150mila euro per l'assalto di Samba a Windows

Li vogliono raccogliere le associazioni del software libero che lanciano la campagna di raccolta nel corso del World Social Forum di Porto Alegre. Obiettivi molto ambiziosi. Ecco di che si tratta


Roma – Sono 150mila gli euro che le associazioni del free software, in primis la divisione italiana di Free Software Foundation , vogliono raccogliere per dare maggiore rapidità di sviluppo al progetto Samba, il celebre software per lo scambio di file tra piattaforme Linux e Windows.

Al grido di “Libera il tuo software!” i promotori – tra cui l’ Associazione Software Libero italiana e l’ Associazione GNUG di Torino – hanno ufficialmente lanciato la campagna di raccolta fondi e adesioni in occasione della terza edizione del World Social Forum a Porto Alegre.

Gli obiettivi della campagna per lo sviluppo di Samba, che mira a sostenere finanziariamente la squadra di programmatori che fino ad oggi ha portato avanti il progetto, sono estremamente ambiziosi. “Samba 3 – si legge in una nota – si propone di scalzare i sistemi operativi Microsoft dalle posizioni di vertice nel mercato dei server per azienda sostituendoli con i più trasparenti ed efficienti sistemi Linux”. Secondo i promotori, i vantaggi sono quelli dell’abbattimento dei costi delle licenze e di un sistema più stabile di quelli utilizzati attualmente.

“L’idea – ha affermato Stefano Barale, fisico, scrittore e coordinatore della campagna – è quella di costruire una rete di economia solidale tra singoli, associazioni, programmatori e la MAG4, una finanziaria etica piemontese”.

Il progetto, si legge nella nota, è “figlio di un’attenta analisi del mercato dei server che prevede per la seconda metà del 2003 l’affermazione del sistema operativo Windows 2000 sull’ormai obsoleto Windows NT. Questa scadenza rende urgente la raccolta fondi così da poter offrire alle aziende l’alternativa Samba in un momento in cui il mercato dei server si rinnova”.

Per finanziare la campagna, fanno sapere i promotori, si possono seguire le istruzioni riportate nel sito ufficiale del progetto.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    La pubblicità qui a fianco...
    Ciao.... leggendo i messaggi del forum mi sono distratto un attimoe gli occhi son finiti a sinistra, dove c'e' la pubblicita' diMicrosoft TechNet.... (messaggio subliminale ??? ;)Non so cosa sia TechNet, sembra una specie di supportosui prodotti M$, probabilmente si paga (offrono lo sconto del50% sull'abbonamento...)Poi ci sono i simpatici vagoncini con su scritto:"Subscription, plus, service pack, beta prodotti, supportoonline e newsgroup monitorati"Credo di capire che abbonandosi si ottengano tali servizi...Ma :-) I service pack non dovrebbero essere gratuiti nei S.O. ?-) C'e' da pagare per essere un beta tester ?-) Newsgroup monitorati ??? Leggono le nostre critiche ???Infine, l'ultima riga dice :"Sempre piu' vantaggioso, sempre piu' utile,(in rosso) sempre piu' ricco"Io pensavo che per diventare ricchi bisognasse diventaresempre piu' bravi a risolvere i vari problemi, ma qui sembrache invece si debba pagare per essere aiutati....Boh... [UltraSpock]
    • TeX scrive:
      Re: La pubblicità qui a fianco...
      - Scritto da: Anonimo......
      Infine, l'ultima riga dice :
      "Sempre piu' vantaggioso, sempre piu' utile,
      (in rosso) sempre piu' ricco"

      Io pensavo che per diventare ricchi
      bisognasse diventare
      sempre piu' bravi a risolvere i vari
      problemi, ma qui sembra
      che invece si debba pagare per essere
      aiutati.......Guarda che mica hanno specificato chi è che diventa sempre più ricco.....
    • corsar0 scrive:
      Re: La pubblicità qui a fianco...
      - Scritto da: Anonimo

      Poi ci sono i simpatici vagoncini con su
      scritto:

      "Subscription, plus, service pack, beta
      prodotti, supporto
      online e newsgroup monitorati"

      Credo di capire che abbonandosi si ottengano
      tali servizi...

      Ma :
      -) I service pack non dovrebbero essere
      gratuiti nei S.O. ?Infatt sono gratuiti...è solo che te li inviano comodamente a casa su cd
      -) C'e' da pagare per essere un beta tester ?NO!!Io lo sono da agosto aggratisse su w2003
      -) Newsgroup monitorati ??? Leggono le
      nostre critiche ???Interagisci direttamente con loro nel newsgroup privato M$

      Infine, l'ultima riga dice :
      "Sempre piu' vantaggioso, sempre piu' utile,
      (in rosso) sempre piu' ricco"l'ultima frase si rivolge a loro :-)))))
      Io pensavo che per diventare ricchi
      bisognasse diventare
      sempre piu' bravi a risolvere i vari
      problemi, ma qui sembra
      che invece si debba pagare per essere
      aiutati....... anche :-(
  • CTal scrive:
    Chi ha il sistema perfetto?
    Continuiamo pure a massacrarci su MS e continueremo a porla al centro del mondo! Ciò che si dice è vero in molte occasioni.Ma perchè vogliamo continuare a cercare sempre il "nemico" a tutti i costi?E poi, sotto il punto di vista sicurezza, vorrei che qualcuno mi dicesse qual'è il sistema perfetto... chi è senza bug-vulnerabilities&co. scagli la prima versione!Ctal
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi ha il sistema perfetto?
      - Scritto da: CTal
      E poi, sotto il punto di vista sicurezza,
      vorrei che qualcuno mi dicesse qual'è il
      sistema perfetto... chi è senza
      bug-vulnerabilities&co. scagli la prima
      versione!Infatti, nessuno, in compenso MS continua a spacciare il suo per tale.Aprite gli occhi ca*******o!!!!!!!!!
      • CTal scrive:
        Re: Chi ha il sistema perfetto?
        Verissimo.Ma lo fanno anche glialtri... e soprattutto chi contrappone gli Open source a MS. Migliori sicuramente, ma non perfetti!
  • Anonimo scrive:
    Punti di vista
    Sarà pure più sicuro, ma è da agosto che l'ho installato e

    regolarmente
  • MemoRemigi scrive:
    Non e` la sicurezza, ma la semplicita` !
    Credo che tutto sommato, con 20 anni di bidonate rifilate agli utenti, alla fine anche la M$ riesca a tirare fuori un prodotto in qualche modo "sicuro".Il punto comunque secondo me non e` questo, ovvero, il motivo per cui windows come server subira` un declino inarrstabile e` che e` fondamentalmente troppo complesso per fare da server li dove e` necessaria solidita` ai massimi livelli e interventi ridotti al minimo in termini di tempo e di numero.Windows non garantira` mai questi due elementi perche` intrinsecamente troppo complesso, e la complessita` deriva dalla volonta` di M$ di facilitare eccessivamente la gestione di un server.Sono due cose che non potranno mai andare a braccetto, e` come volere un mezzo di trasporto che viaggi in terra a 500 Km/h, che voli, che vada sott'acqua e che faccia anche il caffe`, il tutto pero` gestibile con un volante e un acceleratore.... non si puo`, ovvero si potebbe anche ma al costo di complicare esageratamente il tutto in modo da nascondere il reale funzionamento al pilota.E` logico che poi quando si rompe qualcosa e` difficilissimo fare una diagnosi.Ed e` anche logico che se in un tale veicolo si rompe un componente anche banale non funziona piu` niente !Gli unix invece, che sono intrinsecamente complessi, ovvero in un certo qual modo "scomodi", sono anche molto piu` leggeri e di conseguenza piu` facilmente "debuggabili".Da tutto cio` si giunge comunque anche al discorso sicurezza, un sistema complesso come windows e` molto piu` soggetto a errori di programmazione e quindi a possibili buchi.Vorrei far notare che non dico cio` per trollare, ma semplicemnte come considerazione dettata da anni di esperienza durante i quali ho assistito sempre di piu` a una migrazione verso macchine *nix proprio per i motivi di cui sopra.Certo, ci sara` sempre qualcuno che usera` windows, piccole imprese che non possono permettersi un sistemista full time oppure che non vogliono spendere, sta di fatto che nei posti in cui i sistemisti ci sono a tempo pieno la migrazione e` inziata gia` da qualche anno e sta lentamente ma inesorabilmente accelerando.Cosa ne pensate ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non e` la sicurezza, ma la semplicita` !
      [cut]

      Cosa ne pensate ?
      Avevo già postato più sotto.Condivido il pensiero di Tanenbaum"Tutte le versioni correnti di UNIX superano il milione di righe di codice, Windows 2000 è 29 milioni di linee di codice e nessuna persona può comprendere un milione di righe di codice, figuriamoci 29 milioni di linee di codice. Quando si ha un prodotto che nessuno dei progettisti può sperare di comprendere completamente, non dovrebbe sorprendere che i risultati siano spesso distanti da quelli ottimali." da "I Moderni Sistemi Operativi" (pag. 787) di A.S. Tanenbaum - la bibbia di tutte le università.
      • avvelenato scrive:
        Re: Non e` la sicurezza, ma la semplicit
        ma tanenbaum non è quello con cui linus tovarlds ha avuto un sacco di battibecchi?avvelenato un po' ignorante (l'ignoranza non è una colpa!)
        • Anonimo scrive:
          Re: Non e` la sicurezza, ma la semplicit

          ma tanenbaum non è quello con cui linus
          tovarlds ha avuto un sacco di battibecchi?Tanenbaum sviluppò Minix, un clone leggero di Unix a scopo didattico. Torsvald, parti da lì per ricrearne un altro, evidentemente ... a scopo meno didattico.Molti hanno rimproverato a Tanenbaum di non aver proseguito nell'opera di estensione e "messa in produzione" del suo SO, ma lui si difende dicendo che Minix fu creato solo a scopo didattico. E infatti poi ha scritto un libro che commenta interamente i sorgenti di Minix.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non e` la sicurezza, ma la semplicita` !
      Forse è come certi switch che hanno anche il router o firewall che fanno anche da file-server. Insomma, è vero che una macchina Windows200 fa tante cose (o meglio può fare tante cose) e difatti la sua collocazione è rimasta fino ad adesso in realtà relativamente modeste o per lavori non critici.
  • Anonimo scrive:
    Complimenti....
    po qualche mese di assenza torno a leggere qualche commento e siete qui a dire sempre le solite str***ate...Bravi bravi, continuate così che diventate dei veri informatici.A.C.
  • Anonimo scrive:
    Togli qua e togli la e sicuro sara'
    Tolgono tutto!!Lo riducono ad un Dos senza protocolli di rete.Certo cosi' e' difficile attaccarlo dalla rete :-DMa, se poi avviate il Web server, cavoli vostri!!! cosi' il sistema non e' piu' sicuro :-DD
  • Anonimo scrive:
    ha! ha! ha!
    ha! ha! ha!
  • Nic scrive:
    L'automobile...
    Signori la vostra automobile è più sicura se gli togliete le ruote!E' statisticamente dimostrato che facendolo si riduce drasticamente il numero di incidenti che potreste provocare.Io quasi quasi mi metto a produrre automobili senza le ruote dicendo che sono le più sicure del mondo... e vi sfido a dimostrare che non è vero! :-DDD
    • Anonimo scrive:
      Re: L'automobile...
      No, io le venderò con le ruote.. ma sgonfie di default!!! ^__^- Scritto da: Nic
      Signori la vostra automobile è più sicura se
      gli togliete le ruote!

      E' statisticamente dimostrato che facendolo
      si riduce drasticamente il numero di
      incidenti che potreste provocare.

