A Ragusa il podcasting scolastico

Tecnologie aperte, server gratuiti e computer scolastici sono tutto ciò che serve a decine di studenti per lanciare RadioTuttiFermi, tra i primissimi esempi di podcasting collaborativo nelle scuole italiane. I dettagli


Ragusa – Più in là dei tradizionali giornalini scolastici e più in là delle spesso inutili ore di informatica, nel liceo statale E. Fermi di Ragusa ha preso vita uno dei primi podcasting scolastici italiani dal nome evocativo: RadioTuttiFermi . Un esperimento che coinvolge una redazione di studenti, con l’obiettivo di formare in loro una mentalità attiva nei confronti delle nuove tecnologie, per insegnargli come sfruttarle, modificarle ed utilizzarle al meglio.
Promotore dell’iniziativa e principale coordinatore è il prof. Carmelo Ialacqua (curatore anche di un blog dedicato alle nuove tecnologia applicate alla didattica, Edublog.it ) che abbiamo contattato per capire meglio come sia nato questo progetto e come si può sviluppare.

Punto Informatico: Come nasce l’idea di realizzare RadioTuttiFermi e come sta andando?
Carmelo Ialacqua: Dentro le scuole da sempre si fa il giornalino. Anche da noi c’è, ne abbiamo addirittura più d’uno. Ma l’idea che ci è venuta meno di un mese fa era di sperimentare nuove formule. La radio in particolare c’è sembrata perfetta, perché consente di trasmettere anche contenuti musicali o di altra natura, cosa che comunque ci interessa molto. Ci piacerebbe infatti più avanti trasmettere contenuti originali come radiodrammi o letture, cose insomma che possono essere svolte solo attraverso la radio e non su un tradizionale giornalino.

PI: Qual è il vostro pubblico?
CI: Fin dall’inizio la nostra ambizione è stata più che altro quella di raggiungere la nostra comunità, che già è abbastanza ampia. Vogliamo che la radio sia soprattutto uno strumento di comunicazione dentro la scuola e devo dire che da questo punto di vista c’è stata una buona risposta. Considerando anche la povertà dei mezzi a disposizione direi che i risultati sono molto buoni.
Certo col tempo vorrei coinvolgere sempre di più l’istituto cercando di fare una radio vera che trasmetta magari via satellite o in streaming, con anche un palinsesto più serrato.

PI: Ecco, la povertà di mezzi.. Che budget vi è servito e che tecnologie avete utilizzato?
CI: Il budget per ora è zero. Nel senso che prima di poter chiedere ulteriori risorse alla scuola abbiamo preferito cominciare da soli, utilizzando tutti strumenti gratuiti. Lo spazio web è stato preso sui server di Altervista , il software open source utilizzato per metter in piedi e gestire il sito è Drupal e quello utilizzato per la registrazione e l’editing audio è Audacity .
Per l’hosting dei file audio poi ci siamo appoggiati a Garageband.com e infine le trasmissioni vengono registrate sui computer della scuola, attrezzature quindi già esistenti.

PI: E gli studenti? Sono tanti quelli che si sentono coinvolti?
CI: Devo dire che, benché me l’aspettassi, non c’è stata un’adesione a valanga e fortunatamente! Perché ora che siamo all’inizio per me è meglio poter contare su un gruppo ristretto e già formato.

PI: In troppi potrebbero rendere difficile organizzarsi…?
CI: Il fatto è che l’abitudine ad usare questi strumenti informatici in maniera così attiva non è troppo diffusa tra i giovani, anche a scuola vedo che i ragazzi girano su internet sempre sui medesimi siti.

PI: Beh, ma quindi quanti siete?
CI: Per il momento il gruppo è intorno alle 20 persone, necessariamente limitato anche perché li stiamo formando per diventare producers, cioè seguire una trasmissione dall’ideazione alla messa in onda sul sito, ma ci sono parecchi altri collaboratori che girano intorno alla radio e confido che questi cresceranno sempre di più.

PI: In quale momento della giornata i ragazzi si dedicano alla radio? Non è un problema con le lezioni?
CI: Al momento queste attività sono considerate extra-scolastiche, cioè hanno una valenza educativa e formativa ma vengono realizzate all’interno di un piano di formazione che prevede l’uso di ore pomeridiane. Tuttavia questo non ha fermato i ragazzi, è interessante notare come si siano organizzati coordinandosi via internet tramite scambi di mail e file durante tutta la settimana.

PI: E gli altri insegnanti che dicono?
CI: Ho notato che alcuni degli altri professori non si sono lasciati sfuggire l’occasione e hanno capito le potenzialità didattiche sia di una simile iniziativa, sia della tecnologia che utilizziamo e contano di applicare questo modello ad altri tipi di attività.

a cura di Gabriele Niola

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • moresco scrive:
    DA SCOMPISCIARSI
    "Da noi non esiste la censura!" Pure comico!!!ROTFL (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Le mucche volano
    Io ho visto le mucche volanti, so che esistono
  • Anonimo scrive:
    Telekom Serbia, Milosevic..i comunisti..
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: mda



    - caso telekom serbia

    Secondo la sola parola di faccendiere (Ricercato

    dalla polizia svizzera per truffe), ovvero

    truffatore ?

    I giudici svizzeri (dato che era reato anche

    svizzero) non trovarono niente !

    ma ti rendi conto di cosa è stata la vicenda
    telekom serbia? I tuoi governanti negano tutto,
    quando invece sapevano benissimo cosa stava
    succedendo. Il nostro ambasciatore spediva
    telegrammi urgentissimi a fassino e lui?
    Niente... diceva che leggeva i giornali locali
    per informarsi su come stavano andando le cose,
    rotfl.Aggiungerei poi il fatto che Milosevic è stato assassinato adesso proprio per impedire che i nomi dei coinvolti nei loschi traffici venissero resi noti. Classico stile comunista, lo eliminano perchè non possa parlare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...

    Thread[OT] Re: Ma neanche in Italia...
    scritto il 15/03/06 alle 18:08 (+ Forum book)
    La totale mancanza di rispetto per il popolo che
    sono 12 anni che vota Berlusconi è ciò che
    contraddistingue la pericolosità reale e provata
    della sinistra. Le stesse minacce di Prodi ieri
    sera a Berlusconi seguite da un "non volersi
    vendicare" dimostrano quanto sia necessario che
    la sinistra non vinca queste elezioni, perchè non
    sarà solo Berlusconi ad essere colpito, non solo
    le sue aziende espropriate ma la libertà di tutti
    i cittadini verrà così danneggiata e negata.


    Bravissimo povero ilvio lui è sceso in campo l'ha fatto
    per noi, non per l'immunità parlamentareImmunità parlamentare ... non esiste più, non certo nei termini di un tempo poi. Non sai di cosa parli. La tua stessa sinistra la tolse per poter colpire quelli della DC e PSI di Craxi... memoria corta ? Se Berlusconi avesse voluto difendere i suoi interessi e fregarsene degli italiani avrebbe avuto vita facile facendo un patto con la sinistra di Occhetto anzichè sfidarlo e successivamente con D'Alema. Chi glielo ha fatto fare di mettersi contro i potentati economici e politici di questo paese rappresentati dalla sinistra dei DS in primo luogo ? Tutti gli altri imprenditori che hanno saputo pensare esclusivamente a loro stessi si sono schierati a sinistra scendendo a patti senza tentare di opporsi in alcun caso. Dire che non è entrato in politica per gli italiani ma per i suoi interessi è nei fatti una falsità perchè o è un pazzo suicida o ha un coraggio invidiabile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Birzio
    - Scritto da: Anonimo



    La solita penosa, patetica e ridicola serie di

    battute basate su supposizioni e falsità messe

    insieme da stampa e magistratura politicizzate,

    che a sinistra quelli come te ritengono

    sufficienti per condannare e sbattere in galera

    gli avversari politici e chiunque risulti
    scomodo

    mentre ovviamente sono solo balle quando escono

    fuori fatti gravi e con prove riguardo a Unipol
    e

    Coop... Guai a toccare gli interessi dei DS e di

    tutta la gente che gravita attorno ai veri

    potentati economici che pensano esclusivamente
    al

    potere per ottenere vantaggi....

    No, no, non fraintendermi! Io non voglio mica
    mettere in galera Berlusconi o Riina!
    Per me sono uomini d'onore e per tali vanno
    rispettati ed onorati.
    Per quanto riguarda i poteri forti, poi, ritengo
    che la sinistra dei vari petrolieri americani
    (notoriamente appoggiati dai DS) stia portando il
    mondo alla rovina.
    I continui scandali dei comunisti Fazio, Fiorani,
    Ricucci, Gnutti non fa altro che confermare che i
    DS siano gente cattiva.
    Il possesso di Mediaset da parte di Prodi, poi,
    ahhh....questo è il vero problema italiano! Come
    si può permettere ad un politico come lui di
    manovrare tre reti televisive su 6. TERRIBILE!

    Hai ragione inoltre riguardo alle patetiche
    supposizioni riguardo alle leggi che questo
    governo ha fatto: le leggi da me citate infatti
    NON ESISTONO, ma saranno di sicuro una creazione
    mediatica di uomini influenti e potentissimi come
    Veltroni o Pecoraro Scanio.
    Inoltre, non c'è dubbio che un P2-ista come Di
    Pietro stia gestendo come burattini i
    corrottissimi giudici stranieri per far cadere
    nella rete Berlusconi che, finora, s'è salvato
    solo grazie alla sua correttezza morale.

    ....Benvenuti in "Alice nel paese delle
    meraviglie"

    Ciao
    FabrizioLa cosa patetica è che credi di essere furbo nella tua dialettica, peccato che ti rendi solo ridicolo, non c'è nulla di furbo in quello che scrivi per attaccare Berlusconi. Sono 12 anni che i giullari di sinistra propinano in Tv queste idiozie, stessa cosa fanno magistrati, stampa e telegiornali.Fazio, Fiorani, Ricucci, Gnutti hai citato tentando di far capire che non sono di sinistra... e tu credo che qualcuno abbocchi a tale idiozia ? Ma sì, le Coop sono di Berlusconi, eh ? Unipol è di Berlusconi, vero ? Patetico, patetico, assolutamente patetico.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...

    La totale mancanza di rispetto per il popolo che
    sono 12 anni che vota Berlusconi è ciò che
    contraddistingue la pericolosità reale e provata
    della sinistra. Le stesse minacce di Prodi ieri
    sera a Berlusconi seguite da un "non volersi
    vendicare" dimostrano quanto sia necessario che
    la sinistra non vinca queste elezioni, perchè non
    sarà solo Berlusconi ad essere colpito, non solo
    le sue aziende espropriate ma la libertà di tutti
    i cittadini verrà così danneggiata e negata.
    Bravissimo povero ilvio lui è sceso in campo l'ha fatto per noi, non per l'immunità parlamentare :D
  • Birzio scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo

    La solita penosa, patetica e ridicola serie di
    battute basate su supposizioni e falsità messe
    insieme da stampa e magistratura politicizzate,
    che a sinistra quelli come te ritengono
    sufficienti per condannare e sbattere in galera
    gli avversari politici e chiunque risulti scomodo
    mentre ovviamente sono solo balle quando escono
    fuori fatti gravi e con prove riguardo a Unipol e
    Coop... Guai a toccare gli interessi dei DS e di
    tutta la gente che gravita attorno ai veri
    potentati economici che pensano esclusivamente al
    potere per ottenere vantaggi....No, no, non fraintendermi! Io non voglio mica mettere in galera Berlusconi o Riina!Per me sono uomini d'onore e per tali vanno rispettati ed onorati.Per quanto riguarda i poteri forti, poi, ritengo che la sinistra dei vari petrolieri americani (notoriamente appoggiati dai DS) stia portando il mondo alla rovina.I continui scandali dei comunisti Fazio, Fiorani, Ricucci, Gnutti non fa altro che confermare che i DS siano gente cattiva.Il possesso di Mediaset da parte di Prodi, poi, ahhh....questo è il vero problema italiano! Come si può permettere ad un politico come lui di manovrare tre reti televisive su 6. TERRIBILE!Hai ragione inoltre riguardo alle patetiche supposizioni riguardo alle leggi che questo governo ha fatto: le leggi da me citate infatti NON ESISTONO, ma saranno di sicuro una creazione mediatica di uomini influenti e potentissimi come Veltroni o Pecoraro Scanio.Inoltre, non c'è dubbio che un P2-ista come Di Pietro stia gestendo come burattini i corrottissimi giudici stranieri per far cadere nella rete Berlusconi che, finora, s'è salvato solo grazie alla sua correttezza morale.....Benvenuti in "Alice nel paese delle meraviglie"CiaoFabrizio
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Birzio
    Pubblicità dei partiti vietata? Davvero? Caspita
    magari lo fosse!

    Cosa sono, forse dei pannolini? O dei cerotti?
    No, magari delle automobili?
    Più pubblicità con slogan elettorali vediamo per
    strada e più la nostra democrazia va a farsi
    benedire.
    La politica è un impegno nobile, non un bene di
    consumo da pubblicizzare senza regole.Ma che regole di cosa ? La regola in una democrazia è la libertà lasciata ai cittadini di fare una scelta senza uno o più grandi fratelli che "ti aiutano" e "ti proteggono" e "ti suggeriscono cosa scegliere" !
    Sulla par condicio, ricordo che, se il magnate
    dell'informazione italiana non coprisse la
    seconda carica delo Stato, non ci sarebbe nemmeno
    bisogno di questa legge scomoda da applicare.

    Avanti, ora siete liberi di trolleggiare (troll2)
    (troll3) (azzurro e rosso, per par condicio :D
    ).

    Grazie
    Fabrizio

    ==================================
    Modificato dall'autore il 15/03/2006 17.16.00Sei patetico. L'odio sfrenato e la bramosia di espropiare Berlusconi è l'unica cosa che tiene assieme la gente di sinistra cattolica con la sinistra riciclata dei DS con gli estremisti noglobal. La totale mancanza di rispetto per il popolo che sono 12 anni che vota Berlusconi è ciò che contraddistingue la pericolosità reale e provata della sinistra. Le stesse minacce di Prodi ieri sera a Berlusconi seguite da un "non volersi vendicare" dimostrano quanto sia necessario che la sinistra non vinca queste elezioni, perchè non sarà solo Berlusconi ad essere colpito, non solo le sue aziende espropriate ma la libertà di tutti i cittadini verrà così danneggiata e negata.
  • Anonimo scrive:
    Fanno bene!
    Guardate cosa è successo all'occidente. Non c'è nessuna politica demografica, le differenze tra classi sociali diventano sempre più profonde, l'accesso ai beni comuni (tra tutti l'acqua) è diventato oggetto di mercificazione, si fanno 'prigioneri' durante una missione di pace e si tengono a Guantamano senza che nessuno possa fare nulla! E si potrebbe continuare per volumi interi.E allora? Beh, sicuramente la Cina non brilla nel campo dei diritti civili ma, alla luce della grandezza dei problemi è un modello con cui confrontarsi, inevitabilmente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanno bene!
      A proposito di Guantamano, un articolo da "La Repubblica" del 2002...http://www.repubblica.it/online/mondo/attaccodiciannove/reporta/reporta.html
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Birzio
    Sei proprio comunista!!
    Solo perché uno si è creato una legge per il
    falso in bilancio, una per la riduzione della
    prescrizione dei reati, una per impedire il
    ricorso in appello ed altre inezie, non puoi
    asserire che non sia una persona linda ed
    assolutamente disinteressata.

    Anche il fatto che abbia corrotto un giudice,
    pagato il marito di un ministro britannico
    (costretta a divorziare) preché dichiarasse il
    falso oppure assoldato come suo stalliere un
    mafioso di prima categoria, non ti autorizza a
    dubitare di lui.

    Un ministro del consiglio è come "Gesù" o
    "Napoleone" e "per definizione non può
    mentire"....quindi io gli devo credere.....

    Ciao
    FabrizioLa solita penosa, patetica e ridicola serie di battute basate su supposizioni e falsità messe insieme da stampa e magistratura politicizzate, che a sinistra quelli come te ritengono sufficienti per condannare e sbattere in galera gli avversari politici e chiunque risulti scomodo mentre ovviamente sono solo balle quando escono fuori fatti gravi e con prove riguardo a Unipol e Coop... Guai a toccare gli interessi dei DS e di tutta la gente che gravita attorno ai veri potentati economici che pensano esclusivamente al potere per ottenere vantaggi....
  • Birzio scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    Sei proprio comunista!!Solo perché uno si è creato una legge per il falso in bilancio, una per la riduzione della prescrizione dei reati, una per impedire il ricorso in appello ed altre inezie, non puoi asserire che non sia una persona linda ed assolutamente disinteressata.Anche il fatto che abbia corrotto un giudice, pagato il marito di un ministro britannico (costretta a divorziare) preché dichiarasse il falso oppure assoldato come suo stalliere un mafioso di prima categoria, non ti autorizza a dubitare di lui.Un ministro del consiglio è come "Gesù" o "Napoleone" e "per definizione non può mentire"....quindi io gli devo credere.....CiaoFabrizio
  • Anonimo scrive:
    Non esisteva nemmeno sotto il fascismo..
    ..infatti potevi dire e fare tutto quello che volevi a patto che non parlassi male del fascismo, della sua dottrina e del duce...
  • allanon scrive:
    Re: Ma è chiaro! La censura non esiste!
    Tranquilli, la Cina ormai è il nuovo modello globale, presto NON censurerasnno nemmeno noi...O forse siamo già più avanti visto che censuriamo i siti delle partite cinesi???
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma è chiaro! La censura non esiste!
      Ma qual'è il rischio per la sicurezza nazionale che tanto ostentano?? forse la libertà di si espressione di ogni cittadino cinese?? Mio dio è terribile!! Fuciliamoli tutti!   :s
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...

    Non esiste il concetto di "abbastanza liberi", o
    si è liberi o non lo si è.libero di evadere le tasse e di corrompere i giudici? :p
  • Anonimo scrive:
    Per la redazione
    Da qui a qualche settimana saranno sempre più frequenti i cosiddetti raccoglitori di voti e di consensi.Prego la redazione di segare sul nascere ogni iniziativa del genere (si veda il messaggio 'prodi o berlusconi in Italia', presente in questo thread che nulla a che vedere con ciò di cui parla l'articolo)
    • riccardosl45 scrive:
      Re: Per la redazione
      - Scritto da: Anonimo
      Da qui a qualche settimana saranno sempre più
      frequenti i cosiddetti raccoglitori di voti e di
      consensi.

      Prego la redazione di segare sul nascere ogni
      iniziativa del genere (si veda il messaggio
      'prodi o berlusconi in Italia', presente in
      questo thread che nulla a che vedere con ciò di
      cui parla l'articolo)Pienamente daccordo.
  • Anonimo scrive:
    Mi stropiccio gli occhi..
    questo e' un altro ribaltamento della realta'.Secondo me hanno preso lezioni dal nano portatore di democrazia.
    • otacu scrive:
      Re: Mi stropiccio gli occhi..
      - Scritto da: Anonimo
      questo e' un altro ribaltamento della realta'.

      Secondo me hanno preso lezioni dal nano portatore
      di democrazia.LOL questa cosa di stropicciare gli occhi diventerà un tormentone... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma è chiaro! La censura non esiste!
    - Scritto da: otacu
    Potete parlare di tutto liberamente... tranne di
    quello che non mi va! Questa sì è libertà! :DHanno raggiunto il culmine della censura: censurare la censura stessa! E' un record! :|
  • marcoseverino scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Negli USA gli spot elettorali vanno in onda

    tutto


    il giorno


    Negli USA può diventare presidente solo chi è

    ricco sfondato. Ti sembra corretto?

    E che c'entra con il discorso della
    regolamentazione della pubblicita' elettorale?
    Hai perso il filo e cambi argomento, eh?
    Cavolo... centra per forza... le tv fanno pagare gli spot, alias... chi ha più soldi fa più spot.Questo provoca la degenerazione che per fare la pubblicità in tv:1) o si è ricchi... ma molto molto ricchi2) o si ottengono i soldi da grandi finanziatori, cosa che inevitabilmente avrà forti riflessi su come si comporterà poi l'eletto.

    In che modo

    vengono rappresentati i cittadini "normali" in
    un

    sistema in cui può andare al governo solo chi
    può

    permettersi di spendere miliardi in spot

    elettorali?

    Ti sembra democrazia questa?

    Ti giro la domanda sull'Italia dove non ci sono
    mai stati presidenti donna, anche se milionarie.
    E di poveri al governo anche in Italia non ne ho
    mai visti.non è questione di essere proletari... ma un conto è non essere poveri, un conto è essere miliardariPer le donne sono d'accordo, ce ne vorrebbero di più, per legge se necessario... per molti aspetti probabilmente saprebbero governare meglio
  • mda scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo
    esempi?
    - caso unipolDimostrato cosa ?
    - caso telekom serbiaSecondo la sola parola di faccendiere (Ricercato dalla polizia svizzera per truffe), ovvero truffatore ?I giudici svizzeri (dato che era reato anche svizzero) non trovarono niente !
    - prodi e l'IRI, quindi: alfa romeo, SME,Dove è risultata una corretta e ottima gestione
    Cirio-Bertolli-DeRicaChiede ad altri
    - conflitto di interessi: Prodi e la società di
    consulenza Nomisma.Risultata NON vera
    - minacce di morte al pm che indagava sul caso
    CirioAmico di chi ?
    - legge ad personam per assolvere Prodi nel caso
    CirioChe non esiste !Dato che non era Prodi ma ....
    - Pm trasferiti in sedi inesistenti perchè
    volevano chiedere il rinvio a giudizio per Prodi.Fandonia !Dato che non era Prodi ma ....

    Per chi non conoscesse queste vicende, basta
    digitare su google key semplici come:
    prodi cirio geremia morte
    oppure
    prodi alfa iri
    o ancora
    prodi telekom serbiae spunta il NANO !!!!!!!
    ecc...
    Buono studio.
    Quello che dici era sul "Giornale" e per questo CONDANNATO al risarcimento per "Inesattezze" ovvero balle !(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma neanche in Italia...
      - Scritto da: mda

      - caso telekom serbia
      Secondo la sola parola di faccendiere (Ricercato
      dalla polizia svizzera per truffe), ovvero
      truffatore ?
      I giudici svizzeri (dato che era reato anche
      svizzero) non trovarono niente !ma ti rendi conto di cosa è stata la vicenda telekom serbia? I tuoi governanti negano tutto, quando invece sapevano benissimo cosa stava succedendo. Il nostro ambasciatore spediva telegrammi urgentissimi a fassino e lui? Niente... diceva che leggeva i giornali locali per informarsi su come stavano andando le cose, rotfl.

      - prodi e l'IRI, quindi: alfa romeo, SME,
      Dove è risultata una corretta e ottima gestionePeccato che sia dimezzato il capitale dell'IRI. Prodi, smentito da economisti e politici dell'epoca, aveva "calcolato male" (ohibò...) il bilancio per farlo risultare in attivo, ROTFL (non contando il reparto siderurgico).In pratica svendeva le aziende ai suoi amici, tanto che LA MAGISTRATURA fu COSTRETTA a BLOCCARE LA CESSIONE della SME (che Prodi stava regalando, as usual...). Poi, ovviamente, la magistratura indagò Berlusconi, reo di aver messo in piedi una cordata con Barilla e Ferrero per fare un'offerta più alta, 2000 miliardi contro 395, in modo da acquistare la SME.Ovviamente il processo ha confermato che non ci fu corruzione di giudici in quel caso... ma perchè non fare il CULO al signor PRODI che invece di far incassare cose tipo 2MILA miliardi a me e a te, preferiva fare incassare allo stato solo 395 miliardi?

      Cirio-Bertolli-DeRica
      Chiede ad altriFu indagato, un pm trasferito in SARDEGNA in una sede praticamente INESISTENTE, l'altro fu MINACCIATO più volte di morte, ROTFL.

      - conflitto di interessi: Prodi e la società di

      consulenza Nomisma.
      Risultata NON veraAaah è risultata non vera? Secondo chi? Ah giusto, i giudici, rotfl.In realtà Prodi, a capo dell'IRI, riuscì a far assegnare diverse commesse alla sua società di consulenza.

      - minacce di morte al pm che indagava sul caso

      Cirio
      Amico di chi ?Veramente le minacce di morte le ricevette una povera donna che non era certamente amica di nessuno.Il caso, infatti, era stato affidato a lei e insabbiato dal grandissimo signor Landi.

      - legge ad personam per assolvere Prodi nel caso

      Cirio
      Che non esiste !
      Dato che non era Prodi ma ....Grazie alla modifica del reato di abuso d'ufficio (che, bisogna dirlo, era COMUNQUE una modifica prevista da entrambi gli schieramenti politici) prodi fu assolto.

      - Pm trasferiti in sedi inesistenti perchè

      volevano chiedere il rinvio a giudizio per
      Prodi.

      Fandonia !
      Dato che non era Prodi ma ....Fandonia un cazzo, era Prodi... Ricordi anche la sentenza depositata (opsss) due giorni in ritardo in modo da riuscire a trasferire il pm a casa di Dio affinchè non impugnasse la sentenza?Nooooo, no che non lo ricordi.

      Per chi non conoscesse queste vicende, basta

      digitare su google key semplici come:

      prodi cirio geremia morte

      oppure

      prodi alfa iri

      o ancora

      prodi telekom serbia

      e spunta il NANO !!!!!!!E spuntano le verità che bisogna tener nascoste...
      Quello che dici era sul "Giornale" e per questo
      CONDANNATO al risarcimento per "Inesattezze"
      ovvero balle !Quello che dico non era solo sul Giornale, è finito su un fracco di giornali, in 2 libri (mi pare di ricordare 2, potrei sbagliarmi) ed è finito anche insabbiato chissà dove per proteggere Romano ed i suoi protettori.
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Infatti, rotfl x l'informazione in italia.
  • Anonimo scrive:
    La tecnica dello smemo
    Usano la tecnica del berlusca.Spara qualche cifra a caso basta che ne spari tante e nega tutto.Il bello è che funziona.
    • Anonimo scrive:
      Re: La tecnica dello smemo
      - Scritto da: Anonimo
      Usano la tecnica del berlusca.
      Spara qualche cifra a caso basta che ne spari
      tante e nega tutto.
      Il bello è che funziona.Come no.. proprio la stessa cosa, eh ? Ma per favore !Dire che Berlusconi parla come il regime comunista cinese è un'idiozia colossale !
      • marcoseverino scrive:
        Re: La tecnica dello smemo
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Usano la tecnica del berlusca.

        Spara qualche cifra a caso basta che ne spari

        tante e nega tutto.

        Il bello è che funziona.

        Come no.. proprio la stessa cosa, eh ? Ma per
        favore !
        Dire che Berlusconi parla come il regime
        comunista cinese è un'idiozia colossale !L'idea è: ripeti una cosa all'infinito e diventa vera alle orecchie di chi la sente.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    Siamo abbastanza liberi , certamente piu' dei


    cinesi ...



    Forse tu la pensi così, io no.

    Non esiste il concetto di "abbastanza liberi", o

    si è liberi o non lo si è.

    Con buona pace delle milioni di sfumature di
    significato della parola e delle diverse
    circostanze e contesti.Ma che sfumature? La libertà è una, non esistono libertà più o meno importanti, non si può rinunciare a nessuna di esse. La prima volta che vi rinunci... anche ad una libertà insignificante... hai rinunciato a tutte.
  • Icefox scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    Sono d'accordo con te, in ogni caso siamo in una posizione troppo bassa, ma mi permetto di riportare un fatto importante che neppure Celentano ha riportato
    http://unimondo.oneworld.net/article/view/125453/1

    siamo al 42 esimo posto al mondo e ULTIMI in
    Europa.il nostro 42esimo posto (che comunque agli appassionati di fantascienza farà immensament epiacere) è dovuto al fatto che siamo uno dei pochi paesi al mondo che ha molte testate registrate come "organi di partito" (qualsiasi partito).Levando queste testate la nostra posizione non sarebbe ancora tra i primi della lista, ma sicuramente ci posizionerebbe al di sopra di altri paesi europei.
    • mda scrive:
      Re: Ma neanche in Italia...
      - Scritto da: Icefox

      Sono d'accordo con te, in ogni caso siamo in una
      posizione troppo bassa, ma mi permetto di
      riportare un fatto importante che neppure
      Celentano ha riportato



      http://unimondo.oneworld.net/article/view/125453/1



      siamo al 42 esimo posto al mondo e ULTIMI in

      Europa.

      il nostro 42esimo posto (che comunque agli
      appassionati di fantascienza farà immensament
      epiacere) è dovuto al fatto che siamo uno dei
      pochi paesi al mondo che ha molte testate
      registrate come "organi di partito" (qualsiasi
      partito).

      Levando queste testate la nostra posizione non
      sarebbe ancora tra i primi della lista, ma
      sicuramente ci posizionerebbe al di sopra di
      altri paesi europei.
      Leggi bene il perchè ! :|
  • Anonimo scrive:
    prodi o berlusconi in Italia
    Perché cambierà qualcosa se vincerà Prodi? Si sono mai lamentati perché il governo ha fatto chiudere i siti?Giudicate voi stessi il meno peggioed2k://|file|_Berlusconi_o_Prodi_.rar|12327629|2ff43904468f722c1888555fc368e02d|/
  • Anonimo scrive:
    IDEOLOGIE E RELIGIONI ASSOLUTISTE
    Hanno molto in comune le ideologie totalitarie, come comunismo, fascismo, con le religioni assolutiste, come cristianesimo, islam. Ideologie e dogmi, sono invenzioni degli uomini dunque imperfette e contraddittorie, addirittura ridicole o mostruose, la critica e la satira, hanno il potere di smascherare l'inganno, di aprire gli occhi alle genti, che si trasformano da "masse" o "gregge" in persone autocoscienti. Questo per un sistema totalitario comunista, islamico o catto-fascista, è inaccettabile, dunque la critica al regime va ferocemente perseguita, con ogni mezzo, bastone e/o carota, ma va stroncata.   Dunque non stupiamoci se in Cina non c'è libertà di espressione, tanto meno dobbiamo stupirci se le tre religioni monoteiste fondano una santa alleanza per combattere la libertà di critica alle loro religioni, che mirano sempre a trasformarsi in teocrazie e purtroppo per l'umanità, nel passato, nei secoli bui, ci riuscirono, precipitando le nazioni sotto il loro giogo, nel più folle e sanguinario dei regimi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo
    Non esiste il concetto di "abbastanza liberi", o
    si è liberi o non lo si è.ben dettopurtroppo pochi esseri umani afferrano questo concettoquasi tutti lasceranno che sia una casta politica a definire il proprio concetto di "libertà", senza mai porsi alcuna domandameno libertà abbiamo noi, più ne hanno loro
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma è chiaro! La censura non esiste!
    CERTO!WINDOWS NON HA BUG, BERLUSCONI E' UN CAPELLONE, PRODI E' UN FOTOMODELLO E L'ADSL ITALIANA E' COME QUELLA EUROPEA.MA SOPRATUTTO NON TI FANNO SPARIRE SE FAI UN BLOG IN CINA!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma è chiaro! La censura non esiste!
      - Scritto da: Anonimo
      CERTO!
      WINDOWS NON HA BUG, BERLUSCONI E' UN CAPELLONE,
      PRODI E' UN FOTOMODELLO E L'ADSL ITALIANA E' COME
      QUELLA EUROPEA.
      MA SOPRATUTTO NON TI FANNO SPARIRE SE FAI UN BLOG
      IN CINA!Orwell aveva previsto tutto, grande uomo
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Negli USA gli spot elettorali vanno in onda
    tutto

    il giorno
    Negli USA può diventare presidente solo chi è
    ricco sfondato. Ti sembra corretto?E che c'entra con il discorso della regolamentazione della pubblicita' elettorale? Hai perso il filo e cambi argomento, eh?
    In che modo
    vengono rappresentati i cittadini "normali" in un
    sistema in cui può andare al governo solo chi può
    permettersi di spendere miliardi in spot
    elettorali?
    Ti sembra democrazia questa?Ti giro la domanda sull'Italia dove non ci sono mai stati presidenti donna, anche se milionarie.E di poveri al governo anche in Italia non ne ho mai visti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Siamo abbastanza liberi , certamente piu' dei

    cinesi ...

    Forse tu la pensi così, io no.
    Non esiste il concetto di "abbastanza liberi", o
    si è liberi o non lo si è.Con buona pace delle milioni di sfumature di significato della parola e delle diverse circostanze e contesti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    Siamo abbastanza liberi , certamente piu' dei


    cinesi ...



    Forse tu la pensi così, io no.

    Non esiste il concetto di "abbastanza liberi", o

    si è liberi o non lo si è.

    Figurati, m'han detto che, nel rapporto sulle
    libertà di parola, addirittura la bolivia è al di
    sopra di noi. Pure uno stramaledettissimo paese
    fatto di alberi e foreste è più libero di noi.
    Incredibile.Forse perche' fatto da alberi e foreste.
  • Anonimo scrive:
    invece in italia...
    ... il presidente del consiglio non si occupa piu' di mediaset.(aho', l'ho dovuta dire per par condicio preelettorale, e mica si puo' parlar male solo dei rossi :D )
    • mda scrive:
      Re: invece in italia...
      - Scritto da: Anonimo
      ... il presidente del consiglio non si occupa
      piu' di mediaset.

      (aho', l'ho dovuta dire per par condicio
      preelettorale, e mica si puo' parlar male solo
      dei rossi :D )stamo aaa credeeeeeee !(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: invece in italia...
      - Scritto da: Anonimo
      ... il presidente del consiglio non si occupa
      piu' di mediaset.

      (aho', l'ho dovuta dire per par condicio
      preelettorale, e mica si puo' parlar male solo
      dei rossi :D )Infatti lo speciale su un canale Mediaset subito dopo non era affatto propagandistico :D
      • Anonimo scrive:
        Re: invece in italia...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... il presidente del consiglio non si occupa

        piu' di mediaset.



        (aho', l'ho dovuta dire per par condicio

        preelettorale, e mica si puo' parlar male solo

        dei rossi :D )

        Infatti lo speciale su un canale Mediaset subito
        dopo non era affatto propagandistico :DMario Giordana di Studio Aperto non è certo pro-Berlusconi. E' un noto "amico" della famiglia Agnelli... è a sinistra e non a destra.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Siamo abbastanza liberi , certamente piu' dei

    cinesi ...

    Forse tu la pensi così, io no.
    Non esiste il concetto di "abbastanza liberi", o
    si è liberi o non lo si è.Figurati, m'han detto che, nel rapporto sulle libertà di parola, addirittura la bolivia è al di sopra di noi. Pure uno stramaledettissimo paese fatto di alberi e foreste è più libero di noi. Incredibile.
  • Anonimo scrive:
    Oceania Cinese
    Questi qua, che il libro Orwelliano definiva come "EstAsiatici", son presi COMPLETAMENTE sotto il controllo del Grande Fratello. La manipolazione dei media, atta a divulgare bugie, per mantenere la gente calma, nè è una prova lampante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Oceania Cinese
      Si' ma una versione di fascismo migliore userebbe piu' movimenti che fingono di combattersi invece del partito unico. Molto meglio lasciare litigare il popolo e contemporaneamente circondarli di catene invisibili (di cosa parlo? quand'e' l'ultima volta che hai avuto tempo di andare a guardare cosa fa approvare un governo, un parlamento un sindaco? Quand'e' che di fronte a leggi inaccettabili abbiamo smesso di frignare e abbiamo proposto referendum abrogativi?)Insomma meglio qui che sotto i cinesi ma non facciamoci illusioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Oceania Cinese
        - Scritto da: Anonimo
        Si' ma una versione di fascismo migliore userebbe
        piu' movimenti che fingono di combattersiOgni riferimento a certi partiti nazionali è puramente casuale.
        invece del partito unico.In un certo paese ne volevano fare uno non molto tempo fa
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Angelone
    La censura esiste eccome!

    Siamo un paese dove c'è solo parzialmente la
    libertà di parola.

    Non lo dico io:

    http://unimondo.oneworld.net/article/view/125453/1

    siamo al 42 esimo posto al mondo e ULTIMI in
    Europa.

    Siamo sempre gli ultimi. Che bello!E pensa te chi lo dice.. eh? L'ennesimo fanatico di sinistra che è stato in grado con Celentano sulla Rai di riportare dati falsi e senza dare riferimenti sui criteri di scelta di quel sito americano.
    • mda scrive:
      Re: Ma neanche in Italia...
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Angelone

      La censura esiste eccome!



      Siamo un paese dove c'è solo parzialmente la

      libertà di parola.



      Non lo dico io:




      http://unimondo.oneworld.net/article/view/125453/1



      siamo al 42 esimo posto al mondo e ULTIMI in

      Europa.



      Siamo sempre gli ultimi. Che bello!

      E pensa te chi lo dice.. eh? L'ennesimo fanatico
      di sinistra che è stato in grado con Celentano
      sulla Rai di riportare dati falsi e senza dare
      riferimenti sui criteri di scelta di quel sito
      americano.Dati (internazionali) falsi quando NON piacciono ! :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Negli USA gli spot elettorali vanno in onda
    tutto

    il giorno

    Negli USA può diventare presidente solo chi è
    ricco sfondato. Ti sembra corretto? In che modo
    vengono rappresentati i cittadini "normali" in un
    sistema in cui può andare al governo solo chi può
    permettersi di spendere miliardi in spot
    elettorali? Ti sembra democrazia questa?Falso. Non devi essere affatto ricco per essere eletto, devi avere l'appoggio del partito. Nessuno ti vieta di entrare nel partito in cui ti riconosci, Democratici o Repubblicani, e conquistarti l'appoggio degli iscritti per la scalata alla candidatura ufficiale. Poi è ovvio che nel processo uno ottenga guadagni e favoritismi dalla propria coalizione politica.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Siamo abbastanza liberi , certamente piu' dei

    cinesi ...

    Forse tu la pensi così, io no.
    Non esiste il concetto di "abbastanza liberi", o
    si è liberi o non lo si è.Guarda che voleva essere sarcastico quello che ti ha risposto.
  • Anonimo scrive:
    cerrrrto
    la censura non esiste, un po come gli usa che intercettano e registrano le comunicazioni di tutti i privati cittadini per combattere il terrorismo; ma andate un po a ca***e tutti quanti
    • Anonimo scrive:
      Re: cerrrrto
      - Scritto da: Anonimo
      la censura non esiste, un po come gli usa che
      intercettano e registrano le comunicazioni di
      tutti i privati cittadini per combattere il
      terrorismo; ma andate un po a ca***e tutti quantiParagone senza senso. Dire che i controlli negli USA che vengono fatti dai servizi segreti sarebbero la stessa cosa dei controlli reali fatti dal regime totalitario comunista cinese è una bestialità, davvero. I servizi segreti USA non sono nazisti o stalinisti, non vanno in giro ad arrestare ed ammazzare i liberi cittadini come niente fosse, prima di muoversi ce ne mettono e lo fanno nel 99% dei casi solo perchè sono sicuri di agire contro persone pericolose per la sicurezza nazionale. In Cina invece il governo usa servizi segreti e spionaggio per arrestare, perseguire ed uccidere quelle persone che osano anche solo tentare di criticarlo... se negli USA dovesse essere adottato lo stesso criterio a quest'ora Bush avrebbe dovuto sterminare metà della popolazione... idem in Italia avrebbe dovuto fare Berlusconi... Ma guarda caso la bramosia di epurare ed espropiare libertà e proprietà altrui alberga tutta a sinistra nel mondo ed anche in Italia ed è nei fatti.
      • Anonimo scrive:
        Re: cerrrrto
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        la censura non esiste, un po come gli usa che

        intercettano e registrano le comunicazioni di

        tutti i privati cittadini per combattere il

        terrorismo; ma andate un po a ca***e tutti
        quanti

        Paragone senza senso. Dire che i controlli negli
        USA che vengono fatti dai servizi segreti
        sarebbero la stessa cosa dei controlli reali
        fatti dal regime totalitario comunista cinese è
        una bestialità, davvero. I servizi segreti USA
        non sono nazisti o stalinisti, non vanno in giro
        ad arrestare ed ammazzare i liberi cittadini come
        niente fosse, prima di muoversi ce ne mettono e
        lo fanno nel 99% dei casi solo perchè sono sicuri
        di agire contro persone pericolose per la
        sicurezza nazionale. In Cina invece il governo
        usa servizi segreti e spionaggio per arrestare,
        perseguire ed uccidere quelle persone che osano
        anche solo tentare di criticarlo... se negli USA
        dovesse essere adottato lo stesso criterio a
        quest'ora Bush avrebbe dovuto sterminare metà
        della popolazione... idem in Italia avrebbe
        dovuto fare Berlusconi... Ma guarda caso la
        bramosia di epurare ed espropiare libertà e
        proprietà altrui alberga tutta a sinistra nel
        mondo ed anche in Italia ed è nei fatti.Eh sì, hai capito tutto tu, esci dal tuo guscio e vai in Iraq. Poi vediamo se al tuo amico Bush non piace espropriare libertà e proprietà altrui... Quell'uomo non è meglio della tua "sinistra", anzi.
      • Giambo scrive:
        Re: cerrrrto
        - Scritto da: Anonimo
        non vanno in giro
        ad arrestare ed ammazzare i liberi cittadini come
        niente fosse,Benvenuto a Guantano !
        se negli USA
        dovesse essere adottato lo stesso criterio a
        quest'ora Bush avrebbe dovuto sterminare metà
        della popolazione... Diversi ne ha fritti sulla sedia elettrica, molti li ha mandati a crepare dall'altra parte del mondo. Dovrebbe impegnarsi di piu', eh !
      • EdGreen scrive:
        Re: cerrrrto
        I servizi segreti USA
        non sono nazisti o stalinisti, non vanno in giro
        ad arrestare ed ammazzare i liberi cittadini come
        niente fosse, prima di muoversi ce ne mettono e
        lo fanno nel 99% dei casi solo perchè sono sicuri
        di agire contro persone pericolose per la
        sicurezza nazionale. Uhm, forse dovresti informarti sulle tremende operazioni condotte dalla Cia in America Latina....
        • Anonimo scrive:
          Re: cerrrrto
          - Scritto da: EdGreen
          I servizi segreti USA

          non sono nazisti o stalinisti, non vanno in giro

          ad arrestare ed ammazzare i liberi cittadini
          come

          niente fosse, prima di muoversi ce ne mettono e

          lo fanno nel 99% dei casi solo perchè sono
          sicuri

          di agire contro persone pericolose per la

          sicurezza nazionale.

          Uhm, forse dovresti informarti sulle tremende
          operazioni condotte dalla Cia in America
          Latina....In America Latina infatti ci sono tutti poveri contadini, eh ? E' la regione con le più grandi piantagioni di coca ed altre droghe sul pianeta, criminali di ogni sorta con traffici loschi di donne,armi e droga.. tutta brava gente.. eh già, la CIA non doveva trattarli male, poverini.. perchè ucciderli ? Lasciamo che causino ancora danni, non bisogna toccarli, per carità !
    • Anonimo scrive:
      Re: cerrrrto
      - Scritto da: Anonimo
      la censura non esiste, un po come gli usa che
      intercettano e registrano le comunicazioni di
      tutti i privati cittadini per combattere il
      terrorismo; ma andate un po a ca***e tutti quantiMa va a cagare te!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo
    Siamo abbastanza liberi , certamente piu' dei
    cinesi ...Forse tu la pensi così, io no.Non esiste il concetto di "abbastanza liberi", o si è liberi o non lo si è.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    ...o no? (newbie) .


    La censura non esiste... o meglio... è

    importante


    che la gente pensi che non esiste.



    In Italia purtroppo una censura dei '68ini di

    sinistra c'è da anni e la Par Condicio è la
    prima

    espressione in campagna elettorale di questa

    censura. Vietare spot elettorali è degno del

    comunismo.

    Invece imbottire la testa dei cittadini di
    immondizia propagandistica è la libertà agognata
    dalla relativa "Casa". Che di libertà conosce
    solo quella di aumentare i depositi illegali
    offshore.Di depositi illegali offshore faresti bene a dare un'occhiata a tutti i giri di Coop ed Unipol di cui è rigorosamente vietato parlare in questo paese, alla faccia della libertà e di stampa e magistratura libere... solo a parole però. Negli USA gli spot elettorali vanno in onda tutto il giorno, si vota prendendo un permesso di qualche minuto o ora dal posto di lavoro e poi si torna a lavorare ed il giorno delle elezioni è di norma in mezzo alla settimana in giorno lavorativo. Non c'è un grande fratello "che propaganda di proteggere" il cittadino con par condicio e cavolate '68ine del genere, si lascia totale libertà ai cittadini di fare una scelta e non si usano scuse come fa la sinistra qui per impedire alla gente di decidere imbrigliando l'avversario politico perchè lo si ritiene una minaccia. Oltretutto che la sinistra blateri che Berlusconi ha tanti soldi e questo e quello è patetico visto quanti miliardi i DS da soli smuovono con le sole Coop rosse..
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma neanche in Italia...
      - Scritto da: Anonimo
      Negli USA gli spot elettorali vanno in onda tutto
      il giornoNegli USA può diventare presidente solo chi è ricco sfondato. Ti sembra corretto? In che modo vengono rappresentati i cittadini "normali" in un sistema in cui può andare al governo solo chi può permettersi di spendere miliardi in spot elettorali? Ti sembra democrazia questa?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma neanche in Italia...

      Negli USA gli spot elettorali vanno in onda tutto
      il giorno, si vota prendendo un permesso di
      qualche minuto o ora dal posto di lavoro e poi si
      torna a lavorare ed il giorno delle elezioni è di
      norma in mezzo alla settimana in giorno
      lavorativo. Non c'è un grande fratello "che
      propaganda di proteggere" il cittadino con par
      condicio e cavolate '68ine del genere, si lascia
      totale libertà ai cittadini di fare una scelta e
      non si usano scuse come fa la sinistra qui per
      impedire alla gente di decidere imbrigliando
      l'avversario politico perchè lo si ritiene una
      minaccia. Oltretutto che la sinistra blateri che
      Berlusconi ha tanti soldi e questo e quello è
      patetico visto quanti miliardi i DS da soli
      smuovono con le sole Coop rosse..Eh, la stanza 101 del ministero dell'amore del grande fratello, si vede, fà ancora il suo dovere. Ho ascoltato stasera le sciocchezze dette dal mortadellaro. Quello là vive nel mondo dei sogni. Puro vapore, nei suoi discorsi.
    • mda scrive:
      Re: Ma neanche in Italia...


      Negli USA gli spot elettorali vanno in onda tutto
      il giorno, si vota prendendo un permesso di
      qualche minuto o ora dal posto di lavoro e poi si
      torna a lavorare ed il giorno delle elezioni è di
      norma in mezzo alla settimana in giorno
      lavorativo. In alcuni Stati Americani non TUTTI ! ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    - Scritto da: Anonimo


    In Italia purtroppo una censura dei '68ini di

    sinistra c'è da anni e la Par Condicio è la
    prima

    espressione in campagna elettorale di questa

    censura. Vietare spot elettorali è degno del

    comunismo.

    Ma bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!! ParanoicoIl paranoico sarei io ? La Par Condicio a te sembra una cosa democratica e di libertà ? Se per te la libertà significa far fuori Berlusconi immagino di sì, ma questa non è democrazia. Anche Putin ha fatto fuori il miliardario impreditore suo probabile avversario politico facendogli fare una brutta fine e mettendo in pratica i dettami del KGB...
    • marcoseverino scrive:
      Re: Ma neanche in Italia...
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo




      In Italia purtroppo una censura dei '68ini di


      sinistra c'è da anni e la Par Condicio è la

      prima


      espressione in campagna elettorale di questa


      censura. Vietare spot elettorali è degno del


      comunismo.



      Ma bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!! Paranoico

      Il paranoico sarei io ? La Par Condicio a te
      sembra una cosa democratica e di libertà ? Se per
      te la libertà significa far fuori Berlusconi
      immagino di sì, ma questa non è democrazia.
      Anche Putin ha fatto fuori il miliardario
      impreditore suo probabile avversario politico
      facendogli fare una brutta fine e mettendo in
      pratica i dettami del KGB... obbiettivamente... mettere i candidati nelle stesse condizioni di competere è la base perchè ci sia una campagna elettorale libera.Inoltre devo dire che uno spot in tv non è certo un modo di far capire alla gente le proprie proposte... cosa vuoi che si riesca a dire in 20-30 secondi di uno spot.Il dare poi a tutti gli stessi spazi permette a tutti di esprimersi, non solo ha chi ha più soldi.Altrimenti la democrazia si trasforma inevitabilmente in una plutocrazia (governo dei ricchi o della ricchezza)Putin, occorre dirlo per onestà, è un grande amico (almeno in teoria) di berlusconi... mentre ha avuto forti scontri con prodi durante il periodo in cui quest'ultimo era alla Commissione europea.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma neanche in Italia...
    Siamo abbastanza liberi , certamente piu' dei cinesi ...
  • Guybrush scrive:
    Una buona occasione per tacere
    completamente sprecata.Negare sempre, negare tutto, negare comunque, come nella migliore tradizione stalinista.Bah.
    GT
    • mda scrive:
      Re: Una buona occasione per tacere
      - Scritto da: Guybrush
      completamente sprecata.

      Negare sempre, negare tutto, negare comunque,
      come nella migliore tradizione stalinista.

      Bah.


      GT
  • Anonimo scrive:
    Ma neanche in Italia...
    ...o no? (newbie) .La censura non esiste... o meglio... è importante che la gente pensi che non esiste.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma neanche in Italia...
      - Scritto da: Anonimo
      ...o no? (newbie) .
      La censura non esiste... o meglio... è importante
      che la gente pensi che non esiste.In Italia purtroppo una censura dei '68ini di sinistra c'è da anni e la Par Condicio è la prima espressione in campagna elettorale di questa censura. Vietare spot elettorali è degno del comunismo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma neanche in Italia...
        - Scritto da: Anonimo
        In Italia purtroppo una censura dei '68ini di
        sinistra c'è da anni e la Par Condicio è la prima
        espressione in campagna elettorale di questa
        censura. Vietare spot elettorali è degno del
        comunismo.Ma ti sei guardato attorno, giri per la citta'?Ti pare che manchi pubblicita' dei partiti?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma neanche in Italia...
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          In Italia purtroppo una censura dei '68ini di

          sinistra c'è da anni e la Par Condicio è la
          prima

          espressione in campagna elettorale di questa

          censura. Vietare spot elettorali è degno del

          comunismo.

          Ma ti sei guardato attorno, giri per la citta'?

          Ti pare che manchi pubblicita' dei partiti?Lasciate stare la politica e i partiti, io parlo della libertà della gente di esprimere la propria opinione, non della libertà dei politici di raccontare frottole.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma neanche in Italia...

        In Italia purtroppo una censura dei '68ini di
        sinistra c'è da anni e la Par Condicio è la prima
        espressione in campagna elettorale di questa
        censura. Vietare spot elettorali è degno del
        comunismo.Ma bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!! Paranoico
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma neanche in Italia...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ...o no? (newbie) .

        La censura non esiste... o meglio... è
        importante

        che la gente pensi che non esiste.

        In Italia purtroppo una censura dei '68ini di
        sinistra c'è da anni e la Par Condicio è la prima
        espressione in campagna elettorale di questa
        censura. Vietare spot elettorali è degno del
        comunismo.Invece imbottire la testa dei cittadini di immondizia propagandistica è la libertà agognata dalla relativa "Casa". Che di libertà conosce solo quella di aumentare i depositi illegali offshore.
      • mda scrive:
        Re: Ma neanche in Italia...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ...o no? (newbie) .

        La censura non esiste... o meglio... è
        importante

        che la gente pensi che non esiste.

        In Italia purtroppo una censura dei '68ini di
        sinistra c'è da anni e la Par Condicio è la prima
        espressione in campagna elettorale di questa
        censura. Vietare spot elettorali è degno del
        comunismo.Adesso chi lo dice all'USA che si comportano da COMUNISTI 1(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl).
      • Birzio scrive:
        Re: Ma neanche in Italia...
        Pubblicità dei partiti vietata? Davvero? Caspita magari lo fosse!Cosa sono, forse dei pannolini? O dei cerotti? No, magari delle automobili?Più pubblicità con slogan elettorali vediamo per strada e più la nostra democrazia va a farsi benedire.La politica è un impegno nobile, non un bene di consumo da pubblicizzare senza regole.Sulla par condicio, ricordo che, se il magnate dell'informazione italiana non coprisse la seconda carica delo Stato, non ci sarebbe nemmeno bisogno di questa legge scomoda da applicare.Avanti, ora siete liberi di trolleggiare (troll2) (troll3) (azzurro e rosso, per par condicio :D ).GrazieFabrizio==================================Modificato dall'autore il 15/03/2006 17.16.00
      • Birzio scrive:
        Re: Ma neanche in Italia...
        Pubblicità dei partiti vietata? Davvero? Caspita magari lo fosse!Cosa sono, forse dei pannolini? O dei cerotti? No, magari delle automobili?Più pubblicità con slogan elettorali vediamo per strada e più la nostra democrazia va a farsi benedire.La politica è un impegno nobile, non un bene di consumo da pubblicizzare senza regole.Sulla par condicio, ricordo che, se il magnate dell'informazione italiana non coprisse la seconda carica delo Stato, non ci sarebbe nemmeno bisogno di questa legge scomoda da applicare.Avanti, ora siete liberi di trolleggiare (troll2) (troll3) (azzurro e rosso, per par condicio :D ).GrazieFabrizio
    • Angelone scrive:
      Re: Ma neanche in Italia...
      La censura esiste eccome!Siamo un paese dove c'è solo parzialmente la libertà di parola.Non lo dico io:http://unimondo.oneworld.net/article/view/125453/1/2165siamo al 42 esimo posto al mondo e ULTIMI in Europa.Siamo sempre gli ultimi. Che bello!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma neanche in Italia...
      - Scritto da: Anonimo
      ...o no? (newbie) .
      La censura non esiste... o meglio... è importante
      che la gente pensi che non esiste.in italia esiste la censura.non si può parlare o, comunque, non lo si fa abbastanza, delle nefandezze di chi non si chiama berluskoni.esempi?- caso unipol- caso telekom serbia- prodi e l'IRI, quindi: alfa romeo, SME, Cirio-Bertolli-DeRica- conflitto di interessi: Prodi e la società di consulenza Nomisma.- minacce di morte al pm che indagava sul caso Cirio- legge ad personam per assolvere Prodi nel caso Cirio- Pm trasferiti in sedi inesistenti perchè volevano chiedere il rinvio a giudizio per Prodi.Per chi non conoscesse queste vicende, basta digitare su google key semplici come:prodi cirio geremia morteoppureprodi alfa irio ancoraprodi telekom serbiaecc...Buono studio.
  • otacu scrive:
    Ma è chiaro! La censura non esiste!
    Potete parlare di tutto liberamente... tranne di quello che non mi va! Questa sì è libertà! :D
  • Anonimo scrive:
    eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
    che faccia come il ....
Chiudi i commenti