ADSL, se il Call Center non basta

Ne parla un lettore alle prese con le notevoli difficoltà di un rapporto non soddisfacente con il Call Center del suo fornitore. Problemi che riguardano davvero tanti utenti broad band


Roma – Usufruisco del servizio Adsl da diversi anni, avendo sottoscritto presso un “Punto 187” un contratto Adsl 256 con tecnico a domicilio e modem in comodato. Durante questi anni ho più volte richiesto l’assistenza del “tecnico a domicilio” per un problema ricorrente: ogni volta che mancava l’energia elettrica al ritorno della stessa la linea Adsl non si ripristinava (il modem continuava a lampeggiare) ed ero costretto a telefonare alla Telecom che, a volte dopo qualche ora o a volte dopo qualche giorno, ripristinava la linea.

Ho più volte quindi sollecitato l’intervento di un tecnico o la sostituzione del modem, richieste cadute nel vuoto che mi hanno costretto a risolvere il problema con l’acquisto di un costoso gruppo di continuità. Poi verso la fine del giugno 2003 decisi di passare da Alice 256 ad Alice 640 sia per l’esigenza di avere una maggiore banda disponibile sia perchè mi resi conto che l’abbonamento mensile da me pagato “con tecnico a domicilio” oltre che inutile non era per nulla conveniente considerato che con la sottoscrizione di un abbonamento ex-novo ad Adsl Alice 256 questi a parità di condizioni sarebbe costato meno.

Inoltrai quindi richiesta telefonica al 187 e la gentilissima operatrice mi assicurò che entro una decina di giorni il passaggio ad Alice 640 sarebbe stato eseguito. Dopo circa 15 giorni, poichè nulla era cambiato telefonai al 187 e con stupore appresi che non risultava nessuna richiesta di passaggio ad Alice 640.
L’operatore di turno quindi si prese carico di riformulare la richiesta assicurandomi che la modifica sarebbe stata eseguita il più presto possibile.

Poichè il servizio era rimasto immutato, dopo circa 10 giorni richiamai ancora il 187 e mi venne riferito che l’operatore precedente non aveva completato la pratica relativa alla richiesta di modifica. Mi venne quindi assicurato che entro 24 ore il passaggio sarebbe stato reso attivo. Dopo circa 3 giorni richiamai il 187 e poichè nulla ancora era cambiato l’operatrice di turno mi disse che avrebbe sollecitato la richiesta.

Tra solleciti e reclami le telefonate al 187 sono quindi diventate decine e decine nelle quali mi sono sentito dire cose di vario genere: che il passaggio era già stato eseguito, che la richiesta era stata respinta (senza che neppure loro sapessero il perchè), ecc., sembrava quasi che gli operatori Telecom consultassero dei terminali diversi tra di loro. Dopo ormai 5 mesi di calvario mi recai presso il “Punto 187” della mia città, in cui peraltro venne sottoscritto l’abbonamento iniziale. Qui, esposto il problema e verificata la disponibilità della banda 640 nella mia zona, ho appreso che da un “Punto 187” non è possibile eseguire passaggi o modifiche come nel mio caso ma solo nuovi abbonamenti.

Come se tutto ciò non bastasse, pochi giorni fa, con l’ultima bolletta ricevuta, scopro che mi è stato aumentato il canone per il passaggio da Alice 256 ad Alice 640 senza che ciò sia a tutt’oggi avvenuto. Ritelefono quindi al 187 per avere spiegazioni ed il malcapitato operatore, imbarazzato e confuso, mi conferma che la banda è rimasta ancora quella originaria, che il passaggio alla 640 non è stato ancora completato e non capisce come mai sia stato richiesto il pagamento per la connessione a 640 senza che sia mai stata abilitata.

Cosa dire? Sono un cliente che tra linea Adsl, ISDN, Teleconomy e vari servizi aggiuntivi versa alle casse della Telecom buona parte del suo stipendio mensile.

Cordiali saluti

Santino D.B. (Merano)

Caro Santino
sono molti gli utenti di servizi ADSL, certo non solo di Telecom Italia, a lamentare problemi in gran parte riconducibili ad un rapporto non sufficientemente chiaro ed efficiente con i Call Center. Forse è da qui, da una complessiva revisione del Customer Care, che si dovrebbe ripartire per offrire maggiori garanzie agli utenti e accelerare così la diffusione del broad band. Alla questione è stata più volte interessata dagli utenti l’Autorità TLC. Rimaniamo tutti in attesa di novità.
A presto, Adele Chiodi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Petizione
    Qualcuno sa se è possibile firmare una petizione on-line da mandare a Castro?Eventualmente, è possibile crearne una on-line?
    • Anonimo scrive:
      Re: Petizione
      Pienamente d'accordo. Cosa possiamo fare?- Scritto da: Anonimo
      Qualcuno sa se è possibile firmare
      una petizione on-line da mandare a Castro?
      Eventualmente, è possibile crearne
      una on-line?
      • Anonimo scrive:
        Re: Petizione
        - Scritto da: Anonimo
        Pienamente d'accordo. Cosa possiamo fare?Ho visto che è possibile creare una petizione on-line su http://petitiononline.comSperavo però che qualcuno che ha più pratica di queste cose, avesse a disposizione i mezzi tecnici per creare qualcosa di maggior spessore, vista anche l'importanza dell'argomento.L'ideale sarebbe firmare una petizione per le libertà a Cuba che già esiste.
  • Anonimo scrive:
    Cuba e il Comunismo
    Il comunismo? Cuba?Ho letto qualcosa di Marx ed Engels... a me il comunismo sembra altro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Cuba e il Comunismo
      - Scritto da: Anonimo
      Il comunismo? Cuba?
      Ho letto qualcosa di Marx ed Engels... a me
      il comunismo sembra altro...Quello di Marx ed Engels non esiste.Non è mai stato applicato. Quindi non vedo perchè se ne dovrebbe parlare.h724
      • Anonimo scrive:
        Re: Cuba e il Comunismo
        - Scritto da: Anonimo
        Quello di Marx ed Engels non esiste.?!?!
        Non è mai stato applicato.Ah... ecco.
        Quindi non vedo perchè se ne dovrebbe
        parlare.Perche' quello e' Comunismo
        • Anonimo scrive:
          Re: Cuba e il Comunismo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Quello di Marx ed Engels non esiste.

          ?!?!


          Non è mai stato applicato.

          Ah... ecco.E perchè non è mai stato applicato ?Forse perchè non può essere applicato ?

          Quindi non vedo perchè se ne
          dovrebbe

          parlare.

          Perche' quello e' ComunismoAllora perchè Cuba riscuote ampi consensi fra i simpatizzanti del PRC ? Neppure loro sono comunisti ? Chi è comunista allora ? Solo tu ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Cuba e il Comunismo
      - Scritto da: Anonimo
      Il comunismo? Cuba?
      Ho letto qualcosa di Marx ed Engels... a me
      il comunismo sembra altro...Da *anni* parlo con comunisti più o meno dichiarati e quando si entra nel vivo (che si parli dell'URSS, di Stalin o di altro) la solita storiella: "QUELLO non era comunismo".Ma allora che ci fanno le bandiere cubane alle manifestazioni di Rifondazione comunista? Sono una protesta contro Castro?
      • Anonimo scrive:
        Re: Cuba e il Comunismo
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Il comunismo? Cuba?

        Ho letto qualcosa di Marx ed Engels...
        a me

        il comunismo sembra altro...

        Da *anni* parlo con comunisti più o
        meno dichiarati e quando si entra nel vivo
        (che si parli dell'URSS, di Stalin o di
        altro) la solita storiella: "QUELLO non era
        comunismo".Se leggi Marx ed Engels ti renderesti conto che quello dell'URSS, della Cina e di Cuba (o Corea del Nord) non e' la stessa cosa.
        Ma allora che ci fanno le bandiere cubane
        alle manifestazioni di Rifondazione
        comunista? Sono una protesta contro Castro?Che caxxo ne so... probabilmente neppure loro hanno letto Marx
        • Anonimo scrive:
          Re: Cuba e il Comunismo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Il comunismo? Cuba?


          Ho letto qualcosa di Marx ed
          Engels...

          a me


          il comunismo sembra altro...



          Da *anni* parlo con comunisti
          più o

          meno dichiarati e quando si entra nel
          vivo

          (che si parli dell'URSS, di Stalin o di

          altro) la solita storiella: "QUELLO non
          era

          comunismo".

          Se leggi Marx ed Engels ti renderesti conto
          che quello dell'URSS, della Cina e di Cuba
          (o Corea del Nord) non e' la stessa cosa.Interessante.... Però adesso lo vieni a dire ? Per anni avete spaccato le balle con l'URSS, la Cina, Cuba, ecc. ecc e adesso vieni a dire che vi eravate sbagliati ?Io comunque cosa è il comunismo non vorrei leggerlo su un libro ma vorrei vederlo in pratica. Mi faresti un esempio ?

          Ma allora che ci fanno le bandiere
          cubane

          alle manifestazioni di Rifondazione

          comunista? Sono una protesta contro
          Castro?

          Che caxxo ne so... probabilmente neppure
          loro hanno letto MarxHo capito... lo hai letto solo tu....
  • Anonimo scrive:
    Coerenza
    Di cuba ho sempre apprezzato una certa coerenza e chiarezza: almeno lo dicono che censurano...molto peggio é la cina, che vuole aprirsi ai mercati internazionali ma con le "sue" regole, o gli stati uniti, che stanno cominciando a stracciare il famoso "primo emendamento" o l'italia, che non censura, ma invita i dirigenti di una certa rete ad invitare un certo personaggio a non dire quello che pensa o a chiudere con una certa trasmissione... e così via, non ho tempo per elencare tutti i 160 paesi del mondo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Coerenza

      Di cuba ho sempre apprezzato una certa
      coerenza e chiarezza: almeno lo dicono che
      censurano...Certo.Meglio essere condannati a morte in un paese coerente piuttosto che fare la propria vita tranquillamente qui in Italia.h724
      • Anonimo scrive:
        Re: Coerenza
        E pensare che c'è gente chevede in cuba il paradiso..mah.. è proprio vero che non esiste peggior cieco di chi non vuol vedere!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Coerenza
          - Scritto da: Anonimo
          E pensare che c'è gente chevede in
          cuba il paradiso..mah.. è proprio
          vero che non esiste peggior cieco di chi non
          vuol vedere!!Sai com'è... li allevano a magliette del che e canne...Dopo possono vedere il paradiso ovunque :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Coerenza
            Hai ragione, il paradiso è qui, tra hamburger e grandi fratelli, cellulari che trillano e gipponi che rombano, furbi che la passano sempre liscia e onesti che soccombono, case dove c'è tutto quello che non serve a dove si parla solo per litigare, uffici dove nessuno combina niente ma tutti coordinano. Infatti la gente è felice, ma soprattutto serena, rilassata, disponibile ad aiutarsi l'un l'altra e rispettosa delle idee altrui. Che pacchia! Allevate pure i figli a magliette di Dolce e Gabbana e cellulari teconologicamente avanzati. E tanti auguri per una serena vecchiaia. - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            E pensare che c'è gente chevede
            in

            cuba il paradiso..mah.. è proprio

            vero che non esiste peggior cieco di
            chi non

            vuol vedere!!

            Sai com'è... li allevano a magliette
            del che e canne...
            Dopo possono vedere il paradiso ovunque :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Coerenza
            - Scritto da: Anonimo
            Infatti la gente è felice, ma
            soprattutto serena, rilassata, disponibileDai rilassati anche tu... fatti una canna :D
  • francescone scrive:
    [OT] Troll
  • Anonimo scrive:
    [OT] Troll ipocrita
  • Anonimo scrive:
    Cuba & C.
    Si vuole sottolineare che ogni volta che un regime di sinistra viene criticato subito si parla della situazione politica italiana....Ne converrete che non è possibile ignorare il fatto che quando si parla di libertà a me viene in mente che molti, e soprattutto l'attuale amministrazione governativa italiana, pensano che libertà voglia dire fare i propri comodi quando e come si vuole e non invece libertà nel rispetto di quella altrui...Cosa c'entra questo con Cuba, nulla o forse tutto...capisco l'indignazione per un regime totalitario come quello cubano ma, lo sottolineo ancora, trovo davvero di cattivo gusto sparlare del vicino quando in casa tua hai problemi tutt'altro che insignificanti (libertà di comunicazione persino più a rischio di quella cubana)...Sarebbe meglio per noi italiani tacere, specialmente per chi ha la coda di paglia...A buon intenditor...
    • Anonimo scrive:
      Re: Cuba & C.
      - Scritto da: Anonimo
      Si vuole sottolineare che ogni volta che un
      regime di sinistra viene criticato subito si
      parla della situazione politica italiana....

      Ne converrete che non è possibile
      ignorare il fatto che quando si parla di
      libertà a me viene in mente che
      molti, e soprattutto l'attuale
      amministrazione governativa italiana,
      pensano che libertà voglia dire fare
      i propri comodi quando e come si vuole e
      non invece libertà nel rispetto di
      quella altrui...

      Cosa c'entra questo con Cuba, nulla o forse
      tutto...capisco l'indignazione per un regime
      totalitario come quello cubano ma, lo
      sottolineo ancora, trovo davvero di cattivo
      gusto sparlare del vicino quando in casa tua
      hai problemi tutt'altro che insignificanti
      (libertà di comunicazione persino
      più a rischio di quella cubana)...

      Sarebbe meglio per noi italiani tacere,
      specialmente per chi ha la coda di paglia...
      Se paragoni Cuba all'Italia io dico che sei fuori dal mondo
      • Anonimo scrive:
        Re: Cuba & C.
        Non ho detto che Cuba e l'Italia siano allo stesso livello, ho detto che prima di parlare tanto di libertà di cumunicazione dovremmo farci un bell'esamino di coscienza...
      • Anonimo scrive:
        Re: Cuba & C.
        e si.....hai rafione.....in fondo l'italia è solo al 53 postohttp://www.rsf.org/article.php3?id_article=8240ne dobbiamo fare di strada...
        • Anonimo scrive:
          Re: Cuba & C.
          e aggiungo...ora siamo all'ultimo posto tra i paesi dell'unione europea.ma aspetta che passi la gasparri...hihihihihihihicerto...non arriveremo a conquistare un numero a tre cifre come cuba ma.......
          • Anonimo scrive:
            Re: Cuba & C.
            - Scritto da: Anonimo
            e aggiungo...

            ora siamo all'ultimo posto tra i paesi
            dell'unione europea.
            ma aspetta che passi la gasparri...
            hihihihihihihi

            certo...non arriveremo a conquistare un
            numero a tre cifre come cuba ma.......in confronto i talebani sembreranno + liberali...se vogliamo fare una batutta:Dcmq il 53 posto e grave...anzi e gravissimo...basta vedere certe cose che combinano le nostre tv alla mercee di associazioni di genitori rincoglioniti come il moige
          • Anonimo scrive:
            Re: Cuba & C.

            ora siamo all'ultimo posto tra i paesi
            dell'unione europea.
            ma aspetta che passi la gasparri...
            hihihihihihihiBisogna vedere perchè abbiamo quella posizione, visto che il punteggio si basa soprattutto sulla libertà di stampa...Dimmi una qualsiasi limitazione diretta alla mia libertà di opinione, per favore.h724
  • Anonimo scrive:
    passato remoto
    eppure per qualcuno è presentehttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=119600certo, neanche in USA si scherza a controlli, ma MAI come da loro
  • francescone scrive:
    Altra domanda OT
    L'applicazione della dottrina comunista in stati totalitari ha fallito. Diamo per scontato questo assunto. Non esiste, sfido chiunque a smentirmi, nell' Europa occidentale il rischio che si possano instaurare regimi comunisti. Esiste però un orientamento di sinistra (che si esprime in varie forme) che, ad esempio, manifesta dissenso nei confronti dell'operato del governo in carica. Perchè, mi chiedo, una parte consistente della propaganda elettorale (e non solo) da parte di Berlusconi è orientata ad agitare la paura dei comunisti?
    • Anonimo scrive:
      Re: Altra domanda OT
      - Scritto da: francescone
      L'applicazione della dottrina comunista in
      stati totalitari ha fallito. Diamo per
      scontato questo assunto. Non esiste, sfido
      chiunque a smentirmi, nell' Europa
      occidentale il rischio che si possano
      instaurare regimi comunisti. Esiste
      però un orientamento di sinistra (che
      si esprime in varie forme) che, ad esempio,
      manifesta dissenso nei confronti
      dell'operato del governo in carica.
      Perchè, mi chiedo, una parte
      consistente della propaganda elettorale (e
      non solo) da parte di Berlusconi è
      orientata ad agitare la paura dei comunisti?Perchè quello che fa' paura non è più il comunismo, ma l'ipocrisia dei comunisti.Adesso che è evidente a tutti che il comunismo ha fallito, lo stesso i comunisti continuano con i 'distinguo', con i 'ma però' e soprattutto con i 'berluska...'. Per non dire che hanno creduto ad un'ideologia fallimentare, si arrampica sugli specchi e cambiano discorso... un classico è quello di parlare ogni volta di Berluska....
      • francescone scrive:
        Re: Altra domanda OT
        Perchè? Berlusconi è il premier attuale, mi sembra di grande attualità. Non posso criticarlo? Hai una curiosa visione della democrazia.....
        • Anonimo scrive:
          Re: Altra domanda OT
          - Scritto da: francescone
          Perchè? Berlusconi è il
          premier attuale, mi sembra di grande
          attualità. Non posso criticarlo? Hai
          una curiosa visione della democrazia.....Puoi criticarlo quanto ti pare, figurati. Cosa centra la democrazia poi... è sempre la solita storia: si parla di una cosa e si tira fuori un'altra.Io stavo criticando il fatto che a partire da qualsiasi discorso, come ad esempio le limitazioni della libertà a Cuba, di solito i comunisti tirano fuori sempre il Berluska.
          • francescone scrive:
            Re: Altra domanda OT
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: francescone

            Perchè? Berlusconi è il

            premier attuale, mi sembra di grande

            attualità. Non posso criticarlo?
            Hai

            una curiosa visione della
            democrazia.....

            Puoi criticarlo quanto ti pare, figurati.
            Cosa centra la democrazia poi... è
            sempre la solita storia: si parla di una
            cosa e si tira fuori un'altra.C'entra, c'entra. Sono due concetti strettamente legati (democrazia e libertà di critica), non ne sei convinto? Sul fatto poi che tu sia un democratico quanto me, visto che mi dici "Puoi criticarlo quanto ti pare, figurati", non ho motivo di dubitarne. Ma non puoi dire che non c'entra nulla.
            Io stavo criticando il fatto che a partire
            da qualsiasi discorso, come ad esempio le
            limitazioni della libertà a Cuba, di
            solito i comunisti tirano fuori sempre il
            Berluska.1)Non sono comunista2)Veramente, quando si critica il governo in carica, ci si sente spesso invitare ad andare a Cuba ed in Cina. Questo persino da parte di esponenti della maggioranza (Bondi, Adornato, Schifani, ecc.).Permettimi di aggiungere che la tua risposta "Perchè quello che fa' paura non è più il comunismo, ma l'ipocrisia dei comunisti." alla mia domanda "Perchè, mi chiedo, una parte consistente della propaganda elettorale (e non solo) da parte di Berlusconi è orientata ad agitare la paura dei comunisti?" è veramente risibile e poco convincente. Curioso tentativo di arrampicata sugli specchi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Altra domanda OT
            - Scritto da: francescone

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: francescone


            Perchè? Berlusconi è
            il


            premier attuale, mi sembra di
            grande


            attualità. Non posso
            criticarlo?

            Hai


            una curiosa visione della

            democrazia.....



            Puoi criticarlo quanto ti pare,
            figurati.

            Cosa centra la democrazia poi...
            è

            sempre la solita storia: si parla di una

            cosa e si tira fuori un'altra.

            C'entra, c'entra. Sono due concetti
            strettamente legati (democrazia e
            libertà di critica), non ne sei
            convinto? Sul fatto poi che tu sia un
            democratico quanto me, visto che mi dici
            "Puoi criticarlo quanto ti pare, figurati",
            non ho motivo di dubitarne. Ma non puoi dire
            che non c'entra nulla.Ma piantala, come se esprimere la mio opinione ti impedisse di esprimere la tua.


            Io stavo criticando il fatto che a
            partire

            da qualsiasi discorso, come ad esempio
            le

            limitazioni della libertà a
            Cuba, di

            solito i comunisti tirano fuori sempre
            il

            Berluska.

            1)Non sono comunistaSe difendi Cuba, per me sei comunista. E se non voti a sinistra sei pur ipocrita, se voti a sinistra, ti definisci democratico e difendi Cuba, sei ancora più ipocrita.
            2)Veramente, quando si critica il governo in
            carica, ci si sente spesso invitare ad
            andare a Cuba ed in Cina. Questo persino da
            parte di esponenti della maggioranza (Bondi,
            Adornato, Schifani, ecc.).Beh, io non l'ho fatto

            Permettimi di aggiungere che la tua risposta
            "Perchè quello che fa' paura non
            è più il comunismo, ma
            l'ipocrisia dei comunisti." alla mia domanda
            "Perchè, mi chiedo, una parte
            consistente della propaganda elettorale (e
            non solo) da parte di Berlusconi è
            orientata ad agitare la paura dei
            comunisti?" è veramente risibile e
            poco convincente. Curioso tentativo di
            arrampicata sugli specchi. Mah... come al solito cambi discorso ( aparte che molte cose che ha fatto Berluska non mi vanno) io non difendo nè Berluska (in questo momento, in altri contesti potrei difenderlo) nè chi fa' affermazioni false.Semplicemente dico che è da ipocriti nascondersi dietro le critiche di Berluska quando l'argomento è un'altro: libertà è comunismo
          • francescone scrive:
            Re: Sei scorretto
            "Se difendi Cuba, per me sei comunista. E se non voti a sinistra sei pur ipocrita, se voti a sinistra, ti definisci democratico e difendi Cuba, sei ancora più ipocrita."Dimmi quando ho difeso Cuba. Per me Cuba è una dittatura. Qui casca l'asino (tu) perchè mi hai arbitrariamente attribuito cose che non penso e che non ho detto. Molto scorretto. Avevo scritto:"C'entra, c'entra. Sono due concettistrettamente legati (democrazia elibertà di critica), non ne seiconvinto? Sul fatto poi che tu sia undemocratico quanto me, visto che mi dici"Puoi criticarlo quanto ti pare, figurati", non ho motivo di dubitarne. Ma non puoi direche non c'entra nulla."Mi hai risposto con:"Ma piantala, come se esprimere la mio opinione ti impedisse di esprimere la tua."E' ovvio che non hai capito nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sei scorretto
            Ecco, come al solito, invece di rispondere a tono, cambi discorso, anche questo è indice di ipocrisia.Poi insulti, anche questo è indice di ipocrisia.
          • francescone scrive:
            Re: Sei scorretto
            Ti pongo due domande:1)E' vero o no che mi hai attribuito simpatia per il regime cubano?2)E' vero o no che non ho mai detto questo?Vediamo se sei abbastanza onesto da riconoscerlo.Ti "aiuto" riportando la tua frase:"Se difendi Cuba, per me sei comunista. E se non voti a sinistra sei pur ipocrita, se voti a sinistra, ti definisci democratico e difendi Cuba, sei ancora più ipocrita."Aggiungo che ho tutto il diritto di offendermi se mi attribuisci simpatia per una dittatura!==================================Modificato dall'autore il 12/01/2004 15.07.25
          • Anonimo scrive:
            Re: Sei scorretto
            - Scritto da: francescone
            Ti pongo due domande:
            1)E' vero o no che mi hai attribuito
            simpatia per il regime cubano?L'ho ipotizzato, infatti se rileggi le frasi ho utilizzato il 'se'
            2)E' vero o no che non ho mai detto questo?
            Vediamo se sei abbastanza onesto da
            riconoscerlo.
            Ti "aiuto" riportando la tua frase:Vediamo se sei abbastanza onesto ad ammettere di aver cambiato discorso

            "Se difendi Cuba, per me sei comunista. E se
            non voti a sinistra sei pur ipocrita, se
            voti a sinistra, ti definisci democratico e
            difendi Cuba, sei ancora più
            ipocrita."

            Aggiungo che ho tutto il diritto di
            offendermi se mi attribuisci simpatia per
            una dittatura!Senti, allora perchè non ti esprimi in modo più chiaro?Perchè te lo dico io: è sempre l'ipocrisia di non prendere una posizione precisa. Io l'ho espressa in modo chiaro, tu parli parli ma o cambi discorso o stai sul vago.Oltre a tutte le altre cose, anche sugli insulti hai tergiversato, altra ipocrisia.
          • francescone scrive:
            Re: Sei scorretto
            Non tergiverso, tutt'altro. Penso chiaramente che sei una persona sleale e scorretta, e non sono stato affatto poco chiaro. E' vergognoso che prima mi metti in bocca qualcosa che non ho detto, poi infantilmente mi accusi di essere stato io poco chiaro. Vergognati! Puoi discutere solo su un forum anonimo, perchè la tua scorrettezza e viltà sono palesi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sei scorretto
            - Scritto da: francescone
            Non tergiverso, tutt'altro. Penso
            chiaramente che sei una persona sleale e
            scorretta, e non sono stato affatto poco
            chiaro. E' vergognoso che prima mi metti in
            bocca qualcosa che non ho detto, poi
            infantilmente mi accusi di essere stato io
            poco chiaro. Vergognati! Puoi discutere solo
            su un forum anonimo, perchè la tua
            scorrettezza e viltà sono palesi.Boh, se non sai cosa dire, cosa ti rispondo a fare?Io le mie opinioni le ho espresse senza insultare, provaci anche tu.
          • francescone scrive:
            Re: Sei scorretto
            Mi hai insultato, come no. Mi hai dato del sostenitore di dittature. Per me è un insulto, e ne sono rimasto offeso. Ti dico sleale e scorretto perchè tale ti sei dimostrato. Io non mi sarei permesso di attribuirti cose non dette (e mai pensate), ed in caso mi sarei scusato. Per me la discussione può finire qui, perchè non ci sono proprio i presupposti per un confronto (anche aspro, ma basato su cosa effettivamente si dice all'interlocutore) quando uno dei due è sleale ed in malafede.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sei scorretto
            - Scritto da: francescone
            Mi hai insultato, come no. Mi hai dato del
            sostenitore di dittature. Per me è un
            insulto, e ne sono rimasto offeso. Ti dico
            sleale e scorretto perchè tale ti sei
            dimostrato. Io non mi sarei permesso di
            attribuirti cose non dette (e mai pensate),
            ed in caso mi sarei scusato. Per me la
            discussione può finire qui,
            perchè non ci sono proprio i
            presupposti per un confronto (anche aspro,
            ma basato su cosa effettivamente si dice
            all'interlocutore) quando uno dei due
            è sleale ed in malafede.Ma infatti, può finire qui, anche perchè non so su quali argomenti dovrei risponderti, visto che non li esponi.Prova a rileggerti, vedrai che non hai espresso alcun concetto, hai solo tergiversato e inslutato.
          • francescone scrive:
            Re: Sei scorretto
            Mi hai dato dell'ipocrita senza motivo e senza rispetto per la lingua italiana, sei stato sleale nel tuo attribuirmi quello che avresti voluto sentirmi dire, e ti lamenti pure? Incredibile.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Sei scorretto
            OK ok adesso piantatela se no ve meno tutti e due. Oh, la'.
          • francescone scrive:
            Re: Sei scorretto
            Azz....
      • Anonimo scrive:
        Re: Altra domanda OT
        - Scritto da: Anonimo
        Perchè quello che fa' paura non
        è più il comunismo, ma
        l'ipocrisia dei comunisti.Si, immagino Berlusconi che dice alla casalinga:"Stia attenta signora, che i Comunisti non le vogliono portare via la casa e nemmeno mangiano i bambini, ma sono ipocriti!"Bondi e Ferrara, ex comunisti, invece non lo sono.
    • Anonimo scrive:
      Re: Altra domanda OT
      Ma senti da che pulpito!!!!!Chi è che ha basato la propria campagna elettorale su buffonate di giullari-comici, satiri giornalisti o giornalisti satiri, giornalisti esteri, tentativi di magistrati, avvisi di garanzia a orologeria.Ma dove hai vissuto ultimamente?- Scritto da: francescone
      Perchè, mi chiedo, una parte
      consistente della propaganda elettorale (e
      non solo) da parte di Berlusconi è
      orientata ad agitare la paura dei comunisti?
      • francescone scrive:
        Re: Altra domanda OT
        Ma chi sei? Fede o Belpietro?
        • Anonimo scrive:
          Re: Altra domanda OT
          - Scritto da: francescone
          Ma chi sei? Fede o Belpietro?nè l'uno nè l'altro.
          • francescone scrive:
            Re: Altra domanda OT
            Touchè (io sono sportivo)! Ma la tua tesi mi sembra un po' di parte. A meno che non vedi tutto il bene da una parte e tutto il male dall'altra. Io no, sono disgustato dalla nostra classe politica in toto, al momento attuale. Ma negare che la campagna di Berlusconi sia segnata dall'agitare un fantasma inesistente ed ormai inoffensivo....==================================Modificato dall'autore il 12/01/2004 16.02.47
          • Anonimo scrive:
            Re: Altra domanda OT
            Non lo nego, ma ribadisco che c'è stato molto peggio sia in quantità che gravità dalla parte opposta.- Scritto da: francescone
            Touchè (io sono sportivo)! Ma la tua
            tesi mi sembra un po' di parte. A meno che
            non vedi tutto il bene da una parte e tutto
            il male dall'altra. Io no, sono disgustato
            dalla nostra classe politica in toto, al
            momento attuale. Ma negare che la campagna
            di Berlusconi sia segnata dall'agitare un
            fantasma inesistente ed ormai
            inoffensivo....
      • Anonimo scrive:
        Re: Altra domanda OT
        • francescone scrive:
          Re: Altra domanda OT
          Ti ringrazio per il sostegno. Decine di beluscones contro uno. Ma ce la si fa, sono poca roba....
          • Anonimo scrive:
            Re: Altra domanda OT
            - Scritto da: francescone
            Ti ringrazio per il sostegno.Era modeglio se finivi qui. Ti avrei risposto: "Non lo paragonerei a te: tu sei capace di discutere e motivare le tue ragioni. Lui solo di insultare."
            Decine di
            beluscones contro uno. Ma ce la si fa, sono
            poca roba....Dopo questa frase scendi al suo livello. Peccato.
          • francescone scrive:
            Re: Altra domanda OT
            Non rinnego il ringraziamento (scherzoso, è ovvio) per il sostegno. Per quanto riguarda il "poca roba" (più serio, purtroppo), non lo avrei mai detto prima della discussione, lo dico (purtroppo) dopo, perchè ho avuto una pessima impressione. Di quelli (non so nemmeno quanti sono, al contrario di me sono tutti anonimi) con i quali ho discusso, è ovvio che non c'è una generalizzazione. Credo nel dialogo ma non nel porgere l'altra guancia. In ogni caso, accetto la critica con serenità.
          • Anonimo scrive:
            Re: Altra domanda OT
            - Scritto da: francescone
            Ti ringrazio per il sostegno. Decine di
            beluscones contro uno. Ma ce la si fa, sono
            poca roba....Escono dalle pareti! Escono dalle fottute pareti!!!
  • Anonimo scrive:
    COMUNISTIIIIIIIIIIIIIIIII !!!!!!!
    Spero che il moderatore non mi sposti per l'insulto :D
    • Anonimo scrive:
      Re: COMUNISTIIIIIIIIIIIIIIIII !!!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Spero che il moderatore non mi sposti per
      l'insulto :DATTENTATOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: COMUNISTIIIIIIIIIIIIIIIII !!!!!!!
      Insulto???? :| e perchè dovrebbe essere un'insulto??
  • Anonimo scrive:
    Fidel questa volta hai toppato!!!!!!!!!!
    Anche i Grandi a volte sbagliano!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Paese di quaqquaraquà...
    Cuba non è il paradiso, è un REGIME TOTALITARIO punto.E lo dice uno di sinistra...Tutte le violazioni della libertà personale fatte in nome non so di quale IDEOLOGIA sono DA CONDANNARE, indipendentemente da quanto di buono il regime di Castro può aver fatto.Altrimenti si potrebbe dire che Mussolini ha creado una grande Italia perchè ha fondato relatà come l'IRI.Comunque noi italiani siamo dei gran chiaccheroni, parlo con quelli amanti dell'attuale destra che scrivono su questo forum e che dovrebbero avere la decenza di tacere, hanno cosegnato l'Italia nelle mani di Bossi/tremonti/Schifani/Berlusconi/Fini/Gasparri e compagnia, il peggior governo della storia della repubblica e ci si lamentava di Craxi...vorrei vedere le vostra facce quando il Berluskaiser vi toglierà anche gli occhi per piangere...altro che libertà su internet...Ricordatevi di collegare il cervello alla mano invece di collegare qualcos'altro prima di andare a votare!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Paese di quaqquaraquà...
      Toh, il solito ipocrita che cambia discorso
      • Anonimo scrive:
        Re: Paese di quaqquaraquà...
        Perchè ti scaldi tanto e mi dai dell'ipocrita? Sicuramente hai la coda di paglia...Lavati la bocca con il sapone...
        • Anonimo scrive:
          Re: Paese di quaqquaraquà...
          ti do dell'ipocrita perchè cambiare discorso per me è da ipocriti
          • Anonimo scrive:
            Re: Paese di quaqquaraquà...
            - Scritto da: Anonimo
            ti do dell'ipocrita perchè cambiare
            discorso per me è da ipocritiCosa che fanno quelli di destra.Ogni volta che si dice "Berlusconi ha fatto questo e quello" arriva il solito che dice "Perche' invece Prodi? E Il governo dell'Ulivo?"
          • Anonimo scrive:
            Re: Paese di quaqquaraquà...
            - Scritto da: Anonimo
            ti do dell'ipocrita perchè cambiare
            discorso per me è da ipocritiNon mi meraviglio delle tue opinioni visto che ragioni in questo modo, COSA C'ENTRA CON L'IPOCRISIA QUELLO CHE HO DETTO? MA FAMMI IL PIACERE, LEGGI BENE PRIMA DI PARLARE...
          • Anonimo scrive:
            Re: Paese di quaqquaraquà...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            ti do dell'ipocrita perchè
            cambiare

            discorso per me è da ipocriti

            Non mi meraviglio delle tue opinioni visto
            che ragioni in questo modo, COSA C'ENTRA CON
            L'IPOCRISIA QUELLO CHE HO DETTO? MA FAMMI IL
            PIACERE, LEGGI BENE PRIMA DI PARLARE...Se parli del paese dei quaqqaraqqà in riferimento a Cuba, per me è cambiare discorso, da cui l'ipocrisia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Paese di quaqquaraquà...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            ti do dell'ipocrita perchè
            cambiare

            discorso per me è da ipocriti

            Cosa che fanno quelli di destra.
            Ogni volta che si dice "Berlusconi ha fatto
            questo e quello" arriva il solito che dice
            "Perche' invece Prodi? E Il governo
            dell'Ulivo?"Mah, vedi, io ho criticato il tuo discorso, mentre tu ti riferisci ad altre cose.Il problema è sempre quello di cambiare discorso per non far evidenziare l'ipocrisia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Paese di quaqquaraquà...
            Miiii, che due coglioooooni bastaaaa.Siete di nuovo quelli di sopra?
      • Anonimo scrive:
        Re: Tu sei un quaqquaraquà...
        - Scritto da: Anonimo
        Toh, il solito ipocrita che cambia discorsoPovero....che ti si è incantato il disco ?? è tutt'oggi che dai dell'ipocrita a tutti....ora capisco...ti hanno lavato il cervello....ora mi spiego come hanno fatto a vincere le elezioni......mi sa pero che la pozione stia perdendo i suoi effetti......:|:|:|
    • warrior666 scrive:
      Re: Paese di quaqquaraquà...
      Ma chi ci va più a votare.. perchè tanto cambia qualcosa?? ;)Ho deciso di scegliere un altro paese in cui vivere, anzichè un altro partito fatto di gente baraffa che me lo mette in quel posto..
      • Anonimo scrive:
        Re: Paese di quaqquaraquà...
        ....Sai, mio nonno ha fatto la guerra, e dopo l'8 settembre è stato anche partigiano, senza essere mai stato comunista.Se lui ha combattuto per un ideale di libertà, magari è meglio se vado a votare, anche solo per scrivere "mi avete scassato i maroni".
      • AndreaMilano scrive:
        Re: Paese di quaqquaraquà...
        Costarica Rulez 8)- Scritto da: warrior666

        Ma chi ci va più a votare..
        perchè tanto cambia qualcosa?? ;)
        Ho deciso di scegliere un altro paese in cui
        vivere, anzichè un altro partito
        fatto di gente baraffa che me lo mette in
        quel posto..
    • Anonimo scrive:
      Re: Paese di quaqquaraquà...

      Comunque noi italiani siamo dei gran
      chiaccheroni, parlo con quelli amanti
      dell'attuale destra che scrivono su questo
      forum e che dovrebbero avere la decenza di
      tacere, hanno cosegnato l'Italia nelle mani
      di
      Bossi/tremonti/Schifani/Berlusconi/Fini/Gaspa
      il Berluskaiser vi toglierà anche gli
      occhi per piangere...altro che
      libertà su internet...
      Ricordatevi di collegare il cervello alla
      mano invece di collegare qualcos'altro prima
      di andare a votare!!!Mi sembra tu sia chiacchierone quanto, se non più, di quelli che critichi. Dai giudizi personali spacciandoli per valori assoluti.Poi l'italiano diventa chiacchierone quando vota solo da una parte, vero?
  • Anonimo scrive:
    Comunisti e ipocrisia
    Tempo fa' chiesi a un mio amico cosa pensava delle libertà violate a Cuba, lui rispose che lo fanno per il bene dei cittadini.Sono anni che lo dico: comunsti=ipocriti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunisti e ipocrisia
      Guarda che la tua frase vale anche per i tuoi amici di fini... Fascisti=ipocrisia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Comunisti e ipocrisia
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che la tua frase vale anche per i
        tuoi amici di fini... Fascisti=ipocrisia.Invece di difendersi a fronte di una critica, si preferisce spostare il discorso dicendo altre cose.Lo sai che la maggior parte dei 'comunisti' difende il regime di Cuba? E di fronte alle violazioni delle libertà non sai altro che rispondere cambiando discorso?Io sto criticando l'evidente ipocrisia della maggior parte dei comunisti che difende la politica di Cuba anche quando lede la libertà del suo popolo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Comunisti e ipocrisia
          - Scritto da: Anonimo
          Invece di difendersi a fronte di una
          critica, si preferisce spostare il discorso
          dicendo altre cose.
          Lo sai che la maggior parte dei 'comunisti'
          difende il regime di Cuba?
          E di fronte alle violazioni delle
          libertà non sai altro che rispondere
          cambiando discorso?
          Io sto criticando l'evidente ipocrisia della
          maggior parte dei comunisti che difende la
          politica di Cuba anche quando lede la
          libertà del suo popolo.Mah, penso che la maggior parte dei simpatizzanti di Cuba, come il sottoscritto, e' rimasta ancora alle immagini romantiche di Che Guevara e di Fidel Castro all'epoca della Rivoluzione, quando demolirono con il consenso della popolazione il regime corrotto del dittatore Batista.Purtroppo, concordo con te, il Fidel Castro di oggi non e' piu' quello della Rivoluzione, mi sembra ormai un anziano rigidamente ancorato al suo potere, dovrebbe invece capire che nessuno vive in eterno, neppure un personaggio famosissimo come lui, quindi farebbe meglio a lasciare spazio alle nuove leve, probabilmente portando cosi' Cuba verso un governo piu' libero, se non proprio del tutto democratico. Infine, vorrei far notare che il cosiddetto "comunismo" non deve essere necessariamente considerato cattivo, se scelto dalla maggioranza della popolazione (e' accaduto, per esempio, con le rivoluzioni russe e cubane). Se si nega questo principio allora si deve negare anche il concetto di democrazia. Infatti la democrazia ha in se' una specie di antinomia: se per la democrazia e' importante la maggioranza relativa o assoluta della popolazione (rappresentata dai deputati e senatori) per prendere le decisioni ed emettere le leggi, allora quella stessa maggioranza potrebbe optare per eliminare la democrazia ed instaurare un regime basato su comunismo/nazismo/fascismo/monarchia/teocrazia/eccetera.Questo fatto fondamentale forse ti e' sfuggito...Salutoni da GiGiO
          • Anonimo scrive:
            Comunisti e democrazia.
            Se è vero che il comunismo non è per forza cattivo se scelto dalla maggioranza dei cittadini, è altrettanto - anzi, ancora più - vero che la stessa cittadinanza ha il diritto di cambiare se il comunismo delude le aspettative. Questo non è successo e non succede.Non succede nemmeno quando la cittadinanza sceglie l'integralismo islamico, come ad esempio in Iran...
          • Anonimo scrive:
            Re: (OT) Comunisti e ipocrisia
            ...scusate, ma la parola popolo proprio non riesco ad usarla. Idealizza una massa informe e omogenea, nel nome del quale troppe atrocità sono state commesse.Cittadini va molto meglio. A mio parere.
          • Anonimo scrive:
            Re: (OT) Comunisti e ipocrisia
            - Scritto da: Anonimo
            ...scusate, ma la parola popolo proprio non
            riesco ad usarla. Idealizza una massa
            informe e omogenea, nel nome del quale
            troppe atrocità sono state commesse.
            Cittadini va molto meglio. A mio parere.Già, hai ragione, anzi forse è meglio chiamarli 'massa di persone sottomesse al comunismo'
          • Anonimo scrive:
            Re: (OT) Comunisti e ipocrisia
            - Scritto da: Anonimo