      Io quasi quasi mi metto a produrre
      automobili senza le ruote dicendo che sono
      le più sicure del mondo... e vi sfido a
      dimostrare che non è vero! :-DDD

  • TeX scrive:
    Buffonate....
    "Il primo passo per rendere il nuovo sistema operativo più sicuro [...] è stato quello di disattivare di default oltre 20 servizi, fra cui il Web server Internet Information Services 6.0. Microsoft sostiene poi di aver lavorato moltissimo per limitare al massimo il numero di servizi e di applicativi che necessitano di essere eseguiti con i privilegi di alto livello. Un altro passo, secondo Nash, è stato poi quello di eliminare la possibilità, per gli utenti remoti, di accedere al sistema utilizzando una password vuota: una funzionalità, questa, che gli esperti di sicurezza hanno a lungo criticato."Questi non sono i requisiti di un sistema operativo sicuro. Questi sono i requisiti di un qualsiasi sistema operativo, esclusi quelli giocattolo !!!!!Il Web server attivo di default ?!?!?Servizi e applicativi che, pur non avendone la necessità, devono essere eseguiti ad alto livello ?!?!?La possibilità di accedere da remoto senza password ?!?!?Neppure su una consolle per videogiochi...."Per quanto riguarda Internet Explorer, Microsoft ha spiegato che questo includerà una nuova tecnologia chiamata "IE Enhanced Security Configuration" che prevede, come configurazione standard, l'impostazione di tutte le funzionalità riguardanti la sicurezza sul massimo grado di protezione: ad esempio, per accedere ad un sito attraverso il browser sarà ora necessario che il suo URL venga inserito all'interno di una lista dei siti ritenuti degni di fiducia."?!?!?!? MA SCHERZIAMO ?????Dopo 15 secondi un qualsiasi utente si scazza di inserire tutti gli URL nella lista ed abbassa il grado di protezione.Il risultato è che non cambia un cazzo, ma M$ si scarica le responsabilità dicendo che il sistema di default è sicuro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Buffonate....
      che è una buffonata lo dimostra l'articolo precedente a questo, ms dice di fare sistemi sicuri da anni, ma è ancora ben lontana dal fare sicurezza.
      ma M$ si scarica le responsabilità dicendo che
      il sistema di default è sicuro...se la base sarà realmente sicura è cmq positivo.
      • lullaby scrive:
        Re: Buffonate....
        - Scritto da: Anonimo

        che è una buffonata lo dimostra l'articolo
        precedente a questo, ms dice di fare sistemi
        sicuri da anni, ma è ancora ben lontana dal
        fare sicurezza. Uh?Eppure a me, col mio darWIN98, non mi hanno intercettato le telefonate _a pc spento_ come hanno fatto col conduttore di radiorai, che pare avesse un Mac (il servizio quello ha inquadrato) LOL
    • Anonimo scrive:
      Re: Buffonate....
      Colgo l'occasione per pormi e porvi questa domanda:ma secondo i genialoidi della M$ quanta utilità ha Internet Explorer su un SERVER da 1 a 10?(risposta mia: -10)Gallone
      • TeX scrive:
        Re: Buffonate....
        - Scritto da: Anonimo....
        ma secondo i genialoidi della M$ quanta
        utilità ha Internet Explorer su un SERVER da
        1 a 10?Poter dimostrare che IExplorer non è disinstallabile da Windows ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Buffonate....
          Ti assicuro che IE è disinstallabile da winZozz...C'è da dire che poi alcuni applicativi vanno di default a cercarlo ed ecco che il "sistema" crasha...Quindi lo puoi togliere ma... non lo puoi togliere se ci tieni alla stabilità... Non fa una piegaErzinio
          • TeX scrive:
            Re: Buffonate....
            - Scritto da: Anonimo
            Ti assicuro che IE è disinstallabile da
            winZozz...
            C'è da dire che poi alcuni applicativi vanno
            di default a cercarlo ed ecco che il
            "sistema" crasha...
            Quindi lo puoi togliere ma... non lo puoi
            togliere se ci tieni alla stabilità... Non
            fa una piegaAh.. beh....Comunque non l'ho detto io che non si può togliere....Lo ha detto Bill Gates di fronte ad un giudice...
  • Anonimo scrive:
    IL PINGUINO E' SPACCIATO... forse
    ...e si, adesso il "povero" sistema operativo rischia di perdere la sua posizione di leader anche nel campo della sicurezza. Da adesso in poi non sarà soltanto il più obsoleto ma anche il più vulnerabile.Per fortuna che i linari lo scroccheranno sempre a gratis, così continueranno ad amarlo.Longhorn=======
    • Anonimo scrive:
      Re: IL PINGUINO E' SPACCIATO... forse
      già, il punto è che la gente si converte da windows a linux, e raramente il contrario... il forse quindi è d'obbligo.ms ha proprio bisogno della riaa, della "paura degli hackers" (il pc ci spia anche spento...), della guerra, del terrorismo, e di tanti altri spauracchi per tenere a bada il software libero. speriamo che non ci riesca.- Scritto da: Anonimo
      ...e si, adesso il "povero" sistema
      operativo rischia di perdere la sua
      posizione di leader anche nel campo della
      sicurezza. Da adesso in poi non sarà
      soltanto il più obsoleto ma anche il più
      vulnerabile.

      Per fortuna che i linari lo scroccheranno
      sempre a gratis, così continueranno ad
      amarlo.

      Longhorn
      =======
      • Anonimo scrive:
        Re: IL PINGUINO E' SPACCIATO... forse
        - Scritto da: Anonimo
        già, il punto è che la gente si converte da
        windows a linux, e raramente il contrario...
        Non sono daccordo, forse chi ama le tecnologie, i sistemisti ecc non tornano indietro ma "la gente" come dici tu si. Io personalmente ho contribuito alla eliminazione di un server Linux - RedHat da un'azienda, non si impiantava mai, era mega sicuro ma non offriva neppure servizi completi per le esigenze aziendali. Gli utenti sono contentissimi, io mi romperò un pò di più con la gestione della sicurezza.
        • Anonimo scrive:
          Re: IL PINGUINO E' SPACCIATO... forse
          Magari eri tu che non eri capace di farglieli fornire.
        • Anonimo scrive:
          Re: IL PINGUINO E' SPACCIATO... forse

          Non sono daccordo, forse chi ama le
          tecnologie, i sistemisti ecc non tornano
          indietro ma "la gente" come dici tu si. Io
          personalmente ho contribuito alla
          eliminazione di un server Linux - RedHat da
          un'azienda, non si impiantava mai, era mega
          sicuro ma non offriva neppure servizi
          completi per le esigenze aziendali. ??E quali servizi offrono i server M$ che non possono essere offerti da Linux??
          • Anonimo scrive:
            Re: IL PINGUINO E' SPACCIATO... forse
            - Scritto da: Anonimo
            E quali servizi offrono i server M$ che non
            possono essere offerti da Linux??
            Il server...... per i tornei aziendali di tetris.... !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: IL PINGUINO E' SPACCIATO... forse
            .Net...mentre apache è preistoria- Scritto da: Anonimo

            Non sono daccordo, forse chi ama le

            tecnologie, i sistemisti ecc non tornano

            indietro ma "la gente" come dici tu si. Io

            personalmente ho contribuito alla

            eliminazione di un server Linux - RedHat
            da

            un'azienda, non si impiantava mai, era
            mega

            sicuro ma non offriva neppure servizi

            completi per le esigenze aziendali.
            ??
            E quali servizi offrono i server M$ che non
            possono essere offerti da Linux??
          • Anonimo scrive:
            Re: IL PINGUINO E' SPACCIATO... forse
            - Scritto da: Anonimo
            .Net
            ...mentre apache è preistoriaGià... proprio preistoria....http://www.netcraft.com/survey/A parte ovviamente il fatto che Apache e .net sono due cose diverse....
    • Anonimo scrive:
      Re: IL PINGUINO E' SPACCIATO... forse
      - Scritto da: Anonimo
      ...e si, adesso il "povero" sistema
      operativo rischia di perdere la sua
      posizione di leader anche nel campo della
      sicurezza. Da adesso in poi non sarà
      soltanto il più obsoleto ma anche il più
      vulnerabile.Fai una cosa.... insieme all'altra notizia del giorno (non è tutta colpa di M$, ma comunque leggerla non fa male....) rileggiti l'articolo che stai commentando. In particolare il punto in cui parla dei provvedimenti adottati per raggiungere la sicurezza....Solo gli utonti boccaloni possono prendere per oro colato il fumo della Microsoft...
  • Anonimo scrive:
    wow
    [...] IE Enhanced Security Configuration" che prevede, come configurazione standard, l'impostazione di tutte le funzionalità riguardanti la sicurezza sul massimo grado di protezione: ad esempio, per accedere ad un sito attraverso il browser sarà ora necessario che il suo URL venga inserito all'interno di una lista dei siti ritenuti degni di fiducia.WOW!!!
  • DPY scrive:
    Per il momento è solo marketing
    Per il momento sono solo chiacchiere di marketing, e come tale lasciano il tempo che trovano. E' comunque deprimente notare che ci hanno messo solo 5 anni per capire che il software deve essere installato in configurazione minima, e poi occorre attivare solo i servizi che servono. Anche questo però mi sa che sarà un discorso a parole e che tanto per dare il buon esempio la prossima versione di Windows avrà come al solito una quantità imprecisata di porte aperte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per il momento è solo marketing
      - Scritto da: DPY
      Per il momento sono solo chiacchiere di
      marketing, e come tale lasciano il tempo che
      trovano.
      E' comunque deprimente notare che ci hanno
      messo solo 5 anni per capire che il
      software deve essere installato in
      configurazione minima, e poi occorre
      attivare solo i servizi che servono. Anche
      questo però mi sa che sarà un discorso a
      parole e che tanto per dare il buon
      esempio la prossima versione di Windows avrà
      come al solito una quantità imprecisata di
      porte aperte.il TCPA e' realta', non marketing;i thinkpad IBM ed il nuovo palmaresupportano il chip TCPA,anche AMD sta per vendere un processorecon il TCPA embedded;la sicurezza di cui parla micro$oft e' quella di assicurarsi ulteriore monopolio,non certo quella di preservare i dati degli utenti...www.againsttcpa.com/tcpa-faq-it.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Per il momento è solo marketing
      Il problema è che sull'onda dell'abitudine m$ anche le distribuzioni commerciali di linux (vedi redhat) cominciano a fornire installazioni facili che ti mettono un mare di stupidate e servizi inutili che poi tu devi disabilitare :(
  • Anonimo scrive:
    Domande frequenti su TCPA in italiano
    http://www.againsttcpa.com/tcpa-faq-it.htmlsaluti--Pino Silvestre
  • Anonimo scrive:
    Palladium si avvicina
    Palladium si avvicina e ce lo fanno passare come una cosa buona per l'utente. Il "Trustworthy Computing" serve per rendere le applicazioni sicure PER LA MS, non per l'utente. Cioè l'utente sarà costretto a chiedere alla MS l'autorizzazione ad usare il soft che ha comprato e installato. Se vorrai venderlo o passarlo sul computer nuovo non potrai perché il soft si rifiuterà di funzionare.Il browser che di default legge solo le pagine web "certificate" è un prima passo verso la cancellazione a distanza delle informazioni. Quando vorrai visitare un sito scomodo W2003 ti dirà "Attenzione questo sito potrebbe contenere un virus...". La MS si inserisce in questo modo nel lucroso mercato della censura.
  • Anonimo scrive:
    PER WINDOWS 2000 ........
    hanno detto lo stessoe' sicuro ...bla bla bla e' performante bla bla bla Manifesti qua' e la'............Ma mi domando .......se facessero un so perfetto ...........come venderebbero le nuove versioni ?
    • Anonimo scrive:
      Re: PER WINDOWS 2000 ........
      - Scritto da: Anonimo
      hanno detto lo stesso
      e' sicuro ...bla bla bla
      e' performante bla bla bla

      Manifesti qua' e la'
      ............
      Ma mi domando .......
      se facessero un so perfetto ...........
      come venderebbero le nuove versioni ?questo vale per tutti i software..allora perche' sviluppare un nuovo kernel linux? il 2.4 va bene, funziona ;)le richieste del mercato e della gente cambiano, loro vogliono di piu', e le ditte gli vendono "il di piu'"..chiunque fa sw, sa benissimo che quello che produce oggi, domani sara' obsoleto, non che il vecchio non funzioni, ma la gente vuole cose nuove con cui "giocare"...Alex
      • Anonimo scrive:
        Re: PER WINDOWS 2000 ........
        - Scritto da: Anonimo
        chiunque fa sw, sa benissimo che quello che
        produce oggi, domani sara' obsoleto, non che
        il vecchio non funzioni, ma la gente vuole
        cose nuove con cui "giocare"...

        AlexIn regime di monopolio il "di piu'" sono IMHO quattro tazzate per spillare quattrini al popolo bue
  • Anonimo scrive:
    Bah
    Sono trascorsi tre anni da quando Microsoft ha immesso sul mercato il suo ultimo sistema operativo server, Windows 2000. Tre anni in cui il big di Redmond ha tracciato i contorni della sua imponente e complessa strategia MS.NET, rilasciato decine di nuovi prodotti e ampliato il proprio business verso nuovi mercati, fra cui quello dei dispositivi wireless. --Tra le decine di nuovi prodotti ci sono i 3 SP e tutti gli aggiornamenti minori di w2k server?--In questo arco di tempo, e con Windows Server 2003 ormai alle porte, Microsoft vuole ora dimostrare di essere riuscita a raggiungere uno dei suoi obiettivi più importanti: fare della sicurezza la prima priorità del suo nuovo modello di sviluppo del software.--Per la serie gli utenti hanno finito di testare w2k server, ora è abbastanza sicuro, è ora di mettere in commercio qualcosa di nuovo da testare. --"Windows Server 2003 è stato progettato e costruito con la sicurezza avanzata come prima priorità"--ROTFL--Il primo passo per rendere il nuovo sistema operativo più sicuro - secondo quanto ha spiegato Mike Nash, corporate vice president della Security Business Unit di Microsoft - è stato quello di disattivare di default oltre 20 servizi, fra cui il Web server Internet Information Services 6.0. Microsoft sostiene poi di aver lavorato moltissimo per limitare al massimo il numero di servizi e di applicativi che necessitano di essere eseguiti con i privilegi di alto livello. Un altro passo, secondo Nash, è stato poi quello di eliminare la possibilità, per gli utenti remoti, di accedere al sistema utilizzando una password vuota: una funzionalità, questa, che gli esperti di sicurezza hanno a lungo criticato.--Troppo difficile fare delle cose così banali dall'inizio?--Per ridurre il numero e la gravità delle falle dovute ai più comuni errori di programmazione, come i noti "buffer overflow", Microsoft ha sviluppato un nuovo motore Common Language Runtime che, a suo dire, costituirà da solo uno dei più importanti miglioramenti sotto il profilo della sicurezza e dell'affidabilità della prossima versione di Windows.--Giusto ora ci sono i processori ultra veloci possiamo far perdere un po' di tempo alla cpu facendogli eseguire del pcode tramite il runtime. Che poi i buffer overflow non li creavano loro? chi ha sviluppato IIS?--Windows Server 2003 integrerà versioni aggiornate della Public Key Infrastructure (PKI) e della sua alternativa Protected Extensible Authentication Protocol (PEAP), due tecnologie che forniscono servizi per la protezione delle comunicazioni, l'autenticazione e la criptazione del file system.--Ottimo così appena si pianta il sistema perdiamo tutto il file system come minimo.--Per quanto riguarda Internet Explorer, Microsoft ha spiegato che questo includerà una nuova tecnologia chiamata "IE Enhanced Security Configuration" che prevede, come configurazione standard, l'impostazione di tutte le funzionalità riguardanti la sicurezza sul massimo grado di protezione: ad esempio, per accedere ad un sito attraverso il browser sarà ora necessario che il suo URL venga inserito all'interno di una lista dei siti ritenuti degni di fiducia.--Dato che non sono capaci di proteggere il loro sistema cercano di evitare che tu vada sui siti che potrebbero provocare dei danni alla tua macchina a causa dei loro errori di programmazione.--
    • Anonimo scrive:
      Re: Bah
      - Scritto da: Anonimo
      Sono trascorsi tre anni da quando Microsoft
      ha immesso sul mercato il suo ultimo sistema
      operativo server, Windows 2000. Tre anni in
      cui il big di Redmond ha tracciato i
      contorni della sua imponente e complessa
      strategia MS.NET, rilasciato decine di nuovi
      prodotti e ampliato il proprio business
      verso nuovi mercati, fra cui quello dei
      dispositivi wireless.
      --
      Tra le decine di nuovi prodotti ci sono i 3
      SP e tutti gli aggiornamenti minori di w2k
      server?certo, e per i dispositivi wireless c'e' win ce 2002, e pensa.. hanno fatto 1 telefonino e gia' c'e' la SP1... (cosi' siamo a 2 "nuovi prodotti")
      --
      In questo arco di tempo, e con Windows
      Server 2003 ormai alle porte, Microsoft
      vuole ora dimostrare di essere riuscita a
      raggiungere uno dei suoi obiettivi più
      importanti: fare della sicurezza la prima
      priorità del suo nuovo modello di sviluppo
      del software.
      --
      Per la serie gli utenti hanno finito di
      testare w2k server, ora è abbastanza sicuro,
      è ora di mettere in commercio qualcosa di
      nuovo da testare. bhe', "abbastanza sicuro" mi sembra un po' eccessivo non credi? diciamo che sta su per un po', sempre che non lo tocchi...
      --
      "Windows Server 2003 è stato progettato e
      costruito con la sicurezza avanzata come
      prima priorità"
      --
      ROTFLsei caduto dalla sedia? io a momenti si.. eheheh
      --
      Il primo passo per rendere il nuovo sistema
      operativo più sicuro - secondo quanto ha
      spiegato Mike Nash, corporate vice president
      della Security Business Unit di Microsoft -security business unit.. secondo me e' l'ufficio con la cassaforte con dentro qualche dollaro, non e' certo l'ufficio dove si lavora sul software...
      è stato quello di disattivare di default
      oltre 20 servizi, fra cui il Web server
      Internet Information Services 6.0. Microsofte allora a che mi serve sto server? per fare le uova al tegamino? per scaldare casa? perche' mi balla il letto?
      sostiene poi di aver lavorato moltissimo per
      limitare al massimo il numero di servizi e
      di applicativi che necessitano di essere
      eseguiti con i privilegi di alto livello. Unqui non commento...
      altro passo, secondo Nash, è stato poi
      quello di eliminare la possibilità, per gli
      utenti remoti, di accedere al sistema
      utilizzando una password vuota: una
      funzionalità, questa, che gli esperti di
      sicurezza hanno a lungo criticato.bhe', se uno e' idiota e lascia un account senza password, bhe', che dire, se lo merita... di finire sotto una macchina intendo..
      --
      Troppo difficile fare delle cose così banali
      dall'inizio?:))
      --
      Per ridurre il numero e la gravità delle
      falle dovute ai più comuni errori di
      programmazione, come i noti "buffer
      overflow", Microsoft ha sviluppato un nuovo
      motore Common Language Runtime che, a suo
      dire, costituirà da solo uno dei più
      importanti miglioramenti sotto il profilo
      della sicurezza e dell'affidabilità della
      prossima versione di Windows.insomma ammettono che non sono capaci di programmare?!? e hanno "programmato" un CLR, buggato anche quello? di sicuro...
      --
      Giusto ora ci sono i processori ultra veloci
      possiamo far perdere un po' di tempo alla
      cpu facendogli eseguire del pcode tramite il
      runtime. Che poi i buffer overflow non li
      creavano loro? chi ha sviluppato IIS?mi sembra il minimo, altrimenti a che cosa serve windows?
      --
      Windows Server 2003 integrerà versioni
      aggiornate della Public Key Infrastructure
      (PKI) e della sua alternativa Protected
      Extensible Authentication Protocol (PEAP),
      due tecnologie che forniscono servizi per la
      protezione delle comunicazioni,
      l'autenticazione e la criptazione del file
      system.
      --
      Ottimo così appena si pianta il sistema
      perdiamo tutto il file system come minimo.:) certo, questo mi pare il minimo, pero' i tuoi file sono tutti protetti, anche contro di te :)) eheheh
      --
      Per quanto riguarda Internet Explorer,
      Microsoft ha spiegato che questo includerà
      una nuova tecnologia chiamata "IE Enhanced
      Security Configuration" che prevede, come
      configurazione standard, l'impostazione di
      tutte le funzionalità riguardanti la
      sicurezza sul massimo grado di protezione:
      ad esempio, per accedere ad un sito
      attraverso il browser sarà ora necessario
      che il suo URL venga inserito all'interno di
      una lista dei siti ritenuti degni di
      fiducia.
      --
      Dato che non sono capaci di proteggere il
      loro sistema cercano di evitare che tu vada
      sui siti che potrebbero provocare dei danni
      alla tua macchina a causa dei loro errori di
      programmazione.aaaaaaaaaa che palle, e 'mo che faccio, se devo visitare un sito, prima devo inserirlo nel listone? e sicuramente saranno proibiti dall' OS tutti i siti che iniziano con lin*.*, mandrake*.*, xfree*.*, sun.* (tanto per star sicuri), ecc. ecc.mah.. insomma e' 2000 con servizi disattivati... io pero' ho la beta, e a me iis era di default a ON, sara' un bug?!? ;)Alex
  • Anonimo scrive:
    Buffer overflow e CLR???
    "Per ridurre il numero e la gravità delle falle dovute ai più comuni errori di programmazione, come i noti "buffer overflow", Microsoft ha sviluppato un nuovo motore Common Language Runtime che, a suo dire, costituirà da solo uno dei più importanti miglioramenti sotto il profilo della sicurezza e dell'affidabilità della prossima versione di Windows."ehm... sì ok... se programmi in .NET i buffer overflow se li smazza il CLR, ma se programmi in C++ (o addirittura ASM) e vai di puntatori del CLR non te fai un fico secco. Non credo proprio che abbiano riscritto tutti i servizi in .NET. Tanto meno i componenti a basso livello del SO, ovviamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Buffer overflow e CLR???
      Infatti, cisto che però la frase diceva che programmando con .NET i buffer overflow non sono così critici (come in tutti i linguaggi bytecode e interpretati) non vedo cosa c'entri.Ah, cmq net oltre che col C# si programma anche col C++, se usi .NET in C++ produci sempre codice CLR quindi sempre "sicuro" ma lento (anche + del C# visto che .NET è progettato ottimalmente per questo linguaggio e qualsiasi altro se ne usi introduce degli overhead non desiderati, per quanto piccoli)
      • Zeross scrive:
        Re: Buffer overflow e CLR???
        - Scritto da: Anonimo

        Ah, cmq net oltre che col C# si programma
        anche col C++, se usi .NET in C++ produci
        sempre codice CLR quindi sempre "sicuro" ma
        lento (anche + del C# visto che .NET è
        progettato ottimalmente per questo
        linguaggio e qualsiasi altro se ne usi
        introduce degli overhead non desiderati, per
        quanto piccoli)E questa immane vaccata da quale geniale mente l'hai sentita??Sorgenti scritti con linguaggi .NET, se rispettano le stesse specifiche (quindi vaccate del programmatore a parte), generano eseguibili IDENTICI.Zeross
        • Anonimo scrive:
          Re: Buffer overflow e CLR???
          - Scritto da: Zeross
          - Scritto da: Anonimo



          Ah, cmq net oltre che col C# si programma

          anche col C++, se usi .NET in C++ produci

          sempre codice CLR quindi sempre "sicuro"
          ma

          lento (anche + del C# visto che .NET è

          progettato ottimalmente per questo

          linguaggio e qualsiasi altro se ne usi

          introduce degli overhead non desiderati,
          per

          quanto piccoli)


          E questa immane vaccata da quale geniale
          mente l'hai sentita??
          Sorgenti scritti con linguaggi .NET, se
          rispettano le stesse specifiche (quindi
          vaccate del programmatore a parte), generano
          eseguibili IDENTICI.Nient'affatto: C# è l'unico che mappa 1 a 1 le istruzioni IL.Gli altri linguaggi per taluni costrutti generano più di un'instruzione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Buffer overflow e CLR???

            Nient'affatto: C# è l'unico che mappa 1 a 1
            le istruzioni IL.
            Gli altri linguaggi per taluni costrutti
            generano più di un'instruzione.bene... Ora puoi svegliarti, decompilare con ILDASM due assembly implementati in linguaggi differenti (VB e C#, per esempio), e verificare che hai detto una castroneria.Studia, che ti passa...
          • Anonimo scrive:
            Re: Buffer overflow e CLR???
            - Scritto da: Anonimo

            Nient'affatto: C# è l'unico che mappa 1 a
            1

            le istruzioni IL.

