2002, il PC dice addio al floppy

Floppy, porte seriali e PS/2, tre tecnologie che potrebbero non vedere l'alba del 2003. A volerlo è Intel, che vuole far largo al nuovo


Roma – Dopo oltre un decennio di onorato servizio i cari vecchi floppy drive da 1,44 MB sembrano destinati ad andare in pensione.

La notizia arriva da The Register che, rifacendosi ad un documento interno di Intel, riporta come il colosso di Santa Clara abbia intenzione di spingere i produttori di PC ad abbandonare i floppy a partire dalla seconda metà del 2002. Insieme a questi, par che l’azienda voglia mandare rapidamente in pensione anche l’interfaccia seriale e, poco più in là, la porta PS/2.

Questo almeno per quanto riguarda il mercato consumer, visto che per quello aziendale Intel sembra invece disposta a fornire un’ulteriore dilazione all’utilizzo di queste “non più giovanissime” tecnologie.

L’obiettivo di Intel è quello di spingere con più decisione sul mercato i tanto osannati “legacy-free” PC, personal più compatti ed economici dotati soltanto di interfacce universali come USB e FireWire .

Dalla roadmap di Intel si evince anche che la connettività wireless in tecnologia Bluetooth approderà sui PC verso la prima metà del prossimo anno, anche se inizialmente non sarà integrata nei sistemi ma fornita come aggiornamento attraverso moduli USB. Per l’integrazione sulle schede madri dell’ USB 2.0 bisognerà invece attendere la seconda metà del 2002, mentre si parla di 2003 per il supporto a Serial ATA .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    non è più mirrorato proprio nulla.
    lo abbiamo letto, su clarence, grazie.ma non è più mirrorato proprio nulla.E credo che la stesa Oriana Fallaci abbia risposto a questo genere di opinioni nel suo libro, intitolato come l'articolo, nel suo libro molto ricco di "IO", che ha pubblicato con le parti tagliate dall'articolo, una sedicente predica agli italiani.Da pagina 44 parla del suo diritto d'autore.Credo che sia l'unica riposta "autorevole" a questo articolo, dato che è lei stessa a parlare.Comunque ognuno di noi è libero di dire ciò che pensa! :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: non è più mirrorato proprio nulla.
      HALTera nella prefazione.e diceva che non ha ricevuto un soldo.quindi il tutto va riversato sul giornale e non sull'autore.- Scritto da: Post-umo
      lo abbiamo letto, su clarence, grazie.

      ma non è più mirrorato proprio nulla.

      E credo che la stesa Oriana Fallaci abbia
      risposto a questo genere di opinioni nel suo
      libro, intitolato come l'articolo, nel suo
      libro molto ricco di "IO", che ha pubblicato
      con le parti tagliate dall'articolo, una
      sedicente predica agli italiani.
      Da pagina 44 parla del suo diritto d'autore.

      Credo che sia l'unica riposta "autorevole" a
      questo articolo, dato che è lei stessa a
      parlare.

      Comunque ognuno di noi è libero di dire ciò
      che pensa! :-)
  • Anonimo scrive:
    Un brutto articolo
    Scritto male... uso smisurato delle parole. Non è una donna di cultura che trapela dalle parole dell'articolo... E' rabbia e basta.Ci sono "opinionisti" del forum di P.I. che sanno scrivere commenti più pensati e sanno misurare meglio le parole per esprimere i propri concetti.
  • Anonimo scrive:
    mirror
    è ancora online tutto l'articolo: http://www.tg5.it/altre_notizie/schede/scheda_011006163225.shtml
  • Anonimo scrive:
    e' gia' sparito....
    l'articolo non e' piu' un laconico errore 104 non da' spiegazione. Peccato che ne ha salvato una sola pagina, per poi scoprire che ce n'era almeno un'altra....PS: se qualcuno lo ha salvato, però, me lo potrebbe mandare....
    • Anonimo scrive:
      Re: e' gia' sparito....
      - Scritto da: mimmo
      l'articolo non e' piu' un laconico errore
      104 non da' spiegazione. Peccato che ne ha
      salvato una sola pagina, per poi scoprire
      che ce n'era almeno un'altra....


      PS: se qualcuno lo ha salvato, però, me lo
      potrebbe mandare....
      se pubblichi almeno un'indirizzo email
      • Anonimo scrive:
        Re: e' gia' sparito....
        E' pubblicato tutto su questi forum (mi pare col titolo "ECCOLO QUI")
        • Anonimo scrive:
          Re: e' gia' sparito....?? Ma no!
          Scusate ragazz, ma io suhttp://www.corriere.it/speciali/fallaci/fallaci1.shtmlancora lo leggo. voi no?
  • Anonimo scrive:
    La Fallaci mi ha tolto le parole di bocca!
    L'unica Italiana che aveva un minimo di patriottismo e di sale in zucca è all'estero...ed è gravemente ammalata.Un sentito ringraziamento a tutti i comunisti d'Italia...
    • Anonimo scrive:
      Re: La Fallaci mi ha tolto le parole di bocca!
      - Scritto da: Un Italiano
      L'unica Italiana che aveva un minimo di
      patriottismo e di sale in zucca è
      all'estero...Peccato che invece della bocca usa il culo per parlare.E' di pura RAZZA RAZZISTA.Un sentito ringraziamento da parte di Adolfo Hitler.
      • Anonimo scrive:
        Re: La Fallaci mi ha tolto le parole di bocca!
        finchè in Italia vegliano delle testacce di c---o come te, siamo messi sempre meglio. COMPLIMENTI alla Fallaci, altro che razzismo, la nostra è cultura, la loro è spazzatura
    • Anonimo scrive:
      Re: La Fallaci mi ha tolto le parole di bocca!

      L'unica Italiana che aveva un minimo di
      patriottismo e di sale in zucca èhai detto bene.... aveva...ha fatto per troppo tempo l'inviata di guerra...il suo e' un incubo ad occhi aperti...
      all'estero...
      ed è gravemente ammalata.
      un assassino malato di cancro, e' sempre un assassino...essere malati non puo' e non deve mai essere una giustificazione...il fatto che sia malata, non vuol dire che le critiche saranno meno aspre.
      Un sentito ringraziamento a tutti i
      comunisti d'Italia...cosa c'entrano i comunisti?filgiolo caro, non hai capito che il mondo e' cambiato?i nemici non sono piu' i cattivissimi comunisti mangiabambini, ma siamo noi stessi, con la nostra arroganza e i nostri (per usare le parole della fallaci).Se non impariamo che il mondo e' una risorsa condivisa e che ogni tanto dovremmo rilasciarla per permettere anche agli altri di usarla, saremo annientati!Perche' i poveri e i disperati sono molti di piu' di noi benestatnti, ma non sono ancora coscienti della loro forza.Bisogna evitare a tutti i costi che a farglielo capire sia qualche fondamentalista della jihad islamica.L'integrazione e' l'ostacolo dei prossimi secolli.Il nemico non e' l'islam, ne' l'induismo, ne' il tahoismo... anzi, il nemico in realta' non esiste proprio...esistono gruppi di pazzi criminali, che sfruttano questo nostro sentimento di superiorita' per convincere disperati di ogni luogo a combattere per un paradiso fatto di 70 mogli e quattro paia di mutande da indossare...Se noi saremo in grado di dimosrare che anche loro potranno un giorno beneficiare dei vantaggi della pace, avremo vinto la guerra.Se invece ci allontaneremo, se vedremo in ogni arabo un pericoloso terrorista, avremo perso.La Fallaci sara' anche un'ottima scrittrice, ma a volte le parole pesano piu' dei macigni, e una buona giornalista dovrebbe saperlo.salu'
      • Anonimo scrive:
        Re: La Fallaci mi ha tolto le parole di bocca!
        - Scritto da: penetrator

        Un sentito ringraziamento a tutti i

        comunisti d'Italia...

        cosa c'entrano i comunisti?Mi riferivo alla totale inesistenza di patriottismo in Italia dovuto alle troppe bandiere rosse sventolate ieri ed oggi inneggianti alla "madre russia".Secondo la mia opinione, la politica comunista (quella vecchia ma forse pure la nuova) ha semprepropagandato un odio verso l'Italia stessa.
        filgiolo caro, non hai capito che il mondo
        e' cambiato?
        i nemici non sono piu' i cattivissimi
        comunisti mangiabambini, ma siamo noi
        stessi, con la nostra arroganza e i nostri[CUT]Su tutto il resto del post sono d'accordo con te.
        • Anonimo scrive:
          Re: La Fallaci mi ha tolto le parole di bocca!
          - Scritto da: un italiano

          Secondo la mia opinione, la politica
          comunista (quella vecchia ma forse pure la
          nuova) ha sempre
          propagandato un odio verso l'Italia stessa.
          Gramsci si vergognava di essere italiano... sue testuali parole..
  • Anonimo scrive:
    Ma chi si crede?
    A parte che se da una parte concordo con cio' che ha scritto dall'altra non posso fare a meno che reputare l'articolo come PESSIMO.Ma chi si crede questa ??? "io ho visto " "ho l'età e l'esperienza per parlare" (e gli altri no quindi ? )"ho detto ..punto e basta " (ma chi ca...o sei ?)Mi ricordero' del suo nome per associarlo a una persona che , visto che non vuole ascoltare (vedi il "punto e basta " ) non è capace di discutere e quindi non merita di essere ascoltata (o letta )salve a tutti ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi si crede?
      - Scritto da: gb
      A parte che se da una parte concordo con
      cio' che ha scritto dall'altra non posso
      fare a meno che reputare l'articolo come
      PESSIMO.
      Ma chi si crede questa ???
      "io ho visto "
      "ho l'età e l'esperienza per parlare" (e
      gli altri no quindi ? )
      "ho detto ..punto e basta " (ma chi ca...o
      sei ?)

      Mi ricordero' del suo nome per associarlo a
      una persona che , visto che non vuole
      ascoltare (vedi il "punto e basta " ) non è
      capace di discutere e quindi non merita di
      essere ascoltata (o letta )visto il livello ha ragione la fallaci. Punto e basta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi si crede?
      bravo, ora che ti sei fatto la domanda, datti anche la risposta, va a leggerti le opere della fallaci, poi ripassa, e dicci quanto sei stato ignorante. va bene? piu' sono ignoranti e piu' sputano sentenze. ma andate al diavolo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma chi si crede?
        Per quanto uno possa vantare le migliori opere letterarie mai composte, ciò non lo rende esente da critiche.L'articolo, QUESTO ARTICOLO, era semplicemente brutto. Non entro nei termini della questione, era proprio brutto da leggere... non trapelava nulla della sua bravura di scrittrice, della sua profondità... erano parole che avrei potuto sentire in un'osteria, dette da qualsiasi persona rabbiosa...Quanto al "punto e basta", beh... non dico nulla... il pensiero era chiaro: io vedo le cose così e non cercate di convincermi.. più che lecito. Com'è altrettanto lecito che io, come lettore, possa dissentire dalla sua posizione. Senza sentirmi ignorante.- Scritto da: Lock One
        bravo, ora che ti sei fatto la domanda,
        datti anche la risposta, va a leggerti le
        opere della fallaci, poi ripassa, e dicci
        quanto sei stato ignorante. va bene?

        piu' sono ignoranti e piu' sputano sentenze.
        ma andate al diavolo!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma chi si crede?
          Due cose: la prima riguarda i miei personali complimenti per il testo che credo abbia battuto il record mondiale di maggior numero di "paroloni" nel minor numero di righe (vedi:"anteponendo velleitariamente l'appiccicaticcio del proprio vuoto mentale", "spessori esperenziali", "neghittosa impreparazione", "dozzinale massimalismo", e "capzioso egualitarismo cattocomunista")... La seconda cosa è una piccola correzione su un errore che questo campione della cultura nostrana ha commesso (certo involontariamente) nello sfoggio della sua conoscenza del panorama letterario italiano: si da il caso infatti che "Se questo è un uomo" sia stato scritto nientepopodimeno che da Primo Levi (ex-detenuto ebreo nel lager di Buna-Monowitz, vicino ad Auschwitz), e non da Oriana Fallaci, autrice casomai di "Un uomo". Consiglio caldamente al signore autore di questa performance straordinaria di mettere un po' di ordine nella sua biblioteca casalinga, onde evitare io futuro patetici scivoloni come quello di cui si è reso or ora colpevole..... non vorra mica che ci si riferisca a lui con espressioni inerenti alla sua neghittiosa impreparazione, al suo dozzinale massimalismo e al suo capzioso egualitarismo?!!??
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi si crede?
      - Scritto da: gb
      Ma chi si crede questa ??? Una delle più grandi scrittrici del 1900, tanto per cominciare. "Se questo è un uomo", "Insciallah", e via citando. Ti basta ? O conosci solo gruppetti rock, fumettari falsoalternativi e (finti)profeti dell'opensource ?
      "io ho visto "
      "ho l'età e l'esperienza per parlare" (e
      gli altri no quindi ? )Esatto. Soprattutto quelli che evidenziano comportamenti come i tuoi.Mai sentita l'espressione "Ubi major, minor cessat" ? Lo sapevano bene già duemila anni fa: quando si è al cospetto di qualcuno che, per maturità ed esperienza, ha accumulato saggezza ed autorevolezza, gli altri possono, al più, tacere. E, nel tuo caso, te lo consiglio caldamente.
      "ho detto ..punto e basta " (ma chi ca...o
      sei ?)Una che, tra le tante cose, si è beccata svariate pallottole facendo la cronista di guerra, una che può permettersi di mandare al diavolo Arafat di persona.Si può dissentire, si può discutere, ma senza mai mancare di rispetto a chi è indiscutibilmente più importante e preparato, anteponendo velleitariamente l'appiccicaticcio del proprio vuoto mentale velato di luoghi comuni a concetti e spessori esperenziali ben più solidi. Questo, a voi giovani (non solo anagraficamente, purtroppo) manca troppo spesso, al giorno d'oggi. Mettete sempre e comunque tutto e tutti sullo stesso piano: bella manifestazione di piattezza mentale, neghittosa impreparazione, dozzinale massimalismo e colpevole ignoranza. Con una spolverata di falso e capzioso egualitarismo cattocomunista di provincia, veleno costante della scuola (e ora anche dell'informatica) dal '68 ai giorni d'oggi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma chi si crede?
        - Scritto da: Leonardo

        - Scritto da: gb


        Ma chi si crede questa ???
        Una delle più grandi scrittrici del 1900,
        tanto per cominciare. "Se questo è un uomo",
        "Insciallah", e via citando.
        Ti basta ? O conosci solo gruppetti rock,
        fumettari falsoalternativi e (finti)profeti
        dell'opensource ?


        "io ho visto "

        "ho l'età e l'esperienza per parlare" (e

        gli altri no quindi ? )
        Esatto. Soprattutto quelli che evidenziano
        comportamenti come i tuoi.
        Mai sentita l'espressione "Ubi major, minor
        cessat" ? Lo sapevano bene già duemila anni
        fa: quando si è al cospetto di qualcuno che,
        per maturità ed esperienza, ha accumulato
        saggezza ed autorevolezza, gli altri
        possono, al più, tacere.
        E, nel tuo caso, te lo consiglio caldamente.


        "ho detto ..punto e basta " (ma chi ca...o

        sei ?)
        Una che, tra le tante cose, si è beccata
        svariate pallottole facendo la cronista di
        guerra, una che può permettersi di mandare
        al diavolo Arafat di persona.

        Si può dissentire, si può discutere, ma
        senza mai mancare di rispetto a chi è
        indiscutibilmente più importante e
        preparato, anteponendo velleitariamente
        l'appiccicaticcio del proprio vuoto mentale
        velato di luoghi comuni a concetti e
        spessori esperenziali ben più solidi.
        Questo, a voi giovani (non solo
        anagraficamente, purtroppo) manca troppo
        spesso, al giorno d'oggi.
        Mettete sempre e comunque tutto e tutti
        sullo stesso piano: bella manifestazione di
        piattezza mentale, neghittosa
        impreparazione, dozzinale massimalismo e
        colpevole ignoranza. Con una spolverata di
        falso e capzioso egualitarismo
        cattocomunista di provincia, veleno costante
        della scuola (e ora anche dell'informatica)
        dal '68 ai giorni d'oggi.Due cose: la prima riguarda i miei personali complimenti per il testo che credo abbia battuto il record mondiale di maggior numero di "paroloni" nel minor numero di righe (vedi:"anteponendo velleitariamente l'appiccicaticcio del proprio vuoto mentale", "spessori esperenziali", "neghittosa impreparazione", "dozzinale massimalismo", e "capzioso egualitarismo cattocomunista")... La seconda cosa è una piccola correzione su un errore che questo campione della cultura nostrana ha commesso (certo involontariamente) nello sfoggio della sua conoscenza del panorama letterario italiano: si da il caso infatti che "Se questo è un uomo" sia stato scritto nientepopodimeno che da Primo Levi (ex-detenuto ebreo nel lager di Buna-Monowitz, vicino ad Auschwitz), e non da Oriana Fallaci, autrice casomai di "Un uomo". Consiglio caldamente al signore autore di questa performance straordinaria di mettere un po' di ordine nella sua biblioteca casalinga, onde evitare in futuro patetici scivoloni come quello di cui si è reso or ora colpevole..... non vorra mica che ci si riferisca a lui con espressioni inerenti alla sua neghittiosa impreparazione, al suo dozzinale massimalismo e al suo capzioso egualitarismo?!!??
  • Anonimo scrive:
    Dietro front del Corriere,torna on-line la Fallaci
    E' di nuovo on-line, nella versione INTEGRALE, sul sito www.corriere.it l'articolo della Fallaci. Come se nulla fosse successo e dopo una settimana di polemiche.....ricompare l'articolo tanto discusso. Forse perche' altrimenti la risposta della Maraini sarebbe rimasta senza domande, o per restare il "punto fermo" nella grande conversazione post-Fallaci, nella quale e' intervenuto su Repubblica anche Umberto Eco?A me piace pensare che e' anche grazie ai vostri interventi che il Corriere e' tornato sui suoi passi. Bene. Meglio tardi che mai. Ma e' comunque tardi.....Tutto l'effetto positivo che avrebbe potuto ottenere l'editore lasciando on-line la versione integrale del testo si e' perso togliendola inutilmente dal sito. Un gesto inutile e, insisto, controproducente. Un danno all'immagine, almeno per l'effetto sul "popolo della rete". Gia', perche' forse qualcuno ha dimenticato che anche se navighiamo, ci emailiamo, ci smsiamo e chattiamo....continuiamo a comprare e leggere, ogni giorno, il nostro quotidiano di cara e vecchia carta.Quale compreremo domani? :-)))
  • Anonimo scrive:
    grazie oriana
    il tuo articolo (ma non è meglio chiamarlo saggio?) mi riconcilia con il leggere, con i concetti e la prosa di una donna intelligente, colta, sensibile e pur spigolosa e disperata. grazie oriana.
    • Anonimo scrive:
      Re: grazie oriana
      - Scritto da: enrico
      il tuo articolo (ma non è meglio chiamarlo
      saggio?) mi riconcilia con il leggere, con i
      concetti e la prosa di una donna
      intelligente, colta, sensibile e pur
      spigolosa e disperata. grazie oriana.Ti piace manciare merda e annusare le scorregge della fallaci.Degustibus.
      • Anonimo scrive:
        Re: grazie oriana
        - Scritto da: puzzetta


        - Scritto da: enrico

        il tuo articolo (ma non è meglio chiamarlo

        saggio?) mi riconcilia con il leggere,
        con i

        concetti e la prosa di una donna

        intelligente, colta, sensibile e pur

        spigolosa e disperata. grazie oriana.

        Ti piace manciare merda e annusare le
        scorregge della fallaci.
        Degustibus.Il solito coglione
      • Anonimo scrive:
        Re: grazie oriana
        - Scritto da: enrico
        il tuo articolo (ma non è meglio chiamarlo
        saggio?) mi riconcilia con il leggere, con i
        concetti e la prosa di una donna
        intelligente, colta, sensibile e pur
        spigolosa e disperata. grazie oriana. - Scritto da: puzzetta Ti piace manciare merda e annusare le scorregge della fallaci. Degustibus. - Scritto da: Massimo Caro Puzzetta, credo che da queste parti si possa dibattere su molte cose senza arrivare a un punto di non ritorno in cui non c'è più spazio per il dialogo. Mi è dispiaciuto notare che più che addurre motivazioni a sostegno delle tue idee sei passata sul piano dell'insulto personale e questo inevitabilmente non fa che rendere più difficili le cose. Pensaci su, e fammi sapere che ne pensi.
  • Anonimo scrive:
    L'Eco
    Le guerre sante passione e ragionedi Umbero Ecohttp://www.repubblica.it/online/mondo/idee/eco/eco.htmll'"intellettual-risposta" di laRepubblica al Corriere della Sera
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Eco
      vedrai dirranno che anche eco e un idiota...i soliti teste di kezzo (oddio la politica-questo per non beccarmi 3000000 flame pieni di insulti)...bel articolo...anche se alcune cose potevano essere espresse meglio...intendo per tutti...;-0))))- Scritto da: eco ... eco ... eco ....
      Le guerre sante passione e ragione
      di Umbero Eco

      http://www.repubblica.it/online/mondo/idee/ec

      l'"intellettual-risposta" di laRepubblica al
      Corriere della Sera
      • Anonimo scrive:
        Re: L'Eco
        - Scritto da: blah
        vedrai dirranno che anche eco e un idiota...
        i soliti teste di kezzo (oddio la
        politica-questo per non beccarmi 3000000
        flame pieni di insulti)...
        bel articolo...anche se alcune cose potevano
        essere espresse meglio...intendo per
        tutti...
        ;-0))))tu sei un coglione
  • Anonimo scrive:
    Par condicio: Dacia Maraini risponde alla Fallaci
    Invito tutti a leggere, sempre sul Corsera, la pacata e ponderata risposta della signora Maraini alle farneticazioni geriatriche della ricca signor annoiata.http://www.corriere.it/speciali/forum_usa2.shtml
    • Anonimo scrive:
      Re: Par condicio: Dacia Maraini risponde alla Fallaci
      - Scritto da: *.*
      Invito tutti a leggere, sempre sul Corsera,
      la pacata e ponderata risposta della signora
      Maraini alle farneticazioni geriatriche
      della ricca signor annoiata.
      http://www.corriere.it/speciali/forum_usa2.shHo letto il bel papocchio di melassa della Maraini, davvero una porcheria...
    • Anonimo scrive:
      Re: Par condicio: Dacia Maraini risponde alla Fallaci
      - Scritto da: *.*
      Invito tutti a leggere, sempre sul Corsera,
      la pacata e ponderata risposta della signora
      Maraini alle farneticazioni geriatriche.........aggiungi SCLEROTICO RAZZISTE.
      della ricca signor annoiata.
      http://www.corriere.it/speciali/forum_usa2.sh
    • Anonimo scrive:
      Re: Par condicio: Dacia Maraini risponde alla Fallaci
      grazie per il linkOTTIMA E SAGGIA risposta della Marainiconsiglio a tutti di leggerlo ciao
  • Anonimo scrive:
    Principi incontrovertibili
    Se non temessi di passare per un chattarolo che ci prova, dovrei baciare in fronte Simonetta per quel che ha scritto. Sacrosanto. Standing ovation.Cio' detto.. il buon 'Fallo' (sic) ha appena postato il link al sito del corriere dove l'articolo si legge (a prop, grazie, Fallo). Ergo, giusto il principio, ma errata la sostanza? Ba'. Comunque, forever Internet.Piccola nota personale: che senso ha ridiscutere qui del merito dell'attentato?
  • Anonimo scrive:
    Eccolo qui, sul corriere
    http://www.corriere.it/speciali/fallaci/fallaci1.shtml
    • Anonimo scrive:
      Eccolo qui
      (f. de. b. ) Oriana Fallaci, con questo straordinario scritto, rompe un silenzio di un decennio. Lunghissimo. La nostra più celebre scrittrice (lei dice scrittore e non pronuncia più la parola giornalista), vive buona parte dell?anno a Manhattan. Non risponde al telefono, apre la porta di rado, esce assai di meno. Non dà mai interviste. Tutti ci hanno provato, nessuno c?è riuscito. Isolata. Ma la storia e il destino hanno voluto che il centro della moderna apocalisse si aprisse, come una voragine dantesca, poco distante dalla sua bella e letteraria abitazione. L?onda d?urto di quella mattina dell?11 settembre ha sconvolto anche la quiete eremitica ed ermetica di Oriana. Apre la porta, gesto inconsueto del quale sembra meravigliarsi... Lo sguardo è dolce e insieme feroce. Oriana lavora da anni a un?opera molto importante e attesa in tutto il mondo, fra pile di documenti, in un disordine solo apparente, con fervore guerresco. Le avevo chiesto di scrivere quello che aveva visto, provato, sentito dopo quel martedì e Oriana ha raccolto su alcuni fogli emozioni, pensieri. «Su ogni esperienza lascio brandelli d?anima», aveva scritto qualche anno fa. E? ancora vero, verissimo. Pensieri forti. Dirompenti. Su cui ragionare e riflettere. Sull?America, sull?Italia, sul mondo islamico. Sulla Patria (sorprendente quel che dice sulla Patria). Invettive e tesi che nel medesimo tempo sgorgano dal cervello e dal cuore, o meglio dal cervello attraverso il cuore. «Qualcuno queste cose doveva dirle. Le ho dette. Ora lasciatemi in pace. La porta è chiusa di nuovo. E non voglio riaprirla», sbotta. I suoi soliti artigli. Farà discutere. Eccome. M i chiedi di parlare, stavolta. Mi chiedi di rompere almeno stavolta il silenzio che ho scelto, che da anni mi impongo per non mischiarmi alle cicale. E lo faccio. Perché ho saputo che anche in Italia alcuni gioiscono come l'altra sera alla Tv gioivano i palestinesi di Gaza. «Vittoria! Vittoria!». Uomini, donne, bambini. Ammesso che chi fa una cosa simile possa essere definito uomo, donna, bambino. Ho saputo che alcune cicale di lusso, politici o cosiddetti politici, intellettuali o cosiddetti intellettuali, nonché altri individui che non meritano la qualifica di cittadini, si comportano sostanzialmente nello stesso modo. Dicono: «Bene. Agli americani gli sta bene». E sono molto molto, molto arrabbiata. Arrabbiata d'una rabbia fredda, lucida, razionale. Una rabbia che elimina ogni distacco, ogni indulgenza. Che mi ordina di rispondergli e anzitutto di sputargli addosso. Io gli sputo addosso. Arrabbiata come me, la poetessa afro-americana Maya Angelou ieri ha ruggito: «Be angry. It's good to be angry, it's healthy. Siate arrabbiati. Fa bene essere arrabbiati. È sano». E se a me fa bene io non lo so. Però so che non farà bene a loro, intendo dire a chi ammira gli Usama Bin Laden, a chi gli esprime comprensione o simpatia o solidarietà. Hai acceso un detonatore che da troppo tempo ha voglia di scoppiare, con la tua richiesta. Vedrai. Mi chiedi anche di raccontare come l'ho vissuta io, quest'Apocalisse. Di fornire insomma la mia testimonianza. Incomincerò dunque da quella. Ero a casa, la mia casa è nel centro di Manhattan, e alle nove in punto ho avuto la sensazione d'un pericolo che forse non mi avrebbe toccato ma che certo mi riguardava. La sensazione che si prova alla guerra, anzi in combattimento, quando con ogni poro della tua pelle senti la pallottola o il razzo che arriva, e rizzi gli orecchi e gridi a chi ti sta accanto: «Down! Get down! Giù! Buttati giù». L'ho respinta. Non ero mica in Vietnam, non ero mica in una delle tante e fottutissime guerre che sin dalla Seconda Guerra Mondiale hanno seviziato la mia vita! Ero a New York, perbacco, in un meraviglioso mattino di settembre, anno 2001. Ma la sensazione ha continuato a possedermi, inspiegabile, e allora ho fatto ciò che al mattino non faccio mai. Ho acceso la Tv. Bè, l'audio non funzionava. Lo schermo, sì. E su ogni canale, qui di canali ve ne sono quasi cento, vedevi una torre del World Trade Center che bruciava come un gigantesco fiammifero. Un corto circuito? Un piccolo aereo sbadato? Oppure un atto di terrorismo mirato? Quasi paralizzata son rimasta a fissarla e mentre la fissavo, mentre mi ponevo quelle tre domande, sullo schermo è apparso un aereo. Bianco, grosso. Un aereo di linea. Volava bassissimo. Volando bassissimo si dirigeva verso la seconda torre come un bombardiere che punta sull'obiettivo, si getta sull'obiettivo. Sicché ho capito. Ho capito anche perché nello stesso momento l'audio è tornato e ha trasmesso un coro di urla selvagge. Ripetute, selvagge. «God! Oh, God! Oh, God, God, God! Gooooooood! Dio! Oddio! Oddio! Dio, Dio, Dioooooooo!» E l'aereo s'è infilato nella seconda torre come un coltello che si infila dentro un panetto di burro. Erano le 9 e un quarto, ora. E non chiedermi che cosa ho provato durante quei quindici minuti. Non lo so, non lo ricordo. Ero un pezzo di ghiaccio. Anche il mio cervello era ghiaccio. Non ricordo nemmeno se certe cose le ho viste sulla prima torre o sulla seconda. La gente che per non morire bruciata viva si buttava dalle finestre degli ottantesimi o novantesimi piani, ad esempio. Rompevano i vetri delle finestre, le scavalcavano, si buttavano giù come ci si butta da un aereo avendo addosso il paracadute, e venivano giù così lentamente. Agitando le gambe e le braccia, nuotando nell'aria. Sì, sembravano nuotare nell'aria. E non arrivavano mai. Verso i trentesimi piani, però, acceleravano. Si mettevano a gesticolar disperati, suppongo pentiti, quasi gridassero help-aiuto-help. E magari lo gridavano davvero. Infine cadevano a sasso e paf! Sai, io credevo d'aver visto tutto alle guerre. Dalle guerre mi ritenevo vaccinata, e in sostanza lo sono. Niente mi sorprende più. Neanche quando mi arrabbio, neanche quando mi sdegno. Però alle guerre io ho sempre visto la gente che muore ammazzata. Non l'ho mai vista la gente che muore ammazzandosi cioè buttandosi senza paracadute dalle finestre d'un ottantesimo o novantesimo o centesimo piano. Alle guerre, inoltre, ho sempre visto roba che scoppia. Che esplode a ventaglio. E ho sempre udito un gran fracasso. Quelle due torri, invece, non sono esplose. La prima è implosa, ha inghiottito se stessa. La seconda s'è fusa, s'è sciolta. Per il calore s'è sciolta proprio come un panetto di burro messo sul fuoco. E tutto è avvenuto, o m'è parso, in un silenzio di tomba. Possibile? C'era davvero, quel silenzio, o era dentro di me? Devo anche dirti che alle guerre io ho sempre visto un numero limitato di morti. Ogni combattimento, duecento o trecento morti. Al massimo, quattrocento. Come a Dak To, in Vietnam. E quando il combattimento è finito, gli americani si son messi a raccattarli, contarli, non credevo ai miei occhi. Nella strage di Mexico City, quella dove anch'io mi beccai un bel po' di pallottole, di morti ne raccolsero almeno ottocento. E quando credendomi morta mi scaraventarono nell'obitorio, i ca
  • Anonimo scrive:
    La rabbia e l'orgoglio, ma per tutti.
    Come avete visto corriere.it l'ha messo on line di nuovo. Cosa dicono ora quelli del forum che tanto hanno insultato la Fallaci per questo motivo? Mi sembra che abbiano già la risposta che si meritavano.Herr Abraxas
    • Anonimo scrive:
      Re: La rabbia e l'orgoglio, ma per tutti.
      - Scritto da: Herr Abraxas
      Come avete visto corriere.it l'ha messo on
      line di nuovo.

      Cosa dicono ora quelli del forum che tanto
      hanno insultato la Fallaci per questo
      motivo? Mi sembra che abbiano già la
      risposta che si meritavano.

      Herr AbraxasNormale mossa difensiva visto che Eco su Repubblica stava affondando le sue patetiche tesi razziste....e il libro della Fallace avrebbe venduto meno di quello di Eco
      • Anonimo scrive:
        Re: La rabbia e l'orgoglio, ma per tutti.
        - Scritto da: Dixie
        Normale mossa difensiva visto che Eco su
        Repubblica stava affondando le sue patetiche
        tesi razziste.
        ...e il libro della Fallace avrebbe venduto
        meno di quello di EcoROTFL... bella battuta :-)Avanti il prossimo!!
    • Anonimo scrive:
      Re: La rabbia e l'orgoglio, ma per tutti.
      La verita' e' che questi forum su questo sito hanno una forza tremenda. E' gia' la terza o quarta volta che succedono cose del genere (l'ultima con la notizia su Repubblica).
      • Anonimo scrive:
        Re: La rabbia e l'orgoglio, ma per tutti.
        - Scritto da: Classic Vulture
        La verita' e' che questi forum su questo
        sito hanno una forza tremenda. E' gia' la
        terza o quarta volta che succedono cose del
        genere (l'ultima con la notizia su
        Repubblica).Ma per favore :-D
  • Anonimo scrive:
    Io invece ho trovato squallido..
    ..il fatto che, dopo 10 anni di silenzio e di dorato esilio in quel di New York, quella scrittrice abbia colto il tempismo degli eventi dell'11 settembre per lanciarsi, lei personaggio "alternativo" e "contro", in un imbarazzante pistolotto sulla superiorita' della civilta' occidentale.. e guarda caso proprio quando il suo nuovo libro e' in dirittura d'arrivo.. ma chissa', forse sono io che sono malizioso e penso male.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io invece ho trovato squallido..
      NO l'attacco alle Twin Towers e al Pentagono lo ha organizzato lei come "lancio pubblicitario".Credo che Dario Fo' in sintonia con questa affermazione!!!- Scritto da: *.*
      ..il fatto che, dopo 10 anni di silenzio e
      di dorato esilio in quel di New York, quella
      scrittrice abbia colto il tempismo degli
      eventi dell'11 settembre per lanciarsi, lei
      personaggio "alternativo" e "contro", in un
      imbarazzante pistolotto sulla superiorita'
      della civilta' occidentale.. e guarda caso
      proprio quando il suo nuovo libro e' in
      dirittura d'arrivo.. ma chissa', forse sono
      io che sono malizioso e penso male.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io invece ho trovato squallido..
        ma chi, il PREMIO NOBEL dario fo?premio nobel???a già, l'hanno dato anche ad Arafat..
    • Anonimo scrive:
      Re: Io invece ho trovato squallido..
      - Scritto da: *.*
      ..il fatto che, dopo 10 anni di silenzio e
      di dorato esilio in quel di New York, quella
      scrittrice abbia colto il tempismo degli
      eventi dell'11 settembre per lanciarsi, lei
      personaggio "alternativo" e "contro", in un
      imbarazzante pistolotto sulla superiorita'
      della civilta' occidentale.. e guarda caso
      proprio quando il suo nuovo libro e' in
      dirittura d'arrivo.. ma chissa', forse sono
      io che sono malizioso e penso male.Le "RICCHE SIGNORE INTELLETTUALI" di RAZZA SUPERIORE perdono il pelo, ma non il $.Le loro scorregge puzzano più delle altre.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io invece ho trovato squallido..

      imbarazzante pistolotto sulla superiorita'
      della civilta' occidentale.. e guarda casobasta con il political correctbisogna dirlo la nostra civiltà occidentale è superiore per tante cose... e basta!!!prova ad andare in iran e pisciare davanti ad una moschea...(quello che dice la fallaci su quello successo a firenze è vero!!!!)dimmi una cosa dove la cultura islamica è più avanzata della nostra... una soladiritti civili, libertà, politica sociale, arte, musica, moda...la fallaci ha RAGIONE...è una persona che ha visto in faccia e vissuto certe cose...e sicuramente conosce la cultura islamica + di te
  • Anonimo scrive:
    Ma che cavolo volete?
    Uno non e` piu` libero di decidere le forme e i luoghi nei quali viene pubblicato il *proprio* lavoro? Ma come siete messi?
  • Anonimo scrive:
    ciao Simonetta (OT :)
    come va? ti passa lì in ufficio? andiamo a berci un caffè un giorno?bye :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ciao Simonetta (OT :)
      - Scritto da: S2
      come va? ti passa lì in ufficio? andiamo a
      berci un caffè un giorno?

      bye :)Non hai un telefono x questi messaggi d'amore?
  • Anonimo scrive:
    più vieti più diffondi
    più vieti più diffondiE' la regola della rete che probabilmente la Fallaci non conosceva bene.Più chiudi, più apriamo; più censuri, più parliamo.Bye
    • Anonimo scrive:
      Re: più vieti più diffondi
      - Scritto da: ©
      più vieti più diffondi

      E' la regola della rete che probabilmente la
      Fallaci non conosceva bene.

      Più chiudi, più apriamo; più censuri, più
      parliamo.

      ByeVero.Se poi aggiungi anche "il ritorno" (ovvero il fatto che e' il primo scritto da anni), "l'umanita'" (e' certamente umano essere arrabbiati e straparlare visto che sei li) e giacche' ci ritroviamo anche un po' di isulti al belpaese hai ottenuto un bestseller.Tecniche di mercato.
  • Anonimo scrive:
    la questione è duplice...
    1. Ha diritto la Fallaci di chiedere di non diffondere ulteriormente l'articolo?Penso che uno possa decidere come, quando e a chi vendere la prima e le successive pubblicazioni di un proprio lavoro. La rete ha un po' abituato tutti ad avere tutto gratis, ma la cosa non è giusta: è come se la comparsa delle fotocopiatrici avesse convinto le persone che i libri possono fotocopiarli invece di comprarli.2. Contenuto dell'articolo della Fallaci. Può non piacere, ma certi fatti sono innegabili:l'interpretazione letterale del corano è qualcosa che dovrebbe essere proibita per legge, come lo è la ricostituzione del partito fascista.P.S. Qualcuno ha l'articolo in formato wordprocessor?
  • Anonimo scrive:
    La grande tristezza
    Quando ho letto l'articolo della Fallaci mi sono sentito un po? in imbarazzo. Ho pensato: come può un "intellettuale" pensare e scrivere un articolo farneticante, che non porta un idea o una proposta che sia una, con una visione della storia talmente univoca che oserei definire "fumettistica" per quanto ridicolmente divide il mondo in buoni e cattivi (ad esempio esaltare i padri fondatori degli Stati Uniti fino a santificare una nazione che tanto ?santa? non può essere certo definita è da stolti) , pieno di imprecisioni, con una cieca esaltazione del patriottismo, che avrà anche i suoi pregi, ma non dimentichiamoci che facendo sventolare bandierine i grandi leader del passato (non solo i leader del totalitarismo) hanno giustificato tutte le guerre più dolorose della storia dell?umanità.Dall?intero scritto traboccava odio, un odio spaventoso nei confronti della diversità, un odio tanto forte da accecare, tanto forte da permetterle di teorizzare che la piaga dell?immigrazione clandestina è una forma di invasione del nostro paese e del mondo occidentale!!! Ma stiamo scherzando?? Come si possono scrivere sciocchezze del genere?La Fallaci non conosce la tolleranza, quella tolleranza che la nostra presunta ?superiorità? culturale dovrebbe averci fornito in abbondanza.Quando poi ho letto le reazione entusiastiche dei lettori (o dei patrioti come si sono definiti) mi sono intristito profondamente.Se gli italiani e per loro il mondo occidentale sono veramente d?accordo con il contenuto dell?articolo della Fallaci, allora le speranze che il mondo migliori sono nulle. La difesa delle nostre tradizioni e della nostra identità non esclude la tolleranza nei confronti di coloro i quali vivono nel nostro paese. Mi sono accorto che per molti abitanti del Bel Paese l?articolo della Fallaci è stato uno schiaffone che li ha svegliati, ora vogliono chiamarsi a raccolta per difendersi ?dall?invasione? e beh vorrei dire una cosa a loro: è troppo tardi il mondo doganale è morto, cercate di imparare la tolleranza così da rendere il passaggio inevitabile da una società chiusa ad una multi culturale ed etnica meno doloroso per gli altri e per voi.CiaoGabriele
    • Anonimo scrive:
      Re: La grande tristezza
      A proposito di superiorita' diventa donna e vai a vivere sotto i talebani, poi vienimi a parlare di "civilta' e rispetto"Siete proprio patetici e retorici.- Scritto da: Gabriele
      Quando ho letto l'articolo della Fallaci mi
      sono sentito un po? in imbarazzo. Ho
      pensato: come può un "intellettuale" pensare
      e scrivere un articolo farneticante, che non
      porta un idea o una proposta che sia una,
      con una visione della storia talmente
      univoca che oserei definire "fumettistica"
      per quanto ridicolmente divide il mondo in
      buoni e cattivi (ad esempio esaltare i padri
      fondatori degli Stati Uniti fino a
      santificare una nazione che tanto ?santa?
      non può essere certo definita è da stolti) ,
      pieno di imprecisioni, con una cieca
      esaltazione del patriottismo, che avrà anche
      i suoi pregi, ma non dimentichiamoci che
      facendo sventolare bandierine i grandi
      leader del passato (non solo i leader del
      totalitarismo) hanno giustificato tutte le
      guerre più dolorose della storia
      dell?umanità.
      Dall?intero scritto traboccava odio, un odio
      spaventoso nei confronti della diversità, un
      odio tanto forte da accecare, tanto forte da
      permetterle di teorizzare che la piaga
      dell?immigrazione clandestina è una forma di
      invasione del nostro paese e del mondo
      occidentale!!! Ma stiamo scherzando?? Come
      si possono scrivere sciocchezze del genere?
      La Fallaci non conosce la tolleranza, quella
      tolleranza che la nostra presunta
      ?superiorità? culturale dovrebbe averci
      fornito in abbondanza.
      Quando poi ho letto le reazione
      entusiastiche dei lettori (o dei patrioti
      come si sono definiti) mi sono intristito
      profondamente.
      Se gli italiani e per loro il mondo
      occidentale sono veramente d?accordo con il
      contenuto dell?articolo della Fallaci,
      allora le speranze che il mondo migliori
      sono nulle. La difesa delle nostre
      tradizioni e della nostra identità non
      esclude la tolleranza nei confronti di
      coloro i quali vivono nel nostro paese. Mi
      sono accorto che per molti abitanti del Bel
      Paese l?articolo della Fallaci è stato uno
      schiaffone che li ha svegliati, ora vogliono
      chiamarsi a raccolta per difendersi
      ?dall?invasione? e beh vorrei dire una cosa
      a loro: è troppo tardi il mondo doganale è
      morto, cercate di imparare la tolleranza
      così da rendere il passaggio inevitabile da
      una società chiusa ad una multi culturale ed
      etnica meno doloroso per gli altri e per
      voi.
      Ciao
      Gabriele
      • Anonimo scrive:
        Re: La grande tristezza
        - Scritto da: Rude
        A proposito di superiorita' diventa donna e
        vai a vivere sotto i talebani, poi vienimi a
        parlare di "civilta' e rispetto"

        Siete proprio patetici e retorici.
        Si ok ok. che facciamo allora? annientiamo le civiltà inferiori in nome della nostra superiorità?io non sarò donna e non vivrò sotto i talebani, ma tu sei un fesso e vivi nel mondo occidentale.collegate il cervello prima di parlare.
        • Anonimo scrive:
          Re: La grande tristezza

