microsoft
      adesso vedi di regolarti. Da più parti ti
      stanno cucinando a dovere, con tanto di
      limone in bocca e basilico al cul#.
      Svegliati, la gente s'è rotta le palle:
      basta palladium, basta panzadium, basta
      mortacci vostrium, basta sicurezza ridicola,
      basta prezzi da rapina a mano armataRapina a mano armata? Praticamente hai acquistato XP per 102Euro Ivato e ti sembra una rapina ? Praticamente con 130Euro prendi due videogiochi per Play2.per il resto posso anche essere d'accordo su molti punti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft tocca a te
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Parlo da utente di winxp, cara microsoft

        adesso vedi di regolarti. Da più parti ti

        stanno cucinando a dovere, con tanto di

        limone in bocca e basilico al cul#.

        Svegliati, la gente s'è rotta le palle:

        basta palladium, basta panzadium, basta

        mortacci vostrium, basta sicurezza
        ridicola,

        basta prezzi da rapina a mano armata

        Rapina a mano armata? Praticamente hai
        acquistato XP per 102Euro Ivato e ti sembra
        una rapina ? di solito si riesce a trovare un SO a zero euro, di recente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft tocca a te
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Parlo da utente di winxp, cara
          microsoft


          adesso vedi di regolarti. Da più parti
          ti


          stanno cucinando a dovere, con tanto di


          limone in bocca e basilico al cul#.


          Svegliati, la gente s'è rotta le palle:


          basta palladium, basta panzadium, basta


          mortacci vostrium, basta sicurezza

          ridicola,


          basta prezzi da rapina a mano armata



          Rapina a mano armata? Praticamente hai

          acquistato XP per 102Euro Ivato e ti
          sembra

          una rapina ?

          di solito si riesce a trovare un SO a zero
          euro, di recente.e allora secondo te anche anche la Sony organizza "rapine a mano armata", visto che i prodotti hw e sw non li regala???...imho siete solo una combriccola di adolescenti che giocano con il pinguino e che vogliono tutto gratis.andate a lavorare!
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft tocca a te

        Rapina a mano armata? Praticamente hai
        acquistato XP per 102Euro Ivato e ti sembra
        una rapina ? Praticamente con 130Euro prendi
        due videogiochi per Play2. se puoi decidere tu di acquistarlo mi va bene.Quando te lo IMPONGONO con l'acquisto di un PCo, soprattutto, notebook la cosa mi fa imbestialire,soprattutto se detieni gia' una licenza dello stesso OS.Monti ... pensaci tu.
        • radel scrive:
          Re: Microsoft tocca a te
          - Scritto da: Anonimo
          se puoi decidere tu di acquistarlo mi
          va bene.
          Quando te lo IMPONGONO con l'acquisto di un
          PCNessuna imposizione. Puoi dire al tizio che ti vende il pc di scoprire nel magazziono un pc senza win, altrimenti lo denunci direttamente da dentro al negozio con il cell.
          o, soprattutto, notebook la cosa mi fa
          imbestialire,
          soprattutto se detieni gia' una licenza
          dello stesso OS.Scommetto che la licenza che hai già è OEM.Cioè vale solo sulla macchina dove l'hai comprata...Altrimenti pagavi un pochino di più e ti compravi una full...Radel
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft tocca a te
            - Scritto da: radel

            - Scritto da: Anonimo

            se puoi decidere tu di acquistarlo
            mi

            va bene.

            Quando te lo IMPONGONO con l'acquisto di
            un

            PC

            Nessuna imposizione. invece esiste e su quasi tutto il mercato.Microsoft è stata ritenuta proprio "padrona" della filiera di produzione del PC. E è stata condannata per abuso di questa posizione. Non riuscirai a negare questa realtà solo perché conosci QUALCUNO che riesce a sfuggire a questa imposizioneNon è con i QUALCUNO che si analizza un mercato,
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft tocca a te
            Non è vero. La quasi totalità dei portatili è venduta con preinstallato windows e non è prevista la vendita con altro SO.É vero che puoi rifiutare il contratto e farti ridare i soldi della licenza dal produttore o rivenditore del PC (Nota bene non dalla Microsoft) ma è altrettanto vero che per farlo devi (di fatto) passare tanto tempo al telefono a litigare con i vari responsabili di turno. Non è un affare di pochi minuti (come sarebbe prevedibile leggendo l'EULA del contratto microsoft) e non tutti possono permettersi di spendere tanto tempo.Quindi, riassumendo, per i portatili windows preinstallato è una certezza!
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft tocca a te


            Quando te lo IMPONGONO con l'acquisto di
            un

            PC

            Nessuna imposizione. Puoi dire al tizio che
            ti vende il pc di scoprire nel magazziono un
            pc senza win, altrimenti lo denunci
            direttamente da dentro al negozio con il
            cell.Lavoro in IBM, la piattaforma standard dei nostri portatili è win2000 workstation. Sul retro del portatile c'e' l'etichettina del sistema operativo con il quale esce di fabbrica (WinXP pro)... Neanche per uso interno un portatile esce di fabbrica senza la licenza OEM microsoft...Andrea
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft tocca a te
            - Scritto da: radel

            Nessuna imposizione. Puoi dire al tizio che
            ti vende il pc di scoprire nel magazziono un
            pc senza win, altrimenti lo denunci
            direttamente da dentro al negozio con il
            cell.ahahah... lo denunci...? ahahahahah... ma quanti anni hai?... in democrazie ognuno vende ciò che vuoleadesso torna a giocare con la riga di comando di linux
          • nop scrive:
            Re: Microsoft tocca a te

            Nessuna imposizione. Puoi dire al tizio che
            ti vende il pc di scoprire nel magazziono un
            pc senza win, altrimenti lo denunci
            direttamente da dentro al negozio con il
            cell.con che accusa?installazione eccessiva?mancata libera scelta di sistema operativo?magazzino troppo polveroso?A volte si leggono vere perle di comicita'....
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft tocca a te
        Anche la storia delle varie Playstation2 o Xbox o GameCube è un altro furto con scasso...questa roba non va comperata. (e nemmeno craccata) fin che i prezzi sono questi non bisogna giocarci e basta.Come facevamo noi quando non esisteva nemmeno il "ping-o-tronic"?
        • Nonninz scrive:
          Re: Installatevi Gaim: e non se ne parla
          - Scritto da: Anonimo
          Anche la storia delle varie Playstation2 o
          Xbox o GameCube è un altro furto con
          scasso...questa roba non va comperata. (e
          nemmeno craccata) fin che i prezzi sono
          questi non bisogna giocarci e basta.
          Come facevamo noi quando non esisteva
          nemmeno il "ping-o-tronic"?PEr i prezzi dei giochi concordo, manon mi sembra che queste console costino tanto...Play2 199 euroLe altre non lo so, cmq una scheda video decente x i giochi250 euro. Solo la scheda video, poi mancano tutti gli altri componenti.PS2 pou' anche diventare una workstation, con linux (purtroppo red hat, ma qualcuno prima o poi ci porterà debian;-))Che poi memory card, controller ecc. costino tropposono d'accordo.Cmq a me non serve e di certo non me la comprero'
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft tocca a te

        Rapina a mano armata? Praticamente hai
        acquistato XP per 102Euro Ivato e ti sembra
        una rapina ? Praticamente con 130Euro prendi
        due videogiochi per Play2.Se tu potessi scegliere se averlo o meno preinstallato quando aquisti un computer, sarebbe solo un prezzo sproporzionatamente alto. Ma visto che in pratica non è così, "rapina" si addice.
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft tocca a te
      - Scritto da: Anonimo
      Parlo da utente di winxp, cara microsoft
      adesso vedi di regolarti. Da più parti ti
      stanno cucinando a dovere, con tanto di
      limone in bocca e basilico al cul#.
      Svegliati, la gente s'è rotta le palle:
      basta palladium, basta panzadium, basta
      mortacci vostrium, basta sicurezza ridicola,
      basta prezzi da rapina a mano armata, basta
      con le vostre CAZZATE sulla sicurezza in
      windows, che non esiste. Rivedete quello che
      avete fatto finora, oppure fallite: potete
      scegliere.C'è poco da rivedere quello che (la Microsoft) ha fatto finora....................................................................................E' molto molto meglio passare DEFINITIVAMENTE ad un'altrosistema operativo coi sorgenti pubblici: per esempio Linux!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft tocca a te, FORZA
      - Scritto da: Crazy......
      Ma e` anche altrettanto vero che Microsoft
      poi ti premia, almeno questo in America dove
      abbiamo l'Ufficio: vedendo che sono un
      tecnico di Computer interessato ai loro
      Programmi, la Microsoft mi ha inviato un
      pacchetto con tutti i programmi della
      Microsoft (chiamato Action Pack) ad un
      prezzo piu` che irrisorio che comrpende
      tutti i Software a partire da Windows 2k
      Professional ed Advanced Server a Windows
      Server 2003 Office XP e cosi` via, con la
      bellezza di 10 licenze per ogni uno di
      questi programmi e nelle versioni Server ben
      100 client acces e 50 licenze Office.
      In se, tutte queste licenze, sono anche
      troppe per l'Ufficio che abbiamo, ma tra
      Ufficio e Casa ci vanno benissimo 10 licenzeUfficio e Casa..... prezzo più che irrisorio...Mmmmm.... non ti preoccupare, queste cose esistono anche in Italia e si chiamano tangen^W regali dei fornitori..........
      Se poi, alcuni paesi decidono di passare a
      Linux, io non glielo consiglierei, vista la
      nsotra esperienza con Linux... e` maglio
      lasciar perdere, ci e` costata di piu` un
      anno di amministrazione di un Server Linux
      che una licenza di Win2k che ci
      amministravamo da soli.Già.... poi saltano fuori i vari SQLSlammer....
      • Dellibeppe scrive:
        Re: Microsoft tocca a te, FORZA
        Ciaomia caro, amico, io e te ci conosciamo in real da tanto tempo, mi domando sempre perchè quando racconti la tua esperienza non la racconti tutta, tu hai provato Gnu/Linux molto tempo fa nel tuo ufficio in America, ma ogni volta ti dimentichi di dire che i tecnici pretendevano di far girare sul server una GROSSA applicazione critica per dos ( se non erro più di 1 GB) e poi ti lamenti se il server andava lento?.Cosa vuol dire che la Microsoft ti ha regalato un po' di software ?, nulla assolutamente nulla, anzi a parer mio inizia a percepire pericolo di migrazioni in massa.L'ASIA è furba, evita di acquistare prodotti Microsoft, per evitare di essere dipendente da prodotti stranieri (e monopolistici) a lungo termine.Ciao
        • Dellibeppe scrive:
          -_-
          Ops, scusate errore di post, nella mia risposta precedente mi riferivo a Crazy, ciao
        • Crazy scrive:
          Re: Microsoft tocca a te, FORZA
          Signor DelliBeppe,E` vero che l'applicazione in questione era ben enorme, ma ti ricordo che chi aveva assicurato che Linux non aveva problemi a farla girare erano stati tecnici della IBM specializzati nell'utilizzo di Linux.Quel programma finzionava tranquillamente con Novell NetWare e a detta loro, Linux era nettamente migliore e piu` compatibile, ma dopo quasi un anno, sono stati i tecnici Linux dell IBM stessi a dirci che era meglio prendere Windows perche` era nettamente piu` veloce di Novell e Mac.Anche tu hai tralasciato qualche particolare quindi...DISTINTI SALUTI
          • Crazy scrive:
            Re: Microsoft tocca a te, FORZA
            Scusa Beppe, ma l'applicazione in questione, era nata per DOS ed il che non era una cosa semplice visto che Windows 2000 era il primo Windows ad eliminare DOS, anche li`, abbiamo dovuto un po' faticare per renderlo compatibile, ma alla fine, era un missile che tutt'oggi sta volando.Quindi, anche Windows e` stato messo sotto torchio per essere addattato, ma Windows e` riuscito a mantenersi rapido, GNU LINUX no, eppure, ripeto, era una applicazione DOS, non Windows, forse anche Linux e` meno addattabile diq uanto tu creda.
          • Dellibeppe scrive:
            Re: Microsoft tocca a te, FORZA
            Ciao- Scritto da: Crazy
            Scusa Beppe, ma l'applicazione in questione,
            era nata per DOS ed il che non era una cosa
            semplice visto che Windows 2000 era il primo
            Windows ad eliminare DOS, anche li`, abbiamo
            dovuto un po' faticare per renderlo
            compatibile, ma alla fine, era un missile
            che tutt'oggi sta volando.OHHHHHH, ma non è che le API sono le stesse, non è che la Microsoft ha tutte le specifiche del dos?, ciao_______________________________________________Per chi non sa usare (e non vuole imparare), tutto fa schifo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft tocca a te, FORZA
            Ti è andata un po' male. Siete piccoli e vi hanno regalato solo un po' di SW. Con commesse grandi invece ti beccavi fior di viaggi premio in giro per il mondo ad assistere a conferenze e meeting microsoft con la possibilità magari di assistere anche al balletto di Steve Ballmer. In questo caso si può parlare di "tangenti"CiaoMM
          • Nonninz scrive:
            Re: Microsoft tocca a te, FORZA!
            - Scritto da: Anonimo
            Ti è andata un po' male. Siete piccoli e vi
            hanno regalato solo un po' di SW. Con
            commesse grandi invece ti beccavi fior di
            viaggi premio in giro per il mondo ad
            assistere a conferenze e meeting microsoft
            con la possibilità magari di assistere anche
            al balletto di Steve Ballmer. In questo caso
            si può parlare di "tangenti"Ah allo stesso livello di certi medici... per fortuna non tutti.L'avete visto report di un po' di anni fa? il sito dovrebbe esserewww.report.rai.it ma non sono sicuro...scusate l'OT
      • Crazy scrive:
        Re: Microsoft tocca a te, FORZA
        Non e` affatto una Ten#*%te, ma semplicemente un ringraziamento che hanno dato a chi ha dimostrato di essere interessato ai loro SoftWare, nel mio specifico caso, hanno visto che una persona che lavora negli Stati Uniti con loro SoftWare, e che ha assistito alla presentazione di Windows Server 2003 a Padova e di altri SoftWare Microsoft, ovvio che vedendo una persona che e` cosi` interessata, ne approfittano per ringraziarti, e quale ringraziamento e` migliore di un pacchetto con tutti o SoftWare da loro prodotti... meno che Visual Studio, va bene, ma visto tutto quello che ci ripsarmio, ora posso anche comprarmi quello.E` una strategia economica che aiuta a mantenere il cliente, non e` una cosa stupida, e` una bella tattica, mica sono l'unico ad aver ricevuto l'Action Pack, ma nemmeno tutti lo hanno ricevuto, bisognava presentare dei requisiti, ed inq uesto caso, io li ho presentati, e sinceramente, non dispiace essere premiati per il proprio lavoro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft tocca a te, FORZA

          Non e` affatto una Ten#*%te, ma
          semplicemente un ringraziamento che hanno
          dato a chi ha dimostrato di essere
          interessato ai loro SoftWare,Proporro' questa linea di difesa a tutti quelli implicati nel caso "Telecom Serbia"...
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft tocca a te, FORZA
          - Scritto da: Crazy
          Non e` affatto una Ten#*%te, ma
          semplicemente un ringraziamento che hanno...[cut]... ricevuto l'Action Pack, ma
          nemmeno tutti lo hanno ricevuto, bisognava
          presentare dei requisiti, ed inq uesto caso,
          io li ho presentati, e sinceramente, non
          dispiace essere premiati per il proprio
          lavoro.Hanno premiato il tuo lavoro o la tua servitù glebale?davex
    • Nonninz scrive:
      RE: AMMINISTRAZIONE M$ VS LINUX

      Se poi, alcuni paesi decidono di passare a
      Linux, io non glielo consiglierei, vista la
      nsotra esperienza con Linux... e` maglio
      lasciar perdere, ci e` costata di piu` un
      anno di amministrazione di un Server Linux
      che una licenza di Win2k che ci
      amministravamo da soli.Questa frase mi lascia perplesso... da chi vi siete fatti amministrare, dal gatto e la volpe? :
      Adesso so che molti ce la avranno con me, ma
      mi piace essere sincero nell'esprimere le
      mie opinioni:Fai + che bene.
  • Goul_duKat scrive:
    Speriamo supportino lo sviluppo
    speriamo che supportino magari non tanto lo sviluppo di linux che a lungo termine appare come un SO morto (come tecnologia interna, mo spiego)E magari vadano a dare una bella spinta alla crescita dei nuovi SO quali HURD o similari.dico questo perche' l'approccio di linux sta incominciando a far vedere la sua eta' anche se ultimamente sta conoscendo i suoi anni verdi, secondo me e' solo perche' e' arrivato al suo optimum e piu' di cosi non riuscira' a crescere a meno di una riscrittura del kernel base, che alla gnu paiono averlo capito aprendo il progetto HURD (purtroppo embrionale e poco supportato ora) a microkernel dove il sistema crescera' molto piu' modulare senza dover richiedere uno sforzo immane che richiede il semi monolitico linux per inserire nuove feature in kernelspace !!!ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Speriamo supportino lo sviluppo
      - Scritto da: Goul_duKat[cut]
      che alla gnu
      paiono averlo capito aprendo il progetto
      HURD (purtroppo embrionale e poco supportato
      ora) a microkernel Magari non ho capito bene ma comunque il progetto HURD è di molto precedente a quello di Linux ed a tutt'oggi va avanti MOLTO lentamente, non si tratta quindi di nessuna novità, anzi....Linus poi scelse la struttura monolitica quasi casualmente e perchè (forse) era la più facile da implementare a breve termine (non pensava certo che Linux sarebbe diventato quello che è oggi).Tra l'atro il prof. Tenenbaum (spero di averlo scritto correttamente !) lo criticò duramente per il fatto di avere scelto la struttura monolitica....[cut]Comunque se pensi che un microkernel sia migliore, puoi sempre usare fin da adesso un qualsiasi BSD senza aspettare una futura quanto ipotetica riscrittura di Linux (già, qualcuno un po' più esperto in SO saprebbe dirmi quanto sia possibile in teoria un "porting" del kernel attuale in una struttura a microkernel senza riscrivere tutto daccapo ?).
      ciao Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Speriamo supportino lo sviluppo

        Tra l'atro il prof. Tenenbaum (spero di
        averlo scritto correttamente !) lo criticò
        duramente per il fatto di avere scelto la
        struttura monolitica....Andrew Tanenbaum ;)
        Comunque se pensi che un microkernel sia
        migliore, puoi sempre usare fin da adesso un
        qualsiasi BSD senza aspettare una futura
        quanto ipotetica riscrittura di Linux (già,
        qualcuno un po' più esperto in SO saprebbe
        dirmi quanto sia possibile in teoria un
        "porting" del kernel attuale in una
        struttura a microkernel senza riscrivere
        tutto daccapo ?).Beh, sicuramente per non buttare via il patrimonio di applicazioni esistenti devi mantenere l'interfaccia (chiamate di sistema, librerie di sistema etc..). Credo che non sia tanto difficile salvare il supporto per l'hardware crecando una compatibilita' con la struttura attuale dei moduli (altro patrimonio da non sprecare). I problemi saltano fuori scendendo piu' in basso. Il grosso del lavoro e' la. Essendo un sistema di ispirazione vecchio unix, e' un sistema debolmente strutturato, devi spezzettare determinati servizi interni, studiare un'architettura che permetta di caricarli senza perder efficienza.....e questo non e' una cosa facile...
    • Anonimo scrive:
      Re: Speriamo supportino lo sviluppo
      Hurd è molto più "vecchio" (in termini di anni) di Linux....Comunque se guardate il kernel 2.6, di novità ce ne sonoparecchie. Scusate ma vi pare poco che Linux sia scalabiledal cellulare al supercomputer a parallelismo massiccio ?Non sarà l'ultimo grido in fatto di Microkernel, ma forseWindows è meglio ?Ciaojavascript:htmlconsentito()javascript:htmlconsentito()
      • Anonimo scrive:
        Re: Speriamo supportino lo sviluppo
        - Scritto da: Anonimo
        Hurd è molto più "vecchio" (in termini di
        anni) di Linux....
        Comunque se guardate il kernel 2.6, di
        novità ce ne sono
        parecchie. Scusate ma vi pare poco che Linux
        sia scalabile
        dal cellulare al supercomputer a
        parallelismo massiccio ?
        Non sarà l'ultimo grido in fatto di
        Microkernel, ma forse
        Windows è meglio ?Non e' meglio, e' diverso....quanto alla scalabilita' e' un discorso complesso...
    • Anonimo scrive:
      Re: Speriamo supportino lo sviluppo

      speriamo che supportino magari non tanto lo
      sviluppo di linux che a lungo termine appare
      come un SO morto (come tecnologia interna,
      mo spiego)Quando linus ha annunciato la sua prima versione, nell'agosto 1991 se non ricordo male, avevano detto la stessa cosa. Sono passati 12 anni ed è uno dei migliori so in circolazione. Quindi, non credo moltoalla tua previsione.
      E magari vadano a dare una bella spinta alla
      crescita dei nuovi SO quali HURD o similari.Hurd esiste da prima di linux.
  • Anonimo scrive:
    I Giapponesi ci sanno fare!
    ..ma mi chiedo come mai ci stanno mettendo tanto a realizzare un miserabile sistema operativo, visto che sono sempre stati dei maestri della programmazione. Possiedono anche un altro paio di interessanti capacità.. sanno dare il giusto prezzo alle merci che vendono, e creano cose che i consumatori effettivamente chiedono. Se il sistema MacOS l'avesse creato un Giapponese, sicuramente sarebbe multipiattaforma..
    • Anonimo scrive:
      Re: I Giapponesi ci sanno fare!
      - Scritto da: Anonimo
      ..ma mi chiedo come mai ci stanno mettendo
      tanto a realizzare un miserabile sistema
      operativo, visto che sono sempre stati dei
      maestri della programmazione.

      Possiedono anche un altro paio di
      interessanti capacità.. sanno dare il giusto
      prezzo alle merci che vendono, e creano cose
      che i consumatori effettivamente chiedono.

      Se il sistema MacOS l'avesse creato un
      Giapponese, sicuramente sarebbe
      multipiattaforma..Per me il grosso problema non e' scrivere un sistema operativo, ma renderlo compatibile con windows in maniera da far girare su di esso tutti gli applicativi esistenti su windows.Purtroppo la scelta e' obbligata, perche' migrare tutti gli applicativi che ci sono in giro verso nuove piattaforme costerebbe una marea di soldi, senza dare dei vantaggi.Per quale ragione Adobe, Oracle o chi per esse dovrebbero spendere milioni e milioni di dollari per supportare una neonata piattaforma quando windows e' sul 95% dei PC?Credo che per avere successo, una nuova piattaforma debba supportare la compatibilita' con windows a livello di interfaccia (chiamate di sistema, librerie etc).E questo senza pensare alla pigrizia dell'utenza. A meno che uno non sviluppi un sistema che dia dei reali vantaggi all'utenza, nel senso che dovrebbe essere qualcosa di rivoluzionario a livello magari dell'interfaccia uomo macchina.
      • Anonimo scrive:
        Re: I Giapponesi ci sanno fare!

        Per me il grosso problema non e' scrivere un
        sistema operativo, ma renderlo compatibile
        con windows in maniera da far girare su di
        esso tutti gli applicativi esistenti su
        windows.Sono daccordo. Io mi accontenterei persino di una implementazione di windows emulata abbastanza potente da far girare almeno 8 applicazioni di 10. Basta che smetto di usare la robaccia di m$.
        • Anonimo scrive:
          Re: I Giapponesi ci sanno fare!
          - Scritto da: Anonimo


          Per me il grosso problema non e' scrivere
          un

          sistema operativo, ma renderlo compatibile

          con windows in maniera da far girare su di

          esso tutti gli applicativi esistenti su

          windows.


          Sono daccordo. Io mi accontenterei persino
          di una implementazione di windows emulata
          abbastanza potente da far girare almeno 8
          applicazioni di 10. Basta che smetto di
          usare la robaccia di m$.e ritorniamo al macosx che e' compatibile quasi completamente con windows via software, talmente compatibile che microsoft s'e' comprato la casa che produceva il software e ne ha fatto cessare lo sviluppo
          :
      • Anonimo scrive:
        Re: I Giapponesi ci sanno fare!

        Per me il grosso problema non e' scrivere un
        sistema operativo, ma renderlo compatibile
        con windows in maniera da far girare su di
        esso tutti gli applicativi esistenti su
        windows.
        Purtroppo la scelta e' obbligata, perche'
        migrare tutti gli applicativi che ci sono in
        giro verso nuove piattaforme costerebbe una
        marea di soldi, senza dare dei vantaggi.
        Per quale ragione Adobe, Oracle o chi per
        esse dovrebbero spendere milioni e milioni
        di dollari per supportare una neonata
        piattaforma quando windows e' sul 95% dei
        PC?Basterebbe la compatibilità tra i formati: in questo modo si manderebbero a quel paese ancha Adobe, Oracle ecc. a far compagnia alla Microsoft.
      • Anonimo scrive:
        Re: I Giapponesi ci sanno fare!
        Per esempio potrebbero farlo perche' si apre un mercato potenziale di un miliardo e mezzo di utenti.Ragazzi stiamo parlando della informatizzazione della Cina, chiunque venderebbe il #ulo per essere il primo.- Scritto da: Anonimo

        Per me il grosso problema non e' scrivere un
        sistema operativo, ma renderlo compatibile
        con windows in maniera da far girare su di
        esso tutti gli applicativi esistenti su
        windows.
        Purtroppo la scelta e' obbligata, perche'
        migrare tutti gli applicativi che ci sono in
        giro verso nuove piattaforme costerebbe una
        marea di soldi, senza dare dei vantaggi.
        Per quale ragione Adobe, Oracle o chi per
        esse dovrebbero spendere milioni e milioni
        di dollari per supportare una neonata
        piattaforma quando windows e' sul 95% dei
        PC?
        Credo che per avere successo, una nuova
        piattaforma debba supportare la
        compatibilita' con windows a livello di
        interfaccia (chiamate di sistema, librerie
        etc).
        E questo senza pensare alla pigrizia
        dell'utenza.
        A meno che uno non sviluppi un sistema che
        dia dei reali vantaggi all'utenza, nel senso
        che dovrebbe essere qualcosa di
        rivoluzionario a livello magari
        dell'interfaccia uomo macchina.
      • Anonimo scrive:
        Re: I Giapponesi ci sanno fare!

        Per me il grosso problema non e' scrivere un
        sistema operativo, ma renderlo compatibile
        con windows in maniera da far girare su di
        esso tutti gli applicativi esistenti su
        windows.A dire il vero, io uso linux da 2 anni e non ho mai sentito questa necessità, se non per un paio di giochi.Non serve la compatibilità con gli applicativi di win... o perlomeno on è necessaria. Serve semmai quella con i formati. E servono programmi che siano in grado di fare le stesse cose, magari un po' meglio. E nella maggioranza dei casi queste esistono.
        • Anonimo scrive:
          Re: I Giapponesi ci sanno fare!

          A dire il vero, io uso linux da 2 anni e non
          ho mai sentito questa necessità, se non per
          un paio di giochi.
          Non serve la compatibilità con gli
          applicativi di win... o perlomeno on è
          necessaria. Serve semmai quella con i
          formati. E servono programmi che siano in
          grado di fare le stesse cose, magari un po'
          meglio. E nella maggioranza dei casi queste
          esistono.Non capisco perche' si continui a ragionare basandosi solo sulla propria esperienza. Innanzitutto Linux gira da un bel po' di anni (sono piu' di dieci ormai) e quindi in questi anni sono nate molte applicazioni che ci girano sopra.Tu dici che tutto quello che puoi avere su windows c'e' l'hai su Linux. Non e' vero. Io per esempio gioco in borsa, e uso un programma che si chiama Medved quote tracker. Sotto linux ho trovato esclusivamente un programma di quel tipo che e' ad un livello primitivo confronto al Medved. Lo stesso discorso lo puoi moltiplicare per i milioni di utenti di Windows e per milioni di applicazioni particolari.Poi qui si parla di scrivere un sistema operativo da zero. Non puoi pensare che tutti i soldi spesi per fare cio' non abbiano un ritorno nel medio periodo. Chi sarebbe cosi' pazzo da spendere centinaia di milioni di dollari per vedere i risultati tra dieci anni o piu'. E nel frattempo chi paga?In quanto tempo un nuovo OS non compatibile con windows a livello di interfaccia potrebbe vantare un ventaglio di applicazioni tale da competere con windows? Per non parlare del fatto che i produttori non hanno alcun interesse a spendere soldi su una nuova piattaforma che potrebbe contare solo su pochi clienti inizialmente.C'e' una sola strada. O fai qualcosa compatibile con la loro interfaccia (chiaro poi che a livello di architettura poi fai quello che vuoi), o fai qualcosa che dia un vantaggio reale a livello di interfacia uomo macchina, il che significa abbandonare icone e finestre. In tutti gli altri casi sono soldi buttati al vento. Non a caso l'unico concorrente di windows e' gratis e open source.
          • Parliamone scrive:
            Re: I Giapponesi ci sanno fare!
            - Scritto da: Anonimo
            Non capisco perche' si continui a ragionare
            basandosi solo sulla propria esperienza.
            Innanzitutto Linux gira da un bel po' di
            anni (sono piu' di dieci ormai) e quindi in
            questi anni sono nate molte applicazioni che
            ci girano sopra.[cut]
            Poi qui si parla di scrivere un sistema
            operativo da zero. "Nei piani di Giappone, Corea e Cina c'è lo sviluppo di un sistema operativo basato con tutta probabilità su Linux e altri software open source "Da zero? Non sembrerebbe
          • Nonninz scrive:
            Re:


            meglio. E nella maggioranza dei casi
            queste

            esistono.

