ADSL sì ma.... Alice o Cenerentola?

Se lo chiede un lettore che ha notato un particolare pattern della caduta della linea di un accesso ADSL Alice 640. Accesso che ha dei ritmi che ricordano... Cinderella
Se lo chiede un lettore che ha notato un particolare pattern della caduta della linea di un accesso ADSL Alice 640. Accesso che ha dei ritmi che ricordano... Cinderella

Roma – Caro Punto Informatico, sono un privato senza partita IVA ed ho avuto la necessità di mettere in linea un server su internet. Non potendo assolutamente permettermi le tariffe di housing o colocation dei provider, ho ripiegato su una soluzione “casalinga”, facendo un contratto per una ADSL performante.

Avendo dovuto dribblare il non trascurabile ostacolo che molti fornitori di ADSL “piene” rifiutano di fare contratti a privati, ho scelto una ADSL Alice 640 di Telecom Italia; la linea è stata attivata l’11 marzo scorso, e da allora vi è collegato in permanenza un server linux attentamente monitorato.

Nel complesso, specialmente facendo un paragone con altri fornitori, sono abbastanza soddisfatto; c’è pero’ un ma, connesso con la disponibilità della linea.
L’indisponibilità totale, su di un periodo di 68 giorni, è stata del 3.5%, pari a 56 ore.

Trattandosi di una linea non professionale sarebbe forse un valore accettabile, il problema è che è stata pari a meno dell’1,5% fino a due settimane fa, con occasionali, brevi e casuali interruzioni di linea.

Tre settimane fa (il 28 aprile) alle ore 00:00:00 la linea è caduta per 7 ore. Due giorni dopo (il 30 aprile) di nuovo alle 00:00:00 è caduta di nuovo per 11 ore. La scorsa settimana (il 15 maggio) alle 00:00.00 è caduta per 19 ore filate.
Ora conosco cosa sono i disservizi nell’ICT, anche se reputo inaccettabili interruzioni di servizio di questa durata.

Ma alcune domande mi ossessionano, vista l’escalation della durata e l’ora curiosa (mezzanotte) a cui avvengono le interruzioni.

I router a Telecom li vendono le Fatine di Cenerentola? Si trasformano in zucche allo scoccare del dodicesimo rintocco ? Ed in questo caso la ricerca della scarpetta di cristallo deve durare una giornata ? O forse si tratta dell’orario di inizio di qualche Quake death match tra i sistemisti ?

Battute a parte, c’è qualcosa di strano; se si trattasse di “manutenzione programmata” (o forse “disservizio programmato”) sarebbe carino che gli utenti fossero avvertiti.
Altrimenti qualche Sherlock Holmes interno a Telecom dovrebbe forse fare una piccola indagine….

Speriamo bene !

Lettera firmata

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 05 2003
Link copiato negli appunti