892.892, gli spot erano ingannevoli

L'Antitrust vieta l'ulteriore diffusione degli spot pubblicitari dei servizi di informazioni dell'operatore. Anche se non sono più in onda da tempo

Roma – Bollata come “ingannevole” la campagna pubblicitaria del servizio di informazioni abbonati legato al numero 892.892, su cui molto si era discusso e sui cui ora si è espresso l’ Antitrust che ne ha vietato l’ulteriore diffusione.

Una decisione poco tempestiva, dato che da tempo i contestati spot con i due baffuti ballerini biondi non fanno più capolino sugli schermi televisivi degli italiani. A parlarne oggi è Cittadinanzattiva , che nel luglio dello scorso anno segnalò, insieme ad altre associazioni di difesa del consumo, la presunta ingannevolezza dei messaggi pubblicitari in questione. Segnalazioni che solo oggi hanno trovato accoglimento da parte del Garante della concorrenza e del mercato.

“È una vittoria di Pirro” dichiara Giustino Trincia Vice Segretario generale di Cittadinanzattiva, “dato che già da tempo i messaggi censurati non compaiono più. Per una effettiva tutela del consumatore occorrono procedure più agili e tempestive soprattutto se si pensa a settori come quello delle telecomunicazioni in cui l’ingresso di nuovi operatori e il proliferare di condizioni per una molteplicità di servizi può comportare incertezze e rischi di pregiudizi per i diritti dei cittadini consumatori”.

“Nel provvedimento dell’Antitrust – riferisce una nota di Cittadinanzattiva – si indica che i messaggi pubblicitari diffusi a mezzo spot televisivo dalla società Il numero Italia s.r.l , con riferimento alle condizioni economiche del servizio costituiscono una fattispecie di pubblicità ingannevole. In particolare l’Antitrust rileva che le informazioni relative alla condizioni economiche del servizio nel famoso spot televisivo sono riportate con caratteri grafici ridotti e per un tempo del tutto insufficiente a consentire la loro lettura”.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sparrow scrive:
    Presto più economica ...
    ... ecco quello che servirebbe !Altro che più facile !Certo, servirebbero siti ottimizzati per lo schermo micragnoso dei cellulari, ma alla fine anche con uno smartphone o un palmare la navigazione è fattibile.Ciò che blocca sono le tariffe rapportate alla SCARSA qualità del servizio e della banda disponibile.Pagare 30 euro al mese con un tetto di MB di traffico per andare come una lumaca, con disconnessioni frequenti, è sinceramente troppo !Questa situazione è vergognosa, dopo che "i signori del marketing" dei vari gestori hanno promesso chissà cosa e i loro azionisti (e quindi i clienti, di rimando) hanno pagato 4800 miliardi delle vecchie lire per le licenze UMTS che sono state un vero FLOP.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 giugno 2006 19.06-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Presto più economica ...
      Modificato dall' autore il 28 giugno 2006 19.06
      --------------------------------------------------straquoto alla grande ! (geek)
  • Anonimo scrive:
    Difesa dei nostri valori
    Non ha senso usare un cellulare per vedersi delle foto o un buon filmino porno. E' una eresia. Un affronto alla civiltà occidentale, a tutti i valori per cui sono morti, o stanno risquotendo la pensione, i nostri nonni.Insomma il porno ha bisogno di qualità, non scendete mai a compromessi. I Grandi Porno hanno accompagnato la nostra vita. Difendiamo il Made In Europe contro questi falsi porno bukkake che vengono dalla Cina.Competitititivitività e innovazione, ma nel rispetto della tradizione pornografica cristiana, contro il porno musulmano.[ATP]
  • Anonimo scrive:
    E come si fa ?
    Tariffe senza senso (20 euro 30 ore con Vodafone o 500MB con Tim ? In alternativa scatti paurosi che manco Fastweb a consumo con ip pubblico...)Pochi siti internet dotati di una versione mobile sufficientemente leggera da non uccidere portafoglio e cellulari stessi visto che li fanno abbastanza striminziti in quanto a specificheCosa si aspettano con queste condizioni ?
  • mosfet scrive:
    Pagare Internet a scatti....
    Navigare su Internet col cellulare è un lusso.Prezzi troppo alti.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Pagare Internet a scatti....
      - Scritto da: mosfet
      Navigare su Internet col cellulare è un lusso.
      Prezzi troppo alti.
      CiaoCi sono le flat GPRS.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pagare Internet a scatti....
        30 ore 20 euro500MB 20 euroMiii che Flat...
        • Anonimo scrive:
          Re: Pagare Internet a scatti....
          - Scritto da:
          30 ore 20 euro
          500MB 20 euro

          Miii che Flat...Trooopppooo bbbbuoooneeeee!!! (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Pagare Internet a scatti....
            3 euro per 30 Mb, o 30 euro per 3Gb di traffico.le fa al Windla prima è ottima per controllare posta, usare google maps, trasferire foto via ftp quando la memoria del cell è piena, e usare agile messenger;-)
    • rogledi scrive:
      Re: Pagare Internet a scatti....
      Concordo pienamente, oggi il problema della navigazione dal cellulare sono i costi altissimi di collegamentofino a quando non ci sarà un vero passo in avanti in questo (dovuto solo alla volontà degli operatori) non sarà mai possibile navigare in internet con il cellulare.(ghost)
Chiudi i commenti