Programmi per il fotoritocco e video editing: panoramica

Panoramica dei software per fotoritocco e video editing

Scopriamo insieme tutti i segreti dei programmi per il fotoritocco e dei software per modificare o tagliare i video direttamente da PC o Mac.
Scopriamo insieme tutti i segreti dei programmi per il fotoritocco e dei software per modificare o tagliare i video direttamente da PC o Mac.

I programmi per il fotoritocco e di video editing sono senza ombra di dubbio la categoria di software più utilizzata al mondo dopo le suite d’ufficio (Microsoft Office), visto che molte attività professionali necessitano dell’utilizzo di un PC o di un Mac possono essere svolte solo avendo installato almeno un programma per ogni categoria.

Nei seguenti capitoli è possibile trovare una breve storia dell’elaborazione grafica e del montaggio digitale, oltre a conoscere le aziende e i programmi più famosi di entrambi i settori.

Leggendo le seguenti righe capiremo come si è arrivati a programmi tanto belli e funzionali partendo dalla tecnica fotografica tradizionale (con camera oscura e rullini) e cinepresa a Photoshop e Premiere Pro, in grado di soddisfare le esigenze di ogni tecnico specializzato.

Storia dell’elaborazione grafica

La storia dell’elaborazione delle immagini va di pari passo con l’evoluzione della fotografia: i primi fotomontaggi analogici infatti venivano realizzati sul negativo o sul positivo della pellicola tra la fine del ‘800 e i primi anni del ‘900.

Il passo decisivo verso lo sviluppo dell’elaborazione grafica moderna si è avuto nel 1975, quando Steven Sasson (all’epoca ingegnere presso la Kodak) riuscii, dopo molti tentativi, a creare la prima fotocamera digitale Kodak.

Essa è una lontana parente delle moderne macchine fotografiche digitali, anche per via della risoluzione di soli 0,01 megapixel e un tempo di scatto di ben 23 secondi (in bianco e nero), ma di fatto ha aperto un mondo di possibilità anche tra gli amatori della fotografia, eliminando la necessità di utilizzare una camera oscura per poter sviluppare le foto.

Dopo la creazione delle foto in digitale, il passo successivo è stato beneficiare di un programma per poter modificare in digitale questo nuovo tipo di foto. La creazione del moderno fotoritocco viene attribuita a John Knoll, che nel 1987 lavorava presso la Industrial Light & Magic come assistente di camera (azienda famosa per gli effetti speciali di film come Star Wars e Star Trek).

John Knoll vinse una vacanza premio per i lavori svolti in azienda e realizzò quella che in seguito diventerà una delle foto più famose nel settore del fotoritocco: sua moglie Jennifer sdraiata sulle spiagge di Bora Bora.

Tornato in ufficio si confrontò con il fratello Thomas Knoll, che proprio in quei giorni stava lavorando ad un nuovo programma per elaborare le foto digitali: la foto della moglie di John divenne l’immagine campione del programma di fotoritocco in fase di sviluppo, la famosa “Jennifer in paradise”.

Jennifer in paradise programmi per il fotoritocco

Il programma fu proposto ad aziende molto famose come Adobe e Apple, utilizzando proprio la foto della moglie di John per provare i tool offerti dal nuovo software. Nel 1990 Adobe decise di acquistare la licenza del programma e di chiamarlo Photoshop, offrendo subito il supporto ai Mac dell’epoca (punto di riferimento per l’elaborazione delle immagini).

Il resto è storia: dal 1990 ad oggi Adobe Photoshop è un punto di riferimento per il fotoritocco su Windows e su Mac, con strumenti e filtri in grado di effettuare qualsiasi tipo di modifica sulle foto digitali.

Storia del montaggio digitale

Anche in questo caso la storia del montaggio digitale ha origine pochi anni dopo l’invenzione del cinema da parte dei fratelli Lumière. Dopo pochi anni dall’invenzione divenne routine per i registi realizzare una fase di montaggio della pellicola, tagliando scene inutili, spostando alcune scene in altri momenti della pellicola e cambiando anche il finale (se necessario).

Dalle forbici che tagliano direttamente le pellicole si passa alla Moviola (non quella calcistica!), la prima macchina dedicata al montaggio delle pellicole cinematografiche, inventata negli Stati Uniti nel 1917 dall'ingegnere olandese Iwan Serrurier.

Il passo successivo fu l’introduzione del Mixer video, che in maniera analoga al Mixer audio era in grado di catturare più sorgenti video e unirle in un unico flusso, scegliendo anche quando tagliare e quando effettuare la transizione tra video diversi durante l’elaborazione.

Accanto ad esso troviamo il CMX 600, ossia la prima macchina computerizzata non lineare per modificare video, introdotta nel 1971 e riservata all’uso professionale (visto che serviva anche un grandissimo disco per poter ospitare i file elaborati).

Fino a quel momento il montaggio video era appannaggio dei grandi studi cinematografici, ma con l’arrivo del primo videoregistratore e dei nastri magnetici si è aperto un mondo di possibilità anche per gli amatori, che a partire dagli anni ‘80 hanno potuto registrare qualsiasi programma televisivo ed effettuare personalmente dei tagli o dei montaggi, scegliendo quando registrare e cosa sovrascrivere.

Adobe Premiere

La diffusione dei computer a livello mondiale ha portato lo sviluppo di programmi di video editing non lineari molto potenti, in grado di girare si sui computer casalinghi sia sui potenti computer presenti negli studi cinematografici.

