3DNes, emulatore per distorsioni videoludiche

Un nuovo emulatore "proof-of-concept" gioca con la bidimensionalità dei vecchi giochi Nintendo nel tentativo di ricavarne delle forme 3D navigabili. Il risultato varia dall'inquietante all'allucinato, una versione stand-alone è in arrivo

Roma – 3DNes è il progetto di emulazione “alternativa” di Tran Vu Trúc, sviluppatore taiwanese che ha pensato bene di provare a estrapolare forme “solide” e tridimensionali dalla grafica rigorosamente 2D dei giochi per la storica console NES/Famicom (Nintendo Entertainment System).

Lo sviluppatore lavora al progetto da mesi, e solo di recente ha deciso di pubblicare una prima versione “cloud” disponibile solo per mezzo dell’engine Web di Unity e funzionante solo sul browser Firefox; una versione stand-alone capace di girare su Windows è in arrivo, promette.

Il processo di conversione della grafica da 2D a 3D è universale e non si appoggia a un codice specifico per ogni gioco, ha spiegato Vu Trúc, con l’algoritmo dell’emulatore progettato per riconoscere certe forme all’interno degli sprite originali e infine scegliere il tipo di forma tridimensionale che dovrebbe assumere.

La conversione funziona meglio su certi giochi piuttosto che su altri, come i video caricati dallo sviluppatore ampiamente dimostrano, e certamente 3DNes non è il massimo per chi voglia semplicemente giocare ai classici Nintendo piuttosto che sperimentare costrutti grafici stranianti per lo più adatti a convincere gli scettici dell’impraticabilità della VR a tutti i costi.

Per i temerari interessati a provare l’esperienza, l’attuale forma di 3DNes accetta il caricamento delle ROM per Famicom all’interno dell’engine su Unity.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Gatto Felixm scrive:
    Closed sempre piu' ridicolo
    Le megacorp che licenziano software closed sono diventate completamente inefficienti ed avide, hanno bisogno di ingenti risorse per fare quello che e' gia' stato fatto, ormai hanno squadroni di addetti al marketing ma pochi programmatori al confronto, mentre i piccoli ovviamente non riescono a stare al passo, la loro ultima trovata del sw come servizio e del cloud e' davvero ridicola lo vogliono vendere un tot al kilo come la mortadella, magari non prodotta da loro ma incartata in confezione extraluccicante da mettere in mano al loro reparto marketing.
  • bubba scrive:
    e invece di fuffologia,
    mettete qualche link a roba reale,no? http://www.opencompute.org/wiki/Server/SpecsAndDesignscmq il 'blade' tutto firmato M$, in realta' sembra ben poco M$...... :P speriamo solo che NON abbia scritto questo Sonic, come scrive di solito in codice per windoze ;) e che defacto non serva a un razzo tranne alla M$ stessa ....
  • rico scrive:
    Timeo Danaos et dona ferentes
    Cioè "Temo i greci anche quando portano doni".Questo è il classico cavallo di XXXXX, MS e Big G che cercano di assaltare Linux e open source. Alla larga !!!
    • Rettilaneo scrive:
      Re: Timeo Danaos et dona ferentes
      - Scritto da: rico
      Cioè "Temo i greci anche quando portano doni".
      Questo è il classico cavallo di XXXXX, MS e Big G
      che cercano di assaltare Linux e open source.
      Alla larga
      !!!E' un complotto!!!!!
      • tta scrive:
        Re: Timeo Danaos et dona ferentes
        No, è una constatazione.Se poi ci riusciranno non lo sa nessuno, ma certamente M$ non fa l'occhiolino a qualcuno se non pensa di averne un tornaconto.Quello squalo di guglielmino cancelli, insieme al vanaglorioso (e silurato) pallamer hanno plasmato bene la loro società.
        • Zucca Vuota scrive:
          Re: Timeo Danaos et dona ferentes
          - Scritto da: tta
          No, è una constatazione.E' una constatazione stupida. IBM lo ha fatto anni fa e non direi che l'open source ne sia uscito danneggiato. Non è neppure la prima volta che Microsoft si cimenta in questo campo. Ultimamente ha solo accelerato la cosa e lo ha comunicato meglio.
          • Timeo scrive:
            Re: Timeo Danaos et dona ferentes
            Hugh, ho detto!!
          • tta scrive:
            Re: Timeo Danaos et dona ferentes
            Rileggi ciò che ho scritto, perché ho l'impressione che tu lo abbia interpretato un po' troppo.
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: Timeo Danaos et dona ferentes
            - Scritto da: tta
            Rileggi ciò che ho scritto, perché ho
            l'impressione che tu lo abbia interpretato un po'
            troppo.Quando parli di proprio tornaconto da parte di Microsoft, io penso a quelle società di beneficenza come IBM, Google, Facebook. Tutto qua.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 marzo 2016 17.15-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti