2005: l'Europa investita dalla banda larga

La predizione è di Forrester Research secondo cui la rete sarà veloce per almeno 27 milioni di cittadini europei. E ci sarà un'esplosione di contenuti multimediali


Londra – Dalla sfera di cristallo di Forrester Research è arrivata nelle scorse ore la notizia secondo cui tra cinque anni, nel 2005, 27 milioni di europei disporranno di connessioni alla Rete via banda larga. Connessioni veloci che porteranno ad un nuovo modo di sfruttare internet e alla produzione e distribuzione di nuovi generi di contenuti, con un forte accento sulla multimedialità.

Non tutto è rosa e fiori, però, nell’immagine materializzatasi nella sfera di cui sopra. A guidare i paesi a banda larga saranno infatti Norvegia, Svezia, Finlandia e Olanda: tutti gli altri si troveranno ancora molto indietro rispetto ad essi.

Secondo Forrester, lo sviluppo della banda larga si dovrà attribuire alla conseguenza di una forte competizione nel settore delle telecomunicazioni, con una conseguente spinta acceleratrice nello sviluppo di nuove infrastrutture e nuove reti veloci. E un successivo progressivo abbassarsi delle tariffe.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti