Abbigliamento luminoso

Non è una visione celestiale inondata di luce, ma una semplice maglietta su cui disegnare

Sempre le solite magliette. Ognuno propone il proprio logo o la grafica più stravagante, ma in fondo, una t-shirt è pur sempre un capo di abbigliamento statico, il cui design non può mutare nel tempo. Almeno fino a quando non si decida di indossare una LazerShirt.

LazerShirts

Questa LazerShirt differisce dalle magliette tradizionali in cui il tessuto è ricoperto da un materiale fluorescente. In pratica, attraverso una torcia a laser UV, è possibile caricare elettricamente il materiale della maglietta, eccitandone gli atomi e facendo saltare gli elettroni in un orbitale più esterno degli stessi. Subito dopo, gli elettroni tornano al livello energetico originale, emettendo energia sotto forma di radiazioni nello spettro della luce visibile.

In questo modo, sulla maglietta, al buio, è possibile disegnare o scrivere qualsiasi cosa venga in mente, personalizzandola a piacimento, anche se per un arco di tempo alquanto ridotto.

Gli ideatori del capo d’abbigliamento hanno pubblicato la propria iniziativa su KickStarter , per reperire i fondi necessari per avviare una completa attività di produzione e commercializzazione della t-shirt. Sono necessari 7000 dollari, e si sono già raggiunti ben 5450 dollari, grazie al sostegno di 133 benefattori.

Chiunque voglia dare una mano alla causa, bastano solo 20 dollari per sostenere gli inventori e ottenere in cambio una maglietta luminosa con relativo mini-laser.

(via BoingBoing )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iii scrive:
    Puntini sulle i?
    "risparmio energetico effettivo stimato tra il 54% (massimo) e il 44% (medio)"1) effettivo stimato?2) "tra il 54% (massimo) e il 44% (medio)": un range che va da un valore massimo a uno medio? In genere è da un massimo a un minimo :)Comunque ben vengano innovazioni che permettano di mantenere attive le connessioni senza fili riducendone l'impatto sui consumi.
    • ZLoneW scrive:
      Re: Puntini sulle i?
      " <i
      Il chip WiFi sarebbe in grado di riattivarsi da solo grazie all'identificazione di un header formattato in maniera particolare all'interno del suddetto pacchetto di dati, rendendo il funzionamento della tecnologia E-MiLi trasparente all'utente </i
      "... ma non alla rete, che deve inviare un pacchetto "wake on WLAN" ad ogni dispositivo con cui intende parlare. Tocca cambiare "un po'" di protocolli...
Chiudi i commenti