Coinbase e Paypal: come funziona (in Italia e all'estero)

Coinbase e Paypal: come funziona (in Italia e all'estero)

Coinbase e Paypal sono compatibili fra di loro? Viene accettato come metodo di pagamento in questa piattaforma di exchange? Sì e no, almeno in Italia.
Coinbase e Paypal sono compatibili fra di loro? Viene accettato come metodo di pagamento in questa piattaforma di exchange? Sì e no, almeno in Italia.

Molti utenti appassionati del mondo degli investimenti, che investono già nelle criptovalute o hanno intenzione di farlo, si chiedono se Coinbase e Paypal sono compatibili fra loro. O, più precisamente, se esiste la possibilità di acquistare crypto su questa popolare piattaforma di exchange utilizzando il noto servizio di pagamento PayPal.

In questo articolo forniremo tutte le informazioni utili a riguardo, sia con riferimento alle transazioni dall’Italia che a quelle effettuate dall’estero.

Collegamento Coinbase – PayPal: come funziona

coinbase-annuncia-2-mila-nuove-assunzioni-dipendenti-2022

Per quanto riguarda il collegamento Coinbase – Paypal, bisogna fare delle distinzioni in base al Paese in cui si utilizza la piattaforma di exchange, in quanto dipende dal luogo dal quale provengono le transazioni. E, altra cosa molto importante, è necessario distinguere l’acquisto di Bitcoin o altra criptovaluta dal trasferimento di fondi. Si tratta infatti di due attività diverse, su cui c’è per il momento un margine di manovra non omogeneo.

Nel momento in cui scriviamo, gli utenti europei non possono utilizzare PayPal su Coinbase in maniera completa. Ma anche questo aspetto è destinato a migliorare nei prossimi tempi, visto l’enorme successo che la piattaforma in questione sta riscuotendo anche nel Vecchio Continente.
Scopriamo come funziona il tutto nel dettaglio.

Acquisto di Bitcoin o altra criptovaluta

Partiamo dall’acquisto di Bitcoin o altre criptovalute: è possibile effettuarlo su Coinbase tramite Paypal ma, come avevamo scritto qualche tempo fa, solo gli utenti statunitensi possono acquistare crypto utilizzando questo metodo di pagamento su Coinbase. Ciò dovrebbe essere esteso anche agli altri Paesi, ma evidentemente bisogna attendere ancora un po’, visto che la possibilità per gli utenti americani è stata prevista lo scorso aprile 2021 e da allora non ci sono aggiornamenti a riguardo.

PayPal è uno dei metodi di pagamento preferiti da parte degli utenti che utilizzano Coinbase e le piattaforme di exchange in generale, essendo un metodo di pagamento e trasferimento di denaro davvero pratico e veloce. Per questo motivo è così apprezzato e anche in Europa si attende che possa essere sfruttato in maniera completa.

Trasferimento di fondi da Coinbase a PayPal

Attualmente in Europa (e quindi anche in Italia) è possibile usare PayPal su Coinbase solo per i prelievi. Per prelevare dei fondi e trasferirli da Coinbase a PayPal bisogna selezionare l’opzione “Compra/Vendi” dalla barra degli strumenti di Coinbase, presente sulla destra della dashboard, e quindi selezionare “Vendi”. Nella sezione “Vendi da” basterà selezionare il portafoglio che si desidera utilizzare per trasferire i fondi e, nella sezione “Deposito a”, selezionare il proprio portafoglio Paypal.

A questo punto, basterà inserire la quantità di BTC, ETH o qualsiasi criptaggio che si intende ritirare e inviarlo al proprio portafoglio PayPal (dunque in valuta fiat). A questo punto si aprirà una schermata dove sarà possibile controllare se i dettagli della transazione sono corretti. In tal caso, basterà premere il pulsante “Conferma Vendi”. Fatto questo, si riceverà una notifica in un paio di secondi. Ciò confermerà l’avvenuto deposito dei fondi sul proprio portafoglio PayPal.

Come collegare PayPal a Coinbase: guida passo passo

coinbase

Per collegare il conto PayPal all’account Coinbase è necessario completare tutti i passaggi di verifica dei documenti di identità. I passaggi da seguire nello specifico sono i seguenti:

  • vai sulle Impostazioni del tuo conto e clicca su Metodi di pagamento
  • collega un nuovo conto da un computer o tocca Aggiungi un metodo di pagamento nell’app mobile
  • scegli PayPal (ti verrà poi richiesto di accedere a PayPal)

Se l’indirizzo email di PayPal non corrisponde all’indirizzo mail utilizzato sulla piattaforma Coinbase, sarà necessario completare l’autenticazione a due fattori su Coinbase, per ovvi motivi di sicurezza. Inoltre, il Paese di residenza relativo al proprio conto PayPal dovrà corrispondere a quello del conto Coinbase. Attenzione, però, perché è possibile collegare il conto PayPal a un solo conto Coinbase per volta. Per aggiungere un altro conto PayPal, quindi, bisognerà scollegare quello precedente in archivio.

