Adobe toglie i veli a Creative Suite 3

Presentata ieri alla stampa italiana la nuova famiglia di prodotti per lo sviluppo e il design, offerta in sei configurazioni

Milano – Sei prodotti che ripensano il design, la grafica e gli ambienti di sviluppo di casa Adobe. In un solo evento la casa statunitense ha presentato ieri mattina alla stampa la nuova Creative Suite, versione 3, che ha definito “il più grande annuncio nei 25 anni di storia aziendale”. Un’enfasi non del tutto ingiustificata visto che le novità rientrano in una visione unificata che non fa più differenza tra i media, siano essi la carta o Internet, il cellulare o il navigatore satellitare, fino alle consolle per i videogiochi.

In particolare, la suite è composta da Design Premium e Design Standard; Web Premium e Web Standard; Production Premium e infine Master Collection, che racchiude in un unico toolset tutte le nuove applicazioni per il design e lo sviluppo. La maggior parte delle edizioni di Adobe Creative Suite 3 sarà disponibile come applicazione Universal Binary per sistemi Mac PowerPc e Intel e supporterà gli ambienti Microsoft Windows XP e Vista. Una scelta che Carlo Viale, marketing manager di Adobe, ha motivato con la volontà di “integrare gli ambienti di lavoro e produzione per andare incontro alla crescente polifunzionalità del mercato”. Precisando poi che “il design non è più unidirezionale, grazie anche all’acquisizione di Macromedia, che ha conseguito di rendere più fluidi i flussi di lavoro”.

Le soluzioni per il design
La soluzione principe per i designer, Design Premium, integra le nuove versioni di InDesign CS3, Photoshop CS3 Extended, Adobe Illustrator CS3, Flash CS3 Professional e Dreamweaver CS3. Al suo interno tornano, in versione aggiornata, gli strumenti per il layout di pagina, l’editing di immagini, l’illustrazione e i workflow Adobe Pdf.

Tra le novità principali rispetto alla precedente versione c’è la funzione Live Color di Illustrator, che consente di sperimentare, salvare e applicare combinazioni di colori in maniera più intuitiva. Ulteriori miglioramenti sono stati introdotti nella composizione e nelle applicazioni di filtri, in modo da renderli più veloci. Riduzione di tempi che è realizzata anche attraverso l’integrazione di Flash e Dreamweaver. Quest’ultimo, in particolare, consente l’ottimizzazione automatica per il Web quando si vuole procedere al “copia e incolla” dei file Photoshop all’interno dei layout online.
I progettisti possono anche riutilizzare i contenuti di stampa sul Web esportando selezioni e documenti InDesign sotto forma di file XHTML e aprendoli in Dreamweaver per creare nuovi design.

La commercializzazione di Design Premium e Design Standard partirà il prossimo mese negli Stati Uniti e in Canada e a seguire in Europa. I prezzi suggeriti al pubblico sono di 2.199 euro per Design Premium e 1.699 euro per la versione Standard.

Le soluzioni per il Web
Web Premium è l’ambiente della Creative Suite 3 per chi progetta e sviluppa soluzioni interattive su Internet. Contiene un toolset completo per realizzare siti, applicazioni, giochi, presentazioni e contenuti mobili, attraverso l’integrazione con Dreamweaver CS3 e Adobe Flash CS3 Professional, Adobe Fireworks CS3. In questo modo diventa possibile importare i file nativi di Photoshop e Illustrator direttamente all’interno di Flash e Fireworks, specificando le modalità di gestione dei layer, dei testi e della formattazione. I prototipi complessi di pagine Web potranno invece essere implementati attraverso la nuova struttura di organizzazione gerarchica di Fireworks CS3, per poi salvarli in un unico file Png.

La nuova release semplifica inoltre la manutenzione dei siti Internet attraverso l’integrazione tra le interfacce di Dreamweaver (ultima versione) e Contribute, che garantisce il mantenimento dell’aspetto e della consistenza delle pagine Web. Dreamweaver è a sua volta integrato con Spry Framework for AJAX, una nuova library preassemblata di widget ed effetti compatibili con più tipologie di browser, in modo da rendere più rapida la creazione di siti. Pensati per chi usa fogli di stile CSS, infine, i nuovi layout e la funzione automatica Browser Compatibility Check.

Soluzioni per i professionisti del multimedia
Production Premium è la soluzione di punta della nuova suite per gli strumenti di video editing, audio, effetti e grafica utilizzati dai professionisti del video e della multimedialità. Attraverso una soluzione multi-piattaforma – che integra After Effects CS3 Professional, Premiere Pro CS3, Encore CS3 e Photoshop CS3 Extended – Adobe facilita il lavoro di chi realizza progetti per film, trasmissioni televisive o su Internet, dvd. Production Premium supporta i sistemi Macintosh basati su processori Intel e le piattaforme Microsoft Windows XP e Vista.

