A proposito di esclusi dall'ADSL

Tra le numerose email giunte in questi giorni in redazione sull'argomento ne proponiamo una con al centro, ancora una volta, i call center

Perugia – Rispetto ai ragazzi della lettera Noi, esclusi dall’ADSL , a me va anche peggio, perchè mi sento preso anche in giro.

E’ da circa un mesetto che l’ADSL è arrivata nel mio paese (in provincia di Perugia, 9.000 anime) ma solo fino, diciamo, in Piazza guardacaso dove c’è il Comune. Come proviamo ad allontanarci di cento metri, il nulla. Figuriamoci nel mio caso che sono “distante” ben 700/800 metri in linea d’aria.
Diciamo che fin qui non c’è da meravigliarsi più di tanto, sappiamo come funzionano queste cose.

La cosa più “assurda” (dal mio punto di vista) mi è capitata la settimana passata, nella quale ben tre persone (una con accento fiorentino, una con accento romano e una con accento milanese a significare più call-center) dell’assistenza Telecom mi hanno chiamato a casa per la stessa cosa, cioè per avvertirmi che “ora anch’io grazie agli sforzi sovrumani di MAMMA Telecom potevo avere una linea ADSL (rullo di tamburi, please) satellitare!”

Primo dubbio lecito: perchè a me hanno chiamato e a mio fratello no, dato che abitiamo nello stesso stabile? Ovvio, perchè io una volta ho controllato la disponibilità dell’ADSL sul mio numero telefonico sul sito di Virgilio e mio fratello no.

Secondo dubbio ancora più lecito: perchè hanno chiesto di parlare direttamente “con la persona in casa che usa il computer per collegarsi ad internet”? Secondo me perchè, benchè io mi colleghi ad Internet con un vetusto 56k ad un numero di Libero, loro (Telecom) stanno “tracciando” la mia chiamata. Ma bravi.

Ma veniamo alla splendida offerta Telecom.

Parlo con il primo che mi attacca la tiritera imparata a memoria: ADSL satellitare 640kb bla bla bla, 50 euro una tantum bla bla bla, 4 centesimi a minuto bla bla bla, deve installare una parabola bla bla bla, “ma se avessi avuto già SKY basta fare una modifica da 5/10 euro per puntare ad un altro satellite”. Terminata la solfa (senza darmi modo, nel frattempo, di poter fare domande): “le interessa?”. Mia risposta: “prima mi informo perchè non mi fido poi le faccio sapere”. OK, arrivederci (circa 5 minuti di tempo).

Intanto domando a destra e a manca, parlo con diverse persone (tra i quali trovo anche ex-utenti Net System) e scopro che non ne vale la pena (per non dire peggio).

Due giorni dopo altra telefonata: una ragazza mi attacca la stessa tiritera, ma la fermo subito; gli dico che già sono stato contattato e che la cosa non mi interessa. Questa subito risentita perchè non gli ho fatto finire la tiritera, mi chiede “perchè la tratto così(?)” e io per tagliare corto, faccio il madornale errore di dare delle spiegazioni: perchè quello che mi ha telefonato la prima volta non è stato “corretto” e non mi ha detto tutti i costi (c’erano da aggiungere 3 euro al mese per il noleggio del modem satellitare), non mi ha parlato degli svantaggi (i 640kb, ovviamente, erano solo teorici, l’upload non sapeva neanche cosa fosse e che non era adatta a quello che più mi interessava: dopo anni di skirmish, finalmente potermi confrontare con altri giocatori on-line). Morale della favola mi ha tenuto circa 15/20 minuti al telefono (speriamo che non l’abbiano addebitata a me) a cercare di convincermi che ero in errore e che non capivo l’opportunità che mi stava dando.

La sera stessa, terza telefonata, ma come il tizio pronuncia le fatidiche parole “ora anche lei….”, sono riuscito ad interromperlo e a ripetergli che non ero interessato bla bla, bla…. Capita l’antifona, tempo 30 secondi abbiamo riagganciato.

Ma gli operatori un database dei contatti non ce l’hanno?

Paolo C.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Basta una frase protetta da copyright...
    ...come una breve poesia, e diventa completamente illegale tenere una copia di una mail gia´consegnata (per la quale non esiste giustificazione di fare un backup). Mi sa quindi che si beccheranno qualche altra causa molto presto.
  • Anonimo scrive:
    La praivasi
    Tutti a sciaquarsi la bocca con questa parola intraducibile ma in italia c'è una legge, chiamata Costituzione e che è la legge basilare di tutte le altre leggi, dove si dice che la corrispondenza è segreta ed inviolabile. Non c'è bisogno di ricorrere ad altri concetti, insomma.
  • Anonimo scrive:
    Spararsi nelle palle :|
    Per un provider un comportamento del genere e' altamente controproduttivo.Occorre a tutti i costi proteggere la privacy dei clienti.
  • Anonimo scrive:
    E` un pronunciamento interessante
    Infatti sarei curioso di sapere come si concilia con le molte e-mail che contengono materiale protetto da copyright, o corredate da disclaimer analoghi. Mi sfugge la logica secondo cui in USA si cerchi da un lato la totale criminalizzazione della copia privata (DMCA & C.), mentre dall'altro si stabilisca che un provider può copiare qua e là (cioè riprodurre) quello che gli pare. Davvero interessante. Più in generale, mi chiedo come si possa conciliare la necessità di un provider di fare copie di backup con il divieto di copia. Curioso, no ?/beebox
    • Anonimo scrive:
      Re: E` un pronunciamento interessante
      - Scritto da: Anonimo
      Infatti sarei curioso di sapere come si
      concilia con le molte e-mail che contengono
      materiale protetto da copyright, o corredate
      da disclaimer analoghi. Mi sfugge la logica
      secondo cui in USA si cerchi da un lato la
      totale criminalizzazione della copia privata
      (DMCA & C.), mentre dall'altro si stabilisca
      che un provider può copiare qua e
      là (cioè riprodurre) quello
      che gli pare. Davvero interessante.
      Più in generale, mi chiedo come si
      possa conciliare la necessità di un
      provider di fare copie di backup con il
      divieto di copia. Curioso, no ?

      /beeboxOh beh! Ma in fondo gli USA sono la "CULLA DEL DIRITTO E DELLA CIVILTA' "no?Ogni ulteriore commento credo propriio che sia superfluo!
  • Anonimo scrive:
    non mi e' chiaro...
    ma la sentenza dice che il provider si puo' fare una copia delle email che gli arrivano (o di parte di queste, tipo tuttequelle che arrivano da amazon.com) oppure che puo' ancheleggersele?nel primo caso ciccia... i backup ci sono sempre stati, nel secondo caso sarebbe un po' piu' grave.
  • Anonimo scrive:
    www.gnupg.org
    spiate sta gran cep*@
  • Anonimo scrive:
    allora? dove sta la notizia
    tanto lo sanno tutti che il loro sisteme echelon spia tutti..hanno speso miliardi per farlocerto che lo usano no?
  • Anonimo scrive:
    negli usa: allora pure il p2p..
    "non sono altro che la duplicazione di file conservati dai server ".... anche il p2p allora... si fa solo la copia del file... i bit dell'mp3 o del programma scaricato vengono scritti uno per uno sul mio hardisk e anche se il materiale è stato scritto (prodotto) da altri è del tutto legale... perchè come dicono "sono solo copie"..... non c'è nessuna differenza se mi copiano l'email con scritte informazioni confidenziali o se copiano un sorgente di un programma (protetto da copyright) che devo spedire per email, perchè - diciamocelo- se questo è possibile allora hanno proprio poco da lamentarsi del p2p....in cui tra l'altro non si viola la privacy di nessuno........insomma negli usa si è come in un circo di leggi e leggine, provedimenti e sentenze tutte senza senso....ah, comunque per quanto riguarda la posta.... pgp e non leggono piu' nulla....
    • Anonimo scrive:
      Tutte le scuse sono buone peer rubar
      e invece sappiamo chi sei, cosa fai quanti peli hai attorno al c...o e adesso veniamo a casa tua e ti fracassiamo l'hd a martellate. E se ti lamenti ti bruciamo anche tutti i libri di Marx e Mao...Siete tutti altruisti con la roba degli altri.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutte le scuse sono buone peer rubar
        - Scritto da: Anonimo
        e invece sappiamo chi sei, cosa fai quanti
        peli hai attorno al c...o e adesso veniamo a
        casa tua e ti fracassiamo l'hd a martellate.

        E se ti lamenti ti bruciamo anche tutti i
        libri di Marx e Mao...
        Siete tutti altruisti con la roba degli
        altri.buffone, non hai capito niente....non era per dire che il p2p dovrebbe essere legale, ma per dire che questo spionaggio delle email altrui da parte dei provider dovrebbe essere illegale!
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutte le scuse sono buone peer rubar
        - Scritto da: Anonimo
        e invece sappiamo chi sei, cosa fai quanti
        peli hai attorno al c...o e adesso veniamo a
        casa tua e ti fracassiamo l'hd a martellate.

        E se ti lamenti ti bruciamo anche tutti i
        libri di Marx e Mao...
        Siete tutti altruisti con la roba degli
        altri.WOW! sei proprio un campione di finezza non c'e' che dire!Se su internet fossero tutti come te mi sa che sarebbe meglio tornare a "carta e penna" dove almeno li certi "incontri ravvicinati" con la bestialita' umana non si fanno!
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutte le scuse sono buone peer rubar
        HHAAAHAHAHAHAAAHAHAAAAAAA..........ME STO' A SCOMPISCIA'.......vai a Zelig, li sì hai un futuro........qui come troll no ;)http://www.urban75.com/Mag/troll.html
    • Anonimo scrive:
      Re: negli usa: allora pure il p2p..

      ah, comunque per quanto riguarda la
      posta.... pgp e non leggono piu' nulla....Questo è quello che vogliono farti credere ;)Quanto credi che ci mettano con la decrittazione quantistica :| ?N.B. Che NON è FANTASCIENZA ma una realtà già utilmente impiegata dalle note agenzie di sicurezza...:o
      • LordBison scrive:
        Re: negli usa: allora pure il p2p..
        - Scritto da: Anonimo

        ah, comunque per quanto riguarda la

        posta.... pgp e non leggono piu'
        nulla....

        Questo è quello che vogliono farti
        credere ;)
        Quanto credi che ci mettano con la
        decrittazione quantistica :| ?
        N.B. Che NON è FANTASCIENZA ma una
        realtà già utilmente impiegata
        dalle note agenzie di sicurezza...:osi ma la usano le agenzie governative non un piccolo server anche alla telecom costerebbe troppo ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: negli usa: allora pure il p2p..
        - Scritto da: Anonimo

        ah, comunque per quanto riguarda la

        posta.... pgp e non leggono piu'
        nulla....

        Questo è quello che vogliono farti
        credere ;)
        Quanto credi che ci mettano con la
        decrittazione quantistica :| ?
        N.B. Che NON è FANTASCIENZA ma una
        realtà già utilmente impiegata
        dalle note agenzie di sicurezza...:ofonte? Un consiglio: scrivete nel dialetto del vostro paese e poi vediamo cosa riescono a decifrare...
        • Anonimo scrive:
          Re: negli usa: allora pure il p2p..
          - Scritto da: Anonimo
          fonte? Un consiglio: scrivete nel dialetto
          del vostro paese e poi vediamo cosa riescono
          a decifrare... Pòta, cusì chèsti americà i capìss poè en casso. I ti che te lèset te capìset?Cmq sarei curioso di conoscere le fonti che parlano di questa fantomatica decrittazione quantistica...
        • Anonimo scrive:
          Re: negli usa: allora pure il p2p..
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          ah, comunque per quanto riguarda la


          posta.... pgp e non leggono piu'

          nulla....



          Questo è quello che vogliono
          farti

          credere ;)

          Quanto credi che ci mettano con la

          decrittazione quantistica :| ?

          N.B. Che NON è FANTASCIENZA ma
          una

          realtà già utilmente
          impiegata

          dalle note agenzie di sicurezza...:o

          fonte? Un consiglio: scrivete nel dialetto
          del vostro paese e poi vediamo cosa riescono
          a decifrare...bella idea!Anzi perche' non usiamo il sardo che tra i vari dialetti italiani puo' senz'altro considerarsi il piu' indecifrabile!ah ah ah ve li immagginate gli agenti della CIA a fare corsi di sardo?
          • Anonimo scrive:
            Re: negli usa: allora pure il p2p..
            - Scritto da: Anonimo
            bella idea!
            Anzi perche' non usiamo il sardo che tra i
            vari dialetti italiani puo' senz'altro
            considerarsi il piu' indecifrabile!Il friulano invece è comprensibilissimo... :)Per non parlare del bresciano delle valli: una serie di suoni gutturali, simile ai canti delle balene, ma di tonalità decisamente più bassa. Ci sarebbe qualche problema a scriverlo però :pM
          • Anonimo scrive:
            Re: negli usa: allora pure il p2p..

            Anzi perche' non usiamo il sardo che tra i
            vari dialetti italiani è una lingua... aggiornati
    • Anonimo scrive:
      Re: negli usa: allora pure il p2p..
      - Scritto da: Anonimo
      "non sono altro che la duplicazione di file
      conservati dai server ".... anche il p2p
      allora... si fa solo la copia del file... i
      bit dell'mp3 o del programma scaricato
      vengono scritti uno per uno sul mio hardisk
      e anche se il materiale è stato
      scritto (prodotto) da altri è del
      tutto legale... perchè come dicono
      "sono solo copie".....
      non c'è nessuna differenza se mi
      copiano l'email con scritte informazioni
      confidenziali o se copiano un sorgente di un
      programma (protetto da copyright) che devo
      spedire per email, perchè -
      diciamocelo- se questo è possibile
      allora hanno proprio poco da lamentarsi del
      p2p....in cui tra l'altro non si viola la
      privacy di nessuno.....

      ...insomma negli usa si è come in un
      circo di leggi e leggine, provedimenti e
      sentenze tutte senza senso....



      ah, comunque per quanto riguarda la
      posta.... pgp e non leggono piu' nulla....Ti sbagli di grosso perche' la differenza c'e' ed e' pure bella grossa: infatti mentre nel mondo della musica (o piu' in generale della multimedialita') preso preferenzialmente di mira proprio dal P2P ruota un business da parecchi miliardi di $ (con tutti i relativi interessi lobistici) della nostra posta privata non frega niente a nessuno o quasi!Ed in america, ormai lo sanno anche i sassi: IL BUSINESS E' BUSINESS e su questo non si discute!Pensavo anche un'altra cosa: se invece di AMAZON avessero spiato nientemeno che MICROSOFT che cosa sarebbe successo?Penso che se cio' fosse accaduto allora si che ci sasrebbe stato da divertirsi!
      • Anonimo scrive:
        Re: negli usa: allora pure il p2p..
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        "non sono altro che la duplicazione di
        file

        conservati dai server ".... anche il p2p

        allora... si fa solo la copia del
        file... i

        bit dell'mp3 o del programma scaricato

        vengono scritti uno per uno sul mio
        hardisk

        e anche se il materiale è stato

        scritto (prodotto) da altri è del

        tutto legale... perchè come
        dicono

        "sono solo copie".....

        non c'è nessuna differenza se mi

        copiano l'email con scritte informazioni

        confidenziali o se copiano un sorgente
        di un

        programma (protetto da copyright) che
        devo

        spedire per email, perchè -

        diciamocelo- se questo è
        possibile

        allora hanno proprio poco da lamentarsi
        del

        p2p....in cui tra l'altro non si viola
        la

        privacy di nessuno.....



        ...insomma negli usa si è come
        in un

        circo di leggi e leggine, provedimenti e

        sentenze tutte senza senso....







        ah, comunque per quanto riguarda la

        posta.... pgp e non leggono piu'
        nulla....

        Ti sbagli di grosso perche' la differenza
        c'e' ed e' pure bella grossa: infatti mentre
        nel mondo della musica (o piu' in generale
        della multimedialita') preso
        preferenzialmente di mira proprio dal P2P
        ruota un business da parecchi miliardi di $
        (con tutti i relativi interessi lobistici)
        della nostra posta privata non frega niente
        a nessuno o quasi!a qualcuno invece frega .... se invii qualcosa per email e magari il dipendente dell'isp la legge... e ti copia l'idea...me ne frega qualcosa (perchè se per esempio invii un documento su un progetto... ti frega il brevetto :D).Poi c'è il problema privacy......Comunque una analogia col p2p c'è!

        Ed in america, ormai lo sanno anche i sassi:
        IL BUSINESS E' BUSINESS e su questo non si
        discute!
        Pensavo anche un'altra cosa: se invece di
        AMAZON avessero spiato nientemeno che
        MICROSOFT che cosa sarebbe successo?
        Penso che se cio' fosse accaduto allora si
        che ci sasrebbe stato da divertirsi!questo è sicuro :D:D sarebbe stato divertente....
    • Anonimo scrive:
      Re: negli usa: allora pure il p2p..

      ah, comunque per quanto riguarda la
      posta.... pgp e non leggono piu' nulla....amazon manda email cifrate?e gli altri?
  • Dias scrive:
    E la privacy
    Va a farsi benedire...Mi chiedo dove arriveremo con questo passo tra una decina d'anni.==================================Modificato dall'autore il 02/07/2004 1.34.30
Chiudi i commenti