            Già, hai ragione, anzi forse è
            meglio chiamarli 'massa di persone
            sottomesse al comunismo'L'affermazione e' chiaramente qualunquistica. Parafrasando la tua frase si puo' allora anche dire 'massa sottomessa alla teocrazia' oppure 'massa sottomessa al nazismo', od ancora 'massa sottomessa alla monarchia' e, ugualmente, 'massa sottomessa alla democrazia'. Per l'ultima affermazione basta mettersi nei panni di un antidemocratico per convalidarla.Salutoni da GiGiO
    • Sandino scrive:
      Posizione del PRC su CUBA
      quella che segue e' la posizione del PRC su Cuba espressa durante la repressione di AprileSu quanto è accaduto in questo mese di aprile a Cuba - condanne brutali agli oppositori politici, processi sommari e, soprattutto, la fucilazione "seduta stante" di tre giovani fuggiaschi - è scoppiato, anche nelle nostre fila, un dibattito fervido e appassionato. Logico che questo accada. Logico che a sinistra - ma non solo - si esprimano, insieme alle critiche e alle riserve, un tormento vero, un'inquietudine, un'ansia non celata. Cuba non è solo un luogo mitico dell'immaginario rivoluzionario: è un concreto punto di riferimento per tutti coloro che non si rassegnano alla legge della prepotenza imperiale e che credono alla capacità delle donne e degli uomini in carne ed ossa di costruirsi il proprio destino. Cuba non è un astratto modello, ma una sfida vivente alle "ferree leggi" dei rapporti di forza: le sue contraddizioni, i suoi successi, le sue sconfitte, i suoi rischi di fallimento sono parte integrante del nostro destino. De te fabula narratur, dicevamo ieri e torniamo a ripetere oggi.Noi siamo amici di Cuba, fieri e orgogliosi di esserlo. Proprio per questo, non possiamo giustificare in alcun modo la selvaggia ondata di repressioni in corso. Proprio perché crediamo nella rivoluzione cubana, non possiamo accettare una così cruda violazione dei diritti essenziali della democrazia e delle regole della giustizia. Proprio perché sappiamo che «la rivoluzione non è un pranzo di gala», non possiamo ammettere che essa abbia tra i suoi esiti scontati l'eliminazione fisica degli oppositori, la carcerazione, l'impossibilità di ogni difesa legale. Anche la vita di chi attivamente cospira per il rovesciamento di uno Stato e di un sistema merita rispetto: da questo principio, nel XXI secolo, non ci si può discostare. La pena di morte, oggi, è barbarie: non è un caso che la sua sistematica applicazione sia una caratteristica peculiare di molti Stati degli Usa, l'iperpotenza imperiale che, dal canto suo, la applica sistematicamente contro interi popoli, con la sua guerra infinita e preventiva. Ma la rivoluzione cubana non è, per sua natura e fini strategici, portatrice di una civiltà superiore, di un'idea di società capace di avere al suo centro il trionfo della vita e delle persone, invece che della morte? E' davvero ancora un "lusso" pensare a un processo di costruzione, pur progressivo, di un sistema di diritti e libertà universali? Non lo diciamo, certo, per smania di interferenza negli affari interni di un paese sovrano. Sappiamo bene in quali condizioni vivono, da decenni, i cubani e il loro legittimo governo, in quale isolamento siano costantemente ricacciati, a quali privazioni e sacrifici siano stati e siano costretti. E sappiamo anche che oggi il pericolo è cresciuto: dall'amministrazione Bush viene una minaccia grande alla sovranità di Cuba, già classificato come "Stato canaglia", alla sopravvivenza del suo governo, alla sua gente. Ma non ci pare che la repressione indiscriminata oggi, l'eventuale militarizzazione del paese domani, costituiscano una risposta efficace a questo pericolo. Nel corso di questi anni, Cuba ha costruito nel mondo - anche e soprattutto nel mondo occidentale - una rete diffusa di amicizie e di simpatia: è un patrimonio prezioso di solidarietà che non può rischiare di andare disperso. Ed è anche e soprattutto una risorsa di lotta. Ora, certo, i gazzettieri della «civiltà occidentale» vanno sfruttando, con un tasso di ipocrisia che non esitiamo a definire ignobile, i fatti di Cuba. Orchestrano una campagna mirata, martellante, asfissiante, contro Fidel Castro, il castrismo e perfino contro la storica figura di Ernesto "Che" Guevara. A loro, ai vari opinionisti berlusconiani o "riformisti", ai finti crociati di Stato di Radio radicale, (nonché a tutti coloro che accusano la sinistra alternativa di non esser stata e non esser sufficientemente "critica" sui misfatti del regime cubano) noi diciamo: voi non avete alcun titolo morale e politico per condannare Cuba. Voi usate sempre e solo strumentalmente, farisaicamente, unilateralmente, concetti come «libertà» e «democrazia». Voi che avete difeso tutte le guerre di aggressione americana od occidentale di questo decennio, voi che giustificate in nome degli interessi degli Usa il massacro dei popoli, voi che siete stati e siete i paladini di quelle politiche neoliberiste che affamano metà del mondo, voi non avete alcun diritto di giudicare. Voi state solo preparandovi alla prossima guerra "di prevenzione", contro una piccola isola, e puntate tutto sulla distruzione di un'esperienza che, nelle sue mille contraddizioni, perfino nelle sue ingiustificabili spietatezze, resta straordinaria. Noi, non voi, siamo legittimati ad esprimere la nostra amarezza e la nostra preoccupazione per il futuro di Cuba e della sua rivoluzione. Noi, che facciamo del rifiuto della guerra e della violenza la ragion d'essere della nostra politica, rivolgiamo ai compagni cubani un appello sincero affinché mutino il corso delle loro scelte e le correggano con la determinazione necessaria. Così come ci rivolgiamo a tutti gli amici di Cuba dell'occidente e dell'oriente: tra le alternative dell'anatema o del "giustificazionismo", si tratta, ancora una volta, di costruire un'altra strada. Quella della ricerca, dell'iniziativa, dell'interlocuzione critica. Quella della politica.
      • Anonimo scrive:
        Re: Posizione del PRC su CUBA

        Noi, non voi, siamo legittimati ad esprimere la nostra
        amarezza e la nostra preoccupazione per il futuro di Cuba Quoto solo questo, perchè è bellissimo.In pratica solo PRC può giudicare :)h724
        • Sandino scrive:
          Re: Posizione del PRC su CUBA
          - Scritto da: Anonimo


          Noi, non voi, siamo legittimati ad
          esprimere la nostra
          amarezza e la
          nostra preoccupazione per il futuro di Cuba

          Quoto solo questo, perchè è
          bellissimo.
          In pratica solo PRC può giudicare :) se postassi un pezzo piu ampliocapiresti che dice che gli altri(FI,Diesse,Radicali) non posson giudicare perche troppo spesso sono amici di carnefici (usa,arabia,russia,israele)che fan guerre a destra e manca violano i diritti umani(guantanamo,cecenia) mentre NOI (il PRC) condanniamo quei paesi e cuba noi non giustifichiamo ne tolleriamo la repressione e la pena di morte in nessun paese e in nessun caso condanniano l'incarcerazione senza diritto alla difesa sia che venga fatta a guantanamo, mosca o la havana abbiamo l'onesta intellettuale e il coraggio di criticare e condannare Cuba un paese amico mentre altri come FI ,DS e Radicali non hanno onesta intellettuale e coraggio a sufficenza per dire che Guantanamo e' un CRIMINE CONTRO L'UMANITA o per dire che la PENA DI MORTE E' CRIMINALE e chi la applica commette un CRIMINE sia CUBA che gli USA...niente complesso di superiorita ma insofferenza verso l'ipocrisia di chi voleva rompere i rapporti commerciali con Cuba ma li mantiene con usa israele russia e arabia e mai li ha interrotti ai tempi col Cile di pinochet o col peru di fujimori
          • Anonimo scrive:
            Re: Posizione del PRC su CUBA

            se postassi un pezzo piu amplio[...]Certo mi si spiega perchè, come dicevo,"In pratica solo PRC può giudicare"E questo è ridicolo "senza se e senza ma"h724
          • Anonimo scrive:
            Re: Posizione del PRC su CUBA
            - Scritto da: Anonimo

            se postassi un pezzo piu amplio
            [...]

            Certo mi si spiega perchè, come
            dicevo,
            "In pratica solo PRC può giudicare"
            E questo è ridicolo "senza se e senza
            ma"

            h724Quando FI i DS o i Radicali diranno che chiunque applichi la pena di morte commette un crimine quando diranno che a guantanamo si violano i diritti umani..parlino pure...prima tacciano noi cuba se sbaglia la condanniamo, se cuba applica la pena di morte o reprime il dissenso la condanniamo.. lo stesso si fa cogli USA?
          • Anonimo scrive:
            Re: Posizione del PRC su CUBA

            Quando FI i DS o i Radicali diranno che
            chiunque applichi la pena di morte commette
            un crimine quando diranno che a guantanamo
            si violano i diritti umani..parlino
            pure...prima tacciano noi cuba se sbaglia la
            condanniamo, se cuba applica la pena di
            morte o reprime il dissenso la condanniamo..
            lo stesso si fa cogli USA?Stanno dicendo che se uno non giudica tutti i mali del mondo non può giudicarne uno solo.E questo è sbagliato.Non vedo perchè si debba impedire di giudicare quando si vuole, senza essere costretti a farlo sempre.Si dica pure "incoerenti" ma non "tacete".Semplice.h724
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunisti e ipocrisia
      - Scritto da: Anonimo
      Tempo fa' chiesi a un mio amico cosa pensava
      delle libertà violate a Cuba, lui
      rispose che lo fanno per il bene dei
      cittadini.
      Sono anni che lo dico: comunsti=ipocriti.GUARDA CHE NEL VOCABOLARIO ESISTONO ALTRE PAROLE.....vai da un dottore ne hai bisogno
  • francescone scrive:
    Domanda OT per i fan di Berlusconi
    Domanda per tutti quelli che pensano (sbagliando) che essere di sinistra significa avere Cina e Cuba come modello.Tra la legittima e sacrosanta critica ai regimi totalitari ed il desiderio di sbavare sulle suole delle scarpe di un Berlusconi qualsiasi come massima aspirazione ci sarà una via di mezzo? O il profeta di Arcore rappresenta l'unica speranza di poter continuare ad usare Internet in futuro? Da persona orientata a sinistra, ma che non ama nè auspica dittature, sono convinto che non sia così.
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi

      Tra la legittima e sacrosanta critica ai
      regimi totalitari ed il desiderio di sbavare
      sulle suole delle scarpe di un Berlusconi
      qualsiasi come massima aspirazione ci
      sarà una via di mezzo? Guarda che l'unico che ha parlato di Berlusconi sei stato tu...
      • francescone scrive:
        Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
        Ho fatto una domanda. Che c'entra che non ne ha parlato ancora nessuno? Se qualcuno vuole rispondere risponde, in caso contrario cade nel vuoto e non risponde nessuno. Quale è la contraddizione?
        • Anonimo scrive:
          Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
          Non è detto che ci odia dal profondo del cuore il comunismo e l'ipocrisia di chi lo sostiene sia per forza un fan di Berlusconi.Tutto qui.. E' così difficile da capire?
          • francescone scrive:
            Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
            No, è un concetto molto lineare. Spero anzi che sia il più diffuso possibile. Converrai che però non tutti la pensano così, visto che il cavaliere stesso si gloria di aver salvato il paese dai comunisti, e che sovente (anche su questo forum) alla prima critica al governo ti si risponde con inviti a trasferirsi in Cina od a Cuba.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
            Il discorso era su Cuba, non su Berlusconi. Ipocrita.
          • francescone scrive:
            Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
          • Anonimo scrive:
            Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
            (snip)
            visto che il
            cavaliere stesso si gloria di aver salvato
            il paese dai comunisti, e che sovente (anche
            su questo forum) alla prima critica al
            governo ti si risponde con inviti a
            trasferirsi in Cina od a Cuba.beh...se il berlusca non "scendeva in campo" nel 93, ci sarebbe stato il PCI di Occhetto contro il PPI di ButtiglioneParliamo di due partiti che erano il primo fortissimo elettoralmente, uscito pulito da "Mani pulite" (che vide coinvolto in primis il PSI) ed il secondo figlio delle ceneri della DC, spezzatosi sull'onda lunga di "Mani pulite" stessa.ora...Il PCI (Partito Comunista Italiano ... da cui nacque poi PDS per poi divenire DS...) avrebbe preso una valanga di voti: il berlusca, da solo, se non ricordo male, prese il 33% dei voti da solo fondando un partito "dal nulla" in 3 mesi.Se non ricordo male, il PCI ne ebbe quasi il 30%Bene...(il resto dei voti andò a PPI, Radicali, Lega, An e via dicendo)se quel 33% non fosse andato al Berlusca, è presumibile pensare che il PCI sarebbe stato leader incontrastato in Italia, con una maggioranza ampissima. In realtà, per come andarono le elezioni "vere", avremmo avuto perciò da una parte il PCI, dall'altra la Lega ed in mezzo il PPI del povero Buttiglione (che la Lega uscì fortissima da quelle elezioni, avendo un vero e proprio plebiscito conquistando il 12% dei voti e considerando che si presentava in 1/3 del territorio italiano)E' ragionevole pensare al caos....il berlusca con quel suo 33%, riuscì nell'impresa di vincere, dichiarando la fine del PCI, unico partito ancora "Comunista" nel nome e nel fatto presente in Occidente dopo la caduta del muro di Berlino.Dopo quelle elezioni Occhetto fu "esiliato" e di li a qualche tempo il PCI divenne PDS (Partito dei Democratici di sinistra) e poi DS (Democratici di Sinistra)I "dissidenti" (i + famosi Bertinotti e Cossutta) fondarono Rifondazione Comunista.(A grandi linee), questa è la storia.Non è sbagliato credere che la "mazzata elettorale" del 93 fece si che in Italia sparisse dalla scena il Partito Comunista Italiano che altrimenti sarebbe ancora qui (?)La mia ultima frase è, come si evince, una mezza domanda... a te la risposta.Quindi... il berlusca non ha completamente torto: se la vuoi vedere dall'altro lato, il berlusca non ha completamente ragione, questione di punti di vista.Auguri
          • francescone scrive:
            Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
            Manca un riscontro, ma non penso che il partito di Occhetto fosse tanto forte. Solo tre anni dopo, seppur ulteriormente cambiato, il PDS è andato al governo, ma non si poteva certo parlare di "comunismo". In sintesi, io la "minaccia comunista" la vedo impossibile da prima del 1989, naturalmente è una valutazione personale. Penso poi che Berlusconi sia "entrato" in politica con tutt'altre motivazioni, ma è un altro discorso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi

            ma non si poteva certo parlare di
            "comunismo". E' divertente: "comunista" c'è nel nome del partito e nel simbolo:-si poteva parlare di comunismo-il PCI era una partito ipocrita e travestitoscegline una, grazie.h724
          • francescone scrive:
            Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
            - Scritto da: Anonimo

            ma non si poteva certo parlare di

            "comunismo".

            E' divertente: "comunista" c'è nel
            nome del partito e nel simbolo:Siamo seri: in Italia (per fortuna) non c'erano certo le condizioni per l'instaurarsi del regime comunista paventato come rischio da una certa campagna elettorale
            -si poteva parlare di comunismo
            -il PCI era una partito ipocrita e travestito

            scegline una, grazie.Era un partito ipocrita e travestito, alla ricerca di una consenso nell'area moderata dell'elettorato

            h724
            E sulle motivazioni della "discesa in campo" che cosa pensi?Sono quelle "ufficiali" o concorsero altri fattori?
          • Anonimo scrive:
            Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
            - Scritto da: francescone


            -si poteva parlare di comunismo

            -il PCI era una partito ipocrita e
            travestito



            scegline una, grazie.

            Era un partito ipocrita e travestito, alla
            ricerca di una consenso nell'area moderata
            dell'elettoratoCome Ipocrita?!!!??Stai offendendo il popolo comunista che crede e ha creduto negli ideali di uguaglianza e giustizia!
          • Anonimo scrive:
            Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi

            Come Ipocrita?!!!??

            Stai offendendo il popolo comunista che
            crede e ha creduto negli ideali di
            uguaglianza e giustizia!Se stavi scherzando: :)Altrimenti:No, non ce l'avevo con il popolo comunista, ma con un simbolo un nome a cui ogni. a seconda delle esigenze, corrispondono facce differenti.h724
          • francescone scrive:
            Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
            Io mi ritengo un moderato di sinistra, ed a molti leader del centro-sinistra (D'Alema in primis) questo rimprovero: ipocritamente sospesi tra il passato ed il futuro, non hanno costruito un'identità riconoscibile. Quella che mi sarebbe piaciuta sarebbe stata una linea di moderno progressismo, ma non la abbiamo mai vista (ancora oggi litigano su cespugli e cespuglietti, vedi Di Pietro e Boselli, e perderanno ancora). Ti stupisce che uno che la pensa diversamente da te, e considera il governo Berlusconi il punto più basso (il che non è estraneo allo spessore dei suoi avversari) della storia repubblicana, non sia un estremista?
          • Anonimo scrive:
            Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi

            Era un partito ipocrita e travestito, alla
            ricerca di una consenso nell'area moderata
            dell'elettoratoEcco.
            E sulle motivazioni della "discesa in campo"
            che cosa pensi?
            Sono quelle "ufficiali" o concorsero altri
            fattori?Non lo so: non ho una conoscenza della realtà (intesa come 'fatti veri') sufficiente per poterlo dire con certezza.E, come in tutte le cose, ci sono mille facce e mille rovesci.Invece il sillogismo del PCI era evidente anche senza conoscere chissà quali segreti di stato.h724
          • francescone scrive:
            Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
            Non c'è bisogno di conoscere segreti di stato neanche per capire i motivi della "discesa in campo": nessun altruismo, ma i propri affari. Cosa legittima, come legittimo è non apprezzarlo, specie dopo aver visto i risultati. Sono convinto che Berlusconi, se fosse stato in un altro contesto, avrebbe agitato altra paure. Opportunismo, la politica è anche questo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
      Rispondi a queste 2 brevi domande:Le bandiere di Cuba e del Che le hai mai viste in manifestazioni di sinistra?Cosa significa sventolare in sfilata la bandiera di Cuba? Bravo! Hai già risposto da solo alla tua domanda.- Scritto da: francescone
      Domanda per tutti quelli che pensano
      (sbagliando) che essere di sinistra
      significa avere Cina e Cuba come modello.
      Tra la legittima e sacrosanta critica ai
      regimi totalitari ed il desiderio di sbavare
      sulle suole delle scarpe di un Berlusconi
      qualsiasi come massima aspirazione ci
      sarà una via di mezzo? O il profeta
      di Arcore rappresenta l'unica speranza di
      poter continuare ad usare Internet in
      futuro? Da persona orientata a sinistra, ma
      che non ama nè auspica dittature,
      sono convinto che non sia così.
      • francescone scrive:
        Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
        Pregiudizio e generalizzazione, mi dispiace. Sarebbe come dire che chiunque si collochi nel centro-destra è un nostalgico del duce. Strano che non ci arrivi da solo...
        • Anonimo scrive:
          Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
          - Scritto da: francescone
          Pregiudizio e generalizzazione, mi dispiace.
          Sarebbe come dire che chiunque si collochi
          nel centro-destra è un nostalgico del
          duce. Strano che non ci arrivi da solo...O come dire che chiunque sia del centrodestra sbava per Berlusconi, giusto?Come vedi ci sono arrivato prima di te.Il tuo problema è che credi NON di avere una tua idea personale, ma l'Idea a cui tutti devono uniformarsi. Se non lo fanno è perchè sbavano per Berlusconi. Ora dimmi chi è che generalizza! Il primo a farlo sei tu, andando per altro OT!
          • francescone scrive:
            Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
            Ti faccio notare che la mia è una domanda, con precisi destinatari:"Domanda per tutti quelli che pensano (sbagliando) che essere di sinistra significa avere Cina e Cuba come modello."Poi sta a te riconoscerti o meno nella categoria in questione. Per quanto riguarda l' OT, lo ho inserito io stesso nel titolo del post, quindi non scopri niente di nuovo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
      - Scritto da: francescone
      Domanda per tutti quelli che pensano
      (sbagliando) che essere di sinistra
      significa avere Cina e Cuba come modello.
      Tra la legittima e sacrosanta critica ai
      regimi totalitari ed il desiderio di sbavare
      sulle suole delle scarpe di un Berlusconi
      qualsiasi come massima aspirazione ci
      sarà una via di mezzo? O il profeta
      di Arcore rappresenta l'unica speranza di
      poter continuare ad usare Internet in
      futuro? Da persona orientata a sinistra, ma
      che non ama nè auspica dittature,
      sono convinto che non sia così.Come si può essere di sinistra senza avere Cina e Cuba come modelli, si può essere di destra senza essere fascisti o sbavare sulle suole delle scarpe di Berlusconi....Eppure tutte le volte che qualcuno posta qualche commento negativo sulla sinistra o su qualche personaggio di sinistra si becca invariabilmente del 'fascista' o del 'leccaculo di Berlusconi'. E non mi pare di aver mai visto dei tuoi commenti di condanna a riguardo.....
      • francescone scrive:
        Re: Domanda OT per i fan di Berlusconi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: francescone

        Domanda per tutti quelli che pensano

        (sbagliando) che essere di sinistra

        significa avere Cina e Cuba come
        modello.


        Tra la legittima e sacrosanta critica ai

        regimi totalitari ed il desiderio di
        sbavare

        sulle suole delle scarpe di un
        Berlusconi

        qualsiasi come massima aspirazione ci

        sarà una via di mezzo? O il
        profeta

        di Arcore rappresenta l'unica speranza
        di

        poter continuare ad usare Internet in

        futuro? Da persona orientata a
        sinistra, ma

        che non ama nè auspica dittature,

        sono convinto che non sia così.

        Come si può essere di sinistra senza
        avere Cina e Cuba come modelli, si
        può essere di destra senza essere
        fascisti o sbavare sulle suole delle scarpe
        di Berlusconi....Non potrei essere più d'accordo, infatti la mia era una domanda.
        Eppure tutte le volte che qualcuno posta
        qualche commento negativo sulla sinistra o
        su qualche personaggio di sinistra si becca
        invariabilmente del 'fascista' o del
        'leccaculo di Berlusconi'. Non lo ho mai fatto. Ti ripeto che la mia era una domanda.
        E non mi pare di aver mai visto dei tuoi
        commenti di condanna a riguardo.....Perchè? Non sono mica il pubblico censore. Del resto non ho mica problemi a dirlo: chi lo fa sbaglia. Così come non sopporto frasi come "vai a Cuba od in Cina" se critico questo governo, non sopporto lo stesso atteggiamento di chi ugualmente applica il pregiudizio. Eccolo il mio commento di condanna.Ripeto che nel mio post c'è un punto di domanda, la differenza mi pare sostanziale. Se ti sembra un dettaglio, è una tua interpretazione.Ricordo anche che la mia domanda ha dei destinatari ben definiti: "Domanda per tutti quelli che pensano (sbagliando) che essere di sinistra significa avere Cina e Cuba come modello." Scusa se mi cito da solo.==================================Modificato dall'autore il 12/01/2004 13.59.13
  • Anonimo scrive:
    assolutamente OT (o forse no...)
    scorrendo le pagine di questo forum, ho visto che anche questa notizia su Castro sta per sfociare in uno scontro tra destra e sinistra, filocomunisti e filoberlusconiani.ora, non sono mai stato a Cuba, e non so se sia un paese felice e civile. quello che posso dirvi e' che ieri la pensione di mia nonna (che ha 79 anni e vive a Roma, e non a L'Avana) e' stata ridotta da 500 Euro mensili ad ancora non so quanto.e mia nonna non ha vinto nessuna lotteria ne' intascato eredita' ne altri redditi nuovi rispetto agli anni passati che giustifichino questo declassamento.ora so per certo che l'italia NON e' un paese civile.e, quanto e' vero Dio, non sono filocomunista.sono solamente incavolato nero, diciamo cosi'!!!Francesco '71.
    • Anonimo scrive:
      Re: assolutamente OT (o forse no...)
      - Scritto da: Anonimo
      scorrendo le pagine di questo forum, ho
      visto che anche questa notizia su Castro sta
      per sfociare in uno scontro tra destra e
      sinistra, filocomunisti e filoberlusconiani.

      ora, non sono mai stato a Cuba, e non so se
      sia un paese felice e civile. quello che
      posso dirvi e' che ieri la pensione di mia
      nonna (che ha 79 anni e vive a Roma, e non a
      L'Avana) e' stata ridotta da 500 Euro
      mensili ad ancora non so quanto.
      e mia nonna non ha vinto nessuna lotteria
      ne' intascato eredita' ne altri redditi
      nuovi rispetto agli anni passati che
      giustifichino questo declassamento.
      ora so per certo che l'italia NON e' un
      paese civile.
      e, quanto e' vero Dio, non sono
      filocomunista.
      sono solamente incavolato nero, diciamo
      cosi'!!!

      Francesco '71.solidarietà totale :s:
    • Anonimo scrive:
      Re: assolutamente OT (o forse no...)
      meno male che tu e tua nonna non siete cubani, altrimenti per questo post ti avrebbero fucilato civilmente.....
    • etherodox scrive:
      Re: assolutamente OT (o forse no...)
      un amarissimo non autenticato scrive: ora so per certo che l'italia NON e' un paese civile. e, quanto e' vero Dio, non sono filocomunista. sono solamente incavolato nero, diciamo cosi'!Forse l'Italia non è un paese civile proprio perchè chi come te tocca con mano la violenza di questo sistema, poi si affretta a non trarne le conseguenze.
  • Anonimo scrive:
    Conoscete un paradiso terrestre?
    A Cuba, come in ogni posto, ci sono cose positive ed altre meno positive.Istruzione ed assistenza sanitaria sono garantite a tutti. E questo è una clamorosa eccezione per l'intero continente americano.La censura su internet è invece una cosa sicuramente negativa, come molte altre.Cuba non è uno stato democratico. Nessuno lo potrebbe mai in buona fede affermare.Così come nessuno può allo stesso modo affermare che Cuba non sia da 44 anni nel mirino degli USA, i quali con il loro strapotere militare ed economico a sole 100 miglia dalle coste cubane minacciano con ogni mezzo, lecito ed illecito, l'indipendenza della Repubblica di Cuba.Dopo sbarchi di mercenari, bombe, embarghi, attentati e mille altre invenzioni del democratico governo degli Stati Uniti, forse un po' di paranoia da parte dei cubani è, se non certamente giustificabile, almeno comprensibile...Io credo una cosa. Che se gli USA non si fossero incarogniti tanto negli anni contro Fidel, il suo regime non avrebbe avuto quella stampella alla quale appoggiarsi per giustificare provvedimenti restrittivi come quello di cui stiamo parlando, e probabilmente oggi Cuba sarebbe una democrazia compiuta, capitalista ma con una componente sociale di tipo europeo più che americano, e Fidel un vecchio e innocuo brontolone perso nei ricordi dei tempi della Sierra Maestra...Che ne pensate?
    • Anonimo scrive:
      Re: Conoscete un paradiso terrestre?
      riassumi perfettamente anche il mio pensiero al riguardo
    • Anonimo scrive:
      Re: Conoscete un paradiso terrestre?
      - Scritto da: Anonimo
      Che ne pensate?che l'unica speranza per i cubani è che a castro venga un colpo
    • Anonimo scrive:
      Re: Conoscete un paradiso terrestre?
      Concordo ...nonostante la mancanza di liberta' ....comune ad altre dittature centro/sud americane ..cuba resta il paese meno povero
      • Avion scrive:
        Re: Conoscete un paradiso terrestre?
        - Scritto da: Anonimo
        Concordo ...

        nonostante la mancanza di liberta' ....

        comune ad altre dittature centro/sud
        americane ..

        cuba resta il paese meno povero
        Ai turisti magari sembra così, dato che sono letteralmente isoltai nei paradisiaci villaggi vacanze; ma chi a Cuba e L'Avana c'è stato per davvero racconta scenari di degrado veramente tristi...Uno su tutti che ricordo mi è stato raccontato: i bamibini per guadagnare qualche soldo per sopravvivere non vanno a scuola ma stanno in giro a fare da guida per la città a chi ci va per lavoro/turismo. Ma se chi li assume è in auto, loro rifiutano di salire sull'auto per paura di essere rapiti, anche se il tizio che guidano ormai lo conoscono, e lo precedono a piedi correndo a tutta velocità.Il tale che raccontava ciò disse poi che un giorno un bambino di questi, dopo molto tempo che lo vedeva, si azzardò a salire in auto con lui e, visto che non gli accadde nulla, da allora tutti i ragazzini-guida si fidarono a salire in auto con lui.Era solo per fare un esempio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Conoscete un paradiso terrestre?
          - Scritto da: Avion
          Il tale che raccontava ciò disse poi
          che un giorno un bambino di questi, dopo
          molto tempo che lo vedeva, si azzardò
          a salire in auto con lui e, visto che non
          gli accadde nulla, da allora tutti i
          ragazzini-guida si fidarono a salire in auto
          con lui.

