ADSL attivo, con un altro operatore

Un lettore racconta un altro episodio nel quale il rapporto telefonico con il call center non è sufficiente né adeguato per capire e dirimere una situazione che diviene, quindi, paradossale
Un lettore racconta un altro episodio nel quale il rapporto telefonico con il call center non è sufficiente né adeguato per capire e dirimere una situazione che diviene, quindi, paradossale


Roma – Spettabile redazione di Punto Informatico, vista l’ormai quotidiana, quasi da diventare una rubrica, denuncia di fatti e misfatti sul tanto agognato ADSL, volevo porVi all’attenzione quanto è capitato a me. Verso la fine di aprile ho approfittato dell’offerta di Tiscali sull’ADSL e ho sottoscritto un abbonamento.

Visto che a casa ho l’ISDN, il numero verde di Tiscali mi informa che dovrà venire un tecnico della Telecom a installare una nuova linea analogica per far transitare i dati.
Dopo una settimana, mi chiama il tecnico per fissare un appuntamento per l’installazione della linea e prontamente viene: dopo varie consultazioni con il collega, sentenziano che non è possibile installare la linea perchè l’impianto non è a norma, i fili telefonici passano accanto a quelli elettrici.

Mi dicono che devo provvedere io all’installazione di un tubo esterno, “di quelli a norma” per far passare la linea telefonica e che annulleranno l’attuale richiesta.
Dopo due giorni il mio elettricista di fiducia installa un tubo esterno… di quelli a norma, con il filo che gentilmente i tecnici Telecom mi avevano lasciato.

Così chiamo il numero verde Tiscali per la riattivazione della pratica ADSL e mi dicono che in un paio di giorni, “terzi” permettendo, avrò la linea collegata. Oggi ricevo una lettera dalla Telecom che recita: “Gentile Cliente, La ringraziamo per aver scelto ALICE, l’offerta ADSL Telecom Italia. Per attivare i servizi (…) Dopo aver installato il modem (…).”

Quale modem? Ma soprattutto quale offerta ADSL Telecom Italia?

Così ho chiamato il 187, sperando che rispondesse Luttazzi (ricordate? a me sinceramente non fa ridere), per chiedere lumi: un operatore, alquanto prevenuto, sembra quasi caduto dalle nuvole, “… ma a noi risulta che lei ha fatto richiesta dell’ADSL…”, “… purtroppo ci sono delle persone, non certo lei, che ordinano l’abbonamento ADSL Alice, si prendono il modem, e poi dicono che non l’hanno richiesto…”.

Resto quasi a bocca aperta: “… mi sta accusando di qualcosa?”, il tono si è fatto pesante, e si è deciso di chiudere la conversazione.

Qualche ora dopo, ricevo una telefonata dal 187, una signorina dalla voce molto più gentile, mi informa che sulla mia linea è attiva l’ADSL. Io la informo che attendo i suoi colleghi che mi vengano a collegare fisicamente la linea, ma che ho richiesto l’ADSL con un altro operatore. Lei, sbigottita, mi dice che mi sta informando dell’attivazione di un abbonamento Alice!

Dopo averle raccontato la mia discussione con il suo collega della mattina, mi saluta cordialmente. Questo è tutto. Adesso attendo che mi vangano a collegare la linea e… poi si vedrà!

Alfredo S.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 05 2003
Link copiato negli appunti