Adobe BrowserLab, il compara-browser

Adobe ha lanciato l'anteprima di un nuovo servizio web che permette, utilizzando un solo browser, di comparare il rendering di una pagina web effettuato con più browser e su più sistemi operativi
Adobe ha lanciato l'anteprima di un nuovo servizio web che permette, utilizzando un solo browser, di comparare il rendering di una pagina web effettuato con più browser e su più sistemi operativi

L’ultima aggiunta di Adobe alla propria suite di servizi web si chiama BrowserLab , ed è stato pensato per semplificare la vita degli sviluppatori web che devono testare la compatibilità delle proprie applicazioni su tutti i più diffusi browser in circolazione.

browserLab Il servizio, attualmente disponibile come anteprima pubblica gratuita , permette di vedere come la stessa pagina web venga visualizzata da differenti browser e sistemi operativi, questo senza la necessità che tali browser siano effettivamente installati nel proprio sistema.

Lato server, BrowserLab utilizza la tecnologia di virtualizzazione, lato client utilizza invece Flash Player 10: la tecnologia Flash viene impiegata visualizzare, all’interno di una finestra suddivisa in due parti, il risultato del rendering di una pagina web eseguito su due differenti browser. Le due sotto finestre possono essere affiancate o sovrapposte per consentire di confrontare al meglio le eventuali differenze tra un browser e l’altro.

Attualmente i browser supportati sono Internet Explorer 6/7, Firefox 2/3 e Safari 3 sulle piattaforme Windows XP e Mac OS X, ma Adobe ha già annunciato che la versione finale del proprio servizio fornirà un ventaglio di browser e OS più ampio, che comprenderà probabilmente anche Opera e Linux.

Il tool resterà gratuito fino alla fine del programma di testing pubblico, che in questa prima fase si concluderà al raggiungimento di un massimo di 5000 utenti registrati. La versione finale di BrowserLab sarà invece a pagamento: i prezzi del servizio non sono ancora stati resi noti.

Tra i servizi alternativi a quello di Adobe c’è BrowserShots , che genera screenshot di una pagina web in più di 80 versioni dei più diffusi browser su Windows, Linux, BSD e Mac. Unico neo, la lentezza: il processo può infatti richiedere decine di minuti o anche più per essere completato.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 06 2009
Link copiato negli appunti