Sempre con riferimento ai clienti statunitensi, è richiesto un metodo di pagamento valido (come un conto bancario o una carta di debito, ad esempio) collegato al conto PayPal per comprare criptovalute o aggiungere contanti tramite il conto PayPal. Le carte prepagate, le carte aziendali e le carte di credito collegate al conto PayPal non sono attualmente supportate da Coinbase.

In ogni caso, è bene sapere che con PayPal è possibile spendere fino a 25.000 dollari in monete digitali al giorno.

I limiti di trasferimento

Su Coinbase i nuovi utenti hanno solo una limitazione, che riguarda l’acquisto di criptovalute tramite carta di credito. Coinbase infatti applica dei limiti iniziali con riferimento ai primi acquisti: inizialmente sarà possibile acquistare criptovalute con carta per un massimo di 50 euro a settimana. Questo limite iniziale crescerà gradualmente, arrivando a un massimo di 6.000 euro settimanali.

Per quanto concerne l’acquisto con bonifico bancario, invece, il limite è di 25.000 euro giornalieri (esattamente come previsto per PayPal). Il deposito minimo ammonta invece a 1,99 euro.

I vantaggi nell’utilizzare Coinbase e PayPal

Per molti utenti PayPal rappresenta oggi il metodo di pagamento più veloce e sicuro, se si considera che il trasferimento di denaro avviene in maniera pressoché istantanea. Al momento gli utenti Coinbase che si trovano in Europa (e quindi anche in Italia) possono utilizzare PayPal esclusivamente per i prelievi, ma le funzionalità complete arriveranno anche in altri Paesi. Come abbiamo specificato qualche riga più su, con PayPal si possono spendere fino a 25mila dollari in monete digitali al giorno.

La piattaforma Coinbase sottolinea però che all’account PayPal devono essere collegati la carta di debito o il conto corrente bancario. Dunque, non è possibile usare carte di credito o prepagate. Una volta scelto PayPal come metodo di pagamento, è necessario inserire email e password. Se si opta per una email diversa da quella di Coinbase è necessario passare per l’autenticazione in due fattori.

Domande frequenti su Coinbase e PayPal

Posso acquistare crypto, depositando fondi su Coinbase da Paypal?

Nel momento in cui scriviamo la risposta è no, almeno in Italia. Questa possibilità è stata concessa solo per gli utenti statunitensi, mentre in Europa non è ancora consentito comprare crypto su Coinbase utilizzando PayPal. Ciò dovrebbe essere permesso solo nei prossimi mesi, quindi non resta che attendere.

Posso trasferire euro da Coinbase a PayPal?

Si, questo è possibile. Come abbiamo visto, una volta collegato correttamente l’account PayPal sulla piattaforma Coinbase, si possono trasferire euro dalla piattaforma di exchange a quella di pagamento.

Coinbase è sicura?

Assolutamente sì. Nonostante ci siano dei disservizi di tanto in tanto, Coinbase imostra di essere una piattaforma sicura. In alcuni siti o forum si legge che è una truffa, ma si tratta di un’affermazione non corretta: sicuramente è costosa, ma non truffa nessuno.

Lato sicurezza, è possibile accedere al proprio conto Coinbase da desktop oppure tramite apposita app per mobile (per Android e iOS), attraverso una tecnologia di autenticazione sicura. Coinbase ha ottenuto inoltre la licenza ad operare in 44 giurisdizioni d’America, mentre in Italia la CONSOB non si è espressa in materia di criptovalute, ma risulta essere assolutamente legale.

Le criptovalute depositate sul conto sono tenute al riparo da furti e attacchi hacker e sono coperte da una polizza assicurativa, nell’eventualità in cui venissero rubati. Per quanto riguarda i Bitcoin comprati, i wallet di Coinbase vengono archiviati con codici crittografati AES-256, la crittografia di livello militare. Inoltre, le criptovalute sono protette da un backup virtuale.

Che dati servono per validare la mia identità su Coinbase?

Coinbase offre la possibilità di inserire direttamente il tuo indirizzo e-mail per procedere alla registrazione. Ecco i dati da inserire: nome, cognome e indirizzo e-mail. Una volta fatto questo, ti verrà inviata un’email di conferma con un link da cliccare per confermare che tu abbia inserito l’indirizzo correttamente. Fatto questo, ti verrà richiesto di inserire il tuo numero di telefono, dove riceverai eventuali codici di conferma nel caso in cui dovessi acquistare o vendere importanti quantità di denaro o criptovalute. Per completare la registrazione alla voce “Verifica la tua identità” dovrai inserire una serie di documenti, tra cui carta d’identità, patente o passaporto. Hai quasi terminato: non ti resta che verificare il tuo account e inserire un metodo di pagamento fra conto corrente bancario o carta di credito. Sempre sul tuo indirizzo email riceverai un link di attivazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti