2020, ecco come sarà il Mondo

Pervasività totale di Internet, lavoro online e terrorismo luddista antitecnologico. Questo lo scenario disegnato dall'ultima ricerca Pew basata sulle previsioni di oltre 700 esperti di nuove tecnologie
Pervasività totale di Internet, lavoro online e terrorismo luddista antitecnologico. Questo lo scenario disegnato dall'ultima ricerca Pew basata sulle previsioni di oltre 700 esperti di nuove tecnologie

Cosa ci attende nel futuro? I ricercatori del Pew Internet & American Life Project hanno intervistato oltre 700 esperti di nuove tecnologie nel tentativo di definire lo scenario sociale che Internet e gli strumenti digitali contribuiranno a plasmare nei prossimi 15 anni. I risultati di questa indagine futurologa si riferiscono al 2020: Internet sarà ovunque, l’Inglese sarà la lingua universale e nasceranno gruppi organizzati e violenti di luddisti antitecnologici .

Secondo Lee Raine, direttore del Pew e coautore dello studio, Internet raggiungerà tutto il globo: India, Cina ed America Latina saranno i nuovi punti di riferimento nella comunità globale degli utenti telematici. Le opportunità di telelavoro saranno abbondanti e produrranno nuove ricchezze ed opportunità per i cittadini del “Villaggio Globale”. Tuttavia, il 49% degli intervistati non è convinto che il Mondo del 2020 sarà migliore di quello attuale: l’espansione delle nuove tecnologie sarà tutta a detrimento della privacy .

L’aspetto più interessante (ed allarmante) del rapporto stilato dal Pew è la questione del luddismo : secondo il 60% dei 742 esperti interpellati, l’avversione ideologica ai progressi della tecnica e della scienza sarà il nucleo fondante di una nuova tipologia di terrorismo in chiave antitecnologica. “Entro il 2020”, ha dichiarato Raine, “nasceranno nuove sottoculture, formate da persone che rifuggono il progresso tecnologico come antidoto al sovraccarico informativo portato da Internet”.

Lo stile di vita “antitecnologico”, paragonabile a quello delle comunità Amish , verrà propugnato con atti di violenza. Per Thomas Narten, membro della Internet Engineering Task Force di IBM , Internet finirà nel mirino del terrorismo antitecnologico: “Le strutture di Rete, sempre più fondamentali, potranno essere scelte come bersaglio per atti terroristici”.

I robot ed i sistemi dotati di intelligenza artificiale , si legge nel rapporto Pew, diventeranno sempre più potenti e rimpiazzeranno gradualmente numerosi compiti svolti dall’uomo. Per il 42% degli intervistati, “agenti intelligenti di vario tipo prenderanno il controllo delle funzioni di sicurezza, di sorveglianza e di controllo delle attività umane”. Uno scenario che comporterà vari rischi e nuove tipologie di dipendenza tecnologica, “fino a quando sarà troppo tardi per evitare che la tecnologia sfugga completamente dal controllo umano”.

Fantascienza? Un grande scrittore di sci-fi, Arthur C. Clarke , qualche anno fa sostenne che gli uomini dovevano sperare “che i computer ci trattino con benevolenza. Ma io temo che le macchine si sentiranno in diritto di trattarci come meritiamo”.

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 09 2006
Link copiato negli appunti