64 bit, la lunga marcia di Itanium 2

Intel inizia la commercializzazione dei primi Itanium 2, chipponi a 64 bit con cui spera di sfondare sul mercato dei server hi-end


Santa Clara (USA) – A poco più di un anno di distanza dal rilascio della prima generazione di Itanium, ieri ha debuttato il tanto anticipato Itanium 2, la nuova famiglia di processori a 64 bit di Intel prima nota con il nome in codice di McKinley. Il big di Santa Clara sostiene che i primi sistemi e i primi software basati sul nuovo processore dovrebbero apparire sul mercato nelle prossime settimane.

Itanium 2 è stato rilasciato in due differenti versioni: una da 1 GHz e con 3 MB di cache L3, ed una da 900 MHz e con 1,5 MB di cache L3. Il prezzo varia da 1.338 dollari a 4.226 dollari.

Intel sostiene che le migliorie introdotte in Itanium 2, molte delle quali a livello di microarchitettura, rendono questa nuova incarnazione della tecnologia IA-64 fino a due volte più veloce rispetto alla prima generazione.

Il nuovo bus di sistema a 128 bit di Itanium 2 ha una frequenza doppia rispetto al suo predecessore ed è capace, dall’alto dei suoi 400 MHz, di gestire data-rate fino a 64 Gb/s. Fra le altre migliorie vi è la cache L3 integrata su chip, la cache L2 da 256 KB, un maggior numero di unità di esecuzione, un miglioramento nelle latenze della cache e nella gestione del bus dei dati.

Come il suo predecessore, Itanium 2 è stato progettato per far girare applicazioni aziendali di alto livello quali quelle utilizzate in settori come i database, la business intelligence, l’ERP (enterprise resource planning), il supply chain management, il calcolo intensivo, il CAE (computer-aided engineering) e le transazioni sicure. Un mercato, questo, oggi dominato dalle CPU RISC e da produttori come Sun e IBM.

Intel afferma che Itanium 2 fornirà prestazioni sensibilmente superiori ai sistemi attuali in diverse aree applicative, fra cui quella dei sistemi ERP, dove il colosso afferma che un sistema a quattro processori dovrebbe supportare un numero più che doppio di transazioni rispetto ad un sistema basato su Itanium, e dei grandi database e processi transazionali, dove viene stimato che un sistema equipaggiato quattro Itanium 2 è in grado di supportare un numero di transazioni circa il 50% superiore rispetto a quello di un sistema comparabile basato sui processori UltraSparc III di Sun.

Il primo chipset di Intel a supportare in pieno Itanium 2 sarà l’E8870: atteso per l’autunno, potrà gestire sistemi fino a 16 processori e avvalersi di un bus point-to-point da 6,4 GB/s.

Intel ha poi confermato che a partire dalla seconda metà dell’anno commercializzerà Tiger , una famiglia di prodotti che integrerà scheda madre, chipset e quattro processori Itanium 2. In pratica un server giù pronto per essere assemblato e commercializzato.

Intel sostiene che i suoi sistemi saranno molto più economici di quelli della concorrenza: il loro prezzo, per una configurazione a quattro processori, dovrebbe aggirarsi fra i 20.000 e i 72.000 dollari.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ma irc?
    tutti parlano di roba tipo napster et similia...sinceramente le cose piu' interessanti si trovano in irc: audio, video, libri.non sara' un interfaccia user-friendly per la ricerca di file, tuttavia mi sembra uno degli strumenti piu' consistenti per atti di "pirateria", considerando poi che ha contermporaneamente funzionalita' di community e p2p./iko
  • Anonimo scrive:
    Re: Per colo che criticano freenet.
    - Scritto da: Ekleptical
    Posso farti una domanda provocatoria?
    A cosa server Freenet, se non a scambiare
    materiale illegale e infrangere il
    copyright?Un po' come se chiedessi a cosa servono le tende di casa se non a farsi le pippe senza che il vicino ti veda.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per colo che criticano freenet.
      - Scritto da: Blade
      - Scritto da: Ekleptical


      Posso farti una domanda provocatoria?

      A cosa server Freenet, se non a scambiare

      materiale illegale e infrangere il

      copyright?

      Un po' come se chiedessi a cosa servono le
      tende di casa se non a farsi le pippe senza
      che il vicino ti veda.muahahahahahhahahahahahstupendaaaaaaaaaa!!!cmq ho provato freenet rroprio pochi minuti fa, e sono scettico anche su altre questioni... e' lentissima, e di quello che ho cercato, sia attraverso link sia usando chiavi trovate su google, ho trovato si' e no un 5 %...inizio a nutrire molti dubbi su freenet. speravo avesse fatto passi avanti da questo punto di vista, ma a quanto pare e' un problema intrinseco.
  • Anonimo scrive:
    altre considerazioni
    premesso:I cd audio non li copio e neanche li compero, al limite li prendo quando li trovo in offerta in edicola a circa 7 euro, altrimenti ascolto per radio/tv.
    la condivisione dei file va
    combattuto con ogni mezzo.Qua si parla di file-sharing che è illegale, colpire con ogni mezzo, un sito che permette di scaricare file non è anche lui un mezzo con cui si condivide i file, bisogna colpire anche il siti pieni di file (come www.shareware.com).La Nikon mette a disposizione uno spazio per condividere le foto, è illegale?Sicuramente dirstribuire materiale protetto da copyright è illegale, ma cosa c'entra il file sharing, è come dire che il martello è illegale perche' lo posso urare per rompere le teste.
    Le accuse rivolte alle aziende
    del settore è sempre stata quella
    di aver favorito atti di pirateria
    musicaleSono d'accordo, l'aver creato programmi come napster o simili a favorito lo scambio illegale, ma se questo è vero e deve essere tolto bisogna dire che anche l'elevato costo ha spinto la diffusione di copie non legali.Per cui se è illegale il primo perche' istiga alla delinquenza lo è anche il secondo.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: altre considerazioni
      Concordo pienamente con te.- Scritto da: pippo75
      premesso:
      I cd audio non li copio e neanche li
      compero, al limite li prendo quando li trovo
      in offerta in edicola a circa 7 euro,
      altrimenti ascolto per radio/tv.IDEM, come si fa' a comprare un CD che costa 20 o 30 euro ?Nel quale non sono inseriti nemmeno + i testi delle canzoni ? e che in + pora non posso nemmeno leggere dal mio PC ?Tanto se uno vuole, la copia la riescce a fare ugualmente, bastarebbe collegare lo stero al PC ed il gioco e' fatto.Con questo non volgio suggerire un metodo, ma solo far capire che un metodo lo si trova sempre, da qualche aprte il cd lo si dovra' pur poter ascoltare no ?


      la condivisione dei file va

      combattuto con ogni mezzo.

      Qua si parla di file-sharing che è illegale,
      colpire con ogni mezzo, un sito che permette
      di scaricare file non è anche lui un mezzo
      con cui si condivide i file, bisogna colpire
      anche il siti pieni di file (come
      www.shareware.com).
      La Nikon mette a disposizione uno spazio per
      condividere le foto, è illegale?

      Sicuramente dirstribuire materiale protetto
      da copyright è illegale, ma cosa c'entra il
      file sharing, è come dire che il martello è
      illegale perche' lo posso urare per rompere
      le teste.esatto , e per fare un esempio piu' terra terra, allora ogni uomo ( inteso come maschio ), dovrebbe essere denunciato per violenza carnale, visto che il materiale lo ha !!!non compriamo + macchine, perche' potremmo uccidere qualcuno investendolo, e si potrebbe continuare all'infinito.


      Le accuse rivolte alle aziende

      del settore è sempre stata quella

      di aver favorito atti di pirateria

      musicale

      Sono d'accordo, l'aver creato programmi come
      napster o simili a favorito lo scambio
      illegale, ma se questo è vero e deve essere
      tolto bisogna dire che anche l'elevato costo
      ha spinto la diffusione di copie non legali.
      Per cui se è illegale il primo perche'
      istiga alla delinquenza lo è anche il
      secondo.

      ciaoCome dicevo all'inizio, anche io non compro CD nuovi, ma solo quando sono in offerta, cosi' per i DVD e i giochi, tranne qualche rara eccezione, ma anche in questo caso cerco pprima il posto dove costa meno.Se invece di aumentare il costo di un CD musicale o DVD , che aumentano anche per il fatto che si cercano nuovvi metodi antimpirateria che costano, abbassasero i costi, nessuno avrebbe interesse a duplicare il CD o DVD comrato per darlo ad altri .Cosiderato che nell'originale ci sono manuali, testi e il fatto di avere la copertina di prestigio, a me piace.Ne comprerei certo 1 alla settimana, invece che uno al mese se mi va bene, o passa anche piu' tempo.Si dovrebbe fare arrivare queste nostr considerazioni allì ente dei diritti di autore, per fare capire che siamo noi che decretiamo il successo di un prodotto, non la semplice pubblicita' o un festival qualsiasi.Noi andiamo al cinema o nei supermercati o nel negozio sotto casa . Noi compriamo.Se costa meno ne compro di +.E da questo dipende anche l'econmomia.Piu' soldi abbiamo +ne possiamo spendere e risparmiare.E un serpente che si morde la coda.Se non ci sono soldi che compriamo , e i vari settori vanno in crisi, auto comprese.Forse sto dilagando, ma secondo me' alla fine centra tutto.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: altre considerazioni
        - Scritto da: Nicola
        Forse sto dilagando, ma secondo me' alla
        fine centra tutto.mi dispiace... vuoi che faccia richiesta per la costruzione di una diga ? :)giusto per tenerti assieme...
  • Anonimo scrive:
    Considerazioni
    Premessa.So perfettamente che scambiarsi mp3 di brani musicali non è legale, ma 40.000.- £ per un cd, in cui se ti va bene trovi 2 canzoni valide è troppo.Unica è, come altri hanno detto non solo non comperare più musica, ma rivolgersi pesantemente a chi ( magari con brani o musica meno bella e anche qui ci sarebbe molto da discutere !!! ), mette gratis o quasi a disposizione la propria musica.Forse dobbiamo cominciare a renderci conto che qui non è in discussione la legalità o meno di ascoltare, copiare, masterizzare brani o meno, perchè questo è palesamente illegale!!!! ma stiamo assistendo a uno scontro epocale!Internet, infatti è file sharing, internet è per sua natura condivisione, mentre la concezione di queste "major" e di altre realta è totalmente e completamente opposta.Se leggete con regolarita P.I. avrete sicuramente notato come si stia cercando di snaturare Internet portandovi la mentalità tipica di quella che è la cosidetta "old-economy", vedi esempio di British Telecom che vuole una percentuale sui click sui link ( da loro cosi dicono inventato e brevettato ), e la sentenza che riguardava il sito che linkava al Decss.
  • Anonimo scrive:
    pedofili e freenet!!!!!
    Attaccarsi sempre ai pedofili e/o terroristi islamici che con freenet sarebbero sicuri di non poter essere intercettati è sbagliato. Freenet è uno strumento, può essere usato per tutto, che poi alcuni lo usino in modo errato è tutto un altro discorso. Si punisce chi uccide, non chi ha un coltello in casa.Inoltre tirate sempre in ballo pedofici e/o terroristi, ma se un giorno avete dei documenti da rendere disponibili su chissa' quale segreto e non volete essere ne' censurati ne' identificati (magari ne andrebbe della vostra incolumitfà) ? Ah, ecco state pensando di nuovo ai terroristi che si scambiano documenti per fare le bombe.INVECE NO, pensate al clima di omertà che c'è nel meridione, pensate che tutti conoscono CHI ha ucciso, CHI è il mafioso, CHI spaccia droga MA nessuno parla perchè temono per la propria vita.Pensate in quelle situazioni quanto servirebbe poter denunciare in totale anonimato!! Ecco ora ritornate a pensare a freenet e ai discorsi correlati.La verità è che dopo l'11 settembre basta parlare di terroristi che vi si può raccontare qualsiasi frottola. Che popolo mediocre.
    • Anonimo scrive:
      Re: pedofili e freenet!!!!!

      Freenet è uno strumento, può essere usato
      per tutto, che poi alcuni lo usino in modo
      errato è tutto un altro discorso. Si punisce
      chi uccide, non chi ha un coltello in casa.Beh, se in casa hai una pistola senza porto d'armi finisci in galera!La differenza è fra le possibilità pratiche di uso del mezzo. Con il coltello ci taglio il salame, con la pistola posso farci solo cose non molto sane! :)La questione è questa: serve Freenet, rispetto a quello che c'è già? Ha dei vantaggi PRATICI reali, per cui vale la pena che esista?O da vantaggi solo ai delinquenti e ai cultori dell'illegalità?
      Inoltre tirate sempre in ballo pedofici e/o
      terroristi, ma se un giorno avete dei
      documenti da rendere disponibili su chissa'
      quale segreto e non volete essere ne'
      censurati ne' identificati (magari ne
      andrebbe della vostra incolumitfà) ?Seee...e poi? Ma quali potrebbero essere logicamente questi documenti?Qualche esempio pratico?
      INVECE NO, pensate al clima di omertà che
      c'è nel meridione, pensate che tutti
      conoscono CHI ha ucciso, CHI è il mafioso,
      CHI spaccia droga MA nessuno parla perchè
      temono per la propria vita.Cioè, per cui io trovo su FreeNet: "Gli assassini di Tizo sono questi!" e la polizia li mette in galera perchè uno ha scritto roba messa su FreeNet?Ma vuoi scherzare? :DDomani metto in Freenet un bel ListaPicciotti.txt in cui metto tutti quelli che mi stanno sulle balle. Si sa mai che la prendano per vera.. :P
      La verità è che dopo l'11 settembre basta
      parlare di terroristi che vi si può
      raccontare qualsiasi frottola. Che popolo
      mediocre.Questo è senz'altro vero! E personalmente sono sempre a favore dei difensori delle libertà civili!Però in Freenet non ci vedo la difesa di nessuna libertà, se non quella criminale (in senso lato).Tutto qui! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: pedofili e freenet!!!!!
        - Scritto da: Ekleptical
        Beh, se in casa hai una pistola senza porto
        d'armi finisci in galera!Non in America.
        La differenza è fra le possibilità pratiche
        di uso del mezzo. Con il coltello ci taglio
        il salame, con la pistola posso farci solo
        cose non molto sane! :)Come difendere la tua abitazione dai ladri o evitare uno stupro magari, vero?
        O da vantaggi solo ai delinquenti e ai
        cultori dell'illegalità?Dai non mi fare incazzare a quest'ora tarda.L'omicidio Kennedy. Sai quanti non hanno parlato per non rischiare di essere messi a tacere? E sai quanti di quelli che hanno parlato sono stati uccisi? Li' era immischiata anche la CIA. Non ci si poteva fidare molto, ma con freenet la verità sarebbe emersa sicuramte più facilmente. Il grande pubblico avrebbe potuto farsi un idea di chi avesse ucciso kennedy senza aspettare 50 anni. Le autorità avrebbero potuto investigare.
        Ma vuoi scherzare? :D
        Domani metto in Freenet un bel
        ListaPicciotti.txt in cui metto tutti quelli
        che mi stanno sulle balle. Si sa mai che la
        prendano per vera.. :P E se invece della listapicciotti.txt ci fossero state delle scannerizzazioni di documenti interni della CIA o delle foto... foto che dopo pareri di esperti magari sarebbero risultate assolutamente originali? Non volere freenet è non volere che si possano diffondere le proprie opinioni. Dimmi te un motivo per cui non dovrebbe esistere. Poi informati, è tutt'altro che indirizzata agli utenti che vogliono condividere file tipo "eva henger - sesso.divx" da 650mb, garantito.
        • Anonimo scrive:
          Re: pedofili e freenet!!!!!

          NON MI INTERESSA



          E se invece della listapicciotti.txt ci
          fossero state delle scannerizzazioni di
          documenti interni della CIA o delle foto...
          foto che dopo pareri di esperti magari
          sarebbero risultate assolutamente originali?


          Le riproduzioni digitali di documenti dubito siano ritenute alla stregua di prove nemmeno nel Burundi (senza offesa per i suoi abitanti! :P)!Ci vogliono documenti VERI per sosteneere un processo, non scannerizzazioni digitali che sono la cosa più manipolabile e ritoccabile che esista sul pianeta terra! NON esistono periti di autenticità sul digitale! E' un controsenso in termini!Fai conto che in Italia, con le ultime leggi, non valgono nemmeno le fotocopie dei documenti, figurati lo scan, per giunta trovato su Freenet!Siamo realisti, per favore!
    • Anonimo scrive:
      Re: pedofili e freenet!!!!!
      - Scritto da: !!!
      anonimato!! Ecco ora ritornate a pensare a
      freenet e ai discorsi correlati.che forza cosi' i pentiti anonimi denunciano berlusconi
    • Anonimo scrive:
      Re: pedofili e freenet!!!!!

      Pensate in quelle situazioni quanto
      servirebbe poter denunciare in totale
      anonimato!! Ecco ora ritornate a pensare a
      freenet e ai discorsi correlati.Sei una persona inteligente vedo, secondo te io faccio un bel elenco tipo:il Sig. Brambilla il Caio, il Semprogno ecc. sono maffiosi Ma secondo te a che serve??? Mi fa sempre piacere vedere che per poter continuare a compiare le loro cavolate c'e' sempre gente disposta a trovare delle scuse ideogiche
      • Anonimo scrive:
        Re: pedofili e freenet!!!!!
        ma non dire cavolate dai. La mia risposta sotto, cosi' uno prima legge i tuoi vaneggiamenti .- Scritto da: Il Mecenate

        Pensate in quelle situazioni quanto

        servirebbe poter denunciare in totale

        anonimato!! Ecco ora ritornate a pensare a

        freenet e ai discorsi correlati.

        Sei una persona inteligente vedo, secondo te
        io faccio un bel elenco tipo:

        il Sig. Brambilla il Caio, il Semprogno ecc.
        sono maffiosi

        Ma secondo te a che serve??? Mi fa sempre
        piacere vedere che per poter continuare a
        compiare le loro cavolate c'e' sempre gente
        disposta a trovare delle scuse ideogicheSecondo me stai esagerando.Io la mia liberta la vogio e ci faccio cio' che voglio.Dato che i miei genitrori o i tuoi o i nostri nonni se la sono conquiostata con il sudore ed il sangue, non vedo perche' regalarla ad altri a gratis.Il diritto d'autore e' giusto che ci sia, ma anche io ho il diritto di ascoltare i CD musicali , di vedere i DVD e le video cassette su qualsisi dispositivo me lo consenta.Se io voglio condividere il mio file di excel o TXT ( perche' non voglio dare a MS altri soldi) , l'elenco dei miei dolci preferiti o dei miei ristoranti preferiti, le foto delle mie vacanze o qualsiasi altra cosa io volgia, non vedo perche' non possa usare un software qualsisi di file sharing ( codivisione documenti ).Saranno poi fatti miei se io ci metto le foto del carlino o il gioco che ho appena comprato.Se violo le leggi del copiright , potro' essere punito, ma sono cavoli miei.Non puoi impediremi di usare un software solo perche' permetterebbe si condividere brani musicali coperti da copiright o giochi o DVD o video ecc..Allora non farmi comprare il coltello perche' potrei scendere instrada e sgozzare il primo che mi capita, o invece , difendermi da una aggressione o rapina, o difendere la mia ragazza da uno stupro, idem per la pistola.Ricorda che l'arma fa' cio che tu dici, non cio' che vuole o puo'fare.Se spari ad una gamba, non uccidi nessuno.Cosi' se usi un software non vuole dire che stai per forza dando in giro software piratato o coperto da diritti di autore.Lascia stare il fatto che uno faccia una lista dei mafiosi. Ma se uno scannerizza dei documenti de dicono la verita' che qualcuno nasconde, e' giusto che siano divulgati e che i responsabili paghino.Anche se e' da dimostrare che sono veri, intano la magistratura potra' indagare per sospetto e vedere se c'e' verita' o no in quello che i documenti indicano.Non si puo' fare di un erba un fascio.E con qusta finisco. L'atomica allora dove la mettiamo ? Se fai una bomba e' un arma, se fai una centrale elettrica ti da la vita ( pensa ad un ospedale).Ovvio che poi dietro ci sono sempre dei riscontri economici, ma per ora non se ne puo' fare a meno.Ci si deve guadagnare, ma non lucrare sopra risparmiando sul cemento o sulla sicurezza .Inoiltre se i cd musicali costassero meno , se ne comprerebbero di +.Inoltre con questi nuovi metodi antipirateria, non li si puo' leggere + da PC, e se non posso permettermi lo stero ? E non mi venire a dire che costano pochissimo, c'e' gente che vive a malapena con 500 euro al mese, gli vuoi fare anche comprare lo stero per forza se ha gia' un PC ?E poi + metodi si inventano, e + costa il CD, tanto un modo per leggerlo ci deve essere, altrimenti chi lo ascolta ? e se c'e' il metodo per leggerlo, c'e' anche il metodo per copiarlo.Quindi , facciano in modo che costino meno , e vedrai che io ne compro magari, uno alla settimana invece che uno ogni 2 o 4 mesi e poi e poi.Idem per i giochi, di cui io sono appassionato.Se costassero meno, ne comprerei 1 al mese di sicuro , invece che uno ogni 6 mesi o 1 anno.O aspettare 2 anni che lo vendano a 1/3 del prezzo originale.Idem per i DVD. Se costassero meno, l a gente ne comprerebbe di + , e costerebbero meno anche i lettori, perche' + gente compra il lettore, perche' il DVD costa poco, ed il discorso si estenderebbe anche al DVDRW, non ci sarebbe interesse a farne copia , se costasse poco, meglio l'originale, con la bella copertina ed il manuale.Se io spendo tutto quello che posso per 1 CD, non posso comprane altri, ed il mercato ne risente, perche' i prezzi aumentano , non solo per il CD, ma per il pane, per le auto , ecc.PErche' aumenta il costo di un auto o non diminmuisce ?Perche' produrle ha un costo, se io e te e altri compriamo, il produttore ci guadagna, ma non deve guadagnarci sul singolo pezzo, ma sulla quantita'.+ ne vendi + guadagni, anhe se il guadagno sul singolo e' poco.Se ho meno soldi , compro meno, se ho + soldi compro un po' di + e risco anche a risparmiare dei soldini per fare altre cose. Sono + contetno, e lavoro meglio e la ditta ci guadagna ecc.Riflettici, e vedrai che alla fini i conti tornano, e tutto coincide.E' un serpente che si morde la coda.ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Per colo che criticano freenet.
    - Scritto da: Ekleptical
    A cosa server Freenet, se non a scambiare
    materiale illegale e infrangere il
    copyright?E gnutella? e Kazaa? e audiogalaxy? e winmx?Freenet in più ti permettere di poter diffondere delle idee "scomode" più che altro in documenti, non filmati porno.
    E cmq secondo me sarà illegale! Magari miIllegale l'anonimato? VATTENE in FRANCIA dove ogni software per criptare è ILLEGALE. Peggio dei comunisti cinesi, madonna.Bye
  • Anonimo scrive:
    ERASER
    Eraser free softwarewww.heidi.ie/eraserfunziona !
  • Anonimo scrive:
    Sul costo del CD...
    ...leggetevi quest'articolo (con un minimo di obbiettività):http://www.dirittodautore.it/quaderni.asp?mode=3&IDQ=4
    • Anonimo scrive:
      Re: Sul costo del CD...
      - Scritto da: Ekleptical
      ...leggetevi quest'articolo (con un minimo
      di obbiettività):

      http://www.dirittodautore.it/quaderni.asp?modletto..si evince che:1)tra tasse e balzelli vari lo stato becca tra il 30 e il 40% del prezzo finale del CD.2)che il costo MEDIO di un booklet è del 7% cosa ssolutamente risibile visto che un booklet a 6 pagine doppio fronte plastificato nn può oggetivamente costare in media 4000 £ a CD...è troppo considerando che la grafica costa tra i 5 e i 100 milioni di £ e che la stampa ovviamnete nn costa 4000£ a pezzo.3)i costi del supporto non dovrebbero neanche comparire vista la scarsa incidenza dello stesso.4)i costi del rivenditore differenziati mi fanno ridere visto che nelle catene i CD costano che di + rispetto ai piccoli rivenditori.Sia al SUD che al NORD.In breve...in Italia non sarà forse interamente colpa delle case discografiche ma,tra i balzelli multipli (non tutti giustificati)..chi ci lucra (molti rivenditori)...i musicisti che (giustamente) pretendono le loro royalties..i discografici che (erroneamnete) si svenano in pubblicità astrali per prodotti scadenti per poi pretendere di rientrare con i costi e il merchandising..l'unico e dico,l'unico che ci rimette è l'utente finale...allora,visto l'andazzo,che lo stato metta una bella IVA al 4% per i dischi,che si tolga di mezzo sta SIAE polipo,che i negozianti nn ci lucrino sopra le canoniche 10.000/15.000 £ e che le case discografiche vendano prodotti,non fenomeni musicali costruiti a tavolino per sfruttare il mercato (le lollipop?)...vedrete che,inq uetso modo i muiscisti avranno i loro dindi e noi avremo CD che costano il giusto..(cioè la metà di adesso.)
      • Anonimo scrive:
        Re: Sul costo del CD...
        - Scritto da: scorpione che le case discografiche
        vendano prodotti,non fenomeni musicali
        costruiti a tavolino per sfruttare il
        mercato (le lollipop?)...vedrete che,inq
        uetso modo i muiscisti avranno i loro dindi
        e noi avremo CD che costano il giusto..(cioè
        la metà di adesso.)Scusa ma cosa c'entra? Se esce un gruppo che scoreggiando vende milioni di copie xche' quello chiede il mercato, tu da discografico non sosterresti ugualmente quel gruppo? O diresti "no, fanno ca**re, non li voglio con me"?.La qualità della musica con i prezzi credo abbia poco a che fare.Se al posto delle lollipop ci fosse Mozart il prezzo sarebbe sempre quello. Qualita' + alta, ok, ma il costo del cd sarebbe uguale.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sul costo del CD...
          - Scritto da: Attila Xihar

          Scusa ma cosa c'entra? Se esce un gruppo che
          scoreggiando vende milioni di copie xche'
          quello chiede il mercato, tu da discografico
          non sosterresti ugualmente quel gruppo? O
          diresti "no, fanno ca**re, non li voglio con
          me"?.Il discorso e` differente. I discografici spendono montagne di soldi in pubblicita` per creare dal nulla fenomeni mediatici che, senza la pubblicita`, nessuno cacherebbe neanche di striscio. E poi si lamentano se gli utenti soddisfano il loro desiderio (artefatto) in altri modi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sul costo del CD...
            - Scritto da: E(X)
            Il discorso e` differente. I discografici
            spendono montagne di soldi in pubblicita`
            per creare dal nulla fenomeni mediatici che,
            senza la pubblicita`, nessuno cacherebbe
            neanche di striscio. E poi si lamentano se
            gli utenti soddisfano il loro desiderio
            (artefatto) in altri modi.Qualcosa non mi quadra. Chi glielo fa fare di spendere soldi x promuovere le ciofeche, quando spendendo meno potrebbero produrre musica di qualità, e magari guadagnare anche di piu', avendo per giunta la coscienza meno sporca?Secondo me il fatto e' che al grande pubblico della musica di qualità non frega nulla; se gli asini vendono cosi' tanto e' xche' il pubblico proprio degli asini ha bisogno... :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Sul costo del CD...
            - Scritto da: Attila Xihar
            Qualcosa non mi quadra. Chi glielo fa fare
            di spendere soldi x promuovere le ciofeche,
            quando spendendo meno potrebbero produrre
            musica di qualità, e magari guadagnare anche
            di piu', avendo per giunta la coscienza meno
            sporca?E` l'unico modo di vendere al grande pubblico. Pompare a dismisura degli asini.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sul costo del CD...
      si bel articolo, non dice però a quanto corrispondono i singoli capitoli di spesa, fa un bel elenco di cose dicendo che costano il 7-20-35-40% di cosa???di quale totale?se il totale è 15 euro o 50 ci sarà differenza no?come sei io dicessi che il costo della farina per una pagnotta di pane corrisponde al 30% del costo totale, e beh? il 30% di 1 (0.30cent) o il 30% di 100 (30euro)???le case discografiche hanno dei costi, ma va?come se non si sapesse, il problema è che questi costi sono,secondo me, più bassi rispetto a quelli che traspaiono dal prezzo finale.se l'articolo mi dicesse non so il costo della confezione e del libretto è di 3 euro allora mi potrei fare i conti, ma se dice che corrisponde al 7% del totale cosa posso dedurne? niente!la cosa che le diminuzioni iva sui prodotti fonografici sono avversate da alcuni associazioni dei consumatori è quanto meno fantasiosa e poi la storia dei prezzi diversi da negozio a negozio è assurda, è vero che ci sono negozietti dove un cd costa anche 21-22 euro, ma nei megastore costa 20.xx, mica 12??!?! non esiste questa sproporzione che l'autore dell'articolo (un responsabile di una casa discorgrafica) vuole far intendere.per gistificare i prezzi così devono inventarsi qualcosa di meglio.
  • Anonimo scrive:
    per cosa sei dentro?
    -per cosa ti hanno arrestato?-io ho ammazzato la mia famiglia, tu?-io per file sharing.-ah....
    • Anonimo scrive:
      Re: per cosa sei dentro?
      - Scritto da: The Ripper
      -per cosa ti hanno arrestato?
      -io ho ammazzato la mia famiglia, tu?
      -io per file sharing.
      -ah....- io invece ho ammazzato mia figlia perché l'ho scoperta a scaricare Ramazzotti da Lopster, e non sopportavo l'idea che mi avesse infettato la ext2 con quella mer*a.
      • Anonimo scrive:
        Re: per cosa sei dentro?
        - Scritto da: mel4tonin
        - io invece ho ammazzato mia figlia perché
        l'ho scoperta a scaricare Ramazzotti da
        Lopster, -io perchè l'avevo preso prima di guidare
    • Anonimo scrive:
      Re: per cosa sei dentro?
      - per cosa ti hanno arrestato?- per file sharing.- quanto ti hanno dato? - 15 anni con la condizionale... e tu invece?- falso in bilancio di una S.p.A. di un migliaio di dipendenti- quanto ti hanno dato?- esco domani
      • Anonimo scrive:
        Re: per cosa sei dentro?

        - per cosa ti hanno arrestato?
        - per file sharing.
        - quanto ti hanno dato?
        - 15 anni con la condizionale... e tu invece?
        - falso in bilancio di una S.p.A. di un
        migliaio di dipendenti
        - quanto ti hanno dato?
        - esco domanibravo nella demagogia distribuita oggi su questo forum mancava solo questo.complimenti per le argomentazioni
        • Anonimo scrive:
          Re: per cosa sei dentro?
          - Scritto da: tristemente_famoso

          bravo nella demagogia distribuita oggi su
          questo forum mancava solo questo.

          complimenti per le argomentazioniBene, attendiamo le tue (argomentazioni) che smentiscano quanto asserito, cioe' che la proporzionalità delle pene è stata sostituita dalla proporzionalità dei portafogli delle lobby.O forse davvero ritieni il primo reato + grave del secondo?
        • Anonimo scrive:
          Re: per cosa sei dentro?
          - Scritto da: tristemente_famoso


          - per cosa ti hanno arrestato?

          - per file sharing.

          - quanto ti hanno dato?

          - 15 anni con la condizionale... e tu
          invece?

          - falso in bilancio di una S.p.A. di un

          migliaio di dipendenti

          - quanto ti hanno dato?

          - esco domani

          bravo nella demagogia distribuita oggi su
          questo forum mancava solo questo.

          complimenti per le argomentazioniNon potevi che essere un berlusconiano per non capire l'assurdita' di leggi che permettono ai manager di scappare con la cassa e lasciare migliaia di lavoratori ed azionisti col culo per terra mentre puniscono con la galera chi copia OfficeXP.
      • Anonimo scrive:
        Re: per cosa sei dentro?
        - Scritto da: buatt

        - per cosa ti hanno arrestato?
        - per file sharing.
        - quanto ti hanno dato?
        - 15 anni con la condizionale... e tu invece?
        - falso in bilancio di una S.p.A. di un
        migliaio di dipendenti
        - quanto ti hanno dato?
        - esco domani- io invece non ci sono manco entrato in galera e i miei dipendenti oggi sono tutti a spasso, azzi loro un'altra volta imparano a scegliersi l'azienda :-)ps, l'azienda si chiamava ENRON
  • Anonimo scrive:
    Pirateria
    Ecco, alla fine ci sono arrivate, le major hanno trovato il modo per fermare la pirateria.sono convinto che l'effetto "panico" da denuncia sarà devastante per il file-sharing, la pirateria (almeno in questo settore) ritornerà ad essere una cosa di "nicchia" e non certo un fenomeno di massa come è adesso.detto questo volevo fare un paio di considerazioni in generale sul problema major/costi cd/pirateria/ crisi del mercato musicale, premettendo che proverò ad affrontare la questione da un punto di vista squisatamente economico, evitando i pipponi moralistici contro una cosa illegale (finiamola per cortesia e guardiamoci piuttosto intorno,viviamo in uno stato dove l'illegalità è eretta a sistema di vita e (di governo), in linea di principio sono d'accordo ma a questo mondo ha senso una difesa tanto ostinata della "legalità" rispetto ad una questione oggettivamente minore???)sono convinto che il fenomeno pirateria sia stato, prima della sua esplosione causata dal diffondersi di internet, sostanzialmente tollerata dalle major in quanto effetto collaterale e concatenato della promozione musicale. in sostanza il "singolo" esce e deve essere ascoltato, si diffonde anche con metodi illegali cmq raggiunge il suo scopo, cioè si fa conoscere.sono d'accordo con chi dice che la musica scaricata non corrisponde ad una reale mancanza di introiti delle case discografiche perchè molto dello scaricato non sarebbe stato cmq comprato da tutti e che anzi alcune persone avendo la possibilità di ascoltare qualche pezzo in più di un disco alla fine comprano un album che senza questa pubblicità illegale mai si sarebbero sognate di acquistare.ma, c'è un ma, purtroppo la così plateale diffusione della pirateria finisce per "mangiarsi" questo effetto positivo, è stata proprio questa diffusione a causare la guerra allo sharing.ora detto questo bisogna far osservare che i dati di un "crollo" del mercato discografico non sono poi così certi e univoci, anzi, ricordo che nel 2000 (anno di napster) i dati dei proventi delle major negli usa salirono di qualche punticino percentuale.agitare il fantasma della pirateria come causa di un (presunto) crollo del mercato è una falsità bella e buona, magari il calo ci sarà stato anche ma è il calo rispetto alle prospettive di crescita ipotizzate che solo in un mercato monopolizzato,privo di concorrenza e che uccide le produzioni indipendenti potevano essere realistiche.ripeto: i danni in termini di introiti ci sono adesso che il file-sharing è un fenomeno impressionante, ma non credo siano così consistenti come ci vogliono far credere.poi con gli scandali dei bilanci truccati che stanno martoriando l'economia mondiale perchè dovremmo fidarci???certo alla fine di qualcuno bisogna pur fidarsi nella vita, ma perchè cominciare prendendo per ora colato tutto quello che dicono le major?la mia previsione è che se la pirateria verrà "limitata" le major non registreranno grandi aumenti nei fatturati.Magari il mondo sarà in questo campo più "pulito" e ispirato a principi di legalità, ma bestemmio se dico che il mondo sarà lo stesso un cesso ("troppo pieno e complicato per poterlo scaricare")?Ciaop.s. è ovvio che in italia il discorso è molto più complesso, le case discografiche italiane mi fanno ridere, ma quando mai gli italiani compravano i dischi originali?? le vendite diminuiscono proporzialmente all'aumento dei prezzi che sono nettamente sproporzionati. (ad oggi con il dollaro quasi in parità con l'euro un cd novità in america costa 12-14 euro, qui da noi 20, tenendo conto di ciò è necessario domandarsi perchè i cd dei senegalesi hanno un così grande mercato???)
  • Anonimo scrive:
    Dolente, ma...
    Mi spiace per gli artisti, ma combattere la strafottenza dei discografici è ormai un dovere: smettiamola di comprare musica. Questi signori hanno finito di straguadagnare.
  • Anonimo scrive:
    A proposito di P2P
    http://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/rep_nazionale_n_252077.htmlNew York, 15:41 Usa, suicida genio del web: inventò Gnutella Incoronato due anni fa daTime uno dei geni digitali del 2001, Gene Kan, 25 anni, tra gli inventori di Gnutella e creatore del motore di ricerca Infrasearch, si è tolto la vita. La morte di Kan è passata inosservata per giorni e solo oggi la rivista on-line 'Wired.com' ne ha dato notizia. Kan è morto il 29 giugno, ma il suo suicidio non è arrivato inatteso. (red)
  • Anonimo scrive:
    Re: Per colo che criticano freenet.

    Magari non vedo cosa hai postato o non so se
    sei stato tu, ma posso vedere che usi
    freenet.e allora ???? perche uso qualcosa devo fare qualcosa di cattivo per forza ????
    "circolerà" nel senso che verrà pubblicata e
    sarà disponibile e quanto più sarà richiesta
    tanto più sarà facile da reperire.quindi il VERO problema e che le informazioni circolano...
    Questo non confuta la possibilità che le
    forze dell'ordine considerino questo sistema
    illegale e ne vietino l'uso o indaghino ogni
    persona che lo usi, senza chiedersi PRIMA il
    perchè.si ma devono dimostrare che faccio qualcosa di male...o saro io a dover dimostrare che faccio solo bene ???? mi sono perso la sparizione dei diritti civili ????
    E' visibile a tutti, ma nessuno riesce a
    beccare i responsabili.
    E dunque?e dunque si guarda il filmato...attentamente...credi che chi uccide qualcuno poi mette la roba dentro si fa beccare ???? non fare l'ingenuo...
    Ma chi lo sa.
    Guarda il mondo nel suo totale. Quando la
    gente perde un diritto, quasi non se ne
    accorge.
    Ci toglieranno il buono di internet e noi
    non faremo nulla.abbastanza vero...ma non verita assoluta...
  • Anonimo scrive:
    Re: Per colo che criticano freenet.

    Qual'è il problema? Hai mai provato Gnutella
    e hai mai provato a buttare un occhio sulle
    search che passano sul tuo nodo?ma saranno il 10% (che e tantissimo), comunque settando bene il firewall non tornano indietro...almeno dal mio nodo...il sistema viene un po rallentato, ma fa nulla...
    Freenet hai la sciurezza matematica che
    nessuno ti può beccare! Meglio di così!embe che vuol dire ????
    Poi basta mettere un bel file con nome
    convenzionale per dare le istruzioni a Al
    Qaeda (che tanto chi se lo va a tirare giù
    un DOC dal titolo ignoto e in arabo? e
    magari PGPato) e via che Bin Laden gode,
    ecc..ecc...credi avvero che un gruppo ben organizzato abbia dei seri problemi a comunicare ???? giovedi dai un'occhiata a nikita su raidue...
    Posso farti una domanda provocatoria?
    A cosa server Freenet, se non a scambiare
    materiale illegale e infrangere il
    copyright?a non farsi rompere le palle ???? se io voglio postare qualcosa su un forum, anonimamente oggi non posso farlo...e magari qualcuno in futuro (con i log a cinque o dieci anni o anche venti) andra a vedere che cazzeggiavi in giro...questo ti sembra giusto ????
    Soprattuto fatto salvo che verrrà
    strabandito e probabilmente rischierai la
    fucilazione solo per il download in Cina e
    analoghi? (Quindi evitiamo l'argomento
    "libertà ai paesi oppressi", che è del tutto
    ridicolo!)e naturalmente trovi giusto venga bandito...
    Appunto! SE! Se non si aggiunge l'utenza
    tanti saluti e ciao ciao!passa da blockbuster poi vedi...c'e di tutto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Per colo che criticano freenet.


      Soprattuto fatto salvo che verrrà

      strabandito e probabilmente rischierai la

      fucilazione solo per il download in Cina e

      analoghi? (Quindi evitiamo l'argomento

      "libertà ai paesi oppressi", che è del
      tutto

      ridicolo!)
      e naturalmente trovi giusto venga bandito...Ma quando mai? E' puro REALISMO! In Cina sarebbe utile! Ma semplicemente non esisterà MAI. Punto e stop!Non era un'affermazione morale!
  • Anonimo scrive:
    Re: Per colo che criticano freenet.

    Per i predofili invece il problema si pone.
    Bisogna solo cercare di capire quale sia il
    male peggiroe fra i due. Del resto se a uno
    non interessa la pedofilia il problema (per
    lui) non si pone. Si pone invece per il
    possible prosperare dei podifili e tutti i
    prob connessi.Quali sarebbero le due alternative da contrapporre? La possibilità di scambiarsi materiale illegale e avere anche un lasciapassare per i pedofili e il rispetto della legalità?Secondo te in qualsiasi stato ci sarà il minimo dubbio sulla scelta più corretta? :P
    Io l' argomentio libertà ai paesi oppressi
    non lo butterei cosi via. In Cina la
    situazione è drammatica. Tutto controllato e
    affini. Non volgio fare l' eroe del mondo ma
    è pur sempre una possiblità (freente, non io
    :P)In Cina la rete è talmente controllata che Freenet non circolerà MAI! E ripeto, fucilazione per chi si ostina ad usarlo! Guarda che l'hanno già fatto per gente che semplicemente chiacchierava in IRC in canali anti-governo!E non è che si facciano molti problemi a mandarti polizia a casa a controllare che tu stia facendo il "bravo patriota" in quelle zone.Freenet non serve e non servirà MAI a niente nei paesi dittatoriali! Stop!Inventatene un'altra come argomentazione a favore! :P (ce ne sono?)
    • Anonimo scrive:
      Re: Per colo che criticano freenet.
      - Scritto da: Ekleptical
      Freenet non serve e non servirà MAI a niente
      nei paesi dittatoriali! Stop!
      Inventatene un'altra come argomentazione a
      favore! :P (ce ne sono?)Sono molto d'accordo.Purtroppo.Vorrei un VERO esperto di freenet che ci spiegasse e ci convincesse che sbagliamo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per colo che criticano freenet.
        - Scritto da: Cavallo GolOso
        - Scritto da: Ekleptical


        Freenet non serve e non servirà MAI a
        niente

        nei paesi dittatoriali! Stop!

        Inventatene un'altra come argomentazione a

        favore! :P (ce ne sono?)

        Sono molto d'accordo.
        Purtroppo.sono d'accordo anche io, ed e' per questo che penso che freenet deve cercare una ragione per rendersi indispensabile per ragioni commerciali.I paesi dittatoriali che consentono l'uso di internet lo fanno per motivi commerciali. Censurarla significherebbe si' imporre un maggiore controllo ma anche restare fuori dall'appetitoso calderone di opportunita' di guadagno. Se freenet in un qualche modo riuscisse ad imporsi come indispensabile commercialmente, allora la sua censura (o meglio, la censura di chi la usa) sarebbe improponibile perche' non potresti controllare come ogni utente la utilizza.
  • Anonimo scrive:
    Il profilo di ZOP il troll di P.I.
    Questi sono i possibili profili di questo ridicolo ma pur irritante personaggio che scorazza - probabilmente con numerose identità - in questo forum. Ipotesi 1:Età 14 anniCaratteristiche fisiche: occhialuto, brufoli, capelli grassi. Le ragazze lo rifuggono perchè lo trovano "strano"... preferendo sempre i suoi amici, cosa che lui non capisce "cos'avranno più di me quei deficienti?"Famiglia: famiglia benestante, il piccolo è stato smodatamente viziato dalla mamma in quanto (istinto materno) era un incompreso... "se proprio gli amici lo mettono da parte sotto la gonna della mammina sarà sempre il benvenuto".Ipotesi 2:Persona adulta. Una persona di fine intelligenza, un burlone... davvero un artisto mancato che farebbe impallidire il gruppo di Zelig con il suo fine umorismo. Peccato che lo sprechi sparando sempre le stesse str* in quello che cerca di essere un forum di confronto fra persone intelligenti. Insomma come dire... se scherzi sempre allo stesso modo alla fine sei noioso..Le due ipotesi di cui sopra per quanto all'apparenza così diverse trovano invece molti punti di aderenza, confondendosi fra loro ad un certo punto. Comunque sia, per quello che mi riguarda, caro ZOP, la tua presenza in questo forum mi è SGRADITA. Dopo avermi fatto sorridere ora mi stai veramente dando a noia.Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il profilo di ZOP il troll di P.I.
      Grandissimo! 10-0 per Buatt!:DDDDDDDDDarKStaR
    • Anonimo scrive:
      Re: Il profilo di ZOP il troll di P.I.
      non so chi sia ZOP, ma dato quello che scrivi di costui, mi sta già simpatico, in confronto a te.- Scritto da: buatt
      Questi sono i possibili profili di questoma ti abbiamo chiesto qualcosa?chi se ne frega delle tue farneticazioni da psicologo del mercato?Questo è "quello che cerca di essere un forum di confronto fra persone intelligenti" e quindi mi pare il luogo poco adatto a te, caro 'l mio BUATT del bueo; aggiungo inoltre che la TUA presenza in questo forum mi è SGRADITA. E la cosa è assolutametne insignificante, tanto quanto la tua opinione.
      Ipotesi 1:chi se ne frega.mostraci il tuo diploma di psicologo.
      Ipotesi 2:chi se ne sbatte.credi di essere qualcuno?abbassa la cresta e torna a guidare il taxi, va'.
      mi stai veramente dando a noia.e poi scrivi pure male.Dato che non lo sai fare, perché non ti eserciti e non torni a leggere qualcosa, invece di rompere le scatole? Qui c'è gente che fa confronti intelligenti ... quindi sei proprio fuori posto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il profilo di ZOP il troll di P.I.
        - Scritto da: chi è tale "zop" ?
        non so chi sia ZOP, ma dato quello che
        scrivi di costui, mi sta già simpatico, in
        confronto a te.Quando conoscerai chi è Zop te ne renderai conto da solo di quanto sia normale che una persona sia stressata nel leggere sempre le stesse stron****.Tale Zop si rivela essere spesso irritante oltre che totalmente privo di senso critico e forse anche di intelligenza.Succederà un giorno anche a te di non farcela più a leggere cazza** sfornate dalle sue dita (dubito siano sfornate dal cervello)... e allora...
        abbassa la cresta e torna a guidare il taxi,
        va'.cos'ha che non va guidare un taxi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il profilo di ZOP il troll di P.I.
      forse è britnei spiars...
  • Anonimo scrive:
    Un po' per tutti
    1) adoro i troll che fanno i giustizieri e gli onesti.Li adoro perche' poi tutti gli altri van lorodietro e rispondono scatenati senza immaginareche i vari zip, zap, cw, bf, fu ecc leggono il forumridendo a crepapelle mentre ascoltano gli mp3appena scaricati o cercano di prenderegli ultimi 50k di qualche avi. Di solito e' cosi',quando lo capirete?2) Non sapevo che duplicare un file significasserubare. Rubare significa sottrarre qualcosa,non duplicarlo. Se zuppa ruba un CD in un negozioil venditore (e non le major) ci rimetteperche' non potra' venderlo a nessuno. Se dvscarica l'mp3 di un gruppo che non conosce, cosi'per curiosita', non ci perde nessuno: il negoziantepotra' comunque vendere il disco a chi lo vuolecomprare e a giudicare dai redditi dei cantantie delle case discografiche non credo che abbianoseri problemi di vendite.3) I CD costano troppo, punto e basta.4) Dieci anni fa TUTTI registravano le canzoni dallaradio. Vietiamo le radio? Certi cantanti lovorrebbero... oppure chiedono radio che trasmettanoi pezzi quanto basta per invogliare all'acquisto.5) Che il copyright sia un'istituzione in crisinon c'e' dubbio e quando a dirlo e' una star comeDavid Bowie (e non un "file sharing maniac") qualcunopotrebbe iniziare a rifletterci seriamente invecedi vociare e basta.Nel frattempo ricordo che il concetto di copyright e'dannoso in ambiti ben piu' seri della musica. Pensatealle medicine, come quelle contro l'AIDS moltod'attualita' in questi giorni. Ogni futura curasara' riservata a chi avra' i soldi per pagarla.Gli altri? Che crepino pure. E' la societa' chedeve cambiare e il cambiamento avverra' che le major(inteso come i potenti, non come quattro venditoridi canzonette) lo vogliano o no. E se non lo vorrannone faremo tutti le spese perche' c'e' una largamaggioranza del pianeta oppressa da una minoranzaricca e quando le parti violente di questa maggioranzadecideranno di colpire gli interessi della minoranza,altro che nuovo ordine mondiale dediso da bush e daisuoi amici.Ok, torniamo alle nostre canzoncine ora e ai trollettiche ci fanno tanto divertire invocando la palladi(um)billgates e che si divertono a spese nostre.Il punto 5 era una riflessione nata dallo schifio per lenotizie che leggo... e poi vengo qui a leggere chi,per amor di flame, difende gente che vuole avereogni diritto e si fa fare le leggi su misura. Ma che vadanoa lavorare un (1) mese nel mondo reale. Poi con lo stipendioottenuto, una casa e una famiglia da mantenere, comprinola musica a certi prezzi.Ah dimenticavo, c'e' un punto 6:6) e del comportamento delle case discografiche non diciamoniente? Parliamo delle compilation? Prendiamoun fan di un cantante: ha comprato tutti i suoi dischima deve ricomprare 20 brani che ha per averneuno inedito che e' stato sapientemente infilatoin una compilation. Che onesta'! Ah no, e' marketing...appunto, che onesta'! Mesi fa ho letto un discograficopiagnuccolare perche' "a causa di napster il mercatodelle compilation ha subito una flessione"! Poverino!A proposito di compilation, avete presente Giorgia? Lacompagna di vita di Alex Baroni, come la definiscono igiornali. Che ha fatto? Una canzone dedicata al suocompagno? Brava, ha usato il dono che ha per esprimere ilsuo amore e ricordo. Ehy, ma... dove la troviamo? Ma no! Inuna compilation... cosi' i fan dell'uno e dell'altradevono spendere xx euro per comprare dei brani che hannogia' (o che non interessano minimamente loro) per averne uno!Che sia stata Giorgia o un manager a deciderlo nonmi importa, questo non e' un comportamento corretto.E noi dovremmo farci dettar legge da questa gente???
    • Anonimo scrive:
      Re: Un po' per tutti
      - Scritto da: poing
      1) adoro i troll che fanno i giustizieri e
      gli onesti.
      Li adoro perche' poi tutti gli altri van loro
      dietro e rispondono scatenati senza
      immaginare
      che i vari zip, zap, cw, bf, fu ecc leggono
      il forum
      ridendo a crepapelle mentre ascoltano gli mp3
      appena scaricati o cercano di prendere
      gli ultimi 50k di qualche avi. Di solito e'
      cosi',
      quando lo capirete?
      ok, qui ti do ragione, ma ti faccio un appunto:1) quando vedo il post di questi tipi una battuta ci può scappare, vedi il mio post precedente;2) se vedi il post di DV invece, il discorso si è fatto più serio; si è cominciato a parlare di abuso, da tutte e due le parti.
      2) Non sapevo che duplicare un file
      significasse
      rubare. Rubare significa sottrarre qualcosa,
      non duplicarlo. Se zuppa ruba un CD in un
      negozio
      il venditore (e non le major) ci rimette
      perche' non potra' venderlo a nessuno.dipende. se l'interesse per quel disco era tanto da giustificare l'alzata di chiappe per recarsi nel negozio del venditore, il venditore ha perso un probabile cliente.se invece, il CD era stato acquistato in precedenza, tu hai il SACROSANTO diritto di fartene una copia, altro che CD protetti! oppure le major mettono su un servizio clienti talmente efficate da poterti mettere a disposizione una copia del CD comprato nel giro di 5 minuti. SEMPRE, anche alle tre di notte, se necessario!
      scarica l'mp3 di un gruppo che non conosce,
      cosi'
      per curiosita', non ci perde nessuno: il
      negoziante
      potra' comunque vendere il disco a chi lo
      vuole
      comprare e a giudicare dai redditi dei
      cantanti
      e delle case discografiche non credo che
      abbiano
      seri problemi di vendite...e tutto ciò nasce dal fatto che i piccoli cantanti indipendenti non hanno la possibilità di avere un battage pubblicitario come Britney spears, ad esempio.
      3) I CD costano troppo, punto e basta.GIUSTISSIMO!
      [cut]
      5) Che il copyright sia un'istituzione in
      crisi
      non c'e' dubbio e quando a dirlo e' una star
      come
      David Bowie (e non un "file sharing maniac")
      qualcuno
      potrebbe iniziare a rifletterci seriamente
      invece
      di vociare e basta.

      Nel frattempo ricordo che il concetto di
      copyright e'
      dannoso in ambiti ben piu' seri della
      musica. Pensate
      alle medicine, come quelle contro l'AIDS
      molto
      d'attualita' in questi giorni. Ogni futura
      cura
      sara' riservata a chi avra' i soldi per
      pagarla.
      Gli altri? Che crepino pure. E' la societa'
      che
      deve cambiare e il cambiamento avverra' che
      le major
      (inteso come i potenti, non come quattro
      venditori
      di canzonette) lo vogliano o no. E se non lo
      vorranno
      ne faremo tutti le spese perche' c'e' una
      larga
      maggioranza del pianeta oppressa da una
      minoranza
      ricca e quando le parti violente di questa
      maggioranza
      decideranno di colpire gli interessi della
      minoranza,
      altro che nuovo ordine mondiale dediso da
      bush e dai
      suoi amici.su questo ti do ragione. E' da un po' di tempo che mi sembra che il mondo si stia dividendo sempre di più in queste due parti. non vorri che andasse a finire con l'assalto di orde di disperati ai giardini d'avorio dei potenti. cmq questo, imho è un discorso molto generale.Resta il fatto che l'equazione "LORO sono i cattivi e i ladri, quindi IO sono autorizzato a comportarmi da criminale" è un'equazione moolto grossolana. Bisognerebbe (e qui sta il difficile) organizzarsi, riunirsi e fare sentire la nostra voce. E' difficile, però forse si otterrà qualche risultato (mi viene in mente il caso philip morris citata in tribunale da un'associazione di cittadini costituitasi parte civile. Quella volta la PM ha perso la causa)il difficile è riuscire a riunire le voci.. questo è il punto.
      Ok, torniamo alle nostre canzoncine ora e ai
      trolletti
      che ci fanno tanto divertire invocando la
      palladi(um)
      billgates e che si divertono a spese nostre.
      Il punto 5 era una riflessione nata dallo
      schifio per le
      notizie che leggo... e poi vengo qui a
      leggere chi,
      per amor di flame, difende gente che vuole
      avere
      ogni diritto e si fa fare le leggi su
      misura. Ma che vadano
      a lavorare un (1) mese nel mondo reale. Poi
      con lo stipendio
      ottenuto, una casa e una famiglia da
      mantenere, comprino
      la musica a certi prezzi.HEHE! non ti sono andati giù i post precedenti eh? :-)
      [cut]
    • Anonimo scrive:
      Re: Un po' per tutti
      Vorrei aggiunger esolo due osservazioni, al tuo discorso, che condovido in pieno.1) Gli mp3 NON SONO la canzone originale: molto spesso la qualita' e' bassa, si tratta di brani registrati in qualche modo, e che comunque MAI hanno la qualita' del CD. Facciamo un esempio: i libri. Da che mondo e' mondo, nelle Unviersita', i libri si sono fotocopiati. Che facciamo? Proibiamo le fotocopiatrici come nell'URSS prima di Gorbaciov? Altrimenti vale il principio: Voglio il libro nuovo? Pago le 100.000 lire. Non voglio pagare? Mi tengo le fotocopie, ma se sono illegibili o vanno a pezzi, sono problemi miei. Stessa cosa per gli mp3. Se voglio le canzoni a posto, senza problemi mi compro il cd. Altrimenti se sono rovinate, manca il finale, sono affari miei. Devo sapere che non pagando, non ho diritti.2)Prendiamo il caso delle suonerie dei cellulari. Chiunque, con un programmino, puo' convertire i files .mid in suonerie per i cellulari. costo dell'operazione:0 Qualche mese fa, i detentori dei diritti insorgono! Eh no! Non si possono regalare le suonerie! Risultato: Miriadi i dialer vergognosi a cifre vergognose. Se voglio la suoneria con la canzoncina, come minimo mi costa 10/15mila lire. E' giusto tutto questo? Chi e' il ladro? Chi si faceva in casa le suonerie convertendole dal .mid o chi mette pubblicita' ingannevoli per trarre in inganno i ragazzini e far loro pagare decine di migliaia di lire?
      • Anonimo scrive:
        Re: Un po' per tutti

        Facciamo un esempio: i libri. Da che mondo
        e' mondo, nelle Unviersita', i libri si sono
        fotocopiati. Che facciamo? Proibiamo le
        fotocopiatrici come nell'URSS prima di
        Gorbaciov?Mah, non so dove vivi tu, ma qua in Veneto si applica le legge che prevede un aumento di costo con tassa SIAE per ogni pagina fotocopiata da un libro (da 60 passa a 90 lire, circa).E NESSUNA copisteria si arrischia a sgarrare col rischio di trovarsi la visitina improvvisa della Finanza.Quindi cmq i diritti d'autore li paghi (lasciamo perdere poi il discorso sul funzionamento della SIAE che asrebeb lungo...)
        chi mette
        pubblicita' ingannevoli per trarre in
        inganno i ragazzini e far loro pagare decine
        di migliaia di lire? Beh! Questo mica dipende dalle case discografiche! Nel senso, mica sono loro a venderti le suonerie? Se i gestori di questi servizi si comportano in modo disonesto che colpa ne hanno?
        • Anonimo scrive:
          Re: Un po' per tutti
          - Scritto da: Ekleptical
          Mah, non so dove vivi tu, ma qua in Veneto
          si applica le legge che prevede un aumento
          di costo con tassa SIAE per ogni pagina
          fotocopiata da un libro (da 60 passa a 90
          lire, circa).appunto. vivo anch'io in veneto. Bel modo di diffondere la cultura questo, no?
          E NESSUNA copisteria si arrischia a sgarrare
          col rischio di trovarsi la visitina
          improvvisa della Finanza.
          Quindi cmq i diritti d'autore li paghi
          (lasciamo perdere poi il discorso sul
          funzionamento della SIAE che asrebeb
          lungo...)mah... io so che qui da me una mia amica ha preso dalla SIAE una multa da 7 milioni perche aveva il pianoforte nel suo bar.. ma dai! dimmi se non sono storture queste!



          chi mette

          pubblicita' ingannevoli per trarre in

          inganno i ragazzini e far loro pagare
          decine

          di migliaia di lire?

          Beh! Questo mica dipende dalle case
          discografiche! Nel senso, mica sono loro a
          venderti le suonerie? Se i gestori di questi
          servizi si comportano in modo disonesto che
          colpa ne hanno?allora come mai i cosiddetti gestori non sono in galera????
  • Anonimo scrive:
    Finalmente..
    un discorso sensato da parte dei discografici: aiutare a far applicare le leggi che gia' esistono per tutelare i propri interessi, senza doversi inventare norme ad hoc o sognare improbabili artifici tecnici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente..
      - Scritto da: rdce
      un discorso sensato da parte dei
      discografici: aiutare a far applicare le
      leggi che gia' esistono per tutelare iHai ragione. Potrebbero, gia' che ci sono,acquistare qualche aereo e colpire (letteralmente)le sedi di chi diffonde la musica contro i lorointeressi, a partire dalle emittenti radioe per arrivare alle multinazionaliproduttrici di hifi che non creanosistemi in grado di impedire la copia ma anzicontinuano a produrre nefandezze qualiregistratori, videoregistratori,masterizzatori, ecc!In un colpo solo proteggiamo i loro interessied aiutiamo le aziende aereonautiche in crisi!Ah dimenticavo, poi diamo la colpa alcattivo di turno e facciamo la giustiziainfinita 3 (la 2 e' contro gli mp3).;-) ;-) ;-)
  • Anonimo scrive:
    Aiut !! fatemi finire di scaricare sti 2 pornazzi
    Vi prego !!! la mamma mi vieta di comprare le videocassette in edicola,dice che mi faccio le pugnette.Come farò senza il mio pornazzo quotidiano ??Mi toccherà leggere il corriere della sega ??
    • Anonimo scrive:
      Re: Aiut !! fatemi finire di scaricare sti 2 pornazzi
      - Scritto da: Brutus !!!
      Vi prego !!! la mamma mi vieta di comprare
      le videocassette in edicola,dice che mi
      faccio le pugnette.
      Come farò senza il mio pornazzo quotidiano ??
      Mi toccherà leggere il corriere della sega ??e poi ci sono quelli belli de rocco sifredda che al mio pornoleggio non ce stanno piùùùùùùùù !!! come fackyou?
  • Anonimo scrive:
    Colpirne uno per educarne 100 !!!
    Mi sembra lo dicesse un certo Mao Tse Tung !!!Peggio dei comunisti si sono ridotti.Passeremo tutti su freenet !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Colpirne uno per educarne 100 !!!
      Giusto, puniamo una casa discografica con attacchi combinati ai loro servers e demoliamogli quei quattro pidocchiosi computer che hanno! Poi voglio vedere se loro o altri rifanno ancora causa a qualcuno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Colpirne uno per educarne 100 !!!
        - Scritto da: netTomawhak
        Giusto, puniamo una casa discografica con
        attacchi combinati ai loro servers e
        demoliamogli quei quattro pidocchiosi
        computer che hanno! Poi voglio vedere se
        loro o altri rifanno ancora causa a
        qualcuno.Perchè secondo te dei loro server alle case discografiche frega qualcosa? Sono lì solo per rappresentanza, mica per altro!Se anche li si bloccasse per mesi si farebbero quattro risate!Il mondo non è mica solo Internet! Anzi! E' tutto fuori! :P
        • Anonimo scrive:
          Re: Colpirne uno per educarne 100 !!!
          - Scritto da: Ekleptical
          Perchè secondo te dei loro server alle case
          discografiche frega qualcosa? Sono lì solo
          per rappresentanza, mica per altro!
          Se anche li si bloccasse per mesi si
          farebbero quattro risate!

          Il mondo non è mica solo Internet! Anzi! E'
          tutto fuori! :PFINALMENTE una persona di buon senso.A noi frega di internet ... ma per loro è solo una rottura di palle!
      • Anonimo scrive:
        Re: Colpirne uno per educarne 100 !!!
        - Scritto da: netTomawhak
        Giusto, puniamo una casa discografica con
        attacchi combinati ai loro servers e
        demoliamogli quei quattro pidocchiosi
        computer che hanno! Poi voglio vedere se
        loro o altri rifanno ancora causa a
        qualcuno.ecco.ala fine intervistano sempre quelli come questo qui ai telegiornali!evete capito perché poi la gnete dice "hacker, ovvero pirati informatici ..."oppure perché dicono "internet = pedofili e porno"... perché c'è gente come questo qua
  • Anonimo scrive:
    CD Sharing
    Scusate ma riapro la questione:trottolo ha scritto:Ma ... chi tiene gli originali? Chi tiene i CD masterizzati? E la compagnia non si sfalda?-------------------------------------------------Semplice da risolvere. Il Cd originale dopo esserselo passato verrà disintegrato davanti a tutti, per non creare gelosie.(se durante il passaggio dovesse sparire, l'autore del fatto verrebbe estromesso dal gioco per sempre)..Oppure ,ma è improbablie, se la compagnia è solidaognuno a turno sceglie il CD da comprare lo compra a sue spese e lo masterizza agli amici, poi si tiene l'originale.
    • Anonimo scrive:
      Re: CD Sharing

      Oppure ,ma è improbablie, se la compagnia è
      solida
      ognuno a turno sceglie il CD da comprare lo
      compra a sue spese e lo masterizza agli
      amici, poi si tiene l'originale.perche' improbabile?io con i miei amici per i giochi Ps2 faccio cosi'...alcuni che mi piacevano li ho comprati comunquead esempio tekken 4 mi e' costato la bellezza di 90 euro
    • Anonimo scrive:
      Re: CD Sharing
      e ma anche io ascolto di tuttova a periodi.Un mese fa ero impallato con billy idol,il post punk, new wave ,ultravox etc.Adesso sto ripercorrendo la storia del blues e del country USA a partire da Son House e Jimmie Rodgers in avanti.Quindi sono daccordo sulle difficoltà, da te sottolineate, riguardo il CDSharing (da ora Cdsh)però ritengo che l'eliminazione del CD vergine( se ACQUISTATO DA TUTTI alla comunista)sia un obbligo oltre che per giustizia anche persegno di disprezzo nei confronti delle case discografiche. P.S.La maggioranza dei CD originali che possiedofanno parte della serie "Le pagine piu belle dell'opera "messa in vendita con FamigliaCristiana alcuni anni or sono. (Dongiovanni di Mozart spudoratamente tagliato nelle parti più divertenti).
  • Anonimo scrive:
    Tanta Paura ma...
    Ma devono vincere poi le cause giudiziarie.Con che legge mi impediscono di condividere una cartella?Il problema non è mio che la lascio aperta ma di chi prende le cose.E' come se lasciassi la porta di casa aperta e la polizia mi dicesse non puoi perchè poi entra la gente estranea.Saranno fatti miei se preferisco non chiuderla?
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanta Paura ma...
      Del resto ci sarà un motivo se ancora non l'hanno fatto, no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanta Paura ma...
      - Scritto da: yuptost
      Ma devono vincere poi le cause giudiziarie.
      Con che legge mi impediscono di condividere
      una cartella?Cito l'ARt.17 del diritto d'autore:"Il diritto esclusivo di distribuzione ha per oggetto il diritto di mettere in commmercio, di porre in circolazione o comunque a disposizione del pubblico, con qualsiasi mezzo e a qualsiasi titolo, l'opera o gli esemplari di essa.....(ecc..)"Vedila come vuoi ma stai palesemente violando questo diritto (normalmente concesso in esclusiva alle case discografiche).E ci sarebbero molti altri articoli interessanti! :PMagari dateci una lettta al diritto d'autore che fa sempre bene! :PSi trova in rete con facilità!
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanta Paura ma...
        Aiutooooo voglio l'avvocatoooooCosa faccio ora?
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanta Paura ma...

        Cito l'ARt.17 del diritto d'autore:
        "Il diritto esclusivo di distribuzione ha
        per oggetto il diritto di mettere in
        commmercio, di porre in circolazione o
        comunque a disposizione del pubblico, con
        qualsiasi mezzo e a qualsiasi titolo,
        l'opera o gli esemplari di essa.....(ecc..)"Pubblico quale pubblico?Io non ho nessun pubblico, ho una cartella condivisa dove dentro ci tengo varie cose.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tanta Paura ma...

          Pubblico quale pubblico?
          Io non ho nessun pubblico, ho una cartella
          condivisa dove dentro ci tengo varie cose.Beh, se la condividi con tuo fratello e la nonna, nessuno ti verrà mai a rompere le bolas!Se la metti a disposizione di tutti la rendi pubblica in termini giuridici, oltre che in italiano corrente!
          • Anonimo scrive:
            Re: Tanta Paura ma...
            - Scritto da: Ekleptical
            Se la metti a disposizione di tutti la rendi
            pubblica in termini giuridici, oltre che in
            italiano corrente!aaaaahhhhhhecco uno ferrato!!!tutti a fare tanto i furbetti ... ma quando si troveranno alla sbarra, voglio vedere se la capiranno o no...io sono PRO filesharing, ma vedere tutti pensare che sia così facile e credersi tanto furbi, mi fa inkazzare
      • Anonimo scrive:
        riferimento?
        - Scritto da: Ekleptical
        Magari dateci una lettta al diritto d'autore
        che fa sempre bene! :P
        Si trova in rete con facilità!Interessante.Puoi darci il link? Credo che sarebbe un apporto utile in questa discussione.Altra cosa: se io "artista" volessi concedere il diritto di diffusione GRATUITA a tutti, potrei?mi trovi la parte che NON lo vieta?
        • Anonimo scrive:
          Re: riferimento?

          Altra cosa: se io "artista" volessi
          concedere il diritto di diffusione GRATUITA
          a tutti, potrei?

          mi trovi la parte che NON lo vieta?la cosa non è troppo semplice, io sto realizzando una sorta di GPL per il cinema e per la musica, voglio implementarla per il mio prossimo lungometraggio. Credo che sia importante garantire la proprietà intellettuale, ma allo stesso tempo, togliere i proventi diretti da essa provenienti.serve andare oltre al diritto d'autore come lo concepiamo oggi, è una enorme limitazione della vita privata di un cittadino, e sinceramente credo sia immorale che un governo ponga un cittadino nella condizione di dover quasi per forza violare la legge, un giorno si e l'altro pure.
          • Anonimo scrive:
            Re: riferimento?


            la cosa non è troppo semplice, io sto
            realizzando una sorta di GPL per il cinema e
            per la musica, voglio implementarla per il
            mio prossimo lungometraggio. Credo che sia
            importante garantire la proprietà
            intellettuale, ma allo stesso tempo,
            togliere i proventi diretti da essa
            provenienti.Allora, mi spighi gentilmente a cosa serve ?
          • Anonimo scrive:
            Re: riferimento?

            Allora, mi spighi gentilmente a cosa serve ?
            certo, l'idea è di trasferire la GPL per beni prodotti non informatici e in particolar modo prodotti che non possano avere il rapporto sorgente-binario, come è il cinema e la musica.Manetenendo però intatte alcune caratteristiche base della GPL GNU, ovvero:garanzia per l'autore: la paternità dell'autore del brano/video è garantita, vietando ogni possibilità di furti.se qualcuno vuole campionare/rieditare o modificare un brano o un video o un solo pezzo di esso, lo può fare, a patto che il prodotto sia distribuito sotto la medisima licenza (questa).E' possibile copiare il prodotto, ridistribuirlo liberamente, Si può anche fare pagare tale operazione, ma solo il costo del supporto fisico + eventuale lavoro di copia, niente più.E' possibile trasmettere in digitale (broadcasting) il prodotto liberamente.Lo sfruttamento commerciale può esistere sotto varie forme, da valutare attentamente:trasmissione in tivà (divieto di interruzione con spot)possibilità di trasmettere su tv criptate, a patto che non si tratti di tech payperviewpossibilità di trasmissione in locale pubblico con richiesta di biglietto (ci si augura meno esoso di un biglietto normale).in sintesi l'idea è questa, da sviluppare, mettere in legalese, e renderla compatibile con le legislazioni attuali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanta Paura ma...
      interessantissimo punto di vista.e non è ironico.sei un vero avvocato!!!:-)
  • Anonimo scrive:
    idee poco chiare...
    1 - la musica è arte quindi cultura e come tale "deve" essere patrimonio di tutti. Se lo stato o chi per esso non comprende questo "semplice" concetto elementare mi pare ovvio che si debba rimediare in "altri" modi.2 - l'errore grosso è stato fatto a monte considerando la musica come una merce, quindi vendibile a commerciabile come fosse un prodotto da catenda di montaggio.3 - gli utenti che si sono trovati in mano uno strumento "valido" per allargare i propri orizzonti cultural-musicali l'hanno utilizzato, chi bene e chi male, ma in generale ha portato a una visione più ampia della "musica". Quindi accrescimento culturale della "massa": un bene preziosissimo!4 - "qualcuno" ha dei grossi interessi nel lasciare che gli "orizzonti" delle masse rimangano il più piccoli possibile.5 - gli stati appoggiando richieste di modifiche e aggiunte di legge a scopo "artistico-commerciale" stanno andando "contro" la natura dell'arte stessa6 - gli artisti, senza volerlo, si troveranno a dover scegliere i soldi oppure gli ascoltatori/fan7 - da sempre la "conoscenza" viene "distribuita" tra le persone: quello che io so lo "trasmetto" ad altre persone. La musica è "sapere" quindi in un modo o nell'altro verrà "distribuita"8 - non si tratta di essere ladri, si tratta di "conoscere" il più possibile per poi "liberarsi" dalla schiavitù dell'ignoranza che a "qualcuno" fa molto comodo
    • Anonimo scrive:
      Re: idee poco chiare...
      - Scritto da: cornelius
      1 - la musica è arte quindi cultura e come
      tale "deve" essere patrimonio di tutti. Se
      lo stato o chi per esso non comprende questo
      "semplice" concetto elementare mi pare ovvio
      che si debba rimediare in "altri" modi.Per quanto il nick mi possa essere simpatico per motivi musicali, non sono d'accordo per niente!La musica è innanzitutto di chi la fa!E saranno affaracci suoi decidere se vuole venderla, regalarla o che ne so io!Quello che tu affermi è un vero e proprio diritto all'espropriazione del lavoro altrui!
      2 - l'errore grosso è stato fatto a monte
      considerando la musica come una merce,
      quindi vendibile a commerciabile come fosse
      un prodotto da catenda di montaggio.No, è considerato vendibile come tutti i frutti del lavoro! O forse tu lavori gratis, per la gloria?
      3 - gli utenti che si sono trovati in mano
      uno strumento "valido" per allargare i
      propri orizzonti cultural-musicali l'hanno
      utilizzato, chi bene e chi male, ma in
      generale ha portato a una visione più ampia
      della "musica". Quindi accrescimento
      culturale della "massa": un bene
      preziosissimo!Mah! Io gli orizzonti musicali me li sono allargati da solo ben priam di Napster! Basta leggere, informarsi, andare ai concerti e frequentare i negozi di dischi!
      4 - "qualcuno" ha dei grossi interessi nel
      lasciare che gli "orizzonti" delle masse
      rimangano il più piccoli possibile.Bah! Alle case discografiche interessa solo vendere, alla fine! Se un genere nuovo e "underground" inizia a prendere le masse, loro ci marciano, non lo ostacolano per niente!
      5 - gli stati appoggiando richieste di
      modifiche e aggiunte di legge a scopo
      "artistico-commerciale" stanno andando
      "contro" la natura dell'arte stessaQuelle leggi sono nate per volontà degli artisti innanzitutto!! Sono le istituzioni che sono state spinti dagli artisti ad approvare leggi in loro difesa che prima non esistevano!Non travisiamo la realtà e la storia, per favore!
      6 - gli artisti, senza volerlo, si
      troveranno a dover scegliere i soldi oppure
      gli ascoltatori/fanBah! Non vedo il conflitto! E personalmente un sedicente "fan" che non ritiene che il mio lavoro meriti di essere ricompensato, è tutto tranne che un fan e può andare a quel paese!Su questo hanno stra-ragione i Metallica! :PIo i CD della gente che merita li compro, appunto per premiarli e sostenere il loro lavoro artistico! Chi ruba e basta non è degno di chiamarsi fan, per quel che mi riguarda!
      7 - da sempre la "conoscenza" viene
      "distribuita" tra le persone: quello che io
      so lo "trasmetto" ad altre persone. La
      musica è "sapere" quindi in un modo o
      nell'altro verrà "distribuita"La conoscenza viene distribuita PAGANDOLA, in genere! Fatti un giro in una libreria universitaria e ne riparliamo! :D
      8 - non si tratta di essere ladri, si tratta
      di "conoscere" il più possibile per poi
      "liberarsi" dalla schiavitù dell'ignoranza
      che a "qualcuno" fa molto comodoSì, sì, dicono tutti così...anche i criminali intraprendono la professione per sentirsi liberi dalla schivitù della società e dall'oppressione del lavoro!
      • Anonimo scrive:
        Re: idee poco chiare...
        - Scritto da: Ekleptical
        - Scritto da: cornelius

        1 - la musica è arte quindi cultura e come

        tale "deve" essere patrimonio di tutti. Se

        lo stato o chi per esso non comprende
        questo

        "semplice" concetto elementare mi pare
        ovvio

        che si debba rimediare in "altri" modi.

        Per quanto il nick mi possa essere simpatico
        per motivi musicali, non sono d'accordo per
        niente!
        La musica è innanzitutto di chi la fa!
        E saranno affaracci suoi decidere se vuole
        venderla, regalarla o che ne so io!
        Quello che tu affermi è un vero e proprio
        diritto all'espropriazione del lavoro
        altrui!esproprio???ma dove???la musica a loro resta e soprattutto il diritto di rivendicare la paternità dell'opera.Le biblioteche forse espropriano qualcuno?


        2 - l'errore grosso è stato fatto a monte

        considerando la musica come una merce,

        quindi vendibile a commerciabile come
        fosse

        un prodotto da catenda di montaggio.

        No, è considerato vendibile come tutti i
        frutti del lavoro! O forse tu lavori gratis,
        per la gloria?io suono gratis, perché mi piace, perché a me e ai miei amici piace e soprattutto ci piace fare della musica che a NOI piace e che piace anche a chi ci viene a sentire.E il barista , prima della SIMPATICA empals del ... beh, di quello, ci pagava le spese e ci offriva un bel pacco di roba.E in certi posti quelli come noi, li pagano!Eppure lo farebbero anche gratis!Come campo?Facendo il mio lavoro.Chi mi ha comprato la chitarra? il mio lavoro, non i fans.Chi mi fa suonare? la passione, la voglia. non certo la necessità.Che razza di merda produco? De gustibus non disputandum est, diceva qualcuno ... e a giudicare dall'ultimo di Paola e Chiara oppure dalla qualità dell'ultimo di Lenny Kravitz non è che ci sia gente che si spreca molto in giro ... Prima di San Remo sapevate chi erano gli Avion Travel?


        3 - gli utenti che si sono trovati in mano

        uno strumento "valido" per allargare i

        propri orizzonti cultural-musicali l'hanno

        utilizzato, chi bene e chi male, ma in

        generale ha portato a una visione più
        ampia

        della "musica". Quindi accrescimento

        culturale della "massa": un bene

        preziosissimo!

        Mah! Io gli orizzonti musicali me li sono
        allargati da solo ben priam di Napster!
        Basta leggere, informarsi, andare ai
        concerti e frequentare i negozi di dischi!
        seeeeeecome no!!!!il mio negoziante di dischi si sparava audiogalaxy ogni giorno per essere informato.Lascia perdere ... non c'è niente di così immediato come avere TUTTI i dischi di TUTTI a disposizione, affiancati per "simpatia" che gli utenti gli danno, come scorrazzare in una infinita "cameretta" di un tuo amico.Anche un tizio su TUTTO (giornale) lo diceva: non lo trovo nel negozio, entro in rete, audiogalaxy, lo trovo e lo ascolto: molto buono.

        4 - "qualcuno" ha dei grossi interessi nel

        lasciare che gli "orizzonti" delle masse

        rimangano il più piccoli possibile.

        Bah! Alle case discografiche interessa solo
        vendere, alla fine! Se un genere nuovo e
        "underground" inizia a prendere le masse,
        loro ci marciano, non lo ostacolano per
        niente!Prova a produrre un disco e poi ne riparliamo.E poi, soprattutto, prova a produrre qualcosa che non necessariamente vada di moda.Vedremo cosa ti dicono.Oppure prova ad avere la cantante brutta. Oppure il chitarrista dall'aspetto sfigato.Sono pochi quelli che riescono a fare quello che vorrebbero.

        5 - gli stati appoggiando richieste di

        modifiche e aggiunte di legge a scopo

        "artistico-commerciale" stanno andando

        "contro" la natura dell'arte stessa

        Quelle leggi sono nate per volontà degli
        artisti innanzitutto!! Sono le istituzioni
        che sono state spinti dagli artisti ad
        approvare leggi in loro difesa che prima non
        esistevano!
        Non travisiamo la realtà e la storia, per
        favore!ma QUALI artisti? Verga? Battisti?ok.ma se tu NON sei d'accordo, come artista o come fruitore, non esiste alternativa.devi pagare per suonare!!!!!devi pagare per far suonare!!!!devi pagare per far sentire un disco o la radio!!!anche se NON sei d'accordo con quel sistema e vorresti non entrarci.


        6 - gli artisti, senza volerlo, si

        troveranno a dover scegliere i soldi
        oppure

        gli ascoltatori/fan

        Bah! Non vedo il conflitto! E personalmente
        un sedicente "fan" che non ritiene che il
        mio lavoro meriti di essere ricompensato, è
        tutto tranne che un fan e può andare a quel
        paese!Gran cazzata.Vai a letto con chi ti pare o con chi ti paga?Molti artisti hanno un grandissimo (enorme) seguito in luoghi dove non si paga (e negli stessi luoghi, altri non hanno successo per nulla) ... appena iniziano a spuntare i pagamenti, ciao ciao!!!Oppure siamo in un giro do promozione, network radiofonici e imbrillantinamento e impomatamento del prodotto tale che la MASSA già imbonita da tempo e guidata verso il gusto "comune" (l'ho sentita alla radio allora so le parole allora è figa) che sembra dimostrare cose che in realtà non sono.
        Su questo hanno stra-ragione i Metallica! :P
        Io i CD della gente che merita li compro,
        appunto per premiarli e sostenere il loro
        lavoro artistico! Chi ruba e basta non è
        degno di chiamarsi fan, per quel che mi
        riguarda!Io i primi 2 di Irene Grandi li avrei apprezzati ... ma quella poca roba a quel grande prezzo ... proprio no.Mi piace, ma costa troppo.Tante cose sonon belle ... ma se costano troppo, non vuol dire che io non le apprezzi: solo COSTANO TROPPO.E spesso quando la gente riesce a produrle da sole o eludere un sistema commerciale, entra in scena qualche gabella o qualche GABOLA per "farti rientrare nei ranghi" (come è possibile non ciulargli soldi? eh no! bastardi!!)

        La conoscenza viene distribuita PAGANDOLA,
        in genere! Fatti un giro in una libreria
        universitaria e ne riparliamo! :Dio mi faccio un giro in biblioteca e ne parliamo quando vuoi.

        Sì, sì, dicono tutti così...anche i
        criminali intraprendono la professione per
        sentirsi liberi dalla schivitù della società
        e dall'oppressione del lavoro!:-DROTFL ... sono d'accordo ... LOL!!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: idee poco chiare...

          esproprio???
          ma dove???
          la musica a loro resta e soprattutto il
          diritto di rivendicare la paternità
          dell'opera.E chi se ne frega! Se io faccio un pezzo e lo voglio VENDERE che cavolo vuoi tu per obbligarmi a regalartelo? Ma stiamo scherzando?
          io suono gratis, perché mi piace, perché a
          me e ai miei amici piace e soprattutto ci
          piace fare della musica che a NOI piace e
          che piace anche a chi ci viene a sentire.Guarda, detto sinceramente, per quanto conosca gente che suona così in gruppi come te e per quanto siano amici fanno praticamente tutti sempre inevitabilmente schifo!Per fare musica di livello professionale ci vogliono i soldi e il tempo per farla!E a me piace la musica professionale, non i gruppeti che improvvisano per passare le serate in allegria!Per quanto mi riguarda me ne sbatto dell'allegria! Io ai concerti ci vado per sentire musica che merita di essere ascoltata!Quando mi trovi un gruppo che fa musica senza camparci e di alto livello ne riparliamo! (Per altro nel giro di un mese sarà sotto contratto di qulache etichetta, visto che non sono scemi! ^_^)
          Anche un tizio su TUTTO (giornale) lo
          diceva: non lo trovo nel negozio, entro in
          rete, audiogalaxy, lo trovo e lo ascolto:
          molto buono.Beh, non lo può più fare! :PIo vado su CD Now, Amazon o CDBox e faccio lo stesso! Senza violare i diritti di nessuno!
          ma se tu NON sei d'accordo, come artista o
          come fruitore, non esiste alternativa.
          devi pagare per suonare!!!!!
          devi pagare per far suonare!!!!
          devi pagare per far sentire un disco o la
          radio!!!E ci mancherebbe se suoni cover o musica altrui! Poi le storture della SIAE non dipendono dai discografici!Ripeto, se io faccio un disco ho tutto il diritto di decidere come possa andare utilizzato!Se voglio farlo pagare (99,99% dei casi, visto il mazzo che ti sei fatto per produrlo!) lo devi pagare!Puoi non essere d'accordo come artista, ma come fruitore NO, il tuo parere NON conta!Se no da domani inizio a evitare di pagare qualsiasi cosa compro perchè non mi va!
          Gran cazzata.
          Vai a letto con chi ti pare o con chi ti
          paga?La gente con cui vado a letto me la scelgo prima! Non vado a letto al buio con cenitnaia di persone mai viste! :P
          Molti artisti hanno un grandissimo (enorme)
          seguito in luoghi dove non si paga (e negli
          stessi luoghi, altri non hanno successo per
          nulla) ... appena iniziano a spuntare i
          pagamenti, ciao ciao!!!Rimango del parere che siano tutti scrocconi che meglio perderli che trovarli!E poi chi l'ha detto che un'artista debba produrre per l'amore del pubblico? Ma non posso fare musica per gli affaracci miei e metterla in vendita, se a qualcuno piace?Devo per forza puntare all'amore e alla gioia della gente? Non posso fregarmene bellamente?Sarà che sono abituato ad ascoltare gente VERAMENTE underground che probabilmente nessuno in questi forum conosce (sono andato a concerti di artisti dall'estero con un pubblico di un centinaio di persone!), ma non riesco a capire perchè bisogna avere per forza questa passione incondizionata per il pubblico!Posso fare musica perchè mi piace farla e guadagnarci per continuare a farla, visto che piace ad altri?
          Tante cose sonon belle ... ma se costano
          troppo, non vuol dire che io non le
          apprezzi: solo COSTANO TROPPO.Si va beh, non ti stanno chiedendo i miliardi! 20 euro, anche se proprio non guadagni una lira, si tirano su risparmiando sulla pizza e sul vinello del sabato sera!
          • Anonimo scrive:
            Re: idee poco chiare...


            poi le storture della SIAE non

            dipendono dai discografici!

            ah no, le hanno scelte gli utenti adesso.La SIAE è indipendente dai discografici, se non lo sai! E NON fa il lor interesse!Le case discografiche spesso polemizzano con la SIAE e i suoi sistemi di gestione!La SIAE è un carozzone semi-statale che fa solo ed esclusivamente i ca**acci suoi!
            e invece questo non accade.
            io per esempio vorrei potesse essere
            scaricato gratis da internet oppure mollato
            in giro in cd che voglio dare.
            MA no! DEve esserci il bollino siae. Se tu
            vuoi mandarlo nel tuo negozio DEVI PAGARE LA
            SIAELo so! E sono d'accordo che sia una cosa scandalosa! :)Ma dipende dalla SIAE e dalla sua mancanza cronica di fondi in cassa (tranne, pare, quest'anno...evidentemente le "belle" pensate degli ultimi anni hanno giovato ai LORO fondi!)

            Puoi non essere d'accordo come artista, ma

            come fruitore NO, il tuo parere NON conta!

            E invece io lo dico da entrami i lati.
            Proprio perché conosco entrambi.
            E da artista so bene che QUEI soldi sono
            solo una truffa.
            Un disco ben prodotto, tutto compreso, NON
            costa più di 15mila lire (con un minimo di
            500 copie stampate).Sì, se vai a venderlo tu porta a porta e la produzione non è stata troppo dispendiosa ci stai anche dentro.Affidalo alla distribuzione è voilà il prezzo magicamente si impenna intorno alle 25 mila minimo, che è il prezzo che anche gli alternativi alla 99 Posse chiedono!Di meno vai in perdita! (O cmq non guadagni niente)
            Come forse saprai, se ti rechi in un
            ristorante e il prezzo è assurdo, dopo aver
            mangiato sei autorizzato a chiamare i
            carabinieri e far pagare il giusto.Sì, è una vecchia leggenda urbana! Vorrei articolo e comma della legge che stabilisce questa cosa! Magari è vera, eh? Solo per sicurezza! :=)
            Perché a te interessano solo i soldi.
            Un artista che non gode della mia stima per
            quanto riguarda la sua musica, ha invece
            acquistato punti dopo aver posto lo stesso
            quesito che io porrei a te.
            Se fosse impossibile farci soldi faresti
            musica?Mah, credo che la maggior parte dei musicisti direbbe lo stesso. Il punto è che sarebbe musica quasi totalmente squallida e di bassa lega, come ti dicevo prima!E piuttosto che musica di nessun valore a costo zero, preferisco pagare i CD in modo che chi vale possa produrre pezzi sempre migliori!
            Perché non è stata composta pensando "faccio
            un buon prodotto, così potrò venderlo
            meglio".
            MA è una vera opera d'arte, non un prodotto
            industriale con un alto livello qualitativo
            medio.Guarda lasciamo perdere l'argomento con me, nel senso che ascolto esattametne l'opposto simmetrico del commerciale! :DProva ad ascoltare qualcosa che ne so, di Freeform o Autechre o Aphex Twin, o Cornelius o Tortoise, Luke Vibert, Trans Am, FSOL, Dj Shadow, Mum, ecc.. ecc.. e poi capirai quanto io sia distante! :DSi tratta cmq, in genere, di gente che fa musica per il proprio piacere personale, innanzitutto! Dei fan fondamnetalmente se ne strafregano! :)Anzi, gli FSOL non hanno MAI fato un concerto in pubblico in vita loro e mai lo faranno! E' contrario alla loro filosofia! :D
            Quelli che fanno underground vero se ne
            SBATTONO dei soldi.
            Ci sono tizi che fanno drum'n'bass (non mi
            piace e non so se ti piace, ma a molti
            piace)Mi piaceva all'inizio, con il primo CD di Goldie, Photek, gli Spring Heel Jack e molti altri.Attualmente è troppo monotona e commerciale, in buona parte!
            Lo fanno PERCHE' GLI VA e perché alla gente
            che sente, VA. Tutto qui.Certo, ma se voglio anche vendere la mia roba e camparci, che male c'è?Se la cosa che mi piace di più al mondo è fare muisca e ci posso vivere si può sapere perchè non dovrei farlo? Mi sembra da dementi il contrario!
            Beh, la cosa che mi attizzerebbe di più a
            questo punto è che il pubblico che vuoi far
            pagare 20 euro la tua roba, se ne sbattesse
            di te.Musica strano, pubblico strano.. :)Personalmente non me ne frega niente di cosa pensa di me l'artista! Anzi, meno pensa ai suoi fan e più a quello che ha in testa e più sarò un suo fan! :)Come disse Aphex Twin, "il mondo della musica è troppo pieno di gente insicura e bisognosa d'affetto, che si rivolge al pubblico per ottenere quel benessere interiore che gli manca... a me il pubblico piace terrorizzarlo e farlo scappare"! E lo ha fatto letterlamente in varie sue apparizioni live! :DCome vedi il mondo è vario!
    • Anonimo scrive:
      Re: idee poco chiare...
      - Scritto da: cornelius
      1 - la musica è arte quindi cultura e come
      tale "deve" essere patrimonio di tutti. ..acquistandola..
      Selo stato o chi per esso non comprende questo
      "semplice" concetto elementare mi pare ovvio
      che si debba rimediare in "altri" modi.quali? illuminaci per favore
      2 - l'errore grosso è stato fatto a monte
      considerando la musica come una merce,
      quindi vendibile a commerciabile come fosse
      un prodotto da catenda di montaggio.la musica è una merce comunque, lo vogliono gli artisti in primis. Secondo te perchè loro producono? per fare felice te? Ma dove vivi?
      3 - gli utenti che si sono trovati in mano
      uno strumento "valido" per allargare i
      propri orizzonti cultural-musicali l'hanno
      utilizzato, chi bene e chi male, ma in
      generale ha portato a una visione più ampia
      della "musica". Quindi accrescimento
      culturale della "massa": un bene
      preziosissimo!belle parole
      4 - "qualcuno" ha dei grossi interessi nel
      lasciare che gli "orizzonti" delle masse
      rimangano il più piccoli possibile.Le majors proprio no, anzi direi il contrario, vogliono creare sempre nuovi orizzonti su cui fare le loro proposte commerciali
      5 - gli stati appoggiando richieste di
      modifiche e aggiunte di legge a scopo
      "artistico-commerciale" stanno andando
      "contro" la natura dell'arte stessa...stai un po' esagerando, ti sei fatto prendere dall'onda narrativa? :)
      6 - gli artisti, senza volerlo, si
      troveranno a dover scegliere i soldi oppure
      gli ascoltatori/fancredo che scieglieranno comunque i soldi, grazie ai fans
      7 - da sempre la "conoscenza" viene
      "distribuita" tra le persone: quello che io
      so lo "trasmetto" ad altre persone. La
      musica è "sapere" quindi in un modo o
      nell'altro verrà "distribuita"...sempre acquistandola nei negozi, abbiamo capito che i nostri Savonarola ...oops.... artisti, non hanno voglia di darci niente di gratis.
      8 - non si tratta di essere ladri, si tratta
      di "conoscere" il più possibile per poi
      "liberarsi" dalla schiavitù dell'ignoranza
      che a "qualcuno" fa molto comodo.Adesso ho capito, forse a pranzo hai alzato il gomito.... se avessi letto prima tutto fino in fondo non ti avrei nemmeno risposto.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: idee poco chiare...
      - Scritto da: cornelius
      1 - la cucina è arte quindi cultura e come
      tale "deve" essere patrimonio di tutti. Se
      lo stato o chi per esso non comprende questo
      "semplice" concetto elementare mi pare ovvio
      che si debba rimediare in "altri" modi. Per
      tanto andiamo tutti al ristorante e
      PRETENDIAMO che ci diano ingredienti e lavoro
      di cucina gratis.paragone del cazzo a parte, sono stupito del fatto che esistano le biblioteche statali (con diritti e doveri di tutti in questo senso) e che non esista un parallelo per la musica contemporanea, storica e antica.
      2 - l'errore grosso è stato fatto a monte
      considerando la musica come una merce,
      quindi vendibile a commerciabile come fosse
      un prodotto da catenda di montaggio.ma, tant'è, ormai è così e le basi su cui si discute sono queste.sono secoli che vado dicendo: ok, chi vuol stare dietro a majors, siae e copyright lo faccia. ma chi vuol instaurare un altro sistema, cosa sta facendo?Creazione, distribuzione e "nuova" tutela alternativa (ovvero : SE VOGLIO vendo, altrimenti REGALO ma deve solo essere chiaro che io sono l'autore ; non voglio nulla ma nessuno può spacciare per sua la mia opera) devono essere create.Non esistono.Non esiste un metodo alternativo.(cut)
      4 - "qualcuno" ha dei grossi interessi nel
      lasciare che gli "orizzonti" delle masse
      rimangano il più piccoli possibile.vero.utenti meno esigenti, meno smaliziati e più prevedibili, controllabili, con prodotti più facili da inoculare.
      5 - gli stati appoggiando richieste di
      modifiche e aggiunte di legge a scopo
      "artistico-commerciale" stanno andando
      "contro" la natura dell'arte stessacome qualsiasi altra richiesta di poteri ECONOMICI accettate.Ma del resto, loro insistono, noi invece blateriamo su un forum o al bar e dopo ce lo dimentichiamo, fino alla prossima starnazzata.

      6 - gli artisti, senza volerlo, si
      troveranno a dover scegliere i soldi oppure
      gli ascoltatori/fanQuesto punto mi interessa. Potresti svilupparlo includendo anche le manifestazioni live?davvero, non ti sto prendendo in giro!
      7 - da sempre la "conoscenza" viene
      "distribuita" tra le persone: quello che io
      so lo "trasmetto" ad altre persone. La
      musica è "sapere" quindi in un modo o
      nell'altro verrà "distribuita"Anche i segreti industriali, le formule chimiche protette e vari altri brevetti sono conoscenza.Ma prova a diffonderli ... o usarli senza detenerne o averne acquisito il diritto ...Sono comunque contro, ma questa è la realtà.ti fa schifo?anche a me!Facciamo qualcosa?non mi pare proprio che NESSUNO ci stiaa riuscendo.
      8 - non si tratta di essere ladri, si tratta
      di "conoscere" il più possibile per poi
      "liberarsi" dalla schiavitù dell'ignoranza
      che a "qualcuno" fa molto comodosi tratta di slapparsi un disco gratis invece che spendere 20 euro del menga!se costasse 6-7 euro, ce ne sbatteremmo tutti.E pure se ne sbatterebbero anche se puoi farci l'mp3 (che ormai mi è divenuto davvero utile!!! ho tutti i cd "normali" ma gli mp3 mi servono per farmi una specie di radio interna a casa, per la macchina e per il lettore portatile che non salta mai ...)saluti azzimi!
      • Anonimo scrive:
        Re: idee poco chiare...

        ma, tant'è, ormai è così e le basi su cui si
        discute sono queste.
        sono secoli che vado dicendo: ok, chi vuol
        stare dietro a majors, siae e copyright lo
        faccia. ma chi vuol instaurare un altro
        sistema, cosa sta facendo?
        Creazione, distribuzione e "nuova" tutela
        alternativa (ovvero : SE VOGLIO vendo,
        altrimenti REGALO ma deve solo essere chiaro
        che io sono l'autore ; non voglio nulla ma
        nessuno può spacciare per sua la mia opera)
        devono essere create.

        Non esistono.

        Non esiste un metodo alternativociao, contattami, cerco gente che vuole partecipare a un progetto per una similGPL per cinema&musica, se ti interessa di partecipare, mettiamo su una mailing list.ps.lopsterdev5 è fenomenale!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: idee poco chiare...
          - Scritto da: mel4tonin
          ciao, contattami, cerco gente che vuole
          partecipare a un progetto per una similGPL
          per cinema&musica, se ti interessa di
          partecipare, mettiamo su una mailing list.

          ps.
          lopsterdev5 è fenomenale!!!!e come ti si contatta?
      • Anonimo scrive:
        Re: idee poco chiare...

        Anche i segreti industriali, le formule
        chimiche protette e vari altri brevetti sono
        conoscenza.
        Ma prova a diffonderli ... o usarli senza
        detenerne o averne acquisito il diritto ...
        Sono comunque contro, ma questa è la realtà.
        ti fa schifo?
        anche a me!A me assolutamente no!! Io spendo vagonate id miliardi in ricerca come azienda, anni di lavoro come ricercatore, alla fine arrivo alla mia invenzione e la devo dare gratis a tutti?Ma sei fuori o cosa? :OGuarda che le conoscenze applicative attuali le abbiamo TUTTE grazie ai brevetti! In Unione Sovietica la conoscenza era libera come vuoi tu, visto che tutte le aziende erano di un unico propietario. Beh, in quello stato non hanno inventato praticamente un cavolo di nulla in 70 anni di esistenza!FORSE che i brevetti servano a qualcosa, che dici?Qua mi pare che molta gente non abbia nessun rispetto per il lavoro altrui! L'unico degno che conta è il proprio, gli altri freghiamoli pure! Per il bene della colelttività e per amore di cultura e conoscenza, ovviamente!
        • Anonimo scrive:
          Re: idee poco chiare...
          - Scritto da: Ekleptical
          FORSE che i brevetti servano a qualcosa, che
          dici?sentiamo.affermi forse che la protezione del diritto al guadagno di una persona, accresce la cultura generale dell'umanità, delle comunità scientifiche e fa progredire tutti, donando a questa specie che ha in più degli altri animali anche l'intelligenza, la possibilità non solo di sopravvivere, ma di lasciarsi alle spalle i problemi quotidiani?il brevetto secondo te SERVE?ha una vera utilità?e quale, oltre a garantire soldi per lo scopritore o chi lo "possiede" ?
  • Anonimo scrive:
    Faccio una profezia...
    ...entro un paio d'anni il file-sharing sarà solo un ricordo del passato!Freenet non partirà mai perchè verra dichiarato illegale subito con l'approvazione generale del pianeta (in chiave anti-terroristico/pedofila/criminale).Il resto dei sistemi verrà stroncato sia denunciando i produttori dei software di condivisione (che peraltro non ho ancora capito chi gliela fa fare!) e chiudendo tutti i sistemi di sharing basati su server centrali a suon di denunce.Per Gnutella e simili, basta iniziare a portare in galera gli utenti e nel giro di un mese nessuno si fida più a condividere niente e addio file-sharing!Anzi! Vi immaginate in Italia, dove la gran parte della gente campa in casa dei genitori fino ai 30 anni, l'effetto di una campagna di rischio galera per tutti?I minorenni potranno sicuramente scordarsi Internet per un bel pezzo. E per i maggiorenni il rischio polizia, per quanto remoto, gli farà perdere rapidamente la voglia.Completiamo il quadro con gli mp3 farlocchi messi in giro ad-hoc e la pirateria online è finita!Per altro faccio notare che c'è un giro di vite mondiale contro la pirateria! Fino a poco tempo fa i gruppi warez campavano tranquilli e beati senza troppe preoccupaizoni. Ora iniziano a sbattere in galera (vera!) pure quelli. E' un clima che avanza!Del resto è giusto così. Se, come pare con le nuove iniziative, le case discografiche inizano a vendere i loro file onlne a prezzi onesti (1 euro, pare) ogni scusa sul "costa troppo e i CD sono pieni di pezzi inutili e 2 buoni" viene meno! Se il prezzo di una musica è pari a quello di un gelato di tutto si può parlare, tanne che di furto! Non mi pare sostenibile che il valore di un pezzo sia minore di quello di un ghiacciolo!Per altro concludo sfatando 2 miti:1) Le case discografiche col cavolo che guadagnano miliardi coi boss che girano in Ferrari! Forse in America e UK, ma in Italia tirano a campare! Il settore è in crisi NERISSIMA e rischia SERIAMENTE (e tutt'altro che a parole) il fallimento entro un paio d'anni!2) Ma agli artisti ci pensa nessuno? Le case discografiche saranno anche sfruttatrici, ma i soldi agli artisti li vogliamo dare? Capisco sia più facile attaccare una fantomatica major con un'immagine fittizia degna della peggior Spectre di James Bond, ma come mai NESSUNO ha il coraggio di dire che ogni pezzo scaricato (e non comprato) sono soldi in meno che vanno all'artista? E se questo vi sta sulle ballz perchè scaricate i suoi pezzi? :P
    • Anonimo scrive:
      Re: Faccio una profezia...
      La crisi non si risolve aumentando i prezzi a dismisura: se vendessero a poco, venderebbero (e guadagnerebbero) infinitamente di più.
      • Anonimo scrive:
        Re: Faccio una profezia...

        Ma agli artisti ci pensa nessuno?Gli artisti con i concerti e le varie apparizione in tv e in radio dici che non riuscirebbero a campare ugualmente???
        • Anonimo scrive:
          Re: Faccio una profezia...

          Gli artisti con i concerti e le varie
          apparizione in tv e in radio dici che non
          riuscirebbero a campare ugualmente???Mah, direi di no!Basta che ti fai i conti! Forse se ti chiami U2 e riempi gli stadi ce la fai anche.Per gli altri dubito fortemente!Per quelli che ascolto io, che non passano in radio e ai cui concerti di nicchia se sei fortunato ci vanno poche miglialia di persone ti rispondo senz'altro no! :)A questo proposito ti mando ad un simpatico e interessantissimo articolo di Sergio Caputo che ti chiarirà come funzionano i concerti (non so nenahc'io come ho fatto a ripescare il link! :D):http://musicaitaliana.com/articoli/sergiocaputoDacci una letta e poi ne riparliamo!E cmq personalmente un mondo in cui musica vuol dire solo Britney Spears e Shakira io non lo voglio!Preferisco senza dubbio alcuno che sbattano in galera tutti i file-sharer a vita! :P
    • Anonimo scrive:
      Re: Faccio una profezia...

      1) Le case discografiche col cavolo che
      guadagnano miliardi coi boss che girano in
      Ferrari! Forse in America e UK, ma in Italia
      tirano a campare! Il settore è in crisi
      NERISSIMA e rischia SERIAMENTE (e tutt'altro
      che a parole) il fallimento entro un paio
      d'anni!Vero. Dì che abbassino i prezzi e cominciano a vendere di più.
      2) Ma agli artisti ci pensa nessuno? Le case
      discografiche saranno anche sfruttatrici, ma
      i soldi agli artisti li vogliamo dare?Allora mi spieghi perchè, ai tempi di Napster, gli artisti erano a favore, e gli oppositori, epr lo più, erano le Majors, e alcuni artisti che ninete avevano da pardere come Metallica e Gabriel (neinte da perdere perchè in ogni già erano "nomi", e qualche milionata di copie a album la vendono comunque a prescindere dalla pirateria)?
    • Anonimo scrive:
      Re: Faccio una profezia...
      Leggi il mio thread sopra e dimmi un po eh...
    • Anonimo scrive:
      Re: Faccio una profezia...
      - Scritto da: Ekleptical
      ...entro un paio d'anni il file-sharing sarà
      solo un ricordo del passato!Può essere....
      Freenet non partirà mai perchè verra
      dichiarato illegale subito con
      l'approvazione generale del pianeta (in
      chiave
      anti-terroristico/pedofila/criminale).Speriamo di no... Anche perchè lo scopo di Freenet non è quello di scambiarsi gli MP3....
      Il resto dei sistemi verrà stroncato sia
      denunciando i produttori dei software di....
      Per Gnutella e simili, basta iniziare a
      portare in galera gli utenti e nel giro di....
      fino ai 30 anni, l'effetto di una campagna
      di rischio galera per tutti?....
      maggiorenni il rischio polizia, per quanto
      remoto, gli farà perdere rapidamente la....Mah... Al di la del legale o dell'illegale, a me uno Stato di Polizia non piace più di tanto...Comunque quì rimaniamo nel discorso di cosa è legale e cosa illegale...Che piaccia o no, che i CD costino poco o tanto, che le case discografiche siano delle benefattrici dell'umanità o delle ingorde profittatrici, fa poca differenza: il file sharing di pezzi protetti dal diritto di autore è illegale.Quello che ti contesto è la seconda parte del tuo post:....
      Del resto è giusto così. Se, come pare con
      le nuove iniziative, le case discografiche
      inizano a vendere i loro file onlne a prezzi
      onesti (1 euro, pare) ogni scusa sul "costa
      troppo e i CD sono pieni di pezzi inutili eMa scusa, 1 Euro per un pezzo di musica di 3-5 minuti, in un formato scadente, senza supporto e che ti devi scaricare tu a tue spese, ti sembra un prezzo economico ? Se ti scaricassi un intero CD (diciamo di 15 brani) verresti a spendere 15 Euro. Più il costo del download. Senza ricarico per il rivenditore. Senza la possibilità di ascoltarlo prima. Senza la possibilità di sostituirlo. Senza supporto. Senza copertina. In un formato qualitativamente MOLTO inferiore. E tu dici che sono prezzi onesti ? A me sembra una pura e semplice PRESA PER IL CULO !!! In quanto al discorso dei pezzi inutili rimane tale e quale. A meno che tu non conosca già il disco. Ma se lo conosci vuol dire che l'hai già ascoltato da qualcuno. E in tal caso, a questi prezzi e dovendolo comunque masterizzare, te lo fai prestare e lo copi. Con buona pace per la lotta contro la pirateria. Se a questo aggiungi che la musica oggi è mediamente alquanto scadente....
      2 buoni" viene meno! Se il prezzo di una
      musica è pari a quello di un gelato di tutto
      si può parlare, tanne che di furto! Non mi
      pare sostenibile che il valore di un pezzo
      sia minore di quello di un ghiacciolo!Preferisco comprarmi il gelato e non farmi prendere per il culo.Fino a qualche anno fa i compravo mediamente un CD a settimana. E parlo di CD a prezzo pieno. Ora mi sono stufato. Non compro quasi più CD. E quei pochissimi che compro sono CD economici a meno di 5 euro.Mi limito ad ascoltare i miei CD vecchi, e in effetti vista la qualità degli "artisti" di oggi non ci perdo proprio nulla...E ho sentito fare da molti lo stesso discorso...Quindi la pirateria NON è l'unica causa della diminuzione delle vendite di CD.Le case discografiche possono bloccare la pirateria (forse), ma di certo non possono obbligare la gente a comprare musica.
      Per altro concludo sfatando 2 miti:
      1) Le case discografiche col cavolo che
      guadagnano miliardi coi boss che girano in
      Ferrari! Forse in America e UK, ma in Italia
      tirano a campare! Il settore è in crisi
      NERISSIMA e rischia SERIAMENTE (e tutt'altro
      che a parole) il fallimento entro un paio
      d'anni!Ho qualche dubbio. Comunque se la sono cercata.
      2) Ma agli artisti ci pensa nessuno? Le case
      discografiche saranno anche sfruttatrici, ma
      i soldi agli artisti li vogliamo dare?Beh, non mi pare che muoiano di fame...Anche se Madonna una volta ha dichiarato che era contro la pirateria perchè doveva pensare ai suoi poveri bambini... (Poi al termine dell'intervista è tornata alla sua megavilla da svariate decine di miloni di dollari...)Le case discografiche hanno ottenuto il risultato di disaffezionare la gente alla musica. Con il risultato che la gente non compra più dischi (al massimo se li copia..).Hanno trasformato la musica da arte a oggetto di consumo. I gruppi musicali sono sempre più spesso delle band "usa e getta" che tirano fuori un disco o due (venduti grazie alla pubblicità) e poi spariscono senza creare affezione. Una volta nei negozi di musica vedevi gente di tutte le età, oggi sono prevalentemente i ragazzini. Certo è più facile vendere ai ragazzini....meno spese...più guadagni...meno rischi...ma i risultati sono sotto l'occhio di tutti !!
      • Anonimo scrive:
        Re: Faccio una profezia...dimenticavo...
        La profezia ora la faccio io:Quando finirà il file-sharing non finirà la crisi del mercato discografico.
        • Anonimo scrive:
          Re: Faccio una profezia...dimenticavo...
          Tutto vero: io ultimamente compro due-tre cd all'anno di gruppi che conosco bene: non ho voglia di spendere 20 euro nella speranza di trovare qcs di decente, mi sento i miei cd e morta li`. 1 euro per un file mp3 non e` un furto, e` un _latrocinio_: poniamo che io abbia un impianto da 5000 euro e voglia sentirmi il nuovo pezzo di Mike Oldfield (non mi piace tantissimo, ma era per dire un nome abbastanza conosciuto), ma devo sentire un mp3? ma siamo impazziti? per quei soldi _esigo_ un supporto fisico ed una qualita` adeguata, la musica non e` mica tutta britney spears e take that.ciao raist
          • Anonimo scrive:
            Re: Faccio una profezia...dimenticavo...

            poniamo che io
            abbia un impianto da 5000 euro e voglia
            sentirmi il nuovo pezzo di Mike Oldfield
            (non mi piace tantissimo, ma era per dire un
            nome abbastanza conosciuto), ma devo sentire
            un mp3? ma siamo impazziti? per quei soldi
            _esigo_ un supporto fisico ed una qualita`
            adeguataMa te vivi all'ombra della luna o che? :P (e vai di citazione)Cioè tu vorresti un CD a 1 euro? Ma ti rendi conto? Solo per il supporto, per quanto industriale, paghi almeno 0,25 cent, aggiungici cover e copertina e sali a 0,5. Allo 0,5 che rimane devi togliere: i costi di distribuzione, i passaggi intermedi fino al venditore e il guadagno di quest'ultimo.Mi spieghi come fai a ricavarci anche solo 1 centesimo? Anzi, come fai a non andare in perdita?Gente, se la musica per voi è un'appendice della giornata senza nessun valore, tanto per passare il tempo, NON compratela! Fate bene!Chi la musica la ama vi ringrazierà! Ci liberate da un sacco di artistucoli da strapazzo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Faccio una profezia...dimenticavo...

