A Genova l'Application Server Day

Esperti internazionali faranno il punto della situazione del mercato dei software di settore, evidenziando le innovazioni più recenti

Genova – Si svolgerà a Genova il prossimo 21 maggio l’Application Server Day. L’appuntamento è fissato per le 14.30 presso l’Aula B1 della Facoltà di Ingegneria dell’Università del capoluogo ligure, in via Opera Pia 13.

L’evento, organizzato per la prima volta in Italia dalla community Java italiana, proporrà un dibattito sulle prospettive del settore e sarà occasione di dibattito sia per professionisti che per semplici appassionati riguardo le ultime release di JBoss 5.0, Spring dm Server, GlassFish 3.0 e Oracle/WebLogic

Gli autorevoli interventi di speaker di primo piano come Alexis Moussine-Pouchkine (Sun Glassfish), Paolo Ramasso per Oracle Fusion Middleware, Alessio Soldano (RedHat JBoss), Alef Arendsen (SpringSource dm Server) saranno moderati da Carlo Bonamico del Java User Group di Genova.

La partecipazione alla conferenza è gratuita e aperta a tutti ma è richiesta la registrazione .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • CwuPzNErKGs scrive:
    nupTsbINsE
    comment2, http://double-hammock.info/candle-led/gerson-37824-13-black-8-sided-lantern-melted-edge-led-resin-candle-light-with-timer Black, 8-]], http://mouse-microsoft.info/acer-laptop-5517/ac-adapter-charger-for-emachines-e430-e440-e442-e510-e520-e525-e527-e528-e620-e627-e628-e630-e640-e640g-e642-e642g-e720-e725-e727-e728-e730-e730g-e730z-e730zg-e732-e732g-e732z-e732zg E732zE732zg, wkpu, http://bird-feeder-finch.info/gold-jewelry/corelle-simple-lines-square-16-piece-dinnerware-set-service-for-4 16PieceDinnerware, bbsavz, http://gold-cpu.info/dell-mini-ssd/iomega-1tb-ego-portable-hard-drive-superspeed-usb-3-0usb2-0-ruby-red-35325 Portable, 398340, http://solar-string-lights-white.info/mobile/hoohobbers-etoile-green-musical-crib-mobile Mobile, 987561, http://decorative-american-flags.info/flameless-candle/everlasting-tealights-battery-operated-flamess-candles-with-soft-flicker-12-pack BatteryOperatedFlamess, qvmj, http://graduation-garden-flags.info/gift-cards/brown-horse-peeper-wood-eyeglass-and-business-card-holder-reviews Business, 693446,
  • wXHxZjYRYut pD scrive:
    rxggLhEYIokzLkOtJm
    comment1, http://64.clipsdownload.info/sitemap3.html Êàðò#3, 64530, http://64.clipsdownload.info/sitemap4.html Êàðò#4, zsru, http://65.clipsdownload.info/sitemap.html Êàðò#, =[, http://65.clipsdownload.info/sitemap2.html Êàðò#2, 104127, http://65.clipsdownload.info/sitemap3.html Êàðò#3, 130820,
  • coUWiXvghzG VfSywkL scrive:
    SlSLhUGMSNmPLOhn
    comment1, http://www.liveinternet.ru/users/asjdhsjd/post198054367/ ðåöåíçèè, glaj,
  • aUBqLOvBfvs Jeqdbyrb scrive:
    fMsAJfIFTGkE
    comment6, http://grindseasontv.com/profile/Tadacip buy tadacip online, 96046, http://www.microgiving.com/profile/f.orlife2me buy tadacip online, 592, http://www.bebo.com/TadacipC tadacip review, 8-(, http://posterous.com/users/eiXtU1WEuWO4W Tadacip, bhl, http://tadacipcipla.posterous.com/buy-tadacip-online tadacip 20mg, :-DD, https://plus.google.com/u/0/102295580745163772590/posts/J645XoUKjvP Tadacip, 050, https://plus.google.com/u/0/102295580745163772590/posts tadacip cipla,
    :-DDD, http://www.qbn.com/tadacip20/667991/ tadacip online, 1813,
  • DAQDtbhgaM scrive:
    aEfyIphTwFMA
    comment3, http://www.formspring.me/purchaseaccupri quinapril hcl structure, slpme, http://purchaseaccupril.webstarts.com/ Accupril patent expiry in Avebury, ktxns,
  • PMaZsRWOAxH BF scrive:
    cWUPYGzNTn
    comment6, http://www.formspring.me/purchaseaccupri best price Accupril saturday delivery in Chepstow, =], http://purchaseaccupril.webstarts.com/ no prescription Accupril infections online, 6041,
  • wBpjRiqzRrZ scrive:
    wSTmHDudXiGyJqw
    comment4, http://buyciproonlineemmadelo.posterous.com/ buy cipro online Detroit, Michigan, gpd, http://buyciproonlinearinemsouf.posterous.com/ buy cipro online Arlington, Texas, esad, http://buyciproonlinerantnestflagov.posterous.com/ buy cipro online Henderson, Nevada, bzj,
  • zUfVzEzGn scrive:
    dRfDmDVF
    comment6, http://www.dietspart.com best way to lose weight, vqwwx,
  • francesco caccamo scrive:
    liberta di parola
    se carla bruni non sa cantare non è coòpa mia le copie che hai cmprato con i soldi dei tuoi concittadini per far raggiungere la tua carla bruni alle 100mila copie ma non sa cantare te sei uguale a brunetta sei un nano tascabile
  • No Copyright scrive:
    Winston Churchill
    Se due persone fumano sotto il cartello divieto di fumare gli fai la multa.Se venti persone fumano sotto il cartello divieto di fumare chiedi loro di spostarsi.Se duecento persone fumano sotto il cartello divieto di fumare togli il cartello.Winston Churchill
  • No Copyright scrive:
    George Bernard Shaw
    Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno.Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.George Bernard Shaw
  • ilmusico scrive:
    Mah...!!
    La politica francese pare abbia un po' di nostalgia, per quel "simpatico" aggeggio che è la ghigliottina. Anche se in chiave moderna, sembra che la mentalità , non sia affatto cambiata, dal 1789 in poi...Viva la Restaurazione! Peccato che , anche nel resto d' Europa, la tendenza sia la stessa...chi sara' stato il Metternich della situazione internettiana?
  • styz scrive:
    Re: ma la legge sarkozi è solo disperazione
    segnalo questo programmino molto promettentehttp://it.wikipedia.org/wiki/IMule
  • MegaLOL scrive:
    VIVE LA FRANCE!
    HAHAHAHAHAHAHAHAHA!Com'era prevedibile, la Francia ha rovesciato una grassa, unta, gallica CAGATA alla cipolla sulle facce BRUFOLOSE degli SFIGATI malati di INTERNACCHIO!!!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!Allora, nerdini, dov'è il vostro partitino piratino? Le elezioni europee si avvicinano e ho questa vaga sensazione che nonostante tutti i vostri proclami (o piuttosto speranze destinate ad essere deluse) non riuscirete nemmeno a raggiungere l'1%. ;)Questo perchè a NESSUNO importa NIENTE dell'INTERNACCHIO e tanto meno importa degli SFIGATI come voi!!!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!Siete stati SCONFITTI, prendetene atto e BUTTATEVI NEL XXXXX A TESTA IN GIÙ!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHA!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • ZioBilly scrive:
    Colpa di Sarkozi o dei furbetti del P2P?
    Secondo voi se non ci fosse la pessima abitudine di scambiarsi materiale protetto da copyright, sarebbe stato necessario arrivare a tanto ?Se nel codice penale è vietato l'omicidio o il furto, è colpa dei legislatori o di killer e ladri ?Copiare materiale protetto da diritti è illegale. Ed è ovvio e giusto che chi detiene i diritti si tuteli come può. Péurtroppo per colpa di questi comportamenti ci rimette anche chi usa l'ADSL in modo corretto e per lavoro, visto che si troverà a dover far passare i propri dati per i vari filtri dei provider.Ma se non ci sono alternative....
    • omg scrive:
      Re: Colpa di Sarkozi o dei furbetti del P2P?
      Ma cosa dici?? Chi detiene i diritti non incassa un XXXXX praticamente ( ameno che non sia Bono Vox o XXXXXXX..), bensì, come forse saprai (se non sei al corrente forse documentati prima di aprire la boccuccia..), sono le case distributrici a lucrarci in modo esasperato! Ma per favore, andate a fare gli "PSEUDO" buonisti da un altra parte.
    • algaso scrive:
      Re: Colpa di Sarkozi o dei furbetti del P2P?
      il problema vero è un altro:Da molto tempo abbiamo a disposizione la tecnologia che ci permette di azzerare i costi ed i tempi di distribuzione di un opera e, questa realtà ovviamente, non può assolutamente andare giù ai grandi distributori di turno:Chiamano le opere d'ingegno "contenuti" per impedire l'affermarsi dell'idea che l'opera sia separata dal supporto fisicoCriminalizzano oltre ogni ragionevole limite legale la violazione del diritto di copia assimilando il concetto di "lucro" con quello di "profitto" (una volta i "pirati" era quelli che vendevano le copie contraffate)Usano ogni mezzo legale o meno a loro disposizione per ottenere repressione sulla realtà affermata del file-sharing e, contemporaneamente, attraverso pressioni lobbiste cercano rendere "a norma di legge" gli abusi da loro perpetratiGli aborti come la sarkozy sono lo specchio di questa realtà: fintanto che saranno solo i distributori ad avere voce in capitolo sarà inconcepibile anche solo pensare di trovare un modo per un autore affinchè possa ottenere la giusta remunerazione anche attraverso canali di ditribuzione più attuali
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Colpa di Sarkozi o dei furbetti del P2P?
      - Scritto da: ZioBilly
      Secondo voi se non ci fosse la pessima abitudine
      di scambiarsi materiale protetto da copyright,
      sarebbe stato necessario arrivare a tanto
      ?

      Se nel codice penale è vietato l'omicidio o il
      furto, è colpa dei legislatori o di killer e
      ladri
      ?

      Copiare materiale protetto da diritti è illegale.E' illegale anche camminare con un gelato nelle tasche dei pantaloni in Texas. Ma il fatto che ci sia una legge non significa che abbia anche senso, né che sia giusto.E' da stato democratico fare una legge che condanna il 95% degli utenti domestici di internet?E' come dire "da adesso l'alcool è illegale". Cosa peraltro già successa e sappiamo tutti com'è andata a finire.VIETARE QUALCOSA RENDE SOLO QUEL QUALCOSA SOMMERSO ma non lo elimina certo.E poi mi spiegheresti con quale faccia i detentori dei diritti si permettono di impedire l'acXXXXX a tutti quei dischi mai pubblicati in CD? A tutti quei film mai usciti in DVD se non addirittura mai usciti in videocassetta? A tutti quegli anime giapponesi che i giapponesi si sono RIFIUTATI di esportare perché li ritenevano non adatti al pubblico occidentale?E' semplicemente una vergogna, uno schifo. BEN VENGANO darknet e simili per metterglielo in quel posto ai vari "Mazza", "Sarcoso" e compagni. Gli ARTISTI non hanno da temere, SE SONO ABBASTANZA BRAVI DA FARE CONCERTI DAL VIVO saranno ricompensati. Se invece si fanno aggiustare tutto in studio perché NON SANNO NE' CANTARE NE' SUONARE ma devono far finta di farlo (vedi varie boy band e schifezze simili) allora che facciano altri mestieri, la gente è stufa di essere presa per i fondelli.Ma soprattutto come altro chiamare se non LADRI coloro che RUBANO I SOLDI DEI CITTADINI CON LA SCUSA DELL'EQUO COMPENSO senza per questo concedergli i diritti di copiare su quei supporti quello che LORO hanno prodotto? Visto che è impossibile procurarsi materiale coperto da copyright e quindi non si può masterizzarlo, e quindi posso mettere su quei supporti solo materiale MIO oppure libero, com'è che loro chiamano chi prende soldi su cose di cui non ha alcun diritto? Mi pareva dicessero "RUBARE E' CONTRARIO ALLA LEGGE"... appunto. I LADRI non siamo noi. Noi RISPARMIAMO. VOI prendete i NOSTRI soldi senza averne diritto. NOI non prendiamo i VOSTRI soldi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 maggio 2009 21.18-----------------------------------------------------------
    • kakkola kid scrive:
      Re: Colpa di Sarkozi o dei furbetti del P2P?
      Killer e ladri paragonati a chi scambia materiale protetto da copyright!Sai che sei proprio forte!
    • bubba scrive:
      Re: Colpa di Sarkozi o dei furbetti del P2P?
      "I contenuti digitali non sono uguali ai beni fisici, e non dovrebbero essere sottoposti alle stesse regole che vengono impiegate per i tostapane"chi lo ha detto? no ,non un Komunista pirata pedosatanista, ma la BSA (che non e' il nome di una malattia, ma diciamo un cugino della Siae). Ovviamente dice cio quando il commissario europeo ha lanciato l'idea (solo l'idea) di pensare estendere anche ai software le leggi di protezione dei consumatori in vigore per i manufatti fisici.
  • Ricky scrive:
    OTTIMO,adesso E' LEGGE!
    Da poco approvatahttp://www.unita.it/news/84714/francia_reato_scaricare_illegalmente_dal_webW la Francia!Adesso aspettiamoci XXXXXX anche qui...non vedevano l'ora di poter portare qualche esempio per meglio piazzare la XXXXXta anche qui.E L'EUROPA NON RAVVISA PROBLEMATICHE IN MERITO, quindi la gente verra' staccata,addio rete, addio liberta'.Adesso attendo fiducioso la rivolta dei francesi e l'ecatombe di acquisti.Se non reagiranno cosi', subiranno come subiamo NOI passivamente qualsiasi XXXXXta limiti la nostra liberta'.
    • skynet scrive:
      Re: OTTIMO,adesso E' LEGGE!
      mi pare che l opposizione abbia avviato l iter per dichiarare questa norma INCOSTTUZONALE
      • Ricky scrive:
        Re: OTTIMO,adesso E' LEGGE!
        Mi pare che abche se hanno avviato l'iter, tanto il nostro governo sforna solo cose anticostituzionali, quindi non cambiera' nulla, come sono passate quelle precedenti, passeranno queste.E' inutile, non vogliamo ammetterlo ma siamo nelle mani di un despota e non c'e' nulla che possiamo fare.A parte ribellarci e calare a Roma per "estirparlo".
    • an0nim0 scrive:
      Re: OTTIMO,adesso E' LEGGE!
      Mi chiedo perche' Fazio anziche' sbattere le palpebre davanti alla sua ospite Carla Bruni (ormai assunta a divinita' metafisica) non le abbia chiesto un parere sulla dottrina di suo marito.A confronto la nostra Veronica Lario ha saputo mostrare le palle al momento giusto, la Carla' sapra' farsi valere o e' first lady senza autorita'?
    • jack scrive:
      Re: OTTIMO,adesso E' LEGGE!
      - Scritto da: Ricky
      Da poco approvata

      http://www.unita.it/news/84714/francia_reato_scari

      W la Francia!
      Adesso aspettiamoci XXXXXX anche qui...non
      vedevano l'ora di poter portare qualche esempio
      per meglio piazzare la XXXXXta anche
      qui.
      E L'EUROPA NON RAVVISA PROBLEMATICHE IN MERITO,
      quindi la gente verra' staccata,addio rete, addio
      liberta'.
      Adesso attendo fiducioso la rivolta dei francesi
      e l'ecatombe di
      acquisti.
      Se non reagiranno cosi', subiranno come subiamo
      NOI passivamente qualsiasi XXXXXta limiti la
      nostra
      liberta'.Quante caxxate, ora rubare è diventato LIBERTA'?????
      • faicomevuoi scrive:
        Re: OTTIMO,adesso E' LEGGE!
        Intendi che prendere ai figli i diritti d'autore dei padri o prendere alle case discografiche musica prodotta da artisti sia rubare a tutti gli effetti?Allora facciamo una cosa, i miei genitori hanno lavorato per 40 anni, le migliorie, le invenzioni, l'opere d'ingegno fatte durante la loro cariera lavorativa dovrebbero portare royalties anche a me....
      • an0nim0 scrive:
        Re: OTTIMO,adesso E' LEGGE!
        Scommetto che sei un autore, magari quello che ha scritto "Oxford e' in Italia".
  • an0nim0 scrive:
    Grazie Sarko, davvero!
    Qualcuno dice che la crisi economica puo' aiutare l'economia a liberarsi dai trucchi della finanza, diventando piu' sana. Chissa', certo e' che la caccia al p2p porta ad una evoluzione/maturazione della rete e dei suoi utenti, anche sotto il profilo tecnologico.La chiusura di Napster ci ha regalato nuovi protocolli che non mantenevano i file sul server. La chiusura di eDonkey ci ha regalato ottimi programmi open-source e quindi l'impossibilita' di chiudere una societa'. La chiusura dei server ci ha regalato protocolli serverless (Kad e non solo). Il packet-filtering ci ha regalato protocolli di offuscamento efficaci (praticamente privi di overhead). La domanda e': cosa ci regalera' di bello la dottrina Sarkozy? Probabilmente le darknet/reti anonimizzanti, o sotto forma di VPN commerciali (ce ne sono di quelle che offrono server situati in Russia o in Iran), o sotto forma di protocolli ad-hoc (quali ANts o i2p - si veda il recente iMule). Tra l'altro i francesi, che hanno gia' ottime tariffe ADSL rispetto a noi italiani, potranno certamente permettersi qualche soldo in piu' (50 euro l'anno) per una VPN (e comunque pagheranno meno dei cugini italiani).Qualunque tecnologia vincera', questa e' la piu' inaspettata vittoria che Sarkozy poteva darci. Diciamolo francamente, il problema della privacy e dell'anonimizzazione dei dati esiste, ma il cittadino della rete (tranni pochissimi casi) ad oggi se ne e' curato molto poco. Dovendo correre ai ripari dopo la dottrina Sarkozy inseguendo i suoi download p2p, qualunque strategia scegliera' si ritrovera' questa volta qualcosa in piu', non solo uno scudo efficace contro le leggi attuali e future sul p2p ma anche una protezione a 360 gradi sulla sua privacy.Che dire: grazie Sarko, ci stai regalando la privacy, sei piu' efficace tu della rubrica Cassandra Crossing di PI ;)
    • ManueManueM anu scrive:
      Re: Grazie Sarko, davvero!
      Mancherà solo che gli ISP renderanno irraggiungibili determinati IP (acXXXXX ai siti, proxy, server darknet ecc.)
      • an0nim0 scrive:
        Re: Grazie Sarko, davvero!
        Premesso che un servizio di VPN non e' illegale di per se' e quindi nessuno mi puo' vietare di sottoscrivere un servizio VPN all'estero cosi' come non e' illegale una email all'estero, anche ammettendo che certi ip vengano illegalmente bannati (e allora si' che in assenza di giusta causa la UE interverrebbe) scatterebbe l'I2P o ANts, dove gli ip di uscita altro non sono che gli ip di tutti gli utenti della rete, e quindi non bannabili.
    • Villa Claudio scrive:
      Re: Grazie Sarko, davvero!
      Da informatico, la penso esattamente come te!!!
  • Geronimo scrive:
    Prove tecniche di Nuovo Ordine Mondiale
    col pretesto della pirateria e rendendo complici gli Internet Service Provider, la prima vera struttura di controllo della Rete. Perché tale sarebbe linfrastruttura tecnica e burocratica necessaria a implementare una legge come lHADOPIIl cuore del problema sta proprio li. E il tentativo maldestro di camuffare col trucco del diritto d autore linvasione della privacy e del controllo globale delle comunicazioni interpersonali. Avete notato come i media parlano sempre di pi più della rete associandolo al crimine e al terrorismo?Il tentativo dei governi in EurAmerica è in definitiva annullare la libertà di scambio di informazioni tra cittadini controllando prevenitivamente qualsiasi comunicazione email sms o telefonica in rete. Altro che Grande Fratello questo è fascismo o se preferite il Nuovo Ordine Mondiale. Svegliatevi!
  • Juan Carlos De Martin scrive:
    L'alternativa c'e'
    E sorprendente come bastino pochi mesi per cambiare lo scenario politico e culturale. Oggi lAssembla Nazionale francese, ha infatti approvato, con una risicata maggioranza e in mezzo a innumerevoli polemiche (incluso persino un HADOPIGATE), la controversa legge HADOPI. Ma tale approvazione, invece di rappresentare il trionfo della linea politica fortissimamente voluta dal Presidente Sarkozy (che pare abbia dichiarato di volere lapprovazione della legge a qualsiasi costo), sembra solo figlia di un passato che non si è ancora accorto di essere morto e che, però, morendo rischia di fare ancora molti danni.Mi ricordo, infatti, come ancora a fine ottobre 2008, a Roma, durate gli Stati Generali del Cinema, lapproccio à la Sarkozy avesse unaura di forza, di vitalità: niente far west, niente furti, no ai pirati, sì alla risposta graduata (termine peraltro preso a prestito dal gergo militare della Guerra Fredda), ovvero un insieme di parole attentamente scelte per suggerire un accattivamente mix di fermezza e di ragionevolezza.Peccato che questo mix messo insieme dagli spin doctor di alcune industrie dei contenuti trascurasse e trascuri alcuni fatti cruciali, due dei quali per me fondamentali.Il primo è che lacXXXXX a Internet è, nel 2009, un pre-requisito per lesercizio di diritti umani fondamentali, come peraltro affermato ripetutamente, e con maggioranze schiaccianti, dal Parlamento Europeo nei mesi scorsi. Negare, sulla base di un semplice sospetto e per via amministrativa, lacXXXXX a portali didattici, a servizi medici, a siti di informazione, a contatti con amici e parenti, a servizi di pagamento, a forme di associazionismo e di partecipazione politica, eccetera, genera un danno al cittadino che è impensabile che non venga comminato, con tutte le garanzie del caso, dal potere giudiziario.Il secondo fatto è che esistono modalità alternative allo status quo per sostenere economicamente gli autori. Non è quindi assolutamente vero che o si sbattono fuori i pirati o gli artisti moriranno di fame (come se adesso, peraltro, lartista medio sguazzasse nelloro ma questo è un altro discorso, che magari faremo unaltra volta). Sono ormai anni, infatti, che da diverse parti si ricorda che ogni volta che un nuovo media entra sulla scena si pensi alla radio o alla televisione la soluzione al problema della diffusione dei contenuti sono licenze collettive, non il carcere per i pirati, che peraltro sono spesso dispostissimi a pagare, purchè a condizioni ragionevoli. Col benefit aggiuntivo che rispetto agli anni 30 o 50 del secolo scorso oggi è possibile pensare ad alternative compensation systems molto più evoluti (ed equi) di quelli messi in atto dalle generazioni precedenti. La bibliografia in materia -incluse proposte aggiornate, dettagliate e concrete è ormai copiosissima. Ricordo solo il capostipite di questo filone, il prof. William Fisher, del Berkman Center di Harvard, il cui libro Promises To Keep metteva già nel 2004 al centro del dibattito internazionale il tema delle licenze collettive. E ricordo due contributi recentissimi: il libro di Philippe Aigrain, Internet & Création (2009), e larticolo di Volker Grassmuck, The World Is Going Flat(-Rate) (2009).Se, quindi, ci stanno davvero a cuore gli artisti, la soluzione per remunerarli ponendo nel contempo le basi, nel pieno rispetto della legge, per un Rinascimento digitale cè già: basta volerla implementare.Noi del Centro NEXA su Internet & Società del Politecnico di Torino abbiamo anche mostrato, col position paper Creatività remunerata, conoscenza liberata: file sharing e licenze collettive estese, come esista già anche lo specifico strumento giuridico adatto allo scopo, le licenze collettive estese.Lapproccio à la Sarkozy non è, quindi, a mio avviso, nemmeno lontamente la soluzione che meglio approssima il bene comune: è, infatti, se prendiamo la società della conoscenza sul serio, fuori dal tempo; viola diritti fondamentali dei cittadini, con un impatto non solo civile, ma anche culturale ed economico; e non è assolutamente vero che rappresenti lunico modo (ne il modo migliore) per tutelare i diritti economici degli autori.A meno che, almeno per alcuni, il vero obiettivo, non dichiarato, non sia un altro: quello di creare, col pretesto della pirateria e rendendo complici gli Internet Service Provider, la prima vera struttura di controllo della Rete. Perché tale sarebbe linfrastruttura tecnica e burocratica necessaria a implementare una legge come lHADOPI. La Rete: la più grande invenzione del XX secolo (Rita Levi Montalcini), lutopia realizzata (Stefano Rodotà). Invenzione che però ha lantipatica (per alcuni) caratteristica di donare libertà a chi la usa e di mettere in crisi il monopolio informativo, politico e culturale reso possibile dai media tradizionali. Forse quindi non si pecca di eccessiva sospettosità se si mette nel novero delle possibilità il fatto che qualcuno, in Francia ma anche in Italia e altrove, stia attivamente cercando il modo (o i modi) per addomesticare la Rete. In nome della pirateria, o di quello che sarà il pretesto du jour tra un mese o tra un anno.http://demartin.polito.it/blog/127------------http://www.nytimes.com/external/gigaom/2009/05/09/09gigaom-building-the-tools-to-legalize-p2p-video-sharing-12208.htmlhttp://nexa.polito.it/licenzecollettivehttp://www.ip-watch.org/weblog/2009/05/11/the-world-is-going-flat-rate/http://www.laquadrature.net/fr/livre-internet-creation-de-philippe-aigrain
  • Vlad scrive:
    HADOPI approvata al Senato
    ormai è legge...http://www.lemonde.fr/technologies/article/2009/05/13/le-projet-de-loi-hadopi-definitivement-adopte_1192419_651865.html#ens_id=1190324
  • ninjaverde scrive:
    Spinta
    Spinta alla pirateria se la legge passa.Cosa faranno eventuali soggetti disconessi?Una cosa semplice e quasi facile, per lo meno per gli smanettoni, che quasi sicuramente sono prorio quelli che scaricano a destra ed a manca.Il Wirless non è tanto invulnerabile, una percentuale lo usa senza nemmeno sapere che serve una password per proteggere la sua mini rete, poi anche un Hacker non troppo esperto può aprire una password, specie se non troppo complessa... anzi si diffonderanno programmini Hacker ad ok! Programmini anche per l'anominato e tutto il resto.Così invece di salvare la legalità si creerà un caos piratesco, sicuramente peggiore dell'attuale situazione.Il tutto poi condito di processi agli hacker meno esperti e ragazzini smanettoni alle prime armi.
    • MegaJock scrive:
      Re: Spinta
      Non sai scrivere "ad hoc" e fantastichi su cose che non conosci.Nel momento in cui speri che qualche grande acaro risolva magicamente tutti i tuoi problemi, hai già perso.
      • ninjaverde scrive:
        Re: Spinta
        - Scritto da: MegaJock
        Non sai scrivere "ad hoc" e fantastichi su cose
        che non
        conosci.

        Nel momento in cui speri che qualche grande acaro
        risolva magicamente tutti i tuoi problemi, hai
        già
        perso.Forse non hai capito.Personalmete non spero certo questo, poichè la pirateria non risolve i problemi. E poi preciso NON SONO PROBLEMI MEI forse saranno tuoi, non so.
    • pabloski scrive:
      Re: Spinta
      aspetteremo con ansia il primo ricorso degli utenti sconnessi alla corte europea
  • Ricky scrive:
    c'e' da chiedersi
    Quale sara' la reazione dei francesi...ai tempi il popolo massacrato ha reagito ghigliottinando persone,adesso sono i potenti che usano un simile stratagemma per rendere la pariglia.Ma i francesi,pregi e difetti, non sono dei BUDINI MOLLI come gli italiani, che per farli diventare uomini VERI si deve portarli quasi alla morte.Quindi prevedo XXXXXX, grossi XXXXXX, se dovesse passare questa legge illiberale e fondamentalmente STUPIDA.una reazione possibile, senza andare nelle piazze e bruciare auto in sosta, sarebbe di botto finire l'acquisto di audio e video.Bastano pochi giorni per farli IMPAZZIRE.Vuoi la musica?Fai come ai tempi del nonno,registratela dalla RADIO.Adesso poi se hai un pc la puoi pure sstemare al meglio.Vuoi vederti un film?noleggiatelo in GRUPPO se proprio non ne potete fare a meno.Guardatevelo in tv, tra una pubblicita' e l'altra.Basta resistere pochi giorni o al massimo qualche settimana e vedrete che a quelli verranno i VERMI!E forse, questa volta, FINALMENTE, si optera' per una gestione INTELLIGENTE della cosa,un abbassamento dei prezzi, una fruizione libera e una gestione lungimirante del tutto.Senza che la gente debba "scaricare impunemente" come sostengono le major straricche ed immotivatamente.
  • Carlo Bruni scrive:
    ah si? w il modem!!!
    l'ADSL in effetti a chi serve?Film e musica in straming? Vietati!Video su YouTube? Vietati!Scaricamento di musica e film? Vietati!per andare su internet allora basta un sano e vecchio modem 56K.Non mi vergogno di dire che a casa io uso ancora solo quello. Per navigare, scrivere mail, chattare e anche per scaricare qualche programma non pesante va benissimo.Chi scrive ha iniziato a navigare su internet col modem e, a casa, ha cambiato pc ma il modem 56K, quello, è sempre rimasto lì.
    • gabriella giudici scrive:
      Re: ah si? w il modem!!!
      beh, immagina di stare a casa a studiare e di voler scaricare qualche decina di pdf al giorno; di aggiornarti su YouTube con i video del MIT e poi ne riparliamo ...
      • Funz scrive:
        Re: ah si? w il modem!!!
        - Scritto da: gabriella giudici
        beh, immagina di stare a casa a studiare e di
        voler scaricare qualche decina di pdf al giorno;
        di aggiornarti su YouTube con i video del MIT e
        poi ne riparliamo
        ...Si va al laboratorio dell'università se c'è, o all'internet cafe, o in biblioteca, o ci si scambia i files con le chiavette o con gli hard disk esterni... assieme a quei 500 giga di film per volta.
        • gabriella giudici scrive:
          Re: ah si? w il modem!!!
          Qualcuno discettava di quanto fosse bello il modem e di come chi non avesse cattive intenzioni (P2P, of course)non avesse bisogno della banda larga. Così commentavo che non c'è bisogno di essere sharers per aver bisogno di scaricare file pesanti e vedere video scientifici.Così mi sento rispondere da Funz:"Si va al laboratorio dell'università se c'è, o all'internet cafe, o in biblioteca, o ci si scambia i files con le chiavette o con gli hard disk esterni... assieme a quei 500 giga di film per volta".Ecco un buon esempio di come i paladini del progresso e della libertà non ci dormano la notte per limitare la possibilità delle persone. No thanks, mi collego da casa e se ne ho voglia dalla biblioteca, dal caffé o da casa di amici. Vorrei fare come mi pare, grazie.
          • gabriella giudici scrive:
            Re: ah si? w il modem!!!
            ooops. Ma vuoi scommettere che Funz scherzava, e che tornava all'antica chiavetta proprio per piratare anche all'età della pietra?Se è così .. désolée mon ami, a quest'ora mi sono già fatta una bella dose di video e pdf e forse è meglio che rinfreschi le meningi ;-)
          • Funz scrive:
            Re: ah si? w il modem!!!
            - Scritto da: gabriella giudici
            ooops. Ma vuoi scommettere che Funz scherzava, e
            che tornava all'antica chiavetta proprio per
            piratare anche all'età della
            pietra?Si scherzavo, ma fino a un certo punto... se torniamo all'età analogica, non è che gli hard disk da centinaia di giga spariscano subito, e avremo più tempo per le relazioni personali :)
          • Funz scrive:
            Re: ah si? w il modem!!!
            - Scritto da: gabriella giudici
            Qualcuno discettava di quanto fosse bello il
            modem e di come chi non avesse cattive intenzioni
            (P2P, of course)non avesse bisogno della banda
            larga.

            Così commentavo che non c'è bisogno di essere
            sharers per aver bisogno di scaricare file
            pesanti e vedere video
            scientifici.E io rispondevo che non c'è strettamente bisogno dell'ADSL di casa
            Così mi sento rispondere da Funz:

            "Si va al laboratorio dell'università se c'è, o
            all'internet cafe, o in biblioteca, o ci si
            scambia i files con le chiavette o con gli hard
            disk esterni... assieme a quei 500 giga di film
            per
            volta".

            Ecco un buon esempio di come i paladini del
            progresso e della libertà non ci dormano la notte
            per limitare la possibilità delle persone. NoRidagli. Mi spieghi in che modo ti impedirei di sottoscriverti la tua DSL castrata?Qui ogni volta che mi lamento di qualcosa la gente mi accusa di voler limitare la libertà altrui, sempre a sproposito. Non è sei per caso berlusconiana, e quindi qualunque dissenso lo consideri sovversione comunista?
            thanks, mi collego da casa e se ne ho voglia
            dalla biblioteca, dal caffé o da casa di amici.
            Vorrei fare come mi pare,
            grazie.Prego, fai pure.Rigirando la frittata: perchè tu mi vuoi obbligare a fare un'ADSL quando non la voglio?
          • gabriella giudici scrive:
            Re: ah si? w il modem!!!
            Thread surreale tra Funze e me. Viene il sospetto di pensarla allo stesso modo e di non riuscire a stabilirlo. Curioso, è il primo da sempre che mi dà della berlusconiana, lo segno sul calendario (così rifletto ogni giorno su dov'è che ho sbagliato). :-)
          • Funz scrive:
            Re: ah si? w il modem!!!
            - Scritto da: gabriella giudici
            Thread surreale tra Funze e me. Viene il sospetto
            di pensarla allo stesso modo e di non riuscire a
            stabilirlo.Sarà così, d'altronde via forum è facile finire in un flame per niente (e anche divertente ^_^ )
            Curioso, è il primo da sempre che mi dà della
            berlusconiana, lo segno sul calendario (così
            rifletto ogni giorno su dov'è che ho sbagliato).
            :-)Mi scuso per l'insulto ;)
          • gabriella giudici scrive:
            Re: ah si? w il modem!!!
            .. e mi sfuggiva un'altra cosa di Funz, cioè che si rammarica che internet deprima la socialità. Qui la pensiamo davvero diversamente, i media sono veicoli pazzechi di socialità (persino i broadcast, figuriamoci il many-to-many). Capisco meglio adesso il suo invisto ad andare in biblioteca o all'internet café. Ci ho pensato spesso nei tre anni in cui sono rimasta a casa a scrivere, quando il rumore della scuola mi mancava troppo, ma ho rinunciato. Un forum permette di scambiare idee senza smettere di lavorare e questi sono tempi stakanovisti. Per arrivare ad una società felice e marcusiana dovremmo prima affermare il NON-lavoro.
          • Funz scrive:
            Re: ah si? w il modem!!!
            - Scritto da: gabriella giudici
            .. e mi sfuggiva un'altra cosa di Funz, cioè che
            si rammarica che internet deprima la socialità.
            Qui la pensiamo davvero diversamente, i media
            sono veicoli pazzechi di socialità (persino i
            broadcast, figuriamoci il many-to-many).Forse hai interpretato troppo quello che ho detto, o io mi sono spiegato male (trollando le sfumature si perdono!). Figuriamoci se la penso diversamente da te :)
            Capisco meglio adesso il suo invisto ad andare in
            biblioteca o all'internet café. Ci ho pensato
            spesso nei tre anni in cui sono rimasta a casa a
            scrivere, quando il rumore della scuola mi
            mancava troppo, ma ho rinunciato. Un forum
            permette di scambiare idee senza smettere di
            lavorare e questi sono tempi stakanovisti. il mio intervento si riferiva al fatto che tanta gente pensa di disconnettersi dalla rete se gli si toglie il p2p. D'altronde perché pagare un canone, caro, se non si può scaricare?Da qui ho fatto notare che, per scaricare occasionalmente qualche file pesante ci sono altri mezzi.
            Per arrivare ad una società felice e marcusiana
            dovremmo prima affermare il
            NON-lavoro.Ho paura che ci arriveremo presto, anche se in maniera poco felice. :(
          • gabriella giudici scrive:
            Re: ah si? w il modem!!!
            Leggo il post di Funz e vedo che avevo presupposto davvero troppo. Sempre per la ragione di cui sopra, si legge al volo con ciò che ne segueHo paura che ci arriveremo presto, anche se in maniera poco felice.Anche qui temo proprio tu abbia ragione.
  • Oceania scrive:
    Spia
    Vorrei aggiungere che il punto più doloroso di questa assurda legge è il capovolgimento della presunzione d'innocenza. Infatti questa e subordinata à l'installazione di un software spia (per di più pagante) su la machina connessa al web e che comunicherebbe a un server l'integrita della connessione cioè se questa e utilizzata per scaricare o no. Questa cosa e ovviamente una gran boiata.Tanto per dirle tre :1) Perchè quando (per esempio la notte) il pc e spento, la spia pure e quindi il vicino malintenzionato a tutto il lusso di scaricare con il wifi del router crackato.2) Perchè per l'aggirare c'è solo bisogno di due pc su lo stesso router : uno col software spia e l'altro sul web.3) Perchè non c'è software spia di previsto per gli OS liberi.Questo dimostra, se ce n'era ancora bisogno, dell'incompetenza di chi fa le leggi.
    • samu scrive:
      Re: Spia
      software spia ? basta uno sniffer lato provider e sei a posto
    • Cavallo goloso scrive:
      Re: Spia
      A me sembra che questo dimostri unicamente la tua di ignoranza, senza offesa ;)
      • Oceania scrive:
        Re: Spia
        Se sai leggere il francese guarda questo link oppure te lo traduci con google : http://www.pcinpact.com/actu/news/50750-hadopi-logiciel-securisation-interoperable-payant.htmL'ignorante sarai tu. Senza offesa. :-)
  • isaia panduri scrive:
    A che serve l'ADSL?
    A che serve la banda larga se non puoi scaricare roba?A parere delle major internet dovrebbe servire solo per accedere ai contenuti a pagamento controllati da loro stesse.Nella loro mente, internet è un supermercato con corsie molto grandi e scaffali spaziosi, nel quale però, non solo paghi per la merce che compri ma anche solo per potervi entrare.Chi è il fesso che pagherebbe 19.90 al mese per poter entrare al GS, da Ipercoop o da Auchan?Se togli la componente download o p2p ad internet, non ha molto senso una linea con velocità superiori ai 2megabit... che te ne fai? E anche se giochi online... 2mega bastano e avanzano.
    • LUKA scrive:
      Re: A che serve l'ADSL?
      L' ADSL SERVE A GENTE COME ME CHE CI DEVE LAVORARE NON CAZZEGGIARE CON FILM E MUSICA!
      • Faistone scrive:
        Re: A che serve l'ADSL?
        - Scritto da: LUKA
        L' ADSL SERVE A GENTE COME ME CHE CI DEVE
        LAVORARE NON CAZZEGGIARE CON FILM E
        MUSICA!Di solito a quelli come te dico......ma vai a dar via i ciap!
      • ZioBilly scrive:
        Re: A che serve l'ADSL?
        QUOTO! L'ADSL serve per la teleassistenza, le videoconferenze, l'acXXXXX in terminal server e molto altro.Purtroppo c'è sempre chi pensa che il lavoro degli altri valga zero e che sia un diritto acquisito rubare (si rubare) la proprietà intellettuale altrui (leggi scambio di materiale protetto da copyright).- Scritto da: LUKA
        L' ADSL SERVE A GENTE COME ME CHE CI DEVE
        LAVORARE NON CAZZEGGIARE CON FILM E
        MUSICA!
        • omg scrive:
          Re: A che serve l'ADSL?
          - Scritto da: ZioBilly
          QUOTO! L'ADSL serve per la teleassistenza, le
          videoconferenze, l'acXXXXX in terminal server e
          molto
          altro.

          Purtroppo c'è sempre chi pensa che il lavoro
          degli altri valga zero e che sia un diritto
          acquisito rubare (si rubare) la proprietà
          intellettuale altrui (leggi scambio di materiale
          protetto da
          copyright).Primo il lavoro non è della Major di turno (che ruba agli artisti quasi tutti gli introiti!), secondo poi chi pensi che paghi la maggior parte delle connessioni ADSL in Italia (ma immagino anche nel resto dell'Europa) le aziende per il tuo "telelavoro" o le famiglie italiane(praticamente tutti la hanno a casa)??Per favore quando non sapete di che parlate state zitti e fate una più bella figura...
        • Nembo Kid scrive:
          Re: A che serve l'ADSL?
          - Scritto da: ZioBilly
          QUOTO! L'ADSL serve per la teleassistenza, le
          videoconferenze, l'acXXXXX in terminal server e
          molto
          altro.

          Purtroppo c'è sempre chi pensa che il lavoro
          degli altri valga zero e che sia un diritto
          acquisito rubare (si rubare) la proprietà
          intellettuale altrui (leggi scambio di materiale
          protetto da
          copyright).




          - Scritto da: LUKA

          L' ADSL SERVE A GENTE COME ME CHE CI DEVE

          LAVORARE NON CAZZEGGIARE CON FILM E

          MUSICA!E già, infatti le numerose pubblicità che martellano ovunque di internet A CASA super veloce con gente che fa cavolate come "chattare" lo dimostrano ampiamente.... serve solo a lavorare.bwhahahahaaha ma per favore....
  • Milleniumfalcor scrive:
    Se PI si fosse informato....
    ...avrebbe saputo che la spina dorsale della Dottrina Sarkò è miseramente affondato pochi giorni fa. E' stato, infatti, approvato a larga maggioranza dal Parlamento europeo lemendamento 138/46 presentato al DDL Hadopi. Il DDL prevedeva in origine che gli utenti internet pescati a violare la legge autori, per tre volte consecutive, fossero disconnessi dalla rete. Ha vinto il principio secondo cui lacXXXXX alla rete è un diritto fondamentale che, per subire limitazioni, necessita di un provvedimento esplicito del Tribunale e non di una pronuncia da parte di una autorità amministrativa. In ogni caso, il Parlamento ha accettato che i fornitori di connettività monitorino il traffico in rete ed, eventualmente, impongano limitazioni. Ciao
    • Viker scrive:
      Re: Se PI si fosse informato....
      - Scritto da: Milleniumfalcor
      ...avrebbe saputo che la spina dorsale della
      Dottrina Sarkò è miseramente affondato pochi
      giorni fa. E' stato, infatti, approvato a larga
      maggioranza dal Parlamento europeo lemendamento
      138/46 presentato al DDL Hadopi. Il DDL prevedeva
      in origine che gli utenti internet pescati a
      violare la legge autori, per tre volte
      consecutive, fossero disconnessi dalla rete. Ha
      vinto il principio secondo cui lacXXXXX alla
      rete è un diritto fondamentale che, per subire
      limitazioni, necessita di un provvedimento
      esplicito del Tribunale e non di una pronuncia da
      parte di una autorità amministrativa. In ogni
      caso, il Parlamento ha accettato che i fornitori
      di connettività monitorino il traffico in rete
      ed, eventualmente, impongano limitazioni.
      CiaoSe tu avessi letto l'articolo....
      • Milleniumfalcor scrive:
        Re: Se PI si fosse informato....
        se ti riferisci a questo passaggio "Il risultato conseguito è stato quello di richiamare in parlamento l'Assemblea al completo: ma la partecipazione di un numero cospicuo di deputati non ha consentito di replicare l'esito della votazione in prima lettura, quando la Camera ha respinto il testo e ha riaperto la partita"....mi pare che l'accenno sia assai velato anche perchè dopo si legge "Ma il testo non ha subito modifiche sostanziali: le reti P2P potranno essere battute a tappeto dall'industria dei contenuti, che rastrellerà indirizzi IP e li girerà ai provider"....e questo non è vero del tutto, è impreciso.Ma in ogni caso scusate per il disturbo, la mia voleva solo essere una precisazione......buona giornata
        • Milleniumfalcor scrive:
          Re: Se PI si fosse informato....
          Insistiamo.....dove sta scritto che l'emendamento è passato? e che la dottrina Sarkò non è per nulla legge? questo intendevo....vabbè dai sono sfumature, complimenti in ogni caso a Gaia che leggo sempre con piacere
          • lufo88 scrive:
            Re: Se PI si fosse informato....
            L'emendamento è passato, ma deve subire un ulteriore lettura, per cui entrambe sono norme non ancora approvate.Ciao
    • alexbottoni scrive:
      Re: Se PI si fosse informato....
      Ma hai letto l'articolo?!"La dottrina Sarkozy è in aperto contrasto con quanto voluto dal Parlamento Europeo in fase di votazione del Pacchetto Telecom, congelato in fase di seconda lettura dal supporto mostrato dagli europarlamentari all'emendamento 138, secondo cui solo l'autorità giudiziaria potrebbe negare ai cittadini il fondamentale diritto a esprimersi e a informarsi con la mediazione della rete."(Dall'articolo che hai appena commentato)I Ragazzi di PI sono perfettamente al corrente della situazione.Semmai è chi ha cantato vittoria per quanto votato al Parlamento Europeo che non ha letto con attenzione cosa è stato realmente votato. Tra le altre cose, si è permesso alle major ed agli ISP (che sono enti privati, mica la polizia!) di fare indagini sugli utenti (con il solo vincolo di non fare team tra di loro) e si è permesso agli ISP di applicare qualunque forma di traffic shaping vogliano, con il solo vincolo di informare l'utente.Se questa vi sembra una vittoria...Se queste vi sembrano garanzie per i cittadini e gli utenti...
      • Milleniumfalcor scrive:
        Re: Se PI si fosse informato....
        Chi ha parlato di vittoria!? Io mi sono limitato a dire che l'articolo non riportava, a mio avviso, con precisione alcuni dati....
  • get the facts scrive:
    ottimo! piu banda per chi lavora
    calera l intasamento della banda da parte degli scrocconi..vorra dire che per vedere i film dovranno aspettarli in tv
    • Debian_izza to scrive:
      Re: ottimo! piu banda per chi lavora
      .....HAHAHAHHHAAHHA...Scommetto hce tu sei uno di quelli che stanno seduti dietro una scrivania con la macchina da scrivere e ogni tanto "parla di computer""! E siccome non capisci una mazza di pc ti permetti anche di parlare di banda, di scrocconi,di pirati ..ecc..! Ma almeno conosci il vero significato della parola "PIRATA?" sTUDIA E LO SAPRAI. Sei solo un fallito burocrate ...se vuoi leggere le tue e-mail comprati un cavolo di Iphone e starai sicuro che avrai un sacco di "banda" a disposizione,credimi! Inoltre per leggerti la posta,ti sarà sufficiente una semplice linea telefonica,a presa tripolare .L'adsl è roba per grandi..tu sei ancora piccolo.CRESCI CRESCI !
    • Valeren scrive:
      Re: ottimo! piu banda per chi lavora
      Ma non esistono più scuole serie per la formazione dei troll?Dov'é la creatività?
    • berto scrive:
      Re: ottimo! piu banda per chi lavora
      ecco il solito troll videotecaroha ha ha ah siete proprio patetici, tanto chiuderete bottega a breve preparatevi.
      • Joe Tornado scrive:
        Re: ottimo! piu banda per chi lavora
        In effetti la videoteca vicino casa mia ha chiuso. Ovviamente, NON ne cercherò un'altra, l'immagine di questa categoria è compromessa, ormai !
      • fafaervfaer v scrive:
        Re: ottimo! piu banda per chi lavora
        tu ritieni giusto scaricare un film illegalmente? si o no..rispondi si o no
        • algaso scrive:
          Re: ottimo! piu banda per chi lavora
          io ritengo che su http://antipirateria.governo.it/ i videonoleggiatori stiano vomitando senza sosta una montagna di bestialitàsecondo te sono un pirata?[ ]si[ ]no Metti una X
        • Joe Tornado scrive:
          Re: ottimo! piu banda per chi lavora
          A prescindere da questo, gente che per rastrellare pochi euro t'augura la pioggia nel week end, dopo una settimana di lavoro ... si merita un'estate serena e calda, ma non afosa !
        • krane scrive:
          Re: ottimo! piu banda per chi lavora
          - Scritto da: fafaervfaer v
          tu ritieni giusto scaricare un film illegalmente?
          si o no..rispondi si o noE' giusto quanto lo e' l'equo compenso.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: ottimo! piu banda per chi lavora
          - Scritto da: fafaervfaer v
          tu ritieni giusto scaricare un film illegalmente?
          si o no..rispondi si o
          noSe loro ritengono giusto rubarmi soldi con l'equo compenso io ritengo DOVEROSO scaricare film e musica per dare un senso a quei soldi che ho pagato. Altrimenti perché li pago?Perché mai dovrei pagare le major per un supporto su cui posso metterci solo materiale che non è prodotto dalle major?Prendere soldi da materiale altrui non lo chiamano furto? E quindi le major che prendono soldi da chi può su quei supporti solo metterci materiale free o proprio, non rubano?Se mi spieghi questo poi possiamo discutere del resto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 maggio 2009 18.45-----------------------------------------------------------
    • M.R. scrive:
      Re: ottimo! piu banda per chi lavora
      Vorrà dire che quando caleranno gli abbonati all' adsl (perchè altrimenti agli utenti domestici a cosa serve? Per sacaricare le mail?), gli isp non rientreranno più nelle spese, i costi dovranno lievitare, ancora meno abbonati..... si tornera al caro vecchio 56k e allo scambio "porta a porta" dei bei tempi andati.E tu con cosa lavorerai? Con le telescriventi?
      • Debian_izza to scrive:
        Re: ottimo! piu banda per chi lavora
        ...sicuramente le tele scriventi ri-avranno un futuro...visto che stiamo tornando indietro anzichè andare avanti! Ma la questione è un'altra: intere flotte di famiglie,sono indebitate fino-quasi-al collo,tra:mutui,prestiti auto,figli,pannolini,cibo,rate tv,rate lavastoviglie...ma figuriamoci se hanno ancora soldi da spendere per intrattenimento andando al cinema,comprare cd/dvd..ecc.! Io stò dalla parte di queste famiglie..ch di certo non si sognano nemmeno nell'anticamera del cervello di comprare 10 dvd e 5 album al mese!Al mese?Ma stiamo scherzando!Ci sono cose ben più importanti che vedere una prima al cinema!D'altro canto la Siae,è proprio questo che vuole:le famiglie devono spendere e comprare cd ogni mese..così loro si ingrassano sempre di più..e poi sei anche accusato di essere pure un ladro!Si , ti trattano da ladro perchè "scambi"col tuo amico i cd/dvd..! Ma chi se ne frega?!Alla SIAE sono soltanto degli spilorci,marchettari e imbroglioni!E' il cantante/cantautore che merita rispetto,ed è lui che dev'essere pagato bene,perchè è un'artista!
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    E il Partito Pirata ringrazia
    [yt]xa8H-9u0HH4[/yt]^__________^-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 maggio 2009 01.24-----------------------------------------------------------
    • gabriella giudici scrive:
      Re: E il Partito Pirata ringrazia
      Un video interessante e condivibile in ogni passaggio, salvo il punto emblematico in cui, proprio la decisione di "non avere vulnerabilità politiche", impedisce al partito dei pirati di vedere che il problema che pongono è esattamente una questione di assetto generale della società. Il cyberspazio e la sua legge sono tutto fuorché un problema particolare (Lessig docet, in The Horse of the Law). La lotta tra sharers e lobbies dell'entertainement, tutt'altro che una scaramuccia locale.Speriamo che questo esordio infantile (e difensivo) del Pirate Party evolva verso un modello maturo. Non vorrei scioccare gli astanti, ma quale altro se non il partito leninista in difesa della libertà degli have not?
      • Little_Tony scrive:
        Re: E il Partito Pirata ringrazia
        "non avere vulnerabilità politiche" significa poter incassare i voti sia dagli scaricatori di centrodestra che da quelli di centrosinistra... ;)
        • gabriella giudici scrive:
          Re: E il Partito Pirata ringrazia
          Little Toni scrive: "non avere vulnerabilità politiche" significa poter incassare i voti sia dagli scaricatori di centrodestra che da quelli di centrosinistra.."Ecco una fantastica opportunità per i votanti di destra di usare anche entrambi i lobi (se mai capita che accendano il cervello). Chissà se si chiedono qualche volta cosa stanno facendo?
  • law scrive:
    che furbo sarko..
    ..le europee sono alle porte e mi auguro possa da subito pagare le consegue di questo incostituzionale, lobbistico e irrazionale provvedimento che avrà vita breve...forse c'è qualcosa di positivo in questa grottesca vicenda: il fallimento di quest'ultimo disperato tentativo di distruggere la "pirateria digitale" , indurrà le majors a rivedere il loro business, rendendolo finalmente al passo coi tempi..
    • Joe Tornado scrive:
      Re: che furbo sarko..
      Vediamo come andrà: è un interessante banco di prova.
      • topo gigio scrive:
        Re: che furbo sarko..
        Una volta che un parlamento legifera contro la volonta popolare a favore di pochi e contro molti c'è da chiedersi dove si finira......il p2p giusto o sbagliato che sia e'cmq ad uso della maggior parte delle famiglie(praticamente lo fanno tutti dallo studente all'avvocato,poliziotto,parlamentare etc...)invece di regolarlo si fanno leggi per le quali si criminilizza milioni di persone a favore di pochi..Ma le persone che stanno in parlamento nn sono i rappresentati del popolo e quindi nn dovrebbero rappresentare il popolo o mi sbaglio,invece di criminilizzare milioni di persone nn era meglio trovare una legge che veniva incontro a tutti.poi nn mi si venga a dire che ancora una volta il profitto di pochi va avanti ad ogni cosa che delusione.....
        • Joe Tornado scrive:
          Re: che furbo sarko..
          Appunto: in Italia la legge "Urbani" e successive modifiche non hanno impensierito più di tanto l'utenza del P2P, nel 2004 ci sono state un po' di proteste, forse qualcuno ha addirittura dismesso l'ADSL, ma tutto sommato, salvo qualche eccezione, le cose sono proseguite come prima, anzi, il ricorso al P2P è aumentato, ovviamente anche alla luce del fatto che i piccoli centri che negli ultimi anni sono stati raggiunti dalla banda larga hanno recato ulteriore utenza. Questo, penso, perchè le sanzioni e le procedure che il normativa e diritto italiano impongono sono palesemente sproporzionate, farraginose, difficilmente applicabili. Se non altro, perchè vengono applicate sotto l'egida della magistratura. La normativa francese sembra invece essere molto più semplice da applicare, rapida, economica da applicare. Vedremo così se avrà valore di deterrente o di strumento repressivo. E vedremo come reagirà il popolo francese del P2P !
  • Den Lord Troll scrive:
    quel dna danneggia
    permanentemente chi gli sta accanto tutti i giorni .... e si vede da quando si è risposato. Nicolas, non te ne sei ancora accorto ? :D
  • Ste scrive:
    Opinione
    Fa piacere (più che altro consola) sapere che non siamo l'unico paese in cui qualcuno è stato licenziato (pardon: "allontanato") per aver espresso un'opinione discordante rispetto a quella del datore di lavoro.Dico fa piacere perchè vuol dire che chi comanda ha ancora molta paura delle opinioni e delle conseguenze che queste possono avere. Fa ancora paura che la gente possa pensare ed esprimere tali pensieri.E' grottesco, ma è la dimostrazione che la libertà c'è. Occorre però sfruttarla. Per impedire che i potenti un giorno possano non più preoccuparsi delle opinioni.
    • Valeren scrive:
      Re: Opinione
      Non concordo.Di sicuro chi comanda ha sempre paura delle opinioni della massa, ma il licenziamento significa che *non* c'è liberta di parola.Altrimenti avrebbe avuto una risposta e non una lettera di licenziamento.
    • gabriella giudici scrive:
      Re: Opinione
      Vedo che la notizia non sconvolge solo me.Dopo De Angelis, radiato da Ferrovie dello Stato (che ovviamento sono assolte per il disastro di Crevalcore) per aver portato a conoscenza del pubblico come lavora un macchinista, quante ore di guida e che tipo di settimana lavorativa ha al suo attivo quando non vede nemmeno i quindici semafori rossi che incontra sul suo tragitto; dopo Mentana, licenziato di lusso che si decide solo ora a far notare che "Mediaset è diventato un comitato elettorale" (perchè, cos'altro è mai stato prima?); ci tocca sentire di un giornalista critico licenziato in Francia per "dissenso sulle politiche aziendali". Quando sentiremo qualcuno tirare le somme sulla deriva fascista dei "popoli delle libertà" e delle politiche d'impresa a cui si ispirano?
      • Luff scrive:
        Re: Opinione
        - Scritto da: gabriella giudici
        Vedo che la notizia non sconvolge solo me.

        Dopo De Angelis, radiato da Ferrovie dello Stato
        (che ovviamento sono assolte per il disastro di
        Crevalcore) per aver portato a conoscenza del
        pubblico come lavora un macchinista, quante ore
        di guida e che tipo di settimana lavorativa ha al
        suo attivo quando non vede nemmeno i quindici
        semafori rossi che incontra sul suo tragitto;
        dopo Mentana, licenziato di lusso che si decide
        solo ora a far notare che "Mediaset è diventato
        un comitato elettorale" (perchè, cos'altro è mai
        stato prima?); ci tocca sentire di un giornalista
        critico licenziato in Francia per "dissenso sulle
        politiche aziendali".


        Quando sentiremo qualcuno tirare le somme sulla
        deriva fascista dei "popoli delle libertà" e
        delle politiche d'impresa a cui si
        ispirano?Quoto con grande tristezza e disillusione tutto.Mai come ora nella storia moderna le grandi democrazie occidentali si trovano d'accordo con i grandi regimi antidemocratici: un valore comune, il profitto.A livello globale, si assiste ad un progressivo disancoramento dai più consolidati principi e valori (fino a poco tempo fa definiti "universali")a tutti i livelli sociali. I main stream hanno contribuito ad annichilire l'innalzamento del livello culturale medio, hanno svuotato il significato di sostantivi (v. solidarietà, v. morale) e ne hanno deformati altri (v. razzismo, ampiamente abusato, confondendo la sua originaria accezione politica, reale, con una inesistente, antropologica); altri completamente cancellati (v. lotta, v. classe).Purtroppo, come è evidente, quest'imbruttimento collettivo è precipitato (almeno a livello cronologico) con la disintegrazione del blocco sovietico. Non si può non notare come di fronte ad una manifesta evidenza del trasferimento di valore e potere da parte della moltituidine verso i pochissimi non ci siano mobilitazioni di massa. C'è una confusione totale.La macanza di equità nella distribuzione delle risorse non è mai stata come oggi a livello globale e la forbice nella distribuzione del reddito è esplosa anche in occidente (in Italia il rapporto top manager/operaio è salito da 1 a 40 (anni '90) a 1 a 400 (oggi).In uno scenario dipinto così, nella sua palese insostenibilità, non ci si può non aspettare grandi sconvolgimenti globali: in bene, o in male...
Chiudi i commenti