Adiconsum: basta cellulari, avanti i PC

Questo uno degli appelli dell'associazione che coordina per l'Italia la giornata della rete sicura, dedicata ad una maggiore consapevolezza delle nuove tecnologie e di internet. Il Safer Internet Day si celebra in diversi paesi


Roma – Chi può regalare un prodotto delle nuove tecnologie ai propri figli pensi ad un computer anziché ricorrere al solito telefono cellulare, pensi ad incoraggiare i più piccoli all’uso del PC e di Internet. Questi alcuni dei contenuti che Adiconsum mette in campo per la celebrazione italiana della giornata internazionale Safer Internet Day , prevista il 6 febbraio.

“Quasi tutti gli adolescenti in Italia hanno un telefono cellulare – afferma Adiconsum – I telefonini di nuova generazione stanno avendo una enorme diffusione. Soltanto 4 bambini su 10, però, hanno un computer in casa e possono accedere alla rete. Perché? Per la scarsa dimestichezza delle famiglie italiane con l’informatica, per la preoccupazione dei genitori sui rischi di Internet (…) perché a scuola si fa ancora poco uso delle nuove tecnologie”.

L’associazione dei consumatori approfitta dunque dell’occasione per appellarsi pubblicamente al buon senso di tutta la società italiana. Alle famiglie chiede di responsabilizzare i ragazzi senza precludere loro le opportunità offerte dalla rete mentre dalla scuola si aspetta una formazione specializzata per l’introduzione delle nuove tecnologie nella didattica, l’acquisto di attrezzature informatiche aggiornate e un supporto vero nella sensibilizzazione delle famiglie sui rischi e le opportunità di Internet.

Appelli ci sono anche per i fornitori di servizi in rete e per i provider , operatori che, secondo Adiconsum, devono aderire al Safer Internet Day rispettando il codice di autoregolamentazione Internet@Minori , dando manforte alla Polizia postale nelle indagini sulle attività criminose online, offrendo filtri gratuiti alle famiglie e sistemi per una navigazione sicura ed “evitare di ospitare siti che gestiscono dialer” .

Non è finita. Sfruttando il Safer Internet Day, Adiconsum chiede al Governo e al Parlamento una regolamentazione rigorosa del settore “compatibilmente con i limiti tecnologici e di applicabilità territoriale delle norme”, l’imposizione di “sanzioni per gli operatori che si comportano scorrettamente e non collaborano in modo sollecito con le indagini di polizia” e l’incentivazione di “comportamenti responsabili verso i diritti dei minori in rete” da parte dei fornitori di servizi.

Gli appelli di Adiconsum si integrano allo sforzo degli organizzatori della giornata per una rete più sicura, giornata che viene celebrata anche in Germania, Grecia, Islanda, Lussemburgo, Norvegia, Spagna, Olanda, Regno Unito, Bulgaria e Australia. L’idea di fondo è quella di aumentare la consapevolezza di quello che il network può offrire, in tutti i sensi, e dunque di sensibilizzare la società ad un uso più accorto delle nuove tecnologie.

In Italia le celebrazioni si terranno presso la scuola “Nosengo” di Arzano, in provincia di Napoli, da dove è stato tratto il celeberrimo libro Io speriamo che me la cavo . Secondo Adiconsum, quell’istituto è una scuola simbolo del “riscatto” e della volontà di innovazione, vista anche la partecipazione dell’istituto ad altri progetti europei pensati per migliorare l’approccio alle nuove tecnologie da parte dei minori e del mondo scolastico. Alla “Nosengo” sono previsti una serie di eventi, presentazioni, musica e cotillon.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    TRE : per regalare i cellulari licenzia!
    Quando 3-H3G cominciò la sua attività, arruolando dipendenti e presentandosi alle PP.AA. con la promessa di innumerevoli investimenti in Italia, nel corso degli anni, di finanziatori esteri (per l?esattezza cinesi - Hutchinson Whampoa Limited), evidenziò di voler essere una società che aveva fra i propri obiettivi primari il benessere dei propri dipendenti; molti articoli della stampa italiana, prima ancora che alle novità tecnologiche e dei servizi di telefonia, furono dedicati proprio a questa volontà di innovazione nella gestione delle risorse umane.3, per bocca dello stesso Amministratore Delegato (e fondatore) Vincenzo Novari, all'interno dell'ufficio del personale intendeva istituire un'insolita figura di "direttore della felicità", cioè un manager impegnato esclusivamente per assicurare la massima soddisfazione dei dipendenti che lavoravano ed avrebbero lavorato nella nuova azienda.Tanto era stato promesso in ?Quattro chiacchiere con Vincenzo?, ossia incontro in open-space (tutti seduti su cuscini) tenutosi nel mese di Maggio 2001 con le prime poche centinaia di persone che, lasciando aziende consolidate, avevano deciso di abbracciare questo progetto.Inoltre nei corridoi c'erano sempre ceste di frutta fresca ed era stato istituito per i dipendenti un servizio di lavanderia e stireria con consegna in azienda, nonché una squadra di massaggiatori che si spostava di sedia in sedia ?alleggerendo? il lavoro di chi lo richiedesse.Probabilmente nella fase di start-up per 3 era conveniente mostrarsi come un'azienda esemplare sotto il profilo del rapporto con i collaboratori: era il periodo delle assunzioni e bisognava strappare risorse agli altri gestori mobili italiani, da Tim a Vodafone a Wind e a Blu, soprattutto nei settori tecnici.Strada facendo il direttore della felicità non è stato mai individuato. Ci auguriamo che adesso, ovunque si trovi, almeno lui sia felice!!NOI NON LO SIAMO!!!!!!!!I tempi sono cambiati. Lo start-up sembrerebbe concluso e la costruzione della rete quasi ultimata. Che fare quindi di circa 1000 dipendenti (tra il 40 e 50% del totale) per non parlare degli ulteriori circa 600 tra interinali e consulenti sempre appartenenti alla parte tecnica?????3 ha deciso di esternalizzare i settori dell'informatica e della rete, che potrebbero passare ad attuali fornitori di 3, con un triplo salto mortale illogico:- La rete, ossia il complesso infrastrutturale delle stazioni radio base, centrali, interconnessioni e tutto quanto necessario affinché i cellulari UMTS funzionino viene affittata per un certo periodo (si parla di 5 anni ma nessuno conosce i termini certi degli accordi) ad un?azienda esterna;- Dei 1000 dipendenti strettamente legati alle attività cedute in affitto, 800 finiscono sul libro matricola di chissà quale azienda (magari un contenitore creato ad hoc) e 200 (forse i più simpatici) restano alle dipendenze di 3; questa operazione si configura come cessione definitiva dei dipendenti senza alcuna garanzia sul prosieguo del rapporto di lavoro (qualsiasi esso sia).- Alla fine del periodo di affitto della rete la stessa tornerebbe a 3. E i dipendenti quel giorno dove saranno????? Probabilmente in tale data 3 potrà nuovamente presentarsi (al fine di avere ?adeguate? agevolazioni) promettendo migliaia di posti di lavoro come già fatto in precedenza.THE NEVERENDING STORY????TRADOTTO IN ITALIANO: I problemi concernenti la gestione della rete fisica vengono scaricati ad altri (ne garantiranno la stessa qualità?) ed il personale che ha costruito il tutto (DAL NIENTE) viene buttato via.Per concludere, per un po? di frutta che siamo riusciti ad avere?.la verità è che dal 2001 siamo stati spremuti come limoni credendo di far parte di un grande sogno da realizzare.Per ora il sogno sembra si stia realizzando per qualcuno, visto l?elevato numero di clienti acquisiti negli ultimi mesi (per un totale di 2.800.000) ma non per tutti!!!!!E la manovra di esternalizzare l?attività tecnica (affitto rete e cessione dipendenti) sarà il primo dei tentativi per far apparire i bilanci più sani ed i conti più in ordine per una futura quotazione in borsa di 3.OGGI TOCCA A 3, DOMANI AGLI ALTRI OPERATORI
  • Anonimo scrive:
    CONSUMATORI SVEGLIA!!!
    Poveri noi: le 2 + note associazioni dei consumatori sono perse in boiate (una piantona Bonolis tutte le sere e l'altra va a fare un partito per un seggio in parlamento a Bruxelles).Bisogna bastonare duramente tutta questa pubblicità ingannevole!!Caspita! ho comprato un giocattolo della mattel (scopa di harry potter) dove dicevano persino che non permette di volare veramente. Potenza delle leggi americane e inglesi!!!E da noi in TV continuano a mostrare cellulari che mandano immagini fluide a schermo pieno!! (non solo 3, anche gli altri!)Ci vorrebbero leggi serie e bisognerebbe fargli pagare tanti di quei danni che ci pensino su 2 volte prima di riprovarci!!!MacMax
  • Anonimo scrive:
    Esiste gente che ha il 3G?
    Ma davvero esiste gente che ha comprato o intende comprare un telefono di terza generazione detto 3G? E che se ne fa? Gia' il fatto di ricevere una telefonata e' gia seccante, figuriamoci fare una videotelefonata.Io lo comprerei solo se ho esigenze di avere banda larga sul telefonino, ma mai per fare una videotelefonata.Non mi dite che la gente lo ha comprato per vedere in streaming il grandefratello sul cell 3G?Meditate gente, poi non ci lamentiamo se non ci sono soldi, quando poi li sperperiamo in questo modo.
  • Anonimo scrive:
    L'Immagine sul telefono è ingannevole.
    Ho fatto la mia prima videotelefonata col telefono di un mio amico e col cavolo che l'immagine è come quella negli spot, chiaramente finta e aggiunta col computer.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Immagine sul telefono è ingannevole.
      - Scritto da: Anonimo
      Ho fatto la mia prima videotelefonata col
      telefono di un mio amico e col cavolo che
      l'immagine è come quella negli spot,
      chiaramente finta e aggiunta col computer.cosa vorresti dire? che va a scatti?o la risoluzione èbassa?
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Immagine sul telefono è ingannevole.
      - Scritto da: Anonimo
      Ho fatto la mia prima videotelefonata col
      telefono di un mio amico e col cavolo che
      l'immagine è come quella negli spot,
      chiaramente finta e aggiunta col computer.Non dirmi che sei cosi ingenuo da non averlo saputo prima....:D
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Immagine sul telefono è ingannevole.
      maddaaai?e io che credevo anche alla pubblicita' adsl dove si vedono i film come in televisione...Il mondo e' allo sfascio...cose e' paz
      • Anonimo scrive:
        Re: L'Immagine sul telefono è ingannevole.
        - Scritto da: Anonimo
        maddaaai?
        e io che credevo anche alla pubblicita' adsl
        dove si vedono i film come in televisione...
        Il mondo e' allo sfascio...cose e' pazIronia a parte , se non c'é *almeno* una scritta nello spot che precisi che la reale qualità della trasmissione non è quella che si vede (come avviene negli spot sui giocattoli, dove specificano che non si muovono da soli o roba simile), questa falsa rappresentazione delle caratteristiche del prodotto rimane una pura e semplice TRUFFA, indipendentemente dal fatto che cia sia o no qualcuno cosi ingenuo o disinformato da credere che quella sia la vera qualità della trasmissione...
  • Anonimo scrive:
    Ma chi se la prendera' in cura....
    ... la telefonia di terza generazione?per il momento gli unici che ci hanno guadagnato sono gli stati che hanno venduto le concessioni per cifre miliardarie (in lire) per il resto H3G non decolla.I motivi? vediamo...a chi serve un telefonino per fare la videochiamata a 50 cent al minuto?se voglio chattare in video lo faccio da internet, mi viene gratis, ok ma internet mica te lo tieni in tasca... ok ma mica mi scappa di videochattare a tutti i minuti... l'unico modo di salvarsi è dare connettività FLAT ad alta velocità, paragonabile all'ADSL.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi se la prendera' in cura....
      - Scritto da: Anonimo
      l'unico modo di salvarsi è dare
      connettività FLAT ad alta
      velocità, paragonabile all'ADSL.Sono d'accordo, è l'unica cosa che farebbe decollare il servizio, ed è anche l'unica cosa che non offrono sapendo quanto verrebbe usata.La videotelefonata? Mah, sinceramente pur essendo un fanatico di tutte le nuove tecnologie ed anche se mi sono gettato a capofitto in molti nuovi standard la videotelefonata secondo me è un concetto vecchio che si sta cercando di applicare a una nuova tecnologia che forse serve per tutt'altra cosa. E' dagli anni '50 che si fantastica della videotelefonata, questo giusto per dire che non è una cosa nuova. Negli anni '80 la SIP ha perfino cercato di sperimentarla ma sembrava che i clienti sperimentatori non ne fossero affatto entusiasti. Ora, col cellulare, a chi può veramente servire la videochiamata? Non so voi ma la maggior parte delle mie chiamate al cellulare viene fatta: 1) mentre sono al lavoro, e devo guardare lo schermo del computer, non quello del cellulare 2) mentre cammino in ufficio o fuori, rischiando in questo modo di abbracciare un palo della luce se mi atteggio di fronte alla videocamera 3) mentre guido (con l'auricolare), e vi lascio quindi immaginare cosa potrebbe accadere in questo frangente. Aggiungo che, pur avendo la web cam e potendo videochattare GRATUITAMENTE con ADSL in pratica sta lì e non la uso mai. Preferisco una conversazione solo vocale o la classica tastiera, soprattutto nei casi in cui è comodo che gli " scripta manent". Non dico che in futuro le famiglie si abituino se non altro a mettersi di fronte a un display al plasma da 43', e, con videocamera ad alta definizione, a fare una videochiamata tramite fibra ottica o HDSL comodamente seduti sul divano, ma il videotelefonino secondo me è perdente per un sacco di motivi, e sono francamente stupito del tentativo fatto da H3G in questo senso. Non so su quali sondaggi hanno basato la loro offerta ma se chiedo ad amici e conoscenti non mi sembrano affatto entusiasti all'idea della videotelefonata, e, soprattutto, al fatto di pagarla più di quella normale.Luke
  • Anonimo scrive:
    Traffico in entrata??
    Cioè... io capisco che IO debba fare un tot di telefonate... ma devo costringere qualcun altro a chiamarmi per raggiungere la soglia dei 60 minuti di traffico in entrata????Ma ce lo mettono un po' di tabbbacco in quello che fumano????Ingenuo 2001
  • Anonimo scrive:
    Demenza, disperazione e
    stronz@ggine = 3:@Solo pensare di applicare una penale ai clienti che non raggiungono certe soglie di traffico è indice:- di demenza (perchè non si era mai visto)- di disperazione (per il basso utilizzo della loro rete)- di stronz@ggine (perchè i clienti sono polli da ingannare e spennare)
  • Anonimo scrive:
    E io pago
    Io pago le penali da 2 mesi! :(Sinceramente?LADRI
    • napodano scrive:
      Re: E io pago
      direi che te lo meriti ampliamente.per aver voluto il videofonino "un attimino più tecnologico"per aver creduto alla pubblicitàper non aver letto nulla di quello che firmaviper non esserti informato riguardo la campagnaperché mi stai anche un po' antipatico, ecco.
    • Anonimo scrive:
      Ma se H3G dice che non le applica...
      - Scritto da: Anonimo
      Io pago le penali da 2 mesi! :(

      Sinceramente?
      LADRISei sicuro?Hai letto bene la notizia?---------------------E [H3G] ha dichiarato "di non aver mai applicato ad alcun cliente le penali previste per il mancato raggiungimento della soglia minima di 30 euro di traffico uscente e di 60 minuti di traffico entrante per mese solare".---------------------Se vuoi aiutare Adusbef e compagnia varia, manda loro le bollette con le penali, cosi' che H3G sia condannata per bene, altrimenti versare solo lacrime di coccodrillo e' inutile...
    • Anonimo scrive:
      Re: E io pago
      - Scritto da: Anonimo
      Io pago le penali da 2 mesi! :(

      Sinceramente?
      LADRIE tu davvero hai firmato un contratto con una clausula simile????Ma sei pazzo?
  • Anonimo scrive:
    Ma dite un po': Vendono o no???
    Passo tutti i giorni 4 volte davanti ad un negozio 3, strafico, futuristico con gli schermi al plasma, la commessa in minigonne e maglietta 3, ma in un mese ho visto un solo cliente. Domanda: ne vendono di questi affari o stanno lì per farsi belli?
    • avvelenato scrive:
      Re: Ma dite un po': Vendono o no???
      mah, ne ho visti in giro, pochi, ma mi sembrano così volgari.. dei telecomandi!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma dite un po': Vendono o no???
        - Scritto da: avvelenato
        mah, ne ho visti in giro, pochi, ma mi
        sembrano così volgari.. dei
        telecomandi!
        Io invece ne ho visti.. secondo me fa trendy avere il videofonino in questo periodo ;)Poi all'isokinetic di Bologna ce l'hanno una marea di gente (calciatori professionisti :@ )
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma dite un po': Vendono o no???
          avrebbero venduto se fossero stati una società piu' seria. la mancata disponibilita' dei nec 616 è stata la botta finale.non so come vadano avanti
        • napodano scrive:
          Re: Ma dite un po': Vendono o no???

          ce l'hanno una
          marea di gente (calciatori professionisti :@ )...profumatamente pagàti dagli sponsor
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma dite un po': Vendono o no???
      - Scritto da: Anonimo
      Passo tutti i giorni 4 volte davanti ad un
      negozio 3, strafico, futuristico con gli
      schermi al plasma, la commessa in minigonne
      e maglietta 3, ma in un mese ho visto un
      solo cliente. Domanda: ne vendono di questi
      affari o stanno lì per farsi belli?Ti dico solo che alla sede di H3G a Roma i mobili non li hanno ancora comprati perchè almeno se falliscono non devono fare l'asta...
  • Anonimo scrive:
    Non è la prima volta
    Vedo che questi nuovi di H3G si sono subito abituati alle abitudini dei colossi delle telecom nazionali....A buon intenditor...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è la prima volta
      Arancia mezza vuota ? hehhehe i subdoli i costi di ricarca!!!!Giulia
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è la prima volta
      i loro manager non vengono dal nulla: tutta gente reclutata da Tim & soci, cosa potevamo aspettarci?
      • SymoPd scrive:
        Re: Non è la prima volta
        - Scritto da: Anonimo
        i loro manager non vengono dal nulla: tutta
        gente reclutata da Tim & soci, cosa potevamo
        aspettarci?Infatti.......che vi aspettavate?!?!?Ehehehehe!
Chiudi i commenti