            Ma te vivi all'ombra della luna o che? :P (e
            vai di citazione)
            Cioè tu vorresti un CD a 1 euro? Ma ti rendi
            conto? Solo per il supporto, per quanto
            industriale, paghi almeno 0,25 cent,
            aggiungici cover e copertina e sali a 0,5.
            Allo 0,5 che rimane devi togliere: i costi
            di distribuzione, i passaggi intermedi fino
            al venditore e il guadagno di quest'ultimo.
            Mi spieghi come fai a ricavarci anche solo 1
            centesimo? Anzi, come fai a non andare in
            perdita?forse mi sono spiegato male, si parlava di 1euro a pezzo. se i cd nuovi costassero, che so, 10 euro, ne comprerei _almeno_ 1 al mese, ma 20 e` un furto

            Gente, se la musica per voi è un'appendice
            della giornata senza nessun valore, tanto
            per passare il tempo, NON compratela! Fate
            bene!
            Chi la musica la ama vi ringrazierà! Ci
            liberate da un sacco di artistucoli da
            strapazzo!guarda che non credo di essere uno che ascolta musica commerciale, e a casa ho una libreria piena di cd _originali_ pagati dal primo all'ultimo, quindi non venire a farmi la morale. Spero concorderai con me che 20 euro per il disco di chi so io e` un po' tantino, quando i dream theater, per dirne uno, hanno fatto uscire un live _triplo_ a 60.000lire (preso subito) e i pearl jam un live _doppio_ a 45000 (come sopra). Questi (e altri) esempi credo dimostrino che la musica si puo` far pagare di meno, solo che "qualcuno" non vuole
          • Anonimo scrive:
            Re: Faccio una profezia...dimenticavo...

            forse mi sono spiegato male, si parlava di
            1euro a pezzo. se i cd nuovi costassero, che
            so, 10 euro, ne comprerei _almeno_ 1 al
            mese, ma 20 e` un furtoIo parlavo del fatto che un euro a pezzo è sacrosanto, per il valore che un bel pezzo ha!E se vuoi un pezzo SINGOLO non c'è alternativa a minor costo di maggiore qualità sonora ipotizzabile! E' fisicamente impossibile!
            guarda che non credo di essere uno che
            ascolta musica commerciale, e a casa ho una
            libreria piena di cd _originali_ pagati dal
            primo all'ultimo, quindi non venire a farmi
            la morale. Spero concorderai con me che 20
            euro per il disco di chi so io e` un po'
            tantinoOk, 20 euro è tanto, sono il primo a dirlo, visti i malori del mio portafogli! :)Però non si può arrivare a livelli ridicoli da CD a 4-5 euro come qualcuno si mette a dire in questo forum!Per me il giusto è attorno ai 15, come qualche anno fa!
          • Anonimo scrive:
            Re: Faccio una profezia...dimenticavo...

            Io parlavo del fatto che un euro a pezzo è
            sacrosanto, per il valore che un bel pezzo
            ha!
            E se vuoi un pezzo SINGOLO non c'è
            alternativa a minor costo di maggiore
            qualità sonora ipotizzabile! E' fisicamente
            impossibile!per un pezzo si`, ma se ti vuoi scaricare l'intero cd e` un furto

            Ok, 20 euro è tanto, sono il primo a dirlo,
            visti i malori del mio portafogli! :)
            Però non si può arrivare a livelli ridicoli
            da CD a 4-5 euro come qualcuno si mette a
            dire in questo forum!
            Per me il giusto è attorno ai 15, come
            qualche anno fa!5 euro per un cd nuovo e` assurdo, ma 10-12 mi sembra piu` che ragionevole, 15 e` gia` un po' troppo, ma questa e` una mia opinione (a pensarci bene, anche le altre:))
      • Anonimo scrive:
        Re: Faccio una profezia...

        Ma scusa, 1 Euro per un pezzo di musica di
        3-5 minuti, in un formato scadente, senza
        supporto e che ti devi scaricare tu a tue
        spese, ti sembra un prezzo economico ? Mah, a me sì, contando che il CD single ne viene 5-6! (e i remix e le B-Sides in genere, ma non sempre ovviamente, sono inutili!)
        Se ti
        scaricassi un intero CD (diciamo di 15
        brani) verresti a spendere 15 Euro. Più il
        costo del download.Va beh, io pago forfettaria l'ADSL! Scarico più scarico meno, non mi cambia di un centesimo di euro il costo! :PE sarebbe un CD con pezzi che mi scelgo IO!
        Senza la possibilità di
        ascoltarlo prima.E chi te l'ha detto? Già ora se vai su Pressplay hai l'ascolto gratuito di 30 secondi di tutto quel cavolo che vuoi! E 30 secondi, in genere (ovviamente non sempre anche qua!) bastano per decidere se un pezzo vale o no!Poi se è proprio per i 30 secondi, non credo che alle case discografiche dia troppo fastidio estenderlo a 1-2 minuti! Non vedo cosa gli cambi!30 secondi è uno standard nel campo musicale per vari motici (di carattere soprattutto legale) che tralasciamo...
        Senza la possibilità di
        sostituirlo.In che senso sostituirlo? ^^;;L'mp3 o va o non l'hai scaricato! Mica è un CD che può essere rovinato per il trasproto (cosa peraltro capitata una votla in vita mia!)
        Senza supporto. Senza
        copertina. Te le puoi scaricare e stampare! (Già puoi o è prevista come cosa in futuro)
        In un formato qualitativamente
        MOLTO inferiore.Bah! Sul MOLTO è tutto da discutere! In genree la differenza è risibile! (A meno che tu non sia un appassionato di sinfonica, ma quei CD costano talmente poco che è persino ridicolo scaricarsi gli mp3!)
        In quanto al discorso dei pezzi inutili
        rimane tale e quale. A meno che tu non
        conosca già il disco. Ma se lo conosci vuol
        dire che l'hai già ascoltato da qualcuno.Hai mai provato ad andare su Amazon, CD Now o, in Italia, CDBox? Puoi ascoltarti spezzoni di brani per quasi tutti i CD che hanno in catalogo!Io valuto sempre l'acquisto preventivamente in quel modo! :)E lo stesso puoi fare sui sistemi online delle case discografiche!E alla fine è quello che fai nei negozi di dischi! Mica nel punto di ascolto ti piazzi un'ora ad ascoltare tutto il CD secondo per secondo! La folla in attesa inferocita ti lincerebbe, quantomeno! :P
        in tal caso, a questi prezzi e dovendolo
        comunque masterizzare, te lo fai prestare e
        lo copi. Con buona pace per la lotta contro
        la pirateria. Per me è questione di principio! Io i CD lo compro per finanziare gli artisti, non per avere la musica sottomano! Ho comprato CD originali di cui avevo la copia su CD-R o l'intero album in mp3!Personalmente do un altissimo valore alla musica e all'arte e chi la fa i miei soldi li merita tutti! (che poi buoan parte se li ciucci la casa discografica e non l'artista è un altro dicorso.. ^_^)
        Se a questo aggiungi che la musica oggi è
        mediamente alquanto scadente.... Vaccata! Informati meglio e gira un po'. Se poi conosci solo Britney & co la colpa è tua, non della musica! :P
        Preferisco comprarmi il gelato e non farmi
        prendere per il culo.Io rinuncio al gelato e compro la musica, finanziando l'artista! Senza dubbio! Non c'è proprio competizione, come valore, fra un bel pezzo e un gelato! :O
        Beh, non mi pare che muoiano di fame...Dipende da quelli che ascolti tu!E poi che discorso è? Se il mio lavoro vale e viene apprezzato è giusto che guadagni anche tanto.Nemmeno in Unione Sovietica si sognavano uno stipendio uguale e insuperabile per tutti!
        Le case discografiche hanno ottenuto il
        risultato di disaffezionare la gente alla
        musica. Con il risultato che la gente non
        compra più dischi (al massimo se li
        copia..).Mah! Ti dirò, in realtà OBBIETTIVAMETNE priam di Napster funzionava tutto benissimo! Prova a ripensare a quei tempi! I CD si copiavano, certo(come le cassette ancora prima), ma di originali era piena ogni casa!Ora c'è gente che la musica non la paga e non la vuole più pagare proprio! Scarica a sbafo gratis e basta!Cecchè se ne dica, la colpa è ECCOME del file-sharing!
        Hanno trasformato la musica da arte a
        oggetto di consumo. I gruppi musicali sono
        sempre più spesso delle band "usa e getta"
        che tirano fuori un disco o due (venduti
        grazie alla pubblicità) e poi spariscono
        senza creare affezione. Del resto, se la gente i CD li sbafa senza comprarli, non vedo che senso abbia investire molto in artisti più di spessore! Dal punto di vista commerciale solo Britney può assicurare un ritorno economico che gisutifichi gli investimenti! Del resto persino George Micheal rischia di essere scaricato dalla sua casa discografica perchè il suo (pen)ultimo pezzo è arrivato solo 7imo in classifica in UK!Se le vendite sono scarse è ovvio che si punta tutto su chi può assicurarne un numero decente!In realtà, se calo qualitativo in parte c'è stato (sicrumante dal punto di vista commerciale) è iniziato prorio, guarda caso, dall'uscita di Napster anni fa!Prova a pensarci!Può essere che sia stato ininfluente, ma magari senza il file-sharing avremmo in giro musica molto migliore!
        • Anonimo scrive:
          Re: Faccio una profezia...
          - Scritto da: Ekleptical

          Ma scusa, 1 Euro per un pezzo di musica di

          3-5 minuti, in un formato scadente, senza

          supporto e che ti devi scaricare tu a tue

          spese, ti sembra un prezzo economico ?

          Mah, a me sì, contando che il CD single ne
          viene 5-6! (e i remix e le B-Sides in
          genere, ma non sempre ovviamente, sono
          inutili!CD single ?!?!? E chi se li compra ???Per non parlare dei remix...

          Se ti

          scaricassi un intero CD (diciamo di 15

          brani) verresti a spendere 15 Euro. Più il

          costo del download.

          Va beh, io pago forfettaria l'ADSL! Scarico
          più scarico meno, non mi cambia di un
          centesimo di euro il costo! :P
          E sarebbe un CD con pezzi che mi scelgo IO!Tu paghi un forfettario perchè la usi mediamente un tot. E tutti quelli che hanno l'ADSL la usano mediamente un tot. Se tutti quelli che hanno l'ADSL la usassero 2*tot stai tranquillo che costerebbe di più. Magari non il doppio ma certamente di più.

          Senza la possibilità di

          ascoltarlo prima.

          E chi te l'ha detto? Già ora se vai su
          Pressplay hai l'ascolto gratuito di 30
          secondi di tutto quel cavolo che vuoi! E 30
          secondi, in genere (ovviamente non sempre
          anche qua!) bastano per decidere se un pezzo
          vale o no!Con 30 secondi di musica ci fai si e no la suoneria del cellulare...In tutta sincerità in alcuni casi io un brano lo devo ascoltare un po' di volte prima di dirti se mi piace o meno...
          Poi se è proprio per i 30 secondi, non credo
          che alle case discografiche dia troppo
          fastidio estenderlo a 1-2 minuti! Non vedo
          cosa gli cambi!Infatti: non cambia nulla. Non sono sufficienti. Quindi ti compri o ti scarichi il CD intero e poi te lo ascolti ed impari ad apprezzare (o non apprezzare) ogni singolo pezzo.E poi, in tutta sincerità, un CD in genere è pensato dall'artista nel suo complesso. Ascoltarlo quà e là è una vaccata.Quindi ti scarichi il CD completo e lo paghi 15 Euro.
          30 secondi è uno standard nel campo musicale
          per vari motici (di carattere soprattutto
          legale) che tralasciamo...



          Senza la possibilità di

          sostituirlo.

          In che senso sostituirlo? ^^;;
          L'mp3 o va o non l'hai scaricato! Mica è un
          CD che può essere rovinato per il trasproto
          (cosa peraltro capitata una votla in vita
          mia!)Beh, può succedere. Ad esempio fai un regalo per poi scoprire che è un doppione...

          Senza supporto. Senza

          copertina.

          Te le puoi scaricare e stampare! (Già puoi o
          è prevista come cosa in futuro)Ovviamente la Epson ti fornisce inchiostro gratis..Stampare un libretto di qualche pagina a colori può venire a costare anche un Euro. Da aggiungere ai 15 di sopra...E comunque non è la stessa cosa.

          In un formato qualitativamente

          MOLTO inferiore.

          Bah! Sul MOLTO è tutto da discutere! In
          genree la differenza è risibile! (A meno cheRisibile un par de balle...A meno che non ascolti la musica su un impianto preso coi bollini della benzina...
          tu non sia un appassionato di sinfonica, ma
          quei CD costano talmente poco che è persino
          ridicolo scaricarsi gli mp3!)Sono appassionato ANCHE di sinfonica.In quanto al fatto che quei CD costano talmente poco, ti consiglio di ascoltare e vedere quanto costano quelli buoni (ad esempio i Telarc) e non quelli venduti a 3 Euro nei supermercati (per carità: pregevoli visto il costo, ma di qualità non eccelsa e di orchestre semisconosciute).

          In quanto al discorso dei pezzi inutili

          rimane tale e quale. A meno che tu non

          conosca già il disco. Ma se lo conosci
          vuol

          dire che l'hai già ascoltato da qualcuno.

          Hai mai provato ad andare su Amazon, CD Now
          o, in Italia, CDBox? Puoi ascoltarti
          spezzoni di brani per quasi tutti i CD che
          hanno in catalogo!
          Io valuto sempre l'acquisto preventivamente
          in quel modo! :)
          E lo stesso puoi fare sui sistemi online
          delle case discografiche!Discorso già affrontato...
          E alla fine è quello che fai nei negozi di
          dischi! Mica nel punto di ascolto ti piazzi
          un'ora ad ascoltare tutto il CD secondo per
          secondo! La folla in attesa inferocita ti
          lincerebbe, quantomeno! :PQuando compravo uno o due CD a settimana facevo proprio così. E in qualche caso, dopo l'ora di ascolto, mi è capitato di andarmene a mani vuote perchè non avevo trovato nulla che mi interessasse....Malgrado questo possiedo diversi CD che avrei fatto meglio a lasciare sullo scaffale...E tu mi vorresti vendere un CD in 30 secondi ?......

          Se a questo aggiungi che la musica oggi è

          mediamente alquanto scadente....

          Vaccata! Informati meglio e gira un po'. Se
          poi conosci solo Britney & co la colpa è
          tua, non della musica! :PChi è Britney ???

          Preferisco comprarmi il gelato e non farmi

          prendere per il culo.

          Io rinuncio al gelato e compro la musica,
          finanziando l'artista! Senza dubbio! Non c'è
          proprio competizione, come valore, fra un
          bel pezzo e un gelato! :OCerto. Sempre che si tratti di un artista...

          Beh, non mi pare che muoiano di fame...

          Dipende da quelli che ascolti tu!
          E poi che discorso è? Se il mio lavoro vale
          e viene apprezzato è giusto che guadagni
          anche tanto.Se il tuo lavoro non mi piace e costa troppo io non lo compro e tu ti fotti. Si chiama "legge della domanda e dell'offerta".....

          Le case discografiche hanno ottenuto il

          risultato di disaffezionare la gente alla

          musica. Con il risultato che la gente non

          compra più dischi (al massimo se li

          copia..).

          Mah! Ti dirò, in realtà OBBIETTIVAMETNE
          priam di Napster funzionava tutto benissimo!
          Prova a ripensare a quei tempi! I CD si
          copiavano, certo(come le cassette ancora
          prima), ma di originali era piena ogni casa!
          Ora c'è gente che la musica non la paga e
          non la vuole più pagare proprio! Scarica a
          sbafo gratis e basta!Appunto: si copiava anche allora ma non c'era crisi. Perchè ?
          Cecchè se ne dica, la colpa è ECCOME del
          file-sharing!Quando ero bambino la musica la si registrava dalla radio e andava tutto bene.Quando ero ragazzino la musica la si duplicava dalla cassetta o dall'LP dell'amico e andava tutto bene.Quando ero ragazzo la musica la si registrava su cassetta dal CD dell'amico e andava tutto bene.Qalche anno fa la musica la si copiava da CD a CD con il masterizzatore e andava tutto bene.Ora la musica la si scarica in MP3 e improvvisamente non va più bene.

          Hanno trasformato la musica da arte a

          oggetto di consumo. I gruppi musicali sono

          sempre più spesso delle band "usa e getta"

          che tirano fuori un disco o due (venduti

          grazie alla pubblicità) e poi spariscon
    • Anonimo scrive:
      Re: Faccio una profezia...
      - Scritto da: Ekleptical
      ...entro un paio d'anni il file-sharing sarà
      solo un ricordo del passato!opinione TUA... anche quando chiusero napster dissero che il filesharing è morto... tsk.
      Freenet non partirà mai perchè verra
      dichiarato illegale subito con
      l'approvazione generale del pianeta (in
      chiave
      anti-terroristico/pedofila/criminale).mmmm....non so perchè non conosco a fondo il progetto. però mi pare che openPGP, altro progetto di cifratura potenzialmente a prova di bomba in quanto opensource e modificabile in qualsiasi maniera, non abbia chiuso i battenti.
      Il resto dei sistemi verrà stroncato sia
      denunciando i produttori dei software di
      condivisione (che peraltro non ho ancora
      capito chi gliela fa fare!) e chiudendo
      tutti i sistemi di sharing basati su server
      centrali a suon di denunce.mah... se tu fossi nei panni dei produttori di morpheus o kazaa, ad esempio, quanto faresti pagare UN banner sul tuo sistema di filesharing che viene potenzialmente usato da un buon miliardo di utenti?
      Per Gnutella e simili, basta iniziare a
      portare in galera gli utenti e nel giro di
      un mese nessuno si fida più a condividere
      niente e addio file-sharing!non credo proprio e ti rimando ad un post precedente che faceva un parallelo tra questo e le multe per eccesso di velocità.
      Anzi! Vi immaginate in Italia, dove la gran
      parte della gente campa in casa dei genitori
      fino ai 30 anni, l'effetto di una campagna
      di rischio galera per tutti?
      I minorenni potranno sicuramente scordarsi
      Internet per un bel pezzo. E per i
      maggiorenni il rischio polizia, per quanto
      remoto, gli farà perdere rapidamente la
      voglia.vaccate, sia per il buonsenso che per la legislazione italiana.
      Completiamo il quadro con gli mp3 farlocchi
      messi in giro ad-hoc e la pirateria online è
      finita!ecco.. QUESTA poterebbe essere gia una cosa più seria. è innegabile che il numero di falsi mp3 sia aumentando, ultimamente..
      Per altro faccio notare che c'è un giro di
      vite mondiale contro la pirateria! Fino a
      poco tempo fa i gruppi warez campavano
      tranquilli e beati senza troppe
      preoccupaizoni. Ora iniziano a sbattere in
      galera (vera!) pure quelli. E' un clima che
      avanza!qui stai parlando di siti warez indicizzati sui motori di ricerca! vai a chiedere info a qualcuno che scambia TANTO warez e digli se metterebbe mai su un sito: sai che ti dice? serv-U-FTP.
      Del resto è giusto così. Se, come pare con
      le nuove iniziative, le case discografiche
      inizano a vendere i loro file onlne a prezzi
      onesti (1 euro, pare) ogni scusa sul "costa
      troppo e i CD sono pieni di pezzi inutili e
      2 buoni" viene meno! ma dove? sei in grado di darmi un nome di un sistema dove:a) ho un database di almeno 10-15000 titoli;b) ho la possibilità di avere una preview del brano non pagando niente;c) pago in transazione sicura la cifra e mi spediscono gli mp3 (o anche dei WMA che hanno tecnologie DRM) a casa senza limitazioni se non quelle del copyright attuale;d) ho la possibilità di accedere al sito con qualunque browsere e qualunque piattaforma;e) ho un servizio assistenza.se mi dai un nome valido, spedisci il tuo numero di telefono alla mia casella postale di PI che ci mettiamo d'accordo e ti pago da bere! :)
      musica è pari a quello di un gelato di tutto
      si può parlare, tanne che di furto! Non mi
      pare sostenibile che il valore di un pezzo
      sia minore di quello di un ghiacciolo!mmmmm.. forse no.. ma io il ghiacciolo lo pago 0,7 euro; moltilicato in media per 15 mi da 10 euro, e NON 20.
      Per altro concludo sfatando 2 miti:
      1) Le case discografiche col cavolo che
      guadagnano miliardi coi boss che girano in
      Ferrari! Forse in America e UK, ma in Italia
      tirano a campare! Il settore è in crisi
      NERISSIMA e rischia SERIAMENTE (e tutt'altro
      che a parole) il fallimento entro un paio
      d'anni!poverini! come mai eros ramazzotti ha cinque fuoriserie diverse? ho visto un servizio su MTV tempo fa....
      2) Ma agli artisti ci pensa nessuno? Le case
      discografiche saranno anche sfruttatrici, ma
      i soldi agli artisti li vogliamo dare?si! chiediti come mai di quei 20 euro agli artisti ne vanno solo 4.. cmq il tuo discorso non fa una piega. se non vendono perchè la gente sis scambia MP3, non campano. soprattutto i piccoli. Ecco perchè mi I.N.K.A.Z.Z.O. quando non posso mettere mp3 nel mio sito, quando quella musica è prodotta da me!
      Capisco sia più facile attaccare una
      fantomatica major con un'immagine fittizia
      degna della peggior Spectre di James Bond,
      ma come mai NESSUNO ha il coraggio di dire
      che ogni pezzo scaricato (e non comprato)
      sono soldi in meno che vanno all'artista? sbagliato: è stato detto. vedere post precedente di DV.
      se questo vi sta sulle ballz perchè
      scaricate i suoi pezzi? :Pbe', io non scarico britney spears!! :PPP :))DarKStaR
      • Anonimo scrive:
        Re: Faccio una profezia...

        mah... se tu fossi nei panni dei produttori
        di morpheus o kazaa, ad esempio, quanto
        faresti pagare UN banner sul tuo sistema di
        filesharing che viene potenzialmente usato
        da un buon miliardo di utenti?Beh, direi che fanno bene a sbatterli in galera, allora! Sfruttano il lavoro altrui in modo illecito per fare soldi! Mi rendi la RIAA improvvisamente simpatica! :)
        non credo proprio e ti rimando ad un post
        precedente che faceva un parallelo tra
        questo e le multe per eccesso di velocità.Un conto è una multa, un conto un'irruzione in casa della pula, con perquisizione e processo in tribunale con conseguente condanna!Credo siano due pesi LEGGERMENTE diversi! :P
        qui stai parlando di siti warez indicizzati
        sui motori di ricerca! vai a chiedere info a
        qualcuno che scambia TANTO warez e digli se
        metterebbe mai su un sito: sai che ti dice?
        serv-U-FTP.Va beh, parlavo dei gruppi di crackerz-traderz come i DoD! Un errore di terminologia! :P
        ma dove? sei in grado di darmi un nome di un
        sistema dove:

        a) ho un database di almeno 10-15000 titoli;Puntano ad averlo in futuro!
        b) ho la possibilità di avere una preview
        del brano non pagando niente;Tutti
        c) pago in transazione sicura la cifra e mi
        spediscono gli mp3 (o anche dei WMA che
        hanno tecnologie DRM) a casa senza
        limitazioni se non quelle del copyright
        attuale;mmm..quali sarebbero quelle del copyright attuale?
        d) ho la possibilità di accedere al sito con
        qualunque browsere e qualunque piattaforma;Ininfluente, quando il 98 (mi pare, cmq sopra il 95) e passa per cento usa IE, che sia sul PC o il Mac!Perchè devono perdere tempo e soldi per 10 utenti in croce?
        e) ho un servizio assistenza.Per farci...? ^_^
        se mi dai un nome valido, spedisci il tuo
        numero di telefono alla mia casella postale
        di PI che ci mettiamo d'accordo e ti pago da
        bere! :)Attualemtne non c'è, ma ci stanno arrivando pian piano! Basterà un po' di pazienza (un anno o poco più)
        poverini! come mai eros ramazzotti ha cinque
        fuoriserie diverse? ho visto un servizio su
        MTV tempo fa....Ma esiste solo Eros Ramazzotti o Laura Pausini che fa musica in Italia? Tutti gli altri?
        Ecco perchè
        mi I.N.K.A.Z.Z.O. quando non posso mettere
        mp3 nel mio sito, quando quella musica è
        prodotta da me!Va beh, qua dipende dalla SIAE, non dalle case discografiche, nè tantomeno dalla RIIA!!!Forse non lo sai ma le case discografiche ce l'hanno anche loro con la SIAE per vari motivi!Praticamente la SIAE la odiano tutti! ^_^;;
    • Anonimo scrive:
      Re: Faccio una profezia...
      - Scritto da: Ekleptical
      ...entro un paio d'anni il file-sharing sar`a
      solo un ricordo del passato!
      Non ci credo.
      Freenet non partir`a mai perche verra
      dichiarato illegale subito con
      l'approvazione generale del pianeta (in
      chiave
      anti-terroristico/pedofila/criminale).... e' gia' partito...
      Il resto dei sistemi verr`a stroncato sia
      denunciando i produttori dei software di
      condivisione (che peraltro non ho ancora
      capito chi gliela fa fare!) e chiudendo
      tutti i sistemi di sharing basati su server
      centrali a suon di denunce.
      ...Forse quelli basati su server centrale, ma il file sharing rimarra'.
      Per Gnutella e simili, basta iniziare a
      portare in galera gli utenti e nel giro di
      un mese nessuno si fida piu a condividere
      niente e addio file-sharing!
      Anzi! Vi immaginate in Italia, dove la gran
      parte della gente campa in casa dei genitori
      fino ai 30 anni, l'effetto di una campagna
      di rischio galera per tutti?
      I minorenni potranno sicuramente scordarsi
      Internet per un bel pezzo. E per i
      maggiorenni il rischio polizia, per quanto
      remoto, gli far`a perdere rapidamente la
      voglia.
      Non credo, non capisco che danno possa fare chi si scarica una canzone, la masterizza, la condivide, etc etc rispetto chi VENDE interi CD clonati dall'originale. Credo che si debbano accanire di piu' contro questi ultimi.
      Completiamo il quadro con gli mp3 farlocchi
      messi in giro ad-hoc e la pirateria online e
      finita!

      ...
      ...
      ...

      Del resto e giusto cos`i. Se, come pare con
      le nuove iniziative, le case discografiche
      inizano a vendere i loro file onlne a prezzi
      onesti (1 euro, pare) ogni scusa sul "costa
      troppo e i CD sono pieni di pezzi inutili e
      2 buoni" viene meno! Se il prezzo di una
      musica e pari a quello di un gelato di tutto
      si puo parlare, tanne che di furto! Non mi
      pare sostenibile che il valore di un pezzo
      sia minore di quello di un ghiacciolo!
      Non capisco perche' ostinarsi a chimarlo furto. Nel prossimo paragrafo ti spiego perche'.
      Per altro concludo sfatando 2 miti:
      1) Le case discografiche col cavolo che
      guadagnano miliardi coi boss che girano in
      Ferrari! Forse in America e UK, ma in Italia
      tirano a campare! Il settore e in crisi
      NERISSIMA e rischia SERIAMENTE (e tutt'altro
      che a parole) il fallimento entro un paio
      d'anni!
      2) Ma agli artisti ci pensa nessuno? Le case
      discografiche saranno anche sfruttatrici, ma
      i soldi agli artisti li vogliamo dare?
      Capisco sia piu facile attaccare una
      fantomatica major con un'immagine fittizia
      degna della peggior Spectre di James Bond,
      ma come mai NESSUNO ha il coraggio di dire
      che ogni pezzo scaricato (e non comprato)
      sono soldi in meno che vanno all'artista? E
      se questo vi sta sulle ballz perche
      scaricate i suoi pezzi? :PMi permetto di rispondere alle tue argomentazioni in quanto convolto nei due mondi, sia in quello dell'informatica che in quello della musica (sono insegnante di Basso). Posso dirti per esperienza personale che all'artista va in tasca una percentuale minima del prezzo del CD contrariamente chi si prende la fetta piu grande e' la DISTRIBUZIONE e non l'etichetta. Ovvero chi si sparte la fetta piu' grossa e' chi PORTA fisicamente il supporto nel negozio. Ed e' per questo che non capisco quando si parla di proprieta' intelletuale violata? Ma di chi? Nella mia carriera mi e' capitato di collaborare con alcuni grandi nomi della musica italiana e in rete si trovano dei brani in cui le partiture di basso sono frutto anche del mio lavoro, e questo per me MUSICISTA e' un enorme vantaggio, perche' a quante piu' persone arriva tante piu' possibilita' ho io di riempire i concerti, VERA fonte del mio guadagno.Un ultima cosa ci terrei a dire, forse OT ma credo che il fenomeno FS sia dovuto alla scarsita' di contenuti dell'attuale musica che viene prodotta. Sono STRAconvinto che ognuno di noi si compri i CD che veramente gli trasmettono emozioni e sentimenti, per tutto il resto, per l'usa e getta W il File sharing.CiaoS. P.
  • Anonimo scrive:
    Tie'
    Cifro il file system e se sento suonare la porta dalla polizia un bel FDISK e via....Chi mi puo' beccare?
    • Anonimo scrive:
      bah
      se non lo sai...i dati possono essere recuperati (ma c'è un limite anche a questo).
    • Anonimo scrive:
      Re: Tie'

      Cifro il file system e se sento suonare la
      porta dalla polizia un bel FDISK e via....

      Chi mi puo' beccare?
      fdisk non cancella nulla...magari qualche utility che fa wipe (ovvero cancella fisicamente i settori del disco riscrivendoci sopra)Oppure, piu' semplicemente, tenere i file mp3 in forma criptata, visto che molti sistemi hanno la possibilita' di farlo in maniera trasparente
      • Anonimo scrive:
        Re: Tie'
        - Scritto da: maks

        Cifro il file system e se sento suonare la

        porta dalla polizia un bel FDISK e via....



        Chi mi puo' beccare?



        fdisk non cancella nulla...
        magari qualche utility che fa wipe (ovvero
        cancella fisicamente i settori del disco
        riscrivendoci sopra)
        Oppure, piu' semplicemente, tenere i file
        mp3 in forma criptata, visto che molti
        sistemi hanno la possibilita' di farlo in
        maniera trasparente
        Naturalmente era una provocazione...certo che recuperare un file-system cifrato non è semplicissimo... il gioco non so se vale la candela...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tie'
      - Scritto da: Marco

      Cifro il file system e se sento suonare la
      porta dalla polizia un bel FDISK e via....

      Chi mi puo' beccare?
      come fai a sentir suonare la porta dalla polizia?
      • Anonimo scrive:
        Re: Tie'
        - Scritto da: sentiamo.


        - Scritto da: Marco



        Cifro il file system e se sento suonare la

        porta dalla polizia un bel FDISK e via....



        Chi mi puo' beccare?



        come fai a sentir suonare la porta dalla
        polizia?Dallo spioncino :-) Non penso che buttino già la porta!Cmq era un provocazione che serve per far notare che la cosa di beccare un utente casalingo farcito di mp3 non è semplicissimo!
        • Anonimo scrive:
          Re: Tie'

          Cmq era un provocazione che serve per far
          notare che la cosa di beccare un utente
          casalingo farcito di mp3 non è
          semplicissimo!Oh beh, non hai nemmeno un CD copiato a casa o un bel CD di backup con gli mp3? Cmq stai tranquillo che a casa dell'utente medio di pirateria ne trovano a kilate!Basta un solo CD zeppo di mp3 per avere una violazione del copyright di svariate migliaia di euro!E in ongi caso ricordo che la polizia italica (non so negli altri paesi), quando deve controllare un computer inscatola e mette i sigilli a tutto e porta via! Poi con comodo controlla nei proprio laboratori! Quindi per quanto tu faccia il figo, comunque hai il danno che il computer non lo vedi più per mesi! E anche se non trovassero niente, mica ti rimborsano, sai? Già ritieniti fortunato se te lo restituiscono! :P
          • Anonimo scrive:
            Re: Tie'

            comunque hai il danno che il computer non lo
            vedi più per mesi! E anche se non trovassero
            niente, mica ti rimborsano, sai? Già
            ritieniti fortunato se te lo restituiscono!
            :PCerto essendo l'Italia diventato uno stato di polizia...
          • Anonimo scrive:
            Re: Tie'
            già.. se si limitano a portarti via il computer ringrazia.. possono sempre spaccarti la testa a manganellate...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tie'

      Cifro il file system e se sento suonare la
      porta dalla polizia un bel FDISK e via....La polizia non ti suona... saranno stupidi ma non fino a questo punto.Ti entrano di soppiatto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tie'
        - Scritto da: Peppe Purga

        Cifro il file system e se sento suonare la

        porta dalla polizia un bel FDISK e via....

