ADSL, anche Tiscali ritocca l'offerta

Il provider sardo si lancia sulle nuove promozioni, che prevedono connettività fino a 12megabit/s ad un prezzo base inferiore ai 30 euro al mese. Odor di Francia


Roma – Se Wind ha ricostruito la propria offerta ADSL sulla base dello shared access, ora Tiscali risponde promuovendo sullo stesso fronte nuovi ampi ritocchi. E parla di “supervelocità ADSL”.

In particolare, l’operatore ora spinge nuove connessioni che vanno dai 2 ai 12 megabit al secondo in download, almeno sulla carta, in cui l’offerta flat da 2 megabit/s costa 29,95 euro al mese.

Tutto questo si deve proprio allo shared access, quelle connessioni in unbundling che Tiscali conta di riuscire ad attivare entro la fine di novembre in 24 città. “Oggi – ha spiegato Sergio Cellini, managing director del provider – abbiamo 200mila abbonati ADSL, nel giro di due o tre anni speriamo di arrivare al 10 per cento del bacino potenziale di 6 milioni di famiglie”. Tra il 2004 e il 2005 Tiscali, sfruttando quello che qualcuno ha già definito “il modello francese” , conta di investire nell’unbundling della connettività circa 50 milioni di euro.

E se non tutti potranno godere delle nuove offerte, Tiscali si augura che molti apprezzino la varietà delle sue nuove tariffe. Chi attiverà entro l’8 novembre “ADSL free” da 2 megabit/s potenziali non dovrà pagare i consumi fino alla fine dell’anno. Costano invece poco meno di 70 euro e poco meno di 100 al mese, rispettivamente, le offerte “veloci”, da 6 e 12 megabit/s.

Cellini non ha nascosto che lo shared access consente di spingere sui margini di guadagno. Si va – ha spiegato – “da un minimo del 50 a oltre l’80 per cento di margine tra ricavi e costi diretti, con una media intorno al 70”. Una situazione che, in un regime di concorrenza, potrebbe significare un ulteriore progressivo ritocco verso il basso delle tariffe.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sono stanco di vedere bambocci col cell!
    La maggior parte dei ragazzi usa il cellulare per sentirsi più figo!Quanti bambocci si vedono in giro che cipollano il cellulare ad ogni santo minuto! Non avete nient'altro da fare? Che cavolo ci fate col cellulare? Vi sentite più fighetti far sentire in pubblico la vostra ultima suoneria polifonica stonata come una campana, che vi ha rubato uno dei tanti servizi 899, 999, suoneriegratis.com?Che senso ha spendere mezzo milione per un cellulare che ha delle suonerie polifonichè stonate come una campana, ha dei menù colorati che non offrono nulla di innovativo rispetto ad un cellulare sena le icone, ha la telecamera integrata che non serve ad un tubo.Siete solo un branco di viziati!!!
  • Solvalou scrive:
    vantaggi del telefonino e meno emissioni
    Le due cose si possono conciliare usando il piu' possibile sms (o mms per ovviare alle limitazioni degli sms). Non sono un esperto, ma la trasmissione di testo occupa molta meno banda di una conversazione, con meno emissioni, e inoltre si puo' tenere l'apparecchio lontano dal cranio.Bisognerebbe spingere per una riduzione dei prezzi degli sms anche nell'ottica di salvaguardia della salute.
  • Anonimo scrive:
    come lo usate voi?
    Ma non è tutto qui. Il rischio sale infatti di quasi quattro volte se l'utente non solo ha usato frequentemente il cellulare ma lo ha fatto accostandolo all'orecchio.e in quale altro posto avrei dovuto avvicinarlo?
    • carobeppe scrive:
      Re: come lo usate voi?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma non è tutto qui. Il rischio sale
      infatti di quasi quattro volte se l'utente
      non solo ha usato frequentemente il
      cellulare ma lo ha fatto accostandolo
      all'orecchio.

      e in quale altro posto avrei dovuto
      avvicinarlo?beh, un povero disperato che usa il cell GPRS per connettersi ad internet a tariffa flat il telefonino se lo può avvicinare dove gli pare per stare connesso... alle mani per esempio se poggia vicino al pc sulla scrivania, oppure sulle palle se gli sta antipatico il proprio operatore...
  • Anonimo scrive:
    Forse tra 10-15 anni...
    (Se ci stanno dicendo solo ora che forse le radiazioni emesse dagli apparati etacs facevano male)Forse tra 10-15 anni... ci diranno che le radiazioni emesse dagli apparati umts che stiamo cominciando ad usare da qualche anno a questa parte facevano male....E.
    • HIFI scrive:
      Re: Forse tra 10-15 anni...
      Le frequenze usate per le comunicazioni sono simili (non proprio identiche) a quelle emesse dai forni a microonde per cucinare i cibi. Ovviamente la potenza è molto pù bassa ma io non mi fido comunque!
  • Anonimo scrive:
    E' la dose che fa il veleno.
    Evidentemente Bordon, nel chiedere limiti più bassi di quelli finlandesi pensava ad un uso omeopatico delle onde, oppure è un pirla, fatto sta che lo studio svedese considera gli effetti di apparecchi vecchi con alte potenze.La prudenza è d'obbligo, ma grazie alla legge Bordon che impone limiti ultrabassi, non abbiamo vantaggi ma svantaggi, i rischi dovuti ai ripetitori calano impercettibilmente rispetto a quelli che avremmo copiando pari pari la legge finlandese, in compenso aumentano enormemente i rischi dovuti al proprio cellulare, che è spesso costretto a funzionare a piena potenza, bombardandoci a breve distanza con la sua antenna e in più ci becchiamo oltre al danno, la beffa delle frequenti perdite di campo e lo scaricamento più rapido della batteria.Morale: prima di dar retta a un ecologista della domenica, chiediamogli se ha una laurea in fisica, o biologia, o medicina, o chimica (per altri campi) o altre materie pertinenti e in caso negativo, mandiamolo a dar via il Q, ma soprattutto, non votiamolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' la dose che fa il veleno.
      - Scritto da: Anonimo...
      La prudenza è d'obbligo, ma grazie
      alla legge Bordon che impone limiti
      ultrabassi, non abbiamo vantaggi ma
      svantaggi, i rischi dovuti ai ripetitori
      calano impercettibilmente rispetto a quelli
      che avremmo copiando pari pari la legge
      finlandese, in compenso aumentano
      enormemente i rischi dovuti al proprio
      cellulare, che è spesso costretto a
      funzionare a piena potenza, bombardandoci a...Scusami, ma mi spieghi la connessione fra bassa potenza di emissione del ripetitore ed alta potenza di emissione del cellulare ?
      • Anonimo scrive:
        Re: E' la dose che fa il veleno.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo
        ...

        La prudenza è d'obbligo, ma
        grazie

        alla legge Bordon che impone limiti

        ultrabassi, non abbiamo vantaggi ma

        svantaggi, i rischi dovuti ai ripetitori

        calano impercettibilmente rispetto a
        quelli

        che avremmo copiando pari pari la legge

        finlandese, in compenso aumentano

        enormemente i rischi dovuti al proprio

        cellulare, che è spesso
        costretto a

        funzionare a piena potenza,
        bombardandoci a
        ...

        Scusami, ma mi spieghi la connessione fra
        bassa potenza di emissione del ripetitore ed
        alta potenza di emissione del cellulare ?Per non perdere la ricezione il cellulare aumenta automaticamente la potenza della propria antenna.
        • pianoSequenza scrive:
          Re: E' la dose che fa il veleno.

          Per non perdere la ricezione il cellulare
          aumenta automaticamente la potenza della
          propria antenna.Ma anche se l'antenna fissa trasmettesse con enorme potenza, il cellulare dovrebbe comunque aumentare la sua in base alla propria distanza dall'antenna fissa.Il cellulare non deve solo ricevere, ma anche trasmettere.La potenza necessaria al cellulare per raggiungere l'antenna fissa dipende dalla distanza fra cellulare e antenna fissa, non dalla potenza dell'antenna fissa!
    • Anonimo scrive:
      Re: E' la dose che fa il veleno.
      In citta', anche nei piccoli centri, raramente ho meno di 4 su 5 tacche di ricezione. Se per il cellulare c'e' abbastanza segnale non credo che decida di fottersi la batteria sparando piu' onde di quante servano. Inoltre: e' meglio che si fotta l'orecchio chi decide di fare la telefonata di 15 minuti o quello a cui tocca abitare davanti alle antenne dei ripetitori?
  • Anonimo scrive:
    ancora PIU` fiero...
    non uso affatto il telefonino...
  • Anonimo scrive:
    Fiero di me stesso
    Negli ultimi 14 mesi ho speso 16 euro.
    • Akiro scrive:
      Re: Fiero di me stesso
      acc', io da febbraio 13...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fiero di me stesso
      - Scritto da: Anonimo
      Negli ultimi 14 mesi ho speso 16 euro.sei come le mie amiche che ti fai sempre chiamare e loro non chiamano mai? ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Fiero di me stesso


        Negli ultimi 14 mesi ho speso 16 euro.

        sei come le mie amiche che ti fai sempre
        chiamare e loro non chiamano mai? ;)Gia`... dovrebbero fare in modo che la tariffazione scattasse a partire dal primo squillo :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Fiero di me stesso
          - Scritto da: Anonimo


          Negli ultimi 14 mesi ho speso 16
          euro.



          sei come le mie amiche che ti fai sempre

          chiamare e loro non chiamano mai? ;)

          Gia`... dovrebbero fare in modo che la
          tariffazione scattasse a partire dalla prima
          squillo :)squillo ?:o
    • Anonimo scrive:
      Re: Fiero di me stesso
      Negli ultimi 12 mesi 0,85 euro. Io il cell lo porto sempre con me, ma e' sempre spento, lo accendo solo se dovessi rompersi l'auto e chiamare i soccorsi.
      • pippo75 scrive:
        Re: Fiero di me stesso
        - Scritto da: Anonimo
        Negli ultimi 12 mesi 0,85 euro. Io il cell
        lo porto sempre con me, ma e' sempre spento,
        lo accendo solo se dovessi rompersi l'auto e
        chiamare i soccorsi.Sai che questo sistema l'ho brevettato, quindi ogni volta che non usi il telefonino perche' non ne hai bisogno di devi 0,5 euro :-)ciaoio spendero sui 5-8 euro all'anno circa, ultimamente lo usato molto (per modo di dire) anche per motivi di lavoro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Fiero di me stesso
          - Scritto da: pippo75
          Sai che questo sistema l'ho brevettato,
          quindi ogni volta che non usi il telefonino
          perche' non ne hai bisogno di devi 0,5 euro
          :)

          ciao

          io spendero sui 5-8 euro all'anno circa,
          ultimamente lo usato molto (per modo di
          dire) anche per motivi di lavoro.Ciao, :) In effetti uno usa il cell solo quando e' strettamente necessario, ma non arrivo a capire come faccia la gente a stare attaccato al cellulare ore ed ore. ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Fiero di me stesso
      Io zero euri e zero centesimi, da sempre.Niente cellulare... :pSissi` ma non e` tutto merito mio: l'avevo detto piu` sotto, non ne ho tecnicamente bisogno.
  • Anonimo scrive:
    ulteriori analisi
    "... ulteriori analisi, in futuri studi, devono essere compiute"Sono anni che lo sento dire, ma qui si sommano gli allarmi. Vuoi vedere che fa male davvero.
    • reflection scrive:
      Re: ulteriori analisi
      - Scritto da: Anonimo
      "... ulteriori analisi, in futuri studi,
      devono essere compiute"

      Sono anni che lo sento dire, ma qui si
      sommano gli allarmi.
      Vuoi vedere che fa male davvero.Eccheccazzarola, voglio vederti a mettere la testa in un forno microonde per capire se fa male!
      • pianoSequenza scrive:
        Re: ulteriori analisi

        Eccheccazzarola, voglio vederti a mettere la
        testa in un forno microonde per capire se fa
        male!Heuuuuu... non esageriamo, eh, che poi qualcuno ci crede... siamo costantemente immersi nelle onde elettromagnetiche, generate non solo dai prodotti della nostra tecnologia ma anche dai corpi che si trovano in natura.Ovviamente tutto dipende dalle caratteristiche di queste onde: potenza e frequenza in primis.Che il cellulare non sia esattamente un forno a microonde mi pare ovvio, basta provare a scaldarci un panino... a me non ha mai funzionato, non so voi... :)Con questo non voglio dire che non faccia male... probabilmente qualche effetto collaterale lo genererà. Chi non vuole rischiare nulla, sempre che possa permetterselo, può evitare l'uso del cellulare e tagliare così la testa al toro, come si suol dire.Ricordiamoci però che di campi megnetici in giro ce ne sono tanti... negli abitacoli delle automobili, per esempio, ce ne sono di notevoli in gioco, ma pare che non interessino a nessuno.
    • Anonimo scrive:
      Re: ulteriori analisi
      - Scritto da: Anonimo
      "... ulteriori analisi, in futuri studi,
      devono essere compiute"

      Sono anni che lo sento dire, ma qui si
      sommano gli allarmi.
      Vuoi vedere che fa male davvero.E' esattamente il contrario.Quando leggi "ulteriori studi sono necessari" significa che non hanno trovato niente.Ogni ricerca che riporta questa conclusione è un ulteriore prova dell' innocuità delle onde elettromagnetiche.Se ho tempo proverò a scrivere qualche spiegazione di questo oggi pomeriggio.Intanto qualche dubbio.....questa ricerca prende in esame una malattia che colpisce una persona su 100000. Come si fa a stabilire una correlazione con le onde elettromagnetiche studiando solo qualche centinaio di pazienti?E come si può dichiarare pericoloso un fattore che provocherebbe un malato ogni 25000 quando quotidianamente accettiamo rischi ben maggiori? Riflettete sul fatto che 24999 persone non si ammalano.....Chi poi volesse approfondire le meraviglie della statistica applicata potrebbe leggere questo interessante articolo (in inglese): http://www.sepp.org/controv/healthhoax.htmlNota: questo articolo prende in considerazione un tema caro ai contestatori della scienza e della tecnologia, ovvero l' inutilità di molti farmaci. Onestà intellettuale vorrebbe che le stesse conclusioni siano applicate nello stesso modo agli studi sulle pericolosità di tutte quelle tecnologie che creano allarme sui mass media...
  • Anonimo scrive:
    Ragazzi usate i telefoni fissi
    C'è un progressivo abbandono dei telefoni fissi, c'è gente che nella casa nuova non installa neanche il telefono (.............xchè crede di risparmiare). Ragazzi usate di più il fisso, innanzi tutto si sente meglio, secondo si ha la certezza che non fà venire malattie (ormai si usa da un sacco di tempo), terzo chiamare da fisso a fisso anche in interurbana oramai costa pochissimo e con i vari pacchetti sconto e flat si ottengono risultati sorprendenti(una volta impensabili). Invece il cellualre è la cosa più cara in assoluto. Se tutti usassimo i fissi alle condizioni attuali spenderemmo tutti molto poco, invece purtroppo la gente se ne frega e si fà trovare solo sul cellulare. Non ditemi che sul fisso c'è il canone perchè chi usa il cellulare deve pagare il costo di ricarica e la maggior parte delle persone fà due o tre ricariche al mese di taglio piccolo.Chiamare un cellulare usando una tariffa che non discrimini i numeri di altri operatori , costa mediamente 400 lire al minuto.Non ditemi che c'è gente che usa il cell solo per necessità perchè non ne conosco uno, quasi tutte le persone spendono almeno 25 euro al mese.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ragazzi usate i telefoni fissi
      - Scritto da: Anonimo
      C'è un progressivo abbandono dei
      telefoni fissi, c'è gente che nella
      casa nuova non installa neanche il telefono
      (.............xchè crede di
      risparmiare). Io ho fatto fare l'installazione del fisso qualche mese fa. Certo è una bolletta in più da pagare e psicologicamente da un gran fastidio riceverla, però se un fa i conti di quanto risparmia e di quanto fa risparmiare agli altri (parenti e amici) si accorge di aver fatto un affare. Comunque dipende molto dallo stile di vita. Sicuramente è utilissimo in una famiglia con figli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ragazzi usate i telefoni fissi

      Non ditemi che c'è gente che usa il
      cell solo per necessità perchèPeccato, io e la mia ragazza siamo studenti fuori sede e non possiamo installare una linea di telefono fisso.Sono d'accordo con quello che dici, se potessi userei sempre il telefono fisso, ma non posso....Antonio
    • Anonimo scrive:
      Re: Ragazzi usate i telefoni fissi
      Sono d'accordo. Ho il telefono fisso in camera, collegato a ponte sul modem 56K, e lo uso in tutta tranquillità.Il cellulare (Siemens C25) mi costa circa 10 euro al mese.Saluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Ragazzi usate i telefoni fissi
      Mah; io penso che oggi come oggi la linea telefonica fissa la si installi per avere il collegamento ad internet, se non fosse per questo credo che a quest'ora il telefono fisso sarebbe un reperto da museo.Il cellulare è una comodità e io non ho mai conosciuto nessuno disposto a rinunciare ad una comodità ormai acquisita da tempo.Per quanto riguarda poi il pericolo che il cell... possa portare al cancro , io ci credo poco , così come credo poco all'inquinamento elettromagnetico. La principale causa di cancro (ormai lo sappiamo tutti) è costituita dall'inquinamento prodotto dalle auto , solo che nessuno lo dice , e così fanno fare da capro espiatorio il fumo di sigaretta. Non dico che questi non sia pericoloso però darlo come prima causa di cancro mi sembra eccessivo. Diciamo che è più conveniente prendersela con i fumatori che non mettere sul banco degli imputati lo smog prodotto dai trasporti su gomma.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ragazzi usate i telefoni fissi
        - Scritto da: Anonimo....
        Diciamo che è più conveniente
        prendersela con i fumatori che non mettere
        sul banco degli imputati lo smog prodotto
        dai trasporti su gomma.DIciamo che io preferisco risparmiare i soldi, salvaguardare la salute (non esiste solo il cancro) e rispettare l'olfatto (l'odore del fumo mi fa schifo...) e quindi evito di fumare e cerco di evitare i luoghi chiusi dove la gente fuma. Allo stesso modo preferisco risparmiare (telefonare con un cellulare costa mediamente molto di più che con un telefono fisso), avere maggiori comodità (sfido chiunque a dimostrare che un cellulare a casa è più comodo di un telefono fisso) e maggiore qualità audio, e quindi uso il cellulare solo fuori casa. Poi se fumo e/o cellulare possono provocare il cancro è solo un motivo in più per limitarli.Poi tu fai quello che ti pare...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ragazzi usate i telefoni fissi
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo
          ....

          Diciamo che è più
          conveniente

          prendersela con i fumatori che non
          mettere

          sul banco degli imputati lo smog
          prodotto

          dai trasporti su gomma.

          DIciamo che io preferisco risparmiare i
          soldi, Tutti preferiamo risparmiare i soldi, me compreso. salvaguardare la salute (non esiste
          solo il cancro) e rispettare l'olfatto
          (l'odore del fumo mi fa schifo...) A me invece mi lascia indifferente , e puntualizzo che sono un non fumatore.e quindi
          evito di fumare e cerco di evitare i luoghi
          chiusi dove la gente fuma. E quelle belle sale fumose di una volta dove le metti?? Scommetto che tu peserai che sono tutti morti di cancroAllo stesso modo
          preferisco risparmiare (telefonare con un
          cellulare costa mediamente molto di
          più che con un telefono fisso), E' vero che costa di piu, ma allora com'è che siamo uno dei paesi primi al mondo per quanto riguarda l'utenza della telefonia mobile?? C'è qualcosa che non torna. avere
          maggiori comodità (sfido chiunque a
          dimostrare che un cellulare a casa è
          più comodoIo conosco molta gente che pur avendo il telfono fisso usa spesso il cellulare in casa. Il problema del telefono fisso è rappresentato dal canone , e come ti ripeto: se non fosse per il collegamento ad internet voglio vedere quanti continuerebbero a foraggiare Telecom e company. di un telefono fisso) e
          maggiore qualità audio,Si è vero, però si tratta solo di telefonate, mica ci dobbiamo ascoltare una sinfonia Wagner .Tuttavia è una qualità audio che paghi; e non poco. e quindi uso
          il cellulare solo fuori casa. Poi se fumo
          e/o cellulare possono provocare il cancro
          è solo un motivo in più per
          limitarli.Se mi limito è solo per non regalare soldi alle compagnie telefoniche , non certo per la paura del cancro.
  • Anonimo scrive:
    come possono indurre un tumore
    se sono radiazioni non ionizzanti?
    • Anonimo scrive:
      Re: come possono indurre un tumore
      Non lo possono indurre allo steso modo in cui i forni a microonde non producono tumore e sterilità negli operatori professionali del settore ristorazione (rosticcerie, fast-food, autogrill etc. etc.), cosa nota ormai da trent' anni (ironico)...L' unica differenza è nelle potenze in gioco,molto più basse, non nelle frequenze.Probabilmente è per questo motivo che gli studi danno risultati così aleatori (e i produttori di cellulari ci marciano sopra...)D' altra parte è estremamente complesso stabilire se l' esposizione cumulata a basse dosi di radiazioni equivale ad un' unica forte esposizione. Ad esempio per quanto riguarda radiazioni elettromagnetiche di frequenza molto più alta come i raggi X questo non è stato stabilito irrefutabilmente e ci si affida più che altro al principio di precauzione.
      • Anonimo scrive:
        Re: come possono indurre un tumore
        - Scritto da: Anonimo
        Non lo possono indurre allo steso modo in
        cui i forni a microonde non producono tumore
        e sterilità negli operatori
        professionali del settore ristorazione
        (rosticcerie, fast-food, autogrill etc.
        etc.), cosa nota ormai da trent' anni
        (ironico)...
        L' unica differenza è nelle potenze
        in gioco,molto più basse, non nelle
        frequenze.
        Probabilmente è per questo motivo che
        gli studi danno risultati così
        aleatori (e i produttori di cellulari ci
        marciano sopra...)
        D' altra parte è estremamente
        complesso stabilire se l' esposizione
        cumulata a basse dosi di radiazioni equivale
        ad un' unica forte esposizione.
        Ad esempio per quanto riguarda radiazioni
        elettromagnetiche di frequenza molto
        più alta come i raggi X questo non
        è stato stabilito irrefutabilmente e
        ci si affida più che altro al
        principio di precauzione.bell'intervento.ps: quando sento "principio di precauzione" mi vengono i brividi ed il sudore freddo
    • Anonimo scrive:
      Re: come possono indurre un tumore
      - Scritto da: Anonimo
      se sono radiazioni non ionizzanti?Io ho da tempo una piccola teoria, da non esperto del settore, e non volendo pretendere di essere nel giusto, pero` ci sono i seguenti fatti (o dicerie, o anche mie supposizioni):- e` sospettato che la struttura del DNA memorizzi informazioni non solo tramite la sequenza delle basi azotate, ma anche tramite il verso di torsione dell'elica.- i legami tra le basi azotate sono magneticamente sensibili, e potrebbero oscillare.Comunque penso anch'io che il rischio sia molto basso: c'e` un mucchio di rischi ben piu` alti che si corrono nella vita; va be', non sara` un discorso responsabile questo, uno potrebbe rispondere che e` sempre meglio evitare tutti quelli che si possono evitare, ma insomma... oh, comunque, io personalmente non ho un cellulare, ma non perche` penso faccia male, perche` sono spesso in casa e quindi non ne ho bisogno, in primo luogo. Hmm... e forse anche perche` all'orecchio non so, ma ai dischi rigidi mi sa che faccia proprio male, se accidentalmente uno lo posiziona parecchio vicino e quello squilla... infatti in camera mia e` severamente vietato importare cellulari (anche ai clienti, si).
      • Anonimo scrive:
        Re: come possono indurre un tumore

        Hmm... e forse anche perche` all'orecchio
        non so, ma ai dischi rigidi mi sa che faccia
        proprio male, se accidentalmente uno lo
        posiziona parecchio vicino e quello
        squilla... infatti in camera mia e`
        severamente vietato importare cellulari
        (anche ai clienti, si).Ma per piacere!!!L'unica volta che ho avuto un floppy danneggiato e' stato a causa del piccolo magnete contenuto nell'altoparlantino di un vecchio motorola microtac...
        • Anonimo scrive:
          Re: come possono indurre un tumore
          - Scritto da: Anonimo


          Hmm... e forse anche perche`
          all'orecchio

          non so, ma ai dischi rigidi mi sa che
          faccia

          proprio male,
          Ma per piacere!!!i lacie esterni d2... se squilla un telefoninovicino, vanno in protezione e si spengonoal call center dicono sia una misura preventiva.io mi fido di loro ed evito di tenere il cell nellevicinanze...
          • Anonimo scrive:
            Re: come possono indurre un tumore
            - Scritto da: Anonimo
            i lacie esterni d2... se squilla un
            telefonino
            vicino, vanno in protezione e si spengono
            al call center dicono sia una misura
            preventiva.
            io mi fido di loro ed evito di tenere il
            cell nelle
            vicinanze...Si e' corretto, la prudenza non e' mai troppa, specie per chi ci tiene ai propri dati.
          • Anonimo scrive:
            Re: come possono indurre un tumore

            i lacie esterni d2... se squilla un
            telefonino
            vicino, vanno in protezione e si spengono
            al call center dicono sia una misura[...]Mmmh... Si' in effetti forse potrebbe essere pericoloso a livello di disturbi indotti sul cavo di collegamento se vi dovessero essere forti interferenze proprio in scrittura (flusso dati pc -
            hd), ma solo per dispositivi esterni; credo peraltro che sia un evento piuttosto raro... Un po' come l'avviso di tenere il cellulare acceso presso i distributori di benzina...Sicuramente comunque non vi sono problemi a livello di interazioni con le memorie di massa magnetiche attuali (leggi gli hd di cui si parlava) quando sono spenti, interni, o comunque non in scrittura... L'articolo cui facevo riferimento mi pareva temesse eventi di quel genere...ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: come possono indurre un tumore
            - Scritto da: Anonimo

            i lacie esterni d2... se squilla un

            telefonino

            vicino, vanno in protezione e si
            spengono

            al call center dicono sia una misura
            [...]

            Mmmh... Si' in effetti forse potrebbe essere
            pericoloso a livello di disturbi indotti sul
            cavo di collegamento se vi dovessero essere
            forti interferenze proprio in scrittura
            (flusso dati pc -
            hd), ma solo per
            dispositivi esterni; credo peraltro che sia
            un evento piuttosto raro... Un po' come
            l'avviso di tenere il cellulare acceso
            presso i distributori di benzina...

            Sicuramente comunque non vi sono problemi a
            livello di interazioni con le memorie di
            massa magnetiche attuali (leggi gli hd di
            cui si parlava) quando sono spenti, interni,
            o comunque non in scrittura... L'articolo
            cui facevo riferimento mi pareva temesse
            eventi di quel genere...

            ciao
            Mah... io pensavo: magnetici gli uni, magnetici gli altri...Se il campo magnetico del magnete statico di un altoparlante puo` (e e` certo) danneggiare i dati su un supporto come un floppy o un disco rigido, allora perche` non potrebbe farlo il campo di un cellulare? Sempre di campi magnetici si tratta, no?Comunque ho, per cosi` dire, le prove: e` successo a un mio amico, che trasportava un HD in un mobile rack, in macchina, vicino al cellulare acceso. Il disco, arrivato a destinazione, aveva perso in certe zone anche i marcatori di settore: l'unico modo per rimetterlo a posto e` stato formattarlo a basso livello. Trattavasi di un Quantum Fireball da 20 Gb, per la precisione.A me e` successo con un floppy appoggiato anch'esso vicino a un cellulare (preso a prestito da un familiare in occasione del viaggio): son dovuto tornare a casa a farne un altro, ma prima di partire avevo controllato che il programma che dovevo portare con me ci fosse, e c'era, ben funzionante. Dopo, no: sara` anche un ragionamento empirico, pero` ci sono state diverse altre "coincidenze" del genere, a un certo punto io incomincerei a considerarle delle prove.Sissi` il floppy poteva essere difettoso, o il drive a destinazione poteva essere anch'esso difettoso ma al secondo tentativo, eliminato il cellulare, il problema non si e` ripetuto... e questo e` quanto.
          • Anonimo scrive:
            Re: come possono indurre un tumore

            Mah... io pensavo: magnetici gli uni,
            magnetici gli altri...
            Se il campo magnetico del magnete statico di
            un altoparlante puo` (e e` certo)
            danneggiare i dati su un supporto come un
            floppy o un disco rigido, allora perche` non
            potrebbe farlo il campo di un cellulare?
            Sempre di campi magnetici si tratta, no?si, ma il "campo" magnetico è, in quanto campo, solo una proprietà dello spazio (inteso come punto identificato, ad esempio, da tre coordinate x y z).la differenza tra i due è che uno è statico (altoparlante) xè dipende dalla presenza del magnete, mentre l'altro varia nel tempo e nello spazio, essendo la propagazione dell'onda.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: come possono indurre un tumore
            - Scritto da: Anonimo


            Mah... io pensavo: magnetici gli uni,

            magnetici gli altri...

            Se il campo magnetico del magnete
            statico di

            un altoparlante puo` (e e` certo)

            danneggiare i dati su un supporto come
            un

            floppy o un disco rigido, allora
            perche` non

            potrebbe farlo il campo di un cellulare?

            Sempre di campi magnetici si tratta, no?

            si, ma il "campo" magnetico è, in
            quanto campo, solo una proprietà
            dello spazio (inteso come punto
            identificato, ad esempio, da tre coordinate
            x y z).Appunto, matematicamente dovrebbero essere la stessa cosa.
            la differenza tra i due è che uno
            è statico (altoparlante) xè
            dipende dalla presenza del magnete, mentre
            l'altro varia nel tempo e nello spazio,
            essendo la propagazione dell'onda.

            ciao* si gratta la testa *Boh?Cioe`, quel che sapevo io e` che il campo magnetico di un magnete statico si forma per via dell'allineamento dei vari campini dei vari frammentini di metallo che essendo stati sottoposti a un altro campo magnetico parecchio forte, o magari anche a una forza piu` concreta, tipo una potente decelerazione, appunto si allineano piu` o meno tutti lungo la stessa direzione. A quel punto il campo magnetico si propaga come la somma di tutti i detti campettini, allo stesso modo in cui si propaga quello di un cellulare.Come puo` la variazione, il fatto che quello del cellulare oscilli, fare la differenza?Con questo sto solo cercando di capire, non di smentire a tutti i costi per farti dispetto, davvero... :)
          • Anonimo scrive:
            Re: come possono indurre un tumore
            ma se non sapete le cose, stateve zitti! non le sparate così grosse!!! ma vi rendete conto che maxwell si starà rivoltando nella tomba? fatelo riposare in pace!sul cellulare hai un campo elettro-magnetico, ovvero hai campo elettrico e campo magnetico che si propagano (nello spazio) e tra di loro sono perpendicolari, poi dipende anche dalla polarizzazione, la sorgente oscillando perturba questo campo e quindi si propaga l'onda elettro-magnetica, un magnete naturale (volgare calamita) ha solo un campo magnetico disposto secondo ben determinate linee di forza, ma mica è una sorgente di onde elettromagnetiche! se metti una calamita vicino ad un floppy o un hd rischi di rovinarlo, ma se ci metti un cellulare non succede proprio niente! scusa ma hai mai provato ad avvicinare una calamita al televisore? provaci, poi avvicina un cellulare, fa la stessa cosa? la risposta a questa domanda è la stessa nel caso di floppy-hdpovera italia!
          • Anonimo scrive:
            Re: come possono indurre un tumore
            - Scritto da: Anonimo
            ma se non sapete le cose, stateve zitti! non
            le sparate così grosse!!! ma vi
            rendete conto che maxwell si starà
            rivoltando nella tomba? fatelo riposare in
            pace!Mah, Maxwell sarebbe stato senz'altro piu` calmo di te: se avesse incontrato qualcuno che non ne sa granche`, avrebbe senz'altro tentato di spiegarglielo.Comunque, illuminaci, prima che vada a cercarmi qualcosa da solo...
            sul cellulare hai un campo
            elettro-magnetico, ovvero hai campo
            elettrico e campo magnetico che si propagano
            (nello spazio) e tra di loro sono
            perpendicolari,Cioe`, le linee del campo elettrico sono perpendicolari a quelle del campo magnetico prodotto dalla stessa sorgente?Un campo elettromagnetico e` o non e` un campo magnetico prodotto elettricamente, ma per il resto funzionalmente identico?
            poi dipende anche dalla
            polarizzazione, la sorgente oscillando
            perturba questo campo e quindi si propaga
            l'onda elettro-magneticaHmm... la luce e` un'onda elettromagnetica, e quella si puo` polarizzare, quindi anche il campo magnetico di per se sara` polarizzato, e fin qui mi torna.
            un magnete
            naturale (volgare calamita) ha solo un campo
            magnetico disposto secondo ben determinate
            linee di forza, ma mica è una
            sorgente di onde elettromagnetiche! se metti
            una calamita vicino ad un floppy o un hd
            rischi di rovinarlo, ma se ci metti un
            cellulare non succede proprio niente! scusa
            ma hai mai provato ad avvicinare una
            calamita al televisore? provaci, poi
            avvicina un cellulare, fa la stessa cosa? la
            risposta a questa domanda è la stessa
            nel caso di floppy-hdBe', il magnete produce aloni, il cellulare fa traballare l'immagine e produce rumore negli altoparlanti, ma non e` del tutto ininfluente, anzi...
            povera italia!Per cosa? Perche` qualcuno non conosce come funziona un campo magnetico? Ci sono altri problemi... :P
          • Anonimo scrive:
            Re: come possono indurre un tumore
            il cellulare fa rumore sull'altoparlante e fa traballare le immagini perché quando sta trasmettendo (o ricevendo) nello spettro delle frequenze ci sarà per forza un segnale ad una frequenza compatibile col televisore (audio/video) che va a dar fastidio all'immagine suono
          • pianoSequenza scrive:
            Re: come possono indurre un tumore

            Sempre di campi magnetici si
            tratta, no?
            Come puo` la variazione, il fatto che quello
            del cellulare oscilli, fare la differenza?La velocità di oscillazione fa sempre la differenza.Considera che ogni sistema (anche meccanico, puoi pensare ad esempio ad una molla, ad un carrellom ad un pendolo) può rispondere soltanto a determinate stimolazioni, mentre non risponde ad altre.Considera un'altalena: per riuscire a dondolarti ed acquistare velocità tu ti spingi (muovendo le gambe ecc.) a intervalli regolari, in fase con il movimento dell'altalena.Se invece tu ti muovessi troppo velocemente o troppo lentamente, l'altalena non comincerebbe nemmeno a muoversi... magari vibrerebbe un pochino, ma niente di più.Tutto questo con stimolazioni uguali (lo slancio dato dalle tue gambe) a parte la frequenza.Spero che l'esempio possa, in qualche modo, aver reso un po' l'idea.
      • Anonimo scrive:
        Re: come possono indurre un tumore

        - e` sospettato che la struttura del DNA
        memorizzi informazioni non solo tramite la
        sequenza delle basi azotate, ma anche
        tramite il verso di torsione dell'elica.mi spiace (senza ironia) dover minare alle basi la tua teoria, ma la torsione, che io sappia, si può limitare ad essere destrorsa o sinistrorsa. Anche sommando tutti i cromosomi, non è che hai poi tanta informazione da immagazzinare ;)

        - i legami tra le basi azotate sono
        magneticamente sensibili, e potrebbero
        oscillarevero, ma al massimo potrebbero oscillare con il campo e, tolto il campo, ritornare alla posizione di equilibrio.Per rompere un legame solo oscillando l'onda dovrebbe essere intensa al punto da portare tutta l'energia necessaria in un solo ciclo :|(escludo la risonanza perchè una molecola così grande smaltisce facilmente l'energia assorbita dal legame in risonanza )ciao!
        • Anonimo scrive:
          Re: come possono indurre un tumore
          - Scritto da: Anonimo

          - e` sospettato che la struttura del DNA

          memorizzi informazioni non solo tramite
          la

          sequenza delle basi azotate, ma anche

          tramite il verso di torsione dell'elica.

          mi spiace (senza ironia) dover minare alle
          basi la tua teoria, ma la torsione, che io
          sappia, si può limitare ad essere
          destrorsa o sinistrorsa. Anche sommando
          tutti i cromosomi, non è che hai poi
          tanta informazione da immagazzinare ;)Ah, macche` teoria... era un'ipotesi, tanto per dire... non mi sento particolarmente dispiaciuto se la smentisci. Ragionando a spanne, pero`, fin qui il discorso non la smentisce necessariamente, perche` chissa`? Magari proprio in quel tipo di informazioni c'e` scritto qualcosa di importante... oddio, e` improbabile, ma non impossibile.

          - i legami tra le basi azotate sono

          magneticamente sensibili, e potrebbero

          oscillare

          vero, ma al massimo potrebbero oscillare con
          il campo e, tolto il campo, ritornare alla
          posizione di equilibrio.Mah, figurati che io pensavo che la doppia elica non potesse avvitarsi in due sensi, immaginavo che non fosse neanche possibile invertirla in certi tratti, e che la sua struttura dovesse essere necessariamente quella, dettata dai vari legami fra le basi. Nelle riviste di divulgazione e nei libri di scienze delle medie mancavano i dettagli, peccato. :) Forse qualcuno dovrebbe cominciare a pubblicare anche quei dettagli che tanto mancano al "grande pubblico", per farsi due conti. Che so, in che senso si avvita l'elica? Qual'e` l'esatta sequenza di basi di un telomero? Dov'e` una tabellina con le sequenze per il richiamo di tutti gli amminoacidi?Insomma un bel compendio che magari senza perdersi in fronzoli fornisca alcuni strumenti per farsi un'idea piu` precisa senza necessariamente sorbirsi 5 anni di universita`... puo` essere un'idea, no?...
          Per rompere un legame solo oscillando l'onda
          dovrebbe essere intensa al punto da portare
          tutta l'energia necessaria in un solo ciclo
          :|
          (escludo la risonanza perchè una
          molecola così grande smaltisce
          facilmente l'energia assorbita dal legame in
          risonanza )

          ciao!Ecco, qui non posso verificare per la mancanza dei suddetti dettagli: come funziona la risonanza? Ma non tanto nella classica dialettica del "ah, be', e` semplice, hai presente un ponte su cui molti soldati marciano al passo, e poi..."... no, no, intendo: come si calcola l'entita` della risonanza? Come si verifica che non sia sufficiente a distruggere un dato tipo di legame? tecnicamente quanto e` "forte" il legame? tecnicamente a che forza puo` arrivare la sollecitazione dovuta alla risonanza? Una strada, insomma, per arrivare a capire chi e` piu` forte, con cognizione di causa...
          • Anonimo scrive:
            Re: come possono indurre un tumore
            il discorso è più semplice e meno da "lettore di Focus", semplicemente se un onda a frequenza molto elevata (campo dei raggi x o gamma) colpisce una cellula, per tutta una serie di motivi (tra cui lunghezza d'onda (ricorda che la lunghezza d'onda è inversamente proporzionale alla frequenza, ovvero frequenza alta, lunghezza d'onda molto piccola) compatibile con le dimensioni cellulari), ne modifica la struttura e porta ad alterazioni della cellula stessa (leggi tumore), il motivo per cui i dottori si proteggono dai raggi x è essenzialmente questo, non per chissà quale, il fatto che tu subisci un esposizione diretta in realtà non è pericoloso (se l'esposizione non è prolungata) dato che la lastra che sta sotto di te assorbe praticamente tutto ciò che arriva (e tra l'altro i macchinari per le lastre non hanno tutta sta potenza), ma un dottore mica può andare in giro con un vestito fatto di quel materiale, quindi si protegge
Chiudi i commenti