3DS, e se facesse bene alla vista?

Gli optometristi USA non vedono male l'illusione ottica generata dalla nuova console Nintendo: le immagini 3D potrebbero anzi aiutare gli occhi pigri

Roma – All’inizio dell’anno, una ricerca interna condotta dalla stessa Nintendo riferiva che la visione prolungata di immagini 3D stereoscopiche potesse affaticare gli occhi di grandi e piccini. Nel caso dei bambini inferiori ai sei anni, si era addirittura parlato di non corretto sviluppo della vista, ma alla fine il CEO Nintendo ci aveva messo una pezza , invitando tutti ad usare semplicemente un po’ di giudizio durante l’utilizzo del 3DS .

Gli optometristi statunitensi, intrigati da una console portatile che può ricreare l’illusione ottica del 3D senza ricorrere ai classici occhialini, hanno approfondito la questione poco prima che il 3DS sbarchi nel loro paese e alcuni di loro stanno letteralmente capovolgendo le avvertenze inserite nel manuale utente Nintendo. Secondo il dottor Michael Duenas, ad esempio, il 3DS consentirà piuttosto di individuare un “occhio pigro” fin dalla tenera età.

“I bambini che soffrono di vertigini o nausea durante la visione tridimensionale hanno sicuramente bisogno di un controllo, ma chi non vede per niente l’effetto 3D sul 3DS, potrebbe soffrire di precisi disturbi alla vista”. Come l’ ambliopia , o problemi più superficiali che andando avanti “potranno causare difficoltà anche con la semplice lettura”, ha dichiarato Duenas.

Anche per Joe Ellis, il presidente dell’associazione optometristi statunitensi, la palestra del 3DS rappresenta “una splendida opportunità per individuare i bimbi sotto i 6 anni che hanno bisogno di cure”. Secondo il dottor David Hunter, oftalmologo pediatrico del Children’s Hospital di Boston, l’idea che una console per videogame possa contribuire alla prevenzione è invece traballante: il bambino affetto da ambliopia non percepisce la profondità neppure nella vita reale e difficilmente segnalerà ai propri genitori un’anomalia riscontrata con la terza dimensione videoludica.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • EMAIL scrive:
    Titolo del cavolo
    E articolo scritto da capra.
  • Blast el Kamm scrive:
    oh si dispiaciuta !
    che ridere ragazzi che ridere !
  • enrico scrive:
    titolone
    mi... veramente un titolo degni di testate tipo tgZom o .. ( forse meglio nn scriverlo )
  • cognome scrive:
    ritirate le patenti
    I soggetti che guidano le googlecars sono spericolati e pericolosi.Per un pelo non sono stati visti dai carabinieri, mentre sgommavano innervositi tra le vie della mia città perchè non si racapezzavano.Targa straniera, ovviamente.Che bel servizio... oltre al rischio di essere "stirati" da questi XXXXXXXX al servizio di gugolo, ci immortalano anche sul web.Tra l'altro non ho visto nessun avviso o letto alcun annuncio che avvertiva della presenza di queste macchine guidate da irlandesi ubriachi.
  • Voorn scrive:
    Multa pesante?
    Per Google 100.000 euro sono come per noi 1 cent.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Multa pesante?
      - Scritto da: Voorn
      Per Google 100.000 euro sono come per noi 1 cent."Smithers, il portafogli è nella mia tasca anteriore destra... Oh, e prendo anche quella statua della giustizia"(C.M. Burns)
  • Teone scrive:
    giornalismo informato e non...
    utili, utili davvero le *password* senza il corrispondente username, senza conoscere l'account né il mail provider; è come se vi dessero una chiave e vi dicessero che apre una porta, senza sapere qualenaturalmente la multa era scontata poiché i governi impiccioni che volevano scrutare nei frammenti di dati catturati per errore di un software dalle rete wifi lascite COLPEVOLMENTE APERTE (è bene ricordarlo), non potevano perdere la faccia dopo aver creduto di poter ficcanasare nelle corrispoindenze private integrali dei cittadininon è troppo difficile capirlo, ma per certi individui deve essere più facile fare il *giornalista* rirpetendo cose dette da altri senza approfondire con il necessario spirito critico
    • Papple scrive:
      Re: giornalismo informato e non...
      Ora possiamo discutere se i dati carpiti fossero più o meno utilizzabili ( se ti sniffano la pass non vedo perché non possano sniffarti anche l'username), ma sinceramente che un azienda come Google che sicuramente si può permettere programmatori un pochino meglio di quelli che trollegiano su PI ci dica che ha sniffato per errore, io la trovo una presa per il XXXX.
      • Teone scrive:
        Re: giornalismo informato e non...
        il software usato cambiava canale più volte al secondoquei pochi dati frammentari raccolti dalle googlecar sono un nulla rispetto al traffico IN CHIARO che CHIUNQUE può aver intercettato (e non per pochi istanti e rimanendo in ascolto su un unico fisso canale)ma infine... possibile che ci sia gente che lascia la rete wifi senza criptazione? Questi andrebbero multati e non poco
        • exPotenti scrive:
          Re: giornalismo informato e non...
          si parla pure di transazioni bancarie che passano in chiaro su reti wifi . . . ma di che XXXXX stiamo parlando ?!PI sta diventando peggio di "Cioe'"
        • guast scrive:
          Re: giornalismo informato e non...

