Crypto.com: Recensione e Guida Pratica 2022 | Pro e Contro

Crypto.com: Recensione e Guida Pratica 2022 | Pro e Contro

Nato nel 2016, Crypto.com è diventato un broker affidabile nel corso degli anni. Prevede un cashback per ogni operazione effettuata dagli utenti.
Nato nel 2016, Crypto.com è diventato un broker affidabile nel corso degli anni. Prevede un cashback per ogni operazione effettuata dagli utenti.

Crypto.com Exchange è un’app che consente di effettuare la compravendita e lo scambio di criptovalute in maniera sicura e conveniente. Nella nostra recensione andremo a scoprire nel dettaglio cos’è, come funziona e quali sono i costi di questo operatore, che risulta essere tra i più apprezzati sul mercato.

Cosa è Crypto.com

Crypto.com è sia un’app che un exchange: si tratta di due entità distinte, e per poter operare al meglio consigliamo di dotarsi di entrambe. La società che ha fondato Crypto è nata nel 2016, originariamente con il nome di “Monaco” (per poi cambiare nome nel 2018 e diventare Crypto.com). Fu una delle prime ad avvicinare la tecnologia blockchain e il settore della finanza tradizionale.

Quando è stato lanciato sul mercato delle criptovalute, il futuro Crypto.com aveva alcuni elementi che pochi a quel tempo potevano vantare. Tra questi, la disponibilità di carte VISA per utilizzare criptomonete come valuta di scambio, il cashback, l’app mobile e una piattaforma di trading di crypto piena di funzionalità. Inoltre, metteva a disposizione dei suoi utenti numerosi vantaggi sui depositi.

Tuttavia, all’inizio Crypto.com non si era distinto particolarmente per la sua affidabilità. Anzi, le sue promesse relative alle tempistiche di spedizione della carte VISA spesso venivano disattese. Con gli anni è però cresciuto anche da questo punto di vista.

🏢 Sede e Nascita:Singapore, 2016
📄 Regolamentazione:Criptovalute non regolamentate
💰 Deposito Minimo:nessuno
📱App mobile:Sì (Android, iOS)
☎️ Contatti:contact@crypto.com
📈 Tipo di Trading:Exchange di criptovalute
🌎 Sito Ufficiale: https://www.crypto.com/

Caratteristiche e servizi di Crypto.com

Crypto.com mette a disposizione dei suoi utenti tantissime funzionalità e servizi. Uno dei più peculiari è il marketplace NFT, su cui comprare e vendere token non fungibili da collezione. Si tratta di un mondo, quello degli NFT, su cui l’exchange in questione si è lanciato solo di recente offrendo un suo marketplace.

Per il suo lancio sono stati coinvolti artisti e sportivi di fama mondiale. Un segnale inequivocabile del fatto che Crypto.com punta molto sul settore suddetto. Così come sullo staking di $CRO, ovvero la criptovalute di riferimento della piattaforma.

La prima schermata della sezione Stake & Earn del portale è dedicato proprio allo staking del token di riferimento dell’intero network, con un sistema molto più articolato rispetto alla media dei servizi analoghi offerti da altri exchange.

Non è difficile mettere in staking i $CRO: basta cliccare sul pulsante “Stake di CRO”e inserire la cifra che si intende “bloccare” sulla piattaforma. In pochi secondi, le somme indicate verranno messe in staking per 180 giorni. Questo tipo di staking consente inoltre di ottenere importanti sconti per le commissioni: con 5000 $CRO abbiamo un calo medio delle commissioni del 10%, con 10000 del 20%, con 50000 del 40% fino a ridurle sempre di più per chi supera i 50 milioni di $CRO in staking. Oltre allo staking di $CRO è possibile usufruire di un altro modo per guadagnare rendite passive mediante le criptovalute.

E’ il cosiddetto soft staking, con cui è possibile guadagnare anche da criptovalute che normalmente non offrono ricompense di staking (questo perchè non operano su protocolli PoS). Quindi, tramite soft staking, è possibile ottenere ricompense anche da crypto come Bitcoin, Ripple, Litecoin, Tether ecc. 

I servizi offerti da Crypto.com non sono però certo finiti qui. Uno dei più esclusivi è il Supercharger, che peraltro influenza anche il valore dei CRO. Questo strumento consente di ricevere ricompense nei token di finanza decentralizzata più interessanti del momento. Stiamo parlando di un sistema abbastanza complesso e molto conveniente, che prevede il blocco di $CRO in un pool specifico (procedimento che può essere concretizzato sia tramite app che sito web).

Per accedere all’offerta del Supercharger bisogna innanzitutto avere un conto su Crypto.com. Una volta aperto il conto e ottenuti dei CRO da depositare, sarà possibile partecipare alle campagne attive di volta in volta e investire sui token verso i quali si hanno maggiori interessi. I rendimenti del Supercharger sono variabili e dipendono dalla liquidità dell’utente rispetto a quella totale. Ciò accade anche nello staking classico: meno saranno i partecipanti e più rilevante risulterà la quota.

Viceversa, più il capitale totale sarà alto, minore sarà la ricompensa finale. A rivestire un ruolo fondamentale sarà la liquidità in $CRO, calcolata con una media ponderata su tutto il periodo di Charging, sul totale depositato. In conclusione, si tratta di un sistema conveniente, sempre che i $CRO vengano detenuti per tutto il periodo, oscillazioni di prezzo considerate. Un capitolo a parte lo meritano poi le carte di Crypto.com, di cui sono una sua esclusiva assoluta. Perché se è vero che anche altri exchange offrono servizi di questo tipo, nessuno dispone di un’offerta così mastodontica e conveniente. Uno dei primi vantaggi di possedere una carta è il cashback: in sintesi, grazie ad esso si può ricevere indietro una parte di ciò che si è speso tramite la carta (le percentuali di ritorno sono davvero interessanti).

La carta più esclusiva è Obsidian, ottenibile solo se si arriva ad almeno 6 mesi di staking e un valore raggiunto di 400000 dollari in $CRO. Non una somma facilmente raggiungibile, ma con vantaggi sensazionali. Tra questi, la copertura al 100% di Amazon Prime, sconti del 10% su Expedia e Airbnb, ma anche il servizio Lounge Key, l’accesso a Crypto.com Private, ricompense aggiuntive e molto altro. Il secondo gruppo di carte è Rose Gold e Icy White. I benefit sono inferiori rispetto al primo gruppo, ma comunque davvero notevoli. Innanzitutto possono essere ottenuti con soli 40000$ di staking in $CRO, e consistono nell’accesso ad Amazon Prime, ricompense speciali e pack esclusivo di merchandising.

Il terzo blocco di carte è Royal Indigo e Jade Green, decisamente più accessibile rispetto agli altri due. Per sbloccarlo basterà avere raggiunto 3500$ in staking su $CRO da almeno 180 giorni. Tra i servizi inclusi menzioniamo Netflix, Spotify e Lounge Aeroporto gratis. Resta comunque una carta ottenibile con un monte minimo elevato, a differenza della Ruby Steel (che poi è quella che hanno la maggior parte degli utenti). Per averla basta aver investito 350$ nello staking di $CRO per almeno 6 mesi. Con essa è possibile farsi rimborsare l’abbonamento a Netflix e usufruire di un cashback del 2% su tutte le somme spese tramite questa carta.

Invece, la carta Midnight Blue non ha alcun servizio aggiuntivo: è una classica VISA accettata in tutto il mondo. Propone comunque un cashback dell’1%.

Oltre al cashback, che è un forte incentivo per tutti gli utenti che vogliono utilizzare Crypto.com, ci sono anche i bonus previsti per chi invita amici ad utilizzare la piattaforma (25 euro per ciascun amico invitato sulla piattaforma): basta far inserire agli amici durante la loro registrazione il codice referral ricevuto nel momento in cui ci si è iscritti. In questo modo, anche loro riceveranno il bonus di benvenuto. 

Crypto.com_Screenshot

Tra le caratteristiche più interessanti di Crypto.com ce ne sono anche due che non fanno strettamente parte della piattaforma. La prima è il Defi Wallet, che funziona come un wallet puro di criptovalute. Supporta più di 100 coin, offre un controllo completo delle chiavi (in termini di sicurezza è uno dei migliori) e per il trasferimento delle proprie criptovalute non si paga nulla, nemmeno le fee previste normalmente dalla blockchain di riferimento. Inoltre, supporta i protocolli AAVE, Yearn Crypto.com Chain Staking e Cosmos. La seconda è l’app mobile, caratterizzata da un’interfaccia molto chiara e disponibile sia per Android che per iOS. Utilizzare Crypto.com in mobilità è dunque estremamente semplice. 

