Windows XP lite affronta il freddo russo

Microsoft tenta di scalfire la pirateria russa con il suo nuovo Windows XP Starter Edition, una versione a basso costo del proprio sistema operativo già introdotta in alcuni paesi asiatici


Redmond (USA) – La Russia sarà il quarto paese, dopo Malaysia, Indonesia e Thailandia, in cui Microsoft lancerà Windows XP Starter Edition (SE), la nota versione “alleggerita” del sistema operativo made in Redmond dedicata in modo particolare alle nazioni con economia emergente.

Verso la fine della settimana Microsoft dovrebbe svelare il nome di un quinto paese, forse il Vietnam, dove tenterà di contrastare l’elevatissimo tasso di pirateria del software con l’introduzione del suo Windows a basso costo.

Rispetto alla versione standard, Windows XP SE manca di alcune applicazioni e funzionalità, tra cui il supporto all’home networking fra PC e alle risoluzioni maggiori di 800 x 600 pixel, e può far girare simultaneamente un massimo di tre programmi (maggiori informazioni qui ). Un’ulteriore differenza rispetto all’edizione integrale è data dal fatto che la SE sarà disponibile solo preinstallata sui nuovi PC. Il suo prezzo è all’incirca di 36 dollari, dunque nettamente inferiore anche a quello di Windows XP Home.

Oltre a combattere la pirateria e promuovere l’uso del proprio sistema operativo, Microsoft spera che una versione “lite” di Windows possa tenere a distanza Linux, un sistema operativo che nei paesi in via di sviluppo potrebbe rappresentare una minaccia anche nel settore desktop.

Per il momento Microsoft afferma di non avere nessun piano per il lancio di Windows XP SE in Cina o nel Sud America.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ora lo diccno...
    ...quando ormai hanno affondato Alpha tagliandogli i fondi perché anche fermatosi alla EV7 dava la polvere a Itanic1 e stava alla pari con Itanic2 (prestazioni calcolate in base al prodotto fra i clock massimi raggiungibili e le istruzioni eseguite per ciclo di clock, in via teorica, ma anche confermate dai benchmark). In teoria, se non avessero tagliato i fondi dopo la fusione con Compaq-Digital e in mancanza di altri intoppi, saremmo già alla EV9, se non alla EV10 e l'informatica sarebbe davvero diversa, tanto per dirne una avremmo delle CPU ultrapotenti disponibili anche in fascia media di prezzo con un'architettura che Microsoft aveva abbandonato nel periodo di massima crisi Digital e su cui non può, anche rimettendosi in pari, sfruttare il vantaggio della legacy di tutto il SW commerciale per architettura PC x86, visto che eventualmente le SW house ricompilerebbero solo le versioni nuove.Un mercato quasi vergine, con Unix, Linux, VMS in netto vantaggio e MS che riparte quasi da zero, ma purtroppo, grazie ad HP, resterà un sogno.
  • DKDIB scrive:
    [Semi-OT] I flop di Intel
    Visto ke oggi nessuno ha commentato questa news, ne approfitto per fare un sunto delle ultime stupidate targate Intel.* Memorie Rambus (Intel era persino arrivata a comprarsi l'azienda omonima);* IA64 (peccato ;:'(: anke se commercialmente era un progetto kiaramente suicida, la speranza ke il markio Intel potesse fare qualcosa c'era);* Penitum 4 (piu' lento del predecessore e con difficolta' di crescita per via delle frequenze);* branding dei processori costruito sulla frequenza (ma il bello e' ke fu proprio Intel, ai tempi dei 486, la prima a sostenere ke la frequenza non significa nulla, lanciando cosi' i benchmark);* Penitum 4 EE (per gli amici: "Penitum 4 EmergencyEdition");* DDR2 (forse e' un po' presto per dirlo e puo' darsi ke riescano a rimettersi in sesto in tempi utli... ma la sensazione ke avrebbero potuto kiamarsi "Rambus2" e' forte :-/ ).Intuile precisare (ma lo preciso comunque :P) ke un'azienda normale sarebbe affondata da un pezzo... ma per fortuna Intel non e' un'azienda normale. :DSe no col cavolo ke ora avremmo i Pentium M, degli processori ottimi per la codifica video e le varie tecnologie sostenute da Intel ma non legate a processori. ;)
Chiudi i commenti