          quei pochi dati frammentari raccolti dalle
          googlecar sono un nulla rispetto al traffico IN
          CHIARO che CHIUNQUE può aver intercettato (e non
          per pochi istanti e rimanendo in ascolto su un
          unico fisso canale)Come no !Chiunque ha i soldi per farsi migliaia di chilometri in macchina per fare una raccolta dati a tappeto di queste dimensioni.Chiunque può incrociare gli indirizzi IP e i dati raccolti con le ricerche che gli utenti fanno su google.Chiunque può incrociare gli indirizzi IP e i dati raccolti con le caselle di gmail.
          • Ferrara scrive:
            Re: giornalismo informato e non...
            Bravo. Non si capisce perché i commentatori in massa debbano difendere google a ogni costo, come altrettanti ultrà. E' ovvio che google volesse sfruttare i dati raccolti a proprio vantaggio (perché, se no, dotare le auto delle costose apparecchiature necessarie?). Ed è ovvio e che questo fosse illecito (io posso sentire le conversazioni di altri udibili in luogo pubblico, ma non posso registrarle, segretamente e con sofisticati mezzi tecnologici, allo scopo di conservarle).Semmai si può opinare se google fosse consapevole del fatto che l'attività fosse illecita, o si sia trattato solo di colpevole ignoranza. Tema, questo, alla cui soluzione non credo che i lettori di PI possano utilmente contribuire.
  • Luciano scrive:
    Vergogna
    Il titolo dell'articolo è del tutto fuorviante.Queste sonoi giornalisti che rovinano la categoria!
    • panda rossa scrive:
      Re: Vergogna
      - Scritto da: Luciano
      Il titolo dell'articolo è del tutto fuorviante.
      Queste sonoi giornalisti che rovinano la
      categoria!Tu sei nuovo di PI, vero?
      • lux scrive:
        Re: Vergogna
        Che vuoi non è ancora pratico, non sa che su PI titoli e articoli vengono accoppiati tramite sorteggio
        • Non so scrive:
          Re: Vergogna
          - Scritto da: lux
          Che vuoi non è ancora pratico, non sa che su PI
          titoli e articoli vengono accoppiati tramite
          sorteggioCon i dadi, col Ruppolo bendato o con che altro?
        • permille scrive:
          Re: Vergogna
          Punto Informatico succhia.Incredibile la quantità di lettori che sono attirati ogni giorno su questa ormai storica rivista su internet. I numeri parlano chiaro, Nmila visitatori unici al giorno e ottimi ricavati pubblicitari per Mmila euro. Nel bacino dei lettori e della pubblicità, c'è poco da dire: PI succhia tantissimo.
          • krane scrive:
            Re: Vergogna
            - Scritto da: permille
            Punto Informatico succhia.

            Incredibile la quantità di lettori che sono
            attirati ogni giorno su questa ormai storica
            rivista su internet. I numeri parlano chiaro,
            Nmila visitatori unici al giorno e ottimi
            ricavati pubblicitari per Mmila euro. Nel bacino
            dei lettori e della pubblicità, c'è poco da dire:
            PI succhia tantissimo.E tutto questo nonostante la qualita' degli articoli !Ma passera' dai, non si puo' vivere di rendita per l'eternita'.
          • Testata giornalist ica quotidiana scrive:
            Re: Vergogna
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: permille

            Punto Informatico succhia.



            Incredibile la quantità di lettori che sono

            attirati ogni giorno su questa ormai storica

            rivista su internet. I numeri parlano chiaro,

            Nmila visitatori unici al giorno e ottimi

            ricavati pubblicitari per Mmila euro. Nel bacino

            dei lettori e della pubblicità, c'è poco da
            dire:

            PI succhia tantissimo.

            E tutto questo nonostante la qualita' degli
            articoli
            !
            Ma passera' dai, non si puo' vivere di rendita
            per
            l'eternita'.PI succhia = PI sucks ;)
          • Testata giornalist ica quotidiana scrive:
            Re: Vergogna
            - Scritto da: permille
            Punto Informatico succhia.

            Incredibile la quantità di lettori che sono
            attirati ogni giorno su questa ormai storica
            rivista su internet. I numeri parlano chiaro,
            Nmila visitatori unici al giorno e ottimi
            ricavati pubblicitari per Mmila euro. Nel bacino
            dei lettori e della pubblicità, c'è poco da dire:
            PI succhia
            tantissimo.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • cognome scrive:
        Re: Vergogna
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Luciano

        Il titolo dell'articolo è del tutto fuorviante.

        Queste sonoi giornalisti che rovinano la

        categoria!

        Tu sei nuovo di PI, vero?ROTFL, ci stava tutta :D
    • Voorn scrive:
      Re: Vergogna
      - Scritto da: Luciano
      Il titolo dell'articolo è del tutto fuorviante.
      Queste sonoi giornalisti che rovinano la
      categoria!Dal titolo pensavo che la polizia francese facesse multe alle macchinecolte a commettere infrazioni fotografate dallo stree view.
      • cognome scrive:
        Re: Vergogna
        a momenti mi mettevano sotto, ed erano pure in contromano... fai te.
      • gerry scrive:
        Re: Vergogna
        - Scritto da: Voorn
        - Scritto da: Luciano

        Il titolo dell'articolo è del tutto fuorviante.

        Queste sonoi giornalisti che rovinano la

        categoria!

        Dal titolo pensavo che la polizia francese
        facesse multe alle
        macchine
        colte a commettere infrazioni fotografate dallo
        stree
        view.Pure io XD
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Vergogna
      - Scritto da: Luciano
      Il titolo dell'articolo è del tutto fuorviante.
      Queste sonoi giornalisti che rovinano la
      categoria!io, a dire il vero, non ho capito né il titolo né la notizia...
Chiudi i commenti