ADSL e quel salto da BBB ad Alice

Perché quando si passa - in automatico - da BBB ad Alice si devono comunque pagare 3 euro al mese per il tecnico? Se lo chiede un lettore

Roma – Gentile redazione, è il quarto anno che vi seguo con immutato interesse, e vi scrivo per sottoporre al vostro (e della comunità) giudizio una ennesima prepotenza esercitata da un azienda sulla propria utenza.

Come si evince dal titolo si parla del servizio ADSL Telecom, prima BBB poi Alice Flat; più volte sul vostro giornale se ne è parlato, per lo più per la qualità del servizio e dell?assistenza sui quali io non posso che esprimermi favorevolmente, in quanto, all?inizio, la mia storia con Telecom ADSL è idilliaca:

Nel mese di giugno 2001 vengo direttamente contattato da un centro 187 che mi propone l?allora pacchetto promozionale BBB comprendente linea ADSL 256 Kbps in download e 128 Kbps in upload, modem Alcatel Manta USB in comodato d’uso, installazione-attivazione-e due mesi in prova gratuiti al costo mensile di 80.000 vecchie lire più IVA.

Non mi parve vero, in quanto non ero nemmeno a conoscenza che nella mia città, Quartu S.Elena CA, fosse già attiva, e, contrariamente alle tristi vicissitudini di alcuni altri sfigati utenti, a me gira tutto o quasi a meraviglia, ovvero confermo di essere interessato all?attivazione e mi fissano l?invio del tecnico intorno il 26 (non ricordo la data precisa) di Luglio, poi spostato per impossibilità della ditta incaricata all?installazione di intervenire in quella data al 3 di agosto per le 9. Incredibilmente alle 9.10 del 3 agosto il giovane tecnico arriva con il necessario, e dopo pochi minuti io inizio felicemente a navigare con la linea ADSL telecom.

Debbo inoltre dire, onestamente, che fino ad ora il servizio è stato rispondente alle aspettative, ovvero a parte 3 interruzioni nel primo bimestre di utilizzo (in genere durante il fine settimana) durate qualche ora, la linea rimane quasi costantemente ai valori massimi, e non mi ha mai dato sconnessioni improvvise (anche con 80-90 e più ore di connessione consecutiva). Ma, allora qual è il problema?, vi chiederete voi, considerato che posso dichiararmi un ?miracolato? Telecom?

Il fatto è semplice: a metà aprile 2002 nasce Alice flat, che praticamente sostituisce il servizio BBB, ovvero ha le stesse caratteristiche, ma prezzi ed opzioni diverse con i seguenti costi mensili comprensivi di IVA: ? 36.95 per la sola linea; ? 39.95 con il modem e 42.95 con il modem e l?installazione a domicilio da parte del tecnico.

E qui nasce spontanea una prima domanda: chi è quel dirigente genialoide che ha pensato bene di far pagare un intervento tecnico “una tantum” con un canone fisso mensile di 3 ?? Seconda domanda: esiste qualcuno disposto a pagare 3 ? al mese per un intervento di qualche minuto che, se proprio è così sprovveduto da non saperlo espletare da solo, può sempre chiedere all?amico smanettone che glielo faccia a mò di favore?

Comunque, telefono al 187 per sapere cosa devo fare per passare alle condizioni più convenienti, e mi danno un numero di fax al quale inoltrare la richiesta di passare alle condizione proposte dal pacchetto ?Alice Flat? confermandomi che potevo scegliere una delle tre opzioni, ovvero avrei potuto rinunciare a tenere il modem.

Piuttosto che fare il fax mi reco al più vicino centro 187 per fare la richiesta confidando sulla maggiore affidabilità, ma in quel momento non si riesce a collegarsi attraverso la loro rete, e mi viene detto di ripassare nuovamente attraverso il numero telefonico 187. Lo faccio e, sorpresa, un gentile signorina mi dice che non vi è bisogno di alcuna richiesta, in quanto l?adeguamento viene fatto automaticamente; finalmente, penso, una prova di correttezza verso l?utenza!, anche se prima mi avevano sviato!, faccio presente che mi interessa mantenere il modem e che quindi mi aspetto di passare ai 39.95 ?.

Ieri mi reco al principale centro 187 di Cagliari per rendere il telefono fisso, ed un impiegato, molto gentile, controllando al terminale mi chiede? ?ma lei utilizza anche la linea ADSL?? affermativo, alla richiesta di controllare se risulta l?adeguamento alle tariffe ?Alice? la risposta è inizialmente negativa: “mi risulta che lei ha l?abbonamento BBB”, ma poi si corregge dicendomi che il canone è stato portato a 42,95 ?, ed alle mie rimostranze (io l?installazione da parte del tecnico non l?ho mai richiesta!) mi dice di telefonare al 187 o di mandare una raccomandata, per far cambiare il profilo tariffario.

Chiamo il 187 ed una gentile ma decisa signorina candidamente mi dichiara che il passaggio dalla tariffa BBB a quella ?Alice? è fatto esclusivamente alla tariffa di 42,95 ? per ordini della direzione, e non ci sono Santi che possano cambiare questa situazione, e poi cos?ho da lamentarmi? Prima pagavo 96000, adesso risparmio circa vecchie 10.000 lirette!

Conclusioni finali: se tutto questo viene confermato dalla Telecom ne deduco che la stessa prima mi ?omaggia? l?installazione (vedi pacchetto BBB che non prevedeva la possibilità di rinunciare all?installazione del tecnico) poi invece mi impone di pagarla a canone fisso per tutta la durata del contratto (quindi, a queste condizioni, non ancora per molti mesi) a 3 ? al mese.

L?aspetto della questione che maggiormente mi stizzisce è che io dell?installazione del tecnico non me ne facevo niente prima ne tanto meno ora, il mio computer me lo assemblo e disassemblo a piacimento, ci testo i S.O ed altro, quindi che mi venga imposta una tassa mensile solo perché in precedenza mi hanno regalato una cosa da me non richiesta e che non poteva essere estrapolata dall?offerta mi pare una forzatura ed una estorsione.

Non capisco neanche la proposta dell?impiegata sentita telefonicamente che proponeva allo scadere del contratto la disdetta per poi richiedere il contratto ad ?Alice?, ma scherziamo? Se le cose rimangono così io la disdetta la farò senz?altro, ma non certo per fare un contratto con Telecom.

Un sospetto? Non è che l?ingaggio per la campagna promozionale di Bobo Vieri lo dobbiamo pagare noi cornutazzi ex BBBibbaioli? Non sarebbe stato stato più opportuno ingaggiare Tagliatatela, che magari è altrettanto telegenico e non perdere (penso di non essere il solo a pensarla così) una clientela che pure era stata la più celere a tuffarsi nelle onde dell?ADSL Telecom?

Gradirei un vostro commento ed un parere se un comportamento così vessatorio non sia da denunciare alle organizzazioni che difendono i diritti dei consumatori.

Cordialmente
Roberto Virdis
Quartu Sant?Elena (CA)

Ciao Roberto, lascia certamente perplessi la scelta di posizionare il passaggio degli utenti ad Alice su quella tariffa ma ci pare ingeneroso definire quello che si traduce comunque in un risparmio in una “vessazione”. Detto questo abbiamo segnalato la tua lettera a Telecom Italia che speriamo approfitti di questo spazio per spiegare i perché di questa quantomeno curiosa politica. Un saluto, la Redazione

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti