50 pollici di godimento

Una TV al plasma per sei mesi di astinenza: il 47 dei cittadini britannici accetterebbe lo scambio

Roma – Contorsioni da camera da letto per assolvere a doveri coniugali? Decisamente meglio spaparanzarsi di fronte a 50 pollici di schermo al plasma, se offerto gratuitamente. La pensa così il 47 per cento dei cittadini britannici di sesso maschile, solleticati dalla proposta indecente lanciata da Comet , distributore di elettronica di consumo che opera nel Regno Unito.

Castità monastica per sei mesi in cambio di un televisore al plasma? Se gli uomini si sono dimostrati tentati dalla proposta, fiduciosi nel fatto che un televisore al plasma possa sopperire all’astinenza, solo il 35 per cento delle donne intervistate effettuerebbe lo scambio.

Ma se il televisore è un ottimo sostituto delle pratiche di coppia, i cittadini di Sua Maestà ritengono che un televisore di tal fatta non sia nulla senza il calcio: solo il 17 per cento della popolazione maschile sarebbe disposto a barattare il rituale della visione della partita con 50 pollici di erba rasata e tifo sfegatato. ( G.B. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • antonio amato scrive:
    truffe
    in passato ho avuto dei problemi con l'e-commerce girando per in web ho trovato www.e-certo.com dove è possibile segnalare siti furbetti...io ho scritto di un cellulare acquistato su ebay e mai ricevuto!
  • fabrizio pagano scrive:
    truffa
    bazarelettronica.com e' un sito truffa
  • unmondomigliore scrive:
    ED EBay?
    Buonasera. Io sono stato vittima, assieme ad altri utenti, di truffe su E-bay. E' vero, ho pagato con postepay ben 554 euro ad una persona che intuendo che ormai ero stato fregato, ho avvertito piu' volte tramite email proprio ebay di fermare quest'individuo o questa banda. Nulla da fare, per una quindicina di giorni , sto tizio ha continuato a truffare, probabilemte continua ancora sotto altro nick. Ho presentato querela alla locale polizia postale.Qua no si tratta ne' di phising o altro...... Resta il fatto che ebay se ne lava le mani dicendosi solo a disposizione dell'autorità giudiziarie e ci mancherebbe.Speriamo anche noi di vedere inItalia certi truffatori anche solo pe 1 giorno in galera. A voi le conclusioni.Buonaserata
    • frank hillary scrive:
      Re: ED EBay?
      Sicuramente l'autore del post sara' rimborsato, e' successo anche a me di non ricevere la merce comprata (da un venditore di hong kong) e sono stato prontamente rimborsato da ebay in un mesetto; e' successo 1 sola volta ed e' dal 2001 che sono iscritto su ebay.Certamente i truffatori e ladri sono da indagare ed arrestare, pero' se si lascia il portafogli sull'autobus , che espone grossi cartelli di avviso di pericolo e divieto di abbandonare il portafogli, poi non si puo' dare la colpa dei soldi che ci hanno portato via all'autista...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 febbraio 2008 22.21-----------------------------------------------------------
      • unmondomigliore scrive:
        Re: ED EBay?
        Ciao Frank. Penso proprio di non essere rimborsato da Ebay (ho pagato con postepay e non mi spetta niente secondo le loro regole), passi per le regole ?! Io vorrei capire perchè ebay non ha fermato il tizio che ha truffato per altre 2 settimane una quindicina di persone e che probabilmente e' ancora su ebay. Ti sembra corretto?Guarda che il tizio l'ho querelato dopo 4 giorni, fosse stato per ebay aheeeeeee. Cmq non trovo come dire appropriato il paragone che hai fatto. Ebay i soldi per l'inserzione del truffatore e le variepercntuali sulla vendita sicuramente le ha incassate dallo stesso truffatore, volevo vedere se questo truffatore vedeva cd audio e violav a il copyright se non lo bloccava immediatamente...potrei continuare...cmq non trovo giusto che ebay se ne lava le mani. I soldi io non li prendero + d'altronde e' un mondo cosi' non migliore...ma sempre peggio . Ciao Frank .
  • nextink scrive:
    Attentato all'e-commerce
    Una bella notiziola giusto per fare un po' di terrorismo presso quei molti potenziali clienti che dopo aver letto queste righe non compreranno mai on-line!Ho l'impressione che notizie come questa facciano molto comodo a chi si aggrappa ancora strenuamente al commercio tradizionale, e non ha intenzione di mollare il colpo...
  • Autodafè scrive:
    pacco pacchetto e contropaccotto
    sono cose che non dipendono nè da internet nè dall'ecommerce, dipendono dagli esseri umani.il primo codice legislativo conosciuto (codice di hamurrabi, Mesopotamia, l'attuale Iraq) prevedeva pene (tra le altre cose tipo definire le misure da usar enei mercati etc. etc.) per furto, omicidio e truffa!!!!l'unica differenza è che bisogna insegnare alla gente a starea ttanta a cose tipo l'url, faer i whois e quant'altro invece che diffiadre dai "tipi con accento napoletano agli angli delle strade".cmq per chi fosse interessato qui riporto il link alla pagina due diligence dei forum di alibaba (si tratta di B2B quindi roba seria e truffe serie)http://resources.alibaba.com/discussion_board/110/due_diligence.htm
  • Ricky scrive:
    Gia',e adesso?!
    Se le pene che danno qui in Italia per simili reati sono identiche anche in Spagna molto probabilmente usciranno dal carcere con una piccola spesa e senza nemmeno un giorno di carcere vero.Quindi riprenderanno a delinguere esattamente come prima e forse anche di piu'.Speriamo che almeno LA in Spagna la legge funzioni e le pene ANCHE...PS:tutto il mondo e' paese = ovunque vai ti ritrovi davanti un ESSERE UMANO...
    • mirkojax scrive:
      Re: Gia',e adesso?!
      in spagna non so, ma da noi non si va in prigione per quello, al massimo ci va moreno morello e poi piu' nulla.
  • Stefano scrive:
    Non chiamatelo e-commerce
    annunci? phishing? ma cosa c'entrano con l'ecommerce? boh...
    • wajenk scrive:
      Re: Non chiamatelo e-commerce
      - Scritto da: Stefano
      annunci? phishing? ma cosa c'entrano con
      l'ecommerce?
      boh...esatto, così non si fa altro che danneggiare un settore dove lavorano migliaia di aziende serieè come se a seguito si una truffa fatta dal centro commerciale PincoPalloX, avessero pubblicato un articolo del tipo:"Centri commerciali e truffe, 76 arresti"A volte PI si ostina a voler somigliare ai classici quotidiani spara-scoop campati in aria, per far notizia
      • Luca scrive:
        Re: Non chiamatelo e-commerce
        - Scritto da: wajenk
        - Scritto da: Stefano

        annunci? phishing? ma cosa c'entrano con

        l'ecommerce?

        boh...

        esatto, così non si fa altro che danneggiare un
        settore dove lavorano migliaia di aziende
        serie

        è come se a seguito si una truffa fatta dal
        centro commerciale PincoPalloX, avessero
        pubblicato un articolo del
        tipo:

        "Centri commerciali e truffe, 76 arresti"

        A volte PI si ostina a voler somigliare ai
        classici quotidiani spara-scoop campati in aria,
        per far
        notiziaQuoto, vietato generalizzare
    • Kosmos scrive:
      Re: Non chiamatelo e-commerce
      - Scritto da: Stefano
      annunci? phishing? ma cosa c'entrano con
      l'ecommerce?
      boh...la Policía Nacional ha verificato che le persone coinvolte che pubblicavano annunci di costosi prodotti in vendita ottenevano i pagamenti senza però poi consegnare i beni acquistati.Hai ragione non centra nulla :D :D
  • ottomano scrive:
    Attenti in Italia...
    Da tempo sto cercando una macchina reflex digitale su internet.Girando i vari mercatini ho notato che sono presenti sempre gli stessi personaggi. Promettono macchine fotografiche a prezzi bassissimi (per chi ne capisce... una Canon 400D a 450 Euro... cose folli).Provando a chiamare danno tutte le spiegazioni del caso ma... spediscono solo dopo avvenuto bonifico o vaglia postale.Altra cosa che puzza: facendo telefonate con vari numeri differenti e chiedendo di varie macchine differenti, ad ogni telefonata l'unica macchina disponibile è proprio la tua "ma c'è uno che me l'ha quasi ordinata. Se mi fai subito il bonifico la do a te".Questo vale sia per le macchine fotografiche che per altri prodotti.Aprite gli occhi... non fatevi fregare.Nicola
    • Ma.. scrive:
      Re: Attenti in Italia...
      Considerando che il 50% degli italiani si rivolge a maghi e fattucchiere pagando cifre astronomiche, il tuo messaggio andrà sicuramente a vuoto, purtroppo
    • Mauro scrive:
      Re: Attenti in Italia...
      Beh io il corpo macchina della mia 400D l'ho pagato, se togli il rimborso della promozione canon di 70euro (ricevuto due mesetti dopo) proprio 450 e qualcosina ;)
      • ottomano scrive:
        Re: Attenti in Italia...
        Ok, ma il tuo è un caso particolare.Qui stiamo parlando del un Kit 15-55 a 400 Euro.Due sono i casi:-La macchina è rubata-E' una truffaIn entrambi i casi non voglio avere nulla a che fare con certa genteNicola
  • Luigi scrive:
    Terrorismo Psicologico
    Bene, bravi!Continuiamo con queste notizie da terrorismo psicologico... visto che gia' va forte in Italia l'e-commerce...(quello vero intendo, non ebay che è un mercatino elettronico per non addetti e privati), diamogli ogni giorno una mazzata con notizie che riguardano pure gli altri Paesi (dove l'incidenza dell'e-commerce è minimo doppia rispetto all'Italia, sempre fanalino di coda).Terrorizziamo gli acquirenti ad usare la carta di credito, incentiviamo il contrassegno che arricchisce solo i corrieri e non salva dalle truffe (si puo' sempre spedire un mattone nel pacco...).Facciamo di tutta un'erba un fascio....Qui il problema reale è della assoluta ignoranza degli utilizzatori medi di computer.Quelli che cliccano su ogni pulsante che vedono su una pagina internet, quelli che credono di scaricare il filmatino porno che invece è un malware o un keylogger...Queste persone sono i pericoli dell'e-commerce.I siti veri di e-commerce pubblicano tutti i propri dati: ragione sociale, sede legale e fisica, partita iva, iscrizione REA, telefoni e fax.Il nome di dominio puo' essere verificato per controllarne l'identita' e l'intestazione di appartenenza.Inoltre un prodotto che di media costa 500,00 Euro non puo' essere venduto a 100,00 Euro, da nessuno...Quindi se si incappa in truffe, beh...ragazzi, questo spesso è dovuto alla stupidita' delle persone.Quelli che pensano che un computer che costa 500 garantisce al rivenditore un margine di 350... Che poi sono gli stessi che pensano che tutti i commercianti sono evasori e rubano al prossimo...Auspichiamoci che si diffonda una vera cultura informatica: evitiamo di abboccare come fessi.... e soprattutto evitiamo di generalizzare quello che è si' un problema, ma è un problema di ignoranza...
  • Ste scrive:
    Contro-ingegneria sociale
    Prima di fare acquisti da un sito non conosciuto basta fare una qualche ricerca on-line: tutti i maggiori siti di e-commerce godono di review e/o commenti sparsi per la rete. Un sito del quale non si trova traccia al di fuori del sito stesso deve mettere più di un dubbio...se poi offre anche prezzi troppo interessanti puzza come il pesce marcio!
    • Mi scoccio di loggare scrive:
      Re: Contro-ingegneria sociale
      - Scritto da: Ste
      Prima di fare acquisti da un sito non conosciuto
      basta fare una qualche ricerca on-line: tutti i
      maggiori siti di e-commerce godono di review e/o
      commenti sparsi per la rete. Un sito del quale
      non si trova traccia al di fuori del sito stesso
      deve mettere più di un dubbio...se poi offre
      anche prezzi troppo interessanti puzza come il
      pesce
      marcio!Con questa politica i nuovi negozi che vogliono presentarsi al web con offerte promozionali di inaugurazione non avranno alcuna speranza.Questi sono truffatori belli e buoni.Bisogna inasprire le leggi mandando in carcere chi ruba.Non è possibile pensare che "se una persona dichiara 50 euro in meno alle tasse è visto come il peggior criminale da abbattere, mentre se truffa migliaia di euro ai cittadini viene visto come uno scaltro".Inoltre, esistono luoghi come e-bay, dove ogni giorno ci sono milioni di truffati da centinaia di persone che mettono su aste fasulle, e la polizia cosa fa? Spallucce.La legge italiana, riguardo alle truffe è molto blanda, mi chiedo perche' invece non lo è altrettanto riguardo alle evasioni... ( parlo di chi "purtroppo" paga le tasse in ritardo e non di chi non le paga affatto...)
      • asvero panciatici scrive:
        Re: Contro-ingegneria sociale
        - Scritto da: Mi scoccio di loggare
        - Scritto da: Ste

        Prima di fare acquisti da un sito non conosciuto

        basta fare una qualche ricerca on-line: tutti i

        maggiori siti di e-commerce godono di review e/o

        commenti sparsi per la rete. Un sito del quale

        non si trova traccia al di fuori del sito stesso

        deve mettere più di un dubbio...se poi offre

        anche prezzi troppo interessanti puzza come il

        pesce

        marcio!

        Con questa politica i nuovi negozi che vogliono
        presentarsi al web con offerte promozionali di
        inaugurazione non avranno alcuna
        speranza.
        Questi sono truffatori belli e buoni.
        Bisogna inasprire le leggi mandando in carcere
        chi
        ruba.
        Non è possibile pensare che "se una persona
        dichiara 50 euro in meno alle tasse è visto come
        il peggior criminale da abbattere, mentre se
        truffa migliaia di euro ai cittadini viene visto
        come uno
        scaltro".

        Inoltre, esistono luoghi come e-bay, dove ogni
        giorno ci sono milioni di truffati da centinaia
        di persone che mettono su aste fasulle, e la
        polizia cosa fa?
        Spallucce.

        La legge italiana, riguardo alle truffe è molto
        blanda, mi chiedo perche' invece non lo è
        altrettanto riguardo alle evasioni... ( parlo di
        chi "purtroppo" paga le tasse in ritardo e non di
        chi non le paga
        affatto...)La legge italiana è troppo blanda anche riguardo alle evasioni. Si consente all'evasore scoperto di patteggiare un esborso minore del dovuto, il che rende conveniente evadere. Si dovrebbe pretendere invece l'intero importo evaso più gli interessi di mora e una pesante multa.
Chiudi i commenti