          Era solo per fare un esempio.Lo dice anche l'autista del pulmino della scuola di mio figlio ...a ....LondraEra solo per fare un esempio
        • Anonimo scrive:
          Re: Conoscete un paradiso terrestre?
          Sono stato due volte a Cuba, tre e due anni fa.E' vero che alcuni prodotti scarseggiano (es. farmaci, detersivi e saponi, penne biro, quaderni) ed è altrettanto vero che la gente ti fermava per la strada e ti chiedeva se ne avevi o se li potevi prendere dalla tua stanza dell'albergo.Quarant'anni di embargo lasciano il segno. Tutto ciò di cui Cuba ha bisogno deve essere comprato all'estero su mercati più o meno neri e pagati in dollari. Compreso il petrolio per le centrali elettriche ed i trasporti, comprato da Messico e Venezuela sotto banco.Quindi ogni dollaro raccattato dai turisti è una risorsa per l'intera nazione. Ed ai turisti vanno tutti quei beni 'voluttuari' (permettetemi il termine) che scarseggiano per i cubani.L'ultima volta che sono stato però ho notato che i giovani, i quali vedono la televisione di Miami (come dicevo dista solo 160Km) ti chiedevano gli occhiali da sole, lo zaino firmato, i cappellini della Nike, per vestire come i loro amici e parenti che sono scappati in Florida...Il mito del Che non fa più molta presa sui giovani cubani. L'età media della popolazione è inferiore a quella della rivoluzione (44 anni). Ai giovani, dei tempi di Batista non importa un granchè....
      • warrior666 scrive:
        Re: Conoscete un paradiso terrestre?
        Bah ma che politica del cazzo stanno facendo a cuba?? A me a parte il fatto di andare su una bella isola dove le donne ti saltano addosso (probabilmente perchè fanno la fame) e dove la gente non se la tira (probabilmente perchè non hanno ancora afferrato il concetto) non vedo altri vantaggi..Cioè che vantaggi porta al suo popolo il fatto di essere supercontrollati? di non poter espatriare e addirittura in tanti posti non poter parlare con i turisti? Ma perchè cazzo non si ribellano? Perchè tutti i cubani vogliono venir via di lì e tutti quelli che non ci sono stati ci vorrebbero andare?? Ma poi cosa succederà quando Fidel non ci sarà più? Continueranno ad andare avanti così come adesso?Perchè la cia o chi altri non lo fanno fuori?? Non avranno mica paura di essere additati come dei bastardi? Alla fine gli farà più comodo così..Cmq. non si può difendere una ditattura che limita qualsiasi libertà personale, di qualsiasi ideologia politica sia..
        • Anonimo scrive:
          Re: Conoscete un paradiso terrestre?
          - Scritto da: warrior666
          Bah ma che politica del cazzo stanno facendo
          a cuba?? A me a parte il fatto di andare su
          una bella isola dove le donne ti saltano
          addosso (probabilmente perchè fanno
          la fame) e dove la gente non se la tira
          (probabilmente perchè non hanno
          ancora afferrato il concetto) non vedo altri
          vantaggi..
          Cioè che vantaggi porta al suo popolo
          il fatto di essere supercontrollati? di non
          poter espatriare e addirittura in tanti
          posti non poter parlare con i turisti? Ma
          perchè cazzo non si ribellano?
          Perchè tutti i cubani vogliono venir
          via di lì e tutti quelli che non ci
          sono stati ci vorrebbero andare??
          Ma poi cosa succederà quando Fidel
          non ci sarà più? Continueranno
          ad andare avanti così come adesso?
          Perchè la cia o chi altri non lo
          fanno fuori?? Non avranno mica paura di
          essere additati come dei bastardi? Alla fine
          gli farà più comodo
          così..
          Cmq. non si può difendere una
          ditattura che limita qualsiasi
          libertà personale, di qualsiasi
          ideologia politica sia..Paeola di un banbino che piu im la della propia provincia non 'cè mai stato e racconta per sentito direre ....che tristezza...........senza offesa amareggiato....:(
    • Avion scrive:
      Re: Conoscete un paradiso terrestre?
      - Scritto da: Anonimo
      [...]
      Che ne pensate?Che senza dubbio non hai tutti i torti, ma provvedimenti del genere li ritengo comunque assurdi.E' come se in Italia ci dovessero dare l'autorizzazione a usare internet sulla base delle nostre frequentazioni e fedina penale per essere sicuri che non lo usiamo a scopo criminale.(Vabbè, poi, che col decreto Stanca sulla conservazione dei dati di traffico, ci stiamo avvicinando alla soglia del controllo totale alla Minority Report....)
    • Anonimo scrive:
      Re: Conoscete un paradiso terrestre?
      non capisco questo concettoforse è il lunedi ...me lo spieghi in modo + semplice? sembra quasi che fidel usi l'embargo per scopi personali.E che quindi, se non ci fosse l'embargo, Cuba sarebbe una democrazia.... (???)non capisco....l'embargo impedisce a Cuba di essere democrazia??:| :s
      Io credo una cosa. Che se gli USA non si
      fossero incarogniti tanto negli anni contro
      Fidel, il suo regime non avrebbe avuto
      quella stampella alla quale appoggiarsi per
      giustificare provvedimenti restrittivi come
      quello di cui stiamo parlando, e
      probabilmente oggi Cuba sarebbe una
      democrazia compiuta, capitalista ma con una
      componente sociale di tipo europeo
      più che americano, e Fidel un vecchio
      e innocuo brontolone perso nei ricordi dei
      tempi della Sierra Maestra...

      Che ne pensate?
      • Anonimo scrive:
        Re: Conoscete un paradiso terrestre?
        No, credo che voglia dire un'altra cosa.Un ex-dipendente della CIA ha scritto un libro, "con la scusa della libertà". Vorrei citare una frase (a memoria, non ho il libro con me; scusatemi):"Castro accusa gli Usa e la CIA di essere la causa di tutte le disgrazie di Cuba. Questo non è affatto vero; in realtà la CIA è la causa di un buon 50% delle disgrazie di Cuba." E cita una serie di casi, ultimo uno del 1996.La CIA ha tentato di assassinare Castro innumerevoli volte, ma è sempre scampato.Non diventereste anche voi un pò paranoici se qualcuno cercasse di assassinarvi spesso?Considerando poi che Castro è il dittatore di Cuba, se diventa paranoico lui diventa di rilesso paranoico tutto l'apparato statale.Comunque questa di negare Internet è una porcheria. Quando Castro morirà (non è eterno, suo malgrado) ed il regime crollerà, i cubani si troverarnno ad avere un problema in più: Essendo digiuni delle faccende del mondo, saranno facilissima preda dei tanti squali americani e non che arriveranno a frotte.Futuro?Adesso hanno almeno istruzione e sanità garantite, oltre alla pagnotta (anche se poco, tutti mangiano e nessuno muore di fame); dopo anche questi "privilegi di regime" saranno negati.
        • Anonimo scrive:
          Re: Conoscete un paradiso terrestre?
          sarà un pò come rimettere un'animale nato in cattività nel suo habitat naturale...
          • Anonimo scrive:
            Re: Conoscete un paradiso terrestre?
            Già, peccato che la maggior parte di questi animali soccombano...... anche dopo un periodo di adattamento (che non ci sarà nel caso di Cuba).
        • Anonimo scrive:
          Re: Conoscete un paradiso terrestre?

          La CIA ha tentato di assassinare Castro
          innumerevoli volte, ma è sempre
          scampato.Sai cosa penso?Che se la CIA vuole qualcuno morto, chiunque sia in un luogo noto (non nascosto) allora quella persona è già morta.E *in ogni caso* facciamo finta che quello che hai scritto sia vero.Se amassi il mio popolo preferirei andare in esilio piuttosto che rovinare *una nazione* perchè gli USA ce l'hanno con me.h724
    • Anonimo scrive:
      Re: Conoscete un paradiso terrestre?
      - Scritto da: Anonimo
      A Cuba, come in ogni posto, ci sono cose
      positive ed altre meno positive.

      Istruzione ed assistenza sanitaria sono
      garantite a tutti. E questo è una
      clamorosa eccezione per l'intero continente
      americano.e' troppo facile dire "istruzione". Quale istruzione, e che cosa ci fa con l istruzione, e magari con il senso critico, uno che in quel posto non puo' neanche votare o esprimere il suo senso critico scrivendo articoli o romanzi, ad esempio?Anche in cina l istruzione e' garantita, cosi come la liberta' di culto. Poi nei fatti puoi pregare solo sui libri di culto "approvati". Ci sono cattolici in galera per aver pregato su Bibbie "non omologate".
      Io credo una cosa. Che se gli USA non si
      fossero incarogniti tanto negli anni contro
      Fidel, il suo regime non avrebbe avuto
      quella stampella alla quale appoggiarsi per
      giustificare provvedimenti restrittivi il fatto e' un altro.se accettare o meno giustificazioni. Ci sono cose che non ammettono giustificazioni, come i giornalisti in galera o esiliati, gli omosessuali in galera o esiliati, chi fugge fucilato senza processo.. aooo altro che regime totalitarioe' un regime totalitario e SANGUINARIO.
      probabilmente oggi Cuba sarebbe una
      democrazia compiuta, capitalista ma con una
      componente sociale di tipo europeo
      più che americano, e Fidel un vecchio
      e innocuo brontolone perso nei ricordi dei
      tempi della Sierra Maestra...
      Che ne pensate?basta leggere questa news di oggi. Serve a qualcosa, o qualcuno, questa restrizione di internet? o a dimostrare qualcosa? Io credo che molto piu semplicemente sia la LORO natura, e basta. senza nessuna giustificazione accettabile. ToroSedutoAlPc
      • Anonimo scrive:
        Re: Conoscete un paradiso terrestre?
        Non volevo giustificare niente e nessuno.Ho solo detto che è comprensibile un certo comportamento da parte di chi vive sotto assedio da 44 anni.Sono stato a Cuba 2 volte ed ho trovato un popolo meraviglioso, colto, intelligente e sensibile. E anche quelli che sostenitori di Fidel non lo sono (ce ne sono, e parlano anche con i turisti, magari a tu per tu e non a portata d'orecchio di altri cubani) sono comunque orgogliosi di essere cubani e rivendicano il loro diritto ad essere indipendenti con una dignità invidiabile.Insomma: magari non adorano acriticamente Fidel e il suo regime, ma neppure desiderano essere la prossima stellina sulla bandiera degli USA.Mi piacerebbe davvero vedere una Cuba libera, democratica ed indipendente. MA temo che gli USA e le sue Corporation se la mangeranno presto in un boccone, ed il mondo perderà forse l'ultimo luogo in cui McDonald, Marlboro, CocaCola e compagnia cantante non la facevano da padrone
        • Anonimo scrive:
          Re: Conoscete un paradiso terrestre?
          - Scritto da: Anonimo

          Non volevo giustificare niente e nessuno.

          Ho solo detto che è comprensibile un
          certo comportamento da parte di chi vive
          sotto assedio da 44 anni.

          Sono stato a Cuba 2 volte ed ho trovato un
          popolo meraviglioso, colto, intelligente e
          sensibile. E anche quelli che sostenitori di
          Fidel non lo sono (ce ne sono, e parlano
          anche con i turisti, magari a tu per tu e
          non a portata d'orecchio di altri cubani)
          sono comunque orgogliosi di essere cubani e
          rivendicano il loro diritto ad essere
          indipendenti con una dignità
          invidiabile.

          Insomma: magari non adorano acriticamente
          Fidel e il suo regime, ma neppure desiderano
          essere la prossima stellina sulla bandiera
          degli USA.
          Un po come succede da noi orogliosi del nostro paese ma non di chi ci governa...........
  • Anonimo scrive:
    Che imbarazzante silenzio...
    .. che c'è in questo thread. :DDove sono i compagni? 8)I sostenitori di Fidel? :|I difensori della libertà? :pQuelli che pensano che in Italia ci sia un regime mentre a Cuba si sta benissimo?? :s
    • Anonimo scrive:
      dev'esserci nella tua testa.
      - Scritto da: Anonimo
      .. che c'è in questo thread. :D

      Dove sono i compagni? 8)i compagni non sostengono mai i regimi totalitari a cui viene appiccicato sopra un nome, qualsiasi esso sia.
      I sostenitori di Fidel? :|a cuba.
      I difensori della libertà? :pqui ce n'è uno, di sicuro.tu per caso non ami la libertà?sei libero di andare negli States allora e dire in piazza ad alta voce che vorresti proprio un presidente negro, donna, ebreo e pure di sinistra (non nominare "comunista", potresti trovarti in una triangolazione balistica non simpatica)e vedremo come starai, di lì a un mesetto.
      Quelli che pensano che in Italia ci sia un
      regime mentre a Cuba si sta benissimo?? :snon so proprio.forse nella tua testa, al posto del cervello?
      • Anonimo scrive:
        Re: dev'esserci nella tua testa.
        - Scritto da: Anonimo
        i compagni non sostengono mai i regimi
        totalitari a cui viene appiccicato sopra un
        nome, qualsiasi esso sia.Ma davvero? Ma da quale pianeta provieni? Le simpatie della sinistra per Fidel me le sono inventate io, vero? Ma fammi il piacere!!!!!


        I sostenitori di Fidel? :|

        a cuba.No, mio caro kompagno, ti sbagli.. Ce ne sono anche in Italia, e non temo smentite.


        I difensori della libertà? :p

        qui ce n'è uno, di sicuro.
        tu per caso non ami la libertà?
        sei libero di andare negli States allora e
        dire in piazza ad alta voce che vorresti
        proprio un presidente negro, donna, ebreo e
        pure di sinistra (non nominare "comunista",
        potresti trovarti in una triangolazione
        balistica non simpatica)
        e vedremo come starai, di lì a un
        mesetto.Ah davvero? Hai prove per supportare tutto questo? Dubito fortemente... In compenso a Cuba gente che chiede democrazia c'è per davvero, e marcisce nelle patrie galere grazie al tuo magnanimo Fidel.



        Quelli che pensano che in Italia ci sia
        un

        regime mentre a Cuba si sta benissimo??
        :s

        non so proprio.
        forse nella tua testa, al posto del cervello?Sai solo scendere alle offese sul piano personale, sei senza argomenti, mio caro kompagno, ma questo non mi stupisce affatto.. E' cosa assai comune tra voi kompagnucci...
        • Anonimo scrive:
          Re: dev'esserci nella tua testa.
          Italia che paese di ritardati ......se al posto di Fidel ci fosse un dittatorucolo di destra ....(un berluscoglione qualsiasi)si scambierebbero i "fattori" (destra e sinistra) ma il risultato non cambierebbe ...L'Itagliaresta il paese dei cachi ...sempre in cerca di "qualcuno" che vi illumini su cosa dovete fare ...
          • Avion scrive:
            Re: dev'esserci nella tua testa.
            - Scritto da: Anonimo
            Italia che paese di ritardati ......

            se al posto di Fidel ci fosse un
            dittatorucolo di destra ....

            (un berluscoglione qualsiasi)

            si scambierebbero i "fattori" (destra e
            sinistra) ma il risultato

            non cambierebbe ...

            L'Itaglia

            resta il paese dei cachi ...

            sempre in cerca di "qualcuno" che vi
            illumini su cosa

            dovete fare ...
            Vero, in Italia Berlusconi ti vieta di usare internet per dire e fare quello che vuoi.Guardati le spalle, probabilmente stanno già mandandoti la polizia segreta a casa per aver scritto quanto sopra.
          • Anonimo scrive:
            Re: dev'esserci nella tua testa.
            - Scritto da: Avion
            Guardati le spalle, probabilmente stanno
            già mandandoti la polizia segreta a
            casa per aver scritto quanto sopra.No lui ha detto che la stampa puo' scrivere quello che vuole ...(tanto la legge solo una stretta cerchia di minorati)l'importante che certe cose non vadano in TIVVU ...ache se raccontate da quale BUFFONE ....comunque sia ...io sono all'estero ancora per qualche anno ...hai visto mai .......
          • Avion scrive:
            Re: dev'esserci nella tua testa.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Avion


            Guardati le spalle, probabilmente stanno

            già mandandoti la polizia
            segreta a

            casa per aver scritto quanto sopra.

            No lui ha detto che la stampa puo' scrivere
            quello che vuole ...