Tra le novità principali, Premiere Pro CS3 con il tool Time Remapping per ottimizzare gli effetti in slow motion e a velocità variabile. Lo standard per gli effetti visivi e la grafica animata After Effects CS3 include ora la funzione Shape Layers per il disegno e l’animazione di figure vettoriali. Da segnalare, poi, il tool Puppet per la trasformazione di immagini bidimensionali in animazioni realistiche e la loro manipolazione, oltre a Brainstorm, uno strumento per generare e pre-visualizzare in maniera interattiva variazioni di animazioni. La suite incorpora Flash CS3 Professional, destinato alla pubblicazione dei progetti sul Web attraverso flussi di lavoro ottimizzati.

Altra novità l’OnLocation CS3, che permette di risparmiare tempo grazie alle funzioni di registrazione direct-to-disk e monitoraggio, e consente di registrare direttamente su disco nei formati DV e HDV, accessibili con Premiere Pro CS3. Le consegne di Production Premium e Design Standard inizieranno, in contemporanea mondiale, nel terzo trimestre dell’anno.
Il prezzo suggerito al pubblico del Premium è di 2.199 euro.

Le nuove versioni di Indesign e Photoshop
InDesign CS3 è offerto da Adobe con due opzioni: stand alone oppure come componente delle edition Creative Suite 3 Design Premium. Le novità rispetto alle precedenti versioni sono indirizzate a un obiettivo comune: velocizzare i processi di progettazione, editing e produzione di documenti di qualsiasi dimensione. Così viene ampliata la versione di Quick Apply e vengono introdotte le funzioni Table Style e Cell Style per formattare in maniera più rapida tabelle o applicare un design a una determinata area di un documento, come intestazione o piè di pagina.
Mentre la funzione XHTML built-in consente l0export verso le Digital Edition, generando contenuti “reflow-centric” dinamici per la nuova Rich Internet Application dedicata alla lettura e alla gestione di pubblicazioni digitali.

All’interno di Indesign entrano poi gli effetti grafici tipici di Photoshop come Bevel, Emboss e Satin. InDesign CS3 verrà lanciato in commercio nel terzo trimestre dell’anno, al prezzo consigliato di 1.129 euro.

L’ultima novità è l’edizione CS3 di Photoshop, in due versioni: quella standard e quella Extendend, che aggiunge strumenti di lavoro per la grafica tridimensionale, l’animazione, la misurazione e l’analisi delle immagini.

Entrambe saranno disponibili sia come applicazioni indipendenti, sia come componenti della famiglia Creative Suite 3. Tra le novità principali di Photoshop c’è il comando Auto-align Layers, che analizza rapidamente i dettagli dei contenuti spostandoli e ruotandoli in modo da allinearli sulle indicazioni dell’utente.
Da segnalare anche lo strumento Auto-blend Layers, che uniforma colori e ombre in modo da produrre un risultato organico ed editabile. “Con la nuova versione della funzione Camera Raw – sostiene Adobe – i fotografi potranno elaborare le immagini raw più rapidamente e con una maggiore fedeltà nella conversione da oltre 150 formati raw”.

Le consegne di Photoshop CS3 e Photoshop CS3 Extended prenderanno il via nel corso del prossimo trimestre in Nord-America e a seguire in Europa. I prezzi suggeriti al pubblico sono di 899 euro per Photoshop CS3 e 1.349 euro per l’edizione Extended.

Luigi dell’Olio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ALTRO CHE LINUX DAY
    questa si che e' una riunione seria, niente pagliacci con i popcorn
  • Anonimo scrive:
    a parlare siamo tutti bravi...
    prima magari tradurre le pagine http://openbsd.org/
    • Anonimo scrive:
      Re: a parlare siamo tutti bravi...
      Appunto...sei il benvenuto a tradurre
      • Anonimo scrive:
        Re: a parlare siamo tutti bravi...
        io amo (linux)e contribuisco per questo kernel :Dla domanda mia è chiara... prima di fare certi annunci.... perche non si lavora sul serio a un progetto ?guarda quella pagina c'è pure il Lettone e manca l'italiano....
        • Anonimo scrive:
          Re: a parlare siamo tutti bravi...
          - Scritto da:
          io amo (linux)e contribuisco per questo kernel :D


          la domanda mia è chiara... prima di fare certi
          annunci.... perche non si lavora sul serio a un
          progetto
          ?

          guarda quella pagina c'è pure il Lettone e manca
          l'italiano....Che tristezza... :
        • Anonimo scrive:
          Re: a parlare siamo tutti bravi...
          - Scritto da:
          io amo (linux)e contribuisco per questo kernel :DE nessuno (dotato di cervello) ti vorrà criticare per questo.
          la domanda mia è chiara... prima di fare certi
          annunci.... perche non si lavora sul serio a un
          progetto
          ?www.opencon.org. E dimmi chi c'è fra gli sponsor.
          guarda quella pagina c'è pure il Lettone e manca
          l'italiano....E va a vedere a dove puntano alcuni fra i link più importanti (la documentazione, ad esempio): al sito in lingua inglese. Naturalmente non voglio denigrare il lavoro di traduzione, da qualche parte si deve pur incominciare
Chiudi i commenti