Ethereum (ETH): Prezzi, Valore, News e Guide all’Investimento

Ethereum (ETH): Prezzi, Valore, News e Guide all’Investimento

Cos'è Ethereum? Quali sono le differenze principali rispetto a Bitcoin? In questo approfondimento rispondiamo a queste e a molte altre domande.
Ethereum (ETH): Prezzi, Valore, News e Guide all’Investimento
Cos'è Ethereum? Quali sono le differenze principali rispetto a Bitcoin? In questo approfondimento rispondiamo a queste e a molte altre domande.
Michelangelo Ricupati
Pubblicato il 22 feb 2024 - Aggiornato il 11 lug 2024

Ethereum (ETH) è la seconda criptovaluta al mondo per capitalizzazione di mercato, subito dopo Bitcoin sia in termini di valore che di popolarità e conoscenza da parte degli investitori.

I suoi continui sviluppi tecnologici e il potenziamento della sua infrastruttura (chiamata anche world computer) hanno fatto salire la quotazione di Ethereum in modo esponenziale negli anni. Il suo prezzo al lancio era di soli $0,31 mentre oggi si aggira intorno ai $2.500, con valori massimi che hanno raggiunto quasi i $5.000.

Ma cos’è Ethereum esattamente? Come funziona la sua blockchain e come ha fatto ad acquisire così tanta popolarità tra gli utenti?

In questa guida vedremo nel dettaglio tutto ciò che bisogna sapere sull’intero ecosistema, analizzando prezzi e grafici per capire se conviene comprare Ethereum, e mostrando le diverse soluzioni per guadagnare con questo asset.

Cosa è Ethereum

Ethereum

Ethereum è una blockchain progettata per eseguire smart contract e applicazioni decentralizzate (DApps). Si tratta di una piattaforma, un’infrastruttura globale che consente agli sviluppatori di costruire e distribuire applicazioni senza doversi affidare ad intermediari centralizzati.

La blockchain è nata in origine come alternativa a Bitcoin che non si limitasse al caso d’uso finanziario. Grazie all’utilizzo degli smart contract, infatti, Ethereum ha aperto una miriade di possibilità agli sviluppatori, che possono creare strumenti innovativi in autonomia contribuendo al miglioramento della rete stessa. I campi di applicazione sono i più disparati: dai videogiochi alle piattaforme musicali, dai social network all’arte digitale.

In termini di tecnologia, si tratta di una blockchain che sfrutta il meccanismo di consenso Proof-of-Stake (PoS), diverso dal Proof-of-Work (PoW) usato da Bitcoin. In altre parole, non esiste il mining di Ethereum: la validazione delle transazioni avviene tramite il meccanismo dello staking.

Questo porta un notevole risparmio di risorse e permette anche ai piccoli investitori di contribuire alla sicurezza della rete. Per approfondire la differenza tra mining e staking, rimandiamo alla lettura della guida sul tema.

La maggiore partecipazione della community ha permesso al prezzo di Ethereum di salire ulteriormente, raggiungendo livelli molto più alti rispetto a qualche anno fa.

In sintesi, se volessimo spiegare cos’è Ethereum in termini semplici, possiamo dire che si tratta di un ecosistema aperto e in continua evoluzione per sviluppare dApps, eseguire e creare smart-contract, interagire con protocolli decentralizzati e scambiare asset digitali tra cui crypto e NFT.

Un po’ di storia

Vitalik Buterin fondatore Ethereum

Ethereum nasce dalla visione del giovane informatico Vitalik Buterin (in foto) di sfruttare la tecnologia blockchain per obiettivi che vanno oltre le semplici transazioni finanziarie. A differenza di Bitcoin, infatti, Ethereum vuole essere una piattaforma per applicazioni decentralizzate di ogni tipo, il concetto è illustrato nel Whitepaper pubblicato nel 2013.

Buterin, insieme ai co-sviluppatori Gavin Wood (che sarà poi il fondatore di Polkadot), Jeffrey Wilcke e Charles Hoskinson (futuro “padre” di Cardano), annunciò ufficialmente il lancio di Ethereum all’inizio del 2014, segnando l’inizio di un vero e proprio viaggio pieno di sviluppi tecnologici.

Grazie alla ICO (Initial Coin Offering) del 2014, il progetto raccoglie oltre $18.000.000, rendendo Ethereum uno dei principali player del mercato di quegli anni.

Il primo rilascio pubblico avviene nel 2015 sotto il nome Frontier, due anni dopo la pubblicazione del Whitepaper. Successivamente, nell’agosto 2015, viene avviato l’Ethereum Genesis Block, segnando il vero inizio della blockchain.

Nel corso degli anni successivi la blockchain viene aggiornata e migliorato costantemente, sviluppando hard fork come “Homestead", “Metropolis" e “Constantinople", ciascuno dei quali ha introdotto nuove funzionalità e miglioramenti alla piattaforma.

L’aggiornamento più consistente si è verificato nel 2022 ed è noto con il nome The Merge, in quest’occasione la blockchain di Ethereum ha cambiato meccanismo di consenso passando dal Proof-of-Work (PoW) al Proof-of-Stake (PoS).

Ad oggi, Ethereum continua ad essere una delle piattaforme blockchain più utilizzate e innovative al mondo.

A cosa serve Ethereum

Com’è facile intuire, Ethereum può essere applicato in un’ampia gamma di settori, dal gaming allo sviluppo aziendale, in quanto sia la tecnologia blockchain che gli smart contract permettono di automatizzare i processi operando nella massima sicurezza.

Di seguito alcuni dei principali utilizzi:

  • Finanza decentralizzata (DeFi): questo termine serve a raggruppare tutti gli strumenti finanziari costruiti su blockchain e quindi automatici e non dipendenti da enti esterni come banche o istituzioni. Tra questi servizi ci sono exchange decentralizzati (DEX), piattaforme di prestito o di staking o farming per ottenere ricompense passive pagate in criptovalute;
  • Smart Contract: Ethereum è noto principalmente per supportare gli smart contract, veri e propri “contratti informatici” che eseguono in modo automatico accordi tra due parti eliminando gli intermediari. Questi trovano applicazione in diversi settori, dagli accordi finanziari agli accordi legali, come anche ai sistemi di voto;
  • Applicazioni decentralizzate (DApp): l’ambiente Ethereum è pensato per dare agli sviluppatori la possibilità di creare ed eseguire applicazioni basate su una rete peer-to-peer decentralizzata, sicura e trasparente, come nel caso di Uniswap (exchange decentralizzato) e Decentraland (metaverso e piattaforma di realtà virtuale);
  • Standard ERC-20: questo standard serve a emettere token digitali sulla sua blockchain, come utility token, token di governance;
  • NFT: grazie a Ethereum sono nati gli NFT, dei token digitali unici e non fungibili che rappresentano altri asset come oggetti collezionabili, item appartenenti ai videogiochi e molto altro. Ad oggi, gli NFT sono utilizzati da collezionisti, artisti e team che vogliono lanciare nuovi progetti, come nel caso di CryptoPunks e Axie Infinity;
  • Governance e DAO: le organizzazioni autonome decentralizzate (DAO) si basano su blockchain, eliminando intermediari e autorità centrali grazie agli smart contract. Con Ethereum si possono gestire in modo automatico le organizzazioni, creando processi di governance sicuri e trasparenti;
  • Self-Sovereign Identity (SSI): la Self-Sovereign Identity (SSI) conferisce agli individui il controllo sulla propria identità digitale. Tramite l’SSI memorizzata sulla blockchain Ethereum, gli utenti possono condividere selettivamente i propri dati, aumentando la sicurezza, il livello di privacy e la trasparenza della gestione delle informazioni sensibili.

Queste sono solo alcune delle principali applicazioni e funzionalità di Ethereum, che condivide anche tutte le possibilità delle classiche blockchain, come la tracciabilità dei prodotti nelle aziende della supply chain.

Prezzo e Andamento di Ethereum Oggi

Negli anni l’andamento di Ethereum ha dimostrato la forte resilienza di questa criptovaluta, capace di sopravvivere anche ai momenti più difficili di mercato, messo sotto pressione da eventi macroeconomici come conflitti armati e l’inflazione.

Ad oggi il prezzo è in costante crescita, sia grazie agli aggiornamenti sia grazie all’acquisizione di consapevolezza da parte degli investitori. La quotazione di Ethereum, infatti, si aggira ormai tra i $2.000 e i $3.000.

Il prezzo più alto raggiunto dall’asset è pari a $4.868, valore toccato nel mese di novembre 2021. Chiaramente, non è detto che il valore di Ethereum continui a salire, in quanto il mercato crypto è altamente volatile.

Di conseguenza, è meglio controllare sempre il prezzo in tempo reale sfruttando grafici come quello qui sotto.


*Il 51% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Gli investimenti in criptovalute sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi dell’UE. I consumatori non sono tutelati. Possono essere applicate imposte sui profitti.

Previsioni 2024

Dopo la chiusura del 2023, il prezzo di Ethereum e la sua quotazione sul mercato hanno visto una forte ripresa, soprattutto dalla fine di gennaio in poi. Dopo aver rimbalzato dalla barriera psicologica dei $1.000 a novembre 2022, si è infatti assistito ad un forte trend rialzista, superando la resistenza dei $2.100 a fine novembre 2023.

Questo superamento ha portato ad un ulteriore breakout rialzista, spingendo il prezzo di ETH oltre i $2.200 e mostrando un trend rialzista nel medio-lungo termine.

Tenendo a mente le previsioni su Ethereum per il 2024, si potrebbe assistere a un nuovo rally rialzista sostenuto dagli acquirenti che potrebbe portare a sfondare nuovamente i $3.000, con un potenziale prezzo massimo di circa $3.800.

Se il trend dovesse continuare facendo superare questa soglia, il prezzo di Ethereum potrebbe facilmente tornare sopra i $4.000, ritornando intorno al suo All-Time-High.

Il prezzo medio previsto è di circa $2.800, mentre il minimo potrebbe far tornare la quotazione di ETH sotto i $2.000.

Dove comprare Ethereum

Ora che abbiamo visto cos’è Ethereum e qual è il suo valore, cerchiamo di capire dov’è possibile comprare crypto in tutta sicurezza, evitando processi macchinosi e rischiosi per i principianti.

Il consiglio principale è quello di utilizzare un exchange o un broker certificato, in modo da non interagire con piattaforme fittizie che potrebbero far perdere facilmente i propri fondi.

I più esperti possono usare anche gli exchange decentralizzati, sfruttando la potenza di Ethereum e accedendo a piattaforme innovative per elaborare una strategia di investimento, usando ad esempio protocolli di staking o farming.

Tuttavia, è meglio evitare questi processi se non si hanno buone conoscenze tecniche. Di seguito alcuni dei migliori broker su cui comprare Ethereum in modo semplice e intuitivo:

Commissioni maker/taker
Deposito minimo
Criptovalute disponibili
Conto demo
Commissioni:
1%/1%
Deposito minimo: 50$
Criptovalute: 70+
Conto demo:
Commissioni:
zero
Deposito minimo: 100€
Criptovalute: 22
Conto demo:
Commissioni:
1€
Deposito minimo: 10€
Criptovalute: 50+
Conto demo: No
Commissioni:
0-0.5% 0.04-0.5%
Deposito minimo: 0,01 €
Criptovalute: 241
Conto demo: No
Commissioni:
3,90%/4,90%
Deposito minimo: da 0€
Criptovalute: 50+
Conto demo: No
* eToro: Il 51% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi. ** Plus500: L’82% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Gli investimenti in criptovalute sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi dell’UE. I consumatori non sono tutelati. Possono essere applicate imposte sui profitti.

eToro

Forse la piattaforma più conosciuta, anche per via del fatto che è stata una delle prime in Italia a dare la possibilità di investire nelle criptovalute e nei Bitcoin: stiamo parlando ovviamente di eToro*, portale sicuro, legale e semplice da utilizzare.

Il principale vantaggio di eToro è che si basa su un sistema di copytrading: permette di entrare in contatto con i migliori trader sul mercato e di copiarne le strategie, apprendendo così i loro segreti. Così facendo è possibile applicare quelle strategie direttamente alle proprie operazioni. Ideale sia per gli utenti principianti che per i più esperti, eToro è attualmente una delle piattaforme più famose e apprezzate per il trading online anche riferito a Ethereum.

*Il 51% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Gli investimenti in criptovalute sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi dell’UE. I consumatori non sono tutelati. Possono essere applicate imposte sui profitti.

Bitpanda

Tra le piattaforme di exchange più sicure, questo servizio con sede in Europa consente di acquistare diverse criptomonete e fare i propri investimenti in totale sicurezza. Se si considerano le condizioni economiche proposte, Bitpanda risulta forse uno dei migliori in circolazione. Per comprare la cripto Ethereum e aggiungerla al proprio portafoglio è necessario creare prima un account e confermare la propria identità.

Conversione Ethereum/Euro

La conversione di Ethereum in euro può essere effettuata in maniera molto semplice e veloce. Per “tradurre” il valore di una certa quantità di Ethereum in euro basta infatti utilizzare dei tool di conversione aggiornati e affidabili, capaci di effettuare un rapido cambio in euro.

Si tratta di un servizio che diversi siti online fanno in tempo reale, ma è possibile utilizzare anche dei tool messi a disposizione dalle piattaforme exchange e broker stessi. In questo modo chi investe può tenere sotto controllo il valore reale di una determinata crypto.

Ecco di seguito un pratico strumento di conversione, grazie al quale è possibile ottenere il valore della cripto Ethereum in euro.

*Il 51% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Gli investimenti in criptovalute sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi dell’UE. I consumatori non sono tutelati. Possono essere applicate imposte sui profitti.

Come Guadagnare con Ethereum

Ethereum

Le criptovalute consentono di usare diverse strategie per cercare di ottenere un ritorno economico. In passato, molti erano soliti fare mining di Ethereum per accumulare più token possibili, ma oggi non è più fattibile a causa del passaggio alla Proof-of-Stake.

Lo staking, ad oggi, è senz’altro uno dei metodi più semplici per ottenere Ethereum in modo passivo, bloccando semplicemente una certa somma all’interno di un protocollo o un Exchange con l’apposita funzione.

In alternativa, ci sono diversi metodi per guadagnare con Ethereum, tra cui:

  • Trading: comprare ETH a un prezzo più basso per rivendere ad un prezzo più alto è sicuramente una delle strade più gettonate. Usando strumenti come i contratti per differenza (CFD), inoltre, si può puntare sull’andamento di Ethereum sia al rialzo che al ribasso, sfruttando tutti i momenti di mercato;
  • Acquisto e detenzione: comprare Ethereum e detenerli nel lungo periodo può essere un buon metodo per chi non vuole fare trading. Molti sono soliti acquistare ETH gradualmente avviando un vero e proprio piano di accumulo (PAC) per il lungo termine;
  • Staking: come già accennato, lo staking consiste nel bloccare una certa quantità di Ethereum all’interno della rete, contribuendo alla sicurezza della blockchain e ricevendo in cambio ricompense pagate in ETH;
  • DeFi: usando i protocolli DeFi, come appunto quelli di staking o di prestito, è possibile elaborare strategie avanzate per ottenere ricompense pagate in Ethereum, ritorni economici su stablecoin o bonus (airdrop) in monete emergenti.

Chiaramente, non si tratta di strategie che portano a un guadagno certo, motivo per cui è sempre consigliabile studiare in modo approfondito, evitando di affidarsi a sistemi di guadagno facile e schemi piramidali.

*Il 51% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Gli investimenti in criptovalute sono altamente volatili e non regolamentati in alcuni Paesi dell’UE. I consumatori non sono tutelati. Possono essere applicate imposte sui profitti.

Wallet Ethereum Raccomandati

In questa sezione vedremo insieme quali sono i migliori wallet per Ethereum, per conservare e scambiare la crypto. D’altronde, detenere i propri asset in sicurezza è uno degli elementi fondamentali per non perdere denaro, soprattutto quando si accumula una certa quantità di token.

Nel mondo crypto esistono due categorie di wallet: hot wallet e cold wallet. I primi sono dei portafogli digitali sempre connessi a Internet, disponibili sia in formato web sia all’interno di exchange come Binance o Coinbase.

Questi risultano sicuramente più semplici e intuitivi per utenti principianti, in quanto gestiti da grosse società che offrono metodi di accesso e detenzione ottimizzati. In questa tipologia di wallet rientrano anche i web wallet, i desktop wallet e i mobile wallet.

Di seguito alcuni degli hot wallet Ethereum più utilizzati ed efficienti.

Facilità d'uso
Costo Download / Commissioni
Token supportati
Metodi di Pagamento
Facilità d'uso: Facile
Costo Download / Commissioni: Gratis / 1%-3,99%
Token supportati: 500+
Metodi di Pagamento:
  • Carta
  • Bonifico

Hot Wallet

Metamask

I principianti del mondo crypto che vogliono comprare Ethereum con un hot wallet solido e dalla lunga storia alle spalle possono usare Metamask. Si tratta di un portafoglio disponibile sia tramite app per smartphone sia come estensione browser, compatibile con più blockchain e centinaia di asset.

L’utente è in possesso della chiave privata, della frase di recupero del wallet e della password, che vanno custodite nella massima sicurezza in modo da avere il pieno controllo dei fondi.

Guarda Wallet

Guarda Wallet è un portafoglio di criptovalute multi-asset estremamente sicuro pensato per detenere, inviare e ricevere Ethereum (ETH) e altri token basati sulla stessa blockchain. L’elemento distintivo del wallet è la presenza di protocolli di protezione avanzati.

Si tratta di un wallet che supporta oltre 400.000 asset e più di 50 blockchain, l’ideale per chi vuole diversificare il proprio portafoglio di investimento. Si possono anche effettuare depositi in denaro FIAT e accedere ad una piattaforma di scambio interna.

Electrum

Con una storia che risale ormai al 2011, Electrum è uno dei primi hot wallet per criptovalute, creato inizialmente per Bitcoin e reso compatibile successivamente con altri asset, tra cui appunto Ethereum.

Il wallet può essere collegato anche con cold wallet come Ledger e Trezor, per una maggiore flessibilità nelle operazioni. L’applicazione è adatta ad un target di utenti più esperti, in quanto consente di effettuare transazioni con commissioni personalizzate.

Exodus

Exodus è un hot wallet Ethereum perfetto per principianti grazie alla sua interfaccia semplice e intuitiva. Essendo compatibile con vari sistemi operativi, tra cui Windows, macOS e Linux, può essere usato da un’ampia gamma di utenti, con la possibilità di scaricare l’applicazione mobile dedicata per controllare tutto in tempo reale con una semplice connessione Internet.

In più, Exodus può essere sincronizzato con hardware wallet come Trezor, aumentando ulteriormente il livello di sicurezza e personalizzazione.

Cold Wallet

I cold wallet sono decisamente più sicuri degli hot wallet, in quanto conservano le criptovalute offline prevenendo attacchi informatici e manomissioni da parte di malintenzionati.

In più, i vari strati di sicurezza offrono maggiore protezione in caso di furto, poiché è solo l’utente a conoscere le chiavi private.

Ecco un elenco dei migliori cold wallet per Ethereum:

Facilità d'uso
Token supportati
OS supportati
Prezzo
Facilità d'uso: Facile
Token supportati: 5.500+
OS supportati:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
Prezzo: 79€
Facilità d'uso: Facile
Token supportati: 1.000+
OS supportati:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
Prezzo: 59€
Facilità d'uso: Facile
Token supportati: 500+
OS supportati:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
Prezzo: 179€
Facilità d'uso: Facile
Token supportati: 5.500+
OS supportati:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
  • iOS
Prezzo: 149€

Pro e Contro di Ethereum

Pro
Contro
Pro
  • Tecnologia di blockchain superiore
  • Linguaggio di programmazione unico
  • Previsioni nel medio e lungo periodo in rialzo
  • Per capitalizzazione azionaria è la seconda criptovaluta, dopo Bitcoin
  • È legata fortemente con gli smart contracts e con la defi
Contro
  • Fortissima volatilità

Differenza tra Ethereum e Bitcoin

La differenza tra Bitcoin ed Ethereum va oltre il prezzo, la fornitura circolante o le performance ottenute negli anni.

Bitcoin, infatti, nasce principalmente come alternativa al denaro tradizionale e come riserva di valore, al pari dell’oro o di altri beni che vengono custoditi nel lungo periodo in modo da proteggersi dall’inflazione.

Il creatore Satoshi Nakamoto, infatti, parla di Bitcoin come forma di sistema di pagamento peer-to-peer da utilizzare senza la necessità di controllo da parte di governi e istituzioni finanziarie centralizzate.

Ethereum, dall’altra parte, è stato ideato per creare un ecosistema di applicazioni decentralizzate e smart contract, che possono operare in modo automatico rendendo l’esperienza di utenti e sviluppatori decisamente unica.

L’obiettivo principale di Ethereum è quello di offrire una piattaforma completa su cui creare, distribuire e gestire applicazioni decentralizzate, con gli smart contract che fungono da tramite per consentire la conclusione di transazioni e accordi tra due parti.

Ciò elimina completamente gli intermediari centralizzati, rendendo i processi immutabili e completamente verificabili grazie alla blockchain.

Ethereum apre la strada a varie applicazioni legate alla finanza decentralizzata (DeFi), un settore che ha sicuramente rivoluzionato la finanza tradizionale introducendo giochi blockchain, strumenti di identità digitale, NFT e molto altro.

In quanto alla fornitura prevista, Bitcoin ha un limite massimo di 21.000.000 di unità, cosa che invece non accade su Ethereum, che ha una supply pressoché illimitata ma, allo stesso tempo, adotta sistemi di burn creando uno strumento deflazionistico nel tempo.

Un’ulteriore differenza fondamentale tra le due criptovalute è che, sebbene entrambe utilizzino la blockchain, queste differiscono nel metodo di consenso utilizzato.

Ad oggi, Ethereum utilizza la Proof-of-Stake (Pos), un metodo di consenso meno inquinante e che consente un accesso semplificato agli utenti che vogliono contribuire alla sicurezza della rete.

Dall’altro lato, Bitcoin utilizza ancora il vecchio sistema Proof-of-Work (PoW), che si avvale di risorse energetiche che, purtroppo, non sono così sostenibili.

Nonostante queste differenze, però, Bitcoin ed Ethereum condividono molte caratteristiche importanti, come l’utilizzo della tecnologia blockchain, la distribuzione dei dati, l’utilizzo di nodi e/o miner per la convalida delle transazioni e, soprattutto, la natura decentralizzata dei loro ecosistemi.

Conclusioni

Abbiamo visto come Ethereum sia una delle criptovalute più conosciute e complete in circolazione, grazie al suo ecosistema completamente decentralizzato e alle tecnologie innovative messe a disposizione degli utenti.

Trattandosi di una vera e propria piattaforma in cui è possibile lanciare, gestire e distribuire applicazioni decentralizzate, gli sviluppatori possono dar vita a nuove idee mettendole a disposizione dell’intera community.

Questo senso di community è il vero valore di Ethereum, il cui prezzo non dipende tanto da domanda e offerta quanto dalle nuove tecnologie introdotte. Difatti, ogni anno vengono implementate nuove funzioni e corretti eventuali bug di sistema o falle di sicurezza grazie al contributo di tutti i partecipanti. Cosa che arricchisce sempre di più questa tecnologia.

Comprare Ethereum, quindi, può essere sicuramente interessante per molti investitori che credono nelle potenzialità di questa tecnologia. Ovviamente, bisogna sempre studiare l’andamento di Ethereum in tempo reale, approfondendo tutte le relative nozioni tecniche e tenendo conto della forte volatilità di questo settore.

*Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Domande Frequenti su Ethereum

Quanto fruttano 100 euro in Ethereum?

Dipende dall’attuale quotazione della criptomoneta. Per scoprirlo basta osservare il grafico presente al paragrafo “Prezzo e Andamento di Ethereum Oggi” di questa guida o consultare il nostro approfondimento sulla quotazione delle criptovalute.

Per sapere in tempo reale quanto valgono 100 euro in Ethereum è possibile anche utilizzare il tool di conversione presente nel paragrafo “Valore Ethereum/Euro” di questa guida.

Quando conviene comprare Ethereum?

Bisogna tenere costantemente alta l’attenzione per scegliere il momento giusto per comprare Ethereum, osservando grafici e andamenti. Affidarsi ai consigli di esperti del settore e acquisire nuove conoscenze in questo campo è fondamentale in tal senso.

Prima di procedere con l’investimento, è bene osservare il trend delle ultime settimane. In questo modo ci si potrà fare un’idea anche su quanto investire.

Quanto varrà Ethereum nel 2030?

Non è affatto facile sapere quale sarà il prezzo di Ethereum nel 2030 o cercare di stimare il suo valore approssimativo. Tuttavia, tenendo conto delle performance passate, della continua adozione da parte degli utenti e dei nuovi sviluppi tecnologici, la quotazione di Ethereum nel 2030 secondo gli esperti potrebbe aggirarsi intorno ai $23.500.

Perché comprare Ethereum?

Chi si chiede perché comprare Ethereum dovrebbe considerare il suo potenziale latente, tenendo anche conto dei prezzi raggiunti da realtà come Bitcoin. Un passaggio dal prezzo attuale a livelli superiori a $20.000 porterebbe a un ritorno economico di circa 10 volte rispetto all’investimento iniziale, anche se bisogna valutare tutti i rischi del settore per evitare di perdere fondi.

Quanto valeva un Ethereum all'inizio?

Ethereum viene lanciata ufficialmente il 30 luglio 2015. Durante la sua fase iniziale, ovvero l’ICO, il prezzo di Ethereum era fissato a circa $0,30.

*eToro è una piattaforma multi-asset che offre sia investimenti in azioni e criptovalute sia trading di CFD.
Presta attenzione al fatto che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 51% degli investitori perde denaro quando fa trading di CFD con questo broker. Considera se hai compreso il funzionamento dei CFD, e se puoi prenderti l’alto rischio di perdere i tuoi soldi.
Le performance passate non sono indicazione di risultati futuri. La storia degli andamenti di trading è inferiore a 5 anni completi e può non essere sufficiente come base per decisioni di investimento.
Il Copy Trading non equivale a un consiglio di investimento. Il valore dei tuoi investimenti può aumentare o diminuire. Il tuo capitale è a rischio.
L’investimento in criptoasset è altamente volatile e non regolato in alcuni Paesi europei. Nessuna protezione dei consumatori. Potrebbero applicarsi tasse sui profitti.
eToro USA LLC non offre CFDs, non rappresenta e non si assume la responsabilità dell’accuratezza o della completezza del contenuto pubblicato, che è stato preparato dal nostro partner utilizzando specifiche informazioni pubbliche su eToro.

Ultime Notizie su Ethereum

Le Nostre Guide

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

eToro è una piattaforma che offre investimenti in azioni, criptovalute e trading di CFDs. Considera sempre che i CFDs sono strumenti finanziari complessi e presentato un alto rischio di perdita dell’investimento rapidamente. Il 51% degli investitori su eToro perdono soldi nelle transazioni di CFDs. Devi sempre considerare come funzionano i CFDs e il tuo limite finanziario. Queste comunicazioni sono da intendersi puramente illustrative e educative e non devono considerarsi in nessun modo consigli o raccomandazioni di investimenti. Ricorda che i risultati passati non sono indice di quelli futuri. Ricordati che il Copy Trading non rappresenta un consiglio finanziario. Il valore del tuo investimento può incrementare o diminuire. Il tuo capitale è a rischio. Gli Asset Cripto sono altamente volatili e non regolamentati nei paesi dell’EU. Non esiste una protezione per il consumatore. Potresti dover pagare delle tasse sui tuoi possibili profitti. eToro USA LLC non offre CFDs e non si assume la responsabilità riguardo l’accuratezza o la completezza dei contenuti presenti su questo sito, creati direttamente dal nostro Partner.