110 pirati web arrestati in Francia

L'indagine è partita da un sito che distribuiva copie di film ottenute dai DVD. Alla fine dell'inchiesta sequestrati materiali illegali per un milione di euro. 46 persone ancora ricercate


Parigi – Negli scorsi undici giorni la polizia francese è stata protagonista di una vera e propria retata che ha portato in carcere ben 110 persone, tutte accusate a vario titolo di far parte di un vasto giro di pirateria cinematografica che si appoggiava ad internet per i propri traffici.

Secondo la ricostruzione fornita ai media da Jean-Luc Savage, della polizia transalpina, l’inchiesta era partita dopo l’individuazione di un sito web che offriva alla propria clientela copie in alta qualità di film copiati dai DVD in commercio.

Nel corso del blitz di queste settimane, che ha coinvolto diverse città francesi, sono state sequestrate 36mila copie illegali di film e altri materiali per un valore che gli inquirenti valutano attorno al milione di euro. La banda di pirati era dedita anche alla riproduzione e vendita di musica e software.

Va detto che l’indagine non si è ancora conclusa. La polizia è infatti all’inseguimento di altre 46 persone in diversi paesi europei che per ora sono riuscite a far perdere le loro tracce.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Gli USA brevettano tutto...
    Cosi' se un'azienda straniera vuole entrare nel mercato americano deve pagare una roialty a qualche azienda americana potrebbe essere una forma di protezionismo?Comunque solo una cosa e' certa...Un avvocato negli usa non sara' mai disoccupato :-|
  • Anonimo scrive:
    Ed io brevetto il BREVETTO
    Ed io brevetto il BREVETTO, così chiunque vorrà brevettare qualcosa dovrà pagarmi una roialty.
  • Anonimo scrive:
    IO BREVETTO IL CODICE BINARIO !!!!
    BREVETTERO' LO ZERO E L'UNO COSI' TUTTE LE SOCIETA' DI ELETTRONICA DEL MONDO DOVRANNO PAGARMI! PERO' SONO BUONO: NON PRETENDERO' SOLDI DALLE SCUOLE ELEMENTARI DOVE SI INSEGNA A CONTARE FINO A 10 ...
  • Anonimo scrive:
    ragazzi adesso brevettero' una cosa
    formidabile:come posizionare le chiappe sul cesso per non farla fuori dal bulacco. E da ora in poi tutti quelli che cacano dovranno pagarmi !!!! se no li denuncio e dovranno andare in giro con il pannolone!
    • Anonimo scrive:
      Re: ragazzi adesso brevettero' una cosa
      Stai attento che io ho già brevettato il modo di usare la carta igienica e un mio amico come soffiarsi il naso ;)Scherzi a parte tra un po' ci ritroveremo con un brevetto su tutto, a parte che cose del genere possono capitare solo negli USA...
      • Anonimo scrive:
        Re: ragazzi adesso brevettero' una cosa
        - Scritto da: Anonimo
        Stai attento che io ho già brevettato il
        modo di usare la carta igienica e un mio
        amico come soffiarsi il naso ;)

        Scherzi a parte tra un po' ci ritroveremo
        con un brevetto su tutto, a parte che cose
        del genere possono capitare solo negli
        USA... perché dici "tra un po'"?a me questo brevetto qui fa già molto ridere... http://patft.uspto.gov/netacgi/nph-Parser?Sect1=PTO2&Sect2=HITOFF&p=1&u=/netahtml/search-bool.html&r=1&f=G&l=50&co1=AND&d=ptxt&s1=6,485,773&OS=6,485,773&RS=6,485,773(per i più pigri: si tratta di una miscela alimentare che migliora il sapore del seme maschile...)
        • TADsince1995 scrive:
          Re: ragazzi adesso brevettero' una cosa

          perché dici "tra un po'"?
          a me questo brevetto qui fa già molto
          ridere...
          http://patft.uspto.gov/netacgi/nph-Parser?Sec

          (per i più pigri: si tratta di una miscela
          alimentare che migliora il sapore del seme
          maschile...)AAAAAAAAAAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHH!!!!:-)))))))Quì siamo proprio al limite! Davvero pazzesco!!!
  • pippo75 scrive:
    ha ragione
    io ad esempio ho richiesto il brevetto per una mia idea, Quella di ottenere una detrazione di un certo valore della merce dopo uno scambio di idee venditore-compratore (leggi: come strappare uno sconto)
  • Anonimo scrive:
    ragazzi va bene così!
    Va proprio bene.Non sto scherzando hanno chiesto i soldi a M$ ora a Amazon poi c'è addirittura un brevetto (patent) sugli hyperlink (pensate quanti siti....Se va avanti così i grossi (M$ IBM ecc.) si inca22ano e chidono subito a mamma Bush di rivedere la cosa.Forse è l'unico modo di salvarci perchè se aspettiamo che i nostri governi europei drizzino la schiena (loro sono abituati alla posizione 90 degrees) aspettiamo un pezzo!Va bene così credetemi!
    • Anonimo scrive:
      Re: ragazzi va bene così!
      - Scritto da: Anonimo
      M$ ora a Amazon poi c'è addirittura un
      brevetto (patent) sugli hyperlink (pensate
      quanti siti....era un brevetto di British Telecom...ma mi risulta che sia stato fatto cadere nel nulla.Il vero problema, a mio avviso, è il valore intrinseco di certi brevetti.Voglio dire, se un oggetto (di qualsiasi tipo) offre un apprezzabile vantaggio competitivo a chi l'ha inventato è giusto riconoscere questo vantaggio (nei limiti di tempo ragionevoli, ormai la validità dei brevetti sta superando il secolo)... ma se, come in questo caso, è solo un mezzuccio per farsi sganciare un po' di grana...quanto vale (con qualche pretesa di quantificazione oggettiva) il brevetto in contestazione? Amazon avrebbe delle perdite economiche dal mancato utilizzo di questo sistema? è un oggetto effettivamente innovativo? e, dulcis in fundo, possiamo immaginare una legge che escluda valore retroattivo al brevetto (nel senso che impedisca di chiedere miliardi a me che manco sapevo che quel tale sistema era brevettato e che l'ho usato per anni) e che al limite imponga *da ora* il riconoscimento dei diritti brevettuali?Il problema, peraltro, riguarda ormai tutta la programmazione: se mi metto la sera e scrivo un dio di programma e lo GPLizzo (o lo vendo proprietario, è uguale), come faccio a garantirmi che domani (o fra un mese o fra un anno) qualcuno non salti fuori a sostenere che il sistema di stampa in un solo click è un brevetto suo e gli devo dare una paccata di soldi?
      • Anonimo scrive:
        Re: ragazzi va bene così!
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo


        M$ ora a Amazon poi c'è addirittura un

        brevetto (patent) sugli hyperlink (pensate

        quanti siti....

        era un brevetto di British Telecom...
        ma mi risulta che sia stato fatto cadere nel
        nulla.

        Il vero problema, a mio avviso, è il valore
        intrinseco di certi brevetti.
        Voglio dire, se un oggetto (di qualsiasi
        tipo) offre un apprezzabile vantaggio
        competitivo a chi l'ha inventato è giusto
        riconoscere questo vantaggio (nei limiti di
        tempo ragionevoli, ormai la validità dei
        brevetti sta superando il secolo)... ma se,
        come in questo caso, è solo un mezzuccio per
        farsi sganciare un po' di grana...
        quanto vale (con qualche pretesa di
        quantificazione oggettiva) il brevetto in
        contestazione? Amazon avrebbe delle perdite
        economiche dal mancato utilizzo di questo
        sistema? è un oggetto effettivamente
        innovativo? e, dulcis in fundo, possiamo
        immaginare una legge che escluda valore
        retroattivo al brevetto (nel senso che
        impedisca di chiedere miliardi a me che
        manco sapevo che quel tale sistema era
        brevettato e che l'ho usato per anni) e che
        al limite imponga *da ora* il riconoscimento
        dei diritti brevettuali?

        Il problema, peraltro, riguarda ormai tutta
        la programmazione: se mi metto la sera e
        scrivo un dio di programma e lo GPLizzo (o
        lo vendo proprietario, è uguale),Non è uguale il brevetto copre gli sfruttamenti "commerciali" se non c'è il fine "principale" del lucro (GPL) ti salvi (almeno per ora!).ad es. la stessa RSA ha messo in circolazione (molto prima che scadesse il patent in U.S.A. la libreria RSAREF di libero uso "non commerciale"....
        faccio a garantirmi che domani (o fra un
        mese o fra un anno) qualcuno non salti fuori
        a sostenere che il sistema di stampa in un
        solo click è un brevetto suo e gli devo dare
        una paccata di soldi?
      • Anonimo scrive:
        Re: ragazzi va bene così!
        Bravo hai centrato la questione, il brevetto non deve impedire il progresso ma semmai stimolarlo, impedire la clonazione di una invenzione (ma per un tempo limitato), ma stimolare le variazioni sul tema. Questo e' lo spirito dei brevetto ... spirito stuprato ormai da tempo!Non puo' essere retroattivo un brevetto, deve avere una durata temporale ben precisa e diversa a seconda del campo di applicazione. Non e' tollerabile la generalizzazione a concetti molto ampi che impedisca la nascita di invenzioni simili ma non identiche!!!Qui deve essere rivisto tutto il sistema, ha garantito sviluppo per piu' di un secolo ma ormai e' zavorra ...- Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo


        M$ ora a Amazon poi c'è addirittura un

        brevetto (patent) sugli hyperlink (pensate

        quanti siti....

        era un brevetto di British Telecom...
        ma mi risulta che sia stato fatto cadere nel
        nulla.

        Il vero problema, a mio avviso, è il valore
        intrinseco di certi brevetti.
        Voglio dire, se un oggetto (di qualsiasi
        tipo) offre un apprezzabile vantaggio
        competitivo a chi l'ha inventato è giusto
        riconoscere questo vantaggio (nei limiti di
        tempo ragionevoli, ormai la validità dei
        brevetti sta superando il secolo)... ma se,
        come in questo caso, è solo un mezzuccio per
        farsi sganciare un po' di grana...
        quanto vale (con qualche pretesa di
        quantificazione oggettiva) il brevetto in
        contestazione? Amazon avrebbe delle perdite
        economiche dal mancato utilizzo di questo
        sistema? è un oggetto effettivamente
        innovativo? e, dulcis in fundo, possiamo
        immaginare una legge che escluda valore
        retroattivo al brevetto (nel senso che
        impedisca di chiedere miliardi a me che
        manco sapevo che quel tale sistema era
        brevettato e che l'ho usato per anni) e che
        al limite imponga *da ora* il riconoscimento
        dei diritti brevettuali?

        Il problema, peraltro, riguarda ormai tutta
        la programmazione: se mi metto la sera e
        scrivo un dio di programma e lo GPLizzo (o
        lo vendo proprietario, è uguale), come
        faccio a garantirmi che domani (o fra un
        mese o fra un anno) qualcuno non salti fuori
        a sostenere che il sistema di stampa in un
        solo click è un brevetto suo e gli devo dare
        una paccata di soldi?
  • Anonimo scrive:
    arieccoci
    ci risiamo!!!!!!dopo il caso degli activex con microsoft, dello streaming via internet eccone un altro!!!a chi toccherà la prossima volta?pensate che con la nuova legge sui brevetti che stanno per votare( e al approveranno) schifezze come quste saranno all'ordine del giorno.Riflettete....
  • Anonimo scrive:
    brevetto..
    Brevettiamo lo spam via email , il fare trolling sui forum, l'usanza di incartare il prosciutto, oppure sull'E-commerce brevettiamo un sistema che dopo l'acquisto chieda all'acquirente se è soddisfatto e se gli serve altro..auguro una buona digestione a questi di Pinpoint...
  • Anonimo scrive:
    Scivola !
    Hanno brevettato quello che qualunque buon commerciante cerca di fare nel suo negozietto; non c'è bisogno di scomodare internet e il commercio elettronico per capire che è un'idiozia da muro del pianto. Comunque ho deciso che brevetterò un sistema per camminare per bipedi uilizzando prima un piede o zampa, poi l'altro/a. Voglio soldi e diritti da 7 miliardi di persone più polli e pinguini. Se non vuoi pagarmi allora scivola.F. Fantasma
    • alivin70 scrive:
      Re: Scivola !

      piede o zampa, poi l'altro/a. Voglio soldi e
      diritti da 7 miliardi di persone più polli e
      pinguini. Se non vuoi pagarmi allora
      scivola.
      F. Fantasmae io brevetto la svivolata ....anzi anche la rotolata, i saltelli a piè giunti ed il passo del granchio!:)
  • Anonimo scrive:
    Inventiamoci un po' brevetti idioti
    Tipo la raccolta di firme per referendum idioti indetta da Cuore una decina d'anni fa. (Abolizione del semaforo rosso, del reato di furto ....)Per esempio potremmo brevettare il sondaggio con un click, 2 click, quello con 3 click, ..... quello con 50 click.Così o ci pagano oppure devono fare un sondaggio con almeno 51 click.Ciao max@box.enel.it
  • Anonimo scrive:
    Una domanda..
    .. se io ho un'azienda in Italia che utilizza una tecnologia come quella dell Pinpoint... loro mi possono fare causa? cioè vale la Loro legge sui brevetti o quella nostrana?salutiRoberto
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda..
      - Scritto da: Anonimo
      .. se io ho un'azienda in Italia che
      utilizza una tecnologia come quella dell
      Pinpoint... loro mi possono fare causa? cioè
      vale la Loro legge sui brevetti o quella
      nostrana?Dipende da come e' stato registrato il brevetto, cioe' se ha validita' nazionale oppure internazionale. Inoltre possono esserci societa' nazionali che hanno registrato il brevetto nel proprio paese per conto della societa' "originale".Comunque stai tranquillo che se hai un'attivita' che frutta una sufficiente quantita' di denaro ti verranno a cercare ovunque, ormai con la crisi economica mondiale l'unico modo di sopravvivere per queste societa' parassiti e' quello di spillare soldi a chi e' riuscito a creare un business degno di questo nome.
  • Anonimo scrive:
    Brevettiamo la mamma e il papà...
    ...così ognuno che vorrà nascere dovrà pagare per essere stato messo al mondo dall'unione biologica (o artificiale) di due esseri di sesso opposto... sai i soldi che ci faremo...:O:O:O:OMa io non ce l'ho con loro, poveretti, che dopotutto cercano di fare qualche soldo da una cartaccia che hanno in mano, io ce l'ho con quello (o quelli) che gliel'hanno firmata e ratificata!!!:/:/:/:/
    • LockOne scrive:
      Re: Brevettiamo la mamma e il papà...
      - Scritto da: Anonimo
      ...così ognuno che vorrà nascere dovrà
      pagare per essere stato messo al mondopeccato che il boss di pinpoint non possa brevettarlo, il suo papa'.[vediamo quando mi icsano, cioe', quando la capiscono]
      • Anonimo scrive:
        Re: Brevettiamo la mamma e il papà...
        - Scritto da: LockOne

        - Scritto da: Anonimo

        ...così ognuno che vorrà nascere dovrà

        pagare per essere stato messo al mondo

        peccato che il boss di pinpoint non possa
        brevettarlo, il suo papa'.

        [vediamo quando mi icsano, cioe', quando la
        capiscono] :)
  • Anonimo scrive:
    Benissimo!
    Spero che la Pinpoint vincerà la causa e che spunteranno taaanti casi simili, così le società si scannano fra di loro nel loro paese Americano con il loro Sistema dei Brevetti così tanto intelligente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Benissimo!
      - Scritto da: Anonimo
      Spero che la Pinpoint vincerà la causa e che
      spunteranno taaanti casi simili, così le
      società si scannano fra di loro nel loro
      paese Americano con il loro Sistema dei
      Brevetti così tanto intelligente.Sai cosa succede intanto? "E io pago!" (op.cit. Totò)Tit.
      • gian_d scrive:
        Re: Benissimo!

        Sai cosa succede intanto? "E io pago!"
        (op.cit. Totò)ops! hai pagato la royalty? la frase è brevettata dalla De Curtis Rotfl American CorporationNon puoi citarla!!!!!
  • TeX scrive:
    Dammi il solito.....
    Quelli di Pinpoint (che cacchio di nome poi....) denunceranno anche tutti i baristi ? Che pena.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Dammi il solito.....
      - Scritto da: TeX
      Quelli di Pinpoint (che cacchio di nome
      poi....) denunceranno anche tutti i baristi
      ? ahahahha hahahahhahahah :) :) :)
      Che pena.....hai perfettamente ragione
  • webalex scrive:
    Siamo alle solite
    Ma io non so.....Ma come si puó avere il fegato di brevettare una cosa simile?Ma lo dico anche per la Pinpoint.... cioé dai! un minimo di orgoglio! Io mi vergognerei come un cane fossi in loro....siamo al limite del paradossale (anzi no oltre...)
    • gian_d scrive:
      Re: Siamo alle solite
      non c'è più vergognae tra qualche mese toccherà pure a noi
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo alle solite
      Un minimo di orgoglio si ... se ne andassero a lavorare, invece di cercare di campare su ciò che hanno costruito gli altri.Saluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo alle solite
      - Scritto da: webalex
      Ma io non so.....
      Ma come si puó avere il fegato di brevettare
      una cosa simile?uhm...chi di spada ferisce...Amazon ha brevettato un sistema per acquistare un prodotto "con un solo click" (o sono due? boh, mai acquistato un cazzo su amazon).quale dei due brevetti è più stronzo?fate vobis
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo alle solite
      - Scritto da: webalex
      Ma io non so.....
      Ma come si puó avere il fegato di brevettare
      una cosa simile?

      Ma lo dico anche per la Pinpoint.... cioé
      dai! un minimo di orgoglio! Io mi
      vergognerei come un cane fossi in loro....

      siamo al limite del paradossale (anzi no
      oltre...)Meglio così invece, anche Amazon ha i suoi brevetti idioti... E' giusto che vengano fuori queste cose almeno le stesse aziende si rendono conto che la faccenda dei brevetti va rivista e chiedono al governo americano di cambiare la legge.E non mi sembra molto improbabile visto che si vedono continuamente casi di aziende del menga che chiedono soldi ai giganti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo alle solite
        - Scritto da: Anonimo
        E non mi sembra molto improbabile visto che
        si vedono continuamente casi di aziende del
        menga che chiedono soldi ai giganti.Gia' e' tragico, ma in effetti questo e' probabilmente la cosa migliore di tutta la faccenda: quando le 'big companies' realizzeranno di essere esse stesse uno dei bersagli, forse sentiremo discorsi diversi "ma i brevetti su tutto bloccano lo sviluppo, sono una brutta cosa, favoriscono i soliti furbi, sono immorali,ecc.".8(
        • Anonimo scrive:
          Re: Siamo alle solite
          Dici? Loro possono probabilmente "scambiarsi brevetti" e finire pari (magari appunto Amazon scambia con il suo brevetto sul "singolo click" e finisce lì), ma se un piccolo viene preso di mira? Che cavolo fa? Paga loro i danni? Chiude?Il software è un mezzo di espressione, per dinci! Perché non brevettano anche la matematica, allora? Io voglio il brevetto sull'addizione...Siamo veramente messi male:a) canticchio in cesso, o mi squilla il cellulare, dovrei dare soldi alla SIAE.b) realizzo un programma che mi deve risolvere un certo problema, e devo fare slalom fra "tecnologie brevettate" del piffero, "nomi brevettati" (es. il progetto Mobilix per Linux Mobile citato, e sconfitto, dal papà di Asterix e Obelix... sigh!))c) devo pagare la SIAE per le cassette sulle quali riprendo i miei bambini, sui cd per fare il back up dell'hard disk, sulle compact flash della mia fotocamera digitale... ma scherziamo?http://www.oreillynet.com/pub/a/policy/2002/08/15/lessig.htmlo in generale:http://cyberlaw.stanford.edu/lessig/ovviametne tutto Richard Stallman è consigliato :)
Chiudi i commenti