Vediamo ora il funzionamento di questa piattaforma e in cosa si distingue rispetto alle altre.

Defi wallet In primis, partendo dal wallet messo a disposizione degli utenti. Grazie a Crypto.com Wallet potrai installare l’app sul tuo smartphone e accedere ai tuoi portafogli digitali per controllare lo stato delle tue criptovalute, in ogni momento. Inoltre, avrai la possibilità di depositare e inviare crypto da e verso altri wallet digitali.

All’interno del wallet di Crypto.com puoi gestire facilmente Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Cronos (CRO), Litecoin (LTC), Ripple (XRP), Stellar Lumens (XLM) e gli altri token ERC-20 presenti nel portafoglio. Il livello di sicurezza è alto, grazie alle chiavi private crittografate localmente sul dispositivo, protette da autenticazione biometrica e autenticazione a 2 fattori.

CashbackElemento di novità rispetto agli altri exchange, è il cashback in CRO che si può ottenere acquistando o scambiando tramite Crypto.com. E’ una vera e propria percentuale di rimborso in CRO, che viene restituita in base all’importo speso o alla quantità di cripto scambiata. I cashback CRO sono contrassegnati come Pay Rewards.

Si può ottenere scambiando cripto (utilizzando CRO come metodo di pagamento), ma anche inviando CRO agli amici (utilizzando CRO come valuta di pagamento), utilizzando Pay Checkout (sempre con CRO come valuta di pagamento) e infine acquistando buoni regalo da utilizzare per comprare voli, prenotare hotel, giochi, vestiti, prodotti alimentari e altro.

Criptovalute su Crypto.com

Criptovalute

Al momento su Crypto.com si può fare trading su quasi tutte le criptovalute ecco una piccola parte:

Per quanto riguarda le criptovalute supportate, Crypto.com assicura un’ampia copertura da questo punto di vista. Sono supportate infatti tutte le principali criptovalute del mercato: Bitcoin, Etereum, Litecoin e molte altre. Inoltre, La piattaforma accetta CRO, LTC, BTC e ETH come collaterali (programma di lending) ed è possibile richiedere un prestito in criptovaluta, ovvero USDC, USDT, BTC e ETH. Ad ogni modo, la lista potrebbe aggiornarsi quotidianamente: vengono aggiunti continuamente nuovi crypto asset.

Metodi di pagamento accettati su Crypto.com

I metodi di pagamento supportati sono i principali: carte di credito, bonifici e PayPal. Crypto.com mette a disposizione dei suoi utenti anche un altro metodo di pagamento, ovvero la carta MCO creata dalla stessa piattaforma.

Per averla basta richiederla sul sito ufficiale tramite un’apposita procedura ad hoc da effettuare e aver acquistato almeno 1000 token in CRO e metterli in stake per 6 mesi (in base a quanti ne hai messi in stake, riceverai una carta differente).

La carta MCO offre dei tassi di cambio interbancari convenienti, e grazie al cashback potrai risparmiare sui tuoi acquisti. Non richiede alcun canone mensile, nessuna tassa annuale e nessun costo di spedizione Tra gli sconti a disposizione con questa carta sono inclusi anche gli abbonamenti a Spotify, Netflix e Amazon Prime, ma anche sugli acquisti effettuati su portali come Expedia e AirBnB.

Crypto.com Pro e Contro

Come ogni piattaforma exchange, anche Crypto.com ha dei pro e contro nel suo utilizzo. Ecco quali sono punto per punto.

Pro
Contro
Pro
  • Non richiede deposito minimo
  • Possibilità di fare staking
  • Commissioni basse
  • Numerose criptovalute disponibili
  • Carte crypto
  • Cashback
  • Supercharger
  • Programma di lending
  • App mobile
Contro
  • Conto demo non disponibile
  • Interfaccia del sito un po’ complessa
  • No prelievi in euro

Commissioni e prezzi su Crypto.com

Insieme a quelle di Binance, le commissioni di Crypto.com sono le più competitive e convenienti sul mercato. Non ci sono costi sui depositi o prelievi (su questi ultimi bisogna solo pagare la commissione della transazione sulla blockchain). Il costo, come è normale che sia per un exchange, è quello sugli scambi tra criptomonete. Ovvero, quando si fa trading.

