IPO (initial public offering): cos'è, come funziona e come acquistare nuove azioni al prezzo dell'IPO

IPO (Initial Public Offering): cos'è, come funziona e come acquistare nuove azioni al prezzo dell'IPO

Qual è il significato di IPO in finanza? Come funziona un IPO e come si fa a partecipare? Lo spieghiamo in questa guida completa sul tema.
Qual è il significato di IPO in finanza? Come funziona un IPO e come si fa a partecipare? Lo spieghiamo in questa guida completa sul tema.

Le Initial Public Offering (conosciute comunemente con l’acronimo I.P.O.) consentono alle società di quotare le proprie azioni sul mercato per diventare effettivamente pubbliche e consentire ai piccoli investitori di diventare proprietari di una loro piccola parte, approfittando di prezzi vantaggiosi.

In questa guida spiegheremo nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere, partendo dal significato di IPO e capendo meglio come funziona nello specifico e come fare per partecipare.

Cos’è una IPO: significato e definizione

Il significato di IPO in finanza è Initial Public Offering, che in italiano vuol dire “offerta iniziale di quotazione“. Un’alternativa alle IPO può essere la quotazione diretta sul mercato, che prevede però dei requisiti maggiori e una lunga storia contabile (cosa che non tutte le società e start-up possiedono).

Per questo motivo, diverse realtà preferiscono le IPO, in quanto consentono di posizionarsi all’interno del mercato azionario vendendo azioni appena emesse. Allo stesso modo, tantissimi investitori preferiscono comprare al prezzo dell’IPO in modo da trarne importanti vantaggi.

La ragione principale per cui c’è una domanda piuttosto elevata delle Initial Price Offering è il margine di profitto ottenibile.

Essendo l’IPO il momento in cui l’azione viene immessa sul mercato, il prezzo di ogni singolo stock sarà decisamente più basso rispetto a quello che può raggiungere nel breve, medio o lungo termine. Di conseguenza, gli investitori si impegnano per trovare le migliori IPO in circolazione in modo da accaparrarsi più azioni possibili al minor prezzo disponibile, con un potenziale margine di profitto davvero elevato.

definizione IPO

Per quanto riguarda la preparazione all’IPO, questa prevede fasi come la due diligence, la preparazione della documentazione necessaria e le negoziazioni; successivamente avviene l’effettiva immissione delle azioni sul mercato.

Il numero di partecipanti può variare in base al numero di azioni immesse sul mercato. Tutti possono partecipare, ma gli investitori individuali devono avere accesso al trading, ossia essere proprietari di un conto in una piattaforma di brokeraggio che può offrire quella determinata azione ai propri clienti.

Come approfondiremo in seguito, avere un conto attivo su Freedom24 – unico broker europeo quotato al NASDAQ, che offre l’accesso a un’ampia gamma di azioni, ETF e opzioni statunitensi al prezzo più basso in tutta Europa – consente di acquistare nuovi titoli al loro prezzo di IPO, dando quindi la possibilità di comprare le azioni delle società più giovani del momento al prezzo più conveniente.

La piattaforma, analizzando gli andamenti passati, si rivela essere una delle migliori in circolazione. Per capire il potenziale di un broker come Freedom24, basta dare un’occhiata ai risultati delle migliori IPO del 2021, che dopo il periodo di lock-up di 93 giorni hanno segnato numeri da record.

Ecco una lista esemplificativa di alcune delle IPO che hanno registrato i maggiori rendimenti:

  • Upstart: +475% (lock-up terminato il 18.03.2021)
  • BioAtla: +293% (lock-up terminato il 18.03.2021)
  • Doximity: +231% (lock-up terminato il 27.09.2021)
  • D-local: +224% (lock-up terminato il 09.09.2021)
  • Verve: +215% (lock-up terminato il 20.09.2021)

Tipi di IPO

Esistono tre diverse tipologie di IPO, ognuna pensata per diverse esigenze aziendali:

  • offerta pubblica di vendita (OPV) – consente all’azienda di vendere strumenti finanziari agli investitori (che possono andare dalle obbligazioni ad altri titoli azionari, mentre sono escluse le azioni di risparmio e le privilegiate), con l’obiettivo di ampliare il numero di investitori;
  • offerta pubblica di sottoscrizione (OPS) – consente all’azienda di collocare sul mercato un certo numero di azioni di nuova emissione, con l’obiettivo di accrescere il capitale della società e il numero di investitori.
  • offerta pubblica di sottoscrizione e vendita (OPVS) – consente agli azionisti già esistenti di incassare gli introiti provenienti da azioni già esistenti e, allo stesso tempo, di ampliare le risorse finanziarie emettendo titoli completamente nuovi. L’obiettivo è diffondere sia gli strumenti finanziari già esistenti sia quelli appena emessi.

Funzionamento e fasi di una IPO

Una Initial Public Offering consiste in una nuova emissione di stock sul mercato. Nel caso delle IPO, parliamo di acquisti di stock che non hanno un utilizzo specifico, se non quello di possedere parte di un’azienda. Una IPO presenta invece dei processi molto lunghi per le preparazioni, che però vengono esauriti in un singolo evento di acquisto.

fasi di una IPO

Quali aziende possono essere quotate? Per essere quotata in Borsa, una società deve superare diversi step ed essere in grado di dimostrare la propria affidabilità agli enti di regolamentazione; nessuna azienda, infatti, può essere registrata e immessa sul mercato se risulta fraudolenta o fittizia.

A tal scopo vengono eseguiti numerosi controlli da parte di commissioni specifiche come CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) e SEC (Sistema Europeo dei Conti economici integrati), in modo da escludere società truffaldine o poco affidabili. Se tutto è conforme e rientra nei requisiti richiesti dalle commissioni menzionate, la società potrà presentare una domanda di registrazione, che subirà a sua volta una revisione prima di essere accettata.

In alcuni casi, inoltre, può capitare che la società in questione superi gli step richiesti, ma che decida solo in un secondo momento di lanciare la propria IPO, a seconda dei trend di mercato e delle situazioni macroeconomiche vigenti. Ne sono un esempio le IPO di Vinfast, Reddit e Impossible Foods, società tutte presenti nel catalogo delle prossime IPO di Freedom24, che stanno solo aspettando il momento propizio per immettere nuove azioni sul mercato.

Nella maggior parte dei casi, nei periodi che precedono l’IPO si può assistere alla cosiddetta fase di “pre IPO marketing”: si tratta nello specifico di campagne pubblicitarie strategiche che mirano ad attirare più investitori possibili. In alcuni casi si organizzano anche degli incontri mirati che raccolgono investitori pubblici e istituzionali subito prima dell’effettiva IPO in borsa. In genere, l’esordio sul mercato avviene qualche giorno dopo questi meeting.

Periodo di lock-up: cos’è?

Una IPO può prevedere un vincolo delle azioni appena comprate. Questo periodo si chiama lock-up ed è immediatamente successivo alla fine dell’IPO, durante il quale l’investitore diventa già azionista, ma non può vendere le proprie azioni in nessun modo.

IPO lockup

Le IPO presenti sulla piattaforma Freedom24, per esempio, hanno sempre un periodo di lock-up di 93 giorni.

Tale periodo di vincolo viene stabilito per evitare vendite a cascata che, subito dopo il lancio, rovinerebbero l’andamento del prezzo di ogni stock. Chi è già azionista, infatti, potrebbe pensare di vendere le proprie azioni al termine dell’IPO, traendo profitto ma diminuendo la liquidità.

Nello specifico, i periodi di lock-up vengono stabiliti dalla società o dalla banca che sottoscrive la quotazione in Borsa e, in alcuni casi, consentono di vendere parzialmente le proprie azioni dopo un determinato periodo.

Come partecipare a una IPO

Se non utilizza strumenti appositamente pensati, un trader individuale che desidera partecipare a una IPO in US o in Italia può trovare il tutto particolarmente difficile, se non impossibile. Tuttavia, esistono soluzioni abbastanza intuitive e a dir poco esclusive, che consentono di acquistare nuove azioni al prezzo dell’IPO in modo piuttosto semplice e accessibile.

come partecipare a una IPO

Parliamo ad esempio di Freedom24, broker che rappresenta la filiale europea di Freedom Holding Corp., società quotata al NASDAQ (fondata nel 2008) e registrata da 3 autorità di regolamentazione (CySEC, BaFin, SEC).

Oltre a rappresentare una soluzione intuitiva, Freedom24 è una piattaforma affidabile, che mette a disposizione degli investitori nuove azioni al prezzo dell’IPO dopo un’attenta e dettagliata analisi da parte del suo team di specialisti. Questi ultimi, infatti, oltre a studiare l’obiettivo e i documenti delle società, analizzano gli indicatori di business e selezionano esclusivamente le realtà con un alto potenziale di crescita. Non è un caso, d’altronde, che la crescita media del prezzo delle IPO disponibili su Freedom24 sia superiore al 52% (a dicembre 2022).

Su Freedom24 è possibile trovare un elenco delle prossime IPO per Italia, Europa e Stati Uniti con la possibilità di acquistare titoli appena emessi (nel 2022 o nel 2023) al prezzo iniziale.

Prima di cercare su internet la lista delle prossime IPO in calendario per la Borsa italiana e per le aziende statunitensi che saranno presto quotate in Borsa, però, è bene prepararsi a dovere in modo da evitare sorprese o di fare acquisti alla cieca.

Innanzitutto, è opportuno vedere i registri finanziari pubblici e leggere e analizzare il prospetto informativo, che contiene tutte le informazioni relative alla società e alla gestione delle finanze.

Gli aspetti da valutare, nello specifico, sono il numero di azioni che verranno emesse, il numero di detentori previsto e il prezzo per singola azione.

In questo modo sarà possibile calcolare meglio il rischio, secondo la legge della domanda e dell’offerta, in quanto la volatilità subito dopo il lancio è notevolmente elevata.

Per trovare le nuove IPO del 2022 o 2023, come detto, ci si può affidare a piattaforme come Freedom24, che mettono a disposizione un elenco di prossime IPO come VinFast, Discord o TikTok, per esempio.

Comprare nuove azioni al prezzo di IPO con Freedom24 è semplicissimo. Ecco i passaggi da seguire per farlo:

  • aprire un conto di trading direttamente online (tutti i documenti vengono firmati con degli SMS di conferma)
  • effettuare la verifica del conto (fornendo documento di identità e indirizzo)
  • detenere un saldo di almeno 2.000 $, ossia la somma minima per l’applicazione di azioni a prezzo IPO (i fondi inutilizzati vengono immediatamente restituiti al saldo del conto)
  • accedere all’Area Membri e selezionare il Ticker relativo alla società scelta
  • aspettare l’immissione delle azioni sul mercato
  • attendere il termine di 93 giorni del periodo di lock-up
  • all’ottenimento delle azioni, decidere se tenerle o venderle.

Per capire il potenziale degli investimenti in nuove azioni quotate in Borsa per le prossime IPO, basta sapere che, al termine del periodo di lock-up, la crescita media dei prezzi delle ultime 266 nuove azioni al prezzo di offerta IPO di Freedom24 è stata di oltre il +52% a dicembre 2022. Tutti i risultati delle ultime offerte sono consultabili sul sito web di Freedom24. Naturalmente, come per ogni investimento, vanno sempre considerati i rischi e l’elevata volatilità di questi strumenti finanziari.

Come ottenere più azioni al prezzo dell’IPO?

Per ottenere il maggior numero di azioni possibili al prezzo dell’IPO su Freedom24, bisogna capire la logica della piattaforma che, oltre ai requisiti citati sopra, si basa anche sul rating dell’utente.

Questo parametro si basa sulla liquidità disponibile nel portafoglio e sull’attività di trading dell’utente. Di conseguenza, al crescere dei fondi detenuti nel portafoglio e dell’attività di trading, crescerà anche il rating. Con un rating elevato, la possibilità di ottenere azioni sarà maggiore, pur tenendo sempre a mente che il numero di stock al prezzo di IPO è limitato e inferiore rispetto all’effettiva domanda.

Il modo più efficace per aumentare il proprio rating e ottenere più azioni al prezzo dell’IPO consiste nell’aprire un conto sulla piattaforma Freedom24 e creare il proprio portafoglio di investimenti senza commissioni di trading nei primi 30 giorni dalla registrazione.

Tuttavia, a prescindere dal rating, gli utenti che richiederanno l’acquisto di una nuova azione per un importo pari o superiore a 2.000 $, riceveranno almeno 1 azione al prezzo dell’IPO.

Tornando al numero di azioni, per comprendere ancora meglio il meccanismo di un IPO, può capitare che su una richiesta di 2.000 $ venga erogata solo 1 azione a un prezzo d’esempio di 5 $, con i restanti 1.995 $ che torneranno indietro all’utente. Ciò fa capire l’importanza di avere un rating elevato, in quanto più sarà alto, maggiore sarà la possibilità di soddisfare interamente la propria richiesta di azioni al prezzo dell’IPO.

Un altro fattore importante nell’ottica di aumentare il valore del “fare trading” e di tenere dei fondi nel proprio conto è l’ammontare delle commissioni per l’acquisto di stock al prezzo dell’IPO. Le commissioni, infatti, dipendono dal valore delle attività di trading risalenti al giorno precedente. L’importo totale del capitale è costituito dalla liquidità e dal valore dei titoli valutati sul mercato (NAV).

Se il capitale totale è inferiore a 20.000 $, la commissione sarà pari al 5% dell’importo della transazione. Per attività comprese tra 20.000 e 49.999 $, la commissione sarà pari al 4%, mentre per attività superiori a 50.000 $ la commissione sarà pari al 3%.

Di conseguenza, più fondi si hanno e più si fa trading, minori saranno le spese e maggiori saranno le azioni disponibili.

Conviene investire in una IPO? Pro e contro

Investire in una IPO può risultare conveniente se si valutano tutti i rischi del caso e si prendono le giuste precauzioni, studiando attentamente i fogli informativi e cercando di trovare informazioni utili.

Acquistare nel mercato primario delle IPO, infatti, consente di ottenere il maggior numero di azioni al prezzo più conveniente. Inoltre, l’elevatissima domanda di questi prodotti consente al prezzo di ogni singola azione di schizzare verso l’alto in tempi veramente ridotti rispetto a ciò che si vede di solito nei mercati tradizionali.

investire in IPO pro contro

Tornando agli esempi fatti in precedenza, basta pensare che una IPO come quella lanciata da Upstart ha ottenuto un rendimento di ben +475% dopo il periodo di lock-up, facendo moltiplicare l’investimento di oltre 4 volte anche ai piccoli investitori che solitamente non riescono a fare grandi operazioni.

Di conseguenza, il mercato delle IPO risulta indubbiamente interessante per qualsiasi individuo, dal cliente istituzionale al piccolo risparmiatore che vuole mettersi in gioco rispettando le giuste precauzioni del mondo degli investimenti (gestione del rischio, gestione del capitale e diversificazione).

In aggiunta, chi compra al prezzo delle IPO parte sicuramente avvantaggiato, in quanto è difficile che il prezzo scenda toccando un punto più basso di quello iniziale.

Lo svantaggio da considerare, però, è che si tratta quasi sempre di realtà nate da poco, dunque molto giovani e delle quali non sarà possibile consultare un grafico storico che mostri l’andamento negli anni.

Un modo meno rischioso di partecipare alle IPO è affidarsi a piattaforme di investimento come Freedom24. In questo modo si può ottenere un maggior numero di azioni al prezzo dell’IPO, abbassando il costo medio per singola azione e avendo una base solida su cui fare affidamento.

Sulla piattaforma, inoltre, si possono vedere i fogli informativi delle aziende proposte, i loro obiettivi, la gestione delle azioni e tutta la loro storia, così da fare le proprie analisi e valutazioni. Inoltre, si può migliorare il rating dei clienti in modo da capire se vale davvero la pena investire in una start-up o meno.

Nel momento in cui si comprano le azioni, in ogni caso, bisogna sempre considerare la volatilità, protagonista indiscussa delle immissioni sul mercato di questo tipo.

Pro
Contro
Pro
  • Possibilità di ottenere le azioni al prezzo iniziale (per gli investitori)
  • Possibilità di ottenere liquidità a basso costo
  • Ampliamento del mercato
  • Maggiore visibilità
Contro
  • Essendo realtà molto giovani, non sono disponibili grafici e andamenti storici
  • Volatilità elevata

Conclusioni

Abbiamo visto nel dettaglio il significato di IPO, il funzionamento dell’offerta pubblica di vendita e tutte le fasi previste per queste soluzioni finanziarie.

Come già sottolineato, le Initial Public Offering rappresentano indubbiamente degli ottimi metodi di investimento se si vogliono acquistare titoli appena emessi, ma è sempre bene considerare un fattore importante come la volatilità, insieme agli obiettivi dell’azienda, e consultare attentamente i fogli informativi.

Affidarsi a piattaforme di investimento sicure come Freedom24, inoltre, può essere di grande aiuto per mitigare i rischi.

Domande frequenti sulle IPO (Initial Public Offering)

Cosa vuol dire l'acronimo IPO?

Il significato di IPO in finanza è Initial Public Offering, che sta a indicare l’offerta pubblica di vendita iniziale di una società. L’azienda immette delle nuove azioni sul mercato, che possono essere acquistate al prezzo iniziale senza la necessità di accedere a mercati secondari.

Come si partecipa a una IPO?

Il metodo più semplice per comprare nuove azioni al prezzo di IPO è affidarsi a piattaforme di brokeraggio come Freedom Finance, per esempio, ossia a un intermediario affidabile che faccia da “ponte” tra la società e gli investitori individuali.

Quali sono i vantaggi delle IPO?

I vantaggi di una IPO sono numerosi sia per l’azienda che per l’investitore. L’azienda accede infatti a un metodo semplice e veloce per ampliare risorse finanziare e numero di investitori, mentre l’investitore ha accesso ai titoli senza dover passare per mercati secondari, comprando al prezzo più basso disponibile.

Le aziende possono quotarsi in Borsa solo tramite IPO?

No. Prima di tutto, le aziende possono scegliere tra diverse tipologie di IPO, tra cui OPV, OPS e OPVS. Inoltre, un’alternativa per le aziende con una lunga storia alle spalle è la quotazione diretta sul mercato, che prevede però più requisiti e una maggiore solidità finanziaria.

Gli investimenti in titoli e altri strumenti finanziari comportano sempre il rischio di perdita del capitale. L’acquisto di azioni a prezzi da IPO può comportare ulteriori restrizioni. Le previsioni o le performance passate non sono garanzia di risultati futuri.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti