A Milano c'è Videogames Party

Un evento dedicato ai videogame. Per giocare, conoscere e conoscersi

Milano – Appuntamento il 7 e l’8 giugno al FitzCarraldo, nel cuore del capoluogo lombardo, per Videogames Party : un evento organizzato da Generazione Web, in collaborazione con il Comune di Milano e le più importanti riviste di settore.

“Metteremo a disposizione del pubblico oltre 80 postazioni da gioco con tutti i prodotti più rappresentativi sul mercato ed anteprime nazionali dei blockbuster della prossima stagione” spiegano gli organizzatori in una nota.

“Videogames Party – prosegue la nota – piuttosto che porre l’accento sulla competizione pura, intende presentare uno spaccato realistico del mondo dei videogiochi nel suo complesso, offrendo stimoli e novità per ogni categoria di giocatore”.

Che si tratti di tecnofili o semplici simpatizzanti, tutti troveranno abbastanza spazio per soddisfare le proprie esigenze. L’area a disposizione sarà di oltre 800 metri quadrati, con spazio per “arredamento, equipaggiamento, personale e gadget a tema per i prodotti rappresentati”. Musica messa da un DJ, speaker per movimentare l’ambiente e premi per i più abili: in palio iPod, Xbox, PS3 e tanto altro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • il Micho scrive:
    Re: il gioco funziona così:
    hai ragionissimo!!!! sono d'accordo con te!
  • Becero scrive:
    E intanto Ranzo Paperoi tace...
    ...Annichilito, il cuore gonfio d'amarezza per il vile cedimento, l'ingloriosa resa all'odiato opensorcio, del suo grande e sudato :s :p amore (win) Frankenstevehttp://www.youtube.com/watch?v=m6rqXHX3O48
  • bubu scrive:
    Tradotto:
    Alcuni potenziali clienti business cominciano a storcere il naso di fronte alle nostre bustarelle perche' oramai anche gli ornitorinchi sanno che adottare openoffice e' una soluzione praticabile in moltissimi casi.Quindi giochiamo la carta "siamo compatibili con tutto" (alla microsoft via, intendiamoci: office non e' al 100% compatibile neanche con se stesso)
  • Blackstorm scrive:
    Re: inghilterra e kde4
    - Scritto da: fbn79
    le schuoleROTFL.
  • dfdfdfdf scrive:
    fddfdfdf
    dfdfdfdfdfdfdfdsf fdsf sdfdsf
  • iRoby scrive:
    Re: il gioco funziona così:
    Tutto perfetto tranne per un dettaglio.Quello di Office 14 non sarà un aggiornamento dell'OOXML ufficiale, sarà proprio l'implementazione ufficiale.Ci si ricorderà infatti che il primo rifiuto di ISO per rendere OOXML standard fu proprio perché conteneva la possibilità di mettere estensioni proprietarie e/o dati binari.Furono proposte delle modifiche che M$ ha accettato. Ora M$ si ritrova un Office 12 che genera documenti che non sono l'OOXML accettato da ISO, ma la versione precedente. M$ promette che Office 14 avrà OOXML ISO.Nel frattempo però succede che la gente salva in un OOXML che non è quello standard e genera documenti in questo formato.Credo che M$ stia mettendo il supporto a ODF perché l'attuale Office 2007 non genera documenti in nessuno standard, manco l'OOXML.
    • CCC scrive:
      Re: il gioco funziona così:
      - Scritto da: iRoby
      Tutto perfetto tranne per un dettaglio.

      Quello di Office 14 non sarà un aggiornamento
      dell'OOXML ufficiale, sarà proprio
      l'implementazione
      ufficiale.si si... dicevo proprio questo...resta solo da capire se Offoce14 implementerà l'OOXML attualmente approvato o se una versione aggiornata di OOXML che magari, nel frattempo, sarà fatta approvare da ISO...(secondo me la seconda...)
      Ci si ricorderà infatti che il primo rifiuto di
      ISO per rendere OOXML standard fu proprio perché
      conteneva la possibilità di mettere estensioni
      proprietarie e/o dati
      binari.
      Furono proposte delle modifiche che M$ ha
      accettato. Ora M$ si ritrova un Office 12 che
      genera documenti che non sono l'OOXML accettato
      da ISO, ma la versione precedente.già... ovvero una versione NON standard ISO...
      M$ promette che Office 14 avrà OOXML ISO.eheheh... sì... ma come? quale?mi pare che questo M$ non lo dica...che bella cosa il marketing!
      Nel frattempo però succede che la gente salva in
      un OOXML che non è quello standard e genera
      documenti in questo
      formato.e questo a M$ va benissimo! ...tanto poi (quasi) nessuno si accorge della differenza... sarà sempre per (quasi) tutti OOXML...
      Credo che M$ stia mettendo il supporto a ODF
      perché l'attuale Office 2007 non genera documenti
      in nessuno standard, manco
      l'OOXML.mah... magari anche perché OOo 3 supporterà l'OOXML ISO che M$ invece NON supporta? e M$ non vuole che si dica che OOo supporta "tutti" i formati e invece Office no?e M$ vuole poter dire che "noi lavoriamo per favorire l'interoperabilità"?...mi sa che le ragioni sono tante...ciao
  • ciro scrive:
    esiste Plug-in O.O. x IMPORTARE i PDF?
    Non per esportare ma per importare (e poi modificare) i PDF che hanno i permessi di modifica.Qualcuno sa se esiste e se è affidabile?Forse non esiste perchè farrebbe troppa concorrenza ad Acrobat ProfessionalCiao!
    • CCC scrive:
      Re: esiste Plug-in O.O. x IMPORTARE i PDF?
      - Scritto da: ciro
      Non per esportare ma per importare (e poi
      modificare) i PDF che hanno i permessi di
      modifica.
      Qualcuno sa se esiste e se è affidabile?
      Forse non esiste perchè farrebbe troppa
      concorrenza ad Acrobat
      Professional
      Ciao!c'è qualcosa in fase di sviluppo (test):http://wiki.services.openoffice.org/wiki/Pdf_Import_Extensionforse che c'è qualche versione di M$ Office che invece lo fa?in ogni caso... PDF è da pochi mesi standard ISO e ci sono in corso dei progetti (liberi) per editor PDF full-featured... ciao
      • pinco scrive:
        Re: esiste Plug-in O.O. x IMPORTARE i PDF?
        Per office so per certo che c'erano già plugin di terze parti che lo facevano già con Office '97, ovviamente a pago.
    • gibollo scrive:
      Re: esiste Plug-in O.O. x IMPORTARE i PDF?
      - Scritto da: ciro
      Forse non esiste perchè farrebbe troppa
      concorrenza ad Acrobat
      ProfessionalMa va, le specifiche del formato sono pubbliche da dieci anni, non penso sia questione di concorrenza o di essere ISO o meno. E' che non gliene fregava niente a nessuno...Comunque, anche con Acrobat le modifiche sono complesse e non sempre realizzabili, anche con Illustrator o altri programmi che aprono i pdf. Qui ne trovi una cinquantina di editor pdf:http://www.cogniview.com/convert-pdf-to-excel/post/pdf-editing-creation-50-open-sourcefree-alternatives-to-adobe-acrobat/
  • j4w scrive:
    Odf camperà un po' di più
    Premetto: avrei voluto che MS non implementasse mai ODF, supportasse solo OOXML così nel giro di poco tempo ODF davvero lo usavano giusto pochissime persone.Ora che MS supporta ODF, tutti coloro che dicevano che MS è ladra pwerkè non supporterà mai ODF pse ne possono andare a quel paese. Detto questo, Open Office non sarà mai come Office, anche se è gratuito , è lento, ha un interfaccia molto spartana, sembra veramente che l'abbiano sviluppato da persone che di interfacce grafiche non hanno mai capito niente. MS mi ha deluso, ODF doveva soccombere subito, non un po' alla volta!
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Odf camperà un po' di più
      contenuto non disponibile
      • Winston Churchill sotto mentite spoglie scrive:
        Re: Odf camperà un po' di più
        - Scritto da: unaDuraLezione
        Proprio quel Java che dubito fortemente sia stato
        voluto dagli sviluppatori
        OS...
        Ci sarà mica lo zampino di Sun? (rotfl)interessante questa teoria.a parte il fatto che io non lo trovo affatto lento.però non l'ho mai provato su windows...poi c'è da ammettere che con java si sono risparmiati un bel po' di sbattimenti per la portabilità.penso ad alcuni progetti portabili non in java, come aMule o aMSN, e devo ammettere che i crash non mancano...OpenOffice non mi è mai crashato invece
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Odf camperà un po' di più
          contenuto non disponibile
          • Winston Churchill sotto mentite spoglie scrive:
            Re: Odf camperà un po' di più
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Si vede che lo confronti con office 2007.no col 2003.e mi pare che come velocità siamo lì...
            Hai mai provato un office 97 (che ha il 99.9%
            delle funzionalità realmente utilizzate su OO e
            O2007) su una macchina
            attuale?
            Fai doppio click sull'icone di un documento e e
            mentre rilasci il pulsante è già tutto caricato,
            visibile ed
            utilizzabile.
            Guardi la ram occupata e ti accorgi che potresti
            caricare 300 istanze
            contemporaneamente...eh beh ma chi lo usa più il 97?il formato DOC mi pare si sia evoluto nel frattempo..
            io credo che il C++ sia sempre la soluzione
            giusta.non so perchè non sono un programmatore...però per quel che riguarda la mia esperienza, vedo che i progetti nati per essere il più possibile portabili, se non sono in java qualche problemuccio a volte salta fuori..
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Odf camperà un po' di più
            contenuto non disponibile
          • Winston Churchill sotto mentite spoglie scrive:
            Re: Odf camperà un po' di più
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Io a casa uso quello.
            Diluito il prezzo (già basso, era in bundle)
            della licenza in 10
            anni.
            E non mi sonno di passare ai successori nemmeno
            se fossero
            gratis.
            tra un po' però ti toccherà aggiornare...chi sarà il prossimo? :)
            Ovvio che, nel secondo caso rischi di più, ma
            solo nelle interfacce grafiche e nella gestione
            di processi e
            dell'hardware.le interfacce grafiche per esempio sono la croce di aMule.tutti i crash sono dovuti alle librerie grafiche.

            Credimi, la scelta di usare Java è per OO è solo
            dettata dalla spinta di
            Sun.
            Non ho notizie di altri progetti OS tosti che lo
            utilizzino
            così.non ne sono certo ma è possibilissimo
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Odf camperà un po' di più
            contenuto non disponibile
          • Olmo scrive:
            Re: Odf camperà un po' di più
            Eclipse?
          • user scrive:
            Re: Odf camperà un po' di più
            Hai mai provato con Wordstar?
        • iRoby scrive:
          Re: Odf camperà un po' di più
          Effettivamente ed è paradossale, da quando ci sono parti in Java e ci ha messo le mani la Sun, è diventato più stabile, veloce e portabile.Ripeto è paradossale, ma gli ultimi test sulle ultime versioni di Java hanno dato risultati incredibili.
    • iRoby scrive:
      Re: Odf camperà un po' di più
      Detto da uno che non è in grado di vedere ad un palmo dal proprio naso è confortante...Quindi solo perché l'interfaccia è spartana per te un programma non merita di esistere, specie poi per il fatto che non ti chiedono un centesimo per usarlo...Impediamo a scuole, paesi poveri e pubbliche amministrazioni al collasso economico di avere un'opportunità libera e gratuita solo perché l'interfaccia è spartana ed è sviluppato come dici te da dilettanti.
      • j4w scrive:
        Re: Odf camperà un po' di più
        Certo, perchè l'interfaccia è proprio la parte del software con cui l'utente ha a che fare. Personalmente non avcrei alcun problema con Open Office, ma io, non so quanti. Open Office è già vecchio, Office è sempre giovane.
      • cognome scrive:
        Re: Odf camperà un po' di più

        Quindi solo perché l'interfaccia è spartana per
        te un programma non merita di esistere, specie
        poi per il fatto che non ti chiedono un centesimo
        per
        usarlo...Non ha tutti i torti, l'interfaccia è la prima cosa che l'utente vede e quella a cui appunto l'utente si "interfaccia".Se questa è spartana si da l'idea di un prodotto "spartano", oltre che antiquato e meno potente.Cavolo se sono tanto bravi INIZIONO A FARE DELLE INTERFACCE DECENTI !!!
    • Nifft scrive:
      Re: Odf camperà un po' di più
      - Scritto da: j4w
      Premetto: avrei voluto che MS non implementasse
      mai ODF, supportasse solo OOXML così nel giro di
      poco tempo ODF davvero lo usavano giusto
      pochissime
      persone.

      Ora che MS supporta ODF, tutti coloro che
      dicevano che MS è ladra pwerkè non supporterà mai
      ODF pse ne possono andare a quel paese. Detto
      questo, Open Office non sarà mai come Office,
      anche se è gratuito , è lento, ha un interfaccia
      molto spartana, sembra veramente che l'abbiano
      sviluppato da persone che di interfacce grafiche
      non hanno mai capito niente. MS mi ha deluso, ODF
      doveva soccombere subito, non un po' alla
      volta!Perché ci dovrebbe essere solo la MS e OO a supportare odf? E' un formato aperto e completamente documentato.
  • jepessen scrive:
    Secondo me c'è qualcosa sotto...
    Io penso che potrebbe anche essere un'arma a doppio taglio, e tutto dipende da come verrà implementato lo standard.Cioè, prima di tutto non sarà quello predefinito (e vabbè, ci sta che una software house spinga il proprio formato), ma in aggiunta, probabilmente, anche solo quando uno scrive "ciao" e lo salva in ODF, spunteranno sicuramente un sacco di messaggi di incompatibilità misteriose, che se si salva in ODF si perde la possibilità di fare questo e quell'altro, potendo indurre l'ignaro utente (mica sono tutti informati su questo argomento), a considerare ODF un formato fallace e facendo guadagnare punti ad OOXML, che invece salva tutto senza problemi e quindi sarà, di conseguenza, migliore.
    • cappero scrive:
      Re: Secondo me c'è qualcosa sotto...
      - Scritto da: jepessen
      Io penso che potrebbe anche essere un'arma a
      doppio taglio, e tutto dipende da come verrà
      implementato lo
      standard.

      Cioè, prima di tutto non sarà quello predefinito
      (e vabbè, ci sta che una software house spinga il
      proprio formato), ma in aggiunta, probabilmente,
      anche solo quando uno scrive "ciao" e lo salva in
      ODF, spunteranno sicuramente un sacco di messaggi
      di incompatibilità misteriose, che se si salva in
      ODF si perde la possibilità di fare questo e
      quell'altro, potendo indurre l'ignaro utente
      (mica sono tutti informati su questo argomento),
      a considerare ODF un formato fallace e facendo
      guadagnare punti ad OOXML, che invece salva tutto
      senza problemi e quindi sarà, di conseguenza,
      migliore.Gia'...guardando al passato non si puo' fare a menodi pensare che sara' cosi'.E poi succedera' anche la solita manfrina che l'odfsalvato da office chissa' perche' si vedra' benecon office ma male con OpenOffice perche' farannole solite porcate di estensioni...speriamo che lapiantino con queste porcate, non se ne puo' piu',l'informatica e' diventata un'accozzaglia ditecnologie in contrasto tra loro e se ci lavorinon sai piu' neppure cosa studiare. Un merdame totale.
    • iRoby scrive:
      Re: Secondo me c'è qualcosa sotto...
      Dubito che Micro$oft da sola possa proporre modifiche strane a ODF senza il supporto di tutti i partner OASIS.E dubito fortemente che possa annacquare il formato con estensioni proprietarie.Poteva farlo con Java o Javascript, ma a farlo con uno standard ISO si attirerebbe le ire di aziende, enti e utenti, se non rischia di peggio da parte della stessa ISO.Credo più che altro che lo integrerà a modo suo rimarcando problemi, impedendo a Office di generare documenti ben impaginati con la scusa che ODF è limitato rispetto alle funzioni di Office.Quello che stanno facendo è frutto del fiato sul collo della UE e dell'antitrust dei paesi di mezzo mondo, solo una cosa di facciata. E come dicono nella parte finale dell'articolo alcuni interlocutori, sono solo promesse che devono ancora essere messe in atto.
  • babelzeta scrive:
    ancora più semplice migrare
    Bene, bene, se tutto è vero, quando la situazione sarà:*Office supporta ODF+OOXML*OOo supporta ODF+OOXMLAllora sarà ancora più semplice migrare a OOo, le differenze si riducono, tutte tranne il costo :), e non cio sarà più la scusa: ma "poi se salvo in ODF e i miei amici/colleghi/aziende hanno Office come faccio?"ora faccio bene, salvo in ODF e gli altri (tutti) me lo leggono.bene, bene, le piccole/medie aziende non vedono l'ora di smettere di pagare licenze costose o piratare software.
    • babelzeta scrive:
      Re: ancora più semplice migrare
      ...e ho parlato solo di costi e non di libertà perchè alle aziende importano i costi, le libertà sono importanti solo per fare immagine nei "bilanci sociali ed etici".E se si è arrivati a questo punto dobbiamo ringraziare tutti i "cantinari" (come me) che danno il loro piccolo/grande contributo nei mille progetti per un'informatica libera.Saluti!
    • mosilon scrive:
      Re: ancora più semplice migrare
      salva tutto il formato .doc (abiword, office, openoffice, staroffice, koffice)
      • babelzeta scrive:
        Re: ancora più semplice migrare
        ???cioè???
      • Fabrizio scrive:
        Re: ancora più semplice migrare
        - Scritto da: mosilon
        salva tutto il formato .doc (abiword, office,
        openoffice, staroffice,
        koffice)il problema è che l'utente medio non si pone il problema del formato salva in quello predefinito e viapoi quello che riceve si incazza perchè la gente non usa roba standard
  • paoloholzl scrive:
    Ottimo! ma attenzione ...
    La trovo un ottima notizia, ci lamentavamo che snobbassero il formato, per favore non lamentiamoci se dicono di appoggiarlo.A questo punto attenzione a che non partecipino al fine di remare contro, ovvero incasinare le specifiche, favorire le 'personalizzazioni' generando incompatibilità ecc.Ho dei ricordi di HTML e Java che mi danno da pensare ...Se si tratta di vera svolta me lo aspetto negli ultimi Office e come Plugin nei precedenti (ci potete giurare che il plugin difficilmente lo svilupperanno loro ...).Forse siamo ad una svolta per Open Document.
    • saimon e garfanchel scrive:
      Re: Ottimo! ma attenzione ...
      ....... a ODF++
      • saimon e garfanchel scrive:
        Re: Ottimo! ma attenzione ...
        - Scritto da: saimon e garfanchel
        ....... a ODF++che non e' vero che e' _assolutamente_ incompatibile con ODF, e' solo che .... e' ottimizzato per windows :-)paolo ti ricorda qualcosa questa affermazione ? :D
        • paoloholzl scrive:
          Re: Ottimo! ma attenzione ...

          che non e' vero che e' _assolutamente_
          incompatibile con ODF, e' solo che .... e'
          ottimizzato per windows
          :-)

          paolo ti ricorda qualcosa questa affermazione ? :D:-)Quanti ricordi ....
  • iced scrive:
    Se li conosci, li eviti
    Come da oggetto. Senza voler accendere inutili flame polemici, ricordo la "politica" micdrosoft nella tecnologia ALTRUI:- estensioni HTML - java personalizzato- javascript copiato ed esteso- ODF.... beh, il resto della storia lo lascio alla vostra immaginazione. Anzi, documentatevi:http://it.wikipedia.org/wiki/Abbraccia,_estendi_ed_estinguiPoi ognuno è libero di farsi male come vuole!Ciao, D
    • il computer con le scarpe da tennis scrive:
      Re: Se li conosci, li eviti
      ogni volta che si parla di queste cose non posso fare a meno di pensare a quanto sarebbe meravigliosa la tecnologia oggi se non fosse ammorbata da tutte queste guerre commerciali.ma ve lo immaginate?il sistema operativo, quando lo installi, ha già dentro tutto: può leggere e creare qualsiasi tipo di file multimediale, qualsiasi documento e le periferiche funzionerebbero in modo più naturale, attacchi e vai.invece no, uno deve installarsi i megapack di codec, poi deve installare real player, con certi siti deve usare IE altrimenti ciao, bisogna installare il plugin di flash, ed è così per tutto.solo perchè le aziende, per farsi la guerra, invece che cercare di innovare e fare prodotti migliori, preferiscono mettersi i bastoni tra le ruote a vicenda
      • Nifft scrive:
        Re: Se li conosci, li eviti
        - Scritto da: il computer con le scarpe da tennis
        ogni volta che si parla di queste cose non posso
        fare a meno di pensare a quanto sarebbe
        meravigliosa la tecnologia oggi se non fosse
        ammorbata da tutte queste guerre
        commerciali.

        ma ve lo immaginate?

        il sistema operativo, quando lo installi, ha già
        dentro tutto: può leggere e creare qualsiasi tipo
        di file multimediale, qualsiasi documento e le
        periferiche funzionerebbero in modo più naturale,
        attacchi e
        vai.

        invece no, uno deve installarsi i megapack di
        codec, poi deve installare real player, con certi
        siti deve usare IE altrimenti ciao, bisogna
        installare il plugin di flash, ed è così per
        tutto.

        solo perchè le aziende, per farsi la guerra,
        invece che cercare di innovare e fare prodotti
        migliori, preferiscono mettersi i bastoni tra le
        ruote a
        vicendaquoto. Il problema è che mettono i bastoni tra le ruote anche a chi non mette il mercato in cima alle priorità...
        • il computer con le scarpe da tennis scrive:
          Re: Se li conosci, li eviti
          - Scritto da: Nifft

          quoto. Il problema è che mettono i bastoni tra le
          ruote anche a chi non mette il mercato in cima
          alle
          priorità...ti giuro, sta cosa mi fa incazzare a morte, con la tecnologia di oggi potremmo avere a disposizione dei dispositivi favolosi, e soprattutto semplici da usare l'informatica potrebbe davvero essere trasparente, la gente non dovrebbe preoccuparsene e userebbe il dispositivo per quello che è, senza preoccuparsi di altroinvece stiamo a perdere la maggior parte del tempo a risolvere i problemi inutili creati da queste guerre di mercato
          • Giocatore110 scrive:
            Re: Se li conosci, li eviti
            In un sistema del genere non c'è posto nè per l'open source, ne per qualsiasi programma che non sia incluso ogni tot anni dal produttore (o impacchettatore) del sistema operativo.Per quanto mi riguarda installare il codec che cerco non è un problema, soprattutto se non faccio porcate di mettere menù inutili e programmi doppioni, ma se non potessi rinnovare e cambiare i programmi che scelgo allora sarei eccome arrabbiato.
          • il computer con le scarpe da tennis scrive:
            Re: Se li conosci, li eviti
            - Scritto da: Giocatore110
            In un sistema del genere non c'è posto nè per
            l'open source, ne per qualsiasi programma che non
            sia incluso ogni tot anni dal produttore (o
            impacchettatore) del sistema
            operativo.questa poi me la devi spiegare.quello che si chiede è semplicemente che non si inquinino gli standard con formati non documentati se tutti gli standard fossero ben documentati e libermanete implementabili da chiunque, la tecnologia oggi sarebbe molto più piacevole da utilizzare.

            Per quanto mi riguarda installare il codec che
            cerco non è un problema, soprattutto se non
            faccio porcate di mettere menù inutili e
            programmi doppioni, ma se non potessi rinnovare e
            cambiare i programmi che scelgo allora sarei
            eccome
            arrabbiato.lo so anch'io che se io o te ci mettiamo lì il sistema lo facciamo funzionare bene (io un po' meno visto che uso sistemi opensource). ma questo perchè abbiamo voglia di metterci a capire come girano le cose. e questo è anche giusto. è giusto che la gente sia consapevole di come funziona un sistema. ma non *questo* sistema, è troppo complesso per i non addetti ai lavori.ma se non fosse per quelle guerre di cui parlavo prima,chiunque sarebbe in grado di capire.nota sul significato di guerra:la competizione va benissimo e ci deve essere, ma spesso molte aziende giocano a farsi lo sgambetto, invece che innovare.è questo il tipo di guerra che rovina tutto
          • Giocatore110 scrive:
            Re: Se li conosci, li eviti
            - Scritto da: il computer con le scarpe da tennis
            dai ti aiuto a rialzarti allora.
            perchè allora quando devo vedere filmati in flash
            sono obbligato ad usare il loro codec? eppure il
            progetto gnash esiste da tempo... forse perchè
            solo ora che hanno paura di silverlight si sono
            decisi a rilasciare le
            specifiche.Ma se vuoi tutto e subito, pronto all'uso, che te ne frega delle specifiche pubbliche e dei codec extra? Stai andando in controsenso con il tuo primo post.
            guarda che questo non è un discorso (solo) contro
            MS, quindi non devi per forza buttarti a
            contrastarlo in tutti i
            modi...Che ci sia o meno M$ non cambierebbe nulla, infatti.
            bel tentativo, ma non credo proprio :)
            quando tu installi ubuntu sei subito in grado di
            leggere e creare PDF, DOC, ODF, OGG, XVID e tutta
            una serie di altri formati
            multimedialiSe la versione ce li ha, non dimentichiamoci che sono programmi open source quindi non sono tutti uguali.Ed anche li, com'è ovvio, si può aggiornare e rinnovare.
            mi pare che non sia stata accusata di nulla
            e credo che se MS facesse lo stesso nessuno
            avrebbe nulla da
            ridireE tutte le storie per il media player, che non è altro che una richiesta dei consumatori ma poi non impedisce di installarne altri?
            è esattamente quello che sostengo anch'io: chi
            usa un qualunque dispositivo, deve conoscerne un
            minimo il
            funzionamento.E allora a che serve tutto e subito?
            ma oggi ci sono troppe cose che uno deve
            imparare, cose che non sarebbero
            necessarie se alcune aziende si comportassero
            più
            onestamenteTroppe no, oramai siamo arrivati al minimo necessario per vedere se il computer sta bene. Ed anzi molti già lo sporcano perchè non sanno installare con arcortezza.
            comunque non ho altro da aggiungere su questo
            discorso, quello che c'era da dire è stato detto
            poi ognuno trae le sue
            conclusioni.Discuti pure, non è un problema.
      • BlueMond scrive:
        Re: Se li conosci, li eviti
        Non è detto...Paradossalmente a volte (anche se Microsoft non ha mai creduto a questo tipo di strategia, facendo l'esatto opposto... defunte tecnologie di rete microsoft a perenne monito) la guerra tecnologica porta agli standard aperti (vedi Ethernet, TCP/IP...).Lo sviluppo individuale potrebbe portare a tanti standard chiusi non compatibili tra loro. E' paradossale ma c'è anche questo rischio.
        • il computer con le scarpe da tennis scrive:
          Re: Se li conosci, li eviti
          - Scritto da: BlueMond
          Non è detto...
          Paradossalmente a volte (anche se Microsoft non
          ha mai creduto a questo tipo di strategia,
          facendo l'esatto opposto... defunte tecnologie di
          rete microsoft a perenne monito) la guerra
          tecnologica porta agli standard aperti (vedi
          Ethernet,
          TCP/IP...).infatti, ho appena aggiunto una nota sul significato di guerra in questo caso: è il competere mettendosi i bastoni tra le ruote anzichè cercando di innovare e fare prodotto migliori della concorrenza.io parlavo di guerre come questahttp://it.wikipedia.org/wiki/Halloween_Documents
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Se li conosci, li eviti
        contenuto non disponibile
        • il computer con le scarpe da tennis scrive:
          Re: Se li conosci, li eviti
          - Scritto da: unaDuraLezione
          Quindi, fatto 100 che il codec definitivo non
          esisterà mai (o meglio, magqari tra un po' si
          stabilizzerà, ma nel passato ci sono stati passi
          evolutivi importanti che non si potevano
          saltare), come puoi pretendere che esita un PC in
          cui c'è già quello definitivo? o peggio, come
          puoi pretendere che tutti i fornitori di video su
          internet passino instantaneamente da quello
          vecchio a qeullo nuovo, convertendo magari anche
          i loro sterminati
          archivi?a parte il fatto che "fatto 100" si dice quando si deve in qualche modo rappresentare una percentuale, ma che è sto CODEC DEFINITIVO ? :o :oprendiamo il formato xvidl'installazione base di ubuntu è in grado di leggerlo.se ci sarà un'evoluzione in quel formato, mi verrà segnalato e si aggiornerà in automatico, senza installare altre minchiate.se invece mi parli della nascita di un nuovo formato, che prima non esisteva, devi contare che i media prodotti con quel formato saranno una piccola parte (diciamo 5, fatto 100 il totale dei media (rotfl)) quindi per un settore di nicchia è ancora accettabile doversi andare a cercare e installare cose a mano

          Quanto a robe minori tipo siti che vanno solo con
          IE (ma quali? io non lo uso da anni) basta non
          visitarli, in iternet, se cerchi qualcosa, la
          trovi in almeno mille posti, non ho mai trovato
          impedimenti usando
          FF.fino a poco tempo fa c'erano problemi col sito dell'enel, adesso non so perchè non accedo da una vitahttp://www.tuttologia.com/macp2p/showthread.php?t=26796e non ci sono "1000 altri posti" in cui fare l'autolettura

          Per non parlare di real player... quanti lo usano?
          Ormai i siti porni ti fanno scegliere almeno due
          formati di cui uno è variabile (QT/WMV) e l'altro
          è il superstandard MPG (non efficiente, ma
          visioabile da qualunque
          PC).


          solo perchè le aziende, per farsi la guerra,

          invece che cercare di innovare e fare prodotti

          migliori, preferiscono mettersi i bastoni tra le

          ruote a

          vicenda

          Mi sembra una deduzione di una ingenuità
          incredibile.
          Perchè fra due concorrenti, per far primeggiare
          il proprio prodotto, uno non dovrebbe cercare di
          innovarlo e farlo migliore di quello
          dell'altro?0_0ho quotato anche la mia frase:sembra che proprio non l'hai letta benele aziende *devono* farsi concorrenzama NON in questo modohttp://it.wikipedia.org/wiki/Halloween_Documents

          Hai presente il periodo in cui AMD e Intel si
          stavano avvicinando alla soglia psicologica del
          GHZ?
          Mai, come allora, si è visto un incremeto
          tecnologico così rapido ed a buon mercato per il
          pubblico.infatti ripeto che questo va benissimo, ci mancherebbe!cavolo ma perchè non la trovo più!sembra sparita dal web!una email confidenziale Microsoft, in cui gates diceva delle cose spassosissime forse a proposito del protocollo SMB...qualcuno se la ricorda?mi serviva per fare un esempio di quelle pratiche che, a mio parere, stanno rovinando l'informatica
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Se li conosci, li eviti
            contenuto non disponibile
          • il computer con le scarpe da tennis scrive:
            Re: Se li conosci, li eviti
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Non lo so.
            Dovresti spiegarcelo tu che proponi in PC che
            abbia già dentro
            tutto.
            Visto che i codec si evolvono, anche il tuo PC
            dovrà evolversi (ergo dovrai continuare a usare
            codec
            pack).ah già è vero che per molti utenti aggiornare un software è sinonimo di andare su internet/mulo, cercare il programma in mezzo a 1000 cloni pieni di crapware, scaricare e installare.però su alcuni sistemi esistono procedure di aggiornamento del software un po' più semplicicome dicevo prima, se c'è un aggiornamento nel codec xvid il mio sistema me lo segnala e me lo aggiorna


            [bla bla](diciamo 5, fatto 100 il

            totale dei media (rotfl))

            ridi ridi che hai solo dimostrato di non
            conoscere
            l'italianoscusa ma hai bisogno di un grafico a torta in excel per capire questo semplice ragionamento?mi sa che è qualcun altro a ignorare l'italiano
            puerchè non sia M$ a farla.
            Altrimenti "non vale"
            ueeeeeeeeeeeeeeeee :'(anche volendo non sarebbe in grado di farla.per questo ricorre agli stratagemmi di cui parlavohttp://it.wikipedia.org/wiki/Halloween_Documentshttp://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=887681
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Se li conosci, li eviti
            contenuto non disponibile
          • il computer con le scarpe da tennis scrive:
            Re: Se li conosci, li eviti
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Non c'è nessun nesso con quanto ho scritto io.
            Tu hai parlato di un PC che potrebbe uscire
            pronto per fare
            tutto.ho parlato di un SO (!= PC) che esce pronto per leggere gli standard più diffusi.se installo ubuntu sono subito in grado di leggere PDF, DOC, ODT, XVID, OGG, e tanti altri formati.se installo windows no.tra le due situazioni capisci anche tu che la prima è migliore.e non è nemmeno così fuori dal mondo come concetto,in più i fatti dimostrano che è praticabile.
            Di fatto l'evoluzione di certi tipi di software
            rende ciò
            impossibile.
            Come minimo bisogna fare degli aggiornamenti
            semplici, in certi casi si parla di aggiornamenti
            più radicali (es. aggiornare il player anzichè il
            codec).cose che comunque può benissimo sobbarcarsi il SO, e non l'utente.questo sempre che a chi produce il SO interessi facilitare la vita all'utente, magari a discapito della diffusione dei *suoi* (produttore del SO) formati.
            Ora il tuo nuovo problema è che "per molti utenti
            aggiornare un software è sinonimo di andare su
            nternet/mulo"...non è un problema nuovo , nel senso che è strettamente legato a ciò che hai letto nelle righe appena qua sopra, e soprattutto non è un problema mio , ma degli utenti che ancora si fanno prendere in giro da certe politiche

            Luoghi comuni e baggianate... vorrei vedere chi
            va a scaricarsi i codec dal
            mulo...molti più di quanti pensi.se non ci credi vai sul mulo, scrivi codec, e leggi i numeri delle fonti.
            E comunque, fatti suoi.
            Punto.esatto fatti suoi.dev'essere così che la pensa il produttore di quel SO.se invece gli fregasse qualcosa dei suoi utenti, magari cercherebbe di facilitargli la vita includendo il supporto ai formati più diffusi.ma questo forse andrebbe in contrasto con la diffusione dei *suoi* formati, quindi preferisce non includerli.l'utente finale? fatti suoi.
            Bravo, usali.
            Io preferisco scegliere cosa usare senza che me
            lo imponga un PC che cesce con tutto e che si
            aggiorna da solo con quello che ritiene vada bene
            per
            me.ti ricordo che parliamo di supporto a protocolli.significa che se ti capita un determinato tipo di file, il tuo sistema è in grado di leggerlo.non vedo che svantaggi possa dare avere il supporto ai tipi di file più diffusinessuno ti impone niente.se ti capita un file in quel formato significa che sei *tu* che hai scelto di scaricarlo, quindi si suppone che *tu* lo voglia anche vedere

            ottimo.
            La mia scelta di un codec diverso, compatibile ma
            migliore (meno pesante, più preciso) va a farsi
            friggere.
            BELLA LIBERTA'perchè?se quel codec che vuoi tu adotta una politica tale per cui non può essere incluso nel sistema, che colpa ne ha chi produce il sistema e cerca di integrare quanti più standard sia possibile?prenditela con chi produce il codec.se adottasse una politica più permissiva lo troveresti già incluso

            No, infatti (troll3)neghi i fatti che ti ho linkato?e poi sarei io il troll..(troll2)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Se li conosci, li eviti
            contenuto non disponibile
          • il computer con le scarpe da tennis scrive:
            Re: Se li conosci, li eviti
            mollo.hai vinto tu.una dura lezione e tutto il resto.a ogni affermazione fingi di non capire, e ci può stare, uno che sa le cose deve essere in grado di spiegarle anche a chi non ne sa nulla.però deve avere voglia, e io non ne ho in questo momento.magari un giorno capirai anche tu il significato di"out of the box"in molti l'hanno già capito[yt]YbYng4JJgHE[/yt]
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Se li conosci, li eviti
            contenuto non disponibile
          • il computer con le scarpe da tennis scrive:
            Re: Se li conosci, li eviti
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Immagino che l'esempio dell'antitrust tu abbia
            fatto finta di non leggerlo,
            vero?come tu hai fatto finta che gli Halloween Documents non esistessero?http://it.wikipedia.org/wiki/Halloween_Documentscomunque no, l'ho letto e se proprio ci tieni...
            Perchè quello che chiedi tu a M$ è di violarne
            tutte le direttive (cosa che già fa in parte, ma
            tu vorresti che lo facesse per ogni tipo di
            file/protocollo).LOL forse viene condannata proprio perchè lo fa solo in parte!?E guarda un po' magari solo per la parte che riguarda i suoi "standard"?(rotfl)Mi ero già ripromesso di non rispondere più,dopo questa lo faccio per davvero.Saluti e mi raccomando ripassati il concetto di"out of the box", questo sconosciuto in casa M$
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Se li conosci, li eviti
            contenuto non disponibile
    • il gelato che uccide scrive:
      Re: Se li conosci, li eviti
      - Scritto da: iced
      Come da oggetto.

      Senza voler accendere inutili flame polemici,
      ricordo la "politica" micdrosoft nella tecnologia
      ALTRUI:
      - estensioni HTML
      - java personalizzato
      - javascript copiato ed esteso
      - ODF.... beh, il resto della storia lo lascio
      alla vostra immaginazione. Anzi,
      documentatevi:

      http://it.wikipedia.org/wiki/Abbraccia,_estendi_ed

      Poi ognuno è libero di farsi male come vuole!

      Ciao, DEcco appunto, abbiamo citato gli stessi esempi, come affermavo in un altro post, forse abbiamo trovato l'unica nota positiva dei brevetti ! http://www.oasis-open.org/committees/office/ipr.phpa mio parere serve proprio per impedire l'EEE ;)Ciao.
    • RNiK scrive:
      Re: Se li conosci, li eviti
      - Scritto da: iced
      Come da oggetto.

      - javascript copiato ed esteso Errato! La descrizione giusta è "Javascript copiato & castrato " . :@Il motore JScript presente in IE ( compresa la futura versione 8 :s ) è fermo alla versione 1.5 mentre, ad esempio, Firefox 3 implementa al suo interno la versione 1.8 . 8)Per maggiori dettagli puoi dare un'occhiata qui ==
      http://ejohn.org/blog/versions-of-javascript/
  • Fabrizio scrive:
    Sono sempre i soliti
    Come supportano qualcosa che non è loro devono entrarci per forza:Supportano l'odf (dalla serie "aspetta dell'altro") e vogliono aiutare nello sviluppo (così hanno le mani in pasta anche li) supportano pdf (cavolo openoffice esporta in pdf dal 2000) e devono mettere le mani in pasta anche li.Bella poi la storia dell'OOXML, nella suite più usata del mondo (ora in boundle con i pc c'è anche quella in un ignobile trial per 30 giorni) lo standard iso non è stato aggiornato e cosa peggiore non lo sarà fino a office 14 (che non ho capito se è la rc2 o la prossima versione). Così chi ha creato dei file ooxml (e chi li creerà) non potrà leggerli con office 14. Sicuramente faranno una mossa furbissima: metteranno 2 versioni di ooxml così tutti quelli che già lavoravano con office 2007 useranno la vecchia per compatibilità, mentre i nuovi utenti (3 o 4) useranno il nuovoMicrosoft resterà sempre la stessa mettetevelo in testa
    • Giocatore110 scrive:
      Re: Sono sempre i soliti
      Così il nuovo formato non sarà in standard ISO, ma come mai non ci pensate nemmeno?
    • iRoby scrive:
      Re: Sono sempre i soliti
      L'attuale si chiama Office 12 (2007), il prossimo si chiamerà Office 14. Saltano Office 13 per ovvi motivi scaramantici. :)
      • il gelato che uccide scrive:
        Re: Sono sempre i soliti

        si chiamerà Office 14. Saltano Office 13 per ovvi
        motivi scaramantici.mah ... se vanno avanti così gli servirà a ben poco. ... (troll3) (perdonabile)
  • Xilitolo scrive:
    Mi sembra il minimo...
    Mi sembra il minimo che la Mocrosoft possa fare per i propri clienti.Che una suite per ufficio blasonata e anche costosa (lasciamo perdere le offerte agli studenti, parlo di che la compra per lavoro) non sia compatibile con uno standard ISO adottato da molti enti pubblici ed aziende privato me sembra assurdo.D'altra parte OpenOffice 3 aprirà i file OOXML di conseguenza Office non potrà non aprire gli ODF.
    • il computer con le scarpe da tennis scrive:
      Re: Mi sembra il minimo...
      - Scritto da: Xilitolo
      Mi sembra il minimo che la Mocrosoft possa fare
      per i propri
      clienti.
      Che una suite per ufficio blasonata e anche
      costosa (lasciamo perdere le offerte agli
      studenti, parlo di che la compra per lavoro) non
      sia compatibile con uno standard ISO adottato da
      molti enti pubblici ed aziende privato me sembra
      assurdo.
      D'altra parte OpenOffice 3 aprirà i file OOXML di
      conseguenza Office non potrà non aprire gli
      ODF.infatti, già leggo in giro frasi tipo: "MS finalmente gioca corretto" ocose del genere.semplicemente si sono accorti che non potevano ignorarlo, soprattutto quando ti fanno pagare la suite centinaia di euro.a quel punto perchè uno dovrebbe pagare per un prodotto monco? ancora più persone si sarebbero spostate su openoffice.in questo modo invece MS potrà implementare i due formati in modo da favorire OOXML, per esempio aggiungendogli features non ben documentate. ricordate, M$ ha una paura fottuta della piena compatibilità tra i formati
      • Ovvio scrive:
        Re: Mi sembra il minimo...

        ricordate, M$ ha una paura fottuta della piena
        compatibilità tra i
        formati Mi sembra il minimo.Quando deve competere sulla base di un vero standard va in difficoltà, proprio perché deve... competere. Negli anni passata è stata molto brava a crearsi dei mercati in cui non avesse nessuno contro cui farlo, ma già il web (che è intrinsecamente aperto) le ha dato i primi grattacapi. Tra l'altro mano a mano che le applicazioni si spostano sempre più verso i web server il sistema operativo locale diventa irrilevante per cui piano piano (sempre troppo piano) i vari MacOS e Linux guadagnano share aiutati anche dalla tafazzata di Vista.Adesso se si apre anche il mercato delle suite office le toccherà competere anche su questo fronte. Qui, a differenza dei sistemi operativi, MS ha un chiaro vantaggio tecnologico e di qualità, e te lo dico io che uso esclusivamente OpenOffice su Windows da più di un anno. Però OO ha l'indubbio vantaggio del prezzo e quindi alla MS toccherà abbassare il prezzo di Office così come sta facendo con Windows in mercati particolari (nazioni emergenti e subnotebook).Insomma, la concorrenza fa male ai profitti di MS e bene ai portafogli degli utenti, che usino Windows o altri OS.Com'era più bello per Redmond il mondo di 10 anni fa!
      • Marcello Romani scrive:
        Re: Mi sembra il minimo...
        - Scritto da: il computer con le scarpe da tennis[snip]
        in questo modo invece MS potrà implementare i due
        formati in modo da favorire OOXML, per esempio
        aggiungendogli features non ben
        documentate.
        Infatti l'articolo dice:"Mahugh ha spiegato che non tutte le funzionalità fornite da Office 2007 sono supportate da ODF: tra queste, ad esempio, gli oggetti SmartArt, la formattazione condizionale e alcuni tipi di grafico di Excel. Per aggirare questo ostacolo, che è poi il problema più rilevante nella conversione tra differenti formati di documento, Microsoft farà in modo che, al momento del salvataggio in ODF, l'utente venga avvisato di eventuali elementi che potrebbero essere persi o non correttamente convertiti."direi che già questo fa capire qual è la (solita) strategia: al di là delle dichiarazioni d'intenti, ODF verrà implementato in modo tale da essere un "formato nativo di serie B" rispetto a OOXML. In questo modo si otterranno due effetti molto importanti (dal punto di vista di M$, s'intende):1) OOXML verrà rafforzato come formato documentale perché sarà il default all'atto dell'installazione, e molti utenti non si preoccuperanno di cambiare il formato di default2) si creerà la percezione che ODF è il formato "per la compatibilità" ma che non supporta il 100% delle funzionalità della suite, screditandolo in questo modo agli occhi delle maggioranza degli utenti della suite.Dico questo perché guardando al passato mi sembra chiaro che M$ non ha mai avuto l'intenzione di concedere alcunché alla concorrenza. Non vedo perché ora dovrebbe cambiare atteggiamento, se non per un puro calcolo di mercato.Chi ha letto i famosi "Halloween documents" (consiglio fortemente una googlata) sa bene che una delle strategie principe adottate dal colosso è "Embrace and Extend": aderire ad uno standard, poi implementare nei propri prodotti delle "estensioni" che nella pratica creano incompatibilità con i prodotti alternativi che invece aderiscono allo standard ufficiale (vedi JScript, internet explorer vs. css, ecc.)Da ultimo non si può non rilevare come M$ stessa si sia resa decisiamente ridicola nella questione IS29500: agisce al limite della legalità per far approvare un suo formato proprietario come standard ISO, poi, non appena questo "standard" entra a pieno titolo nella mani della ISO e subisce qualche modifica, M$ stessa non aggiorna la propria implementazione, con il risultato che i suoi prodotti non supportano pienamente il formato da essa stessa promosso...Cosa ci si può attendere da questi signori ? Non certo la buona fede...
        • Giocatore110 scrive:
          Re: Mi sembra il minimo...
          Ma se è proprio l'ODF a non supportare quelle poche funzioni, M$ deve ANDARE FUORI STANDARD per farvi contenti?????
          • Ehm scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            Veramente sia ODF che OOXML sono standard. Basta implementarli e non si è fuori standard.Quel che fa ridere è che è MS ad essere fuori standard proprio col suo formato OOXML.
          • Giocatore110 scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            SAREBBE fuori standard se cambiasse il suo formato OOXML, come ipotizzato 3 post sopra. Usiamo i verbi giusti. :)
          • Xilitolo scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            E' fuori standard con l'OOXML come scritto anche nell'articolo, non avendo ancora implementato le modifiche da applicare a seguito dell'istruttoria ISO.
          • iRoby scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            E a quanto pare sta meditando di non implementare correttamente il suo stesso OOXML su Office 2007, ma obbligare la gente a comprare Office 14 o come si chiamerà, per avere un pieno supporto agli standard.Pagare e sorridere.
          • Giocatore110 scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            Ma non era il contrario fino ad un paio di mesi fa?
        • Blackstorm scrive:
          Re: Mi sembra il minimo...
          - Scritto da: Marcello Romani
          "Mahugh ha spiegato che non tutte le funzionalità
          fornite da Office 2007 sono supportate da ODF:
          tra queste, ad esempio, gli oggetti SmartArt, la
          formattazione condizionale e alcuni tipi di
          grafico di Excel. Per aggirare questo ostacolo,
          che è poi il problema più rilevante nella
          conversione tra differenti formati di documento,
          Microsoft farà in modo che, al momento del
          salvataggio in ODF, l'utente venga avvisato di
          eventuali elementi che potrebbero essere persi o
          non correttamente
          convertiti."

          direi che già questo fa capire qual è la (solita)
          strategia: al di là delle dichiarazioni
          d'intenti, ODF verrà implementato in modo tale da
          essere un "formato nativo di serie B" rispetto a
          OOXML. Eh, certo: odf non è in grado di supportare alcune funzionalità avanzate di Office, ergo è colpa di MS e non del formato.
          In questo modo si otterranno due effetti
          molto importanti (dal punto di vista di M$,
          s'intende):

          1) OOXML verrà rafforzato come formato
          documentale perché sarà il default all'atto
          dell'installazione, e molti utenti non si
          preoccuperanno di cambiare il formato di
          defaultQuesto succede già ora, e non vedo assolutamente perchè non dovrebbe essere così visto che MS non è una società filantropica.

          2) si creerà la percezione che ODF è il formato
          "per la compatibilità" ma che non supporta il
          100% delle funzionalità della suite,
          screditandolo in questo modo agli occhi delle
          maggioranza degli utenti della
          suite.Se non supporta non supporta. E' palese che alcune feature saranno disponibili per ooxml perchè il formato in quesitone è studiato per includerle.
          • Marcello Romani scrive:
            Re: Mi sembra il minimo...
            - Scritto da: Blackstorm
            - Scritto da: Marcello Romani

            "Mahugh ha spiegato che non tutte le
            funzionalità

            fornite da Office 2007 sono supportate da ODF:

            tra queste, ad esempio, gli oggetti SmartArt, la

            formattazione condizionale e alcuni tipi di

            grafico di Excel. Per aggirare questo ostacolo,

            che è poi il problema più rilevante nella

            conversione tra differenti formati di documento,

            Microsoft farà in modo che, al momento del

            salvataggio in ODF, l'utente venga avvisato di

            eventuali elementi che potrebbero essere persi o

            non correttamente

            convertiti."



            direi che già questo fa capire qual è la
            (solita)

            strategia: al di là delle dichiarazioni

            d'intenti, ODF verrà implementato in modo tale
            da

            essere un "formato nativo di serie B" rispetto a

            OOXML.
            Eh, certo: odf non è in grado di supportare
            alcune funzionalità avanzate di Office, ergo è
            colpa di MS e non del
            formato.Non conoscendo i dettagli tecnici esatti della questione non posso averne la certezza, però mi sorge un dubbio: siamo innanzitutto sicuri queste feature aggiuntive non siano supportate/bili da ODF ? E se anche ODF così come è oggi non supportasse queste feature, è proprio necessario inventarsi un formato completamente nuovo, incompatibile con qualsiasi "standard" esistente, de jure e de facto (come ODF) o solo de facto (come i vari dialetti M$ Office) ?Non sarebbe più economico (leggi: logico) proporre una modifica ad ODF. Oppure queste fantomatiche feature sono proprio quel "di più" che dovrebbe indurre la gente a comprare Office piuttosto che a scaricarsi OpenOffice aggratis ?



            In questo modo si otterranno due effetti

            molto importanti (dal punto di vista di M$,

            s'intende):



            1) OOXML verrà rafforzato come formato

            documentale perché sarà il default all'atto

            dell'installazione, e molti utenti non si

            preoccuperanno di cambiare il formato di

            default

            Questo succede già ora, e non vedo assolutamente
            perchè non dovrebbe essere così visto che MS non
            è una società
            filantropica.Che non sia una società filantropica è noto ed evidente a tutti. Non è questo il punto.Il punto è che M$ dichiara di "aprirsi" agli standard, poi come al solito gioca sporco: si inventa un nuovo formato che fa approvare in fretta e furia come standard ISO, forzando le procedure e sollevando così un vespaio; una volta ottenuta l'agognata "standardizzazione" non solo non la implementa, ma dichiara che non lo farà fino alla versione successiva della suite... e questo mi sembra veramente ridicolo, soprattutto da parte di una multinazionale delle dimensioni di M$, che per fare una cosa deve solo volerla, non ha certo problemi di mezzi (in tutti i sensi); infine dichiara "supporterò ODF" per mostrare quanto sia "open" il nuovo corso, salvo poi implementarlo come formato "di serie B", con il poco malcelato intento (suppongo io, ovviamente) di screditarlo nel medio-lungo periodo.




            2) si creerà la percezione che ODF è il formato

            "per la compatibilità" ma che non supporta il

            100% delle funzionalità della suite,

            screditandolo in questo modo agli occhi delle

            maggioranza degli utenti della

            suite.
            Se non supporta non supporta. E' palese che
            alcune feature saranno disponibili per ooxml
            perchè il formato in quesitone è studiato per
            includerle.Ripeto la domanda di prima: quali sono queste "feature" ? Siamo proprio sicuri che non sia possibile implementarle nel formato ODF ? Non dimentichiamoci che la specifica iso non è necessariamente coincidente con quanto fa _oggi_ OpenOffice (anche se credo che ne rappresenti l'implementazione più avanzata). Quindi se OpenOffice oggi non ha determinate funzioni, non significa che il formato documentale ODF (o meglio il relativo standard ISO) non sia in grado di supportarle.Abbandonare veramente la logica monopolistica del passato, per M$, significherebbe ad esempio abbandonare completamente qualsiasi formato alternativo ed abbracciare al 120% ODF, aiutandone l'evoluzione tramite una implementazione di riferimento nella sua suite Office, ed eventualmente collaborando con ISO per ampliarne le funzionalità ove lo ritenesse deficitario.Il comportamento fin qui tenuto, al di là dei dettagli dei singoli fatti, dimostra che non c'è una reale volontà di aderire ad alcuno standard aperto internazionale, ma appare piuttosto come la reazione scomposta di un vecchio arrogante che non sa adeguarsi al mondo che cambia, ma è solo capace di insultarlo.
  • il gelato che uccide scrive:
    Discutibile ...
    Redmond (USA) - Se solo pochi anni fa qualcuno avesse detto che il più diretto rivale open source di Open XML (OOXML) sarebbe entrato a far parte di Office ...Ritengo che sia una ottima notizia ma vorrei precisare che questa affermazione non è corretta.Faccio notare che non esistono formati open source e formati non open source, esistono formati ISO e non ISO.È importante farlo notare perché altrimenti si rischia di mischiare OpenOffice con ODF che sono cose completamente diverse.ODF nasce dopo alcune richieste specifiche e alcune critiche, non a Microsoft direttamente ma al sistema.In particolare tutto nasce dal fatto che qualcuno si è accorto che i documenti governativi e legislativi, non devono salvati in un formato binario di una singola azienda privata, quindi si è passati ad un formato leggibile e standardizzato ISO, così mediante OASIS si è arrivati a OpenDocument che non è un documento open source, ma un formato semplice e leggibile in XML.Chiaramente tutti le varie suite open hanno virato verso ODF ( Openoffice in primis) mentre Microsoft ( che all'inizio aveva fatto parte di OASIS stessa ) forte della sua posizione dominante, ha proposto un nuovo formato, incasinando nuovamente tutto per motivi meramente commerciali.Detto questo, l'introduzione di più formati a livello ISO, non è come introdurre più software differenti ( sintomo di libertà ) ma crea serie difficoltà di comunicazione ( pensate per esempio alle misure anglosassoni e il sistema metrico decimale ).Personalmente condivido la posizione di chi chiede immediatamente a Microsoft di INTEGRARE il formato ODF dentro office, poi se vorrò, continuerò tranquillamente ad usare Office.
    • Formati scrive:
      Re: Discutibile ...
      Non è del tutto vero che non ci siano formati open source. Forse non è il modo corretto di definirli, ma passami l'espressione.Si tratta di quei formati su cui non c'è nessun brevetto e che quindi tutti possono implementare senza dover pagare niente. Dall'altra parte invece ci sono formati per il cui uso devi pagare delle royalties al proprietario per via di brevetti su parti chiave dell'implementazione.Tra questi ci sono numerosi standard ISO. Sul sito ISO, a http://isotc.iso.org/livelink/livelink/fetch/2000/2122/3770791/customview.html?func=ll&objId=3770791&objAction=browsetrovi il link ad un elenco dei brevetti relativi a standard ISO. E' lungo un bel po'.Per completezza, ci sono brevetti anche su ODF, ma la SUN ha dichiarato che non farà pagare royalties a chi ne farà uso. La dichiarazione è a http://www.oasis-open.org/committees/office/ipr.phpQuesto ad esempio non avviene con lo standard ISO relativo agli MPEG-4, dove so per esperienza che l'MPEG-LA chiede dei bei soldi a chi implementa sistemi per creare e leggere i video che usano quella tecnologiahttp://www.mpegla.com/m4v/
      • il gelato che uccide scrive:
        Re: Discutibile ...
        Accidenti ... non sapevo che la SUN ha messo un brevetto su ODF, cioè sapevo che alcuni standard ISO erano brevettati ( come H264 ) e che ciò limita la loro diffusione ... ma su ODF ?Però "tra le righe" se il mio inglese non è troppo arrugginito, si capisce che non l'hanno fatto a scopo di lucro ma l'hanno fatto per proteggersi da "qualcuno" che avesse tentato di implementare una release successiva di ODF e magari l'avesse messa nel suo prodotto Office senza passare da loro.Cioè è come se la Sun per assurdo avesse fatto Java 1.0 e la M$, sempre per assurdo avesse fatto una versione 1.1 non compatibile, oppure se la SGI avesse prodotto un VRML e la M$ sempre assurdo avesse prodotto browser non compatibili ... o un browser con un proprio formato HTML ... Cose che ovviamente non sono mai successe :| !
        Per completezza, ci sono brevetti anche su ODF,
        ma la SUN ha dichiarato che non farà pagare
        royalties a chi ne farà uso. La dichiarazione è a
        http://www.oasis-open.org/committees/office/ipr.ph
        Questo ad esempio non avviene con lo standard ISO
        relativo agli MPEG-4, dove so per esperienza che
        l'MPEG-LA chiede dei bei soldi a chi implementa
        sistemi per creare e leggere i video che usano
        quella
        tecnologia
        http://www.mpegla.com/m4v/
        • Blackstorm scrive:
          Re: Discutibile ...
          - Scritto da: il gelato che uccide
          Accidenti ... non sapevo che la SUN ha messo un
          brevetto su ODF, cioè sapevo che alcuni standard
          ISO erano brevettati ( come H264 ) e che ciò
          limita la loro diffusione ... ma su ODF
          ?

          Però "tra le righe" se il mio inglese non è
          troppo arrugginito, si capisce che non l'hanno
          fatto a scopo di lucro ma l'hanno fatto per
          proteggersi da "qualcuno" che avesse tentato di
          implementare una release successiva di ODF e
          magari l'avesse messa nel suo prodotto Office
          senza passare da
          loro.Alla faccia dell'apertura.
      • CCC scrive:
        Re: Discutibile ...
        - Scritto da: Formati
        Non è del tutto vero che non ci siano formati
        open source. Forse non è il modo corretto di
        definirli, ma passami
        l'espressione.

        Si tratta di quei formati su cui non c'è nessun
        brevetto e che quindi tutti possono implementare
        senza dover pagare niente. Dall'altra parte
        invece ci sono formati per il cui uso devi pagare
        delle royalties al proprietario per via di
        brevetti su parti chiave
        dell'implementazione.

        Tra questi ci sono numerosi standard ISO. Sul
        sito ISO, a
        http://isotc.iso.org/livelink/livelink/fetch/2000/
        trovi il link ad un elenco dei brevetti relativi
        a standard ISO. E' lungo un bel
        po'.

        Per completezza, ci sono brevetti anche su ODF,
        ma la SUN ha dichiarato che non farà pagare
        royalties a chi ne farà uso. La dichiarazione è a
        http://www.oasis-open.org/committees/office/ipr.phho cercato nel link da te indicato ...ma di brevetti SUN su ODF non ho trovato traccia...puoi specificare meglio? graziePS: in compenso c'è il brevetto M$ su TUTTO lo standard OOXML ISO document reference: ISO/IEC DIS 29500 Domain: Id Number: ISO/IEC DIS 29500 - 01Committee Reference: JTC 1/SC 34Title: Information technology -- Office Open XML file formatsOrganization: Microsoft Corporation One Microsoft Way US-Redmond, WA 98052-6399 USATel. No.: +1 425 707 1911Fax. No.: URL: www.microsoft.comMain Contact: Mr. Amy MarascoE-mail: stdsreg@microsoft.comPatent License Declaration: The Patent Holder is prepared to grant a free of charge license to an unrestricted number of applicants on a worldwide, non-discriminatory basis and under other reasonable terms and conditions to make, use, and sell implementations of the above document. Negotiations are left to the parties concerned and are performed outside the ITU-T, ITU-R, ISO or IEC.Patent Title: Office Open XML File FormatsPatent Number: Patent Status: Patent Version: Patent Country: Patent date: 2007-02-21
        • il gelato che uccide scrive:
          Re: Discutibile ...
          Veramente il link è quello segnalato da "Formati" http://www.oasis-open.org/committees/office/ipr.php------------Sun OpenDocument Patent Statement, submitted by Sun Microsystems, Inc., September 29, 2005 ..... U.S. or foreign patents against any implementation of the Open Document Format for Office Applications (OpenDocument) v1.0 Specification, or of any subsequent version thereof ("OpenDocument Implementation") in which development ....
        • iRoby scrive:
          Re: Discutibile ...
          La Open Specification Promise è una emerita presa per il culo.Perché viene promesso di non denunciare sviluppatori che fanno software liberi o non a scopo di lucro, ma quelli che ne fanno commerciali devono pagare.Ed inoltre non protegge le aziende che usassero internamente le versioni open. Come è accaduto con l'accordo con Novell, ma anche utenti finali hanno aderito, come la BMW che paga presunte violazioni di brevetti M$ contenti in Linux, senza mostrare però quali.Se non è estorsione questa.
          • Blackstorm scrive:
            Re: Discutibile ...
            - Scritto da: iRoby
            La Open Specification Promise è una emerita presa
            per il
            culo.

            Perché viene promesso di non denunciare
            sviluppatori che fanno software liberi o non a
            scopo di lucro, ma quelli che ne fanno
            commerciali devono
            pagare.E quindi? Questo sarebbe contrario a una qualche morale?

            Ed inoltre non protegge le aziende che usassero
            internamente le versioni open. Come è accaduto
            con l'accordo con Novell, ma anche utenti finali
            hanno aderito, come la BMW che paga presunte
            violazioni di brevetti M$ contenti in Linux,
            senza mostrare però
            quali.
            Se non è estorsione questa.Domanda: cosa stradiavolo c'entrano le violazioni di brevetto ocn l'osp? E soprattutto, se il software in quesitone non rientra in quelli elencati dall'osp, perchè dovrebbero essere protetti?
          • CCC scrive:
            Re: Discutibile ...
            - Scritto da: Blackstorm
            - Scritto da: iRoby

            La Open Specification Promise è una emerita
            presa

            per il

            culo.



            Perché viene promesso di non denunciare

            sviluppatori che fanno software liberi o non a

            scopo di lucro, ma quelli che ne fanno

            commerciali devono

            pagare.

            E quindi? Questo sarebbe contrario a una qualche
            morale?certamente, questo è contro un qualsiasi approccio etico allo sviluppo sw e a tante altre cose...ma l'obiezione di iRoby era una altra... e tu a quell'obiezione non hai risposto...facile così vero?

            Ed inoltre non protegge le aziende che usassero

            internamente le versioni open. Come è accaduto

            con l'accordo con Novell, ma anche utenti finali

            hanno aderito, come la BMW che paga presunte

            violazioni di brevetti M$ contenti in Linux,

            senza mostrare però

            quali.

            Se non è estorsione questa.

            Domanda: cosa stradiavolo c'entrano le violazioni
            di brevetto ocn l'osp? E soprattutto, se il
            software in quesitone non rientra in quelli
            elencati dall'osp, perchè dovrebbero essere
            protetti?ah... ecco... la tua domanda parla chiaro... dimmi, ci sei o ci fai?
  • max scrive:
    la concorrenza fa bene!!
    Come da oggetto.Microsoft è e sarà sempre una grande impresa... l'importante è che non sia una monopolitsta e l'europa (il più grande mercato mondiale oramai) sta facendo quanto necesario per spezzare questo monopolio.Con questo spero che in pochi anni Microsoft si converta in quello che rapprese4nta ora IBM, ovvero una importantissima ditta con prodotti di ottima qualità... ma non certo monopolista.Il giorno che MS scenda a meno sel 50% della quota di mercato, penso che ci saranno delle grandissime novità nel mondo informatico.
  • Athlon64 scrive:
    Preoccupante
    Trovo molto preoccupante, anzi molto grave, questo fatto:"L'Antitrust europeo sta anche verificando se i processi nazionali di votazione dello standard IS29500 nei paesi europei siano o meno stati condizionati da illecite pressioni esterne."In pratica l'antitrust vuole indebitamente indigare le procedure di un ente sovranazionale, ovviamente in seguito alle pressioni che l'antitrust stessa riceve da tutte le aziende (tranne una, Microsoft). Se non è concorrenza sleale questa...E infatti:"I governi si aspettano risultati concreti, non promesse contenute in comunicati stampa", ha sentenziato duro Marino Marcich, managing director della ODF Alliance." E, guarda caso: "ODF Alliance, un'organizzazione fondata da IBM, Sun e altre aziende". In pratica, aziende ENORMI, calibri immensi, capitali sterminati, tutti sommati in un'unica cordata lobbistica, per riuscire illecitamente in ciò che non sono mai riusciti a fare nel mercato: fare meglio di Microsoft. Chi nega questo, o ha un'intero prosciutto sugli occhi, o ha subito un incredibile lavaggio del cervello ed è vittima di questo pensiero comune che vede Microsoft come il male assoluto, contrapposto dalle altre benevole mega multinazionali dell'informatica...
    • claudio scrive:
      Re: Preoccupante
      la differenza è che ibm e sun offrono prodotti software non solo gratuiti, almeno per quanto riguarda l'uso casalingo o comunque senza scopo di lucro, guadagnando soprattutto con l'assistenza, ma open source, che permette agli addetti ai lavori di verificare il codice sorgente, Microsoft che si ostina a mantenere tutto close potrebbe nascodere chi sa che cosa "fra le righe" del codice, come delle back door.E la questione, personalmente, la credo valida soprattutto quando scarichiamo gli aggionramenti di windows sulla sicurazza, per esempio:Questo aggiornamento impedisce ad un malintezionato di prendere da remoto il possesso di un computer atraverso "plug & play"... "dr waston"... "winlogon"... "calc"... "Movie Maker"... ecc ecc.Cosa centrano questi, e tanti altri, apllicazioni o processi, con una connessione da remoto se non hanno accesso ad internet, eppura ce ne deveono avere qualcuna per forza in piedi altrimenti come fa uno ha sfruttarli per avere un accesso da remoto ad un altro computer?Se ogni singolo processo fosse rilasciato con i codici sorgenti, lo sapremmo.
      • Blackstorm scrive:
        Re: Preoccupante
        - Scritto da: claudio
        la differenza è che ibm e sun offrono prodotti
        software non solo gratuiti, almeno per quanto
        riguarda l'uso casalingo o comunque senza scopo
        di lucro, guadagnando soprattutto con
        l'assistenza,Grazie, si sono mosse troppo tardi per avere una possibilità seria di comeptere sul mercato con la vendita.
        ma open source, che permette agli
        addetti ai lavori di verificare il codice
        sorgente, Microsoft che si ostina a mantenere
        tutto close potrebbe nascodere chi sa che cosa
        "fra le righe" del codice, come delle back
        door.Certo, e Steve Ballmer è satana, farà piangere gesù bambino, e ti farà venire anche i funghi sotto le ascelle. E magari nemmeno sai che il codice di windows è disponibile a determinati enti.
        E la questione, personalmente, la credo valida
        soprattutto quando scarichiamo gli aggionramenti
        di windows sulla sicurazza, per
        esempio:
        Questo aggiornamento impedisce ad un
        malintezionato di prendere da remoto il possesso
        di un computer atraverso "plug & play"... "dr
        waston"... "winlogon"... "calc"... "Movie
        Maker"... ecc
        ecc.
        Cosa centrano questi, e tanti altri, apllicazioni
        o processi, con una connessione da remoto se non
        hanno accesso ad internet, eppura ce ne deveono
        avere qualcuna per forza in piedi altrimenti come
        fa uno ha sfruttarli per avere un accesso da
        remoto ad un altro
        computer?Come fai a sfruttare un browser per un attacco al computer? Come fai a sfruttare una problema di formattazione di una query in un db sql? Forse non sei proprio informatissim sulla questione. (calc... rotfl.)

        Se ogni singolo processo fosse rilasciato con i
        codici sorgenti, lo
        sapremmo.Eh, certo. E sarebbe più sicuro, vero? E che mi dici di Debian che praticamente rendeva inutile la crittazione dei pacchetti openssl? Un baco rimasto lì per 2 anni. DUE ANNI. Eh, se il codice fosse aperto lo avreste saputo... ehi, ma era aperto. Uhm...
    • rockroll scrive:
      Re: Preoccupante
      Apprezzo il tuo nick, Athlon 64, ma per il resto proprio non ci siamo.Lo sanno tutti meno che tu in che clima paradossale si sono svolte le votazioni per patentare per il rotto della cuffia OOXML come aderente agli standard ISO: lo dimostra il fatto che questa aderenza non c'è...Quanto all'affermazione che M$ fa le cose meglio degli altri, gli interi prosciutti sugli occhi li avrebbe chi non la pensa come te (e ti assicuro che sono la gran maggioranza)? E quanto alla presunta combutta di società "ultrapotenti" per affossare la "povera" M$, francamente stai parlando di un atteggiamento che tu addebiti ad altri (e potrebbe anche essere) ma non vedi che è lo stesso atteggiamento che M$ ha sempre tenuto nei confronti della concorrenza: altrimenti come spiegheresti la gran quantità di accuse ed anche di condanne a carico della tua beneamata per il suo tipo di sleale condotta commerciale? In ogni caso nessuno è un santo, e tutti hanno come unico scopo i loro sporchi lucri alle spalle dei consumatori, su questo sono d'accordo; ma tra i tanti soggetti lucratori per vocazione, ce n'è uno che fa affari più sporchi degli altri, e da quanto appena detto è facilmente individuabile.E per finire, sarà meglio che consideri attentamente la risposta che ti ha dato Claudio.
      • Blackstorm scrive:
        Re: Preoccupante
        - Scritto da: rockroll
        Apprezzo il tuo nick, Athlon 64, ma per il resto
        proprio non ci
        siamo.

        Lo sanno tutti meno che tu in che clima
        paradossale si sono svolte le votazioni per
        patentare per il rotto della cuffia OOXML come
        aderente agli standard ISO: lo dimostra il fatto
        che questa aderenza non
        c'è...
        Quindi mi sembra giusto che le altre aziende ora usino le stesse identiche pressioni per sovvertire il risultato, e siccome ora lo fanno loro e non MS è tutto cosa buona e giusta. Bello usare due pesi e due misure, vero?Fra l'altro cosa intendi co ntaderenza agli standrad iso?
        E quanto alla presunta combutta di società
        "ultrapotenti" per affossare la "povera" M$,
        francamente stai parlando di un atteggiamento che
        tu addebiti ad altri (e potrebbe anche essere) ma
        non vedi che è lo stesso atteggiamento che M$ ha
        sempre tenuto nei confronti della concorrenza:
        altrimenti come spiegheresti la gran quantità di
        accuse ed anche di condanne a carico della tua
        beneamata per il suo tipo di sleale condotta
        commerciale?Ripeto, e perchè ora che lo fanno le altre aziende nessuno apre bocca?
    • il computer con le scarpe da tennis scrive:
      Re: Preoccupante
      - Scritto da: Athlon64

      In pratica l'antitrust vuole indebitamente
      indigare le procedure di un ente sovranazionale,
      ovviamente in seguito alle pressioni che
      l'antitrust stessa riceve da tutte le aziende
      (tranne una, Microsoft). Se non è concorrenza
      sleale
      questa...tu forse hai vissuto sulla luna negli ultimi mesi, per non accorgerti dei casini che sono successi durante le ultime votazioni ISO.http://topicmaps.wordpress.com/2008/04/18/the-norway-vote-what-really-happened/http://boycottnovell.com/2008/03/30/moox-abuse-germany-croatia-norway/ci sono state palesi irregolarità nelle votazioni , chiedere una verifica si chiama giustizia, non è una vendetta

      E infatti:

      "I governi si aspettano risultati concreti, non
      promesse contenute in comunicati stampa", ha
      sentenziato duro Marino Marcich, managing
      director della ODF Alliance." E, guarda caso:
      "ODF Alliance, un'organizzazione fondata da IBM,
      Sun e altre aziende". In pratica, aziende ENORMI,
      calibri immensi, capitali sterminati, tutti
      sommati in un'unica cordata lobbistica,HAHAHA le lobby dell'open source! (rotfl)(rotfl)solo una persona aveva avuto il coraggio di spararla tanto grossa su questo forum, devo fare il nome? :Dse vuoi trollare decentemente devi spararle un po' più credibili! ;)
      • Becero scrive:
        Re: Preoccupante
        - Scritto da: il computer con le scarpe da tennis
        - Scritto da: Athlon64



        In pratica l'antitrust vuole indebitamente

        indigare le procedure di un ente sovranazionale,

        ovviamente in seguito alle pressioni che

        l'antitrust stessa riceve da tutte le aziende

        (tranne una, Microsoft). Se non è concorrenza

        sleale

        questa...

        tu forse hai vissuto sulla luna negli ultimi
        mesi, per non accorgerti dei casini che sono
        successi durante le ultime votazioni
        ISO.

        http://topicmaps.wordpress.com/2008/04/18/the-norw
        http://boycottnovell.com/2008/03/30/moox-abuse-ger

        ci sono state palesi irregolarità nelle
        votazioni , chiedere una verifica si chiama
        giustizia, non è una
        vendetta




        E infatti:



        "I governi si aspettano risultati concreti, non

        promesse contenute in comunicati stampa", ha

        sentenziato duro Marino Marcich, managing

        director della ODF Alliance." E, guarda caso:

        "ODF Alliance, un'organizzazione fondata da IBM,

        Sun e altre aziende". In pratica, aziende
        ENORMI,

        calibri immensi, capitali sterminati, tutti

        sommati in un'unica cordata lobbistica,

        HAHAHA le lobby dell'open source! (rotfl)(rotfl)

        solo una persona aveva avuto il coraggio di
        spararla tanto grossa su questo forum, devo fare
        il nome?
        :D
        Ma chi, Ranzo Paperoi? :D :D :D
        se vuoi trollare decentemente devi spararle un
        po' più credibili!
        ;)Diamogli un aiutino: Vista è più performante! Vista è più sicuro! (rotfl)
        • il computer con le scarpe da tennis scrive:
          Re: Preoccupante
          - Scritto da: Becero

          Ma chi, Ranzo Paperoi? :D :D :D LOOOOOOL Ranzo Paperoi, GENIALE!! :DComunque mi fai venire il dubbio,io pensavo al nostro amicoCerco Solo Omosessuali Esperti(rotfl)

          Diamogli un aiutino: Vista è più performante!
          Vista è più sicuro!
          (rotfl)ecco un altro aiuto!http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2032966&m=2033191#p2033191
    • advange scrive:
      Re: Preoccupante

      E infatti:

      "I governi si aspettano risultati concreti, non
      promesse contenute in comunicati stampa", ha
      sentenziato duro Marino Marcich, managing
      director della ODF Alliance." E, guarda caso:
      "ODF Alliance, un'organizzazione fondata da IBM,
      Sun e altre aziende". In pratica, aziende ENORMI,
      calibri immensi, capitali sterminati, tutti
      sommati in un'unica cordata lobbistica, per
      riuscire illecitamente in ciò che non sono mai
      riusciti a fare nel mercato: fare meglio di
      Microsoft.Scusami, qualcuno si è dimenticato di avvisarti, per cui lo faccio io: Microsoft fa parte di OASIS.Ciao-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 maggio 2008 09.11-----------------------------------------------------------
    • iRoby scrive:
      Re: Preoccupante
      No ti sbagli!La UE sta indagando proprio dopo le denunce degli stessi dirigenti delle commissioni nazionali che fanno parte di ISO.Come per esempio il Dr. Pepper della commissione norvegese.http://www.informationweek.com/news/management/showArticle.jhtml?articleID=207001016http://www.geekzone.co.nz/foobar/4802Su Groklaw.net ci sono tutti i dettagli della vicenda passo passo durante le votazioni, compreso il fax ufficiale del Dr. Pepper per fermare le votazioni...
    • Sgabbio scrive:
      Re: Preoccupante
      a dire il vero, sono varie nazioni che hanno protestato su come OOXML sia diventato standard iso quando prima invece, nonostante le modifice era stato respinto.
  • Ciao scrive:
    Office 2003
    Qualche speranza per Office 2003? Tipo un eventuale SP4 o un pacchetto da aggiungere a parte?
    • linaro scrive:
      Re: Office 2003
      ti attacchi... compri il 2007. In fondo non costa mica tanto aggiornare un centinaio di client vero? :)Quando i nodi vengono al pettine ci si accorge che il tempo investito per imparare ad usare nuovi programmi non è sempre buttato via...
      • babelzeta scrive:
        Re: Office 2003
        - Scritto da: linaro
        Quando i nodi vengono al pettine ci si accorge
        che il tempo investito per imparare ad usare
        nuovi programmi non è sempre buttato
        via...eh, già! come quelli che dico che il nucleare costa poco ma non considerano i costi di dismissione e smaltimento...non si è capaci di gestire i RSU pensa i rifiuti nucleari!!!scusate l'OT
        • linaro scrive:
          Re: Office 2003
          Hai idea di quanto spendiamo per comprare l'energia dall'estero? e non siamo autosufficenti. Non vale nemmeno il discorso che ci vuole troppo tempo... prima o poi si deve pur cominciare.Chi dice che il nucleare costa niente fa solo propaganda, ma è l'unica alternativa che ha l'Italia... L'energia solare è ancora indietro... purtroppo.
          • luigi curzi scrive:
            Re: Office 2003
            - Scritto da: linaro
            Hai idea di quanto spendiamo per comprare
            l'energia dall'estero? e non siamo
            autosufficenti. Non vale nemmeno il discorso che
            ci vuole troppo tempo... prima o poi si deve pur
            cominciare.
            Chi dice che il nucleare costa niente fa solo
            propaganda, ma è l'unica alternativa che ha
            l'Italia... L'energia solare è ancora indietro...
            purtroppo.beh, se l'unica alternativa è affidarsi ad una alternativa pericolosa come poche altre, direi che conviene tenersi questi 4 guai.http://oak.cats.ohiou.edu/~piccard/entropy/perrow.htmlè un articolo sulla teoria dei normal accidents theory di charles perrow (uno dei più importanti e influenti studiosi di incidenti organizzativi); ha studiato molti casi di incidenti in centrali nucleari (e non solo) arrivando alla conclusione (sintetizzando) che è un tipo di organizzazione da abbandonare, perché l'accidents è una conseguenza intrinseca di alcune caratteristiche intrinseche dell'organizzazione stessa (non solo le centrali nucleari).consiglio anche la lettura di "da chernobyl a linate" di maurizio catino.
          • linaro scrive:
            Re: Office 2003
            Ah bè già... tanto se scoppia una centrale in Francia non succede niente. In Italia non ce ne sono quindi stiamo tranquilli. Se usare il nucleare o meno deve essere l'Europa a decidere, nel momento in cui si dice sì è da stolti scegliere di non farle in Italia...
          • pampa scrive:
            Re: Office 2003
            In Francia non hanno il problema dei rifiuti. In Italia, quando a hanno deciso di creare un sito per le 4 scorie prodotte negli anni '70 sotto 1000 metri di roccia, a Scansano Ionico per poco non è scoppiata a rivoluzione. Bhe si si potrebbe lasciarne la gestione alla Camorra, loro sono degli esperti.
          • luigi curzi scrive:
            Re: Office 2003
            - Scritto da: linaro
            Ah bè già... tanto se scoppia una centrale in
            Francia non succede niente. In Italia non ce ne
            sono quindi stiamo tranquilli. Se usare il
            nucleare o meno deve essere l'Europa a decidere,
            nel momento in cui si dice sì è da stolti
            scegliere di non farle in
            Italia...mica ho capito perchè sarebbe da stolti?non so come di solito ragioni tu, ma il fatto che l'italia scelga di non creare centrali nucleari, mentre altri (anche vicini) scelgono il contrario, non credo sia un esempio di stoltezza, tutt'al più di libertà di scelta; poi, quale sia la scelta giusta o sbagliata, credo che su questioni così delicate e influenti spetti al singolo stato il diritto di decisione.
          • Blackstorm scrive:
            Re: Office 2003
            - Scritto da: linaro
            L'energia solare è ancora indietro...
            purtroppo.L'energia solare in italia non basterebbe mai per dare un apporto sufficiente: il tipo di clima lo impedisce. Le uniche zone che potrebbero essere adatte sono nel sud italia, e cmq non in tutte le staigoni dell'anno. I problemi sono più tecnici che tecnologici.
    • gibollo scrive:
      Re: Office 2003
      - Scritto da: Ciao
      Qualche speranza per Office 2003? Tipo un
      eventuale SP4 o un pacchetto da aggiungere a
      parte?Non basta il plugin di Sun?http://www.downloadblog.it/post/4344/sun-rilascia-il-plugin-odf-per-microsoft-office
      • VITRIOL scrive:
        Re: Office 2003
        - Scritto da: gibollo
        Non basta il plugin di Sun?
        http://www.downloadblog.it/post/4344/sun-rilascia-O anche:http://odf-converter.sourceforge.net/
        • Ciao scrive:
          Re: Office 2003
          Sì, quel programma già lo conoscevo, ma speravo nell'uscita di un sp4 che lo includesse...A proposito, ma almeno è previsto un sp4 per Office 2003?
  • il computer con le scarpe da tennis scrive:
    hanno prematurato la supercazzola
    come da oggetto.vedremo un po' cosa combinano, ma a voltarsi un attimo si rischia di prenderlo in quel posto se c'è M$ alle spalle
    • Sgabbio scrive:
      Re: hanno prematurato la supercazzola
      effetivamente meglio non abbassare la guardia, comunque con SP2 di Office 2007, promette una qualche apertura sulla carta. Vediamo nell'atto pratico.
      • il computer con le scarpe da tennis scrive:
        Re: hanno prematurato la supercazzola
        - Scritto da: Sgabbio
        effetivamente meglio non abbassare la guardia,
        comunque con SP2 di Office 2007, promette una
        qualche apertura sulla carta. Vediamo nell'atto
        pratico.più che apertura se ci pensi bene non potevano permettersi di vendere a centinaia di euro un prodotto *incompleto*, quando sul mercato ne esiste uno gratuito che gestisce sia OOXML che ODFè una mossa puramente commerciale
    • Nifft scrive:
      Re: hanno prematurato la supercazzola
      - Scritto da: il computer con le scarpe da tennis
      come da oggetto.

      vedremo un po' cosa combinano, ma a voltarsi un
      attimo si rischia di prenderlo in quel posto se
      c'è M$ alle
      spalleSono così messi male?... O c'è la super-fregatura ben nascosta?...Credo la prima...
    • pippole scrive:
      Re: hanno prematurato la supercazzola
      ma perché le altre aziende di software non pensano a fare profitti? E' solo Microsoft che vuole fare soldi???E voi ovviamente vivete di aria e di gloria
      • il computer con le scarpe da tennis scrive:
        Re: hanno prematurato la supercazzola
        [img]http://punto-informatico.it/images/emo/noia3.gif[/img]
    • Erreboot scrive:
      Re: hanno prematurato la supercazzola
      Si dice "brematurato la supercazzora"!http://it.wikipedia.org/wiki/Supercazzora
      • il computer con le scarpe da tennis scrive:
        Re: hanno prematurato la supercazzola
        - Scritto da: Erreboot
        Si dice "brematurato la supercazzora"!

        http://it.wikipedia.org/wiki/Supercazzoraeh c'hai ragione! :Dm'era venuto il dubbio poi ho fatto una ricerca veloce e visti i risultati pensavo fosse giusto così
        • Erreboot scrive:
          Re: hanno prematurato la supercazzola
          Eh lo so, purtroppo è entrato nell'immaginario collettivo in forma errata... :-(
      • Shiba scrive:
        Re: hanno prematurato la supercazzola
        Su su, possono scrivere quello che vogliono ma è lo stesso la SupercazzoLahttp://it.youtube.com/watch?v=YPJniru2E6Q
        • melandri rambaldo scrive:
          Re: hanno prematurato la supercazzola
          Se M$ sta messa male Wikipedia, nons ta certo bene, ormai son più le schifezze o le inesattezze che tutto il resto...Almeno lascino in pace Amici Miei... ormai è un'iniziativa ridicola... che peccato, pensare a come era iniziata !
        • Erreboot scrive:
          Re: hanno prematurato la supercazzola
          No, è SupercazzoRa, ho anche il libro di Amici Miei scritto dagli stessi autori del film nel quale compare più volte "supercazzoRa" e "Brematurata".
Chiudi i commenti