29 tonnellate di rifiuti informatici

Ecodigitale
Ecodigitale


Roma – Con una nota d’orgoglio CDC ha diramato un comunicato per raccontare come in un anno la sua attività di raccolta dei rifiuti informatici sul territorio italiano abbia portato alla raccolta di oltre 10.700 prodotti informatici “di cui – informa la nota – il 95 per cento riutilizzati”.

L’iniziativa “Ecodigitale” varata dall’azienda, e premiata dalla Regione Toscana con il riconoscimento “Toscana Ecoefficiente 2005” nell’area ambiente all’Ethic Award 2005, coinvolge oltre 200 negozi Computer Discount in tutta Italia e i Compy Superstore. “Ai punti vendita – spiega la nota – è stato affidato il compito di ritirare da chiunque, sia utente privato che professionale, i prodotti informatici a fine vita di qualsiasi marca e senza l’obbligo di acquisto di un nuovo prodotto”.

In linea con la nuova normativa, finalizzata alla riduzione dei rifiuti elettronici, Ecodigitale prevede inoltre che tutti i prodotti ritirati vengano sottoposti ad un processo di verifica e analisi al fine di un loro eventuale riutilizzo. “A consolidamento del proprio impegno – continua la nota – inoltre, dallo scorso mese di maggio l’azienda ha ampliato il raggio di azione dell’iniziativa Ecodigitale anche a toner e cartucce esauste, sebbene si tratti di prodotti non contemplati dalla Direttiva RAEE, e in meno di sei mesi ha raccolto un totale di circa 6.800 prodotti, dei quali il 63% circa è stato rigenerato”.

CDC S.p.A.(è qui

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 11 2005
Link copiato negli appunti