            (tanto la legge solo una stretta cerchia di
            minorati)

            l'importante che certe cose non vadano in
            TIVVU ...

            ache se raccontate da quale BUFFONE ....

            comunque sia ...

            io sono all'estero ancora per qualche anno
            ...

            hai visto mai .......Allora ti manderanno il SISDE :D
          • Anonimo scrive:
            Re: dev'esserci nella tua testa.
          • Avion scrive:
            Re: dev'esserci nella tua testa.
        • Anonimo scrive:
          Re: dev'esserci nella tua testa.
          - Scritto da: Anonimo


          sei libero di andare negli States
          allora e

          dire in piazza ad alta voce che vorresti

          proprio un presidente negro, donna,
          ebreo e

          pure di sinistra (non nominare
          "comunista",

          potresti trovarti in una triangolazione

          balistica non simpatica)

          e vedremo come starai, di lì a un

          mesetto.

          Ah davvero? Hai prove per supportare tutto
          questo? Dubito fortemente... In compenso a
          Cuba gente che chiede democrazia c'è
          per davvero, e marcisce nelle patrie galere
          grazie al tuo magnanimo Fidel.
          Ti faccio un esempio emblematico: Silvia Baraldini, condannata alla pena di morte
          • Anonimo scrive:
            Re: dev'esserci nella tua testa.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            sei libero di andare negli States

            allora e


            dire in piazza ad alta voce che
            vorresti


            proprio un presidente negro, donna,

            ebreo e


            pure di sinistra (non nominare

            "comunista",


            potresti trovarti in una
            triangolazione


            balistica non simpatica)


            e vedremo come starai, di
            lì a un


            mesetto.



            Ah davvero? Hai prove per supportare
            tutto

            questo? Dubito fortemente... In
            compenso a

            Cuba gente che chiede democrazia
            c'è

            per davvero, e marcisce nelle patrie
            galere

            grazie al tuo magnanimo Fidel.


            Ti faccio un esempio emblematico: Silvia
            Baraldini, condannata alla pena di morteTi faccio un altro esempio: la gente che scrive puttanate.Silvia Baraldini _NON_ è stata condannata alla pena di morte, e neppure all'ergastolo. E non è stata condannata per aver espresso opinioni, ma perchè apparteneva ad una organizzazione terroristica.Poi purtroppo è arrivato baffetto che, speculando sulla morte di una ventina di persone, l'ha riportata in Italia con la promessa che avrebbe scontato interamente la pena.... ovviamente ora è fuori.... ma questo è un altro discorso....
      • Anonimo scrive:
        Re: dev'esserci nella tua testa.

        sei libero di andare negli States allora e
        dire in piazza ad alta voce che vorresti
        proprio un presidente negro, donna, ebreo e
        pure di sinistra (non nominare "comunista",Prova ad andarci tu in cina a gridare in piazza che vuoi un presidente (di qualsiasi colore o fede) eletto democraticamente, vediamo quando stai in piedi.Certi paladini della libertà sono molto abili a gridare e sputtanare il nano, bush, e chi in genere li lascia parlare (per non parlare l'innata abilità nello sfasciare macchine e macdonald), ma non li ho mai visto, ad esemio, oKKupare una ambasciata cinese o, meglio, andare direttamente in cina o a cuba a protestare....
      • Anonimo scrive:
        Re: dev'esserci nella tua testa.

        (non nominare "comunista",
        potresti trovarti in una triangolazione
        balistica non simpatica)Cio' e' cosa buona e giusta...Ti consiglio una lettura: Enzo Biagi "Comunismo: bilancio 80 milioni di morti" 1990, 252 p., Lit. 28000, "Opere di Enzo Biagi", Rizzoli (ISBN: 88-17-85152-3) Mi pare che non ci sia piu' nulla da aggiungere...
    • Anonimo scrive:
      Re: Che imbarazzante silenzio...
      Probabilmente sono andati a farsi un giretto dai compagni cinesi, altri campioni del vivere con libertà di pensiero, opinione e internet.- Scritto da: Anonimo
      .. che c'è in questo thread. :D

      Dove sono i compagni? 8)
      I sostenitori di Fidel? :|
      I difensori della libertà? :p
      Quelli che pensano che in Italia ci sia un
      regime mentre a Cuba si sta benissimo?? :s
      • Anonimo scrive:
        Re: Che imbarazzante silenzio...
        ma no, che dici??????Adesso i cinesi sono diventati amicissimi, ora il capitalismo c'è davvero! le multinazionali posso investire, il denaro può circolare, ci si può arricchire! La democrazia?? mah, ci penseremo poi. Intanto andiamo a mazzolare quei B4st4rdi degli iraniani, che loro non permettono a nessuna delle sette sorelle di sfruttare i pozzi petroliferi nè di costruire oleodotti, ma vogliono estrarre e trasportare per conto loro, come se fosse un loro diritto!
  • Anonimo scrive:
    Andate...
    Tutti quelli che votano Bertinotti (che si fece fotografare a cuba con il terrorista Marcos) e che sbandierano il Che alle feste, e la falce e martello, andassero pure nel loro paradiso cubano dove per mandare un'email devi fartela timbrare dal governo prima e se provi a scappare ti sparano a vista. Che illusione....
    • Avion scrive:
      Re: Andate...
      Oppure in Cina, il paradiso della libertà e del diritto civile.Sono talmente rispettosi dei diritti umani che i numerosi "dissidenti" vengono ammazzati con una fucilata in testa, così non soffrono! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Andate...
        - Scritto da: Avion
        Oppure in Cina, il paradiso della
        libertà e del diritto civile.

        Sono talmente rispettosi dei diritti umani
        che i numerosi "dissidenti" vengono
        ammazzati con una fucilata in testa,
        così non soffrono! :)gli Stati uniti invece sono così buoni con chi non la pensa come loro ... sono democraticissimi se sei d'accordo con loro.poi chi è che ha detto che la Cina è democratica? voi?beh, state affermando il falso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Andate...
          intanto negli USA puoi benissimo scrivere su un cartellone gigante che la politica di Bush non ti garba e camminare in strada con esso. In Cina o a Cuba (coi rispettivi capi di governo) non lo farei......ma tu forse sì...
    • Anonimo scrive:
      Re: Andate...
      - Scritto da: Anonimo
      Tutti quelli che votano Bertinotti (che si
      fece fotografare a cuba con il terrorista
      Marcos) e che sbandierano il Che alle feste,
      e la falce e martello, andassero pure nel
      loro paradiso cubano dove per mandare
      un'email devi fartela timbrare dal governo
      prima e se provi a scappare ti sparano a
      vista. Che illusione....se non sai riconoscere la differenza tra una ideologia e un "malvagio" che la forza al suo volere dittatoriale (identico per destra, sinistra, centro, religione e qualsiasi corrente di pensiero) non so nemmeno cosa ti metti a parlare di scelte politiche.la politica è sottile e richiede l'uso del pensiero e non liquida con "ah, tutte parole" l'espressione del pensiero umano.Non quando sai che quelle parole prima o poi diventeranno una legge, un'azione, un cambiamento nella nostra vita.come non è fuffa la filosofia (che alla fine se messa in pratica, diventa proprio ciò che critichi e temi);se non sapete distinguere tra un regime totalitario, QUALUNQUE ESSO SIA e una ideologia di pensiero, non vedo proprio perchè diate corpo ai vostri insulsi pensieri: forse per mostrare quanto poco in grado siate di eleggere qualcuno che faccia qualcosa di buono?
      • Avion scrive:
        Re: Andate...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Tutti quelli che votano Bertinotti (che
        si

        fece fotografare a cuba con il
        terrorista

        Marcos) e che sbandierano il Che alle
        feste,

        e la falce e martello, andassero pure
        nel

        loro paradiso cubano dove per mandare

        un'email devi fartela timbrare dal
        governo

        prima e se provi a scappare ti sparano a

        vista. Che illusione....


        se non sai riconoscere la differenza tra una
        ideologia e un "malvagio" che la forza al
        suo volere dittatoriale (identico per
        destra, sinistra, centro, religione e
        qualsiasi corrente di pensiero) non so
        nemmeno cosa ti metti a parlare di scelte
        politiche.

        la politica è sottile e richiede
        l'uso del pensiero e non liquida con "ah,
        tutte parole" l'espressione del pensiero
        umano.
        Non quando sai che quelle parole prima o poi
        diventeranno una legge, un'azione, un
        cambiamento nella nostra vita.

        come non è fuffa la filosofia (che
        alla fine se messa in pratica, diventa
        proprio ciò che critichi e temi);


        se non sapete distinguere tra un regime
        totalitario, QUALUNQUE ESSO SIA e una
        ideologia di pensiero, non vedo proprio
        perchè diate corpo ai vostri insulsi
        pensieri: forse per mostrare quanto poco in
        grado siate di eleggere qualcuno che faccia
        qualcosa di buono?
        Non so, non ti sei mai chiesto perché tutte le applicazioni pratiche del comunismo si siano risolte in totalitarismi antidemocratici, antilibertari e fortemente repressivi?Tutti, eh.
        • Anonimo scrive:
          Re: Andate...
          e' vero, vuoi mettere i democraticissimi pinochet,aristides,baby doc duvalier,peron, saddam, rheza palevi,bokassa messi al governo dei rispettivi paesi dagli usa-francia al posto dei comunisti ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate...
            Basta mentovarli quei nomi e visto come il fascistello se ne sta zitto?Avion cerca di aprire gli occhi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate...
            - Scritto da: Anonimo
            Basta mentovarli quei nomi e visto come il
            fascistello se ne sta zitto?
            Avion cerca di aprire gli occhi.Karo Kompagno,sono d'accordo che l'aver appoggiato quei nomi sia stata una cosa a dir poco vergognosa, però c'è una piccola differenza, che nei paesi dove ci sono "i tuoi cattivi" (USA, Francia & Co.) se non altro puoi scendere in piazza a dimostrare le tue idee, nei paesi controllati invece dai "tuoi amici" è meglio che le idee te le tieni per te se non vuoi fare una brutta fine, capisci? ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate...
            io non sono amico di nessun governo ne' partito e non difendo acriticamente nessuno pero' non credo che la stampa dell'argentina di peron pullulasse di oppositori del regime e cosi' pure il cile di pinochet, poi per quel che riguarda la libera informazione e opposizione credo che negli usa a martin luther king non abbiano affidato il telegiornale e mi sa che mumia abu jamal attivista dei diritti civili sia ancora in galera , inoltre nella nostra liberissima societa' italiana del'informazione quale giornale o tg ha detto che 70.000 dipendenti di supermarket californiani stanno scioperando contro la poverta' e il taglio di ogni assistenza sociale e sanitaria dei nuovi contratti di wall mart? poi ci sono alcuni miei connazionali uccisi da top gun cazzoni che passavano sotto le funivie e il paese democratico che me li ha mandati in casa ha promosso i responsabili, permetti che abbia qualche dubbio che il bene non stia da una parte sola e che chi dice che il male e' tutto da una parte abbia qualche interesse ad affermarlo ?
            sono d'accordo che l'aver appoggiato quei
            nomi sia stata una cosa a dir poco
            vergognosa, però c'è una
            piccola differenza, che nei paesi dove ci
            sono "i tuoi cattivi" (USA, Francia & Co.)
            se non altro puoi scendere in piazza a
            dimostrare le tue idee, nei paesi
            controllati invece dai "tuoi amici" è
            meglio che le idee te le tieni per te se non
            vuoi fare una brutta fine, capisci? ;)
          • Avion scrive:
            Re: Andate...
            - Scritto da: Anonimo
            Basta mentovarli quei nomi e visto come il
            fascistello se ne sta zitto?
            Avion cerca di aprire gli occhi."Il fascistello"!:D:D:D:D:D:D:D:DMa da dove esci, dal Leonka? (troll)Ma come si fa a parlare con uno così? L0LE risottolineo che TUTTI i governi comunisti sono e sono stati regimi antilibertari.In Italia chi ti vieta di scrivere le cavolate di cui sopra? Nessuno. E se vai negli USA? Idem. E se io andassi in Cina a dire che il governo fa schifo? Una nuova Tien An Men.Buy brain :DDimenticavo: il "fascistello", qui, ha anche altro da fare che stare a refreshare i commenti ogni due minuti per vedere se qualcuno gli risponde :)==================================Modificato dall'autore il 12/01/2004 13.56.15
      • Anonimo scrive:
        Re: Andate...

        se non sapete distinguere tra un regime
        totalitario, QUALUNQUE ESSO SIA e una
        ideologia di pensiero, non vedo proprio
        perchè diate corpo ai vostri insulsi
        pensieri: forse per mostrare quanto poco in
        grado siate di eleggere qualcuno che faccia
        qualcosa di buono?Mai visto un esponente di sinistra andare in piazza a protestare contro i regimi di ispirazione comunista.Sai perche'?Perche' siete molto abili a discertare su cosa sia ideologia e regime, ma alla prova dei fatti dimostrate che piu' che incendiare qualche macchina in un "regime" che ve lo lascia fare non siete capaci a fare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Andate...
          Mai visto un esponente di destra andare in piazza a protestare contro i regimi di ispirazione fascista. Sai perche'? Perche' siete molto abili a discertare su cosa sia ideologia e regime, ma alla prova dei fatti dimostrate che piu' che incendiare qualche macchina in un "regime" che ve lo lascia fare non siete capaci a fare.
          • Avion scrive:
            Re: Andate...
            - Scritto da: Anonimo

            Mai visto un esponente di destra andare in
            piazza a protestare contro i regimi di
            ispirazione fascista.
            Sai perche'?

            Perche' siete molto abili a discertare su
            cosa sia ideologia e regime, ma alla prova
            dei fatti dimostrate che piu' che incendiare
            qualche macchina in un "regime" che ve lo
            lascia fare non siete capaci a fare.
            Mi piacerebbe ricordarti che quando la sinistra era al potere, la destra non ha detto nulla: un governo regolarmente eletto ha diritto di stare dov'è e di portare avanti la propria politica.Appena eletto Berlusconi, subito tutta la sinistra in piazza a fare manifestazioni e (ridocli) girotondi e incendiare auto e spaccare vetrine del McDonald's (che poi mi sono sempre chiestO. perché McDonald's sì e Burger King no??? Eppure negli USA è proprio Burger King ad avere la più ampia fetta di mercato...)Ed evidenzio che, qui come negli USA, le manifestazioni contro il governo sono lecite.
          • francescone scrive:
            Re: Andate...
            Mi ritengo orientato a sinistra. Penso che Berlusconi rappresenti una sciagura di grandi proporzioni. Non ho mai rotto vetrine. Non ho mai incendiato auto. Ho ben presente la differenza fra democrazia e regime totalitario. Come me tanti altri. Cerca di ficcartelo in testa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Andate...
        scusa ma non ho capito un piffero di tutto quel che hai detto...comunque basta che fai mente locale e vedrai che ogni qual volta e stato applicato il comunismo e' finita molto male
    • Anonimo scrive:
      Re: Andate...
      - Scritto da: Anonimo
      Tutti quelli che votano Bertinotti (che si
      fece fotografare a cuba con il terrorista
      Marcos) e che sbandierano il Che alle feste,
      e la falce e martello, andassero pure nel
      loro paradiso cubano dove per mandare
      un'email devi fartela timbrare dal governo
      prima e se provi a scappare ti sparano a
      vista. Che illusione....

      Bei tempi ....adesso a Cuba ci vanno solo quelli di Forza Itaglia ...e texani in cerca di ...chiappe sode !!!( per essere buoni )
    • Anonimo scrive:
      Re: Andate... ????
      Perchè andare da qualche altra parte? Io sono italiano, vivo il Italia e mi batto per i miei diritti e la mia libertà che attualmente è a rischio, visto tutto quello che sta succedendo... sono contrario a qualunque forma di regime sia essa politica che economica... forse è questo piccolo particolare che sfugge a chi difende con i denti il liberismo sfrenato e i paesi in cui sono in vigore palesi ed enormi ingiustizie sociali... io sono contro le ingiustizie sociali, siano esse di natura politica che economica, e voi??? Mi pare che abbiate una visione molto parziale e faziosa del mondo in cui versiamo... sono contro il regime cubano, quello Cinese (ormai sempre più aperto verso il liberismo sfrenato), quello Statunitense (in cui milioni di persone, circa 60 milioni secondo una recente ricerca vivono sotto la soglia della povertà) e quello che subdolamente si sta instaurando da noi, in cui chiunque è in disaccordo con questo governo viene tacciato di essere comunista o terrorista. Sembra di essere tornati ai tempi del Maccartismo che vigeva qualche decennio or sono negli States ed è uno dei più palesi esempi di negazione della libertà personale!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Andate... ????
        - Scritto da: Anonimo
        per i miei diritti e la mia libertà
        che attualmente è a rischio, visto
        tutto quello che sta succedendo... sonotutto quello che sta succedendo? secondo me l'unica cosa che sta succedendo ora è che per staccare dal quotidiano vi immaginate futuri rivoluzionari per la libertà del popolo italiano con bandana e kalashnikov, e vedete cose che solo voi vedete (xè siete i migliori), e state all'erta xè il temibile presidente del consiglio trama alle vostre spalle. E un giorno quando vivremo in una dittatura (se non ci viviamo già, per dio!) voi potrete dire.... lo sapevo, lo sapevo e mi sono impegnato con i miei compagni per impedirlo ma troppo forte fu la repressione della macchina del capitalismomaaaaafacitemeupiaceeeeeeeeeeeeeeeeeere fate ridere tutto il mio pollame, che poi non mi viene ben cotto...
        • Anonimo scrive:
          Re: Andate... ????
          questo lo immagini tu.Io invece VEDO un'informazione asservita al potere, una serie di iniziative politiche per assoggettare tutti i poteri istituzionali all'esecutivo e per limitare la libertà personale.... un esempio è l'ultimo decreto su intenet... ti ricordo che il fondamento delle democrazie moderne è la divisione dei poteri (legislativo, esecutivo e giudiziario), nonchè l'indipendenza dell'informazione. Il guaio è che in questo paese molta gente è assolutamente priva di una cultura giuridica e liberale el'ignoranza è un terreno fertile per i governi che vogliono controllare la libertà personale degli individui!
          • Avion scrive:
            Re: Andate... ????
            - Scritto da: Anonimo
            questo lo immagini tu.
            Io invece VEDO un'informazione asservita al
            potere, una serie di iniziative politiche
            per assoggettare tutti i poteri
            istituzionali all'esecutivo e per limitare
            la libertà personale.... un esempio
            è l'ultimo decreto su intenet... ti
            ricordo che il fondamento delle democrazie
            moderne è la divisione dei poteri
            (legislativo, esecutivo e giudiziario),
            nonchè l'indipendenza
            dell'informazione.
            Il guaio è che in questo paese molta
            gente è assolutamente priva di una
            cultura giuridica e liberale el'ignoranza
            è un terreno fertile per i governi
            che vogliono controllare la libertà
            personale degli individui!Vero, ecco perché nei regimi (in generale, e parlo anche di quelli religiosi che esistono attualmente) si insegna e si dice solo quello che vuole il governo. E chi dice cose che non si devono sapere.... ciaociao.In Italia c'è ancora la pluralità culturale, invece. Prova ne è quanto sta scritto sopra :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Andate... ????
            - Scritto da: Anonimo
            Io invece VEDO un'informazione asservita al
            potereio vedo aspetta li conto al volo mhmhm 4 tg nazionali schierati apertamente contro il presidente del consiglio, 1 schierato apertamente pro, 1 indipendente e 1 che non è un tg
            una serie di iniziative politiche
            per assoggettare tutti i poteri
            istituzionali all'esecutivo e per limitare
            la libertà personale....ma dai, ma davvero lo credi o è un modo per politicare? dai spero per te che sia la seconda xè altrimenti vivi male... mamma mia... brutta cosa la paranoia
            ti ricordo che il fondamento delle democrazie
            moderne è la divisione dei poteriti ricordo che nel nostro paese la magistratura è anche troppo libera
            nonchè l'indipendenza dell'informazione. eh sì xè indipendenza per te vuol dire che tutti parlano male del presidente del consiglio giusto? correggimi se sbaglio ma il succo è che La7 è indipendente, Rai3 è indipendente, reppubblica è indipendente, liberazione è indipendente... il resto sono organi assoggettati al poteeeeere del capitaliiiiiismo ecc ecc ecc lotta proletaria ecc ecc eccMARO'
            Il guaio è che in questo paese molta
            gente è assolutamente priva di una
            cultura giuridica e liberalequindi cultura liberale come dicevo sopra è votare la bertuccia... io ho votato forza italia, alla prossime voterò an... non sono libero giusto?correggimi, correggimi se sbaglio...
      • Anonimo scrive:
        Re: Andate... ????

        sono contro il regime
        cubano, quello Cinese quello Statunitense e quello che
        subdolamente si sta instaurando da noiRegime in USA? :) LOL l'hai sparata grossa.Quello che si sta nistaraundo da noi? Boom! Cos'è oggi, capodanno?h724
  • Anonimo scrive:
    Quindi per coerenza
    TUTTI i sostenitori del regime Cubano e di Castro DOVREBBERO smettere di usare internet.O no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi per coerenza
      - Scritto da: Anonimo
      TUTTI i sostenitori del regime Cubano e di
      Castro DOVREBBERO smettere di usare
      internet.
      O no?No.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quindi per coerenza
        - Scritto da: Anonimo
        No.xè?
        • Anonimo scrive:
          Re: Quindi per coerenza
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo


          No.

          xè?io non sono comunista, ma se uno è sostenitore di qualcosa o qualcuno, ne deve diventare una copia assoluta ??
          • Anonimo scrive:
            Re: Quindi per coerenza
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            No.



            xè?

            io non sono comunista, ma se uno è
            sostenitore di qualcosa o qualcuno, ne deve
            diventare una copia assoluta ??Non sono quello di prima.No, non ne deve diventare una copia assoluta, ma non puo' essere PALESEMENTE CONTRARIO ai PRINCIPI BASE del qualcosa o qualcuno sostenuto...
          • steve81 scrive:
            Re: Quindi per coerenza




            No.


            xè?

            io non sono comunista, ma se uno
            è

            sostenitore di qualcosa o qualcuno, ne
            deve

            diventare una copia assoluta ??
            Non sono quello di prima.
            No, non ne deve diventare una copia
            assoluta, ma non puo' essere PALESEMENTE
            CONTRARIO ai PRINCIPI BASE del qualcosa o
            qualcuno sostenuto...non mi pare che la negazione di internet alle masse sia per castro un "principio base" ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Quindi per coerenza

            non mi pare che la negazione di internet
            alle masse sia per castro un "principio
            base" ;)infatti la negazione di internet è una delle conseguenze dei suoi principi di base.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quindi per coerenza
            wooow, penso che a questo non possa controbattere nemmeno il più cencioso dei comunistoidi, se non fatto come una pera, ovviamente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quindi per coerenza
            allora tutti quelli filoamericani devono partire per l'iraq come riservisti ?
          • Avion scrive:
            Re: Quindi per coerenza
            - Scritto da: Anonimo
            allora tutti quelli filoamericani devono
            partire per l'iraq come riservisti ?Ehi, è un'idea! :DIl fatto è che qui la maggior parte delle persone non è "filoamericana", è semplicemente gente che SA vedere i fatti.Negli USA ci sono libertà che nei paesi amati dagli "antiamericani" si sognano.E questo è un fatto. :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi per coerenza
      Si, vorrei proprio vedere se i nostri cari filocomunisti avrebbero coraggio di criticare ancora gli stati democratici (o filoamericani come li chiamano loro).- Scritto da: Anonimo
      TUTTI i sostenitori del regime Cubano e di
      Castro DOVREBBERO smettere di usare
      internet.
      O no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Quindi per coerenza
        - Scritto da: Anonimo
        Si, vorrei proprio vedere se i nostri cari
        filocomunisti avrebbero coraggio di
        criticare ancora gli stati democratici (o
        filoamericani come li chiamano loro).
        Non temere, non porre limiti alle facce di bronzo. Troveranno sicuro il modo di dare la colpa a Bush & Berlusconi.IL Tafano
      • Anonimo scrive:
        Re: Quindi per coerenza
        Quando compaiono delle belle X in risposta al tuo post, allora hai colpito nel segno.IL Tafano
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi per coerenza
      - Scritto da: Anonimo
      TUTTI i sostenitori del regime Cubano e di
      Castro DOVREBBERO smettere di usare
      internet.
      O no?no, per coerenza dovrebbero chiedere autorizzazione al governo, e rispettare la legge del proprio governo - PER COERENZA.ma siccome a noi non ce ne sbatte una sega della tua provocazione, e dato - soprattutto - che io rispetto le leggi del MIO paese, che me ne frega di questa domanda?boh! avevo tempo, un po' come te.
      • Avion scrive:
        Re: Quindi per coerenza
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        TUTTI i sostenitori del regime Cubano e
        di

        Castro DOVREBBERO smettere di usare

        internet.

        O no?

        no, per coerenza dovrebbero chiedere
        autorizzazione al governo, e rispettare la
        legge del proprio governo - PER COERENZA.

        ma siccome a noi non ce ne sbatte una sega
        della tua provocazione, e dato - soprattutto
        - che io rispetto le leggi del MIO paese,
        che me ne frega di questa domanda?

        boh! avevo tempo, un po' come te.E' facile parlare... quando ti viene consentito di farlo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quindi per coerenza
          ehm siamo sicuri che tutto quello che ci viene detto dai media sugli stati canaglia sia la pura totale assoluta verita' ?
          • Avion scrive:
            Re: Quindi per coerenza
            - Scritto da: Anonimo
            ehm siamo sicuri che tutto quello che ci
            viene detto dai media sugli stati canaglia
            sia la pura totale assoluta verita' ?Se non ti fidi, basta fare un viaggetto.Uhm, quanto può costare andare a Cuba? Non in villaggio vacanza, però...
          • Alessandrox scrive:
            Re: Quindi per coerenza
            - Scritto da: Avion
            - Scritto da: Anonimo

            ehm siamo sicuri che tutto quello che ci

            viene detto dai media sugli stati
            canaglia

            sia la pura totale assoluta verita' ?
            Se non ti fidi, basta fare un viaggetto.
            Uhm, quanto può costare andare a
            Cuba? Non in villaggio vacanza,
            però...IGuarda l' unica differenza tra noi "occidentali liberi" e i Cubani ingabbiati da Castro e' che nel loro caso il Regime e' CHIARO non usa mezi termini o subdoli strumenti, cosi' dice e cosi' fa'.Anche se non lo si condivide e personalmente non lo condivido.Nel nostro caso non si ha nessuna garanzia che tutto cio' che viene detto e fatto dall' "alto" (dai media, dalle istituzioni) sia vero, trasparente limpido e non nasconda qualche "trucco" perche' non c'e' abbastanza trasparenza: il popolo DEVE essere completamente trasparente al fisco, alle istituzioni ecc. ma il contrario purtroppo non si verifica e questo per una societa' che si definisce democratica e' fatto piuttosto grave. Con tutto questo preferisco di gran lunga vivere qua' piuttosto che a Cuba ma non credere che sia tutto oro quel che sembra risplendere qua' da noi. E' vero che noi abbiamo accesso alle informazioni, molto piu' che non a Cuba ma le nostre fonti non sono da noi direttamente verificabili, quasi mai, questo non dimostra che si viva in un regime ma dimostra che nemmeno lo si puo' con certezza escludere.==================================Modificato dall'autore il 12/01/2004 18.19.22
          • Anonimo scrive:
            Re: Quindi per coerenza

            IGuarda l' unica differenza tra noi
            "occidentali liberi" e i Cubani ingabbiati
            da Castro e' che nel loro caso il Regime e'
            CHIARO non usa mezi termini o subdoli
            strumenti, cosi' dice e cosi' fa'.Io ti dico una semplice differenza: esecuzioni sommarie e limitazioni delle più elementari libertà.Se ti sembra poco ("unica differenza", dici) mi sa che sei un po' sadico.h724
          • Alessandrox scrive:
            Re: Quindi per coerenza
            - Scritto da: Anonimo

            IGuarda l' unica differenza tra noi

            "occidentali liberi" e i Cubani
            ingabbiati

            da Castro e' che nel loro caso il
            Regime e'

            CHIARO non usa mezi termini o subdoli

            strumenti, cosi' dice e cosi' fa'.
            Io ti dico una semplice differenza:
            esecuzioni sommarie e limitazioni delle
            più elementari libertà.
            Se ti sembra poco ("unica differenza", dici)
            mi sa che sei un po' sadico.Concordo ma stavamo parlando di informazioneio intendevo sotto l' aspetto dell' informazione (liberta', trasparenza, controllo ecc.): abbiamo anche noi molti lati oscuri solo che non sono DICHIARATI.Mi dispiace di non essere stato abbastanza preciso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quindi per coerenza

        ma siccome a noi non ce ne sbatte una sega
        della tua provocazione, e dato - soprattutto
        - che io rispetto le leggi del MIO paese,
        che me ne frega di questa domanda?qualunquista
  • Anonimo scrive:
    el komunista
Chiudi i commenti