2009: è l'anno di Wireless USB?

Staccato Communications ha sviluppato un chip Ultra-Wide Band di nuova generazione che, secondo l'azienda, ha tutte le carte in regola per aprire finalmente l'era dei dispositivi Wireless USB
Staccato Communications ha sviluppato un chip Ultra-Wide Band di nuova generazione che, secondo l'azienda, ha tutte le carte in regola per aprire finalmente l'era dei dispositivi Wireless USB

San Diego (USA) – Le frequenze radio utilizzate dalla tecnologia wireless Ultra-Wide Band (UWB), la stessa alla base della specifica Wireless USB, sono ormai state legalizzate in buona parte del mondo inclusa l’Europa, ma i dispositivi basati su tale tecnologia sono ancora mosche bianche. La situazione sembra destinata a cambiare il prossimo anno, quando arriveranno sul mercato chip UWB abbastanza piccoli ed economici da poter essere integrati sulle classiche chiavette USB.

Tra questi chip di nuova generazione vi sarà il Ripcord 2 di Staccato Communications, un produttore californiano specializzato nello sviluppo di soluzioni, come l’USB senza fili, che implementano lo standard UWB di WiMedia Alliance. Secondo il CEO dell’azienda, Marty Colombatto, il 2009 sarà l’anno in cui Wireless USB comincerà a farsi strada sui PC consumer, aprendo finalmente la strada all’arrivo di una variegata gamma di device USB privi del classico connettore fisico.

Wireless USB, dunque, sembra finalmente pronto per diffondersi sul mercato: saprà conquistarlo? Pochi, oggi, sarebbero disposti a scommetterci. Sebbene sulla carta questa tecnologia offra velocità di tutto rispetto, pari a 480 Mbit/s entro distanze di 3 metri e di 110 Mbps fino a 10 metri, le attuali implementazioni non si spingono oltre il tetto massimo dei 150 Mbps. Oltre a ciò, all’orizzonte già si staglia minaccioso Bluetooth 3.0, anch’esso probabilmente basato su UWB e capace di raggiungere, nel raggio di 10 metri, la stessa velocità teorica massima di Wireless USB.

L’USB senza fili dovrà poi affrontare diverse nuove tecnologie a 60 GHz e le specifiche 802.11 destinate alle connessioni a corto raggio, di cui un esempio è la recente soluzione proprietaria presentata da Ozmo Devices .

Wireless USB si basa sulla WiMedia MAC Convergenze Architecture e utilizza i layer MAC (Media Access Control) e PHY (Physical) della specifica UWB proposta da WiMedia Alliance. È stato progettato per coesistere con altri protocolli di rete di livello superiore ed è ottimizzato per minimizzare i consumi energetici, un fattore particolarmente importante nei dispositivi mobili.

Tra i supporter di Wireless USB vi sono Intel, Agere Systems, HP, Microsoft, NEC, Philips, Samsung, Appairent Technologies, Alereon, STMicroelectronics e Wisair.

Wireless USB si incastona fra Bluetooth, che rimarrà la tecnologia preferita per i cellulari, e Wi-Fi, che seppure meno veloce di Wireless USB vanta un raggio d’azione assai superiore. Quest’ultima tecnologia opera su uno spettro di frequenze compreso fra 3,1 e 10,6 GHz e, come si è detto in precedenza, è in grado di supportare una velocità massima di trasferimento dati di 480 Mbit al secondo, dunque simile a quella di USB 2.0.

Ma Wireless USB non può essere visto come un completo sostituto dell’USB cablato: il motivo principale è dato dal fatto che alcuni dispositivi USB, come ad esempio i sempre più diffusi hard disk esterni da 2,5 pollici, si alimentano direttamente attraverso l’interfaccia USB. Tutti i device Wireless USB, quindi, dovranno necessariamente integrare una batteria.

Il system-on-a-chip (SoC) Ripcord 2 di Staccato, la cui produzione in volumi inizierà nel primo trimestre del prossimo anno, utilizza una tecnologia di processo a 90 nanometri, misura 5 x 5 millimetri e supporta tutte le bande di frequenza UWB approvate in Europa, Giappone, Corea e USA. Il suo costo all’ingrosso sarà di circa 15 dollari a pezzo, circa tre volte il costo di un chip radio Bluetooth 2.0. Colombatto prevede che Ripcord possa allinearsi al prezzo dei SoC Bluetooth tra la fine del 2009 e l’inizio del 2010.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 09 2008
Link copiato negli appunti