Accessibilità per le Biblioteche in rete

La campagna parte dalla Marciana di Venezia, per far sì che il 2003, anno europeo delle persone con disabilità, segni una nuova rotta anche per le biblioteche su internet
La campagna parte dalla Marciana di Venezia, per far sì che il 2003, anno europeo delle persone con disabilità, segni una nuova rotta anche per le biblioteche su internet


Roma – Una grande Campagna per l’Accessibilità delle Biblioteche in Rete (CABI) sta partendo in queste settimane e ha per motore nientemeno che la Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia, una delle tre istituzioni bibliotecarie più rilevanti d’Italia. Con una iniziativa destinata ad avere largo impatto sull’accessibilità dei contenuti pubblicati online.

In vista del 2003, un anno dichiarato “anno europeo delle persone con disabilità”, la CABI vuole essere uno stimolo non solo per le biblioteche ma anche per l’intera Pubblica Amministrazione, affinché ci si muova rapidamente nel rendere la pubblicazione web più facilmente utilizzabile da ciechi e ipovedenti, che utilizzano software di accesso particolari che funzionano al meglio solo sui siti ottimizzati allo scopo.

“Lo scopo della Campagna – si legge in una nota – è quello di sensibilizzare il settore riguardo l’accessibilità dei siti web alle persone disabili e tutti coloro che non sono in possesso di ‘macchinè potenti, cercando nel contempo di fornire indicazioni, strumenti e suggerimenti tecnici per arrivare più vicini alla popolazione più debole. La Campagna è supportata da una serie di Istituti e varie organizzazioni, bibliotecarie e non, siti di tecnici ed organi di stampa, che faranno sentire la loro voce sul territorio nazionale”.

Per aderire alla Campagna non è necessario avere un sito già accessibile; nella prima fase l’adesione può avere questo significato: “Il mio sito non è ancora accessibile ma comprendo il problema, appoggio l’iniziativa, e comincerò a valutare cosa fare per adeguarmi.”

Nel sito della Biblioteca c’è una sezione dedicata dove si possono trovare l’elenco delle biblioteche, enti e siti che aderiscono alla Campagna e le normative sull’accessibilità. “Al lancio del Progetto CABI – assicurano gli organizzatori – farà seguito una serie di eventi pubblici.” All’iniziativa partecipa anche il progetto Webaccessibile.org .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

17 11 2002
Link copiato negli appunti