          Si ok ok. che facciamo allora? annientiamo
          le civiltà inferiori in nome della nostra
          superiorità?No, ma se sponsorizzano attentati terroristici allora credo che un po' di autodifesa non faccia male. Inoltre sei retorico in quanto fai finta di non capire che i talebani non sono una civilta', ma gli oppressori degli abitanti dell'Afghanistan. La leggi la storia, o sei capace di leggere solo il manifesto? Non hai visto che quei pochi profughi che sono usciti dai confini Afghani non hanno alcun comportamento da estremista? Non hai visto le loro donne senza lo Shador?
          io non sarò donna e non vivrò sotto i
          talebaniRingrazia Dio. Non parleresti cosi' altrimenti. Se fossi donna non parleresti affatto.
          , ma tu sei un fesso Questa e' una offesa che rimando al mittente.
          e vivi nel mondo occidentale.E ne sono contento e, se me lo permetti, anche orgoglioso della mia Civilta' e della mia Bandiera. A me il patriotismo non ha mai fatto schifo, cosi' come la mia nazione.
          collegate il cervello prima di parlare.Appunto fallo un pochino piu' spesso, e sii contento di vivere dove vivi. Non viviamo nella migliore dele nazioni possibili, ma sicuramente in una tra le piu' vivibili attualmente su questo pianeta. Le popolazioni dell'Afghanistan non hanno questa fortuna, e mettere un governo migliore (sempre che questo verra' fatto) e' una cosa buona anche per loro. Si spera che cio' avvenga nella maniera meno traumatica, ma deve avvenire.
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza
            - Scritto da: Rude
            ....
            Appunto fallo un pochino piu' spesso, e sii
            contento di vivere dove vivi. Non viviamo
            nella migliore dele nazioni possibili, ma
            sicuramente in una tra le piu' vivibili
            attualmente su questo pianeta. LeCommento gratuito.Ritengo che in qualsiasi paese la maggior parte delle persone la pensi come te.
            popolazioni dell'Afghanistan non hanno
            questa fortuna, e mettere un governo
            migliore (sempre che questo verra' fatto) e'
            una cosa buona anche per loro. Si spera che
            cio' avvenga nella maniera meno traumatica,
            ma deve avvenire.E quindi dopo che hai proclamato (pardon, non lo hai fatto tu...) che quello che rende la "civilta'" occidentale superiore all'islam e' la democrazia mi vieni a dire che bisogna imporre un capo a qualcun altro....mi sfugge qualcosa nel tuo ragionamento...
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza
            - Scritto da: Dixie


            - Scritto da: Rude

            ....

            Appunto fallo un pochino piu' spesso, e
            sii

            contento di vivere dove vivi. Non viviamo

            nella migliore dele nazioni possibili, ma

            sicuramente in una tra le piu' vivibili

            attualmente su questo pianeta. Le

            Commento gratuito.
            Ritengo che in qualsiasi paese la maggior
            parte delle persone la pensi come te.
            FALSO e fai pure finta di non saperlo...mai sentito parlare di rifugiati politici...di dissidenti....quanti sono coloro che lasciano l'Europa come rifugiati politici? quanti sono coloro che lasciano L'Usa come rifugiati politici? ZERO Quanti sono i rifugiati politici in Europa e in Usa di altre nazioni?....MIGLIAIA

            popolazioni dell'Afghanistan non hanno

            questa fortuna, e mettere un governo

            migliore (sempre che questo verra' fatto)
            e'

            una cosa buona anche per loro. Si spera
            che

            cio' avvenga nella maniera meno
            traumatica,

            ma deve avvenire.

            E quindi dopo che hai proclamato (pardon,
            non lo hai fatto tu...) che quello che rende
            la "civilta'" occidentale superiore
            all'islam e' la democrazia mi vieni a dire
            che bisogna imporre un capo a qualcun altro.
            ...mi sfugge qualcosa nel tuo ragionamento...Per forza tu non sei capace di ragionare.....Liberare le donne afgane dalla schiavitù ti sembra imporle qualcosa? Cosa la libertà? Ben venga quest'imposizione.Ti sembra che permettere a tutti di andare a scuola, non quelle finte scuole islamiche, parlo di scuole libere dove liberamente si può scegliere cosa studiare e liberamente crearsi una coscienza critica (cosa che tu manco sai cos'è)sia imporre? O sei tardo nel capire o ci marci nello scrivere menzogne....
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza
            - Scritto da: NetDruid
            - Scritto da: Dixie

            - Scritto da: Rude


            ....


            Appunto fallo un pochino piu' spesso, e

            sii


            contento di vivere dove vivi. Non
            viviamo


            nella migliore dele nazioni possibili,
            ma


            sicuramente in una tra le piu' vivibili


            attualmente su questo pianeta. Le



            Commento gratuito.

            Ritengo che in qualsiasi paese la maggior

            parte delle persone la pensi come te.



            FALSO e fai pure finta di non saperlo...mai
            sentito parlare di rifugiati politici...di
            dissidenti....quanti sono coloro che
            lasciano l'Europa come rifugiati politici?
            quanti sono coloro che lasciano L'Usa come
            rifugiati politici? ZERO
            Quanti sono i rifugiati politici in Europa e
            in Usa di altre nazioni?....MIGLIAIAHo parlato di maggior parte. Non di totalita'.E se non ci fossero le leggi sull'immigrazione ci sarebbero anche molti meno "rifugiati politici".


            popolazioni dell'Afghanistan non hanno


            questa fortuna, e mettere un governo


            migliore (sempre che questo verra'
            fatto)

            e'


            una cosa buona anche per loro. Si spera

            che


            cio' avvenga nella maniera meno

            traumatica,


            ma deve avvenire.



            E quindi dopo che hai proclamato (pardon,

            non lo hai fatto tu...) che quello che
            rende

            la "civilta'" occidentale superiore

            all'islam e' la democrazia mi vieni a dire

            che bisogna imporre un capo a qualcun
            altro.

            ...mi sfugge qualcosa nel tuo
            ragionamento...

            Per forza tu non sei capace di ragionare.....Grazie, illuminami
            Liberare le donne afgane dalla schiavitù ti
            sembra imporle qualcosa? Cosa la libertà?
            Ben venga quest'imposizione.Perche' nessuno ha pensato a imporre questa "liberta'" il 10 Settembre? Perche' nessuno pensa a imporre la liberta' al popolo curdo?Perche nessuno impone la liberta' al governo Tibetano di ritornare in patria?Forse perche ai paladini della liberta' non importa nulla delle liberta' degli altri popoli.Almeno fino a che non ci sono problemi di potere e di elettorato.
            Ti sembra che permettere a tutti di andare a
            scuola, non quelle finte scuole islamiche,
            parlo di scuole libere dove liberamente si
            può scegliere cosa studiare e liberamente
            crearsi una coscienza critica (cosa che tu
            manco sai cos'è)sia imporre? Si. Credo che sia imporre. Ma riflettero' sulla tua immensa coscienza critica e sui motivi che spingono gli islamici a restare tali anche dopo aver vissuto nell'illuminato mondo occidentale, e alle donne islamiche che pur vivendo nel libero occidente non possono portare il chador (quelle che lo vogliono, ovvio) perche verrebbero bollate come "strane" e guardate male nella strada.Ma e' vero, loro nel libero occidente devono adattarsi alle liberta' del posto.
            O sei tardo nel capire o ci marci nello
            scrivere menzogne....Lo faccio per leggere la suprema verita' nelle tue parole.
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza
            - Scritto da: Dixie


            - Scritto da: NetDruid

            FALSO e fai pure finta di non
            saperlo...mai

            sentito parlare di rifugiati politici...di

            dissidenti....quanti sono coloro che

            lasciano l'Europa come rifugiati politici?

            quanti sono coloro che lasciano L'Usa come

            rifugiati politici? ZERO

            Quanti sono i rifugiati politici in
            Europa e

            in Usa di altre nazioni?....MIGLIAIA

            Ho parlato di maggior parte. Non di
            totalita'.
            E se non ci fossero le leggi
            sull'immigrazione ci sarebbero anche molti
            meno "rifugiati politici".
            Altra menzogna...le leggi sull'immigrazione sono una cosa, le leggi sull'asilo politico un'altra

            Per forza tu non sei capace di
            ragionare.....

            Grazie, illuminami
            Ci provo ma sei un caso disperato

            Liberare le donne afgane dalla schiavitù
            ti

            sembra imporle qualcosa? Cosa la libertà?

            Ben venga quest'imposizione.

            Perche' nessuno ha pensato a imporre questa
            "liberta'" il 10 Settembre? Da sempre organizzazioni internazionali come l'ONU si battono per la libertà. Ora la cosa a preso una dimensione e un'urgenza tale da dover essere messa davanti a tutto.
            Perche' nessuno pensa a imporre la liberta'
            al popolo curdo?C'è chi si batte anche per questo come per altri popoli. Comunque non è perchè un ladro non viene punito che allora rubare diventa legale.
            Perche nessuno impone la liberta' al governo
            Tibetano di ritornare in patria?
            Vedi sopra
            Forse perche ai paladini della liberta' non
            importa nulla delle liberta' degli altri
            popoli.
            Almeno fino a che non ci sono problemi di
            potere e di elettorato.Forse perchè ci sono talmenta tanti e tali problemi di diplomazia internazionale che la cosa risulta spesso molto difficile. Ora dopo l'orrendo attentato si sono aperte nuove possibilità.


            Ti sembra che permettere a tutti di
            andare a

            scuola, non quelle finte scuole islamiche,

            parlo di scuole libere dove liberamente si

            può scegliere cosa studiare e liberamente

            crearsi una coscienza critica (cosa che tu

            manco sai cos'è)sia imporre?

            Si. Credo che sia imporre.Se il solito pappa in bocca utopista per smidollaggine e perchè non hai mai visto da vicino la povertà e l'oppressione. Ma riflettero'
            sulla tua immensa coscienza critica e sui
            motivi che spingono gli islamici a restare
            tali anche dopo aver vissuto nell'illuminato
            mondo occidentale, La religione e una scelta che non dipende dal paese in cui vivi, non lo sapevi? e alle donne islamiche
            che pur vivendo nel libero occidente non
            possono portare il chador (quelle che lo
            vogliono, ovvio) perche verrebbero bollate
            come "strane" e guardate male nella strada.
            Ma e' vero, loro nel libero occidente devono
            adattarsi alle liberta' del posto.
            Forse qualcuno potrà stupirsi e ridere nel veder passare una donna con lo chador, ma sempre meglio far sorridere qualche schiocco piuttosto che prendere una valanga di mazzate perchè il vento ti ha sollevato un millimetro del velo

            O sei tardo nel capire o ci marci nello

            scrivere menzogne....

            Lo faccio per leggere la suprema verita'
            nelle tue parole.Lascia perdere ai lobotomizzati come te non è consentito pensare e riflettere
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza
            - Scritto da: NetDruid



            O sei tardo nel capire o ci marci nello


            scrivere menzogne....



            Lo faccio per leggere la suprema verita'

            nelle tue parole.

            Lascia perdere ai lobotomizzati come te non
            è consentito pensare e riflettereOk allora imparero a memoria quello che hai scritto e lo ripetero. Promesso.
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza
            - Scritto da: Dixie


            - Scritto da: Rude

            ....

            Appunto fallo un pochino piu' spesso, e
            sii

            contento di vivere dove vivi. Non viviamo

            nella migliore dele nazioni possibili, ma

            sicuramente in una tra le piu' vivibili

            attualmente su questo pianeta. Le

            Commento gratuito.
            Ritengo che in qualsiasi paese la maggior
            parte delle persone la pensi come te.-Come in SudAfrica prima di Nelson Mandela?-Come le donne Afghane?-Come la Corea del Nord?-Come gli abitanti della Bielorussia?-Come i Curdi?-Come gli Iraqeni?... Non date la colpa solo agli Stati Uniti, Saddam Ussein ci mette del suo!!!- COme l'Eritrea?- Come le vittima degli Utzi ?- Come le Favelas Brasiliane?- Come il Cile ai tempi di Pino Che?- Come Cuba prima di Fidel Castro? ... Non che adesso la stiano benissimo...Quante nazioni ti dovro' citare per convincerti che il mondo non e' mai stato e non lo e' tuttora un paradiso?


            popolazioni dell'Afghanistan non hanno

            questa fortuna, e mettere un governo

            migliore (sempre che questo verra' fatto)
            e'

            una cosa buona anche per loro. Si spera
            che

            cio' avvenga nella maniera meno
            traumatica,

            ma deve avvenire.

            E quindi dopo che hai proclamato (pardon,
            non lo hai fatto tu...) che quello che rende
            la "civilta'" occidentale superiore
            all'islam e' la democrazia mi vieni a dire
            che bisogna imporre un capo a qualcun altro.
            ...mi sfugge qualcosa nel tuo ragionamento...Non ho parlato di Islam, ma di estremisti. Anche la religione cattolica (non sono cattolico, ma non credo che faccia differenza) durante la controriforma non mi e' mai piaciuta. E' l'estremista, colui che e' assassino e che si crede un martire a preccuparmi. Coloro che condannano l'alcol e spacciano oppio, loro mi preoccupano. Uno stato come l'Egitto non mi preoccupa, uno come l'Afghanistan si, per questa ragione spero in attacco (non solo bellico) efficace contro questi assassini. Perche' sono solo degli assassini e quindi non si puo' parlare di civilta' superiore. GLi assassini talebani non sono una civilta', ma solo un gruppo mafioso che agisce sotto il nome di un dio che se fosse come lo immaginano loro (i Talebani, non gli islamici) sarebbe un assassino anche lui.
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza
            - Scritto da: Rude


            - Scritto da: Dixie





            - Scritto da: Rude


            ....


            Appunto fallo un pochino piu' spesso, e

            sii


            contento di vivere dove vivi. Non
            viviamo


            nella migliore dele nazioni possibili,
            ma


            sicuramente in una tra le piu' vivibili


            attualmente su questo pianeta. Le



            Commento gratuito.

            Ritengo che in qualsiasi paese la maggior

            parte delle persone la pensi come te.

            -Come in SudAfrica prima di Nelson Mandela?
            -Come le donne Afghane?
            -Come la Corea del Nord?
            -Come gli abitanti della Bielorussia?
            -Come i Curdi?
            -Come gli Iraqeni?... Non date la colpa solo
            agli Stati Uniti, Saddam Ussein ci mette del
            suo!!!
            - COme l'Eritrea?
            - Come le vittima degli Utzi ?
            - Come le Favelas Brasiliane?
            - Come il Cile ai tempi di Pino Che?
            - Come Cuba prima di Fidel Castro? ... Non
            che adesso la stiano benissimo...

            Quante nazioni ti dovro' citare per
            convincerti che il mondo non e' mai stato e
            non lo e' tuttora un paradiso?e dove eravamo noi quando tutte queste porcherie venivano perpetrate? dove eravamo noi, perpetui difensori della libertà e dei diritti civili?eravamo a contarci i dollari ecco dove eravamo. il mondo occidentale ritiene necessario intervenire solo quando c'è un ritorno economico. ognuno tira l'acqua al suo mulino, anche noi appartenti alla civiltà "superiore", siete voi che parlate così proprio perchè vivete nel mondo occidentale (con il culetto asciutto come ho sentito dire:P) se viveste in uno dei paesi da te sopracitati o in palestina ad esempio, cosa ne pensereste della freedom americana? come giudichereste gli occidentali che ritengono oppurtuno (come lo ritengo io) difendere il diritto all'autodeterminazione dei kosovari in virtù di numero UNA risoluzione dell'ONU e lasciano morire ogni anno DUEMILA palestinesi nonostante vi siano numero TRECENTOSESSANTAQUATTRO risoluzioni dell'ONU che imporrebbero ad israele di abbandonare i territori che loro occupano indebitamente (non sono parole mie lo dice il consiglio di sicurezza)? voi lì giudichereste nella migliore delle ipotesi come dei fottuti egoisti e nella peggiore dei nemici da distruggere con ogni mezzo. e allora cominciamo anche a guardare le nostre forti contraddizioni, facciamo autocritica. questo non vuol dire che bisogna giustificare gli attentati, lungi da me sostenere una cosa del genere al contrario bisogno colpire con forza il terrorismo, ma una civiltà capace di ammettere i propri errori e di far autocritica (non in maniera formale, ma nei fatti: come stanno facendo gli stati uniti cambiando atteggiamento sulla questione palestinese) è una civiltà forte e che con un po di fortuna non rischia di arrivare ad un implosione.p.s.tanto per la cronoca il colpo di stato contro Allende che ha portato al potere Pinochet è stato quantomeno spalleggiato dalla Cia (questa è storia) quando c'erano ancora la logica della contrapposizione dei blocchi, ovvio, però....riflettici.
        • Anonimo scrive:
          Re: La grande tristezza di leggere Gabriele..
          - Scritto da: gabriele


          - Scritto da: Rude

          A proposito di superiorita' diventa donna
          e

          vai a vivere sotto i talebani, poi
          vienimi a

          parlare di "civilta' e rispetto"



          Siete proprio patetici e retorici.



          Si ok ok. che facciamo allora? annientiamo
          le civiltà inferiori in nome della nostra
          superiorità?
          io non sarò donna e non vivrò sotto i
          talebani, ma tu sei un fesso e vivi nel
          mondo occidentale.
          collegate il cervello prima di parlare.Ma di quale civiltà inferiore parli? I Taleban & Co. non è nemmeno una civiltà. Sai cosa vuol dire civile? Mi sa di no.Perchè quelli come te non la finiscono di pensare che tutto il mondo sia un paradiso e non cominciano invece a lavorare per migliorarlo veramente?Oriana Fallaci è una donna che ha vissuto la vita vera, che ha il coraggio di vedere in faccia la realtà e di cercare soluzioni possibili ed intelligenti e non utopie sgangerate da pappa in bocca. Hai mai vissuto in Africa? Sei mai stato per mesi in paesi Arabi? Vacci, prova a vivere quelle realtà e vederle con occhi liberi dal perbenismo becero e utopico che ti copre gli occhi e forse capirai che Oriana Fallaci ha oltre modo ragione oltre ad essere una grande scrittrice ed una donna molto intelligente.
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza di leggere Gabriele..


            Ma di quale civiltà inferiore parli? I
            Taleban & Co. non è nemmeno una civiltà. Sai
            cosa vuol dire civile? Mi sa di no.
            Perchè quelli come te non la finiscono di
            pensare che tutto il mondo sia un paradiso e
            non cominciano invece a lavorare per
            migliorarlo veramente?
            Oriana Fallaci è una donna che ha vissuto la
            vita vera, che ha il coraggio di vedere in
            faccia la realtà e di cercare soluzioni
            possibili ed intelligenti e non utopie
            sgangerate da pappa in bocca. Hai mai
            vissuto in Africa? Sei mai stato per mesi in
            paesi Arabi? Vacci, prova a vivere quelle
            realtà e vederle con occhi liberi dal
            perbenismo becero e utopico che ti copre gli
            occhi e forse capirai che Oriana Fallaci ha
            oltre modo ragione oltre ad essere una
            grande scrittrice ed una donna molto
            intelligente.il tuo ragionamento indica che non hai assolutamente compreso quello che ho scritto e che penso.innanzitutto la mia critica era diretta al commento della fallaci che è semplicemente volgare e gretto e non permette di far distinzione tra la civiltà araba e i fondamentalisti, scrive delle fesserie storiche e incita all'intollerenza senza proporre delle reali soluzione. tanto per dirlo gli stati uniti non si sono mai posti il problema del fondamentalismo perchè viola i diritti umani (a marzo hanno dato all'afghanistan 40 milioni di dollari). il pericolo è che adesso che vengono coinvolti potrebbero (attenzione potrebbero) usare (come hanno fatto spesso) la bandiera di una battaglia democratica nel caso una anti-fondamentalista per regolare i loro conti e permettere ad altri stati (vedi russia e israele) di farlo, facendo di tutta l'erba un fascio e non distinguendo tra arabi e fondamentalisti.fortunamente, aldilà dei richiami retorici al patriottismo che bush ha utilizzato nei primi momenti della crisi, ora l'america sta tenendo un'atteggiamento molto equilibrato, facendo tre cose essenziali: 1)cercando di chiudere il cerchio intorno a tutti colori i quali sono stati riconosciuti per aver avuto un ruolo nell'attentato,2)sta evitando che l'odio degli americani si scateni contro tutti il mondo arabo,3)sta cambiando il suo atteggiamento sulla questione palestinese, bacchettando finalmente in maniera pesante quel folle di sharon e cercando di eliminare tutte le situazione che i terroristi usano come (pur sempre insufficenti) giustificazioni per i loro orribili atti.ora detto ciò e premesso che il sottoscritto non ha alcuna simpatia per i comunisti (tra le altre cose sono iscritto ai radicali) il mio commento amaro è proprio sul fatto che la fallaci non è stata capace di capire ciò che anche gli americani hanno capito, e cioè che la nostra civiltà (proprio perchè superiore) deve mostrare maggiore equilibrio permettendoci di porci di fronte al mondo come dei pacieri attenti sì a difendersi dalle scheggie impazzite di tutti i fondamentalismi, ma per sempre come pacieri.
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza di leggere Gabriele..
            - Scritto da: gabrielecut dirlo gli stati uniti non si sono mai posti
            il problema del fondamentalismo perchè viola
            i diritti umani (a marzo hanno dato
            all'afghanistan 40 milioni di dollari). attenzione, questi soldi sono stati dati in cambio dell'eliminazione di ettari di colture di papavero da oppioe poi gli stati uniti hanno funto solo da tramite dato che i soldi erano stti prelevati da un fondo dell'onu
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza di leggere Gabriele..
            - Scritto da: Sandman


            - Scritto da: gabriele
            cut
            dirlo gli stati uniti non si sono mai
            posti

            il problema del fondamentalismo perchè
            viola

            i diritti umani (a marzo hanno dato

            all'afghanistan 40 milioni di dollari).

            attenzione, questi soldi sono stati dati in
            cambio
            dell'eliminazione di ettari di colture di
            papavero da oppio
            e poi gli stati uniti hanno funto solo da
            tramite dato che i soldi erano stti
            prelevati da un fondo dell'onula tua precisazione è corretta, comunque lo sapevo e gli ettari di oppio ci sono ancora. il mio esempio aveva lo scopo di sottolineare l'incoerenza degli stati uniti (e con loro tutto il mondo occidentale) che non hanno mai rotto del tutto i rapporti con l'afghanistan e cioè con il fondamentalismo islamico che viola i diritti civili, anzi in alcuni casi hanno favorito paesi integralisti per i loro fini econimici e politici (vedi il pakistan).
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza di leggere Gabriele..
            - Scritto da: gabriele


            la tua precisazione è corretta, comunque lo
            sapevo e gli ettari di oppio ci sono ancora.
            il mio esempio aveva lo scopo di
            sottolineare l'incoerenza degli stati uniti
            (e con loro tutto il mondo occidentale) che
            non hanno mai rotto del tutto i rapporti con
            l'afghanistan e cioè con il fondamentalismo
            islamico che viola i diritti civili, anzi in
            alcuni casi hanno favorito paesi
            integralisti per i loro fini econimici e
            politici (vedi il pakistan).certo, verissimo, solo che quando vi sono interessi economici, tutti gli stati, nazioni o civiltà sono pronte a mobilitare tutti i servizi segreti e ad usare tutti i tipi di sotterfugi per conseguire il loro scopo.non credo che l'ex unione sovietica volesse invadere l'afghanistan solo per convertire la popolazione al credo marxista-leninista, diciamo che volevano il petrolio;e quello era un altro tipo di societàsecondo me è una specie di devianza dell'istinto di conservazione animale, cioè mi garantisco la supremazia economica e quindi prevalgo sui miei simili
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza di leggere Gabriele..


            certo, verissimo, solo che quando vi sono
            interessi economici, tutti gli stati,
            nazioni o civiltà sono pronte a mobilitare
            tutti i servizi segreti e ad usare tutti i
            tipi di sotterfugi per conseguire il loro
            scopo.
            non credo che l'ex unione sovietica volesse
            invadere l'afghanistan solo per convertire
            la popolazione al credo marxista-leninista,
            diciamo che volevano il petrolio
            ;e quello era un altro tipo di società
            secondo me è una specie di devianza
            dell'istinto di conservazione animale, cioè
            mi garantisco la supremazia economica e
            quindi prevalgo sui miei similisemplicemente sottoscrivo. sono d'accordo.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza di leggere Gabriele..


            certo, verissimo, solo che quando vi sono

            interessi economici, questo secondo una critica storica-marxista

            tutti gli stati,

            nazioni o civiltà sono pronte a mobilitare

            tutti i servizi segreti e ad usare tutti i

            tipi di sotterfugi per conseguire il loro

            scopo.

            non credo che l'ex unione sovietica

            volesse

            invadere l'afghanistan solo per convertire

            la popolazione al credo

            marxista-leninista,

            diciamo che volevano il petrolioquale petrolio ... e qui sta la vostra grossolana interpretazione storica...il petrolio è stato iran-irakl'afgnanistan era elemento di destabilizzazione per l'intera regione...detabilizzazione finanziata dagli stati unitigli stati uniti hanno sempre fatto una cattiva politica esteramai scendendo apertamente (in un certo senso per fortuna) ... *forse siete troppo giovani per aver conosciuto la guerra fredda*ma combattendo molte piccole guerredopo la caduta dell'unione sovieticacerte realtà sono state lasciate al loro destinoe si sono ribellate contro

            ;e quello era un altro tipo di società

            secondo me è una specie di devianza

            dell'istinto di conservazione animale,

            cioè

            mi garantisco la supremazia economica e

            quindi prevalgo sui miei simili



            semplicemente sottoscrivo. sono d'accordo.
            ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: La grande tristezza
      Pezzo d'asino scervellato. L'America è la nazione che, con enormi sforzi, ha finora tenuto in piedi la civiltà occidentale. Quella stessa civiltà che permette ad una testa di legno come te, di espimere ogni sorta di opinione, e di fare e pensare qualsiasi corbelleria che desideri.Se fosse per te o per gli incoscenti come te, oggi potremmo essere tutti assoggettati ai fondamentalisti islamici o in balia di un comunismo cieco.Purtroppo, è facile sparare ca***te, quando si ha la pancia piena ed il culetto all'asciutto.Cmq, se il nostro sistema sociale non ti piace, puoi prendere un comodo volo via Amsterdan che ti porta fino a Islamabad. Da lì, farsi portare al confine sarà uno scherzetto. E poi, due passi fino a Kabul.In alternativa, potrei proporti un soggiorno perpetuo nella Russia profonda (non a Mosca, troppo occidentalizzata per te !!!). Ma adesso che hanno scoperto la civiltà non è più come ai vecchi tempi di Stalin.Se non ti piace come vivi, vattene !!!Ci fai un favore a tutti. E portati quanti più amici tuoi possibile.Ciao, beota !
      • Anonimo scrive:
        Re: La grande tristezza
        vatti a leggere l'ultima risposta a netdruid, vale anche per te.p.s. comunque dovresti cominciare a vedere la storia e la società di più di un lato, la tua visione univoca sottolinea la tua ottusità.
        • Anonimo scrive:
          Re: La grande tristezza
          Imbecille ed incoscente !!!Facci e fatti un favore : TACI !!!Nimium ne crede colori
      • Anonimo scrive:
        Re: La grande tristezza

        Se fosse per te o per gli incoscenti come
        te, oggi potremmo essere tutti assoggettati
        ai fondamentalisti islamici o in balia di un
        comunismo cieco.l'america non ci avrebbe liberato dal fascismo?scusa se te lo chiedo ma ho studiato poco la storia.Forse i libri che leggevo io erano stati manomessi da qualche spia del KGB.
        Purtroppo, è facile sparare ca***te, quando
        si ha la pancia piena ed il culetto
        all'asciutto.questo tuo post ne e' un ottimo esempio.
        Cmq, se il nostro sistema sociale non ti
        piace, puoi prendere un comodo volo via
        Amsterdan che ti porta fino a Islamabad. non mi pare di aver letto questo nel post precedente.Si diceva solo e semplicemente che immigrazione e' diverso da invasione e che le frontiere a mo' di muro sono cadute 20 anni fa.Non era una critica a un sistema sociale, ma al patriottismo inteso come razza contro razza, religione contro religione.Che e' cosa assai stupida.Anche perche' la fallaci parla della grande america, dimenticandosi che ci sono piu' abitanti di origine ispanica in USA di quanti non siano di origine europea; e che la razza americana non esiste, e' un miscuglio di centinaia di altre razze, ivi compresi arabi mussulmani, cinesi, koreani etc etc.
        Da
        lì, farsi portare al confine sarà uno
        scherzetto. E poi, due passi fino a Kabul.
        In alternativa, potrei proporti un soggiorno
        perpetuo nella Russia profonda (non a Mosca,
        troppo occidentalizzata per te !!!). Ma
        adesso che hanno scoperto la civiltà non è
        più come ai vecchi tempi di Stalin.bella retorica ... complimenti...
        Se non ti piace come vivi, vattene !!!Se non ti piace quello che scrivono gli altri, non perdere tempo a leggerlo.
        Ci fai un favore a tutti. E portati quanti
        più amici tuoi possibile.
        Ciao, beota !Ricambio l'invito, anche se non era rivolto a me direttamente.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: La grande tristezza
      Invece di esserci grati per l'alto livello di democrazia che dimostriamo, tollerando le tue scellerate elucubrazioni...bah !Quando parti per la terra promessa e ti levi dalle balle, facci sapere.Una prece.
      • Anonimo scrive:
        Re: La grande tristezza
        - Scritto da: W l'Italia
        Invece di esserci grati per l'alto livello
        di democrazia che dimostriamo, tollerando le
        tue scellerate elucubrazioni...bah !
        Quando parti per la terra promessa e ti levi
        dalle balle, facci sapere.