            Gli altri linguaggi per taluni costrutti

            generano più di un'instruzione.
            bene... Ora puoi svegliarti, decompilare con
            ILDASM due assembly implementati in
            linguaggi differenti (VB e C#, per esempio),
            e verificare che hai detto una castroneria.
            Studia, che ti passa...Premetto che io non sono il tizio del primo post, aggiungo chenon serve che tu mi dica di studiare, tanto meno se non motivi le tue affermazioni. Leggi qui, tanto per dirne una:http://www.dotnet247.com/247reference/msgs/23/118963.aspx
          • Zeross scrive:
            Re: Buffer overflow e CLR???
            - Scritto da: Anonimo

            Premetto che io non sono il tizio del primo
            post, aggiungo che
            non serve che tu mi dica di studiare, tanto
            meno se non motivi le tue affermazioni.
            Leggi qui, tanto per dirne una:

            http://www.dotnet247.com/247reference/msgs/23Ad un occhio attento non dovrebbe sfuggire che in realtà i due esempi riportati all'indirizzo postato non hanno specifiche identiche.Ne hai da mangiare di michette...Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Buffer overflow e CLR???


            Premetto che io non sono il tizio del
            primo

            post, aggiungo che

            non serve che tu mi dica di studiare,
            tanto

            meno se non motivi le tue affermazioni.

            Leggi qui, tanto per dirne una:




            http://www.dotnet247.com/247reference/msgs/23


            Ad un occhio attento non dovrebbe sfuggire
            che in realtà i due esempi riportati
            all'indirizzo postato non hanno specifiche
            identiche.

            Ne hai da mangiare di michette...


            ZerossCLS, l'attribute CLSCompliant ti ricorda qualcosa.....Ma poi, che cazzo mi frega di spuntarla: hai ragione tu. Bravo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Buffer overflow e CLR???

      Non credo proprio che abbiano
      riscritto tutti i servizi in .NET. Tanto
      meno i componenti a basso livello del SO,
      ovviamente.Forse non tutti ma dicevano che lo stavano facendo. Mi sembra di averlo letto in una introduzione di un libro di C#Lemon
  • Anonimo scrive:
    Anche Attilio Regolo...
    ...era in una botte di ferro.Irta di chiodi.E che rotolava goù per una discesa.Un po' come chi provasse ad attivare i servizi di Windows duemilaettrè...A rendere sicuro un server disabilitando i servizi ci riesco pure io; anzi, vi garantisco che disinstallando la scheda di rete ed eliminando modem tastiera e mouse potete rendere inespugnabile anche una macchina Windows 95.Se poi la spegnete, la imballate in un cartone dall'aspetto anonimo e la nascondete sotto il letto é anche a prova di ufficiale giudiziario.Garantito in caso di pignoramenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche Attilio Regolo...

      A rendere sicuro un server disabilitando i
      servizi ci riesco pure io;Non preoccuparti, la microsoft non ci riuscirà
      anzi, vi
      garantisco che disinstallando la scheda di
      rete ed eliminando modem tastiera e mouse
      potete rendere inespugnabile anche una
      macchina Windows 95.Sbagli, resta l'hard disk.
      Se poi la spegnete, la imballate in un
      cartone dall'aspetto anonimo e la nascondete
      sotto il letto é anche a prova di ufficiale
      giudiziario.Macchè... prima o poi me li trovano i giochi pirata :))))) Anche perchè il cryptofs mica c'è per windows...
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche Attilio Regolo...

        Macchè... prima o poi me li trovano i giochi
        pirata :))))) Anche perchè il cryptofs mica
        c'è per windows...c'e' c'e'...io avevo criptato tutti i miei bei film porno... solo che mi sono scordato di salvarmi il certificato e quando ho reinstallato non potevo piu' accederci...non sai che incazzatura :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Anche Attilio Regolo...
          Ahahaha pure io!!! :DA me si era rovinato il floppy (risalente alla fine '80) con su il certificato... :)))Poveri filmini!!!
    • leonardo() scrive:
      Re: Anche Attilio Regolo...
      - Scritto da: Anonimo
      ...era in una botte di ferro.
      Irta di chiodi.
      E che rotolava goù per una discesa.
      Un po' come chi provasse ad attivare i
      servizi di Windows duemilaettrè...
      A rendere sicuro un server disabilitando i
      servizi ci riesco pure io; anzi, vi
      garantisco che disinstallando la scheda di
      rete ed eliminando modem tastiera e mouse
      potete rendere inespugnabile anche una
      macchina Windows 95.
      Se poi la spegnete, la imballate in un
      cartone dall'aspetto anonimo e la nascondete
      sotto il letto é anche a prova di ufficiale
      giudiziario.
      Garantito in caso di pignoramenti.ROTFL :))))))))))))))
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche Attilio Regolo...
      L'unica macchina sicura è quella spenta...
  • Tony Sarnano scrive:
    Il prossimo innovativo sistema M$
    Oooh, ma che innovazione! Disabilitare di default IIS e tutti i servizi non strettamente indispensabili; limitare al massimo i servizi con privilegi di root... mamma mia! Possibile che nel mondo dell'informatica nessuno ci avesse mai pensato prima? Meno male che il progresso ci viene in soccorso da Redmond, con software finalmente affidabile e innovativo. Come faremmo senza mamma M$ ??? Occhio: se però per caso ti serve IIS sono cazzi ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il prossimo innovativo sistema M$
      : )ecco come può fare la mandrake a tirar su un po' di soldi!può fare causa a microsoft: si può dire infatti che da anni la mdk non ti installa/abilita di default i servizi potenzialmente pericolosi non strettamente necessari.sempre che si sia ricordata di brevettare questo "avanzato sistema per la prevenzione delle intrusioni in un sistema informatico".ah, noi che usiamo linux siamo avanti di "Millllle" anni!
      • Anonimo scrive:
        Re: Il prossimo innovativo sistema M$
        - Scritto da: Anonimo
        : )
        ecco come può fare la mandrake a tirar su un
        po' di soldi!
        può fare causa a microsoft: si può dire
        infatti che da anni la mdk non ti
        installa/abilita di default i servizi
        potenzialmente pericolosi non strettamente
        necessari.
        sempre che si sia ricordata di brevettare
        questo "avanzato sistema per la prevenzione
        delle intrusioni in un sistema informatico".
        ah, noi che usiamo linux siamo avanti di
        "Millllle" anni!Guarda che solo la M$ pretende di avere l'esclusiva su tutte le stronzate che gli altri usano da decenni prima di lei....
  • Anonimo scrive:
    30 milioni di righe di codice
    "Tutte le versioni correnti di UNIX superano il milione di righe di codice, Windows 2000 è 29 milioni di linee di codice e nessuna persona può comprendere un milione di righe di codice, figuriamoci 29 milioni di linee di codice. Quando si ha un prodotto che nessuno dei progettisti può sperare di comprendere completamente, non dovrebbe sorprendere che i risultati siano spesso distanti da quelli ottimali."da "I Moderni Sistemi Operativi" (pag. 787) di A.S. Tanenbaum - la bibbia di tutte le università.Venghino, venghino con 'sta cacchio di botte, che controlliamo dov'è arrugginita.
    • Edo scrive:
      Re: 30 milioni di righe di codice
      - Scritto da: Anonimo
      "Tutte le versioni correnti di UNIX superano
      il milione di righe di codice, Windows 2000
      è 29 milioni di linee di codice e nessuna
      persona può comprendere un milione di righe
      di codice, figuriamoci 29 milioni di linee
      di codice. Quando si ha un prodotto che
      nessuno dei progettisti può sperare di
      comprendere completamente, non dovrebbe
      sorprendere che i risultati siano spesso
      distanti da quelli ottimali."

      da "I Moderni Sistemi Operativi" (pag. 787)
      di A.S. Tanenbaum - la bibbia di tutte le
      università.
      Hai mai sentito parlare di programmazione strutturata, programmazione ad oggetti, programmazione modulare.Ogni sottoprogramma può contenere, ad esempio, 100.000 linee di codice (questo numero di linee è possibile tenerle sotto controllo, mi pare di aver capito). Ecco che basta mettere insieme 290 sottoprogrammi che interagiscono fra loro (oggetti) per avere 29 milioni di linee di codice!Ma non parliamo a vanvera, per favore.
      • Anonimo scrive:
        Re: 30 milioni di righe di codice

        basta mettere insieme 290 sottoprogrammi che
        interagiscono fra loro (oggetti) per avere
        29 milioni di linee di codice!Appunto e cosi' facendo acquisisci anche la conoscenza approfondita dei tuoi 290 "sottoprogrammi" ?Che fai? ti leggi tutti i sorgenti?
        Ma non parliamo a vanvera, per favore.Appunto!!
        • Anonimo scrive:
          Re: 30 milioni di righe di codice
          - Scritto da: Anonimo

          basta mettere insieme 290 sottoprogrammi
          che

          interagiscono fra loro (oggetti) per avere

          29 milioni di linee di codice!

          Appunto e cosi' facendo acquisisci anche la
          conoscenza approfondita dei tuoi 290
          "sottoprogrammi" ?

          Che fai? ti leggi tutti i sorgenti?Una volta che il sottoprogramma è fatto, è fatto.Non devi stare più a preoccuparti delle sue linee di codice. E' sufficiente che ti ricordi due cose: come si chiama (il sottoprogramma) e cosa fa. E così per gli altri.Poi si tratta di strutturare il programma principale, senza ricordarsi più del codice dei sotto programmi. In altre parole, si tratta di assemblare 290 oggetti, cosa possibilissima!

          Ma non parliamo a vanvera, per favore.

          Appunto!!Appunto di nuovo!
          • Anonimo scrive:
            Re: 30 milioni di righe di codice
            sono un altro tipo.mi pare che il tuo ragionamento valga solo in linea teorica.secondo le leggi di murphy, i 200 sottoprogrammi finiranno per lavorare sugli stessi dati, per bloccarsi l'un l'altro (stiamo parlando di windows, non di pacman)...
          • Anonimo scrive:
            Re: 30 milioni di righe di codice
            non hai mai programmato seriamente, nemmeno da solosai cosa vuol dire intervenire su un progetto creato da centinaia di persone, di quello dimensioni poi..NO
          • Anonimo scrive:
            Re: 30 milioni di righe di codice

            Una volta che il sottoprogramma è fatto, è
            fatto.
            Non devi stare più a preoccuparti delle sue
            linee di codice. E' sufficiente che ti
            ricordi due cose: come si chiama (il
            sottoprogramma) e cosa fa. E così per gli
            altri.
            Poi si tratta di strutturare il programma
            principale, senza ricordarsi più del codice
            dei sotto programmi. In altre parole, si
            tratta di assemblare 290 oggetti, cosa
            possibilissima!Guarda che i SO odierni sono un groviglio di funzioni C e assembler, che si richiamano l'un l'altra.Di programmazione OOP, c'è qualche accenno sparso qua e là.E tu vuoi dirmi che se fai una funzioncina che passa 50 test, sei sicuro che in mezzo al groviglio non gli scappa il puntatore ogni tanto? Magari. Tant'è vero che non v'è neppure il modo di debuggare in modo certo un programma. Se Turing ti ricorda qualcosa....
  • Anonimo scrive:
    hahaha
    Certo sicuro come lo dovevano essere tutti i suoi predecessori.. sicuro come .NET che gira anche sul server dei downlaod della asus che in queste ora e' bloccato dal viruzzo che sta gironzolando su SQL ... ma perche' BillGates non si da alla creazione di software per i computer clementoni, quelli saranno abbastanza semplici da creare per la microsoft.. spero...
  • Anonimo scrive:
    AHW AHW AHW!
    "Windows 2003? Una botte di ferro"AHR AHR AHR! ...speriamo non faccia la ruggine...buona notteFFET
    • Anonimo scrive:
      Re: AHW AHW AHW!
      - Scritto da: Anonimo
      "Windows 2003? Una botte di ferro"

      AHR AHR AHR!
      ...speriamo non faccia la ruggine...Sai di cosa stai parlando quindi
    • Anonimo scrive:
      Re: AHW AHW AHW!
      - Scritto da: Anonimo
      "Windows 2003? Una botte di ferro"Arrivederci al prossimo worm... AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
Chiudi i commenti