A Catania la banda del doppino

Si è scatenata contro un container che funge da ufficio postale al cui interno si trovava una cassaforte. Il colpo riesce grazie a disattivazione di telefoni ed internet. Oh, meraviglia!


Roma – Non sono ancora ben chiare tutte le dinamiche del singolare colpo messo a segno da ignoti a a S.Giovanni di Montebello di Giarre, vicino Catania. Quel che appare chiaro è che l’idea centrale degli autori del furto lì avvenuto sia stata quella di mettere fuori combattimento prima di tutto le comunicazioni, internet compresa.

Tutto si è svolto di notte. Ecco come.

A quanto pare l’intero paesino, una frazione di Montebello, è stato tagliato fuori dalla rete telefonica quando la banda di ladri ha iniziato la propria operazione, mirata ad entrare in possesso della cassaforte dell’ufficio postale locale. Dopo aver messo fuori uso la centralina Telecom che serviva il paese, la banda del doppino si è assicurata anche che saltasse la comunicazione diretta tra l’ufficio postale e la centrale dei Carabinieri di zona.

Tolti di mezzo i telefoni, la banda ha eliminato l’illuminazione e ha disattivato i sistemi di allarme ambientale che erano stati posizionati sul container che conteneva l’ufficio postale (sede provvisoria, dopo la chiusura della sede precedente pericolante a causa delle bizze dell’Etna). A quel punto gli ignoti si sono introdotti nel container, hanno messo fuori uso il computer connesso ad internet all’interno dell’ufficio, e sono spariti nel buio con la cassaforte.

Il colpo è riuscito in pieno. I residenti della piccola frazione si sono accorti dell’operazione solo la mattina di ieri, quando al risveglio hanno trovato che i telefoni non funzionavano. Per avvertire Carabinieri e Telecom pare siano stati utilizzati dei cellulari. Miracoli del wireless.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    VIVA GLI USA!
    Checchè se ne dica, sono sempre i migliori, FREE MARKET!
  • Anonimo scrive:
    vera storia
    i domini com/net/org/edu/gov sono nati come domini americani. Alcuni di essi non hanno mai avuto limitazioni su chi poteva richiederli e così li hanno richiesti tutti. Altri avevano e hanno limitazioni. Questo è tutto!Il resto è solo polemica. :)
  • Anonimo scrive:
    Americani
    pensiamo pure che se l'ICANN esiste e' perche' dipende da un MINISTERO AMERICANOche idioti noi europei
    • Anonimo scrive:
      Re: Americani
      Se pensi che sono almeno tre anni che e' in attesa il dominio .eu !!!!
      pensiamo pure che se l'ICANN esiste e'
      perche' dipende da un MINISTERO AMERICANO
      che idioti noi europeieffettivamente ...... se pensiamo poi che il web e' fondamentalmente nato in europa ... roda da mangiarsi le mani ..Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Americani
        - Scritto da: Anonimo
        Se pensi che sono almeno tre anni che e' in
        attesa il dominio
        .eu !!!!


        pensiamo pure che se l'ICANN esiste e'

        perche' dipende da un MINISTERO AMERICANO

        che idioti noi europei
        effettivamente ...... se pensiamo poi che il
        web e' fondamentalmente nato in europa ...
        roda da mangiarsi le mani ..concordo .. hanno rotto i maroni .. in tutti i sensi ..

        Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Americani
        è vero, il www è nato in Svizzera. La struttura di internet è nata negli USA. Per scopi militari, E poi scientifici, E poi commerciali, in ordine cronologico. E spero non in ordine di importanza!!! :)
      • vb scrive:
        Re: Americani
        - Scritto da: Anonimo
        Se pensi che sono almeno tre anni che e' in
        attesa il dominio
        .eu !!!!Veramente il .eu e' in attesa da tre anni non a causa degli americani, ma perche' la Commissione Europea ci ha messo tutto questo tempo per emanare i regolamenti e le procedure per scegliere chi lo deve gestire... (comunque l'ultima data annunciata per la scelta e' marzo 2003).
        • Anonimo scrive:
          Re: Americani
          - Scritto da: vb

          - Scritto da: Anonimo

          Se pensi che sono almeno tre anni che e'
          in

          attesa il dominio

          .eu !!!!

          Veramente il .eu e' in attesa da tre anni
          non a causa degli americani, ma perche' la
          Commissione Europea ci ha messo tutto questo
          tempo per emanare i regolamenti e le
          procedure per scegliere chi lo deve
          gestire... (comunque l'ultima data
          annunciata per la scelta e' marzo 2003).Infatti non davo la colpa del ritardo agli americani.E' che noi europei ci mettiamo tre anni per decidere una cosa che si puo' fare in pochi mesi.....La colpa e' ns , mica loro....Spero che la data che hai indicato non venga slittata oltre .. ma dalle mie info ......... non sarei cosi' ottimista ( spero di sbagliarmi !!! )Saluti
  • Anonimo scrive:
    e con i GOV è la stessa cosa?
    luddist, con i GOV è la stesa cosa?tipo, perchè non abbiamo www.italia.gov , www.italy.gov, www.italia.it, www.italy.itwww.italia.com, www.italy.comecc eccanche per .org e .nete magari pure .mil
    • vb scrive:
      Re: e con i GOV è la stessa cosa?
      - Scritto da: Anonimo
      luddist, con i GOV è la stesa cosa?Certo: gov, mil e edu sono riservati ad istituzioni americane. In Italia un anno fa il governo attuale si e' fatto assegnare gov.it.
    • employmento pr scrive:
      Re: e con i GOV è la stessa cosa?
      - Scritto da:
      luddist, con i GOV è la stesa cosa?

      tipo, perchè non abbiamo

      www.italia.gov , www.italy.gov, www.italia.it,
      www.italy.it

      www.italia.com, www.italy.com


      ecc ecc

      anche per .org
      e .net

      e magari pure .mil
Chiudi i commenti