            Non capisco perche' si continui a ragionare
            basandosi solo sulla propria esperienza.
            Innanzitutto Linux gira da un bel po' di
            anni (sono piu' di dieci ormai) e quindi in
            questi anni sono nate molte applicazioni che
            ci girano sopra.
            Tu dici che tutto quello che puoi avere su
            windows c'e' l'hai su Linux. Non e' vero. Io
            per esempio gioco in borsa, e uso un
            programma che si chiama Medved quote
            tracker. Sotto linux ho trovato
            esclusivamente un programma di quel tipo che
            e' ad un livello primitivo confronto al
            Medved. Lo stesso discorso lo puoi
            moltiplicare per i milioni di utenti di
            Windows e per milioni di applicazioni
            particolari.infatti, "nella maggioranza dei casi"...Le specifiche tecniche della rete di borsa sonorese disponibili a tutti? No? Allora come si fa asviluppare un software del genere seza pagarechissa quanto per i datasheet?Se quelli di Medved facessero un portinganche x linux te la sentiresti di continuare a pagare licenzeper l'OS quando potresti averne uno piu' sicuro gratuito(a parte l'assistenza)? La tua preferenza su Windowssi limita solo a farci girare Medved?
            Poi qui si parla di scrivere un sistema
            operativo da zero. Non puoi pensare che
            tutti i soldi spesi per fare cio' non
            abbiano un ritorno nel medio periodo. Chi
            sarebbe cosi' pazzo da spendere centinaia di
            milioni di dollari per vedere i risultati
            tra dieci anni o piu'. E nel frattempo chi
            paga?
            In quanto tempo un nuovo OS non compatibile
            con windows a livello di interfaccia
            potrebbe vantare un ventaglio di
            applicazioni tale da competere con windows?E infatti, perche' non usare direttamente il pinguino?Ah no, dimenticavo che il regime cinese deve mantenere il controllo su tutti i "sudditi"...
            C'e' una sola strada. O fai qualcosa
            compatibile con la loro interfaccia (chiaro
            poi che a livello di architettura poi fai
            quello che vuoi), o fai qualcosa che dia un
            vantaggio reale a livello di interfacia uomo
            macchina, il che significa abbandonare icone
            e finestre. In tutti gli altri casi sono
            soldi buttati al vento. Non a caso l'unico
            concorrente di windows e' gratis e open
            source.piu' sicuro, piu' stabile... secondo te i vantaggi si limitano a questi? anche se fosse cosi', ti sembra poco?
          • nop scrive:
            Re:

            infatti, "nella maggioranza dei casi"...
            Le specifiche tecniche della rete di borsa
            sono
            rese disponibili a tutti? No? Allora come si
            fa a
            sviluppare un software del genere seza pagare
            chissa quanto per i datasheet?
            Se quelli di Medved facessero un porting
            anche x linux te la sentiresti di continuare
            a pagare licenze
            per l'OS quando potresti averne uno piu'
            sicuro gratuito
            (a parte l'assistenza)? La tua preferenza su
            Windows
            si limita solo a farci girare Medved?Ecco il sistemista che viene fuori prepotente :-)))Voglio solo sottolineare che il SO è una componente marginale rispetto agli applicativi che ci girano sopra per la maggioranza degli utenti.Scegliere un SO solo per il fatto che fa girare quotetracker è all'ordine del giorno...Pensare che la scelta debba partire del SO rispetto agli applicativi è una visione troppo ridotta dell'informatica......
          • Anonimo scrive:
            Re:

            Scegliere un SO solo per il fatto che fa
            girare quotetracker è all'ordine del
            giorno...
            Pensare che la scelta debba partire del SO
            rispetto agli applicativi è una visione
            troppo ridotta dell'informatica......E' inutile, sembra che diverse persone proprio non ci arrivano. Io conosco l'architettura dei sistemi operativi anche meglio di te, ma se ho determinate esigenze di cui non posso fare a meno cosa dovrei fare?Possibile che non arriviate a capire che il pc oggi non lo usa solo l'appassionato di informatica o il tecnico che riesce aprezzare determinati aspetti?Quello di Medved era solo un esempio, mi sembrava evidente. Evidentemente qualcuno non ha capito, o non ha voluto capire.Windows, soprattutto come piattaforma desktop, offre al momento un numero di applicazioni, e di scelta fra queste, che nessun OS puo' offrire al momento. E' questo che fa la differenza. Per entrare nel mercato oggi con un nuovo OS, specie nel settore del desktop bisogna offrire altrettanto, anzi di piu'. Se non riuscite a capirlo non so cosa farci.Quanto alla stabilita', si puo' tranquillamente affermare che dal win2000 in poi il livello di stabilita' raggiunto e' percepito come piu' che sufficiente dall'utente desktop medio. Il discorso server e' chiaramente differente.
          • Nonninz scrive:
            Re:
            Mi sa che non avevo capito il senso del discorso...Certo che se ti serve un programma,c'e' poco da fare: metti su windows. Purtroppo.Succede anche a me, anche se le esigenze sonomolto meno "professionali" di quelle citate...
      • Anonimo scrive:
        Re: I Giapponesi ci sanno fare!

        Per me il grosso problema non e' scrivere un
        sistema operativo, ma renderlo compatibile
        con windows in maniera da far girare su di
        esso tutti gli applicativi esistenti su
        windows.
        Purtroppo la scelta e' obbligata, perche'
        migrare tutti gli applicativi che ci sono in
        giro verso nuove piattaforme costerebbe una
        marea di soldi, senza dare dei vantaggi.
        Per quale ragione Adobe, Oracle o chi per
        esse dovrebbero spendere milioni e milioni
        di dollari per supportare una neonata
        piattaforma quando windows e' sul 95% dei
        PC?Sono parecchie le software house che stanno facendo o hanno fatto il porting su LinuxProva a vedere www.oracle.como http://www.oracle.com/ip/deploy/database/theme_pages/index.html?linux_02032003.htmlper quanto riguarda Oracle. A memoria posso citare anche SAP
        • Anonimo scrive:
          Re: I Giapponesi ci sanno fare!
          http://212.100.234.54/content/53/31339.htmlper un quadro più completo sui gestionali per ufficiohttp://www.sybase.com/linuxper un'altro db commerciale
        • Anonimo scrive:
          Re: I Giapponesi ci sanno fare!

          Sono parecchie le software house che stanno
          facendo o hanno fatto il porting su Linux
          Prova a vedere
          www.oracle.com
          o
          http://www.oracle.com/ip/deploy/database/them
          per quanto riguarda Oracle. A memoria posso
          citare anche SAPLa maggior parte dei porting viene fatta su prodotti server, o al massimo su applicativi per l'ufficio.L'utente medio (desktop) ha bisogno di tutte le sue applicazioncine per fare tutte le sue operazioncine quotidiane. E su questo windows ha un vantaggio enorme. Inoltre per rubare quote di mercato ad un prodotto ed ad un brand gia' affermato devi offrire di piu', molto di piu'. E questo proponendo un sistema simile con interfaccia basata su finestre e non compatibile e' praticamente impossibile, perche' ci vorrebbero anni. E soprattutto a livello commerciale, la cosa e' improponibile perche' chi starebbe fuori tutti questi anni con tutti questi soldi con la speranza forse di potercela fare?Letta al contrario, non insegna niente la batosta che si sta prendendo la Microsoft con la sua XBox nei confronti della PS2. Stessa fine probabilmente faranno anche nel settore Wireless.
  • Anonimo scrive:
    mica fessi 'sti orientali...
    mi sa che c'hanno visto proprio giusto...e se anche noi smettessimo di prendere dettami informatici da oltreoceano?......a cominciare dalla legge sui brevetti?...hmmmm...
    • Anonimo scrive:
      Re: mica fessi 'sti orientali...
      - Scritto da: Anonimo
      mi sa che c'hanno visto proprio giusto...
      e se anche noi smettessimo di prendere
      dettami informatici da oltreoceano?...
      ...a cominciare dalla legge sui brevetti?...
      hmmmm...Comunista! e in malafede come tutti i comunisti!! tze' tze'
      • Anonimo scrive:
        Re: mica fessi 'sti orientali...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        mi sa che c'hanno visto proprio giusto...

        e se anche noi smettessimo di prendere

        dettami informatici da oltreoceano?...

        ...a cominciare dalla legge sui
        brevetti?...

        hmmmm...

        Comunista! e in malafede come tutti i
        comunisti!! tze' tze'senti ma tu provi un piacere estremo quando vedi il nano in politica ???FASCISTA!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: mica fessi 'sti orientali...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          mi sa che c'hanno visto proprio
          giusto...


          e se anche noi smettessimo di prendere


          dettami informatici da oltreoceano?...


          ...a cominciare dalla legge sui

          brevetti?...


          hmmmm...



          Comunista! e in malafede come tutti i

          comunisti!! tze' tze'

          senti ma tu provi un piacere estremo quando
          vedi il nano in politica ???
          FASCISTA!!!!Io credo proprio che il suo post fosse ironico...vedi un po' tu ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: mica fessi 'sti orientali...

        - Scritto da: Anonimo

        mi sa che c'hanno visto proprio giusto...

        e se anche noi smettessimo di prendere

        dettami informatici da oltreoceano?...

        ...a cominciare dalla legge sui
        brevetti?...

        hmmmm...

        Comunista! e in malafede come tutti i
        comunisti!! tze' tze'sì so' comunista e me ne vanto! unz unz...:P:P:P
    • Anonimo scrive:
      Re: mica fessi 'sti orientali...
      - Scritto da: Anonimo
      mi sa che c'hanno visto proprio giusto...
      e se anche noi smettessimo di prendere
      dettami informatici da oltreoceano?...
      ...a cominciare dalla legge sui brevetti?...Scherzi ? Noi dobbiamo sempre stare con le chiappe aperte per soddisfare gli interessi americani.Dopo tutto ci hanno liberati dal nazismo e dal comunismo, no ?
      • Anonimo scrive:
        Re: mica fessi 'sti orientali...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        mi sa che c'hanno visto proprio giusto...

        e se anche noi smettessimo di prendere

        dettami informatici da oltreoceano?...

        ...a cominciare dalla legge sui
        brevetti?...

        Scherzi ? Noi dobbiamo sempre stare con le
        chiappe aperte per soddisfare gli interessi
        americani.
        Dopo tutto ci hanno liberati dal nazismo e
        dal comunismo, no ?Se adesso ci liberassero pure dal fascismo sarebbe ancora meglio...
      • Anonimo scrive:
        Re: mica fessi 'sti orientali...

        Dopo tutto ci hanno liberati dal nazismo e
        dal comunismo, no ?E adesso... chi ci libererà da loro??! :)
        • Anonimo scrive:
          Re: mica fessi 'sti orientali...
          - Scritto da: Anonimo

          Dopo tutto ci hanno liberati dal nazismo e

          dal comunismo, no ?
          E adesso... chi ci libererà da loro??! :)...gli orientali... hi,hi,ho, hu...:-)
Chiudi i commenti