Accessibilità, piove sulla Regione Lazio

A poche ore dal varo del nuovo portale, il sito della Regione finisce nel fuoco delle polemiche perché non accessibile ai portatori di disabilità


Roma – Il sito della Regione Lazio , presentato in questi giorni nella sua rinnovata veste di portale al servizio dei cittadini concepito nel quadro dei progetti di e-government, è già finito sotto gli scudisci dell’Associazione dei Webmasters IWA.

In una lettera inviata al presidente della Regione Francesco Storace e trasmessa per conoscenza a Punto Informatico, i responsabili IWA sottolineano come “visionando il nuovo portale purtroppo già dalla home page risulta inaccessibile sia a chi non ha installato un plugin commerciale (Macromedia Flash) sia ad un disabile che utilizza un lettore vocale”.

Quello dell’accessibilità è un problema centrale ed è al centro anche delle linee guida del Governo sulla presenza in rete della Pubblica Amministrazione. Utilizzare le tecnologie e le soluzioni di accessibilità per i siti è infatti essenziale per garantire la possibilità di accesso a chiunque, anche ai disabili e a coloro che utilizzano soluzioni tecnologiche a basse prestazioni per la navigazione su web.

“Se visioniamo la pagina con un emulatore di navigazione solo testo (ossia ciò che viene letto dal lettore vocale) – scrive IWA – notiamo che la home page viene visualizzata come segue:

“INLINE EMBED INLINE
INLINE
INLINE
LINK INLINE
INLINE
LINK INLINE INLINE INLINE
LINK
LINK
LINK
INLINE
INLINE INLINE INLINE
INLINE
INLINE INLINE Ultimo aggiornamento Luglio 2002 INLINE”

IWA, che sottolinea la difficoltà di navigazione anche nelle pagine interne del sito, ha anche spiegato come la versione solo audio, pubblicata in via sperimentale, “anch’essa defice di accessibilità”. “Accedendo alla pagina – spiega IWA – l’animazione creata con Macromedia Flash invita l’utente a selezionare il tipo di navigazione vocale prescelto” con un click del mouse.

“Nella pagina vengono riportati – continua IWA – due link interni all’animazione Flash (quindi inaccessibili a chi non possiede il plugin commerciale) con indicata “Versione Vedenti – Versione Non Vedenti”. Con il sistema di visualizzazione solo testo, la pagina conterrà invece solamente tale codice: “EMBED”.

Nella nota IWA ricorda che l’accessibilità può essere garantita rispettando le linee guida decise dal World Wide Web Consortium, disponibili qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • simone scrive:
    sciopero assurdo
    GUADAGNO, PAGO ...PRETENDO!!TRENITALIA: associazione a delinquereassurdo lo sciopero ed è assurdo avere in italia un'azienda di questo tipo, nn garantisce i servizi, treni sempre in ritardo, personale strapagato e senza controlli insomma fanno quello ke vogliono..uno SCANDALO!!
  • Anonimo scrive:
    Trenitalia
    Sono solidale con Giuseppe. Ieri anch'io consultando il sito non trovavo niente che riguardasse i treni che ogni giorno prendo per andare al lavoro e tornare a casa, tranne la pagina HTML. Non contento chiamo il N verde di TRENITALIA. Non vi dico stupidaggini, sono stato al telefono ininterrottamente un'ora, tra vocine e vocette che mi dicevano cosa dovevo fare, ad aspettare che la linea si liberasse: dopo un 'ora mi risponde l'operatore maleducatamente, ponevo dei quesiti e lui rispondeva in malo modo. Impossibile che la linea fosse sempre occupata. Speriamo che dal 29 luglio col nuovo n verde i disservizi diminuiscano. Alla fine sono riuscito ad avere info e a reperirle sul sito alla voce Trasporti regionali.Comunque sono sempre inefficienti e in piu' fanno pubblicita' con miglioramenti....
  • Anonimo scrive:
    Abbiate pazienza, ma...
    Visto che le ferrovie sono l' UNICA società PRIVATA in Italia che svolgono e VENDONO il SERVIZIO di trasporto su rotaia...Visto che io PAGO per usufruire di questo servizio...Visto che, spesso, la mia vita è ORGANIZZATA sulla base di questo SERVIZIO...Sono le FERROVIE che debbono trovare le soluzioni per mantenere il servizio a livelli accettabili, che debbono informare i CLIENTI PAGANTI sulle alternative, soluzioni ecc...Che poi i lavoratori abbiano i loro problemi per i quali scioperano, non è un problema MIO, ma di TRENITALIA ai quali PAGO il servizio. E LORO lo devono risolvere.Siccome non PAGO io i ferrovieri (non direttamente), se la sbrighi Trenitalia con loro..... io DEVO avere il servizio per cui PAGO!Non so se mi sono spiegato....... datemi un numero verde che funziona, precettate il genio ferrovieri, insomma, fate come vi pare, ma INFORMATEMI!P.S.Se uno dei miei server va in cresh, ricevo decine di telefonate a tempo zero dai miei clienti, che mi PAGANO, per riavere il servizio. Credo che abbiano ragione. Perché quando siamo noi CLIENTI verso queste società deve essere diverso ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Abbiate pazienza, ma...
      P.S.Scusate la durezza del post, ma ho perso tre appuntamenti per questo sciopero !Mi chiedo, spesso, chi mi rimborsa del tempo perso....
    • Anonimo scrive:
      Re: Abbiate pazienza, ma...
      CI HAI TROPPO RAGIONE BRO'---HARD DEBUGGIN' SUPERSKILLED ELITE BROS IN COLLABORATION WITH ORAZIO PORZIPIO SECURITY RESEARCH TEAM---GENERATED BY TARCIMONIO WEB CACHE 2.4STABLE7
      • Anonimo scrive:
        Re: Abbiate pazienza, ma...
        GENERATED BY TARCIMONIO WEB CACHE 2.4STABLE7UPGRADED TO ORAZIO PORZIPIO RESEARCH AND DEVELOPMENT TEAMMI BUMMOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!GENERATED BY TARCIMONIO WEB CACHE 2.6STABLE17
  • Anonimo scrive:
    Analizzare bene le situazioni.
    Sono un pendolare della linea Lecco-Milano e in seguito all'annuncio dello sciopero di Trenitalia e dopo aver verificato che sul sito, ci sono solo le conferme e le sopressioni dei treni interegionali, sono andato in stazione e lì ho constatato che sul tabello cartaceo di tutti i treni in partenza e in arrivo, nella colonna della classe e servizi del treno, è riportate una lettera "S", racchiusa in un cerchietto che sta a significare (vedi legenda) che è un treno garantito nelle giornate di sciopero.Vi prego di comunicare questa info a tutti i pendolari, in modo da evitare futuri scompigli mentali.E' Tutto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Analizzare bene le situazioni.
      - Scritto da: Enzo Valente
      sono
      andato in stazione e lì ho constatato che
      sul tabello cartaceo di tutti i treni in
      partenza e in arrivo, nella colonna della
      classe e servizi del treno, è riportate una
      lettera "S", racchiusa in un cerchietto che
      sta a significare (vedi legenda) che è un
      treno garantito nelle giornate di sciopero.Aggiungo: fate attenzione che in caso di sciopero alcuni treni garantiti e segnati con la "S" vengono ritardati. I minuti di ritardo sono indicati nelle note del treno (almeno sull'orario Trenitalia, non ho controllato sui tabelloni delle partenze)
    • Anonimo scrive:
      Re: Analizzare bene le situazioni.
      - Scritto da: Enzo Valente[snip]ma infatti, oltretutto ci sono le fascie protette per i treni regionali o cmq pendolari fino alle 9.00 del mattino e dalle 18.00 alle 21.00.Io sono pendolare della linea BG-MI e stamattina ho preso regolarmente il mio solito treno alle 8.20, invece però di arrivare a Milano Centrale, dove scendo di solito, è andato verso Milano Garibaldi, sono sceso a Lambrate e mi sono fatto qualche stazione di metropolitana.E' stato un fastidio ma decisamente relativo, e con un po' di informazione preventiva (e questo non è stato uno sciopero lampo ma annunciato da tempo), tutto fino ad ora è andato liscio come previsto...
  • Anonimo scrive:
    Un paio di considerazioni....
    Vero che troppo spesso con la scusa dell'anonimato in questi form si offende gratuitamente.Vero che in genere si valutano le cose con poca obbiettività tendendo di stare sempre o da un parte o dall'altra anche solo per spirito di contraddizione.Vero che tutto sommato sul sito Trenitaliauna piccolo form di ricerca potevano anche farlo. In effetti riportare solo la percorrenza piuttosto che le fermate (che sono poi quelle a cui si fa riferimento) è un po poco per chi deve organizzarsi.Vero che in caso di sciopero le informazioni non sono mai completamente attendibili. Basti pensare ai numeri che danno i sindacati che normalmente sono sempre in disaccordo con i numeri delle aziende.A fronte di tutto ciò vi regalo una considerazione, di destra (non posso definirla altrimenti). Forse è poco obbiettiva lo so, ma io non sono poi diverso da tutti voi.Lo sciopero crea un disagio.E' intenzione di chi lo organizza creare un disagio per sensibilizzare l'azienda e l'opinione pubblica.L'azienda subisce un disagio e lo fa subire a chi usufruisce dei servizi.Lo sciopero crea perciò disagio all'azienda e sopratutto agli utenti. Se io fossi un'azienda farei di tutto per screditare gli scioperanti.Tutto sommato è anche loro intenzione screditare l'azienda agli occhi dell'opinione pubblica.Perchè non deve poterlo fare anche l'azienda?Specie se si comportano come in Italia dove lo sciopero da strumento di dialogo e sensibilizzazione è diventato arma di ricatto e rottura. Quindi un po provocatoriamente vi dico:Avete problemi a organizzare un viaggio durante lo sciopero? Non prendetevela con il sito di Trenitalia. Prendetevela con Cofferati.Mi aspetto ovviamente le solite ingiurie, in ogni caso ringrazio per l'attenzione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un paio di considerazioni....
      - Scritto da: AlexBravo

      Se io fossi
      un'azienda farei di tutto per screditare gli
      scioperanti.E cercare di capire le motivazioni degli scioperanti, risolvendo eventuali conflittualità, no, eh? :)La soluzione è sempre quella di dare la colpa agli altri, secondo te? I lavoratori all'azienda, e l'azienda ai lavoratori?
      Perchè non deve poterlo fare anche l'azienda?Perchè non le conviene.Altrimenti l'avrebbero già fatto! :)
      Specie se si comportano come in Italia dove
      lo sciopero da strumento di dialogo e
      sensibilizzazione è diventato arma di
      ricatto e rottura.Guarda che lo è sempre stato!
      Avete problemi a organizzare un viaggio
      durante lo sciopero? Non prendetevela con il
      sito di Trenitalia. Prendetevela con
      Cofferati.Il problema non è organizzare uno sciopero, diritto sacrosanto, se non altro per le persone che ci sono morte per permettere di usarlo oggi.Il problema è che le FS dovrebbero alleviare il disagio agli utenti. E quindi hanno istituito numeri verdi, cartelli e sito internet. Ma su quest'ultimo strumento, ancora una volta, non hanno capito come sfruttarlo.
      Mi aspetto ovviamente le solite ingiurie, in
      ogni caso ringrazio per l'attenzione.Non partire prevenuto, dai... :)Mandi
    • Anonimo scrive:
      Re: Un paio di considerazioni....
      nessun insulto, non vedo perchè. sarebbe segno di ignoranza. se posso, forse, concordare su un'idea generale e cioè che dello sciopero spesso se ne abusa con disagi soprattutto per gli utenti finali, beh, questa volta non posso che dare ragione agli scioperanti.scusa, ma questi scioperano per un contratto scaduto nel 99 e mai più toccato!se non ti sembra un buon motivo questo... poi, a prescindere da Cofferati e affini, se Trenitalia dice che il sito è fonte di informazione ufficiale, il sito deve dare informazione. E completa, pure. Altrimenti è inutile che nei vari TG si sbandieri il sito di trenitalia come quella gran figata dove tutte le info che cerchi sono lì, pronte che ti aspettano :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Un paio di considerazioni....
      - Scritto da: AlexBravo
      Mi aspetto ovviamente le solite ingiurie, in
      ogni caso ringrazio per l'attenzione.vabbè avevi anche dichiarato di essere apertamente schierato da una determinata parte politica, per cui non mi stupisce che la pensi così, e anzi, mi fa piacere che una volta tanto non sia il solito urlatore/troll/provocatore a dire queste cose ma qualcuno con un tono un po' più pacato e ragionato.Personalmente mi trovo completamente d'accordo con le obbiezioni portate al tuo post da parte di MailMaster C e aggiungo altro. Spesso da parte dei fuitori di questo servizio (ti parla uno che è pendolare e si fa 100 Km al giorno in treno tra andata e ritorno, tratta BG MI) si considera lo sciopero come un fastidio e basta, non si considera che dietro a tutto questo c'è gente che vive magari con un milione e mezzo al mese e con questa miseria deve far campare moglie e figli magari; spesso non si considera che le tanto acclamate riforme del governo attuale non fanno altro che penalizzare chi ha di meno, chi fa fatica a "sbarcare il lunario" alla fine del mese, mentre chi possiede beni e denaro, chi "comanda" aumenta sempre più il proprio vantaggio nei confronti dei primi. E' la vecchia storia della forbice, che si allarga sempre più, che allarga sempre più il divario tra chi ha poco (che in questo modo avrà sempre meno) e chi invece ha molto (che continuerà ad avere sempre di più).E' per questo che è nato questo sciopero (come molti altri), non pensiamo che dietro ci siano sempre i soliti operai delle FS che passano le giornate a giocare a carte o il controllore che non controlla mezzo biglietto, ci saranno sicuramente anche questi, ma questo è un altro problema e non credo che nemmeno Cofferati in persona si opponga a dare una strigliata a chi non fa nulla e richiede in cambio diritti e opportunità, non credi?Poi un'altra cosa, troppo spesso da persone della tua inclinazione politica (o meglio da quella che traspare dal tuo post) si sente parlare solo di Cofferati e delle sue presunte intenzioni politiche, come se attaccasse le cosidette riforme sul mercato del lavoro solo perchè le propone Berlusconi; Eppure io da parte di Cofferati ho sempre sentito citare il governo e le sue riforme, al limite il ministro del lavoro, il fatto che invece l'obbiettivo principale del governo sia screditare il leader della CGIL in persona e non il movimento sindacale credo che sia un chiaro segnale del fatto che in realtà sta succedendo esattamente il contrario...Mi scuso per l'OTopicità del post, però mi spiace lasciare incompiuta una discussione così interessante e finalmente non posta a colpi di trollate o inca$$ature, come invece stupidamente troppo spesso accade su tantissimi forum e newsgroup.Ciao!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Un paio di considerazioni....
      scusa ma secondo te i ferrovieri scioperano (rinunciando ad un giorno di stipendio) così, per sport? o per fare dispetto a te?
  • Anonimo scrive:
    Boh...
    A parte che la tabella non mi sembra avere queste immani proporzioni che non permettano di cercare per lo meno dell'intorno della fascia oraria che ti interessa.E poi visto che prendi sempre lo stesso treno basta cercarne il numero, no? Che te frega se lo fai col "search" del browser o con un altro sistema?Non voglio difendere a tutti i costi le FS pero' dai... a me viene un po' il latte alle ginocchia, considerato poi che se ne e' fatto un articolo...Saluti
  • Anonimo scrive:
    mancano le informazioni
    Effettivamente nell'ottica del cliente Trenitalia non ha gestito al meglio lo sciopero. Guardiamo ai fatti: le informazioni sui treni soppressi potevano essere raccolte via telefono (praticamente impossibile, provateci), direttamente in stazione (non tutti possono recarvici) sul sito web. Ho visto la lista indicata nel sito e NON E' COMPLETA. Il vero problema non è tanto la rappresentazione delle informazioni, anche se l'articolo dice cose condivisibili, quanto la mancanza di informazioni!
  • Anonimo scrive:
    ma per pieta'
    Ma con tutti i problemi che ci sono sul trasporto ferroviario (ritardi, treni indecenti, sporcizia...) questo qui va a lamentarsi di una ca**ata del genere? E PI ci fa anche un articolo???Mah!?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma per pieta'
      - Scritto da: Zac
      Ma con tutti i problemi che ci sono sul
      trasporto ferroviario (ritardi, treni
      indecenti, sporcizia...) questo qui va a
      lamentarsi di una ca**ata del genere? E PI
      ci fa anche un articolo???
      Mah!?non è una cazzata è proprio l'immagine delle nostre ferrovie.Quello che manca è innanzitutto la trasparenza, una adeguata informazione al cittadino.Non è possibile che un servizio pubblico non sia in grado di darmi alcune basilari informazioni come se un treno parto oppure non.La lista citata dal lettore è in caso di scioperi sempre parziale e aleatoria.L'ultimo sciopero dovevo scendere a Livorno (sono di Milano) e sul sito delle ferrovie il mio treno non veniva citato ne come soppresso ne come confermato..... Se il treno è in ritardo ok va bene...ma sasrebbe bello sapere di quanto ritarda realmente ed il motivo ... già sarebbe qualcosa
      • Anonimo scrive:
        Re: ma per pieta'

        Quello che manca è innanzitutto la
        trasparenza, una adeguata informazione al
        cittadino.Non è possibile che un servizio
        pubblico non sia in grado di darmi alcune
        basilari informazioni come se un treno parto
        oppure non.non te lo dicono perchè non lo sanno nemmeno loro.il treno può partire come no, dipende tutto da quello che vogliono fare i ferrovieri che sono in stazione.un treno può anche essere garantito, ma se io c'ho le palle girate e sto scioperando e quando mi arriva in stazione lo tengo fermo due ore che mi fate??nulla!le fs non sanno nulla e non possono saperlo.non viaggiate quando c'è sciopero
        • Anonimo scrive:
          Re: ma per pieta'

          le fs non sanno nulla e non possono saperlo.
          non viaggiate quando c'è scioperoAvverti tu il mio capo che non vado a lavorare?
          • Anonimo scrive:
            Re: ma per pieta'

            Avverti tu il mio capo che non vado a
            lavorare?allora non ci arrivi... come fai a sapere che scioperi?? non si può sapere.il ferroviere che sciope5ra semplicemente non va al lavoro... oppure se è precettato (e lo è perhè dovrebbe garantire i treni + importanti) va al lavoro e semplicemente non fa circolare i treni...
        • Anonimo scrive:
          Re: ma per pieta'


          le fs non sanno nulla e non possono saperlo.
          non viaggiate quando c'è scioperoSi chiama limitazione delle liberà personali ........ne vogliamo discutere ?
          • Anonimo scrive:
            Re: ma per pieta'
            - Scritto da: Goeblin
            Si chiama limitazione delle liberà personali
            .....
            ...ne vogliamo discutere ?no scusa, questa non l'ho proprio capita, guarda che nessuno ti ha rinchiuso in casa...puoi benissimo usare un altro mezzo, nessuno te lo impedisce...possiamo parlare di interruzione di pubblico servizio, ok, che ha delle regole per quanto riguarda gli scioperi, (che ricordo essere un diritto di tutti i lavoratori), che evidentemente sono state rispettate...
          • Anonimo scrive:
            Re: ma per pieta'

            no scusa, questa non l'ho proprio capita,
            guarda che nessuno ti ha rinchiuso in
            casa...
            puoi benissimo usare un altro mezzo, nessuno
            te lo impedisce...

            possiamo parlare di interruzione di pubblico
            servizio, ok, che ha delle regole per quanto
            riguarda gli scioperi, (che ricordo essere
            un diritto di tutti i lavoratori), che
            evidentemente sono state rispettate...Si, ma non puoi scrivere "non viaggiate".......c'è chi usa il treno per lavoro e non può are diversamente....
          • Anonimo scrive:
            Re: ma per pieta'
            - Scritto da: Goeblin
            Si, ma non puoi scrivere "non viaggiate"....
            ...c'è chi usa il treno per lavoro e non può
            are diversamente....beh, io lo uso per lavoro, tutti i giorni mi faccio 50 Km all'andata e 50 al ritorno, oggi c'era sciopero e ho utilizzato uno dei treni nella fascia protetta per i pendolari, esistono per questo.Ora, capisco che possa essere frustrante se si deve fare un viaggio in treno non negli orari o sui treni non protetti per i pendolari, però se c'è uno sciopero è normale, e anzi, è giusto che saltino i treni meno utilizzati e di conseguenza meno importanti, come i treni a medio-lunga percorrenza o i treni negli orari non tipicamente da pendolare.Cmq ripeto, tutto questo non ha nulla a che vedere con la limitazione della libertà personale, seguendo lo stesso ragionamento allora il responsabile di un incidente in autostrada dovrebbe essere punito anche per aver costretto tutti i star fermi in colonna, insomma non regge :)
          • Anonimo scrive:
            Re: ma per pieta'

            Si chiama limitazione delle liberà personali
            .....
            ...ne vogliamo discutere ?scioperare è un diritto, forse te ne sei scordato. se scioperano il motivo c'è, e anche buono.non è con i ferrovieri che scioperano che devi arrabbiarti
        • Anonimo scrive:
          Re: ma per pieta'


          le fs non sanno nulla e non possono saperlo.
          non viaggiate quando c'è scioperoOK! sono abbonato; mi viene riconosciuto un rimborso per via del fatto che non ho usufruito del servizio?Pago ed in cambio non ho niente...
          • Anonimo scrive:
            Re: ma per pieta'


            OK! sono abbonato; mi viene riconosciuto un
            rimborso per via del fatto che non ho
            usufruito del servizio?

            Pago ed in cambio non ho niente...Appunto.Non ce l'ho con i ferrovieri, ce l'ho con Trenitalia.....
  • Anonimo scrive:
    Sciopero
    Domani le ferrovie ci comunicheranno che l'desione allo sciopero è stata bassa, nonostante tutte le soppressioni annunciate e nota anche la presenza di corse garantite e in forme varie imposte ai lavoratori.Volete scommetterci?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sciopero
      Ma cosa significa "Imposte ai lavoratori"?Chiedere ad una persona, che di lavoro fa il ferroviere, di portare un treno per garantire un servizio essenziale come il trasporto ferroviario ti pare un'imposizione? Da quando in qua il lavoro è imposto? Ma tu credi ancora alla favola del padrone che sfrutta gli operai?Non mi pare che nessuno l'abbia obbligato a fare il ferroviere. O gli è stato imposto? E magari gli impongono ogni mattina di alzarsi e mettere in moto la locomotrice. Ma pensa. Che cattivi!Se lo obbligassero a sviluppare in C++ allora si che sarebbe un'imposizione!!!!Che devo leggere....Tanto oramai che sono contro gli scioperi si era capito. Aspetto le solite ingiurie.W Berlusconi!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Sciopero
        - Scritto da: AlexBravo
        Ma cosa significa "Imposte ai lavoratori"?
        Chiedere ad una persona, che di lavoro fa il
        ferroviere, di portare un treno per
        garantire un servizio essenziale come il
        trasporto ferroviario ti pare
        un'imposizione?Se il lavoratore ritiene di doversi astenere dal lavoro per motivi sindacali, si.
        Da quando in qua il lavoro è
        imposto?Da quando serve per vivere. Se tu non lavori e vivi lo stesso, allora in effetti non ti è imposto.Io me lo sento imposto, ne farei volentieri a meno.
        Ma tu credi ancora alla favola del
        padrone che sfrutta gli operai?E' vero, sono gli operai che sfruttano i soldi del padrone! :)
        Non mi pare che nessuno l'abbia obbligato a
        fare il ferroviere.A te nessuno impone mai nulla, eh? Sei nella casa delle libertà... :)
        Se lo obbligassero a sviluppare in C++
        allora si che sarebbe un'imposizione!!!!Programmatore frustrato? :))
        Che devo leggere....L'hai detto, fratello... Mandi
      • Anonimo scrive:
        Re: Sciopero
        - Scritto da: AlexBravo
        Tanto oramai che sono contro gli scioperi si
        era capito. Aspetto le solite ingiurie.

        W Berlusconi!!!!Beh è chiaro che tu non sia mai venuto a contatto con determinate realtà, ti avrebbero aperto un tantino gli occhi...Non prendertela, è normale pensarla in questo modo quando non si è visto che i "padroni" esistono ancora oggi. Io lo vidi per la prima volta in una coopertativa durante un lavoro estivo (per comprarmi la tanto agognate SB AWE32 da montare sul 486 DX2-66 :), extracomunitari costretti a fare turni di 8 ore alle presse plastiche senza pausa mentre noi italiani potevamo fare quel che ci pareva senza che ci dicessero nulla, oppure padri di famiglia costretti a fare turni doppi dalle 22.00 alle 14.00 del giorno dopo per poter campare con la loro famiglia.E non ti sto parlando di fantasie o di scenari da terzo mondo, ma nel cuore della cosidetta "padania".Te lo dico con tutto il cuore, ti auguro di provare, anche solo per poco, a lavorare in aziende come quelle, solo per provare l'impatto con queste realtà, dopo vedrai che non parlarai più come parli ora...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sciopero
        - Scritto da: AlexBravo
        Ma cosa significa "Imposte ai lavoratori"?Significa che indipendentemente dalla volontà dei lavoratori, nonostante sia indetto uno sciopero nell'ultima data disponibile, molti dovranno lavorare comunque. Non mi sembra un concetto difficile da comprendere.
        Chiedere ad una persona, che di lavoro fa il
        ferroviere, di portare un treno per
        garantire un servizio essenziale come il
        trasporto ferroviario ti pare
        un'imposizione? Da quando in qua il lavoro è
        imposto? Ma tu credi ancora alla favola del
        padrone che sfrutta gli operai?Dunque come conosci il termine servizio essenziale, dovresti anche sapere che gli stessi dipendenti in caso di sciopero non possono esercitare liberamente tale diritto; la possibilità di scioperare è subordinata alla garanzia di un servizio generalmente erogato in misura ridotta (talvolta 50%) o anche, come nel presente caso, alla garanzia che vengano erogati alcuni servizi, come ad es. i treni per i pendolari e quelli a lunga percorrenza.Inoltre non mi risulta che sia possibile scegliere al di fuori di un rigido impianto di regole come scioperare, ed è dunque evidente come le situazioni testé citate possano costituire una imposizione.
        Non mi pare che nessuno l'abbia obbligato a
        fare il ferroviere. O gli è stato imposto? E
        magari gli impongono ogni mattina di alzarsi
        e mettere in moto la locomotrice. Ma pensa.
        Che cattivi!Io non lavoro rispettando tempi ed esigenze altrui per puro passatempo; lo faccio perchè vivo in una società che è strutturata attorno al lavoro, dal quale discendono quasi tutte le altre possibilità, ed in assenza del quale si ottiene una emarginazione dalla società medesima.Perdonami se evidenzio che la società di cui parlo non si trova dentro lo schermo che hai innanzi.
        Se lo obbligassero a sviluppare in C++
        allora si che sarebbe un'imposizione!!!!Ad oggi non conosco linguaggio migliore per programmare. Non mi risulta che argomenti diversi dai risultati che eventualmente potrei perseguire, mi impongano di avvalermi del C++ in luogo di un altro linguaggio.
        Che devo leggere....Sembrerebbe che vi siano molte letture capaci di aprire gli occhi ai più e di distrarli anche dallo schermo televisivo.
        Tanto oramai che sono contro gli scioperi si
        era capito. Aspetto le solite ingiurie.A me sembra che tu sia anche contro te stesso!In pochi osannanno il fumo dell'arrosto per poi dedicarsi ad altro.
        W Berlusconi!!!!Spero che tu ti possa ricredere presto dell'affermazione di cui sopra. Se fosse mia io ne avrei profonda vergogna e senza che me lo suggerisca qualcuno.Ti senti spesso ingiurato a causa della stima riposta in simili personaggi?Spero di non averti ferito con la mia opinione.
  • Anonimo scrive:
    Non è miope ma proprio cieco
    é la cosa piu semplice e intuitiva che potessero fare.perche la gente si deve complicare la vita per cercare ogni minima ca**ata in un sito.Forse volevi che su la home page ci fosse scritto se il tuo treno era soppresso o confermato e l'eventuale alternativa???
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è miope ma proprio cieco
      non so cosa ci sia scritto sul sito nè mi interessa perchè ringraziando il cielo non devo prendere il treno nel giorno di sciopero. però, se prima di scrivere ti informassi, sapresti che le ferrovie dello stato ufficilamente, e dico ufficialmente, non so se capisci, danno come fonti informative per gli orari dei treni nei giorni di sciopero, il loro numero verde e il sito. oh, il sito!!!!!! che strano, forse che essendo una fonte ufficiale per informarsi (prova tu a telefonare al numero verde nei giorni di sciopero...) dovrebbe essere un sito che non fa schifo e fornire tutte le informazioni del caso?? oppure no?? vedi tu...
      • Anonimo scrive:
        Re: Non è miope ma proprio cieco
        - Scritto da: eccolo
        oh, il sito!!!!!! che strano, forse
        che essendo una fonte ufficiale per
        informarsi (prova tu a telefonare al numero
        verde nei giorni di sciopero...) dovrebbe
        essere un sito che non fa schifo e fornire
        tutte le informazioni del caso?? oppure no??
        vedi tu...Il sito pubblica esattamente quello che e' affisso nelle stazioni. Se un fesso non sa nemmeno consultare l'orario e' una sua mancanza, non certo di Trenitalia.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non è miope ma proprio cieco

          Il sito pubblica esattamente quello che e'
          affisso nelle stazioni. Se un fesso non sa
          nemmeno consultare l'orario e' una sua
          mancanza, non certo di Trenitalia. Il sito NON pubblica esattamente quello che c'è scritto sull'orario del treno, anzi ...mi è capitato più di una volta che gli orari fossero discordanti e ti dirò di più: sulle bacheche affisse nelle stazioni c'è un simobolo una 's' cerchiata accanto a i treni garantiti in caso di sciopero e ....indovina un po'?sul sito questo simbolino nn esiste?!?!?!?!?pazzesco!
          • Anonimo scrive:
            Re: Non è miope ma proprio cieco
            - Scritto da: Gajira

            Il sito pubblica esattamente quello che e'

            affisso nelle stazioni. Se un fesso non sa

            nemmeno consultare l'orario e' una sua

            mancanza, non certo di Trenitalia.

            Il sito NON pubblica esattamente quello che
            c'è scritto sull'orario del treno, anzi
            ...mi è capitato più di una volta che gli
            orari fossero discordanti e ti dirò di più:
            sulle bacheche affisse nelle stazioni c'è un
            simobolo una 's' cerchiata accanto a i treni
            garantiti in caso di sciopero e ....indovina
            un po'?
            sul sito questo simbolino nn esiste?!?!?!?!?
            pazzesco!Non mi riferisco all'orario ufficiale, ma al volantino che viene affisso accanto all'orario ufficiale. E' una tabella identica a quella del sito.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non è miope ma proprio cieco

        non so cosa ci sia scritto sul sito n� mi
        interessa perch� ringraziando il cielo non
        devo prendere il treno nel giorno diallora stai zitto o prima di sparar sentenze vai a vedere la pagina in questionee' facile lamentarsi sempre...ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Non è miope ma proprio cieco
          la tua risposta dimostra pienamente la tua ignoranza...a tuo uso e consumo ho viaggiato per anni e ho potuto constatare come tra il sito e gli orari delel bacheche o comunicati agli sportelli ci sia sempre una discrepanza notevole.per cui quando dico che il sito non è assolutamente all'altezza vuol dire che non è all'altezza. Tanto più che sono loro a consigliarti di usarlo per ottenere le info che cerchi.Se poi lavori alle FFSS e vuoi difenderle a tutti i costi, allora fai pure, non mi importa. Se sei un minimo sveglio, noterai poi he il sito presenta pecche notevolia livello di programmazione, sia sulal ricerca degli orari dei treni sia sulel pagine di info.in occasione di scioperi il sito, non raramente, va giù ogni 3 x 2. se quesot è un sito che offre un servizio...e se rispondi sei pregato di non inca****ti e stare calmo.Un piccolo augurio: se già non viaggi in treno per andare al lavoro, spero tu debba farlo presto. così ti potrai immedesimare un po' nelle necessità dei pendolari ed affronterai queste situaizoni con un po' meno di incazzatura e prevenzione :-))
          • Anonimo scrive:
            Re: Non è miope ma proprio cieco

            la tua risposta dimostra pienamente la tua
            ignoranza...non ho mai detto di non esserlo:P
            a tuo uso e consumo ho viaggiato per anni e
            ho potuto constatare come tra il sito e gli
            orari delel bacheche o comunicati agli
            sportelli ci sia sempre una discrepanza
            notevole.io lo prendo almeno una volta a settimanae controllo sempre l'orario sul sitoe non sgarra di un minuto, e xche' dovrebbe?saro' fortunato?non credoil fatto e' che trovo spessogente che si lamenta di come vannole ferrovie, di come va l'enel di come va lo statoma poi sono le prime che non si impegnano a farein modo che funzioni correttamentexche' si sentono piu' furbi
            Se poi lavori alle FFSS e vuoi difenderle a
            tutti i costi, allora fai pure, non minon lavoro alle FFSS e ho aspettatopiu' di una volta in stazioneper ritardi inspiegabili, ma questo non c'entracon il fatto che stai giudicando una pagina chenemmeno ti sei degnato di guardarequesto a casa mia si chiama "pregiudizio"
            importa. Se sei un minimo sveglio, noterai
            poi he il sito presenta pecche notevolia
            livello di programmazione, sia sulal ricercafai un'offerta alle FFSS per la ristrutturazionedel sito, magari tu lo fai meglio..chissa'
            degli orari dei treni sia sulel pagine di
            info.l'unica pecca e' chequando fai una ricercacon un browserche non e' IE devi riempirti i dati di ricerca a mano xche' li completa in modo sbagliatoma ho visto molto di peggio!!
            in occasione di scioperi il sito, non
            raramente, va giù ogni 3 x 2. se quesot è un
            sito che offre un servizio...a me non e' mai successo..
            e se rispondi sei pregato di non inca****ti
            e stare calmo.io sono calmissimoti ho solo fatto notare che prima di giudicaresarebbe buona norma controllare di persona..
            Un piccolo augurio: se già non viaggi in
            treno per andare al lavoro, spero tu debba
            farlo presto. così ti potrai immedesimare un
            po' nelle necessità dei pendolari ed
            affronterai queste situaizoni con un po'
            meno di incazzatura e prevenzione :-))se c'e' uno incazzato qui quello non sono io;)ciaoMaurop.s. il treno lo prendo domani
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è miope ma proprio cieco
      Mi chiedo se fra alcuni di voi non ci siano persone pagate dalle FS per difenderne ad ogni costo - anche quando oggettivamente impossibile - l'immagine. E me lo chiedo soprattutto notando l'acrimonia con cui apostrofate una persona che non reputa il servizio informativo fornito sufficiente.Sinceramente gli scioperi in Italia non sono una rarità, per cui penso che strutturare il sito web prevedendo anche questo tipo di informazioni disponibili in ricerca non fosse impossibile. E' già un passo avere un elenco "non usabile" in Rete, ma forse è un passo che denota la miopia di chi ha progettato il servizio (e non certo dell'utente che ha scritto).Dunque, per cortesia, non offendete chi con garbo dice la sua e pensate ad indignarvi per cose più serie.Marco Briotti
      • Anonimo scrive:
        Re: Non è miope ma proprio cieco

        E' già un passo avere un elenco "non
        usabile" in Rete, ma forse è un passo che
        denota la miopia di chi ha progettato il
        servizio (e non certo dell'utente che ha
        scritto).Premetto che porto gli occhiali, ma tengo il monitor 17" a 1280x1024, il che significa che posso supporre di avere "l'occhio bionico" e quindi non ho trovato alcuna difficoltà nel leggere la pagina in questione. A parte questo, ho visto la pagina e l'ho ritenuta validissima per l'uso base di quelle informazioni: stamparle e portarle con se. Questo al contrario di tutti i sistemi 'a ricerca' che fanno impazzire per raccogliere su carta tutte le informazioni, costringendo l'utente a disboscare una foresta per stampare tutto. Se la funzionalità di ricerca del browser è sufficiente, non vedo perché doverla sostituire con altre funzionalità che caricano il server e alla fine fanno perdere molto più tempo per caricare pagine e pagine.
        Dunque, per cortesia, non offendete chi con
        garbo dice la sua e pensate ad indignarvi
        per cose più serie.Appunto, i problemi del sito (e anche delle F.S.) sono ben altri, non ultima qualche linea (non internet) centenaria apparentemente revisionata (sulla carta?) appena qualche giorno fa, non vedo perché la pagina in questione sia così 'scandalosa'.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non è miope ma proprio cieco
        dopo aver letto tutta la diatriba mi rendo conto che forse ci sono davvero persone che non hanno niente da fare (come me in questo momento, ad esempio :) per mettersi a scrivere tutti questi "commenti" ad un semplice avviso di sciopero. Ho letto anch'io la pagina incriminata (la tabella dei treni) e non mi sembra tanto difficile da consultare, tant'è che la funzione "trova" del browser, può tranquillamente aiutarci nella ricerca.Bisogna pure vedere con quale intento è stata composta dagli sviluppatori del sito web (se per stamparla oppure per una "rapida" consultazione in base all'orario di partenza). Ad ogni modo, sono anche io un pendolare che viaggia e ho sperimentato diverse volte sulla mia pelle i disagi e i ritardi delle ferrovie dello stato. Si ovvio, siamo umani e ci incavoliamo quando un treno arriva in ritardo e magari ti fa perdere la tanto sospirata coincidenza (facendomi arrivare alle 2 di notte invece che a mezzanotte, quindi con ben due ore di ritardo, dalla mia ragazza che mi stava aspettando) ma capisco pure che ci sono delle esigenze particolari di alcune categorie e che possono rivendicarle solo in quel modo. Capisco anche l'esigenza di rendere un sito web "usabile" perchè sono anche io un webmaster e so cosa significhi "accontentare" le più svariate esigenze degli utenti. Ma in molti casi, appunto, ci si lamenta anche del superfluo; magari della virgola fuori posto, magari del carattere tipografico che non è molto simpatico....insomma ci si lamenta perchè è nella nostra natura (di italiani?) lamentarsi! Forse è sbagliato il luogo in cui ci si lamenta, forse sarebbe stato il caso di rivolgere le proprie lamentele ai diretti interessati (i curatori del sito web delle ferrovie dello stato), magari avrebbero accettato il suggerimento e modificato le pagine di conseguenza. A volte basta andare alla fonte per risolvere il problema (io ho scritto alla direzione regionale delle ferrovie e loro, anche se con molto ritardo, mi hanno risposto!) Invece di incavolarsi, pensate a fare,come ha detto qualcuno nel forum, il proprio dovere di cittadini civili ed onesti, il proprio dovere di lavoratori, eccetera eccetera eccetera
  • Anonimo scrive:
    Mah
    Certo che la gente al giorno d'oggi si lamenta veramente di ogni cosa...forse un giorno non sapremo più nemmeno pulirci il c**o da soli...sono perplesso....
    • Anonimo scrive:
      Re: Mah
      Non si tratta di lamentarsi o meno delle minime cose, si tratta di avere accesso a delle informazioni di carattere pubblico. Che le FS sono _costrette_ a fornire in caso di sciopero.Ma se le fornisci male o incomplete, o di difficile consultazione, non fai un buon servizio.Quindi il numero verde non risponde o è sempre occupato, in stazione a vedere gli orari non sempre ci si può andare, il sito Internet è di più facile consultazione... ma dare una semplice lista di treni non lo giudico fornire un buon servizio. Pensare un po' meglio a come strutturare quella pagina, ci voleva poco... a saperlo fare. E sarebbe stato più facile per l'azienda far sopportare ai cittadini i disagi innegabili di uno sciopero di queste proporzioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mah
        E completo la crociata contro lo sciopero...Le Ferrovie garantiscono un servizio attraverso i loro addetti. Se i loro addetti scioperano non permettendo di garantire un servizio, allora la colpa è delle Ferrovie. Mi pare giusto.Mettiamola così. Se le Ferrovie se non possono garantire un servizio si devono spartire la colpa con gli scioperandi.-50% va alle ferrovie perchè probabilmente non tutela i lavoratori come dovrebbe-50% ai lavoratori che usano lo sciopero come strumento di condizionamento civile e politico.Ma qualcuno che dice qualcosa di destra in questi forum non c'è mai? C'è qualcuno che sta dalla parte degli imprenditori? Com'è che tutti gli smanettoni, hacker, cracker, filo pinguini, linuxiani, liberi sviluppatori, etc che leggono PI sono tutti sinistroidi? Non voglio credere che gli informatici abbiano tutti CheGuevara nello sfondo del desktop....Non c'è equilibrio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mah
          - Scritto da: AlexBravo

          Le Ferrovie garantiscono un servizio
          attraverso i loro addetti. Se i loro addetti
          scioperano non permettendo di garantire un
          servizio, allora la colpa è delle Ferrovie.
          Mi pare giusto.Da un certo punto di vista, forse... :)
          Mettiamola così. Se le Ferrovie se non
          possono garantire un servizio si devono
          spartire la colpa con gli scioperandi.O cmq cercare di limitare i danni per i clienti il più possibile.La pagina web che è stata preparata con un semplice elenco di treni, non è sufficiente, a mio avviso.
          Ma qualcuno che dice qualcosa di destra in
          questi forum non c'è mai?[cut]ROTFL!Comincia tu, poi vediamo come va avanti... ma tieni conto che questo NON è un forum politico, ma di argomenti principalmente informatici! :))
          Non voglio credere che gli
          informatici abbiano tutti CheGuevara nello
          sfondo del desktop....Azz, mi hai beccato! :))
          Non c'è equilibrio.A vedere la composizione del governo italiano, direi che ce n'è fin troppo... :)))
        • Anonimo scrive:
          Re: Mah
          - Scritto da: AlexBravo
          Ma qualcuno che dice qualcosa di destra in
          questi forum non c'è mai? C'è qualcuno che
          sta dalla parte degli imprenditori? Com'è
          che tutti gli smanettoni, hacker, cracker,
          filo pinguini, linuxiani, liberi
          sviluppatori, etc che leggono PI sono tutti
          sinistroidi? Non voglio credere che gli
          informatici abbiano tutti CheGuevara nello
          sfondo del desktop....

          Non c'è equilibrio.mah, forse è così perchè tanti, troppi informatici l'hanno preso in quel posto dalla cosidetta new economy, dai contratti di collaborazione, dai contratti a termine, insomma da tutto quel mondo del lavoro tipicamente "americano" e liberista caldamente appoggiato dalla destra; chissà che forse in questo modo abbiano aperto gli occhi e abbiano capito che il lavoro, la carriera, i soldi non sono tutto nella vita, al contrario di quanto voglia far credere il beneamato cavaliere...Cmq trovo triste che dopo l'intervento intelligente e moderato (seppur di parte) intitolato "Un paio di considerazioni..." che avevi postato poco sopra, te ne esci con questa caterva di considerazioni preconcette su coloro che la pensano diversamente da te...
          • Anonimo scrive:
            Re: Mah
            Ha ragione me ne rammarico anche io.Solo che quando leggo certe cose mi infervoro.Perdonatemi, sono un essero umano, pendente da una parte e, soprattuto, esule della new-economycome altri di voi.Mandato a casa da un giorno all'altro da un'azienda, grande, americana.....Eppure sono rimasto di destra.Perchè?
          • Anonimo scrive:
            Re: Mah
            - Scritto da: AlexBravo
            Mandato a casa da un giorno all'altro da
            un'azienda, grande, americana.....

            Eppure sono rimasto di destra.
            Perchè?Ecco, questa è una bella domanda, a cui mi piacerebbe avere una risposta sensata. Non sto scherzando.Ammetti di essere stato fregato dal "sistema" (parola abusatissima), tipicamente di destra, eppure sei ancora convinto che sia valido. Perchè? Come mai?Non dico che devi passare in toto dall'altra sponda, ma almeno un dubbio, non ti è venuto, che qualcosa non quadra? Non ti sei fermato un attimo a pensare sulle implicazioni politiche e soprattutto sociali della tua esperienza?Magari te riesci a campare lo stesso, e te lo auguro, ma sai quanta gente che è rimasta fregata come te, è impossibilitata a sostenere una famiglia in modo dignitoso?Non ti viene un sospetto, un ripensamento, su tutto questo?Perchè credi ancora nelle politiche economiche della destra?Grazie per la risposta.Mandi MailMaster C.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mah
            Mettiamola così. Il tuo punto d'osservazione è condivisibile. Ma credo che per quanto riguardi il sottoscritto la riposta sia una sola. E mi auguro con questa risposta di riuscire a giustificare i miei interventi talvolta un po rudi.I miei genitori mi hanno insegnato che l'unica forza in grado di smuovere il mondo, farti ottenere ciò che vuoi, arrivare dove desideri, aiutare gli altri, creare e distruggere è il lavoro.Da lì è poi nata una passione, che forse è diventato sentimento verso quell'ideologia, non è solo politica, che è anche stile di vita che contraddistingue sempre i miei interventi nel forum e nella vita, qualunque sia l'argomento.Scusa se la metto giù in maniera idealistica e un po romantica. Vogliamo dire che è un credo? Ok.I credenti hanno fede. Anche io cell'ho.Le politiche economiche della destra hanno portato vantaggi e svantaggi. Ma hanno creato ricchezza, forse per pochi, ma l'hanno creata.La sinistra non ha mai creato ricchezza.L'ha solo portata via a chi poteva costruirne dell'altra. Magari non l'avrebbe mai fatto ma poteva. Risultato? Quello che vediamo per quanto riguarda i paesi comunisti (quei pochi rimasti).Credo che debbano esistere ricchie e poveri e tutti debbano fare di tutto per cambiare e migliorare la loro situazione. Io non credo che l'operaio nasca e muoia operaio. Io credo nelle persone che lavorando possono migliorare la condizione propria degli altri.Grazie.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mah
            - Scritto da: AlexBravo

            I miei genitori mi hanno insegnato che
            l'unica forza in grado di smuovere il mondo,
            farti ottenere ciò che vuoi, arrivare dove
            desideri, aiutare gli altri, creare e
            distruggere è il lavoro.Io pensavo che fosse l'energia... :)
            La sinistra non ha mai creato ricchezza.Opinabile.
            Quello che
            vediamo per quanto riguarda i paesi
            comunisti (quei pochi rimasti).L'assimiliazione "sinitra" = "comunismo", è quanto di più errato, oggi, ci sia in politica.Rivedi questi conetti.
            Grazie.Grazie a te per la risposta, ma che non condivido.Mandi MailMaster C.
Chiudi i commenti