25 candeline per lo stato solido

Toshiba, che ha ideato i chip di memoria non-volatile, festeggia il primo quarto di secolo della tecnologia NAND flash. E avvia le celebrazioni magnificandone il presente

Roma – In questi giorni si “festeggia” il venticinquesimo anno di vita commerciale delle memorie NAND flash, tecnologia ideata e introdotta sul mercato da Toshiba nel lontano 1987. La multinazionale nipponica ricorda al mondo i suoi meriti, loda le NAND e promette una “campagna interattiva” di celebrazione. Ma le NAND potrebbero non avere molto futuro davanti a loro.

“Il mercato delle NAND Flash è cresciuto rapidamente – dice Toshiba – con la memoria Flash commercializzata in quantità di Gigabyte 8 volte superiori alle DRAM nel 2011″. “Le NAND Flash sono diventate la scelta preferita per lo storage al silicio ad alta densità” dice ancora la società giapponese, “sono usate in una varietà di memory card e drive USB e si trovano in molte applicazioni cloud consumer, industriali e aziendali”.

Grazie alle NAND flash e alle loro qualità, sostiene Toshiba, oggi si assiste all’esplosione della “mobilità dei contenuti” e alla relativa innovazione “nello sviluppo di prodotti per tutti dai consumatori alle aziende”. Il venticinquesimo compleanno delle NAND verrà festeggiato degnamente, promette la corporation, e non mancheranno eventi pubblici con tanto di commentatori e panegirici sull’impatto della tecnologia.

Toshiba glorifica le NAND, ma le NAND potrebbero presto essere surclassate da tecnologie concorrenti molto più capaci, affidabili e durevoli come ReRAM, FeRAM e PCM . Mobilità a parte, inoltre, le memorie NAND e gli SSD non hanno sin qui mai “sfondato” nel mercato dello storage per i computer grandi, piccoli, portatili e “cloud”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pippo75 scrive:
    Cosa stanno sviluppando di bello?
    Lo sviluppo è al massimo dell'andamento, ma di particolare cosa stanno sviluppando?FileSystem, Gestione della memoria, Driver aggiuntivi, SW per macinare il caffè....
    • collione scrive:
      Re: Cosa stanno sviluppando di bello?
      stanno ristrutturando l'intero comparto grafico, iniziato con l'introduzione del kms e galliumanzi mi meraviglio che facciano cose del genere con tanta disinvolturaun sistema closed avrebbe richiesto 20 anni per un cambiamento del genere
      • Ubunto scrive:
        Re: Cosa stanno sviluppando di bello?
        - Scritto da: collione
        stanno ristrutturando l'intero comparto grafico,
        iniziato con l'introduzione del kms e
        gallium

        anzi mi meraviglio che facciano cose del genere
        con tanta
        disinvoltura

        un sistema closed avrebbe richiesto 20 anni per
        un cambiamento del
        genereE Canonical che dice? Il comparto grafico non le interessa? O forse le interesserà solo *dopo* che gli altri ci avranno lavorato sopra? :D
        • collione scrive:
          Re: Cosa stanno sviluppando di bello?
          se ne interessano ma come utentigrazie a gallium hanno potuto piazzare quella schifezza di unity di default
  • FDG scrive:
    Ma dov'è Canonical?
    Non vedo nella top 20 l'azienda che distribuisce Ubuntu.
    • krane scrive:
      Re: Ma dov'è Canonical?
      - Scritto da: FDG
      Non vedo nella top 20 l'azienda che
      distribuisce Ubuntu.Sara' che non caca il kernel facendo danno sulle interfacce ?
      • FDG scrive:
        Re: Ma dov'è Canonical?
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: FDG

        Non vedo nella top 20 l'azienda che

        distribuisce Ubuntu.

        Sara' che non caca il kernel facendo danno sulle
        interfacce
        ?Immagino pure io. Però non mi dispiacerebbe vedere una lista più completa dei contributor.
      • Shiba scrive:
        Re: Ma dov'è Canonical?
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: FDG

        Non vedo nella top 20 l'azienda che

        distribuisce Ubuntu.

        Sara' che non caca il kernel facendo danno sulle
        interfacce
        ?Più schifose di prima non potevano essere :D
        • krane scrive:
          Re: Ma dov'è Canonical?
          - Scritto da: Shiba
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: FDG


          Non vedo nella top 20 l'azienda


          che distribuisce Ubuntu.

          Sara' che non caca il kernel facendo

          danno sulle interfacce ?
          Più schifose di prima non potevano essere :DIntanto alcune son finite in debian.( certo prima delle piastrelle ]
          • Shiba scrive:
            Re: Ma dov'è Canonical?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: FDG



            Non vedo nella top 20 l'azienda



            che distribuisce Ubuntu.



            Sara' che non caca il kernel facendo


            danno sulle interfacce ?


            Più schifose di prima non potevano essere :D

            Intanto alcune son finite in debian.
            ( certo prima delle piastrelle ]Su Debian testano che un software non abbia e non dia problemi, altro non interessa.
          • cereal K scrive:
            Re: Ma dov'è Canonical?
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Shiba


            - Scritto da: krane



            - Scritto da: FDG




            Non vedo nella top 20
            l'azienda





            che distribuisce Ubuntu.





            Sara' che non caca il kernel
            facendo




            danno sulle interfacce ?




            Più schifose di prima non potevano
            essere
            :D



            Intanto alcune son finite in debian.

            ( certo prima delle piastrelle ]

            Su Debian testano che un software non abbia e non
            dia problemi, altro non
            interessa.poi bisogna vedere se viene integrato con le prossime release dopo aver testato a lungo se da problemi
          • krane scrive:
            Re: Ma dov'è Canonical?
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Shiba


            - Scritto da: krane



            - Scritto da: FDG




            Non vedo nella top 20
            l'azienda





            che distribuisce Ubuntu.





            Sara' che non caca il kernel
            facendo




            danno sulle interfacce ?




            Più schifose di prima non potevano
            essere
            :D



            Intanto alcune son finite in debian.

            ( certo prima delle piastrelle ]

            Su Debian testano che un software non abbia e non
            dia problemi, altro non
            interessa.Dico poco... E' proprio quel che mi serve un software testato e che non mi dia problemi.
          • Shiba scrive:
            Re: Ma dov'è Canonical?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: Shiba



            - Scritto da: krane




            - Scritto da: FDG





            Non vedo nella top 20

            l'azienda







            che distribuisce Ubuntu.







            Sara' che non caca il kernel

            facendo






            danno sulle interfacce ?






            Più schifose di prima non potevano

            essere

            :D





            Intanto alcune son finite in debian.


            ( certo prima delle piastrelle ]



            Su Debian testano che un software non abbia
            e
            non

            dia problemi, altro non

            interessa.

            Dico poco... E' proprio quel che mi serve un
            software testato e che non mi dia
            problemi.Perfetto. Questo non toglie che facciano schifo.
          • krane scrive:
            Re: Ma dov'è Canonical?
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Shiba


            - Scritto da: krane



            - Scritto da: Shiba




            - Scritto da: krane





            - Scritto da: FDG






            Non vedo nella top
            20


            l'azienda









            che distribuisce
            Ubuntu.









            Sara' che non caca il
            kernel


            facendo








            danno sulle interfacce ?








            Più schifose di prima non
            potevano


            essere


            :D







            Intanto alcune son finite in
            debian.



            ( certo prima delle piastrelle ]





            Su Debian testano che un software non
            abbia

            e

            non


            dia problemi, altro non


            interessa.



            Dico poco... E' proprio quel che mi serve un

            software testato e che non mi dia

            problemi.

            Perfetto. Questo non toglie che facciano schifo.Soggetto ? Le interfacce ? Canonical ? Debian ?
          • Shiba scrive:
            Re: Ma dov'è Canonical?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: krane


            Dico poco... E' proprio quel che mi
            serve
            un


            software testato e che non mi dia


            problemi.



            Perfetto. Questo non toglie che facciano
            schifo.

            Soggetto ? Le interfacce ? Canonical ? Debian ?Beh, parlavamo di interfacce, no?
    • stelvio scrive:
      Re: Ma dov'è Canonical?
      e quando mai canonical ha contribuito a qualcosa che non siano le sue assurde bacate interfacce grafiche?
    • Shiba scrive:
      Re: Ma dov'è Canonical?
      - Scritto da: FDG
      Non vedo nella top 20 l'azienda che distribuisce
      Ubuntu.Probabilmente perché tutti non possono sviluppare tutto. Che è poi ciò che chi si ostina a rompere su Canonical e il kernel non vuole capire.
      • FDG scrive:
        Re: Ma dov'è Canonical?
        - Scritto da: Shiba
        Probabilmente perché tutti non possono sviluppare
        tutto. Che è poi ciò che chi si ostina a rompere
        su Canonical e il kernel non vuole
        capire.Allora Ubuntu è solo un'interfaccia grafica? :o
        • Shiba scrive:
          Re: Ma dov'è Canonical?
          - Scritto da: FDG
          - Scritto da: Shiba


          Probabilmente perché tutti non possono
          sviluppare

          tutto. Che è poi ciò che chi si ostina a
          rompere

          su Canonical e il kernel non vuole

          capire.

          Allora Ubuntu è solo un'interfaccia grafica? :oUbuntu è una distro e Canonical si concentra principalmente su ciò che per loro ha una priorità maggiore. Visto che sul kernel ci lavorano più o meno tutti, trattano altri aspetti che le altre distro neppure sanno cosa siano.Potrebbero anche concentrarsi sul kernel, sviluppando piccoli pezzetti come fanno tutti, e per il resto fornire le stesse identiche cose che forniscono le altre distribuzioni. Ma chissà perché a qualcuno questa sembrava un'idiozia.Per dirla in termini scientifici: se continuate a pretendere che il lattaio vi porti il giornale, a sbagliare siete voi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 aprile 2012 20.09-----------------------------------------------------------
          • pruriginoso scrive:
            Re: Ma dov'è Canonical?
            Dai, è vero.Non amo particolarmente Ubuntu e capisco che sia di moda dare addosso a Canonical qualunque cosa faccia, però, piaccia o non piaccia, non si può negare che Canonical segua una sua linea.Che sia marketing, interfaccia, frocerie grafiche, quello che vi pare, ma occupa un ambito di cui non si occupa nessuno.Canonical è una piccola azienda e impiega le sue risorse nel miglior modo ritenuto possibile dall'azienda.Fossero 20.000 dipendenti potrei capire le critiche.Magari le scelte aziendali non saranno sempre condivisibili, ma Canonical è piccola e trovo l'atteggiamento dell'azienda razionale, Com'è che Canonical è <b
            sempre </b
            criticabile sia quando lavora su un ulteriore shell per gnome 3 perché "disperde risorse", sia quando, al contrario, concentra i suoi sforzi perseguendo un obiettivo invece che spezzettare la sua forza lavoro improduttivamente su 1000 fronti diversi?Non si può far tutto, a ognuno il suo :)- Scritto da: Shiba
            - Scritto da: FDG

            - Scritto da: Shiba




            Probabilmente perché tutti non possono

            sviluppare


            tutto. Che è poi ciò che chi si ostina a

            rompere


            su Canonical e il kernel non vuole


            capire.



            Allora Ubuntu è solo un'interfaccia grafica?

            :o

            Ubuntu è una distro e Canonical si concentra
            principalmente su ciò che per loro ha una
            priorità maggiore. Visto che sul kernel ci
            lavorano più o meno tutti, trattano altri aspetti
            che le altre distro neppure sanno cosa
            siano.
            Potrebbero anche concentrarsi sul kernel,
            sviluppando piccoli pezzetti come fanno tutti, e
            per il resto fornire le stesse identiche cose che
            forniscono le altre distribuzioni. Ma chissà
            perché a qualcuno questa sembrava
            un'idiozia.

            Per dirla in termini scientifici: se continuate a
            pretendere che il lattaio vi porti il giornale, a
            sbagliare siete
            voi.
            --------------------------------------------------
            Modificato dall' autore il 05 aprile 2012 20.09
            --------------------------------------------------
          • Ubunto scrive:
            Re: Ma dov'è Canonical?
            - Scritto da: pruriginoso
            Com'è che Canonical è <b
            sempre
            </b
            criticabile sia quando lavora su un
            ulteriore shell per gnome 3 perché "disperde
            risorse", sia quando, al contrario, concentra i
            suoi sforzi perseguendo un obiettivo invece che
            spezzettare la sua forza lavoro improduttivamente
            su 1000 fronti
            diversi?Basterebbe rivedere una certa politica degli annunci fatti a XXXXX di cane, che è ormai caratterizzante in casa Canonical. "Improduttivamente" poi, cosa esattamente? Le fondamenta del sistema operativo sono "improduttivamente"?Dire che a Canonical non interessa lo sviluppo di certe parti del sistema è una idiozia bella e buona. Come dire che a Microsoft non interessano le DirectX, tanto c'è Metro. Quali sono le "DirectX" di Canonical?E' Canonical che si pone come protagonista (e lo è) per la diffusione di linux tramite Ubuntu, ma a grandi poteri corrispondono grandi responsabilità. Canonical non se ne assume neanche una, ma al contempo non perde occasione per "differenziarsi". Differenziarsi non è un demerito, basterebbe farlo su basi solide per avere rispetto.
          • pruriginoso scrive:
            Re: Ma dov'è Canonical?
            - Scritto da: Ubunto
            - Scritto da: pruriginoso

            Com'è che Canonical è <b
            sempre

            </b
            criticabile sia quando lavora su
            un

            ulteriore shell per gnome 3 perché "disperde

            risorse", sia quando, al contrario,
            concentra
            i

            suoi sforzi perseguendo un obiettivo invece
            che

            spezzettare la sua forza lavoro
            improduttivamente

            su 1000 fronti

            diversi?

            Basterebbe rivedere una certa politica degli
            annunci fatti a XXXXX di cane, che è ormai
            caratterizzante in casa Canonical.
            "Improduttivamente" poi, cosa esattamente? Le
            fondamenta del sistema operativo sono
            "improduttivamente"?
            Dire che a Canonical non interessa lo sviluppo di
            certe parti del sistema è una idiozia bella e
            buona. Come dire che a Microsoft non interessano
            le DirectX, tanto c'è Metro. Quali sono le
            "DirectX" di
            Canonical?

            E' Canonical che si pone come protagonista (e lo
            è) per la diffusione di linux tramite Ubuntu, ma
            a grandi poteri corrispondono grandi
            responsabilità. Canonical non se ne assume
            neanche una, ma al contempo non perde occasione
            per "differenziarsi". Differenziarsi non è un
            demerito, basterebbe farlo su basi solide per
            avere
            rispetto.Aspetta, non fraintendere.Non dico che occuparsi di altre parti dell'ecosistema gnu/linux molto più critiche sarebbe improduttivo, ci mancherebbe. Sarei folle a sostenere una tesi del genere.Dico solo che sarebbe improduttivo se, avendo pochi uomini, piuttosto che concentrarli su un unico obiettivo, li si disperdesse nei mille rivoli di cui è composto detto ecosistema. È uno sforzo che sarebbe sostenibile da una grossa azienda, ma non è il caso di Canonical.Fai il paragone con Microsoft ma non è appunto il caso di Canonical. Ti sembra che la forza d'urto delle due aziende sia paragonabile?È chiaro che il marketing, l'hype ad ogni costo , è il tratto distintivo di Canonical. Tratto che ti si può rivoltare contro nel momento in cui crei delle aspettative talmente alte per cui, anche la pubblicazione dei nuovi wallpaper (notizia in certi ambiti assolutamente irrilevante), diventa evento.Sono d'accordo che si può considerare discutibile questo atteggiamento, ma io facevo un'osservazione ancora a monte. Sostengo che non sia possibile che l'accezione negativa di qualunque cosa succeda nel mondo gnu/linux sia sempre attribuibile a Canonical. Trovo la cosa francamente irrazionale e puerile.
          • Shiba scrive:
            Re: Ma dov'è Canonical?
            - Scritto da: Ubunto
            - Scritto da: pruriginoso

            Com'è che Canonical è <b
            sempre

            </b
            criticabile sia quando lavora su
            un

            ulteriore shell per gnome 3 perché "disperde

            risorse", sia quando, al contrario,
            concentra
            i

            suoi sforzi perseguendo un obiettivo invece
            che

            spezzettare la sua forza lavoro
            improduttivamente

            su 1000 fronti

            diversi?

            Basterebbe rivedere una certa politica degli
            annunci fatti a XXXXX di cane, che è ormai
            caratterizzante in casa Canonical.
            "Improduttivamente" poi, cosa esattamente? Le
            fondamenta del sistema operativo sono
            "improduttivamente"?
            Dire che a Canonical non interessa lo sviluppo di
            certe parti del sistema è una idiozia bella e
            buona. Come dire che a Microsoft non interessano
            le DirectX, tanto c'è Metro. Quali sono le
            "DirectX" di
            Canonical?