E a quanto ammontano queste commissioni? Crypto, per ogni compravendita tra criptovalute, trattiene una commissione sulla base dello spread della coppia di crypto scelta. E questa percentuale varia a seconda della coppia di cripto e dei costi di trasferimento della blockchain relativa.

I costi sono praticamente nulli sia per versare che per prelevare e anche per gli scambi rapidi siamo su livelli di fee che gli altri exchange non possono sostenere. Chi fa tanti scambi anche all’interno della stessa giornata troverà il piano di commissioni di Crypto.com molto vantaggioso.

Per quanto concerne le commissioni di exchange, il sistema approntato da Crypto.com è abbastanza complesso e va un minimo studiato. Si parte da un massimo di 0,4% per maker e taker, fino ad un minimo di 0,4% e 0,1% per chi supera i 200 milioni di trading in un mese. Gli utenti che fanno staking sopra i 50 milioni di $CRO pagheranno zero: si tratta di una somma molto alta di token, non certo alla portata di tutti. Ad ogni modo, nel complesso, le commissioni di Crypto.com sono molto vantaggiose e consentono a tutti di godersi lo scambio senza che le fee intacchino i potenziali guadagni.

Sicurezza di Crypto.com

Crypto.com offre diverse funzionalità a livello di sicurezza. In primo luogo, garantisce tutte quelle funzionalità di sicurezza importanti, come ad esempio l’autenticazione a due fattori, la protezione prelievi e la codifica sicura.

Ottimo il cold storage: in sostanza, il 100% delle criptovalute degli utenti è tenuto offline in cold storage. E ciò vuol dire che potrai contare su un livello di protezione da attacchi di hacker ancora più alto.

Poi, va menzionata la partnership con Ledger, un vero e proprio leader per quanto concerne le soluzioni di sicurezza applicate alle criptovalute e alla blockchain. Grazie a questa collaborazione, tutti gli utenti di Crypto.com potranno sfruttare le tecnologie multi-firma, il Ledger Vault e i moduli di sicurezza hardware.

Inoltre, Crypto.com possiede una copertura assicurativa per prevenire perdite o furti diretti. E utilizza AWS (Amazon Web Services) per fornire una sicurezza dell’infrastruttura all’avanguardia.

AWS garantisce in particolare una crittografia automatica del traffico in entrata e in uscita, un firewall di app web e di rete, una crittografia controllata in transito con TLS (Transport Layer Security) su tutti i servizi, una continuità aziendale in caso di attacco e la sicurezza dell’app.

Aprire un conto su Crypto.com

Creare un conto su Crypto.com non è un’operazione particolarmente complessa: bastano pochi e semplici passaggi per riuscirci. Innanzitutto, accedi al sito ufficiale, poi inserisci la tua email sotto il campo “Email Address”, premi “Submit”, scarica e installa l’app sul tuo smartphone e verifica il tuo conto. La procedura è terminata: hai creato il tuo conto sulla piattaforma e puoi iniziare ad operare.

Prelevare e depositare su Crypto.com

Ora vediamo come effettuare depositi e prelievi all’interno della piattaforma di exchange Crypto.com. Partendo dai depositi, che possono essere eseguiti tramite diversi canali. Il primo di questi è rappresentato dai depositi in criptovalute. Nel caso in cui volessimo trasferire delle criptovalute supportate dall’exchange, potranno essere trasferite come se fosse un wallet.

Non servirà altro che andare sulla dashboard > Conti > Crypto Wallet > scegliere la criptovaluta da depositare. Crypto.com ci darà un indirizzo al quale inviarle, dopodichè le riceveremo secondo le tempistiche della blockchain scelta.

Un altro metodo per depositare è mediante l’utilizzo di una carta, con cui è possibile acquistare direttamente le criptovalute disponibili sul portale. Bisogna semplicemente scegliere la criptovaluta che ci interessa, per poi procedere con l’acquisto inserendo tutti i dettagli della nostra carta. Per verificare che la carta sia attiva, l’exchange effettuerà un prelievo di 10 centesimi. Successivamente, potremo acquistare direttamente la crypto che ci interessa. Infine, è possibile depositare anche via bonifico bancario.

Passando ai prelievi, anche in questo caso ci sono più possibilità. Crypto.com predilige i prelievi di Crypto, effettuabili verso wallet esterni attraverso pochi e semplici passaggi. Basta andare su “Wallet” e poi “Spot”, successivamente va scelta la criptovaluta che vogliamo prelevare e poi clicchiamo su “Preleva”.

Si può scegliere come destinazione un wallet esterno (in questo caso bisognerà aggiungere il suo indirizzo, cliccando su “Aggiungi indirizzo di prelievo”) oppure la app di Crypto.com. Per prelevare dollari USA bisogna avere un acconto con Paxos o TrustWallet.

Alternative a Crypto.com

Commissioni maker/taker
Deposito minimo
Criptovalute disponibili
Conto demo
Commissioni:
0,1%/ 0,15%
Deposito minimo: 25€
Criptovalute: 50+
Conto demo: No
Commissioni:
1%/1%
Deposito minimo: 50$
Criptovalute: 50+
Conto demo:
Commissioni:
zero
Deposito minimo: 100€
Criptovalute: 19
Conto demo:
Commissioni:
0,4%/ 0,6%
Deposito minimo: 0,01€
Criptovalute: 170
Conto demo: No
Commissioni:
zero
Deposito minimo: 10€
Criptovalute: 15
Conto demo:

Crypto.com: opinioni finali

Crypto.com è una piattaforma affidabile e sicura, perfetta per scambiare criptovalute e per depositarle nei wallet. Rispetto agli altri exchange sul mercato, Crypto.com è arrivato un po’ in ritardo, ma la sua crescita è stata esponenziale. La sua visibilità è sotto gli occhi di tutti, specialmente di chi segue il calcio, visto che è diventato lo sponsor ufficiale di alcune squadre di Serie A e della Coppa Italia. La sua rapida crescita non è solo dovuta alla massiccia pubblicità o per via di incentivi messi in piedi, ma anche e soprattutto per i servizi offerti e per una generale convenienza delle transazioni. Secondo il nostro giudizio potrà continuare a prendersi quote sempre più ampie del mercato delle criptovalute, giocandosela alla pari con i grandi exchange del settore. Da migliorare l’assistenza, di cui ancora oggi molti utenti iscritti si lamentano.

Domande frequenti su Crypto.com

Cos’è Crypto.com?

E’ un exchange di criptovalute, avente il più alto tasso di crescita nel settore. Il suo funzionamento ruota intorno allo scambio di coin e token, su cui ha costruito una rete di servizi molto avanzati e unici. Permette l’acquisto e la vendita di crypto-asset, offrendo al contempo servizi collegati di altissima qualità. Perciò da un lato abbiamo le funzioni tipiche di un exchange, ma dall’altro una serie ampia di servizi collaterali. L’obiettivo è quello di mettere a disposizione dei suoi utenti un hub unico.

Si può usare un conto demo su Crypto.com?

No, per il momento non è una possibilità prevista. Sicuramente nei prossimi tempi il team di Crypto.com dovrebbe seriamente riflettere sull’integrazione di un conto demo, fondamentale per provare l’exchange senza il rischio di perdere soldi.

Quali sono le commissioni previste da Crypto.com?

Sono estremamente variabili. Le commissioni dipendono da due fattori: i volumi di scambio mensili e la quantità di $CRO in staking presenti sull’account. Possiamo concludere che chi investe grosse somme, avrà zero commissioni da sostenere.

Cos’è il token CRO?

E’ il token di governance e di utility di Crypto.com, su cui è possibile investire o fare staking. La sua denominazione completa è Crypto.com Coin, e in sintesi è la criptovaluta di questo exchange. Oltre per le retribuzioni dallo staking e per la governance del protocollo, i $CRO sono fondamentali anche per ottenere gli altri benefici presenti sulla piattaforma, tra cui il bonus iniziale di 25$.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti