Accantonato il Wi-Fi alla cinese

Sotto le pressioni dell'industria americana, Pechino rinuncia per ora ad una versione del Wi-Fi incompatibile con quella standardizzata dall'IEEE


Pechino (Cina) – Ammorbidendo una posizione che fino a pochi mesi fa appariva inflessibile, il Governo cinese ha deciso di rimandare a tempo indeterminato il varo di una direttiva che prevedeva l’obbligo, per i produttori stranieri, di implementare nei prodotti Wi-Fi venduti in Cina la specifica di sicurezza Wireless Authentication and Privacy Infrastructure (WAPI).

WAPI, che si pone come sostituto dello standard Wired Equivalent Privacy (WEP) dell’IEEE, è una tecnologia che è stata concepita in Cina con lo scopo di consentire al Governo locale di decrittare ogni comunicazione che passa attraverso una rete Wi-Fi. La specifica, incompatibile con il WEP, costringerebbe i produttori stranieri a modificare i propri prodotti, con un conseguente rialzo dei costi, e a collaborare con una delle 11 aziende locali che hanno accesso alla tecnologia.

L’imposizione ha suscitato, come prevedibile, le vive proteste dell’industria occidentale e, in particolar modo, di alcuni giganti americani: far questi Intel, che proprio di recente aveva deciso di interrompere la commercializzazione dei suoi chip Wi-Fi in Cina fino a che la situazione non fosse mutata. Sotto le pressioni dell’industria e del Governo americano, la Cina ha infine accettato di sospendere i suoi piani e collaborare con l’IEEE allo sviluppo di una versione del WAPI pienamente compatibile con lo standard Wi-Fi.

“Dal momento che la Cina è il mercato tecnologico a più elevata crescita, l’impegno del Governo cinese di risolvere il problema insieme alla comunità internazionale è una cosa molto importante”, ha affermato Rhett Dawson, CEO dell’Information Technology Industry Council.

La Cina ha promesso di trovare un accordo con l’industria americana anche in merito alla delicata questione legata alle tasse applicate ai prodotti hi-tech importati, tasse che, secondo i produttori statunitensi, discriminano tutte le aziende che non hanno impianti di fabbricazione in Cina.

Pechino ha infine accettato la proposta della Recording Industry Association of America (RIAA) di adottare una nuova politica di repressione della pirateria che preveda l’approvazione di leggi sul copyright in linea con quelle americane e massicce campagne d’informazione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Informazione
    Cos'è 'sta roba?(cylon) :
  • Anonimo scrive:
    in Cina? peggio del medioevo
    direi che la situazione di proibizione della Cina non sia nemmeno paragonabile a quella vissuta nel medioevo...in cui stavano sicuramente meglio...
  • isegreti scrive:
    http://www.isegretidelleconomia.it
    UNA CORRENTE DESTABILIZZANTE CHE LEGA TUTTE LE GRANDI CRISI FINANZIARIEMarcello Pili *(l?Opinione 5.11.94)http://www.isegretidelleconomia.itL?AZIONE destabilizzante effettuata sulla lira nei giorni scorsi ha fatto protestare esatte relazioni tra la situazione politica interna italiana e la situazione finanziaria interna e internazionale. In un precedente articolo avevamo detto, a proposito della reclamata "autonomia" della Banca d'Italia, che non era in discussione l?autonomia, ma la fedeltà e l?affidabilità si. Ciò perché da molto tempo e con operatori ben esperti è in atto la destabilizzazione ?anticapitalistica? e questo strumentario corrotto, fatto di persone e di mezzi, è ben presente tuttora e gestisce fatti come quelli dei giorni passati a Londra, come quelli dalla svalutazione della lira di due anni fa (1992), ed è arroccato all?interno del nostro paese con un tasso di interesse elevato, che ?paga? la partecipazione al poker di finanza e di paesi da distruggere. Il primo episodio di questo fenomeno fu la crisi del 1929. Crisi di idiozia e tecnicamente stupida, basata sull?infedeltà e sulla inaffidabilità di alcuni banchieri centrali dell?Occidente. La banca centrale aveva da sempre fatto fronte a crisi di liquidità, mediante offerta di mezzi monetari e, quindi, per i secoli precedenti non c?era nessuna crisi possibile, né della borsa, né dei conseguenti effetti distruttivi nel sistema bancario e poi produttivo in genere. Ma si sa che la moneta è per taluni ?strumento del diavolo? e ancor più se dà un ?diabolico? benessere, come quello che si aveva negli Stati Uniti negli anni ?20, quelli della belle èpoque. Questo ?diabolico? benessere nel mondo faceva ombra di fico ad un ?nuovo progetto di società? comunista, che derivava dritto dritto dalle esperienze di gestione gesuitiche dell?Uruguay del ?600. Tale esperienza si presentava fallimentare e perciò si suggerì, se non si poteva far sviluppare l?economia comunista, che si potesse distruggere almeno l?anello economia-benessere-diabolico-consumista del capitalismo. Appena installato il comunismo in Russia, per l?ambizione dei comunisti a confrontarsi con le cose importanti (USA), fu installato negli Stati Uniti un vibrione chiamato malavita, appoggiato alla comunità italiana, che beneficiava del tradizionale uso del brigantaggio e dalla emarginazione, a vantaggio dell?antistato di quel momento. Già dal 1921 si installa negli USA il fenomeno delinquenziale, noto alla storia per la malavita di Chicago, che, dopo la seconda guerra mondiale, diventa ufficialmente e organicamente la mafia, vera ?malattia del capitalismo? procurata. Verso la fine degli anni ?20, visto che l?azione di disturbo ottenuta dalla squadra di Chicago era ridicola e scompariva nel largo benessere americano che si diffondeva all?Europa, come succede oggi in Italia, si cercò un?altra azione facile-facile, che è stata quella del punire uno strumento del benessere, quale quello della Borsa di New York, trascinando poi il sistema bancario, che forse in un primo momento aveva partecipato al ?gioco?, rassicurato che il gioco aveva una portata limitata, ad una ?lezione storica? sulla ?diabolicità? della Borsa. Quello che successe dopo fu causa dell?infedeltà dei banchieri centrali e di loro funzionari, che invocarono il non intervento per manifestare la loro infedeltà. Si sa, l?economia senza la guida umana, come la vita umana stessa, va alla morte che sola è condizione immanente. Ma qui si voleva colpire quella libertà dell?uomo nei comportamenti dell?economia, che erano stati fruttuosi di benessere e che avevano fatto uscire il mondo dal Medio Evo. Questa libertà fu colpita pesantemente e indicata come causa colpevole, procurando un danno all?umanità enorme: la crisi economica del ?29 prima e la guerra mondiale poi, dove il comunismo si trovò invece spalleggiato. Fecero dire ai corrotti che essi agivano secondo le regole del ?laissez-faire?, come oggi ci dicono che ciò che vediamo è il libero-operare del mercato di Londra, dove le regole di controllo monetario delle valute sono state fatte saltare con la crisi valutaria del 1992. Chi sostiene la giustezza di quelle operazioni del 1992 fa da base di appoggio per le provocazioni di oggi e di quelle di domani, giacchè il meccanismo non opera solo contro l?Italia, ma opera, anche, offrendo guadagni e distribuendo danni, a livello mondiale. L?aver accreditato il comunismo come ?teoria sociale?, accettandolo come interlocutore, come modo di organizzare l?economia, anziché come antistato capace di distruggere lo Stato, la vita sociale e il benessere, fa sì che questo suoni il flauto magico che porta i topi al fiume. Se noi non vogliamo fare la fine dei tipi di fronte al flauto magico, dobbiamo contare su quella differenza di cervello che la natura ci ha dato, per vedere che la vita è faticosa e fruttuosa e che la vita beata predicata dai comunisti è ed è soltanto la morte. *Università di Roma ?La Sapienza?.http://www.isegretidelleconomia.it
    • Anonimo scrive:
      Re: http://www.isegretidelleconomia.it
      Speriamo che dopo avere realizzato di essere andato leggermente fuori tema forse causa bevanda alcolica troppo forte, tu rilegga l'articolo con attenzione ed accetti una verità che purtroppo riguarda un miliardo e passa di esseri umani ... Spero nella "inevitabilità" di Internet. Ciao
  • Anonimo scrive:
    Le gioie del comunismo
    Ma li vedevate sventolare il loro libretti rossi e adorare il loro dio Mao.... che bello queste gioie di libera democrazia ed idee, ma che bello, quando anche in Italia ???
    • Anonimo scrive:
      Re: Le gioie del comunismo
      gli arabi saranno poi tuoi fratelli
      • Anonimo scrive:
        Re: Le gioie del comunismo
        Parlavo di carabinieri morti e dell'ultimo morto italiano....Caro il mio burattino, gli arabi sono miei fratelli checchè la propaganda filoamericana ne dica....SXM
        • Anonimo scrive:
          Re: Le gioie del comunismo
          - Scritto da: Anonimo
          Parlavo di carabinieri morti e dell'ultimo
          morto italiano....pulisciti bene la bocca quando parli dei morti, soprattutto di certi morti

          Caro il mio burattino, gli arabi sono miei
          fratelli checchè la propaganda
          filoamericana ne dica....allora perchè non te ne torni in famiglia?? qui da noi ci sei di troppo

          SXM
          • Anonimo scrive:
            Re: Le gioie del comunismo
            AHAHAHAHAHAH sei il mio eroe!!! Pensavo che esempi di tale ottusità esistessero solo nei film... invece tragicamente vedo che esistono davvero..... e va beh!La mia bocca è pulita, e la mia coscenza pure! Non ho votato io chi li ha mandati a morire, non ho appoggiato io il loro massacro per fare gli scudieri degli USA. Ma tu preferisci fare l'idealista, nasconderti dietro alla versione delle cose più rassicurante per te.... sentirti buono contro i cattivi non ti nasconde la realtà sodomizzante della cosa.... l'italia è pedina in un invasione per soldi e petrolio.... e vedrai che dopo essere stati sfuttati ci spetterà, forse, solo un grazie.... ma è meglio pensare di combattere contro i cattivi che pensare di essere presi per stupidi.Poi il fatto che tu sia solo un ignorante razzista...beh mi mette tanta tistezza.... ma non è colpa tua..... l'ignoranza è molto diffusa...SXM
          • Anonimo scrive:
            Re: Le gioie del comunismo
            - Scritto da: Anonimo
            AHAHAHAHAHAH sei il mio eroe!!!
            Pensavo che esempi di tale ottusità
            esistessero solo nei film... invece
            tragicamente vedo che esistono davvero.....
            e va beh!
            La mia bocca è pulita, e la mia
            coscenza pure! Non ho votato io chi li ha
            mandati a morire, non ho appoggiato io il
            loro massacro per fare gli scudieri degli
            USA. Ma tu preferisci fare l'idealista,
            nasconderti dietro alla versione delle cose
            più rassicurante per te.... sentirti
            buono contro i cattivi non ti nasconde la
            realtà sodomizzante della cosa....
            l'italia è pedina in un invasione per
            soldi e petrolio.... e vedrai che dopo
            essere stati sfuttati ci spetterà,
            forse, solo un grazie.... ma è meglio
            pensare di combattere contro i cattivi che
            pensare di essere presi per stupidi.

            Poi il fatto che tu sia solo un ignorante
            razzista...beh mi mette tanta tistezza....anche a me mette tanta tristezza il fatto di essere considerato razzista, ma mi passa pensando che è da uno come te che viene il giudizio :D
            ma non è colpa tua..... l'ignoranza
            è molto diffusa...già hai proprio ragione.... e tu sei il primo esempio vero :D

            SXM
          • Anonimo scrive:
            Re: Le gioie del comunismo
            Quante argomentazioni!! Adesso sì che mi sento di darti ragione e di avere torto, grazie, mi hai convinto.....come ho fatto a pensare in una maniera tanto illogica.....SXM
          • Anonimo scrive:
            Re: Le gioie del comunismo
            www.davidicke.comleggete leggete.... e meditate.:|
    • Anonimo scrive:
      Re: Le gioie del comunismo
      SXM...visto che tu credi che il nostro sistema democratico è comparabile a quello cinese e visto che hai espresso liberamente le tue idee, sei condannato a pagare una multa di 1600 Euro :D :D :D :D
    • OpenCurcio scrive:
      Re: Le gioie del comunismo
      - Scritto da: Anonimo
      Ma li vedevate sventolare il loro libretti
      rossi e adorare il loro dio Mao.... che
      bello queste gioie di libera democrazia ed
      idee, ma che bello, quando anche in Italia
      ???Sai vero che a Tine An Men manifestavano coi ritratti del Presidente Mao? sai vero che qlche anno fa dei cinesi sono stati arrestati perche portavano fiori alla tomba del Presidente Mao?
      • Anonimo scrive:
        Re: Le gioie del comunismo
        - Scritto da: OpenCurcio

        - Scritto da: Anonimo

        Ma li vedevate sventolare il loro
        libretti

        rossi e adorare il loro dio Mao.... che

        bello queste gioie di libera democrazia
        ed

        idee, ma che bello, quando anche in
        Italia

        ???
        Sai vero che a Tine An Men manifestavano coi
        ritratti del Presidente Mao? sai vero che
        qlche anno fa dei cinesi sono stati
        arrestati perche portavano fiori alla tomba
        del Presidente Mao?sai vero che dopo la morte di stalin c'è stata addirittura una de-stalinizzazione ad opera del successore krusciof?sai vero che solo pochi anni prima si sfilava nella piazza rossa inneggiando al grande stalin?nulla di nuovo sotto il sole rosso del comunismo......
    • Anonimo scrive:
      Re: Le gioie del comunismo
      Ma dai, trovi davvero intelligente confrontare Dalema e bertinotti con i regimi dell'unione sovietica e dintorni?Ma dai! Adesso dovrei tirarti fuori che berlusconi è come mussolini che la destra è Nazista, le leggi raziali, i campi di sterminio, l'imperialismo degli stati uniti e tutte le solite baggianate del classico discorso da bar????Hai proprio voglia di leggerteli?Mi fa solo ridere che si confronti la sinistra italiana con quelle dittature per supportare un nano imbecille che sta passando la vita a farsi le leggi che gli servono o che servono agli amici suoi.....e non mi venire a dire che la sinistra ha fatto lo stesso perchè chissenefrega, nel c##o ce la prendiamo sempre noi!!!!Dobbiamo pensare a noi non a supportare la nostra squadretta del cuore che si fa i ca##i suoi in parlamento.....SXM
      • Anonimo scrive:
        Re: Le gioie del comunismo
        ecco da bravo, vai in cina dai tuoi amichetti.....
        • Anonimo scrive:
          Re: Le gioie del comunismo
          AHAHAH... dai torna a giocare con action man e a guardare i cartoni con cui ti ha cresciuto silvietto..... poi scagliaci addosso le tue trottole!!!SXM
    • Anonimo scrive:
      Re: Le gioie del comunismo
      Ma li vedevate sventolare il loro libretti rossi e adorare il loro dio Mao.... che bello queste gioie di libera democrazia ed idee, ma che bello, quando anche in Italia ???tra non molto tra non molto..stiamo gia' iniziando
  • Anonimo scrive:
    forse non tutti sanno che...
    per gli internet point NON PRESIDIATI (chioschi alle stazioni) no, ma per quelli presidiati (internet café) la legislazione italiana prevederebbe l'obbligo di identificazione dell'utentemi piacerebbe poi ogni volta che si vede citato RSF si accennasse al fatto che è un'associazione con legami accertati ed ammessi con i servizi segreti americani e sotto inchiesta in spagna per aver depistato le responsabilità delle truppe usa nella morte dei giornalisti durante l'assalto all'hotel dove risiedeva la stampa "non embedded" inoltre sono d'accordo sul fatto che è inumano condannare a morte la gente e addebitargli la pallottola per motivi pretestuosi, esattamente come bombardare le nazioni con motivi ancor più pretestuosi e addebitargli le bombe sugli export petroliferi, anche se meno all'ingrosso
    • w00binda scrive:
      Re: forse non tutti sanno che...
      ......
      mi piacerebbe poi ogni volta che si vede
      citato RSF si accennasse al fatto che
      è un'associazione con legami
      accertati ed ammessi con i servizi segreti
      americani....Dove posso trovare informazioni su codesti legami?==================================Modificato dall'autore il 23/04/2004 11.37.28
      • Anonimo scrive:
        Re: forse non tutti sanno che...
        - Scritto da: w00binda
        ......

        mi piacerebbe poi ogni volta che si vede

        citato RSF si accennasse al fatto che

        è un'associazione con legami

        accertati ed ammessi con i servizi
        segreti

        americani....

        Dove posso trovare informazioni su codesti
        legami?
        dal momento che usare un motore di ricerca con le chiavi RSF e CIA sembra così faticoso, per cominciare direiwww.wolvestuc.org.uk/upload/ROBERT.doc amsterdam.nettime.org/Lists-Archives/ nettime-fr-0304/msg00047.html spero che mettere dei links non violi qualche policy, nel caso scusate
    • Alessandrox scrive:
      Re: forse non tutti sanno che...
      - Scritto da: Anonimo
      per gli internet point NON PRESIDIATI
      (chioschi alle stazioni) no, ma per quelli
      presidiati (internet café) la
      legislazione italiana prevederebbe l'obbligo
      di identificazione dell'utenteConcordo su molte cose, solo una osservazione:da noi nessuno ti mette in galera perche' cerchi informazioni sul significato di democrazia e liberta'.
    • pippo75 scrive:
      Re: forse non tutti sanno che...
      - Scritto da: Anonimo
      per gli internet point NON PRESIDIATI
      (chioschi alle stazioni) no, ma per quelli
      presidiati (internet café) la
      legislazione italiana prevederebbe l'obbligo
      di identificazione dell'utente
      e mi sembra anche giusto, altrimenti uno potrebbe mandare messaggi minatori e far ricadere la colpa sul gestore del servizio.
  • Anonimo scrive:
    Abituarsi pure noi a quel regime...
    A poco a poco ci stiamo avvicinando a quel regime.
    • Anonimo scrive:
      Re: Abituarsi pure noi a quel regime...
      - Scritto da: Anonimo
      A poco a poco ci stiamo avvicinando a quel
      regime.ti prego, torna a lavorare.. :
    • Anonimo scrive:
      Re: Abituarsi pure noi a quel regime...
      - Scritto da: Anonimo
      A poco a poco ci stiamo avvicinando a quel
      regime.Olè! Il primo vero malato di mente.Curati.
  • Anonimo scrive:
    La malattia mentale
    E' vero,come già letto su punto informatico,la Cina continua a propafandare che cercare troppe informazioni su internet sia malattia mentale,la nostra dipendenza da internet insomma.Peccato che loro cerchino la verità che gli è stata sempre bandita.
    • Anonimo scrive:
      Re: La malattia mentale
      - Scritto da: Anonimo
      E' vero,come già letto su punto
      informatico,la Cina continua a propafandare
      che cercare troppe informazioni su internet
      sia malattia mentale,la nostra dipendenza da
      internet insomma.
      Peccato che loro cerchino la verità
      che gli è stata sempre bandita. Tu sì che hai capito tutto... se Mao fosse ancora vivo ripartirebbe con la lunga marcia altro che!
      • Anonimo scrive:
        Re: La malattia mentale
        mi sono innamorato di sammily...torturami multietnicamente!c'è chi non tiene a mente tutte le ingiustizie o ne fa una cosa inevitabile...così può dire a sè stesso che non si può fare nulla oppure pensa di meritare quel che ha, o chiude gli occhi a quel che accade intorno a sé...si si va tutto benissimo ragazzi...i cattivi sono da un'altra parte noi siamo i campioni della libertà...(cristo mi hanno spento la tv e adesso?)"Plus je regarde les hommes et plus j'aime les femmes"(François Cavanna)
        • nightwolf83 scrive:
          Re: La malattia mentale
          Come al solito non riesco a capire voi comunisti..Premesso che io sono di destra e condivido i pensisieri di sinistra, forse è perche vado d'accordo con entrambe le parti..Ma scusate, è vero che noi non siamo dei mostri in fatto di libertà individuali.. però ammettetelo.. loro sono messi davvero male, noi diamo la possibilità a persone di idee politiche diverse dalle nostre di informarsi, di reperire informazioni a questo scopo ovunque vogliamo.. Ora.. Loro secondo voi possono farlo?Io in questo momento sono qua davanti al mio pc, e scrivo su un forum, esprimendo concetti e preferenze politiche. La potrei farlo?Forse il problema sta nel fatto che noi siamo abituati a questo genere di libertà.Libertà che uomini identici a noi in altri paesi non anno.. Oppure ne hanno di più.In entrambe i casi ci saranno lati positivi e lati negativi, ma non è anche vero che è meglio stare al centro che ai lati estremi?
          • Anonimo scrive:
            Re: La malattia mentale
            Purtroppo combatti una battaglia contro i mulini a vento... sono indottrinati, non è possibile farli ragionare... lascia stare...
  • Anonimo scrive:
    Per la REDAZIONE
    I link non funzionano, alcuni sono in chiaro nel testo tra parentesi quadre al posto delle angolari e quello sulla parola "videogiochi" non punta a niente!
  • Alessandrox scrive:
    E intanto...
    Sto paese dal Comunismo Capitalista siede nel WTO.... e chi ce l' ha fatto sedere? Altri capitalisti... forse un po' comunisti.Ma va' che questo mondo e' proprio una gran buffonata.
    • Anonimo scrive:
      Re: E intanto...
      Ke SKIFO STA CINA.... SEMPRE + SKIFO!!! :@:@:@:@:@2a CUBA :s:@
    • Anonimo scrive:
      Re: E intanto...
      - Scritto da: Alessandrox
      Sto paese dal Comunismo Capitalista siede
      nel WTO.... e chi ce l' ha fatto sedere?La stessa scimmietta che ha mandato in vacanza qualche migliaio di suoi concittadini a Baghdad.
      Ma va' che questo mondo e' proprio una gran
      buffonata.Agire, non parlare !
      • Anonimo scrive:
        Re: E intanto...
        ...e quale sarebbe l'azione?Le manifestazioni in piazza? l'anarchia? portare l'Italia fuori da quello "schifo del WTO"? già, peccato che poi essendo noi completamente dipendenti dall'estero per qualunque risorsa prima (dalla semplice materia grezza alla tecnologia).La cina ha bisogno di cambiare e sta cambiando, però ha bisogno di tempo e non è isolandola che la si aiuta nel cambiamento!!! Bene ha fatto il WTO ad accettarla tra i suoi membri!!! Isolarla avrebbe significato condannarla a rimanere un paese arretrato. Certo, accettarla non basta, bisogna lentamente fare delle pressioni per modificarne il comportamento e qui c'è un altro problema: un miliardo di manodopera a basso costo fa gola a tanti, ma questo è un altro discorso
        • Anonimo scrive:
          Re: E intanto...
          - Scritto da: Anonimo
          ...e quale sarebbe l'azione?
          Le manifestazioni in piazza? l'anarchia?Certo che no dato che avrebbe un significato solo se si smettesse di manifestare e scioperare una volta ogni settimana ... con lo 'stato di sciopero' ogni sciopero o manifestazione non vale una cicca, mi sembra ovvio [e poi con i moderni mezzi fa quasi ridere dover andare in piazza, per cosa? per mettersi il cuore in pace?]
          portare l'Italia fuori da quello "schifo del
          WTO"? già, peccato che poi essendo
          noi completamente dipendenti dall'estero per
          qualunque risorsa prima (dalla semplice
          materia grezza alla tecnologia).Ovvio che no
          La cina ha bisogno di cambiare e sta
          cambiando, però ha bisogno di tempo e
          non è isolandola che la si aiuta nel
          cambiamento!!! Bene ha fatto il WTO adAhahah ... se il WTO l'ha accettata per farla cambiare io sono babbo natale
          accettarla tra i suoi membri!!! Isolarla
          avrebbe significato condannarla a rimanere
          un paese arretrato.Cavolata ... la Cina è così perché vuole esserlo, chiedi ai cinesi in Italia se secondo loro il governo di pechino è errato ...
          Certo, accettarla non basta, bisogna
          lentamente fare delle pressioni per
          modificarne il comportamento e quiL'unica pressione possibile è non comprare prodotti con scritto "made in china" finché non verranno rispettate le basilari libertà umane, però c'è il problema che tutto è "made in china", quindi si dovrebbero costruire canali di produzione alternativi (ne esistono già alcuni?), che potrebbero anche giovare alla nostra economia dopotutto e comprare quei prodotti anche se costano di più ... ma lo farebbe qualcuno? Sì, gli stessi del mercato equo e solidale, ovvero 4 gatti ...
          c'è un altro problema: un miliardo di
          manodopera a basso costo fa gola a tanti, ma
          questo è un altro discorsoL'unico modo è la rivoluzione interna, appoggiata finanziariamente e militarmente dagli Stati esteri volendo, ma non mi sembra che i cinesi vogliano la rivoluzione né che gli stati esteri vogliano appoggiarne una ... eh sì ... è meglio avere la manodopera schiavile.
    • Anonimo scrive:
      hai ragione
      ti offrivo il caffè ma mi sa che sei lontano !Fra
  • Anonimo scrive:
    Cedesi accout ssh+lynx|w3m
    Come da oggetto, eventualmente anche vnc su tunnel criptati.In caso di interesse postare.Ce l´avranno i cinesi un client ssh? Mha, a disposizione ache putty...Cordialmente...[utente_non_firmato]
    • Anonimo scrive:
      Re: Cedesi accout ssh+lynx|w3m
      - Scritto da: Anonimo
      Come da oggetto, eventualmente anche vnc su
      tunnel criptati.
      In caso di interesse postare.

      Ce l´avranno i cinesi un client ssh? Mha, a
      disposizione ache putty...La tua proposta e' moralmente corretta;praticamente inapplicabile.Se tu fossi il controllore cinese (la prossima figura professionale che crescera' in Europa), non andresti a chiedere a questo tipo cosa ci faceva con una connessione crittata verso un ip italiano?Oppure questa pratica e' gia' utilizzata largamente?Riferimenti?-- Erotua
    • Anonimo scrive:
      Re: Cedesi accout ssh+lynx|w3m
      - Scritto da: Anonimo
      Come da oggetto, eventualmente anche vnc su
      tunnel criptati.
      In caso di interesse postare.Il regime cinese vede del traffico cifrato -
      risale al tuo IP e da quel giorno avanti, qualsiasi tentativo di connessione verra' punito dalla Giuria Popolare con un colpo alla nuca.Grande paese, la Cina !
      • Anonimo scrive:
        Re: Cedesi accout ssh+lynx|w3m
        La Grande Cina sta solo proteggendo il suo popolo da un'immagina sfalsata del capitalismo.. dove tutto è bello e anke se sei un pezzente puoi sognare di diventare un riccone sfondato.W il sogno Americano, .... e intanto cresce il sottoproletariato urbano... basta vedere proprio i grandi USA
        • shevathas scrive:
          Re: Cedesi accout ssh+lynx|w3m
          - Scritto da: Anonimo
          La Grande Cina sta solo proteggendo il suo
          popolo da un'immagina sfalsata del
          capitalismo.. poverini i cinesini, tanto, tanto ingenui che si bevono tutto... :smeglio che non gli si dica che la terra è piatta, potrebbero crederci :s
          anke se sei un pezzente puoi sognare di
          diventare un riccone sfondato.Ovviamente se sei ricco sfondato non sogni di diventarlo :De comunque adesso è proibito sognare di diventare ricco?molti ci tentano, qualcuno c'è anche riuscito.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cedesi accout ssh+lynx|w3m
            Beh si dice che i primi albansi in italia siano venuti pensando di trovare uno stato ricco e pieno di opportunità per quello che vedevano alla televisione!!!Cmq non sta ad un governo fare questo "protezionismo"... considerando che non si proteggono gli occhietti del popolo ma si proteggono gli interessi mantenendo il popolo ignoranteSXM
        • Anonimo scrive:
          Re: Cedesi accout ssh+lynx|w3m
          Certi post mi sconvolgono proprio. C'è ancora chi gradisce che lo stato decida ogni cosa per lui, persino cosa deve conoscere e pensare.Siamo messi male, moooolto maleAlex
          • Anonimo scrive:
            Re: Cedesi accout ssh+lynx|w3m
            - Scritto da: Anonimo
            Certi post mi sconvolgono proprio.
            C'è ancora chi gradisce che lo stato
            decida ogni cosa per lui, persino cosa deve
            conoscere e pensare.
            Siamo messi male, moooolto male

            AlexE' molto meglio che ce lo dica la televisione del "nostro" presidente !!!ahahahhahah
Chiudi i commenti