            E' Canonical che si pone come protagonista (e lo
            è) per la diffusione di linux tramite Ubuntu, ma
            a grandi poteri corrispondono grandi
            responsabilità. Canonical non se ne assume
            neanche una, ma al contempo non perde occasione
            per "differenziarsi". Differenziarsi non è un
            demerito, basterebbe farlo su basi solide per
            avere
            rispetto.Ma ti sembra anche solo lontanamente paragonabile a Microsoft come potere lavorativo? No, parlassi di Red Hat magari...
          • collione scrive:
            Re: Ma dov'è Canonical?
            mmm in effettiperò hanno meno dipendenti ma con le idee molto meno incasinate dei poveri spara-codice di microsoft :D
  • CSS scrive:
    x la redazione a proposito di Linux
    Vorrei fare notare un problemino:chi ha realizzato questo sito ha specificato come font: "LucidaGrande", "Lucida Grande", "kedage", "Sharjah", "DejaVu Sans", "Lucida Sans Unicode", "serif", "Arial", sans-serif;Chi ha una distro Linux è probabile che non abbia "kedage" e "Sharjah" installati, che però sono font per caratteri arabi ecc. che c'entrano poco e non sono un gran che quando devono rendere il nostro alfabeto. Quindi il vostro sito appare con caratteri più brutti (e anche meno leggibili, specialmente a chi non gradisce l'antialiasing).Grazie per l'attenzione
    • CSS scrive:
      Re: x la redazione a proposito di Linux
      errore di battitura: "è probabile che non abbia "kedage" e "Sharjah" installati" c'è un "non" in più
      • collione scrive:
        Re: x la redazione a proposito di Linux
        ma perchè specificare font per charset arabi??
        • panda rossa scrive:
          Re: x la redazione a proposito di Linux
          - Scritto da: collione
          ma perchè specificare font per charset arabi??Sara' qualche fetenzia automatica che i tools M$ impostano di default.Ad ogni modo io ho il mio css ottimizzato per PI e il problema del font non me lo pongo proprio.
        • volgare scrive:
          Re: x la redazione a proposito di Linux
          - Scritto da: collione
          ma perchè specificare font per charset arabi??Incapacità, pura e semplice incapacità. :
          • collione scrive:
            Re: x la redazione a proposito di Linux
            - Scritto da: volgare
            - Scritto da: collione

            ma perchè specificare font per charset
            arabi??

            Incapacità, pura e semplice incapacità. :azz, questi impongono la Sharia per incapacità (rotfl)scusate non ho resistito, il nome di quel font è troppo assurdo :D
    • nome e cognome scrive:
      Re: x la redazione a proposito di Linux

      Chi ha una distro Linux è probabile che non abbiaLeggendo l'articolo ti sei illuso di contare qualcosa sul mercato?
      • collione scrive:
        Re: x la redazione a proposito di Linux
        - Scritto da: nome e cognome

        Leggendo l'articolo ti sei illuso di contare
        qualcosa sul
        mercato?sicuramente più di windows phone (rotfl)
        • qualsiasi contenuto ingiurioso scrive:
          Re: x la redazione a proposito di Linux
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: nome e cognome




          Leggendo l'articolo ti sei illuso di contare

          qualcosa sul

          mercato?

          sicuramente più di windows phone (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • nome e cognome scrive:
          Re: x la redazione a proposito di Linux
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: nome e cognome




          Leggendo l'articolo ti sei illuso di contare

          qualcosa sul

          mercato?

          sicuramente più di windows phone (rotfl)Già in 6 mesi WP7 ha conquistato solo lo 0,4% del mercato mobile, in 20 anni linux ben l'1% del mercato desktop ... ho detto per caso 20 anni?
          • collione scrive:
            Re: x la redazione a proposito di Linux
            - Scritto da: nome e cognome
            Già in 6 mesi WP7 ha conquistato solo lo 0,4% del
            mercato mobile, in 20 anni linux ben l'1% del
            mercato desktop ... ho detto per caso 20
            anni?sogna sogna (rotfl)http://www.hindustantimes.com/technology/IndustryTrends/Windows-Phone-s-frustratingly-low-app-sales/SP-Article1-835791.aspxhttp://blogs.computerworld.com/19966/windows_phone_market_share_is_so_small_nielsen_doesnt_even_list_ithttp://www.reuters.com/article/2012/03/26/net-us-windowsphone-idUSBRE82P05Z20120326la verità è che nessuno se lo caga, è un flop totale (rotfl)
  • bananajoe scrive:
    ppp
    tutti a parlare di tojan e backdoor iniettati nel kernel, ma a quanto pare nessuno dei criticoni qui conosce il workflow che deve seguire una patch, anche di solo una riga di codice, prima di entrare a far parte del kernel vanilla.ed è anche scritto, seppur a grandi linee e non troppo tecnicamente, nel report linkato all'inizio di questo articolo.linux non è un calderone in cui ognuno ci butta dentro quello che vuole...mi pare scontato
    • panda rossa scrive:
      Re: ppp
      - Scritto da: bananajoe
      tutti a parlare di tojan e backdoor iniettati nel
      kernel, No, non tutti.Solo quelli che credono di saper programmare perche' una volta hanno fatto "hello world" in visual basic.
    • ecco il film scrive:
      Re: ppp
      apollo 13:-)
  • ... scrive:
    GNU/Hurd pronto nel 2013
    Se quelli che straparlano di "hurd morto" si informassero un attiimno di piu'... Lento sicuramente, morto no.http://www.gnu.org/software/hurd/http://it.wikipedia.org/wiki/Hurd
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: GNU/Hurd pronto nel 2013
      Esiste anche debian hurd, se è per questo.Quindi, è "pronto" già adesso, se vogliamo. Dipende da cosa intendi.
      • tyerry scrive:
        Re: GNU/Hurd pronto nel 2013
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Esiste anche debian hurd, se è per questo.

        Quindi, è "pronto" già adesso, se vogliamo.
        Dipende da cosa intendi.per "pronto" intendo marcato stabile, rilasciato ufficialmente per l'utilizzo quotidiano. Se poi mancano filesystem tipo NTFS o BTFS, o driver di hardware "extra" come schede scsi o pennette wireless, quello e' un altro conto: l'importante e' che il sistema sia stbile e supporti l'hardware che che gli sviluppatori si erano prefissi. L'ultima volta che lo ho provato, andava xorg, wmaker la bash ma firefox andava in crash. Al momento quelli di debian hanno portato su GNU/hurd il 70% dei pacchetti che girano su gnu/Linux: non e' poco, ma non e' ancora abbastanza. Spero facciano una volata finale.
      • Shiba scrive:
        Re: GNU/Hurd pronto nel 2013
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Esiste anche debian hurd, se è per questo.

        Quindi, è "pronto" già adesso, se vogliamo.
        Dipende da cosa
        intendi.Per il bimbominkia 2012 esiste anche Arch Hurd.
    • collione scrive:
      Re: GNU/Hurd pronto nel 2013
      ok, mi fa piacere, ma sarà pronto davvero stavolta?e pronto in che senso? a me linux va stretto da almeno 2 anni e non lo negoho guardato a haiku, minix, syllable, aros e netbsdperò il supporto hardware mancante pesa e parecchio pure
      • AtariLover scrive:
        Re: GNU/Hurd pronto nel 2013
        AROS promette davvero bene accidenti... Pur essendo Atariana ammetto che la perdita di Amiga ha portato tutto il mondo pc indietro di 5-6 anni :((atari)(amiga)
        • collione scrive:
          Re: GNU/Hurd pronto nel 2013
          più che la perdita, è l'accanimento terapeutico che ci sta distruggendo :Dè squallido che hyperion e commodore si buttino sul marchio come sciacalli, sfornando XXXXXte come l'x1000 o il c64 e l'amiga del 2012FANNO PENA!!!!
          • AtariLover scrive:
            Re: GNU/Hurd pronto nel 2013
            - Scritto da: collione
            più che la perdita, è l'accanimento terapeutico
            che ci sta distruggendo
            :D

            è squallido che hyperion e commodore si buttino
            sul marchio come sciacalli, sfornando XXXXXte
            come l'x1000 o il c64 e l'amiga del
            2012

            FANNO PENA!!!!Mah... Sinceramente se sfornassero hardware cazzuto sarebbe ancora bella come cosa, anche se purtroppo oramai il vantaggio nel multimedia e i programmi storici sono migrati altrove. sigh...EDIT: Ecco adesso mi è venuta voglia di rileggermi i lavori di Eric W. Schwartz come Sabrina XD che nostalgia!http://rigby-jones.net/es/(amiga)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 aprile 2012 22.20-----------------------------------------------------------
          • collione scrive:
            Re: GNU/Hurd pronto nel 2013
            - Scritto da: AtariLover
            Mah... Sinceramente se sfornassero hardware
            cazzuto sarebbe ancora bella come cosa, anche seimho sarebbe bello anche senza il marchio Amiga appiccicato sopra
      • benkj scrive:
        Re: GNU/Hurd pronto nel 2013
        - Scritto da: collione
        ok, mi fa piacere, ma sarà pronto davvero
        stavolta?Saranno 3 gatti a programmarlo... ed altri 3 ad usarlo. Anni addietro l'ho provato anch'io, ma sinceramente non vedo motivo per usarlo. Carina l'idea dei translator ma non basta
        e pronto in che senso? a me linux va stretto da
        almeno 2 anni e non lo negoe perche'?
        ho guardato a haiku, minix, syllable, aros e
        netbsddai un occhiata anche ad openbsd... sicurezza a parte, ogni manpage e' come un libro
        • collione scrive:
          Re: GNU/Hurd pronto nel 2013
          - Scritto da: benkj
          l'idea dei translator ma non
          basta
          wow interessante concetto

          e perche'?beh, principalmente perchè vado alla ricerca di cose nuove, ma anche perchè linux è troppo "normale"
          dai un occhiata anche ad openbsd... sicurezza a
          parte, ogni manpage e' come un
          librodirei che è l'unico dei bsd che mi manca :Dho trovato molto interessante e ben fatto netbsd
      • qualsiasi contenuto ingiurioso scrive:
        Re: GNU/Hurd pronto nel 2013
        - Scritto da: collione
        ok, mi fa piacere, ma sarà pronto davvero
        stavolta?Ma figurati.
    • AMEN scrive:
      Re: GNU/Hurd pronto nel 2013
      - Scritto da: ...

      http://www.gnu.org/software/hurd/
      http://it.wikipedia.org/wiki/HurdAlmeno leggi tutto:"Resta una incognita la quantità di hardware che verrà supportata, in quanto Hurd ha carenza di driver aggiornati per le attuali periferiche"Se non si sa quanto hw supporterà, figuriamoci il sw....
    • qualsiasi contenuto ingiurioso scrive:
      Re: GNU/Hurd pronto nel 2013
      - Scritto da: ...
      Se quelli che straparlano di "hurd morto" si
      informassero un attiimno di piu'... Lento
      sicuramente, morto
      no.

      http://www.gnu.org/software/hurd/
      http://it.wikipedia.org/wiki/HurdGNU HURD è uno zombie. (rotfl)
  • ... scrive:
    Linux, chi sviluppa il kernel?
    Leggendo certi minchioni che imperverano su PI, chi sviluppa il kernel sono solo cantinari brufolosi, grassi, miopi e frequentatori di centri sociali.
    • crostone scrive:
      Re: Linux, chi sviluppa il kernel?
      e drogati- Scritto da: ...
      Leggendo certi minchioni che imperverano su PI,
      chi sviluppa il kernel sono solo cantinari
      brufolosi, grassi, miopi e frequentatori di
      centri
      sociali.
      • collione scrive:
        Re: Linux, chi sviluppa il kernel?
        - Scritto da: crostone
        e drogati

        ma non si sa che droga usino attualmente, il che rende il governo estremamente nervoso :D
    • maxsix scrive:
      Re: Linux, chi sviluppa il kernel?
      - Scritto da: ...
      Leggendo certi minchioni che imperverano su PI,
      chi sviluppa il kernel sono solo cantinari
      brufolosi, grassi, miopi e frequentatori di
      centri
      sociali.Leggendo certi minchioni che imperverano su PI, che NON sanno che linux è iniziato proprio da cantinari brufolosi, grassi, miopi e frequentatori di centri sociali.Ed era li il bello.E sottolineo "ERA".
  • orofox scrive:
    LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
    siamo davvero sicuri che tutti questi fantomatici programmatori stipendiati non passino il loro tempo a iniettare backdoor e spaghetti code all'interno del cuore di linux?Sarebbe il caso di controllare meglio questi crumiri del codice aperto..Non a caso linux negli ultimi hanni ha dimostrato sempre maggiori criticita' per quanto riguarda sicurezza intrsica dell sua struttra interna...Siamo davvero sicuri che chi lavora al soldo di qualche multinazionale abbia lo stesso spirito di liberta' di un appassionato?In ognicaso, se avete dubbi: http://www.gnu.org/software/hurd/hurd.html
    • maxsix scrive:
      Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
      - Scritto da: orofox
      siamo davvero sicuri che tutti questi fantomatici
      programmatori stipendiati non passino il loro
      tempo a iniettare backdoor e spaghetti code
      all'interno del cuore di
      linux?
      No, non siamo sicuri
      Sarebbe il caso di controllare meglio questi
      crumiri del codice
      aperto..
      Non si può perchè la massa del codice dei pro è in chunk binari.
      Non a caso linux negli ultimi hanni ha dimostrato
      sempre maggiori criticita' per quanto riguarda
      sicurezza intrsica dell sua struttra
      interna...
      Esatto, ma vaglielo a dire a quei boccaloni dei linari con l'infradito.
      Siamo davvero sicuri che chi lavora al soldo di
      qualche multinazionale abbia lo stesso spirito di
      liberta' di un
      appassionato?
      No siamo sicuri che chi lavora al soldo lo fa per guadagnarci. E chi lo paga pure. Tutto il resto sono fandonie.
      In ognicaso, se avete dubbi:
      http://www.gnu.org/software/hurd/hurd.htmlMai avuti, ergo, sempre peggio sto lollinux.
      • collione scrive:
        Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
        - Scritto da: maxsix
        No siamo sicuri che chi lavora al soldo lo fa per
        guadagnarci. E chi lo paga pure. Tutto il resto
        sono
        fandonie.
        quindi siamo altrettanto sicuri che il software microsoft è pieno zeppo di backdoor?del resto non puoi nemmeno controllarlo, non avendone i sorgenti
        • maxsix scrive:
          Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: maxsix


          No siamo sicuri che chi lavora al soldo lo fa
          per

          guadagnarci. E chi lo paga pure. Tutto il resto

          sono

          fandonie.



          quindi siamo altrettanto sicuri che il software
          microsoft è pieno zeppo di
          backdoor?Continui con sta storia di M$. A me del sw di M$ me ne frega na mazza, o meglio, se fa danni so dove andare a prendere (in modo molto figurato) a calci la porta.

          del resto non puoi nemmeno controllarlo, non
          avendone i
          sorgentiAppunto, ma mettiamola così, come ti dicevo sopra. Su M$ abbiamo una certezza, che è software che fa oltremodo schifo.Su Linux abbiamo certezze ad oggi? No. Solo tante buone speranze.E nessun straccio di garanzia.
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: maxsix
            Continui con sta storia di M$. A me del sw di M$ms per dire il software closed
            me ne frega na mazza, o meglio, se fa danni so
            dove andare a prendere (in modo molto figurato) a
            calci la
            porta.ah e qui ti volevopure nel caso open sai dove andar a prendere a calci la porta, perchè le patch mica sono senza nome e, come si vede dall'indagine svolta dalla linux foundation, i maggiori contributi provengono da aziende
            Su Linux abbiamo certezze ad oggi? No. Solo tante
            buone
            speranze.
            E nessun straccio di garanzia.si ma adesso stai parlando di backdoor o di bug?i bug esistono sempre e comunque e linux è sottoposto ad auditing e c'è un'intera parte di codice nel kernel che serve proprio a permettere l'auditing, il debugging e il profilingovviamente nessuno scrive software bug freema tu prima parlavi di backdoor, cioè di canali d'acXXXXX messi lì intenzionalmentetali canali devono essere aggiunti tramite patch, non sono composti da 2-3 righe di codice ma molte di più, per cui è difficile nasconderli agli occhi degli auditor
          • maxsix scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: maxsix


            Continui con sta storia di M$. A me del sw
            di
            M$

            ms per dire il software closedSi ok, ci siamo capiti.


            me ne frega na mazza, o meglio, se fa danni
            so

            dove andare a prendere (in modo molto
            figurato)
            a

            calci la

            porta.

            ah e qui ti volevo

            pure nel caso open sai dove andar a prendere a
            calci la porta, perchè le patch mica sono senza
            nome e, come si vede dall'indagine svolta dalla
            linux foundation, i maggiori contributi
            provengono da
            aziende
            Vedi hai ragione, ma.Il ma che ti "frega" è che quando non funziona una cosa chiami tizio, caio sempronio, un numero verde, piani una causa, ma hai un bersaglio.A torto o a ragione, non è importante.Sul contesto di cui stiamo parlando chi è il bersaglio?Te che hai scritto, con buona volontà per l'amor di dio, un driver su quel controller SCSI che ogni tanto scazza e mi spacca tutti dati?E ora di finirla con set storie, non si va da nessuna parte.Allora delle 2 una, o sto cavolo di sistema cambia, oppure lo releghiamo a mo di assembler come il C64 e festa finita.E finiamo di raccontare in giro fandonie del tipo linux è meglio di qua e di la, che ti posso portare 1000 esempi di aziende che hanno abbracciato la filosofia del "tutto gratis" all'inizio e hanno pagato tra assistenze e consulenze 4 volte quello che gli costava la stessa cosa con M$.E sono dati di fatto.