        Una prece.e il tuo nick sarebbe "W l'italia"??perchè non "forza italia"? ma chi sei l'alter ego telematico del senatore Contestabile?sei la caricatura di te stesso, in risposta ad un intervento sensato, condivisibile o no, ma pur sempre sensato, la tua risposta non fa che qualificarti ulteriormente per quello che sei...(te lo lascio immaginare).Condoglianze per le tue evidentemente decedute capacità mentali.
        • Anonimo scrive:
          Re: La grande tristezza
          - Scritto da: Gabriele


          - Scritto da: W l'Italia

          Invece di esserci grati per l'alto livello

          di democrazia che dimostriamo, tollerando
          le

          tue scellerate elucubrazioni...bah !

          Quando parti per la terra promessa e ti
          levi

          dalle balle, facci sapere.



          Una prece.

          e il tuo nick sarebbe "W l'italia"??
          perchè non "forza italia"? ma chi sei
          l'alter ego telematico del senatore
          Contestabile?
          sei la caricatura di te stesso, in risposta
          ad un intervento sensato, condivisibile o
          no, ma pur sempre sensato, la tua risposta
          non fa che qualificarti ulteriormente per
          quello che sei...(te lo lascio immaginare).
          Condoglianze per le tue evidentemente
          decedute capacità mentali.Sinceramente a me sembra un "fondamentalista occidentale". Lui conosce il Verbo e quindi cerca di imporlo con la forza.Tra poco ci obblighera' a indossare la bandiera americana.E dopo si immolera' per la causa con un attacco contro Kabul.Spero che ce ne siano pochi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Si prepara una guerra
            Fallaci è sempre stata vicina al mondo dell'Islam. Quell'articolo è invece un'accusa a spada tratta, ingenua e ignorante, piena di razzismo e di pressapochismo. Io credo che fallaci sia stata spinta a scrivere quelle parole. Si sta preparando un'organizzazione del consenso di massa a una guerra, ve ne rendete conto? S'identifica un nemico, il male in assoluto, l'estraneo, il diverso, l'abietto; gli intellettuali iniziano a convincere di queste nozioni ideologiche la massa. I politici si esprimono chiaramente (v. Berlusca) e dichiarano l'oriente sottosviluppato e un male in sé.Sembra una propaganda bella e buona, come quella organizzata dai nazisti per preparare la guerra.Apriamo gli occhi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Si prepara una guerra
            - Scritto da: Alessandro Longo
            Io credo che Fallaci sia
            stata spinta a scrivere quelle parole. La solita dietrologia inutile, vuota e confusa. E, naturalmente, senza uno straccio di prova concreta. Sempre discorsi costruiti sul fumo, sul dubbio, sulla sfiducia, sulla meschina insinuazione... bella Italia.La Fallaci, prima ancora d'essere di sinistra o meno, femminista, anticlericale, o sotto l'egida qualsiasi altro -ismo, è soprattutto TOSCANA. Se sai cosa significa il CUORE culturale e genetico della Toscana: non la periferia estrema delle coste, da Carrara a Piombino, inginocchiata dalla inane povertà e plasmata nell'attendentismo di baffone ancor oggi ignobilmente propugnato dal radical-chic Bertinotti: chè quella, con la Maremma, è Toscana solo per convenienza dei cartografi e dei burocrati. No, si parla della terra di Dante e Boccaccio, di Leonardo e Galileo, di Machiavelli e Montanelli. E Oriana, da vera Toscana, non ha paura di dire quel che pensa davvero, alla faccia di tutti i manierismi di partito, di religione, di squadra del cuore e di tutte le altre innumerevoli piccole meschinità faziose degli italioti piccolo-borghesi.
            S'identifica un nemico, il
            male in assoluto, l'estraneo, il diverso,
            l'abietto; gli intellettuali iniziano a
            convincere di queste nozioni ideologiche la
            massa. I politici si esprimono chiaramente
            (v. Berlusca) e dichiarano l'oriente
            sottosviluppato e un male in sé.
            Sembra una propaganda bella e buona, come
            quella organizzata dai nazisti per preparare
            la guerra.
            Apriamo gli occhi.Appunto, apri gli occhi. Il "nemico" si chiama intolleranza e pressapochismo, e soprattutto ignoranza e relativismo estremo. Sono venti anni che personalmente lancio maledizioni contro l'islam estremo, e la gente ride. Ora ridete meno, purtroppo. I veri nemici della civiltà, ai quattro angoli del pianeta, sono i regimi illiberali, coloro che privano gli uomini delle libertà fondamentali. Qualsiasi chiacchierato e buonista spirito di salvaguardia delle culture native, tanto care agli etnoantropologi, viene dopo, in secondo piano, poichè esiste ed è certa la priorità del diritto naturale rispetto a qualsiasi parvenza di autodeterminazione politica e civile - soprattutto nei regimi teocratici ed impositivi. Lo dicono, tra gli altri, personaggi assolutamente al di sopra delle faziosità politiche, anni luce lontani dai burattinai politicizzati italioti: Giovanni Sartori, Amartya Sen, Edward Luttwak, giusto per citare i più noti. Lo sviluppo è libertà, e libertà non può prescindere dall'eliminazione dei regimi, talebani e veterocomunisti in testa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Si prepara una guerra
            - Scritto da: Alessandro Longo
            Fallaci è sempre stata vicina al mondo
            dell'Islam. Quell'articolo è invece
            un'accusa a spada tratta, ingenua e
            ignorante, piena di razzismo e di
            pressapochismo. Io credo che fallaci sia
            stata spinta a scrivere quelle parole. Si
            sta preparando un'organizzazione del
            consenso di massa a una guerra, ve ne
            rendete conto? S'identifica un nemico, il
            male in assoluto, l'estraneo, il diverso,
            l'abietto; gli intellettuali iniziano a
            convincere di queste nozioni ideologiche la
            massa. I politici si esprimono chiaramente
            (v. Berlusca) e dichiarano l'oriente
            sottosviluppato e un male in sé.
            Sembra una propaganda bella e buona, come
            quella organizzata dai nazisti per preparare
            la guerra.
            Apriamo gli occhi. i nazisti non erano giustificati da niente e da nessunooh ma ci rendiamo conto 6.000 morti?allora voi direte si ma una guerra ne provocherà almeno 10 volte tantouna passo indietro; 1937 Chamberlain, primo ministro inglese tratta con i nazisti, Churchill propugna una linea più intransigente e viene bollato come guerrafondaiochi sbagliò?colpire, miratamente ma colpire duro
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza
            Siamo tanti. Tantissimi. Tutti colti, intelligenti, brillanti e con un grande avvenire davanti a noi.Che vi piaccia o no, il modello occidentale funziona. Ed io ne sono soltanto un'esponente di un certo valore.La storia è maestra. L'uomo mira al benessere ed alla libertà. LIBERTA' !!!Se la mia spietata sincerità vi disturba, la colpa non è mia. Vorrei anch'io poter vivere in un mondo di sogno, ma la realtà è ben altra cosa. Ma un giorno crescerete e capirete.P.S.Non sono di Forza Italia, non amo Berlusconi. Anche se devo ammettere che, dopo la catastrofica esperienza del governo dei DS... beh...il cavaliere nero non è poi il peggio.
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande tristezza
            - Scritto da: W l'Italia
            Siamo tanti. Tantissimi. Tutti colti,
            intelligenti, brillanti e con un grande
            avvenire davanti a noi.56 minuti di applausi. standing ovation.
            Che vi piaccia o no, il modello occidentale
            funziona. Ed io ne sono soltanto
            un'esponente di un certo valore.
            La storia è maestra. L'uomo mira al
            benessere ed alla libertà. LIBERTA' !!!
            Se la mia spietata sincerità vi disturba, la
            colpa non è mia. Vorrei anch'io poter vivere
            in un mondo di sogno, ma la realtà è ben
            altra cosa. Ma un giorno crescerete e
            capirete.
            spero che tu ci sbatta la faccia contro questo tuo sistema che funziona e ti garantirà (a voi però solo a voi mi raccomando), tanto benessere e successo, i miei complimenti. dopo tutto come dice il saggio Gasparri : "è meglio il consumismo che il terrorismo".p.s.comunque smettila di chiamarla libertà, chiamala freedom ti si addice molto di più. così ti distingui facendo un favore a noi e a te stesso.adieu
  • Anonimo scrive:
    ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA
    Tipico di una vecchia babbiona ricca e annoiata.
    • Anonimo scrive:
      Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA
      vedi ci sono persone che vivono fuori dal mondo e/o ci sono persone che si credono superiori...a che o a cosa, solo loro lo sanno...poveri idioti...spero tanto che il corriere non abbia pagato qualcosa per quel articolo...perche non valeva neanche un cent...- Scritto da: inglory
      Tipico di una vecchia babbiona ricca e
      annoiata.
      • Anonimo scrive:
        Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA
        TEmo che l'articolo in questione sia stato STRAPAGATO, invece...La risposta di Scalfari su REpubblica è stata di gran lunga la più lucida che ho letto, l'articolo della Fallaci era di una ignoranza che lascia basiti.
      • Anonimo scrive:
        Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA
        - Scritto da: blah
        vedi ci sono persone che vivono fuori dal
        mondo e/o ci sono persone che si credono
        superiori...a che o a cosa, solo loro lo
        sanno...
        poveri idioti...
        ti sei certo tra quelli
        spero tanto che il corriere non abbia pagato
        qualcosa per quel articolo...perche non
        valeva neanche un cent...
        In fatti non ha Prezzo!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA
      Non sai neanche chi e' e parli. Tu sei un saccente annoiato. QUella donna e' sempre stata coerente e ha espresso la sua posizione con coraggio. Infine ti ricordo che quella "vecchia babbiona ricca e annoiata" ha invece piu' voglia di vivere di te considerato il male che si porta dietro.P.S.Ma dopo 5 minuti non rileggete i vostri post chedendovi come avete fatto a scrivere certe scemenze!!!!- Scritto da: inglory
      Tipico di una vecchia babbiona ricca e
      annoiata.
      • Anonimo scrive:
        Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA
        - Scritto da: Rude
        Non sai neanche chi e' e parli. Tu sei un
        saccente annoiato. QUella donna e' sempre
        stata coerente e ha espresso la sua
        posizione con coraggio. Infine ti ricordo
        che quella "vecchia babbiona ricca e
        annoiata" ha invece piu' voglia di vivere di
        te considerato il male che si porta dietro.Ciao Rude, spero che questo forum non sia stato abbandonato e che tu legga questa risposta.Io so chi è Oriana Fallaci, sono stato un suo accanito lettore, so molto di lei.Ma il suo integralismo non è molto diverso da quello degli interalisti islamici. fortuna che da ambedue gli schieramenti gli integralisti sono una minoranza: solo che in Islam spesso riescono a salire al potere con la violenza, spero che non tocchi anche a noi.Quando si osserva un paese, una cultura, una civiltà lontana dalla nostra bisogna prendere dei nuovi punti di riferimento, cercare di capire da cosa scaturiscono delle posizioni diverse dalla nostra, capire le differenze dalla nostra civiltà. Bada bene che questo non vuol dire accettarle in toto, solo analizzarle per non dare una frettolosa condanna. Te lo dico per esperienza personale, visto che sono un appassionato studioso del Giappone.Avevo un profondo rispetto per la Fallaci, ma l'integralismo di cui si è macchiata sembra proprio quello della "vecchia babbiona ricca e annoiata" che fa due qualunquistiche, rozze chiacchiere dal parrucchiere. Solo che questo è finito sulla prima pagina di un venduto quotidiano a tiratura nazionale.Continuerò ad amare "lettera ad un bambino mai nato", ma per fortuna autore ed opere sono due entità nettamente separate, perché il mio rispetto per la donna Fallaci semplicemente non c'è più.Saluti.
        • Anonimo scrive:
          Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA

          Quando si osserva un paese, una cultura, una
          civiltà lontana dalla nostra bisogna
          prendere dei nuovi punti di riferimento,sarà... ma la prossima volte che vedo un gruppo di beduini che pisciano davanti al duomo di firenze ... giuro che li prendo a calci nel culo... razzista o non razzista
          • Anonimo scrive:
            Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA
            - Scritto da: whitman


            Quando si osserva un paese, una cultura,
            una

            civiltà lontana dalla nostra bisogna

            prendere dei nuovi punti di riferimento,
            sarà... ma la prossima volte che vedo un
            gruppo di beduini che pisciano davanti al
            duomo di firenze ... giuro che li prendo a
            calci nel culo... razzista o non razzistaSolite palle di un povero pirla.
          • Anonimo scrive:
            Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA


            Solite palle di un povero pirla.se nn conosci e non rispetti la tua cultura il povero pirla sei te... e in quattroequattrotto ti ritrovi a pregare(costretto) in moschea... perchè non sei razzista
          • Anonimo scrive:
            Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA
            - Scritto da: whitman





            Solite palle di un povero pirla.
            se nn conosci e non rispetti la tua cultura
            il povero pirla sei te... e in
            quattroequattrotto ti ritrovi a
            pregare(costretto) in moschea... perchè non
            sei razzistaRepeet.Tipici ragionamenti di povero pirla.
          • Anonimo scrive:
            Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA

            Repeet.
            Tipici ragionamenti di povero pirla.hai ragione mi hai convintosono un povero pirlatu sei la persona + intelligente che abbia mai avuto onore di postaregrande onore a te grande strunz..
    • Anonimo scrive:
      Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA
      isticazione?voce del verbo isticare?
    • Anonimo scrive:
      Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA
      Le Twin Towers non ci sono più. Al loro posto c'è solo un cumulo di macerie che nasconde una voragine immensa. Il vuoto assoluto della ragione di chi non vuole accettare che il mondo nuovo è questo.Che vi piaccia o no, il modello occidentale funziona; con tutte le contraddizioni e le incongruenze che un momento di grande evoluzione comporta. Ma funziona.Vorrei che nessuno avesse a pagare il prezzo del progresso, ma è sempre stato così e sempre così sarà. La storia ce l'ha insegnato.Che vi siano resistenze da parte di qualcuno, vuoi per motivi religiosi e\o ideologici, è parte del processo evolutivo. Non è possibile che tutti abbiano lo stesso senso della realtà e la stessa intelligenza. Comunque, la non accettazione del cambiamento, non giustifica la violenza cieca e indiscriminata.Il grande fenomeno della globalizzazione dell'economia iniziato nei primi anni del '900, ha saputo resistere alla recrudescenza dell'imperialismo fascista. Ancor più alla ben più disastrosa e sanguinaria parabola comunista ed ora, ti assicuro, avrà la meglio anche sulle teocrazie neo-medievali.L'analisi di Oriana è lucida e spietata, ma GIUSTA.E poi, nessuno le potrà dire di essere fascista e cattolica. Come tutti dovrebbero sapere, la Fallaci è comunista nel midollo ed atea nel dna.
      • Anonimo scrive:
        Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA

        L'analisi di Oriana è lucida e spietata, ma
        GIUSTA.le prime due si, ma GIUSTA, no...
        E poi, nessuno le potrà dire di essere
        fascista e cattolica. Come tutti dovrebbero
        sapere, la Fallaci è comunista nel midollo
        ed atea nel dna.ecco i suoi problemi...non solo comunista, ma pure atea...
        • Anonimo scrive:
          Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA
          Il suo intento era di provocare quelli che come te e altri ci cascano in pieno.BRAVI
          • Anonimo scrive:
            Re: ERA PURA ISTICAZIONE RAZZISTA
            E chi ti dice che non sia il provocatore ?
  • Anonimo scrive:
    Però... Che mente aperta....
    Cito. Gli Italiani sono un popolo che corre sempre in soccorso del vincitore. Cito: il sistema numerico alla base della nostra civiltà è detto arabo perchè da loro inventato. Che schifo e che tristezza leggere certe cose...
    • Anonimo scrive:
      Re: Però... Che mente aperta....