        La polizia non ti suona... saranno stupidi
        ma non fino a questo punto.
        Ti entrano di soppiatto.La finanza è venuta a trovare il mio vicino di casa e molto gentilmente la mattina ha aspettato di vedere le luci accesse prima di entrare...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tie'
      c'era un bel programma free in giro... non ricordo come si chiama.. che alla pressione di una combinazione di tasti avvia un processo in background che effettua il wiping di directory e/o unità a disco come specificato in un file di configurazione facendo una roba come 7 passaggi diversi sugli stessi settori. Poi con lo stesso sistema cancella sè stesso e tutte le informazioni nel registry...Buongiorno agenti.. in cosa posso esservi utile?
  • Anonimo scrive:
    Non comprare più i cd
    Basta, non è possibile continuare in questa maniera, noi utenti abbiamo un'arma: non compriamo più i cd delle case discografiche, così sì che si dovranno lamentare di qualcosa!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non comprare più i cd
      - Scritto da: Giacomo
      Basta, non è possibile continuare in questa
      maniera, noi utenti abbiamo un'arma: non
      compriamo più i cd delle case discografiche,
      così sì che si dovranno lamentare di
      qualcosa!BLA BLA BLA BLA tanto non fate mai niente.e poi comunque direbbero "il calo delle vendite è dovuto alla pirateria".no! bisognerebbe fare SAPERE quello che si fa e soprattutto evitare che le majors possano agire in quel modo (e attaccare i singoli utenti).
      • Anonimo scrive:
        Re: Non comprare più i cd
        - Scritto da: kosmeopatrax
        possano agire in quel modo (e attaccare i
        singoli utenti).Giusto, lasciamo impuniti i ladri.
  • Anonimo scrive:
    e dopo che avranno
    e dopo che avranno trascinato nei casini quei 100 o 1000 utenti per spaventare TUTTI gli altri utenti di file sharing...che magari smetteranno di fare file-sharing...pensate che quegli utenti torneranno tutti contenti nei negozi a comprare musica ??io dico che oltre a essere spaventati saremo tutti un po' incazzati con le major...
    • Anonimo scrive:
      Re: e dopo che avranno

      pensate che quegli utenti torneranno tutti
      contenti nei negozi a comprare musica ??
      o.. semplicemente torneranno al vecchio manual sharing, vai dall'amico e ti masterizzi il ciddi che ti piace e tu fai lo stesso con gli altri amici, come e' sempre stato....
      • Anonimo scrive:
        Re: e dopo che avranno

        o.. semplicemente torneranno al vecchio
        manual sharing, vai dall'amico e ti
        masterizzi il ciddi che ti piace e tu fai lo
        stesso con gli altri amici, come e' sempre
        stato....Beh, in questo caso almeno l'amico il CD origniale l'ha comprato! E direi che questo è un fatto positivo per la musica!Il guadagno c'è eccome, a stroncare il file-sharin gillegale!
        • Anonimo scrive:
          Re: e dopo che avranno

          Beh, in questo caso almeno l'amico il CD
          origniale l'ha comprato! E direi che questo
          è un fatto positivo per la musica!E perchè, quel qualcuno che mette in giro la musica su winmx da dove la prende ?Mai come oggi la musica è stata diffusa tra la gente e le case non possono approfittare di ciò per lucrare vergognosamente. Questo lucrare fa MALE alla musica.
          Il guadagno c'è eccome, a stroncare il
          file-sharing illegale!Guadsgno solo per pochi, come al solito... mentre le truffe sono legalizzate (come chiami un CD venduto a 20euro se non "furto" ?)
  • Anonimo scrive:
    Finalmente!
    Finalmente una iniziativa delle Majors che avrà sicuramente effetto contro questa illegalità ed immoralità dilagante!Vi ricordo che infrangere il copyright è REATO e chi compie un REATO è un semplice DELINQUENTE e come tale è giusto che PAGHI e PAGHI SALATO.Questo lo sapete voi come lo sò io: è inutile nascondersi dietro false giustificazioni ed ipocrisie varie (la fine del copyright è vicina, tutto deve essere libero, ecc.) ed affermare che ci sono DELINQUENTI più DELINQUENTI DI VOI (questo è irrilevante: sapete un giudice che risate si farebbe di questa affermazione mentre vi condanna a 5 o 6 anni di carcere duro ?).E non sareste martiri più di quanto non lo sia uno spacciatore di droga o un ricettatore di materiale rubato giustamente incarcerati e puniti severamente: mettetevelo in testa!Visto che i sistemi di file-sharing (e la robaccia dello stallato che ne permette un troppo facile sviluppo) per ora non possono essere dichiarati illegali (purtroppo è anche possibile utilizzarli -anche se quasi mai- anche per usi legali), è più che giusto che inizino a farne le spese questi depravati piratonzoli in erba che li usano.Dopo aver beccato i primi 10-50, averli condannati esemplarmente con pene smodate (dopo avergli rovinato la vita, come giustamente si meritano) ed aver pubblicizzato ben bene la cosa attraverso i media (magari con l'intervista di qualcuno di loro ridotto alla disperazione in carcere: roba del tipo "se sapevo che finisse così, non l'avrei mai fatto ...", con la voce strozzata ed interrotta dai singhiozzi) ... ha ha ha ha! voglio proprio vedere come tutti gli altri delinquentelli faranno in fretta a deinstallare il tutto! ha ha ha ha!E meno male che presto arriverà Palladium che realizzerà una discreta barriera di protezione che impedirà di fatto l'effettuazione di azioni illegali (e anche la possibilità di far girare sw illegale, come i sistemi di file-sharing che non effettuano un adeguato controllo sul copyright ...) senza un intervento hardware ... in questo modo i genitori potranno mettere un semplice lucchetto (verificandone periodicamente l'integrità) al computer e poter dormire sonni tranquilli poichè saranno sicuri che i loro figli (soprattutto se grandicelli e smantettoncelli: appartenenti in genere la categoria immorale dei linuxari e della corrente di pensiero dello stallato, insomma, l'indentikit del file-sharing-maniac) non potranno riuscire a cacciarsi in nessun guaio giudiziario.Saluti a tutte le persone oneste,zop
    • Anonimo scrive:
      AHAHAHAH
      O sei un troll o sei scemo, non ci sono vie di mezzo.Però se sei un troll se simpatico !
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente!
      Secondo me ti devi far registrare il cervello, perchè è un filsharing di cazzate mostuose, visto che sicuramente Tu sei il primo afare queste cose, e visto il tuo fervore alla condanna sicuramente il più accanito.Ciao Pis...a.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente!
      Salve uomo senza macchia e peccato, sono sicuro che prima o poi ti beatificheranno.- Scritto da: zop
      Finalmente una iniziativa delle Majors che
      avrà sicuramente effetto contro questa
      illegalità ed immoralità dilagante!

      Vi ricordo che infrangere il copyright è
      REATO e chi compie un REATO è un semplice
      DELINQUENTE e come tale è giusto che PAGHI e
      PAGHI SALATO.
      Questo lo sapete voi come lo sò io: è
      inutile nascondersi dietro false
      giustificazioni ed ipocrisie varie (la fine
      del copyright è vicina, tutto deve essere
      libero, ecc.) ed affermare che ci sono
      DELINQUENTI più DELINQUENTI DI VOI (questo è
      irrilevante: sapete un giudice che risate si
      farebbe di questa affermazione mentre vi
      condanna a 5 o 6 anni di carcere duro ?).
      E non sareste martiri più di quanto non lo
      sia uno spacciatore di droga o un
      ricettatore di materiale rubato giustamente
      incarcerati e puniti severamente:
      mettetevelo in testa!

      Visto che i sistemi di file-sharing (e la
      robaccia dello stallato che ne permette un
      troppo facile sviluppo) per ora non possono
      essere dichiarati illegali (purtroppo è
      anche possibile utilizzarli -anche se quasi
      mai- anche per usi legali), è più che giusto
      che inizino a farne le spese questi
      depravati piratonzoli in erba che li usano.

      Dopo aver beccato i primi 10-50, averli
      condannati esemplarmente con pene smodate
      (dopo avergli rovinato la vita, come
      giustamente si meritano) ed aver
      pubblicizzato ben bene la cosa attraverso i
      media (magari con l'intervista di qualcuno
      di loro ridotto alla disperazione in
      carcere: roba del tipo "se sapevo che
      finisse così, non l'avrei mai fatto ...",
      con la voce strozzata ed interrotta dai
      singhiozzi) ... ha ha ha ha! voglio proprio
      vedere come tutti gli altri delinquentelli
      faranno in fretta a deinstallare il tutto!
      ha ha ha ha!

      E meno male che presto arriverà Palladium
      che realizzerà una discreta barriera di
      protezione che impedirà di fatto
      l'effettuazione di azioni illegali (e anche
      la possibilità di far girare sw illegale,
      come i sistemi di file-sharing che non
      effettuano un adeguato controllo sul
      copyright ...) senza un intervento hardware
      ... in questo modo i genitori potranno
      mettere un semplice lucchetto (verificandone
      periodicamente l'integrità) al computer e
      poter dormire sonni tranquilli poichè
      saranno sicuri che i loro figli (soprattutto
      se grandicelli e smantettoncelli:
      appartenenti in genere la categoria immorale
      dei linuxari e della corrente di pensiero
      dello stallato, insomma, l'indentikit del
      file-sharing-maniac) non potranno riuscire a
      cacciarsi in nessun guaio giudiziario.

      Saluti a tutte le persone oneste,
      zop
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente!

      irrilevante: sapete un giudice che risate si
      farebbe di questa affermazione mentre vi
      condanna a 5 o 6 anni di carcere duroaddirittura ... allora conviene armato di fucile andare a rapinare un negozio... la pena è minore!Ma dai!
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente!
      Il post di DV era controcorrente e duro, ma sensato e acuto, quindi meritava attenzione... Tu sei solo un Troll che spara ca@@ate (pene esemplari, viva palladium, etc)Interessante e didattico per i neofiti di un forum :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente!
      Sei assurdamente esagerato.Probabilemente scrivi così solo per alimentare un flame...Comunque ci tengo ad illustrare il mio punto di vista:Le major hanno ragione.La musica non è pane, non è aria, non è acqua (e molta musica non è neppure arte) e se non si è d'accordo sui prezzi che praticano... beh vi sono 2 strade:1) non compriamola e freghiamocene.2) usiamo pure dei mezzi illegali per procurarcela ma poi non lamentiamoci se ci beccano.Infatti la cosa che mi da più fastidio nei sostenitori della free music è la loro pretesa di essere nel giusto: siete nel torto e se vi beccano una bella multa è quello che vi meritate. Ciò non toglie che siete liberi di procurarvi la musica illegalmente (cosa che faccio pure io.. solo che non mi lamenterò se dovessero beccarmi).Insomma ci vuole più razionalità: non vogliamo peccare? Non pecchiamo! Vogliamo peccare? Non lamentiamoci che ci hanno beccato. Tutto qui.Un saluto a tutti.Lorenzo
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente!
      - Scritto da: zop
      Finalmente una iniziativa delle Majors che
      avrà sicuramente effetto contro questa
      illegalità ed immoralità dilagante!
      [CUT]L'ho detto e lo ripeto, come trolleggi tu su questo forum non trolleggia nessuno
      Dopo aver beccato i primi 10-50, averli
      condannati esemplarmente con pene smodate
      (dopo avergli rovinato la vita, come
      giustamente si meritano) ed aver
      pubblicizzato ben bene la cosa attraverso i
      media (magari con l'intervista di qualcuno
      di loro ridotto alla disperazione in
      carcere: roba del tipo "se sapevo che
      finisse così, non l'avrei mai fatto ...",
      con la voce strozzata ed interrotta dai
      singhiozzi) ... ha ha ha ha! voglio proprio
      vedere come tutti gli altri delinquentelli
      faranno in fretta a deinstallare il tutto!
      ha ha ha ha!Questa invece te la commento, perchè in Italia ormai ad aprire una azienda, falsificare il bilancio e mettere per strada tutti i dipendenti si rischia solo un ammenda pecuniaria, mentre ad avere un mp3 in filesharing si rischiano anni di carcere, se questa è la giustizia in cui speri, pur trolleggiando chiaramente, è abbastanza triste vivere nel tuo stesso paese.

      E meno male che presto arriverà Palladium
      che realizzerà una discreta barriera di
      protezione che impedirà di fatto
      l'effettuazione di azioni illegali (e anche
      la possibilità di far girare sw illegale,
      come i sistemi di file-sharing che non
      effettuano un adeguato controllo sul
      copyright ...) senza un intervento hardwareGià, e cancellare i software che non piaccio a MS che avrà il controllo di Palladium... negli USA la AT&T è stata spezzata per molto meno.
      ... in questo modo i genitori potranno
      mettere un semplice lucchetto (verificandone
      periodicamente l'integrità) al computer e
      poter dormire sonni tranquilli poichè
      saranno sicuri che i loro figli (soprattutto
      se grandicelli e smantettoncelli:
      appartenenti in genere la categoria immorale
      dei linuxari e della corrente di pensiero
      dello stallato, insomma, l'indentikit del
      file-sharing-maniac) non potranno riuscire a
      cacciarsi in nessun guaio giudiziario.E non potranno accedere alla conoscenza se non quella decisa da altri?Se non ricordo male si chiama oscurantismo ed è una roba di cui ci dovremmo essere liberati dal medioevo.

      Saluti a tutte le persone oneste,
      zopSaluti a tutti, anche quelli che sono talmente onesti da non prendersi nessuna responsabilità per danni prodotti da un software che ti vendono con lo slogan "Un solo passo tra perdere tempo e trovare nuovi clienti"(Se non ci credete, rileggetevi il contratto che accettate quando installate Win9x/NT/2000/XP(okémon) e pretendono di avere "thewayout".Saluti, Ryo Takatsuki
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente!
      Grande Zop! il mio troll preferito entra in scena alla sua mitika maniera!vai così! sei tutti noi!DarKStaR
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente!
      - Scritto da: zop
      Finalmente una iniziativa delle Majors che
      avrà sicuramente effetto contro questa
      illegalità ed immoralità dilagante!

      Vi ricordo che infrangere il copyright è
      REATO e chi compie un REATO è un semplice
      DELINQUENTE e come tale è giusto che PAGHI e
      PAGHI SALATO.
      Questo lo sapete voi come lo sò io: è
      inutile nascondersi dietro false
      giustificazioni ed ipocrisie varie (la fine
      del copyright è vicina, tutto deve essere
      libero, ecc.) ed affermare che ci sono
      DELINQUENTI più DELINQUENTI DI VOI (questo è
      irrilevante: sapete un giudice che risate si
      farebbe di questa affermazione mentre vi
      condanna a 5 o 6 anni di carcere duro ?).
      E non sareste martiri più di quanto non lo
      sia uno spacciatore di droga o un
      ricettatore di materiale rubato giustamente
      incarcerati e puniti severamente:
      mettetevelo in testa!

      Visto che i sistemi di file-sharing (e la
      robaccia dello stallato che ne permette un
      troppo facile sviluppo) per ora non possono
      essere dichiarati illegali (purtroppo è
      anche possibile utilizzarli -anche se quasi
      mai- anche per usi legali), è più che giusto
      che inizino a farne le spese questi
      depravati piratonzoli in erba che li usano.

      Dopo aver beccato i primi 10-50, averli
      condannati esemplarmente con pene smodate
      (dopo avergli rovinato la vita, come
      giustamente si meritano) ed aver
      pubblicizzato ben bene la cosa attraverso i
      media (magari con l'intervista di qualcuno
      di loro ridotto alla disperazione in
      carcere: roba del tipo "se sapevo che
      finisse così, non l'avrei mai fatto ...",
      con la voce strozzata ed interrotta dai
      singhiozzi) ... ha ha ha ha! voglio proprio
      vedere come tutti gli altri delinquentelli
      faranno in fretta a deinstallare il tutto!
      ha ha ha ha!

      E meno male che presto arriverà Palladium
      che realizzerà una discreta barriera di
      protezione che impedirà di fatto
      l'effettuazione di azioni illegali (e anche
      la possibilità di far girare sw illegale,
      come i sistemi di file-sharing che non
      effettuano un adeguato controllo sul
      copyright ...) senza un intervento hardware
      ... in questo modo i genitori potranno
      mettere un semplice lucchetto (verificandone
      periodicamente l'integrità) al computer e
      poter dormire sonni tranquilli poichè
      saranno sicuri che i loro figli (soprattutto
      se grandicelli e smantettoncelli:
      appartenenti in genere la categoria immorale
      dei linuxari e della corrente di pensiero
      dello stallato, insomma, l'indentikit del
      file-sharing-maniac) non potranno riuscire a
      cacciarsi in nessun guaio giudiziario.

      Saluti a tutte le persone oneste,
      zopma và a cachèèèr ! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente!
      Guardati la puntata di Report sulla SIAE, guardati quei mafiosi ripugnanti come Guardì che sguazzano nelle leggi fatte su misura per loro, che guadagnano miliardi perfino da tramissioni che dovrebbero essere di pura beneficenza, che hanno il coraggio di mendicare diritti di parenti morti da oltre 70 anni, che difendono a spada tratta l'insostenibile.Quel che non siamo di sposti a fare è essere onesti per fare ingrassare i disonesti che abbiamo sopra, questo è il punto. Non è che il file-sharing rporterà la giustizia, ma non lo farà nemmeno la sua morte.Inoltre io ritengo che i proprietari della musica siano gli autori, non questi mafiosi miliardari. Il file sharing non danneggia gli autori (che tanto devono campare di concerti, perchè dai cd non guadagnano nulla) ma proprio quella mafia ignobile che domina il mercato discografico. Trova tu un modo per punire i veri ladri!
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente!
        - Scritto da: Aldo Bardi
        Guardati la puntata di Report sulla SIAE,[SNIP!]
        Quel che non siamo di sposti a fare è essere
        onesti per fare ingrassare i disonesti che
        abbiamo sopra, questo è il punto.
        Non è che
        il file-sharing rporterà la giustizia, ma
        non lo farà nemmeno la sua morte.L'ingiustizia non si combatte con l'ingiustizia,ma con la modifica con corso legale dei parametridella legalità. Petizioni, informazione, proteste: questi sono i modi per far capire alla genteche il meccanismo (e le proporzioni del business)che stanno dietro a copyright e SIAE è malsano.Non è certo rimanendo chiuso nella tua stanzettascaricandoti a sbafo l'ultimo MP3 di Shakira checambierai il mondo e porterai giustizia. Nonè certo facendoti le compilation degli ultimisingle - risparmiando quei 20? da usare per comprarti CD vergini Princo - che elimineraiil problema. Non usate le ingiustizie come paravento per ivostri (seppur piccoli) crimini.
        Inoltre io ritengo che i proprietari della
        musica siano gli autori, non questi mafiosi
        miliardari. Questa è una considerazione tua, in qualchemaniera condivisibile, ma comunque arbitraria.
        Il file sharing non danneggia
        gli autori (che tanto devono campare di
        concerti, perchè dai cd non guadagnano
        nulla) Questa è un pò una c@zz@ta, mi spiace.
        Trova tu un modo per punire i veri ladri!Informazione, protesta, petizione - il problemadeve essere conosciuto da tutti e bisogna farsapere che c'è la possibilità di far cambiare lecose.
        • Anonimo scrive:
          Re: Finalmente!
          - Scritto da: Gatsby
          - Scritto da: Aldo Bardi[CUT]

          Quel che non siamo di sposti a fare è
          essere

          onesti per fare ingrassare i disonesti che

          abbiamo sopra, questo è il punto.

          Non è che

          il file-sharing rporterà la giustizia, ma

          non lo farà nemmeno la sua morte.

          L'ingiustizia non si combatte con
          l'ingiustizia,
          ma con la modifica con corso legale dei
          parametri
          della legalità. Petizioni, informazione,
          proteste
          : questi sono i modi per far capire alla
          gente
          che il meccanismo (e le proporzioni del
          business)
          che stanno dietro a copyright e SIAE è
          malsano.Ma quale meccanismo malsano ?Qui di malsano c'è solo questa storia del file-sharing che è proprio una vergogna.Sveglia: la gente della strada considera lo scopiazzamento delle informazioni completamente illegale !!!Redetevi conto che gli unici che ipocritamente si giustificano siete solo voi![CUT]

          Non usate le ingiustizie come paravento per i
          vostri (seppur piccoli) crimini.Concordo al 100%.[CUT]


          Trova tu un modo per punire i veri ladri!

          Informazione, protesta, petizione - il
          problema
          deve essere conosciuto da tutti e bisogna far
          sapere che c'è la possibilità di far
          cambiare le
          cose.Ma le cose e la legalità sono già state definite e sono giuste così...
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente!

            Ma le cose e la legalità sono già state
            definite e sono giuste così...mhuhahahahahahahahahahh......tu avresti sfondato se ti davi al cabaret.....mhuahahahahahhahahahah
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente!
            Ma vuoi vedere che NON e' un Troll???Ma esistono VERAMENTE personaggi del genere??
            Ma le cose e la legalità sono già state
            definite e sono giuste così...
          • Anonimo scrive:
            Non ci posso credere !
            Questo tale ZOP non è un troll, è uno che è convinto di quello che dice !!!E dice anche che Bill Gates è lungimirante !!!!Poveri noi, come siamo ridotti, dove andrà aa finire questyo mondo con gente di questo calibro !!!Sic che tristezza !Mi sa che divento discepolo del maestro Xian !
          • Anonimo scrive:
            Re: Non ci posso credere !
            - Scritto da: Memo Remigi
            Questo tale ZOP non è un troll, è uno che è
            convinto di quello che dice !!!

            E dice anche che Bill Gates è lungimirante
            !!!!

            Poveri noi, come siamo ridotti, dove andrà
            aa finire questyo mondo con gente di questo
            calibro !!!

            Sic che tristezza !

            Mi sa che divento discepolo del maestro Xian
            !Ma il tipo non lo sa che quando si fanno azioni di questo tipo non è solo per bloccare lo sharing di file coperti da copyright, ma anche per bloccare lo sharing di file musicali, anche se gratuiti e liberi del copyrightIn pratica rendere mp3 e affini e musica in genere illegali se non opportunamente pagati e trasformare di fatto la musica su internet in business, per guadagnare su tutti i fronti, il copyright centra poco, le majors vogliono guadagnare di brutto per comprarsi le ville a long beachContento lui contenti tutti
          • Anonimo scrive:
            Re: Non ci posso credere !
            - Scritto da: Deluso
            le majors
            vogliono guadagnare di brutto per comprarsi
            le ville a long beachamigo, io abito a long beach per vari mesi all'anno... e ti garantisco che non ci sono ville liggiu'... solo negri inc4zzat1 !!!Forse pensavi a Malibù o Bel Air....Byez...
          • Anonimo scrive:
            Re: Non ci posso credere !

            amigo, io abito a long beach per vari mesi
            all'anno... e ti garantisco che non ci sono
            ville liggiu'... solo negri inc4zzat1 !!!
            Forse pensavi a Malibù o Bel Air....figo una villa a long beach in mezzo agli scaricatori di porto...mmhhh se guadagno tanto me la prendo anch'io :-)LONGBEACH IN DA HOUSE!
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente!
        - Scritto da: Aldo Bardi
        Guardati la puntata di Report sulla SIAE,
        guardati quei mafiosi ripugnanti come Guardì
        che sguazzano nelle leggi fatte su misura
        per loro, che guadagnano miliardi perfino da
        tramissioni che dovrebbero essere di pura
        beneficenza, che hanno il coraggio di
        mendicare diritti di parenti morti da oltre
        70 anni, che difendono a spada tratta
        l'insostenibile.Non puoi dare del mafioso e delinquente a chi ha semplicemente il possesso di più cose di te e decide lui (visto che ne ha il possesso) a quanto e con quali termini vendere l'ascolto (o l'uso o la visione o la lettura, ecc.).Ne questo giustifica il furto e questa è la base dell'immoralità del pensiero piratatesco.Se anche tu avessi parenti le cui opere dopo 70 anni dalla loro morte ti fornissero una rendita, credo proprio che tu considereresti la cosa dalla parte opposta.Come dice il grande, lungimirante e magnanimo Bill Gates, la nostra proprietà intellettuale (il possesso delle informazioni) sarà la nostra maggiore ricchezza negli anni che seguiranno.Devi capire che, in una corretta visione del mondo, il possesso delle informazioni (musica, libri, film, brevetti, sw, ecc. ecc.) è equivalente a possedere un capitale (poichè ci sarà sempre qualcuno che ne avrà bisogno e ce ne pagherà il -più limitato possibile- noleggio).Le leggi che ci sono servono per garantire il rispetto degli investimeni fatte nelle informazioni.E' per questo che ciò che propone la chiesa del sorcio sbuzato dello stallato è una vera e propria eresia!Bisognerebbe che un simile pensiero venisse perseguito e le sue opere vietate ed eliminate.E punito i suoi utenti.Ma in questo momento, ci sono aziende come Sun & Co. a cui questa gentaglia immorale fa comodo perchè ce l'hanno con la Microsoft invece di allersi e salire sul carro dei vittoriosi ...Ma presto capiranno ...
        Quel che non siamo di sposti a fare è essere
        onesti per fare ingrassare i disonesti che
        abbiamo sopra, questo è il punto.L'onestà non serve per ingrassare nessuno e come ti ho già detto non c'è nessun disonesto se non quelli che non sono onesti (coloro che copiano -disonestamente- musica attraverso il file-sharing).Inoltre, essere onesti significa che se ci controllano non finiamo in galera: anche questo è un buon motivo per essere onesti.
        Non è che
        il file-sharing rporterà la giustizia, ma
        non lo farà nemmeno la sua morte.La morte del file-sharing riporta la giustizia poichè fa ritornare la giusta rendita prevista ai dententori legittimi delle informazioni.Il file-sharing e tutti gli altri sistemi di copia e diffusione illecita delle informaizioni deve essere completamente debellata, anche facendo leva sul terrore.
        Inoltre io ritengo che i proprietari della
        musica siano gli autori, non questi mafiosi
        miliardari.Il propretario è chi ha i diritti.Ed i diritti vengono venduti ed acquistati.Perchè non ti compri i diritti su una qualche opera ?Non ti incavoleresti poi se ci sono i pirati haker che ti scopiazzano l'opera non facendoti guadagnare ?I pirati haker sono loro che si arrogano il diritto di fare operazioni non volute dal detentore dei diritti delle opere.
        Il file sharing non danneggia
        gli autori (che tanto devono campare di
        concerti, perchè dai cd non guadagnano
        nulla) ma proprio quella mafia ignobile che
        domina il mercato discografico. Il mercato discografico è dominato purtroppo dai pirati haker e dai sistemi illegittimi di trasmissione e copia.E' questa la feccia e la mafia che deve essere spazzata via.Un qualunque discografico HA IL SACROSANTO DIRITTO DI FARE IL PREZZO CHE VUOLE delle opere di cui detiene i diritti.Se non te li permetti non te le compri -punto-.E ti mantieni onesto -punto-.
        Trova tu un modo per punire i veri ladri!Questa iniziativa mi sembra un buon modo per rintracciarli e punirli giustamente con la massima severità.
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente!

        Il file sharing non danneggia
        gli autori (che tanto devono campare di
        concerti, perchè dai cd non guadagnano
        nulla) ma proprio quella mafia ignobile che
        domina il mercato discografico. Ma che capperate vai dicendo? I primi a inalberarsi per Napster sono stai i Metallica e Dr. Dre, non le case discografiche!I musicisiti i guadagni li fanno prima di tutto coi CD, altrochè!
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente!
      - Scritto da: zop
      illegalità ed immoralità dilagante!immorale sarai tu e le cose che vedi in tv
      del copyright è vicina, tutto deve essere
      libero, ecc.) ed affermare che ci sonoinfatti
      robaccia dello stallato che ne permette un
      troppo facile sviluppo) per ora non possonomeglio di visualc che fa schifo e non e' free
      (dopo avergli rovinato la vita, come
      giustamente si meritano) ed averemigreranno con me qui a beijing con il maestro xian
      pubblicizzato ben bene la cosa attraverso i
      media (magari con l'intervista di qualcunoboni quelli
      di loro ridotto alla disperazione in
      carcere: roba del tipo "se sapevo che
      finisse così, non l'avrei mai fatto ...",umili pedine di un gioco di massoni
      faranno in fretta a deinstallare il tutto!invece faremo una grande vpn per condividere la musica libera
      saranno sicuri che i loro figli (soprattutto
      se grandicelli e smantettoncelli:a questi daremo un account sulla server farm del maestro xian che stiamo costruendo per difendere il software libero e la musica libera dei centri sociali antagonisti in uno spazio autodeterminato nel terrirorio del cyberpphreak o qualcosa del genere
      appartenenti in genere la categoria immorale
      dei linuxari e della corrente di pensiero
      dello stallato, insomma, l'indentikit del
      file-sharing-maniac) non potranno riuscire ainvece hanno tutti windows e tu vai sotto la scrivania e puppi
      Saluti a tutte le persone oneste,
      zopchi va con lo zopm$ se lo fot
    • Anonimo scrive:
      *** T R O L L - D E T E C T E D ****
      sisi ciccino.. beato te che hai il paparino che ti passa i soldini per comprarti i cd...saluti alla mamma :*
      • Anonimo scrive:
        Re: *** T R O L L - D E T E C T E D ****
        - Scritto da: buatt
        sisi ciccino.. beato te che hai il paparino
        che ti passa i soldini per comprarti i cd...
        saluti alla mamma :*Questa francamente non la riesco a capire!Ok, i CD costano troppo, non ci piove!Però questa storia che bisogna essere figli del Berlusca per permettersi i CD mi pare altrettanto delirante!Io lavoro part-time, visto che sono studente, eppure riesco lo stesso a comprarmi un paio di CD al mese.Ma che razza di lavoro fate voialtri?O ti stai lamentando che la tua mammina non ti passa una paghetta abbastanza consistente? :PSe poi i soldi li avete e preferite spenderli in altro, sono affaracci vostri! Io preferisco sempre spenderli per la musica.
      • Anonimo scrive:
        Re: *** T R O L L - D E T E C T E D ****
        forse tu non hai mai lavorato o prodotto cd, ma quando lavorerai in una software house, e ti accorgerai che il 90% del tuo software viene copiato, o magari sei un musicista e vendi 100 mila dischi in meno perché la gente li scarica da internet, vedi che cambi idea, sei tu il bambino viziato non lui
      • Anonimo scrive:
        Re: *** T R O L L - D E T E C T E D ****
        - Scritto da: buatt
        sisi ciccino.. beato te che hai il paparino
        che ti passa i soldini per comprarti i cd...
        saluti alla mamma :*dehehe come siete ridicoli con questi troll detected che puzzano di falsa superiorita' vorrei vedere voi a mangiare una ciotola di riso al mese come facciamo noi che infatti ascoltiamo solo musica libera con la licenza openal che e' come la gpl musicale
    • Anonimo scrive:
      lunga vita ai troll
      ehi quanti che vanno al troll zop, è proprio vero che chi va con lo zop inizia a zop picare come si diceva ieri su questi forum. :-)))zop 6 troppo il migliori come trolleggi tu non trolleggia nessuno..
  • Anonimo scrive:
    Statevi zitti che e' meglio
    Ecco, fatemi almeno questo piacere: rubatevi pure (perche' rubare e' la parola che piu' vi si adatta) tutti gli mp3 che volete, ma per lo meno non venite qui su PI ad impestare il forum con i vostri post stile "major ladre", "noi paladini della liberta'", etc. etc.Non volevo scrivere, davvero (evitatevi le battute del pene tipo "ecco bravo, era meglio se stavi zitto"), ma non gliela faccio a tacere.Ma come fate a sentirvi dalla parte della ragione? Ma anche se un CD costasse 50 euro, chi puo' giustificare un'appropriazione indebita? Ma chi siete per dire che e' giusto fregarsi la roba degli altri?Non siete meglio delle major contro le quali puntate il vostro indice (col quale avete appena digitato sulla tastiera i nomi delle canzoni che sgraffignerete) ululando come ossessi parole come liberta'/freedom/freiheit o vattelapesca.No, non siete meglio di loro, anzi siete solo un branco di codardi che vi nascondete dietro un'anonimato che *pensate* di avere ma che in realta' non e' che un muro di carta.Se volessero non ci metterebbero ne' uno ne' due ad arrivare a casa vostra e farvi un culo a capanna alla faccia dei vostri "che vengano", "sono qui che li aspetto" e via discorrendo. Come nel film di Fantozzi quando si guardavano "la polizia si incazza", quando gli sbirri si sono incazzati sul serio hanno smesso di ridere e di fare i ganassa.Io sono d'accordo con questi sistemi, beccare un paio di cioti e far cagare sotto tutto gli altri. Allora smetterete di fare i fighetti predicando per l'indipendenza di internet.Chiamatemi troll, chiamatemi stronzo, quello che volete, ma voi siete un branco di pecore che hanno solo trovato un'angolino d'erba piu' succulenta. Avete un modo facile di arrubarvi le canzoni e lo fate (non posso nemmeno concedervi un po' di ammirazione che do' per lo meno alle persone che *inventano* e scrivono i programmi di file sharing, almeno loro il cervello lo usano, voi pecoroni solo il computer sapete accendere), per il resto abbassate la capa e lo prendete in quel posto come tutti gli altri.La benzina costa un sacco di soldi perche' lo stato di tasse non ne ha mai abbastanza; le assicurazioni sono oramai un'associazione a delinquere ma non si puo' fare altro che pagare; con l'arrivo dell'euro e' diventato tutto + caro. Avanti, cari miei! In questi casi che cosa fate? Girate senza assicurazione pensando "cazzo me ne frega, anzi che vengano pure a beccarmi gli sbirri"?I soliti quaqquaraqua', quando si puo' rubacchiare la mela lo fate (mp3, schede satellitari tarocche, twilight, divX e via di questo passo), per il resto ficcate la testa nella sabbia e muti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Statevi zitti che e' meglio
      - Scritto da: Dv sono per certi versi d'accordo.vorrei vedere se queste persone che molto sbraitano fossero al posto della star di turno che si vede i pezzi girare su internet.Non atturebbero secondo te tutte le azioni necessarie per difendersi?In ogni caso, è pur vero che queste azioni da parte delle majors siano orientate a mantenere un elevato "tasso di monopolio" e quindi un elevato prezzo dei CD musicali.Colpendo il file sharing si colpiscono anche i piccoli che si auto-producono e che si auto-promuovono, negando loro quello strumento di distribuzione a basso costo che poteva essere rappresentato da internet.
      • Anonimo scrive:
        Re: Statevi zitti che e' meglio
        Mi viene in mente una certa analogia con il software ... a voi no ?A
        • Anonimo scrive:
          Re: Statevi zitti che e' meglio
          - Scritto da: Al
          Mi viene in mente una certa analogia con il
          software ... a voi no ?ma *è* proprio come dici tu. la troppa concorrenza fa abbassare i prezzi e questo è malvisto.Il costo di essere in concorrenza è troppo elevato, tanto vale eliminare i concorrenti e/o gli ostacoli al monopolio.Il libero mercato per l'industria non è *sempre* un bene.per il software per fortuna ci sono delle alternative.
      • Anonimo scrive:
        Re: Statevi zitti che e' meglio

        sono per certi versi d'accordo.
        vorrei vedere se queste persone che molto
        sbraitano fossero al posto della star di
        turno che si vede i pezzi girare su
        internet.

        Non atturebbero secondo te tutte le azioni
        necessarie per difendersi?
        NoSono d'accordo solo per la parte che riguarda l'illecito commesso per scariacre.Non e' (sempre) giusto opporsi a una cosa ritenuta ingiusta, con un'altra cosa ingiusta o illegale.Se pensiamo che la musica costi troppo (e lo pensiamo) non compriamola.E' tanto semplice.Non ascoltiam le radio commerciali, non andiamo ai concerti.Certo, se uno si scarica quei due tre pezzi di un artista del quale non comprerebbe mai il cd... vabbe'...ma se uno a casa ha 20 giga di mp3, di gente che neanche conocsce, per farsi le compilation e magari venderle, non puo' stare qui a menarla con il fatto che la musica costa troppo.E' davvero una cosa troppo ipocrita.
        Colpendo il file sharing si colpiscono anche
        i piccoli che si auto-producono e che si
        auto-promuovono, negando loro quello
        strumento di distribuzione a basso costo che
        poteva essere rappresentato da internet.Il problema, come al solito, e' l'uso che si fa del mezzo, non il mezzo.Se il file sharing e' diventato quello che e', e' anche colpa degli utenti che ne hanno abusato, in una certa maniera.
        • Anonimo scrive:
          Re: Statevi zitti che e' meglio

          No
          Sono d'accordo solo per la parte che
          riguarda l'illecito commesso per scariacre.
          Non e' (sempre) giusto opporsi a una cosa
          ritenuta ingiusta, con un'altra cosa
          ingiusta o illegale.opporsi no, ma commettere reati sì
          Se pensiamo che la musica costi troppo (e lo
          pensiamo) non compriamola.
          E' tanto semplice.infatti
          Non ascoltiam le radio commerciali, non
          andiamo ai concerti.se puoi farne a meno
          Certo, se uno si scarica quei due tre pezzi
          di un artista del quale non comprerebbe mai
          il cd... vabbe'...una persona non è poco, molto , un_po'_più_di_un_poco disonesta. Chi è disonesto lo è sempre, nel poco e nel tanto
          ma se uno a casa ha 20 giga di mp3, di gente
          che neanche conocsce, per farsi le
          compilation e magari venderle, non puo'
          stare qui a menarla con il fatto che la
          musica costa troppo.
          E' davvero una cosa troppo ipocrita.Hai perfettamente ragione
          Il problema, come al solito, e' l'uso che si
          fa del mezzo, non il mezzo.infatti, se tu fai file sharing di cose lecite, non credo vengano a prenderti a casa.
          Se il file sharing e' diventato quello che
          e', e' anche colpa degli utenti che ne hanno
          abusato, in una certa maniera.è quindi giusto reprimere i comportamenti illeciti di questi utenti, anche per maggiore serenità di chi utilizza gli strumenti del file sharing in modalità del tutto lecita....e poi vedrai quanta banda si libera....
          • Anonimo scrive:
            Re: Statevi zitti che e' meglio

            una persona non è poco, molto ,
            un_po'_più_di_un_poco disonesta. Chi è
            disonesto lo è sempre, nel poco e nel tanto
            certamentevolevo distinguere fra chi scarica mp3, li sente in macchina, ma poi ha anche una bella raccolta di cd originali pagati a peso d'oro, chi comunque "finanzia" le case discografiche, pagando il suo obolo, da chi prende senza dare, magari per farci dei soldi sopra.
          • Anonimo scrive:
            Re: Statevi zitti che e' meglio
            - Scritto da: maks

            una persona non è poco, molto ,

            un_po'_più_di_un_poco disonesta. Chi è

            disonesto lo è sempre, nel poco e nel
            tanto



            certamente
            volevo distinguere fra chi scarica mp3, li
            sente in macchina, ma poi ha anche una bella
            raccolta di cd originali pagati a peso
            d'oro, chi comunque "finanzia" le case
            discografiche, pagando il suo obolo, da chi
            prende senza dare, magari per farci dei
            soldi sopra.sono completamente d'accordo.Pensa solo a che ha dei cd (acquistati), magari rari e ne fa una copia da portare in macchina (i cd spesso si rovinano con il sole ed il calore)con la legge che c'è adesso sei penalmente perseguibile.assurdo imho....
          • Anonimo scrive:
            Re: Statevi zitti che e' meglio


            sono completamente d'accordo.
            Pensa solo a che ha dei cd (acquistati),
            magari rari e ne fa una copia da portare in
            macchina (i cd spesso si rovinano con il
            sole ed il calore)
            con la legge che c'è adesso sei penalmente
            perseguibile.

            assurdo imho....ah si?..ma pensa questo però è assurdo....cito dal tuo post precedente:"una persona non è poco, molto , un_po'_più_di_un_poco disonesta. Chi è disonesto lo è sempre, nel poco e nel tanto"..due pesi e due misure come al solito vedo...chi si fa la copia del CD è buono..chi invece si scarica gli mp3 è cattivo..nessuno si rende conto però che chi fa veramente i soldi con gli mp3 vendendo i CD di certo nn se li scarica dai circuiti di file-sharing ma compra il CD e lo masterizza..quelli che trovate in giro sono pr lo più utenti casalinghi..quindi alla setssa stregua,giuridicamente,di chi copia il CD per sentirselo in macchina..
          • Anonimo scrive:
            Re: Statevi zitti che e' meglio

            ah si?..ma pensa questo però è
            assurdo....cito dal tuo post precedente:
            "una persona non è poco, molto ,
            un_po'_più_di_un_poco disonesta. Chi è
            disonesto lo è sempre, nel poco e nel
            tanto"..

            due pesi e due misure come al solito
            vedo...chi si fa la copia del CD è
            buono..chi invece si scarica gli mp3 è
            cattivo..
            nessuno si rende conto però che chi fa
            veramente i soldi con gli mp3 vendendo i CD
            di certo nn se li scarica dai circuiti di
            file-sharing ma compra il CD e lo
            masterizza..quelli che trovate in giro sono
            pr lo più utenti casalinghi..quindi alla
            setssa stregua,giuridicamente,di chi copia
            il CD per sentirselo in macchina..è abbastanza diverso invece, precedentemente questo comportamento (la copia di riserva) era accettato dalla legge e quindi lecito.adesso non più.ben diverso è chi non_acquista_nulla e si ascolta lo stesso la musica
    • Anonimo scrive:
      Re: Statevi zitti che e' meglio
      Tutte cose belle e giuste, però il punto è un altro.A me non interessa poi troppo , di musica ne ascolto proprio poca, ma il punto è che qui cone in altri campi c'è un bel monipolio che va abbattuto !Da i post che ho letto in precedenza mi pare di capire che non sono solo gli acquirenti a rimetterci ma anche gli artisti visto che su 20 euro di un cd ne intascano 4 !In ogni caso non è giusto combattere il file sharing solo perchè ci si scambia la musica, e tutti gli altri usi ?Tipo, come farei a scaricare i film in DivX poi ??? :))))))
    • Anonimo scrive:
      Re: Statevi zitti che e' meglio
      Sono perfettamente daccordo con te.Finalmente qualcuno che ragiona limpidamente senza molti pregiudizi.ciaoLorenzo
    • Anonimo scrive:
      Re: Statevi zitti che e' meglio
      - Scritto da: Dv
      Ecco, fatemi almeno questo piacere: rubatevi
      pure (perche' rubare e' la parola che piu'
      vi si adatta) tutti gli mp3 che volete, ma
      per lo meno non venite qui su PI ad
      impestare il forum con i vostri post stile
      "major ladre", "noi paladini della
      liberta'", etc. etc.La verità e' che sono vere entrambe le cose... noi siamo dei ladri (lo ammetto: anch'io ho scaricato degli MP3.... condannatemi) ma le major sono ladre ugualmente, perche' 20 Euro per un Cd con due o tre canzoni buone e' obiettivamente uno scandalo. Sicuramente, non siamo noi i paladini della libertà...La verità è che lo strumento di file sharing non va colpito, anche se credo che il 95% dei files scambiati con questi sia protetto da copyright. Proprio perche' e' uno strumento ed il problema e' come viene usato...Ma mi chiedo: è cosi' difficile pensare ad un sistema di vendita di singoli pezzi musicali ad un prezzo modico? per esempio via sms? chi di noi non manderebbe un sms, diciamo di 2 euro per scaricarsi l'ultimo hit di branduardi ?? (ehm!!)
      • Anonimo scrive:
        Re: Statevi zitti che e' meglio

        La verità e' che sono vere entrambe le
        cose... noi siamo dei ladri (lo ammetto:
        anch'io ho scaricato degli MP3....
        condannatemi) ma le major sono ladre
        ugualmente, perche' 20 Euro per un Cd con
        due o tre canzoni buone e' obiettivamente
        uno scandalo. Sicuramente, non siamo noi i
        paladini della libertà...
        La verità è che lo strumento di file sharing
        non va colpito, anche se credo che il 95%
        dei files scambiati con questi sia protetto
        da copyright. Proprio perche' e' uno
        strumento ed il problema e' come viene
        usato...
        Ma mi chiedo: è cosi' difficile pensare ad
        un sistema di vendita di singoli pezzi
        musicali ad un prezzo modico? per esempio
        via sms? chi di noi non manderebbe un sms,
        diciamo di 2 euro per scaricarsi l'ultimo
        hit di branduardi ?? (ehm!!)Le major hanno sempre avuto questi atteggiamenti.Ricordate la possibilita' di noleggiare i cd?io a quel tempo compravo molta musica, perche' potevo sentire il cd prima di comprarlo.Certo, se mi piaceva lo compravo, senno' facevo solo la copia su cassetta... da sentire in macchina, ma non mi sentivo mai fregato.Quando il noleggio fu vietato, e dopo aver preso qualche sola con degli originali che non valevano il prezzo della custodia, ho smesso di comprare a scatola chiusa.Gli mp3 sono stati per me il modo di poter valutare di nuovo un album.Se vieteranno anche quelli, smettero' di nuovo di comprare i cd.E' tanto semplice.
      • Anonimo scrive:
        Re: Statevi zitti che e' meglio

        La verità e' che sono vere entrambe le
        cose... a rigor di norma non è proprio così
        noi siamo dei ladri (lo ammetto:
        anch'io ho scaricato degli MP3....
        condannatemi) ecco che stanno venendo a prenderti :-)
        ma le major sono ladre
        ugualmente, perche' 20 Euro per un Cd con
        due o tre canzoni buone e' obiettivamente
        uno scandalo. nessuno ti obbliga a comperare
        Sicuramente, non siamo noi i
        paladini della libertà...infatti...
        La verità è che lo strumento di file sharing
        non va colpito, anche se credo che il 95%
        dei files scambiati con questi sia protetto
        da copyright. Proprio perche' e' uno
        strumento ed il problema e' come viene
        usato...d'accordo....
        Ma mi chiedo: è cosi' difficile pensare ad
        un sistema di vendita di singoli pezzi
        musicali ad un prezzo modico? per esempio
        via sms? chi di noi non manderebbe un sms,
        diciamo di 2 euro per scaricarsi l'ultimo
        hit di branduardi ?? (ehm!!)no, ma credo che questo sia il vero obbiettivo delle major. Forse loro hanno già il sistema, ma vogliono essere *solo* loro a distribuire....per il prezzo modico credo ce lo possiamo scordare...
    • Anonimo scrive:
      Re: Statevi zitti che e' meglio
      Hei DV, si tu, proprio tu il primo della lista! Sei percaso un figlio di un discografico e il tuo paparino ha detto che non ti compra la ferrari perchè per colpa della pirateria non guadagna abbastanza!!! E' per questo che sei incazzato!!!A me sembra che chi compra (il cliente!) ha sempre ragione, le major vivono sui clienti e se la maggior parte dei clienti non li caga più dovrebbero persare perchè, piuttosto che romperci i maroni, con CD anticopia (che sono illegali ma nessuno dice niente perchè chi dovrebbe è stato pagato per stare zitto..), persecuzione del filesharing ed ora pure degli utenti, tanto per spaventarci!Vendere CD a 20 Euro è un furto, se non ci fossero sistemi per copiarli nessuno li comprerebbe comunque! E tu caro DV, non rompere e accontentati del BMW che per te è più che sufficiente!
      • Anonimo scrive:
        Re: Statevi zitti che e' meglio

        A me sembra che chi compra (il cliente!) ha
        sempre ragione, le major vivono sui clientidi solito il cliente paga. Tu sei cliente?
        e se la maggior parte dei clienti non li
        caga più dovrebbero persare perchè,
        piuttosto che romperci i maroni, con CD
        anticopia (che sono illegali ma nessuno dice
        niente perchè chi dovrebbe è stato pagato
        per stare zitto..), persecuzione del
        filesharing ed ora pure degli utenti, tanto
        per spaventarci!è una tua rispettabilissima opinione
        Vendere CD a 20 Euro è un furto, se non ci
        fossero sistemi per copiarli nessuno li
        comprerebbe comunque!questa è ancora una tua rispettabilissima opinione
        E tu caro DV, non rompere e accontentati del
        BMW che per te è più che sufficiente!simpatico....ti dispiace vero la fine dello scaricamento selvaggio, vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: Statevi zitti che e' meglio
      Complimenti, finalmente qualcuno che dicele cose per come stanno. Invece che sventolareparoloni come libertà, uguaglianza e fratellanzadite semplicemente che vi fa comodo averela musica AGGRATIS - indipendentemente dalfatto che sia solo questo : un furto belloe buono.
    • Anonimo scrive:
      Re: Statevi zitti che e' meglio
      - Scritto da: Dv
      Ma come fate a sentirvi dalla parte della
      ragione? Ma anche se un CD costasse 50 euro,
      chi puo' giustificare un'appropriazione
      indebita? Ma chi siete per dire che e'
      giusto fregarsi la roba degli altri?E tu come la metti col fatto che la musica che scarico comunque non l'avrei mai comprata in ogni caso perché mi oppongo di *principio* al fatto che un CD costi 20 euro? C'è una bella differenza tra un filesharing che non incide affatto sulla crisi dei discografici (dovuta ad altri fattori che loro stessi hanno creato) e ciò che i discografici stessi vanno lagnando, ovvero che ogni brano scaricato è un brano in meno che vendono. Vogliono vendere su Internet? Si accomodino! Ma non con offerte ridicole come il pagare per un semplice ascolto, neanche fosse una radio a pagamento. Ci lasciassero scaricare gli MP3 a una cifra onesta e poi potremo discutere.
      Non siete meglio delle major contro le quali
      puntate il vostro indice (col quale avete
      appena digitato sulla tastiera i nomi delle
      canzoni che sgraffignerete) ululando come
      ossessi parole come
      liberta'/freedom/freiheit o vattelapesca.Questo lo dici tu. Non puoi generalizzare. Io ho deciso di smettere di comprare CD molto prima di iniziare a fare file sharing. La mia scelta è stata il rifiuto e non il furto.
      Se volessero non ci metterebbero ne' uno ne'
      due ad arrivare a casa vostra e farvi un
      culo a capanna alla faccia dei vostri "che
      vengano", "sono qui che li aspetto" e via
      discorrendo. Come nel film di Fantozzi
      quando si guardavano "la polizia si
      incazza", quando gli sbirri si sono
      incazzati sul serio hanno smesso di ridere e
      di fare i ganassa.Se veramente facessimo così sarebbe male, molto male. Trovo che azioni come quelle contemplate nell'articolo vadano contro quei diritti individuali che fino ad esso avevano contraddistinto le nostre democrazie. Vuoi difendere a spada tratta RIAA, BSA e company? Fallo pure ma sappi che loro non hanno bisogno di essere protette. Qui è la nostra libertà on line ad essere a rischio e non la loro, dato che loro possono manipolare leggi e istituzioni, basta notare la deriva autoritaria delle ultime leggi sul copyright. Se sei cieco allora non venire a criticare chi parla di libertà. Vuoi sapere cosa penso di eventuali azioni polizia contro chi condivide? Che dovremmo avere il coraggio di andare davanti al giudice e sostenere le nostre ragioni, perchè se non lo facciamo potremmo non avere più una seconda possibilità.
      casi che cosa fate? Girate senza
      assicurazione pensando "cazzo me ne frega,
      anzi che vengano pure a beccarmi gli
      sbirri"?Ecco, non lo volevo proprio dire, ma qui ti comporti proprio come uno stronzo. Stai equiparando un'assicurazione che serve a tutelare le vite di esseri umani alle presunte (tutte da dimostrare) perdite economiche di una casa discografica. Nel caso lo avessi perso di vista è questo il motivo percui esiste l'assicurazione: poter risarcire i danni materiali e fisici portati ad altre persone che arrivano anche all'invalidità permanente o alla morte. Inoltre non è affatto vero che con le assicurazioni nessuno fiati e tutti paghino in silenzio: molti rinunciano a comprarsi la macchina (ma li vedi o no i dati di vendita??) molti altri migrano da società esose a quelle più economiche (come me) e inoltre le società assicurative sono sotto il mirino dell'antitrust. Sei tu quello che sostiene che non si puo' riparare un'ingiustizia con un'altra ingiustizia quindi evita di portare certi esempi.caramente,Alberto Scala
      • Anonimo scrive:
        Re: Statevi zitti che e' meglio

        E tu come la metti col fatto che la musica
        che scarico comunque non l'avrei mai
        comprata in ogni caso perché mi oppongo di
        *principio* al fatto che un CD costi 20
        euro? C'è una bella differenza tra un
        filesharing che non incide affatto sulla
        crisi dei discografici (dovuta ad altri
        fattori che loro stessi hanno creato) e ciò
        che i discografici stessi vanno lagnando,
        ovvero che ogni brano scaricato è un brano
        in meno che vendono.
        e tu come la metti col fatto che la ferrari che ho rubato nno l'avrei comprata lo stesso perche' e' un furto chiedere 300 mila euro per una macchina?dai...non facciamo sti discorsi...cosi' si giustifica qualsiasi cosa.la benzina che costa troppo, i giochi per la PS2, le sigarette, i vestiti di Armani... sono tutte cose che per il consumatore "costano troppo", perche' solo la musica dovrebbe essere giusto averla gratis?pensi che la musica costi troppo?non comprarla....
        Vogliono vendere su Internet? Si accomodino!
        Ma non con offerte ridicole come il pagare
        per un semplice ascolto, neanche fosse una
        radio a pagamento. Ci lasciassero scaricare
        gli MP3 a una cifra onesta e poi potremo
        discutere.
        appunto...non e' che finche' la musica costa troppo la scarico... o meglio, non voglio fare il falso moralista ...anche io la scarico.Ma non posso pensare che sia un modo di agire giustofinche' costa troppo per i miei gusti non la compro...soprattutto finche' di un ciddi' con 14 canzoni ne avro' sentite 2 o 3 per radio...

        Non siete meglio delle major contro le
        quali

        puntate il vostro indice (col quale avete

        appena digitato sulla tastiera i nomi
        delle

        canzoni che sgraffignerete) ululando come

        ossessi parole come

        liberta'/freedom/freiheit o vattelapesca.

        Questo lo dici tu. Non puoi generalizzare.
        Io ho deciso di smettere di comprare CD
        molto prima di iniziare a fare file sharing.
        La mia scelta è stata il rifiuto e non il
        furto.

        appuntocontinuiamo su quella sceltalo sharing fatto con gli amici non e' mai stato criminalizzato, se gli amici diventato un paio di milioni forse ti rendi conto che stai esagerando...
        Se veramente facessimo così sarebbe male,
        molto male. Trovo che azioni come quelle
        contemplate nell'articolo vadano contro quei
        diritti individuali che fino ad esso avevano
        contraddistinto le nostre democrazie. Vuoi
        difendere a spada tratta RIAA, BSA e
        company? Fallo pure ma sappi che loro non
        hanno bisogno di essere protette. Qui è la
        nostra libertà on line ad essere a rischio e
        non la loro, dato che loro possono
        manipolare leggi e istituzioni, basta notare
        la deriva autoritaria delle ultime leggi sul
        copyright. Se sei cieco allora non venire a
        criticare chi parla di libertà. Vuoi sapere
        cosa penso di eventuali azioni polizia
        contro chi condivide? Che dovremmo avere il
        coraggio di andare davanti al giudice e
        sostenere le nostre ragioni, perchè se non
        lo facciamo potremmo non avere più una
        seconda possibilità.

        sono d'accordoma una ragione si puo' sostenere anche senza commettere quello che oggi e' un reato (anche se e' una legge stupida IMHO).

        casi che cosa fate? Girate senza

        assicurazione pensando "cazzo me ne frega,

        anzi che vengano pure a beccarmi gli

        sbirri"?

        Inoltre non è affatto vero che con le
        assicurazioni nessuno fiati e tutti paghino
        in silenzio: molti rinunciano a comprarsi la
        macchina (ma li vedi o no i dati di
        vendita??) molti altri migrano da società
        esose a quelle più economiche (come me) e
        inoltre le società assicurative sono sotto
        il mirino dell'antitrust. Sei tu quello che
        sostiene che non si puo' riparare
        un'ingiustizia con un'altra ingiustizia
        quindi evita di portare certi esempi.
        pero' nessuno dice "me ne frego giro senza perche' costa troppo".Giustamente chi non vuole pagare l'assicurazione, prende i mezzi pubblici ad esempio.Non viola la legge, abusando del mezzo che gli e' concesso.Perche', ripeto, per me chi scarica qualche canzone per sentirsela in ufficio non commette nessun reato.Ma i professionisti del download tirano giu' giga di roba al giorno...e sono questi che rovinano tutto il sistema...ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Statevi zitti che e' meglio
          - Scritto da: fail scering
          e tu come la metti col fatto che la ferrari
          che ho rubato nno l'avrei comprata lo stesso
          perche' e' un furto chiedere 300 mila euro
          per una macchina?
          dai...
          non facciamo sti discorsi...ANCORA con questa storia della ferrari rubata?? Senti, fai un favore a te stesso, pensa bene a cio' che hai detto e cerca di ricostruire la genesi di questo sillogismo. Non la trovi, vero? E' come ghost in the shell. Nella tua testa ci sono ragionamenti che non ti appartengono e sai perche'? Ti sono stati inculcati dall'esterno, infatti stai ripetendo lo slogan della BSA che ormai da anni scrive ovunque a caratteri cubitali COPIA -
          FURTO. QUAND'E' CHE UN ESPERTO DI DIRITTO DIRA' A CHIARE LETTERE CHE NON E' COSI'?? Il furto implica SOTTRAZIONE di un bene che non puo' essere piu' usato da qualcuno a beneficio di qualcun altro. Con la copia cio' non avviene. Che ogni software-canzone-film copiato equivalga a un furto e' un'equivalenza che non regge altrimenti qualsiasi azione che compiamo quotidianamente sarebbe furto, dal registrare i film dalla tv al trascrivere un passaggio di un libro sull'agenda.Copiare e' uguale a un furto? Prova ad infilare una ferrari in un masterizzatore e a fartene una uguale, se ci riesci sono d'accordo con te.
          cosi' si giustifica qualsiasi cosa.
          la benzina che costa troppo, i giochi per la
          PS2, le sigarette, i vestiti di Armani...
          sono tutte cose che per il consumatore
          "costano troppo", perche' solo la musica
          dovrebbe essere giusto averla gratis?
          pensi che la musica costi troppo?
          non comprarla....Infatti non la compro. Ma non accetto neanche di essere paragonato a un ladro perhce' ho degli MP3.
          appunto
          continuiamo su quella scelta
          lo sharing fatto con gli amici non e' mai
          stato criminalizzato, se gli amici diventato
          un paio di milioni forse ti rendi conto che
          stai esagerando...Il file sharing viene criminalizzato per motivi esclusivamente economici, fino a quando eravamo quattro amici che si duplicavano le cassette col doppiapiastra non era reato, ora che siamo centinaia di migliaia diventiamo peggio della banda bassotti? Cos'è che ha fatto scattare il comandamento "non fare file sharing" tra i dieci, pardon, undici comandamenti? Forse solo un ricalcolo di Excel sul foglio elettronico di un manager. Non accetto questo modo di pensare. Un reato resta un reato, un illecito amministrativo anche. Secondo la legge italiana fino a 3 anni fa la copia di una canzone non era neanche un illecito, ora e' diventata addirittura un reato? Non posso accettare questo piegare la legge alle necessità di pochi industriali, la legge è al servizio di tutti e non dei pochi, nessuno dovrebbe accettarlo.
          sono d'accordo
          ma una ragione si puo' sostenere anche senza
          commettere quello che oggi e' un reato
          (anche se e' una legge stupida IMHO).Non e' stupida, e' peggio. Personalmente con o senza condividere files sono incazzato, molto incazzato.
          pero' nessuno dice "me ne frego giro senza
          perche' costa troppo".Senti, tagliamo la testa al toro e veniamo al punto che pure tu mi sembri indicare. Qui nessuno, credo, mette in dubbio che quando ci entrano i soldi si cambia completamente tono. Non ho mai, ripeto, mai approvato la pirateria, ma fino a qualche tempo fa il pirata era colui che lucrava sulle copie, ora invece siamo diventati tutti pirati. Non accetto ne' la definizione ne' le conseguenze assurde di questa assurdita' che le major hanno fortemente voluto e i nostri politici beoti approvato per permettere a RIAA, BSA e company di non far sfuggire il consumatore al posto che secondo loro ci spetta, ovvero quello fra l'incudine dei prezzi e il martello della polizia. ciaoAlberto
    • Anonimo scrive:
      Re: Statevi zitti che e' meglio
      Il cartello è vietato. E' ovvio che siamo di fronte a un cartello (non si spiega altrimenti la mancanza di concorrenza visto i magrini ancora elevati sul prezzo del cd unitario) che per interessi economici non viene abbattutto (chi ha i soldi spesso è nel giusto... della Microsoft ancora non si è fatto nulal di serio mi pare, ma quanti anni fa è inziato il rpocesso?).Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Statevi zitti che e' meglio
      - Scritto da: VBI
      Ecco, fatemi almeno questo piacere: rubatevi
      pure (perche' rubare e' la parola che piu'
      vi si adatta) tutti gli mp3 che volete, ma
      per lo meno non venite qui su PI ad
      impestare il forum con i vostri postah perché tu si puoi vero?ma vai a dare via i ciapét, per favore!detto questo, sarebbe detto tutto: non vuoi lasciar parlare gli altri, non meriti di parlare tu stesso!ma l'argomento che tratti, esclusa questa sparata sul far tacere gli altri, non è del tutto sbagliato, te ne do tranquillamente atto (per quanto te ne interessa ...)
      Non volevo scrivere, davvero (evitatevi le
      battute del pene tipo "ecco bravo, era
      meglio se stavi zitto"), ma non gliela
      faccio a tacere.Se non vuoi scrivere, non scrivere.E noi eviteremo qualsiasi commento.O taci, o sei come gli altri.
      Ma come fate a sentirvi dalla parte della
      ragione? Ma anche se un CD costasse 50 euro,
      chi puo' giustificare un'appropriazione
      indebita?Hai ragione.Non si tratta di vita o di morte.Bisogna semplicemente esercitare il potere da consumatore: comprare o NON comprare.
      Ma chi siete per dire che e'
      giusto fregarsi la roba degli altri?E tu chi sei?E sempre ammesso che tu sia, che ce ne frega? E sempre ammesso che tu sia, comunque non sei nessuno per chiederci chi siamo.
      Non siete meglio delle major contro le quali
      puntate il vostro indice da questo punto di vista non ti si può dare torto.ma allora , dato che parifichi i due sgraffignamenti , di che ti lamenti? Sono ladri, gli si "ruba" ... nessun problema, giusto?
      un'anonimato che *pensate* di avere
      ma che in realta' non e' che un muro di
      carta.Questo è un argomento che purtroppo tutti sottovalutano. Per questo sono baldanzosi e fanno i galletti. Ti do ragione, per quanto antipaticamente tu l'abbia messa giù, è vero: pensiamo tutti troppo spesso di essere dietro un muro nudi a fare i nostri comodi ... e invece è come se ci masturbassimo di fronte ad una telecamera nascosta, che vede e registra tutto.
      Se volessero non ci metterebbero ne' uno ne'
      due ad arrivare a casa vostra e farvi un
      culo a capanna alla faccia dei vostri "che
      vengano", "sono qui che li aspetto" e via
      discorrendo.Sono PERFETTAMENTE d'accordo.E' questo che mi spaventa. Mezzi che permettono a chiunque di farsi i cazzi nostri.E tutti noi che ce ne dimentichiamo.QUESTO E' il PROBLEMA.Che invece pare rallegrare il nostro amico GIUDICE DI TUTTI.
      Come nel film di Fantozziazz, qui si passa alla cultura, mi scosto di fronte alla citazione.
      Io sono d'accordo con questi sistemi,
      beccare un paio di cioti e far cagare sotto
      tutto gli altri. Allora smetterete di fare i
      fighetti predicando per l'indipendenza di
      internet.Chiaramente anche se io ti infilassi un bazooka nel culo, o meglio, puntassi una pistola alla nuca di tua moglie, chiedendoti "smettila di dire ciò in cui credi" ... anche tu smetteresti di dire queste corbellerie: tu credi in questi metodi? Perfetto, non vedo l'ora che la pula ti minacci.Trovati con un problemino con le forze dell'ordine che commettono un abuso nei tuoi confronti, magari perché è "la settimana dell'esempio da dare agli altri" e chiamami, ne godrò alquanto.
      Chiamatemi troll, chiamatemi stronzo, quello
      che volete, ma voi siete un branco di pecore
      che hanno solo trovato un'angolino d'erba
      piu' succulenta.e tu chi sei per dire questo?chi ti credi di essere?e chi credi che sia d'accordo con quello che tu credi di essere nei nostri confronti?ma vai tranquillamente in tanta di salute, vai!
      La benzina costa un sacco di soldi perche'
      lo stato di tasse non ne ha mai abbastanza;
      le assicurazioni sono oramai un'associazione
      a delinquere ma non si puo' fare altro che
      pagare; con l'arrivo dell'euro e' diventato
      tutto + caro. Avanti, cari miei! In questi
      casi che cosa fate? Girate senza
      assicurazione pensando "cazzo me ne frega,
      anzi che vengano pure a beccarmi gli
      sbirri"?Mezza Italia fa proprio così.Oppure si assicura per quel tanto che basta per assolvere gli obblighi di legge.E le associazioni TENTANO di fare il culo alle assicurazioni.Comunque tu dici che , dato che ce la si prende in culo in cose così, allora BISOGNA PRENDERLO anche dove è possibile evitarlo?Meno male che ci insegni tu come vivere, altrimenti come faremmo? La tua soluzione è straordinaria!
      I soliti quaqquaraqua', quando si puo'
      rubacchiare la mela lo fate (mp3, schede
      satellitari tarocche, twilight, divX e via
      di questo passoazz, ti vedo informatino!forse sei il capo dei quaqquaraqua'?ma noooooo , tu sei solo MOLTO INFORMATO ....Oppure sei il solito quaqquaraqua' che non ha niente altro da fare che criticare gli altri, mentre se venissi a casa tua ti beccherei a fare lo stesso.ALMENO ABBI LA DECENZA DI STARE DALLA TUA PARTE.
      ), per il resto ficcate la
      testa nella sabbia e muti.ahhhh meno male, adesso sei arrivato tu, che sicuramente invece risolvi, che sicuramente ti batti coraggiosamente per il giusto e contro il sopruso.Dicci cosa fare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Statevi zitti che e' meglio


        per lo meno non venite qui su PI ad

        impestare il forum con i vostri post

        ah perché tu si puoi vero?
        ma vai a dare via i ciapét, per favore!Hai ragione, qui ho sbagliato, ognuno e' libero di dire la sua, ma cose tipo "sono qui che aspetto" ce le si potrebbe anche risparmiare.Mi sembrano quelli allo stadio che aizzano la polizia e poi si lamentano per le manganellate sui denti
        Se non vuoi scrivere, non scrivere.
        E noi eviteremo qualsiasi commento.
        O taci, o sei come gli altri.Ho scritto ed apprezzato le risposte ricevute (cosi' come la tua)
        Bisogna semplicemente esercitare il potere
        da consumatore: comprare o NON comprare.esatto

        Ma chi siete per dire che e'

        giusto fregarsi la roba degli altri?

        E tu chi sei?Da che mondo e' mondo, rubare e' reato, non lo dico solo io
        ma allora , dato che parifichi i due
        sgraffignamenti , di che ti lamenti? Sono
        ladri, gli si "ruba" ... nessun problema,
        giusto?Non si va' a rubare a casa dei ladri solo perche' sono tali
        Che invece pare rallegrare il nostro amico
        GIUDICE DI TUTTI.La cosa non mi rallegra. Ma il confine dei "farsi i cazzi suoi" e' molto labile. Andare a 150 su una statale sono cavoli miei, pero' la pula la mia velocita' la puo' misurare e castagnarmi. Andare in metro senza biglietto sono affari miei, che diritto hanno di chiedermi se ce l'ho? E perche' ci sono telecamere in banca, la faccia e' la mia e non voglio che sia ripresa quando mi scaccolo.E' cosi'. E sai perche'? Perche' per colpa di pochi che cercano di fare i furbi si e' dovuti introdurre questi sistemi
        azz, qui si passa alla cultura, mi scosto di
        fronte alla citazione.Si, vabbe'
        Chiaramente anche se io ti infilassi un
        bazooka nel culo, o meglio, puntassi una
        pistola alla nuca di tua moglie, chiedendoti
        "smettila di dire ciò in cui credi" ...
        anche tu smetteresti di dire queste
        corbellerie: tu credi in questi metodi?Io posso credere a quello che voglio e la pula non mi punta la pistola alla nuca (almeno dove vivo). Per il resto alle volte beccarne una percentuale e' un'ottimo deterrente.Esempio: in ditta si usava internet per scopi "poco professionali": una bella scorsa al log (anche questo e' farsi i cavoli degli altri, ma l'amministratore che deve fare? lasciar perdere?), qualche mail mirata, la voce si sparge e la piantano tutti
        Trovati con un problemino con le forze
        dell'ordine che commettono un abuso nei tuoi
        confronti, magari perché è "la settimana
        dell'esempio da dare agli altri" e chiamami,
        ne godrò alquanto.Gia' successo, non ti preoccupare. Ma godere della sfortuna altrui non ti fa onore.
        Comunque tu dici che , dato che ce la si
        prende in culo in cose così, allora BISOGNA
        PRENDERLO anche dove è possibile evitarlo?Non vuoi prenderlo in quel posto comprando CD? Allora non comprarli, ascolta la radio. Io l'ultimo che ho comprato e' stato quella merda dei Metallica uscito all'inizio del '90, dieci anni fa, poi ho lasciato mio fratello a svenarsi, non ho cacciato + una svanzica.
        azz, ti vedo informatino!
        forse sei il capo dei quaqquaraqua'?
        ma noooooo , tu sei solo MOLTO INFORMATO ....Ma falla finita, chi smanetta con i computer (io per lavoro) queste cose non puo' non saperle
        ahhhh meno male, adesso sei arrivato tu, che
        sicuramente invece risolvi, che sicuramente
        ti batti coraggiosamente per il giusto e
        contro il sopruso.
        Dicci cosa fare.In non risolvo niente ma non ho nemmeno niente da temere, Napster/Audiogalaxy/WinMX non li ho mai usati.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Statevi zitti che e' meglio
      - Scritto da: Dv
      Ecco, fatemi almeno questo piacere: rubatevi
      pure (perche' rubare e' la parola che piu'
      vi si adatta) tutti gli mp3 che volete, ma
      per lo meno non venite qui su PI ad
      impestare il forum con i vostri post stile
      "major ladre", "noi paladini della
      liberta'", etc. etc.Dimmi un po', genio del mercato della musica: hai idea di quale percentuale dei proventiderivanti dalla vednita d'un disco finiscano nellemani dell'artista?Te lo dico io: nel caso di artisti con poco potere contrattuale, si va dal 3 al 5 per cento.Nel caso di artisti "affermati", parliamo alpiu' del 12%.Bene: io esorto gli artisti ad autodistribuirsivia rete.Saro' ben lieto di pagare a *loro*, che potrannogaudagnare di piu' di quanto guadagnino attualmente e di spendere molto di meno io.E che si attacchino i veri parassiti, che sonole dannate case di dsitribuzione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Statevi zitti che e' meglio
      non posso darti torto ...
      arrubarvi le canzoni e lo fate (non posso
      nemmeno concedervi un po' di ammirazione che
      do' per lo meno alle persone che *inventano*
      e scrivono i programmi di file sharing,
      almeno loro il cervello lo usano, voi
      pecoroni solo il computer sapete accendere),a proposito di questo ,casomai a qualcuno fregasse qualcosa : http://www.wired.com/news/culture/0,1284,53704,00.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Statevi zitti che e' meglio
      - Scritto da: Dv
      Ecco, fatemi almeno questo piacere: rubatevi
      pure (perche' rubare e' la parola che piu'
      vi si adatta) Gia' qua dimostri di scrivere esclusivamente per dire sciocchezze. Infatti e' tutto da dimostrare il fatto che se scarico un mp3 o mi copio il cd di un mio amico (scommetto che qualche volta l'hai fatto diventando a tua volta "un ladro") danneggio qualcuno quindi il furto esiste solamente nei cervelli piu' bacati.In effetti ora come ora passerei tranquillamente il resto dei miei giorni senza ascoltare musica piuttosto di finanziare della gente che mi minaccia e mi spia.Il resto del messaggio e' del tutto inficiato dall'idiozia iniziale ed anche a voler essere buoni e' un intervento inutile a difesa di chi lavora per mettercelo in quel posto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Statevi zitti che e' meglio
      - Scritto da: Dv
      (perche' rubare e' la parola che piu'
      vi si adatta)E` vero. Io rubo, di conseguenza sono senza alcun dubbio un ladro.
      per lo meno non venite qui su PI ad
      impestare il forum con i vostri post stile
      "major ladre", "noi paladini della
      liberta'", etc. etc.Anche io preferirei non vedermi rigurgitare addosso l'odio di alcuni piccoli benpensanti , ma tant'e`.
      Ma come fate a sentirvi dalla parte della
      ragione?Io non mi sento dalla parte della ragione. Non combatto nessuna guerra, non mi interessa. Semplicemente me ne *frego*. Non ritengo giusta la condotta delle major, quindi non gli do i miei soldi. Pero` mi piace la musica, quindi la rubo. Se posso tento di supportare direttamente gli artisti, andando ai concerti oppure (per quelli che hanno gia` capito come gira il mondo) comprando le canzoni direttamente via Internet.
      Se volessero non ci metterebbero ne' uno ne'
      due ad arrivare a casa vostra e farvi un
      culo a capannaGia`, e una saetta non ci metterebbe niente a venire giu` e fulminarti. Ma questo in un anno succede a una persona su centinaia di milioni. Di conseguenza preoccuparsene e` pura e semplice paranoia.
      Io sono d'accordo con questi sistemi,
      beccare un paio di cioti e far cagare sotto
      tutto gli altri.Sono d'accordo anche io! Cosi` tutti i lamer che intasano la rete scaricando Shakira si leveranno dalle balle, staremo piu` larghi e avremo piu` banda per scaricare i nostri mp3 preferiti.
      Chiamatemi troll, chiamatemi stronzoPersonalmente ritengo che la musica, al pari di ogni altra espressione artistica, sia un diritto inalienabile dell'uomo e debba essere accessibile al minor costo possibile. E` giusto pagare qualcosa per entrare nei musei, ma solo per dargli una mano (piccola, in realta`) per sostenersi. E` giusto pagare gli artisti, ma solo perche` anche loro devono campare.Invece non vedo perche` dovrei pagare le major. Il loro lavoro e` inutile, superfluo - anzi, dannoso, vedendo le porcherie di "cantanti" che riescono a inventarsi per tirar su soldi.
      quello
      che volete, ma voi siete un branco di pecore
      che hanno solo trovato un'angolino d'erba
      piu' succulenta.Cavolo, mi hai letto dentro.
      Avanti, cari miei! In questi
      casi che cosa fate?Risparmiamo dove possiamo. Non pagare l'assicurazione e` pericoloso e criminale, sia per te che per il tuo prossimo; non pagare il CD non uccide nessuno. Al massimo lascia a casa gente che cosi` ha la possibilita` di trovarsi un vero lavoro (si`, ce l'ho con quegli straccioni infami della SIAE).
  • Anonimo scrive:
    In caso di accusa
    In caso di accusa, si potrebbe sostenere che senza la possibilità di scaricare mp3 i cd comunque non sarebbero stati comprati.Tanti anni fa facevo le cassette prendendo i brani dalla radio, oggi dalla rete, se non avessi avuto i mezzi non li avrei comprati comunque a meno di un prezzo equo 8-9 euro, quindi si può sostenere che comunque non ho tolto soldi a nessuno.
    • Anonimo scrive:
      Re: In caso di accusa non te la cavi
      - Scritto da: CEppa
      In caso di accusa, si potrebbe sostenere che
      senza la possibilità di scaricare mp3 i cd
      comunque non sarebbero stati comprati.
      ...
      quindi si può sostenere che comunque non ho
      tolto soldi a nessuno.Nella pirateria una volta era punito il lucro, ovvero ottenere beni e denaro dall'atto di copia. Ma con una legge molto severa approvata su pressione delle major (modifica del 2000 all'articolo 171 bis legge n. 518/1992), qualche anno fa le cose sono cambiate: adesso e' punito il profitto, il che significa il godimento/risparmio/vantaggio di avere una cosa anche gratis che altrimenti non otterresti.Ti cito un bell'articolo di punto informatico:"Copiare software, analisi d'un reato"http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=39352"...Conseguenza è che se con "lucro" il legislatore intendeva punire solo coloro i quali dalle condotte di duplicazione, riproduzione, vendita, ecc., traessero un vantaggio patrimoniale, con "profitto" la punibilità si estende anche a coloro che dalla duplicazione traggono un vantaggio "casalingo", ovvero un semplice risparmio evitando di acquistare un originale del programma."e ancora:"Ad oggi sanzionando coloro che duplicano software con finalità di profitto, il legislatore intende punire tutti coloro che duplicheranno abusivamente traendo un vantaggio di qualsiasi natura, che sia risparmio o semplice vantaggio morale.Subirà un processo penale il minorenne che duplicherà un gioco dall'amico, lo studente che duplicherà un programma di ricerca, l'adulto che mostrerà in ufficio un programma che ha in originale a casa ..."Quindi il tuo "non togliere soldi a nessuno" e' per la legge un profitto e come tale perseguibile.Giusto per non cadere nella tentazione di sentirsi troppo sicuri.
  • Anonimo scrive:
    Sti multimiliardari...
    Lo so che è difficile anch'io sono un fruitore di Giochi via net e ascolto molta musica, però visto che i loro miliardoni li guadagnano grazie a noi, sarebbe tanto bello fare uno sciopero dei consumatori, evitiamo di comprare pezzi di PC, giochi, joypads e tutto quello che è legato all'informatica per 1 mesetto, poi vediamo come la pensano quelli della NewEconomy, ma ti pare che un CD qui in Italia lo paghi 25???? Ma quanto costerà ad un industria discografica???I loro miliardi che vogliono preservare e i loro possedimenti che si sono guadagnati onestamente...devono essere salvati dalla pirateria e affini no?Ma che roba... tanto è estate W il mare e abbasso la tecnologia!!! P.S. Per un mese s'intende...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sti multimiliardari...

      Lo so che è difficile anch'io sono un
      fruitore di Giochi via net e ascolto molta
      musica, però visto che i loro miliardoni li
      guadagnano grazie a noi, sarebbe tanto bello
      fare uno sciopero dei consumatori, evitiamo
      di comprare pezzi di PC, giochi, joypads e
      tutto quello che è legato all'informatica
      per 1 mesetto, poi vediamo come la pensanoMa figurati... lotte di questo tipo non interessano più a nessuno... hai visto cosa è successo per lo scioepro dei consumatori di settimana scorsa?
  • Anonimo scrive:
    Sono un povero discografico
    Ma lo sapete voi che continuando a condividere i file non mi fate guadagnare niente?E come faccio a pasteggiare a champagne? E mantenere le mie 4 fuoriserie? E le case in villeggiatura? E la barca a Portofino? E il maggiordomo, il massaggiatore, il giardiniere e la baby sitter? E l'attico per la mia amante?Allora tornate comprare i cd senza tante storie!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono un povero discografico
      - Scritto da: areknon ti risponde nessuno ma ti rispondo io che sono amico di tutti infatti anche tu potresti distribuire musica libera
  • Anonimo scrive:
    Concettualmente giusto?
    Beh, se vogliamo proprio dirla tutta, dal punto di vista puramente concettuale sarebbe più giusto così.Ricordate tutti i discorsi che facevamo e le tonnellate di byte spese all'epoca dell'azione contro Napster? Il famoso discorso del "punire il mezzo e non l'autore dell'illecito", la famosa storia di quello che ti spara e arriva la polizia ad arrestare la pistola, lasciando libero l'assassino.Questa volta sembra si sia realizzato che non è giusto colpire un software, ma piuttosto colpire CHI lo usa per compiere un atto illegale.Comunque, questa è solo una digressione concettuale di chi spera che la rete resti sempre libera da pressioni esterne, in quanto mezzo di condivisione di informazioni. Qualunque esse siano e in qualunque forma siano codificate.Tanto è un'azione informativa che ha come principale scopo quello di spaventare e scoraggiare gli utenti. Mi sembra di ricordare qualcosa del genere nel caso degli utenti di software pirata. Non vi sembra di averli sentiti già questi discorsi ...
  • Anonimo scrive:
    Brigate Rosse
    Questa volta le majors hanno visto giusto; di certo perseguire singolarmente i milioni di utenti del file sharing è improponibile, ma vi siete chieste cosa succederebbe se solo un centinaio di questi fossero perseguiti? se la polizia facesse una retata contro un piccolo gruppo di utenti strombazzandola tramite televisione radio e internet quanto ci vorrebbe a "colpirne uno per educarne cento"? Tutti se la farebbero addosso dalla paura ritirando le proprie collezioni e addio file sharing!
    • Anonimo scrive:
      Re: Brigate Rosse
      - Scritto da: Maciste
      per educarne cento"? Tutti se la farebbero
      addosso dalla paura ritirando le proprie
      collezioni e addio file sharing!E' proprio questo effetto che sperano di ottenere. Mettere la fifa addosso.Ci riusciranno?
    • Anonimo scrive:
      Re: Brigate Rosse

      strombazzandola tramite televisione radio e
      internet quanto ci vorrebbe a "colpirne uno
      per educarne cento"? Tutti se la farebbero
      addosso dalla paura ritirando le proprie
      collezioni e addio file sharing!50 o cento sono una percentuale risibile.Ogni week end muoiono in incidenti stradali circa 50 persone su milioni che viaggiano; la gente è per questo spinta a stare a casa e non viaggiare?La multa per eccesso di velocità è salatissima eppure pochi rispettano i limiti.Se la probabilità di essere beccato sarebbe del 10-20% sarebbe un buon deterrente...se la percentuale rimane allo 0,001% non "deterre" nulla..
    • Anonimo scrive:
      Re: Brigate Rosse
      questo è terrorismo... come i terroristi che si fanno saltare in aria negli autobus. Uccidono 10 persone per impaurirne 1000 ... la proporzione è identica
  • Anonimo scrive:
    Vi aspetto
    Sono io che vengo a prendervi!
  • Anonimo scrive:
    Io sono qui...
    Quando vogliono....
  • Anonimo scrive:
    Rubare in casa dei ladri non è reato
    • Anonimo scrive:
      Re: Rubare in casa dei ladri non è reato
      - Scritto da: Ladrie neanche ammazzare gli assassinima mica siamo in texasstupidottero
  • Anonimo scrive:
    Non possono fare assolutamente nulla...
    Per il semplice motivo ke violerebbero la mia privacy :)In America poi la Privacy è molto piu importante ke qui in Italia.Quindi state tranquilli ke se vi accusano di file sharing, potete citare in tribunale tutta la casa discografica e avrete SICURAMENTE RAGIONE e le accuse verso di voi non avrebbero fondamenta :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non possono fare assolutamente nulla...
      [Quote]:Quindi state tranquilli ke se vi accusano di file sharing, potete citare in tribunale tutta la casa discografica e avrete SICURAMENTE RAGIONE e le accuse verso di voi non avrebbero fondamenta :)[/Quote]Pressioni politiche ed economiche permettendo, forse ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Non possono fare assolutamente nulla...
        - Scritto da: teddy
        [Quote]:
        Quindi state tranquilli ke se vi accusano di
        file sharing, potete citare in tribunale
        tutta la casa discografica e avrete
        SICURAMENTE RAGIONE e le accuse verso di voi
        non avrebbero fondamenta :)
        [/Quote]

        Pressioni politiche ed economiche
        permettendo, forse ...si vabbe'...l'Italia non fa richiesta di estradizione per Zorzi che e' l'esecutore materiale della strage di piazza Fontana (16 morti , oltre 80 feriti)Figurati se si tratta di un privato cittadino che gliene puo' fregare.... anche se ci fossero pressioni....Dai, non cadiamo nel ridicolo.Di certo e' una mossa pubblicitaria delle major, ma inattuabile.Perche' la probabilita' di beccare qualcuno VERAMENTE colpevole, e' praticamente nulla...Non basta usare un sistema di sharing per essere colpevoli, bisogna dimostrare che si e' scaricato materiale coperto da Copyright e che poi sia stato acoltato.Il solo download non e' reato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non possono fare assolutamente nulla...
      - Scritto da: NiKo
      Per il semplice motivo ke violerebbero la
      mia privacy :)E quale privacy violerebbero, scusa?Ti colgono in flagranza di reato a scaricare o condividere musica. Questo è un reato e non c'è privacy che tenga di fronte a un crimine, sai?
      In America poi la Privacy è molto piu
      importante ke qui in Italia.Seeee..nel paese dei balocchi! In America attualmetne la Privacy non conta NIENTE!
      • Anonimo scrive:
        Re: Non possono fare assolutamente nulla...
        - Scritto da: Ekleptical
        - Scritto da: NiKo

        Per il semplice motivo ke violerebbero la

        mia privacy :)

        E quale privacy violerebbero, scusa?
        Ti colgono in flagranza di reato a scaricare
        o condividere musica. Questo è un reato e
        non c'è privacy che tenga di fronte a un
        crimine, sai?Scusami dov'è la flagranza?1)Il file può non essere protetto da copyright(immagina un file vuoto con il nome di una canzone famosa)2)io posso essere in possesso del CD Originale
      • Anonimo scrive:
        Re: Non possono fare assolutamente nulla...

        E quale privacy violerebbero, scusa?
        Ti colgono in flagranza di reato a scaricare
        o condividere musica. Questo è un reato e
        non c'è privacy che tenga di fronte a un
        crimine, sai?uh?download == reato?da quando?il download non e' mai reato, neanche quello di materiale coperto da copyright.credo che nessuno sia mai stato condannato per il semplice download.Es. mi scarico photoshop, ma non lo installo, non ho commeso nessun reato, ne' ho violato la licenza che si accetta durante l'installazione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non possono fare assolutamente nulla...

          uh?
          download == reato?
          da quando?
          il download non e' mai reato, neanche quello
          di materiale coperto da copyright.
          credo che nessuno sia mai stato condannato
          per il semplice download.
          Es. mi scarico photoshop, ma non lo
          installo, non ho commeso nessun reato, ne'
          ho violato la licenza che si accetta durante
          l'installazione.Beh, in quel caso è quantomeno detenzione di materiale illecito! Non credo proprio te la cavi tanto facilmente!E in ogni caso il download non può avvenire senza upload da parte di un altro! E quello E' un REATO punito con pene severissime, compreso il carcere (per il software).Se leggi l'articolo putnano a punire gli uploader massicci. Se nessuno uploada il file-sharing non esiste!
          • Anonimo scrive:
            Re: Non possono fare assolutamente nulla...
            -

            E in ogni caso il download non può avvenire
            senza upload da parte di un altro! E quello
            E' un REATO punito con pene severissime,
            compreso il carcere (per il software).
            Se leggi l'articolo putnano a punire gli
            uploader massicci. Se nessuno uploada il
            file-sharing non esiste!invece non è vero poichè il file sharing è appunto uno sharing..io nn faccio nessun upload...tu mi guardi dentro il computer (le cartelle che condivido) e scegli cosa scaricarti o meno..per quanto mi riguarda posso anche avere fatto degli mp3 dal CD originale per asoltarli/mixarli sul computer..guarda non è proprio cosi semplice..possono fare tutti i processi che vogliono ma c'è la famosa clausola che dà la possibilità di fare copie di backup sia del software che della musica che rende la faccenda troppo controversa per far si che gli utenti vengano puniti..
          • Anonimo scrive:
            Re: Non possono fare assolutamente nulla...

            invece non è vero poichè il file sharing è
            appunto uno sharing..io nn faccio nessun
            upload...Come non fai upload? Metti a disposizione del pubblico del materiale coperto da copyright senza nessuna autorizzazione. Questo è un reato punito dal codice!Girala come vuoi, ma questo è obbiettivamente inattaccabile!
            guarda non è proprio cosi semplice..possono
            fare tutti i processi che vogliono ma c'è la
            famosa clausola che dà la possibilità di
            fare copie di backup sia del software che
            della musica che rende la faccenda troppo
            controversa per far si che gli utenti
            vengano puniti..Convinto tu! Credo ne siano molto meno avvocati e giudici, ho paura! :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non possono fare assolutamente nulla...
            - Scritto da: Ekleptical

            invece non è vero poichè il file sharing è

            appunto uno sharing..io nn faccio nessun

            upload...

            Come non fai upload? Metti a disposizione
            del pubblico del materiale coperto da
            copyright senza nessuna autorizzazione.
            Questo è un reato punito dal codice!
            Girala come vuoi, ma questo è
            obbiettivamente inattaccabile!


            guarda non è proprio cosi
            semplice..possono

            fare tutti i processi che vogliono ma c'è
            la

            famosa clausola che dà la possibilità di

            fare copie di backup sia del software che

            della musica che rende la faccenda troppo

            controversa per far si che gli utenti

            vengano puniti..

            Convinto tu! Credo ne siano molto meno
            avvocati e giudici, ho paura! :)Farsi fare gli upload non è reato, ki ti scarica potrebbe benissimo avere il CD Originale :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non possono fare assolutamente nulla...

            Beh, in quel caso è quantomeno detenzione di
            materiale illecito! Non credo proprio te la
            cavi tanto facilmente!detenzione di che?????mica stiamo parlando di scorie atomiche!!!!quale detenzione illegale...cosa c'e' di illegale in un software o in un mp3?
            E in ogni caso il download non può avvenire
            senza upload da parte di un altro! E quello
            E' un REATO punito con pene severissime,
            compreso il carcere (per il software).
            Se leggi l'articolo putnano a punire gli
            uploader massicci. Se nessuno uploada il
            file-sharing non esiste!io non faccio upload io scarico dal pc degli altri, e gli altri fanno lo stesso con me....
  • Anonimo scrive:
    Requiem
    Desumo dai messaggi precedenti che l'epoca del file-sharing sia finita. Peccato. E' stato bello trovare delle cose introvabili, scaricare pezzi storici, emozionarsi trovando la sigla del cartoon preferito. Ma un bel gioco dura poco.Peccato. Anche per i discografici, perchè da me non avranno più un euro che sia uno. E' l'unica cosa che possiamo fare: smettere di comprare, smettere di andare ai concerti, smettere di CONSUMARE. Ma questo è un discorso che pochi riescono ad accettare perchè oggi non siamo più capaci di RINUNCIARE a qualcosa. Siamo viziati che facciamo schifo. Amen
    • Anonimo scrive:
      Re: Requiem
      - Scritto da: oggi sono moralista
      Desumo dai messaggi precedenti che l'epoca
      del file-sharing sia finita. Peccato.Desumi male...molto male... E'
      stato bello trovare delle cose introvabili,
      scaricare pezzi storici, emozionarsi
      trovando la sigla del cartoon preferito. Ma
      un bel gioco dura poco.durerà molto invece...
      Peccato. Anche per i discografici, perchè da
      me non avranno più un euro che sia uno. Giusto...qui hai ragioneE'
      l'unica cosa che possiamo fare: smettere di
      comprare, smettere di andare ai concerti,
      smettere di CONSUMARE. Ma questo è un
      discorso che pochi riescono ad accettare
      perchè oggi non siamo più capaci di
      RINUNCIARE a qualcosa. Siamo viziati che
      facciamo schifo. AmenAi concerti invece sarebbe bene andarci.E' l'unico momento in cui l'artista guadagna lavorando, e le case discografiche ci guadagnano un po' meno, anche se c'è sempre la SIAE del xaxxo.IN ogni caso il concerto è l'unica cosa che accetto, perchè l'artista lavora per 2 ore e viene pagato (forse un po' troppo) per un lavoro svolto in quel momento.Non mi pare giusto invece che un artista scriva una canzone oggi, e ci guadagni soldi sopra domani standosene seduto sul divano...
      • Anonimo scrive:
        Re: Requiem
        - Scritto da: buccia81
        E' l'unico momento in cui l'artista guadagna
        lavorando, e le case discografiche ci
        guadagnano un po' meno, anche se c'è sempre
        la SIAE del xaxxo.Concordo.Comunque non c'e' sempre la SIAE di merda.Per esempio, i biglietti del concerto di Grignani costavano 10 euro... quelli di Ligabue (con la SIAE tra le palle) costano 27 euro.Bye
      • Anonimo scrive:
        Re: Requiem

        Non mi pare giusto invece che un artista
        scriva una canzone oggi, e ci guadagni soldi
        sopra domani standosene seduto sul divano...Cioè, fammi capire: è il lavoro che ha fatto oggi non merita di essere pagato? Mah!
  • Anonimo scrive:
    Spaventare la gente...
    Cerdo che il primo scopo di voci come queste sia spaventare la gente, in modo che non condivida piu', o condivida sempre meno.Per ora cosa si sa? Che un articolo del Wall Street Journal e' piaciuto alle majors...Ma credete che aspettassero di leggerlo sul giornale e che non ci avessero gia' pensato?Mi sembra molto, ma molto strano. Credo che le majors abbiano gia' fatto studi legali sulla fattibilita' di questa via, e l'abbiano scartata.Pero' un piccolo risultato si ottiene gia' con il solo fare girare le voci: molti si spaventano, e smettono di condividere...Legalmente non e' proprio cosi' facile, e gli utenti sono in decine di paesi, con decine di leggi diverse...Boh, ripeto, a me sembra molto strano
  • Anonimo scrive:
    vergogna senza fine
    C'e' da vergognarsi di fare parte di un pianeta cosi', popolato da squali i quali come unico interesse hanno il denaro.
    • Anonimo scrive:
      Re: vergogna senza fine
      - Scritto da: KooG
      C'e' da vergognarsi di fare parte di un
      pianeta cosi', popolato da squali i quali
      come unico interesse hanno il denaro.Perchè tu lavori gratis? Benvenuto sul pianeta terra! :)
  • Anonimo scrive:
    CD sharing
    Per aggirare i problemi del file sharing, basta passare al CD sharing.Ci mette d'accordo con la propria compagni a di amici, si acquistano tutti i CD in condivisione, si fanno le copie (o gli mp3) per tutti.Se il gruppo e' ragionevolmente grande (diciamo 30-50 persone) la spesa rimane comunque abbastanza limitata.SalutiGiorgio
    • Anonimo scrive:
      Re: CD sharing
      - Scritto da: Giorgio
      Per aggirare i problemi del file sharing,
      basta passare al CD sharing.
      Ci mette d'accordo con la propria compagni a
      di amici, si acquistano tutti i CD in
      condivisione, si fanno le copie (o gli mp3)
      per tutti.

      Se il gruppo e' ragionevolmente grande
      (diciamo 30-50 persone) la spesa rimane
      comunque abbastanza limitata.questa è l'idea (ottima) più vecchia in assoluto.veniva fuori già quando i masterizzatori costavano sopra i 10 milioni di lire (e infatti la dimenticammo quella idea ...)Ma ... chi tiene gli originali? Chi tiene i masterizzati? E la compagnia non si sfalda?Io credo che ci siano anche organizzazioni d'ascolto in giro che sono già state bloccate dalla polizia.A fottere la gente tranquilla che si vuole solo ascoltare la musica ci riescono facilmente ... questi sono GROSSI CRIMINI (bauuuu!!! che pauraaaaa) che perseguono molto alacremente.
      • Anonimo scrive:
        Re: CD sharing
        guardatevi http://www.singsing.org/ e la battaglia che ha vinto.- Scritto da: trottolo

        Io credo che ci siano anche organizzazioni
        d'ascolto in giro che sono già state
        bloccate dalla polizia.
    • Anonimo scrive:
      Re: CD sharing
      BEh...sarebbe meglio un "full cd" sharing su winmx.All'estero sono piu avanrti di noi.Noi ci limitiamo a condividere mp3 per il gusto di averne molti.I dischi stranieri invece su winmx ad esempio si trovano zippati in un unico file .zip, e quindi qualsiasi filtro mp3 non impedirebbe di scaricarli
  • Anonimo scrive:
    Magari funziona
    Magari funziona, x le major discografiche in tendo, già mi immagino che qualcuno eviterà di condividere file limitandosi al prelievo. Fine di qualsiasi sistema di file sharing.
  • Anonimo scrive:
    la sapevo
    l'avevo detto quando avevo letto proprio qui su punto infomatico un articolo dove winmx e altri si vantavano della loro inataccabilità dal punto di vista legale.avevo detto che prima o poi se la sarebbero presa con i singoli utenti e sta puntalmente succedendo, all'epoca nessuno rispose al mio messaggio...mi sento tanto pandora.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: la sapevo
      - Scritto da: gabriele
      succedendo, all'epoca nessuno rispose al mio
      messaggio...mi sento tanto pandora.CASSANDRA! Era Cassandra la profetessa che non veniva ascoltata! Pandora ha solo fatto danni, non profezie :)Ciao! :P
      • Anonimo scrive:
        Re: la sapevo

        messaggio...mi sento tanto pandora.
        CASSANDRA! Era Cassandra la profetessa che
        non veniva ascoltata! Pandora ha solo fatto
        danni, non profezie :)

        Ciao! :Phehehehe cacchio devo smetterla di scrivere messaggi alle 2 e mezza di notte;O)ciao
  • Anonimo scrive:
    Ma non dite caxxate
    c'è un mio amico che tutte le mattine si fumavaun bombolone aspettando il bus per andare a lavorare.I Carabbinieri che facevano la ronda a piedi non gli hanno mai detto niente.Lo guardavano male e basta.(che senso aveva infierire su uno sfigato)Voi volete che con tutti i casini in rete che abbiamo (compreso il terrorismo islamico e rosso,la pedofilia etc...) le forze dell'ordine perdano tempo a scrivere verbali per colpa magari di un bambino di 8 anni che ha scaricato le canzoni di Cristina D'Avena???Noi Italiani abbiamo tanti difetti, ma forse il buon senso non ci manca.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non dite caxxate
      La differeza sta nel fatto che chi scarica la musica fa un torto a chi ha un fottio di soldi ... cantanti e discografici ... e chi ha i soldi riesce sempre a smuovere le montagne ...Dulcis in fundo vengono a rompere i m@roni a chi scarica un mp3 ma lasciano i drogati a morire per strada ...Perche' ? perche' il drogato che muore non fa perdere 1 centesimo di euro a nessun riccone del c@xxo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non dite caxxate
        e mo basta anzi che rompere l'anima chi scambia file pensassero aa abbassare i prezziiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!! è assurdo pagare 20-25? per un cd, non vogliono capire che cosi favoriscono solo la piraterie e nientaltro?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non dite caxxate

        Perche' ? perche' il drogato che muore non
        fa perdere 1 centesimo di euro a nessun
        riccone del c@xxo.Vabbé, non vederla così male....Un drogato in meno fa abbassare il costo sociale per la collettività... (che paghiamo TUTTI!!!)Un CD in meno toglie circolazione di soldi a un mercato (quello musicale) che già vanta un indotto piuttosto ampio: pubblicità, marketing, distribuzione e quant'altro..... sono centinaia di posti di lavoro.....Scusate, ma tra due mali, meglio male minore, no ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non dite caxxate
      Terrorismo islamico e rosso in rete?? Te le sei inventate tu? Sai che forse i caramba invece lo guardavano con invidia al tuo amico.........Quanti innevati si vedono nei posti di lavoro qui a Mi non ne hai idea!Raga ma lo sapete che ho una 20ina di cd di Mp3?Dai ci troviamo su......Direct connect!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non dite caxxate
      Sono completamente d'accordo a metà col mister !Però se un bambino di 8 anni scarica le canzoni di Cristina D'Avena merita la galera ! :))))Ma è ancora in circolazione poi ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non dite caxxate
      Guarda che in Belgio l'hanno già fatto un paio d'anni fa! Hanno fatto irruzione in casa di un po' di gente che usava Napster, denunciandoli per pirateria!
  • Anonimo scrive:
    Se,pre più convinto
    Sono sempre più convinto che non bisogna più comprare musica ed ingrassare i discografici. Ve lo dice uno che comprava 4 o 5 cd alla settimana, ma che pensa adesso che la sicumera di questa gente vada punita.Saluti
  • Anonimo scrive:
    per un 5% poi...che schifo...
    in un periodo di recessione generale poi...avevo visto dei cd a 10 euro che volevo prendere...bhe penso che faro altro con quei euri...gelato sto arrivando...da me non vedono piu una lira...o mi compro qualche dvd...(e non scarico mp3 a sbaffo come qualcuno sicuramente dira)
    • Anonimo scrive:
      Re: per un 5% poi...che schifo...
      Male...dovresti scaricarne ionvece di mp3 a sbafo. Così gli passail bischero che hanno nel capo!
  • Anonimo scrive:
    TERRIFICANTE
    come da oggetto, questa è la minaccia concreta PEGGIORE che ci potesse essere.
  • Anonimo scrive:
    Fatta la legge...trovato l'inganno
    NOn esisterà mai il tempo in cui ci sarà proibizionismo su internet.E' vero che le major hanno vinto alcune battaglie (vedi napster...audiogalaxy), ma tutto cio è avvenuto perchè la tecnologia del peer-to-peer illegale (mp3 eccetera) si era fermata, vista la debolezza delle major all'inizio.Adesso le major hanno dato un duro colpo che non ha indebolito la pirateria, ma l'ha spinta a rafforzarsi, e tra non breve nasceranno nuove tecnologie contro le quali nessuna major potrà scagliarsi (un principio puo essere visto in freenet...ma ne avremo delle belle e migliori...), e allora finalmente tutti capiranno che internet potrà essere sempre libero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fatta la legge...trovato l'inganno
      - Scritto da: buccia
      NOn esisterà mai il tempo in cui ci sarà
      proibizionismo su internet.esiste e da un pezzo.hai visto la libertà di mettere semplici link, che fine ha fatto?(cut)
      Adesso le major hanno dato un duro colpo che
      non ha indebolito la pirateria, ma l'ha
      spinta a rafforzarsi, la pirateria di cui parli è quella organizzata, quella mafiosa, quella nelle strade.qui si parla di colpire la cosiddetta "pirateria domestica" ... nel caluccio di casa tua ti scarichi l'ultima di Britney Spears (fatti tuoi...) e ZAC ti arrivano i carabinieri e ADDIO al calduccio di casa tua.
      e tra non breve
      nasceranno nuove tecnologie contro le quali
      nessuna major potrà scagliarsiFantastico.Che film stai vedendo?Che cosa strana stai fumando? Dato che il momento è duro, ne voglio un po' anche io... pare che tiri su il morale, dato che quello che stai dicendo..."
      e allora
      finalmente tutti capiranno che internet
      potrà essere sempre libero."disse il pazzo contro il vento in burrasca ...SArebbe davvero bello che le tue affermazioni fosssero supportate da fatti o documenti ... o da link.Dimostraci come sia possibile usare un sistema di filesharing senza identificare l'utente.Ciao ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fatta la legge...trovato l'inganno
        - Scritto da: HOLLOFROX


        - Scritto da: buccia

        NOn esisterà mai il tempo in cui ci sarà

        proibizionismo su internet.

        esiste e da un pezzo.
        hai visto la libertà di mettere semplici
        link, che fine ha fatto?Io ho molti Link sul mio sito, e nessuno mi ha ancora detto o mi dirà mai nulla.Stanne certo. E' impossibile applicare quella legge all'oltre 1 miliardo di siti nel web.

        (cut)


        Adesso le major hanno dato un duro colpo
        che

        non ha indebolito la pirateria, ma l'ha

        spinta a rafforzarsi,


        la pirateria di cui parli è quella
        organizzata, quella mafiosa, quella nelle
        strade.NE dubito...gente che ha le capacità ed è mossa da spirito di liberta sta gia lavorando per ridare a internet questa libertà.

        qui si parla di colpire la cosiddetta
        "pirateria domestica" ... nel caluccio di
        casa tua ti scarichi l'ultima di Britney
        Spears (fatti tuoi...) e ZAC ti arrivano i
        carabinieri e ADDIO al calduccio di casa
        tua.HAHA..e questa è buona.Sono daccordo che la legge dice così, ma non credo ci siano in italia 20 milioni di carabinieri (1 per ogni persona che ha accesso a internet).Come hanno intenzione di fare...in oprdine alfabetico...allora sto tranquillo...io sono alla p.




        e tra non breve

        nasceranno nuove tecnologie contro le
        quali

        nessuna major potrà scagliarsi

        Fantastico.
        Che film stai vedendo?
        Che cosa strana stai fumando? Dato che il
        momento è duro, ne voglio un po' anche io...
        pare che tiri su il morale, dato che quello
        che stai dicendo...

        "
        e allora

        finalmente tutti capiranno che internet

        potrà essere sempre libero."

        disse il pazzo contro il vento in burrasca
        ...

        SArebbe davvero bello che le tue
        affermazioni fosssero supportate da fatti o
        documenti ... o da link.

        Dimostraci come sia possibile usare un
        sistema di filesharing senza identificare
        l'utente.

        Ciao ciao.MA non so se ti sei guardato in giro, ma per ora non vedo nulla di proibito in internet.VUoi una foto porno , la trovi senza pagare. Vuoi un filmato porno lo trovi senza guardare. Vuoi un dvx lo trovi senza pagare. Vuoi un mp3 idem. Vuoi un qualsiasi software o un gioco lo trovi senza pagare...a me non sembra che poi ci sia tanta proibizione...
        • Anonimo scrive:
          Re: Fatta la legge...trovato l'inganno
          Evidentemente il nostro amico hollofrox non conosce abbastanza a fondo internet. Concordo con Buccia non chè confermo il tutto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fatta la legge...trovato l'inganno
        - Scritto da: HOLLOFROX
        Dimostraci come sia possibile usare un
        sistema di filesharing senza identificare
        l'utente.non te lo deve dimostrare, gia' esiste freenet i cui contenuti vengono distribuiti dinamicamente ed e' impossibile sapere chi sta' condividendo cosa in un dato momento
        • Anonimo scrive:
          Re: Fatta la legge...trovato l'inganno
          - Scritto da: z2
          - Scritto da: HOLLOFROX

          Dimostraci come sia possibile usare un

          sistema di filesharing senza identificare

          l'utente.
          non te lo deve dimostrare, gia' esiste
          freenet i cui contenuti vengono distribuiti
          dinamicamente ed e' impossibile sapere chi
          sta' condividendo cosa in un dato momentoDove scusa? Illumina anche noi poveri mortali! :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Fatta la legge...trovato l'inganno
            - Scritto da: Alberto Scala
            Dove scusa? Illumina anche noi poveri
            mortali! :-)
            http://freenetproject.org/cgi-bin/twiki/view/Main/WebHomebastava che cercassi la parola 'freenet' con google.
  • Anonimo scrive:
    Colpo di coda !
    Come da oggetto.
  • Anonimo scrive:
    Non fanno i conti con i file inviati via SAT hahah
    Ho e adsso come si fa?Basta installare una scheda satellitare ed aspettare come la manna dal cielo le tonnellatedi Mp3 che vengono trasmessi dai satelliti.Lasci il computer accesso tutta la notte e allamattina ti ritrovi L'Hard disk con 5 giga di file.E adesso? come farete? fate una foto di satellitare di tutte le parabole installate in Italia?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non fanno i conti con i file inviati via SAT hahah
      Ma cosa ti sei fumato? :PStai delirando o parli di qualcosa di concreto?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non fanno i conti con i file inviati via SAT hahah
      Hai ragione, ma quando registri gli mp3 sull'Hard Disk del tuo decoder non sei tu a scegliere cosa scaricare e cosa no, come avviene con il File Sharing...è come registrare dalla radio, ma con una qualità molto superiore.
  • Anonimo scrive:
    Aspettiamo freenet.
    Poi sono curioso di come questa politica potrà aver seguito.
    • Anonimo scrive:
      Re: Aspettiamo freenet. [?]
      Cosa è freenet ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Aspettiamo freenet.
      Aspettiamo... aspettiamo...si vabbé, ma freenet mi sembra un tantinello marcia, scusa tanto. Io non ci ho trovato quasi niente al momento, solo tanto e tanto porno. e poi è leeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeento.....Si, mi dirai che migliorerà col tempo. Ma è più di due anni che va avanti così. Di questo passo morirò di vekkiaia!
    • Anonimo scrive:
      Re: Aspettiamo freenet.
      - Scritto da: pelux
      Poi sono curioso di come questa politica
      potrà aver seguito.aspetta e spera allora.e chi visse sperando morì cagando.mi dispiace ma stiamo tutti ad aspettare ... e FARE quando? Nessuno che si organizza per protestare seriamente ... sono sempre negli USA quelli che portano in tribunale le majors per le protezioni o che ottengono rimborsi ... noi ci caghiamo sotto.e freenet lo bloccheranno.basta indagare i supporters (server di appoggio).
      • Anonimo scrive:
        Re: Aspettiamo freenet.
        Anni fa mi sono letto il funzionamento di FreeNEt, e devo dire, che al di la delle difficoltà di implementazione di una rete effettivamente funzionante, il concetto è una vera figata.In pratica nessuno è in grado di fare un elenco di ciò che hai sul disco fisso, neppure tu.Al massimo possono dimostrare che sul tuo disco fisso, c'è un mp3 che loro richiedono, criptato e mischiato ad altri dati, ma l'elenco di quello che hai nisba !Questo vuol dire che o rendono l'uso di freenet fuori legge oppure hanno perso.Non so se è possibile la prima ipotesi, qualcuno lo sa ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Aspettiamo freenet.

          Questo vuol dire che o rendono l'uso di
          freenet fuori legge oppure hanno perso.
          Detto fatto! Con tutti i soldi che hanno non gli ci vorrà molto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Aspettiamo freenet.
      Freenet (se MAI arriverà) sarà reso illegale in tutto il globo terracqueo, visto che fornirebbe manna dal cielo per tutti i terroristi/pedofili/criminali e delinquenti di ogni risma del pianeta!Già normalmente non avrebbe nessuna possibilità di vita, figuriamoci nel clima attuale post-11 Settembre!Se anche riusciranno a implementarlo, ogni suo uso sarà ritenuto un attentato alla sicurezza nazionale e gabbio per anni e anni ad ogni utente! Col clima attuale in USA ci mettono 10 minuti ad approvare una legge simile con il placet universale di tutti i parlamentari e dell'intera nazione! :)E non sarebbe molto diverso in Europa (lasciamo proprio perdere Cina, Iran e paesi similari)Personalmente stanno sprecando tempo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Aspettiamo freenet.
        - Scritto da: Ekleptical
        Freenet (se MAI arriverà) sarà reso illegale
        in tutto il globo terracqueo, visto che
        fornirebbe manna dal cielo per tutti i
        terroristi/pedofili/criminali e delinquenti
        di ogni risma del pianeta!
        Eppure PGP ancora si puo' scaricare.E non e' molto peggio?
        • Anonimo scrive:
          Re: Aspettiamo freenet.

          Eppure PGP ancora si puo' scaricare.
          E non e' molto peggio?Direi di no! Con PGP e basta puoi sempre rintracciare chi ha mandato l'email o quel che è!Con Freenet NO!
  • Anonimo scrive:
    Il problema sono i PREZZI !!!
    L' industria discografica vuole ridurre o sconfiggere la pirateria ? Bene abbassi i prezzi ! I prezzi attuali per i Cd sono letteralmente una rapina. Ma perchè mai io dovrei andare a comprare un Cd da 18 Euro in su per foraggiare un industria piena di parassiti ? PErchè mai devo pagare per consentire a chi è già straricco di ingrassarsi ancora di più. Preferisco comprare un Cd da un senegalese morto di fame che regalare soldi ai discografici. Ma perchè mai questi inetti non parlano di ridurre i compensi agli artisti che sono STRAPAGATI ???Che si sveglino, e ridiscutano i contratti con gli artisti, abbassino i prezzi e a quel punto la gente vedrete che tornerà a comprare originale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema sono i PREZZI !!!
      Sicuro che i soldi li tenga il "senegalese-morto-di-fame"?Chi gestisce questo tipo di pirateria mi piace poco alla pari di certi discografici (per non dimenticare la SIAE):(- Scritto da: Basecall
      L' industria discografica vuole ridurre o
      sconfiggere la pirateria ? Bene abbassi i
      prezzi ! I prezzi attuali per i Cd sono
      letteralmente una rapina. Ma perchè mai io
      dovrei andare a comprare un Cd da 18 Euro
      in su per foraggiare un industria piena di
      parassiti ? PErchè mai devo pagare per
      consentire a chi è già straricco di
      ingrassarsi ancora di più. Preferisco
      comprare un Cd da un senegalese morto di
      fame che regalare soldi ai discografici. Ma
      perchè mai questi inetti non parlano di
      ridurre i compensi agli artisti che sono
      STRAPAGATI ???
      Che si sveglino, e ridiscutano i contratti
      con gli artisti, abbassino i prezzi e a quel
      punto la gente vedrete che tornerà a
      comprare originale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema sono i PREZZI !!!

      Preferisco
      comprare un Cd da un senegalese morto di
      fame che regalare soldi ai discografici. non vorrei passasse un concetto sbagliatola musica costa troppola pirateria e' reatose la musica costa troppo, non compratela/comprimola piu'.Io sono d'acordo, 20euro a cd e' un furto.Copiarla, sapendo di infrangere la legge, mi sta ancora bene finche' e' una cosa saltuaria, farlo passare come atto necessario, o addirittura incoraggiare il racket (perche' tale e') della pirateria clandestina, no.Perche' anche alla decenza c'e' un limite.finche si continuera'a copiare illegalmente musica, le major avranno qualcosa a cui attaccarsi.quando vedranno che la "loro" musica, non circola proprio, neanche nei sistemi di sharing, che i loro "artisti" non sono piu' gli idoli da avere a tutti i costi, anche a costo di copiarli illegalmente, allora capiranno che devono arrendersi all'evidenza, che il giocattolo si e' rotto del tutto.Fino a quel giorno, loro saranno dei ladri autorizzati, noi dei fuorilegge da perseguire (e avrebbero anche validi motivi legali per farlo).
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema sono i PREZZI !!!
      IO ho un amico artista se così lo si può definire. A me non piace il genere di musica che suona, ma vende parecchi cd. Non faccio nomi ne suo ne della casa discografica. Ecco su un cd, anche alle prime tirature ma che vende bene il prezzo di vendita è sempre lo stesso. Intorno ai 20 euro. Indovina di questi 20 euro quanti vanno a lui? La risposta è: non sopra i 4 euro. Il resto è diviso tra un po' di cose inutili tra cui la SIAE italiana che ci specula allegramente. Lo stesso cd del mio amico, in Francia costa la metà. Ma anche la metà è molto dove ormai nel 21 secolo i cd argentati ovvero quelli in vendita nei negozi e non cdr, hanno costo di produzione che si attesta intorno ai 20 centisimi di euro x cd. Infatti ne producono in quantità industriali. La masterizzazione poi di uno o piu' cd e' una cosa completamente automatica che x la differenza tra 1000 e 1000000 di copie non richiede alcuna assistenza umana. In ogni caso su 20mila lire (10 euro) ne vanno molti di meno all'artista... in genere e' il 10% ma x incoraggiare i primi artisti si fa anche il 20%. Il resto se lo spartiscono come gia' detto: SIAE (buona fetta), CASE DISCOGRAFICHE, CANALI DI DISTRIBUZIONE. L'unica cosa utile e' l'ultima.- Scritto da: Basecall
      Ma
      perchè mai questi inetti non parlano di
      ridurre i compensi agli artisti che sono
      STRAPAGATI ???
      Che si sveglino, e ridiscutano i contratti
      con gli artisti, abbassino i prezzi e a quel
      punto la gente vedrete che tornerà a
      comprare originale.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema sono i PREZZI !!!
        - Scritto da: Amico degli artisti
        IO ho un amico artista se così lo si può
        definire. A me non piace il genere di musica
        che suona, ma vende parecchi cd. Non faccio
        nomi ne suo ne della casa discografica. Ecco
        su un cd, anche alle prime tirature ma che
        vende bene il prezzo di vendita è sempre lo
        stesso. Intorno ai 20 euro. Indovina di
        questi 20 euro quanti vanno a lui? La
        risposta è: non sopra i 4 euro. Il resto è
        diviso tra un po' di cose inutili tra cui la
        SIAE italiana che ci specula allegramente.
        Lo stesso cd del mio amico, in Francia costa
        la metà. Ma anche la metà è molto dove ormai
        nel 21 secolo i cd argentati ovvero quelli
        in vendita nei negozi e non cdr, hanno costo
        di produzione che si attesta intorno ai 20
        centisimi di euro x cd. Infatti ne producono
        in quantità industriali. La masterizzazione
        poi di uno o piu' cd e' una cosa
        completamente automatica che x la differenza
        tra 1000 e 1000000 di copie non richiede
        alcuna assistenza umana. In ogni caso su
        20mila lire (10 euro) ne vanno molti di meno
        all'artista... in genere e' il 10% ma x
        incoraggiare i primi artisti si fa anche il
        20%. Il resto se lo spartiscono come gia'
        detto: SIAE (buona fetta), CASE
        DISCOGRAFICHE, CANALI DI DISTRIBUZIONE.
        L'unica cosa utile e' l'ultima.

        - Scritto da: Basecall

        Ma

        perchè mai questi inetti non parlano di

        ridurre i compensi agli artisti che sono

        STRAPAGATI ???

        Che si sveglino, e ridiscutano i contratti

        con gli artisti, abbassino i prezzi e a
        quel

        punto la gente vedrete che tornerà a

        comprare originale.Ma perke non facciamo una crociata per far abbassare la quota ke va alla SIAE?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema sono i PREZZI !!!
      - Scritto da: Basecall(cut)
      piena di
      parassiti ? PErchè mai devo pagare per
      consentire a chi è già straricco di
      ingrassarsi ancora di più. Preferisco
      comprare un Cd da un senegalese morto di
      fame che regalare soldi ai discografici.E fin qui ci siamo.
      Ma
      perchè mai questi inetti non parlano di
      ridurre i compensi agli artisti che sono
      STRAPAGATI ???ma che ca****** dici?????i discografici si ingrassano, ma agli artisti non arriva quasi niente!!!!!I contratti sono già dei cappi per gli artisti! Magari dopo il terzo disco (ma sono ANNI di gavetta!!!) gli artisti riescono a strappare il giusto e riprendersi in mano il proprio lavoro...
      Che si sveglino, e ridiscutano i contratti
      con gli artisti,come sopra.
      abbassino i prezzi e a quel
      punto la gente vedrete che tornerà a
      comprare originale.su questo VECCHIO discorso siamo tutti d'accordo.ma il problema di cui si discuteva è il FILESHARING
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema sono i PREZZI !!!
        - Scritto da: kkkkkrrrrraaaaaaa
        ma che ca****** dici?????
        i discografici si ingrassano, ma agli
        artisti non arriva quasi niente!!!!!
        I contratti sono già dei cappi per gli
        artisti! Magari dopo il terzo disco (ma sono
        ANNI di gavetta!!!) gli artisti riescono a
        strappare il giusto e riprendersi in mano il
        proprio lavoro...Sì sì, li vedo tutti quei poveri cantanti che fanno la fame, anche quelli al primo album, pensa che vengono spesso a lavarmi il parabrezza ai semafori x poter campare...Altro che quei fortunati che lavorano in miniera, x i quali, dopo anni di gavetta, arriva il grisù e tanti saluti.Ma x favore.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema sono i PREZZI !!!
          - Scritto da: Attila Xihar


          - Scritto da: kkkkkrrrrraaaaaaa


          ma che ca****** dici?????

          i discografici si ingrassano, ma agli

          artisti non arriva quasi niente!!!!!

          I contratti sono già dei cappi per gli

          artisti! Magari dopo il terzo disco (ma
          sono

          ANNI di gavetta!!!) gli artisti riescono a

          strappare il giusto e riprendersi in mano
          il

          proprio lavoro...

          Sì sì, li vedo tutti quei poveri cantanti
          che fanno la fame, anche quelli al primo
          album, pensa che vengono spesso a lavarmi il
          parabrezza ai semafori x poter campare...

          Altro che quei fortunati che lavorano in
          miniera, x i quali, dopo anni di gavetta,
          arriva il grisù e tanti saluti.

          Ma x favore.Ma per favore tu!Quelli che VEDI sono quelli arrivati.Per UNO di quelli, ce ne sono 30 sfruttati.Gli stessi litfiba, per i primi 3 album, non facevano certo i soldi!Tu credi che gli Estra becchino soldi?Forse riescono a campare suonando, ma FORSE.Certi cantanti non sono cantanti, sono solo dei venditori che cantano.Se vuoi badare solo a quelli nella tua ACCURATA analisi, allora stai gettando all'aria centinaia di migliaia di gruppi.Sai quanti gruppi nascono all'anno? 10mila.Ne senti alla radio più di 15 nuovi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema sono i PREZZI !!!
            - Scritto da: Guzuki
            Ma per favore tu!
            Quelli che VEDI sono quelli arrivati.
            Per UNO di quelli, ce ne sono 30 sfruttati.
            Gli stessi litfiba, per i primi 3 album, non
            facevano certo i soldi!
            Tu credi che gli Estra becchino soldi?
            Forse riescono a campare suonando, ma FORSE.Cosi' come io riesco a campare appena dignitosamente disegnando siti web. Cosa c'e' di scandaloso? Lo scandalo e' la rendita, non l'onesto lavoro produttivo dei piu'.

            Certi cantanti non sono cantanti, sono solo
            dei venditori che cantano.Concordo. Da me non beccano una lira x principio (oltre che x la pochezza musicale), nemmeno se devo fare un regalo ad altri.

            Se vuoi badare solo a quelli nella tua
            ACCURATA analisi, allora stai gettando
            all'aria centinaia di migliaia di gruppi.

            Sai quanti gruppi nascono all'anno? 10mila.

            Ne senti alla radio più di 15 nuovi?Quello che dici e' verissimo, ma sono sicuro che a quei 9885 semisconosciuti, dei danni del filesharing non interessa nulla... :)Io parlo degli altri 15 xche' proprio loro sono rilevanti in questa discussione, e non la massa dei "misconosciuti".
          • Anonimo scrive:
            Re: Errata Corrige
            - Scritto da: Attila Xihar
            Quello che dici e' verissimo, ma sono sicuro
            che a quei 9885 semisconosciuti, dei danni
            del filesharing non interessa nulla... :)Ehm... non sono mai stato forte in matematica... ovviamente sono 9985... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema sono i PREZZI !!!
      Perfettamente d'accordo..
  • Anonimo scrive:
    LE MAJOR contro i Vu Cumpuà
    si buana, si buana, va bene badrone.Le MAJOR che vadano a farsi FOTTERE....dai Vu Cumprà.
    • Anonimo scrive:
      Re: LE MAJOR contro i Vu Cumpuà
      - Scritto da: buana
      si buana, si buana, va bene badrone.
      Le MAJOR che vadano a farsi FOTTERE....dai
      Vu Cumprà.si raga... i vu cumprà li stanno fottendo per le strade ... il filesharing lo fottono direttamente a casa degli utenti ... davvero fate ancora tanto gli sbruffoni "hackeroni" ?vi/ci entreranno nel culo con una mega compilation di 80-voglia-disco-party dal 1960 al 2002
    • Anonimo scrive:
      Re: LE MAJOR contro i Vu Cumpuà
      - Scritto da: buana
      si buana, si buana, va bene badrone.
      Le MAJOR che vadano a farsi FOTTERE....dai
      Vu Cumprà.Personalmente è gisutissimo che vadano a farsi fottere i Vu Cumprà, altro che le major!Sono puri LADRI che rubano il lavoro degli altri rivendendolo e facendoci i soldi!Non ho MAI comprato un album da un Vu Cumprà in vita mia e mai lo farò! Non vedo perchè devo contribuire a sostentare dei criminali che si arricchiscono alle spalle degli altri (non tanto i singoli extracomunitari, ma chi gli sta dietro).A quel punto trovo quasi più onesto tirare giù la roba da WinMX e simili. Quantomeno è tutto un libero scambio, senza guadagni illeciti per nessuno!
  • Anonimo scrive:
    Sbruffoni
    Non sanno piu' che pesci pigliare...E' inutile non fermeranno mai il filesharing.(fiuff)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sbruffoni
      - Scritto da: baaaah
      Non sanno piu' che pesci pigliare...
      E' inutile non fermeranno mai il filesharing.
      (fiuff)Quando avranno beccato TE per dare l'esempio agli altri, vedremo quanto te la riderai.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sbruffoni
        - Scritto da: a chi tocca?


        - Scritto da: baaaah

        Non sanno piu' che pesci pigliare...

        E' inutile non fermeranno mai il
        filesharing.

        (fiuff)

        Quando avranno beccato TE per dare l'esempio
        agli altri, vedremo quanto te la riderai.Beh l'importante e' che tutti continuino (te incluso) ^_^
  • Anonimo scrive:
    HAHAHAHAHAHHA
    mi sembra di averl letto da qualche parte che qualche centinaio di anni fa già si facevano le battaglie ai mulini a venti...
    • Anonimo scrive:
      Re: HAHAHAHAHAHHA
      - Scritto da: LuPiN
      mi sembra di averl letto da qualche parte
      che qualche centinaio di anni fa già si
      facevano le battaglie ai mulini a venti...LuPiN si presenti in tribunale domani.
    • Anonimo scrive:
      Re: HAHAHAHAHAHHA
      - Scritto da: LuPiN
      mi sembra di averl letto da qualche parte
      che qualche centinaio di anni fa già si
      facevano le battaglie ai mulini a venti...casomai ai mulini a vento.Sai quanto ci stanno?entrano in winmx, cercano un brano protetto dalla propria corporazione/casa discografica.Se l'utente condivide un numero
      =X di files (dove X lo stabilisci tu, ma facciamo per esempio 1000) gli si becca l'indirizzo IP, si contatta la polizia postale o chi di dovere fino, come sempre, ad arrivare al provider, il quale puntualmente deve fornire i dati della persona fisica che si collega, tempo 30 minuti ti arrivano a casa, sequestrano il pc e la tua collezione di media di archiviazione.Ripetere l'operazione per 100 volte non prende neanche una settimana di lavoro e non costa nemmeno molta fatica.Il risalto di una operazione simile è ENORME e fa cagare sotto praticamente tutti.Chi si mette a condividere quando sa che può essere linciato? E se non c'è condivisione, a che diavolo servono i sistemi di filesharing? E ALLORA FORZA FREENET!!!!!!!QUANDO ARRIVERAI????????scommettiamo che lo stanno già minando alla base? che non riuscirà a decollare?Quale sistema di p2p può esistere, senza identificazione dell'IP ? nessuna. E per effettuare lo scambio, non può funzionare nemmeno lo spoofing (qualcuno che sa come funziona e cos'è, mi corregga se sbaglio) dato che comunque i dati devono arrivare "al posto giusto".E comunque quello si che sarebbe davvero illegale!Voi forse non la vedete nera?Non vi rendete conto di quanto sia facile fottere questa gente che fa filesharing?E' facilissimo.E migliori sono ( in termini di condivisione ) , e più li attaccheranno.
      • Anonimo scrive:
        Re: HAHAHAHAHAHHA

        scommettiamo che lo stanno già minando alla
        base? che non riuscirà a decollare?semplicemente stanno svillupando una versione commerciale e tutti si concentranno su questo...poi freenet vuole (almeno come programmazione) alcune conoscenze che pochi hanno...
        Quale sistema di p2p può esistere, senza
        identificazione dell'IP ? nessuna. E per
        effettuare lo scambio, non può funzionare
        nemmeno lo spoofing (qualcuno che sa come
        funziona e cos'è, mi corregga se sbaglio)
        dato che comunque i dati devono arrivare "al
        posto giusto".basterebbe un traffic redirect...per spedire la roba con il suo ip...un bouncer...tipo tu spedisci e scarichi da un bouncer...ma quanta banda ci vorrebe...oppure tutti dovrebbero andare piu piano (gia mi vedo i fastweb che urlano no)
        Voi forse non la vedete nera?non tanto perche la banda larga non serve a molto tolto il filesharring e la possibilita di stare on-line tanto...
        Non vi rendete conto di quanto sia facile
        fottere questa gente che fa filesharing?
        E' facilissimo.se la rete fosse progettata diversamente...
        • Anonimo scrive:
          Re: HAHAHAHAHAHHA
          - Scritto da: blah

          scommettiamo che lo stanno già minando
          alla

          base? che non riuscirà a decollare?
          semplicemente stanno svillupando una
          versione commerciale e tutti si concentranno
          su questo...
          poi freenet vuole (almeno come
          programmazione) alcune conoscenze che pochi
          hanno...e quindi 1-0 per le majors, giusto?


          Quale sistema di p2p può esistere, senza

          identificazione dell'IP ? nessuna. E per

          effettuare lo scambio, non può funzionare

          nemmeno lo spoofing (qualcuno che sa come

          funziona e cos'è, mi corregga se sbaglio)

          dato che comunque i dati devono arrivare
          "al

          posto giusto".
          basterebbe un traffic redirect...per spedire
          la roba con il suo ip...un bouncer...tipo tu
          spedisci e scarichi da un bouncer...e tutto questo non è intercettabile forse?il destinatario sarà comunque identificabile.e quindi siamo 2-0 per le majors


          Voi forse non la vedete nera?
          non tanto perche la banda larga non serve a
          molto tolto il filesharring e la possibilita
          di stare on-line tanto...intendevo nera per il filesharing, ovviamente.credi che sia poco?quanta gente usa SOLO il filesharing?immagino che non te ne importi molto di loro ... ma io mi rivolgo a loro, in questo caso.3-0 per le majors.

          Non vi rendete conto di quanto sia facile

          fottere questa gente che fa filesharing?

          E' facilissimo.
          se la rete fosse progettata diversamente...4-0 per le majors?sono avvilito.
          • Anonimo scrive:
            Re: HAHAHAHAHAHHA
            - Scritto da: Leech
            4-0 per le majors?Beh, se si diffonde il protocollo criptato e distribuito tipo Freenet non è possibile a priori risalire a chi condivide cosa.Golden gol per gli utenti ;)
            sono avvilito.Comunque hanno deciso la strada della guerra a testa bassa...
          • Anonimo scrive:
            Re: HAHAHAHAHAHHA
            - Scritto da: porcheRIAA


            - Scritto da: Leech

            4-0 per le majors?

            Beh, se si diffonde il protocollo criptato e
            distribuito tipo Freenet non è possibile a
            priori risalire a chi condivide cosa.

            Golden gol per gli utenti ;)


            sono avvilito.

            Comunque hanno deciso la strada della guerra
            a testa bassa...
            infatti. noi siamo come la fanteria e loro come i cavalieri o come Gli americani contro i talebani ... possiamo anche essere agguerriti ... ma loro hanno TUTTO e non rendono conto a nessuno per come usano ciò che hanno.Serve un'atomichetta di profondità? lofacciamoperlasicurezzanazionale!serve devastare uno stato per mostrare che sei il più forte?lofacciamoperlasicurezzanazionale!Serve violare i diritti della gente nel tuo stesso stato?lofacciamoperlasicurezzanazionale!Questo è un PARAGONE.
          • Anonimo scrive:
            Re: HAHAHAHAHAHHA

            e quindi 1-0 per le majors, giusto?freenet e gia usabile (cioe funziona) il problema e che un utonto non e in grado di farlo funzionare...
            e tutto questo non è intercettabile forse?
            il destinatario sarà comunque identificabile.

            e quindi siamo 2-0 per le majorssi ma se e in qualche giurisdizione strana che fanno ????aspettando freenet, questa e l'unica via...
            3-0 per le majors.eventualmente sparira il file sharing normale, ma quello avanzato no...e poi per adesso c'e ancora tanta scelta...quando sara il momento ci preocupiamo...

            se la rete fosse progettata
            diversamente...

            4-0 per le majors?

            sono avvilito.qua ci vuole inzaghi;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: HAHAHAHAHAHHA
            - Scritto da: blah

            e quindi 1-0 per le majors, giusto?
            freenet e gia usabile (cioe funziona) il
            problema e che un utonto non e in grado di
            farlo funzionare...e ti pare un problema da poco?nascondersi dietro la propria competenza e non vedere che la millantata incompetenza altrui non ci riguardi e sia solo da disprezzare, invece di creare qualcosa che sia fruibile da tutti non fa bene a nessuno.

            e tutto questo non è intercettabile forse?

            il destinatario sarà comunque
            identificabile.



            e quindi siamo 2-0 per le majors
            si ma se e in qualche giurisdizione strana
            che fanno ????ti frega della giurisdizione strana o di casa tua?sei in italia, è questo che conta.L'FBI ti becca, e dice tutto alla pula.Fine.
            aspettando freenet, questa e l'unica via...l'unica via è che se aspetti e speri ... giassai.

            3-0 per le majors.
            eventualmente sparira il file sharing
            normale, ma quello avanzato no...e poi per
            adesso c'e ancora tanta scelta...quando sara
            il momento ci preocupiamo...Bella merda.Spari a zero, ma alla fine la tua risposta è "ce la prendiamo nel di dietro, ma io non lo considero un problema, quindi non esiste un problema".
          • Anonimo scrive:
            Re: HAHAHAHAHAHHA

            Bella merda.
            Spari a zero, ma alla fine la tua risposta è
            "ce la prendiamo nel di dietro, ma io non lo
            considero un problema, quindi non esiste un
            problema".se fossi gay sima visto che non lo sono...inoltre che cosa puoi fare sentiamo...molti dimenticano che a blockbuster per un prezzo irrisorio c'e di tutto...altro che file sharing
          • Anonimo scrive:
            Re: HAHAHAHAHAHHA
            - Scritto da: blah
            inoltre che cosa puoi fare sentiamo...moltiAPPUNTO!era quello che stavo dicendo!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: HAHAHAHAHAHHA
            Saranno 4-0 ma mentre sto scrivendo sono sicurissimo che puoi trovare qualsiasi cosa in fatto di musica e non solo.Quindi da parte mia il risultato non ha un minimo peso
          • Anonimo scrive:
            Re: HAHAHAHAHAHHA
            - Scritto da: Gallone
            Saranno 4-0 ma mentre sto scrivendo sono
            sicurissimo che puoi trovare qualsiasi cosa
            in fatto di musica e non solo.

            Quindi da parte mia il risultato non ha un
            minimo peso
            non posso credere che siate così ciechi ... come dire che per voi il detto "uomo avvisato... [ecc]" non vale, quindi! ti dicono che si organizzano perché lo schifo diventi possibile e tu mi parli di quando le cose vanno bene.continua cosìù; i miei migliori auguri.
      • Anonimo scrive:
        Re: HAHAHAHAHAHHA - privacy

        Sai quanto ci stanno?entrano in winmx, cercano un brano protetto dalla propria corporazione/casa discografica.
        Se l'utente condivide un numero
        =X di files (dove X lo stabilisci tu, ma facciamo per esempio 1000) gli si becca l'indirizzo IP, si contatta la polizia postale o chi di dovere fino, come sempre, ad arrivare al providerBisognerebbe trovare il modo di dimostrare che queste pratiche violano la privacy dei singoli utenti. Per quanto ne so, solo la polizia può effettuare simili controlli, non certo le majors. Altrimenti sarebbero c***i acidi...
        • Anonimo scrive:
          Re: HAHAHAHAHAHHA - privacy
          - Scritto da: vul

          Bisognerebbe trovare il modo di dimostrare
          che queste pratiche violano la privacy dei
          singoli utenti. Per quanto ne so, solo la
          polizia può effettuare simili controlli, non
          certo le majors. Altrimenti sarebbero c***i
          acidi...vedo che cominciate a realizzare.SONO c*** acidi.Chiunque sia nel sistema di filesharing come utente (quindi anche un tizio delle majors che simula o un carampulotto qualsiasi) è in grado in modo abbastanza semplice (nessun cracking, tranquilli ... roba elementare) di reperire gli IP della gente dalla quale scarica.In quel momento come puoi appellarti alla privacy? Sei tu che condividi e che metti in bella mostra il tuo IP con i contenuti del tuo pc, che dimostrato dal detentore del copyright, non hai diritto di condividere.:-(
          • Anonimo scrive:
            Re: HAHAHAHAHAHHA - privacy
            mmmmm... e se si passa da un proxy anonimo? chesso'... wingate x esempio.non credo che sia il tutto così automatico. almeno qua in italia ci vuole una denuncia, un ordine di perquisizione a domicilio, un avviso di garanzia. quindi va da se che i CD con gli mp3 li puoi far sparire...e poi, raga, per la russia che fanno? e per un altro mezzo mondo? il filesharing non sta solo negli USA!
          • Anonimo scrive:
            Re: HAHAHAHAHAHHA - privacy
            - Scritto da: DarKStaR
            mmmmm... e se si passa da un proxy anonimo?
            chesso'... wingate x esempio.più ti proteggi e meno scarichi.e se tutti si proteggono, nessuno scarica un beneamato cazzo.
            non credo che sia il tutto così automatico.non abbiamo detto che sia automatico, ma MOLTO FACILE E VELOCE.
            almeno qua in italia ci vuole una denuncia,
            un ordine di perquisizione a domicilio, un
            avviso di garanzia. se VOGLIONO fare le cose, sono molto veloci.e quando dietro ci sono delle ditte che pagano, la velocità è tutto...
            quindi va da se che i CD con gli mp3 li puoi
            far sparire...andrebbe da sé , se tu avessi ragione, cosa che mi auguro.
            e poi, raga, per la russia che fanno? e per
            un altro mezzo mondo?
            il filesharing non sta solo negli USA!e che ce frega? ci frega dell'Italia, intanto.Tra Europa, Usa e Australia, ne abbiamo a bizzeffe ... se si incasinano questi ... siamo fottuti.
        • Anonimo scrive:
          Re: HAHAHAHAHAHHA - privacy

          Per quanto ne so, solo la
          polizia può effettuare simili controlli, non
          certo le majors. Altrimenti sarebbero c***i
          acidi...tranquillo fra poco privatizzano anche la polizia...
      • Anonimo scrive:
        Re: HAHAHAHAHAHHA

        Sai quanto ci stanno?
        entrano in winmx, cercano un brano protetto
        dalla propria corporazione/casa
        discografica.
        Se l'utente condivide un numero
        =X di files
        (dove X lo stabilisci tu, ma facciamo per
        esempio 1000) gli si becca l'indirizzo IP,
        si contatta la polizia postale o chi di
        dovere fino, come sempre, ad arrivare al
        provider, il quale puntualmente deve fornire
        i dati della persona fisica che si collega,
        tempo 30 minuti ti arrivano a casa,
        sequestrano il pc e la tua collezione di
        media di archiviazione.Sarei molto contento se la giustizia avesse tempi così rapidi...Cmq il mandato non viene concesso per così poco...Oltre che, se io mi infilo sulla macchina N file vuoti che chiamo con nome di canzoni reali sai che culo posso fargli per il fatto che mi hanno sequestrato la macchina senza motivazione....
        • Anonimo scrive:
          Re: HAHAHAHAHAHHA
          - Scritto da: M@rco


          Sai quanto ci stanno?

          entrano in winmx, cercano un brano
          protetto

          dalla propria corporazione/casa

          discografica.

          Se l'utente condivide un numero
          =X di
          files

          (dove X lo stabilisci tu, ma facciamo per

          esempio 1000) gli si becca l'indirizzo IP,

          si contatta la polizia postale o chi di

          dovere fino, come sempre, ad arrivare al

          provider, il quale puntualmente deve
          fornire

          i dati della persona fisica che si
          collega,

          tempo 30 minuti ti arrivano a casa,

          sequestrano il pc e la tua collezione di

          media di archiviazione.

          Sarei molto contento se la giustizia avesse
          tempi così rapidi...
          Cmq il mandato non viene concesso per così
          poco...
          Oltre che, se io mi infilo sulla macchina N
          file vuoti che chiamo con nome di canzoni
          reali sai che culo posso fargli per il fatto
          che mi hanno sequestrato la macchina senza
          motivazione....buona idea.. bisognerebbe attrezzare diversi computer perfettamente puliti con decine di migliaia di canzoni vuote.. tutte condivise...si potrebbe far crollare cosi il loro progetto... ma bisognerebbe farlo in grande.
      • Anonimo scrive:
        Re: HAHAHAHAHAHHA
        - Scritto da: Leech


        - Scritto da: LuPiN

        mi sembra di averl letto da qualche parte

        che qualche centinaio di anni fa già si

        facevano le battaglie ai mulini a venti...

        casomai ai mulini a vento.

        Sai quanto ci stanno?
        entrano in winmx, cercano un brano protetto
        dalla propria corporazione/casa
        discografica.

        Se l'utente condivide un numero
        =X di files
        (dove X lo stabilisci tu, ma facciamo per
        esempio 1000) gli si becca l'indirizzo IP,
        si contatta la polizia postale o chi di
        dovere fino, come sempre, ad arrivare al
        provider, il quale puntualmente deve fornire
        i dati della persona fisica che si collega,
        tempo 30 minuti ti arrivano a casa,
        sequestrano il pc e la tua collezione di
        media di archiviazione.30 minuti e sono a casa mia? e chi cazzo sono molder e scully di xfiles?? oppure è l'intero FBI che mi sta alle costole???dai per favore siate realisti.Ma lo sai quanto ci impiega il tuo bel providerino a dirti chi si è collegato all'ora X del giorno Y con quell'IP ?IO no, ma sono sicuro che ci impiega molto di + di mezz'ora :)

        Ripetere l'operazione per 100 volte non
        prende neanche una settimana di lavoro e non
        costa nemmeno molta fatica.E tu pensi che loro prendono 100 persone in tutto il mondo tutti gli altri automaticamente non scaricano e sharano + mp3 ???

        Il risalto di una operazione simile è ENORME
        e fa cagare sotto praticamente tutti.

        Chi si mette a condividere quando sa che può
        essere linciato? E se non c'è condivisione,
        a che diavolo servono i sistemi di
        filesharing?

        E ALLORA FORZA FREENET!!!!!!!
        QUANDO ARRIVERAI????????

        scommettiamo che lo stanno già minando alla
        base? che non riuscirà a decollare?

        Quale sistema di p2p può esistere, senza
        identificazione dell'IP ? nessuna. E per
        effettuare lo scambio, non può funzionare
        nemmeno lo spoofing (qualcuno che sa come
        funziona e cos'è, mi corregga se sbaglio)
        dato che comunque i dati devono arrivare "al
        posto giusto".

        E comunque quello si che sarebbe davvero
        illegale!

        Voi forse non la vedete nera?
        Non vi rendete conto di quanto sia facile
        fottere questa gente che fa filesharing?
        E' facilissimo.

        E migliori sono ( in termini di condivisione
        ) , e più li attaccheranno.
    • Anonimo scrive:
      Re: HAHAHAHAHAHHA
      - Scritto da: LuPiN
      mi sembra di averl letto da qualche parte
      che qualche centinaio di anni fa già si
      facevano le battaglie ai mulini a venti...anche a trenta
Chiudi i commenti