            Su Linux abbiamo certezze ad oggi? No. Solo
            tante

            buone

            speranze.

            E nessun straccio di garanzia.

            si ma adesso stai parlando di backdoor o di bug?

            i bug esistono sempre e comunque e linux è
            sottoposto ad auditing e c'è un'intera parte di
            codice nel kernel che serve proprio a permettere
            l'auditing, il debugging e il
            profiling

            ovviamente nessuno scrive software bug free

            ma tu prima parlavi di backdoor, cioè di canali
            d'acXXXXX messi lì
            intenzionalmente
            Noi sviluppatore sappiamo perfettamente di non essere infallibili e che i bug saltano fuori.Sappiamo benissimo anche che i bug saltano fuori prima e "meglio" quando c'è tanta gente che usa il nostro programma.Ma.Una cosa è un'applicazione che si inchioda, un'altra è un sistema operativo che nelle sue funzioni base scazza.E questa è una parte.La seconda parte è che quando il danno è fatto ed è ingente chi lo riceve vuole un risarcimento.Bene, con Linux dove si va a battere cassa?Ti ricordo che lo stesso cialtrone di Torvald ammette che il "suo" (e mi viene da ridere) kernel è un XXXXXio.
            tali canali devono essere aggiunti tramite patch,
            non sono composti da 2-3 righe di codice ma molte
            di più, per cui è difficile nasconderli agli
            occhi degli
            auditorQuando il codice viene inoltrato as is in binario mi spieghi gli auditori cosa possono fare?Possono solo dire funziona o non funziona.Ma il metro di misura qualitativo del funzionamento non è dato averlo.E' li in quelle pieghe malsane che si può nascondere il malware o come vuoi chiamarlo.E sfido gli auditori, te, me, chiunque a scoprirlo a priori.
          • tyerry scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: maxsix
            E finiamo di raccontare in giro fandonie del tipo
            linux è meglio di qua e di la, che ti posso
            portare 1000 esempi di aziende che hanno
            abbracciato la filosofia del "tutto gratis"
            all'inizio e hanno pagato tra assistenze e
            consulenze 4 volte quello che gli costava la
            stessa cosa con M$.l'open source NON e' MAI stato a gratis, fai confusione.
            La seconda parte è che quando il danno è fatto ed
            è ingente chi lo riceve vuole un
            risarcimento.
            Bene, con Linux dove si va a battere cassa?

            Ti ricordo che lo stesso cialtrone di Torvald
            ammette che il "suo" (e mi viene da ridere)
            kernel è un XXXXXio.e con Microsoft dove vai a battere cassa? prima di parlare andrebbe letta l'EULA di windows, http://download.microsoft.com/documents/useterms/windows%20xp_professional_english_9e8a2f82-c320-4301-869f-839a853868a1.pdf che a pagina 3 punto 12 dice che il software te lo prendi "AS IS" e che alla pagina 4, punto 15, dice che AL MASSIMO il risarcimento e' 5 (CINQUE!) dollari americani.Quindi, di che stiamo parlando? battere cassa a microsoft? siamo seri, dai.
          • pippo cammello scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            maxsix è un troll
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: maxsix
            A torto o a ragione, non è importante.
            Sul contesto di cui stiamo parlando chi è il
            bersaglio?capisco, ma in questi casi è che ti ha venduto lo specifico sistema e/o si è fatto carico della manutenzione a dover rispondere
            E finiamo di raccontare in giro fandonie del tipo
            linux è meglio di qua e di la, che ti posso
            portare 1000 esempi di aziende che hanno
            abbracciato la filosofia del "tutto gratis"
            all'inizio e hanno pagato tra assistenze e
            consulenze 4 volte quello che gli costava la
            stessa cosa con
            M$.
            ecco, il tutto gratis, ma io parlo di open non gratisse quelle aziende si affidavano a redhat, a canonical, alla linux consulenze italia, non si sarebbero trovate nei guai successivamentemi sembra che cadiamo sempre nella stessa trappola e cioè considerare opensource=gratis
            Ti ricordo che lo stesso cialtrone di Torvald
            ammette che il "suo" (e mi viene da ridere)
            kernel è un
            XXXXXio.
            si è lamentato del fatto che inglobare di tutto e di più ha fatto crescere le dimensioni dei sorgentise fosse stato convinto che era un XXXXXio, avrebbe realizzato un microkernel già nel '91
            Quando il codice viene inoltrato as is in binario
            mi spieghi gli auditori cosa possono
            fare?a parte che l'auditing si fa pure sui binari, con le stesse tecniche usate da coloro che scovano vulnerabilitàma il punto è perchè tu hai in mano solo un binario? qualcuno lungo la catena ti ha fregato e quel qualcuno o si assume la responsabilità di quei binari e dei loro bug o ti dà i sorgenti o entrambe le coseil codice è "as is" e siamo d'accordo, però non viene detto "prendilo, installalo e vai"ci sono società come redhat che si occupano di limare, debuggare e migliorare quel codice "as is", altrimenti l'industria dei servizi linux che lavoro farebbe?
            Possono solo dire funziona o non funziona.
            Ma il metro di misura qualitativo del
            funzionamento non è dato
            averlo.
            il metro qualitativo non esiste nemmeno nel software closed, tant'è che, qualche anno fa, scoppiò una miniguerra perchè qualcuno affermò che ci voleva una legge per far pagare i danni provocati dai bugin quel contesto, aziende closed e open si opposero fermamentequindi è inutile che parliamo di qualità o altro, il punto è se il software fa o no quello che deve farese poi t'interessa che lo faccia velocemente, allora ne testi i tempi, lo confronti con altri software e scegliil punto è che ci vuole sempre qualcuno competente a monte, che svolge queste operazionipensare che una PA va su kernel.org, scarica il kernel e lo compila, è pura follia
            E' li in quelle pieghe malsane che si può
            nascondere il malware o come vuoi
            chiamarlo.
            E sfido gli auditori, te, me, chiunque a
            scoprirlo a
            priori.lo si è fatto e lo si fa pure coi software closedscovarono le backdoor di word, figurati se hanno problemici sono aziende che vivono proprio di questo
          • Jeovah scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            Maxsix, questo è il sistema perfetto per te.[img]http://primaria-san-bartolomeo.reggioscuola.it/files/2010/09/pascalina2361-scheda.jpg[/img]
    • MacGeek scrive:
      Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
      - Scritto da: orofox
      In ognicaso, se avete dubbi:
      http://www.gnu.org/software/hurd/hurd.htmlDai Hurd non lo finiranno mai, ormai è chiaro.Da quanti anni è in sviluppo?Meglio accattarsi QNX quando RIM fallirà. L'unico vero OS a microkernel puro commercialmente di sucXXXXX (a parte da quando l'ha comprato RIM, s'intende).
      • maxsix scrive:
        Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
        - Scritto da: MacGeek
        - Scritto da: orofox

        In ognicaso, se avete dubbi:

        http://www.gnu.org/software/hurd/hurd.html

        Dai Hurd non lo finiranno mai, ormai è chiaro.
        Da quanti anni è in sviluppo?

        Meglio accattarsi QNX quando RIM fallirà. L'unico
        vero OS a microkernel puro commercialmente di
        sucXXXXX (a parte da quando l'ha comprato RIM,
        s'intende).E cosa te ne faresti di grazia?Hai 2 scelte:lo monti su un hardware proprietario corredato da un software proprietario. Fai la fine di RIM.lo rendi open e speri nel suo sucXXXXX. Magari ti va anche bene, quindi i produttori vogliono sviluppare i driver per le loro periferiche.Lo fanno ovviamente in binario in quanto è loro l'hardware ed è loro il modo per farlo funzionare. Fai la fine di Linux.Non ne esci con sta roba. In nessun modo.
        • MacGeek scrive:
          Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
          - Scritto da: maxsix
          E cosa te ne faresti di grazia?

          Hai 2 scelte:
          lo monti su un hardware proprietario corredato da
          un software proprietario. Fai la fine di RIM.

          lo rendi open e speri nel suo sucXXXXX. Magari ti
          va anche bene, quindi i produttori vogliono
          sviluppare i driver per le loro
          periferiche.
          Lo fanno ovviamente in binario in quanto è loro
          l'hardware ed è loro il modo per farlo
          funzionare. Fai la fine di
          Linux.

          Non ne esci con sta roba. In nessun modo.Lo rendi open e lo metti al posto di Linux (vero e proprio). Cioè del Kernel. Linux, diciamoci la verità, ha sempre fatto piuttosto schifo come kernel. E lo pensano anche quelli di GNU, visto che sono ormai 20 anni (?) che cercano di scrivere un kernel alternativo...QNX è un microkernel puro, è molto più adatto a supportare drivers commerciali di terze parti e intrinsecamente molto più robusto con quelli scritti male.
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: MacGeek
            Lo rendi open e lo metti al posto di Linux (vero
            e proprio). Cioè del Kernel. Linux, diciamoci ladobbiamo ringraziare rim se non è più cosìqnx rilasciò neutrino sotto licenza open
            verità, ha sempre fatto piuttosto schifo come
            kernel. E lo pensano anche quelli di GNU, vistolinux è obsoleto come architettura, è anni '70ok funziona, funziona pure velocemente, ma c'è bisogno di un grande lavoro da parte di chi sviluppa driver, patch e libc
            che sono ormai 20 anni (?) che cercano di
            scrivere un kernel
            alternativo...
            altro problemain 22 anni ( hurd è nato prima di linux ) non riescono a tirar fuori un kernel?????
            QNX è un microkernel puro, è molto più adatto a
            supportare drivers commerciali di terze parti e
            intrinsecamente molto più robusto con quelli
            scritti
            male.qnx è stupendo, però ci sono alternative già open come haiku ( non microkernel puro ma architetturalmente non male ), l4, minix, jarios, ecc...il problema è che chi li ha creati non ha interesse a diffonderli ( a parte il team di haiku ) e punta su settori molto di nicchia tipo i sistemi SCADA ( ma pure lì linux sta avanzando )poi ci sono gli os buttati nel XXXXX tipo cosmos e singularityentrambi scritti in c# ( di certo un linguaggio che velocizza la programmazione ) ma per motivi brevettuali non prenderanno mai piedesingularity potrebbe sbaragliare tutti, se solo ms lo rendesse opensourcenon essendo open, la microsoft non lo cura perchè pensa a windows, la comunità non lo caga perchè è una trappola legale come .net
          • MacGeek scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: MacGeek
            qnx rilasciò neutrino sotto licenza openNon sapevo che fosse stato per un periodo Open.Pensavo fosse sempre stato commerciale. Anche se per un po' hanno distribuito una versione 'free' (non saprei quanto open). Che avevo provato. E mi aveva impressionato. Bell'OS, senza dubbio.Peccato abbia fatto una brutta fine (RIM).Gli altri OS che citi saranno anche sulla carta superiori. Ma QNX è un OS maturo e provato, gli altri no. Pensa che Hurd è/era basato su Mach (cioè un microkernel già di suo completo), e nonostante questo non l'hanno mai finito. Fare OS non è facile.
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: MacGeek
            Non sapevo che fosse stato per un periodo Open.e invece si, fu una mossa proprio allo scopo di rilanciarlo ( visto che sta perdendo share nei settori dove storicamente dominava )
            Peccato abbia fatto una brutta fine (RIM).non hai visto niente allora :Dcerca in rete Taos e Elate se vuoi deprimerti sul serioun OS straordinario in tutti i sensi, lasciato morire senza che potesse nemmeno bagnarsi i piedima del resto lo fecero pure con beos
            altri no. Pensa che Hurd è/era basato su Mach
            (cioè un microkernel già di suo completo), e
            nonostante questo non l'hanno mai finito. Fare OS
            non è
            facile.il problema di hurd non è che è difficile da creare, è che non riescono a mettersi d'accordo su cosa voglionoè normale, dopo aver creato un kernel basato su mach, ritrattare tutto e ricominciare da zero con l4? hurd/mach farà pena ma almeno esiste, hurd/l4 sta solo sulla carta
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD

            linux è obsoleto come architettura, è anni '70

            ok funziona, funziona pure velocemente, E questo basta.Anche la ruota è obsoleta, ma funziona. E non ha senso sostituirla con qualcosa che funziona peggio, solo perchè qualcuno dice che è più moderno. Se io costruisco una ruota di forma quadrata, è più moderna delle ruote di forma circolare (l'ho appena costruita...), ma non funziona meglio.Da anni si cerca di proporre il microkernel come una soluzione migliore... peccato che non funziona. Dicono tutti che il microkernel è più pratico per gli sviluppatori... eppure, i principali sviluppatori di sistemi operativi lo snobbano:- Microsoft ha provato a sviluppare il suo microkernel (singularity), poi ha mollato ed è tornata a sviluppare il kernel monolitico/ibrido di windows- Apple aveva il suo microkernel (sui sistemi fino al 9)... poi è passata a un kernel monolitico/ibrido con OSX.- il progetto GNU ha provato a sviluppare il suo microkernel (hurd), poi ha mollato ed è passata al kernel monolitico/modulare linux.- BE Inc. ha sviluppato il suo microkernel (BeOS), ed è fallita.- IBM ha sviluppato il suo sistema con kernel monolitico/ibrido (OS/2)... e tale sistema esiste ancora, anche se è di nicchia,- Minix è un sistema operativo libero, esisteva da prima di linux, usa un microkernel.... ed è fermo allo stesso punto da 15 anni almeno.Tu e MacGeek sostenete che è meglio sviluppare e supportare un microkernel piuttosto che un kernel monolitico... ma allora perchè praticamente nessun programmatore ci riesce?Non è di certo una questione commerciale o politica, perchè i fallimenti dei microkernel (e i successi dei kernel monolitici/ibridi) ci sono sia nel software proprietario che in quello libero.
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: uno qualsiasi
            E questo basta.

            Anche la ruota è obsoleta, ma funziona. E non haovviamente è così se si considera lo status quomolte però discutono sul fatto che nel '91 tra un linux obsoleto e un minix microkernel, era meglio investire su quest'ultimoma il sucXXXXX non è mai legato solo a motivi tecnici
            peggio, solo perchè qualcuno dice che è più
            moderno. Se io costruisco una ruota di formail punto di essere moderno è di essere meglio non peggiose è peggio, allora non è moderno è solo un accrocchio ( vedi mach )
            quadrata, è più moderna delle ruote di forma
            circolare (l'ho appena costruita...), ma non
            funziona
            meglio.
            si, ma una ruota quadrata è un'idiozia meccanicapure metro di windows 8 è moderna, ma è una XXXXXXX
            Da anni si cerca di proporre il microkernel come
            una soluzione migliore... peccato che non
            funziona. Dicono tutti che il microkernel è piùi microkernel funzionano, qnx ne è l'esempio lampanteil punto è che c'è un'intera industria che sviluppa su determinati os e ogni cambiamento di fondamenta richiede sforzi enormi e costi stellarise fosse possibile portare tutto il software linux su minix automagicamente, pensi che le industrie IT non lo farebbero? e poi comincerebbero ad usare minix ovviamente
            pratico per gli sviluppatori... eppure, i
            principali sviluppatori di sistemi operativi lo
            snobbano:
            è difficile sviluppare un microkernel e per un motivo specifico: l'IPCcreare un programma multithread è un incubo, figuriamoci un os massivamente multithreadedè un problema talmente grosso che ha spinto google a creare il linguaggio Go
            - Microsoft ha provato a sviluppare il suo
            microkernel (singularity), poi ha mollato ed è
            tornata a sviluppare il kernel monolitico/ibrido
            di
            windowsperò se fai girare singularity, ti accorgi che funziona meglio di windows ed è infinitamente più stabilee poi rimane il problema di come portare tutti gli applicativi windows su singularity e soprattutto, visto che singularity non usa la p-mode, come garantire il funzionamento dei driver? senza contare che, essendo un os scritto in codice managed, richiede un garbage collector da centinaia di migliaia di righe di codice, il che annulla il vantaggio dell'essere microkernel
            - Apple aveva il suo microkernel (sui sistemi
            fino al 9)... poi è passata a un kernel
            monolitico/ibrido con
            OSX.apple usa mach come executive e c'ha messo un'altra api sopra, ma sotto c'è mach
            - il progetto GNU ha provato a sviluppare il suo
            microkernel (hurd), poi ha mollato ed è passata
            al kernel monolitico/modulare
            linux.veramente gnu ha sempre giocato con hurd, altrimenti non si capisce come da 20 anni siano fermi
            - BE Inc. ha sviluppato il suo microkernel
            (BeOS), ed è
            fallita.non confondiamo i problemi tecnici con quelli commercialibe fallì per vari motivi, non ultime le basse strategie di msperò nessuno può negare che beos era un sistema proiettato verso il futuro, tant'è che ancora oggi si sente il bisogno di farlo rivivere ( haiku )
            - Minix è un sistema operativo libero, esisteva
            da prima di linux, usa un microkernel.... ed è
            fermo allo stesso punto da 15 anni
            almeno.
            lo sviluppo è continuo invece, tant'è che minix3 è completamente revisionato rispetto ai predeXXXXXril'unico problema è che non è diffuso, ma del resto nemmeno freebsd lo è, non quanto linux almeno
            Tu e MacGeek sostenete che è meglio sviluppare e
            supportare un microkernel piuttosto che un kernel
            monolitico... ma allora perchè praticamente
            nessun programmatore ci
            riesce?come ho detto perchè è difficile crearli e perchè non possiamo stare a creare sempre nuovi sistemi operativi e magari pretendere pure che gli sviluppatori di applicativi e framework facciano il porting
            Non è di certo una questione commerciale o
            politica, perchè i fallimenti dei microkernel (e
            i successi dei kernel monolitici/ibridi) ci sono
            sia nel software proprietario che in quello
            libero.e invece molti fallimenti sono proprio commercialii microkernel sono diffusi in ambiti insospettabili: controllo di macchine industriali e robot, telefoni ( bada usa un rtos microkernel, in passato usava linux ), elettronica embedded ( bertos, vxworks, nucleus, l4, rtems, ontime ), virtualizzazione ( vmware esx )il problema è che non sono mainstream perchè il software da portare è troppo
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            p.s. un esempio banale, wombat ovvero linux on l4, un sistema microkernel based più veloce dello stesso linux monolitico :D
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            Ma annulli i vantaggi del microkernel, di nuovo.
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Ma annulli i vantaggi del microkernel, di nuovo.no, perchè linux è un normale proXXXXX utente mentre i driver sono quelli di l4certo può crashare il proXXXXX linux e con esso tutti quelli che ne dipendonoma è giusto una dimostrazione per far capire che non è detto che microkernel=lento
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD

            ovviamente è così se si considera lo status quo

            molte però discutono sul fatto che nel '91 tra un
            linux obsoleto e un minix microkernel, era meglio
            investire su
            quest'ultimoNel 91 nessuno, a parte torvalds e qualche geek, investiva su linux. Anzi, lo stesso linux è stato sviluppato su computer con minix.
            si, ma una ruota quadrata è un'idiozia meccanica

            pure metro di windows 8 è moderna, ma è una
            XXXXXXXAppunto: moderno non significa migliore.Una azienda commerciale punta a fare qualcosa di moderno perchè aumenta le vendite, un tecnico punta a fare qualcosa che funziona (e se la soluzione che funziona meglio è vecchia, non importa nulla)


            Da anni si cerca di proporre il microkernel
            come

            una soluzione migliore... peccato che non

            funziona. Dicono tutti che il microkernel è
            più

            i microkernel funzionano, qnx ne è l'esempio
            lampanteFunzionano in ambiti molto specifici. Ma non sono evidentemente molto facili da sviluppare, visto che pochi ci sono riusciti (lo stesso qnx è stato, per molti anni, un software estremamente costoso, proprio perchè svilupparlo deve essere stato ben difficile)

            il punto è che c'è un'intera industria che
            sviluppa su determinati os e ogni cambiamento di
            fondamenta richiede sforzi enormi e costi
            stellariEppure, molti sviluppatori sono passati da irix a linux; passare da linux a hurd o minix non dovrebbe essere più difficile (sono sempre sistemi posix)

            se fosse possibile portare tutto il software
            linux su minix automagicamente, pensi che le
            industrie IT non lo farebbero?Riescono a portare il software da linux a windows, e viceversa: e tra linux e windows c'è più differenza di quanta ce ne sia tra linux e minix (per lo meno, minix è posix, come linux)
            e poi
            comincerebbero ad usare minix
            ovviamenteminix è open source dal 2000, e supporta le specifiche posix dal 1997. Molte aziende IT sono nate dopo, quindi potevano iniziare a lavorare direttamente con minix. Non l'hanno fatto.


            pratico per gli sviluppatori... eppure, i

            principali sviluppatori di sistemi operativi
            lo

            snobbano:



            è difficile sviluppare un microkernel e per un
            motivo specifico:
            l'IPC

            creare un programma multithread è un incubo,
            figuriamoci un os massivamente
            multithreadedAppunto. E se è complicato è più facile fare errori e introdurre bug.Quindi, è meglio sviluppare un sistema più semplice e più facile da mantenere, a meno che i vantaggi non siano tali da giustificare tutto il lavoro e i rischi extra.

            - Microsoft ha provato a sviluppare il suo

            microkernel (singularity), poi ha mollato ed
            è

            tornata a sviluppare il kernel
            monolitico/ibrido

            di

            windows

            però se fai girare singularity, ti accorgi che
            funziona meglio di windows ed è infinitamente più
            stabileMa supporta tutto l'hardware e il software di windows?Perchè anche windows funzionerebbe bene, se venisse usato in una sola configurazione, e con pochissimi programmi: è la combinazione di hardware e software disparato che crea problemi, mescolando driver e librerie realizzate da terze parti, male.

            e poi rimane il problema di come portare tutti
            gli applicativi windows su singularity e
            soprattutto, visto che singularity non usa la
            p-mode, come garantire il funzionamento dei
            driver?Appunto: windows spesso è instabile per colpa di driver realizzati male. Su singularity tali driver non sono proprio stati realizzati: prova a realizzarli (ammesso che tu ci riesca)... e poi vediamo se va meglio o peggio di windows.Su windows, riescono a realizzare dei drivers che funzionano male; su singularity, non ci riescono proprio.
            senza contare che, essendo un os scritto
            in codice managed, richiede un garbage collector
            da centinaia di migliaia di righe di codice, il
            che annulla il vantaggio dell'essere
            microkernelAppunto.


            - Apple aveva il suo microkernel (sui sistemi

            fino al 9)... poi è passata a un kernel

            monolitico/ibrido con

            OSX.

            apple usa mach come executive e c'ha messo
            un'altra api sopra, ma sotto c'è
            machÈ comunque classificato come kernel ibrido.


            - il progetto GNU ha provato a sviluppare il
            suo

            microkernel (hurd), poi ha mollato ed è
            passata

            al kernel monolitico/modulare

            linux.

            veramente gnu ha sempre giocato con hurd,
            altrimenti non si capisce come da 20 anni siano
            fermi


            - BE Inc. ha sviluppato il suo microkernel

            (BeOS), ed è

            fallita.

            non confondiamo i problemi tecnici con quelli
            commerciali

            be fallì per vari motivi, non ultime le basse
            strategie di
            ms

            però nessuno può negare che beos era un sistema
            proiettato verso il futuro, tant'è che ancora
            oggi si sente il bisogno di farlo rivivere (
            haiku
            )Anche haiku è open, disponibile a tutti... eppure la gente preferisce linux.


            - Minix è un sistema operativo libero,
            esisteva

            da prima di linux, usa un microkernel.... ed
            è

            fermo allo stesso punto da 15 anni

            almeno.



            lo sviluppo è continuo invece, tant'è che minix3
            è completamente revisionato rispetto ai
            predeXXXXXriMa continua a restare nella sua nicchia.

            l'unico problema è che non è diffuso, ma del
            resto nemmeno freebsd lo è, non quanto linux
            almenoperò freebsd è più noto di minix.


            Tu e MacGeek sostenete che è meglio
            sviluppare
            e

            supportare un microkernel piuttosto che un
            kernel

            monolitico... ma allora perchè praticamente

            nessun programmatore ci

            riesce?

            come ho detto perchè è difficile crearli e perchè
            non possiamo stare a creare sempre nuovi sistemi
            operativi e magari pretendere pure che gli
            sviluppatori di applicativi e framework facciano
            il
            portingfare il porting su minix dovrebbe essere più semplice che farlo su windows.
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Nel 91 nessuno, a parte torvalds e qualche geek,
            investiva su linux. Anzi, lo stesso linux è stato
            sviluppato su computer con
            minix.
            investire non in senso monetario, ma come contributo personaleun mucchio di nerd vollero collaborare a linux, nessuno a minix minix era visto come troppo difficile ( Torvalds creò linux per questo motivo )
            Funzionano in ambiti molto specifici. Ma non sono
            evidentemente molto facili da sviluppare, visto
            che pochi ci sono riusciti (lo stesso qnx è
            stato, per molti anni, un software estremamente
            costoso, proprio perchè svilupparlo deve essere
            stato ben
            difficile)
            i microkernel richiedono rigore e una progettazione seriaperò i monolitici permettono XXXXXte a non finire e ancora oggi combattiamo con X che richiede root per girareil problema è che molti programmatori amano scrivere codice e non sono tipi da "progetto a tavolino"
            Eppure, molti sviluppatori sono passati da irix a
            linux; passare da linux a hurd o minix nonquesto mistero non me lo spiega nemmeno ioperchè abbandonare gli unix storici per linux è un qualcosa di incomprensibile, però sono stati i produttori dei vari irix, as/400, ecc... ad avviare la transizione
            dovrebbe essere più difficile (sono sempre
            sistemi
            posix)
            il problema è che occorrerebbero molte librerie gluese provi a realizzare un programma per haiku, ti accorgi subito che il multithreading e l'ipc sono un must, cioè non esiste app che non usi l'ipcquesto perchè la tua app deve comunicare necessariamente con altri processi e nessuno sarebbe tanto pazzo da creare n-mila librerie per nascondere tali comunicazioni
            Riescono a portare il software da linux a
            windows, e viceversa: e tra linux e windows c'èma in molto tempo e con molti sforzi e creando un sottosistema posix chiamato cygwinaltri software sfruttano qt e gtk, per cui sono più semplici da portareil problema è che ci sono software critici che vanno portati su minix e nessuno sembra volerlo faread esempio su minix non hai qt, per cui tutte le applicazioni qt/kde puoi scordartele

            minix è open source dal 2000, e supporta le
            specifiche posix dal 1997. Molte aziende IT sono
            nate dopo, quindi potevano iniziare a lavorare
            direttamente con minix. Non l'hanno
            fatto.
            il problema è capire perchè, ma certamente non è dovuto all'essere microkernel
            Appunto. E se è complicato è più facile fare
            errori e introdurre
            bug.invece hanno meno bug e meno linee di codiceè che richiedono una progettazione a monte complessa, cioè 3-4 componenti chiavi che vanno progettati per lavorare insieme e in modo efficiente
            Quindi, è meglio sviluppare un sistema più
            semplice e più facile da mantenere, a meno che iall'inizio si, nel lungo periodo diventa un incubo da mantenereun esempio banale...ho creato una distro lfs e mi sono letteralmente perso nelle patch e nelle dipendenzese non hai molta gente che ti aiuta, c'è da scoraggiarsi e questo perchè ogni componente lavora a strettissimo contatto con gli altri, per cui basta aggiungere un parametro ad una funzione per far saltare chissà quanti altri componenti
            Ma supporta tutto l'hardware e il software di
            windows?ovviamente no e infatti ms l'ha abbandonato perchè il porting sarebbe oneroso
            Perchè anche windows funzionerebbe bene, se
            venisse usato in una sola configurazione, e con
            pochissimi programmi: è la combinazione diun sistema ben progettato non crasha perchè supporta una periferica in piùse lo fa, allora ci sono problemi seri dietro
            hardware e software disparato che crea problemi,
            mescolando driver e librerie realizzate da terze
            parti, male.
            appunto, i microkernel isolano il sistema da driver e software scritti male
            Appunto: windows spesso è instabile per colpa di
            driver realizzati male. Su singularity tali
            driver non sono proprio stati realizzati: prova a
            realizzarli (ammesso che tu ci riesca)... e poi
            vediamo se va meglio o peggio di
            windows.
            essendo isolati dal sistema, i driver non fanno crashare tuttosono difficili da realizzare perchè singularity usa l'isolamento dei processi via software, cioè tramite c# piuttosto che la p-mode della cpuper l4 i driver li realizza come faresti con linux
            Anche haiku è open, disponibile a tutti... eppure
            la gente preferisce
            linux.
            e haiku non è microkernel ma ibrido ha un'api molto chiara, stabile e semplice, eppure non è diffusosegno che il sucXXXXX è dovuto anche ad altri fattori

            però freebsd è più noto di minix.
            eppure poteva essere al posto di linux, visto che è nato nello stesso periodoma non è così, quindi il sucXXXXX di linux è dovuto anche ad altri fattori più politici
          • Sgabbio scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: collione
            e haiku non è microkernel ma ibrido

            ha un'api molto chiara, stabile e semplice,
            eppure non è
            diffusoHaiku OS è ancora in alpha, giusto per precisare...
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: Sgabbio
            Haiku OS è ancora in alpha, giusto per
            precisare...magari tutti i software alpha fossero così stabili :Dcomunque l'api è finalizzata, cioè è la replica dell'api di beosdalla release 2 hanno intenzione di aggiungere, modificare per renderla più moderna
          • shevathas scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD

            un mucchio di nerd vollero collaborare a linux,
            nessuno a minix


            minix era visto come troppo difficile ( Torvalds
            creò linux per questo motivo
            )
            non diciamo XXXXXXXte per favore. Minix era stato creato da Tanembaum come sistema operativo "giocattolo" di supporto ai corsi di Sistemi Operativi, per questo voleva che rimanesse abbastanza semplice da permettere ad uno studente dei suoi corsi di riuscire a "metterci mano". Torvalds voleva "migliorare" il minix ma T. si oppose all'inserimento dei miglioramenti di Linus in minix. Da lì Torvalds decise di creare il suo clone di unix per 386.

            Eppure, molti sviluppatori sono passati da
            irix
            a

            linux; passare da linux a hurd o minix non

            questo mistero non me lo spiega nemmeno io

            perchè abbandonare gli unix storici per linux è
            un qualcosa di incomprensibile, però sono stati i
            produttori dei vari irix, as/400, ecc... ad
            avviare la
            transizione
            semplicemente i computer basati su architettura PC sono diventati, lato hw, abbastanza veloci e abbastanza affidabili da competere con le architetture proprietarie. Spingendo Irix, Solaris etc. etc. verso macchine di nicchia nicchia, mentre per il lavoro normale dei server bastava un server intel con linux. Non c'era più la convenienza economica a supportare ed investire sugli unix proprietari di supporto all'hw proprietario.
            il problema è che ci sono software critici che
            vanno portati su minix e nessuno sembra volerlo
            fare

            ad esempio su minix non hai qt, per cui tutte le
            applicazioni qt/kde puoi
            scordartele
            minix non è un sistema general purpose per i386, è un sistema mirato alla didattica dei sistemi operativi, logico che non ci sia interesse ad espanderlo e incasinarlo come il kernel di linux.



            minix è open source dal 2000, e supporta le

            specifiche posix dal 1997. Molte aziende IT
            sono

            nate dopo, quindi potevano iniziare a
            lavorare

            direttamente con minix. Non l'hanno

            fatto.


            il sorgente di minix era liberamente disponibile fin dalla sua creazione, ma la licenza di minix ne permetteva l'uso libero solo a fini didattici e non commerciali.
          • MacGeek scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: uno qualsiasi
            minix è open source dal 2000, e supporta le
            specifiche posix dal 1997. Molte aziende IT sono
            nate dopo, quindi potevano iniziare a lavorare
            direttamente con minix. Non l'hanno
            fatto.Minix prima della versione 3 era solo un OS "didattico". Cioè pensato per il corso di laurea in sistemi operativi, quindi non aveva l'ottimizzazione, driver e pragmaticità di un OS commerciale.Minix 3 ha ambizioni superiori, ma creare un OS da zero è complicato per tutti. Gli OS sono dei mostri e anche se hai completato il kernel ti serve un sacco di roba sopra per avere un sistema usabile (drivers, librerie grafiche, linguaggi di programmazione, tools di sviluppo, ecc).Ormai non è una cosa che puoi fare se non hai una grossa azienda alle spalle con risorse quasi illimitate.
          • pippos scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: collione
            i microkernel sono diffusi in ambiti
            insospettabili: controllo di macchine industriali
            e robot, telefoni ( bada usa un rtos microkernel,
            in passato usava linux ), elettronica embedded (
            bertos, vxworks, nucleus, l4, rtems, ontime ),
            virtualizzazione ( vmware esxvmware esx utilizza un kernel linux patchato
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: pippos
            vmware esx utilizza un kernel linux patchatoutilizzavacome bada del resto
          • MacGeek scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            Il sucXXXXX commerciale di un OS non dipende solo dalla bontà del suo kernel.Anzi, quello è un fattore molto marginale, alla fine. Basta pensare che l'OS più di sucXXXXX è Windoze, uno degli OS peggio progettati ed implementati della storia (nella maggior parte delle sue versioni).Ma resta il fatto che avere un OS con kernel superiore, e i microkernel concettualmente lo sono, è meglio di avere uno con kernel inferiore.Solo per farti un esempio di superiorità del kernel: guarda quanto è più fluido il multitasking, con attività pesanti, di OS X rispetto a Windoze. Un abisso. O la stabilità, idem. Il kernel CONTA.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: MacGeek
            Il sucXXXXX commerciale di un OS non dipende solo
            dalla bontà del suo
            kernel.
            Anzi, quello è un fattore molto marginale, alla
            fine. Basta pensare che l'OS più di sucXXXXX è
            Windoze, uno degli OS peggio progettati ed
            implementati della storia (nella maggior parte
            delle sue
            versioni).Infatti io non ho fatto il confronto tra windows e qnx. Ho fatto il confronto tra windows e singularity (entrambi avevano alle spalle la microsoft), tra linux e hurd (entrambi avevano alle spalle la FSF e il progetto GNU), tra System 9 e OSX (entrambi avevano alle spalle la apple)A parità di altre condizioni, ha sempre vinto il sistema con kernel monolitico o ibrido.