      Gli Italiani sono un popolo che corre sempre
      in soccorso del vincitore.
      Cito: il sistema numerico alla base della
      nostra civiltà è detto arabo perchè da loro
      inventato.
      Che schifo e che tristezza leggere certe
      cose...Che senso ha citare fuori dal contesto? Che significato ha un giudizio dato senza uno straccio di motivazione? Banda sprecata per chi legge i commenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Però... Che mente aperta....
      ehm...non entro nel merit del resto del post, ma:
      Cito: il sistema numerico alla base della
      nostra civiltà è detto arabo perchè da loro
      inventato. veramente loro l'hannpo preso a prestito dagli indiani, e poi l'han passato a noi. con questo non voglio schierarmi dalla parte delle opinioni fallaci...
      Che schifo e che tristezza leggere certe
      cose...vero...
    • Anonimo scrive:
      Re: Però... Che mente aperta....
      - Scritto da: Gian Elio Filice
      Cito.

      Gli Italiani sono un popolo che corre sempre
      in soccorso del vincitore.

      Cito: il sistema numerico alla base della
      nostra civiltà è detto arabo perchè da loro
      inventato.
      Gli Arabi non hanno inventato il sistema numerico caro il mio saputo. Si utilizza solo "l'alfabeto numerico" arabo ma la matematica non è ne stata inventata dagli arabi ne tanto meno sviluppata da loro. Ti puoi immaginare se sono in grado di sviluppare qualcosa....
      Che schifo e che tristezza leggere certe
      cose...Hai propio ragione....
  • Anonimo scrive:
    Veto imposto in piena consapevolezza
    Io mi son fatta quest'idea. L'articolo, che piaccia o no, è uno sfogo sentimentale chiaramente lontano dalla realtà fattuale, recante un messaggio distorto e antidemocratico. La Fallaci sapeva che l'Italia dei giornali cartacei sarebbe stata terreno fertile per tale materia. Basta andare a leggere i commenti a caldo sui vari forum per averne conferma.I commenti a freddo (più tardivi) invece mostrano come il popolo della rete sia molto più critico nei confronti di quelle posizioni e tollerante verso altri popoli e culture.Io sono convinto che questo la Fallaci lo sappia benissimo e da qui è scaturito il suo patetico tentativo di non uscire online.
  • Anonimo scrive:
    Ma io l'ho visto! (e conservato sul mio pc)....
    Ma io sono riuscito a leggerlo sul sito del Corriere... e mi e' talmente piaciuto che l'ho voluto conservare. Se non ricordo male, l'ho fatto il giorno stesso che e' stato pubblicato sul Corriere. Probabilmente e' stato tolto in un secondo momento...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma io l'ho visto! (e conservato sul mio pc)....
      - Scritto da: Remo Massarini
      Ma io sono riuscito a leggerlo sul sito del
      Corriere... e mi e' talmente piaciuto che
      l'ho voluto conservare. Se non ricordo male,
      l'ho fatto il giorno stesso che e' stato
      pubblicato sul Corriere. Probabilmente e'
      stato tolto in un secondo momento... Degustibus.A me la MERDA non piace.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma io l'ho visto! (e conservato sul mio pc)....
      Per favore, puoi condividerlo x poterlo leggere ?grazie
  • Anonimo scrive:
    riflessione sul commento di Simonetta.
    Sono contenta di aver letto la sua posizione in merito all'articolo della Fallaci perché dopo averlo letto ho riflettuto con maggiore lucidità su quanto é accaduto in U.S.A. Oriana non ha dimenticato niente di ciò che è accaduto, né di quello che ha causato tale disastro perciò come non pubblicare anche su internet tale riflessione? Il solo canale d'informazione rimasto libero da fazioni partitiche. Buon lavoro.
  • Anonimo scrive:
    pienamente d'accordo!!!
    mi associo alla giornalista,io stesso l'ho fatto presente ai responsabili del corriere ma non mi hanno rispostoquando si tratta di soldi siamo tutti uguali :o(e ringrazio questo sito xche' posso dire la miae pure la giornalista a cui rivolgo tuta la mia stimalove peace and happinessmassimo
  • Anonimo scrive:
    il giorno stesso era on line
    il giorno della pubblicazione era on-line sul corriere, l'ho scaricato per leggerlo.....
  • Anonimo scrive:
    LA RICCA "SIGNORA" CHE VIVE A NYC
    Un vomito di insulti all' intelligenza umana e becero RAZZISMO intriso di ODIO e INSULTI nei confronti di un' altra religione degno dei "migliori" tempi NAZISTI.Questo è il "prezioso" "articolo" della "SIGNORA" fallaci.Mettetelo in cornice e conservatelo come becero esempio di sottoprodotto del peggior lato della mente umana seminatore di odio e di morte.
    • Anonimo scrive:
      Re: LA RICCA
      Immagino che tu sia un democratico...
      • Anonimo scrive:
        Re: LA RICCA
        - Scritto da: Lemon
        Immagino che tu sia un democratico...Semplicemente non è un RAZZISTA come quella vecchia cariatide sepolta a NYC.
    • Anonimo scrive:
      Re: LA RICCA
      La verita' fa molto male?Non sono d'accordo con il 100% di quanto a detto, ma su una non ci sono dubbi.Bin Laden e compagian bella va distrutta.Non voglio vivere con la preoccupazione di un attacco terroristico (gas nervini, Antrax etc...). Sono dei mostri e come tali vanno soppressi, con il coraggio di dire:"STIAMO FACENDO GIUSTIZIA"- Scritto da: lassy
      Un vomito di insulti all' intelligenza umana
      e becero RAZZISMO intriso di ODIO e INSULTI
      nei confronti di un' altra religione degno
      dei "migliori" tempi NAZISTI.
      Questo è il "prezioso" "articolo" della
      "SIGNORA" fallaci.
      Mettetelo in cornice e conservatelo come
      becero esempio di sottoprodotto del peggior
      lato della mente umana seminatore di odio e
      di morte.
      • Anonimo scrive:
        Re: LA RICCA
        La verita' fa molto male?Non sono d'accordo con il 100% di quanto a detto, ma su una non ci sono dubbi.Bin Laden e compagian bella va distrutta.Non voglio vivere con la preoccupazione di un attacco terroristico (gas nervini, Antrax etc...). Sono dei mostri e come tali vanno soppressi, con il coraggio di dire:"STIAMO FACENDO GIUSTIZIA"Caro "rude",non mi sembra il tuo ragionamento fili neanche un po', nè da un punto di vista sostanziale, nè morale.1. da un punto di vista sostanziale, NON è possibile "distruggere" "bin lader e compagnia bella". E' un'organizzazione e una forma di lotta, che si ramifica per tutto il mondo, in tutti i paesi, islamici e non. Un'organizzazione inoltre che si basa sulla fede, sui volori (i kamikaze hanno agito certo per denaro) e che quindi non è facile "eliminare".Il facile giustizialismo di cui ti fai portavoce porterebbe soltanto a quella che il nostro malaugurato presidente definisce "guerra di civiltà", con conseguenze poco piacevoli per tutte. Ne io, nè nessun altro vuole che la propria casa, o metropolitana, venga invasa di gas nervino, figuriamoci; il terrorismo si deve combattere, e con forza. Ma analizzando con intelligenza sulle cause che lo provocano, facendgli una guerra sociale, psicologica, di valori, non certo mostrandosi "duri e puri" e bombardando "la compagnia bella" di cui non sappiamo neppure il nome.2. da un punto di vista di valori. L'idea di distruggere il nemico, di eliminarlo, di identificarlo quale un "mostro", ci riporta ad una serie di valori che fanno sicuramente parte della NOSTRA storia e civilizzazione. Il nazismo, il fascismo, le dittature piu' efferate sono nate e cresciute in Europa. Tutte loro tendevano a voler "eliminare" la diversità. Di nuovo, non intendo qui giustificare il terrorismo, ma vorrei che la lotta, giustissima, che si sta facendo, si farà e si deve fare al terrorismo, si tramuti in una lotta contro dei mostri senza faccia, e quindi senza diritti, o senz'anima.Coloro i quali fanno terrorismo sono UOMINI, HANNO DEI DIRITTI ED ANCHE UN'ANIMA, ED HANNO DELLE RAGIONI E SONO TANTI, soltanto comprendendo questo potremmo capire e fare in modo di intervenire in merito.Qualsiasi intervento violento e non ragionato, intriso di violenza cieca e disumanizzata, oltre che essere ingiusto, è anche ineffettivo.cari salutigiovanni
        • Anonimo scrive:
          Re: LA RICCA

          Il nazismo, il fascismo, le dittature piu'
          efferate sono nate e cresciute in Europa.[...]
          Coloro i quali fanno terrorismo sono UOMINI,
          HANNO DEI DIRITTI ED ANCHE UN'ANIMA, ED
          HANNO DELLE RAGIONI E SONO TANTI, soltantoQuando te lo sei bevuto il cervello?
          • Anonimo scrive:
            Re: LA RICCA
            Insisto. 1. il nazismo e il fascimo sono nati e cresciuti in europa. Chi lo voglia negare è o male informato o in mala fede.2. I terroristi sono uomini, come te e me, ed hanno delle ragioni (a mio avviso sbagliatissime e ingiustificabili). Fino a quando non si capirà questo non soltanto non si fermeranno tali atrocità, ma, acuendone le ragioni, si andrà ad una vera guerra civile mondiale sempre piu' cruenta. D'accordo nel combattere e fermare uomini che si macchiano di tali atrocità, no alla generalista categorizzazione di "mostri".
          • Anonimo scrive:
            Re: LA RICCA

            Insisto.
            1. il nazismo e il fascimo sono nati e
            cresciuti in europa. Chi lo voglia negare è
            o male informato o in mala fede.Chi presenta solo e sempre dittature di destra o e' male informato o e' in malafede. Non mi pare che la dittatura sovietica (che ha fatto 85 milioni di morti SOLO TRA I DUOI CONNAZIONALI), quella nordcoreana o quella di Pol Pot siano nate e cresciute in Europa. PIANTIAMOLA di demonizzarci in Italia. OVUNQUE ci sono dittature, di destra o di sinistra.
            2. I terroristi sono uomini, come te e me,
            ed hanno delle ragioni (a mio avviso
            sbagliatissime e ingiustificabili). Fino a
            quando non si capirà questo non soltanto non
            si fermeranno tali atrocità, ma, acuendone
            le ragioni, si andrà ad una vera guerra
            civile mondiale sempre piu' cruenta.
            D'accordo nel combattere e fermare uomini
            che si macchiano di tali atrocità, no alla
            generalista categorizzazione di "mostri".Bene. Siamo d'accordo fino ad un certo punto. La tua precisazione che le ragioni sono "sbagliatissime e ingiustificabili" riapre il dialogo. E' vero che anche i terroristi sono persone, ma quando una persona, che ha quantomeno una dignita' pari alla mia, compie un gesto che uccide DECINE DI MIGLIAIA di persone, per quel che mi riguarda perde qualsiasi dignita' e diritto umano. Diventa un animale. Anzi, gli animali delle cose del genere non le fanno, diventa un MOSTRO. Qualsiasi siano le sue ragioni. E non bisogna dimenticare che purtroppo *alcuni stati islamici* (non l'Islam) sfruttano la religione per plagiare le persone. Io conosco diversi nordafricani, e molti di loro affermano che "Se mi chiamano per la guerra sante, e' giusto che io ci vada". Poi a parlare son capaci tutti, cmq e' innegabile che *alcuni stati islamici* indottrinino i loro cittadini. E questo apre un rischio per gli stati occidentali che, come l'Italia, ospitano *senza controlli* milioni di persone potenzialmente pericolose - il fatto che uno sia potenzialmente pericoloso perche' e' musulmano e' una sciocchezza. Il fatto che uno sia potenzialmente pericoloso perche' proviene da uno stato dove si foraggiano i terroristi, beh, questa non e' una sciocchezza.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA RICCA
            Rispondo soltanto alla precisazione sulle dittature. Hai ragione, ci sono state dittature in tutto il mondo, più o meno cruente, ANCHE in Europa. e costituiscono quindi parte della civilizzazione occidentale come di qualunque altra.
        • Anonimo scrive:
          Re: LA RICCA

          Il nazismo, il fascismo, le dittature piu'
          efferate sono nate e cresciute in Europa.[...]
          Coloro i quali fanno terrorismo sono UOMINI,
          HANNO DEI DIRITTI ED ANCHE UN'ANIMA, ED
          HANNO DELLE RAGIONI E SONO TANTI, soltantoQuando te lo sei bevuto il cervello?
        • Anonimo scrive:
          Re: LA RICCA
          SCUSA IL QUOTING SELVAGGIO MA ALTRIMENTI SI PERDE IL FILO- Scritto da: giovanni
          La verita' fa molto male?
          Non sono d'accordo con il 100% di quanto a
          detto, ma su una non ci sono dubbi.
          Bin Laden e compagian bella va distrutta.
          Non voglio vivere con la preoccupazione di
          un attacco terroristico (gas nervini, Antrax
          etc...). Sono dei mostri e come tali vanno
          soppressi, con il coraggio di dire:
          "STIAMO FACENDO GIUSTIZIA"

          Caro "rude",

          non mi sembra il tuo ragionamento fili
          neanche un po', nè da un punto di vista
          sostanziale, nè morale.

          1. da un punto di vista sostanziale, NON è
          possibile "distruggere" "bin lader e
          compagnia bella". E' un'organizzazione e una
          forma di lotta, che si ramifica per tutto il
          mondo, in tutti i paesi, islamici e non.
          Un'organizzazione inoltre che si basa sulla
          fede, sui volori (i kamikaze hanno agito
          certo per denaro) e che quindi non è facile
          "eliminare".
          Il facile giustizialismo di cui ti fai
          portavoce porterebbe soltanto a quella che
          il nostro malaugurato presidente definisce
          "guerra di civiltà", con conseguenze poco
          piacevoli per tutte. Ne io, nè nessun altro
          vuole che la propria casa, o metropolitana,
          venga invasa di gas nervino, figuriamoci; il
          terrorismo si deve combattere, e con forza.
          Ma analizzando con intelligenza sulle cause
          che lo provocano, facendgli una guerra
          sociale, psicologica, di valori, non certo
          mostrandosi "duri e puri" e bombardando "la
          compagnia bella" di cui non sappiamo neppure
          il nome.Il fatto che una cosa non sia facile non significa che non vada fatta. Inoltre distruggere non significa bombardare, la lotta e' piu' complessa.
          2. da un punto di vista di valori. L'idea di
          distruggere il nemico, di eliminarlo, di
          identificarlo quale un "mostro", ci riporta
          ad una serie di valori che fanno sicuramente
          parte della NOSTRA storia e civilizzazione.
          Il nazismo, il fascismo, le dittature piu'
          efferate sono nate e cresciute in Europa.
          Tutte loro tendevano a voler "eliminare" la
          diversità. Di nuovo, non intendo qui
          giustificare il terrorismo, ma vorrei che la
          lotta, giustissima, che si sta facendo, si
          farà e si deve fare al terrorismo, si
          tramuti in una lotta contro dei mostri senza
          faccia, e quindi senza diritti, o
          senz'anima.Intanto aggiungi anche il COMUNISMO che di morti ne ha fatti molti...Non ho parlato di distruggere le diversita', ma il terrorismo!!!
          Coloro i quali fanno terrorismo sono UOMINI,
          HANNO DEI DIRITTI ED ANCHE UN'ANIMA, ED
          HANNO DELLE RAGIONI E SONO TANTI, soltanto
          comprendendo questo potremmo capire e fare
          in modo di intervenire in merito.
          Qualsiasi intervento violento e non
          ragionato, intriso di violenza cieca e
          disumanizzata, oltre che essere ingiusto, è
          anche ineffettivo.
          cari saluti
          giovanniQuesto non lo accetto. Forse sono uomini, forse hanno un'anima, ma prima che loro distruggano noi noi dobbiamo distruggere loro. Non si va a patti con dei pazzi criminali.Ho per loro il massimo disprezzo e se a un terrorista non gli frega nulla di morire figurati quanto me ne frega a me della sua vita. Lascialo andare dalle sue trenta vergini... quel porco
          • Anonimo scrive:
            Re: LA RICCA
            Il fatto che una cosa non sia facile non significa che non vada fatta. Inoltre distruggere non significa bombardare, la lotta e' piu' complessa.D'accordissimo. Facciamo quindi una lotta che abbia senso. Che si interroghi sulle ragioni di tali atti e che cerchi di prevenirne le cause. Al tempo stesso staniasmo dai loro nascondigli quelli che hanno fatto e vogliono fare altri disastri e consegnamoli alla giustizia, per essere ascoltati, giudicati e condannati.Intanto aggiungi anche il COMUNISMO che di morti ne ha fatti molti...Non ho parlato di distruggere le diversita', ma il terrorismo!!!Aggiungo volentieri qualsiasi regime totalitario, il comunismo e la dittatura della repubblica popolare cinese.Il terrorismo non si distrugge, si combatte, e in varie maniere.PERCHè questa gente ha deciso di dare la propria vita per un progetto tanto pazzesco?QUALI sono le ragioni che sono state alla base del loro agire?QUANTE altre persone possono essere convinte da tali idee? PERCHè?Se non comprendi le ragioni dell'avversario non lo batterai mai. (e sono d'accordo che si deve batterlo)Questo non lo accetto. Forse sono uomini, forse hanno un'anima, ma prima che loro distruggano noi noi dobbiamo distruggere loro. Non si va a patti con dei pazzi criminali.Ho per loro il massimo disprezzo e se a un terrorista non gli frega nulla di morire figurati quanto me ne frega a me della sua vita. Lascialo andare dalle sue trenta vergini... quel porcoquesta è retorica di guerra... Chi l'ha vissuta sa che la divisione noi/loro porta ad una situazione in cui ci perdono tutti, un gioco al massacro... che abbiamo evitato con lo spauracchio atomico durante la guerra fredda, ma vogliamo così rendere costante nell'era post-atomica. guerra civile mondiale.... e chi la vuole?Cari amici, fare del terrorismo da parte di kamikaze è semplicissimo, ed è DIFFICILISSIMO evitarlo con dei mezzi di sicurezza di tipo militare. Immaginate una persona qualsiasi che, imbottita di esplosivo, o di armi chimiche, batteriologiche, etc. va dentro una metropolitana, un grande magazzino, un treno, etc... Ma come si fa a controllare tutto?????? COME SI FA? Neanche il deterrente penale è effettivo... perchè queste persone sanno di morire nel fatto!Questa è la ragione per cui alla lotta militare è necessario affiancarne una razionale delle idee, che convincano la maggior parte di persone possibile che è assurdo lottare contro l'america, l'europa, l'occidente, l'istituzione e che non c'è alcuna ragione valida per farlo, oppure che lo si può fare in altro modo (proteste, sit in, organizazioni internazionali, pressioni politiche, economiche, etc.).cari saluti a tuttigiovanni
          • Anonimo scrive:
            Re: LA RICCA
            Solo una domanda, tanto per mettere a nudo la retorica...Ci vai tu a parlare con Bin Laden e a chiedergli se vuole fare pace?Prima si risolve il problema Laden e Taleban, poi si pensa al resto (tra l'altro il signor Bush si sta muovendo ottimamente fino adesso su tutti i punti di vista)
      • Anonimo scrive:
        Re: LA RICCA

        Bin Laden e compagian bella va distrutta.si ma bastano 2000 uomini tra reparti speciali, supporto tattico e logistico e intelligence...non c'e bisogno di scattenare una guerra fra due mondi...CONTA SEMPRE LA QUALITA NON LA QUANTITA...perche nessuno lo vuole capire ???e certe persone farebbero meglio a stare zitti...
        • Anonimo scrive:
          Re: LA RICCA
          - Scritto da: blah

          Bin Laden e compagian bella va distrutta.
          si ma bastano 2000 uomini tra reparti
          speciali, supporto tattico e logistico e
          intelligence...non c'e bisogno di scattenare
          una guerra fra due mondi...
          CONTA SEMPRE LA QUALITA NON LA
          QUANTITA...perche nessuno lo vuole capire
          ???Credo che tutti gli ufficiali americani abbiano delle conoscenze superiori alle nostre e prenderanno delle decisioni piu' accorte.
          e certe persone farebbero meglio a stare
          zitti...MA SEI PROPRIO DEMOCRATICO TU...Per la serie che la gente puo' parlare a patto di dire quello che voglio io.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA RICCA



            Bin Laden e compagian bella va
            distrutta.

            si ma bastano 2000 uomini tra reparti

            speciali, supporto tattico e logistico e

            intelligence...non c'e bisogno di
            scattenare

            una guerra fra due mondi...

            CONTA SEMPRE LA QUALITA NON LA

            QUANTITA...perche nessuno lo vuole capire

            ???
            Credo che tutti gli ufficiali americani
            abbiano delle conoscenze superiori alle
            nostre e prenderanno delle decisioni piu'
            accorte.cazzo tu lo chiami decisione accorta 500 aerei ??? ke cazzo devono bombardare...non ci sono 500 obbiettivi laggiu...formazione di 3 aerei che cercano di colpire un obbietivo e a terra fanno le scommesse su chi lo fa fuori ???...andiamo...secondo, una piccola forza efficiente e agile e molto meglio di un gigante che siccurammente non sara ne efficiente, ne agile...e rischia di fare anche tanti danni...

            e certe persone farebbero meglio a stare

            zitti...
            MA SEI PROPRIO DEMOCRATICO TU...
            Per la serie che la gente puo' parlare a
            patto di dire quello che voglio io.ma come sei permaloso...NON PARLAVO DI TE...e con quella frase volevo dire che tagliare un albero per far sapere al mondo certe opinioni del caxxo e una barbaria...tutto qui...
          • Anonimo scrive:
            Re: LA RICCA


            Credo che tutti gli ufficiali americani

            abbiano delle conoscenze superiori alle

            nostre e prenderanno delle decisioni piu'

            accorte.
            cazzo tu lo chiami decisione accorta 500
            aerei ??? ke cazzo devono bombardare...non
            ci sono 500 obbiettivi laggiu...formazione
            di 3 aerei che cercano di colpire un
            obbietivo e a terra fanno le scommesse su
            chi lo fa fuori ???...andiamo...Potrebbero dover bombardare una industria di armamenti chimici... Oppure e' solo una intimidazione. Finche' non succede qualcosa non lo possiamo sapere
            secondo, una piccola forza efficiente e
            agile e molto meglio di un gigante che
            siccurammente non sara ne efficiente, ne
            agile...e rischia di fare anche tanti
            danni...Come gia' detto queste cose le sapranno gli uomini di guerra. Inoltre ti faccio presente che ormai si vuole far fuori il regime dei Talebani e spero che la cosa avvenga presto


            e certe persone farebbero meglio a
            stare


            zitti...

            MA SEI PROPRIO DEMOCRATICO TU...

            Per la serie che la gente puo' parlare a

            patto di dire quello che voglio io.
            ma come sei permaloso...NON PARLAVO DI
            TE...e con quella frase volevo dire che
            tagliare un albero per far sapere al mondo
            certe opinioni del caxxo e una
            barbaria...tutto qui...Veramente io credevo ti riferissi ad Oriana Fallaci...
          • Anonimo scrive:
            Re: LA RICCA


            Credo che tutti gli ufficiali americani

            abbiano delle conoscenze superiori alle

            nostre e prenderanno delle decisioni piu'

            accorte.
            cazzo tu lo chiami decisione accorta 500
            aerei ??? ke cazzo devono bombardare...non
            ci sono 500 obbiettivi laggiu...formazione
            di 3 aerei che cercano di colpire un
            obbietivo e a terra fanno le scommesse su
            chi lo fa fuori ???...andiamo...Potrebbero dover bombardare una industria di armamenti chimici... Oppure e' solo una intimidazione. Finche' non succede qualcosa non lo possiamo sapere
            secondo, una piccola forza efficiente e
            agile e molto meglio di un gigante che
            siccurammente non sara ne efficiente, ne
            agile...e rischia di fare anche tanti
            danni...Come gia' detto queste cose le sapranno gli uomini di guerra. Inoltre ti faccio presente che ormai si vuole far fuori il regime dei Talebani e spero che la cosa avvenga presto


            e certe persone farebbero meglio a
            stare


            zitti...

            MA SEI PROPRIO DEMOCRATICO TU...

            Per la serie che la gente puo' parlare a

            patto di dire quello che voglio io.
            ma come sei permaloso...NON PARLAVO DI
            TE...e con quella frase volevo dire che
            tagliare un albero per far sapere al mondo
            certe opinioni del caxxo e una
            barbaria...tutto qui...Veramente io credevo ti riferissi ad Oriana Fallaci...
    • Anonimo scrive:
      Re: LA RICCA
      Sottoscrivo ogni parola.
    • Anonimo scrive:
      Re: LA RICCA
      - Scritto da: lassy
      Un vomito di insulti all' intelligenza umana
      e becero RAZZISMO intriso di ODIO e INSULTI
      nei confronti di un' altra religione degno
      dei "migliori" tempi NAZISTI.
      Questo è il "prezioso" "articolo" della
      "SIGNORA" fallaci.
      Mettetelo in cornice e conservatelo come
      becero esempio di sottoprodotto del peggior
      lato della mente umana seminatore di odio e
      di morte.La sua uscita sul Corsera equivale ad un' inseminazione di gramigna tra la gente.Seminare vento non porterà che a raccolte di tempesta. Questa "intellettuale" non l'ha capito nonostante le sue esperienze e la sua età. Significa che l'odio lo porta nel suo DNA. Poverina, scusate "RICCA di Conto Corrente" ovviamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: LA RICCA

      Un vomito di insulti all' intelligenza umana
      e becero RAZZISMO intriso di ODIO e INSULTI
      nei confronti di un' altra religione degno
      dei "migliori" tempi NAZISTI.
      Questo è il "prezioso" "articolo" della
      "SIGNORA" fallaci.
      Mettetelo in cornice e conservatelo come
      becero esempio di sottoprodotto del peggior
      lato della mente umana seminatore di odio e
      di morte.sei un mussulamano-tollerante-democratico-pacifistaconvinto-e-poi-è-sempre-colpa-dellamerica offeso?
  • Anonimo scrive:
    Amazoni Grinzose & compagnia bella (sic)
  • Anonimo scrive:
    E' vero
    Una cosa che mi ha lasciato di sasso è quando il giorno dopo dell'articolo (mio padre compra tutti i giorni il corriere, tranne quel giorno della pubblicazione del pezzo della Fallaci), la mia morosa mi ha detto " tranquillo tanto domani lo trovi in rete". Come no, in rete non ho trovato un'emerito cazzo. Sono dovuto andare in un bar di amici per farmi dare la copia del corriere del giorno prima...ero curiosissimo.Non è questa la sede per commentare l'articolo. Ma io dico solo una cosa, che sembra essersi dimenticata in questi pochi anni di "Democratica Libertà Americana". Fino alla metà degli anni '60 negli US c'erano bar per bianchi e bar per neri, piasciatoi per bianchi e piasciatoi per neri, bus per bianchi e bus per neri, scuole per bianchi e scuole per neri.....Bin Laden è da far fuori, ma almeno ricordiamoci di cos'è stata l' "AMERICA", visto che qualche importante "scrittore" sembra dimenticare.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' vero
      Visto che non ci credete, vi posto l'header della pagina html che ho scaricato il giorno dopo dal sito del Corriere. Oggi non ci sarà più, ma quel giorno c'è stato. Quindi hanno anche fatto un errore. Corriere della Sera - Edicola
  • Anonimo scrive:
    Non è del tutto vero
    Beh adesso non ci sarà più, ma all'inizio c'era, tant'è che l'ho letto di persona dal sito del corriere...Bisognava andare in "tutti gli articoli" e si trovava.
Chiudi i commenti