300mm di wafer per la DRAM revolution

Ovvero: come riuscire a pompare una nuova tecnica di produzione che abbasserà i costi per le DRAM di nuova generazione


San Francisco (USA) – Una società collegata a Motorola e Infineon, la tedesca Semiconductor 300, ha lanciato i suoi wafer da 300 mm con i quali ha realizzato chip ad alta densità da 256 Mb.

L’azienda ha presentato la cosa come una novità tecnologica di primo livello, sostenendo che i suoi wafer consentono di produrre fino a due volte e mezzo più chip per ogni singolo pezzo di quanto è oggi possibile con i wafer da 200 mm. Secondo Semiconductor, questo consentirà una riduzione dei costi di produzione fino al 30 per cento per le DRAM di nuova concezione da 256Mb e 1Gb.

In realtà, dei wafer si era già parlato nelle scorse settimane quando Motorola e Infineon avevano annunciato che la loro controllata aveva già iniziato a distribuire le prime DRAM da 64 Mb basate sui nuovi wafer da 300 mm. I chip, sottolineano alla Semicondctor, sono realizzati con una tecnologia in grado di lavorare su dimensioni inferiori agli 0,2 micron.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti