Acrobat mette una croce sui bug

La versione X del software dedicato ai PDF non consentirà operazioni illegittime. Ma, allo stesso tempo, sarà aperta all'integrazione nei flussi di lavoro sul Web

Roma – Adobe prova a vincere il braccio di ferro tra Acrobat e le vulnerabilità, diventato un vero e proprio tormentone aziendale. La versione X, disponibile dal mese prossimo, sfrutterà l’annunciato principio della “sandbox” blindata per proteggere il computer dai malware. Di contro, la suite dedicata all’ editing supporterà la condivisione dei documenti via SharePoint, i PDF pieni di contenuti interattivi (email, fogli di calcolo, Flash, video…) e offrirà un accesso diretto ai servizi di storage online su Acrobat.com.

Come noto, la soluzione al problema sicurezza scelta da Abobe, studiata insieme a Microsoft, passa attraverso l’isolamento totale dei processi di Acrobat e Reader, che non dovranno mai spartire più del dovuto con il sistema operativo. Il nuovo filtro contenuto in Acrobat X non dovrebbe infatti consentire operazioni “illegittime”, potenzialmente pericolose.

Oltre ad includere la protezione sandbox, la nuova release del Reader si presenterà anche con una interfaccia utente semplificata che consentirà di immettere commenti sotto forma di Note adesive (i classici post-it). L’accesso ai documenti PDF verrà migliorato sui browser web ed esteso alle piattaforme mobile come Android, Windows Phone 7 e Blackberry Tablet. Google Chrome e iOS Apple non appaiono ancora nella lista dei benvenuti.

La suite Acrobat X Pro, già in pre-ordine su Adobe.com, sarà disponibile a partire fine novembre al prezzo di 299 euro (139 euro per l’upgrade). L’aggiornamento del semplice lettore di PDF, dalla versione 9.4 alla 10, sarà disponibile nello stesso periodo e rimarrà come sempre gratuito.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • attonito scrive:
    Gene, non te li puoi portare dietro...
    Gene, gene, gene! che te ne farai, poi di tutti 'sti soldi? Finirai anche tu in una cassa, come tutti. (o ti farai cremare?)
    • Cobra Reale scrive:
      Re: Gene, non te li puoi portare dietro...
      - Scritto da: attonito
      Gene, gene, gene! che te ne farai, poi di tutti
      'sti soldi?

      Finirai anche tu in una cassa, come tutti. (o ti
      farai
      cremare?)Forse si farà cremare assieme ai suoi beneamati verdoni, così da portarseli dietro nell'aldilà.
  • Mr. X scrive:
    Tracciare un DOS
    Beh dato che un DOS altro non è che una richiesta di connessione al server non vedo come possano tracciare chi ne fa un uso "criminoso" anzichè voler semplicemente visualizzare la homepage (rotfl)
    • Aleph72 scrive:
      Re: Tracciare un DOS
      - Scritto da: Mr. X
      Beh dato che un DOS altro non è che una richiesta
      di connessione al server non vedo come possano
      tracciare chi ne fa un uso "criminoso" anzichè
      voler semplicemente visualizzare la homepage
      (rotfl)Forse perché da un determinato IP arrivano "un po'" di richieste al secondo?
      • Findi scrive:
        Re: Tracciare un DOS
        cosa ci puoi fare se a uno piacciono così tanto i Kiss che visita la pagina 50 volte al giorno? poi è ovvio, che più sei appassionato più visiti...non si sà mai che ci siano delle novità....
        • Valeren scrive:
          Re: Tracciare un DOS
          50 al giorno può essere normale, 50 al secondo non mi pare :DE comunque, dall'IP risali ad uno zombie. Wow, complimenti per lo spreco di denaro pubblico :D
          • Findi scrive:
            Re: Tracciare un DOS
            50 al secondo ti si può anche essere incastrato il tasto sin del mouse....eh eh eh....scherzi a parte....per fortuna che i soldi sono pubblici, in un'azienda privata li avrebbero già licenziati tutti....eh eh eh....
  • H5N1 scrive:
    Ping
    Esecuzione di Ping genesimmons.com [66.70.215.110] con 32 byte di dati:Richiesta scaduta.Richiesta scaduta.Richiesta scaduta.Richiesta scaduta.Statistiche Ping per 66.70.215.110: Pacchetti: Trasmessi = 4, Ricevuti = 0, Persi = 4 (100% persi) -----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 22.12-----------------------------------------------------------
  • 01234 scrive:
    can che abbaia...
    sì sì, vedrai che gli ip dei pc zombie condurranno proprio ai "colpevoli" :-Dintanto anche se non mi sono mai piaciuti io mi scarico a spregio l'opera omnia dei kiss, tanto per diventare l'n-esimo seeder e contribure ad altri scarichi alla faccia di GS :-P
Chiudi i commenti