Le aziende più famose nel settore

Molte aziende sono diventate famose proprio grazie alla diffusione dei programmi per il fotoritocco e per l’elaborazione video. Le aziende che hanno reso grande questi settori sono:

  • Adobe: ha acquisito la licenza per Photoshop, facendolo diventare da subito uno standard per chi lavora tutti i giorni con i programmi per il fotoritocco. Oltre a Photoshop sviluppa anche uno dei migliori programmi per l’elaborazione video (Adobe Premiere Pro), programmi per la gestione delle immagini vettoriali e altri strumenti d’elaborazione grafica 3D.
  • Apple: i Macintosh erano i computer utilizzati per l’elaborazione delle immagini e su di essi girano ancora adesso i migliori programmi del settore, con ottimizzazioni spesso assenti sui PC Windows. Ha realizzato anche un suo programma per l’elaborazione video (Final Cut Pro), molto potente e apprezzato dagli utenti professionisti del settore (dove si usa quasi sempre Mac).
  • Corel: altra famosa azienda nell’elaborazione delle immagini, punto di riferimento per chi elabora le immagini vettoriali, con ottimi programmi anche per l’elaborazione delle immagini raster.
  • Sony: l’azienda giapponese è famosa per aver messo in commercio Sony Vegas Pro, poi ceduto alla Magix.
  • Magix: ha acquisito Vegas Pro, mantenendo la qualità originale del prodotto e migliorandolo dove necessario.

Ovviamente non era possibile citare tutte le aziende che hanno dato un contributo nel mondo della grafica e del video editing, ma quelle citate in alto sono senza ombra di dubbio le aziende che hanno lasciato un segno nella storia informatica.

I migliori programmi per il fotoritocco

I programmi di grafica sono numerosi, ma tutti si ispirano all’interfaccia e alle funzioni disponibili sul programma di riferimento, Adobe Photoshop. Altri programmi di elaborazione digitale delle immagini (raster) sono:

  • PaintShop Pro: ottimo programma di fotoritocco sviluppato dall’azienda Corel, fondata nel 1985 a Ottawa (Canada).
  • Photo-Paint: altro valido programma di photo editing sviluppato dalla Corel.
  • Pixlr: servizio di editor d’immagini disponibile online, ma scaricabile anche come programma per PC.
  • GIMP: nel settore dei programmi per il fotoritocco è l’unica vera alternativa gratuita a Photoshop, fornendo una vasta scelta di filtri, effetti, tool e transizioni.

Sul mercato sono presenti anche altri programmi simili, ma quelli citati sono indubbiamente i più famosi, oltre ad essere oggetti di praticamente tutte le guide su come imparare a modificare le foto in digitale.

I migliori programmi di video editing

Con la diffusione dei PC IBM compatibili e dei Mac nel settore dell’industria cinematografica si sono diffusi molti programmi di editing video, quasi tutti disponibili ancora oggi per l’acquisto:

  • Harry: il primo sistema completo di editing video e composizione digitale. Questo programma aveva forti limitazioni sulla durata del video e sulla gestione dei video non compressi a 8 bit.
  • Avid Media Composer: programma di video editing non lineare con design a timeline, che di fatto ha rivoluzionato il mercato, visto che viene usato ancora dai programmi moderni.
  • Adobe Premiere Pro: uno dei programmi per il montaggio video più famosi, disponibile dal 2003 e diventato rapidamente uno dei punti di riferimento in ambito professionale.
  • Final Cut Pro: programma di video editing sviluppato dalla Apple a partire dal 2000 e diventato uno dei migliori programmi per il montaggio.
  • DaVinci Resolve: altro programma commerciale molto potente, con strumenti e funzioni riservarti a professionisti.
  • Magix Vegas Pro: uno dei migliori programmi per il video editing, ottimizzato per la creazione di mash-up e di effetti di transizione. Prima era proprietà di Sony ma dal 2016 è stato acquistato dalla Magix GmbH & Co. KGaA.
  • Kdenlive: questo programma gratuito e open source nasce come editor video non lineare per Linux (nello specifico per le distribuzioni con ambiente KDE), ma può essere installato senza problemi anche su Windows. Attualmente è uno dei migliori programmi di video editing scaricabili gratuitamente, senza dover sostenere dei costi di licenza.

Anche in questo caso la lista non può essere esaustiva, visto che sono presenti moltissimi programmi di editing video non lineare sul web ma, anche solo conoscendo quelli citati, avremo la certezza di utilizzare solo i migliori programmi del settore.

Conclusioni

Come abbiamo avuto modo di leggere i mondi dell’elaborazione grafica e del montaggio video hanno cavalcato l’onda dell’evoluzione tecnologica, prendendo il meglio dei loro “antenati” e rendendo possibili operazioni e lavori una volta appannaggio di grandi studi di grafica o studi cinematografici.

Oggi chiunque possegga un computer può installare programmi per il fotoritocco come Photoshop e modificare le immagini a piacimento, così come è possibile creare un film amatoriale degli avvenimenti più importanti utilizzando un programma come Premiere Pro.

Ovviamente utilizzare questi programmi come professionisti è un’altra cosa: esistono corsi universitari basati esclusivamente sull’uso di questi software, su cui un professionista può basare l’intera sua carriera.

I programmi più famosi presenti in alto sono disponibili a prezzi molto elevati ma, visto ciò che è possibile fare con essi, un professionista rientra della spesa fatta in poco tempo, beneficiando di software in grado di elaborare e modificare qualsiasi immagine o video.

Per l’uso casalingo possiamo affidarci a programmi gratuiti come GIMP e Kdenlive, più che sufficienti per poter modificare le immagini o per tagliare o modificare più spezzoni video (realizzando un unico grande file video).