Criptovalute emergenti: le nuove migliori su cui investire (aggiornata 2021)

Il mondo delle piattaforme Blockchain è in continuo fermento, scopriamo da vicino le migliori criptovalute emergenti con caratteristiche e opinioni
Il mondo delle piattaforme Blockchain è in continuo fermento, scopriamo da vicino le migliori criptovalute emergenti con caratteristiche e opinioni

Parlando di criptovalute molti utenti credono che solo puntando sui Bitcoin è possibile realizzare dei profitti, in particolare per chi ha avuto la fortuna di poter mettere da parte alcune unità di quella che è diventata la criptovaluta più famosa al mondo. Accanto al Bitcoin sono presenti invece tante criptovalute emergenti in grado di offrire profitti anche maggiori del Bitcoin, in particolare per chi ama investire con il trading online o scambiare le criptovalute al momento opportuno, così da generare un profitto notevole.

Nei seguenti capitoli vi mostreremo cosa è una criptovaluta emergente, a cosa dobbiamo prestare attenzione prima di piazzare qualsiasi investimento, quali sono i rischi associati ad una criptovaluta emergente, quali criptovalute prendere in considerazioni e quali invece evitare, così da ridurre la minimo il rischio dell'investimento (comunque sempre presente).

Cos'è una criptovaluta emergente

Una criptovaluta emergente è una moneta virtuale (spesso disponibile da pochi anni sul mercato) caratterizzata da una crescita esponenziale, specie se legata ad una piattaforma blockchain innovativa o che ricompensa bene chi crede nel progetto iniziale.

Non tutte le criptovalute emergenti sono “giovani”: alcune criptovalute sono partite molti anni fa in sordina, aumentando di valore solo nell'ultimo anno al punto da generare l'interesse degli investitori e dei “cercatori d'oro digitali”.

Perché investire su criptovalute emergenti

Investire sulle criptovalute emergenti è un metodo molto efficace per diversificare gli investimenti sulle criptovalute: invece di puntare sempre e solo sulle criptovalute più famose possiamo puntare sulle valute che ancora non hanno attraversato la loro “fase d'oro” o il cui valore inizia a salire vertiginosamente, così da anticipare i tempi e guadagnare tantissimo quando sarà il momento di vendere alcune delle monete conservate nel nostro eWallet.

Le criptovalute emergenti sono anche ottime per il trading online: la loro oscillazione di prezzi può generare dei profitti molto interessanti anche senza dover comprare o minare criptovaluta, ma basandoci esclusivamente sulle previsioni sul prezzo che raggiungerà la criptovaluta presa in esame.

I vantaggi e i rischi delle criptovalute emergenti

I vantaggi di puntare su una criptovaluta emergente sono numerosi:

  • Prezzi ancora accessibili: la maggior parte delle criptovalute emergenti ha ancora prezzi accessibili per gli investitori occasionali, così da poter riempire il proprio portafoglio in attesa del famoso “periodo d'oro”.
  • Disponibilità: molte criptovalute non hanno ancora raggiunto nemmeno il 70% della disponibilità totale, permettendo di minare anche token interi e non parti frammentarie della criptovaluta (come capita ormai con Bitcoin).
  • ROI elevati: tutte le criptovalute che vi abbiamo segnalato in basso offrono un ritorno dell'investimento elevato sul lungo periodo, specie per chi pone la fiducia su progetti molto interessanti o che attireranno nuovi investitori a breve (come le nuove tecnologie di blockchain).
  • Volatilità: se amiamo fare trading online le criptovalute emergenti sono le migliori per piazzare investimenti nel breve periodo, visto che possono salire e di molto anche nel giro di pochi minuti.

I rischi sono gli stessi legati alle criptovalute in generale:

  • Rischio bolla speculativa: se la bolla delle criptovalute “scoppia”, tutte le criptovalute perderanno gran parte del valore associato in quel preciso momento, facendo perdere l'intero investimento iniziale.
  • Decrescita del progetto: non è detto che la tecnologia di blockchain utilizzata si imponga o abbia il successo sperato, facendo calare velocemente il valore della criptovaluta emergente.
  • Richiesta di risorse elevate: man mano che si raggiunge il limite massimo della criptovaluta saranno necessari computer e server farm per poter gestire i calcoli della blockchain, rendendo molto costoso minare nuovi token.

Questi rischi sono sufficienti per mettere in allerta gli investitori occasionali ma, come ogni cosa legata agli investimenti, un margine di rischio c'è sempre, anche con i progetti più sicuri e affidabili.

Le migliori criptovalute emergenti 2021

Per capire meglio dove piazzare il prossimo investimento, vediamo insieme le migliori criptovalute emergenti su cui puntare. Nei seguenti capitoli cercheremo di favorire quelle che offrono un buon compromesso tra stabilità del progetto, margini di crescita in termini assoluti e accessibilità per trading ed exchange.

NEO

criptovalute emergenti: NEO

NEO potrebbe essere una delle criptovalute emergenti del 2021 con i maggiori tassi di crescita, anche grazie all'infrastruttura basata su una tecnologia molto simile a Ethereum. Ogni possessore di criptovaluta NEO partecipa attivamente a mantenere attiva la blockchain, ricevendo in cambio un'altra criptovaluta legata ad essa, chiamata GAS. I token GAS permettono di usare la blockchain NEO, esattamente come avviene con Ether della rete Ethereum: possiamo considerare GAS come il “carburante” che alimenta le transazioni nel sistema NEO. Il massimo di token circolanti è fissato a 100.000.000 di token NEO, con oggi circa il 75% di questo limite che è già effettivamente circolante, quindi molto vicino al limite verso il cui la moneta diventerà così difficile da “minare” da far schizzare verso l'alto il prezzo di vendita.

NEO può essere considerata una buona criptovaluta da acquistare e da tenere al sicuro nell'eWallet, ma si presta molto bene anche per il trading online, anche se le oscillazioni sono molto meno evidenti rispetto ad altre criptovalute.

Dogecoin

criptovalute emergenti: Dogecoin

Chi avrebbe mai pensato che una criptovaluta nata per scherzo e con un cane Shiba Inu come mascotte (diventato anche un meme) sarebbe diventata la criptovaluta emergente più interessante per gli investitori!  Con oltre 100 miliardi di Dogecoin già in circolazione ora è una delle criptovalute su cui è possibile puntare per un investimento a medio termine, anche grazie a una volatilità sempre molto elevata e un valore che cresce man mano che il tempo passa.

Dogecoin può essere una buona criptovaluta per chi fa trading, visto che presenta sempre delle oscillazioni interessanti su cui puntare. Può essere anche una buona valuta da tenere conservata nel portafoglio in attesa del valore giusto per vendere.

Chainlink

Chainlink

Chainlink è una rete pubblica a blockchain, aperta a tutti e resistente alla censura pensata per gestire contratti intelligenti o enormi volumi di dati da certificare. All'interno di Chainlink viene utilizza una criptovaluta, denominata LINK, che fornisce l'incentivo economico affinchè venvano mantenuti attivi i blocchi e mantenga la potenza di calcolo necessaria a cifrare i dati e renderli certificabili (ossia impossibili da modificare o da contraffare). La moneta LINK può essere scambiata all'interno di Chainlink, scambiata in altre criptovalute negli appositi exchanger o convertita in denaro reale.

Il valore di questa criptovaluta è in crescita e, se il sistema di certificazione che gestisce prenderà sempre più piede, è possibile prevedere un incremento molto elevato nel valore della moneta. Chainlink è perfetta per fare trading online ma è possibile partecipare attivamente al mantenimento della blockchain, così da ricevere criptomonete per il lavoro svolto.

BAT

BAT

Tra i browser alternativi a Google Chrome ed Microsoft Edge troviamo anche Brave Browser, che dispone di un sistema di ricompensa basato su criptovaluta. Attivando Brave Payments sul browser citato potremo ottenere Basic Attention Token o BAT, ossia verremo pagati per guardare alcuni annunci pubblicitari mirati tramite pop-up. Gli stessi annunci possono essere inseriti automaticamente nei siti preferiti, così da pagare il gestore per la pubblicazione dei contenuti, offrendo un sistema di guadagno alternativo a Google Adsense.

Possiamo in qualsiasi momento disattivare la funzione, ma per chi non è esperto di criptovalute o non ha molti capitali da investire questo può essere un buon metodo per accumulare un po' di criptovaluta gratis e senza sforzo; BAT può essere facilmente scambiata nei principali siti di exchange o convertibile in denaro vero, ma non si presta molto bene per chi cerca un investimento a lungo termine o vuole puntare sulle oscillazioni di prezzo per guadagnare con il trading online.

Binance Coin

Binance Coin

Binance Coin è criptovaluta emessa dal sito di exchange Binance. Nato come token basato sull'infrastruttura Ethereum, non prevede mining e può essere utilizzata sia come criptovaluta intermedia per il trading su altri siti di exchange sia per pagare le commissioni associate all’utilizzo dei servizi Binance. La blockchain associata a Binance è oggi la migliore soluzione per i progetti di finanza decentralizzata che necessitano di reti leggere e dal costo accessibile, quindi potrebbe presto diventare un punto di riferimento per il settore, scatenando quindi una corsa per aumentare le prestazioni della blockchain (con un aumento della criptovaluta circolante e il suo valore).

Questa criptovaluta può essere presa in considerazione sia per l'acquisto diretto sia per il trading, ma può essere un buon metodo per pagare i servizi sfruttati sul sito di Binance senza dover toccare il nostro portafoglio.

ZCash

ZCash

Zcash è una criptovaluta fondata da Zooko Wilcox-O'Hearn, votata alla privacy e trasparenza selettiva delle transazioni. I pagamenti Zcash sono disponibili sulla blockchain pubblica associata ma il mittente, il ricevente e il valore della transazione possono rimanere privati, così da generare una transazione finanziaria completamente anonima e impossibile da intercettare. Questa sua caratteristica l'ha resa molto volatile nel corso degli anni con oscillazioni molto elevate; oggi la moneta si è decisamente stabilizzata e, con la crescita delle transazioni, presenta dei buoni margini di crescita per chi vuole fare mining o per chi vuole fare trading.

Come Bitcoin Zcash ha una fornitura fissa totale di 21 milioni di unità, di cui più di 11 milioni già piazzate: con l'avvicinarsi del limite il valore schizzerà alle stelle, con ottimi profitti per chi decide di minarla oggi o di acquistarla per una futura rivendita proficua.

AAVE

criptovalute emergenti: AAVE

AAVE è una criptovaluta disponibile sul mercato dal 2017, quindi entra di diritto tra le criptovalute emergenti, anche grazie alle sue caratteristiche innovative. La blockchain associata permette di ottenere e offrire prestiti in 20 diverse criptovalute, con la possibilità di sbloccare prestiti istantanei impossibili da ottenere con le banche tradizionali. Se questa tecnologia prende piede potrebbe rivoluzionare il settore dei microprestiti, accessibili anche a chi non ha le risorse per ripagare il debito in denaro contante: basterà tenere acceso il computer e partecipare alla blockchain per ripagare il prestito o ottenere criptovaluta AAVE da usare come scambio.

Questa criptovaluta potrebbe essere oggetto del prossimo decollo verso l'alto delle azioni delle criptovalute, specie se si diffonde come banca che effettua velocemente prestiti: per questo motivo conviene come investimento a medio e lungo termine, anche solo per quello che questa tecnologia potrebbe portare in ambito finanziario.

TERRA

TERRA

TERRA è si pone come obiettivo offrire una blockchain per realizzare una nuova infrastruttura finanziaria, disponibile con poche risorse e accessibile a tutti. Nella blockchain vengono scambiate 20 diversi stablecoin (ossia criptovalute stabili), il cui valore relativo viene stabilizzato generato criptovaluta Luna, che è il token nativo del progetto e permette di ripagare chi fornisce le risorse per generare nuovi blockchain e per tenere attivo il progetto.

Se entriamo a far parte del progetto potremo ricevere una quantità di criptovaluta per mantenere la blockchain, ma possiamo anche investire sulla sua criptovaluta e scambiarla al momento opportuno, vista la grande impennata nel valore che ha subito nel corso dell'ultimo anno (anche per via dell'aumento del traffico generato dalla blockchain).

NEM

criptovalute emergenti: NEM

NEM, acronimo per New Economy Movement è una blockchain che sfrutta l'algoritmo Proof of Importance per la scrittura delle transazioni. Rispetto a Bitcoin ed Ethereum questa blockchain premia chi dispone del numero maggiore di transazioni associato al proprio Wallet, trasformando rapidamente ogni partecipante in un nodo affidabile all'interno del network. Ovviamente chi mette a disposizione le risorse per tenere su la blockchain viene ripagato in NEM, una criptovaluta emergente soggetta ad un'alta volatilità nel corso degli anni.

Questa criptovaluta si presta molto bene per il trading online, visto che può fluttuare molte volte nel corso della giornata, generando dei profitti molto interessanti.

COSMOS

criptovalute emergenti: COSMOS

COSMOS offre un intero ecosistema di blockchain interconnesse gestibili con un framework dedicato, che elimina la necessità di usare applicazioni per gestire ogni blocco. Il suo token di riferimento è ATOM, che funziona da valuta di scambio per le transazioni e per generare nuovi blocchi.

Attualmente è tra le criptovalute emergenti più interessanti per chi vuole fare trading, vista l'elevata volatilità della criptovaluta negli ultimi anni, che permettono di ricavare buoni profitti con investimenti a medio termine.

I fattori da prendere in considerazione

Per poter scegliere la migliore criptovaluta emergente su cui investire teniamo in considerazione i seguenti fattori:

  • Tecnologia blockchain: alcune tecnologie sono più proficue di altri, ossia ripagano generosamente l'impegno profuso per mantenere attiva al blockchain.
  • Disponibilità: se la disponibilità di una determinata criptovaluta si sta avvicinando al limite e il prezzo è ancora accessibile può essere una buona idea puntare su di essa, visto che il prezzo tenderà a crescere (anche esponenzialmente).
  • Confronto prezzo esordio/valore attuale: altro fattore da non sottovalutare è il prezzo d'esordio della criptovaluta, da confrontare con il prezzo attuale. Confrontando questi dati potremo prevedere l'arrivo del periodo d'oro della criptovaluta e scegliere se investirci denaro.

Questi possono essere dei validi fattori da prendere in esame prima di scegliere una delle criptovalute emergenti segnalate dalla guida, così da sapere esattamente come muoversi.

Quali criptovalute emergenti evitare

Difficile prevedere se una criptovaluta avrà un buon successo nel corso del tempo, ma dobbiamo comunque prestare attenzione ad alcune criptovalute che promettono ricavi sensazionali da subito o di cui non è chiaro il valore reale. Tra le valute più “pericolose” troviamo alcuni stablecoin, ossia le criptovalute che legano il loro valore ad una valuta reale (spesso il dollaro).

Il rischio è evidente anche a chi non conosce tutti i meccanismi della finanza: per capire prenderemo come esempio il Tether, che dovrebbe garantire un cambio 1:1 con il dollaro americano. Visto che al giorno d'oggi ci sono in circolazione oltre i 55 miliardi di Tether, l'azienda deve disporre di oltre 55 miliardi di dollari americani per poter garantire lo scambio 1:1, ma le cose non stanno esattamente così (o meglio non è dimostrabile in alcun modo), generando forti dubbi sulla natura del progetto.

Ovviamente non tutte le stablecoin sono così pericolose, ma possono diventarle se hanno un limite massimo d'emissione così elevato.

Come acquistare criptovalute emergenti

Se siamo interessanti ad acquistare della criptovaluta possiamo rivolgerci ai siti di exchange, che permettono di convertire gli Euro (o qualsiasi altra valuta) nella criptovaluta scelta, così da poter arricchire velocemente il proprio portafogli di criptovalute emergenti.

Se invece siamo interessati al trading è possibile rivolgerci ai siti di broker, che vi permetteranno di scommettere sull'oscillazione del prezzo senza mai dover “toccare con mano” nessuna criptovaluta.

Dove acquistare criptovalute emergenti

Per chi vuole acquistare criptovalute emergenti può utilizzare i siti più famosi per l'acquisto diretto di criptovalute come Coinbase (anche tramite eToro ), kraken.com e Bitpanda.

Coinbase

Questi siti dispongono dell'interfaccia in italiano, accettano PayPal e carte di credito per l'acquisto (inclusa la Postepay), offrono delle app semplici per la gestione del portafoglio delle criptovalute e permettono anche di vendere velocemente i token in possesso quando viene raggiunto il prezzo che ci siamo prefissati.

Se invece vogliamo fare trading sulle criptovalute emergenti possiamo affidarci ai leader del settore come eToro e Capital-com.

Capital panel

Sia eToro che Capital.com e Bitpanda offrono l'interfaccia in italiano, permettono di fare trading sulle criptovalute emergenti, offrono anche l'acquisto delle criptovalute e supportano tutti i metodi di pagamento più utilizzati in italia (PayPal e carte di credito).

Conclusioni

Puntare sulle criptovalute emergenti può essere il primo passo verso un investimento proficuo sulle criptovalute: chiunque può investire partendo da somme molto piccole, non dobbiamo far altro che identificare le criptovalute più promettenti e investire, magari seguendo attentamente i consigli presenti nei capitoli di questa guida.

Difficile prevedere con precisione quale criptovaluta presente sul mercato ripeterà il successo di Bitcoin: conviene quindi diversificare l'investimento scegliendo 5 o 6 criptovalute, così da poter avere un buon margine dalla crescita lenta ma costante di tutte o guadagnare molto dalla crescita esplosiva di una sola delle criptovalute scelte.

Per chi vuole fare trading online le criptovalute emergenti sono un campo molto proficuo, specie se si ha grande intuito e velocità d'esecuzione: le oscillazioni dei prezzi per le criptovalute meno note possono essere così alte da generare profitti superiori al semplice acquisto del Bitcoin, ma è necessario comunque avere un capitale da investire molto generoso, così da poter controbilanciare eventuali contraccolpi.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 06 2021
Link copiato negli appunti