            Ma resta il fatto che avere un OS con kernel
            superiore, e i microkernel concettualmente lo
            sono, è meglio di avere uno con kernel
            inferiore.Concettualmente i microkernel sono superiori... ma nella pratica non lo sono. Abbiamo visto i fatti.

            Solo per farti un esempio di superiorità del
            kernel: guarda quanto è più fluido il
            multitasking, con attività pesanti, di OS X
            rispetto a Windoze. Un abisso. O la stabilità,
            idem. Il kernel
            CONTA.Mai detto il contrario. Ma OS X non è un microkernel, è un kernel ibrido.Anche il multitasking di linux è molto fluido, e linux è un kernel monolitico.
          • MacGeek scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Infatti io non ho fatto il confronto tra windows
            e qnx. Ho fatto il confronto tra windows e
            singularity (entrambi avevano alle spalle la
            microsoft), tra linux e hurd (entrambi avevano
            alle spalle la FSF e il progetto GNU), tra System
            9 e OSX (entrambi avevano alle spalle la
            apple)Per Microsoft ha vinto lo "standard" commerciale, non la superiorità tecnica. Stesso problema ha avuto Intel, che ha provato più volte a sbolognarsi l'obsoleta architettura x86 (vedi Itanium, ma non solo) senza riuscirci.Per Linux il discorso è un po' diverso e penso che ci siano stati dei limiti tecnici/organizzativi del team, comunque fare OS non è facile, è roba per pochi eletti. Ormai comunque è tardi 'commercialmente' anche per GNU, se mai riuscissero a finire il loro Hurd.Per Apple hai le idee un po' confuse. Il sistema "classico" (diciamo fino ad OS 9, anche se il già il System 7 è stata una pesante riscrittura) era nato con limiti hardware molto stringenti (memoria e proXXXXXre) ed era necessariamente un OS molto semplice, benché innovativo (ma Lisa, leggermente antecedente al Mac e con stessa interfaccia era pienamente multitasking, memoria protetta, ecc. Solo che un Lisa costava 10.000$, un Mac 2.500$). OS X è un'evoluzione di NeXT, tutt'altro OS sviluppato da Jobs quando fu cacciato da Apple. Sono proprio 2 cose diverse. NeXT, come OS X, era basato sul microkernel Mach e parti di BSD (Jobs mise proprio lo sviluppatore di Mach a capo dello sviluppo dell'OS, e ci rimase anche diversi anni sotto Apple).
            Concettualmente i microkernel sono superiori...
            ma nella pratica non lo sono. Abbiamo visto i
            fatti.Non sono stati commercialmente di sucXXXXX in ambito desktop. Ma... non sono certo morti in altri ambiti. QNX, ad esempio, era/è usato per il software di centrali nucleari e caccia militari. Non so se mi spiego. Là davvero serve roba buona che non si impalla e non fa scherzi!!E poi, ripeto, io considero OS X/iOS fondamentalmente dei microkernel (alla base hanno quello).
          • panda rossa scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Se io costruisco una ruota di forma
            quadrata, è più moderna delle ruote di forma
            circolare (l'ho appena costruita...), ma non
            funziona
            meglio.La ruota quadrata, se ha gli spigoli stondati, e' gia' stata brevettata.
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: panda rossa

            La ruota quadrata, se ha gli spigoli stondati, e'
            gia' stata
            brevettata.puoi giurarci :D[img]http://cdn2.digitaltrends.com/wp-content/uploads/2011/10/steve-jobs-holding-iphone.jpg[/img]
          • maxsix scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD

            - Apple aveva il suo microkernel (sui sistemi
            fino al 9)... poi è passata a un kernel
            monolitico/ibrido con
            OSX.Booooom.http://it.wikipedia.org/wiki/Mac_OS_Xhttp://it.wikipedia.org/wiki/Mac_OS_9Buona lettura.
          • FDG scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: maxsix

            - Apple aveva il suo microkernel (sui sistemi

            fino al 9)... poi è passata a un kernel

            monolitico/ibrido con

            OSX.

            Booooom.

            http://it.wikipedia.org/wiki/Mac_OS_X

            http://it.wikipedia.org/wiki/Mac_OS_9

            Buona lettura.No, ha ragione. su XNU hanno spostato molto codice in kernel space per evitare di usare l'inefficiente protocollo rpc di Mach.
          • FDG scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Da anni si cerca di proporre il microkernel come
            una soluzione migliore... peccato che non
            funziona. Dicono tutti che il microkernel è più
            pratico per gli sviluppatori... eppure, i
            principali sviluppatori di sistemi operativi lo
            snobbano:

            - Microsoft ha provato a sviluppare il suo
            microkernel (singularity), poi ha mollato ed è
            tornata a sviluppare il kernel monolitico/ibrido
            di
            windows
            - Apple aveva il suo microkernel (sui sistemi
            fino al 9)... poi è passata a un kernel
            monolitico/ibrido con
            OSX.
            - il progetto GNU ha provato a sviluppare il suo
            microkernel (hurd), poi ha mollato ed è passata
            al kernel monolitico/modulare
            linux.
            - BE Inc. ha sviluppato il suo microkernel
            (BeOS), ed è
            fallita.
            - IBM ha sviluppato il suo sistema con kernel
            monolitico/ibrido (OS/2)... e tale sistema esiste
            ancora, anche se è di
            nicchia,
            - Minix è un sistema operativo libero, esisteva
            da prima di linux, usa un microkernel.... ed è
            fermo allo stesso punto da 15 anni
            almeno.Hai messo assieme argomenti che non hanno collegamenti e che non dimostrano nulla.Secondo me non ci si lavora perché quello che c'è basta, funziona ed è supportato. A che pro investire su qualcosa che è poco supportata, quando già hai tutto, di più, con una comunità (o un'azienda) che ti supporta? Software che funziona non si cambia. E' il mercato a decidere. E questo basta e avanza per capire il sucXXXXX dei kernel monolitici che hai citato.Aggiungo: nel momento in cui sviluppi il tuo bel sistema basato su microkernel nuovo e figo, che modello di driver usi? Te li scrivi tu tutti i driver per l'esistente? Oppure prendi quello che c'è, cioè un bel kernel linux, e lasci perdere i sogni di gloria?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 aprile 2012 12.13-----------------------------------------------------------
          • benkj scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: collione
            qnx è stupendo, però ci sono alternative già open
            come haiku ( non microkernel puro ma
            architetturalmente non male ), l4, minix, jarios,
            ecc...Intendi L4/Fiasco? Mai nome fu piu' azzeccato: e' 20 anni che scrivono codice in assembler cercando di ottenere prestazioni decenti senza mai riuscirci. E menomale che doveva essere il microkernel veloce... mi immagino come sono gli altri
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            veramente L4 è stato realizzato proprio per dimostrare che si può:1. scrivere un microkernel performante ( e lo è )2. fare un kernel in c++ che sia performante ( quindi l'assembly dove sta? )ho portato l'esempio di wombat, che è linux on l4 ed è più veloce di linux stessoquesto dice tuttola storia che microkernel=lento sta solo nelle teste bacate di alcuni fanatici dello spaghetti code
          • benkj scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: collione
            1. scrivere un microkernel performante ( e lo è )rispetto agli altri microkernel certamente
            ho portato l'esempio di wombat, che è linux on l4
            ed è più veloce di linux stessoNon conosco wombat, ma l4linux e' sempre stato molto piu' lento di linux in generale. Non vedo come possa essere diverso visto che il numero medio di syscal e' maggiore coi microkernel. Poi se guardi cose specifiche e' un altro conto. Penso ad esempio che gli IPC forse sono piu' veloci su L4, visto che e' stato disegnato proprio per quello... mentre su linux gli ipc non e' che siano questa gran cosa..
            la storia che microkernel=lento sta solo nelle
            teste bacate di alcuni fanatici dello spaghetti
            codesta nei benchmark :Di microkernel sono decisamente piu' estetici da un punto di vista teorico, ma all'atto pratico servono solo per problemi specifici. Basta vedere anche i SO piu' recenti che sono quasi tutti ibridi, ossia non molto diversi dai monoliti modulari come linux. Ad esempio XNU che deviva da mach+freebsd ma che ha praticamente trasferito tutto in kernelspace (passaggio da microkernel a ibrido) o piu' recentemente invece dragonflybsd che ha fatto una cosa ancor piu' complicata, ossia passare dal monolite (base di codice freebsd) ad un architettura ibrida. La storia dice tutto:anni 70: monolitianni 80-90: microanni 2k: ibridi
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: benkj
            come possa essere diverso visto che il numero
            medio di syscal e' maggiore coi microkernel.
            il numero diminuisce, avendo molti servizi in userspacesemmai il problema sarebbe il context switch dovuto ai messaggima in questo caso l4 sfrutta la paginazione per mappare la ram usata per scambiare i messaggi nello spazio d'indirizzamento dei vari processiè stata questa la trovata che ha fatto schizzare le performance di l4 rispetto a mach e sociil tipico flusso di un messaggio mach è:p1 --
            kernel --
            p2con l4 abbiamo:p1 --
            kernelconsidera che ogni freccia sono 2 context switch, abbiamo risparmiato un bel pò, perchè il kernel prende il messaggio direttamente dallo spazio di p1 ( senza prima copiarlo localmente in kernel space ) e lo mappa nello spazio di p2

            sta nei benchmark :D
            con i benchmark si possono dimostrare molte cose, vere e nonci sono pure benchmark su ok-labs.com che dimostrano che l4 vince praticamente ovunque ( e c'è pure spiegato perchè invece singularity fa pena ed è inutile )
            i microkernel sono decisamente piu' estetici da
            un punto di vista teorico, ma all'atto praticonon è solo teoria, è facilità di programmazionela modularizzazione implica:- enforcing di policy di buona programmazione- riuso del codice- condivisione del codiceil rapporto monolitico/microkernel è lo stesso che esiste tra programmazione procedurale e orientata agli oggettii microkernel sono l'OOP del design dei kernel
            anche i SO piu' recenti che sono quasi tutti
            ibridi, ossia non molto diversi dai monoliti
            modulari come linux.
            i sistemi attuali sono ibridi per svariate ragioni di natura opportunisticawindows kernel ==
            riscrivere driver e librerie da zero ( chi sarebbe tanto folle? )macos ==
            all'epoca il massimo era mach!!
            Ad esempio XNU che deviva da mach+freebsd ma che
            ha praticamente trasferito tutto in kernelspace
            (passaggio da microkernel a ibrido) o piu'xnu ha seguito la stessa strada di hurd, cioè un microkernel con sopra un layer glue ( praticamente una gigantesca libreria ) che s'interfaccia con cocoaonestamente non so il vantaggio di avere tanta roba inutile dov'è
            recentemente invece dragonflybsd che ha fatto una
            cosa ancor piu' complicata, ossia passare dal
            monolite (base di codice freebsd) ad un
            architettura ibrida. La storia diceanche in questo caso il problema è lo stesso di sopranon puoi passare da monolitico a microkernel e sperare che il resto del sistema non debba essere modificatodel resto come spieghi ad un driver, che sa di vivere in kernel space e quindi deve semplicemente chiamare delle funzioni, che da domani deve considerarsi un proXXXXX a sè stante e usare i messaggi per comunicare col kernel e gli altri server?
            anni 70: monoliti
            anni 80-90: micro
            anni 2k: ibridil'ultima è sbagliata, perchè abbiamo molti microkernel in funzione ( bertos, qnx, ecos, varie incarnazioni di l4 usate in ambito embedded, ecc...e c'è da dire che mentre la ricerca sui monolitici e i cosidetti ibridi è ferma, sui microkernel continua e migliora l'architettura sempre piùi vantaggi dei microkernel sono:- maggiore manutenibilità- massimo riuso del codice- ridondanza zero ( non come linux che ha 4 gestire di memoria per i driver, perchè intel vuole usare il suo, nvidia il suo, ecc... )- meno codice e quindi meno bug potenziali- maggiore sicurezza dovuta alla maggiore chiarezza dell'architettura ( cioè hai un quadro più completo di chi chiama chi e quindi di dove implementare i controlli )riguardo l'ultimo punto ( che potrebbe sembrare banale ), ricordo che vista fu vittima di questo problema, quando si scoprì che una funzione del layer nt era stata esclusa dal controllo sugli integrity levels e permetteva ad un proXXXXX utente di scrivere negli spazi d'indirizzamento degli altri processi ( anche privilegiati, perchè logicamente la funzione in questione era privilegiata )è come se potessi chiamare in e out su x86 da ring 3 ( praticamente l'azzeramento della sicurezza )
          • shevathas scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD

            Lo rendi open e lo metti al posto di Linux (vero
            e proprio). Cioè del Kernel. Linux, diciamoci la
            verità, ha sempre fatto piuttosto schifo come
            kernel. E lo pensano anche quelli di GNU, visto
            che sono ormai 20 anni (?) che cercano di
            scrivere un kernel
            alternativo...
            bisognerebbe chiedersi come mai non ci sono ancora riusciti. Forse che per fare un prodotto "usabile" serva tempo (e denaro per pagare il tempo impiegato).
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD


            che sono ormai 20 anni (?) che cercano di

            scrivere un kernel

            alternativo...


            bisognerebbe chiedersi come mai non ci sono
            ancora riusciti.E non solo loro: anche alla microsoft hanno provato a realizzare un microkernel e non ci sono riusciti. Ed alla apple, dove lo avevano già fatto, non sono riusciti a svilupparlo ed alla fine lo hanno sostituito con un kernel ibrido derivato in parte da freebsd.
            Forse che per fare un prodotto
            "usabile" serva tempo (e denaro per pagare il
            tempo
            impiegato).Hurd all'inizio aveva a disposizione più sviluppatori e più risorse di linux (che era sviluppato solo da uno studente).Anche Minix aveva a disposizione molte più risorse di linux.Eppure linux li ha superati molto in fretta.E poi... sia microsoft, sia la apple avevano di sicuro tempo e denaro per sviluppare le loro soluzioni microkernel, e nemmeno loro ci sono riusciti.
          • MacGeek scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Ed alla apple, dove lo avevano già
            fatto, non sono riusciti a svilupparlo ed alla
            fine lo hanno sostituito con un kernel ibrido
            derivato in parte da
            freebsd.No, guarda. Mach c'è ancora su OS X ed è la sua base.È vero, lo hanno "imXXXXXXXXto" con PARTI di BSD in kernel space, cosa che mina la "purezza", ma rimane concettualmente un microkernel (anche se tecnicamente è definito un ibrido). Del kernel vero e proprio di BSD (che è monolitico) non c'è niente.I vantaggi del microkernel ce li ha tutti. In primis la stabilità. Guarda iOS, un iPhone non crasha e si impalla mai. Chi non si ricorda che con i Nokia e i Motorola ogni tanto bisognava togliere la batteria perché si erano impallati? Per non parlare di Windoze... (ahah).
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            neanche android si impalla... ed è monolitico.
          • qualsiasi contenuto ingiurioso scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: uno qualsiasi
            neanche android si impalla... ed è monolitico.Voglio dire... stai parlando con uno che dice che nei mac del kernel BSD non c'è niente... (rotfl)
          • kokoko scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Ed alla apple, dove lo avevano già

            fatto, non sono riusciti a svilupparlo ed
            alla

            fine lo hanno sostituito con un kernel ibrido

            derivato in parte da

            freebsd.

            No, guarda. Mach c'è ancora su OS X ed è la sua
            base.
            È vero, lo hanno "imXXXXXXXXto" con PARTI di
            BSD in kernel space, cosa che mina la "purezza",
            ma rimane concettualmente un microkernel (anche
            se tecnicamente è definito un ibrido). Del kernel
            vero e proprio di BSD (che è monolitico) non c'è
            niente.

            I vantaggi del microkernel ce li ha tutti. In
            primis la stabilità. Guarda iOS, un iPhone non
            crasha e si impalla mai. Chi non si ricorda che
            con i Nokia e i Motorola ogni tanto bisognava
            togliere la batteria perché si erano impallati?
            Per non parlare di Windoze...
            (ahah).che cavolata.Mio padre ha un iphone (nessuna app installata) ed una volta a settimana si impalla. Aspetta ! non può neanche togliere la batteria.
          • qualsiasi contenuto ingiurioso scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Ed alla apple, dove lo avevano già

            fatto, non sono riusciti a svilupparlo ed
            alla

            fine lo hanno sostituito con un kernel ibrido

            derivato in parte da

            freebsd.

            No, guarda. Mach c'è ancora su OS X ed è la sua
            base.
            È vero, lo hanno "imXXXXXXXXto" con PARTI di
            BSD in kernel space, cosa che mina la "purezza",
            ma rimane concettualmente un microkernel (anche
            se tecnicamente è definito un ibrido). Del kernel
            vero e proprio di BSD (che è monolitico) non c'è
            niente.

            I vantaggi del microkernel ce li ha tutti. In
            primis la stabilità. Guarda iOS, un iPhone non
            crasha e si impalla maiSecondo te i BSD crashano e si impallano spesso? (rotfl)
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            è questione pure di mentalitàovunque sono stato, ho sempre sentito questo rantolo sui microkernel lenti, fessi, ecc...e non aiuta il fatto che i microkernel siano ancora oggetto di ricerca, per cui molti programmatori ( a cui non piacciono le cose che cambiano continuamente ) si sentono spaesati
          • benkj scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD

            Lo rendi open e lo metti al posto di Linux (vero
            e proprio). Cioè del Kernel. Linux, diciamoci la
            verità, ha sempre fatto piuttosto schifo come
            kernel. E lo pensano anche quelli di GNU, visto
            che sono ormai 20 anni (?) che cercano di
            scrivere un kernel alternativo...Mai lette tante bischerate tutte assieme. Quali sarebbero i vantaggi di nu microkernel per un sistema general purpose, a parte le prestazioni schifose?Hurd esiste da prima di linux, solo che nessuno l'ha mai considerato e non vedo come questo possa cambiare.
            QNX è un microkernel puro, è molto più adatto a
            supportare drivers commerciali di terze parti(rotfl)
        • collione scrive:
          Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
          - Scritto da: maxsix
          Lo fanno ovviamente in binario in quanto è loro
          l'hardware ed è loro il modo per farlo
          funzionare. Fai la fine di
          Linux.ma se il 90% dei driver per linux è opensourcee si sono arresi colossi come ati/amd, infineon, zydas, ralink, atheros, broadcomè rimasta solo nvidia

          Non ne esci con sta roba. In nessun modo.si ok, ma quindi tu che proponi? closed source? sicuramente ci sono più backdoor e non puoi nemmeno scovarle con facilitàspegnere il pc? ok, chiuditi in una grotta e torna al medioevo
          • AtariLover scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: maxsix


            Lo fanno ovviamente in binario in quanto è
            loro

            l'hardware ed è loro il modo per farlo

            funzionare. Fai la fine di

            Linux.

            ma se il 90% dei driver per linux è opensource

            e si sono arresi colossi come ati/amd, infineon,
            zydas, ralink, atheros,
            broadcom

            è rimasta solo nvidia
            Fai questa prova: prendi i sorgenti del kernel e fai girare lo script di deblob fatto da Debian e ti renderai conto di quanta schifezza binaria closed c'è dentro a Linux, senza contare cose come i firmware intel epr le wireless o cose simili.L'ultima volta che l'ho fatto ha girato 10 minuti togliendo centinaia di blob o meccanismi di caricamento di firmware. Certo, non tutti sono closed, ma sono tutti non liberi.Questa cosa è preoccupante e sarebbe bene che ci si ponesse almeno il problema per discuterne.(atari)
          • AtariLover scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            Per questo, scommetto che il 90% dei kernel linux in giro è tainted, creando ancora più problemi nel debug e nella risoluzione dei problemi :((atari)
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            farò una prova con quello scriptavendo archlinux, penso che i blob binari siano decisamente meno e comunque limitati ai firmwarevoglio capire anche come fa a distinguere un blob binario da un pezzo opensourcecitavo ad esempio broadcom, che l'anno scorso ha deciso di passare ai driver opennon è che deblob conta ancora i driver broadcom come closed?per esempio vedo in /lib/firmware un mare di file, ma molti sono il risultato della compilazione di codice che è open
          • AtariLover scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: collione
            farò una prova con quello script

            avendo archlinux, penso che i blob binari siano
            decisamente meno e comunque limitati ai
            firmware
            Io l'ho fatto su una gentoo col kernel vanilla
            voglio capire anche come fa a distinguere un blob
            binario da un pezzo
            opensource
            Penso dalla informazione della licenza che DEVE essere inserita se si vuole che sia poi messo nel kernel ufficiale
            citavo ad esempio broadcom, che l'anno scorso ha
            deciso di passare ai driver
            open

            non è che deblob conta ancora i driver broadcom
            come
            closed?
            Dipende dalla loro licenza: Ad esempio il meccanismo che carica le patch microcodice delle CPU AMD è libero e non viene deblobbato, ma il microcodice non è libero e infatti non c'è nel kernel.Idem per le schede wireless Intel.Broadcom non lo so.
            per esempio vedo in /lib/firmware un mare di
            file, ma molti sono il risultato della
            compilazione di codice che è
            openSinceramente, io le levo perché non ce ne è UNO che usi, visto che ho scelto l'hardware in maniera accorta e infatti il kernel che sto usando non è tainted.Ribadisco, il mio problema non è quanta roba closed c'è su ubuntu o arch o lamiadistrox... Quello che mi chiedo è se non sia il caso di tenerli almeno fuori dal kernel, prevedendo un metodo per "interfacciarli" come coi driver Ati closed di ualche anno fa o coi driver delle wireless intel.Per due motivi: Per prima cosa chi vuole li mette su comunque ma si ha la base tutta opensource, e secondo si evitano kernel sempre più ciccioni.Tra l'altro con i driver delle VGA e Gallium e i mdoesettings si hanno già i driver delle VGA fatti così: una parte nel kernel libera che parla con una parte nel driver esterno (nel mio caso nouveu libero).Poi io la penso così, e spero che ci si ponga il problema anche ai livelli alti. Non è detto che la mia idea sia quella migliore.
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            capisco il tuo punto di vistatuttavia sono problemi figli della logica del "mettere tutto dentro"onestamente di linux non capisco l'ossessione del ficcare cose assurde nel kernelpersonalmente sono per l'approccio microkernel, ma pure un approccio maggiormente modulare, come proponevi, sarebbe decisamente miglioreda quel che ho capito, gli sviluppatori insistono che creare ulteriori layer d'interfacciamento appesantisca il sistema e ne mini le prestazioniimho è meglio un software più maneggevole ed elegante, che uno che spacca pure l'ultimo bit
          • AtariLover scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: collione
            capisco il tuo punto di vista

            tuttavia sono problemi figli della logica del
            "mettere tutto
            dentro"

            onestamente di linux non capisco l'ossessione del
            ficcare cose assurde nel
            kernel

            personalmente sono per l'approccio microkernel,
            ma pure un approccio maggiormente modulare, come
            proponevi, sarebbe decisamente
            migliore

            da quel che ho capito, gli sviluppatori insistono
            che creare ulteriori layer d'interfacciamento
            appesantisca il sistema e ne mini le
            prestazioni

            imho è meglio un software più maneggevole ed
            elegante, che uno che spacca pure l'ultimo
            bitGuarda a me che sia microkernel, modulare o monolitico non è che importi molto; però sono dell'idea che debba essere il più "snello" possibile.Già insernedovi dentro tutte le cose come DRM o driver per le multifunzioni Brother o driver per la nvram Atari che sono opensource comunque è destinato a gonfiarsi... Se poi ci fai infilare dentro anche dei "cosi" chiusi... boh.Comunque non è un grosso problema, se si vuole li si leva XD(atari)
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: AtariLover
            Guarda a me che sia microkernel, modulare o
            monolitico non è che importi molto; però sono
            dell'idea che debba essere il più "snello"
            possibile.il che è possibile se si definiscono metodi chiari per interfacciare questi pezzi di codicea me fa sgomento il fatto che una piccola modifica al kernel, rende inutilizzabili N altri modulinon progetto sistemi operativi e magari mi sfugge la complessità di tali behemoth, però credo fermamente che sia possibile mantenere un minimo di interfacce stabili, in modo da non far saltare ad ogni release tutto il sistema
            Già insernedovi dentro tutte le cose come DRM o
            driver per le multifunzioni Brother o driver per
            la nvram Atari che sono opensource comunque è
            destinato a gonfiarsi... Se poi ci fai infilareè un problema figlio della logica del "tutto dev'essere interdipendente al più basso livello possibile"cioè, è logico dover applicare delle patch ai file che compongono il virtual file system solo per avere il supporto ad aufs?onestamente questo genere di cose lo trovo inaccettabile

            Comunque non è un grosso problema, se si vuole li
            si leva
            XDbeh almeno questocomunque ho visto deblob, praticamente si basa in buona parte su una lista di driver e firmware noti, che non sono ritenuti accettabili per varie ragioniad esempio leggo "Microcode turns out to be under 3-clause BSD license (so, distributable). Unfortunately this license is not listed in the Linux kernel sources"il problema è che lo script dev'essere aggiornato ad ogni nuova uscita del kernel
          • maxsix scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: maxsix


            Lo fanno ovviamente in binario in quanto è
            loro

            l'hardware ed è loro il modo per farlo

            funzionare. Fai la fine di

            Linux.

            ma se il 90% dei driver per linux è opensource
            Non dire bugie che ti cresce il naso...Ti passo un 70%.E il 30 rimanente?Che ne sai te, e io, che cavolo ci hanno messo dentro?
            e si sono arresi colossi come ati/amd, infineon,
            zydas, ralink, atheros,
            broadcom
            Si sono talmente arresi che ti cacciano ora i driver di 2 generazioni prima in modo che la tua scheda video funziona monca.Perché quando si rompe si rompe.
            è rimasta solo nvidia




            Non ne esci con sta roba. In nessun modo.

            si ok, ma quindi tu che proponi? closed source?
            sicuramente ci sono più backdoor e non puoi
            nemmeno scovarle con
            facilità
            Propongo una rivisitazione del concetto open, perché è li il problema.Propongo che chi mette mani nel kernel (come le ho messe anch'io a suo tempo) non sia il primo pehones che passa per la strada che si iscrive nel forum geek giusto e che conosce il geek+1 che lo introduce (che magari ha conosciuto durante una sbronza qualche sera prima), ma che sia una persona identificata e precisa.Propongo che il codice che viene inserito deve essere vagliato a priori e i sorgenti consegnati (e non necessariamente essere resi pubblici) al detentore del kernel.Propongo che a quel cialtrone di Linus Torvalds vengano tolti tutti i milioni di dollari che ha fatto sulla schiena di poveri smanettoni e che venga buttato in qualche galera a marcire pensandoci.Insomma è ora di finirla con sto cavolo di open che è sempre meno open e sempre più anarchia.
            spegnere il pc? ok, chiuditi in una grotta e
            torna al
            medioevoPC?Perché esiste ancora un PC come lo intendevamo 3 anni fa?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 aprile 2012 20.56-----------------------------------------------------------
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: maxsix
            Non dire bugie che ti cresce il naso...
            chiaramente non è una stima esatta la mia
            Che ne sai te, e io, che cavolo ci hanno messo
            dentro?
            sono d'accordo, però la tua proposta qual'è?pure a me farebbe piacere usare un os tutto open, anzi avere hardware open, ma la realtà è molto più complicata
            Si sono talmente arresi che ti cacciano ora i
            driver di 2 generazioni prima in modo che la tua
            scheda video funziona
            monca.
            se parli di ati è così, cioè i driver open procedono parallelamente ai catalyst e onestamente non è che i catalyst siano questa gran cosaad esempio con i catalyst il pc non mi va in sleep, con i driver xf86-video-ati avrò qualche fps in meno in 3d ma almeno lo sleep funzionaper i driver wifi invece la qualità è ottima, nulla da dire
            Propongo che chi mette mani nel kernel (come le
            ho messe anch'io a suo tempo) non sia il primo
            pehones che passa per la strada che si iscrive
            nel forum geek giusto e che conosce il geek+1 che
            lo introduce (che magari ha conosciuto durante
            una sbronza qualche sera prima), ma che sia una
            persona identificata e
            precisa.
            si però quel pehones non aggiunge autonomamente il codice, ma la sua patch viene accettata o respinta da chi certamente ne sa più di luiil fatto di non essere identificato magari può essere migliorato, però essendoci un proXXXXX di review, sono i responsabili del kernel ad assumersi ogni oneredel resto tempo fa si parlò di backdoor in openbsd, non se n'è mai parlato relativamente a linux invece
            Propongo che il codice che viene inserito deve
            essere vagliato a priori e i sorgenti consegnati
            (e non necessariamente essere resi pubblici) al
            detentore del
            kernel.
            ma avviene così, almeno per le parti che entrano nel mainlinese ti riferisci alle patch distribuite autonomamente, beh, lì la responsabilità è di chi le usa
            Propongo che a quel cialtrone di Linus Torvalds
            vengano tolti tutti i milioni di dollari che ha
            fatto sulla schiena di poveri smanettoni e che
            venga buttato in qualche galera a marcire
            pensandoci.
            non sarà invidia la tua? :Dso che Torvalds ha circa 10 milioni di dollari di patrimonio, fatto con azioni Cygnus, poi diventata Redhat

            Insomma è ora di finirla con sto cavolo di open
            che è sempre meno open e sempre più
            anarchia.
            si, ok, però allora come lo gestiamo? identifichiamo i contributor e poi?

            PC?
            Perché esiste ancora un PC come lo intendevamo 3
            anni
            fa?si, i miei solo del 2006 :D
          • maxsix scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: maxsix


            Non dire bugie che ti cresce il naso...



            chiaramente non è una stima esatta la mia
            Era una battuta

            Che ne sai te, e io, che cavolo ci hanno
            messo

            dentro?



            sono d'accordo, però la tua proposta qual'è?

            pure a me farebbe piacere usare un os tutto open,
            anzi avere hardware open, ma la realtà è molto
            più
            complicata
            Ma è così difficile capire che Open è una cialtronata che esiste solo nelle fantasia?Io produttore che investo milioni ti vengo raccontare (in modo figurato eh) a te i miei cavoli in modo che tu possa autonomamente sviluppare i driver a gratis per tutti?Cioè dai ma di che cavolo stiamo parlando.

            Si sono talmente arresi che ti cacciano ora i

            driver di 2 generazioni prima in modo che la
            tua

            scheda video funziona

            monca.



            se parli di ati è così, cioè i driver open
            procedono parallelamente ai catalyst e
            onestamente non è che i catalyst siano questa
            gran
            cosa

            ad esempio con i catalyst il pc non mi va in
            sleep, con i driver xf86-video-ati avrò qualche
            fps in meno in 3d ma almeno lo sleep
            funziona
            Appunto no? Cioè te ti prendi un accelleratore 3d che deve fare solo quello e che per far funzionare lo sleep (?) cosa fa?Ti toglie frame rate.Siamo alla follia pura.
            per i driver wifi invece la qualità è ottima,
            nulla da
            dire
            Ma va, i driver Broadcom sono un XXXXX assoluto.

            Propongo che chi mette mani nel kernel (come
            le

            ho messe anch'io a suo tempo) non sia il
            primo

            pehones che passa per la strada che si
            iscrive

            nel forum geek giusto e che conosce il
            geek+1
            che

            lo introduce (che magari ha conosciuto
            durante

            una sbronza qualche sera prima), ma che sia
            una

            persona identificata e

            precisa.



            si però quel pehones non aggiunge autonomamente
            il codice, ma la sua patch viene accettata o
            respinta da chi certamente ne sa più di
            lui
            E dagli. Ma se il pehones mi passa binario. Mi passa la patch in binario.Mi spieghi te come cavolo faccio io a sapere se è buona oppure no?Ho un unico metro di misura, ovvero funziona o non funziona. E fino qua tutto bene.Ma come?Chi lo sa?
            il fatto di non essere identificato magari può
            essere migliorato, però essendoci un proXXXXX di
            review, sono i responsabili del kernel ad
            assumersi ogni
            onere
            Ma dai, diciamoci la verità.Ste cose si fanno in quella cosa che si chiama Azienda con la A maiuscola.Tutto il resto sono solo favole.
            del resto tempo fa si parlò di backdoor in
            openbsd, non se n'è mai parlato relativamente a
            linux
            invece


            Propongo che il codice che viene inserito
            deve

            essere vagliato a priori e i sorgenti
            consegnati

            (e non necessariamente essere resi pubblici)
            al

            detentore del

            kernel.



            ma avviene così, almeno per le parti che entrano
            nel
            mainline
            Non è vero. Vuoi che parliamo di quello che è sucXXXXX nel 2.4 con i driver NIC delle schede di rete 3com?Che sono ancora la?
            se ti riferisci alle patch distribuite
            autonomamente, beh, lì la responsabilità è di chi
            le
            usa


            Propongo che a quel cialtrone di Linus
            Torvalds

            vengano tolti tutti i milioni di dollari che
            ha

            fatto sulla schiena di poveri smanettoni e
            che

            venga buttato in qualche galera a marcire

            pensandoci.



            non sarà invidia la tua? :D
            No io semplicemente NON sopporto la gente che vive sulle spalle degli altri.E non sopporto ancora di più se questo sfrutta leve chiamate "passione", chiamate "partecipazione", chiamate "libertà" solo per riempirsi la bocca e poi sfruttare.
            so che Torvalds ha circa 10 milioni di dollari di
            patrimonio, fatto con azioni Cygnus, poi
            diventata
            Redhat
            E che fa consulenze milionarie per M$. Per esempio.



            Insomma è ora di finirla con sto cavolo di
            open

            che è sempre meno open e sempre più

            anarchia.



            si, ok, però allora come lo gestiamo?
            identifichiamo i contributor e poi?
            Ti ho detto cosa cambierei, non farmelo ripetere.




            PC?

            Perché esiste ancora un PC come lo
            intendevamo
            3

            anni

            fa?

            si, i miei solo del 2006 :DNo io invece guardo a quelli che verranno.Il passato è come il vino, giustamente deve andare in cantina.
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: maxsix
            Ma è così difficile capire che Open è una
            cialtronata che esiste solo nelle
            fantasia?direi di si, ovvero l'open c'è e fa girare il mondo, proprio oggi, mentre stiamo scrivendo
            Io produttore che investo milioni ti vengo
            raccontare (in modo figurato eh) a te i miei
            cavoli in modo che tu possa autonomamente
            sviluppare i driver a gratis per
            tutti?

            Cioè dai ma di che cavolo stiamo parlando.
            perchè è così difficile da capire? google chi guadagna, ibm ci guadagna, redhat ci guadagna, ecco perchè sviluppano l'openchi guadagna perchè produce hardware e linux è un kernel già pronto da usare ( altrimenti bisogna scriverselo il kernel e tutto quello che c'è a contorno e son miliardi che se ne vanno )c'è poi chi guadagna installando e mantenendo linux, ecc...cosa ti risulta così difficile da capire? è un modello di business diverso da quello closed, tutto qui
            Appunto no? Cioè te ti prendi un accelleratore 3d
            che deve fare solo quello e che per far
            funzionare lo sleep (?) cosa
            fa?
            Ti toglie frame rate.
            no un momento, non diciamo assurditài catalyst hanno un bug che non riesce a supportare correttamente lo sleep ( ubuntu ad esempio li ha patchati proprio per risolvere )gli xf86-video-ati non hanno quel bug, però sono immaturi e non ottimizzatinon è che per supportare lo sleep devi andare più lento

            Ma va, i driver Broadcom sono un XXXXX assoluto.
            eppure su 3 schede broadcom, funzionano tutt'e 3
            E dagli. Ma se il pehones mi passa binario.
            Mi passa la patch in binario.
            Mi spieghi te come cavolo faccio io a sapere se è
            buona oppure
            no?
            e tu sei tanto idiota da installare una patch binaria? non so, l'ultima volta che ho avuto a che fare con una patch binaria era un crack pieno di malware su windows
            Ho un unico metro di misura, ovvero funziona o
            non funziona. E fino qua tutto
            bene.
            Ma come?
            Chi lo sa?
            lo sa chi vuole saperlo ed è interessato a farloma ripeto, il problema esiste pure per il closed, quindi dovremmo spegnere i computer? e non vale nemmeno il discorso di sapere chi è stato, perchè pure in ambito open c'è un "chi è stato" e installare backdoor è un reato e si passano guai serise Torvalds accetta una patch piena di backdoor e la cosa si scopre, magari l'autore della patch si rende anonimo, ma Torvalds si trova l'FBI fuori dalla porta
            Ma dai, diciamoci la verità.
            Ste cose si fanno in quella cosa che si chiama
            Azienda con la A
            maiuscola.
            Tutto il resto sono solo favole.
            appunto, Redhat con la R maiuscolaè solo un esempio, ma serve per capire che linux è veicolato ( nella maggioranza dei casi ) da aziende con la A maiuscola
            Non è vero. Vuoi che parliamo di quello che è
            sucXXXXX nel 2.4 con i driver NIC delle schede di
            rete
            3com?
            parliamone
            No io semplicemente NON sopporto la gente che
            vive sulle spalle degli
            altri.quindi politici, capitalisti, banchieri, ecc.... ? cioè mezzo mondo
            E non sopporto ancora di più se questo sfrutta
            leve chiamate "passione", chiamate
            "partecipazione", chiamate "libertà" solo per
            riempirsi la bocca e poi
            sfruttare.
            oddio, dal pdf della linux foundation, si dimostra che il grosso del codice linux è figlio di uno stipendio piuttosto che della passione :D
            E che fa consulenze milionarie per M$. Per
            esempio.
            non so tu come faccia a saperlo, ma in giro non leggo niente del genere
            Ti ho detto cosa cambierei, non farmelo ripetere.identifichi i contributor? fotocopia della carta d'identità? sarebbe utile? secondo me no
    • bertuccia scrive:
      Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
      - Scritto da: orofox

      Sarebbe il caso di controllare meglio questi
      crumiri del codice aperto..

      Siamo davvero sicuri che chi lavora al soldo di
      qualche multinazionale abbia lo stesso spirito di
      liberta' di un appassionato?linux e l'opensource non c'entrano niente con la libertàse c'entrasse qualcosa sarebbe passato alla GPLv3invece no
    • collione scrive:
      Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
      - Scritto da: orofox
      siamo davvero sicuri che tutti questi fantomatici
      programmatori stipendiati non passino il loro
      tempo a iniettare backdoor e spaghetti code
      all'interno del cuore di
      linux?
      auditing questo sconosciuto e comunque quei programmatori ci mettono il nome e la faccia e il carcere non è stato ancora abolito
      Sarebbe il caso di controllare meglio questi
      crumiri del codice
      aperto..
      e infatti viene fatto
      Non a caso linux negli ultimi hanni ha dimostrato
      sempre maggiori criticita' per quanto riguarda
      sicurezza intrsica dell sua struttra
      interna...
      cosa? qualche link please?
      Siamo davvero sicuri che chi lavora al soldo di
      qualche multinazionale abbia lo stesso spirito di
      liberta' di un
      appassionato?
      mapperfavore, è più probabile che un appassionato lavori per qualche gang russa piuttosto che un ingegnere
      In ognicaso, se avete dubbi:
      http://www.gnu.org/software/hurd/hurd.htmle poi? ci faccio girare bash?
      • maxsix scrive:
        Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: orofox

        siamo davvero sicuri che tutti questi
        fantomatici

        programmatori stipendiati non passino il loro

        tempo a iniettare backdoor e spaghetti code

        all'interno del cuore di

        linux?



        auditing questo sconosciuto e comunque quei
        programmatori ci mettono il nome e la faccia e il
        carcere non è stato ancora
        abolito
        Ma dai scendi dalle nuvole e guarda com'è la realtà. Nei repository purché una cosa venga fatta viene preso il primo che è in grado di farla e quelli che hanno la necessità poi controllano (forse).Dai su.

        Sarebbe il caso di controllare meglio questi

        crumiri del codice

        aperto..



        e infatti viene fatto


        Non a caso linux negli ultimi hanni ha
        dimostrato

        sempre maggiori criticita' per quanto riguarda

        sicurezza intrsica dell sua struttra

        interna...



        cosa? qualche link please?


        Siamo davvero sicuri che chi lavora al soldo di

        qualche multinazionale abbia lo stesso spirito
        di

        liberta' di un

        appassionato?



        mapperfavore, è più probabile che un appassionato
        lavori per qualche gang russa piuttosto che un
        ingegnere
        Sbagli e di grosso. Se il tuo titolare ti dice che devi fare un programma e devi metterci dentro "questo e quello" tu lo fai e zitto.Anche perché il responsabile è lui (titolare) non tu (scribacchino programmatore).E torniamo al discorso del auditing di prima.

        In ognicaso, se avete dubbi:

        http://www.gnu.org/software/hurd/hurd.html

        e poi? ci faccio girare bash?Si se prima ti fai un compilatore, 4 librerie a supporto, bla bla bla bla bla....
        • collione scrive:
          Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
          - Scritto da: maxsix
          Ma dai scendi dalle nuvole e guarda com'è la
          realtà. Nei repository purché una cosa venga
          fatta viene preso il primo che è in grado di
          farla e quelli che hanno la necessità poi
          controllano
          (forse).
          eh eh eh, vuoi vincere facile? parlavamo del kernel e quello non è gestito ad capocchiampersonalmente ho avuto a che fare con realtà aziendali che si occupano proprio dell'auditing del kernel, per conto di clienti paranoicise poi parliamo dei vari software minori, allora posso essere d'accordo
          Sbagli e di grosso. Se il tuo titolare ti dice
          che devi fare un programma e devi metterci dentro
          "questo e quello" tu lo fai e
          zitto.
          certamente, ma questo non è diverso da quello che avviene nell'ambito closedcon la differenza che il codice è lì e il rischio di essere scoperti molto più alto della controparte closed

          Si se prima ti fai un compilatore, 4 librerie a
          supporto, bla bla bla bla
          bla....ok siamo d'accordo sulla toolchain e le librerieperò quanto hardware supporta hurd? e quanti software utili? faccio notare che i winari ci rinfacciano sempre la mancanza di certi software su linux, hurd ne ha ancora di menoio non sono uno che si spaventa nello scrivere un driver, però il tempo è tamarro :D
          • maxsix scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: maxsix


            Ma dai scendi dalle nuvole e guarda com'è la

            realtà. Nei repository purché una cosa venga

            fatta viene preso il primo che è in grado di

            farla e quelli che hanno la necessità poi

            controllano

            (forse).



            eh eh eh, vuoi vincere facile? parlavamo del
            kernel e quello non è gestito ad
            capocchiam
            Come no, dai non raccontiamoci palle.
            personalmente ho avuto a che fare con realtà
            aziendali che si occupano proprio dell'auditing
            del kernel, per conto di clienti
            paranoiciI clienti sono paranoici, e hanno ragione di esserlo, perché capiscono o percepiscono di non essere in una situazione stabile.E hanno paura.E hanno anche ragione.

            se poi parliamo dei vari software minori, allora
            posso essere
            d'accordo


            Sbagli e di grosso. Se il tuo titolare ti
            dice

            che devi fare un programma e devi metterci
            dentro

            "questo e quello" tu lo fai e

            zitto.



            certamente, ma questo non è diverso da quello che
            avviene nell'ambito
            closed

            con la differenza che il codice è lì e il rischio
            di essere scoperti molto più alto della
            controparte
            closed
            Continui a voler scappare dal main topic.Io non ti sto dicendo che closed o open è meglio o peggio.Ti sto solo dicendo che Linux è oggi:- un macello- non ci si capisce quasi più nulla- non c'è controllo- c'è gente che spende in infrastrutture e si butta in un buco neroAd oggi, io non me la sento di proporre a un cliente un installazione linux.Proprio no.E puoi stare a cantarmela e ballarmela fino a domani.Ne ho viste tante, troppe e la misura è oltremodo colma.



            Si se prima ti fai un compilatore, 4
            librerie
            a

            supporto, bla bla bla bla

            bla....

            ok siamo d'accordo sulla toolchain e le librerie
            E hai detto niente.... un kernel da solo vale come il 2 di briscola in un sistema operativo completo.E tu puoi avere un super kernel ma se le librerie a supporto sono uno schifo il risultato qual'è?Semplice, non funziona.Vai tu poi a spiegare a questo o a quello che ci ha smenato grana che sono le librerie scritte a XXXXX di dio.
            però quanto hardware supporta hurd? e quanti
            software utili?


            faccio notare che i winari ci rinfacciano sempre
            la mancanza di certi software su linux, hurd ne
            ha ancora di
            meno

            io non sono uno che si spaventa nello scrivere un
            driver, però il tempo è tamarro
            :DIl tempo è uguale moneta per te, per me e per tutti. E quando non è moneta è qualcosa di meglio.Ma se il tempo diventa rogna, no, a me non sta più bene.Io voglio dormire sonni tranquilli, e non avere sempre il dubbio di quel driver, di quella libreria, di quella cosa che non ho previsto e non ho pensato a fixare con qualche alchimia via bash.
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: maxsix
            I clienti sono paranoici, e hanno ragione di
            esserlo, perché capiscono o percepiscono di non
            essere in una situazione
            stabile.
            si, ma questo vale pure il closedil client coscienzioso non si fida di nessuno
            Ti sto solo dicendo che Linux è oggi:
            - un macellooddio, magari una definizione più precisa sarebbe meglio :Dc'è un flusso di patch continuo, ma è così che funziona quel modello di sviluppol'altro modello è quello ordinato del closed, cioè io faccio tutto e voi usate solo
            - non ci si capisce quasi più nullaeppure prospera, vende e avanza
            - non c'è controlloeppure la patch per aufs viene rigettato ad ogni nuovo giro
            - c'è gente che spende in infrastrutture e si
            butta in un buco
            nero
            o spendi in linux o in windows et similiasiccome dici che entrambi sono il male, un'azienda o sceglie uno dei due mali o torna all'abaco
            Ad oggi, io non me la sento di proporre a un
            cliente un installazione
            linux.
            Proprio no.
            è un tuo personale punto di vista, io gliela proporrei
            Ne ho viste tante, troppe e la misura è oltremodo
            colma.
            e non hai mai visto coloro che lavorano per tenere fuori furbi e bug? c'avevi il giorno libero quando loro arrivavano?
            E hai detto niente.... un kernel da solo vale
            come il 2 di briscola in un sistema operativo
            completo.beh pure la toolchain non vale niente senza un kernel a cui appoggiarsi
            E tu puoi avere un super kernel ma se le librerie
            a supporto sono uno schifo il risultato
            qual'è?
            quindi glibc, usata ovunque, fa schifo? c'è una libc che vale secondo te?

            Vai tu poi a spiegare a questo o a quello che ci
            ha smenato grana che sono le librerie scritte a
            XXXXX di
            dio.
            e quindi? quali libc dovremmo utilizzare? quelle ms pure fanno schifetto e lo dimostrano
            Ma se il tempo diventa rogna, no, a me non sta
            più
            bene.
            è rogna per redhat non per il cliente di redhatma redhat lo fa di mestiere, vorrebbe pure la pappa pronta?
            Io voglio dormire sonni tranquilli, e non avere
            sempre il dubbio di quel driver, di quella
            libreria, di quella cosa che non ho previsto e
            non ho pensato a fixare con qualche alchimia via
            bash.si okperò assodato che non ti fido di ms come non ti fidi di apple, linux, ecc...per dormire sonni tranquilli che fai? dormi in una capanna di legno?
          • Ubunto scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: collione

            per dormire sonni tranquilli che fai? dormi in
            una capanna di
            legno?No, semplicemente ritiene che pagare per un servizio professionale con linux non sia economicamente conveniente. D'altro canto ad usare una distro gratuita dovrebbe essere lui ad occuparsi del supporto più specifico, fornendo direttamente delle garanzie al cliente.Ma non è in grado di fare questo (non è una cosa facile comunque).Quindi al cliente propone Microsoft o Vatellapesca, riservandosi il diritto di dare la colpa alla prima o la seconda in caso di virus, guasti e malfunzionamenti.Il fatto che Linux ottenga sempre più supporto ed implementazioni, nonché features trasversali alle più disparate applicazioni però, costituisce un problema quando è il cliente a chiedergli espressamente LINUX. Perché non è in grado di fornire quella soluzione. Quindi perde il cliente.Per il resto viene qui a vaneggiare su Linus Torvalds, sul kernel, sulle spie russe, gli alieni che vogliono violentare le nostre donne ed altre XXXXXXX varie. Così si sfoga un po'. :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 aprile 2012 00.24-----------------------------------------------------------
          • collione scrive:
            Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
            - Scritto da: Ubunto
            Quindi al cliente propone Microsoft o
            Vatellapesca, riservandosi il diritto di dare la
            colpa alla prima o la seconda in caso di virus,
            guasti e
            malfunzionamenti.dovrebbe rileggersi meglio le EULA ;)
            Per il resto viene qui a vaneggiare su Linus
            Torvalds, sul kernel, sulle spie russe, gli
            alieni che vogliono violentare le nostre donne ed
            altre XXXXXXX varie. Così si sfoga un po'.
            :)è un uomo problematico :D
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
      sei un troll ignorante.
      • panda rossa scrive:
        Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
        - Scritto da: uno qualsiasi
        sei un troll ignorante.No. E' solo un povero invidioso, incapace di scrivere una sola riga di codice e sfoga la sua frustrazione denigrando qualcosa che neanche capisce.
        • maxsix scrive:
          Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: uno qualsiasi

          sei un troll ignorante.

          No. E' solo un povero invidioso, incapace di
          scrivere una sola riga di codice e sfoga la sua
          frustrazione denigrando qualcosa che neanche
          capisce.Panda rossa facciamo outing?Interessante
    • bananajoe scrive:
      Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
      tutti a parlare di tojan e backdoor iniettati nel kernel, ma a quanto pare nessuno qui conosce il workflow che deve seguire una patch, anche di solo una riga di codice, prima di entrare a far parte del kernel vanilla.ed è anche scritto, seppur a grandi linee e non troppo tecnicamente, nel report linkato all'inizio di questo articolo.linux non è un calderone in cui ognuno ci butta dentro quello che vuole...mi pare scontato
    • qualsiasi contenuto ingiurioso scrive:
      Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
      - Scritto da: orofox
      In ognicaso, se avete dubbi:
      http://www.gnu.org/software/hurd/hurd.htmlMa per favore!Il futuro sarebbe <s
      T </s
      Hurd? (rotfl) Un po' come dire che il futuro dei videogiochi era Duke Nukem Forever, o che il futuro della musica era Chinese Democracy.Ma per favore!
    • AMEN scrive:
      Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
      - Scritto da: orofox

      In ognicaso, se avete dubbi:
      http://www.gnu.org/software/hurd/hurd.htmlSiii, un OS in beta da almeno 15 anni e che supporta 2 periferiche in croce....
      • qualsiasi contenuto ingiurioso scrive:
        Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
        - Scritto da: AMEN
        - Scritto da: orofox



        In ognicaso, se avete dubbi:

        http://www.gnu.org/software/hurd/hurd.html

        Siii, un OS in beta da almeno 15 anniIl progetto GNU HURD è iniziato nel 1984. (rotfl) Sette anni prima di Linux. (rotfl)
    • FDG scrive:
      Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
      - Scritto da: orofox
      In ognicaso, se avete dubbi:
      http://www.gnu.org/software/hurd/hurd.htmlAncora su Mach? Ma non lo dovevano portare su L4?
    • qualsiasi contenuto ingiurioso scrive:
      Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
      - Scritto da: orofox
      In ognicaso, se avete dubbi:
      http://www.gnu.org/software/hurd/hurd.htmlSe il software open avesse dovuto aspettare Hurd per avere un OS, sarebbe morto da anni e anni.Nel frattempo abbiamo invece FreeBSD, Linux, OpenBSD, NetBSD che funzionano egregiamente senza dover aspettare quell'aborto di Hurd che una volta uscito non sarà cacato da nessuno.
    • cereal K scrive:
      Re: LINUX VENDUTO! W GNU/HURD
      - Scritto da: orofox
      siamo davvero sicuri che tutti questi fantomatici
      programmatori stipendiati non passino il loro
      tempo a iniettare backdoor e spaghetti code
      all'interno del cuore di
      linux?

      Sarebbe il caso di controllare meglio questi
      crumiri del codice
      aperto..

      Non a caso linux negli ultimi hanni ha dimostrato
      sempre maggiori criticita' per quanto riguarda
      sicurezza intrsica dell sua struttra
      interna...

      Siamo davvero sicuri che chi lavora al soldo di
      qualche multinazionale abbia lo stesso spirito di
      liberta' di un
      appassionato?

      In ognicaso, se avete dubbi:
      http://www.gnu.org/software/hurd/hurd.htmlma sei un idiota per caso o la cosa è proprio voluta? è open source, significa che chiunque può visionare e modificare il codice, se esistessero backdoor su linux non passerebbero 2 minuti senza che tutto internet fosse pieno di articoli e gli hacker a banchettare sui resti della nostra civiltà
  • bertuccia scrive:
    personal computer a parte
    beh se si conta Android, Linux viaggia forte anche nel personal computing..a proposito di PC, vedo che negli States lo share di Windows è sceso all'80%, tondo tondo
    • collione scrive:
      Re: personal computer a parte
      - Scritto da: bertuccia
      a proposito di PC, vedo che negli States lo share
      di Windows è sceso all'80%, tondo
      tondoparallelamente all'aumento di vendite dei machintosh :Dnon è un segreto che negli usa apple fa l'asso pigliatutto
      • iRoby scrive:
        Re: personal computer a parte
        Ma che asso pigliatutto!?Diciamo che ha un seguito di utenti e persone che lo preferiscono, complice anche marketing ed immagine...
        • collione scrive:
          Re: personal computer a parte
          si, ma è un bel seguito e cresce continuamentenon parlo di iphone e XXXXXXX simili, ma proprio dei pc mac che fanno segnare trimestre su trimestre incrementi a due zeri nelle vendite
          • Charles scrive:
            Re: personal computer a parte
            ma apple fa anche PC ? non gli bastano i telefonini?
          • collione scrive:
            Re: personal computer a parte
            - Scritto da: Charles
            ma apple fa anche PC ? non gli bastano i
            telefonini?ti sembra gente che si accontenta? :D
          • Charles scrive:
            Re: personal computer a parte
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: Charles

            ma apple fa anche PC ? non gli bastano i

            telefonini?

            ti sembra gente che si accontenta? :Dassolutamente no, la loro avidità mi pare non abbia proprio fine.... han spellato tanti di quei polli che ci si potrebbe sfamare un paio di nazioni a suon di spiedi...
          • maxsix scrive:
            Re: personal computer a parte
            - Scritto da: Charles
            ma apple fa anche PC ? non gli bastano i
            telefonini?Che bello avere 15 anni di pura ignoranza.Ti invidio
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: personal computer a parte
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: Charles

            ma apple fa anche PC ? non gli bastano i

            telefonini?

            Che bello avere 15 anni di pura ignoranza.

            Ti invidioEv abbè dai, raggiungerai la pubertà anche tu, prima o poi
          • Charles scrive:
            Re: personal computer a parte
            beh il 15enne di oggi è il futuro (non)cliente dei pc apple di domani... vedila cosi' ;)
          • Sgabbio scrive:
            Re: personal computer a parte
            - Scritto da: collione
            si, ma è un bel seguito e cresce continuamente

            non parlo di iphone e XXXXXXX simili, ma proprio
            dei pc mac che fanno segnare trimestre su
            trimestre incrementi a due zeri nelle
            venditeMa se non sbaglio, negli usa i mac son sempre stati abbastanza diffusi, se paragonanto ad altre parti del mondo.
          • collione scrive:
            Re: personal computer a parte
            vero, ma da 2-3 anni a questa parte hanno fatto il bottopraticamente apple è l'unico produttore di pc con un segno più sulle venditegli altri sono in recessione nera
          • iRoby scrive:
            Re: personal computer a parte
            Beh si in fondo passare dal 6 al 12% del market share significa una "enorme" crescita, un raddoppio...
          • cereal K scrive:
            Re: personal computer a parte
            - Scritto da: collione
            si, ma è un bel seguito e cresce continuamente

            non parlo di iphone e XXXXXXX simili, ma proprio
            dei pc mac che fanno segnare trimestre su
            trimestre incrementi a due zeri nelle
            venditese prima vendeva un pc al mese ed adesso ne vende 2 ha raddoppiato le vendite
      • cereal K scrive:
        Re: personal computer a parte
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: bertuccia


        a proposito di PC, vedo che negli States lo
        share

        di Windows è sceso all'80%, tondo

        tondo

        parallelamente all'aumento di vendite dei
        machintosh
        :D

        non è un segreto che negli usa apple fa l'asso
        pigliatuttonegli usa credono che il mondo sia nato 7mila anni fa, che i dinosauri siano uno scherzo di dio per mettere alla prova la fede, che apple geolocalizzi per colpa di un bug e che ci sia un modo giusto ed uno sbagliato di impugnare uno smartphone, probabilmente gli americani sono boccaloni, e non solo loro
    • biker scrive:
      Re: personal computer a parte
      - Scritto da: bertuccia
      a proposito di PC, vedo che negli States lo share
      di Windows è sceso all'80%, tondo tondoE penso che se nella final release di Win8 non si potrà disattivare Metro, la percentuale sarà destinata a precipitare! :D
  • collione scrive:
    beh
    che linux è usato praticamente dappertutto non è una novitàpure il fatto che ms abbia fornito patch per il supporto di hyper-v non è una novità, il problema è che nelle statistiche dell'anno prossimo ms non figurerà più evidentementelinux è il futuro del computing? scontato visto che ennemila sistemi operativi ( non parlo di distribuzioni ) sono basati su linuxma del resto non era questo lo scopo? creare una base di codice a cui tutti i produttori di hardware e soluzioni IT potessero attingere?c'è un'interessante discussione su hwupgrade, coi soliti fanboy delle finestre che danno addosso a chiunque tenti di dire la verità :D
    • maxsix scrive:
      Re: beh
      - Scritto da: collione
      che linux è usato praticamente dappertutto non è
      una
      novità

      pure il fatto che ms abbia fornito patch per il
      supporto di hyper-v non è una novità, il problema
      è che nelle statistiche dell'anno prossimo ms non
      figurerà più
      evidentemente

      linux è il futuro del computing? scontato visto
      che ennemila sistemi operativi ( non parlo di
      distribuzioni ) sono basati su
      linux
      Si il computing della lavatrice di mi nonna, e la lavastoviglie di mi mamma.
      ma del resto non era questo lo scopo? creare una
      base di codice a cui tutti i produttori di
      hardware e soluzioni IT potessero
      attingere?
      Si si, una base fallace come quella attuale di cui pochi ne capiscono qualcosa. E i vari M$ e affini stanno contribuendo nella confusione.Tutto previsto.
      c'è un'interessante discussione su hwupgrade, coi
      soliti fanboy delle finestre che danno addosso a
      chiunque tenti di dire la verità
      :DCosa vuoi farci. E come dare addosso ai linari. O come sparare sulla croce rossa. O dire che nelle tagliatelle ci va il sugo. Roba scontata.Mi fa molto sorridere la tipa del marketing che si gongola del fatto che ora invece di una massa di nerdoni gli si è sostituita una pacca pro.Quindi ora la domanda è:CHI paga sti pro ora?e sopratuttoCHI ci sta guadagnando?Io ho una mezza idea.
      • collione scrive:
        Re: beh
        - Scritto da: maxsix
        Si il computing della lavatrice di mi nonna, e la
        lavastoviglie di mi
        mamma.
        no, il 70% delle tv lcd ( pure la tua probabilmente ) e uno scatafascio di smartphone con androidsenza parlare del resto del settore embedded
        Si si, una base fallace come quella attuale di
        cui pochi ne capiscono qualcosa. E i vari M$ e
        affini stanno contribuendo nella
        confusione.
        Tutto previsto.
        non ti preoccupare, ms ti ha già riempito di backdoor, sei a posto (rotfl)
        Mi fa molto sorridere la tipa del marketing che
        si gongola del fatto che ora invece di una massa
        di nerdoni gli si è sostituita una pacca
        pro.i nerdoni sono ancora la maggioranza a quanto si legge
        CHI paga sti pro ora?IBM, Intel, Infineon, Google, Redhat, ecc... tutta gente che usa linux nelle proprie attività quotidiane
        e sopratutto
        CHI ci sta guadagnando?
        Redhat che ha toccato 1 miliardo di dollari di fatturato e tanti altri
        Io ho una mezza idea.microsoft vero!?!si e linux l'ha fatto guglielmo cancelli (rotfl)
        • maxsix scrive:
          Re: beh
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: maxsix


          Si il computing della lavatrice di mi nonna,
          e
          la

          lavastoviglie di mi

          mamma.



          no, il 70% delle tv lcd ( pure la tua
          probabilmente ) e uno scatafascio di smartphone
          con
          androidAppunto.

          senza parlare del resto del settore embedded
          Appunto (la lavatrice insomma).

          Si si, una base fallace come quella attuale
          di

          cui pochi ne capiscono qualcosa. E i vari M$
          e

          affini stanno contribuendo nella

          confusione.

          Tutto previsto.



          non ti preoccupare, ms ti ha già riempito di
          backdoor, sei a posto
          (rotfl)
          Non dare per certo quello che non sai.Nel senso, che ad oggi sappiamo dove stanno le schifezze (M$, appunto) ma NON sappiamo dove potrebbero essere.E per i lineari questa è una cosa che è VERA in primis, e che smonta tutto il discorso del "velenose bene" che tanto tu fai e io controllo.

          Mi fa molto sorridere la tipa del marketing
          che

          si gongola del fatto che ora invece di una
          massa

          di nerdoni gli si è sostituita una pacca

          pro.

          i nerdoni sono ancora la maggioranza a quanto si
          legge


          CHI paga sti pro ora?

          IBM, Intel, Infineon, Google, Redhat, ecc...
          tutta gente che usa linux nelle proprie attività
          quotidiane
          Esatto.


          e sopratutto

          CHI ci sta guadagnando?



          Redhat che ha toccato 1 miliardo di dollari di
          fatturato e tanti
          altri
          Fatturato non vuol dire guadagno. Sono 2 cose estremamente diverse.

          Io ho una mezza idea.

          microsoft vero!?!
          Beh ecco secondo il termine guadagno M$ sta SICURAMENTE guadagnando con Android.
          si e linux l'ha fatto guglielmo cancelli (rotfl)No, ma un cialtrone come Linus Torvalds si.E basta e avanza.
          • iRoby scrive:
            Re: beh
            Sentiamo perché Linus Tovalds sarebbe un cialtrone?
          • collione scrive:
            Re: beh
            - Scritto da: maxsix
            Appunto (la lavatrice insomma).
            beh anche quella :P
            Non dare per certo quello che non sai.
            Nel senso, che ad oggi sappiamo dove stanno le
            schifezze (M$, appunto) ma NON sappiamo dove
            potrebbero
            essere.
            la vita è fatta cosìsi devono tenere gli occhi aperti per evitare di farsi XXXXXXXun pò il codice, un pò Stallman con gnewsense e si riduce al minimo la probabilità di essere fregatima del resto perchè mettere una backdoor direttamente nel kernel quando lo si può fare a valle?
            E per i lineari questa è una cosa che è VERA in
            primis, e che smonta tutto il discorso del
            "velenose bene" che tanto tu fai e io
            controllo.
            chiaramente il controllo non può essere capillare, non si possono controllare tutte le distribuzioni e relativi software, nè tutti sanno come controllare, però è sempre meglio avere una minima possibilità di controllo che non averla
            Fatturato non vuol dire guadagno. Sono 2 cose
            estremamente
            diverse.
            non faccio i conti in tasca a Redhat, però se parlavo di guadagno quando facevano 200 milioni e rotti, penso che guadagnino anche adesso con 1 miliardo
            Beh ecco secondo il termine guadagno M$ sta
            SICURAMENTE guadagnando con
            Android.
            ma infatti guadagna di più con android che con windows phlop
            No, ma un cialtrone come Linus Torvalds si.
            E basta e avanza.bah, a me pare che Torvalds è quello che ha fatto di menoma poi perchè ce l'hai con Torvalds? ti ha stuprato il gatto? :D
          • eticre scrive:
            Re: beh
            se fossi Linus ti denuncerei per diffamazione!
          • collione scrive:
            Re: beh
            - Scritto da: eticre
            se fossi Linus ti denuncerei per diffamazione!Torvalds? probabilmente scriverebbe un lunghissimo post di offese, definendo l'amico maxsix "scimmia masturbata" et similia :D
          • maxsix scrive:
            Re: beh
            - Scritto da: eticre
            se fossi Linus ti denuncerei per diffamazione!Diffamazione di cosa... si vede che non sai nemmeno di cosa stai parlando.Bisogna mettersi li a scrivere codice, avere a che fare con i vari repository e i vari lolresponsabili per capire dove tira il vento (che se fosse in una direzione andrebbe anche bene, invece è un turbion costante).E ricordati sempre, ma sempre, che linux nel bene e nel male è dov'è oggi SOLO ed ESCLUSIVAMENTE grazie a gente che si è spaccata la schiena a gratis.E oggi, come da notizia di cui stiamo parlando, viene una "responsabile marketing" a dirci che oggi ci sono i programmatori pro che li sostengono?Dai su.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 aprile 2012 01.30-----------------------------------------------------------
      • stelvio scrive:
        Re: beh
        microsoft si occupa solo di hyper-v, e nient'altro, quindi alla fine si occupa sempre degli affari suoi.. finito hyper-v, finito l'apporto di microsoft
Chiudi i commenti