Binance: Recensione e Guida pratica 2022 | Pro e Contro

Binance: Recensione e Guida pratica 2022 | Pro e Contro

Binance è uno degli exchange più in ascesa del mercato delle criptovalute. Vediamo tutte le caratteristiche e i pro e i contro del servizio.
Binance è uno degli exchange più in ascesa del mercato delle criptovalute. Vediamo tutte le caratteristiche e i pro e i contro del servizio.

Il mercato delle criptovalute è in costante evoluzione e Binance nel corso del tempo ha dimostrato di saper cavalcare l’onda, diventando una delle piattaforme più grandi e apprezzate per quanto riguarda il trading di criptovalute.

In questa guida analizzeremo nel dettaglio tutte le caratteristiche di Binance, per capire meglio come funziona e come usare il servizio, scoprendo quali sono le opportunità che la piattaforma offre ai suoi utenti.

Cos’è Binance

Questa piattaforma di trading ha una doppia anima: Binance svolge infatti sia la funzione di exchange, dando quindi agli utenti la possibilità di scambiare criptovalute e trarne profitto, sia quella di wallet (portafoglio virtuale) per conservare le criptovalute che si possiedono.

Nata in Cina nel 2017 e trasferitasi poco dopo a Taiwan e poi a Malta, nell’arco di circa quattro anni Binance ha saputo ritagliarsi un ruolo di primo piano nel settore delle crypto.

Attualmente, infatti, Binance è l’exchange più utilizzato al mondo insieme a Coinbase, e conta un volume medio giornaliero di trading pari a 2 miliardi. L’obiettivo della piattaforma è di diventare un perno nella prestazione di servizi infrastrutturali nel sistema della blockchain.

🏢 Sede e Nascita:Cina, 2017
📄 Regolamentazione:VFA
💰 Deposito Minimo:0,01 €
📱App mobile:sì (Android, iOS)
☎️ Contatti:live chat, segnalazione tramite ticket
📈 Tipo di Trading:criptovalute
🌎 Sito Ufficiale: binance.com/it

Caratteristiche e servizi di Binance

Binance è un servizio affidabile e molto accessibile: la piattaforma presenta un’interfaccia estremamente intuitiva, grazie alla quale l’utente può negoziare e ottimizzare i propri investimenti in maniera rapida ed efficiente, senza problemi di usabilità.

Per effettuare la registrazione su Binance è necessario recarsi sul sito ufficiale dell’exchange, selezionare la propria area di residenza e cliccare sulla voce “Crea conto”. Fatto questo, è necessario inserire il proprio indirizzo email e una password per avviare il processo di registrazione, dopodiché bisogna premere sul pulsante “Successivo”.

A questo punto si riceverà un’email con un link che servirà per attivare l’account. Dopo aver confermato il proprio indirizzo email, bisognerà inserire il proprio numero di telefono per attivare subito l’autenticazione a due fattori e proteggere l’account.

Molti utenti si chiedono se Binance offre la possibilità di fare pratica con un conto demo. Nel momento in cui scriviamo non esiste la possibilità di usare un account demo per sperimentare e testare la piattaforma senza rischiare sui propri investimenti, ma la funzionalità potrebbe essere integrata molto presto.

Tra le caratteristiche più interessanti di Binance troviamo la possibilità di scegliere il livello con cui si vuole operare. Si può infatti decidere tra livello base e avanzato: con il primo, l’interfaccia è semplificata e risulta perfetta per i principianti; con il secondo, invece, le funzionalità sono più complesse e adatte agli investitori più esperti, comprendendo tutti gli strumenti di trading per ottimizzare e velocizzare le operazioni che si desidera effettuare.

Altro aspetto importante da considerare è la possibilità di investire su Binance utilizzando la leva finanziaria (detta anche “leverage”). Si tratta di uno strumento che permette di aumentare la propria esposizione ai mercati, prendendo in prestito il capitale dal broker. Così facendo si ottiene un maggior potere di acquisto, in quanto si ha la possibilità di fare trading con somme di denaro più alte rispetto a quelle che si posseggono realmente.

Purtroppo al momento questo exchange non consente invece lo scambio tra valute digitali e fiat, cioè quelle tradizionali. Tuttavia, dà la possibilità di investire in ICO (Initial Coin Offering), una modalità del tutto innovativa con cui raccogliere dei fondi per un proprio progetto legato alla blockchain.

 

Binance Card

binance card visa

La piattaforma Binance offre anche la possibilità di richiedere la Binance Card, una carta prepagata connessa al circuito internazionale Visa ed emessa in maniera completamente gratuita. La richiesta e l’uso della carta non comportano alcuna spesa da parte dell’utente: Binance Card infatti non presenta costi di commissione né canoni mensili o annuali da sostenere. 

Gli utenti registrati possono richiederla direttamente online, seguendo i passaggi indicati sul sito e fornendo i dati richiesti (molti dei quali saranno precompilati). Per effettuare la richiesta è necessario essere residenti in uno dei Paesi abilitati (l’elenco completo è consultabile su questa pagina di Binance.com) e aver già fatto la verifica dell’account.

Ma come funziona la Binance Card? Con questa comoda carta è possibile gestire e utilizzare le proprie criptovalute per acquisti online e offline in oltre 60 milioni di shop presenti in tutto il mondo: ciò è reso possibile dalla conversione praticamente immediata delle cripto che si posseggono in valute fiat.

Inoltre, Binance Card funziona anche in modalità contactless, essendo compatibile con i sistemi di pagamento Google Pay, Apple Pay e Samsung Pay, sempre più utilizzati e diffusi.

Un altro aspetto positivo della carta offerta da Binance è la possibilità di ricevere un cashback (ossia un rimborso) giornaliero che va dall’1 all’8% per ogni volta che si usa Binance Card per fare i propri acquisti. Il cashback viene poi pagato in Binance Coin (BNB), la crypto ufficiale di Binance.

 

Come iscriversi a Binance

Fatta questa panoramica su cos’è Binance e come funziona, possiamo passare alla procedura necessaria per iscriversi e cominciare così a utilizzare la piattaforma Binance.

Come cominciare a usare i servizi offerti da Binance? Per cominciare bastano davvero pochi passaggi. Basta infatti andare sul sito ufficiale di Binance e cliccare su “Registrati“. Fatto questo, sarà necessario inserire i dati e le informazioni personali richieste, verificando poi l’account per completare il processo.

Il portale offre anche la possibilità di procedere con l’autenticazione a due fattori. Nel momento in cui ci si iscrive, quindi, si può scegliere questo metodo di sicurezza, assolutamente consigliato per un maggior livello di protezione del proprio account.

Completata l’iscrizione, l’utente potrà cominciare a usare la piattaforma di Binance per trasferire o convertire criptovalute, effettuare la compravendita di valute digitali o utilizzare il wallet proposto dal servizio.

Criptovalute su Binance

Criptovalute

Altro aspetto peculiare di Binance è la grossa mole di cripto supportate, con un listino di asset su cui fare trading molto esteso.

Naturalmente il servizio mette a disposizione tutte le crypto principali, come Bitcoin ed Ethereum, ma anche molte criptomonete emergenti. Su Binance sono infatti presenti più di 300 criptovalute tra altcoin e stablecoin e moltissime coppie di crypto per fare trading.

Ecco una lista delle principali criptovalute negoziabili su Binance:

La lista viene aggiornata mensilmente: le criptovalute con volumi poco elevati vengono infatti rimosse da Binance, così da lasciare posto a eventuali nuove e più allettanti monete digitali.

Commissioni e prezzi su Binance

Uno degli aspetti più importanti da valutare quando si inizia a investire online è quello relativo alle commissioni (dette anche “fees”) applicate dall’exchange che si utilizzerà. A questo proposito, quali sono le commissioni e i costi da considerare per Binance? Gli utenti registrati al servizio avranno una commissione fissa dello 0,1% per ogni operazione.

Bisogna sapere, poi, che la piattaforma consente anche il pagamento delle fees relative alle transazioni in Binance Coin. Come abbiamo spiegato per esteso nella nostra guida su Binance Coin (BNB), questa opzione dà la possibilità di ottenere sconti non indifferenti.

Gli investitori che si chiedono quanto costa operare su Binance devono considerare che i prezzi variano anche in base al volume di scambi. Inoltre, è bene ricordare che, nel caso del trading peer-to-peer, i costi non vengono decisi dall’Exchange.

Non vengono applicati costi per i depositi su Binance e l’exchange ha recentemente deciso di ridurre le commissioni di prelievo, che valgono solo per Bitcoin ed Ethereum. Per quanto riguarda le commissioni per i prelievi, invece, Binance applica delle commissioni “dinamiche”, che si adattano automaticamente allo stato del mercato.

Metodi di pagamento accettati su Binance

Carte di credito

Per quanto concerne i metodi di pagamento, Binance offre ai suoi utenti diverse soluzioni. Binance supporta infatti i pagamenti con carte di credito Visa e Mastercard.

Visa è accettata per intestatari che hanno residenza nei Paesi dello Spazio Economico Europeo (SEE), Russia, Ucraina e Regno Unito.

I pagamenti con carte Mastercard sono invece disponibili nei seguenti Paesi: Brasile, Colombia, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Indonesia, Italia, Lettonia, Lussemburgo, Messico, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Russia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Turchia, Regno Unito e Ucraina. 

Inoltre, è bene sapere che è possibile collegare fino a 5 carte bancarie sul proprio conto su Binance.

Contestualmente, Binance accetta differenti valute fiat o stablecoin per l’acquisto di asset digitali. Difatti, dall’euro al dollaro statunitense all’USDT (Tether), ciascun utente potrà gestire al meglio la propria attività.

Come guadagnare su Binance

Molti utenti interessati al mondo delle crypto si chiedono come investire (e quindi guadagnare) su Binance. La risposta preliminare è che, prima di avviare la compravendita di criptovalute, è necessario effettuare un passaggio obbligato dopo la registrazione dell’account: aggiungere fondi. Nel caso in cui si disponga già di criptovalute, è possibile inviarle al wallet e utilizzare direttamente i token che si possiedono.

Se non si hanno ancora criptovalute, invece, è bene capire prima come comprare su Binance usando del denaro tradizionale. In questo caso è possibile fare il primo deposito direttamente con carta di credito. Lo stesso discorso, all’inverso, vale se ci si sta chiedendo come vendere su Binance. 

Per quanto concerne invece le strategie da utilizzare per capire quando è il momento di comprare o vendere e come fare, rimandiamo ai tutorial di formazione che gli esperti analisti tengono proprio sulla piattaforma dell’exchange (e, più in generale, a figure realmente competenti che possano anche offrire un quadro più chiaro e aggiornato in merito all’andamento delle varie criptovalute scambiabili).

Per quanto riguarda gli investimenti, infatti, non esiste una strategia uguale ed efficace per tutti. Per questo motivo, è sempre bene diffidare dei guru di turno che assicurano guadagni facili e veloci. La soluzione migliore, come detto, è affidarsi a risorse realmente utili che consentono di apprendere le basi di questo settore e affinare poi man mano le proprie capacità, in base agli obiettivi che si vogliono raggiungere e al capitale che si ha a disposizione.

 

Pro e contro

Ogni exchange ha dei vantaggi e svantaggi, che si manifestano pienamente nel momento in cui si inizia ad utilizzarli. Il successo di Binance suggerisce come i primi abbiano da tempo superato i secondi, ma alcuni aspetti vanno comunque tenuti in considerazione.

Pro
Contro
Pro
  • Numerosi servizi e operazioni interessanti
  • Commissioni basse
  • Protezione della privacy e dei dati degli utenti
  • Alta compatibilità con dispositivi e sistemi operativi più recenti
Contro
  • Commissioni alte sulle transazioni effettuate con denaro tradizionale
  • Disponibili solo Bitcoin ed Ethereum per transazioni con denaro tradizionale

Sicurezza di Binance

Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, Binance è ampiamente riconosciuto come uno degli exchange migliori presenti sul mercato, 

Come accennavamo in precedenza, la piattaforma permette di impostare l’autenticazione a due fattori (2FA), un passaggio fondamentale per la sicurezza del proprio account.

Per un maggior livello di sicurezza, è anche possibile controllare e gestire la lista dei dispositivi che hanno accesso al proprio account su Binance, in modo da rimuovere quelli sospetti o che non si utilizzano più.

In generale, nel corso degli anni Binance si è dimostrato piuttosto attento alla sicurezza dei fondi dei propri utenti: nonostante sin dalla sua nascita abbia subito numerosi attacchi di hacking, la piattaforma è sempre riuscita a coprire le perdite, senza che queste colpissero gli utenti iscritti.

Come prelevare e depositare su Binance: tutorial

Vediamo meglio quali sono i passaggi necessari per prelevare e depositare sulla piattaforma di Binance.

Per quanto riguarda il prelievo su Binance, la procedura e il tempo necessario per trasferire i fondi cambiano in base a cosa si desidera prelevare. 

Partiamo da un breve tutorial per effettuare la prima operazione, ossia come fare un prelievo di criptovalute su Binance. Per prima cosa, bisogna accedere all’account, andando poi su “Wallet” e cliccando su Fiat e Spot. Fatto questo, sarà necessario andare su “Preleva” e selezionare “Crypto”, indicando la criptovaluta che si desidera prelevare.

Nel caso in cui la criptovaluta scelta circoli su più network, sarà necessario indicare quello che si vuole utilizzare per effettuare il prelievo. A questo punto bisognerà selezionare “BNB” nel Wallet, toccare su “Ricevi” e poi copiare l’indirizzo BNB, incollarlo in “Indirizzo BNB del destinatario” nella pagina di prelievo di Binance e poi cliccare su “Invia”. Infine, fare clic su “Invia Codice”, inserire il codice a sei cifre ricevuto via email, inserire il codice 3FA e cliccare su “Invia”. Per vedere i prelievi in uscita basterà andare nella cronologia delle transazioni.

Per prelevare valute fiat da Binance, invece, la procedura è diversa. Supporta oltre 60 valute fiat e diversi metodi di pagamento. Per farlo bisogna accedere all’account Binance, andare su “Wallet” e cliccare su “Fiat e Spot”.

Fatto questo, cliccare su “Preleva” e selezionare “Fiat”. Fatto questo, bisognerà selezionare la valuta fiat da prelevare e il metodo di pagamento che si preferisce (le opzioni relative al metodo di pagamento variano in base alla valuta e alla regione selezionate). Infine, basterà inserire i dettagli richiesti e seguire le istruzioni che compaiono sullo schermo. Per confermare il prelievo, infine, sarà necessario inserire il codice di verifica.

Passando al deposito, invece, è bene sapere che per depositare denaro sarà necessario cliccare sulla procedura per aggiungere fondi con carta di credito ed eseguire il pagamento vero e proprio, inserendo il valore da depositare (in dollari) e la criptovaluta in cui si desidera trasformarlo (Bitcoin o Ethereum).

Il sistema informatico di Binance restituirà immediatamente il quantitativo di criptovalute del genere scelto a seconda del deposito effettuato. Infine, basterà immettere il numero e i dati della carta di credito, con la quale si potrà autorizzare il pagamento e vedere il saldo accreditato sul conto nel giro di una mezz’ora.

 

Assistenza clienti

L’assistenza di Binance è in primo luogo garantita dalla live chat messa a disposizione dall’exchange. Per utilizzarla bisogna accedere all’account e fare clic su “Supporto”, in basso a destra; in questo modo verrà avviata la chat. Eventualmente, è possibile accedervi anche da Profilo e Chat utilizzando l’app. Nella finestra della chat sarà possibile inviare una segnalazione e allegare la documentazione aggiuntiva (degli screenshot, ad esempio), così da permettere al team di supporto di Binance di gestire al meglio la segnalazione.

Quando la pratica verrà assegnata a un operatore, l’utente riceverà una notifica. Per mantenere aperta la conversazione con l’assistenza clienti, è necessario rispondere al thread entro 24 ore. Così facendo si rimarrà in testa alla coda di richieste che la piattaforma gestisce quotidianamente.

Se la segnalazione viene contrassegnata come “Risolta” ma la problematica permane, è possibile inviare nuovamente la domanda rispondendo al thread.

Una soluzione alternativa alla live chat è la pagina delle FAQ di Binance: qui è infatti possibile trovare numerose domande frequenti con relative risposte.

Alternative a Binance

Commissioni maker/taker
Deposito minimo
Criptovalute disponibili
Conto demo
Commissioni:
0,1%/ 0,15%
Deposito minimo: 25€
Criptovalute: 50+
Conto demo: No
Commissioni:
0,4%/ 0,6%
Deposito minimo: 0,01€
Criptovalute: 170
Conto demo: No
Commissioni:
1%/1%
Deposito minimo: 50$
Criptovalute: 50+
Conto demo:
Commissioni:
3,90%/4,90%
Deposito minimo: nessuno
Criptovalute: 30+
Conto demo: No
Commissioni:
0,5%/0,5%
Deposito minimo: 10€
Criptovalute: 30+
Conto demo: No
Commissioni:
zero
Deposito minimo: 10€
Criptovalute: 50+
Conto demo: No

Ricordiamo che il 67% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questi fornitori. Valuta se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Binance: opinioni finali

Siamo giunti alla fine della nostra guida su Binance, ad oggi uno degli exchange di criptovalute più famosi e apprezzati del mondo.

Questa piattaforma è promossa sotto tutti i punti di vista: mette a disposizione un sistema impeccabile, sicuro e senza malfunzionamenti di alcun tipo. Non a caso è diventata una vera e propria istituzione nel mondo delle crypto.

Non è da sottovalutare un’azienda che in pochi anni arriva a diventare un brand di grandezza mondiale: Binance ha superato la concorrenza di molte altre piattaforme. Merito anche delle tante funzionalità presenti al suo interno.

Insomma, Binance è attualmente nella top 3 degli exchange con cui iniziare a fare trading e a investire nelle criptovalute.

Domande frequenti su Binance

Quali criptovalute si possono comprare su Binance?

Binance supporta più di 150 criptovalute: sulla piattaforma è possibile trovare tutte le criptovalute principali, tra cui Bitcoin, Ethereum e Ripple, ma anche criptovalute meno note, come quelle emergenti.

Quali commissioni ha Binance?

Binance applica una commissione fissa dello 0,1% su ogni operazione. La piattaforma però consente anche il pagamento in Binance Coin per i costi di commissione relativi alle transazioni; tale opzione permette di sfruttare sostanziosi sconti.

Non vengono applicate commissioni per i depositi, mentre ciò avviene per i prelievi, ma solo per Bitcoin ed Ethereum. Le commissioni per i prelievi si adattano in automatico allo stato del mercato.

Binance è sicuro?

Nonostante abbia subito numerosi attacchi di hacking nel corso degli anni, Binance si è dimostrata sempre una piattaforma sicura e in grado di assorbire le perdite senza farle ricadere sugli utenti investitori.

Il servizio consente di impostare l’autenticazione a due fattori (2FA), fondamentale per la sicurezza del proprio account. Inoltre, è anche possibile controllare e gestire la lista dei dispositivi che hanno accesso all’account, così da rimuovere quelli sospetti o inutilizzati.

Come richiedere la Binance Card?

Per richiedere la Binance Card è necessario visitare questa pagina, andare nella sezione Finanza, cliccare su Carta Visa Binance, su Inizia e infine su Conferma. La piattaforma a questo punto reindirizza alla pagina “Ordina carta”, dove si può scegliere come verrà visualizzato il nome sulla carta.

Una volta fornite tutte le informazioni necessarie e accettati Termini di utilizzo, informativa sulla privacy e il Contratto per il titolare della carta, cliccare su “Ordina la tua Binance Card”. La card virtuale Binance verrà emessa istantaneamente. 

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 24 mag 2022
Link copiato negli appunti